Forum MeteoDue.it

Uno sguardo al cielo e alle carte... => Stanza nazionale: Analisi e previsioni meteo => Topic aperto da: Sniek - Febbraio 23, 2017, 07:22:25 pm

Titolo: Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Febbraio 23, 2017, 07:22:25 pm
Sperando di fare cosa gradita così da non inserire commenti Off Topic in giro per il forum, apro questo argomento con l'intento di chiarire le proprie posizioni nel rispetto delle idee altrui.
Inizio con questo link di Russia Today:
https://www.rt.com/news/372902-orthodox-christmas-frost-celebrate/ (https://www.rt.com/news/372902-orthodox-christmas-frost-celebrate/)

" Bitterly cold temperatures haven’t stopped worshipers from celebrating Epiphany and Orthodox Christmas. Christian believers across the globe joined in celebrations.
Those who attended midnight liturgy at Moscow’s Cathedral of Christ the Savior had to bundle up for the bitter cold as temperatures in the capital dropped to about -30C on Christmas night. In Moscow Region, temperatures dropped below -32C.
"
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maxwinter - Febbraio 23, 2017, 07:30:01 pm
Sperando di fare cosa gradita così da non inserire commenti Off Topic in giro per il forum, apro questo argomento con l'intento di chiarire le proprie posizioni nel rispetto delle idee altrui.
Inizio con questo link di Russia Today:
https://www.rt.com/news/372902-orthodox-christmas-frost-celebrate/ (https://www.rt.com/news/372902-orthodox-christmas-frost-celebrate/)

" Bitterly cold temperatures haven’t stopped worshipers from celebrating Epiphany and Orthodox Christmas. Christian believers across the globe joined in celebrations.
Those who attended midnight liturgy at Moscow’s Cathedral of Christ the Savior had to bundle up for the bitter cold as temperatures in the capital dropped to about -30C on Christmas night. In Moscow Region, temperatures dropped below -32C.
"

hai un coraggio da Leoni , in bocca al lupo  ;D

scherzi a parte, è un ottima iniziativa,  se tutti e per tutti, intendo  nessuno escluso , interverremo in modo pacato, tanto non saremo di certo  noi a salvare il mondo, e se non ci metteremo a litigare sul mezzo grado , sarà un ottimo topic di confronto senza  nulla escludere a priori  ;)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Febbraio 23, 2017, 07:35:43 pm
hai un coraggio da Leoni , in bocca al lupo  ;D

scherzi a parte, è un ottima iniziativa,  se tutti e per tutti, intendo  nessuno escluso , interverremo in modo pacato, tanto non saremo di certo  noi a salvare il mondo, e se non ci metteremo a litigare sul mezzo grado , sarà un ottimo topic di confronto senza  nulla escludere a priori  ;)
Ho un pò di paura  ;D ;D ;D Speriamo bene  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Cloover - Febbraio 23, 2017, 07:54:00 pm
Ottima iniziativa  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maxwinter - Febbraio 23, 2017, 11:58:36 pm
intanto un po' di storia sul rilevamento delle temperature e loro utilizzo, non è proprio un articolo recente ma comunque utile.  ;)

L’evidenza osservativa di un significativo incremento della temperatura media dell’aria in prossimità della superficie terrestre costituisce un dato importante nel contesto dell’attuale dibattito sull’effetto climalterante delle emissioni antropiche. Questo incremento, ben evidenziato dalla figura 1, è sovrapposto ad una significativa variabilità interannuale nonché ad una importante variabilità su scala decennale, ma è comunque chiaramente identificabile, tanto che 17 dei venti anni più caldi dell’intero periodo coperto dalle osservazioni strumentali cadono nel ventennio 1988-2007.

(http://i.share.pho.to/9cfe44b2_o.png)

Figura 1: andamento della temperatura media globale in prossimità della superficie terrestre nel periodo 1856-2007. I valori sono espressi come scarti rispetto ai valori medi calcolati sul periodo 1961-1990. Fonte: University of East Anglia.

I dati rappresentati in figura 1 suscitano spesso numerosi interrogativi da parte di chi non si occupa professionalmente della ricostruzione o dell’analisi di serie storiche di dati meteorologici, in quanto non è facile capire come si possa effettivamente disporre di un numero di misure termometriche di alta qualità così elevato da permettere la ricostruzione dell’evoluzione del valor medio planetario della temperatura dell’aria per un periodo di oltre 150 anni.

In realtà lo sviluppo delle osservazioni meteorologiche affonda le sue radice in un passato molto più lontano di quanto non si creda comunemente e la prima rete sinottica, ovvero la rete del Cimento, risale addirittura al ‘600. A questa prima rete, che ha continuato ad operare per circa 15 anni, ne hanno fatto seguito molte altre, anche se fino alla seconda metà dell’800 tutte le iniziative hanno avuto una durata abbastanza limitata nel tempo e sono sempre state condotte in modo pioneristico e in assenza di metodologie standardizzate riconosciute universalmente.

Il primo tentativo di pervenire realmente ad un sistema di osservazioni meteorologiche standardizzato a scala planetaria è probabilmente costituito da una conferenza tenutasi a Bruxelles nel 1853. Questa conferenza viene considerata come il primo passo verso la cooperazione meteorologica internazionale, cooperazione che si è poi rafforzata rapidamente negli anni successivi fino a portare alla fondamentale conferenza di Vienna (1873), nel cui ambito è nata la International Meteorological Organisation (IMO), ovvero l’organizzazione che si è poi evoluta nella attuale World Meteorological Organisation (WMO).

La lettura degli atti di questa conferenza e delle conferenze che si sono succedute nei decenni successivi evidenzia in modo molto chiaro i notevoli sforzi prodotti negli ultimi tre decenni dell’800 per pervenire ad una reale standardizzazione delle osservazioni meteorologiche.

È peraltro importante sottolineare come già alla fine dell’800 le osservazioni non includessero solo i Paesi più avanzati, ma coprissero una significativa frazione dell’intero Pianeta, comprese alcune aree oceaniche che venivano coperte grazie al traffico marittimo. Nonostante ciò la copertura era comunque ancora lontana dall’essere globale e vi era la completa mancanza di osservazioni sistematiche in quota. Questi limiti vengono superati solo nella seconda parte del ventesimo secolo, dapprima con lo sviluppo di una rete planetaria di misure da termosondaggio quindi, in tempi più recenti, con lo sviluppo delle misure da satellite.

L’esistenza di una rete planetaria di osservatori meteorologici non è comunque l’unica condizione necessaria per poter studiare l’evoluzione a lungo termine del clima della Terra. Tale attività richiede infatti anche che i dati siano facilmente accessibili e che su di essi vengano effettuate una serie di analisi volte ad accertarne la qualità, l’omogeneità e la reale capacità di rappresentare l’intero Pianeta.

Il primo ricercatore che ha cercato di fronteggiare questi problemi è probabilmente stato Köppen che, tra il 1870 ed il 1880, ha organizzato ed elaborato un dataset di oltre 100 stazioni osservative, con l’obiettivo di produrre la prima stima dell’evoluzione della temperatura a scala globale della storia della meteorologia. Successivamente, la realizzazione di ricerche di questo tipo è stata notevolmente facilitata da una risoluzione della International Meteorological Organisation del 1923 che ha avviato una sistematica raccolta e pubblicazione di tutte le più significative serie di dati termometrici, pluviometrici e barometrici allora esistenti al mondo. Questa risoluzione ha portato al “World Weather Records”, una monumentale opera con serie di dati a risoluzione mensile relative a centinaia di stazioni di osservazione sparse in tutto il mondo. Questa raccolta ha poi continuato a venire regolarmente aggiornata nei decenni successivi e, a partire dagli anni ’60, i dati sono anche stati digitalizzati. Ai dataset globali vanno poi aggiunti numerosi dataset a carattere più locale (da nazionale a continentale), creati soprattutto nel corso degli ultimi decenni, nell’ambito di un grande numero di progetti volti a recuperare un frazione sempre più consistente dell’enorme patrimonio di informazioni che spesso giacciono ancora inutilizzate in archivi cartacei sparsi in tutto il Pianeta.

È quindi naturale come le stime dell’evoluzione a lungo termine della temperatura dell’aria in prossimità della superficie terrestre che si sono succedute al primo tentativo di Köppen si siano avvalse della disponibilità di una base di dati sempre più ampia, passando da un centinaio a 3000-4000 stazioni. A questi dati, relativi alle terre emerse, si aggiungono poi oggi numerose serie relative alle aree oceaniche. Esse consistono sostanzialmente di dati relativi alla temperatura superficiale dell’acqua, variabile che viene solitamente assunta come ben rappresentativa della temperatura dell’aria sugli oceani. Questi dati sono raccolti da lungo tempo grazie a navi mercantili e militare e, più recentemente, anche grazie ad una rete planetaria di stazioni ancorate a boe oceaniche.

Le più moderne stime dell’evoluzione a lungo termine della temperatura media planetaria dell’aria in prossimità della superficie terrestre si basano quindi sull’integrazione dei dati di diverse migliaia di stazioni osservative con una vasta mole di dati relativi alle aree oceaniche. Esse si avvalgono inoltre di un articolato insieme di procedure per il controllo della qualità e dell’omogeneità dei dati, nonché di tecniche di spazializzazione molto efficaci che consentono di gestire i problemi connessi con la distribuzione spaziale non uniforme delle serie disponibili (si veda ad esempio l’articolo di Brohan et al., 2006 “Uncertainty estimates in regional and global observed temperature changes: a new dataset from 1850” – J. Geophysical
Research ). Queste procedure, unitamente alla vasta letteratura disponibile sull’argomento, consentono oggi anche di valutare l’incertezza delle ricostruzioni ottenute. Essa è dovuta, da una parte al fatto che le serie storiche di dati meteorologici sono influenzate da disomogeneità ed errori indotti sia dagli strumenti di misura che dalle metodologie di osservazione e, dall’altra, dal fatto che, per quanto numerose, le misure disponibili non sono realmente rappresentative dell’intero Pianeta. Proprio per questa ragione una corretta ricostruzione dell’evoluzione della temperatura globale deve essere accompagnata da un’indicazione del relativo margine di incertezza. Questa indicazione è effettivamente presente nelle ricostruzioni più moderne e grazie ad essa è possibile per esempio affermare, come indicato nel quarto assessment report dell’IPCC, che il riscaldamento globale nel periodo 1906-2005 è stato di 0.74 ± 0.18 (°C), dove la cifra che segue la stima più probabile del trend indica l’intervallo entro il quale si ritiene che il trend abbia il 95% di probabilità di collocarsi effettivamente.

Il valore di incertezza relativamente contenuto delle stime relative al riscaldamento verificatosi nel corso dell’ultimo secolo è, come già visto, sicuramente frutto di sofisticate metodologie di analisi che consentono di massimizzare l’informazione che può essere estratta dai dati disponibili. Accanto a queste metodologie gioca però un ruolo fondamentale anche la buona qualità di molte delle serie osservative. La qualità delle osservazioni meteorologiche è infatti da lungo tempo un obiettivo fondamentale della comunità del settore; essa è peraltro sempre stata considerata con grande attenzione dall’Organizzazione Meteorologica Mondiale (si veda qui). Così, anche se esistono esempi di stazioni gestite e/o collocate in modo del tutto inadeguato, accanto ad esse vi è una grande maggioranza di situazioni nelle quali le osservazioni vengono effettuate in modo corretto e nelle quali viene prestata grande attenzione alle misure.

Fonte : Maurizio Maugeri.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: oldstylewinter - Febbraio 24, 2017, 01:48:55 am
È chiaro che l'umentare dei punti di prelievo dei dati atmosferici ha migliorato la risoluzione e la veridicità delle mappe rispetto al passato;comunque se per riferimento viene presa la media 60-90 è chiaro che un inverno come questo appaia caldo,specie in Russia. Ma come prendiamo la media 81-2010 ecco che arrivano i sottomedia.
E come mai?  Eh già, perché in fondo fa freddo come in passato,il riscaldamento del nostro inverno è solo un illusione ottica.
Non so come non si veda tutto questo è lo si faccia passare come situazione invariata rispetto a 40-50 anni fa,ma anche meno.
 ::)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Febbraio 24, 2017, 07:17:02 am
Molto interessante la pubblicazione postata da Max. Certo che la strumentazione utilizzata è cambiata nel tempo per cui anche l'accuratezza, in alcuni casi la posizione o il paesaggio antropico. Vorrei capire i metodi utilizzati per validare dati di decenni fa. Farò delle ricerche ;)
Non c'è da sottovalutare il contesto socio/economico poiché i cambiamenti climatici sono fonte di guadagno per molti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Buriano84 - Febbraio 24, 2017, 01:53:37 pm
Veramente l'ultimo inverno è stato ben sottomedia rispetto alla 61-90 in Russia.... 8)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 24, 2017, 06:01:10 pm
E' chiaro che gli ultimi 30 anni hanno una media al rialzo rispetto alla media trentennale precedente(1950-1980)..
ma quello che secondo me è poco chiaro, è il fatto che sembra che questa cosa sia irreversibile...verso il caldo logicamente..
sarebbe interessante vedere una media trentennale per es. tra il 1050 e il 1080 ... ::) :) :D

fonte Wikipedia

(https://s10.postimg.org/shpscglzd/2000_Year_Temperature_Comparison.png)

bel thread cmq..bravo sniek  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maxwinter - Febbraio 24, 2017, 07:18:55 pm
dal basso delle mie umili capacità  :-X e sempre per restare nel "metodo" senza addentrarmi nel "merito" del quale non avrei assolutamente le conoscenze e le capacità per giudicare   ;).

vi metto un ulteriore  tassello in più sul sistema di rilevamento delle temperature utilizzato dalla NASA , ovvero l' aver introdotto da alcuni anni il sistema :

GISS homogenization (urban adjustment)

al fine di correggere il problema del rilevamento delle temperature nelle isole di calore ( ad esempio le città) .

in parole povere,  vengono presi solamente  i dati delle città che hanno nelle immediate vicinanze anche stazioni meteo in zone rurali e poter così fare una sorta di omogenizzazione dei dati stessi.

per maggiore chiarezza e visto il mio non perfetto inglese  8) di seguito il testo originale:

One of the improvements — introduced in 1998 — was the implementation of a method to address the problem of urban warming: The urban and peri-urban (i.e., other than rural) stations are adjusted so that their long-term trend matches that of the mean of neighboring rural stations. Urban stations without nearby rural stations are dropped. This preserves local short-term variability without affecting long term trends. Originally, the classification of stations was based on population size near that station; the current analysis uses satellite-observed night lights to determine which stations are located in urban and peri-urban areas.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: oldstylewinter - Febbraio 24, 2017, 07:37:38 pm
dal basso delle mie umili capacità  :-X e sempre per restare nel "metodo" senza addentrarmi nel "merito" del quale non avrei assolutamente le conoscenze e le capacità per giudicare   ;).

vi metto un ulteriore  tassello in più sul sistema di rilevamento delle temperature utilizzato dalla NASA , ovvero l' aver introdotto da alcuni anni il sistema :

GISS homogenization (urban adjustment)

al fine di correggere il problema del rilevamento delle temperature nelle isole di calore ( ad esempio le città) .

in parole povere,  vengono presi solamente  i dati delle città che hanno nelle immediate vicinanze anche stazioni meteo in zone rurali e poter così fare una sorta di omogenizzazione dei dati stessi.

per maggiore chiarezza e visto il mio non perfetto inglese  8) di seguito il testo originale:

One of the improvements — introduced in 1998 — was the implementation of a method to address the problem of urban warming: The urban and peri-urban (i.e., other than rural) stations are adjusted so that their long-term trend matches that of the mean of neighboring rural stations. Urban stations without nearby rural stations are dropped. This preserves local short-term variability without affecting long term trends. Originally, the classification of stations was based on population size near that station; the current analysis uses satellite-observed night lights to determine which stations are located in urban and peri-urban areas.

Un tassello in più contro la teoria di alcuni secondo i quali non si tiene conto dell'antropizzazione di molte aree. :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maxwinter - Febbraio 24, 2017, 11:31:33 pm
sempre sul rilevamento delle temperature e tanto per ingarbugliare ulteriormente le cose  :D , mi sembra di capire  che tre sono principalmente i sistemi di rilevamento delle temperature che in seguito vengono separatamente utilizzati per decretare l'andamento del global warning :

1° rilevamento al livello del suolo tramite stazioni meteorologiche

2° rilevamento satellitare che però determina le temperature  dalla quantità di microonde emesse dalla bassa troposfera ( quindi da 0 a circa 5000 mt circa )

3° ed ultimo sistema , i radiosondaggi che più o meno si collocano a metà strada,  rispetto ai due precedenti.

difficilmente nel corso di questi anni comparativi i tre sistemi hanno dato esiti uguali ( ovviamente non indicando le stesse temperature,  ma quantomeno sull' andamento crescente o descrescente delle stesse ).

tutto ciò evidenzia che utilizzando o meno un determinato sistema di rilevamento il risultato finale potrà risultare diametralmente opposto.

come sempre vi posto una sintesi ( anche se in parte riguarda il fatidico 2015 ) che spiega ancora meglio, di quanto posso io aver fatto la questione.  ::)

______________________________________________________________

Fonte : Vincenzo Senzatela

Gli istituti di riferimento principali nell’analisi dei dati terrestri sono il NOAA e la collaborazione inglese HadCRUT che pubblicano mensilmente i dati delle anomalie di temperatura misurati.

La WMO compie un’ulteriore elaborazione delle analisi di NOAA e HadCRUT e del Goddard Institute of Space Studies (agenzia facente parte della NASA) combinandoli con modelli meteorologici per migliorare l’affidabilità e la copertura della superficie terrestre. I dati dei 3 istituti sono in accordo, tanto nella serie storica, quanto nell’indicare per il 2015 un’anomolia di +0,9°C rispetto alla media del ‘900 e di circa +0,45°C rispetto al periodo 1981-2010 (media di confronto con i dati satellitari). Il 2014 risulta staccato di ben 0,15°C, una differenza preoccupante dato che era già risultato come anno più caldo. Non solo: dal grafico delle temperature si vede la netta tendenza all’aumento di temperatura che dopo un leggero rallentamento dopo il 1998 ha ripreso ad accelerare proprio negli ultimi anni.


I dati terrestri sulle temperature indicano il 2015 come l’anno più caldo in assoluto da quando sono iniziate le rilevazioni meteorologiche.
(http://i.share.pho.to/0db97b12_o.png)
Crediti immagine: WMO.

Mentre i primi dati ufficiali delle stazioni meteo risalgono al 1891, i dati satellitari sono invece disponibili solo dal 1979. A differenza delle stazioni a terra i satelliti non misurano direttamente la temperatura dell’aria al suolo, ma la ricavano dalla quantità di microonde emessa da una certa fascia di atmosfera. Si deve tener conto che per la bassa troposfera (la parte più bassa dell’atmosfera, quella in cui viviamo) la temperatura misurata non è relativa alla sola superficie, ma all’intera colonna d’aria che va dal suolo a oltre 5000 m. Gli istituti di riferimento in questo caso sono il Remote Sensing System (RSS), istituto privato basato in California, e la University Of Alabama (UAH) che lavora in collaborazione con la NASA.

Entrambi gli istituti sono in accordo nel vedere il 2015 al terzo posto tra gli anni più caldi. Nella fattispecie le anomalie misurate rispetto alla media 1981-2010 sono di +0,22°C per RSS e +0,27°C per UAH, ben dietro il 2010 (+0,34°C) e il 1998 (circa +0,45°C), anno in cui si era avuto un fortissimo episodio di El Nino. Sia RSS che UAH vedono quindi un global warming dimezzato negli ultimi 35 anni rispetto ai dati terrestri. Le loro serie storiche hanno andamenti simili e mostrano un global warming completamente fermo dal 1998, in netto contrasto con i dati terrestri con differenze fino a 0,3°C.

I dati delle radiosonde si pongono a metà strada tra i dati satellitari e terrestri. Questi sono i dati raccolti dai termometri montati sui palloni aerostatici e che permettono di misurare la temperatura dell’aria fino alla stratosfera. L’analisi fatta dal NOAA sui dati della bassa troposfera pone il 2015 con +0,42°C al secondo posto, appena dietro i +0,43°C del 2005 (per confronto il 1998 ha un’anomalia di +0,23°C). Se il valore del 2015 è in pieno accordo con i dati terrestri la serie storica mostra delle differenze tanto con questi quanto con i dati satellitari.

grafico temperature
Create line charts
Capire a cosa siano dovuti i diversi andamenti dei dati è difficile(*). Se è possibile spiegare l’andamento dei radiosondaggi con una minore copertura globale, le differenze in aumento tra dati satellitari e terrestri è spiegabile solo parzialmente.

In parte può essere dovuta al fatto che, mentre le stazioni meteo misurano la temperatura alla superficie, i satelliti misurano quelle di un grosso spessore d’aria e possono anche avere grossi problemi di calibrazione. Nel corso degli anni, poi, si sono succedute diverse generazioni di satelliti e ci sono perciò problemi di uniformazione dei dati, tanto che nel corso degli anni si sono ripetute numerose correzioni e ricalibrazioni delle serie.

Lo stesso problema, però, si pone con le stazioni meteo, dato dall’impossibilità di coprire interamente e uniformemente la superficie del pianeta. Ci sono zone come oceani, deserti, foreste o l’intero Antartide da cui è possibile avere solo pochi dati e questo rappresenta un grande limite. Anche in questo caso si cerca di rimediare attraverso delle correzioni matematiche, ma rimane il problema che la temperatura dell’intero Antartide viene stimata attraverso una decina di stazioni quando nei soli Stati Uniti sono migliaia. Sia il sistema di rilevamento satellitare, sia quello terrestre hanno quindi i loro vantaggi e i loro limiti. Limitarsi a considerare i risultati solo di uno dei due non sarebbe un atteggiamento corretto dal punto di vista scientifico.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 26, 2017, 10:13:36 am
Ecco l'anomalie delle temperature globali...divise tra N emisfero e S emisfero e Media globale nell'anno 2016

(https://s13.postimg.org/su6dovkvr/16938644_10212839266164419_8934482820933806350_n.jpg)


  si nota come El Nino abbia alterato il sopramedia nel nostro emisfero, tra fine estate 2015 e inizio primavera 2016, mentre quello opposto mostra un calo durante giugno e luglio scorsi...         nulla di ecclatante cmq sia in un verso che nell'altro, anzi:

(https://s27.postimg.org/43m9r7j9f/16832119_10212839267884462_7547095216423495353_n.jpg)

 :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 28, 2017, 10:56:37 am
Ecco un altro tassello(fondamentale) in questo articolo, sui cambiamenti climatici di origine antropica.
Basterebbe solo staccarsi dai media di potere ed essere meno lobomotizzati per capire quanto sia improponibile quello che raccontano da svariati anni

http://www.attivitasolare.com/co2-numeri-impossibili-forse-no/ (http://www.attivitasolare.com/co2-numeri-impossibili-forse-no/)

http://notrickszone.com/2017/02/25/blockbuster-paper-finds-just-15-of-co2-growth-since-industrialization-is-due-to-human-emissions/#sthash.WmBXWvhN.uxfs (http://notrickszone.com/2017/02/25/blockbuster-paper-finds-just-15-of-co2-growth-since-industrialization-is-due-to-human-emissions/#sthash.WmBXWvhN.uxfs)

 :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 01, 2017, 12:04:11 pm
Il dibattito sulle cause dei cambiamenti climatici ora dev'essere considerato pressochè dipanato... il consenso sul ruolo del leone da parte della forzante antropica riceve un larghissimo consenso da parte dei ricercatori (97%)... poche le opinioni contrarie, che purtroppo fanno presa sui blog delle casalinghe scettiche, ma è un altro discorso.
La priorità ora è fare in modo che le persone prendano coscienza del problema con azioni "dal basso" volte al risparmio e al rispetto dell'ambiente, mentre la grande politica deve riuscire a intervenire con decisioni "dall'alto" efficaci e - prima si agisce meglio è - meno traumatiche possibile.
Per conservare il più possibile il benessere che ci siamo costruiti a fatica, in modo arraffone e insostenibile, dobbiamo cambiare marcia quanto prima

Ma di questo se ne deve parlare ogni giorno, dai forum al parlamento; dev'essere un dibattito etico-economico trasversale... star lì ancora a discutere di attività solare, PDO, mao mao e dar retta ai negazionisti fa perdere solo tempo prezioso e ahimè, rischia di far prendere decisioni sbagliate sulla politica energetica del futuro e di trascurare le azioni di adattamento ai cambiamenti climatici e alla crisi delle risorse.

Se ne deve parlare innanzi tutto... ma proprio come prima cosa. Parlare, e non negare... parlare in modo intelligente e non sminuire... parlare per agire.
Quanto vorrei che nei forum non ci fossero i Savonarola del clima, per restare in tema toscano
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Marzo 01, 2017, 12:16:40 pm
Ciao Nix, vorrei farti una domanda da ignorante: è sufficiente il mio singolo contributo o dovrebbero essere le multinazionali i primi a prendere coscienza del problema e prendere provvedimenti?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 01, 2017, 12:48:13 pm
Ciao Nix, vorrei farti una domanda da ignorante: è sufficiente il mio singolo contributo o dovrebbero essere le multinazionali i primi a prendere coscienza del problema e prendere provvedimenti?

Le multinazionali temo che per definizione non prendano provvedimenti che non siano legati ai loro interessi a brevissimo termine (e purtroppo mai lungimiranti). Per loro ci vuole un intervento politico forte, ma come ben sappiamo economia e potere vanno di pari passo... solo con una presa di coscienza collettiva che parte dal basso si più condizionare la politica e quindi anche le scelte. Il singolo politico che prende provvedimenti e dice "care multinazionali del carbonio fossile, è ora di mitigare le emissioni" non sarà mai ascoltato se non è la società a imporre in qualche maniera una linea comune.
Purtroppo dall'alto partono solo aberrazioni come il decreto sblocca-italia di qualche anno fa (2012 o 2013, se non erro) che ritardano sì, ma anche aggravano il problema.

Tutto secondo me parte dall'informazione... prendiamo atto che il problema esiste, parliamone in tv, sui giornali, nei forum, portiamolo in parlamento... da lì, se agiamo bene, parte poi l'escalation che va a toccare anche i provvedimenti di ordine superiore

Qual è il ruolo del cittadino? Il cittadino deve agire nel piccolo, quantomeno limitando gli sprechi... se tutti i singoli cittadini danno il loro piccolo contributo, si ottengono grandi cose. La politica, parallelamente, deve indurre TUTTI i cittadini a comportarsi come il singolo virtuoso. Non ci vuole nemmeno molto...

