• Benvenuti nel nuovo forum di Meteodue.it

Prospettive ESTATE 2022

Cloover

CSCT Team
Staff Forum
Amministratore
MD GROUP
Messaggi
13,159
Reazioni
442
Punteggio
83
Località
Monsummano Terme(PT)
Apro questo TD per fare un interessante raffronto tra i mesi di Maggio che hanno anticipato i trimestri estivi più caldi in assoluto negli anni 2000.

Le anomalie GPT medie dei mesi di MAGGIO che hanno anticipato le Estati più calde del periodo 2000--->2021 sono così raffigurate:

9o-JYo-C7-IA.png


Quello che notiamo è la decisa caduta della tensione zonale nel medio Atlantico, con una persistente area depressa (quella che avevo denominato AM area).
Il getto sprofonda fin quasi all'Equatore in quel settore , innescando uno scambio termico poderoso e favorendo la risalita di aria molto calda sull'Europa occidentale ed il Mediterraneo.
Questa manovra finisce per rinforzare l'Anticiclone Africano spostandone i massimi GPT verso Nord, inglobando tutto il mediterraneo sino a renderlo una vera e propria roccaforte inespugnabile contro ogni tipo di ondulazione atlantica, costretta così alla frontolisi.

La NAO tende a divenire neutra-negativa in controtendenza rispetto alla stagione Invernale, quando viceversa il forte raffreddamento della Stratosfera innescato dal GW (amplificazione Artica), rafforza il VP velocizzando la corrente a getto.

Attualmente vedo ancora una volta una stagione che fatica molto a mantenersi ai margini di deviazioni standard importanti, ma piuttosto si scorgono medesime configurazioni, con i problemi che tornano a farsi evidenti nel settore Euro-Atlantico:

compday-H2-YLfm70y-T.gif

nao-gefs-sprd2.png



Attendiamo la fine del mese per qualche spunto ulteriore.....








 

alessandro1985

Utente esperto
Membro Onorario
Messaggi
239
Reazioni
0
Punteggio
16
Località
milano
ormai il quadro teleconnettivo è chiaro
per l'estate sappiamo che non esiste più un regime barico chiaramente favorevole a una stagione termicamente moderata
abbiamo vissuto estati molto calde, ora maggiormente in un'area della penisola ora nell'altra, in presenza di wr molto diversi tra loro
quindi ormai il quid della stagione è semplicemente nella definizione dei principali centri motore che potranno definire l'area depuatata al clou del surplus termico
l'estate si aprirà con una nina in gran forma, sia a livello sst che di solidità della colonna
l'impatto del fenomeno sulla circolazione è certificato da valori del soi veramente eccezionali per il periodo
media degli ultimi 30 giorni che veleggia intorno ai +20 e a 90 sopra i +15
una qbo nettamente negativa a tutte le quote di riferimento
il pacifico quindi è fortemente connotato a tutte le latitudini
in questa fase il forcing superficiale associato alla kelvin sta facendo crollare i valori iod che vanno superando la fase neutrale che si protraeva da tempo
le sst dell'atlantico sono fortemente caratterizzate dal blocco uk+ che ha connotato la primavera, mentre l'EA non è smaccatamente positivo
c'è poi un andamento peculiare della cella polare nel corso di questo mese di maggio, una fase smaccatamente positiva dell'ao che potrebbe mettere a consuntivo un valore superiore al +1
negli anni recenti è successo tre volte: 2003-09-18
sicuramente non è una lista rassicurante, ma di rassicurante in estate non c'è più molto per chi auspica una stagione su valori moderati
nel complesso le annate degli anni 2000 che per motivi diversi più si avvicinano a quella in partenza sono il 2000 in particolare il ciclo enso di lungo periodo, il 2010 che è l'ultimo anno pdo/qbo/iod-
al di là della statistica sulle tlc siamo in una fase molto delicata perchè i forcing che andranno a favorire una certa inerzia in queste condizioni peculiari a livello polare potrebbero lasciare un'impronta importante per l'inerzia estiva nel momento in cui questo rinforzo verrà meno
quindi in riferimento al discorso fatto da Filippo diventa cruciale comprendere se il regime nettamente votato alla stabilità sul mediterraneo centro occidentale potrà essere messo in discussione quando ancora alle latitudini artiche le anomalie bariche di segno- non verranno sostituite da una configurazione più classica
considerate in ogni caso che una stagione come la 2010 che anche a livello sst mi pare piuttosto interessante avrebbe oggi tutt'altro bilancio
in parte per l'aumento medio che è maturato in questi ultimi anni, in parte perchè le estati che erano caratterizzate da violente ondate inframezzate da corposi crolli barici (come anche il caso della 2000), in un contesto di variabilità abbastanza vivace, al giorno d'oggi potrebbero veder ridotta la propria capacità di alternare i pattern
quest'ultimo aspetto per quanto mi riguarda è forse quello più interessante della stagione ai nastri di partenza
un saluto a tutti
 

