• Benvenuti nel nuovo forum di Meteodue.it

*AUTUNNO-INVERNO 2023/24 : EL NINO RULEZ

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Nonno_rodano

CSCT Team
MD GROUP
Messaggi
1,828
Reazioni
1,946
Punteggio
113
Località
Prato
Comunque mai visto una Stratosfera così debole e disturbata da Warming di ogni tipo come quest'anno..

hgt.ao.cdas.png

pole10_nh.gif

time_pres_HGT_ANOM_JFM_NH_2024.png

Visualizza allegato 18399

.. a voi i commenti..

Ma dove sono finiti gli ottimi inverni alle nostre latitudini con una simile situazione?

Quest'inverno passato oramai, non si può dare colpa ad una Stratosfera e un VP forte e fredda a pieni giri.. perché è stato tutto l'opposto.

Un minuto di pausa e di raccoglimento.. grazie.

Riflettiamo...

da parte mia posso dirti che quando a Novembre o inizio Dicembre si assiste ad un evento NAM++ che non rimane relegato in alta stratosfera come successo anche quest'anno con il record di zonal wind,
qualsiasi cosa succeda dopo la NAO invernale sarà positiva e se vi saranno MMW saranno displacement o ibridi a noi non favorevoli

Anche quest'anno abbiamo sfondato il NAM (calcolato con la vecchia climatologica come da studi originari) a Novembre e ben sotto i 10hpa (fino a 70 almeno)

gfs_nam_web_1.png


Ovviamente non sto parlando del 100% dei casi, ma comunque di una percentuale altissima che è una mezza sentenza sulle sorti del futuro inverno. Chiaramente questa situazione si è verificata molto più spesso nei recenti inverni rispetto al passato per il semplice fatto che nei recenti autunni abbiamo un VPS già dopato in grado di sfondare il NAM precocemente. Probabilmente un VPS strong a Novembre rende vani i successivi tentativi di break down con inibizione del pattern NAO- come causa-conseguenza e configurazione che si mantiene tale fino al final warming

Mi rendo conto che quanto sopra non trova riscontro, o almeno non esattamente, negli studi fatti fin qui sugli ESE, ma a mio avviso è un dettaglio che andrebbe approfondito.

Ultima volta che non si è verificata una cosa del genere è il Novembre-Dicembre 2010:

time_pres_HGT_ANOM_ALL_NH_2010.gif
 

Luca Orlando

CSCT Team
MD GROUP
Messaggi
3,971
Reazioni
2,199
Punteggio
113
Località
Nelle periferie di Bassano del Grappa (Pedemontana
da parte mia posso dirti che quando a Novembre o inizio Dicembre si assiste ad un evento NAM++ che non rimane relegato in alta stratosfera come successo anche quest'anno con il record di zonal wind,
qualsiasi cosa succeda dopo la NAO invernale sarà positiva e se vi saranno MMW saranno displacement o ibridi a noi non favorevoli

Anche quest'anno abbiamo sfondato il NAM (calcolato con la vecchia climatologica come da studi originari) a Novembre e ben sotto i 10hpa (fino a 70 almeno)

gfs_nam_web_1.png


Ovviamente non sto parlando del 100% dei casi, ma comunque di una percentuale altissima che è una mezza sentenza sulle sorti del futuro inverno. Chiaramente questa situazione si è verificata molto più spesso nei recenti inverni rispetto al passato per il semplice fatto che nei recenti autunni abbiamo un VPS già dopato in grado di sfondare il NAM precocemente. Probabilmente un VPS strong a Novembre rende vani i successivi tentativi di break down con inibizione del pattern NAO- come causa-conseguenza e configurazione che si mantiene tale fino al final warming

Mi rendo conto che quanto sopra non trova riscontro, o almeno non esattamente, negli studi fatti fin qui sugli ESE, ma a mio avviso è un dettaglio che andrebbe approfondito.