My opinion ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Marzo 01, 2017, 04:44:23 pm
Quindi multinazionali non se ne interessano, i paesi Brics neanche, nazioni povere non sono interessate....O sono tutti pazzi o c'è qualcosa che non torna
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 01, 2017, 05:37:49 pm
Quindi multinazionali non se ne interessano, i paesi Brics neanche, nazioni povere non sono interessate....O sono tutti pazzi o c'è qualcosa che non torna

Il fatto è proprio questo...che a tutti LORO torna..  ma a noi comuni cittadini molto meno... ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Marzo 01, 2017, 07:52:50 pm
Il fatto è proprio questo...che a tutti LORO torna..  ma a noi comuni cittadini molto meno... ;)
Qualora ci fosse un Gw causato da agenti inquinanti tutti ne pagheremmo le conseguenze, anche i signori delle multinazionali. Anche loro ed i loro figli. Questo vorrei far capire. Anche se guadagnano soldi ci farebbero ben poco. E se invece il GW venisse utilizzato per colpire alcune nazioni e arricchirsi con i soldi della popolazione? Chi non ha cambiato auto ed elettrodomestici perché consumavano meno, almeno secondo le dichiarazioni dei costruttori? Chi ha mai controllato realmente che queste dichiarazioni siano reali?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 01, 2017, 11:29:03 pm
Intanto in questo gw galoppante  ;D  vediamo cosa ci dice il Lamma ...dei Febbraio e di questo Febbaio appena conscluso, per un'area della vostra regione tra FI AR GR PI

(https://s17.postimg.org/wxsp37o1r/16864779_1352815384784358_8365806018201653495_n.jpg)

mese sopramedia se confrontato con le varie medie 71-00 e 81-10(per il secondo trentennio,anomalia più marcata, a testimoniare che semmai nell'ultimo trentennio sono stati mediamente abbastanza freddi, anzichè il contrario)..
però notiamo anche come a metà anni 60 e nel decennio anni 70, siano molti lo stesso sopra la media(spece 81-10)   ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Marzo 02, 2017, 06:33:02 am
Intanto in questo gw galoppante  ;D  vediamo cosa ci dice il Lamma ...dei Febbraio e di questo Febbaio appena conscluso, per un'area della vostra regione tra FI AR GR PI

(https://s17.postimg.org/wxsp37o1r/16864779_1352815384784358_8365806018201653495_n.jpg)

mese sopramedia se confrontato con le varie medie 71-00 e 81-10(per il secondo trentennio,anomalia più marcata, a testimoniare che semmai nell'ultimo trentennio sono stati mediamente abbastanza freddi, anzichè il contrario)..
però notiamo anche come a metà anni 60 e nel decennio anni 70, siano molti lo stesso sopra la media(spece 81-10)   ;)
Visto anch'io sulla pagina FB del Lamma Come dicevo in un altro topic prendere a riferimento solo 30 anni è statisticamente inefficace per cui fuorviante
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: oldstylewinter - Marzo 02, 2017, 08:36:39 am
I dati vanno anche interpretati in base alle temperature giornaliere minime massime e durante le 24 ore,giorno per giorno altrimenti non si capiscono certe dinamiche col risultato che un valore medio mensile globale può trarre in inganno. Ad esempio il Febbraio 2012 mostra una media sui 4 gradi nonostante 15 giorni con termiche molto gelide in quota e valori quasi sempre sotto zero o vicini allo zero al suolo. Eppure ci sono altri mesi con una media simile e che non hanno avuto una lunga fase di gelo.
Cosa significa? Che la seconda metà di febbraio 2012 ha visto valori termici molto miti senza rigurgiti freddi mentre anni come il 2003 o 2005,tanto per fare un esempio,pur non avendo avuto ondate di gelo significative ,hanno avuto un andamento freddo più costante con solo poche giornate miti.
Quindi questi grafici ci raccontano di come è stata la media termica ma non l'andamento dei valori nel corso dei giorni;e questo,secondo me,è importante per capire come il clima varia la sua modalità di esprimersi. :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 02, 2017, 01:17:15 pm
Il clima varia costantemente e il suo modo di esprimersi è dato dalle medie mensili, se si parla di clima basato su medie e riscontri vissuti in passato. :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Marzo 02, 2017, 06:44:54 pm
I dati vanno anche interpretati in base alle temperature giornaliere minime massime e durante le 24 ore,giorno per giorno altrimenti non si capiscono certe dinamiche col risultato che un valore medio mensile globale può trarre in inganno. Ad esempio il Febbraio 2012 mostra una media sui 4 gradi nonostante 15 giorni con termiche molto gelide in quota e valori quasi sempre sotto zero o vicini allo zero al suolo. Eppure ci sono altri mesi con una media simile e che non hanno avuto una lunga fase di gelo.
Cosa significa? Che la seconda metà di febbraio 2012 ha visto valori termici molto miti senza rigurgiti freddi mentre anni come il 2003 o 2005,tanto per fare un esempio,pur non avendo avuto ondate di gelo significative ,hanno avuto un andamento freddo più costante con solo poche giornate miti.
Quindi questi grafici ci raccontano di come è stata la media termica ma non l'andamento dei valori nel corso dei giorni;e questo,secondo me,è importante per capire come il clima varia la sua modalità di esprimersi. :)
Old la mia opinione è che il clima è cambiato e cambierà per motivi a noi ancora sconosciuti. Ad oggi si ipotizzano periodi estremi passati basandosi su poco più che ipotesi. Il tuo ragionamento lo trovo corretto ma a quel punto va a scontrarsi con la definizione scientifica di clima quindi di una pura media dei dati. Questa è una mia opinione, chiaramente, e spero che chiunque ne abbia una si esprima in piena libertà ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 06, 2017, 10:24:14 pm
Ecco un altro dato che smaschera scenziati pro-fondi statali...emhh pro -agw  ;D

https://realclimatescience.com/2017/03/arctic-sea-ice-extent-the-same-as-2006/?utm_source=dlvr.it&utm_medium=twitter

In sostanza abbiamo all'incirca la stessa estensione della massa ghiacciata artica di 11 anni fà.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Marzo 14, 2017, 11:52:19 am
http://www.lamma.rete.toscana.it/news/inverno-altalenante-temperature-media-e-poca-pioggia (http://www.lamma.rete.toscana.it/news/inverno-altalenante-temperature-media-e-poca-pioggia)

Questo è il report del Lamma per l'inverno appena trascorso. Dati alla mano, l'inverno è risultato nella fantomatica media
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 14, 2017, 03:32:47 pm
E' chiaro che gli ultimi 30 anni hanno una media al rialzo rispetto alla media trentennale precedente(1950-1980)..
ma quello che secondo me è poco chiaro, è il fatto che sembra che questa cosa sia irreversibile...verso il caldo logicamente..
sarebbe interessante vedere una media trentennale per es. tra il 1050 e il 1080 ... ::) :) :D

fonte Wikipedia

(https://s10.postimg.org/shpscglzd/2000_Year_Temperature_Comparison.png)

bel thread cmq..bravo sniek  ;)

La vedi già da quel grafico... sono "smoothed" sia gli ultimi decenni, che il Medioevo. Non è che lo è solo il medioevo

E considera anche che le temperature non si sono fermate al 2004...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Marzo 14, 2017, 03:43:28 pm
Ma vogliamo credere di conoscere con accuratezza le temperature globali del medioevo?!?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: bebix - Marzo 14, 2017, 03:54:32 pm
Sei un grande!

Ma vogliamo credere di conoscere con accuratezza le temperature globali del medioevo?!?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 14, 2017, 05:42:19 pm
Ma vogliamo credere di conoscere con accuratezza le temperature globali del medioevo?!?

Giusta osservazione! Non riusciamo ad averle oggi con accuratezza, figuriamoci 1000 anni fà!
eeee..questo Agw...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Karasjok - Marzo 15, 2017, 04:59:10 pm
certo che riusciamo a sapere l'andamento delle temperature nel medioevo. Ci sono molti studi che uniscono la storiografia, i carotaggi, la dendrocronologia.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 15, 2017, 05:36:23 pm
Ma vogliamo credere di conoscere con accuratezza le temperature globali del medioevo?!?

Di certo non si può pretendere di conoscere nel dettaglio la variabilità termica interannuale, ma si possono ricostruire con buona affidabilità le condizioni medie del clima attraverso i dati proxy

- crioclimatologia
- dendroclimatologia
- composizione chimica delle torbiere

Di letteratura sull'argomento ce n'è fin che vuoi... basta cercare. A meno che sniek non voglia avere la pretesa di invalidare decenni di studi sull'argomento da parte di migliaia di ricercatori laureati

Non ha mai fatto così caldo negli ultimi 5000 anni, il clima non è mai cambiato così rapidamente, e anche quando in passato (molto lontano) ha fatto più caldo di ora non c'erano 7 miliardi di bocche da sfamare. Credo sia abbastanza ora di finirla a dubitare di tali evidenze e di non tirare più in ballo delle cantonate clamorose come la Groenlandia verde o le vigne al Polo nord
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Marzo 15, 2017, 05:48:14 pm
certo che riusciamo a sapere l'andamento delle temperature nel medioevo. Ci sono molti studi che uniscono la storiografia, i carotaggi, la dendrocronologia.
Ciao, un conto è parlare di un andamento un conto è parlare con precisione della temperatura media in un determinato luogo 1000 anni fa. Qui si parla di decimi di grado, non mi sembra sia possibile. Se per favore ci puoi dare un riferimento, un testo, così possiamo leggere ed informarci. Grazie  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Marzo 15, 2017, 05:54:44 pm
Di certo non si può pretendere di conoscere nel dettaglio la variabilità termica interannuale, ma si possono ricostruire con buona affidabilità le condizioni medie del clima attraverso i dati proxy

- crioclimatologia
- dendroclimatologia
- composizione chimica delle torbiere

Di letteratura sull'argomento ce n'è fin che vuoi... basta cercare. A meno che sniek non voglia avere la pretesa di invalidare decenni di studi sull'argomento da parte di migliaia di ricercatori laureati

Non ha mai fatto così caldo negli ultimi 5000 anni, il clima non è mai cambiato così rapidamente, e anche quando in passato (molto lontano) ha fatto più caldo di ora non c'erano 7 miliardi di bocche da sfamare. Credo sia abbastanza ora di finirla a dubitare di tali evidenze e di non tirare più in ballo delle cantonate clamorose come la Groenlandia verde o le vigne al Polo nord
Nel XXI secolo, riusciamo ad avere dati con una certa precisione grazie ai satelliti. Se non lo sapevi t'ho illuminato
Ora vado a leggere se 5000 anni fa avevano questa tecnologia, appena trovo qualcosa ti rispondo......
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 15, 2017, 06:46:06 pm
Nel XXI secolo, riusciamo ad avere dati con una certa precisione grazie ai satelliti. Se non lo sapevi t'ho illuminato
Ora vado a leggere se 5000 anni fa avevano questa tecnologia, appena trovo qualcosa ti rispondo......

Io ti posso da par mio illuminare sul fatto che per il passato è possibile ricostruire le condizioni climatiche "medie", che poi sono quelle che più contano per valutare i cambiamenti climatici sulla lunga distanza. In caso contrario ti ringrazio per avermi detto che esiste l'acqua calda  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 15, 2017, 11:02:00 pm
Di certo non si può pretendere di conoscere nel dettaglio la variabilità termica interannuale, ma si possono ricostruire con buona affidabilità le condizioni medie del clima attraverso i dati proxy

- crioclimatologia
- dendroclimatologia
- composizione chimica delle torbiere

Di letteratura sull'argomento ce n'è fin che vuoi... basta cercare. A meno che sniek non voglia avere la pretesa di invalidare decenni di studi sull'argomento da parte di migliaia di ricercatori laureati

Non ha mai fatto così caldo negli ultimi 5000 anni, il clima non è mai cambiato così rapidamente, e anche quando in passato (molto lontano) ha fatto più caldo di ora non c'erano 7 miliardi di bocche da sfamare. Credo sia abbastanza ora di finirla a dubitare di tali evidenze e di non tirare più in ballo delle cantonate clamorose come la Groenlandia verde o le vigne al Polo nord

Chi lo dice sà di mentire...
semplice!  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Karasjok - Marzo 16, 2017, 06:06:46 pm
 Questo è lo studio che ha ricostruito il clima di oltre 1700 anni grazie ai Pini siberiani :
http://www.wsl.ch/info/mitarbeitende/frank/D_Arrigo_etal_GRL_2001.pdf (http://www.wsl.ch/info/mitarbeitende/frank/D_Arrigo_etal_GRL_2001.pdf)

Questo è un bellissimo progetto italiano di collaborazione multidisciplinare sullo studio del clima medioevale : http://www.nimbus.it/meteoshop/Estratti/Nimbus/6566_estratto3.pdf (http://www.nimbus.it/meteoshop/Estratti/Nimbus/6566_estratto3.pdf)

 Questo è uno studio sul clima recente applicando le scoperte di Le Roy Ladurie
http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/agrometeo/file-e-allegati/atlante/Clima%20e%20vite%20a%20Conegliano.pdf (http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/agrometeo/file-e-allegati/atlante/Clima%20e%20vite%20a%20Conegliano.pdf)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 16, 2017, 06:51:07 pm
Questo è lo studio che ha ricostruito il clima di oltre 1700 anni grazie ai Pini siberiani :
[url]http://www.wsl.ch/info/mitarbeitende/frank/D_Arrigo_etal_GRL_2001.pdf[/url] ([url]http://www.wsl.ch/info/mitarbeitende/frank/D_Arrigo_etal_GRL_2001.pdf[/url])

Questo è un bellissimo progetto italiano di collaborazione multidisciplinare sullo studio del clima medioevale : [url]http://www.nimbus.it/meteoshop/Estratti/Nimbus/6566_estratto3.pdf[/url] ([url]http://www.nimbus.it/meteoshop/Estratti/Nimbus/6566_estratto3.pdf[/url])

 Questo è uno studio sul clima recente applicando le scoperte di Le Roy Ladurie
[url]http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/agrometeo/file-e-allegati/atlante/Clima%20e%20vite%20a%20Conegliano.pdf[/url] ([url]http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/agrometeo/file-e-allegati/atlante/Clima%20e%20vite%20a%20Conegliano.pdf[/url])


Bellissimo contributo.,..io ho il numero Nimbus con lo studio pubblicato per intero. Ci sono un po' di luoghi comuni che spazza via  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Marzo 16, 2017, 08:02:39 pm
Questo è lo studio che ha ricostruito il clima di oltre 1700 anni grazie ai Pini siberiani :
[url]http://www.wsl.ch/info/mitarbeitende/frank/D_Arrigo_etal_GRL_2001.pdf[/url] ([url]http://www.wsl.ch/info/mitarbeitende/frank/D_Arrigo_etal_GRL_2001.pdf[/url])

Questo è un bellissimo progetto italiano di collaborazione multidisciplinare sullo studio del clima medioevale : [url]http://www.nimbus.it/meteoshop/Estratti/Nimbus/6566_estratto3.pdf[/url] ([url]http://www.nimbus.it/meteoshop/Estratti/Nimbus/6566_estratto3.pdf[/url])

 Questo è uno studio sul clima recente applicando le scoperte di Le Roy Ladurie
[url]http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/agrometeo/file-e-allegati/atlante/Clima%20e%20vite%20a%20Conegliano.pdf[/url] ([url]http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/agrometeo/file-e-allegati/atlante/Clima%20e%20vite%20a%20Conegliano.pdf[/url])

Grazie   Ce n'è materiale
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Cloover - Marzo 16, 2017, 08:17:08 pm
Febbraio 2017: a livello globale è il secondo febbraio più caldo dal 1880

L'analisi mensile del Goddard Institute for Space Studies (Giss) della Nasa non lascia spazio a dubbi ed è frutto delle rilevazioni di 6.300 stazioni meteorologiche nel mondo, dei dati sugli oceani rilevati da navi e boe e delle informazioni provenienti dalle stazioni di ricerca in Antartide.

http://www.meteo.it/giornale/febbraio-2017-a-livello-globale-e-il-secondo-febbraio-piu-caldo-dal-1880-11447.shtml (http://www.meteo.it/giornale/febbraio-2017-a-livello-globale-e-il-secondo-febbraio-piu-caldo-dal-1880-11447.shtml)

 :-X :-\
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: valvenegia - Marzo 16, 2017, 08:32:21 pm
Altro che normalità del clima mediterraneo  :-X
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 20, 2017, 09:45:40 am
http://www.nature.com/ngeo/journal/vaop/ncurrent/full/ngeo2914.html (http://www.nature.com/ngeo/journal/vaop/ncurrent/full/ngeo2914.html)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 20, 2017, 09:53:13 am

Allora non ci capiamo
[url]http://www.etimo.it/?term=espandere[/url] ([url]http://www.etimo.it/?term=espandere[/url])
Etimologia di espandere: PANDO; PANSUS... stendere ---> EX+pandere = aumentare in estensione

Dal 2001, come tu hai scritto, i ghiacci NON si sono espansi, ma si sono ridotti di estensione. Fusi
Questo è... ripeto; elementari (mi vengono grossi dubbi su chi fosse l'asino o chi abbia esagerato coi fiaschi)  ;)

([url]http://nsidc.org/images/arcticseaicenews/200804_Figure3.png[/url])


RIPRENDO QUI(per non andare ot di là)

Bah...allora parliamo lingue diverse!  :o   continui con nominare l'estensione, ma allora ci fai dai... ;D


http://www.reuters.com/article/us-climate-canada-arctic-idUSTRE59S3LT20091029 (http://www.reuters.com/article/us-climate-canada-arctic-idUSTRE59S3LT20091029)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 20, 2017, 09:58:29 am
Ghiaccio pluriennale(più vecchio) ...occhio, NON si parla dell'estensione della superficie marina dell'artide ...

(https://s13.postimg.org/sz6y10qjb/C7_JF0_Fv_U0_AADt_CP_jpg_large.jpg)

3a elementare  ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 20, 2017, 10:09:47 am
(https://s4.postimg.org/66h6n3pbx/C6q_CWt_YVs_AAE5_c_jpg_large.jpg)

Anche di superficie bianca non ce n'è sul pianeta...e il polo si sta sciogliendo completamente( questo dovrebbe essere avvenuto già da qualche anno  ;D )

(https://s11.postimg.org/7x90ednlf/C60_Z_ju_V4_AAT6_3_jpg_large.jpg)

 :o ::) :-[
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 20, 2017, 02:14:50 pm
Giusto... ho sbagliato a parlare di "estensione"...è un concetto limitativo.
Forse avrei dovuto parlare di volume per capirci meglio. Il bello è che ale81 posta ogni santo giorno grafici aggiornati che, a mio avviso, parlano da soli. Non ci sarebbe neanche da discuterci su
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 20, 2017, 02:15:46 pm
Aggiungo... sto ancora aspettando gli effetti sulle T globali del minimo solare del 2006-2011... posso fare una pausa caffè o devo continuare ad aspettare?  :D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: oldstylewinter - Marzo 20, 2017, 06:26:25 pm
Giusto... ho sbagliato a parlare di "estensione"...è un concetto limitativo.
Forse avrei dovuto parlare di volume per capirci meglio. Il bello è che ale81 posta ogni santo giorno grafici aggiornati che, a mio avviso, parlano da soli. Non ci sarebbe neanche da discuterci su

A livello di albedo non credo che il ghiaccio vecchio che si espande in spessore influisca quanto l'aumento della superficie coperta dai ghiacci in totale.
 ::)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 20, 2017, 11:26:53 pm
può darsi, ma cmq la neve(fresca) ha maggior effetto di questo tipo, rispetto al ghiaccio marino
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 20, 2017, 11:53:02 pm
Aggiungo... sto ancora aspettando gli effetti sulle T globali del minimo solare del 2006-2011... posso fare una pausa caffè o devo continuare ad aspettare?  :D

non ci saranno molti lustri da aspettare... :)
ma occhio con i caffè, non vorrei ti innervosissero troppo... ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Marzo 22, 2017, 11:33:51 am
Penso possa interessare
http://www.media.inaf.it/2017/03/20/bias-pnas-daniele-fanelli/
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: luca_mo - Marzo 23, 2017, 10:14:59 am
Mie riflessioni:
- Nel vero concetto del termine "glaciazione" si intende la presenza di calotte glaciali ai poli, ergo, siamo tutt'ora in una fase glaciale.
- E' noto che l'uomo ha paura dei cambiamenti, basta vedere come si comporta nei confronti del GW quando dovrebbe benissimo sapere che il GW non è pericoloso per la Terra dato che lo sanno anche i muri dei cicli climatici terrestri e non mi sembra che la Terra abbia mai smesso di esistere.. (forse per l'uomo?)
- Ricollegandomi all'ultimo punto, io non credo affatto che il GW sia una cosa dannosa o almeno non totalmente come viene fatto passare. E' ovvio come in passato siano state soprattutto ere glaciali a provocare morti e carestie e assenza di cibo, cosa contraria nei periodi caldi più favorevoli allo sviluppo. Oggi si parla tanto della mancanza di risorse per soddisfare tutti, immaginiamo se il GW portasse vaste aree ora non coltivabili a causa di T troppo fredde in aree coltivabili? Mi vengono in mente le immense aree siberiane o quelle canadesi.
- A supporto del secondo punto, attualmente la T media dei fondali oceanici si aggira attorno ai 2 gradi, nel Cretacico si era attorno agli 11 gradi. Poi mi si verrà a dire si, ma non era causa dell'uomo o presunta. e allora? Cambia qualcosa nel risultato? I dati sempre quelli sono.
Studiare un po' di Geologia a quanto pare non fa proprio male..
Poi se uno è contrario al GW perchè nevicherà meno nel suo giardino pazienza se ne farà una ragione...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 23, 2017, 06:57:45 pm
Mie riflessioni:
- Nel vero concetto del termine "glaciazione" si intende la presenza di calotte glaciali ai poli, ergo, siamo tutt'ora in una fase glaciale.
- E' noto che l'uomo ha paura dei cambiamenti, basta vedere come si comporta nei confronti del GW quando dovrebbe benissimo sapere che il GW non è pericoloso per la Terra dato che lo sanno anche i muri dei cicli climatici terrestri e non mi sembra che la Terra abbia mai smesso di esistere.. (forse per l'uomo?)
- Ricollegandomi all'ultimo punto, io non credo affatto che il GW sia una cosa dannosa o almeno non totalmente come viene fatto passare. E' ovvio come in passato siano state soprattutto ere glaciali a provocare morti e carestie e assenza di cibo, cosa contraria nei periodi caldi più favorevoli allo sviluppo. Oggi si parla tanto della mancanza di risorse per soddisfare tutti, immaginiamo se il GW portasse vaste aree ora non coltivabili a causa di T troppo fredde in aree coltivabili? Mi vengono in mente le immense aree siberiane o quelle canadesi.
- A supporto del secondo punto, attualmente la T media dei fondali oceanici si aggira attorno ai 2 gradi, nel Cretacico si era attorno agli 11 gradi. Poi mi si verrà a dire si, ma non era causa dell'uomo o presunta. e allora? Cambia qualcosa nel risultato? I dati sempre quelli sono.
Studiare un po' di Geologia a quanto pare non fa proprio male..
Poi se uno è contrario al GW perchè nevicherà meno nel suo giardino pazienza se ne farà una ragione...

Provo a rispondere punto per punto:
- una glaciazione è un periodo... non è mai stabile nel corso della storia del pianeta terra, ma si è sempre manifestato con un forte avanzamento della calotta, fino a latitudini nordamericane e nordeuropee, e un abbassamento della T media di circa 10 gradi medi. Non è riducibile alla semplice "presenza" di ghiaccio, foss'anche un cubetto stile mohito

- che la Terra continuerà ad esistere è verissimo... che possa continuare ad esistere anche senza di noi è altrettanto vero. Mi sembra però stupido autocostruire con le nostre mani un contesto che rischia di portarci verso un'estinzione di massa. Ok che l'universo non ruota attorno all'uomo, ma un po' di autoconservazione della specie mi pare quantomeno auspicabile  ;)

- purtroppo è MOLTO dannoso un riscaldamento. Se è vero che l'uscita dall'era glaciale ha consentito un forte sviluppo dell'umanità, è altrettanto vero che un ulteriore riscaldamento porterebbe gravissimi problemi: pensa solo a cosa succederebbe in caso di aumento del livello dei mari (aumenterebbero vertiginosamente i danni causati da tsunami-inondazioni ecc., verrebbero inquinate le falde di acqua dolce nell'entroterra). I 4 miliardi di persone che vivono ora sulle coste sarebbero costretti a migrare... già facciamo fatica a sopportare qualche milione che arriva dal nord-Africa... se moltiplichiamo il tutto non per due o per tre, ma PER MILLE, pensa tu cosa potrebbe saltar fuori

Ma restiamo pure nel nostro "piccolo"...  I ghiacciai restano la principale riserva idrica del nostro territorio, perchè in passato restavano intatti anche quando le falde acquifere erano basse a causa di siccità (ovviamente già accadute in passato più volte). Senza ghiacciai alpini come irrighiamo i campi, grazie ai quali possiamo nutrirci? Con l'acqua minerale?

- nel Cretaceo mancava un piccolo dettaglio... l'uomo. E l'uomo ha il difetto di essere una specie estremamente esigente e allo stesso tempo estremamente poco adattabile. Quindi metti pure la mano sul fuoco che chi vive in una condizione di relativo benessere, col cavolo sarà disposto a dividere la fetta di torta con chi non avrà più risorse per vivere

Credo che la neve, destinata a diminuire fortemente da noi, sia proprio il minore dei problemi. Fosse SOLO quello, ci farei pure la firma, sai?

Il tutto pur di negare che sarebbe utile mantenere il riscaldamento entro i 2 gradi entro fine secolo
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 23, 2017, 10:29:21 pm
si certo..stai tranquillo che ci penseranno"loro" all'autoconservazione della spece..
infatti si fà di tutto per fare l'incontrario, invece di basare politiche mirate con le tecnologie a disposizione, si fà solo grande speculazione e si sprecano milioni di euro per manterenere tutto ciò...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 23, 2017, 10:44:12 pm
Il bello dei convinti serristi dell'ipotetico gw anzi agw e l'obbligo morale, scientifico, astrale e cognitivo  ;D di mantenere entro fine secolo
il riscaldamento climatico del pianeta Terra, è  che è proprio la base della sua teoria a vacillare...  condita con la presunzione di conoscere e saper prevedere tutte le variabili che influiscono sul clima di un pianeta di qui a quasi un secolo di distanza :o...
beata ignoranza!  ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 23, 2017, 11:19:46 pm
E le "tecnologie" come le mantieni? Con la criptonite? Con la polvere lunare?
No, ma continuiamo pure a violentare le risorse... vedrai quante faccine  ;D ti verrà voglia di mettere tra 20 anni o giù di lì
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: luca_mo - Marzo 24, 2017, 08:56:05 am
Provo a rispondere punto per punto:
- una glaciazione è un periodo... non è mai stabile nel corso della storia del pianeta terra, ma si è sempre manifestato con un forte avanzamento della calotta, fino a latitudini nordamericane e nordeuropee, e un abbassamento della T media di circa 10 gradi medi. Non è riducibile alla semplice "presenza" di ghiaccio, foss'anche un cubetto stile mohito

- che la Terra continuerà ad esistere è verissimo... che possa continuare ad esistere anche senza di noi è altrettanto vero. Mi sembra però stupido autocostruire con le nostre mani un contesto che rischia di portarci verso un'estinzione di massa. Ok che l'universo non ruota attorno all'uomo, ma un po' di autoconservazione della specie mi pare quantomeno auspicabile  ;)

- purtroppo è MOLTO dannoso un riscaldamento. Se è vero che l'uscita dall'era glaciale ha consentito un forte sviluppo dell'umanità, è altrettanto vero che un ulteriore riscaldamento porterebbe gravissimi problemi: pensa solo a cosa succederebbe in caso di aumento del livello dei mari (aumenterebbero vertiginosamente i danni causati da tsunami-inondazioni ecc., verrebbero inquinate le falde di acqua dolce nell'entroterra). I 4 miliardi di persone che vivono ora sulle coste sarebbero costretti a migrare... già facciamo fatica a sopportare qualche milione che arriva dal nord-Africa... se moltiplichiamo il tutto non per due o per tre, ma PER MILLE, pensa tu cosa potrebbe saltar fuori

Ma restiamo pure nel nostro "piccolo"...  I ghiacciai restano la principale riserva idrica del nostro territorio, perchè in passato restavano intatti anche quando le falde acquifere erano basse a causa di siccità (ovviamente già accadute in passato più volte). Senza ghiacciai alpini come irrighiamo i campi, grazie ai quali possiamo nutrirci? Con l'acqua minerale?

