• Benvenuti nel nuovo forum di Meteodue.it

Polar Vortex 22-23 - Winter At Last Call?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Maurizio

Utente esperto
Membro Senior
Messaggi
1,134
Reazioni
354
Punteggio
83
Località
Caselle torinese
Sicuramente meglio GFS.
ECMWF, purtroppo (come accade sovente), rema contro una ritrovata dinamicità che, peraltro, rientrerebbe nei canoni della normale variabilità primaverile.
ECH1_168sqs3.GIF.png

ECH101_168ymv1.GIF.png

ECH100_168wcd2.GIF.png

Aspettiamo i prossimi run e i prossimi giorni ma certe anomalie che tornano di attualità non mi piacciono...
E sopratutto con il nord ovest soventemente a secco
 
C

Cumolonembo

Guest
Sono allineato alle tue considerazioni.
Gli ultimi anni hanno dimostrato che inquadrare le tendenze a lungo termine oltre i 15gg è molto difficile.
Quest'anno ne è la dimostrazione ulteriore (se ce ne fosse satao bisogno ancora direi... viste le pessime performance anche degli ultimi 4 anni).
In pieno ese cold abbiamo avuto il periodo più 'freddo' (breve si ma interessante!)!
E viceversa su fine inverno con il riscaldamento strato avvenuto con tanto di touch down (nessun effetto di rilievo sul nostro paese, anzi!).
Longers noon arrendetevi perché ritengo sia sempre piacevole ed interessante leggervi nonostante ltutte le difficoltà e lasciatemi dire anche nonostante le vs poche soddisfazioni in termini di risultati.
I longers hanno fatto un ottimo lavoro. Tanto per citarne due, Luca Orlando non ha sbagliato niente e Cloover da fine dicembre in avanti idem. Quindi mi pare che se si eccettua un raffreddamento insolito della strato alla fine gli indici hanno dato i loro risultati. Quindi leggere che gli indici "non sono piu' quelli di una volta" fa' sorridere
 

gablele72

Utente
Messaggi
24
Reazioni
12
Punteggio
3
Io francamente anni fa' vedevo gli stessi errori di adesso ne' piu' ne' meno, anzi forse anche maggiori. La meteo e' una scienza inesatta e va' presa per quello che e'. Secondo me voler dare la colpa per gli sbagli ai cambiamenti e' solo un pagliativo. Gli errori ci sono sempre stati e sempre ci saranno nonostante la grandissima preparazione di chi affronta questa materia, tutto qua'
Sono allineato alle tue considerazioni.
Gli ultimi anni hanno dimostrato che inquadrare le tendenze a lungo termine oltre i 15gg è molto difficile.
Quest'anno ne è la dimostrazione ulteriore (se ce ne fosse satao bisogno ancora direi... viste le pessime performance anche degli ultimi 4 anni).
In pieno ese cold abbiamo avuto il periodo più 'freddo' (breve si ma interessante!)!
E viceversa su fine inverno con il riscaldamento strato avvenuto con tanto di touch down (nessun effetto di rilievo sul nostro paese, anzi!).
Longers noon arrendetevi perché ritengo sia sempre piacevole ed interessante leggervi nonostante ltutte le difficoltà e lasciatemi dire anche nono le vs poche soddisfazioni in termini di risultati.
I longers hanno fatto un ottimo lavoro. Tanto per citarne due, Luca Orlando non ha sbagliato niente e Cloover da fine dicembre in avanti idem. Quindi mi pare che se si eccettua un raffreddamento insolito della strato alla fine gli indici hanno dato i loro risultati. Quindi leggere che gli indici "non sono piu' quelli di una volta" fa' sorridere
Rispetto la tua opinione ma non sono d'accordo.
Le performance migliori le stanno avendo le previsioni stagionali dei modelli... che non sbagliano mai a prevedere un sopra media senza soluzione di continuità.
 
C

Cumolonembo

Guest
Sono allineato alle tue considerazioni.
Gli ultimi anni hanno dimostrato che inquadrare le tendenze a lungo termine oltre i 15gg è molto difficile.
Quest'anno ne è la dimostrazione ulteriore (se ce ne fosse satao bisogno ancora direi... viste le pessime performance anche degli ultimi 4 anni).
In pieno ese cold abbiamo avuto il periodo più 'freddo' (breve si ma interessante!)!
E viceversa su fine inverno con il riscaldamento strato avvenuto con tanto di touch down (nessun effetto di rilievo sul nostro paese, anzi!).
Longers noon arrendetevi perché ritengo sia sempre piacevole ed interessante leggervi nonostante ltutte le difficoltà e lasciatemi dire anche nono le vs poche soddisfazioni in termini di risultati.