Cloover

CSCT Team
Staff Forum
Amministratore
MD GROUP
Messaggi
13,159
Reazioni
442
Punteggio
83
Località
Monsummano Terme(PT)
Ciao Alessandro!  Hai detto tutto, praticamente c'è da farsela sotto  :-X    Aggiungo 4 carte:  Plot 10-15 Maggio , forecast 500hPa,  SSTA anomalie 7gg , volume ghiaccio Artico.
Situazione Euroatlantica delineata--->volume ghiaccio Artico in crollo---> Possibile persistenza WR .  Se non interviene il reset di cui fai cenno tecnicamente siamo del gatto:


compday-o-E322pqc-Zj.gif

ECH101-96.png

cdas-sflux-ssta7diff-global-1.png

CICE-curve-thick-LA-EN-20220516.png



 

alessandro1985

Utente esperto
Membro Onorario
Messaggi
239
Reazioni
0
Punteggio
16
Località
milano
ciao Filippo
eh sì
che si giochi col fuoco non è una novità dal 2015 in avanti ma stavolta siamo veramente sul filo del rasoio per giocare ad un bilancio sin'ora rimasto inavvicinabile
l'eventuale persistenza di un pattern che tiene completamente fuori gioco il flusso perturbato in coincidenza di un periodo secco come quello da cui proveniamo sulla carta a tutte le potenzialità per far saltare il banco nel 2022
 

aralbedo

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
8,501
Reazioni
478
Punteggio
83
Località
Ab. Prato s/o - Lav. Capalle (Fi)
Chiedo che mi venga criptata la sezione  ;D

Scherzi a parte, non è usuale assistere ad un mese primaverile con dei connotati così prettamente estivi sul Mediterraneo. Non stupisce l'aspetto termico (almeno per il momento) quanto la persistenza precoce di configurazioni che davvero troppo frequentemente hanno condizionato la stagione estiva negli ultimi 2 decenni.

Speriamo bene e teneteci aggiornati ::)
 

alessandro1985

Utente esperto
Membro Onorario
Messaggi
239
Reazioni
0
Punteggio
16
Località
milano
aralbedo ha detto:
Chiedo che mi venga criptata la sezione  ;D

Scherzi a parte, non è usuale assistere ad un mese primaverile con dei connotati così prettamente estivi sul Mediterraneo. Non stupisce l'aspetto termico (almeno per il momento) quanto la persistenza precoce di configurazioni che davvero troppo frequentemente hanno condizionato la stagione estiva negli ultimi 2 decenni.

Speriamo bene e teneteci aggiornati ::)

diciamo che ogni trimestre ha sempre le sue caratteristiche peculiari e dunque non c'è nulla di scontato ma per onestà intellettuale in un contesto come quello attuale è giusto considerare anche un'ipotesi apparentemente estrema che dati alcuni parametri in corso d'opera potrebbe rivelarsi assai meno improbabile
per guardare l'altro piatto della bilancia va pur detto che per esempio la statistica non gioca a favore di blocchi coriacei stile 2003 in queste condizioni di treno d'onda
nessuna stagione recente caratterizzata da enso- o comunque da una pdo- consolidata ha visto un ea+ coriaceo e il classico asse gb-francia- nord italia
dal biennio 99-00 alla stessa 2010 passando per le ultime due, mentre decisamente più svantaggiato il mediterraneo centro orientale e l'est europa, ovviamente le stagioni caratterizzate da scambi meridiani come la 2010 hanno un doppio volto e sono meno prevedibili di un 2012 o 2017, se il pattern è bloccato e finisci sul ramo ascendente sei finito
infatti è il 2003 russo
una nota va fatta riguardo le spinte tropicali
l'assetto in questo momento non sembra essere quello delle grandi occasioni
dal già citato iod-, al netto dell'itcz che comunque ha un peso relativa allorché il js polare decide di penalizzarti, la cui valenza in funzione dell'incidenza sul getto dipende dalla capacità di orientare le fasi convettive ma non è certo il caso di 6-7-8, al tna e Guinea
insomma nessuna stagione è segnata da principio ma è giusto dare conto di tutto
 