- nel Cretaceo mancava un piccolo dettaglio... l'uomo. E l'uomo ha il difetto di essere una specie estremamente esigente e allo stesso tempo estremamente poco adattabile. Quindi metti pure la mano sul fuoco che chi vive in una condizione di relativo benessere, col cavolo sarà disposto a dividere la fetta di torta con chi non avrà più risorse per vivere

Credo che la neve, destinata a diminuire fortemente da noi, sia proprio il minore dei problemi. Fosse SOLO quello, ci farei pure la firma, sai?

Il tutto pur di negare che sarebbe utile mantenere il riscaldamento entro i 2 gradi entro fine secolo
Allora.. certo che la glaciazione e' un periodo, infatti siamo ancora in un periodo glaciale in senso stretto, ma qhesto non lo dico io, lo dicono prof universitari che forse ne sanno un tantinello sia piu di me che di te..
Estinzioni di massa? Evito di rispondere a questi proclami allarmistici alla studio aperto.
Che e' molto dannoso lo dici tu, determinate aree verranno penalizzate ma altrettante potrebbero trarne beneficio come già ho scritto nel post precedente
Non credo di avere una visione orticellistica, dato che sono laureato in geologia penso che nessuna scienza come questa fornisca una visione globale della Terra e forse studiarne un po' anche tu non ti farebbe male eviteresti certe uscite tristi..
Con questo chiudo dicendo che ad oggi il mondo non può che andare ad idrocarburi è inevitabile, smettiamola di fare i finti perbenisti perchè ad oggi nessuna risorsa si è dimostrata all'altezza nonostante i progressi delle rinnovabili.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 24, 2017, 09:57:50 am
E le "tecnologie" come le mantieni? Con la criptonite? Con la polvere lunare?
No, ma continuiamo pure a violentare le risorse... vedrai quante faccine  ;D ti verrà voglia di mettere tra 20 anni o giù di lì
se sapessi lo spreco di denaro pubblico(soldini anche tuoi)  che ruota attorno al carozzone del gw...altrochè faccine metteresti  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 24, 2017, 10:41:13 am
Allora.. certo che la glaciazione e' un periodo, infatti siamo ancora in un periodo glaciale in senso stretto, ma qhesto non lo dico io, lo dicono prof universitari che forse ne sanno un tantinello sia piu di me che di te..
Estinzioni di massa? Evito di rispondere a questi proclami allarmistici alla studio aperto.
Che e' molto dannoso lo dici tu, determinate aree verranno penalizzate ma altrettante potrebbero trarne beneficio come già ho scritto nel post precedente
Non credo di avere una visione orticellistica, dato che sono laureato in geologia penso che nessuna scienza come questa fornisca una visione globale della Terra e forse studiarne un po' anche tu non ti farebbe male eviteresti certe uscite tristi..
Con questo chiudo dicendo che ad oggi il mondo non può che andare ad idrocarburi è inevitabile, smettiamola di fare i finti perbenisti perchè ad oggi nessuna risorsa si è dimostrata all'altezza nonostante i progressi delle rinnovabili.


Sì, come no... se tutte le tue riflessioni si poggiano già su un'errata premessa sui periodi glaciali, figuriamoci il resto. Con il tuo concetto di glaciazione, basta la presenza di ghiaccio ai Poli per dire che siamo in un'era glaciale. Quindi la Terra vive un'eterna glaciazione più o meno da quando si è raffreddata la crosta terrestre 4-5 miliardi di anni fa. Curiosissima definizione.
Purtroppo per te non è così
Le glaciazioni hanno caratteristiche PERIODICHE e ben definite.
Cicli di forte espansione e di forte regresso delle calotte polari... ora noi siamo in un periodo INTERglaciale postwurmiano da circa 11-12000 anni, denominato olocene (ma molti iniziano a chiamarlo antropocene)
(http://www.euanmearns.com/wp-content/uploads/2014/11/vostok_temperature_co2.png)


Io ti ho risposto pacatamente, ma se porti la discussione su questi toni, resta pure delle tue convinzioni. Forse il 97% dei ricercatori mondiali è costituito da emeriti deficienti...magari scriverò mail come se non ci fosse un domani a dire di dar retta a lucamo che è laureato in geologia. Cosa ti devo dire?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 24, 2017, 10:43:27 am
se sapessi lo spreco di denaro pubblico(soldini anche tuoi)  che ruota attorno al carozzone del gw...altrochè faccine metteresti  ;)

Certo... invece i soldi che sono stati destinati a raschiare il fondo del barile per cercare il poco petrolio che rimane (vedi decreto "sblocca-Italia") ah quelli sono pochi... e sono spesi per una cosa che ci manterrà per lungo tempo. Contento tu
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: luca_mo - Marzo 24, 2017, 11:04:58 am
Sì, come no... se tutte le tue riflessioni si poggiano già su un'errata premessa sui periodi glaciali, figuriamoci il resto. Con il tuo concetto di glaciazione, basta la presenza di ghiaccio ai Poli per dire che siamo in un'era glaciale. Quindi la Terra vive un'eterna glaciazione più o meno da quando si è raffreddata la crosta terrestre 4-5 miliardi di anni fa. Curiosissima definizione.
Purtroppo per te non è così
Le glaciazioni hanno caratteristiche PERIODICHE e ben definite
([url]http://www.euanmearns.com/wp-content/uploads/2014/11/vostok_temperature_co2.png[/url])

Io ti ho risposto pacatamente, ma se porti la discussione su questi toni, resta pure delle tue convinzioni. Forse il 97% dei ricercatori mondiali è costituito da emeriti deficienti...magari scriverò mail come se non ci fosse un domani a dire di dar retta a lucamo che è laureato in geologia. Cosa ti devo dire?
emeriti deficienti? Io non ho negato nulla del GW ne delle risorse ho semplicemente dato una chiave di lettura differenti dai soliti noiosi proclami allarmistici, a tutti piacerebbe un mondo di 100% di energia pulita e rinnovabile ma al momento non è possibile e la strada è lunghissima ancora.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 24, 2017, 11:22:09 am
Sì, come no... se tutte le tue riflessioni si poggiano già su un'errata premessa sui periodi glaciali, figuriamoci il resto. Con il tuo concetto di glaciazione, basta la presenza di ghiaccio ai Poli per dire che siamo in un'era glaciale. Quindi la Terra vive un'eterna glaciazione più o meno da quando si è raffreddata la crosta terrestre 4-5 miliardi di anni fa. Curiosissima definizione.
Purtroppo per te non è così
Le glaciazioni hanno caratteristiche PERIODICHE e ben definite.
Cicli di forte espansione e di forte regresso delle calotte polari... ora noi siamo in un periodo INTERglaciale postwurmiano da circa 11-12000 anni, denominato olocene (ma molti iniziano a chiamarlo antropocene)
([url]http://www.euanmearns.com/wp-content/uploads/2014/11/vostok_temperature_co2.png[/url])


Io ti ho risposto pacatamente, ma se porti la discussione su questi toni, resta pure delle tue convinzioni. Forse il 97% dei ricercatori mondiali è costituito da emeriti deficienti...magari scriverò mail come se non ci fosse un domani a dire di dar retta a lucamo che è laureato in geologia. Cosa ti devo dire?


Puoi scrivere e pensarla come vuoi, ma le ere di cui parli tu sono ere interglaciali, ovvero senza la presenza di calotte polari perenni, mentre ORA risulta essere assai diverso....fattene una ragione. ;D
Poi all'interno di ogni era glaciale o interglaciale, esistono nella storia i vari periodi di maggior o minor glaciazione, con avanzamento o arretramento delle calotte  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: luca_mo - Marzo 24, 2017, 11:34:59 am
Sì, come no... se tutte le tue riflessioni si poggiano già su un'errata premessa sui periodi glaciali, figuriamoci il resto. Con il tuo concetto di glaciazione, basta la presenza di ghiaccio ai Poli per dire che siamo in un'era glaciale. Quindi la Terra vive un'eterna glaciazione più o meno da quando si è raffreddata la crosta terrestre 4-5 miliardi di anni fa. Curiosissima definizione.
Purtroppo per te non è così
Le glaciazioni hanno caratteristiche PERIODICHE e ben definite.
Cicli di forte espansione e di forte regresso delle calotte polari... ora noi siamo in un periodo INTERglaciale postwurmiano da circa 11-12000 anni, denominato olocene (ma molti iniziano a chiamarlo antropocene)
([url]http://www.euanmearns.com/wp-content/uploads/2014/11/vostok_temperature_co2.png[/url])


Io ti ho risposto pacatamente, ma se porti la discussione su questi toni, resta pure delle tue convinzioni. Forse il 97% dei ricercatori mondiali è costituito da emeriti deficienti...magari scriverò mail come se non ci fosse un domani a dire di dar retta a lucamo che è laureato in geologia. Cosa ti devo dire?
quei cicli di cui parli si chiamano cicli interstadiali..
Evidentemente vi sono stati periodi con assenza totale di calotte glaciali, tra l'altro se rileggi con attenzione quello che ho scritto ho specificato che si tratta del significato in senso stretto di glaciazione, non di come comunemente vengono concepite
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 24, 2017, 11:41:39 am
Puoi scrivere e pensarla come vuoi, ma le ere di cui parli tu sono ere interglaciali, ovvero senza la presenza di calotte polari perenni, mentre ORA risulta essere assai diverso....fattene una ragione. ;D
Poi all'interno di ogni era glaciale o interglaciale, esistono nella storia i vari periodi di maggior o minor glaciazione, con avanzamento o arretramento delle calotte  :)

Cioè per te se non si ha una totale scomparsa dei ghiacci, non si può definire periodo interglaciale? Ogni giorno si imparano cose nuove
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 24, 2017, 11:45:14 am
Cioè per te se non si ha una totale scomparsa dei ghiacci, non si può definire periodo interglaciale? Ogni giorno si imparano cose nuove

Periodo si, era no...devi imparare la 3 elemetare  ;)

manca ancora molto, ma molto alla tot scomparsa dei ghiacci polari, per passare ad un'era interglaciale che, poi durerà altri svariati milioni di anni... ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 24, 2017, 11:51:42 am
Periodo si, era no...devi imparare la 3 elemetare  ;)

manca ancora molto, ma molto alla tot scomparsa dei ghiacci polari, per passare ad un'era interglaciale che, poi durerà altri svariati milioni di anni... ;D

Ah capisco... anche tu geologo.
Ok, periodo interglaciale  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 24, 2017, 11:57:35 am
Parliamo di cose serie... cavolate ne ho sentite abbastanza
(http://models.weatherbell.com/climate/ncep_cfsr_t2m_anom.png)

Rendiamoci conto di quanto si sta aggravando la situazione... solo 2-3 anni fa avevamo anomalia, già molto calde, di +0.2 sulla 81-10. Ora siamo stabilmente non sotto i +0.5

3 decimi di GW in 3 anni... e siamo nel punto più basso perchè è appena terminata una Nina (evidentemente fallimentare)... chissà al prossimo Nino. Altri 3 decimi in 2 anni?... Ma sì, facciamo 6 gradi in 30 anni e ci togliamo il pensiero. Magari entro fine secolo vediamo le palme sul Monte Rosa e il deserto in PP
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 24, 2017, 03:14:11 pm
Parliamo di cose serie... cavolate ne ho sentite abbastanza
([url]http://models.weatherbell.com/climate/ncep_cfsr_t2m_anom.png[/url])

Rendiamoci conto di quanto si sta aggravando la situazione... solo 2-3 anni fa avevamo anomalia, già molto calde, di +0.2 sulla 81-10. Ora siamo stabilmente non sotto i +0.5

3 decimi di GW in 3 anni... e siamo nel punto più basso perchè è appena terminata una Nina (evidentemente fallimentare)... chissà al prossimo Nino. Altri 3 decimi in 2 anni?... Ma sì, facciamo 6 gradi in 30 anni e ci togliamo il pensiero. Magari entro fine secolo vediamo le palme sul Monte Rosa e il deserto in PP



va beh.. ;D ;D ...vediamo...prima parlavi di 2 gradi entro il secolo ora sei a 6° ...che fenomeni da circo che siete..
fate gara a chi la spara più grossa??!   ;D..ma non fatelo in meteorologia o anzi ancor meglio sul clima
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 24, 2017, 05:10:46 pm

va beh.. ;D ;D ...vediamo...prima parlavi di 2 gradi entro il secolo ora sei a 6° ...che fenomeni da circo che siete..
fate gara a chi la spara più grossa??!   ;D..ma non fatelo in meteorologia o anzi ancor meglio sul clima

I 2 gradi sono un traguardo quasi utopistico in caso di abbattimento di emissioni a partire da domani mattina. I 6 sono ciò che potrebbe verosimilmente succedere, visto l'andazzo, e forse anche peggio ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 25, 2017, 09:44:29 am
 :o   ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 25, 2017, 09:59:40 am
Si legge di Italia, Alpi e Appennino settentrionale tosco emiliano.... :o
ma il glodo è abbastanza un'altra cosa....................

https://realclimatescience.com/2017/03/fairbanks-alaska-having-their-coldest-march-on-record/

 ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 25, 2017, 02:12:29 pm
Si legge di Italia, Alpi e Appennino settentrionale tosco emiliano.... :o
ma il glodo è abbastanza un'altra cosa....................

https://realclimatescience.com/2017/03/fairbanks-alaska-having-their-coldest-march-on-record/

 ;)

Su questo ti do perfettamente ragione... il globo è un'altra cosa.
Nelle regioni polari e in Siberia, che sono il cuore del freddo (ma anche la testa, le braccia ecc.) ci sono anomalie oltre i 15 gradi. Alla fine cosa sono i nostri "miseri" 1.5-2 gradi in 30 anni? Inezie
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 25, 2017, 04:27:04 pm
 ;D..
informati meglio, perfavore..
guardati questo come antipasto...(importante dal min 30  ma bello e interessante tutto)

https://www.youtube.com/watch?v=JGbqAorEtoc (https://www.youtube.com/watch?v=JGbqAorEtoc)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Daniele2 - Marzo 26, 2017, 04:28:57 pm
Sequenza di foto incredibili, speriamo sia un ciclo e da ora in poi vada a migliorare ma la vedo dura.

https://brightside.me/article/earth-then-and-now-dramatic-changes-in-our-planet-as-shown-by-incredible-nasa-images-38655/?utm_source=fb_r69f33&utm_campaign=pub41_5&utm_medium=cpm (https://brightside.me/article/earth-then-and-now-dramatic-changes-in-our-planet-as-shown-by-incredible-nasa-images-38655/?utm_source=fb_r69f33&utm_campaign=pub41_5&utm_medium=cpm)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Marzo 26, 2017, 04:38:04 pm
C'è chi pensa che sia tutto un complotto c'è da sperare che sia un ciclo e che si possa invertire al più presto,ma negare l'evidenza sinceramente non credo sia intelligente.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 26, 2017, 06:27:32 pm
Sequenza di foto incredibili, speriamo sia un ciclo e da ora in poi vada a migliorare ma la vedo dura.

https://brightside.me/article/earth-then-and-now-dramatic-changes-in-our-planet-as-shown-by-incredible-nasa-images-38655/?utm_source=fb_r69f33&utm_campaign=pub41_5&utm_medium=cpm (https://brightside.me/article/earth-then-and-now-dramatic-changes-in-our-planet-as-shown-by-incredible-nasa-images-38655/?utm_source=fb_r69f33&utm_campaign=pub41_5&utm_medium=cpm)

Impressionanti..così come lo sono le immagini(se ci fossero) del 1000-1100 dc dove la Groenalndia d'Estate era tutta verde sulle coste(ora vi risulta così?? ) ..
ora perforza ai primi del 1900 o fine 1800 i ghiacciai erano più estesi,dopo circa 400 anni di "piccola era glaciale" con clima molto più freddo...
quello è storia è realtà, il resto previsioni da cassandre per puri scopi di interesse, molto più forti di quello che ingenuamente si possa pensare o credere.... 
cioè 6 gradi in un secolo qualcuno di voi ne parla e ne è convinto..... se è intelligente credere che sia possibile questo...ahh beh...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Daniele2 - Marzo 26, 2017, 09:53:13 pm
Impressionanti..così come lo sono le immagini(se ci fossero) del 1000-1100 dc dove la Groenalndia d'Estate era tutta verde sulle coste(ora vi risulta così?? ) ..
ora perforza ai primi del 1900 o fine 1800 i ghiacciai erano più estesi,dopo circa 400 anni di "piccola era glaciale" con clima molto più freddo...
quello è storia è realtà, il resto previsioni da cassandre per puri scopi di interesse, molto più forti di quello che ingenuamente si possa pensare o credere.... 
cioè 6 gradi in un secolo qualcuno di voi ne parla e ne è convinto..... se è intelligente credere che sia possibile questo...ahh beh...

Va be' le foto della Groenlandia non ci sono ma potrebbe essere anche vero che in epoca passata ci sia stato un aumento di temperatura, quello che mi fa girare i cogl.oni è che la tendenza all'aumento l'abbiamo anche ora e la nostra vita non bastera' a cambiare la tendenza, specialmente la mia che sono un po' datato, purtroppo so che non possiamo farci niente.  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 27, 2017, 12:17:09 am
Impressionanti..così come lo sono le immagini(se ci fossero) del 1000-1100 dc dove la Groenalndia d'Estate era tutta verde sulle coste(ora vi risulta così?? ) ..
ora perforza ai primi del 1900 o fine 1800 i ghiacciai erano più estesi,dopo circa 400 anni di "piccola era glaciale" con clima molto più freddo...
quello è storia è realtà, il resto previsioni da cassandre per puri scopi di interesse, molto più forti di quello che ingenuamente si possa pensare o credere.... 
cioè 6 gradi in un secolo qualcuno di voi ne parla e ne è convinto..... se è intelligente credere che sia possibile questo...ahh beh...

Ancora? Non c'era nessuna Groenlandia verde nel 1000-1100... sono teorie strasmentite in tutti i modi. Continuare a rivangarle, è fare disinformazione
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Marzo 27, 2017, 07:23:10 am
Ancora? Non c'era nessuna Groenlandia verde nel 1000-1100... sono teorie strasmentite in tutti i modi. Continuare a rivangarle, è fare disinformazione

Ciao Nix, questo articolo smentisce il tuo "pensiero"
http://www.repubblica.it/2007/07/sezioni/scienza_e_tecnologia/groenlandia-verde/groenlandia-verde/groenlandia-verde.html
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 27, 2017, 11:30:19 am
Ancora? Non c'era nessuna Groenlandia verde nel 1000-1100... sono teorie strasmentite in tutti i modi. Continuare a rivangarle, è fare disinformazione

si certo..anche la storia adesso è inventata...ma quali teorie??
le tue che vai dicendo qui sono teorie, per me assurde, perchè non si considera tutto il complesso sistema climatico.
Studia la storia dei popoli nordici come conquistarono Terranova e la Groenlandia, che era priva di ghiacci durante alcuni periodi dell'anno!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 27, 2017, 02:29:21 pm
https://www.skepticalscience.com/greenland-used-to-be-green.htm (https://www.skepticalscience.com/greenland-used-to-be-green.htm)


Una fonte un po' più seria di repubblica o dei blog del "novello scettico"
La Groenlandia non è MAI stata verde, salvo qualche fiordo tuttora coltivabile... certo, su un altipiano polare alto 2-3000 parzialmente ghiacciato anche in estate una volta proliferavano erba e piante a dismisura, come nella foresta del Casentino. Del resto è risaputo che nel Medioevo la T fosse di 15 gradi medi più alta di ora per far crescere le piante in quelle condizioni. Il tutto per un refuso storico legato a Erik il Rosso.

No, ma qui c'è una totale mancanza di conoscenze geografiche, climatiche, storiche tutto nell'insieme... viene fin da ridere  ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Marzo 27, 2017, 02:43:27 pm
L'articolo inserito da me riporta nome e cognome dello scienziato, sul link postato da te si parla di scienziati in genere. Piccola ma essenziale differenza. Per non parlare del nome del sito....
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nucleo89 - Marzo 27, 2017, 08:39:42 pm
http://www.repubblica.it/scienze/2017/03/25/news/_la_nostra_missione_in_un_antartide_senza_piu_iceberg_-161408602/ (http://www.repubblica.it/scienze/2017/03/25/news/_la_nostra_missione_in_un_antartide_senza_piu_iceberg_-161408602/)

Da Repubblica...questo mi sembra un dato di fatto, poi se sia colpa del global warming non è certo ma probabile  ::)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 27, 2017, 10:23:28 pm
Ok... senza trope divagazioni che non centrano nulla...
volevo solo ricordarti che secoli e secoli fà La Groenlandia per la scienza è stata sicuramente meno ghiacciata dei giorni nostri.
Perchè il clima lo permetteva, con scostamenti di qualche unita di grado rispetto ad oggi, così come poi si ebbe un'inversione di tendenza dopo il 1200( e fù anche rapida, climaticamente parlando) sempre con gli stessi parametri di diff. ..
oh..se te sei convinto che saliremo di 6 entro poco più di mezzo secolo, pensa e credi come vuoi..evidentemente avrai le tue motivazioni(assurde) 
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 28, 2017, 12:23:20 am
L'articolo inserito da me riporta nome e cognome dello scienziato, sul link postato da te si parla di scienziati in genere. Piccola ma essenziale differenza. Per non parlare del nome del sito....

Allora sei cieco... è chiaramente un sito che riporta una fonte originale. Si tratta dell'AR4 IPCC... cliccando sulle parole sottolineate, si apre in alto a destra l'estratto dello studio

Sai com'è... l'IPCC. Un tantino più autorevole del vattelapesca del tuo articolo  ::)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: luca_mo - Marzo 28, 2017, 12:26:12 am
C'è chi pensa che sia tutto un complotto c'è da sperare che sia un ciclo e che si possa invertire al più presto,ma negare l'evidenza sinceramente non credo sia intelligente.
Non credo che si invertirà, anzi..
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Marzo 28, 2017, 05:36:20 am
Allora sei cieco... è chiaramente un sito che riporta una fonte originale. Si tratta dell'AR4 IPCC... cliccando sulle parole sottolineate, si apre in alto a destra l'estratto dello studio

Sai com'è... l'IPCC. Un tantino più autorevole del vattelapesca del tuo articolo  ::)
Prima di tutto: cerca di capire che io e te non ci conosciamo, per cui cerca di avere un po' più di rispetto.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 28, 2017, 12:32:39 pm
Prima di tutto: cerca di capire che io e te non ci conosciamo, per cui cerca di avere un po' più di rispetto.


Ma chi ti offende? Parlo in merito all'articolo
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 28, 2017, 05:23:48 pm

Ma chi ti offende? Parlo in merito all'articolo
si ah beh..l'ipcc.... ;D  autorevolissimi! ..ma non erano loro quelli del casino delle mail con i dati taroccati ecc...
vien altro che da sorridere... :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 28, 2017, 05:27:26 pm
Non credo che si invertirà, anzi..


Perchè no? anzi...addirittura??  ::) ::)

http://www.express.co.uk/news/science/783520/MINI-ICE-AGE-FEARS-solar-activity-nasa-Maunder-minimum (http://www.express.co.uk/news/science/783520/MINI-ICE-AGE-FEARS-solar-activity-nasa-Maunder-minimum)

il clima ha i suoi tempi per mutare....  seppur possa cambiare a volte velocemente, ha sempre i suoi tempi..
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 28, 2017, 05:37:39 pm
Emisfero S che tiene a freno la media globale della temperatura,finendo in anomalia NEG  su base 1981-2010
Emisfero N a +1

(https://s10.postimg.org/up8zz0p61/17629799_10213149037108499_356917680070173523_n.jpg)

T Globale +0,5°
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 28, 2017, 05:41:39 pm

...infatti..   ::) ;) 
http://www.thegwpf.com/new-papers-document-no-warming-trend-in-antarctica/ (http://www.thegwpf.com/new-papers-document-no-warming-trend-in-antarctica/)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 28, 2017, 06:07:30 pm
Emisfero S che tiene a freno la media globale della temperatura,finendo in anomalia NEG  su base 1981-2010
Emisfero N a +1

(https://s10.postimg.org/up8zz0p61/17629799_10213149037108499_356917680070173523_n.jpg)

T Globale +0,5°

La globale è aumentata qualcosa come mezzo grado dal 2013... scusate se è poco
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 28, 2017, 09:15:07 pm
si ah beh..l'ipcc.... ;D  autorevolissimi! ..ma non erano loro quelli del casino delle mail con i dati taroccati ecc...
vien altro che da sorridere... :)

Quelli assolti? Sì erano loro
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 28, 2017, 09:16:17 pm
Perchè no? anzi...addirittura??  ::) ::)

[url]http://www.express.co.uk/news/science/783520/MINI-ICE-AGE-FEARS-solar-activity-nasa-Maunder-minimum[/url] ([url]http://www.express.co.uk/news/science/783520/MINI-ICE-AGE-FEARS-solar-activity-nasa-Maunder-minimum[/url])

il clima ha i suoi tempi per mutare....  seppur possa cambiare a volte velocemente, ha sempre i suoi tempi..


Uahuahuahuahuahuahuahuahuah
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 28, 2017, 10:30:01 pm
Quelli assolti? Sì erano loro

assolti??  :) ah..chissà come mai?!?!  ;D
te lo dico io..perchè sono un ente governativo...i veri ricercatori e studiosi del clima sono altri...

 ;D ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 29, 2017, 12:31:00 am
assolti??  :) ah..chissà come mai?!?!  ;D
te lo dico io..perchè sono un ente governativo...i veri ricercatori e studiosi del clima sono altri...

 ;D ;D

Sì, vabbè
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Buriano84 - Marzo 29, 2017, 02:47:14 am
Le fonti del Nix....sono autorevoli....e certe....le altre no...ovvio..... 8) 8) 8) 8)
Una comica di ridolini...solo una comica di ridolini..... 8) 8)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: fra55 - Marzo 30, 2017, 09:14:50 am
A me non è chiaro l'obiettivo di Nix...se anche fosse come dici tu, che dovremmo fare?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 30, 2017, 10:53:49 am
A me non è chiaro l'obiettivo di Nix...se anche fosse come dici tu, che dovremmo fare?

Si possono fare tante cose. Ognuno può contribuire nel piccolo. E può votare chi intelligentemente ha una visione lungimirante e non pensa solo alla crescita economica infinita, tanto immediata quanto utopistica. La gente dovrebbe innanzi tutto non votare gente come Trump, e allo stesso tempo i governi dovrebbero finanziare i ricercatori che propongano soluzioni su come si possa vivere in futuro mantenendo un buon livello di benessere.
Il singolo cittadino deve stare attento a non sprecare acqua, elettricità, a inquinare il meno possibile; la grande politica deve scervellarsi TUTTI I GIORNI per cercare di risolvere la più grande crisi umanitaria della storia.

Comportarsi in modo virtuoso non significa che da domani tutti mettiamo dieci pannelli solari, perchè lo vedo anch'io che sarebbe un intervento economico traumatico... ma non per questo dobbiamo ignorare che esiste un problema di sostenibilità economica e resilienza ambientale. Si può intervenire in modo intelligente magari creando un'economia ibrida (in parte green, in parte legata ancora alla "vecchia" concezione) ma che nel più breve tempo possibile diventi INTERAMENTE sostenibile... è un po' il concetto di decrescita felice, che però modificherei (il termine "decrescita" spaventa) in "nuovo tipo di crescita".

