BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Nick76

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 20
1
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Martedi' 20 Aprile 2021
« il: Aprile 20, 2021, 07:20:12 pm »
Passata e' la tempesta, odo gli augelli far festa e la gallina tornata in su la via.....Grande Giacomo Leopardi che ha, piu' che descritto, disegnato un quadro naif nel quale tanti oggi ci si sono identificati, soprattutto per chi abita in campagna!!! Ehhh la campagna...non saro' mai cittadino :) ;)

Bella botta di pioggia oggi con grandine ma i miei fiori nel terrazzo se la sono schivata, Aulla un po' meno stando ai vari racconti del luogo, graupel a Zeri e insomma un bel pomeriggio che ora ha dissolto le nubi come per magia, nulla e' rimasto della breve tempesta di oggi.

15.1°C ma oggi la temperatura massima e' stata di 17.7°C, crollata poi durante l'instabilita' pomeridiana a 8°C, e adesso che le rondini hanno rincominciato a garrire siamo a 15.1°C, UR 64%, vento da S a 3 km/h, ma oggi, durante  la tempesta con tuoni e fulmini e grandine proveniva da N ed e'..balzato a 66.6 km/h...va beh...sembra un numero infernale ma casuale eh..nella piena tempesta.  :)  Poi  i 9.4 mm di pioggia  in mezzora.

A 1500 mt nessun accumulo, anzi, sembra che quello che e' arrivato oggi pomeriggio almeno dal lato Toscano abbia favorito lo scioglimento della neve.

Massima a 1500 mt 3.5°C , minima -0.3°C ma attenzione, si e' verificata nel pomeriggio durante il temporale ed e' il chiaro rovesciamento di aria fredda dalle quote superiori, ora 1.9°C, UR 92% DP 0.7°C, 2.6 mm di pioggia...e' bellissimo studiare cosa avviene in quota durante un temporale.. :)

Buona serata.

2
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Giovedi' 15 Aprile 2021
« il: Aprile 15, 2021, 07:13:20 pm »
Poi alla fine abbiamo scoperto che i fiocchi nella mia vallata sono arrivati fino a sotto ai 600 mt!!!...Senza accumulo naturalmente che si e' verificato dai 900 mt alle quote superiori. E' un episodio primaverile iniziato stamane con cielo bigio e invernale...il classico cielo da neve poi nuvolosita' fratta e poi, nel pomeriggio, di nuovo rovesci nevosi in Appennino con piogge a fondovalle limitati a meta' strada tra le cime e il percorso del Fiume Magra. Un normale episodio primaverile che sa di inverno (dopo uno piu' tosto eh!) dopo un normale assaggio estivo...questa primavera e'...degna di tale nome..deve avere caratteristiche sia invernali che  estive. :).

E va beh! Prendiamo quello che viene...14.3°C la massima di oggi, fuori non si stava bene  per la ventilazione, adesso 11.2°C, UR 62%, DP 4.2°C, vento da NNE a 8 km/h e punte fino a 27 km/h, pioggia 2.6 mm.

A 1500 mt massima poi -0.3°C, attualmente -1.9°C, per essere la meta' di Aprile una giornata di ghiaccio come si sta profilando a quella quota non e' da tutti gli anni....come non e' stata assolutamente noiosa questa stagione, se ripensiamo alle ultime, sempre in bilico con...un grande evento che...per fortuna o per sfortuna...dipende dai punti di vista.. ;) non si e' verificato! :)

Buona serata! :)


3
Consigli e suggerimenti al forum / ****NEW RECORD 2021****
« il: Febbraio 07, 2021, 07:19:49 pm »
Il 16 Gennaio del 2021 e' stato battuto il nuovo record di accessi in simultanea che permaneva dal 2018.

Ebbene, in quell'occasione gli accessi sono stati 428
Oggi, per esempio, lo abbiamo lisciato arrivando a 425.
Il nuovo server, nonostante il record di accessi, si comporta egregiamente!

Ancora grazie per la vostra preferenza!


I' tennico

4
Nowcasting Toscana / Re:-32 casting Toscana del 30/12/2020
« il: Dicembre 30, 2020, 11:39:20 pm »
Sono con voi di nuovo dopo aver seguito su Focus (canale 35 del DT oppure 414 di SKY) un documentario che parlava delle forze della natura e in particolare stasera si parlava delle bufere di neve, della misurazione dello spostamento della neve in caso di bufera con strumentazioni incredibili! Eh...la meteorologia sul campo e' davvero eccezionale...non si parlerebbe troppo qui se non esistesse, di questo siatene certi!!!! :)

Se vi capita di sapere se ci saranno repliche di questo programma guardatelo, mi e' piaciuta molto la parte finale del programma che parlava di climatologia e della capacita' del sistema terrestre di riequilibrare il tutto nonostante le nostre sciagurate intenzioni perturbative.

Va beh!...Calata la nebbia e di conseguenza si e' fermato il calo termico a 1.4°C, -5.5°C a 1300 mt.

