BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - tommy80

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 16
1
Belli gli spaghi GFS, e quelli di Reading mi garbano anche di più...

][

2
Se do retta a GFS, sabato ho la +20 sulla testa... che significa più o meno 12 gradi di troppo rispetto alla inutile linea rossa.
Ma lasciamo pure perdere le medie, che è oramai palese che vengano lasciate lì a scopo masochistico.... questo picco anomalo, al suolo mi si dovrebbe tradurre in una over 30 abb.za agile.
Considerando che, causa gli attuali valori di GPT, si fanno già i 27° con una quasi +15.
Stamattina corsa delle 5:30 in maglietta, visto che erano a malapena 12°
Sforzandomi di non tirare in ballo le solite nenie su normalità e non-normalità, sul quando sia già capitato o meno e robe simili, una cosa però non posso fare a meno di considerarla: iniziare a monitorare le alitate africane in seconda decade di maggio, a me tanto regolare non mi sembra, a prescindere che poi finiscano più a ovest che ad est.
...perché se si parte così a maggio, come dicono sempre i francesi: mi sa che la fa_a si ingrossa
Io non me ne intendo e mi associo alla domanda di Andre qua sopra, ma una configurazione estiva in questo modo, piazzata già prima dell'inizio ufficiale dell'estate, mi garba poco

...ovviamente, auguri ad aralbedo !

:)

Non so rispondere ma Alessandro 1985  qui sopra da una spiegazione.  Negli ultimi tempi non riesco a far quadrare alla bell'e meglio nemmeno il breve, la variabilità del tempo che era tipica delle medie latitudini in pressochè tutte le stagioni salvo forse i 45 giorni approssimativi tra il primo luglio e ferragosto, è andata a farsi benedire .
Sono francamente disorientato, oggi si è formato un CB sul Pratomagno, cosa normale in questa stagione, a volte si formavano temporali di calore attorno alla mezza, poi rasserenava e se ne formavano di nuovi nel tardo pomeriggio aiutati dalla evaporazione dei temporali precedenti.
Non succede più da anni, quel CB depresso e solitario di oggi nel cielo uniforme color azzurro spento sembrava una perla in una discarica.
Era depresso quanto me.

3
Finita la storia delle retrogressioni fredde, del colpo di coda invernale ,delle possibili tardo gelate di Aprile mi sembra il caso di concentrarsi su questa situazione eccezionale  di siccità che non sembra risolversi a breve. Da oggi dovrà essere solo questa la nostra preoccupazione perchè ripeto da settimane che siamo in una fase storica dal punto di vista meteorologico per il nostro Paese, storica e che potrebbe anche essere drammatica. Pensiamo alle difficoltà che sta incontrando tutto il comparto agroalimentare per il costo dell'energia, se ci sommiamo poi la siccità vediamo che si stà realizzando una tempesta perfetta. Noi non ci possiamo fare niente però da osservatori e appassionati di meteorologia dobbiamo porre tutta la nostra attenzione a questo aspetto per l'Inverno ne riparliamo da Novembre.

4
Buongiorno a tutti. Prima battuta di arresto in in alta stratosfera (1-5 hPa).



 Rappresentazione delle temperature di alcune superfici isobariche come media zonale per il periodo novembre-aprile su differenti aree emisferiche boreali.



