• Benvenuti nel nuovo forum di Meteodue.it

Andamento estivo 2022: anomalie Europee e comparazioni

Stevesylvester

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
7,203
Reazioni
187
Punteggio
63
Località
San Giovanni V.no (AR) (ma Grossetano)
...Ma è importante che le Regioni si sensibilizzino riguardo il cambiamento climatico....
E qui siamo ancora più nella merda. L'ultimo invaso di rilievo in Toscana tanto per fare un esempio che ci riguarda, è stato quello artificiale del Bilancino. Inaugurato nel '99 dopo 25 anni di lavori e dopo che se ne parlava dal '66. L'elenco delle grandi dighe italiane dell'Ingam riporta che quasi tutte sono state costruite prima del 1980. Solo una decina dopo e solo una dopo il 2000 e risale al 2002. Da vent'anni non se ne parla neanche più nonostante il precipitare degli eventi.
Per tacere della manutenzione della rete e del territorio.

È meglio sperare ripiova, abbiamo più probabilità.
 

stipetto

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
3,646
Reazioni
39
Punteggio
48
Località
Zürich - Schweiz (400 m s.l.m.) / Sölden - Tirol
E qui siamo ancora più nella merda. L'ultimo invaso di rilievo in Toscana tanto per fare un esempio che ci riguarda, è stato quello artificiale del Bilancino. Inaugurato nel '99 dopo 25 anni di lavori e dopo che se ne parlava dal '66. L'elenco delle grandi dighe italiane dell'Ingam riporta che quasi tutte sono state costruite prima del 1980. Solo una decina dopo e solo una dopo il 2000 e risale al 2002. Da vent'anni non se ne parla neanche più nonostante il precipitare degli eventi.
Per tacere della manutenzione della rete e del territorio.

È meglio sperare ripiova, abbiamo più probabilità.

Al di là dei bacini, io credo che il problema principale dell'Italia nella gestione idrica sia la rete che perde da tutte le parti, con differenze geografiche per carità, ma mediamente è un colabrodo.... oltre che uno scarso rispetto per la risorsa, proprio a livello di atteggiamento delle persone
😕
 

zagor

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
1,213
Reazioni
40
Punteggio
48
Località
voghera
Al di là dei bacini, io credo che il problema principale dell'Italia nella gestione idrica sia la rete che perde da tutte le parti, con differenze geografiche per carità, ma mediamente è un colabrodo.... oltre che uno scarso rispetto per la risorsa, proprio a livello di atteggiamento delle persone
😕
Concordo su tutto. In Italia credo si oerda fino al 30% a livello nazionale di acqua potabile dalle condutture idriche.
Detto questo....però....ci sono zone in cui gli acquedotti funzionano....e ci sono sorgenti dove fanno l'acqua minerale.....un esempio per tutti...Zogno....nella bergamasca....li l'acqua è razionata. Parliamo di zone da 1.500/2.000 mm annui mediamente.
 

Stevesylvester

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
7,203
Reazioni
187
Punteggio
63
Località
San Giovanni V.no (AR) (ma Grossetano)
Al di là dei bacini, io credo che il problema principale dell'Italia nella gestione idrica sia la rete che perde da tutte le parti, con differenze geografiche per carità, ma mediamente è un colabrodo.... oltre che uno scarso rispetto per la risorsa, proprio a livello di atteggiamento delle persone
😕
Si, era quello che intendevo parlando di manutenzione della rete idrica. Ma visto l'andazzo, vanno creati prima invasi per stoccare le piogge invernali che servono non solo per bere ma anche irrigare. In gran parte del paese la maggioranza grande dei corsi d'acqua è a carattere torrentizio, d'estate è come non averli.
 
Ultima modifica:

zagor

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
1,213
Reazioni
40
Punteggio
48
Località
voghera
Piemonte chiede stato di calamità naturale per la siccità ...brutta storia
 

GM Chenal

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
2,149
Reazioni
188
Punteggio
63
Località
Aosta
E' già in corso la raccolta firme, visto l'andazzo degli ultimi anni, per far iniziare l'estate il 15 Maggio. Il calendario delle stagioni meteorologiche dovrebbe venir modificato come segue:

Estate: 15 maggio - 15 ottobre
Autunno: 15 ottobre -15 dicembre
Inverno 15 dicembre - 15 febbraio
Primavera 15 febbraio - 15 maggio
Sei anche generoso... Il terzo punto, da qualche anno a questa parte, almeno in Italia, risulta N.P... :unsure:
 

