BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI


Autore Topic: Primavera 2021 , sarà uguale a quella del 2020 o ci stupirà  (Letto 23584 volte)

fides, EPV96 e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Bortan

  • Special Guest
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 1971
  • Age: 47
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3492
Dovrebbe essere questo

Inviato dal mio SM-G770F utilizzando Tapatalk
esatto  ;D
Occhio ...malocchio ..prezzemolo e finocchio ...dell' invernicchio mi sono rotto ...😆

Offline granneve

  • Special Guest
  • Membro Onorario
  • *****
  • Post: 236
  • Località: Riccia (CB) 710 m slm
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Giusto per chiudere la delicata questione, fine dell'inverno in marzo salvo qualche sbuffo freddo da Est  :D, ecco un po' di dati, non chiacchiere: anomalie dal 1 marzo al 22:


 
praticamente sotto media al Nord e in media al Centro Sud ma su tutti i primi 22 giorni del mese, ma senz'altro fino anche a tutti i primi 25 gg, ossia fino a oggi. Ciò considerando i primi 10 giorni primaverili.

Ma ecco dal 10 al 22:





Sotto media su quasi tutta Italia, eccetto l'estremo Sud e le isole,  anche significativo al Nord, e sotto media su buona parte dell'Europa centro meridionale. Parliamo di ben 12/ ma senz'altro 15 giorni di sotto-media.

Poi, il sotto media importante su tutta Italia nella fase 15/22 marzo, la settimana più fredda



sotto media significativo e protratto per tutta Italia, ma non solo, si noti il sotto media su gran parte d' Europa. Altro che sbuffo, per esserci 3/4 di continente sotto media e anche importante, vuole dire che si è trattata di una signora circolazione fredda più importante, per giunta, su Europa centrale e soprattutto tra Nord Spagna e Francia. Il sotto media occidentale non si sposa assolutamente con una situazione da ESE cold incentivante sbuffi orientali su Europa. Ma di che stiamo parlando!!!... 8) 8) 8) 8) E poi, ecco gli esiti, soprattutto sul Sud Italia, ma la territorialità degli accumuli nulla toglie alla importanza di un'azione fredda come questa, insolita in Marzo, specie per persistenza:
i 50 cm a 8/1000 ma su Nord Calabria



ancora i 20/30 cm diffusi nel cosentino a 5/700 m





i 20/30 cm diffusi in Aspromonte, Sud Calabria  dai 900/1000 m, ma 15 cm fino a 6/700 m



i 20/30 cm diffusi sul Nord Sicilia, Nebrodi anche qui dai 900/1000 m, ma diversi cm fino a 6/700 e imbiancate a sotto





7/10 cm anche su alcune alture intorno a Palermo


Behh, insomma, direi sbuffo non male.. Comunque, direi che se realizziamo che un ESE cold condizionante può portare questa roba, e non sbuffi, smettiamola di perseguire ESE Warm eclatanti e accendiamo ESE cold a vita..  :D :D :D Buona primavera...


« Ultima modifica: Marzo 25, 2021, 06:32:09 pm da granneve » »

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 11419
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 710
Certo che tu granneve non capisci quasi nulla, nemmeno ad analizzare le medie mensili sei capace.
il sottomedia che vedi è dato proprio dalla persistenza configurativa con blocco ad Ovest, non c'è stata nessuna ondata di freddo insolita.
Si è trattato quindi di infiltrazioni di aria fredda da Est che hanno mantenuto un assetto termico sbilanciato verso anomalie negative nella 2^ parte del mese, con clima generalmente secco.

Sottolineo che è stato un mese di Marzo pessimo per gran parte della Penisola, con nessun tipo di dinamicità a causa dell'ESE che ha pesantemente forzato lo schema circolatorio (AO+ /NAO+).
Aggiungo che il Forum è per il 90% Toscano e di codesta roba che posti non ce ne frega una mazza.

