BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Mauri1974

Pagine: [1]
1
 Io al momento leggo ogni cosa.. monitoro ed osservo ogni cosa.. e me ne sto quieto, tranquillo e zitto.. perché poi il resoconto si fa alla fine della stagione e si tirano le somme. ;D
 Per il resto penso di aver già scritto molto quest'inverno(giusto o sbagliato e con tutti gli eventuali errori.. etc..). ::)
 Il mio attuale pensiero è quello di ritrovarmi in linea e pienamente d'accordo con il Nonno Rodano.. e tutte le mie varie analisi e previsioni si erano e si sono basate con questo principio di base.. ma con il quadro telecconnettivo e termodinamico con cui ho interpretato il mio modo di vedere questa stagione. ;)

 Aspetto a tirare le mie somme e a fare il mio inventario.. l'inverno finisce a Marzo. ;)

Continuo a leggervi Goliardicamente volentieri. 8)

2
 Tutti i modelli nel long mostrano un asse del VP in setting termodinamico di tipo baroclino.. dove i maggiori centri di vorticità assumono connotazioni d'influenza e dipendenza di carattere termico e barico densamente proporzionati..





..con asse Canada(baia di Hudson..)/Siberia centro-orientale, affinché i cunei predisposti all'inserzione intrusiva dell'azione delle 2 onde planetarie principali e quindi un redivivo 2 Waves pattern, abbia l'input di coadiuvare l'azione sinergica per un primo step da bilobazione del VP a partir dai piani isobarici troposferici.
 Una dinamica che implica una risposta propedeutica a l'elevato waves number Troposferico, per cui innesca la futura rottura delle onde(Waves Breaking) e soppressione momentanea e fisiologica dei flussi di calore.
 Questa presumibile evoluzione, porterà al collasso del VP con un T-S iniziale dovuta alla ripartenza dell'onda Atlantica con l'ultimo semi-giro di rotazione antioraria sull'asse del VP in assetto appunto di tipo baroclino e modificherà irreversibilmente il core del VPS andando a generare una prima azione da bilobazione, portando perifericamente le vorticità potenziali con una visibile scissione dei livelli isentropici per cui le PV si rimoduleranno lungo i bordi degli stessi livelli.. e permettendo appuntamento una finale ripresa dei flussi di calore convergenti, a trasporto della seconda e prima cresta d'onda con maggiore intrusività proprio dovuta alla separazione di cui sopra.
 Tuttavia la soppressione e successiva ripresa dei flussi è già ben inquadrata dal grafico del fu berlin precedentemente postato.
 La dinamica risolutiva porterà l'innesco finale del Major Warming tra fine anno e prima decade di Gennaio... evoluzione inquadrata e riproposta da tempo... e andrà a completare quello che verrà definito Split del VP, con T-S-T event conclamato in ESE Warm.
 A livello Troposferico vedremo l'evolversi di una prima divergenza dell'onda atlantica, che proverà a contribuire a l'instaurazione del Pattern Scand+ e a costruire una lungo ponte alto pressorio ibrido tra Azzorre e SH.. nel frattempo il settore Euro-Russo-Asiatico avrà profondamente raffreddato il relativo comparto reiterando un Pattern da SH in forte espansione e di invulnerabile potenza.
 Il tutto entro le festività natalizie(capodanno circa..), con prima fase Artico/Continentale a ponte di Woeikoff.. e poi la risoluzione del T-S-T con Split ed esplosione del VP. ;)

 Lascio a voi immaginare il proseguo di Gennaio.. :o

3
sull' instabilità modellistica c'è pure un altro problema ( non bastassero quelli già detti... :D), ovvero la possibile ripartenza della mjo attraverso il continente marittimo ( indonesia, in soldoni ) per andare a svilupparsi sulla fase 6 nel Pacifico. L' attraversamento del "continente" è una fonte riconosciuta di errori sia di ecm che di gfs e cmc. La fortuna di gfs è che, al momento, proprio nemmeno lo vede tale passaggio  :D :D






4
Era fisicamente impossibile che si arrivasse ad MMW prima di Natale.

Elevate PV,
Elevato Waves  Numbers pattern
L’azione che vedete a due onde non è altro che un riflesso dell’azione troposferica. Ci vuole ben altro per arrivare all ‘ mmw ma ci arriveremo.