GM Chenal

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
2,149
Reazioni
188
Punteggio
63
Località
Aosta
Il vero incubo sarà come ci arriviamo al 15 ottobre....ben che vada ( sono ottimista) ???
In realtà basterà che a fine Estate si verifichi un affondo depressionario un po' più incisivo per scatenare alluvioni lampo di straordinaria potenza (considerato il potenziale energetico che avrà il mare a fine Estate) e tutta la pioggia che manca all'appello potrebbe cadere in archi temporali brevissimi.
La Liguria ne sa qualcosa.
Fece scalpore il recente Evento straordinario del 4 ottobre dello scorso anno con i 927,0 mm che a Rossiglione caddero tra il 3-5 ottobre
20211005 NubifragiAppennino1.png
http://www.nimbus.it/eventi/2021/211005PioggeRecord-AppenninoLigure.htm
 

Maxk

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
2,339
Reazioni
15
Punteggio
38
Località
Pietrasanta (LU)
A Tenerife il 24 Giugno previsti +9 di minima! Sono costantemente 8/10 gradi sotto la media
e certo......da qualche parte dovrà pure compensare. E’ impensabile che il GW, purché eclatante, coinvolga in maniera omegenea sennò saremmo a parlare di altro.I due luoghi della Terra che stanno soffrendo maggiormente, oltre l’Artico , siamo noi e la California. Ho il terrore che presto faremo la loro fine con siccità estreme e incendi devastanti
 

zagor

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
1,213
Reazioni
40
Punteggio
48
Località
voghera
In realtà basterà che a fine Estate si verifichi un affondo depressionario un po' più incisivo per scatenare alluvioni lampo di straordinaria potenza (considerato il potenziale energetico che avrà il mare a fine Estate) e tutta la pioggia che manca all'appello potrebbe cadere in archi temporali brevissimi.
La Liguria ne sa qualcosa.
Fece scalpore il recente Evento straordinario del 4 ottobre dello scorso anno con i 927,0 mm che a Rossiglione caddero tra il 3-5 ottobre
Visualizza allegato 5603
http://www.nimbus.it/eventi/2021/211005PioggeRecord-AppenninoLigure.htm

Ciao.
Mi spiace contraddirti....ma oltre a non essere d'accordo con te....ritengo tu abbia scritto banali inesattezze di cui.sono stupito che una persona con la tua cultura che seguo sempre con stima ed interesse nelle analisi dei GM , possa avere.
Mi spiego meglio :
Punto uno.....i GM che noi tutti seguiamo nelle loro analisi stagionali parlano dei prossimi mesi settembre compreso sopramedia anche pesantemente a livello di temperature e sottomedia pluvio.
Quindi.....considerando che lo scorso anno l' affondo che dici ti porto alluvioni in talune zone e siccità in altre ( che chiusero settembre ed ottobre con pochi o 0 mm.....e credimi lo so bene visto che vivo in una di quelle zone a 40 km in linea d'aria da Rossiglione) ...non ritengo che una siffatta situazione porti piogge democratiche utili a risolvere i problemi idrici che ci affliggono. Sarebbero più utili delle perturbazioni atlantiche....magari un bel trenino di perturbazioni atlantiche come ai vecchi tempi.
Poi ....devo ricordare anche a te che forti precipitazioni in un lasdo di tempo limitato su terreni magari secchi o con matrice argillosa e/o limosa portano principalmente più danni che benefici perché l'acqua scorre via velocemente?
A Rossiglione ed a Ovada o Capanne di Marcarolo vado a funghi normalmente.....sai che benefici ha portato quell'alluvione ? Nessuno.....a Dicembre le le sorgenti erano agonizzanti ed a Marzo quasi secche ...ora secche.
Per favore....da te che sei uno dei migliori utenti del forum vorrei sentire parlare di analisi.....non di statistica delle ciufole che ti dice : ebbe' sei stato a secco per tanti mesi ma poi un singolo episodio ti ha rimesso in media. Lo studio della meteo serve alla terra ....all'agricoltura alle attività umane alla natura a prevenire per quanto possibile i disastri.La statistica solo fine a se stessa e non comparata agli effetti reali sul territorio non serve ad una fava se non a riempite la bocca a chi non sa distinguere un melo da un pero.
Spero di essere stato chiaro nell'esprimere il mio pensiero è ti ribadisco la mia stima per quello che fai sul forum
 

