BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Nix ci vede lungo

Pagine: [1] 2
1
porta pazienza ma perdi totalmente di credibilità quando ti permetti di dire "nuovo cambiamento climatico, definitivo e irreversibile"
non c'è bisogno di spiegare il perchè!!  :(

So di essere impopolare. Purtroppo, la mia personale croce, è che preconizzo sempre le evoluzioni del clima. Non per bravura, ci mancherebbe (giustamente nessuno mi assumerebbe come climatologo), ma con semplice spirito di osservazione e affidandomi a pareri autorevoli che ne sanno più di me  e che da anni sono destinati a vivere la condizione di Cassandra.
Potrei anche edulcorare le mie opinioni  dicendo che al momento la situazione "sembra" irreversibile, lasciando un piccolo spiraglio di speranza nel domani. Ma il domani, climaticamente parlando, è sempre peggio di oggi. E ce ne stiamo accorgendo ogni anno che passa.
Gli spiragli purtroppo iniziano a chiudersi uno per uno.  E quel "sembra" viene meno  :-[

Ti correggo sul concetto di "credibilità"... se per credibilità intendi quella caratteristica per cui uno deve per forza dire qualcosa di ottimistico, se non addirittura di fantascientifico, altrimenti si è antipatici ai più, allora concordo con te... sono poco credibile. Anzi, non lo sono del tutto :)
Se credibilità va a braccetto con popolarità, la quale va a braccetto con falso ottimismo, allora mi dissocio
Basta intendersi sulla definizione

2
Per evitare di scrivere in topic dove non sono desiderato, concentro qui le mie opinioni, considerazioni sulla base degli eventi meteoclimatici che accadono di volta in volta.
Naturalmente è un 3d aperto a tutti, dove ognuno può esprimere una propria opinione.
Con il permesso dei moderatori, concentrando in un luogo solo i messaggi scritti di pancia, penso che sia più facile tenere puliti gli altri topic

Dunque, il pensiero del giorno  è questo.
Non basta avere a che fare con un aumento sempre maggiore della temperatura delle masse d'aria che ci sono in circolazione.
La circolazione stessa si è incancrenita in un pattern dominato da NAO+++ e da un netto aumento in latitudine del fronte polare. Anzi, credo che la NAO+ sia la conseguenza dello shift verso nord delle fasce climatiche. Semplicemente, la NAO+ descrive l'innalzamento di latitudine del fronte  polare, detto in altre parole.

Chi mi da la certezza di tutto ciò?  Ovviamente nessuno. Tuttavia, vedo che gira e rigira il copione non cambia mai.
Purtroppo, nonostante la variabilità teleconnettiva avuta negli ultimi inverni, finiamo sempre lì... in quello che ha tutta l'aria di essere un nuovo equilibrio climatico, definitivo e irreversibile.
Ci potranno essere eventi invernali isolati, ma saranno sempre più di difficile realizzazione in un contesto circolatorio e climatico che dovrà rendere conto a una condizione strutturalmente mutata.

Speriamo di pescare il jolly, pur sapendo che tutte le altre carte sono dei bei due di picche. Scusate la metafora "cartistica" ;)

3
Infatti ma tutti a dire: "Uh,com'e' freddo!" " Fara' la neve!" e altre minchiaggini del genere. NOn si rendono conto che quello che sentono come gran freddo e' lo sbalzo da temperature da inizio ottobre a valori di fine autunno/inizio inverno e quindi normali.
Ormai e' talmente cronica l'abitutdine al sopra media che i rientri in quest'ultima sono percepiti come forti ondate di freddo.
 :)

Quoto
L'anomalia era ottobre, no ora... in un clima normale, di irruzioni come queste manco dovremmo accorgerci

4
Studi scientifici facilmente reperibili su internet avevano prospettato un inalzamento delle fasce tropicali di circa 30 km ogni decade a partire dalla metà del secolo scorso, questa previsione è stata confutata nell'ultima conferenza climatica...il risultato è  stato più o meno ambiguo a secondo di quale parte del globo si prendeva a parametro. Se ci rifletti nix in una porzione di territorio relativamente piccola come l'italia negli ultimi anni ci sono stati esiti diversi, in puglia diranno che il tropico si sta allontanando ed in toscana che si sta avvicinando. Lo stesso discorso si può fare con le tanto agognate pioggie...sappiamo benissimo che una porzione di territorio toscano lamenta una siccità preoccupante ma se parli con un campano o con un pugliese il 2018 passerà per un anno particolarmente piovoso...in sintesi e la generalizzazione partendo da una situazione specifica territoriale che non condivido e non credo nemmeno che la causa dei "mancati eventi nevosi" sia semplicisticamente l'innalzamento delle fascie tropicali ma invece le cause siano molteplici  ...
Ps qui a firenze piove e fa freddo...quindi è autunno!...