Finisco dicendo che il mese deve ancora finire, la prima parte tra l'altro è stata pure leggermente sopramedia, vedremo le anomalie al 31 Marzo cosa ci espleteranno:





La combinazione vincente di questi ultimi 22 anni si è manifestata nell'intensità della Brewer&Dobson circulation unitamente ad un particolare schema ondulatorio sull'Oceano Pacifico .
Torneranno gli Inverni freddi e nevosi quando torneranno le condizioni che li generano

Offline granneve

  • Special Guest
  • Membro Onorario
  • *****
  • Post: 236
  • Località: Riccia (CB) 710 m slm
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Certo che tu granneve non capisci quasi nulla, nemmeno ad analizzare le medie mensili sei capace.
il sottomedia che vedi è dato proprio dalla persistenza configurativa con blocco ad Ovest, non c'è stata nessuna ondata di freddo insolita.
Si è trattato quindi di infiltrazioni di aria fredda da Est che hanno mantenuto un assetto termico sbilanciato verso anomalie negative nella 2^ parte del mese, con clima generalmente secco.

Sottolineo che è stato un mese di Marzo pessimo per gran parte della Penisola, con nessun tipo di dinamicità a causa dell'ESE che ha pesantemente forzato lo schema circolatorio (AO+ /NAO+).
Aggiungo che il Forum è per il 90% Toscano e di codesta roba che posti non ce ne frega una mazza.

Finisco dicendo che il mese deve ancora finire, la prima parte tra l'altro è stata pure leggermente sopramedia, vedremo le anomalie al 31 Marzo cosa ci espleteranno:

Andiamoci molto piano con il dire chi capisce una mazza e chi no.. La persistenza configurativa con blocco a Ovest vuole dire freddo sull'Italia.  E' quella che perseguiamo tutto l'inverno, il blocco a Ovest è il mio obiettivo di ogni stagione, per te divenuto una cosa normale, banale.. :-\ :-\    No so in che salsa metterti le anomalie al suolo, quelle che poi a noi interessano perchè quelle percepiamo, degli ultimi 10 e poi 15 giorni ma, oramai, ho capito che c'è poco da sperare che tu ti ravveda.. Eccole comunque in altra forma:





Ben 15 giorni di sotto media.. Ops cioè. scusa di persistenza configurativa di blocco a Ovest che ha concesso anomalie fredde  :D :D :D :D..


 Qui vedo molta presunzione, tanta fuffa e molta poca sostanza. Intanto, se è stato secco su buona parte d'Italia è stato per ragioni tutte troposferiche, ossia per anomalie termiche al suolo che hanno favorito minimi al suolo bassi italiani. La saccatura è entrata ampia e importante, al punto da dirottare anomalie fredde fin su Spagna, figurati... Veramente non riesco a credere come tu non capisca questo. Se solo al suolo, a livello del mare, avessimo avuto una situazione termica nei bassi stati leggermente diversa in sede mediterranea e atlantica orientale, ma davvero leggermente, roba di un pelino, il minino sarebbe stato tirrenico medio e, ahimè,  anche tu avresti visto l'impossibile, per te ovviamene. O secondo te i modelli così, a caso, avevano posto il minimo tirrenico a 24 ore dalla sua formazione? Se hai seguito l'evento, e come che l'hai seguito, perchè a un certo punto il modellame ha messo neve seria anche per te, i modelli hanno fatto molta fatica a collocare il minimo, a soli 24 ore. Questo dovrebbe farti capire, ma a questo punto dubito che tu capisca, che tutto il Mediterraneo era ricettivo di un'azione depressionaria seria, anche il Tirreno medio-alto. Semplicemente alla fine, il minimo si è formato basso perché lì, in quel settore Mediterraneo centro-meridionale, esattamente tra i Canali delle isole maggiori e Tunisia prima, poi  sullo Ionio, vi erano i maggiori presupposti termici, ma non molto differenti da quelli che stavano appena più a Nord. Ecco perchè il modellame ha indugiato sino all'ultimo. Possibile che tu non capisca che per soli 4/500 km aerei, una inezia in termini di collocazione di minimi barici secondari, non si è incappato in un minimo medio tirrenico che avrebbe seppellito l'Italia di neve? Possibile che tu no capisca che 4/500 km aerei non sminuiscono affatto il potenziale legato alla saccatura che abbiamo avuto? Ma queste sono minuzie che appartengono solo a chi veramente fa meteo e non a chi la fa in modo fumoso perseguendo schemi che mai, e dico mai da tanti anni che vi seguo, hanno portato a un risultato importante. 20/30/40 cm e fino a mezzo metro di neve in media alta collina, tra Calabria e Sicilia e 10 giorni netti di sotto media su tutto il Mediterraneo e su gran parte d'Europa, certo che sono una mazzata in testa a chi aveva dato per scontato la fine dell'inverno in febbraio.. Un appunto: ma qui non si facevano una volta analisi nazionali, che c'entra la Toscana? 8) 8) 8) 
« Ultima modifica: Marzo 25, 2021, 02:41:47 pm da granneve » »