Volenti o nolenti, di lì si deve passare se vogliamo conservare uno status di relativo benessere che abbiamo costruito nei decenni sfruttando risorse come se non ci fosse un domani, ma che ora non può più essere mantenuto continuando a comportarsi così.
La tecnologia sostenibile esiste ed è molto più efficace di quanto una certa campagna di dissuasione vuole far credere... ma se ne deve parlare. E' un argomento di cui si dovrebbe sentir parlare tutti i giorni dalla mattina alla sera, perchè riguarda la nostra vita.
Le soluzioni ci sono... poi che lo risolvano per il 50, per il 70, per il 100% è un altro discorso... ma se ne deve parlare. Si deve finanziare quella parte di ricerca che lavora per costruire il benessere del domani, per evitare di trovarsi con 10 miliardi di persone su una Terra che ha risorse solo per 3 (non è un dato inventato... guarda la "teoria delle tre terre" che dice che per vivere tutti con uno stile di vita alto, nel 2050 occorreranno le risorse presenti su tre pianeti come il nostro).
Insomma, se ne deve parlare... sui forum, sui giornali, in tv, in parlamento, nelle università, nei bar... questo atteggiamento negazionista per partito preso, che purtroppo si riflette anche in politica, ci porterà al disastro.
Il singolo cittadino può anche ficcare il muso sotto la sabbia come gli struzzi, ma intanto il problema continua ad aggravarsi alla velocità della luce. E prima o poi i limiti fisici del pianeta (limiti FISICI e non politici) si faranno sentire... volenti o nolenti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nonno_rodano - Marzo 30, 2017, 11:07:51 am
escluso i gusti personali, non mi pare che vi sia una crisi climatica in atto..il numero di esseri umani sul pianeta è in costante crescita,segno evidente che le condizioni attuali sono favorevoli.. ;)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: oldstylewinter - Marzo 30, 2017, 11:40:11 am
A mio avviso,indipendentemente da fatto che ci sia o meno una crisi climatica,essere virtuosi ed evitare gli sprechi è doveroso,quanto meno per rallentare lo sfruttamento del pianeta e la rapida consumazione delle risorse non rinnovabili
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nonno_rodano - Marzo 30, 2017, 11:54:29 am
A mio avviso,indipendentemente da fatto che ci sia o meno una crisi climatica,essere virtuosi ed evitare gli sprechi è doveroso,quanto meno per rallentare lo sfruttamento del pianeta e la rapida consumazione delle risorse non rinnovabili

perfettamente d'accordo, la preoccupazione (più o meno motivata) per il futuro però non può farci distorcere la situazione presente, ad oggi le condizioni climatiche (e non solo) risultano ideali per l'espansione della specie, oltretutto anche l'aspettativa di vita continua a salire,segno evidente che viviamo in una vera e propria "età dell'oro" per l'essere umano..

Ogni altro discorso temo sia poco più che una chiacchera da bar, si può discutere per ore se quel fallo fosse o meno da rigore, ci sarà chi sostiene che andava fischiato (sostenitori del GW di origine antropica), chi dice che era involontario (sostenitori del GW non antropico) chi ribadisce che per lui non c'era nessun fallo (negazionisti), ma l'unica certezza è che la partita non verrà rigiocata e la classifica rimane quella (non vi sarà alcuna riduzione delle emissioni di gas serra nel breve periodo)..un po' come sostenere che il mondo sarebbe migliore  se non esistesse alcuna guerra,violenza o se nessun essere umano avesse un'arma..certo, ma nelle realtà delle cose è semplicemente impossibile.. ;)

piuttosto quindi che perdere tempo a proporre soluzioni per arrestare il GW, sarebbe forse più utile studiare i cambiamenti climatici (come dato di fatto) per adeguarsi e limitarne gli impatti..non sempre la malattia può essere evitata,ma curarla una volta che si presenta può dare comunque un netto miglioramento delle condizioni di vita.. 8)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: fra55 - Marzo 30, 2017, 12:05:15 pm
8)

Nonno, non c'entra nulla ma...il tuo outlook per la primavera rimane invariato a fronte delle previsioni modellistiche recenti?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 30, 2017, 06:34:19 pm
escluso i gusti personali, non mi pare che vi sia una crisi climatica in atto..il numero di esseri umani sul pianeta è in costante crescita,segno evidente che le condizioni attuali sono favorevoli.. ;)

E' come dire a un alcoolizzato "ma non stai mica male... la forza per sollevare il bicchiere ce l'hai"
Istès  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 30, 2017, 09:50:24 pm
escluso i gusti personali, non mi pare che vi sia una crisi climatica in atto..il numero di esseri umani sul pianeta è in costante crescita,segno evidente che le condizioni attuali sono favorevoli.. ;)

Concordo...ma se parli con nix ti dirà che il gw si mangerà anche le suole dei piedi... ;D
mentre invece è proprio grazie a queste condizioni più favorevoli che le condizioni di vita sono più che favorevoli, mentre invece se
così non fosse...............
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Marzo 30, 2017, 11:52:02 pm
Concordo...ma se parli con nix ti dirà che il gw si mangerà anche le suole dei piedi... ;D
mentre invece è proprio grazie a queste condizioni più favorevoli che le condizioni di vita sono più che favorevoli, mentre invece se
così non fosse...............

Sì, con mezzo grado globale in meno rispetto a ora non immagino i miliardi di morti che ci sarebbero... meglio 6 gradi in più
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nonno_rodano - Marzo 31, 2017, 10:36:47 am
Sì, con mezzo grado globale in meno rispetto a ora non immagino i miliardi di morti che ci sarebbero... meglio 6 gradi in più

non ho detto che con mezzo grado in meno ci sarebbero morti, semplicemente che  al momento le condizioni sono ideali e non si sono ancora raggiunti cambiamenti tali da determinare un'inversione di tendenza (aumento del numero di individui e aumento dell'aspettativa di vita)..considerando che sono necessari almeno alcuni secoli perchè ciò si verifichi, direi che non ci sono pericoli concreti per le prossime 3-4 generazioni..questo parlando di sopravvivenza..

ciò non significa che non si debbano testare strategie alternative per ridurre le emissioni o lo sfruttamento del pianeta (sono un grande sostenitore della limitazione della crescita demografica ), ma non si può parlare di GW come problema per l'umanità quando i fatti dimostrano il contrario.. ;)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: oldstylewinter - Marzo 31, 2017, 11:10:50 am
perfettamente d'accordo, la preoccupazione (più o meno motivata) per il futuro però non può farci distorcere la situazione presente, ad oggi le condizioni climatiche (e non solo) risultano ideali per l'espansione della specie, oltretutto anche l'aspettativa di vita continua a salire,segno evidente che viviamo in una vera e propria "età dell'oro" per l'essere umano..

Ogni altro discorso temo sia poco più che una chiacchera da bar, si può discutere per ore se quel fallo fosse o meno da rigore, ci sarà chi sostiene che andava fischiato (sostenitori del GW di origine antropica), chi dice che era involontario (sostenitori del GW non antropico) chi ribadisce che per lui non c'era nessun fallo (negazionisti), ma l'unica certezza è che la partita non verrà rigiocata e la classifica rimane quella (non vi sarà alcuna riduzione delle emissioni di gas serra nel breve periodo)..un po' come sostenere che il mondo sarebbe migliore  se non esistesse alcuna guerra,violenza o se nessun essere umano avesse un'arma..certo, ma nelle realtà delle cose è semplicemente impossibile.. ;)

piuttosto quindi che perdere tempo a proporre soluzioni per arrestare il GW, sarebbe forse più utile studiare i cambiamenti climatici (come dato di fatto) per adeguarsi e limitarne gli impatti..non sempre la malattia può essere evitata,ma curarla una volta che si presenta può dare comunque un netto miglioramento delle condizioni di vita.. 8)

Grosso modo d'accordo anche se sappiamo che prima di potenziare e rendere efficienti fonti alternative di energia rinnovabile,bisogna finire tutto il petrolio e i combustibili fossili per ovvie ragioni,specie economiche. Ad ogni modo,visto che chi ha il potere ha scelto tale strada,concordo con te sul fatto che si debbano prevenire e ridurre come impatto gli eccessi del clima. Eccessi che,comunque potrebbero diventare notevoli se il clima si modificasse ulteriormente e soprattutto se lo facesse con rapidità. Secondo me siamo quasi al limite fra un ambiente ancor più favorevole alle attività umane e un ambiente che da amico puo' improvvisamente trasformarsi in nemico.
E non mi riferisco a quanto già esistente ma a qualcosa di nuovo che ancora non possiamo prevedere e che ci si augura non accada.
Naturalmente sono congetture e ancora non sappiamo quale sarà l'aumento termico medio da qui a fine secolo;2.3,6,100 gradi? Boh,chi lo sa.
 :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Buriano84 - Marzo 31, 2017, 02:03:02 pm
L'uomo è sulla terra da 65 milioni di anni....quando ha fato caldo l'umanità è aumentata,veceversa quando ha fatto freddo....nozione elementare che la sanno anche i bambini di Prima media...a quanto pare solo Nix la pensa diversamente... 8)
Poi il discorso sulle fonti di energia è giusto quello che dice Nonno Rodano....ma è un altro par di maniche come si dice qua in Toscana...
 ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nonno_rodano - Marzo 31, 2017, 02:12:57 pm
L'uomo è sulla terra da 65 milioni di anni....quando ha fato caldo l'umanità è aumentata,veceversa quando ha fatto freddo....nozione elementare che la sanno anche i bambini di Prima media...a quanto pare solo Nix la pensa diversamente... 8)
Poi il discorso sulle fonti di energia è giusto quello che dice Nonno Rodano....ma è un altro par di maniche come si dice qua in Toscana...
 ;)

no calma..l'uomo non è sulla terra da 65 milioni di anni.. :D :D

se parliamo di Homo Sapiens possiamo stimarne la comparsa al massimo 200.000 anni fa.. ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Buriano84 - Marzo 31, 2017, 02:18:27 pm
no calma..l'uomo non è sulla terra da 65 milioni di anni.. :D :D

se parliamo di Homo Sapiens possiamo stimarne la comparsa al massimo 200.000 anni fa.. ;)
Sono stato molto vago...hai ragione....mi riferivo ai primati dai quali poi deriva anche l'uomo....
 ;)
Cmq tante fonti parlano di 500000 anni fà per l'Homo Sapiens...cmq il succo è il solito...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: oldstylewinter - Marzo 31, 2017, 03:52:14 pm
Si certo,60 milioni di anni più,60 meno.
 ;D

Ridolini
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Buriano84 - Marzo 31, 2017, 04:25:26 pm
 ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 31, 2017, 11:22:43 pm
Grosso modo d'accordo anche se sappiamo che prima di potenziare e rendere efficienti fonti alternative di energia rinnovabile,bisogna finire tutto il petrolio e i combustibili fossili per ovvie ragioni,specie economiche. Ad ogni modo,visto che chi ha il potere ha scelto tale strada,concordo con te sul fatto che si debbano prevenire e ridurre come impatto gli eccessi del clima. Eccessi che,comunque potrebbero diventare notevoli se il clima si modificasse ulteriormente e soprattutto se lo facesse con rapidità. Secondo me siamo quasi al limite fra un ambiente ancor più favorevole alle attività umane e un ambiente che da amico puo' improvvisamente trasformarsi in nemico.
E non mi riferisco a quanto già esistente ma a qualcosa di nuovo che ancora non possiamo prevedere e che ci si augura non accada.
Naturalmente sono congetture e ancora non sappiamo quale sarà l'aumento termico medio da qui a fine secolo;2.3,6,100 gradi? Boh,chi lo sa.
 :)

si vabbè...forse tra i 8 e 10° ... ::) ;D ;D

altrochè ridolini... ;D ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 31, 2017, 11:51:41 pm
bando alle ciance....sono solo parole al vento

ecco gli studi:

https://www.dmi.dk/en/groenland/maalinger/greenland-ice-sheet-surface-mass-budget/ (https://www.dmi.dk/en/groenland/maalinger/greenland-ice-sheet-surface-mass-budget/)

 :) ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: oldstylewinter - Marzo 31, 2017, 11:58:19 pm
si vabbè...forse tra i 8 e 10° ... ::) ;D ;D

altrochè ridolini... ;D ;D

Ero retorico nel dire i numeri;ma forse con voialtri bisogna usare i monosillabi perchè un eloquio di un certo livello mi pare che non lo capiate.
Ho detto che in realtà non è dato sapere quanto sarà l'eventuale aumento,se leggi bene.
 ::)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 01, 2017, 10:31:45 am
Ero retorico nel dire i numeri;ma forse con voialtri bisogna usare i monosillabi perchè un eloquio di un certo livello mi pare che non lo capiate.
Ho detto che in realtà non è dato sapere quanto sarà l'eventuale aumento,se leggi bene.
 ::)

Ah beh, scusami... ;D
sarai stato retorico  ::)( a parte che la reotorica se si discute di cose scientifiche andrebbe lasciata da parte, ma per pochi di voi la scienza è classificabile a ridolini appunto ;)) ...   ma perchè poi tu, che conosci così bene tutto,  sai dirmi con assoluta certezza che da qui a x anni il clima globale sarà perforza più caldo?? :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: oldstylewinter - Aprile 01, 2017, 01:47:13 pm
Ah beh, scusami... ;D
sarai stato retorico  ::)( a parte che la reotorica se si discute di cose scientifiche andrebbe lasciata da parte, ma per pochi di voi la scienza è classificabile a ridolini appunto ;)) ...   ma perchè poi tu, che conosci così bene tutto,  sai dirmi con assoluta certezza che da qui a x anni il clima globale sarà perforza più caldo?? :)

E tu con quale assoluta certezza sostieni che potrebbe anche calare? Io mi sono espresso cosi per il fatto che si parlava di aumenti e condizioni migliori di vita. Non ho affatto dato per crrto che aumenti.
Poi lascia perdere ridolini che a qualcuno non ha portato bene
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: luca_mo - Aprile 02, 2017, 01:41:08 pm
Si possono fare tante cose. Ognuno può contribuire nel piccolo. E può votare chi intelligentemente ha una visione lungimirante e non pensa solo alla crescita economica infinita, tanto immediata quanto utopistica. La gente dovrebbe innanzi tutto non votare gente come Trump, e allo stesso tempo i governi dovrebbero finanziare i ricercatori che propongano soluzioni su come si possa vivere in futuro mantenendo un buon livello di benessere.
Il singolo cittadino deve stare attento a non sprecare acqua, elettricità, a inquinare il meno possibile; la grande politica deve scervellarsi TUTTI I GIORNI per cercare di risolvere la più grande crisi umanitaria della storia.

Comportarsi in modo virtuoso non significa che da domani tutti mettiamo dieci pannelli solari, perchè lo vedo anch'io che sarebbe un intervento economico traumatico... ma non per questo dobbiamo ignorare che esiste un problema di sostenibilità economica e resilienza ambientale. Si può intervenire in modo intelligente magari creando un'economia ibrida (in parte green, in parte legata ancora alla "vecchia" concezione) ma che nel più breve tempo possibile diventi INTERAMENTE sostenibile... è un po' il concetto di decrescita felice, che però modificherei (il termine "decrescita" spaventa) in "nuovo tipo di crescita".

Volenti o nolenti, di lì si deve passare se vogliamo conservare uno status di relativo benessere che abbiamo costruito nei decenni sfruttando risorse come se non ci fosse un domani, ma che ora non può più essere mantenuto continuando a comportarsi così.
La tecnologia sostenibile esiste ed è molto più efficace di quanto una certa campagna di dissuasione vuole far credere... ma se ne deve parlare. E' un argomento di cui si dovrebbe sentir parlare tutti i giorni dalla mattina alla sera, perchè riguarda la nostra vita.
Le soluzioni ci sono... poi che lo risolvano per il 50, per il 70, per il 100% è un altro discorso... ma se ne deve parlare. Si deve finanziare quella parte di ricerca che lavora per costruire il benessere del domani, per evitare di trovarsi con 10 miliardi di persone su una Terra che ha risorse solo per 3 (non è un dato inventato... guarda la "teoria delle tre terre" che dice che per vivere tutti con uno stile di vita alto, nel 2050 occorreranno le risorse presenti su tre pianeti come il nostro).
Insomma, se ne deve parlare... sui forum, sui giornali, in tv, in parlamento, nelle università, nei bar... questo atteggiamento negazionista per partito preso, che purtroppo si riflette anche in politica, ci porterà al disastro.
Il singolo cittadino può anche ficcare il muso sotto la sabbia come gli struzzi, ma intanto il problema continua ad aggravarsi alla velocità della luce. E prima o poi i limiti fisici del pianeta (limiti FISICI e non politici) si faranno sentire... volenti o nolenti
Mha...negazionista mica tanto.. ormai la maggior parte delle popolazioni è a conoscenza della situazione e con effetti tangibili, se poi questo non si tramuti in quello che ti auspicheresti tu è un altro paio di maniche, non andiamo per forza a caccia di nemici..
Quando parli dei pannelli solari a me sembra che comunque rispetto a 20 anni fa il progresso ci sia stato, purtroppo al momento però si è confermato quando già si sapeva, ossia che non è al momento nemmeno lontanamente paragonabile all'uso di idrocarburi, senza tralasciare aspetti dei quali forse si è all'oscuro: i pannelli solari come vengono costruiti? Con l'uso di idrocarburi, i mezzi di trasporto per il materiale dei pannelli solari a cosa vanno? Ad aria? Il vantaggio lo si ha una volta finito il processo, ma tutto quello che c'è prima? Ce lo scordiamo?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 06, 2017, 11:07:01 pm
Tornando anoi ohi ohi...  :)  dando uno sguardo alle ssta degli Oceani terrestri si nota come l'Atlantico tenda ad un raffreddamento generalizzato ..ma a dir la verità su scala globale la prevalenza del color azzurro-blu mi pare di riflesso (e anche qualcosa in più... ) prevalente!

(https://s29.postimg.org/hkw9mk53r/17760112_941278779348199_653909082527287307_n.png)

Dunque...la co2 in atmosfera è in continuo aumento secondo le rivelazioni, ma la temperatura dei mari tende a raffreddarsi, invece di aumentare..

io terrei d'occhio il raffreddamento nei pressi della Groenlandia, passaggio di 2 correnti termoaline molto importanti.........

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 06, 2017, 11:46:10 pm
http://www.climatemonitor.it/?p=44170 (http://www.climatemonitor.it/?p=44170)

 :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Aprile 07, 2017, 09:55:39 am
Mha...negazionista mica tanto.. ormai la maggior parte delle popolazioni è a conoscenza della situazione e con effetti tangibili, se poi questo non si tramuti in quello che ti auspicheresti tu è un altro paio di maniche, non andiamo per forza a caccia di nemici..
Quando parli dei pannelli solari a me sembra che comunque rispetto a 20 anni fa il progresso ci sia stato, purtroppo al momento però si è confermato quando già si sapeva, ossia che non è al momento nemmeno lontanamente paragonabile all'uso di idrocarburi, senza tralasciare aspetti dei quali forse si è all'oscuro: i pannelli solari come vengono costruiti? Con l'uso di idrocarburi, i mezzi di trasporto per il materiale dei pannelli solari a cosa vanno? Ad aria? Il vantaggio lo si ha una volta finito il processo, ma tutto quello che c'è prima? Ce lo scordiamo?
Mi chiederei anche come verranno smaltiti...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Aprile 07, 2017, 09:57:28 am
[url]http://www.climatemonitor.it/?p=44170[/url] ([url]http://www.climatemonitor.it/?p=44170[/url])

 :)

Non essendo dell'ipcc non può parlare
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Aprile 07, 2017, 02:17:07 pm
Tornando anoi ohi ohi...  :)  dando uno sguardo alle ssta degli Oceani terrestri si nota come l'Atlantico tenda ad un raffreddamento generalizzato ..ma a dir la verità su scala globale la prevalenza del color azzurro-blu mi pare di riflesso (e anche qualcosa in più... ) prevalente!

(https://s29.postimg.org/hkw9mk53r/17760112_941278779348199_653909082527287307_n.png)

Dunque...la co2 in atmosfera è in continuo aumento secondo le rivelazioni, ma la temperatura dei mari tende a raffreddarsi, invece di aumentare..

io terrei d'occhio il raffreddamento nei pressi della Groenlandia, passaggio di 2 correnti termoaline molto importanti.........
però un oceano freddo assorbe + co2 :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 07, 2017, 11:15:35 pm
https://www.iceagenow.info/snow-depth-still-increasing-siberia/#more-21006 (https://www.iceagenow.info/snow-depth-still-increasing-siberia/#more-21006)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Aprile 08, 2017, 01:42:18 pm
Tornando anoi ohi ohi...  :)  dando uno sguardo alle ssta degli Oceani terrestri si nota come l'Atlantico tenda ad un raffreddamento generalizzato ..ma a dir la verità su scala globale la prevalenza del color azzurro-blu mi pare di riflesso (e anche qualcosa in più... ) prevalente!

(https://s29.postimg.org/hkw9mk53r/17760112_941278779348199_653909082527287307_n.png)

Dunque...la co2 in atmosfera è in continuo aumento secondo le rivelazioni, ma la temperatura dei mari tende a raffreddarsi, invece di aumentare..

io terrei d'occhio il raffreddamento nei pressi della Groenlandia, passaggio di 2 correnti termoaline molto importanti.........


Che mappa ridicola è? FOnte? SU che media è calcolata? Magari sulla 2014-16  ::)
Guardare le fonti serie, please
http://www.ospo.noaa.gov/Products/ocean/sst/anomaly/ (http://www.ospo.noaa.gov/Products/ocean/sst/anomaly/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 17, 2017, 10:03:18 am
Estensione nevosa emisfero NORD (Boreale)

(https://s10.postimg.org/w2vkwun55/C9i_Fj_SNVYAA1q_UH.jpg_large.jpg)

Livelli altissimi nell'ultimo decennio, dimostrato dalla linea del trend.

 :) ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Aprile 18, 2017, 06:09:50 pm
Estensione nevosa emisfero NORD (Boreale)

(https://s10.postimg.org/w2vkwun55/C9i_Fj_SNVYAA1q_UH.jpg_large.jpg)

Livelli altissimi nell'ultimo decennio, dimostrato dalla linea del trend.

 :) ;)

Peccato che le T globali non se ne accorgano
Tantomeno il volume dei ghiacci

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Moderatore 6 - Aprile 18, 2017, 07:22:27 pm
vi preghiamo di rimanere attinenti al topic e di non oltrepassare il confine del rispetto altrui.

come ampiamente specificato nel regolamento.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 24, 2017, 12:00:38 am
Altro studio che evidenzia le forti connessioni sole-spazio-terra-clima..

http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1342937X10001966 (http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1342937X10001966)

i dati e gli studi ci sono, chi fà orecchie da mercante presto se ne accorgerà.......
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Aprile 24, 2017, 01:12:29 am
Altro studio che evidenzia le forti connessioni sole-spazio-terra-clima..

[url]http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1342937X10001966[/url] ([url]http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1342937X10001966[/url])

i dati e gli studi ci sono, chi fà orecchie da mercante presto se ne accorgerà.......


L'attività solare sta calando dagli anni '60. Giusto un piccolo dettaglio
(http://www.ucsusa.org/sites/default/files/legacy/assets/images/gw/global-surface-temperatures.PNG)

SI è visto il minimo solare del 2006-2011 cos'ha fatto... e pure la PDO- del 1999-2012
Un belino di niente ;-)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 25, 2017, 07:08:10 pm
http://www.nature.com/ngeo/journal/v9/n5/full/ngeo2689.html (http://www.nature.com/ngeo/journal/v9/n5/full/ngeo2689.html)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 27, 2017, 03:52:06 pm
 :)

http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0048969716327152 (http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0048969716327152)

strano questo global warming....

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 16, 2017, 11:51:33 pm
Nord Atlantico sempre più freddo...  ma,in tempi di gw non dovrebbe ribollire tutto?  ;)

https://wattsupwiththat.com/2016/08/21/the-north-atlantic-ground-zero-of-global-cooling/

 ::)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Maggio 17, 2017, 03:21:48 pm
Nord Atlantico sempre più freddo...  ma,in tempi di gw non dovrebbe ribollire tutto?  ;)

https://wattsupwiththat.com/2016/08/21/the-north-atlantic-ground-zero-of-global-cooling/

 ::)

Quanta ignoranza
Quando hai il cancro ogni singola parte del corpo deve peggiorare linearmente ogni giorno?
Ma quanta ignoranza, mamma mia
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 17, 2017, 05:55:07 pm
Quanta ignoranza
Quando hai il cancro ogni singola parte del corpo deve peggiorare linearmente ogni giorno?
Ma quanta ignoranza, mamma mia

Ignorante è colui che ignora...tu ignori il fatto che sono studi di professionisti del settore, quello che tu non sei innnanzitutto e soprattutto
non sono enti finanziati dai governi. Poi pensala come vuoi, di solito le capre vanno tutte dietro al gregge... ::) ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 21, 2017, 11:09:09 am
Neve e ghiaccio N emisfero 

19 Maggio 2016

(https://s2.postimg.org/p4cia697t/18582175_374993556229951_3988330669287542791_n.jpg)

19 Maggio 2017

(https://s16.postimg.org/6ym64zkad/18582122_374993456229961_6348258414538314738_n.jpg)

quest'anno deciso aumento ...la parte occidentale della Russia nel 2016 a fatica era così a Febbraio(nino docet) ..
ora trend inverso visto che ormai siamo a Giugno

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Maggio 21, 2017, 11:29:10 am
Neve e ghiaccio N emisfero 

19 Maggio 2016

(https://s2.postimg.org/p4cia697t/18582175_374993556229951_3988330669287542791_n.jpg)

19 Maggio 2017

(https://s16.postimg.org/6ym64zkad/18582122_374993456229961_6348258414538314738_n.jpg)

quest'anno deciso aumento ...la parte occidentale della Russia nel 2016 a fatica era così a Febbraio(nino docet) ..
ora trend inverso visto che ormai siamo a Giugno

Era glaciale imminente

E' inutile attaccarci al 2% di recupero dovuto magari alla variabilità interannuale, quando il trend di fondo è chiarissimo... abbiamo anche visto che da un anno all'altro tutto può precipitare (vedi 2012)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 21, 2017, 06:10:13 pm
di imminente non credo ci sia nulla.. ma lo hai detto tu..
ovvio che sia variabile, anni cresce anni si ritira..poi ci sono fasi con trend opposti su scala maggiore ecc..
ma a seconda della teoria dell'agw il mondo sarà destinato ad essere a breve sempre più caldo e senza calotte polari, ma sembra che questo non stia accadendo...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 27, 2017, 10:31:47 am
Ghiaccio marino artico(calotta polare) in ripresa quest'anno...forte aumento rispetto al 2016

(https://s29.postimg.org/zf2h66vbr/untitled-4.png)

Negli ultimi mesi trend  raffreddamento dei mari settentrionali dei due principali Oceani del pianeta.

(https://s8.postimg.org/sfpfek8k5/anomnight_5_25_2017.gif)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 02, 2017, 03:33:44 pm
: http://www.ilgiornale.it/news/cronache/accordo-sul-clima-trump-si-tira-fuori-e-scientificamente-non-1404293.html (http://www.ilgiornale.it/news/cronache/accordo-sul-clima-trump-si-tira-fuori-e-scientificamente-non-1404293.html)

il re è nudo....