Buonanotte davvero a tutti! :)

5
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana giovedi 15 ottobre 2020
« il: Ottobre 15, 2020, 09:46:03 pm »
Come siamo strani...noi umani...stasera  il mio cagnolino mi ha fatto capire in maniera espressiva che aveva nel vero senso della parola bisogno di uscire di casa....Fa fresco e non ne avevo tanta voglia ma...non si puo' dire di no. Altri umani hanno costretto i propri cagnolini ad avere "bisogno" di uscire di casa a tutti i costi...Sono le cronache dei nostri tempi  ma non pensavo mai di arrivare a tanto.

Va beh!...sono uscito e ho trovato un cielo ancora nuvoloso, una temperatura non proprio impossibile di 10.7°C, minima odierna 9.8°C, massima 14.6°C, niente vento. Pioggia nella notte scorsa di 5.6 mm, molto autunnale e calma , totale episodio 13.8 mm, poco piu' di 300 mm mensili complessivi.

A 1500 mt minima 0.8°C, massima 3.6°C, adesso 2.6, non e' inverno ma poco ci manca, 10 mm di pioggia, quasi 20 mm totali dell'ultimo episodio, vento da N a quasi 5 km/h di media, la notte scorsa massima raffica da NE a oltre 70 km/h.

E' mancata la neve a quote piu' basse per la mancanza di rovesci, si sono fermati sul mare e di conseguenza le nevicatine ine ine  si sono fermate a 1500 mt ma non e' questo il periodo per pensare alle nevicate, ora bisogna pensare piu' ai funghi e alle castagne e alla curiosita' di sentire il nuovo vino di quest'annata.

Buonanotte a tutti.

6
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Martedi' 13 Ottobre 2020
« il: Ottobre 13, 2020, 10:39:55 pm »
qui a livorno diluvia
 ;)

7
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana sabato 26 settembre 2020
« il: Settembre 26, 2020, 07:50:40 pm »
Una bella giornata fresca, la mia stazione stamane si e' superata con una minima di appena 3.6°C, bassina per il periodo e solo terza a stazioni in Provincia come Zum Zeri a 2.2°C e Monte Giogo che poi vedremo.

Nel pomeriggio si e' instaurato un flusso al suolo dal mare e un richiamo di aria fredda in quota che ha stimolato il temporale di stasera con un cielo davvero minaccioso da vedere e udire ,tuoni anche ora , ma con poco prodotto, da 0.2 mm a 5 mm in valle, oltre 13 mm nelle colline a ovest di Aulla ma niente di che almeno per ora.

Minima come detto 3.6°C, massima 23.3 , ora sotto il temporale e' in atto una discesa, siamo a 12.2°C e continua a piovere in modo moderato, 0.4 mm di accumulo ma qualche rovescio molto probabilmente arrivera', vento da W a 17 km/h di media, raffiche fino a 40 km/h.

A 1500 mt minima 2.1°C, massima 9.8°C, attualmente 4.3°C, vento da SW a 5 km/h di media, massima raffica la notte scorsa a 70 km/h, niente pioggia.

Buona serata e buona nottata, stasera si va a focaccette di mais, una preparazione tipica della Lunigiana che vi consiglio vivamente di provare se avete occasione di passare da queste lande. Impasto di farina di mais ,poca di frumento, acqua e sale e cottura nei testi di terracotta. Appena tolte dai testi si mettono un secondo sulla brace viva per farle gonfiare ed ecco pronta la specialita' da riempire con salumi e formaggi molli.
Ciao, a domani!

8
Meglio a Novembre/ dicembre che a marzo

9
Le piogge in corso nella regione confermano che il tassello mancante e pencolante per giorni, per migliorare la sinottica prevista sta andando a posto. Siamo sotto un prefrontale attivo che in presenza di sinottica dal Rodano indica che il fronte freddo si sta ondulando, la carta di ukmo, sotto, mostra lo scenario. Il tirreno settentrionale andrà in depressione al suolo e un fronte veloce e ventoso resta ventoso ma diventa un pò meno veloce e più piovoso col mare caldo che darà stura a rovesci e temporali frequenti da ora fino a domattina. Domani a metà giornata ci troveremo poi sul capo una - 26 che al 25 settembre non è certo cosa comune. Ci risentiamo a cose fatte, domenica sera.
Domani giornata di m... al lavoro e poi parto per festeggiare un quarto di secolo di matrimonio. Cosi finalmente capite perché arriva una - 26 a settembre.


10
Ciao a tutti, mi ero ripromesso di aprire un post sugli errori previsionali dell'Estate 2019 e dell'Inverno 2019/20.

La prima nasceva su alcuni spunti riguardanti oscillazioni in bassa frequenza di alcuni indici, con l'ipotesi che sarebbe stato un trimestre caratterizzato da instabilità e caldo non persistente.
Il secondo si rifaceva invece alle teorie sull'attività solare, sulla relazione tra geomagnetismo e NAO, sull'ipotesi che avesse un impatto sull'IZ andando a cambiare il segno delle anomalie sul Pacifico (PDO-) e del Tripolo ATL, dando il via ad un nuovo trend(Inverni freddi sull'Europa), andando così a chiudere il cerchio su quanto accaduto nel periodo 2000>2013 e spiegando la ciclicità collegata all'attività solare.