5
Buongiorno a tutti.
Leggo con molta attenzione ed estremo interesse le varie analisi, spesso diametralmente opposte, ma tutte argomentate (il dibattito e la dicotomia sono elementi fondamentali nella scienza ed hanno sempre portato ai risultati ed al progresso) e per questo resto sintonizzato sull'argomento più che mai.
In tutto questo caos, perchè di caos si deve parlare, anche nel determinismo, che di determinismo ha ormail quasi neanche più il nowcasting, la riflessione a livello di configurazione emisferica e di interazioni strato-tropo e di forzanti convettive ecc... è la seguente: si fa un gran parlare, a ragion veduta, di ESE Cold (acclarato) derivante da sfondamento della soglia del NAM di +1,5, di condizionamento della troposfera, e di particolare sfortuna in merito ad un inverno che poteva essere davvero interessante e che invece si sta rivelando tutto l'opposto; queste considerazioni di fatto, sono a tutti gli effetti applicabili ad una regione dell'emisfero Boreale piuttosto limitata che risponde al nome di Europa occidentale. isole Britanniche ed Islanda, mentra mi sembra che in tutto il resto dell'emisfero nord, questi concetti, stiano di fatto palesando effetti diametralmente opposti, a testimonianza che gli scambi meridiani, nonostante ESE Cold e HF praticamente quasi nulli, vi sono eccome (basti citare Canada, Siberia, Centro-Est Europa, Mediterraneo centro-orientale, India, Pakistan, Corea (compresa la Corea del sud), la quasi totalità del Giappone, comprese le aree più meridionali, est coast Nord Americana fino ai confini della Florida, e non aggiungo altro per non dilungarmi oltremodo.
La domanda che pongo agli esperti è dunque la seguente: Il concetto di VP ed ESE Cold, credo sia chiaramente un concetto emisferico e non orticellistico, pertanto ritengo che, la strada intrapresa a livello climatiche nel Mediterraneo Centrale (Italia, Francia Meridionale, Est Spagna) ed in Europa Centro-Occidentale, sia tale da amplificare e dirottare sempre e comunque in una direzione le stagioni fredde: come ci si spiega il fatto che ormai il concetto di NAM > +1,5 e condizionamento sembra sia valido solo per una limitata regione geografica dell'Emisfero Nord in cui purtroppo siamo epicentro? SI debbono ricercare motivazioni e ragioni nell'ambito del GW e dell'enfasi che tale fenomeno sta avendo nelle nostre lande per la particolare orografia del bacino del Mediterraneo centrale?

Ringrazio tutti coloro che, in qualunque modo, avranno dedicato qualche istante a leggere la mia riflessione e che daranno un feedback.

Gianmarco


semplicemente un ESE ci dice che circa 7 volte su 10 il VP/VPS saranno più forti della media per un certo periodo che mediamente va da 40 a 60 giorni..la forza del VP è facilmente misurabile con la positività dell'indice NAO..

La NAO a Dicembre-Gennaio-Febbraio mostra le seguenti correlazioni con i GPT a 500hpa a livello planetario, ovviamente il rosso indica GPT sopramedia con NAO positiva..



è abbastanza evidente come vi siano aree fortemente penalizzate ed altre che non vengono minimamente toccate da un eventuale forcing della NAO..

questo solo per considerare la NAO, ma ovviamente ci sarebbero altre variabili da discutere..è chiaro che per un paese mediterraneo l'ESE ha un forte impatto, per gli USA probabilmente molto molto meno, ma è così da sempre ed è cosa nota.. ;)

6
La AO oggi spacca


7
Tutti a guardare ad est, ma questa alta pressione può essere scalfita solo da ovest, guardiamo a ciò che succede in Atlantico perchè per quanto riguarda il freddo non ci sono speranze.

8
Pregate ,fratelli e sorelle, perchè ECMWF segua GEM che ci mostra quel caso su 20 in cui il SH prende il VP e lo "scoscia".. ;D ;D



scherzi a parte, anche comparisse un SH maestoso nei prossimi runs consiglio di aspettare di vederlo ad distanze umane (168 minimo) perchè in questi casi si fa presto a spazzarlo via in mezzo aggiornamento.. ;)

per ora registriamo solo che non siamo morti, poi vedremo se siamo anche vivi.. 8)

9
Ecco cosa passa la sinottica per stanotte. Fossimo stati a Maggio avrei detto UAU, dico invece bah! Un po' di prefrontale appenninico da stasera. Possibile - più sparso- anche in generale a nord dell'Arno.
Dalla prima nottata, al passaggio dell'asse di saccatura che trascina una linea instabile, precipitazioni in estensione al resto della regione, a carattere irregolare.
Possibile qualche temporale sul mare, agevolato dal getto inizialmente favorevole, temporale che difficilmente riuscirà ad andare oltre le linee di costa settentrionali.
Da metà mattina comincia a rasserenarsi da ovest, entro la mezza di domani dovrebbe gia essere tutto lontano a sudest.
Tornerà se non altro un pò di neve sopra i 1300-1400 metri.