Ultima volta che non si è verificata una cosa del genere è il Novembre-Dicembre 2010:

time_pres_HGT_ANOM_ALL_NH_2010.gif
E di fatti è proprio su questo che dobbiamo indagare e ricercare, cercando di capire cosa impone nel VP che parrebbe modificare le sorti di un intero inverno.
Ovviamente partendo dal fatto, che è sempre la Troposfera che comanda i giochi e la Stratosfera reagisce con influenza d'inerzia.

Una Stratosfera fredda e precocemente forte in autunno, è risaputo che trattasi di un risultato consequenziale all'attività d'onda, fortemente elevata per l'alto waves number ottobrino e novembrino, che è a sua volta la conseguenza di una Troposfera più disturbata in fase di nascita iniziale del VP post estate, dove appunto la crisi Artica raggiunge i massimi livelli di carenza ghiacci.
Dunque, nell'ultimo decennio e più, il problema resta confermato nelle dinamiche, o meglio termodinamiche intrinseche, dovute alle anomalie Artiche da ricercare nel solito problema di fondo dato dal GW.

Nel 2010 evidentemente ill problema era ancora in erba e la Troposfera più reattiva e dominante della Stratosfera in fase Autunnale.

Quindi un dei problemi principali, o il problema principale, per me resta sempre e comunque l'era GW con l'annessa crisi Artica di fine estate inizio autunno.

La disposizione delle Anomalie SST e di pressione sul Pattern del WR emisferico, diventa non più una predicibilita' con podromici assetti che garantiscono buon inverni alle nostre latitudini, ma bensì una variabile ininfluente, sottomessa alle nuove dinamiche comportamentali di ristrutturazione del VP in fase di nascita e crescita post stagione estiva.

Il tutto si ricerca nella crisi climatica e Artica da GW.
Insomma, sembra scontato così come detto, ma è l'unica opzione perseguibile e dimostrabile con dati e fatti alla mano.
 

Valerio75

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
5,555
Reazioni
422
Punteggio
83
Località
Sarzana(sp)
Scusami per la risata.. ma è stata spontanea e assolutamente senza malizia..🙂😉
Ma in chiave sarcastica spacca troppo..😅😂
Ma guarda anche a me è venuta spontanea, nel senso che come ho scritto in passato e lo riscrivo, tanto di cappello alla vostra preparazione, bravura e impegno ma purtroppo vedo che viene sempre meno il fattore C e sempre di più il fattore S, quindi partire già con tutte le zavorre che remano contro ad inizio stagione sarebbe ottimo per andare a segno :LOL:
 

Nonno_rodano

CSCT Team
MD GROUP
Messaggi
1,828
Reazioni
1,946
Punteggio
113
Località
Prato
E di fatti è proprio su questo che dobbiamo indagare e ricercare, cercando di capire cosa impone nel VP che parrebbe modificare le sorti di un intero inverno.
Ovviamente partendo dal fatto, che è sempre la Troposfera che comanda i giochi e la Stratosfera reagisce con influenza d'inerzia.

Una Stratosfera fredda e precocemente forte in autunno, è risaputo che trattasi di un risultato consequenziale all'attività d'onda, fortemente elevata per l'alto waves number ottobrino e novembrino, che è a sua volta la conseguenza di una Troposfera più disturbata in fase di nascita iniziale del VP post estate, dove appunto la crisi Artica raggiunge i massimi livelli di carenza ghiacci.
Dunque, nell'ultimo decennio e più, il problema resta confermato nelle dinamiche, o meglio termodinamiche intrinseche, dovute alle anomalie Artiche da ricercare nel solito problema di fondo dato dal GW.

Nel 2010 evidentemente ill problema era ancora in erba e la Troposfera più reattiva e dominante della Stratosfera in fase Autunnale.

Quindi un dei problemi principali, o il problema principale, per me resta sempre e comunque l'era GW con l'annessa crisi Artica di fine estate inizio autunno.

La disposizione delle Anomalie SST e di pressione sul Pattern del WR emisferico, diventa non più una predicibilita' con podromici assetti che garantiscono buon inverni alle nostre latitudini, ma bensì una variabile ininfluente, sottomessa alle nuove dinamiche comportamentali di ristrutturazione del VP in fase di nascita e crescita post stagione estiva.