Come sono stati possibili sbagli di questo tipo su macroscala?





Per quanto riguarda l'Inverno 2019/20, è stato indubbiamente mal interpretato il "rumore di fondo", l'ipotesi che la bassa attività solare  potesse avere un ruolo determinante nella modulazione dell'Indice Zonale e delle depressioni Aleutinica/Islandese con ripercussioni sugli indici Oceanici.

L'Estate 2019 ha invece stupito per l'intensità delle onde calde, facendo crollare alcuni parametri teleconnettivi a favore di un "trend" estivo consolidato ed in graduale amplificazione.

Quindi cosa sta accadendo?

Innanzitutto dobbiamo fare un deciso passo indietro su quanto avevamo dibattutto riguardo il ruolo dell'attività solare sul WR emisferico.
Non ci sono evidenze scientifiche che il basso geomagnetismo operi un qualche tipo di forcing sulla circolazione globale, soprattutto il comportamento delle depressioni Aleutinica ed Islandese si è rivelato totalmente scollegato rispetto a quanto visto nel ventennio precedente:






Il periodo 2000/2013 ha visto una BDC strong con indebolimento del VP, l'esatto contrario il periodo 2014/2020:




L'evidenza è che il SOLE non ha avuto un ruolo chiaro nell'alternanza di questi due cicli speculari, mentre invece io penso che l'abbia avuto ciò che è accaduto nell'Oceano Pacifico tra il 1998 ed il 2000 e tra il 2014 ed il 2016:




Il fatto che l'alternanza tra due cicli così diversi sia stata preceduta da uno shock termico sull'Oceano Pacifico, non è certo un caso.
Le particolari rispercussioni sulla circolazione termoalina sono state prodromiche di un cambio di WR emisferico con rimodulazione nell'intensità delle depressioni Aleutinica ed Islandese, nel concetto di IZ e nel cambio di segno della PDO.

La PDO e la fase ENSO possono avere variazioni in bassa frequenza all'interno di un ciclo inverso, ma pur producendo temporanei effetti sul WR primario variandone l'intensità(ES inverno 2017/18) non avranno sufficiente energia per produrre un feedback sulla circolazione Globale.

Quindi per avere un cambio di WR significativo, dove per significativo intendo in intensità e durata(almeno 10 anni lasciando invariati gli altri parametri relativi al bilancio termodinamico), ci vuole uno shock termico sull'Oceano Pacifico.

Il ruolo dell'attività solare sulla circolazione atmosferica è invece più marginale  e non ancora pienamente compreso a livello scientifico, diffidate di chi vi parla di proiezioni stagionali in base all'attività solare  ;)
Probabilmente avrà ripercussioni sul bilancio termico tra molti anni, ma nemmeno questa è una certezza.

L'altro punto , infine, riguarda ovviamente il GW ed il deficit di ghiaccio Artico.
L'impatto del deficit di ghiaccio Artico sul WR Invernale è drammatico, perchè va a scollegare le vorticità Troposferiche con quelle in Stratosfera, favorendo raffreddamenti di quest'ultima sempre più repentini ed intensi, innescando surplus di vorticità in Troposfera e rinforzando la componente zonale del getto.

A ciò si deve sommare un innalzamento delle celle atmosferiche e dei GPT, con un indebolimento del Fronte Polare.
Questo vuol dire una sempre maggiore difficoltà di fronti Atlantici sull'Europa centro-meridionale durante l'Autunno ma un tempo maggiormente orchestrato da cutoff che si muovono al di sotto del ramo principale del getto.
Viceversa d'Estate, il minor ghiaccio e la tendenza ad un riscaldamento Oceanico decisamente più lento rispetto a quello continentale, predispone il getto a frequenti cadute di tensione nelle aree emisferiche più fresche ed una drammatica persistenza configurativa (Onde calde eccezionali e persistenti).

 Il mio ambizioso obiettivo rimane quello di inquadrare i trend piuttosto che "indovinare" una proieizione mensile, questo perchè prima di preparare un'auto per una gara devi sapere su quale circuito viene disputata.
Comprendere il  trend è di fondamentale importanza per capire su quale tipo di WR primario stiamo lavorando.