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 20, 2017, 12:11:38 am
però un oceano freddo assorbe + co2 :)

E' il contrario  ;)  scusa
ora ti diranno che la co2 assorbita dagli oceani che si scaldano, rallentano il gw  ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Giugno 21, 2017, 12:12:58 am
di imminente non credo ci sia nulla.. ma lo hai detto tu..
ovvio che sia variabile, anni cresce anni si ritira..poi ci sono fasi con trend opposti su scala maggiore ecc..
ma a seconda della teoria dell'agw il mondo sarà destinato ad essere a breve sempre più caldo e senza calotte polari, ma sembra che questo non stia accadendo...

A me sembra di sì
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 21, 2017, 06:24:47 pm
A me sembra di sì

 ;D  ..a te ?   ah beh....  ;D

(https://s1.postimg.org/mhvt55xjj/Rrea00218970629.gif)

quello di oggi è una pippa a confronto! sciacquati le idee  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Giugno 21, 2017, 10:10:09 pm
;D  ..a te ?   ah beh....  ;D

(https://s1.postimg.org/mhvt55xjj/Rrea00218970629.gif)

quello di oggi è una pippa a confronto! sciacquati le idee  ;)


Con tutto l'archivio wetterzentrale, sei riuscito a Trovare una +19 in Piemonte? Che scarso

Ah... T media estiva 1897 22.5 gradi, ovvero esattamente come la 2014, considerata epocale per il fresco. Peccato che allora la 1897 fosse addirittura sopra la media dell'epoca

Non ti invito a sciacquarti le idee perché sarebbe tempo perso, ma ti invito a non scrivere boiate. Ringrazierebbe il forum i lettori esterni, coloro che usano questo spazio per informarsi; e ti ringrazierei io

http://www.nimbus.it/clima/2014/140903Estate2014.htm (http://www.nimbus.it/clima/2014/140903Estate2014.htm)
Stammebbuono  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 21, 2017, 10:59:01 pm
come vedi ne ho preso una a caso e toh..anche in epoche lontane senza agw in Piemonte faceva caldo a Giugno  :D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Giugno 22, 2017, 12:22:51 pm
come vedi ne ho preso una a caso e toh..anche in epoche lontane senza agw in Piemonte faceva caldo a Giugno  :D

Allora immagino che sarai anche interessato alla temperatura media delle estati del passato.
Se no sul fatto che anche in passato ci fossero ondate di calore, hai scoperto l'acqua calda
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 22, 2017, 06:12:46 pm
certo...dipende sempre a che medie fai riferimento e quale trentennio metti a confronto...
le ondate di calore da noi ci sono sempre ..solo che 50 anni fà nessuno ti veniva a dire di mangiarti il ghiacciolo e di stare al fresco possibilmente nelle ore più calde, in casa magari chiudendo le finestre!! ;D ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Giugno 22, 2017, 06:44:37 pm
certo...dipende sempre a che medie fai riferimento e quale trentennio metti a confronto...
le ondate di calore da noi ci sono sempre ..solo che 50 anni fà nessuno ti veniva a dire di mangiarti il ghiacciolo e di stare al fresco possibilmente nelle ore più calde, in casa magari chiudendo le finestre!! ;D ;D

Cosa c'entrano i trentenni di riferimento, con un confronto diretto tra due estati (1897 vs 20xx)?

Su una cosa concordo in pieno. Le ondate di calore ci sono sempre state. Poi quanto fossero intense/frequenti/durature non conta; è un dettaglio di importanza secondaria... visto che hai trovato che nel giugno 1897 è arrivata la +19 in Piemonte, è giusto concludere che rispetto ad allora non è cambiato nulla. Anzi, al giorno d'oggi fa più freddo :D

Ti invito a guardare le carte del giugno 1935... potresti trovare il mantra della tua esistenza da negazionista
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: riccardo - Giugno 23, 2017, 09:55:54 am
bimbi, su,
già son fatte ad cazzum le carte odierne,
figurarsi una rianalisi del '35!

ma fatemi il piacere.

passatemi il paragone, ma è come dire: è meglio messi o è stato meglio pelè?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Giugno 23, 2017, 11:34:25 am
bimbi, su,
già son fatte ad cazzum le carte odierne,
figurarsi una rianalisi del '35!

ma fatemi il piacere.

passatemi il paragone, ma è come dire: è meglio messi o è stato meglio pelè?

In effetti ho notato anch'io una certa "estremizzazione" delle isoterme... sottostimate in inverno, sovrastimate in estate.
I valori al suolo, comunque, parlano chiaro di come facesse più freddo in ogni stagione
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 26, 2017, 06:39:53 pm
Cosa c'entrano i trentenni di riferimento, con un confronto diretto tra due estati (1897 vs 20xx)?

Su una cosa concordo in pieno. Le ondate di calore ci sono sempre state. Poi quanto fossero intense/frequenti/durature non conta; è un dettaglio di importanza secondaria... visto che hai trovato che nel giugno 1897 è arrivata la +19 in Piemonte, è giusto concludere che rispetto ad allora non è cambiato nulla. Anzi, al giorno d'oggi fa più freddo :D

Ti invito a guardare le carte del giugno 1935... potresti trovare il mantra della tua esistenza da negazionista

NIx.. ;D
ti dico solo una cosa....prova a chiederti come mai nel 1850 i ghiaccia di tutto il mondo erano già in evidente ritirata, rispetto ai secoli precedenti, nonostante non  ci fosse ancora l'era industriale e il progresso moderno, se non agli albori??   :)
e chiediti come mai le temperature medie globali continuano a non aumentare così drasticamente(come assurdamente previsto) ma seguono normali fluttuazioni di anno in anno o con vari cicli di annate o trentenni o secoli??
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Giugno 27, 2017, 12:01:43 pm
NIx.. ;D
ti dico solo una cosa....prova a chiederti come mai nel 1850 i ghiaccia di tutto il mondo erano già in evidente ritirata, rispetto ai secoli precedenti, nonostante non  ci fosse ancora l'era industriale e il progresso moderno, se non agli albori??   :)
e chiediti come mai le temperature medie globali continuano a non aumentare così drasticamente(come assurdamente previsto) ma seguono normali fluttuazioni di anno in anno o con vari cicli di annate o trentenni o secoli??

Sei un grande scopritore di acqua calda ;-)
Le "normali" fluttuazioni climatiche ci sono sempre state in passato... QUESTA è la più rapida, la più pericolosa, la più calda che ci sia mai stata almeno negli ultimi 6000 anni. E, soprattutto, a differenza di quelle passate è gran parte dovuta alle emissioni antropiche
Ma questo è un punto ormai acclarato, che non sarebbe neanche da mettere continuamente in discussione
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 27, 2017, 01:15:03 pm
Sei un grande scopritore di acqua calda ;-)
Le "normali" fluttuazioni climatiche ci sono sempre state in passato... QUESTA è la più rapida, la più pericolosa, la più calda che ci sia mai stata almeno negli ultimi 6000 anni. E, soprattutto, a differenza di quelle passate è gran parte dovuta alle emissioni antropiche
Ma questo è un punto ormai acclarato, che non sarebbe neanche da mettere continuamente in discussione

Cazzo...l'hai scoperto te chele emissioni antropiche ecc..ecc..e si scioglierà il polo ecc...
perchè sempre più dubbi nascono al riguardo...cmq
per te ora è tutto più rapido, più caldo e senza possibilità di altre fluttuazioni climatiche...bene possiamo anche chiuderla qui ..
più che inutile lo trovo inquietante..... :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Giugno 27, 2017, 10:00:02 pm
Cazzo...l'hai scoperto te chele emissioni antropiche ecc..ecc..e si scioglierà il polo ecc...
perchè sempre più dubbi nascono al riguardo...cmq
per te ora è tutto più rapido, più caldo e senza possibilità di altre fluttuazioni climatiche...bene possiamo anche chiuderla qui ..
più che inutile lo trovo inquietante..... :)


Che i dubbi vengano a te, non vuol dire che siano scientificamente rilevanti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: equaqui - Giugno 30, 2017, 12:47:27 am
Comunque il global warming doveva picchiare di brutto a metà ottocento...
Qui le medie mensili storiche dello Ximeniano!
https://it.wikipedia.org/wiki/Stazione_meteorologica_di_Firenze_Ximeniano
 ;)

Battute a parte (non sono un negazionista gli effetti antropici sono innegabili, semmai non andrebbe imputato *solo* a quelli il cambiamento in atto), guardando le serie storiche si nota come un secolo o più fa le escursioni fossero ad occhio più elevate di oggi: ci sono molti anni dell'800 sia tra i mesi con media più alta che tra quelli con media più bassa!
In compenso le medie ANNUALI son elevatissime dal 2000 in poi (a conferma del warming), così come ci son molti anni dell'800 e pochi del '900.
Per la neve gli anni peggiori son stati i '70 e i '90.
E' sempre interessante guardare i dati...aiuta molto a relativizzare le sfighe attuali. Periodacci ci son stati anche in passato!
 :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 30, 2017, 08:03:12 am
dal 2000 in poi? quindi il clima della Terra siccome negli ultimi 20 anni ha medie più alte esiste il warming antropico?
forse visto che la natura è regolata da altri fattori (noti) ben più importanti, credo che quella umana sia da mettere nell'ordine verso l'ultimo posto, se non di cambiare o scombussolare i piani nelle arree cementificate, prendendoli come dati da paragonare alle ere passate...bella fantasia!
Direi che è abbastanza complessa la metologia e queindi il il risultato e le conclusioni finali. AGW= speculazione che succhia soldini a tutti noi, a discapito della scienza e dell'ambiente, visto che si investe su tecnologie non adeguate al ns fabbisogno...pur sapendolo..
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Giugno 30, 2017, 10:31:30 am
dal 2000 in poi? quindi il clima della Terra siccome negli ultimi 20 anni ha medie più alte esiste il warming antropico?
forse visto che la natura è regolata da altri fattori (noti) ben più importanti, credo che quella umana sia da mettere nell'ordine verso l'ultimo posto, se non di cambiare o scombussolare i piani nelle arree cementificate, prendendoli come dati da paragonare alle ere passate...bella fantasia!
Direi che è abbastanza complessa la metologia e queindi il il risultato e le conclusioni finali. AGW= speculazione che succhia soldini a tutti noi, a discapito della scienza e dell'ambiente, visto che si investe su tecnologie non adeguate al ns fabbisogno...pur sapendolo..

Mi auguro che ai piani alti non vengano condizionati da questa marea di inesattezze e luoghi comuni (ho edulcorato). Ma ho sempre meno speranza in questo
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 08, 2017, 05:02:00 pm
https://www.vencoreweather.com/blog/2017/7/6/115-pm-impressive-cold-in-greenland-and-near-record-accumulations-of-snow-and-ice (https://www.vencoreweather.com/blog/2017/7/6/115-pm-impressive-cold-in-greenland-and-near-record-accumulations-of-snow-and-ice)

Dati, fatti..non parole al vento!!  :)
non spacciare come validi dati di stazioni in mezzo al cemento, come fà la scienza ufficiale e togliere invece i dati delle stazioni che hanno registrato dati da secoli, ma ora  scomode....
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Luglio 08, 2017, 09:06:49 pm
Un articolo fazioso e pieno di errori o, al limite, di dati anche corretti ma male interpretati.
Effettivamente che in Groenlandia (5% della criosfera?) ci sia un lieve recupero rispetto all'abisso del 2012 è indice di salute del clima
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 09, 2017, 06:36:45 pm
fazioso mi sà che ci sei tu.....se commenti così, ma capisco che di fronte a  conclamati scenari di scioglimento dei poli, desertificazione che avanza ecc...ti strovi spiazzato...

 :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Luglio 09, 2017, 10:47:23 pm
fazioso mi sà che ci sei tu.....se commenti così, ma capisco che di fronte a  conclamati scenari di scioglimento dei poli, desertificazione che avanza ecc...ti strovi spiazzato...

 :)

L'unica cosa che mi spiazza è che, di fronte a un aumento di evidenze di accelerazione dell'AGW, aumentano anche i negazionisti bububumbababa
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 26, 2017, 11:56:42 pm
(https://s2.postimg.org/w8nnkc895/127111.png)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 27, 2017, 06:52:30 pm
Bel link sui livelli degli oceani  (nasa)


https://climate.nasa.gov/vital-signs/sea-level/

Mari che negli ultimi 24 anni in media sono cresciuti di 3,4 millimetri all'anno, ma con controtendenza negli ultlimi due anni circa.(da gennaio 2016 ad oggi)
Oceani dunque che per ora non sembrano inghiottire nessun nuovo lembo di terra.. :) :)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix novariensis - Luglio 27, 2017, 10:58:26 pm
Bel link sui livelli degli oceani  (nasa)


https://climate.nasa.gov/vital-signs/sea-level/

Mari che negli ultimi 24 anni in media sono cresciuti di 3,4 millimetri all'anno, ma con controtendenza negli ultlimi due anni circa.(da gennaio 2016 ad oggi)
Oceani dunque che per ora non sembrano inghiottire nessun nuvolo lembo di terra.. :) :)

Sì, ma stai tranquillo... continua a far fondere iceberg grandi come mezza Europa
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 27, 2017, 11:54:53 pm
(https://s3.postimg.org/lkgg9d9gz/ANOM2m_f24_equir.png)

anomalia a +0,55  (1981-2010)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 04, 2017, 02:48:11 pm
https://benthamopen.com/FULLTEXT/TOASCJ-11-44

 ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 09, 2017, 11:23:57 am
Articolo su Repubblica pro-agw che parla di aumenti di temperatura di 0,9 ° globali dal 1880 ad oggi (probabili   ...e allora??!?!)
..facendole risultare, travisando e andando fuori di ogni logica e realtà(soprattutto) come fossero oggi, le temperature più alte globali degli ultimi 1500 anni. 

?!?!?  ::) :o  ...   1500 anni? cioè nel 517dc durante l'alto medioevo sarebbero state più basse...  FALSO!!
più basse lo erano nei secoli seguenti vicino all'anno 1000 dc nel pieno del periodo medioevale.. ::) :) ..per poi risalire fino al 1300 circa alla fine del basso medioevo.

(https://s1.postimg.org/4j0bgunu7/GISP2-_Temperature_Since10700-_BP-with-_CO2-from-_EPI.gif)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 15, 2017, 11:29:19 am
(https://s4.postimg.org/mbk94wsp9/20799197_1019996314809778_267993398615179067_n.jpg)

Trend con calo delle temperature massime in Usa negli ultimi 30 anni!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 15, 2017, 11:31:42 am
Raffreddamento IMPORTANTE delle acque superficiali dell'Atlantico settentrionale

(https://s11.postimg.org/k3n7d1fhv/20479522_1012865988856144_3906163037470814334_n.jpg)

 :)

Attività solare preoccupante.........................................
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 15, 2017, 02:24:12 pm
Old stava tentando di analizzare l'estate 2017 in generale.tu tiri fuori i singoli episidi di lontani farragosto o i mesi più caldi.

singoli? luglio 2015 singoli? 2003 singoli?  va be troppo difficile e inutile,
continuate a seguire Maracchi e studio aperto.. ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 22, 2017, 09:55:44 am
http://www.climatemonitor.it/?p=45561 (http://www.climatemonitor.it/?p=45561)

ottimo articolo con grafici sul clima terrestre negli ultimi milioni di anni..
interessante il passaggio dove si spiega che gli aumenti di temperatura globale si verifichino sempre come rapidi( e qui mi casca l'asino ... ;D  )  mentre
il passaggio ad ere fredde sia molto più lento....     

buona lettura ! ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Settembre 15, 2017, 10:31:20 pm
http://notrickszone.com/2017/09/15/as-la-nina-looms-warmists-skid-into-panic-mode-global-warming-pause-set-to-surpass-two-decades/#sthash.k3LslmR9.4XqzG0HR.dpbs (http://notrickszone.com/2017/09/15/as-la-nina-looms-warmists-skid-into-panic-mode-global-warming-pause-set-to-surpass-two-decades/#sthash.k3LslmR9.4XqzG0HR.dpbs)


La Nina ...  GW che subisce una battuta d'arresto notevole, dopo qualche exploit nelle fasi opposte di enso, ..ma temo che questa sarà tosta.....  ::) ::) ??? ::)  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Settembre 17, 2017, 08:11:15 am
buona domenica  ponente e a tutti gli utenti del forum. molto interessante il sito da te linkato. tuttavia come sempre sottolineo, prestare molta attenzione alle varie fonti e notizie che circolano sul web.La disinformazione e le fake news che circolano sono molteplici.giusto per fare capire ti riporto un articolo scritto nel blog da te esposto.in tale articolo viene  aggiunta all  anteprima del paper  redatto da Hansen cose che nell articolo originale non ci sono ti espongo il paper modificato tramite photoshop e che puoi trovare al seguente link http://notrickszone.com/2017/01/16/massive-data-tampering-uncovered-at-nasa-warmth-cooling-disappears-due-to-incompatibility-with-models/comment-page-1/#sthash.sZFSpbUF.dpbs (https://i.imgur.com/y290b1o.png) [/color] e lo studio originale (https://i.imgur.com/c4BbMrL.png) https://atmos.washington.edu/~davidc/ATMS211/articles_optional/Hansen81_CO2_Impact.pdf.come puoi constatare tramite photoshop  il titolo è stato alterato per renderlo maggiormente appetibile ai vari lettori e per attirare maggiore utenza.secondo me un blog o un sito che ricorre a tali"manovre" perde molto di credibilità. io non sono un esperto, ma voglio come sempre invitare a fare riferimento a fonti ufficiali   ricorrere a tali "distorsioni"si scivola velocemente verso la disinformazione.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Settembre 17, 2017, 06:20:26 pm
Mah sarà...ma a me sembra che le cosidette fonti ufficiali se la suonino e se la cantino un po' come vogliono..  :)
io lo definirei un po' come pararsi il .....   
cmq mi informerò meglio... ::)
ps il primo link che hai postato ora non funziona...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: bebix - Settembre 18, 2017, 12:00:56 pm
Non ho capito come mai si parla di manipolazione del titolo con Photoshop?
A me sembra che abbiano cambiato i dati di temperatura successivi a quel lavoro del 1981 per non far risaltare troppo il decremento che c'era stato tra il 1940 ed il 1980.
Questo in pratica

(http://notrickszone.com/wp-content/uploads/2017/01/NASA-NH-Temperatures-1880-2016-trend_edited-1.jpg)

Ho capito male?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Konrad66 - Settembre 18, 2017, 01:54:25 pm
I dati non hanno bisogno di confermare ciò che vediamo con i nostri occhi e sentiamo sulla pelle.

Ghiacciai ormai estinti

Flora e Fauna che si sono alzati di latitudine e altitudine e continuano ad alzarsi

Basta e avanzano. I numeri di fronte a questo , non servono. Purtoppo anche i numeri confermano.

I negazionisti vogliono che il GW non venga combatutto e che si rafforzi, e quindi negano il problema
Molti sui social non sono soltanto utenti interessati o foraggiati, ma ci sono anche tafazzi
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: fra55 - Settembre 19, 2017, 08:24:10 am
I negazionisti vogliono che il GW non venga combatutto e che si rafforzi, e quindi negano il problema

Ah, e come mai?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Settembre 23, 2017, 12:00:30 am
https://realclimatescience.com/2017/09/40-sea-ice-ice-gain-over-the-past-five-years/

chiaro...lampante: teorie sull'agw che vacillano...riscaldamento globale fermo!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Settembre 28, 2017, 04:15:40 pm
http://it.euronews.com/2017/09/28/emergenza-vulcani-migliaia-di-evacuati-a-bali-e-vanuatu (http://it.euronews.com/2017/09/28/emergenza-vulcani-migliaia-di-evacuati-a-bali-e-vanuatu)

Il primo ( vulcano Agung) è uno stratovulcano, nel 1963 ultima eruzione ha immesso ceneri vulcaniche e SO2 per un anno e mezzo, il secondo( vulcano Manaro) è una caldera sotterranea, con crateri al di sopra dove vi sono grandi e piccoli laghi vulcanici e sono ben noti gli effetti delle eruzioni di questo tipo, rispetto alle altre...spece  se potenti

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Ema Avenza - Settembre 28, 2017, 05:16:18 pm
[url]http://it.euronews.com/2017/09/28/emergenza-vulcani-migliaia-di-evacuati-a-bali-e-vanuatu[/url] ([url]http://it.euronews.com/2017/09/28/emergenza-vulcani-migliaia-di-evacuati-a-bali-e-vanuatu[/url])

Il primo ( vulcano Agung) è uno stratovulcano, nel 1963 ultima eruzione ha immesso ceneri vulcaniche e SO2 per un anno e mezzo, il secondo( vulcano Manaro) è una caldera sotterranea, con crateri al di sopra dove vi sono grandi e piccoli laghi vulcanici e sono ben noti gli effetti delle eruzioni di questo tipo, rispetto alle altre...spece  se potenti

Devono andare in stratosfera...se no bona.
Comunque meglio che non succeda niente per quelle povere persone
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Settembre 28, 2017, 06:58:08 pm
Arcipelago di Vanuatu, Manaro caldera

(https://s26.postimg.org/7t335nhfd/22008292_1783019375328814_4972308888793475140_n.jpg)

(https://s26.postimg.org/rriy81249/22007620_1783019418662143_3589908691541359585_n.jpg)

Indonesia, Bali  vulcano Agung

(https://s26.postimg.org/m9uxxywah/22008156_1783024888661596_7190617642818501569_n.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Settembre 29, 2017, 04:56:28 pm
Altra eruzione stavolta in Guatemala e senza molto pre-avviso, ad opera del vulcano Santiaguito! Dopo qualche giorno di scarsa attività( il Santiaguito è un vulcano attivo o semi-attivo) oggi è esploso con un'eruzione importante. Nel 1902 tra fine Ottobre e la prima metà di Novembre ebbe un'eruzione VEI6  (su una scala da 1 a 7)

(https://s26.postimg.org/jxcgxuf3t/bandicam_2017-09-29_16-40-41-865.jpg)

(https://s26.postimg.org/6gk3spu61/bandicam_2017-09-29_16-40-27-524.jpg)

(https://s26.postimg.org/i87z3ios9/bandicam_2017-09-29_16-41-54-013.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Settembre 30, 2017, 03:45:48 pm
Vulcano Popocatepetl, Messico, in eruzione il 27-28 Sett 2017

(https://s25.postimg.org/8ugrpiabz/22046663_1522325374503398_5008060659990790408_n.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: oldstylewinter - Settembre 30, 2017, 07:19:52 pm
Ma arrivano in stratosfera?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 01, 2017, 09:43:31 am
Ma arrivano in stratosfera?

I primi due che ho citato sopra per ora no, ma in passato hanno avuto eruzioni del genere(nel 1902 e nel 1963) e negli ultimi giorni hanno intensisficato l'atttività ai livelli di allerta quasi massimi.Il Santiaguito qualche giorno fà ha avuto un eruzione improssvisa con ceneri molto in alto ma di breve durata,(non si conosce l'altezza) per ora, ma portebbe alternare intermittenti esplosioni a pause ancora per un po'...così come vi sono ad oggi molti vulcani che hanno eruzioni del genere ma di breve durata e questo sta avvenendo con maggior frequenza rispetto a qualche anno fà, con netto incremento dell'attività vulcanica globale
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Daniele2 - Ottobre 01, 2017, 03:31:41 pm
Ragazzi questo video mi ha fatto cascare dalla seggiola impressionante  :)

https://vimeo.com/235054089 (https://vimeo.com/235054089)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 12, 2017, 10:40:28 am
Buona lettura!  :o

http://principia-scientific.org/crime-without-punishment-is-not-crime/ (http://principia-scientific.org/crime-without-punishment-is-not-crime/)

 ;) :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 13, 2017, 01:22:04 am
https://realclimatescience.com/2017/10/nasa-doubling-warming-by-data-tampering/

se ce ne fosse ancora bisogno.........
tutti ormamai ne parlano.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 14, 2017, 12:04:23 am
http://www.telegraph.co.uk/news/2017/10/13/just-two-penguin-chicks-colony-36000-survive-catastrophic-antarctic/ (http://www.telegraph.co.uk/news/2017/10/13/just-two-penguin-chicks-colony-36000-survive-catastrophic-antarctic/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 18, 2017, 10:48:08 am
Eh si..tutto ora colato ..incontrovertibile, chiarissimo..secondo gli esperti del clima(pro-agw)  ;D :-X

http://www.climatemonitor.it/?p=46129 (http://www.climatemonitor.it/?p=46129)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 20, 2017, 10:55:20 am
Attività sismica nei pressi della caldera del Vulcano Agung, Indonesia ....  strettamente monitorato con la popolazione dell' isola indonesiana preventivamente fatta allontanare dall'area nel raggio di una decina di km, si teme un'eruzione quasi imminente superiore o pari ad una VEI5  su una scala da 1 a 7

(https://magma.vsi.esdm.go.id/img/wf/TMKS.png)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: oldstylewinter - Ottobre 20, 2017, 03:58:39 pm
Attività sismica nei pressi della caldera del Vulcano Agung, Indonesia ....  strettamente monitorato con la popolazione dell' isola indonesiana preventivamente fatta allontanare dall'area nel raggio di una decina di km, si teme un'eruzione quasi imminente superiore o pari ad una VEI5  su una scala da 1 a 7

(https://magma.vsi.esdm.go.id/img/wf/TMKS.png)

Ce la potresti cortesemente interpretare a noi ignoranti in materia?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 20, 2017, 04:20:14 pm
Grafico del sismografo ..credo autoaggiornante, anzi si..
a sinistra data e orario locale, a destra utc ( se non interpreto male)
.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: oldstylewinter - Ottobre 20, 2017, 04:45:49 pm
Ma ci vorrebbe un raffronto con grafici pre eruzioni del passato per capire se è una carta da allarme o normali attività .
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 20, 2017, 04:56:11 pm
Ma ci vorrebbe un raffronto con grafici pre eruzioni del passato per capire se è una carta da allarme o normali attività .