Il tutto si ricerca nella crisi climatica e Artica da GW.
Insomma, sembra scontato così come detto, ma è l'unica opzione perseguibile e dimostrabile con dati e fatti alla mano.

vedremo, quest'anno sono cambiate alcune cose, prima tra tutte la tendenza ad un continuo raffreddamento della stratosfera e ad un NAM mediamente positivo durante la stagione invernale.

Anche le SSTA mostrano qualcosa di interessante, non resta che vedere se il prossimo autunno confermerà tali differenze rispetto agli ultimi 10 anni oppure tornerà tutto come prima
 

Robello75

Utente esperto
Messaggi
194
Reazioni
151
Punteggio
43
Località
Roma
vedremo, quest'anno sono cambiate alcune cose, prima tra tutte la tendenza ad un continuo raffreddamento della stratosfera e ad un NAM mediamente positivo durante la stagione invernale.

Anche le SSTA mostrano qualcosa di interessante, non resta che vedere se il prossimo autunno confermerà tali differenze rispetto agli ultimi 10 anni oppure tornerà tutto come prima
Nonno, alcune settimane fa parlavi probabilmente di un lungo periodo con questa situazione, se ho ben capito ora pensi possa arrivare un cambiamento prima? Mi sto basando su questo tuo ultimo post..... Speriamo bene...
 

Nonno_rodano

CSCT Team
MD GROUP
Messaggi
1,828
Reazioni
1,946
Punteggio
113
Località
Prato
Nonno, alcune settimane fa parlavi probabilmente di un lungo periodo con questa situazione, se ho ben capito ora pensi possa arrivare un cambiamento prima? Mi sto basando su questo tuo ultimo post..... Speriamo bene...

dipende a cosa si punta, se vogliamo che cambi il contesto temo servirà del tempo (con tutti gli interrogativi circa la nuova fase climatica che potrebbe portarci verso nuove configurazioni belle o brutte non è dato sapere a mio avviso).

se all'interno di un certo contesto si punta ad un inverno emozionante, allora i tempi potrebbero essere brevi, in questo secondo caso sono interessanti alcuni cambiamenti emersi negli ultimi mesi, ma che dovranno trovare conferma da qui al prossimo autunno, cosa non scontata
 

setra85

Utente esperto
Messaggi
592
Reazioni
432
Punteggio
63
Comunque mai visto una Stratosfera così debole e disturbata da Warming di ogni tipo come quest'anno..

hgt.ao.cdas.png

pole10_nh.gif

time_pres_HGT_ANOM_JFM_NH_2024.png

Visualizza allegato 18399

.. a voi i commenti..

Ma dove sono finiti gli ottimi inverni alle nostre latitudini con una simile situazione?

Quest'inverno passato oramai, non si può dare colpa ad una Stratosfera e un VP forte e fredda a pieni giri.. perché è stato tutto l'opposto.

Un minuto di pausa e di raccoglimento.. grazie.

Riflettiamo...

Disposizione media favorevole alle ondate di freddo laddove effettivamente ci sono state

 

Luca Orlando

CSCT Team
MD GROUP
Messaggi
3,971
Reazioni
2,199
Punteggio
113
Località
Nelle periferie di Bassano del Grappa (Pedemontana
Disposizione media favorevole alle ondate di freddo laddove effettivamente ci sono state

Certo.. ma non da noi alle nostre latitudini.. ovviamente su macroscala il discorso cambia.
Ma solitamente, nella maggioranza dei casi.. o statisticamente.. certe disposizioni, con VP e soprattutto Stratosfera così disturbata e debole, hanno comunque in passato prodotto favorevoli tendenze invernali con almeno qualche ondata buona di gelo e neve, non solo sui rilievi Alpini e prealpini.. ma anche collinare e pianeggiante.
E non solo al Centro-Nord.
 