10
Conferme ::)



Admiral Ackbar

Penso stasera si possa dire una cosa:  La realizzazione di questo ESE continua ad apparire molto problematica.
Dopo aver toccato la soglia in data 10 Gennaio (NAM= +1,5) , siamo nuovamente scesi in data 13 Gennaio ad un NAM=+1.2  grazie alla riattivazione degli eddy con flussi di momento convergenti nella struttura del VPS in alta Stratosfera, dove è evidente l'inserimento di momento esterlies:



In media-bassa Stratosfera il VPS rimane molto forte, tuttavia è praticamente identico il forcing analizzato in questo autunno con pattern a 2 creste d'onda.
In data 14 Gennaio il VPS mantiene una struttura fortemente minata da un'azione a 2 onde pressochè perfetta:





Mentre è interessante il rafforzamento della Brewer & Dobson circulation, sinonimo di un incremento di trasporto di Ozono e  prodromica di riscaldamenti della Stratosfera:



Riassumendo:

Soglia NAM raggiunta ma struttura del VPS ancora modulata dalla Troposfera secondo il setting abbondantemente discusso. Non ci sono evidenze di una chiusura e di uno sforamento importante della soglia.
Un MMW split continua ad essere nelle corde dell'evoluzione di questa dinamica e non è escluso che compaia improvvisamente nei prox runs.













11
Ora non si molla. Non si molla.


12
IL VORTICE POLARE STRATOSFERICO CONTINUERÀ A MANTENERSI FORTE DURANTE IL MESE DI GENNAIO 2022.

http://portaledellameteorologia.it/


La stratosfera è quella parte di atmosfera che sovrasta lo strato inferiore in cui prendono luogo le vicende meteorologiche, la troposfera, differenziandosi da essa per composizione chimica e caratteristiche fisiche. La superficie di suddivisione tra i due strati, la tropopausa, è quella superficie di altezza variabile tra i circa 8 Km sopra i poli, e i 20 Km sopra l’equatore, in cui si inverte il gradiente termico verticale della troposfera (mediamente pari a – 6.5°/1000m) stabilizzandosi intorno ai -60°. Pertanto in stratosfera la temperatura aumenta leggermente con la quota e la modalità di trasmissione del calore per convezione non può avvenire, eccetto che in casi particolari. Questo aumento è legato a fenomeni chimici come quelli di dissociazione delle molecole di ozono e di ossigeno esposti alla radiazione solare. L’interesse per le analisi delle carte sinottiche stratosferiche risiede nel loro impatto sulle vicende meteorologiche durante l’inverno boreale. In questa stagione infatti l’interazione tra stratosfera e troposfera avviene in entrambe le direzioni e questi eventi influenzano la circolazione emisferica boreale alle più alte latitudini in accordo al Northern Annular Mode (NAM). La sua modalità positiva è associata ad una circolazione prevalentemente zonale alle medio-alte latitudini mentre, all’opposto, una modalità negativa è associata prevalentemente ad una circolazione antitetica alle latitudini artiche (antizonale) con frequenti break della corrente ondulata occidentale ed insorgenza di blocchi alla circolazione zonale. Le superfici isobariche della stratosfera variano dai circa 100 hPa, dello strato sopra la tropopausa, a 1 hPa (circa 50 Km di altezza). Per bassa stratosfera si intende lo strato più vicino a quello in cui avvengono i fenomeni meteorologici, fino alla superficie isobarica di 50hPa. Questa area di maggiore densità opera come un filtro tra i fenomeni che avvengono in alta (1 /5 hPa) o media stratosfera (10/30 hPa) e l’atmosfera a noi più vicina, condizionando spesso l’inverno meteorologico. La struttura per strati facilita l’analisi sinottica, in quanto le variabili da prendere in considerazione durante lo studio sono molteplici. (The stratosphere is the part of the atmosphere that overlies the lower layer in which meteorological events take place, the troposphere, differing from it in chemical composition and physical characteristics. The subdivision surface between the two layers, the tropopause, is that surface with a height varying between about 8 km above the poles and 20 km above the equator, where the vertical thermal gradient of the troposphere (on average equal to -6.5°/1000m) is reversed, stabilising at around -60°. Therefore, in the stratosphere, the temperature increases slightly with altitude and heat transfer by convection cannot take place, except in special cases. This increase is related to chemical phenomena such as the dissociation of ozone and oxygen molecules exposed to solar radiation. The interest in the analysis of stratospheric synoptic charts lies in their impact on meteorological events during the boreal winter. In this season, the interaction between stratosphere and troposphere occurs in both directions and these events influence the boreal hemispheric circulation at higher latitudes according to the Northern Annular Mode (NAM). Its positive mode is associated with a predominantly zonal circulation at mid-high latitudes while, conversely, a negative mode is associated predominantly with an antithetic circulation at Arctic latitudes (antizonal) with frequent breaks in the westerly wave current and the occurrence of blockages to the zonal circulation. The isobaric surfaces of the stratosphere vary from about 100 hPa, of the layer above the tropopause, to 1 hPa (about 50 km high). The lower stratosphere is defined as the layer closest to where meteorological phenomena occur, down to the 50 hPa isobaric surface. This area of higher density acts as a filter between phenomena occurring in the upper (1/5 hPa) or middle stratosphere (10/30 hPa) and the atmosphere closer to us, often influencing the meteorological winter. The structure by layers facilitates synoptic analysis, as there are many variables to take into account during the study.