C'è uno studio dietro, logicamente, l'attività del grafico è ripresa improvvisamente nel mese scorso dopo decenni di quiete. L'ultima eruzione del 1963 è stata abbastanza potente(VEI5) ..  la struttura ancora a cono induce a pensare che lì sotto nella caldera ci sia molta energia ancora da dissipare..in parte avvenuto nel 1963.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 21, 2017, 11:41:08 am
(https://magma.vsi.esdm.go.id/img/eqhist/AGU.png)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nucleo89 - Ottobre 21, 2017, 12:44:57 pm
Non penso che ci sia alcun automatismo fra questi grafici e una ipotetica eruzione. Mi ricordo anni fa dopo l'eruzione del vulcano impronunciabile in Islanda si iniziò a parlare di eruzione imminente di un vulcano ben più grande, mi pare il Katla...è stato mesi a mostrare tremori "anomali" e poi se ne è tornato buono come prima  ::)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 22, 2017, 08:56:48 am
Non penso che ci sia alcun automatismo fra questi grafici e una ipotetica eruzione. Mi ricordo anni fa dopo l'eruzione del vulcano impronunciabile in Islanda si iniziò a parlare di eruzione imminente di un vulcano ben più grande, mi pare il Katla...è stato mesi a mostrare tremori "anomali" e poi se ne è tornato buono come prima  ::)

Certo che c'è eccome. Non è scontato, nessuno ha la sfera di cristallo per dire cosa succede passo passo sottoterra, ma sicuramente aumentano le probabilità che ciò possa accadere se c'è un'attività sismica di superficie nei suoi pressi, piuttosto che quando non c'è o è poco significativa. Infatti l'area è stata evacuata mica per divertimento...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 22, 2017, 09:05:49 am
Intanto più a sud-est  Isole Salomone 

https://watchers.news/2017/10/21/tinakula-volcano-eruption-solomon-islands/?utm_source=dlvr.it&utm_medium=facebook

Inutile girarci attorno...l'attività vulcanica in questi ultimi anni è andata notevolmente aumentando, immettendo in atmosfera gas e ceneri. L'ultima grande eruzione risale al 1991 vulcano Pinatubo, ma che non fù nulla al confronto del Vulcano Tambora del 1815 con sconvolgimenti climatici su larga scala
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 23, 2017, 11:57:42 pm
La soria del clima nelle ultime migliaia di anni...
in uscita da un periodo glaciale, 20 mila anni fà in Groenlandia -14° in media più freddo di adesso.( un periodo glaciale si verifica ogni 100 mila anni)

(https://pbs.twimg.com/media/DM0C-j5X4AA8q4p.jpg:large)

qui invece per milioni di anni con le varie ere geologiche

(https://pbs.twimg.com/media/DM2Mj2yV4AECItr.jpg:large)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 25, 2017, 10:58:38 am
Indonesia, Sinabung con attività in aumento ...espolosioni e flusso piroclastico

https://twitter.com/amerialvareztv/status/922879310674919424
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: zagor - Ottobre 30, 2017, 12:49:17 pm
Se qualcuno ci riesce posti l'articolo dell' ansa sull' aumento esponenziale della CO2 pubblicato oggi dall'ansa..... :o :o
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 05, 2017, 11:14:59 am
si eh..loro fanno il calcolo: continue emissioni= più concentrazione ion libera atmosfera... ;D
peccato che poi ci siano una serie di feedback dietro, tipo ti cito gli oceani la vegetazione ecc...   ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Novembre 06, 2017, 11:30:34 am
Se qualcuno ci riesce posti l'articolo dell' ansa sull' aumento esponenziale della CO2 pubblicato oggi dall'ansa..... :o :o
                                                                                                                                                                                             buona giornata zagor. l articolo da te richiesto è il seguente    Allarme clima, nuovo record negativo di C02 nell'atmosfera Nuovo record negativo nella concentrazione di Co2 nell'atmosfera terrestre. L'allarme arriva da un rapporto aggiornato al 2016 della World Meteorological Organization (Wmo) ripreso fra gli altri dalla Bbc. L'incremento risulta del 50% rispetto alla media dei 10 anni precedenti, fino a un livello ritenuto inedito da 800.000 anni. Il dato sarebbe legato a una combinazione di fattori, dalle attività umane al fenomeno climatico del Nino, e rischia di rendere gli obiettivi sul contenimento delle temperature globali irraggiungibile. L'impennata fra una rilevazione e l'altra é la più elevata da 30 anni a questa parte, sottolineano con preoccupazione i ricercatori. La misurazione, realizzata sulla base di dati presi da 51 diversi Paesi, indica che le concentrazioni di CO2 sono salite - solo fra il 2015 e il 2016 - da 400 a 403,3 parti per milione. "E' il maggiore incremento che abbiamo osservato nei 30 anni dalla nostra attività", ha confermato alla stessa Bbc Oksana Tarasova, responsabile del programma globale di controllo dell'atmosfera terrestre in seno al Wmo, agenzia con sede a Ginevra. "Il precedente aumento massimo registrato prima di El Niño - ha precisato - risale al 1997-1998 e fu di 2,7 parti per milione contro i 3,3" del differenziale fra 2015 e 2016. Senza dimenticare - ha ribadito Tarasova - che si tratta anche di un balzo "del 50% sulla media dell'ultimo decennio".   LINK DELL ARTICOLO:http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/clima/2017/10/30/allarme-clima-per-il-nuovo-record-negativo-di-c02-nellatmosfera_6ade191c-5f40-4b1a-8898-d550698f0b7e.html FONTE ARTICOLO:ANSA.itAmbiente&Energia
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 24, 2017, 11:52:19 am
http://notrickszone.com/2017/11/22/signs-show-planet-entering-a-new-dalton-minimum-solar-cycle-24-continues-to-be-weakest-in-200-years/#sthash.u7PA9YAu.b3kJ49iM.dpbs (http://notrickszone.com/2017/11/22/signs-show-planet-entering-a-new-dalton-minimum-solar-cycle-24-continues-to-be-weakest-in-200-years/#sthash.u7PA9YAu.b3kJ49iM.dpbs)


Attività solare mai così in basso negli ultimi 200 anni...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: riccardo - Novembre 24, 2017, 12:03:17 pm
[url]http://notrickszone.com/2017/11/22/signs-show-planet-entering-a-new-dalton-minimum-solar-cycle-24-continues-to-be-weakest-in-200-years/#sthash.u7PA9YAu.b3kJ49iM.dpbs[/url] ([url]http://notrickszone.com/2017/11/22/signs-show-planet-entering-a-new-dalton-minimum-solar-cycle-24-continues-to-be-weakest-in-200-years/#sthash.u7PA9YAu.b3kJ49iM.dpbs[/url])


Attività solare mai così in basso negli ultimi 200 anni...





 :-X  zitto, dillo piano, altrimenti qualcuno poi ti risponde che è colpa dell'inquinamento, della c02 .....
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 26, 2017, 11:20:45 pm
E' eruttato l'Agung  ...vulcano indonesiano già in pre-allerta (scala a 3 su4) sull'isola di Bali(Indonesia)

https://www.instagram.com/p/Bb8FnUMAAif/ (https://www.instagram.com/p/Bb8FnUMAAif/)

 :o

..dai che ci giochiamo l'estate 2018 .. ;D ::) ??? ::)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 27, 2017, 06:09:03 pm
Aggiornamento

https://twitter.com/janinekrippner/status/934984124053512193/photo/1?ref_src=twsrc%5Etfw&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.attivitasolare.com%2F2-aggiornamento-eruzione-del-vulcano-agung-indonesia%2F (https://twitter.com/janinekrippner/status/934984124053512193/photo/1?ref_src=twsrc%5Etfw&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.attivitasolare.com%2F2-aggiornamento-eruzione-del-vulcano-agung-indonesia%2F)

https://twitter.com/janinekrippner/status/935039332892708864/photo/1?ref_src=twsrc%5Etfw&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.attivitasolare.com%2F2-aggiornamento-eruzione-del-vulcano-agung-indonesia%2F (https://twitter.com/janinekrippner/status/935039332892708864/photo/1?ref_src=twsrc%5Etfw&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.attivitasolare.com%2F2-aggiornamento-eruzione-del-vulcano-agung-indonesia%2F)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 27, 2017, 06:23:56 pm
...certo che L'agung è proprio un vulcano fantastico...maestoso e in mezzo al nulla...  solo natura tropicale e isole..
per i seguaci dell'induismo della zona è considerato un monte sacro.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 28, 2017, 02:08:45 pm
Alba di oggi nei pressi del vulcano Agung

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/23916036_1573664412702827_7318006656956524538_n.jpg?oh=37245e02af0db504358b2d381bccc95b&oe=5A976D82)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 29, 2017, 12:16:31 am
Aggiornamento

https://twitter.com/NASAEarth/status/935584087137546241

https://twitter.com/accuweather/status/935570432174018560
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 29, 2017, 03:38:01 pm
Oggi  29 Novembre

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/24068323_883246181845296_5126507178263607331_n.jpg?oh=1637b13f965661fa6649c08f0113e886&oe=5A8E30AA)

Nube vulcanica a quasi 10 km di altezza...(ieri)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 01, 2017, 04:30:01 pm
Immagine satellitare di Sentinel 5P (satellite Esa) della nube di ceneri e gas emessi dal vulcano Agung  (Indonesia, Bali)  in eruzione e ne ha misurato le concentrazioni di so2 (anidride solforosa o biossido di zolfo)

(https://s8.postimg.org/fnbieeudh/vulcano-agung-640x432.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 05, 2017, 06:37:12 pm
Una violenta eruzione si è verificata questa mattina al vulcano Sheveluch in Kamchatka, Russia verso le 9:00 ora locale (le 21:00 di ieri sera GMT). L’esplosione e/o collasso parziale nella cupola di lava attiva ha prodotto una colonna di cenere salita rapidamente che ha poi raggiunto un’altezza di 10 km (33.000 piedi), per poi dirigersi, dapprima verso NE cambiando poi direzione verso SE, disperdendosi nell’Oceano Pacifico settentrionale.


(https://s8.postimg.org/64ielph2d/shiveluch-2017-12-04-21-02-10.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 12, 2017, 03:18:44 pm
http://notrickszone.com/2017/12/10/giving-global-warming-the-cold-shoulder-central-european-winters-have-cooled-last-30-years/#sthash.2v0spZ2m.yvSRU7yQ.dpbs (http://notrickszone.com/2017/12/10/giving-global-warming-the-cold-shoulder-central-european-winters-have-cooled-last-30-years/#sthash.2v0spZ2m.yvSRU7yQ.dpbs)

La verità è solo una...   poco o nullo quello che ci raccontano col bombardamento mediatico
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 13, 2017, 02:58:14 pm
Grafico Rutgers University (New Jersey)

(https://s8.postimg.org/bk6c1hyx1/DQj70z_KX0_AUdrgk.png)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 17, 2017, 05:39:46 pm
https://www.attivitasolare.com/cinque-anni-frodi-termiche-antartico-della-nasa/ (https://www.attivitasolare.com/cinque-anni-frodi-termiche-antartico-della-nasa/)

 :-X
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 20, 2017, 11:56:28 am
https://www.youtube.com/watch?v=SN8xXhHj6no&feature=youtu.be (https://www.youtube.com/watch?v=SN8xXhHj6no&feature=youtu.be)

Vulcano Bezymianny(Kamchatka, Russia)   ..oggi, visto da 46 km di distanza....

https://twitter.com/CultureVolcan/status/943366410511831040 (https://twitter.com/CultureVolcan/status/943366410511831040)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 20, 2017, 04:35:58 pm
Oggi, Stratovulcano Bezymianny(Kamchatka, Russia)
(https://s10.postimg.org/p5l27r3p5/25591746_1595503457185589_3452983372000394226_n.jpg)


Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 27, 2017, 11:07:04 am
https://www.thegwpf.com/global-temperature-for-november-2017-continues-decline/ (https://www.thegwpf.com/global-temperature-for-november-2017-continues-decline/)

 :) ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 02, 2018, 01:00:44 am
https://www.armstrongeconomics.com/world-news/climate/the-sun-is-cooling-faster-than-anyone-suspected/ (https://www.armstrongeconomics.com/world-news/climate/the-sun-is-cooling-faster-than-anyone-suspected/)

 :o ::) ...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 03, 2018, 02:37:50 pm
http://notrickszone.com/2018/01/02/global-cooling-expected-for-2018-warming-projection-may-be-one-of-the-great-scientific-blunders-of-modern-times/#sthash.75fWMB3O.VoOmjQsT.dpbs (http://notrickszone.com/2018/01/02/global-cooling-expected-for-2018-warming-projection-may-be-one-of-the-great-scientific-blunders-of-modern-times/#sthash.75fWMB3O.VoOmjQsT.dpbs)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 03, 2018, 05:57:25 pm
https://www.attivitasolare.com/il-percorso-del-mare-del-nord-verso-il-pacifico-bloccato-dal-ghiaccio-spesso-3-metri/ (https://www.attivitasolare.com/il-percorso-del-mare-del-nord-verso-il-pacifico-bloccato-dal-ghiaccio-spesso-3-metri/)

..da quant'è che non si vedeva la faccia di  Gore ... ;D ::) :) :-X
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 05, 2018, 06:48:53 pm
Attività solare sempre molto bassa in questo periodo. Dopo l'ennesima serie di giorni spotless, i primi di questo mese e anno, (oggi il Sidc, centro belga per il monitoraggio e il conteggio delle macchie solari, conterà una piccola spot) i principali parametri della nostra stella segnano un costante ribasso verso il minimo di attività del ciclo in corso(ciclo24) già di per sè debole( ogni ciclo solare è composto da una fase di max e una di min) ..in netto anticipo di un paio d'anni sulle varie previsioni degli esperti. Quindi minimo relativo del C24 in anticipo, che  dovrebbe significare ciclo solare più lungo nel tempo.
Solar Flux 67,3
Solar Wind 335,9 Km/s  (sempre sotto i 350 Km/s nelle ultime 24 ore)  :o
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 11, 2018, 04:39:21 pm
https://watchers.news/2018/01/10/strong-explosion-at-sheveluch-ejects-ash-up-to-11-km-36-000-feet-aviation-color-code-red/
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 23, 2018, 12:16:53 am
https://watchers.news/2018/01/22/powerful-eruption-at-mayon-volcano-heavy-ashfall-and-zero-visibility-alert-level-4/ (https://watchers.news/2018/01/22/powerful-eruption-at-mayon-volcano-heavy-ashfall-and-zero-visibility-alert-level-4/)

http://cnnphilippines.com/regional/2018/01/22/Mayon-Volcano-alert-level-4-Phivolcs.html (http://cnnphilippines.com/regional/2018/01/22/Mayon-Volcano-alert-level-4-Phivolcs.html)
 :o

https://www.youtube.com/watch?v=xHLMPLoMVJI (https://www.youtube.com/watch?v=xHLMPLoMVJI)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Securityman74 - Gennaio 23, 2018, 07:26:23 am
Buongiorno
Vorrei sapere come fanno a estrapolare l'immagine delle anomalie globale se nel dettaglio le anomalie terrestri e dei mari sono completamente discordanti.
(https://uploads.tapatalk-cdn.com/20180123/c102ab8f524baae5825e02e3b21a0851.gif)(https://uploads.tapatalk-cdn.com/20180123/21572f261753810ed4060b6c280b2699.gif)

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
(https://uploads.tapatalk-cdn.com/20180123/9d30f6e63d07db12ba1052adab6c9578.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 23, 2018, 03:37:40 pm
[url]https://watchers.news/2018/01/22/powerful-eruption-at-mayon-volcano-heavy-ashfall-and-zero-visibility-alert-level-4/[/url] ([url]https://watchers.news/2018/01/22/powerful-eruption-at-mayon-volcano-heavy-ashfall-and-zero-visibility-alert-level-4/[/url])

[url]http://cnnphilippines.com/regional/2018/01/22/Mayon-Volcano-alert-level-4-Phivolcs.html[/url] ([url]http://cnnphilippines.com/regional/2018/01/22/Mayon-Volcano-alert-level-4-Phivolcs.html[/url])
 :o

[url]https://www.youtube.com/watch?v=xHLMPLoMVJI[/url] ([url]https://www.youtube.com/watch?v=xHLMPLoMVJI[/url])


(https://cdn.cnn.com/cnnnext/dam/assets/180122064344-mayon-volcano-0122-no-bars-exlarge-169.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Gennaio 23, 2018, 07:44:39 pm
Oggi anche un vulcano giapponese e un terremoto da 8.2 in Alaska
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 24, 2018, 10:09:58 am
http://notrickszone.com/2018/01/23/predictions-of-snowless-winters-go-down-in-flames-as-no-hemisphere-gets-buried-under-ice/#sthash.u5f0vQLf.Yq5KCrdU.dpbs (http://notrickszone.com/2018/01/23/predictions-of-snowless-winters-go-down-in-flames-as-no-hemisphere-gets-buried-under-ice/#sthash.u5f0vQLf.Yq5KCrdU.dpbs)

 ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 25, 2018, 11:16:07 am
Vulcano Mayon (Repub delle Filippine, SE Asia)  ...today

(https://s13.postimg.org/4lbc8e3dj/bandicam_2018-01-25_11-12-55-055.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 26, 2018, 03:26:10 pm
http://www.cfact.org/2018/01/02/no-co2-warming-for-the-last-40-years/ (http://www.cfact.org/2018/01/02/no-co2-warming-for-the-last-40-years/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 29, 2018, 01:13:22 am
Attivita solare sempre molto bassa, pure nella giornata odierna(28 Gennaio) il sole nel campo del visibile è senza macchie solari sull'intera superficie, risultando per il nono giorno consecutivo spotless, il diciassettesimo del 2018 sui 28 del mese in corso.

Altri parametri importanti:
Solar Flux 68.5 (media mensile 70)
Solar wind   347,8 Km/s (ore 23:00)
Indice Ap media mensile di ieri 5.3
Campo geomagnetico  stato=quiet(ultime 24h)
Raggi X   stato= normal(ultime 24h)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Securityman74 - Gennaio 29, 2018, 07:12:39 pm
Incomincio a preoccuparmi..(https://uploads.tapatalk-cdn.com/20180129/59514378e4a71b0ac49f640adb311a19.gif)

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: 980 hPa - Gennaio 29, 2018, 10:13:11 pm
Incomincio a preoccuparmi..(https://uploads.tapatalk-cdn.com/20180129/59514378e4a71b0ac49f640adb311a19.gif)

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

In che senso?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Securityman74 - Gennaio 29, 2018, 10:36:54 pm
In che senso?
Nel senso che se vedi la scala, il giallo leggero indica praticamente nessun cambiamento di temperatura e tutto quel blu dove in teoria dovrebbe essere più tendente al giallo scuro poiché è estate si evince un raffreddamento della temperatura dei mari.

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 16, 2018, 04:17:30 pm
http://notrickszone.com/2018/02/15/another-agw-epic-fail-new-paper-finds-appalachians-have-been-dramatically-cooling-since-1910/#sthash.ukQCznLO.Lz4mnzWF.dpbs (http://notrickszone.com/2018/02/15/another-agw-epic-fail-new-paper-finds-appalachians-have-been-dramatically-cooling-since-1910/#sthash.ukQCznLO.Lz4mnzWF.dpbs)

 :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 19, 2018, 01:08:55 pm
Vulcano Sinabung (Indonesia)  oggi...
forte eruzione esplosiva, pennacchio a 15 Km di altezza

https://twitter.com/StormchaserUKEU/status/965523991686516746
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 09, 2018, 12:05:34 am
(http://www.natice.noaa.gov/pub/ims/ims_v3/ims_gif/ARCHIVE/EuAsia/2018/ims2018061_asiaeurope.gif)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 09, 2018, 07:15:36 pm
http://www.climatemonitor.it/?p=47716 (http://www.climatemonitor.it/?p=47716)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 11, 2018, 01:00:19 am
https://realclimatescience.com/2018/03/global-state-of-the-climate-report/

 :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 14, 2018, 10:55:36 pm
https://www.attivitasolare.com/la-nuova-scienza-e-i-ghiacci-antartici/ (https://www.attivitasolare.com/la-nuova-scienza-e-i-ghiacci-antartici/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 17, 2018, 10:58:51 am
https://www.attivitasolare.com/a-proprio-uso-e-consumo/ (https://www.attivitasolare.com/a-proprio-uso-e-consumo/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 23, 2018, 10:53:27 am
https://i0.wp.com/www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2018/03/DY0wgK4WkAAAFVP.jpg?w=1200&ssl=1 (https://i0.wp.com/www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2018/03/DY0wgK4WkAAAFVP.jpg?w=1200&ssl=1)

 ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 28, 2018, 11:02:57 am
Intanto l'Inverno quello più crudo non molla la presa sul NW della Russia registrando in questi giorni su un'area molto estesa temperature davvero ragguardevoli per il periodo.  -34,6 ° c a Koynas e-28,3 ° c in Arcangelo la minima del giorno 27. Quest'ultima settimana di Marzo non risultava essere così fredda dal 1963!

(https://s14.postimg.org/ithe0j3hd/bandicam_2018-03-28_10-52-29-479.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 31, 2018, 12:14:52 am
http://notrickszone.com/2018/03/30/snow-cover-ice-volume-growth-show-global-climate-is-a-lot-more-than-just-surface-temperature/#sthash.3ii0wCpf.1O7tAbAx.dpbs (http://notrickszone.com/2018/03/30/snow-cover-ice-volume-growth-show-global-climate-is-a-lot-more-than-just-surface-temperature/#sthash.3ii0wCpf.1O7tAbAx.dpbs)

 :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 04, 2018, 11:37:38 pm
http://yournewswire.com/40-scientific-papers-global-warming/ (http://yournewswire.com/40-scientific-papers-global-warming/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 06, 2018, 06:09:40 pm
Altra e forte eruzione sul vulcano Sinabung in Indonesia, oggi 6 Aprile 2018, dopo quella ad alto impatto molto simile, avvenuta il 19 Febbraio scorso. Ceneri a 15 km di altezza con due pennacchi uno a 7 Km e l'altro a 15 km, nella precedente invece il pennacchio raggiunse i 16,7 km di altitudine, oltre come in questo caso a flussi piroplastici in direzione sud-est fino a 3,5 km di distanza

oggi eruzione 6 Aprile
(https://i0.wp.com/www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2018/04/sinabung-eruption-april-6-2018.jpg?resize=400%2C533&ssl=1)

(https://i1.wp.com/www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2018/04/untitled-1.png?resize=400%2C667&ssl=1)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 13, 2018, 01:11:29 am
(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/30705350_1726971094048284_6691888254916957300_n.jpg?_nc_cat=0&oh=9f8cc3aaae5f772d5cb222710093acf0&oe=5B715F94)

Pdo Marzo 2018   -0,51

 ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 15, 2018, 02:22:55 pm
Il principale esperto/profeta del riscaldamento globale al mondo, tale James Hansen della Columbia University e della NASA, affermava tempo fa che l’Artico sarebbe rimasto libero dai ghiacci entro e non oltre quest’anno. Il suo lavoro si basa su una scienza stabilita cui il 97% degli scienziati del mondo è d’accordo.

La fisica di base è che alla base di tutto ciò è che il ghiaccio non si scioglie a -30° C.

(https://i1.wp.com/www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2018/04/gfs_nh-sat1_t2_1-day-18-768x696.png?resize=768%2C696&ssl=1)

Estensione ghiaccio artico (media 1981-2010 linee gialle)

(https://i1.wp.com/www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2018/04/N_daily_extent-13.png?w=444&ssl=1)

Il ghiaccio marino artico è molto spesso e il volume continua ad aumentare.

(https://i1.wp.com/www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2018/04/CICE_combine_thick_SM_EN_20180413.png?resize=768%2C645&ssl=1)

DMI Modelled ice thickness

La stagione di fusione vicino al Polo Nord dura solo 70 giorni e negli ultimi anni è risultata più fredda del normale.

(https://i1.wp.com/www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2018/04/2018_04_14_05_48_03.png?w=723&ssl=1)


fonte
https://realclimatescience.com/2018/04/the-basic-physics-of-the-arctic-meltdown/ (https://realclimatescience.com/2018/04/the-basic-physics-of-the-arctic-meltdown/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 12, 2018, 02:26:52 pm
https://tg24.sky.it/mondo/2018/05/11/eruzione-vulcano-monte-merapi-indonesia-evacuazione.html

 ::)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 22, 2018, 10:38:16 am
La temperatura globale, con rilevamento da satellite UAH (University of Alabama in Huntsville)  in bassa troposfera e in ultima versione 6.0, per il mese di Aprile 2018 è risultata di +0.21° C, temperatura in leggero calo di 0,03° C rispetto al mese di Marzo, quando venne rilevata la temperatura di +0.24° C.

Nello specifico, l’emisfero nord chiude in calo a +0.31 °C. Marzo aveva chiuso a +0.39° C.
L’emisfero sud è risultato stabile rispetto al mese di Marzo a +0.10° C. Anche Marzo aveva chiuso a +0.10° C, mentre per quanto riguarda la zona tropicale, chiude in forte calo a -0.13° C. Marzo aveva chiuso a +0.06° C.

(https://s9.postimg.cc/fyunsr63j/Ddxq-3_PV4_AAH1_FA.jpg_large.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 02, 2018, 05:23:25 pm
Altra eruzione a breve distanza del vulcano Merapi (Indonesia) ...ceneri e gas a 11,6 Km di altezza

https://twitter.com/Sutopo_PN/status/1002367224928088066?ref_src=twsrc%5Etfw&ref_url=https%3A%2F%2Fwatchers.news%2F2018%2F06%2F01%2Feruption-at-mount-merapi-indonesia%2F


(https://s22.postimg.cc/i0kv1r6kh/Dek0_LZa_UYAAf_FRV.jpg_large.jpg)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 04, 2018, 09:48:34 am
Fortissima eruzione devastante del vulcano Fuego (Guatemala)

http://https://www.facebook.com/FenomenosNaturales1/videos/634818346884088/?t=0 (https://www.facebook.com/FenomenosNaturales1/videos/634818346884088/?t=0)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 17, 2018, 11:21:18 pm
https://www.youtube.com/watch?v=f_jMPXjOkUU (https://www.youtube.com/watch?v=f_jMPXjOkUU)


 :-X
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 19, 2018, 11:29:57 pm
https://realclimatescience.com/2018/06/alarmist-dreams-continue-to-melt/
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 23, 2018, 10:26:51 am
(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/36177397_10216296917874016_3091449629242294272_n.jpg?_nc_cat=0&oh=3377e1fe0cc262f5e3412084c0fd27ef&oe=5BA12F15)

Eruzione del vulcano Telica (Nicaragua) con forte esplosione il 21/6/18
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 28, 2018, 06:31:14 pm
27 Giugno 2018
Eruzione del Vulcano Sierra Negra (Isole Galapagos, Equador)

è il secondo vulcano al mondo per dimensioni del cratere..un enorme vulcano a scudo.

https://video.corriere.it/colosso-si-risvegliato-13-anni-erutta-vulcano-sierra-negra/04b16a62-79f1-11e8-b751-1a567fb9343a

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 28, 2018, 11:17:53 pm
Attività vulcanica nuovamente ripresa in maniera sostenuta sul vulcano Agung(Indonesia)  in eruzione lo scorso Novembre

qui in un img di oggi 28/06/18

(https://pbs.twimg.com/media/Dgx0DmrXUAEE7aX.jpg:large)

foto di Michaela Lekesova https://www.instagram.com/p/BkkUEmuB8QJ/?taken-by=michaela.lekesova (https://www.instagram.com/p/BkkUEmuB8QJ/?taken-by=michaela.lekesova) …
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 04, 2018, 11:16:49 pm
http://notrickszone.com/2018/07/04/north-atlantic-ocean-rapidly-cooling-cool-down-and-growing-arctic-sea-ice-may-follow/ (http://notrickszone.com/2018/07/04/north-atlantic-ocean-rapidly-cooling-cool-down-and-growing-arctic-sea-ice-may-follow/)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 10, 2018, 03:59:25 pm
https://www.youtube.com/watch?v=jA5VQ9rL0eE (https://www.youtube.com/watch?v=jA5VQ9rL0eE)

 :-X
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: esenaiof - Luglio 10, 2018, 04:28:43 pm
https://www.youtube.com/watch?v=jA5VQ9rL0eE (https://www.youtube.com/watch?v=jA5VQ9rL0eE)

 :-X
indice VEI?
 a quanto sò Volcan de Fuego l'indice VEI è stato 3 , nulla in paragone a quella di pompei del 79 d.C. che è stato invece di 5.
Ancora inesattezze sul webete,in questo caso il tubo, alla fine dovremo veramente dare una patente a chi diffonde le notizie(mi riferisco a chi pubblica sta roba sul Tubo), così è davvero insostenibile.
Ricordatevi che la disinformazione è frequente, mentre l'informazione corretta latita e fa fatica a palesarsi perchè sono riusciti a tenere ignorante la gente occupandola solo a sbancare la fine del mese e ad indebitarla aumentando i consumi...quindi occhio... fate i consumatori consapevoli anche di notizie...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 10, 2018, 06:29:00 pm
indice VEI?
 a quanto sò Volcan de Fuego l'indice VEI è stato 3 , nulla in paragone a quella di pompei del 79 d.C. che è stato invece di 5.
Ancora inesattezze sul webete,in questo caso il tubo, alla fine dovremo veramente dare una patente a chi diffonde le notizie(mi riferisco a chi pubblica sta roba sul Tubo), così è davvero insostenibile.
Ricordatevi che la disinformazione è frequente, mentre l'informazione corretta latita e fa fatica a palesarsi perchè sono riusciti a tenere ignorante la gente occupandola solo a sbancare la fine del mese e ad indebitarla aumentando i consumi...quindi occhio... fate i consumatori consapevoli anche di notizie...