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 11419
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 710
La configurazione che si è attuata sull'Europa è stata figlia di uno stiramento dell'Alta Pressione oceanica, con AO a +3  e VP chiuso.
Il freddo che vedi sull'Europa è un'infiltrazione da Est in campo Anticiclonico.

Non possiamo raffigurarlo come un sussulto circolatorio importante, ma posso capire che a livello orticellistico e quindi di microclima sia stato incisivo,  questo lungi da me metterlo in dubbio.

Rimane il fatto che il mese di Marzo è stato mediamente secco con infiltrazioni di aria fredda da Est, proprio come era stato più volte ipotizzato in base al percorso tropo-stratosferico.
Possiamo passare oltre?
Saluti
La combinazione vincente di questi ultimi 22 anni si è manifestata nell'intensità della Brewer&Dobson circulation unitamente ad un particolare schema ondulatorio sull'Oceano Pacifico .
Torneranno gli Inverni freddi e nevosi quando torneranno le condizioni che li generano

Offline granneve

  • Special Guest
  • Membro Onorario
  • *****
  • Post: 236
  • Località: Riccia (CB) 710 m slm
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
La configurazione che si è attuata sull'Europa è stata figlia di uno stiramento dell'Alta Pressione oceanica, con AO a +3  e VP chiuso.
Il freddo che vedi sull'Europa è un'infiltrazione da Est in campo Anticiclonico.

Non possiamo raffigurarlo come un sussulto circolatorio importante, ma posso capire che a livello orticellistico e quindi di microclima sia stato incisivo,  questo lungi da me metterlo in dubbio.

Rimane il fatto che il mese di Marzo è stato mediamente secco con infiltrazioni di aria fredda da Est, proprio come era stato più volte ipotizzato in base al percorso tropo-stratosferico.
Possiamo passare oltre?
Saluti



Ecco, questa è una posizione più ragionevole.. Certo che possiamo passare oltre e io aggiungerei che il contributo incrociato da più punti di vista non può che beneficiare una tendenza..  ;)

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 11419
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 710

Ecco, questa è una posizione più ragionevole.. Certo che possiamo passare oltre e io aggiungerei che il contributo incrociato da più punti di vista non può che beneficiare una tendenza..  ;)

In via definitiva devo dire che è stato un piacere interloquire con la sua persona, pur con attriti talvolta accesi, il forum si è arricchito dei contenuti brillantemente dibattuti, trovando addirittura un punto d'incontro figlio di un'onestà intellettuale non per questo messa in discussione.
Un saluto

La combinazione vincente di questi ultimi 22 anni si è manifestata nell'intensità della Brewer&Dobson circulation unitamente ad un particolare schema ondulatorio sull'Oceano Pacifico .
Torneranno gli Inverni freddi e nevosi quando torneranno le condizioni che li generano

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 11419
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 710
Si va lunghi

La combinazione vincente di questi ultimi 22 anni si è manifestata nell'intensità della Brewer&Dobson circulation unitamente ad un particolare schema ondulatorio sull'Oceano Pacifico .
Torneranno gli Inverni freddi e nevosi quando torneranno le condizioni che li generano

Offline Orso russo

  • Special Guest
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 846
  • Age: 33
  • Località: Sermide (MN)
  • Burian.....atlantico basso....Burian...
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1458
Si va lunghi



Ma questo fatto dell'andare lunghi potrebbe portare ripercussioni sulla primavera e prima metà estiva come l'anno scorso???