11
Insomma, per mettere dei punti fermi, almeno siamo tutti felici:
- è stato un caldo eccezionale sulla penisola? No ( modalità orticello on: outlook disatteso)
- è stata un'estate old style tra le più fresche degli ultimi 20 anni? ( no, i dati lo dimostrano...se mai, si può dire che in certi frangenti si sono viste caratteristiche che, nelle estati complessivamente calde come lo è stata anche questa, si erano perse negli ultimi anni)
-è stata l'estate più vivibile tra le ultime 4? Certamente sì
-dal punto di vista scientifico l'outlook ha completamente disatteso le aspettative? Direi di no, visto che nella seconda parte della stagione per una buona fetta del continente il pattern è stato ben inquadrato. Perdonatemi, me lo posso permettere ,visto che ho criticato Cloover e se ce ne sarà bisogno lo criticherò, ma è stato un po' come calciare una punizione da 35 metri e vedere la palla uscire 10 cm sopra l'incrocio dei pali..hai segnato? No. Hai calciato bene? Per me sì. Per par condicio, tornando indietro nelle pagine ho visto tirare calci di rigore fuori 2 metri....
- la firmerei un'estate così il prossimo anno? Personalmente sì eppure non è stata il 2014....questo mi fa capire che dentro di me ho la percezione ( speriamo sbagliata) che nei prossimi anni sarà più facile riassaporare un 2017 o un 2019 piuttosto che le seppur calde 2018 e 2020.

Che autunno sia ;)


12
4 chiacchiere al bar / Re:Cometa Neowise.
« il: Luglio 29, 2020, 11:34:01 am »


So che non sarà una splendida foto però questo è il massimo che sono riuscito a tirare fuori con l'attrezzatura che ho a disposizione.
Avrei voluto far di meglio ma alla fine un ricordo della Cometa Neowise ce l'ho.
Piccola foto mia, spero vi piaccia, un caro saluto a tutti

13
Buona giornata  a tutti. Prima di esporre l aggiornamento voglio ringraziare  tutti coloro che ogni giorno dedicano un pezzetto del loro tempo nel leggere i vari post. Di seguito l aggiornamento relativo all estensione della banchisa artica.dati e grafici  gentilmente concessi dal Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA)

https://ads.nipr.ac.jp/vishop/#/extent/&time=2020-03-08%2000:00:00





02/05/2020 : 12,539,699 km2  ,  -41,196 km2        rispetto alla precedente estensione
**********************************************************************
03/05/2020 : 12,500,250 km2 ,   -39,449 km2        rispetto alla precedente estensione




2019(12,117,320 km2)-382,930        km2 rispetto al 2020
2016(12,144,447 km2)-355,803        km2 rispetto al 2020
2006(12,495,456 km2)-94,794          km2 rispetto al 2020
2018(12,451,489 km2)-48,761          km2 rispetto al 2020
2020(12,500,250 km2)
2017(12,524,980 km2)+24,730         km2 rispetto al 2020
2004(12,598,057 km2)+97,807         km2 rispetto al 2020
2015(12,629,396 km2)+129,146       km2 rispetto al 2020
2014(12,668,378 km2)+168,128       km2 rispetto al 2020
2011(12,737,124 km2)+236,874       km2 rispetto al 2020
2007(12,741,944 km2)+241,694       km2 rispetto al 2020
2013(12,813,379 km2)+313,129       km2 rispetto al 2020
2005(12,818,544 km2)+318,294       km2 rispetto al 2020
1989(12,861,715 km2)+361,465       km2 rispetto al 2020
2012(12,970,852 km2)+470,602       km2 rispetto al 2020
2002(12,973,956 km2)+473,706       km2 rispetto al 2020
1996(12,977,508 km2)+477,258       km2 rispetto al 2020
2003(12,992,870 km2)+492,620       km2 rispetto al 2020
2008(13,029,887 km2)+529,637       km2 rispetto al 2020
1995(13,070,652 km2)+570,402       km2 rispetto al 2020
1990(13,091,191 km2)+590,941       km2 rispetto al 2020
2010(13,127,460 km2)+627,210       km2 rispetto al 2020
1992(13,281,956 km2)+781,706       km2 rispetto al 2020
2009(13,288,522 km2)+788,272       km2 rispetto al 2020
1997(13,330,424 km2)+830,174       km2 rispetto al 2020

media anni 2000(13,012,476 km2) 512,226        km2 rispetto al 2020
media anni 2010(12,618,483 km2) 118,233        km2 rispetto al 2020
media anni 1990(13,404,624 km2)+904,374       km2 rispetto al 2020
media anni 1980(13,883,155 km2)+1,382,905    km2 rispetto al 2020