adm.ackbar

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
1,305
Reazioni
1
Punteggio
38
Località
Vado Ligure
Ad oggi, lo status artico presenta la pericolosa accoppiata che vede un non "tragica" estensione (comparata con il trend decennale), ma in low tickness

H3RgbPV.jpg

UVQ8Y8C.png


I tempi di break-up dell'aeree più esposte siberiane diventano sempre più precoci ed amplificano lo sprofondamento in area NATL dell'anomalie negative

Y4CuB5M.png

BoCF5cS.png


Non è corretto bollare la stagione entrante, ma è bene essere coscienti che partiamo in handycap, come tradizione... ;)


 

adm.ackbar

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
1,305
Reazioni
1
Punteggio
38
Località
Vado Ligure
aralbedo ha detto:
Chiedo che mi venga criptata la sezione  ;D

Scherzi a parte, non è usuale assistere ad un mese primaverile con dei connotati così prettamente estivi sul Mediterraneo. Non stupisce l'aspetto termico (almeno per il momento) quanto la persistenza precoce di configurazioni che davvero troppo frequentemente hanno condizionato la stagione estiva negli ultimi 2 decenni.

Speriamo bene e teneteci aggiornati ::)

Auguri Caro ;)
 

alessandro1985

Utente esperto
Membro Onorario
Messaggi
239
Reazioni
0
Punteggio
16
Località
milano
adm.ackbar ha detto:
Ad oggi, lo status artico presenta la pericolosa accoppiata che vede un non "tragica" estensione (comparata con il trend decennale), ma in low tickness


I tempi di break-up dell'aeree più esposte siberiane diventano sempre più precoci ed amplificano lo sprofondamento in area NATL dell'anomalie negative

Y4CuB5M.png

BoCF5cS.png


Non è corretto bollare la stagione entrante, ma è bene essere coscienti che partiamo in handycap, come tradizione... ;)

e visto che hai tirato fuori l'altro tema spiegiamo come mai è così cruciale in ottica di inerzia termica mediterranea

maggio 2003

Rj5gUAH.png



già chiarissima l'impostazione da wr3, il treno d'onda favorisce una dinamica abbastanza lineare da sw verso ne in ingresso coadiuvata dal segnale ao-nao
cosolidamento del segnale positivo in EA e del gradiente pressorio tra medie e alte latitudini sulla base della direttrice menzionata
in estate

SGJ8Tl6.png


classico passaggio di segno della snao, tipica dei primi anni 2000, crollo barico in centro est atl e isolamento pieno che rende la dinamica da zonale a meridiana in ingresso sul continente
quindi blocco che sale di latitudine seguendo la divergenza e colpisce in pieno anche le latitudini settentrionali poste sul ramo ascendente
controrisposta approssimativamente dal baltico alla russia europea
maggio 2009

jJ4ACkZ.png


qui il segnale del treno d'onda è un pò diverso quindi tende ad essere più meridiano salendo verso le svalbard ma continua ad avere base tra EA, qui meno marcato, ed europa occidentale
estate

diRlFep.png


stessa solfa per le latitudini meridionali ma la diversa fase in uscita rende meno marcata la divergenza perchè il ramo principale è più ondulato in centro w alt
quindi riesce a sfondare verso le latitudini medio alte ma porta la fase ascendente ad essere più lineare verso est
ma allora se in presenza di due dinamiche un pò diverse tra pacifico e atlantico abbiamo visto che il risultato per il mediterraneo non cambia dove sta il quid? specie considerando che abbiamo sperimentato estati feroci anche senza un passaggio della snao così marcato
per rispondere bastano due plot