Ci stiamo avvicinando alla data in cui il vortice polare stratosferico, raggiunge la sua massima forza nel NH per poi gradualmente diminuire nel corso delle settimane.

Come descritto sopra, nel titolo , il vps tenderà a mantenersi forte per buona parte del mese e la causa è da ricercare in una propagazione verticale dell’onda anormalmente debole .



Per quanto riguarda l aggiornamento riguardante la media stratosfera (10/30 hPa) ,continua ad esserci un buon accordo da ECMWF, GEFS e CFS per quanto riguarda il vortice stratosferico a 10 hPa che dovrebbe rimanere più forte del normale almeno fino a gennaio, con pochissimi suggerimenti di un importante SSW.



13
Consiglierei di continuare con commenti di resa ..giusto per venire smentiti dai GM .. :P :P :P

Qui la figuretta la stanno facendo I modelli  che stanno venendo dietro a noi e non noi a loro  ;)


14
domani sera siamo al centro dell' attenzione modellistica mondiale  ;D :P :P





15
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Lunedi' 10 Gennaio 2022
« il: Gennaio 10, 2022, 08:57:48 am »
...bella nevicata inaspettata


16
Ve le metto prima che chiudano il Nowcasting.
Oggi sono andato a trovarla, non volevo perdermela.
Ecco 3 foto della neve sul Montalbano, le fotografie sono state fatte in zona Sant'Alluccio, a momenti veniva davvero bene.
Segnalo anche che in zona Cupolino ce n'era di più (alberi infarinati) ma comunque si sarà trattato di 1-2 cm al massimo in più.
E' stato stupendo rivederla, mi mancava.







Nulla a che vedere con le grandi nevicate degli anni passati ma comunque sempre stupenda, non ha prezzo vedere la propria montagna, dove vivi, innevata.

17
tac e' ripreso a nevicare fine e asciuttissima
T-1,8
dew point -1
e ora fino a domattina si spera  ;D

18
il problema che dobbiamo penare anche a quote piu alte per vedere
10 cm figurati per chi vive in pianura ,e non cito il nord la pianura padana
dove qualche anno fa facevano il pieno con queste entrate ora neanche le briciole.
Premesso speriamo che ci siano altri episodi da qui alla fine del inverno che possono far
divertire tutti ,ma ci sta che poi si ritorni nel nulla assoluto come da 10 anni a questa parte .
Vedremo io mi diverto spesso alla quota che sto ma mi ritengo fortunato visto il periodo di merda
che stiamo vivendo in questo decennio

19
qua continua senza sosta paesaggio da favola ora strada ghiacciata fino a villore paese 390 mt .
A vicchio tetti imbiancati e prati con leggero velo bianco .Tutto chiuso in fino ai 500 mt neve da
ritornante fitta e fine
T-1
dew point -1
buona serata  ;D

20
Tornato ora da slittare con i bimbi.

Situazione bellissima.
Partito da casa con +2.7, wlle cappelle del commiato già fiocchi nella pioggia. A Cercina neve che attaccava, ho proseguito fino parcheggione di Pratolino (salendo sulla sx), dove ho fatto slittare i bimbi da una leggera collinetta. Veniva una fitta nevicata con fiocchi di 5cm di diametro....uno spettacolo.