In Puglia ha piovuto per via delle continue goccette mediterranee che si infilavan sotto la pancia del megaHP euromediterraneorussascandinavatlantico. Non mischiamo due concetti ben distinti.

Le confutazioni? Ma dove? Su freddofili.it forse?  ::)

5
Vedo regna l'ottimismo in quel di Novara ;D

Non è ottimismo, è che siamo davvero appena appena rientrati in media

6
Buona serata a tutti. ORA io non sono un esperto e non ne capisco nulla di tali dinamiche, tuttavia se osserviamo bene dove passava la 560 dam nel 1980 e dove  è passata  nel 2017 potremo capire molte cose. Da notare anche la 580 dam dove passava nel 1980 e dove è passata nel 2017.  Di seguito 2 plot relativi alla media dell'intero anno 1980 e intero anno  2017 riferiti all'altezza geopotenziale di 500 hpa


 Dai grafici si nota chiaramente come le fasce climatiche  hanno subito uno spostamento  verso nord.


Innalzamento evidentissimo... forse non 1000, ma 600 km

7
Continua a non cambiare nulla: quella che sembrava una svolta si sta rapidamente trasformando in un ritorno al recente passato. In pratica,a parte il calo termico avuto, non cambia nulla e i soliti noti non beccano quasi nulla mentre gli altri noti continuano a veder piovere. Altro che la maledizione di Tutankhamon.

Il fronte polare è altissimo.
Non c'entra nulla l'eccessiva antizonalità. A fine novembre 2010 era eccessiva, ma il fp era molto più basso e per forza di cose il freddo scendeva da noi.

L'innalzamento delle fasce climatiche è la condicio sine qua non.  Tutto passa di lì... poi si può anche discutere di wave, di nao, di pattern ecc (su cui oltretutto c'è gente mooooolto più in gamba di me)... ma poi. Solo dopo, come seconda cosa.
Ciò che manda a monte tutto è che le fasce climatiche si sono alzate di oltre 1000 km e ciò che capitava da noi in inverno (area di convergenza tra freddo e richiami caldi) ora capita in Germania.
E questo capita sia in presenza di moti zonali, sia in presenza di moti antizonali.

 ;)

8
Cetto!! Le aspetto con piacere...mi rendo conto che è più difficile che demolire quelle degli altri...ma almeno se le azzecchi acquisti credibilità, se non le azzecchi...
Intanto stamane in siberia (pomeriggio per loro) se ne infischiano del global warming...krasnoyarsk -20,  jakutsk -21 e ojmiakon -33...niente male per essere metà novembre!!

Commento? Eccolo
La scarsa forza penetrativa degli affondi, non fa arrivare il freddo. I moti, che siano esasperatamente zonali o antizonali, non riescono a far sì che il fronte polare si abbassi più di tanto.
Ciò succede quando la fascia degli anticicloni subtropicali è più alta del normale e tiene alto anche il fronte polare.
Pensavo succedesse solo in presenza di vp forte e zonalità elevata, ma vedo che non è così.

Intanto i residui della goccetta da est vanno a morire in Atlantico. Risultato? Nuovo promontorio africano su di noi, dopo l'irruzione più inutile della storia (neanche un sottozero qui, quando basterebbe un semplice hp old-style per farli).
Ora mi siedo con i pop corn ad aspettare il prossimo

9
Quoto...e poi stasera c'è il chuck che porta giù tutto!!! Forza ragazzi godiamoci quello che arriva in questi 3/4 giorni e poi barra a dritta l'inverno deve ancora cominciare!!
Ps Nix facci una bella previsione di natale tropicale e resto dell'inverno sopra media che abbiamo bisogno di te!!!😂😂😂

Perché vuoi (volete) la mia opinione?  :D

Ad ogni modo, all is retreated

10
Stai a vede che nevica da Nix eh  :-X

Sì certo, senza precipitazioni cosa nevica? Polvere? ,ahahah

11
Io vi do dei consigli per non portare sfiga, tutto lì. Anche se so che nel forum toscano s'è tra bischeri eheh
Allora potremmo divertirci davvero  :P

12
4 chiacchiere al bar / Re:Mettiamo un po' di progressive?
« il: Novembre 15, 2018, 04:42:02 pm »
Matching Mole - Matching Mole

Robert Wyatt è un genio
https://youtu.be/mveeMfPHfi0

13
Concordo con il mitico Konrad.
La neve a novembre è normale un anno su tre in PP e in collina in Toscana
Così come le irruzioni, queste ogni anno.