GM Chenal

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
2,149
Reazioni
188
Punteggio
63
Località
Aosta
Ciao.
Mi spiace contraddirti....ma oltre a non essere d'accordo con te....ritengo tu abbia scritto banali inesattezze di cui.sono stupito che una persona con la tua cultura che seguo sempre con stima ed interesse nelle analisi dei GM , possa avere.
Mi spiego meglio :
Punto uno.....i GM che noi tutti seguiamo nelle loro analisi stagionali parlano dei prossimi mesi settembre compreso sopramedia anche pesantemente a livello di temperature e sottomedia pluvio.
Quindi.....considerando che lo scorso anno l' affondo che dici ti porto alluvioni in talune zone e siccità in altre ( che chiusero settembre ed ottobre con pochi o 0 mm.....e credimi lo so bene visto che vivo in una di quelle zone a 40 km in linea d'aria da Rossiglione) ...non ritengo che una siffatta situazione porti piogge democratiche utili a risolvere i problemi idrici che ci affliggono. Sarebbero più utili delle perturbazioni atlantiche....magari un bel trenino di perturbazioni atlantiche come ai vecchi tempi.
Poi ....devo ricordare anche a te che forti precipitazioni in un lasdo di tempo limitato su terreni magari secchi o con matrice argillosa e/o limosa portano principalmente più danni che benefici perché l'acqua scorre via velocemente?
A Rossiglione ed a Ovada o Capanne di Marcarolo vado a funghi normalmente.....sai che benefici ha portato quell'alluvione ? Nessuno.....a Dicembre le le sorgenti erano agonizzanti ed a Marzo quasi secche ...ora secche.
Per favore....da te che sei uno dei migliori utenti del forum vorrei sentire parlare di analisi.....non di statistica delle ciufole che ti dice : ebbe' sei stato a secco per tanti mesi ma poi un singolo episodio ti ha rimesso in media. Lo studio della meteo serve alla terra ....all'agricoltura alle attività umane alla natura a prevenire per quanto possibile i disastri.La statistica solo fine a se stessa e non comparata agli effetti reali sul territorio non serve ad una fava se non a riempite la bocca a chi non sa distinguere un melo da un pero.
Spero di essere stato chiaro nell'esprimere il mio pensiero è ti ribadisco la mia stima per quello che fai sul forum
Il mio pensiero temo sia stato mal interpretato. ;)
Sono ben consapevole che precipitazioni di tipo monsonico che cadono con ratei orari impressionanti ed in brevissimi periodi di tempo servono molto poco a colmare le falde freatiche ma sono utili a fare danni (oltre a riempire le pagine di cronaca e gli archivi meteorologici)...
Previsioni stagionali a parte (che vedono un periodo caldo e siccitoso non stop, se non sbaglio, fino all'autunno inoltrato; previsioni a cui, personalmente, ho sempre dato un'importanza relativa: le troppe variabili in essere rendono inaffidabile già una previsione oltre le canoniche 120-144 ore, figurarsi a mesi di distanza), la mia intenzione era ed è, invece, quella di mettere in guardia sin da ora sulle preoccupanti potenzialità che potrebbe avere in serbo l'autunno (che inizia il 1° settembre) appena un affondo perturbato avrà la forza necessaria per spingersi più a sud. Le temperature che avranno i nostri mari a fine Estate (se il trend di questi giorni dovesse proseguire) saranno altissime e forniranno l'energia necessaria per generare mostri temporaleschi di inaudita violenza (l'articolo postato sopra, ma ne potevo mettere molti altri, era soltanto a titolo d'esempio sui mostri che può generare la Natura in tempi recenti).
Temo che dovremo abituarci sempre maggiormente a fenomeni estremi con precipitazioni sempre più violente e concentrate in archi spazio-temporali sempre più ristretti a discapito di precipitazioni regolare e democraticamente distribuite sul territorio nazionale. Spero sinceramente di essere smentito ma il rischio è ahimè molto concreto. Questa tendenza a rovesci locali a fondo scala è, peraltro, in accordo con quanto teorizzano da tempo i climatologi e con ciò che prevede la fisica dell'atmosfera: più l'aria è calda e maggiormente questa è in grado di contenere al suo interno grandi quantità di vapore acqueo. Contestualmente, consideriamo che un'evaporazione più rapida accelera il ciclo dell'acqua e se a questo aggiungiamo il ruolo della cementificazione nel riscaldare ulteriormente le nostre città (isola di calore che contribuisce a rafforzare ulteriormente le correnti ascensionali all'origine delle nubi temporalesche), si può ben capire che molti fattori convergono nel delineare una tendenza, sempre più verosimile, che vedrebbe eventi estremi di pioggia concentrati nello spazio e nel tempo.
Il ruolo del riscaldamento globale nel rendere più probabili e ricorrenti rovesci estremi, peraltro, è sottolineato anche dall'autorevole climatologo James Hansen della Columbia University:
"I cambiamenti climatici comportano un incremento della convezione profonda umida, con associate piogge intense. Nel nostro modello, concentrazioni di CO2 raddoppiate determinano un aumento di svariate centinaia di metri dell'altezza delle nubi cumuliformi convettive. Umidità assolute più elevate, dunque più calore latente di condensazione, e una più profonda convezione fanno sì che una più ampia parte delle precipitazioni avvenga sotto forma di intensi temporali, all'opposto delle più moderate piogge che si originano da nubi stratificate estese a larga-scala".
 