Inoltre potrebbe avere conseguenze sul prossimo autunno inverno??

grazie in anticipo

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 11419
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 710
Ma questo fatto dell'andare lunghi potrebbe portare ripercussioni sulla primavera e prima metà estiva come l'anno scorso???

Inoltre potrebbe avere conseguenze sul prossimo autunno inverno??

grazie in anticipo

In linea di massima la persistenza di una circolazione Invernale (perchè di questo si tratta)  su tutti i piani della Stratosfera, va a ritardare l'abbassamento di tensione zonale relativo al passaggio a condizioni Anticicloniche.
Secondo alcune proiezioni la vorticità potrebbe permanere per tutto il mese di Aprile e, nel caso in cui il final warming fosse di tipo fisiologico e non Major, diciamo che potremmo assistere ad un graduale incremento dell'instabilità con l'avanzamento stagionale, grazie al progressivo innalzamento della cintura altopressoria.
Mentre le ondate di caldo, almeno nella 1^ parte Estiva, potrebbero non essere troppo incisive e persistenti.

Sul prossimo Inverno invece tale dinamica non andrà ad incidere.

Sono ipotesi basate su di un parametro, chiaramente nessuna certezza che vada così
La combinazione vincente di questi ultimi 22 anni si è manifestata nell'intensità della Brewer&Dobson circulation unitamente ad un particolare schema ondulatorio sull'Oceano Pacifico .
Torneranno gli Inverni freddi e nevosi quando torneranno le condizioni che li generano

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 11419
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 710
Al 28 Marzo il NAM vola ancora su valori notevoli confermando l'ottima salute ed il forte grado di approfondimento del VPS, un'onda lunga dell'ESE firmato il 19 Febbraio:



Ancora una volta, per il 2^ anno consecutivo, ci ritroviamo con un VPS dopato e con la possibilità che la prima parte Primaverile abbia caratteristiche secche alle latitudini mediterranee.
È infatti evidente l'impatto sull'indice AO che si mantiene in territorio positivo, pur senza esculdere temporanee oscillazioni dello stesso, tipo quella che registreremo dopo Pasqua, andando a caratterizzare un'altalena termica ma probabilmente poco produttiva sotto il punto di vista precipitativo:



Il Final warming continua ad essere intravisto tra fine Aprile ed il mese di Maggio, se come credo si tratterà di un processo fisiologico ascrivibile all'equilibrio radiativo, il VP manterrebbe un'inerzia di vorticità che potrebbe instabilizzare il tempo anche sul Mediterraneo paradossalmente proprio con l'avanzamento stagionale:



Nel frattempo è molto indicativo l'assetto termico sul Pacifico, che in maniera più convinta disegna un tipico schema da PDO-, con un nuovo rafforzamento della NINA .  Estremamente interessante se tale schema persistesse nei prossimi mesi:




La combinazione vincente di questi ultimi 22 anni si è manifestata nell'intensità della Brewer&Dobson circulation unitamente ad un particolare schema ondulatorio sull'Oceano Pacifico .
Torneranno gli Inverni freddi e nevosi quando torneranno le condizioni che li generano

Offline Orso russo

  • Special Guest
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 846
  • Age: 33
  • Località: Sermide (MN)
  • Burian.....atlantico basso....Burian...
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1458
Lo schema PDO- potrebbe essere, dovesse resistere nei prossimi mesi, un buon imput per il prossimo inverno.......sa mai che prima o poi giri bene anche per il nostro orticello  ;D

Offline Cumolonembo

  • Special Guest
  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 395
  • Località: Chiusdino 564 m
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 361
Al 28 Marzo il NAM vola ancora su valori notevoli confermando l'ottima salute ed il forte grado di approfondimento del VPS, un'onda lunga dell'ESE firmato il 19 Febbraio:



Ancora una volta, per il 2^ anno consecutivo, ci ritroviamo con un VPS dopato e con la possibilità che la prima parte Primaverile abbia caratteristiche secche alle latitudini mediterranee.
È infatti evidente l'impatto sull'indice AO che si mantiene in territorio positivo, pur senza esculdere temporanee oscillazioni dello stesso, tipo quella che registreremo dopo Pasqua, andando a caratterizzare un'altalena termica ma probabilmente poco produttiva sotto il punto di vista precipitativo:



Il Final warming continua ad essere intravisto tra fine Aprile ed il mese di Maggio, se come credo si tratterà di un processo fisiologico ascrivibile all'equilibrio radiativo, il VP manterrebbe un'inerzia di vorticità che potrebbe instabilizzare il tempo anche sul Mediterraneo paradossalmente proprio con l'avanzamento stagionale:



Nel frattempo è molto indicativo l'assetto termico sul Pacifico, che in maniera più convinta disegna un tipico schema da PDO-, con un nuovo rafforzamento della NINA .  Estremamente interessante se tale schema persistesse nei prossimi mesi:


Da profano chiedo come e' possibile quel popo' di blocco in questa situazione? Poi ahime'  da noi acqua nada de nada
Puoi dire quello che vuoi ma sei cio' che fai

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 11419
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 710
Da profano chiedo come e' possibile quel popo' di blocco in questa situazione? Poi ahime'  da noi acqua nada de nada

Durante un ESE si parla sempre di configurazione MEDIA con impatto sulla AO.
In questo caso calcolando che l'ESE è operativo dal 19 Febbraio, abbiamo una AO nettamente postitiva, a confermare l'avvenuto forcing:



Ondulazioni della corda zonale sono sempre possibili tuttavia, in questo caso ne paga le conseguenze l'Europa per il particolare setting Troposferico, con frenata zonale che avvviene principalmente a carico dell'onda Atlantica.
Ad ogni modo tale blocco non andrà a scardinare il VP, quanto piuttosto ne modulerà l'assetto provocando un'ellitticizzazione.
Il valore della AO infatti non è previsto scendere su valori fortemente negativi, proprio per i motivi dibattuti  ;)







La combinazione vincente di questi ultimi 22 anni si è manifestata nell'intensità della Brewer&Dobson circulation unitamente ad un particolare schema ondulatorio sull'Oceano Pacifico .
Torneranno gli Inverni freddi e nevosi quando torneranno le condizioni che li generano

Offline zagor

  • Special Guest
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 998
  • Age: 53
  • Località: voghera
  • Voghera 96m slm Lombardia
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 115
Durante un ESE si parla sempre di configurazione MEDIA con impatto sulla AO.
In questo caso calcolando che l'ESE è operativo dal 19 Febbraio, abbiamo una AO nettamente postitiva, a confermare l'avvenuto forcing:



Ondulazioni della corda zonale sono sempre possibili tuttavia, in questo caso ne paga le conseguenze l'Europa per il particolare setting Troposferico, con frenata zonale che avvviene principalmente a carico dell'onda Atlantica.
Ad ogni modo tale blocco non andrà a scardinare il VP, quanto piuttosto ne modulerà l'assetto provocando un'ellitticizzazione.
Il valore della AO infatti non è previsto scendere su valori fortemente negativi, proprio per i motivi dibattuti  ;)



La situazione appare simile allo scorso anno. Curioso davvero di vedere se maggio , giugno e luglio risulteranno simili al 2020.
Tutto ciò che l'uomo può inventare....la natura lo ha già fatto!!

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 11419
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 710
La situazione appare simile allo scorso anno. Curioso davvero di vedere se maggio , giugno e luglio risulteranno simili al 2020.

Sicuramente un VPS forte, con un' importante anomalia di GPT che scende sino in Troposfera, spinge in direzione di un allungamento stagionale in relazione al passaggio di consegne Estivo.
Questo perchè un VPS forte è caratteristica prettamente Invernale, ma questo in stagione ormai avanzata si traduce in scambi termici per il riscaldamento sempre più incisivo delle fasce tropicali, dovuto all'incidenza radiativa.
È ovvio che con l'avanzamento stagionale, per quanto sia  forte il VP, la corda zonale tenda ad ondularsi, dato che il pianeta tende all'equilibrio ed al bilancio termodinamico nonchè la Stratosfera a scaldarsi, venendo meno il surplus di vorticità.
Tuttavia fin tanto che permane questo WR, persisterà una certa vivacità del getto a precludere significative stasi configurative, considerando che inoltre potrebbe esserci un feedback importante nel caso in cui il Final Warming sia caratterizzato da un'azione prettamente radiativa( come credo).