14
Concordo
Se l'irruzione del febbraio scorso fosse arrivata in un periodo preglobalwarmingato di sicuro sarebbe entrata minimo una -40-45


ale

E' pur sempre stato un evento di 3 giorni, che ha richiesto lo split polare più forte da decenni.
Il freddo c'era, ma è stata una sveltina... gli split in passato lasciavano strascichi di mesi, non di una settimana

15
rimane un antipasto indigesto determinando poi una parte centrale invernale abbastanza anonima... ::)


Magra prospettiva. O otteniamo subito o ciao ciao  ??? :-[

Certo, se andasse come nel 2010-11 ci farei mille firme, ma le masse in gioco sono molto più calde di allora.
Forse un 2010-11 molto  mignon?

16
Ma quanto scassi i maroni goditi questo run almeno mammamia che gufo allucinante, uno psicologo no eh?  8)

Non riesco a godermi un bel niente, se non a constatare l'impotenza del freddo.
Il freddo ormai è peggio di una mirfa ormai troppo over di età, senza denti, grassa e cadente, che non attizza più nessuno

17
si prepara l'85 di novembre  :D




Con molta meno scena pochi anni fa arrivava aria molto più fredda (dato di fatto, non opinione)

Ora ci vuole l'erezione del secolo per avere la -5 in Germania e la -2 all N Italia.
Guardate con semplici ondulazioni cosa arrivava pochi anni fa... la -10 sulle Alpi, la -8 al N Italia






E più si va indietro, più aumenta l'intensità delle irruzioni novembrine, che arrivavano senza tutta questa "scena" e senza bisogno di pattern fantascientifici.
La -10 in Toscana, la -15 a N dell'arco alpino. Sicuramente la conoscerete bene. Quella domenica, mentre l'Inter capitolava a Firenze per 3-1 (la trapattoniana fiorentina sembrava in corsa per lo scudetto, vinto poi di c...o dal Milan) tirava una tramontana gelida, che induriva pure le OO. Io, allora bambino di 9 anni che ancora credeva alla purezza del mondo, giocavo a calcio con un freddo cane sotto i pugni gelidi della tramontana.



Questa è l'inequivocabile impronta del decennio più globalwarmingato della storia del nuovo interglaciale

18
eccolo sta uscendo il suo vero essere,ragazzi abbiamo acquistato un nuovo compagno di avventure mirfose per questo inverno!!!!!!!!!! Grande Nixxxxxxxxxxxx!!!!  :o 8)

Purtroppo abito molto lontano  da voi. Sarei  stato dei vostri senza  dubbio ahahah
Dovrò ripiegare sulle mirfe novaresi. Ma sono più fiducioso di vedere un metro di neve su casa mia. Ho detto tutto  :P

19
alle mirfe,basta seguire la meteo sali sul pick up e goditi la vita con me!  ;D ;D ;D

intanto a 90 h notevoli differenze,migliori per noi  :o

Per le mirfe questo e altro, ahahah
Io  sono mirfofilo da quando sono nato

20
poi boh,vedo il nix quasi convertito....la situazione mi intriga ancora di più 8) ;D

Convertito a cosa?  :-[

21
Pagassero solo loro si potrebbe dire che c'è una giustizia divina.
Solo gli Usa con annate stabilmente a 3 gradi sopra le medie... altrove caldo moderato, con frequenti perodi freddi e dinamici (tipo una decina di anni fa).