22
Impressionante  :o :o :o
Superato il 2018 ad accumulo, l’ultimo così risale al 2013  :o :o :o

23
Nevica anche a borgo a Cascia adesso e attacca.

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk


24
NEVICA!!! Ha girato a neve all'ultimo tuffo!

25
Si va verso i 10 cm  :o :o :o

26
nevicata intensa si va per i 5cm
a tratti diminuisce moderata poi riparte
forte guardiamo quanto dura il problema e'
sempre quello da qualche anno a questa parte la durata
la stranezza che ho
T 1
dew point 1
chiaro che ho sopra di me T negative

27
Che ci prepari di buono?  :)

Si scorge dai modelli l'auspicata reazione Troposferica al trasferimento di PV dalla stratosfera, con ECMWF che scorge una ripresa dei flussi di calore con vettori di momento che tendono alla convergenza:



Vediamo quindi il VP che va in accelerazione tornando barotropico sul canada (Step 1^):




 La posizione decentrata attiva un'onda lunga sul cui bordo orientale inizia a scorrere aria fredda. Questa è decisamente l'avvio di tutta la dinamica anche successiva. Capiamo subito infatti ,  quanto sia difficoltosa la propagazione di PV stratosferico nei bassi strati:



Avremo quindi un travaso di vorticità sull'Eurasia ed il VP tornerà fortemente ellittico, mentre rimarrà stazionaria l'onda Atlantica.
L'evoluzione si prospetta lunga ad esaurirsi e dovrebbe traghettarci in direzione del 3^ step, con forte intrusività dell'onda Atlantica ed importante discesa di aria fredda sull'Europa. Mediterraneo territorio di convergenza come da Outlook.
L'interessamento della Stratosfera è da valutare, potremmo arrivare al MMW oppure potrebbe verificarsi una trilobazione con wavebreaking al limite della tropopausa. Ne riparlerò  nei prossimi giorni.
Le cinture le avevamo allacciate, mettiamoci comodi e godiamoci il periodo più interessante della stagione










28
Io intanto oggi son andato a vedella con la speranza di rivedella... Passo della collina vecchia  ::)

]

29
il run12 lo firmerei all'istante  :-*

30
Nowcasting Toscana / Re:Giovedi' 06 Gennaio 2022 Befana Casting
« il: Gennaio 06, 2022, 09:41:50 am »
buon giorno forum e buona befana
stamani al risveglio 5 cm di neve
T 1,2°
dew point -1°
variabile con nevischio
vento da nord est prendiamo questo antipasto  ;D

31
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Mercoledi' 05 Gennaio 2022
« il: Gennaio 06, 2022, 12:18:13 am »
ora viene di brutto fiocchi sempre piu' grossi
spero che mi metta una decina di centimetri
te la dedico a te grande mago
T 2°
dew point 2°
raffiche di vento da nord est 14 kh ;D

32
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Mercoledi' 05 Gennaio 2022
« il: Gennaio 05, 2022, 11:59:21 pm »
T 2,9°
dew point 2°
vento da nord est raffiche da 10 KH
NEVEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

33
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Mercoledi' 05 Gennaio 2022
« il: Gennaio 05, 2022, 11:57:53 pm »
bat ha iniziato a NEVICAREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

34
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Mercoledi' 05 Gennaio 2022
« il: Gennaio 05, 2022, 11:50:40 pm »
Tramontana a gogo' e gocce di pioggia che al lampione paiono fiocchi di neve ma la neve vera e' molto diversa. :)

7.3°C,minima odierna poi 7.0°C, da questo punto in avanti sara' il vento il principale fenomeno atmosferico con il crollo termico tra l'altro in parte gia' avvenuto in basso, mentre in quota sara' piu' eclatante in questa fase, vento da NNW a 10 km/h, 25.8 mm la pioggia e penso sia il dato finale di oggi.