setra85

Utente esperto
Messaggi
592
Reazioni
432
Punteggio
63
Certo.. ma non da noi alle nostre latitudini.. ovviamente su macroscala il discorso cambia.
Ma solitamente, nella maggioranza dei casi.. o statisticamente.. certe disposizioni, con VP e soprattutto Stratosfera così disturbata e debole, hanno comunque in passato prodotto favorevoli tendenze invernali con almeno qualche ondata buona di gelo e neve, non solo sui rilievi Alpini e prealpini.. ma anche collinare e pianeggiante.
E non solo al Centro-Nord.
Secondo me invece un ondata di freddo alle nostre latitudini è molto più fortunosa di quanto si possa pensare.
Esempi ce ne sono a bizzeffe ma ne posto un paio tanto per esser esaustivi.

L'Inverno 2011/2012 è stato caratterizzato da una disposizione media non classica nell'immaginario collettivo su come "dovrebbero" ( ? ) andar le cose per aver un Inverno mediato da ondate di freddo, eppure lo è stato lo stesso.
Poco trasporto di Gpt verso l'area Artica in quell'Inverno al contrario dell'inverno 2018/2019 che invece non ha prodotto chissà che cosa.
Anzi, anonimo Inverno al Nord, alla stregua di quest'ultimo.





Le re analisi sono messe alla stessa scala della re analisi precedentemente postata e riguardante l'Inverno ultimo.
Stessa scala per capir meglio il confronto.
 

luca_mo

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
810
Reazioni
265
Punteggio
63
Località
Modena
dipende a cosa si punta, se vogliamo che cambi il contesto temo servirà del tempo (con tutti gli interrogativi circa la nuova fase climatica che potrebbe portarci verso nuove configurazioni belle o brutte non è dato sapere a mio avviso).

se all'interno di un certo contesto si punta ad un inverno emozionante, allora i tempi potrebbero essere brevi, in questo secondo caso sono interessanti alcuni cambiamenti emersi negli ultimi mesi, ma che dovranno trovare conferma da qui al prossimo autunno, cosa non scontata
Io sinceramente ho già paura per l'invernoprossimo se come sembra si andrà verso una Nina Strong
 

Alessandro 81

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
7,297
Reazioni
472
Punteggio
83
Località
Rimini
Sito web
portaledellameteorologia.it
La bassa stratosfera tropicale sta stabilendo nuovi record giornalieri di basse temperature legate al forte aumento SSW in corso nella stratosfera polare artica. Questo perché i riscaldamenti stratosferici inizialmente accelerano la circolazione residua stratosferica, guidando il movimento verso l’alto e il raffreddamento ai tropici.
 

Allegati

  • IMG_1566.png
    IMG_1566.png
    63.5 KB · Visualizzazioni: 26
  • IMG_1567.png
    IMG_1567.png
    67.1 KB · Visualizzazioni: 26

Alessandro 81

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
7,297
Reazioni
472
Punteggio
83
Località
Rimini
Sito web
portaledellameteorologia.it
Le temperature più fredde del normale nella fase inferiore sono aiutate dalla fase orientale del QBO . La circolazione residua avrà implicazioni anche per il trasporto chimico; ad esempio, una quantità maggiore di ozono verrà trasportata dai tropici al polo del nord emisfero
 

Allegati

  • IMG_1568.jpeg
    IMG_1568.jpeg
    598.9 KB · Visualizzazioni: 25
  • IMG_1569.jpeg
    IMG_1569.jpeg
    274.8 KB · Visualizzazioni: 25

Cloover

CSCT Team
Staff Forum
MD GROUP
Messaggi
15,779
Reazioni
7,138
Punteggio
113
Località
Comune di Marliana a 490mt slm
Si nota un cambio di assetto nel lungo termine in seno all'avvenuto ESE, con una nuova locazione delle epv,
La ripresa del VPS alle quote alte e la compressione adiabatica innescata dal nuovo approfondimento, andranno a canalizzare le anomalie in Troposfera, secondo uno schema che potrebbe essere vicino a quanto ipotizzato tempo fa.