Loro sotto i +36 fissi da giugno a fine agosto, noi sotto e rinfrescate e i temporali. Loro con temperature di +1/+14 a gennaio, noi con saccature artiche e neve sottozero.
Ecco, quella sarebbe già un'idea di  giustizia

22
Cloover sembra essere sulla strada giusta. Ha preso novembre con la sua  lunga fase atlantica-mite
E ora le carte sembrano  disegnare una specie di "tenaglia", evoluzione anche questa ben vista dal Filippone nazionale  ;) ;)

Poi da lì a succedere buone cose per noi, purtroppo, ce ne passa. Al momento, infatti, i risvolti italiani sembrano essere decisamente modesti

23
Non è proprio così!!

Mah insomma... al momento si tratta di una montagna che partorisce un paramecio. Se poi le carte vireranno decisamente verso un evento serio, sarà mia premura dire di essermi sbagliato

Fino a quel  momento, cerchiamo di non esaltarci per una -2, che abbiamo visto arrivare pure a ottobre  nel recente passato

24
Carte normali nel long
Nulla di straordinario... si va dalla -2 alla +2, come dovrebbe sempre essere a fine novembre

25
naturalmente ma tu parli dell'indice che esprime i valori numerici ed è appunto descrittivo
io parlo del ciclo nao che esprime indicazioni relative ad una variabilità propria dell'area nel rapporto oceano atmosfera e che ovviamente condiziona la permeabilità della cella polare alla vettorialità meridiana delle rossby
questo a prescindere da quanto siano ripide e quindi da quanto sia potente il jet stream  :)

Certo, ho capito il discorso... intendi dire che le stesse cause che hanno improntato la circolazione atmosferica. Venendo meno quelle, rivedremo Rossby più incisive
Ciò che mi frena, e che temo, è che il ciclo NAO non sia un ciclo ma uno shift circolatorio definitivo. Spero di sbagliarmi ovviamente

26
C.  R.  Beckie,Determining  the  Polar  Cosmic  Ray  Effect  on  Cloud  Microphysics  and  the  Earth’s  Ozone  Layer,  UCGE  Reports  No.20356 (The University of Calgary,2012)

R. E. Johnson,Energetic Charge-Particles Interactions with Atmospheres and Surfaces, Physics and Chemistry in Space Planetology, Vol. 19 (Springer-Verlag, Berlin, 1990)

L.  G.  Christophorou,  D.L.  McCorkle  and  A.  A.  Christodoulides,  in  Electron-Molecule  Interactions  and  Their  Applications,  Vol.  1,  Ed. L. G. Christophorou (Academic Press, Orlando, 1984)

D. G. Torr, in The Photochemistry of Atmospheres, Ed. J. S. Levine (Academic Press, Orlando, 1985)

Sei matto se pensi che mi metta a leggere 4 paper in inglese
Estrapola come ho fatto io  :D

27
visto che si parla degli ultimi anni
come fanno a verificarsi dinamiche meridiane persistenti con questa fase del ciclo nao?

2013   0.35  -0.45  -1.61   0.69   0.57   0.52   0.67   0.97   0.24  -1.28   0.90   0.95
2014   0.29   1.34   0.80   0.31  -0.92  -0.97   0.18  -1.68   1.62  -1.27   0.68   1.86
2015   1.79   1.32   1.45   0.73   0.15  -0.07  -3.18  -0.76  -0.65   0.44   1.74   2.24
2016   0.12   1.58   0.73   0.38  -0.77  -0.43  -1.76  -1.65   0.61   0.41  -0.16   0.48
2017   0.48   1.00   0.74   1.73  -1.91   0.05   1.26  -1.10  -0.61   0.19  -0.00   0.88
2018   1.44   1.58  -0.93   1.24   2.12   1.09   1.39   1.97   1.67   0.93

La NAO non è la causa, ma un valore che esprime uno status
Non è che fa pochi scambi meridiani perché la NAO è positiva, ma fa pochi scambi meridiani e quindi la NAO è positiva (oppure, la NAO positiva è essa stessa espressione dei mancati scambi meridiani)
Vedila come vuoi ;)

28
non c'è da fare nessun collegamento a fonti...è noto alla scienza che la presenza di ozono dipende dal tipo di radiazione solare

Non ci siamo capiti
Tu hai affermato che il GW dipende dalla diminuzione di ozono. Immagino che ti riferisca a studi ben precisi. Se sì, quali, che mi interessa?