Volume  del ghiaccio marino registrato nel giorno:  03/05/2020
Il ghiaccio marino artico cresce durante tutto l'inverno, prima di raggiungere la sua massima estensione nel mese di marzo. Lo scioglimento del ghiaccio comincia a  manifestarsi durante la primavera, quando aumenta il soleggiamento. Nel mese di settembre l'estensione della copertura di ghiaccio  risulta tipicamente solo un terzo circa del suo massimo invernale.
Si possono verificare differenze in termini di posizionamento del bordo del ghiaccio nelle due mappe "Estensione del ghiaccio marino" e "Spessore e volume del ghiaccio marino", poiché i calcoli del modello non sempre corrispondono esattamente alla rilevazione dell'estensione del ghiaccio da parte dei sensori satellitari.Le concentrazioni di ghiaccio si basano su dati satellitari e provengono dal progetto Ocean and Sea Ice Satellite Application Facility (OSISAF).
Lo spessore del ghiaccio viene calcolato mediante l ausilio del modello HYCOM-CICE  dell Istituto meteorologico danese ( DMI ; danese : Danmarks Meteorologiske Institut ) . Il modello elabora diversi valori oceanografici, tra cui la quantità di ghiaccio marino, in una griglia con celle di 10 x 10 km quadrati.  Il modello utilizza i dati meteorologici provenienti dal Centro Europeo per le Previsioni Meteorologiche a Medio Raggio (European Centre for Medium-Range Weather Forecasts) .In ogni cella della griglia il ghiaccio è suddiviso in 5 categorie di spessore,con spessore, concentrazione, movimento e bilancio termico  calcolati per ogni categoria. La mappa dello spessore del ghiaccio mostra lo spessore medio del ghiaccio presente in ogni cella della griglia.
Il grafico a destra mostra la variazione annuale del volume del ghiaccio marino nell'emisfero settentrionale.Non è incluso il Mar Baltico e il Pacifico. Il volume del ghiaccio è calcolato sulla base degli spessori del ghiaccio ricavati dal modello HYCOM-CICE.In ogni cella della griglia il volume è calcolato in termini di spessore moltiplicato per la concentrazione e per l'area. Con il contributo derivante da tutte le celle , si arriva a calcolare il volume totale. La banda grigia intorno al valore medio climatologico corrisponde a più/meno una deviazione standard basata sulla media decennale 2004-2013.






http://polarportal.dk/en/sea-ice-and-icebergs/sea-ice-thickness-and-volume/

14
Buona  giornata a tutti . Prima di esporre l aggiornamento, voglio ringraziare tutti coloro che ogni giorno dedicano un pò del loro tempo nel leggere i vari post. Di seguito l' aggiornamento relativo all    estensione dei ghiacci marini antartici. dati e grafici gentilmente concessi dal Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA)

https://ads.nipr.ac.jp/vishop/#/extent/&time=2019-08-09%2000:00:00

01/05/2020 : 8,218,985 km2  , +110,051  km2 rispetto alla precedente estensione

02/05/2020 : 8,299,923 km2 ,  +80,938    km2 rispetto alla precedente estensione
,
03/05/2020 : 8,363,275 km2 ,  +63,352    km2 rispetto alla precedente estensione


15
Buona giornata  a tutti. La calotta glaciale della Groenlandia tende ad evolvere nel corso dell'anno con il mutare delle condizioni meteorologiche  . Le precipitazioni  favoriscono un aumento di massa della calotta di ghiaccio, mentre condizioni più calde portano a una maggiore fusione, con conseguente perdita di massa.Con il termine bilancio di massa superficiale si intende il guadagno e la perdita di massa superficiale  della calotta glaciale -ad eccezione della massa che si perde  attraverso il distacco di iceberg  che avviene dai ghiacciai di sbocco  i quali poi sciolgono quando vengono a contatto con l'acqua del mare più calda.I cerchi neri sulla mappa corrispondono alle stazioni meteorologiche PROMICE istituite per monitorare i processi di scioglimento. Da notare che i cerchi  presenti sulla mappa risultano leggermente spostati rispetto alla loro effettiva posizione per poter essere meglio distinguibili. Nella versione grande della mappa sono contrassegnati con piccoli punti che identificano  le loro posizioni reali. Cliccando sul cerchio di colore magenta, vengono mostrate le misure del deflusso che avviene dal fiume Watson che si trova vicino a Kangerlussuaq. Il fiume drena circa 12000 km2 di ghiaccio proveniente dall'entroterra.  Di seguito il --grafico relativo al bilancio di massa riscontrato nel  giorno 03/05/2020 (in mm di acqua equivalente) in confronto alla media giornaliera del periodo 1981-2010.
 Il grafico sotto la mappa mostra il contributo totale giornaliero  derivante da tutte le stazioni meteorologiche   presenti sulla calotta glaciale.
Il bilancio di massa serve a misurare  le variazioni di massa della calotta glaciale sulla base della differenza tra la massa accumulata con le precipitazioni nevose invernali e primaverili e la massa persa per la fusione di neve e ghiaccio (ablazione) nella stagione estiva.

La curva blu mostra il bilancio di massa superficiale della stagione in corso misurato in gigatonnellate ( Una gigatonnellata (Gt) equivale a un miliardo di tonnellate di acqua)

La curva grigio scuro mostra il valore medio del periodo 1981-2010 mentre la banda grigio chiaro mostra la deviazione standard di 30 anni basata sulla media trentennale ( 1981-2010).











Il grafico che viene mostrato di seguito, illustra l'entità dei guadagni e delle perdite totali di massa della calotta glaciale avvenuti a  partire dal 1° settembre  rispetto al periodo climatologico 1981-2010 . Non è inclusa la massa che viene persa quando dai ghiacciai si staccano gli iceberg e si sciolgono quando entrano in contatto con l'acqua del mare più calda.
Il bilancio di massa serve a misurare  le variazioni di massa che avvengono sulla calotta glaciale sulla base della differenza tra la massa accumulata con le precipitazioni nevose invernali e primaverili e la massa persa per la fusione di neve e ghiaccio (ablazione) nella stagione estiva.
La curva blu mostra la stagione in corso, mentre la curva rossa mostra l'andamento della stagione 2011-12, quando il livello di fusione risultò estremamente elevato.