ykB8XWL.png


hQdDFir.png


tra questi due mesi corrono 40 anni e una situazione in artico evidentemente ben diversa
il luglio 2017 è un mese da nao+ anche piuttosto netto, il giugno 1977 da nao-
non eccessivamente marcata, ma comunque poco più di -0,5
focalizziamoci sull'atlantico centro settentrionale
evidentissimo che all'altezza dell'islanda, cuore delle dinamiche depressionarie in atl c'è un segnale molto diverso
grazie al piffero, si dirà, visto che abbiamo detto della nao
ma il guaio sta proprio qui
nel caso del 2017 in natl si vede un indebolimento del js che per contro si rafforza in tutta la fascia centrale oceanica
nel '77 è tutto ribaltato, nonostante il segnale nao farebbe pensare l'esatto contrario
perchè?
facile col senno di poi, ridotto gradiente tra subpolari e medie latitudini
questo comporta uno slittamento meridionale del getto polare che di contro rafforza a latitudini temperate ma a quella quota proprio quel surplus di tensione stimola la fascia subtropicale e non facilita il transito dei sistemi perturbati
in compenso rafforzando la cintura subtropicale come abbiamo visto, a seconda delle condizioni a contorno e della tendenza più o meno meridiana, aumenta la probabilità di risalite continentali
tutto questo per spiegare come mai in queste condizioni generali, e allorquando si pongano delle basi come quelle di queste settimane, diventi cruciale soffermarsi sul tema
 

Cloover

CSCT Team
Staff Forum
Amministratore
MD GROUP
Messaggi
13,159
Reazioni
442
Punteggio
83
Località
Monsummano Terme(PT)
Analisi perfetta Alessandro!  ;)  A tal proposito non nascondo che la vedo molto male per il prosieguo. Non sarà certo un possibile mini break ad indorare la pillola, ci vorrebbe una rapida virata del WR, altrimenti Maggio assumerà le redini di predictor a spingere in direzione di una Summer very hot  :-X .  A mio parere ormai da questa proiezione non ci salva nessuno, c'è solo da pregare che salti tutto per questioni sempre più spesso incomprensibili e sempre collegate al GW ed alla sua interazione con le TLC.

La situazione appare attualmente drammatica, con già una piena strutturazione del pattern incriminato e le SSTA che stanno assumendo una connotazione tipicamente statica e pericolosa per ciò che concerne la persistenza del WR :

labrador-current-e720af3c-63aa-441d-b9d5-fe70bb06bed-resize-750.jpeg

compday-7-Qj6owj-X4n.gif

ssta-daily-current.png


 

Bortan

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
2,414
Reazioni
0
Punteggio
36
Località
Casanova di rovegno 870 mt - genova
Dopo questa fase caratterizzata da una precoce ondata di caldo per le aree mediterranee  , ci sarà una fase breve con AO + e NAO + ( rinforzo zonale ) che avrà il merito di "piallare" questa cresta d' onda calda . La fase immediatamente successiva vedrà un nuovo slancio della subtropicale con , questa volta , interessamento delle coste occidentali europee ( Portogallo e Francia occidentale ) in evoluzione in ATH . Per l' Europa e mediterraneo centro - orientale si aprirà una fase caratterizzata da il pattern WR1 con insidiosa circolazione fredda / fresca  che contribuirà a rendere il clima instabile e fresco . La zona di confine tra la risalita calda atlantica e la circolazione fresca sarà sede di incisivi contrasti termici con notevole energia a disposizione  . Questo dovrebbe essere il liet motiv della prossima mensilità di giugno , mese  caratterizzato da forti contrasti termici per l' Europa .
 

Bortan

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
2,414
Reazioni
0
Punteggio
36
Località
Casanova di rovegno 870 mt - genova
alessandro1985 ha detto:
e visto che hai tirato fuori l'altro tema spiegiamo come mai è così cruciale in ottica di inerzia termica mediterranea

maggio 2003

Rj5gUAH.png



già chiarissima l'impostazione da wr3, il treno d'onda favorisce una dinamica abbastanza lineare da sw verso ne in ingresso coadiuvata dal segnale ao-nao
cosolidamento del segnale positivo in EA e del gradiente pressorio tra medie e alte latitudini sulla base della direttrice menzionata
in estate