La combinazione vincente di questi ultimi 22 anni si è manifestata nell'intensità della Brewer&Dobson circulation unitamente ad un particolare schema ondulatorio sull'Oceano Pacifico .
Torneranno gli Inverni freddi e nevosi quando torneranno le condizioni che li generano

Offline adm.ackbar

  • CSCT Team
  • Membro del C.S.C.T
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 1158
  • Age: 47
  • Località: Vado Ligure
    • tazputer
    • adm_ackbar_it
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2224

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 11419
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 710
Emblematico ed estremamente interessante il quadro termico nei vari piani della Stratosfera, con un'anomalia termica che sembra avvicinarsi molto a quella dello scorso anno:



L'ESE, determinando un significativo approfondimento e raffreddamento del VPS, lascerà in eredità temperature molto fredde nei piani bassi della Stratosfera, con un uleriore raffreddamento sin verso la Troposfera nel corso del mese di Aprile.
I processi di compressione adiabatica determinati dal riscaldamento fotochimico, tenderanno infatti a spingere verso il basso tali anomalie favorendo di conseguenza un'anomalia del vento zonale.

La mia ipotesi è che proprio con l'avanzamento stagionale, tenderà ad aumentare l'istabilità sul Mediterraneo, con occasione per piogge e temporali grazie alla buona componente zonale






La combinazione vincente di questi ultimi 22 anni si è manifestata nell'intensità della Brewer&Dobson circulation unitamente ad un particolare schema ondulatorio sull'Oceano Pacifico .
Torneranno gli Inverni freddi e nevosi quando torneranno le condizioni che li generano

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 11419
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 710
C'è nell'aria la possibilità di far saltare qualche record, raffreddamento che prosegue senza sosta in media Stratosfera:



Mentre in 3^ decade di Aprile notiamo la possibilità che il Final Warming possa innescarsi grazie ad una spinta dinamica della 1^ onda .. È un'evoluzione che però continuo a vedere molto lenta e di scarso impatto sul WR, con la possibilità quindi, tutt'altro che remota, che il VP mantenga un'ottima tonicità anche sul lunghissimo termine, favorendo una buona vivacità dell'Anticiclone delle Azzorre:





La combinazione vincente di questi ultimi 22 anni si è manifestata nell'intensità della Brewer&Dobson circulation unitamente ad un particolare schema ondulatorio sull'Oceano Pacifico .
Torneranno gli Inverni freddi e nevosi quando torneranno le condizioni che li generano

Offline zagor

  • Special Guest
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 998
  • Age: 53
  • Località: voghera
  • Voghera 96m slm Lombardia
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 115
C'è nell'aria la possibilità di far saltare qualche record, raffreddamento che prosegue senza sosta in media Stratosfera:



Mentre in 3^ decade di Aprile notiamo la possibilità che il Final Warming possa innescarsi grazie ad una spinta dinamica della 1^ onda .. È un'evoluzione che però continuo a vedere molto lenta e di scarso impatto sul WR, con la possibilità quindi, tutt'altro che remota, che il VP mantenga un'ottima tonicità anche sul lunghissimo termine, favorendo una buona vivacità dell'Anticiclone delle Azzorre:



Ciao Filippo ed ancora auguri.
Quindi quest'anno il Vp dopo l' ESE del 19 febbraio è ancora più forte dello scorso anno?
E...... esattamente cosa intendi per vivacità dell' HP azzoriano?
Parli di elevazioni verso il nord Europa e conseguenti retrogressioni fredde da noi ancora per qualche settimana e porta atlantica chiusa per un pezzo oppure un anticiclone spesso ( sarebbe più corretto dire sempre) nel Mediterraneo a far comunella con il cugino Nord Africano e creando quindi vi mostro di hp afromediteranne di blocco con condizioni pseudoestive da noi ?
Grazie per la risposta.
Tutto ciò che l'uomo può inventare....la natura lo ha già fatto!!