29
Con un pattern così mi aspetterei la -10 oltralpe e la -5 su tutto il nord.
Non la -5 oltralpe e la -2 al nord

Avremmo visto neve in pianura al NW (la pianura vera, non Cuneo) e a quote di bassa collina in Toscana.
A volte le configurazioni belle si verificano anche, ma sempre con 3-4 gradi di più rispetto al passato




30
Comunque e' commovente come Nix si adoperi per cercare di convincerci tutti dell'AGW ;D Con simpatia :-*

Convincere voi dell'AGW? Non ho obiettivi messianici nella vita, quindi resta pure delle tue convinzioni  ;)

31
Viene spiegato ben poco come hanno fatto notare alcuni utenti.

Aggiungo che se si discute di impotenza delle Rossby si dovrebbe parlare solo della circolazione a 300 hPa che non è cambiata, circolazione tra l'altro che determina la formazione di anticicloni e cicloni.
Invece si parla come al solito di temperature -5 -10 vicino alle Alpi, Pianura Padana, in un ventennio in cui il riscaldamento globale è riconosciuto da tutti come una realtà, in cui gli oceani sono superficialmente più caldi e in cui la Pianura Padana dovrebbe essere maggiormente colpita dal riscaldamento con la presenza dello scudo alpino nei confronti delle correnti setttentrionali e con la presenza a sud di un più caldo Mar Mediterraneo.
Le Rossby stanno disegnando a 300 hPa qualche tipo di andamento differente dal passato?
A me sembrano più potenti che in passato, difatti tutte le volte che faccio la reanalisi Noaa l'intensità del vector wind è più intenso che in passato: tenendo conto che la bassa stratosfera è in continuo raffreddamento, mentre la bassa troposfera subisce un riscaldamento, quindi in teoria diminuiscono gli scambi tra i due strati atmosferici.
Ergo l'aumento di intensità delle Rossby è un aumento dovuto ad una velocità aumentata di riequilibrio termico dell'atmosfera che ha subito un trend di aumento di temperatura superficiale.
Il riscaldamento globale troposferico è dovuto al depauperamento dell'ozono che è provocato probabilmente dall'aumento della concentrazione di elettroni in mesosfera.
Infatti una concentrazione più alta di elettroni causa una maggiore ossidazione da parte dell’ozono o dell’ossigeno degli ioni meteorici ablati.

Mi metteresti le fonti a cui ti ricolleghi?
Soprattutto il passo in cui dici che il riscaldamento  della troposfera è causato dagli elettroni in mesosfera che mangiano l'ozono

32
Inverno sfasato con hp e caldo al nw, qualche episodio pro estremo sud.

Salvo che non si voti di pancia o per speranza, gli indizi reali vanno tutti in quella direzione


33
Hai messo un irruzione coi contro caxxi , visto da dove veniamo ben venga una sventagliata fredda

Sì una bella irruzione. Non eccezionale ma significativa

Quella là sta alla prossima come la cioccolata sta al guano

Che bei tempi, quando ogni cosa andava meglio :(

34


Mah, io continuo a vedere una schifezza di circolazione secondaria (ma anche terziaria o quaternaria) seguita da una forte ripresa zonale
Nel recente passato, robe simili sono sempre state seguite da mesi di dicembre da dimenticare

Le irruzioni novembrine seguite da mesi di dicembre invernali, sono di ben altra tipologia. Wave atlantica bella propensa ad andare verso nord e non a spanciare su di noi, irruzione seguita da ampia lacuna barica sul Mediterraneo
Es. questa


Vedo troppo entusiasmo. Per carità, illudersi ha anche il suo senso esistenziale, ma io vedo il solito copone degli anni recenti


35
Nel long possibile retrogressione in un contesto di circolazione secondaria.
2013, 2015, 2016 tutti anni contrassegnati da veloci irruzioni da nordest nella seconda parte del mese, seguiti sempre da interminabili rimonte anticicloniche da ovest. Insomma, irruzione cag....ata seguita da NAO+++++++?
Sarebbe un copione già visto

36
Chi ha seguito fin'adesso avrà capito che il superamento della soglia del Nam non solo è un passaggio obbligato, ma pure necessario.
 A meno che non vogliate un Inverno dominato da onde corte.

Non ho seguito tutto il topic. In questi  anni non è stato deleterio il superamento NAM? Si è sempre parlato di troposfera inerte e di coupling S-T tardivi e duraturi.
Quest'anno è cambiata la solfa (in meglio)?  :(

37
Un tempo a novembre dalle mie parti pioveva tanto (come giustamente sta facendo ora) ma con 5-10 gradi di meno. Spesso nevicava a bassa quota e un anno ogni 3-4 anche in pianura. Le notti serene erano garanzia di belle brinate e i colori autunnali trionfavano già a Ognissanti... non come ora che in molte zone è ancora tutto verde.
E quando era umido, montava un nebbione freddo e fittissimo, che ovattava tutto e sembrava dire "ti proteggo io dal male del mondo... tu riposa e goditi la delicata verginità della rorida campagna.
Magica era l'attesa dell'inverno, dolce il lento appassire della Natura