SGJ8Tl6.png


classico passaggio di segno della snao, tipica dei primi anni 2000, crollo barico in centro est atl e isolamento pieno che rende la dinamica da zonale a meridiana in ingresso sul continente
quindi blocco che sale di latitudine seguendo la divergenza e colpisce in pieno anche le latitudini settentrionali poste sul ramo ascendente
controrisposta approssimativamente dal baltico alla russia europea
maggio 2009

jJ4ACkZ.png


qui il segnale del treno d'onda è un pò diverso quindi tende ad essere più meridiano salendo verso le svalbard ma continua ad avere base tra EA, qui meno marcato, ed europa occidentale
estate

diRlFep.png


stessa solfa per le latitudini meridionali ma la diversa fase in uscita rende meno marcata la divergenza perchè il ramo principale è più ondulato in centro w alt
quindi riesce a sfondare verso le latitudini medio alte ma porta la fase ascendente ad essere più lineare verso est
ma allora se in presenza di due dinamiche un pò diverse tra pacifico e atlantico abbiamo visto che il risultato per il mediterraneo non cambia dove sta il quid? specie considerando che abbiamo sperimentato estati feroci anche senza un passaggio della snao così marcato
per rispondere bastano due plot

ykB8XWL.png


hQdDFir.png


tra questi due mesi corrono 40 anni e una situazione in artico evidentemente ben diversa
il luglio 2017 è un mese da nao+ anche piuttosto netto, il giugno 1977 da nao-
non eccessivamente marcata, ma comunque poco più di -0,5
focalizziamoci sull'atlantico centro settentrionale
evidentissimo che all'altezza dell'islanda, cuore delle dinamiche depressionarie in atl c'è un segnale molto diverso
grazie al piffero, si dirà, visto che abbiamo detto della nao
ma il guaio sta proprio qui
nel caso del 2017 in natl si vede un indebolimento del js che per contro si rafforza in tutta la fascia centrale oceanica
nel '77 è tutto ribaltato, nonostante il segnale nao farebbe pensare l'esatto contrario
perchè?
facile col senno di poi, ridotto gradiente tra subpolari e medie latitudini
questo comporta uno slittamento meridionale del getto polare che di contro rafforza a latitudini temperate ma a quella quota proprio quel surplus di tensione stimola la fascia subtropicale e non facilita il transito dei sistemi perturbati
in compenso rafforzando la cintura subtropicale come abbiamo visto, a seconda delle condizioni a contorno e della tendenza più o meno meridiana, aumenta la probabilità di risalite continentali
tutto questo per spiegare come mai in queste condizioni generali, e allorquando si pongano delle basi come quelle di queste settimane, diventi cruciale soffermarsi sul tema
giusto ...ma piccole differenze sulla disposizione delle anomalie di gpt e ssta possono dare un quadro molto diverso per perseveranza ed incisività su alcune limitate zone euro- mediterranee ... Attenzione che passare ad un WR1 nn ci vuole tanto ...chiaro che si deve sempre ragionare con l' estroflessione della cella di Hadley e di tutte le conseguenze termo bariche che ciò comporta ...
 

Bortan

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
2,414
Reazioni
0
Punteggio
36
Località
Casanova di rovegno 870 mt - genova





Il WR 1 e il WR 3 hanno in comune un flusso zonale debole e una tendenza a snao - e possono essere due pattern molto complici nelle dinamiche euro - mediterranee , quindi nn sarebbero da scartare anzi li vedrei per la maggiore in questa prossima stagione estiva , ma c'è da tenere in conto la morte della componente zonale in questo periodo e la predominanza della meridianita nella circolazione atmosferica ( nina like ) . Quindi come da mio post precedente vedo una maggiore probabilità di ATH e blocchi alla circolazione con WR1 predominante più che blando flusso zonale con spinta subtropicale da SW verso NE e cupola anticiclonica su Europa ( WR 3 ) ..il WR 3 potrebbe comparire in concomitanza di una certa blanda ripresa zonale ma nn decisa da fare ingresso sull' Europa occidentale .. per me la corrente a getto quest' estate sarà morta e sepolta ...nina like ...
 