Non ho letto ..ho solo messo il video perchè rende bene l'idea di che modifiche possono apportare eruzioni del genere.
Anche il Tambora è stata più potente VEI6  Il Laki 1783 VEI 5 (mi pare) ..,senza andare a Pompei   ???..
beh tuttosommato anche un VEI 3 è sempre una moderata eruzione.

ps poi dove hai letto della classificazione VEI su questo video...mi piacerebbe saperlo...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: esenaiof - Luglio 10, 2018, 06:54:17 pm
Non ho letto ..ho solo messo il video perchè rende bene l'idea di che modifiche possono apportare eruzioni del genere.
Anche il Tambora è stata più potente VEI6  Il Laki 1783 VEI 5 (mi pare) ..,senza andare a Pompei   ???..
beh tuttosommato anche un VEI 3 è sempre una moderata eruzione.

ps poi dove hai letto della classificazione VEI su questo video...mi piacerebbe saperlo...
va bene, d'accordo sarà un video corretto...però i media hanno accostato questa eruzione come una nuova pompei, di conseguenza i video sono stati più visibili....VEI 5 è un'iniezione sostanziosa anche in stratosfera, mentre con VEI 3 può anche non avvenire e non è sostanziosa.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: esenaiof - Luglio 10, 2018, 07:02:08 pm
Un eruzione pliniana è dal 1980 che non avviene e i tempi di ritorno sono solitamente maggiori di 10 anni...sono già passati 38 anni, quindi rileggendo la storia, un eruzione come quella del Fuego, è un'eruzione vulcaniana frequente con periodicità mensile nella nostra Terra...ma son tutte cose che è meglio non far sapere altrimenti non si può più produrre PIL senza video pseudo-cataclismatici sul web...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 10, 2018, 10:55:40 pm
Un eruzione pliniana è dal 1980 che non avviene e i tempi di ritorno sono solitamente maggiori di 10 anni...sono già passati 38 anni, quindi rileggendo la storia, un eruzione come quella del Fuego, è un'eruzione vulcaniana frequente con periodicità mensile nella nostra Terra...ma son tutte cose che è meglio non far sapere altrimenti non si può più produrre PIL senza video pseudo-cataclismatici sul web...

Infatti ho scritto moderata...ma pensa te che invece di postare argomentazioni a riguardo lo fai solo per riprendere a bacchettone i post altrui..mah.. ::)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 13, 2018, 04:59:36 pm
Vulcano Anak Krakatau(Indonesia)  ex Krakatoa

https://watchers.news/2018/07/12/eruptions-intensify-off-scale-seismicity-at-anak-krakatau-indonesia/
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 14, 2018, 12:17:34 am
(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/37023410_574343289630309_1035143253558558720_n.jpg?_nc_cat=0&oh=a8f9e2b2212fb44acab1230d82a57f46&oe=5BD50127)

https://www.youtube.com/watch?v=4hN6O8B8VAo (https://www.youtube.com/watch?v=4hN6O8B8VAo)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: esenaiof - Luglio 14, 2018, 01:05:13 am
Infatti ho scritto moderata...ma pensa te che invece di postare argomentazioni a riguardo lo fai solo per riprendere a bacchettone i post altrui..mah.. ::)
scusami ok allora è come dici tu: il titolo se leggo bene è GW e cambiamenti climatici..spiegami un pò vorrei capire.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 14, 2018, 10:40:46 am
scusami ok allora è come dici tu: il titolo se leggo bene è GW e cambiamenti climatici..spiegami un pò vorrei capire.

Esatto. Il titolo è questo.L'attività vulcanica è altamente correlata con le temperature globali, come ben saprai, come altri fattori ...come ben saprai. Nel video che ho postato non ho e nessuno ha scritto che è stata un'eruzione pliniana o da impatto atmosferico.. ma in altre occasioni si ..negli ultimi mesi vi sono state di moderata/breve intensità ma in innumerevoli circostanze e lasciano spazio ad immaginare(giustamente) come dimostrato negli ultimi anni, che vi sia un aumento di tale attività geologica, in correlazione all'attività solare(magnetismo solare)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 14, 2018, 03:37:49 pm
https://watchers.news/2018/07/14/oraefajokull-volcano-showing-clear-signs-of-unrest-iceland/

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 16, 2018, 11:31:56 pm
https://watchers.news/2018/07/16/ambae-volcano-ejects-ash-up-to-9-1-km-30-000-feet-asl-vanuatu/
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 25, 2018, 10:42:28 pm
(https://pbs.twimg.com/media/Di-B0eVXoAAEnw_.jpg:large)

Vulcano Aoba, isola di Ambae (Vanuatu)
anche oggi importante emissione di cenere

..intanto continua da settimane la fase spotless con bassissima attività solare

(https://www.spaceweatherlive.com/images/SDO/SDO_HMIIF_512.jpg)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 13, 2018, 11:04:14 pm
(https://pbs.twimg.com/media/DkfSGf8X0AAtf2U.jpg:large)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 21, 2018, 11:02:12 pm
Volume del ghiaccio marino artico in aumento... è il 4 più alto dal 2003

(https://i1.wp.com/www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2018/08/ArcticSeaIceVolume_shadow-8-1024x644.png?resize=700%2C440&ssl=1)

ormai alla fine della stagione, il ghiaccio artico in alcune regioni è più esteso di quanto non lo fosse nel 1971, ben 47 anni fà!!

qui la mappa di Nathional Geographic del 1971

(https://i1.wp.com/www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2018/08/2018-08-13151930_shadow-1024x820.png?resize=700%2C561&ssl=1)

(https://i2.wp.com/realclimatescience.com/wp-content/uploads/2018/08/Arctic-2018-1971.gif?w=900&ssl=1)


 :)..curioso come il noaa e i vari centri  filo-governativi mostrino grafici inerenti al ghiaccio artico, prendendo in considerazione dopo il 1979, anno di punta per il gran freddo nell'area artica.  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 25, 2018, 11:16:52 am
Nuova eruzione moderata del Vulcano Manam (Papua nuova Guinea) il 25 Agosto con pennacchio di cenere denso, segno di roccia riolitica molto dura e viscosa, misurato fino a 10 Km di altitudine, accompagnato anche da flusso piroclastico sui suoi versanti.
Vulcano che negli ultimi mesi ha dato segno di risveglio come centinaia di altri vulcani..in questo caso la roccia poco basica ma ricca di silicio rende questo tipo di eruzioni molto pericolose e potenti, visto il tappo che si viene a formare all'interno della parte superiore della camera magmatica.

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20180825/ob_ac80e7_2018-08-25-manam-scott-waide-819x10.jpg)

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20180825/ob_5e3f9c_2018-08-25-manam-2-scott-waide-2.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 25, 2018, 02:57:48 pm
https://www.dailystar.co.uk/news/world-news/725571/Papua-New-Guinea-Manam-volcano-erupt-eruption-lava-ash-Australia-Pacific-ring-of-fire (https://www.dailystar.co.uk/news/world-news/725571/Papua-New-Guinea-Manam-volcano-erupt-eruption-lava-ash-Australia-Pacific-ring-of-fire)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: nicche - Agosto 25, 2018, 03:42:10 pm
Ormai e’ Chiaro che la verità e’Un altra ma nessuno la vuole dire
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: esenaiof - Agosto 25, 2018, 03:49:46 pm
https://www.dailystar.co.uk/news/world-news/725571/Papua-New-Guinea-Manam-volcano-erupt-eruption-lava-ash-Australia-Pacific-ring-of-fire (https://www.dailystar.co.uk/news/world-news/725571/Papua-New-Guinea-Manam-volcano-erupt-eruption-lava-ash-Australia-Pacific-ring-of-fire)
leggo che la colonna di cenere ha raggiunto i 15 km quindi un'eruzione almeno subpliniana con iniezione stratosferica sicura e iniezione troposferica sostanziosa..VEI 4
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 25, 2018, 04:23:10 pm
Sembrerebbe dalle prime fonti...  anche perchè l'eruzione è in corso.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 26, 2018, 11:25:09 pm
Eruzione del Manam: Confermato il livello di altezza a quasi 15 Km del pennacchio di cenere e gas. Resta anche confermato l'allerta di livello rosso per l'attività del vulcano. Prima fase di ripresa di ieri mattina molto intensa, tornato oggi in fase più "tranquilla"

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20180826/ob_852e37_2018-08-25-7h-loc-manam-so2-aura-omi.jpg)

Manam Volcano, Papua Nuova Guinea
(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20180826/ob_40fe4a_2018-08-25-manam-james-tunguru-png.jpg)

https://watchers.news/2018/08/26/high-impact-eruption-at-manam-volcano-2-000-people-flee-from-lava-flows-ash-up-to-15-km-a-s-l-png/ (https://watchers.news/2018/08/26/high-impact-eruption-at-manam-volcano-2-000-people-flee-from-lava-flows-ash-up-to-15-km-a-s-l-png/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Settembre 05, 2018, 03:27:44 pm
Bellissimo articolo che fà comprendere chiaramente le ripercussioni sul clima da parte delle sst

http://www.climatemonitor.it/?p=49175 (http://www.climatemonitor.it/?p=49175)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Settembre 24, 2018, 06:34:57 pm

Forti esplosioni sul vulcano Anak Krakatau (Indonesia) ieri. Continua la fase eruttiva del vulcano(ex Krakatoa, eruzione pliniana 1883)
..insieme alle altre numerose eruzioni in corso sul pianeta
https://www.facebook.com/galihadventure/videos/10212820015355591/ (https://www.facebook.com/galihadventure/videos/10212820015355591/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 04, 2018, 06:55:20 pm
Vulcano Soputan (Indonesia)  3 Ottobre 2018 eruzione con nube vulcanica e ceneri a 6 km slm

https://www.youtube.com/watch?v=nA2vrbObUUg (https://www.youtube.com/watch?v=nA2vrbObUUg)

https://www.youtube.com/watch?v=Jb33mH0IoBc (https://www.youtube.com/watch?v=Jb33mH0IoBc)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 05, 2018, 12:19:55 am
Soputan vulcano, 3 Oct 2018
(https://i.postimg.cc/k48PdQ1G/3_oct_2018_Soputan_Indonesia.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 06, 2018, 11:18:07 am
Nuova espolsione eruttiva sul vulcano Manam  (Papua Nuova Guinea) ieri 5 Oct 2018
in questo caso emissione di materiale vulcanico importante in troposfera.

https://watchers.news/2018/10/05/discrete-eruption-at-manam-volcano-ejects-ash-to-10-4-km-34-000-feet-asl-aviation-color-code-raised-to-red-png/ (https://watchers.news/2018/10/05/discrete-eruption-at-manam-volcano-ejects-ash-to-10-4-km-34-000-feet-asl-aviation-color-code-raised-to-red-png/)

https://www.volcanodiscovery.com/manam/news.html (https://www.volcanodiscovery.com/manam/news.html)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: zagor - Ottobre 08, 2018, 02:20:51 pm
Segnalo che hanno dato il nobel x l'economia ad uno studioso delle ripercussioni economiche dovute al GW.
Sicuramente un abbaglio colossale darlo ad uno che pensa che 7 miliardi di persone sul pianeta assieme a qualche miliardo di veicoli ed industrie che usano  combustibili fossili possano modificare il clima del pianeta.......è solo colpa dei vulcani e della natura......vero Ponente e Foianese?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 08, 2018, 02:25:13 pm
Se è uno studioso di economia avrà proposto come le ripercussioni economiche siano evidenti, visti i miliardi spesi inutilmente ...
senza nessuna vera seria lotta, se non palliativi.
 Cmq occhio che hai dimenticato i gas che emettono gli animali e i bovini al pascolo..con le loro inizieni in stratosfera e media troposfera... ;D ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Ottobre 08, 2018, 02:53:03 pm
La penso come Ponente su questo: se il problema è dovuto esclusivamente dall'uomo, a parte tasse varie e controlli in più alle nostre proprietà, non sono state prese altre iniziative serie. Anzi, sembra sia solo un problema europeo.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Ottobre 09, 2018, 10:44:18 am
https://www.theguardian.com/australia-news/2018/oct/09/australian-government-backs-coal-defiance-ipcc-climate-warning

L' Australia rimanda al mittente le raccomandazioni dell'IPCC. Gli USA non si pongono il problema, i Paesi del BRICS neanche, l'Australia idem, i Paesi più poveri bruciano ogni cosa, quindi il problema è solo ed esclusivamente Europeo? Oppure, sanno che il problema non sia dovuto all'uomo ma non possono dirlo pubblicamente? Qualche scienziato provò ad esprimere pareri contro la comunità scientifica ma è stato messo a tacere.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix ci vede lungo - Ottobre 09, 2018, 12:50:02 pm
Segnalo che hanno dato il nobel x l'economia ad uno studioso delle ripercussioni economiche dovute al GW.
Sicuramente un abbaglio colossale darlo ad uno che pensa che 7 miliardi di persone sul pianeta assieme a qualche miliardo di veicoli ed industrie che usano  combustibili fossili possano modificare il clima del pianeta.......è solo colpa dei vulcani e della natura......vero Ponente e Foianese?

Caro Zagor, gli ultimi anni sanciscono la definitiva sconfitta del negazionismo. Salvo qualche ricercatore palesemente fuori strada, direi che non ci  sono dubbi sul fatto che
- il GW dipende dall'uomo
- è un grosso problema
- non ci sarà alcuna controtendenza, così come non c'è stato alcun millantato calo delle T globali negli ultimi 15 anni (nemmeno nei generosi dati satellitari sulla bassa troposfera)

Che la comunità scientifica sia d'accorso sui fondamentali è un grosso passo avanti. Che qualche paese sensibile abbia iniziato a intraprendere una politica maggiormente sostenibile, è un altro passo avanti.
Ma ci sono grossi ostacoli.
Purtroppo il presidente con la bocca storta a culo di gallina, gli spin-off degli Usa e la Cina non l'hanno ancora capito... e quello è un male.
Si fa quel che si può, ma ancora siamo dritti dritti su una brutta strada.

Lascia certi forumisti nelle loro convinzioni. Incrociamo le dita, fiducia nella scienza e nella politica
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Ottobre 09, 2018, 02:06:30 pm
Certo quando dietro il tutto ci sono anche le banche, di sicuro è tutto limpido pulito. La world Bank dichiara di investire 500 miliardi per le energie alternative, chi ha vedute un po' più ampie si fa anche delle domande, perlomeno
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 09, 2018, 03:07:59 pm
Temperature globali che continuano a oscillare intorno i +0,5° in  base alle medie prese in esame.
Medie che ricordo sono un lag temporale modesto, rispetto alla storia climatica recente, passata.

(http://www.karstenhaustein.com/reanalysis/gfs0p5/GFS_anomaly_timeseries_global.png)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix ci vede lungo - Ottobre 09, 2018, 03:09:44 pm
Certo quando dietro il tutto ci sono anche le banche, di sicuro è tutto limpido pulito. La world Bank dichiara di investire 500 miliardi per le energie alternative, chi ha vedute un po' più ampie si fa anche delle domande, perlomeno

Curioso come ci si preoccupi più di fantomatiche lobby verdi, mentre si continua a pagare quasi 100 dollari al barile come se nulla fosse.
Ma la crisi economica del mondo occidentale da cosa pensate che dipenda? Da due gatti che non pagano le tasse? Sì, come no...

La crisi economica è solo il primo e più "insignificante" step di quello che ci attende se la politica di sfruttamento prosegue senza sosta. Siamo più di 7 miliardi di esseri umani... presto saremo 10. Per sfamare 10 miliardi di persone (e mantenere il nostro benessere, il tuo compreso) serve avere a disposizone un monte-risorse che sarebbe quello di tre pianeti Terra.

Se i negazionisti avessero la compiacenza di fabbricarne altri due dal nulla, potrei quasi appoggiarli  :D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Ottobre 09, 2018, 03:15:10 pm
Leggiti chi è la world Bank, leggiti chi sono Robert Watson, Pachauri e Lee, con le rispettive carriere. Fatti delle domande. Niente è sicuro in questo mondo in cui si vive esclusivamente di interessi economici.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Ottobre 09, 2018, 04:14:28 pm
Questo inutile catastrofismo sul GW ci costa miliardi (pensate agli obblighi per l'industria automobilistica di arrivare a limiti assurdi di emissioni e al dover per forza produrre macchine elettriche che quasi nessuno compra, ovvio che il costo si abbatte poi sul consumatore)
Io ricordo a proposito che i primi scienziati catastrofisti 20 anni fa dichiaravano che fra 20 anni (oggi ndr) molte città di mare sarebbero sott'acqua, che la neve sarebbe scomparsa dalle media latitudini e altre amenità. Adesso si dichiara che fra 20 anni moriremo tutti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Ottobre 09, 2018, 04:26:22 pm
Questo inutile catastrofismo sul GW ci costa miliardi (pensate agli obblighi per l'industria automobilistica di arrivare a limiti assurdi di emissioni e al dover per forza produrre macchine elettriche che quasi nessuno compra, ovvio che il costo si abbatte poi sul consumatore)
Io ricordo a proposito che i primi scienziati catastrofisti 20 anni fa dichiaravano che fra 20 anni (oggi ndr) molte città di mare sarebbero sott'acqua, che la neve sarebbe scomparsa dalle media latitudini e altre amenità. Adesso si dichiara che fra 20 anni moriremo tutti
Negli anni 80 parlavano di desertificazione dell'Italia entro poco. Ma abbiamo la memoria corta! Dobbiamo rispettare di più la natura e questo è certo, ma non siamo così importanti da poter modificare l'equilibrio naturale
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 09, 2018, 05:26:06 pm
Questo inutile catastrofismo sul GW ci costa miliardi (pensate agli obblighi per l'industria automobilistica di arrivare a limiti assurdi di emissioni e al dover per forza produrre macchine elettriche che quasi nessuno compra, ovvio che il costo si abbatte poi sul consumatore)
Io ricordo a proposito che i primi scienziati catastrofisti 20 anni fa dichiaravano che fra 20 anni (oggi ndr) molte città di mare sarebbero sott'acqua, che la neve sarebbe scomparsa dalle media latitudini e altre amenità. Adesso si dichiara che fra 20 anni moriremo tutti

Esatto..ci costa a tutti! Intanto non hanno mai incentivato nulla se non le briciole(ma con mega gfregature al seguito) per fotovoltaico, auto-elettriche manco a parlarne...e come saremo tra 15-20 anni non lo sanno minimamente, figuriamoci a fine secolo, ma continuano a barra dritta sul loro credo, fasullo come pochi(fasullo nel senso che vacilla e non è dimostrabile da nessuna parte sui loro studi o presunti) e intanto si ingrassano e le green-economy galoppano.....
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Cumolonembo - Ottobre 10, 2018, 01:08:03 am
Innanzitutto i miei complimenti per la simpatia del bannato Nix Novariensis che adesso si ripresenta con un fantastico nome....Nix la sa lunga ;D ti giuro mi hai fatto troppo ridere e sono sincero. Per il resto Nix non so' quanti anni tu abbia ma la terra ne ha miliardi. Per esempio ti dice nulla climategate del 2009?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix ci vede lungo - Ottobre 10, 2018, 10:22:52 am
Innanzitutto i miei complimenti per la simpatia del bannato Nix Novariensis che adesso si ripresenta con un fantastico nome....Nix la sa lunga ;D ti giuro mi hai fatto troppo ridere e sono sincero. Per il resto Nix non so' quanti anni tu abbia ma la terra ne ha miliardi. Per esempio ti dice nulla climategate del 2009?



Se certi personaggi che provocano scrivono ancora, non vedo perché non possa farlo io

Il climategate è quella cosa che servì a infangare l'Ipcc? Fecero titoloni sul web e nelle pagine dei giornali. Quando poi furono assolti in via definitiva, non se ne seppe nulla... a volte la penna ferisce più della spada.

Rapporto della terza commissione d'inchiesta
http://www.cce-review.org/pdf/FINAL%20REPORT.pdf (http://www.cce-review.org/pdf/FINAL%20REPORT.pdf)

E anche, giusto  per essere meno aulici e parlare in modo più spiccio
http://www.climalteranti.it/2010/04/22/perche-si-e-sgonfiato-il-climategate-1-il-trucco-che-non-c-era/ (http://www.climalteranti.it/2010/04/22/perche-si-e-sgonfiato-il-climategate-1-il-trucco-che-non-c-era/)

PS ho 29 anni, ti ringrazio per l'interessamento ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Ottobre 10, 2018, 08:07:21 pm
La CO2 in atmosfera è un problema per la comunità scientifica ma non è sicura al 100% che sia davvero un problema. Considerando che è un gas prodotto non solo dall'uomo ma dalla natura dalla nascita della Terra, si parla di tutto e niente. E chi prova a dire il contrario subisce la stessa fine di Galileo (scusate il paragone ma è solo per rendere l'idea)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Cumolonembo - Ottobre 11, 2018, 12:29:46 am

Se certi personaggi che provocano scrivono ancora, non vedo perché non possa farlo io

Il climategate è quella cosa che servì a infangare l'Ipcc? Fecero titoloni sul web e nelle pagine dei giornali. Quando poi furono assolti in via definitiva, non se ne seppe nulla... a volte la penna ferisce più della spada.

Rapporto della terza commissione d'inchiesta
[url]http://www.cce-review.org/pdf/FINAL%20REPORT.pdf[/url] ([url]http://www.cce-review.org/pdf/FINAL%20REPORT.pdf[/url])

E anche, giusto  per essere meno aulici e parlare in modo più spiccio
[url]http://www.climalteranti.it/2010/04/22/perche-si-e-sgonfiato-il-climategate-1-il-trucco-che-non-c-era/[/url] ([url]http://www.climalteranti.it/2010/04/22/perche-si-e-sgonfiato-il-climategate-1-il-trucco-che-non-c-era/[/url])

PS ho 29 anni, ti ringrazio per l'interessamento ;)

Non e' interessamento era per agganciarmi agli anni del pianeta, stai tranquillo non ti invito a cena :D E secondo te tutto si e' sgonfiato perche' non era vero nulla (come sostieni) o forse perche' sono stati costretti a ritrattare?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 11, 2018, 09:06:05 am
Non e' interessamento era per agganciarmi agli anni del pianeta, stai tranquillo non ti invito a cena :D E secondo te tutto si e' sgonfiato perche' non era vero nulla (come sostieni) o forse perche' sono stati costretti a ritrattare?

lascia perdere  ;) ;D..è tempo perso, sono quasi peggio dei testimoni di geova... ;D ;D
un po' come nelle altre stanze,  che se intavoli un discorso che nega l'agw ti danno dello spammatore ecc...mentre altre commentano su ogni cosa ovunque.
oppure ci sono quelli che nn accettano che anche gli altri facciano battute, mentre loro le fanno sentendosi liberi e splendidi nel farle..
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 11, 2018, 09:32:36 am
https://electroverse.net/thank-you-un-and-ipcc-save-us-from-all-this-global-warming/ (https://electroverse.net/thank-you-un-and-ipcc-save-us-from-all-this-global-warming/)

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/catastrofismo-si-aggrappa-mezzo-grado-1585800.html?mobile_detect=false (http://www.ilgiornale.it/news/cronache/catastrofismo-si-aggrappa-mezzo-grado-1585800.html?mobile_detect=false)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Ottobre 11, 2018, 10:07:31 am
[url]https://electroverse.net/thank-you-un-and-ipcc-save-us-from-all-this-global-warming/[/url] ([url]https://electroverse.net/thank-you-un-and-ipcc-save-us-from-all-this-global-warming/[/url])

[url]http://www.ilgiornale.it/news/cronache/catastrofismo-si-aggrappa-mezzo-grado-1585800.html?mobile_detect=false[/url] ([url]http://www.ilgiornale.it/news/cronache/catastrofismo-si-aggrappa-mezzo-grado-1585800.html?mobile_detect=false[/url])

Bellissimo articolo; purtroppo media e giornali principali invitano a parlare sempre i "soliti" (CNR, IPCC ..). L'altro giorno perfino la notizia della collisione tra due navi è stata data insieme alle solite panzane sul 1,5 gradi dell'aumento di temperatura; si vede che il riscaldamento globale danneggia anche i radar delle barche
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix ci vede lungo - Ottobre 11, 2018, 02:41:34 pm
Bellissimo articolo; purtroppo media e giornali principali invitano a parlare sempre i "soliti" (CNR, IPCC ..). L'altro giorno perfino la notizia della collisione tra due navi è stata data insieme alle solite panzane sul 1,5 gradi dell'aumento di temperatura; si vede che il riscaldamento globale danneggia anche i radar delle barche

Il tentativo di infangare una posizione della scienza sulla base di decenni di studi e sacrifici con cosa? Con le pinzellacchere di un qualche sito o tg che attribuisce al GW un incidente nautico?

Le mie galline non fanno più uova... forse è colpa degli scettici del GW
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 11, 2018, 03:06:05 pm
Il tentativo di infangare una posizione della scienza sulla base di decenni di studi e sacrifici con cosa? Con le pinzellacchere di un qualche sito o tg che attribuisce al GW un incidente nautico?

Le mie galline non fanno più uova... forse è colpa degli scettici del GW

si perchè ormai funge così, lo propongono su ogni cosa..fasi di tempo stabile, tac agw, fasi di tempo instabile agw, uragano agw, nevica agw, non piove da 20 giorni a ottobre agw, piove agw ecc... 
poi si parte con le speculazioni agroalimentari ...agw   restrizioni alle aziende con costi sul consumatore  ...agw ..finanziamenti ai ricercatori ente governativo...agw ...e chi paga?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: esenaiof - Ottobre 11, 2018, 03:30:17 pm
...agw ...e chi paga?
ma infatti l'obbiettivo è quello di far credere al consumatore che lui stesso essendo Umano è responsabile dell'AGW e quindi deve accettare ogni tipo di maggiore consumo che gli si pone davanti...chi paga c'è..quelli che si fanno guidare dai finanzieri/mass media al consumismo proposto...energie rinnovabili?tecnologie green?ecc..
Direi che puoi far fare tutto ad una persona basta terrorizzarla, renderla colpevole, instillare dentro sè la paura...vedrai che avrai non un consumatore, ma un robot che agisce e paga in funzione di tutto ciò che gli proponi..

Vogliono aumentare i consumi e ci obbligheranno ad acquistare il futile pur di aumentarli...chi paga..tutti (meno i finanzieri e chi lavora per loro)come sempre, ma adesso vogliono che paghiamo di più...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: firenze3 - Ottobre 12, 2018, 07:43:23 pm
Si prega di utilizzare questo post per parlare di Gw e cambiamenti climatici, non aprite altri topi a riguardo, per non disperdere le i fo.