furmine

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
4,922
Reazioni
61
Punteggio
48
Località
Firenze nova
Per non intasare di là, metto qui il raffronto 2019-2022, riferimento Firenze fonte lamma
2019-2022
Maggio
119mm pioggia vs 15 mm
Min 11,5 max 20,3 Vs min 14,6 max 27,1
Giugno
1,2mm Vs 1,8mm
Min 18,0 max 32,2 Vs min 18,9 max 32,5( destinate purtroppo ad aumentare)

Poche chiacchiere, siamo di fronte ad uno tsunami di sterco che probabilmente non ha precedenti.

Poi, stessi in Portogallo forse non mi lamenterei😉
 

Stevesylvester

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
7,203
Reazioni
187
Punteggio
63
Località
San Giovanni V.no (AR) (ma Grossetano)
Per non intasare di là, metto qui il raffronto 2019-2022, riferimento Firenze fonte lamma
2019-2022
Maggio
119mm pioggia vs 15 mm
Min 11,5 max 20,3 Vs min 14,6 max 27,1
Giugno
1,2mm Vs 1,8mm
Min 18,0 max 32,2 Vs min 18,9 max 32,5( destinate purtroppo ad aumentare)

Poche chiacchiere, siamo di fronte ad uno tsunami di sterco che probabilmente non ha precedenti.

Poi, stessi in Portogallo forse non mi lamenterei😉
Se hai voglia di leggerti gli abstract del report Ipcc 2022, vedresti che anche il Portogallo è a rischio. C'è di che impallidire, ci salva solo che è talmente saltato tutto per aria e ad una tale velocità che possiamo sperare le proiezioni fatte saltino.
 

furmine

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
4,922
Reazioni
61
Punteggio
48
Località
Firenze nova
Se hai voglia di leggerti gli abstract del report Ipcc 2022, vedresti che anche il Portogallo è a rischio. C'è di che impallidire, ci salva solo che è talmente saltato tutto per aria e ad una tale velocità che possiamo sperare le proiezioni fatte saltino.
Non so cosa dica l'ipcc, se hai voglia di riassumere...😬😬
Fatto sta che ora, e anche nei giorni addietro, male non sono stati. Qui non avremo toccato valori incredibili, ma si viaggia sopramedia di oltre 3 gradi fissi da oltre un mese.
E siamo solo a metà giugno 😨
 

Stevesylvester

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
7,203
Reazioni
187
Punteggio
63
Località
San Giovanni V.no (AR) (ma Grossetano)
Se hai voglia di leggerti gli abstract del report Ipcc 2022, vedresti che anche il Portogallo è a rischio. C'è di che impallidire, ci salva solo che è talmente saltato tutto per aria e ad una tale velocità che possiamo sperare le proiezioni fatte saltino.
Te lo riassumo in poche parole: per quanto riguarda la carenza di precipitazioni e l'incremento termico , le proiezioni per i prossimi anni sono negative per diverse aree mondiali ma il bacino del mediterraneo è quello che raccoglie le negatività più serie in praticamente tutti gli ambiti.
 

Stevesylvester

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
7,203
Reazioni
187
Punteggio
63
Località
San Giovanni V.no (AR) (ma Grossetano)
Ho sentito ora il tg5 . Non ascolto più i tg da tanto, fanno solo sensazionalismo. Ma stasera hanno posto l'accento sulla siccità. E si scopre che dopo aver rimosso il problema strategico dei bacini di raccolta e quello fattivo della manutenzione delle reti idriche dal dibattito politico da due decenni, trovatesi alle porte coi sassi e i fiumi in secca le regioni non sanno far di meglio che chiedere la calamità naturale prelevando dal pnrr. E gli enti preposti al monitoraggio hanno tutti guarda un po' "piani pronti da tempo" per la creazione di laghi e bacini che pero restano lettera morta dopo essere costati in progetti.
Si arriva quindi alla solita gestione della emergenza da risolvere prelevando soldi dalle tasche pubbliche (le nostre) unica azione che gli enti pubblici ormai sanno fare.
Soldi che nessuno poi controlla che fine fanno.
Chiedere alla dirigenza politica di risolvere un problema che la stessa dirigenza politica ha portato agli estremi? Speriamo che piova!
 

Donazione

Total amount
€20.00
Top