Rispetto la tua opinione ma non sono d'accordo.
Le performance migliori le stanno avendo le previsioni stagionali dei modelli... che non sbagliano mai a prevedere un sopra media senza soluzione di continuità.
Beh ormai un sopra media lo prevediamo anche io e te purtroppo. Ma anche i nostri longers hanno fatto un ottimo lavoro a mio parere. Per quanto riguarda i modelli stagionali, almeno per le mie lande agosto e settembre hanno toppato clamorosamente e dal punto di vista pluvio mi pare non siamo stati granche' nemmeno per novembre dicembre e gennaio
 

snowpiercer2012

Utente esperto
Messaggi
772
Reazioni
502
Punteggio
93
Località
Vallerano vt
Direi terremoto modellistico rimandato a data da destinarsi....vs sempre troppo abbondante e canadese svuotato.cosi la primavera troverà strada spianata.
 

burian78

Utente esperto
Membro Senior
Messaggi
451
Reazioni
184
Punteggio
43
Località
gubbio
I longers hanno fatto un ottimo lavoro. Tanto per citarne due, Luca Orlando non ha sbagliato niente e Cloover da fine dicembre in avanti idem. Quindi mi pare che se si eccettua un raffreddamento insolito della strato alla fine gli indici hanno dato i loro risultati. Quindi leggere che gli indici "non sono piu' quelli di una volta" fa' sorridere
a me non fa sorridere, anzi, mi dispiace che siamo in anni particolari dove purtroppo non si riesce più ad avere un vero inverno!
e per il resto non sono d accordo perche è evidente quello che sta succedendo in questi ultimi anni
senza andare troppo indietro…….marzo 2023, sta andando come da previsione ? se sei stato attento non puoi dire di si!!
a febbraio qui dentro , tutti, avevano previsto un marzo perturbato piovoso e anche freddo forse molto freddo con più episodi artici ecc ecc…..invece lo vedi da solo come sta andando!!! e come detto non ne faccio una colpa a nessuno perche secondo i canonici studi , gli indici e quello che stava succedendo un tropo strato, l analisi era giusta! marzo doveva andare molto diversamente da come sta andando! perche? bo? è questo quello che volevo dire…..e magari cercare di capire ……con quello che c e in tropo strato, con tante cose a nostro favore , co indici favorevoli ecc…..questo marzo, fosse capitato 20 30 o più anni fa , sarebbe andato molto diversamente da come sta andando questo !! per me questo è innegabile…..poi ogni uno ha la propria idea
 

setra85

Utente esperto
Messaggi
600
Reazioni
437
Punteggio
63
a me non fa sorridere, anzi, mi dispiace che siamo in anni particolari dove purtroppo non si riesce più ad avere un vero inverno!
e per il resto non sono d accordo perche è evidente quello che sta succedendo in questi ultimi anni
senza andare troppo indietro…….marzo 2023, sta andando come da previsione ? se sei stato attento non puoi dire di si!!
a febbraio qui dentro , tutti, avevano previsto un marzo perturbato piovoso e anche freddo forse molto freddo con più episodi artici ecc ecc…..invece lo vedi da solo come sta andando!!! e come detto non ne faccio una colpa a nessuno perche secondo i canonici studi , gli indici e quello che stava succedendo un tropo strato, l analisi era giusta! marzo doveva andare molto diversamente da come sta andando! perche? bo? è questo quello che volevo dire…..e magari cercare di capire ……con quello che c e in tropo strato, con tante cose a nostro favore , co indici favorevoli ecc…..questo marzo, fosse capitato 20 30 o più anni fa , sarebbe andato molto diversamente da come sta andando questo !! per me questo è innegabile…..poi ogni uno ha la propria idea
Bisogna contare il trend multi decennale come giustamente aggiungi.
Senza distinzione meteorologica.
Lo spostamento della cresta d'onda nord atlantica dall'oceano verso il continente marittimo è una realtà.
Ciò comporta una maggiore presenza anti ciclonica sull'europa occidentale e parte del mediterraneo con una conseguente modifica di medie precipitative, di nuvolosità, di irraggiamento e infine di temperatura.

1678704034577.gif
 

Cloover

CSCT Team
Staff Forum
MD GROUP
Messaggi
15,863
Reazioni
7,177
Punteggio
113
Località
Comune di Marliana a 490mt slm
Bisogna contare il trend multi decennale come giustamente aggiungi.
Senza distinzione meteorologica.
Lo spostamento della cresta d'onda nord atlantica dall'oceano verso il continente marittimo è una realtà.
Ciò comporta una maggiore presenza anti ciclonica sull'europa occidentale e parte del mediterraneo con una conseguente modifica di medie precipitative, di nuvolosità, di irraggiamento e infine di temperatura.

Visualizza allegato 11470

Giusta osservazione, ci sono nuovi studi a tal proposito che evidenziano invece l'arretramento dell'Anticiclone delle Azzorre in direzione dell'Atlantico Occidentale durante la stagione Estiva, col getto che si strappa sulle Azzorre.

A ciò aggiungo la forte perdita di ghiaccio Artico che anche quest'anno è stata drammatica ed ha riguardato nuovamente pure il Polo Sud .
La cosa preoccupante è che queste dinamiche sono avvenute con bassa attività solare e Nina.

Il deficit di ghiaccio Artico inoltre diminuisce la spinta degli affondi Polari, col getto subtropicale che torna a spingere già sull'Europa meridionale e Mediterraneo, rendendo più difficoltoso l'interessamento a queste latitudini.

Purtroppo adesso sta tornando il Nino e l'attività solare è in forte aumento, quindi queste caratteristiche si amplificheranno.
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top