 8)




5
Salve una domanda per i più esperti l asse del probabile split sarebbe favorevole per Europa zona mediterranea?quali fattori potrebbero giocarci a sfavore è ritrovarci  con un pugno di mosche in mano?
L'asse è perfetto.. ma per avere uno Split bisogna che ci sia più intrusività e convergenza d'onda Atlantica.. e che dal Grafico del fu berlin sembrerebbe prendere forma..:



.. i flussi oggi sono meno decisi dei giorni scorsi, mostrando una flessione divergente per ovvie dinamiche di rotazione antioraria del VP e temporanee contrazioni dovute alla risoluzione del pregresso(ultimo) T-S-T..:







..in attesa del successivo T-S-T che si concretizzerà con la situazione termodinamica attualmente in corso, sul piano Troposferico che appunto inizia a dare le prime iniezioni di calore, per forte ripresa dei flussi, ad opera dell'elevato Wave number del VPT con onde intrusive e sempre più convergenti.

 Lo Split per concretizzarsi c'è bisogno di una vera e propria manifestazione da Warming Major innescata dalla ripresa della seconda cresta d'onda(Wave 2 planetaria) e azione a tenaglia della Wave Mother con Warming Siberiano.. e questo ce lo aspettiamo nei tempi predetti, quando la criticità della reiterazione del forte grado di eccentricità, impresso al VP, sia al massimo sforzo delle Onde in Compressione e le PV iniziano ad allentare il potenziale indotto dal rinforzo per SC(Strat Cooling) con intrusione dei flussi di calore a generare quella che viene definita azione di rottura delle onde (Breaking Waves), permettendo a sua volta l'intrusione delle 2 Onde principali ad agire sinergicamente per inerzia e dividere il VP(Split).

 Gli effetti in propagazione dell'eventuale fenomeno in risoluzione tramite il touchdown del disturbo(azione rapida e decisiva in caso di Split puro e da manuale.. stile febbraio 2018..).. allora le chance di usufruire di eventi notevoli, sia prima che durante e soprattutto dopo il TST.. sarebbero molto alte e con l'asse in gioco noi avremmo un target al 90% di esserne coinvolti(viste le vastità del movimento retrogrado delle masse Siberiane ed Artiche..).. senza sbilaciarmi troppo. ;)

 Ma se invece, si compiesse la rotazione del VP nella sua completezza a circa 360°(altro mio grande sospetto che mi porto avanti da inizio novembre.. ;D), l'elliticizzazione del VPS, si disporrebbe in direzione dei rispettivi oceani(come anche accennato e confermato da Cloover..), favorendo il violento ricompattamento per dinamiche di conservazione e mantenimento del momento angolare e riconquista del polo feografico, in situazione armonica di concentricita' delle isoipse e relative al gradiente barico orizzontale, con divergenza delle onde, abbattimento dell'E-P flux e azione retrograda di circolazione secondaria da Est bassa, verso fine anno.. e chiusura definitiva del VP su tutta la colonna isobarica e superamento della soglia critica del NAM positiva ed ESE Cold conclamato.. come GFS continua a supportare nonostante le incertezze evidenti nelle varie uscite modellistiche.

6
Stamani ottima convergenza modellistica, il movimento è ormai inquadrato anche dal determinismo.

Abbiamo un elevato grado di ellitticizzazione persistente fino in bassa-media Stratosfera ed uno squilibrio termodinamico accentuato.
Stazionarietà d'onda e buona intrusività in alta Stratosfera, dinamica che favorisce una graduale migrazione delle PV sugli edge indebolendo la struttura del VPS:




Questo equilibrio  si spezzerà improvvisamente e la probabilità maggiore è che la situazione viri improvvisamente nel determinismo senza particolare preavvisi.

Stamani firmo le carte di un terremoto modellistico e vi regalo l'Inverno che meritate.






7
Siberian Express in lavorazione e quasi pronto per la spedizione  ;)
Probabilità aggancio alto o basso?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Pagine: [1]