A 1500 mt dopo il consistente calo termico sembra che la temperatura cali in modo piu' graduale, ora -3.1°C, vento da NE a 35 km/h, bella neve a Cerreto Laghi....vi mando il link, fate finta di essere sul davanzale di una finestra...ci sono pure i lampioni...

https://paesaggidigitali.it/it/webcam-cerreto-laghi-appennino

Buonanotte...vedremo domani gli effetti...bianchi... :)

35
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Mercoledi' 05 Gennaio 2022
« il: Gennaio 05, 2022, 11:49:03 pm »
Poggio Conca 2 gradi mista ;)

36
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Mercoledi' 05 Gennaio 2022
« il: Gennaio 05, 2022, 11:31:14 pm »
ha cominciato mista a pioggia
T 3,4°
dew point 3°
vento da nord est

37
GFS 06 Ponte di Woejkoff da Manuale!  :-* ;)
come sovente da manuale c'è sempre che sn 300 ore che puntualmente vengono smentiti tutti...queste carte si devono commentare a 96 ore. inutile parlare di cose a 300 ore, lo abbiamo visto decine di volte, valenza zero tagliato. cmq sia entro fine mese un evento è possibile, speriamo di portarlo a casa, visto l'andazzo disastroso!

38
La cosa che da fastidio è che appena spunta un'occasione a 144ore poi a 120ore sparisce.....e se permettete di vedere carte buone a 300ore non me ne faccio nulla. Nonostante mi fidi dei longers......però sappiamo bene come da noi serva quasi sempre l'incastro giusto.....a sto punto aspettiamo altri 20 giorni....

39
Seremo di nuovo sotto omega rovesciata e la +10 ci punta dall'Africa. Non potrei sopportare di nuovo

40
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Sabato 1 Gennaio 2022
« il: Gennaio 01, 2022, 02:57:30 pm »
Di ritorno dal Monte Giogo a 1518 mt sono riuscito a decifrare il cielo, non era nebbia ma nuvole basse comprese tra 650 e 800 mt, praticamente uno strato di 150 mt che rende grigia e uggiosa la giornata qui in valle, ma immaginate la mattinata lassu' in golfino ultraleggero con temperatura a quasi 20°C e Ur sotto il 20%,  il mare di nubi che sovrastava la Lunigiana intera, il cielo sereno appena "sporcato" da qualche cirro e le colline piu' alte che parevano isole e, a ovest, all'orizzonte, le Alpi Marittime con la sagoma piramidale inconfondibile del Monviso e a nord le dolomiti con l'Antelao e il Monte Civetta. Non vi dico la sensazione del ritorno in valle in mezzo a quel grigiore... :(

10.5°C, Ur 95%, vento debole da S, 0.2 mm di pioviggine.

Dove sono stato a 1500 mt ora 17.7°C dopo una massima di 18.3°C...tanta roba per il primo gennaio a quella quota, Ur 18% con Dp a --6.2°C, vento da SW a quasi 5 km/h e questa brezza era persino piacevole stamane quando ero su.

Non c'e' che dire...per me un buon inizio d'anno e lo spero sia stato anche per tutti voi.  ;)

Buon pomeriggio.

41
Doveroso intervento di Capodanno, ma sostanzialmente nemmeno necessario.

Poco da aggiungere a quanto già detto, il VP presenta un setting fortemente ellittico con un pattern NAO che sale con estrema difficoltà a causa della posizione della Wave Mother, dinamica  che ci porta progressivamente allo schema 2:







Quindi ESE confermato, touchdown ed  iniezione di PV in Troposfera  con il Vortice Polare che torna barotropico in posizione decentrata  amplificando l'attività d'onda.