Offline Cumolonembo

  • Special Guest
  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 395
  • Località: Chiusdino 564 m
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 361
Ciao Filippo ed ancora auguri.
Quindi quest'anno il Vp dopo l' ESE del 19 febbraio è ancora più forte dello scorso anno?
E...... esattamente cosa intendi per vivacità dell' HP azzoriano?
Parli di elevazioni verso il nord Europa e conseguenti retrogressioni fredde da noi ancora per qualche settimana e porta atlantica chiusa per un pezzo oppure un anticiclone spesso ( sarebbe più corretto dire sempre) nel Mediterraneo a far comunella con il cugino Nord Africano e creando quindi vi mostro di hp afromediteranne di blocco con condizioni pseudoestive da noi ?
Grazie per la risposta.
Quello che ho capito io e' l'hp delle azzorre magari nella prima parte estiva potrebbe portarci ad un estate old style. Spero di aver capito bene :)
Puoi dire quello che vuoi ma sei cio' che fai

Offline burian78

  • Special Guest
  • Membro Onorario
  • *****
  • Post: 215
  • Località: gubbio
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
non lo so ma se dovesse ricalcare l estate 2020 ….e molte cose sono perlomeno simili…….sicuramente la prima parte sarebbe ottima con poche ondate africane e comunque di breve durata ……e nel complesso un estate come la 2020 ci metto la firma!!!    perche alla fine le ondate africane ci saranno sempre (purtroppo) ma quello che conta è la durata …..se sono 2 3 4 giorni ok…..sono sopportabili e anche più volte alla fine non creano molti disagi…..il problema è quando sono di durata superiore ad una settimana due ecc…..e se sono poi anche ripetitive allora si muore!!!   ripeto non so come andrà ma se mi dicono simile 2020 ci metto la firma ora!!!

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 11419
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 710
Si,con vivacità dell'HP delle Azzorre intendo proprio dire un'alta Pressione modulata dalla corrente a getto che grazie alle sue accelerazioni tende a farla sbilanciare verso Nord , andando ad interessare UK e centro/Nord Europa, con Mediterraneo maggiormente scoperto.

Intanto, ed un pò lo sospettavo, si continua a rimandare il Final warming, con un VPS che presenta temperature tipiche della 1^ metà di Febbraio:



Avremo una buona pulsazione dinamica a fine mese, ma non sembra in grado di abbattere ancora il VPS, che sembra mantenere ancora una certa compattezza, tanto che i forecast come detto iniziano a rimandare il FW al mese di Maggio. Probabilmente avremo un decadimento fisiologico a scarsa componente dinamica:





La combinazione vincente di questi ultimi 22 anni si è manifestata nell'intensità della Brewer&Dobson circulation unitamente ad un particolare schema ondulatorio sull'Oceano Pacifico .
Torneranno gli Inverni freddi e nevosi quando torneranno le condizioni che li generano

Offline burian78

  • Special Guest
  • Membro Onorario
  • *****
  • Post: 215
  • Località: gubbio
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
buongiorno…..nessuna novita di rilievo???
come al solito in altri lidi già si parla di estate bollente , estate da record, la prima parte estiva sarà caldissima !ecc ecc ecc  :D :D :D
estate che invece almeno in partenza non dovrebbe avere caratteristiche da record ……così sono le analisi ad oggi che facevate…..con un vortice polare ancora pimpante che andrà a calare a fine mese maggio…….portando una prima parte estiva simil 2020