Tale WR potrebbe realizzarsi tra fine mese e inizio Aprile, la possibilità di freddo tardivo è una realtà concreta:

gfs-z30-nh-f384.png

EUROPA logo - Copia (23) - Copia - Copia - Copia - Copia - Copia - Copia - Copia.jpg
 

GM Chenal

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
7,229
Reazioni
5,570
Punteggio
113
Località
Aosta, 600 m slm
Si nota un cambio di assetto nel lungo termine in seno all'avvenuto ESE, con una nuova locazione delle epv,
La ripresa del VPS alle quote alte e la compressione adiabatica innescata dal nuovo approfondimento, andranno a canalizzare le anomalie in Troposfera, secondo uno schema che potrebbe essere vicino a quanto ipotizzato tempo fa.

Tale WR potrebbe realizzarsi tra fine mese e inizio Aprile, la possibilità di freddo tardivo è una realtà concreta:

gfs-z30-nh-f384.png

Visualizza allegato 18426
Una proiezione (giustamente) prudente e che sottenderebbe una NAO tendente a valori positivi.
Un'alta pressione che, al contrario, io vedrei meno ingombrante ed addossata al nostro Paese ma più defilata sul nord Atlantico con GPT+ in proiezione tendenti a migrare verso Islanda e Groenlandia in regime di blocco, NAO-
webp-worker-commands-5684b7b559-6z4tq-6fe5cac1a363ec1525f54343b6cc9fd8-KUIFu2.webp

pdf2svg-worker-commands-5684b7b559-rgst6-6fe5cac1a363ec1525f54343b6cc9fd8-1_d7TN.svg

ps2png-worker-commands-5684b7b559-slz5t-6fe5cac1a363ec1525f54343b6cc9fd8-3NLnSt.png

gfs_nh-namindex_20240310.png

Con moti antizonali chiaramente da mettere in conto.
 

Cloover

CSCT Team
Staff Forum
MD GROUP
Messaggi
15,779
Reazioni
7,138
Punteggio
113
Località
Comune di Marliana a 490mt slm
Una proiezione (giustamente) prudente e che sottenderebbe una NAO tendente a valori positivi.
Un'alta pressione che, al contrario, io vedrei meno ingombrante ed addossata al nostro Paese ma più defilata sul nord Atlantico con GPT+ in proiezione tendenti a migrare verso Islanda e Groenlandia in regime di blocco, NAO-
webp-worker-commands-5684b7b559-6z4tq-6fe5cac1a363ec1525f54343b6cc9fd8-KUIFu2.webp

pdf2svg-worker-commands-5684b7b559-rgst6-6fe5cac1a363ec1525f54343b6cc9fd8-1_d7TN.svg

ps2png-worker-commands-5684b7b559-slz5t-6fe5cac1a363ec1525f54343b6cc9fd8-3NLnSt.png

gfs_nh-namindex_20240310.png

Con moti antizonali chiaramente da mettere in conto.

Giuste considerazioni ;) Io ho allegato quella proiezione perchè è quella che mi usciva fuori già 1mese e mezzo fa dall'analisi teleconnettiva, ma potrebbe andare in maniera diversa come hai evidenziato.
Vedremo nei prox agg. se i modelli inizieranno a fiutare questo cambio di regime ;)
 

Robello75

Utente esperto
Messaggi
194
Reazioni
151
Punteggio
43
Località
Roma
Giuste considerazioni ;) Io ho allegato quella proiezione perchè è quella che mi usciva fuori già 1mese e mezzo fa dall'analisi teleconnettiva, ma potrebbe andare in maniera diversa come hai evidenziato.
Vedremo nei prox agg. se i modelli inizieranno a fiutare questo cambio di regime ;)
Buongiorno.... Qualcosa gfs 00z fa vedere indipendentemente dalle tragliettorie.... Vediamo come andrà a finire...... Come ripeto da giorni , ormai visto l'andazzo non mi stupisce più niente, neanche il gelo tardivo della meteo moderna 😎
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top