Fatta questa nostalgica parentesi, se dicessi che le carte mi piacciono mentirei spudoratammente.
Non posso certo gioire nel vedere che quel poco freddo che c'è prende la strada di Atene, mentre al NW rimonta la +10

Purtroppo questo ostinatissimo pattern  NAO+++++++++++ sembra del tutto intenzionato a proseguire. Che ci lasci in pace almeno un po'  in inverno, come del resto dovrebbe sempre essere... mica chiedo la Luna

38
Nam che arrivato al valore soglia positivo ( + 1,5 )  sembra inchiodare ... :o

Alle solite  :-[
Speriamo che la troposfera sia reattiva e contrasti la propagazione dello straatcooling



La regola che ho imparato seguendo i topic sulla strato in questi anni è che tanto sfonda comunque. Meglio che lo faccia ora, piuttosto che a dicembre.
Nel caso andasse in porto il precondizonamento, e dovessimo rinunciare a ogni velleità invernale per 60 giorni, ne usciremmo a inizio-metà gennaio e non a fine febbraio.
Vediamola in questo senso

39
mi potreste dare la procedura per postare immagini?
Devo allegare dei file volevo far vedere qualcosa

Io copio l'URL delle immagini, poi vado sull'icona della Monna Lisa e lo incollo

40
L'articolo su cui si basa lo studio è ottimo.
E in effetti, in molti forum e anche su questo si è parlato spesso di questo minor gradiente polo - equatore che determina la stazionarietà delle onde troposferiche positive.

Un appunto sulle tue valutazioni:
- parli di minore penetrazione delle saccature, ma di fatto, con onde troposferiche stazionarie si hanno saccature più profonde e che tendono a sprofondare maggiormente verso sud.
- Parli di "penetrazione delle saccature" quando proprio con un forte gradiente abbiamo zonalità maggiore e quindi il jet stream si abbassa ma non abbiamo saccature penetranti. Abbiamo veloci saccature che si alternano in seno al jet stream.


Sta di fatto che è un nuovo status climatico con minor alternanza di pattern prevalenti.
Non a caso si sono avuti pattern semestrali o oltre dominanti.....Sia asciutti, sia piovosi


Mi chiedo, con tutto il rispetto, ma questa discussione l'avresti aperta comunque se eravamo nel ramo discendente delle saccature???


Sì, l'avrei aperta comunque, Porano.
Se ne parla da diversi anni di ciò, ma su internet non si trovava molto, se non rimandi di rimandi di rimandi.
Da tempo avrei voluto aprirla, ma giustamente mi sarebbe stato chiesto di corredare il topic con studi che non trovavo.

Per  quanto riguarda il concetto di "penetrazione", secondo me bisogna valutare più aspetti. Effettivamente non è solo la "capacità" di scendere a sud di una saccatura ma anche l'ampiezza e la velocità di spostamento.

Ecco quello che voglio dire. Prendo alcune reanalisi ovviamente a caso. Cerco di prenderle negli stessi periodi dell'anno per fare un confronto che sia il più veritiero possibile. Non guardare gli effetti sull'orticello, ma semplicemente la struttura.

Saccatura ampia, penetrante alle basse latitudini e mobile


Saccatura ampia, ma poco penetrante. Però compensa la sua "non" particolare capacità di scendere, con la resistenza (3-4 giorni di afflusso freddo senza cut-off precoce)




Saccatura piuttosto penetrante in termini di latitudine, ma poco strutturata, poco alimentata da aria fredda, di forma "sottile" e tendente a isolarsi in cut-off rapidamente. Segue rapido ripristino del pattern zonale



Saccatura "cesso" in tutto e per tutto... poco penetrante, poco alimentata da aria fredda. La 552 dam non scende sotto l'Ungheria. Entra un pochino di sbuffo fresco, ma 24 ore dopo è tutto un ricordo. Già tanto definirla un "cavetto", insomma


A volte le saccatura per arrivare a sud ci arriva, ma come? Come un sottilissimo "ruscelletto" di aria freddina in un mare di HP, che viene subito tagliato alla radice e va immediatamente in cut-off (in luogo dei fumi freddi delle vere saccature, più larghi e più intensi).
La penetrazione non è solo la capacità del freddo di arrivare a sud, ma anche la quantità che ne arriva e la "resistenza" (o durata dell'afflusso senza taglio alla radice).