La linea grigio scuro mostra la media del periodo 1981-2010.

La fascia grigio chiaro mostra le variazioni che avvengono da un anno all'altro. Per ogni giorno  la fascia mostra la deviazione standard di 30 anni basata sulla media trentennale ( 1981-2010),  ma con i valori  giornalieri minimi e massimi  non riportati.
Le informazioni si basano in parte sulle osservazioni effettuate dalle stazioni meteorologiche presenti sulla calotta glaciale e in parte dalle informazioni provenienti dall  Istituto meteorologico danese ( DMI ; danese : Danmarks Meteorologiske Institut ) e dal 1° luglio 2017 dal modello meteorologico HARMONIE-AROME. Questi dati sono utilizzati per calcolare la quantità totale di ghiaccio e neve. Il modello meteorologico prende in considerazione alcune variabili tra cui : le precipitazioni nevose, lo scioglimento della neve e del ghiaccio nudo, il ricongelamento dell'acqua di fusione e  il passaggio diretto da ghiaccio a vapore acqueo  ( sublimazione)  .Nel 2014,Il modello è stato migliorato  per tener conto del fatto che parte dell'acqua di fusione si ricongela nella neve, e di nuovo nel 2015 per tener conto anche della bassa percentuale di riflettività  della luce solare sul ghiaccio nudo rispetto ad una superficie innevata.Infine, è stato nuovamente aggiornato nel 2017 con una rappresentazione più avanzata della permeabilità e del ricongelamento dell'acqua di fusione. Allo stesso tempo, il periodo di riferimento  preso in considerazione è quello del  1981-2010. Con il nuovo aggiornamento, le nuove mappe, le cifre e i grafici si discosteranno dai grafici precedenti presentati nei rapporti  relativi alle  precedenti stagioni . Tutto ciò che appare nella pagina del dmi, è calcolato utilizzando lo stesso modello, in modo che tutti i grafici e i valori siano direttamente comparabili.















Le condizioni della calotta glaciale e del ghiaccio marino nell'Artico sono influenzate dalle condizioni atmosferiche.Il vento è la principale forza  responsabile del movimento del ghiaccio. Il vento che soffia sulla superficie superiore del ghiaccio marino provoca una forza di trascinamento sulla superficie del ghiaccio e provoca la deriva del ghiaccio.L'entità della forza dipende dalla velocità del vento e dalle caratteristiche della superficie del ghiaccio marino.   Una superficie di ghiaccio ruvido è influenzata maggiormente dal vento rispetto ad una superficie liscia . La temperatura determina, tra l'altro, anche la quantità di ghiaccio che potrebbe sciogliersi.I processi che influenzano la crescita e lo scioglimento del ghiaccio marino sono chiamati termodinamici.Quando la temperatura dell'oceano raggiunge il punto di congelamento dell'acqua salata (-1,8 gradi Celsius), il ghiaccio comincia a crescere. Quando la temperatura sale sopra il punto di congelamento, il ghiaccio comincia a sciogliersi.
In realtà, però, la quantità e i tassi di crescita e di scioglimento dipendono dal modo in cui il calore viene scambiato all'interno del ghiaccio marino, così come tra la parte superiore e inferiore del ghiaccio.Di seguito il grafico relativo all anomalia delle temperature rispetto ai valori medi del periodo 2004-2013, oltre alle attuali condizioni del vento riscontrate nel periodo :29 aprile - 3 maggio 2020

 














 

Le condizioni della calotta glaciale e del ghiaccio marino nell'Artico sono influenzate dalle condizioni atmosferiche.Il vento è la principale forza  responsabile del movimento del ghiaccio. Il vento che soffia sulla superficie superiore del ghiaccio marino provoca una forza di trascinamento sulla superficie del ghiaccio e provoca la deriva del ghiaccio.L'entità della forza dipende dalla velocità del vento e dalle caratteristiche della superficie del ghiaccio marino.  Una superficie di ghiaccio ruvido è influenzata maggiormente dal vento rispetto ad una superficie liscia .La temperatura determina, tra l'altro, anche la quantità di ghiaccio che potrebbe sciogliersi.I processi che influenzano la crescita e lo scioglimento del ghiaccio marino sono chiamati termodinamici.Quando la temperatura dell'oceano raggiunge il punto di congelamento dell'acqua salata (-1,8 gradi Celsius), il ghiaccio comincia a crescere. Quando la temperatura sale sopra il punto di congelamento, il ghiaccio comincia a sciogliersi.
In realtà, però, la quantità e i tassi di crescita e di scioglimento dipendono dal modo in cui il calore viene scambiato all'interno del ghiaccio marino, così come tra la parte superiore e inferiore del ghiaccio.Di seguito il grafico che illustra le temperature (in C°) oltre che alle condizioni attuali del vento: 29 aprile - 3 maggio 2020