State tuned  ::)

Buon anno! :-*












42
GEM e UKMO frenano a 120 ore, se frena anche ECMWF si comincia a farci la bocca:



gli va sbarrata la strada subito.. ;D

43
Stanza nazionale: Analisi e previsioni meteo / Auguri di fine anno
« il: Dicembre 31, 2021, 12:45:45 pm »
Auguro a tutto il forum di meteodue, un felice e sereno 2022




44
I nostri esperti hanno fatto le analisi rendendole leggibili a tutti, il confronto è tutt'ora concitato,  la situazione non è per niente definita, i run sono diversi l'uno dall'altro, ma c'è già chi arriva con sentenze.
In questo TD  non sono ammessi lamenti e runnite (c'è la stanza apposita), chi non è in grado di fare analisi abbia l'umiltà di limitarsi alla lettura degli utenti più preparati.
A chi non lo capisce sarà tolta la licenza di scrivere in questa stanza.



www.meteodue.it

45
A me questa situazione comincia a non piacermi … anche il nonno vedo che sta cambiando idea… mmmm  :(
il nonno non ha cambiato idea,ha semplicemnte detto che reading ha mostrato un run da nao+ e nam +,se leggi dopo Cloover spiega che la nao è dettata da quello che propongono e hanno proposto i modelli fino ad ora e che potrebbe cambiare nell'immediato ::)

46
Di seguito l ultimo aggiornamento del 2021 riguardante la stratosfera.
L articolo è anche consultabile nel mio blog tramite il seguente link  http://portaledellameteorologia.it/

RISCALDAMENTO STRATOSFERICO IMPROVVISO[ (A VOLTE BREVEMENTE DETTO RISCALDAMENTO STRATOSFERICO, NELLA LETTERATURA SCIENTIFICA ANGLOSASSONE SUDDEN STRATOSPHERIC WARMING ABBREVIATO SSW E CITATO ANCHE STRATWARMING) NEL NUOVO ANNO SÌ OPPURE NO?

Buona giornata a tutti.

La stratosfera è quella parte di atmosfera che sovrasta lo strato inferiore in cui prendono luogo le vicende meteorologiche, la troposfera, differenziandosi da essa per composizione chimica e caratteristiche fisiche. La superficie di suddivisione tra i due strati, la tropopausa, è quella superficie di altezza variabile tra i circa 8 Km sopra i poli, e i 20 Km sopra l’equatore, in cui si inverte il gradiente termico verticale della troposfera (mediamente pari a – 6.5°/1000m) stabilizzandosi intorno ai -60°. Pertanto in stratosfera la temperatura aumenta leggermente con la quota e la modalità di trasmissione del calore per convezione non può avvenire, eccetto che in casi particolari. Questo aumento è legato a fenomeni chimici come quelli di dissociazione delle molecole di ozono e di ossigeno esposti alla radiazione solare. L’interesse per le analisi delle carte sinottiche stratosferiche risiede nel loro impatto sulle vicende meteorologiche durante l’inverno boreale. In questa stagione infatti l’interazione tra stratosfera e troposfera avviene in entrambe le direzioni e questi eventi influenzano la circolazione emisferica boreale alle più alte latitudini in accordo al Northern Annular Mode (NAM). La sua modalità positiva è associata ad una circolazione prevalentemente zonale alle medio-alte latitudini mentre, all’opposto, una modalità negativa è associata prevalentemente ad una circolazione antitetica alle latitudini artiche (antizonale) con frequenti break della corrente ondulata occidentale ed insorgenza di blocchi alla circolazione zonale. Le superfici isobariche della stratosfera variano dai circa 100 hPa, dello strato sopra la tropopausa, a 1 hPa (circa 50 Km di altezza). Per bassa stratosfera si intende lo strato più vicino a quello in cui avvengono i fenomeni meteorologici, fino alla superficie isobarica di 50hPa. Questa area di maggiore densità opera come un filtro tra i fenomeni che avvengono in alta (1 /5 hPa) o media stratosfera (10/30 hPa) e l’atmosfera a noi più vicina, condizionando spesso l’inverno meteorologico. La struttura per strati facilita l’analisi sinottica, in quanto le variabili da prendere in considerazione durante lo studio sono molteplici.