Credo che mediamente il fenomeno descritto riguardi in sintesi:
- diminuita capacità di scendere a sud
- se scende a sud lo fa con un cut-off e senza alimentazione duratura
- meno ara fredda all'interno del ramo discendente
"Penetrazione" è un termine che ho usato per descivere queste cose nell'insieme... avrei potuto usare la parola "forza", più indicativa, forse




41
Ovviamente - non l'ho specificato - ma spero che i miei detrattori lo capiscano per conto loro:
non ho detto che non esistono più le saccature artiche (a dicembre 2017 ne abbiamo avute un paio di fila molto buone,  che vorrei facesse tutti gli inverni); alla prossima che fa, non venite a rinfacciare a me "eh meno male che qualcuno diceva che sono sparite le saccature".
Non voglio assolutamente intendere questo.

Il concetto che voglio far passare è che è diminuita la frequenza e la capacità di penetrazione delle saccature rispetto al passato, anche solo rispetto a pochi anni fa.
Del resto, se i migliori ricercatori stanno lavorando su questo  aspetto, non credo che lo facciano perché non sanno come passare la giornata.

Quindi premetto questo (anzi, post-metto) per evitare obiezioni fuori bersaglio ;)

42
Sul meteoforum del CML il  meteorologo Ascanio Scambiati (asky91) ha segnalato la pubblicazione di  uno studio che proprio negli ultimi mesi è stato condotto da alcuni dei più famosi climatologi mondiali.
Su internet ho trovato solo u piccolo abstract, ma riassume molto  bene ciò che lo studio mostra.

https://www.researchgate.net/publication/328644511_Projected_changes_in_persistent_extreme_summer_weather_events_The_role_of_quasi-resonant_amplification

Cosa dice in sostanza? Praticamente ciò che si sospettava da molto tempo. L'aumento vertiginoso delle temperature dell'Artide, non solo  causa una diminuzione dell'effetto albedo e, quindi, un'amplificazione del riscaldamento globale, e in particolare nord emisferico; agisce anche in un altro modo.
L'Artico caldo ha diminuito i gradienti di temperatura tra le alte e le basse latitudini. Ciò si traduce in una minore "necessità" dell'atmosfera di attuare scambi di calore.
In altre parole, a causa dei diminuiti scambi di calore, la penetrazione delle onde di Rossby è meno efficace, e le stesse onde di Rossby molto spesso sono stazionarie, si muovono pochissimo, o evolvono precocemente in cut-off.

Non solo fa molto più caldo rispetto a pochi anni fa, ma, in aggiunta a ciò, stiamo facendo una fatica immane a vedere irruzioni, affondi, saccature strutturate.
Sostanzialmente , uno dei motivi per cui il fronte polare è quasi sempre più alto del normale, per cui noi siamo sempre dentro un mare altopressorio, e per cui le saccature faticano ad affondare, è costituito dall'inefficacia della circolazione emisferica di portare a compimento scambi meridiani significativi.

Prendiamo gli inverni anonimi del passato. Anche in stagioni fredde caratterizzate da zonalità o da lunghe fasi anticicloniche (1998-99, 1999-2000, 2007-08 per citarne tre), almeno 5-6 saccature in cui arrivava la -10 sulle Alpi e la -5 in centro Italia te le faceva senza difficoltà.
Negli ultimi inverni, di queste saccature artiche ne avremo viste sì e no 5-6... in 5 anni!
Oppure, in alternativa, è servito lo split polare del secolo per portare una retrogressione di 3 giorni, subito riassorbita (febbraio 2018)... peraltro una dinamica "sui generis" che si verifica raramente, solo in determinate condizioni circolatorie che non si verificano tutti gli anni. Nemmeno una Rossby in senso stretto, quindi.

Le normali e frequenti irruzioni artiche (relativamente alle nostre medie eh, non in senso assoluto), che poi sono quelle che "fanno" i nostri inverni, stanno sparendo.