Cloover

CSCT Team
Staff Forum
Amministratore
MD GROUP
Messaggi
13,159
Reazioni
442
Punteggio
83
Località
Monsummano Terme(PT)
Quello che temevo si sta realizzando.... La 2^ parte del mese di Maggio vede sempre più una caratterizzazione del WR3, con un preoccupante affondamento del getto nel mid atlantic.
Il Predictor è limpido, è statisticamente concreta la possibilità che vada a caratterizzare il prossimo trimestre:

compday-Fq-QK99jgc9.gif

compday-m5-X9humn-Zf.gif

382-2021-5681-Fig1-HTML.png


 

Bortan

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
2,414
Reazioni
0
Punteggio
36
Località
Casanova di rovegno 870 mt - genova
Come detto vedo  una situazione borderline tra WR 1 e WR3 con la prima potenzialmente più presente ...ciò nn vuol dire che la seconda nn sarà presente o che nn rischierà di portare fasi estremamente calde ma nn dovrebbero avere caratteristica di persistenza .Penso che  il denominatore comune di questa situazione sarà la quantità di energia a disposizione per le zone che assaporeranno entrambi le fasi ...l' Italia la metto in questa zona ...alla fine credo che sarà più probabile un' estate torrida , a tratti instabile localmente con media termica poco sopra  e precipitativa poco sotto ...anche se bisognerà vedere che jackpot locali interverranno anche con persistenza configurativa  a variare le medie precipitative .. non vedo una situazione totalmente già determinata ...avrei più paura se abitassi sulle coste occidentali europee ...attenzione ai predictor e correlazioni ...nn sempre ,anzi , ultimamente poche volte hanno portato a ottimi risultati ...
 

Luca Orlando

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
3,692
Reazioni
167
Punteggio
63
Località
Nelle periferie di Bassano del Grappa (Pedemontana
Oggi, Reading(ECMWF) dalle 144h in poi, quindi giusto in concomitanza con l'ingresso dell'Estate meteorologica 2022.. Pericolosamente e Drammaticamente, ci mette sull'attenti per quelle che possono essere, o diventare, le più brutte e potenziali condizioni di inizio svolta verso la tanto temuta previsione (infausta) stagionale Estiva..
Dunque, giusto per capire a quale pericolo andremo in contro, già prematuramente con questo mese, che comunque è già trascorso.. e proprio con l'exploit di inizio giugno.. a parte questa pausetta simil "Rinfrescante", che di fatto "Non ci ha portati Sottomedia" ma per modo di dire in quasi piena media.. vi lascio agli aggiornamenti di ECMWF odierni.. e a voi i commenti.. ovviamente con la speranza che vada come visto da GFS e dalla media degli spaghi..

ECM101-168.GIF

ECM101-192.GIF

ECM101-216.GIF

ECM1-168.GIF

ECM1-192.GIF

ECM1-216.GIF

ECM0-192.GIF

ECM0-216.GIF

ECM0-240.GIF

ECM100-168.GIF

ECM100-192.GIF

ECM100-216.GIF


.. anche se le carte si commentano comunque da sole..

Spero che non venga cancellato anche questo post..  ;) ::)

Sono aggiornamenti e proiezioni che anche se volte a visioni più estreme, comunque fan parte delle analisi e delle probabilità previsionali.. senza ribadire poi che tra l'altro, sono aggiornamenti che più descrivono, o confermano, le previsioni stagionali di ECWMF.. quindi direi in linea.
 

Bortan

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
2,414
Reazioni
0
Punteggio
36
Località
Casanova di rovegno 870 mt - genova
Se devo guardare nei forecast dei modelli e prendere in considerazione ecmwf ...beh ..per quello che valgono over 144 h , noto , come detto , un' alternanza tra WR1 e WR3 con ATH / UK + come minimo comune denominatore , oltre a constatare l' elevata altalena termica per la fascia di territorio nella zona di limbo tra questi due pattern ( mediterraneo centrale ) ...situazione o proiezione che balla vistosamente tra queste due configurazioni ...




questo al momento come indicazione generale e speranza ... :D
 

Cumolonembo

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
563
Reazioni
36
Punteggio
28
Località
Chiusdino 564 m
Bortan ha detto:
Se devo guardare nei forecast dei modelli e prendere in considerazione ecmwf ...beh ..per quello che valgono over 144 h , noto , come detto , un' alternanza tra WR1 e WR3 con ATH / UK + come minimo comune denominatore , oltre a constatare l' elevata altalena termica per la fascia di territorio nella zona di limbo tra questi due pattern ( mediterraneo centrale ) ...situazione o proiezione che balla vistosamente tra queste due configurazioni ...




questo al momento come indicazione generale e speranza ... :D
Spero tanto tu abbia ragione, ma la vedo sempre piu' lorda. Ma lorda tanto
 

Donazione

Total amount
€30.00
Top