 






Anomalia delle precipitazioni - Il grafico mostra quanto le precipitazioni giornaliere siano diminuite  oppure aumentate rispetto ai valori medi  registrati nel periodo 2004-2013. Le precipitazioni portano ad un aumento della massa della calotta di ghiaccio.  Periodo di riferimento:29  aprile - 3 maggio 2020. In aggiunta, viene mostrato l'indice NAO. Si tratta di una misura della forza dei venti occidentali nell'Atlantico settentrionale. Quando l'indice è negativo, il flusso dei venti occidentali risulta  più intenso, aumentando la probabilità che il flusso d'aria più temperata  proveniente dalle medie e basse latitudini sia trasportato verso la Groenlandia meridionale determinando maggiori precipitazioni nei settori interessati.





http://polarportal.dk/en/greenland/

16
...ho sempre pensato che lucca e pistoia erano 2 posti buoni rispetto alle altre province per la neve al piano ma mi sbagliavo di grosso

Mettici anche Prato, s'è rigirato il mondo :(

17
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting toscana lunedì 28 gennaio 2019
« il: Gennaio 28, 2019, 03:46:51 pm »
Temporale nevoso in atto  ;D

18
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting toscana lunedì 28 gennaio 2019
« il: Gennaio 28, 2019, 03:46:05 pm »
il bello deve arrivare..............non se fidano del bardelli

19
guardate il 12..........e godiamo a tazza

20
30 pagine per controllare le nuvole.....siamo da libro  ;D

21
..inizia a piovere discretamente sul Montalbano..."acqua soda" citando la mi nonna ...ora che ci sono le prp nn abbiamo le temperature.....ieri,il contrario di oggi....vecchia storia oramai!

22
ha fatto più a genova in 2 ore che a casa mia dal 2010 a oggi

23
Quando non nevica in pianura il nervosismo dilaga :o

24
studio aperto "situazione drammatica in Toscana" :o ;D

Su questo forum qualche situazione drammatica l'ho vista vai, la mia per prima!  ;D ;D

25
Io sospendo ogni analisi a lungo termine.. :o vedere nevicare a Udine (città dove attualmente vivo) è quasi più difficile che a Prato, la prossima settimana parrebbe aprirsi un periodo interessante in tal senso, con forse un paio di occasioni (anche se per adesso le probabilità sono basse)..visto che non vedo la neve dal dicembre 2010 a me di febbraio al momento non me ne frega una mazza..la seconda pagina di GFS su meteociel la riguardo tra 10 giorni.. ;D ;D

26
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana Domenica 13 Gennaio 2018
« il: Gennaio 13, 2019, 03:56:48 pm »
Infatti tutta quella umidità, presumo parte cada sotto forma precipitiva ma non tutta, giusto? che succede poi?
Approfitto Steve della competenza, grazie ciao, sempre un piacere leggere le tue analisi 👍🏼
L'aria si addossa alle Alpi magari dopo aver percorso qualche centinaio di km di terraferma dove ha gia perso parte dell'umidità per via dell'evoluzione sinottica che la veicola.
E' quasi sempre in equilibrio condizionato e il contenuto umido che ha se lo perde praticamente tutto per stau oltralpe . E' turbolenta e scorre con correnti sostenute, passa con relativa facilita' le montagne e sottovento si comporta in modo catabatico : il profilo termodinamico diventa su tutta la colonna quello adiabatico secco, si allontana definitivamente da qualsiasi ipotesi di condensazione se a livello del getto la troposfera cisalpina e' subsidente.
In questi casi il piu' delle volte l'appennino e' ininfluente ma quando la componente e' un pochino piu' nordorientale e/o il contenuto umido in parte viene recuperato sull'adriatico settentrionale  e in parte magari si "salva" per le entrate dalle porte nordorientali, allora rientra in gioco anche l'appennino completando l'opera.
Il SAT in questo momento e' una fotografia perfetta di questo andazzo.

27
Sezione foto / Ski Tour
« il: Gennaio 03, 2019, 04:29:09 pm »










 :)

28
Ponente quello che fara' dopo il 6 gennaio lo sai solo te,io in meteo
non sono sicuro neanche di quello che fa'il giorno dopo figurati.Qui
nessuno si lagna le persone esternano quello che pensano poi se te
hai la palla di vetro meglio cosi'per te ,io non ce'l ho e mi devo fidare
di quello che vedo nelle emissioni dei modelli .Ad oggi non vi è nulla da saltare
dalla sedia anzi .
dopo tanti anni di meteo e delusioni la saggezza dovrebbe far tenere i piedi a terra. Ma alcuni non imparano mai la lezione, non dire gatto se non l'hai nel sacco. :)

29
Ponente quello che fara' dopo il 6 gennaio lo sai solo te,io in meteo
non sono sicuro neanche di quello che fa'il giorno dopo figurati.Qui
nessuno si lagna le persone esternano quello che pensano poi se te
hai la palla di vetro meglio cosi'per te ,io non ce'l ho e mi devo fidare
di quello che vedo nelle emissioni dei modelli .Ad oggi non vi è nulla da saltare
dalla sedia anzi .