Gli ultimi aggiornamenti riguardanti la media stratosfera (10/30 hPa) ,continuano a mostrare un buon accordo tra i diversi centri previsionali ECMWF, GEFS e CFS per quanto riguarda il vortice stratosferico a 10 hPa il quale dovrebbe rimanere più forte del normale nelle prossime settimane, con pochissimi suggerimenti di un importante SSW.Prendendo in esame l ECMWF,l ultimo aggiornamento ci mostra , come la volta successiva ,un vortice stratosferico a 10 hPa decisamente forte .La media dell’ensemble è ben al di sopra della media climatica del modello, ponendo in risalto un “vortice forte” per l’intera previsione (> ~40 m/s) e sopra il 90° percentile del clima del modello a fine gennaio/inizio febbraio. Di seguito i grafici.


Ma perchè una tale situazione?

Le anomalie Z500 previste dagli ultimi aggiornamenti interferiscono in modo distruttivo con le onde stazionarie troposferiche medie (ridotta attività delle onde verticali)

Ricapitolando, nessun segno di un grande riscaldamento stratosferico è previsto per le prossime settimane .

I venti a 60 N, 10 hPa, dovrebbero rimanere sopra la media. – I flussi di calore diretti verso il polo sembrano rimanere attivi solo nell area del Pacifico settentrionale. La colonna atmosferica dalla stratosfera alla troposfera dovrebbe vedere ancora un disaccoppiamento, mentre il modello a 500 hPa dovrebbe rimanere abbastanza simile a quello che abbiamo visto negli ultimi giorni .

Anche l’ECMWF e il canadese sono simili

47
Che bellezza quest'anno potersi permettere di prendere per i fondelli il NAM e guardare i flussi sottozero con il sigaro in bocca.. ;D ;D

totale relax.. ;)

48
Indicativamente chiedo: in linea di massima possiamo sperare almeno in un rientro alla normalità già nel corso del mese di gennaio oppure si parla di febbraio?  ;)

per quanto mi riguarda, non do per perso nemmeno la Befana.. ;)

49
Da parte mia sono convinto che stamani sia stata presa una strada senza ritorno, il famoso breaking point meteorologico.

ECMWF evidenzia un disturbo a 2 creste d'onda stazionario che modulerà un VPS estremamente forte, con PV alte e coese:




Tuttavia l'Heat flux sarà intrusivo sui 60°N , dinamica che darà una prima bottarella alla struttura con tendenza ad un aumento termico del core:



Nel frattempo la convezione equatoriale rimarrà traslata sul Pacifico occidentale in fase7, con un forcing sulla circolazione zonale:



Quindi pulsazione dinamica sul Pacifico in posizione arretrata e schema 2 confermato:




L'SH è ormai maturo in questa fase stagionale e tutto e sottolineo TUTTO mi porta a sbilanciarmi pesantemente in direzione di uno split che andrà a condizionare tutta la 2^ parte stagionale di questo Inverno, con una pesante irruzione di aria fredda sull'Europa secondo quelle che erano le attese:




Lo scenario avrà quindi un impatto determinate sul WR, facendolo divenire primario sul plot dei 3 mesi (e questo è ciò che mi interessa per classificare un Inverno), mentre mi attendo anche una bello scossone pure qui sul periodo JFM 2022:




Questa proiezione nesce con l'esperienza di questi quasi 25anni sul pezzo, quell'esperienza che ad oggi ci ha consentito di non abbandonare mai l'obiettivo prefissato e procedere con tenacia in direzione di quello in cui crediamo.

Inutile dica che spero vada così, per noi che in fondo lo meritiamo e per voi che ci avete sempre dato fiducia e sostenuto.


Cloover






50
Penso che a leggere un dato riescano in tanti, altro discorso da una serie di dati dare un interpretazione e tentare di elaborare una proiezione...sono 2 cose abbastanza diverse, cerchiamo di non semplificare troppo quello che si prova a fare nell' altra stanza, distinguiamo le osservazioni dalle analisi

Inviato dal mio M2101K6G utilizzando Tapatalk
si ma un dato se quello è lo è per tutti, hai voglia se fai 2+2 di interpretarlo come ti pare ma sempre 4 ti fa..uguale quei parametri di cui parlano non c è niente da interpretare se non riportare..

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 16