Un altro anello su come agisce l'AGW sembra essere stato agganciato alla lunga catena del clima

43
Regola nixesca da stampare per evitare di illudersi inutilmente

Non esistono circolazioni secondarie che possano andarci bene, salvo che non abitiamo a Lampedusa. Infatti, tempo due run, e la -5 si è già trasformata in una piallata zonale con la +5 al momento meno caldo. E la circolazione secondaria va ad Atene (peraltro sarebbe una zero modesta. Ma per forza eh... non c'è freddo sul continente per poter "attingere")  :P

Ritentiamo alla prossima... illudiamoci che ci sia davanti tutto l'inverno. Anche se temo che si possa fare ctrl V + ctrl C tale e quale da qui a febbraio
Quantomeno il timore di tutti è quello  :-[

44
Molto male direi...

Ma secondo te, può andare diversamente da così?
E' dal 2013-14 che va così regolarmente, nonostante abbiamo avuto indici ben diversi, talora anche opposti

Per me è un blocco negli ingranaggi circolatori che non dipende dalle teleconnessioni (pure il SAI ha smesso di funzionare da un anno per l'altro... non in 30 anni eh. L'anno prima perfetto, l'anno dopo tac... correlazione saltata improvvisamente)

Il succo del discorso? Ormai dobbiamo portarci a casa solo episodi isolati e nemmeno così granchè quantomeno per parte d'Italia (il gennaio 2017 per esempio quasi non si è avvertito a NW. Il marzo 2018? Beh, la prossima volta speriamo che ritardi a maggio... già che c'era...)... ma il contesto è e sarà sempre quello: VP forte, onda atlantica divergente, disturbi a un'onda sola, NAO+++++++++++.
Poi improvvisamente, senza nemmeno troppi segnali premonitori, ecco l'episodio; di solito non più di uno a inverno (due nel migliore dei casi, zero nel peggiore) prevalentemente pro-estremo sud italico (più raramente pro nord) e poi nuovamente NAO++++++ e via.

Fateci caso... va SEMPRE così
Se capita 1-2 volte si può parlare di sfiga, di situazione temporanea... se capita per 6 inverni di fila, con indici sempre diversi, sfiga non è più. E' un processo strutturale, un meccanismo ormai entrato a pieno regime e a quanto pare pure inarrestabile.
Ritengo francamente inutile lasciarsi andare agli entusiasmi, perché tanto si finisce sempre lì, in un loop più regolare e più scontato della puntualità delle poste svizzere.

NON E' una lamentela... non leggetela con questo piglio. Cercate solo di pensarci per un attimo. Fate finta che non l'abbia scritta io  ;)

45
Ma se anche negli Usa la 2018 non fosse la quarta estate più calda di sempre? Cambia qualcosa nel bilancio del GW?
Non credo

46
Sono d'accordo con chi sostiene che il Nam, se proprio deve sfondare (e ormai lo fa regolarmente), è meglio che lo faccia ora.
Calcolando la canonica regola statistica dei 60 giorni, almeno possiamo sperare di uscirne entro fine gennaio

Ad ogni modo ormai, pur con una grossa variabilità teleconnettiva, il bastone tra le ruote ce lo mette sempre la NAO+++++, anche quando il VP rallenta

47
GFS06 vede l'impianto che probabilmente detesto di più in assoluto
Hp a cuore caldo che protegge l'Italia CN e irruzione verso la Grecia.

Se inizia ora con questi scempi, è capace di andare avanti così fino alla prossima primavera

"Nel cucci lo si riprende?" Per la sesta volta di fila (per me la settima, visto che nel 2012-13 ero l'unico saltato dalle nevicate in tutta Europa)  :-[ :-[

48
o a dicembre 2018 come nel Canadian Warming del novembre 1996 o ....quello del novembre 1962  ;D

Sì, come no... credici  ;D

Se anche tornasse un pattern uguale a quello del gennaio 1963, arriverebbe una -10 e durerebbe al massimo una decina di giorni.
Del resto, la dimostrazione sta nello scorso anno...è servito lo split del secolo per avere gelo per una settimana.
Un po' come dover sborsare diecimila euro per una sveltina con una escort che non è nemmeno un granchè

49
Effettivamente è strano. Lumi in merito?

50
Ma è necessario.
Hai gran parte della serie in cui  e medie sono  ricavate facendo la media della  massima e della minima, mentre nel periodo delle automatiche hai la media integrale. Avremmo una discontinuità della Madonna se non applicassimo alcun filtro di omogeneità nella serie.
La chiave del discorso è che io presuppongo che un ente l'abbia fatta bene e non "ad cazium" e tantomeno in malafede.
Alzo le mani e spero fideisticamente che abbiano lavorato in modo corretto.

Pagine: [1] 2