30
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting toscana mercoledì 26 dicembre 2018
« il: Dicembre 26, 2018, 10:36:50 am »
Supermillax, gran bella vacanza. Quando tornerai, saggerai il Grande Buio.
Abbiamo un azzorriano incredibile che sta salendo in atlantico. Scenari da lupi famelici in cerca di cibo nella tempesta nevosa.
La data è vicina. Espiate le vostre colpe in questi ultimi giorni perché col nuovo anno non ci sarà più tempo per difendersi dal Grande Buio

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk


31
A casa mia se inizia a nevicare con -3 e tramontana al suolo, state sicuri che dopo 6 ore è sempre neve

32
Io ho selezionato "febbraio" nelle carte, oltre non vado 8)

33
Lamentele, depressioni, voglia di farla finita....tutto consentito...ma alle 10:00

SUONA LA CAMPANELLA    ;D ;D ;D ;D

34
Stanza nazionale: Analisi e previsioni meteo / Re:Domenica 25: l'impatto
« il: Febbraio 23, 2018, 02:34:37 pm »
Poi, è inutile andare a cercare esempi nel passato: oggi il minimo è tra la Corsica e l'Elba, grecale nei bassi strati, ma sud est umido più in alto e precipita bene ;)

35
Stanza nazionale: Analisi e previsioni meteo / Re:Domenica 25: l'impatto
« il: Febbraio 23, 2018, 02:06:34 pm »
Sul 91 l’ingresso non fu esattamente da nord-est, ma le correnti prima furono da n/e e nei giorni successivi il minimo sulla Corsica fece il resto. Il 2012 preferisco non ricordarlo nemmeno....mi brucia ancora

Grande Nick, ben ritrovato. Io mi ricordo la mattina ci fecero uscire da scuola e nevicava bene bene con grecale. Vedendo le le reanalisi c'era infatti il minimo sulla Corsica in lento spostamento verso est..

37
confermo il nulla e segnalo d'avè preso 2 vorte di grullo in du minuti dalla mi moglie  ;D

38
mi sono infradiciato tutto con sta ciotola.....maremma bestia


39
ho infilato il piede nella ciotola dell'acqua del cane......porca troia !

41
354 fiorentinooooooo

Boniiiiii ragazzi non so se a questi ritmi la macchina ce la fa  reggere la baracca  :o :o :o :o :-X :-X :-X

42
io ho suonato a quella di sopra x fargli sbattere il tappeto..almeno vedo cascare qualcosa

43
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana domenica 10 dicembre 2017
« il: Dicembre 10, 2017, 04:55:50 pm »
Sono in massima con 3.5°C   e pioggia forte  :D  Cmq sto facendo una giornata più fredda che nel Febbraio 2012, questo per dire quanto siano inutili qui le irruzioni fredde da Est

44
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana domenica 10 dicembre 2017
« il: Dicembre 10, 2017, 12:37:57 pm »
Mi segnalano che al di là del tunnel del Serravalle assolutamente niente

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Però s'è goduto come dei luridi  ;D

45
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana domenica 10 dicembre 2017
« il: Dicembre 10, 2017, 12:34:34 pm »
Eccola!!!!

Inviato dal mio PLK-L01 utilizzando Tapatalk


46
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana domenica 10 dicembre 2017
« il: Dicembre 10, 2017, 12:16:36 pm »
Debolissima nevicata in atto

47
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana domenica 10 dicembre 2017
« il: Dicembre 10, 2017, 12:03:38 pm »
Fermo. Fermo e fermo. Ora spacco tutto

48
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana domenica 10 dicembre 2017
« il: Dicembre 10, 2017, 12:00:48 pm »
...in queste situazioni meteo il sotto Montalbano Casalguidi-Quarrata...sono favorite..le poche volte che si verificano....finchè tiene le temp ci si diverte...poi quando va tutto a puttane festa finita e dagli sci si passa alla barca....l'ho presa alla larga ma chi vuol intendere intende ;)

49
non poteva mancare la webcam con eclissi
Isole Svalbard

50
Io ci sono tutti e 12 i mesi,a parte luglio e agosto poco perché sono in vacanza ma poi non abbonderò mai il forum  8) e ora in questi 20 giorni che rimangono di marzo combatterò per beccare un temporale con i fiocchi in tutti i sensi ❄️😱 mentre invece saluto chi andrà in letargo,ma soprattutto lo ringrazio per ogni giorno condiviso insieme a sperare nella neve,con nowcasting e live,grazie davvero per le risate e la compagnia,vi aspetto tra qualche mese,puntuali perché quest anno era solo un assaggio del duo live bucine-norris  :o :P

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 20