Offline Bortan

  • Special Guest
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 1971
  • Age: 47
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3492
Importante sarà vedere che tipologia di fw avremo , se d' innesco dinamico o radiativo ...da questo bivio le cose potrebbero cambiare per la parte finale della primavera e almeno l' inizio estate ...ad oggi nn escluderei un FW per innesco dinamico ...se così fosse potremmo avere una maggiore componente meridiana della circolazione troposferica ...nn escluderei una prevalenza di correnti orientali con alternanza di fasi fresche ed instabili a fasi più calde di risalita sub tropicale ...nell' ipotesi invece di una conclusione in FW per componente radiativa opterei per una circolazione maggiormente zonale e con l' hp delle Azzorre protagonista della scena ...qui si potrebbero evitare , nel periodo preso in esame , risalite calde sub tropicali .
Occhio ...malocchio ..prezzemolo e finocchio ...dell' invernicchio mi sono rotto ...😆

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 11419
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 710
Spinge ancora forte il VPS, al 10 Aprile avevamo il NAM a +2.1! Notevole l'anomalie dell'H dei GPT sino al limite della Tropopausa, ad indicare un vortice ancora bello giovane e tonico.

Chiaramente a livello termico l'incidenza radiativa sempre maggiore tende a destrutturare le vorticità a partire dalle quote più elevate, tuttavia mi pare probabile che la discussa azione dinamica non riesca a provocare il break down del VPS, che anzi con un un colpo di reni pare voler tornare in sella proprio a fine mese....Davvero duro a morire quest'anno.

Tutto ciò rappresenta un allungamento della stagione Invernale, dato che tale circolazione stratosferica la rappresenta perfettamente:




La combinazione vincente di questi ultimi 22 anni si è manifestata nell'intensità della Brewer&Dobson circulation unitamente ad un particolare schema ondulatorio sull'Oceano Pacifico .
Torneranno gli Inverni freddi e nevosi quando torneranno le condizioni che li generano

Offline Bortan

  • Special Guest
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 1971
  • Age: 47
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3492
forecast completamente ribaltato rispetto ad ieri ...qui sarebbe FW entro fine aprile ...tra l' altro con innesco dinamico   :o
Occhio ...malocchio ..prezzemolo e finocchio ...dell' invernicchio mi sono rotto ...😆

Offline zagor

  • Special Guest
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 998
  • Age: 53
  • Località: voghera
  • Voghera 96m slm Lombardia
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 115
Importante sarà vedere che tipologia di fw avremo , se d' innesco dinamico o radiativo ...da questo bivio le cose potrebbero cambiare per la parte finale della primavera e almeno l' inizio estate ...ad oggi nn escluderei un FW per innesco dinamico ...se così fosse potremmo avere una maggiore componente meridiana della circolazione troposferica ...nn escluderei una prevalenza di correnti orientali con alternanza di fasi fresche ed instabili a fasi più calde di risalita sub tropicale ...nell' ipotesi invece di una conclusione in FW per componente radiativa opterei per una circolazione maggiormente zonale e con l' hp delle Azzorre protagonista della scena ...qui si potrebbero evitare , nel periodo preso in esame , risalite calde sub tropicali .

Ciao Bortan. A proposito del fantomatico HP delle azzorre avrei qualcosa da discutere. Ormai l'hp azzoriano non è piu quello degli anni 70/80/90 già da tempo. Quando si distende sul mediterraneo lo fa partendo già con geopotenziali molto alti (che sia perchè pesca gia aria subtropicale di matrice oceanica più calda per via dell'innalzamento della cella di Hadley?) . Poi spesso tende a formare un bel promontorio sulla penisola iberica/Sud ovest Francia... sempre con geopotenziali molto elevati e si fonde ( grazie alla risalita verso nord dell'ITCZ con anticloni subtropicali norddafricani ...subsahariani.....chiamali come vuoi....che a quel punto formano assieme al nostro azzorriano già steroidato nei gtp un bvel mostro afromediterraneo con componente oceanica subtropicale che a volte ci tiene in scacco per tutta l'estate. E capita anche in inverno codesta situazione...che si sviluppa per eventi diversi ma con caratteristiche ...molto simili in fatto di stabilità e geopotenziali.
Quindi....spero che si evolverà in un tempo dinamico stile maggio/giugno/ primi 15 gg di Luglio 2020 ( vorrei bestemmiare chiamando in causa il 2014....) ma resto alla finestra ed aspetto le vostre info.
Tutto ciò che l'uomo può inventare....la natura lo ha già fatto!!