Grazie
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 13, 2018, 11:03:00 am
Attività eruttiva in aumento sul vulcano kadovar, isola vulcanica in Papua Nuova Guinea

https://laculturevolcan.blogspot.com/2018/10/volcan-kadovar-la-situation-nest-pas.html

(https://pbs.twimg.com/media/DpX0wQVXgAA9KxU.jpg:large)

Quest'area del globo detta cintura di fuoco è sede di numerosi vulcani. Una decina di giorni fà, oltre al kadovar, sono entrati in eruzione nella vicina Indonesia il vulcano Soputan e il vulcano Gamalama, con pennacchio di cenere alto fino a 4600 Mt slm con importanti immissioni di so2 troposferica. Stato attivo solo in Indonesia anche dei vulcani Anak Krakatau, Sinabung, Dukono, che sono quelli al momento attuale  più esagitati, da menzionare,  con altri attivi in tono minore...ma che essendo tutti strato-vulcani, sono pronti ad eruzioni potenzialmente catastrofiche imoprovvise, in poco tempo.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 13, 2018, 05:28:10 pm
https://www.cnsnews.com/news/article/barbara-hollingsworth/german-scientist-accuses-nasa-massive-alteration-temperature (https://www.cnsnews.com/news/article/barbara-hollingsworth/german-scientist-accuses-nasa-massive-alteration-temperature)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Ottobre 14, 2018, 08:15:35 am
Buona domenica a tutti gli utenti del forum di meteodue.Di seguito riporto un "vecchio" grafico   che mostra come  già  negli anni '70 c'era un chiaro consenso  in ambito scientifico sul fatto che il pianeta si stesse riscaldando
(https://i.imgur.com/U4eFFmy.jpg)


https://journals.ametsoc.org/doi/10.1175/2008BAMS2370.1
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nix ci vede lungo - Ottobre 14, 2018, 12:46:13 pm
Bravo ale81. Come sempre puntiglioso e preciso nel postare i dati
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 14, 2018, 05:53:57 pm
(https://i.imgur.com/lKGc8DS.jpg)

+ 0,14°   ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Sniek - Ottobre 16, 2018, 07:18:37 am
http://www.severe-weather.eu/long-range-2/complete-analysis-record-snow-extent-over-north-america-eurasia-below-normal-winter-significance/?fbclid=IwAR2uwzIxP76lMZAQvAb_UEq4raoislrnuN0xkkz5GwGaXPjQMRgaJDm0qbw
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 16, 2018, 06:37:11 pm
Vulcano Sangeang Api (Indonesia)  con attività in fermento a fine mese scorso, con video-riprese a 1,5km di distanza nei giorni tra il 28 e il 30 Settembre

https://www.youtube.com/watch?v=EssSdkOqF9E&feature=youtu.be (https://www.youtube.com/watch?v=EssSdkOqF9E&feature=youtu.be)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 08, 2018, 11:00:53 am
https://wattsupwiththat.com/extreme-weather-page/?fbclid=IwAR3thyWjgThePSmRWBf_3OGBtHK5mIvJiT-fB5zHjte4A9RJzQMyAY5u1Qs
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 09, 2018, 04:47:21 pm
Bellissimo... :)

https://vimeo.com/294517816?ref=fb-share&fbclid=IwAR0ZYjgRjc6CCV7ZuFxeUc05r7ZSPL77qmUPdeNqkmCTT4g-i2npo3G7O-U

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 20, 2018, 11:41:44 am
Quinta eruzione del Vulcano Fuego(Guatemala) iniziata il 18 Novembre, con cenere vulcanica ieri mattina a 7.000 Mt slm  e flusso piroclastico di lava in uscita fino a 3km dal cratere

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20181120/ob_dbf922_2018-11-19-6h45-loc-fuega-de-la-rout.jpg)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: zagor - Novembre 26, 2018, 07:34:26 am
Macron vuole combattere i gilet gialli che protestano x il caro carburanti dovuto alle nuove accise definite carbon tax con una commissione  ad hoc sul clima che giustifichi le tasse con l'aumento della temperatura globale dovuta alle emissioni umane di Co2. ( fonte ansa).

Qualche esperto che su queste pagine ha già  ampiamente ed inequivocabilmente dimostrato che il GW non è  colpa dell'uomo ma della natura......dei vulcani ecc.......vada in Francia ( dal ponente ligure è  ad un giro di schioppo) e dimostri che sono tutte fandonie quelle di Macron e che le tasse sono state messe x finanziare altro.....

Ps.....io sto con i gilet gialli......anche se sono convito che il GW è anche colpa nostra. Ma non lo risolvi con le tasse.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 26, 2018, 10:34:51 am
Macron vuole combattere i gilet gialli che protestano x il caro carburanti dovuto alle nuove accise definite carbon tax con una commissione  ad hoc sul clima che giustifichi le tasse con l'aumento della temperatura globale dovuta alle emissioni umane di Co2. ( fonte ansa).

Qualche esperto che su queste pagine ha già  ampiamente ed inequivocabilmente dimostrato che il GW non è  colpa dell'uomo ma della natura......dei vulcani ecc.......vada in Francia ( dal ponente ligure è  ad un giro di schioppo) e dimostri che sono tutte fandonie quelle di Macron e che le tasse sono state messe x finanziare altro.....

Ps.....io sto con i gilet gialli......anche se sono convito che il GW è anche colpa nostra. Ma non lo risolvi con le tasse.

tasse?? ???  ah già..tasse su tasse, multe restrinzioni, politica...economy  green economy ..e io pagoo!!
ma qualcuno...guadagna!  :)
come fai a credere al gw inarrestabile, quando ogni teoria non regge, è dimostrato, mentre è dimostrato il resto..e lo vedi anche tu.

Oh Zagor, ne hai gillet gialli tu? .. ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: zagor - Novembre 26, 2018, 01:21:41 pm
tasse?? ???  ah già..tasse su tasse, multe restrinzioni, politica...economy  green economy ..e io pagoo!!
ma qualcuno...guadagna!  :)
come fai a credere al gw inarrestabile, quando ogni teoria non regge, è dimostrato, mentre è dimostrato il resto..e lo vedi anche tu.

Oh Zagor, ne hai gillet gialli tu? .. ;D

No caxxo.....l'ho arancione.  Su GW ed AGW la penso  un poco diversamente da te ma rispetto la tua idea e sulle tasse ti do piena ragione.
Infatti pensavo che con quello che costano da noi i carburanti .....ebbe'....la rivoluzione francese in confronto a quello che dovremmo fare noi italiani  ai politici che ci hanno governato e derubato negli ultimi 50 anni.....sembrerebbe solo una rimpatriata goliardica.
E.....ok....passiamo all'elettrico....per me va bene....farò pure sacrifici e rottamero' la mia panda cross di 10 anni se me ne danno una simile con almeno 500 km di autonomia a meno di 20.000 euro .....
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 27, 2018, 06:08:12 pm
 :)   ... ;D

(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2018/11/2018-11-27-13.png)

A Hartford, un nuovo record di -15 °C (5F) che disintegra il precedente record che era di -11.1 °C (12F) stabilito del 1972.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 30, 2018, 01:14:42 am
Eruzione che prosegue in Guatemala sul Vulcano Fuego. Ieri forte esplosione con pennacchio di cenere ad un'altitudine di 9450 Mt s.l.m.

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20181129/ob_7047ba_2018-11-28-fuego-volcanofiles-768x1.jpg)

Fuego Volcano, ieri 28 Novembre con importante emissione di cenere vulcanica
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 30, 2018, 10:40:16 am
..anche se ormai è da vent'anni che ci dicono che neve e ghiaccio sarebbero quasi del tutto spariti, io osservo e non aggiungo altro.

(https://pbs.twimg.com/media/DtOvW0mU0AEX8jh.jpg:large)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 03, 2018, 04:42:39 pm
http://www.pieroiannelli.com/riscaldamento-globale-650-scienziati-dissidenti/?fbclid=IwAR0ZDj_9kNAxtbBJyAk0KDe9hCJz_RiZ97sAN6E_KxBEEZBeLOk8sXf4gzQ (http://www.pieroiannelli.com/riscaldamento-globale-650-scienziati-dissidenti/?fbclid=IwAR0ZDj_9kNAxtbBJyAk0KDe9hCJz_RiZ97sAN6E_KxBEEZBeLOk8sXf4gzQ)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Dicembre 03, 2018, 08:07:02 pm
Buona serata a tutti e sopratutto complimenti ponente per la costanza che dimostri nel portare avanti il thread in questione e per i numerosi  articoli che posti .
 Tornando alla situazione, segnalo l inizio il 2 dicembre in Polonia della Conferenza Onu sul clima.Obiettivo della Conferenza, che si svolge nel paese maggior produttore europeo di carbone, è progredire nell´attuazione dell´Accordo di Parigi per mantenere l´aumento della temperatura media globale sotto i 2 °C, meglio se sotto 1,5 °C. Un obiettivo da raggiungere non attraverso la "decarbonizzazione", ma con la "neutralità climatica", intesa come equilibrio tra le emissioni derivanti dalle attività umane e la riduzione/ rimozione dei gas serra, anche attraverso l´assorbimento da parte delle foreste e del suolo.
Le parole chiave della Cop24 sono:
- tecnologia: sviluppo di soluzioni moderne che rispondano alla necessità di contenere l´aumento della temperatura media globale, tra queste la mobilità elettrica
- persone: transizione solidale e giusta, che consideri i diversi livelli di sviluppo delle Parti (i paesi che hanno sottoscritto la Convenzione)
- natura: sostenere il raggiungimento della neutralità climatica attraverso l´assorbimento della CO2 dalle foreste e dal suolo o dalla gestione delle risorse idriche. Tra i temi più critici le regole per attuare gli impegni di Parigi, la certezza degli impegni economici a favore dei paesi meno sviluppati, la trasparenza nella rendicontazione delle azioni di mitigazione e adattamento, la transizione energetica dalle risorse fossili alle fonti rinnovabili. Oltre ai contributi alla discussione presentati dai diversi stakeholder (i governi, le imprese, le Ong), si dovrà considerare il recentissimo Special Report on Global Warming of 1.5ºC dell’International panel on climate change (Ipcc) che sottolinea la sostanziale differenza tra +2 °C e +1.5 °C in termini di cambiamento climatico e di conseguenze sulle persone e sull´ambiente



http://cop24.gov.pl/
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 08, 2018, 03:47:21 pm
Forte eruzione in Papua Nuova Guinea del Vulcano Manam, nella giornata odierna, 8 Dicembre alle ore 3:23 utc con cenere vulcanica a 40.000 piedi (12.200 metri), come riporta il il Centro Volcanic Ash Advisory Darwin (VAAC) in un report, con consulenza più dettagliata a seguire.


https://www.volcanodiscovery.com/manam/news/72183/Manam-volcano-Volcanic-Ash-Advisory-HIGH-IMPACT-ERUPTION-TO-FL400-OBS-AT-080300Z.html (https://www.volcanodiscovery.com/manam/news/72183/Manam-volcano-Volcanic-Ash-Advisory-HIGH-IMPACT-ERUPTION-TO-FL400-OBS-AT-080300Z.html)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 08, 2018, 04:03:22 pm
update:

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/47680126_2059520264126697_1143943300676321280_n.jpg?_nc_cat=104&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=46b0a7cbd2af037d5e4f6c011722d9cd&oe=5CACBF2D)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 09, 2018, 12:33:18 am
(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2018/12/2018-12-08_181914-700x425.png)
 dati della Rutgers University Global Snow Lab (GSL)

L’estensione del manto nevoso record del novembre 2018 è stata di circa 1,4 milioni di miglia quadrate sopra la media dal 1981 al 2010.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 09, 2018, 02:02:40 pm
Manam Papua Nuova Guinea, ieri

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20181209/ob_6baf5e_2018-12-08-manam-scott-waide-local-t.jpg)

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20181209/ob_c89b87_2018-12-08-manam-ex-vodeo-brian-mal.jpg)

https://www.youtube.com/watch?time_continue=48&v=UZCJQm1JwgI (https://www.youtube.com/watch?time_continue=48&v=UZCJQm1JwgI)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 14, 2018, 11:36:56 am
Attività solare ancora su livelli molto bassi, serie di giorni spotless escluso qualche frammentaria giornata con micro regioni, che non hanno prodotto nessun tipo di flare o brillamento, ben lontani da produrrre attività in grado di modificare i più importanti parametri misurati, quali indice elettromagnetico, radio-flusso solare e vento solare.
Nel 2018 si sono conteggiate 216 giornate(compreso oggi) spotless, (assenza di macchie solari) avvicinandosi alla serie del 2009 durante il minimo periodico undecennale(circa) scorso, tra il passaggio del sc(solar-cicle) 23 al sc24 (ora in corso)..il quale sembra aver intenzioni molto serie..

Alcuni parametri attuali

Solar-Flux 70.2  (media mensile 70)
Ap index   media mensile 7.6
Solar-wind 362,4  Km/s

(https://www.spaceweatherlive.com/images/SDO/SDO_HMIIF_512.jpg)
14/12/2018   Disco solare superficie visibile, nessuna macchia solare presente, come ormai da mesi.

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 16, 2018, 11:13:53 am
Forte eruzione in Indonesia, Isole Sulawesi, del Vulcano Soputan,(ultima eruzione 18 ott 2018) il giorno 16 Dicembre, con due forti esplosioni e colonna eruttiva di cenere e gas a 8900 metri di altitudine. In seguito alla forte foschia dovuta ai flussi piroclastici è stato impossibile valutare l'altezza.

(https://pbs.twimg.com/media/DufoJ9vV4AAzXoF.jpg:large)

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20181216/ob_99e02b_2018-12-16-soputan-magma.jpg)


https://twitter.com/id_magma/status/1074072673976692736 (https://twitter.com/id_magma/status/1074072673976692736)


(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20181216/ob_4fa3d6_2018-12-16-soputan-steyve-marapi.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 16, 2018, 11:18:05 am
On Sunday, December 16, 2018, at approximately 3:09 am, incandescent emissions above the summit of Gunung Soputan were observed, accompanied by an eruptive column at ± 3,000 m above the summit (± 4,809 m above sea level). from the sea), gray and thick inclined to the southeast.

At 0540, the gray and thick ash column was ± 7000 m above the summit (± 8 809 m above sea level), extending to the southeast.

A VONA was published twice on December 16, 2018: at 04:00 WITA with color code ORANGE and at 5:54 WITA with a color code RED. Until now, continuous tremor continued to be recorded with the maximum amplitude (overshoot) indicating that the eruption activity was still in progress.

The status of G. Soputan is still at Level III (Alert) with a danger zone, which is a 4 km radius and a sectoral expansion southwest of 6.5 km.

The population around the volcano is encouraged to prepare masks of protection for the mouth and nose to avoid the potential danger of volcanic ash for the respiratory system. Drainage residents upstream of Soputan should be aware of the potential threat of lahars, especially during the rainy season.

Source : Magma Indonesia
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 16, 2018, 05:58:59 pm
Vulcano Soputan, Indonesia

(https://watchers.news/data/uploads/mount-soputan-eruption-december-16-2018-lg3.jpg)

(https://watchers.news/data/uploads/mount-soputan-eruption-december-16-2018-lg5.jpg)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 17, 2018, 11:39:55 am
Indonesia, Isole Sulawesi: continua l'eruzione esplosiva del Vulcano Soputan, oggi 17 Dicembre con pennacchio di cenere intorno i 7,5 km slm

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20181217/ob_1a42ea_2018-12-16-soputan-armando-loho-phot.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 17, 2018, 04:03:01 pm
Altra forte eruzione ieri (16 Dicembre) sull'isola vulcanica di Manam, Papua Nuova Guinea, con  cenere a oltre 13,5 Km

Volcanic Ash Advisory Center Darwin (VAAC) issued the following report: FVAU03 at 21:00 UTC, 16/12/18 from ADRM VA ADVISORY DTG: 20181216/2100Z VAAC: DARWIN VOLCANO: MANAM 251020 PSN: S0405 E14502 AREA: PAPUA NEW GUINEA SUMMIT ELEV: 1807M ADVISORY NR: 2018/1 INFO SOURCE: HIMAWARI-8 AVIATION COLOUR CODE: RED ERUPTION DETAILS: HIGH LEVEL ERUPTION TO FL450 OBS VA DTG: 16/2100Z OBS VA CLD: SFC/FL450 S0403 E14509 – S0412 E14503 – S0413 E14439 – S0344 E14409 – S0335 E14431 – S0350 E14504 MOV NW 30KT FCST VA CLD +6 HR: 17/0300Z NOT AVBL FCST VA CLD +12 HR: 17/0900Z NOT AVBL FCST VA CLD +18 HR: 17/1500Z NOT AVBL RMK: HIGH LEVEL ERUPTION TO FL450. A MORE DETAILED ADVISORY TO FOLLOW. NXT ADVISORY: NO LATER THAN 20181216/2120Z

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Dicembre 17, 2018, 04:49:12 pm
Buona serata ponente e sopratutto complimenti per gli innumerevoli post  che quasi giornalmente posti. per quanto riguarda le anomalie a livello globale attese per i prossimi 7 giorni,diffuse anomalie positive dovrebbero interessare vaste aree del globo.  anomalie negative sull'Alaska ,parti della Siberia  e russia.
(https://i.imgur.com/rkffIxo.png)

http://www.karstenhaustein.com/climate.php (http://www.karstenhaustein.com/climate.php)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 17, 2018, 04:51:17 pm
Buona serata ponente e sopratutto complimenti per gli innumerevoli post  che quasi giornalmente posti. per quanto riguarda le anomalie a livello globale attese per i prossimi 7 giorni,diffuse anomalie positive dovrebbero interessare vaste aree del globo.  anomalie negative sull'Alaska ,parti della Siberia  e russia.
([url]https://i.imgur.com/rkffIxo.png[/url])

[url]http://www.karstenhaustein.com/climate.php[/url] ([url]http://www.karstenhaustein.com/climate.php[/url])


Ciao Ale81, con piacere..e rigiro i complimenti a te, ma

ma.."parti della Siberia"  ;D   mi pare errato e soprattutto riduttivo..essendo anche un tantino vasta e quasi tot colorata di anomalie negativa.  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 17, 2018, 06:30:17 pm
https://wattsupwiththat.com/2008/12/14/gore-entire-north-polar-ice-cap-will-be-gone-in-5-years/

(https://eoimages.gsfc.nasa.gov/images/imagerecords/92000/92817/20180924_MODISCOM-T.jpg)
Arctic sea ice from September 18 – 24, 2018, image from MODIS

(https://4k4oijnpiu3l4c3h-zippykid.netdna-ssl.com/wp-content/uploads/2018/12/N_daily_extent_hires-605x720.png)

 :)



https://wattsupwiththat.com/2018/12/16/ten-years-ago-algore-predicted-the-north-polar-ice-cap-would-be-gone-inconveniently-its-still-there/
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 23, 2018, 10:38:02 am
Forte eruzione questa mattina(4:30 ora locale) sul Vulcano Anak Krakatau, Indonesia, con ceneri ad alto impatto fino a 16 km
con conseguenze devastanti per le popolazioni dell'area a causa dello tsunami seguente verificatosi per collasso di un fianco del vulcano nella parte sommersa dell'isolotto vulcanico.

Anak Krakatau(ex Krakatoa) è uno stratovulcano molto attivo, dove gli ultimi mesi ha mostrato sempre più evidenti segni di irrequietezza. ( nel 1883 il padre di questo vulcano, il Krakatoa, ebbe un importante eruzione VEI 6 con  collassamento di quasi l'intero edificio vulcanico, ora in ricostruzione con continuo materiale, roccia lava e cenere, raggiungendo l'altezza di oltre 300 Mt)

https://www.volcanodiscovery.com/it/krakatoa/2018/dec/eruption-tsunami/updates.html (https://www.volcanodiscovery.com/it/krakatoa/2018/dec/eruption-tsunami/updates.html)

http://www.earth-of-fire.com/ (http://www.earth-of-fire.com/)

Attività del Vulcano Anak Krakatau nei mesi e giorni scorsi..

https://www.youtube.com/watch?v=lG8gZyivH-A (https://www.youtube.com/watch?v=lG8gZyivH-A)

https://www.youtube.com/watch?v=B4t79CyK7YU (https://www.youtube.com/watch?v=B4t79CyK7YU)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 24, 2018, 03:22:20 pm
Eruzione sul Vulcano Etna, ecco un'immagine di un'ora fà(circa) scattata da palermo, sulla costa tirrenica...

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/49013308_10212954236877015_5366692357976621056_n.jpg?_nc_cat=111&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=712fe566a6535d4c9a2b0ebec570342a&oe=5CCF51CE)

questa sempre di qualche ora fà da un satellite di passaggio

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/48428163_2484822178198691_3266301682052497408_n.jpg?_nc_cat=108&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=82db9619043535be15faf4b4367e1a6f&oe=5CA1C286)

 :o
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Artix - Dicembre 24, 2018, 03:28:56 pm
Eruzione sul Vulcano Etna, ecco un'immagine di un'ora fà(circa) scattata da palermo, sulla costa tirrenica...

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/49013308_10212954236877015_5366692357976621056_n.jpg?_nc_cat=111&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=712fe566a6535d4c9a2b0ebec570342a&oe=5CCF51CE)

questa sempre di qualche ora fà da un satellite di passaggio

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/48428163_2484822178198691_3266301682052497408_n.jpg?_nc_cat=108&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=82db9619043535be15faf4b4367e1a6f&oe=5CA1C286)

 :o

Seconda foto spettacolare  :o
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: alex64 - Dicembre 24, 2018, 03:37:13 pm
Eruzione sul Vulcano Etna, ecco un'immagine di un'ora fà(circa) scattata da palermo, sulla costa tirrenica...

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/49013308_10212954236877015_5366692357976621056_n.jpg?_nc_cat=111&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=712fe566a6535d4c9a2b0ebec570342a&oe=5CCF51CE)

questa sempre di qualche ora fà da un satellite di passaggio

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/48428163_2484822178198691_3266301682052497408_n.jpg?_nc_cat=108&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=82db9619043535be15faf4b4367e1a6f&oe=5CA1C286)

 :o
Ponente la prima non lo so, ma la seconda non è certo di adesso.
È stata scattata dalla ISS un po’ di anni fa...se non sbaglio da Parmitano...
Rimane comunque una foto fantastica...ma non di ora.....
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: alex64 - Dicembre 24, 2018, 03:41:19 pm
Infatti è del 2013

(https://uploads.tapatalk-cdn.com/20181224/e504026a3b50ae8c7d883a0aab4decc7.png)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 24, 2018, 05:51:49 pm
Infatti è del 2013

(https://uploads.tapatalk-cdn.com/20181224/e504026a3b50ae8c7d883a0aab4decc7.png)

perfetto...grazie per la segnalazione, scusate ma a volte il web è anche questo..
per l'altra invece ti confermo che è odierna, ce ne sono molte altre e il tipo di eruzione  è anche la setssa ..
prese dai social con gente che commentava in smultanea(poi è uscita sta foto)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 24, 2018, 06:08:58 pm
Alex64  questa è di oggi

https://twitter.com/CultureVolcan/status/1077244050254761984

 ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: alex64 - Dicembre 24, 2018, 06:28:21 pm
perfetto...grazie per la segnalazione, scusate ma a volte il web è anche questo..
per l'altra invece ti confermo che è odierna, ce ne sono molte altre e il tipo di eruzione  è anche la setssa ..
prese dai social con gente che commentava in smultanea(poi è uscita sta foto)
Ponente ma che scherzi?? Succede io l’ho riconosciuta perché seguo molto le foto fatte dalla stazione spaziale e me la ricordavo perché è molto bella....
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: alex64 - Dicembre 24, 2018, 06:29:41 pm
Alex64  questa è di oggi

https://twitter.com/CultureVolcan/status/1077244050254761984

 ;)
Si infatti anche la qualità della videocamera è peggiore...come è normale che sia....
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 28, 2018, 12:44:11 am
So2 vista dal satellite tra 16 e 18 Km di altitudine,  osservata durante l'eruzione (in corso) del vulcano Anak Krakatau(Indonesia)

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20181227/ob_821874_2018-12-26-krakatau-airs-so2-retrieval.jpg)

ieri, 26/12/18

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20181227/ob_11f8a1_2018-12-26-krakatau-2-photos-de-s.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 31, 2018, 02:40:13 pm
Continua la fase di bassa attività solare, ormai sono oltre 10 anni che il nostro sole attraversa una fase quiescente, della sua lunghissima esistenza. Nemmeno oggi il sole ha macchie visibili sulla fotosfera, indice di bassa attività solare, percui l'astro ha scarse turbolenze e genera poco magnetismo e di conseguenza energia, con rilassamento e riduzione dell'eliosfera solare, lasciando così il sistema solare più scoperto ai raggi cosmici e altre radiazioni che giungono dallo spazio più profondo.

Il 2018 sta per chiudersi con 231 giorni spotless(senza macchie) ...per trovare una serie così lunga bisogna tornare al 2009 (260 giorni) nel periodo di transizione dal ciclo scorso (n 23) già debole, a quello attuale(n24)ancora più debole, spece nella sua fase di max, che ad ogni inversione magnetica e cambio di ciclo il sole và incontro nella fase centrale del ciclo stesso.

(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2018/12/latest_1024_HMIIC-1-1-700x700.jpg)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 05, 2019, 11:37:55 pm
Continua la fase eruttiva sul Vulcano Anak Krakatau, dove l'attività vulcanica già moderata da mesi, è andata intensificandosi con eruzioni più intense. Ieri 4 Gennaio,  forte  esplosione con importante pennacchio eruttivo fino a 17 km  +/- 0,5

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20190105/ob_79c6f7_2019-01-04-17h02-loc-kralatau-ola.jpg)

L'attività ha prodotto un flusso di biossido di zolfo visibile dal satellite Sentinel5 ad una quota di 10 km

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20190105/ob_5dec03_2019-01-04-6h39-ut-krakatau-so2-sent.jpg)

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20190105/ob_cf4637_2019-01-04-krakatau-phreatomagmatic.jpg)

Anche nella giornata di oggi proseguono le esplosioni  di cenere, magma e vapore acqueo, con esplosioni di tipo surtesiano, perchè generate sotto il livello del mare.

Ecco un video con questo tipo di esplosione vulcanica, sempre dell' Anak Krakatau

https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=QZZkr0mHatM (https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=QZZkr0mHatM)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 08, 2019, 12:01:30 am
https://www.youtube.com/watch?time_continue=6&v=M_yqIj38UmY (https://www.youtube.com/watch?time_continue=6&v=M_yqIj38UmY)


 :o

Se questo studio fosse vero.. e negli scorsi anni questi studi hanno avuto una correlazione del 97% vi dico solo una cosa, preparatevi davvero al grande buio.. :-X :-X
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 08, 2019, 06:10:02 pm
Altra forte eruzione sul Vulcano Manam(Papua Nuova Guinea) ieri 7 Gennaio 2018 (ultima 8 Dicembre)
con colonna di cenere oltre i 16 Km

ecco il report by Earth of fire

A strong explosion rocked Manam in Papua New Guinea on 7 January 2019, the first since 8 December; it was accompanied by a plume of ash reaching 16,500 meters. The eruption continues with a plume reported at 9,000 meters.

The aviation code is red, according to VAAC Darwin, which states that the ashes have dissipated, and that a hot spot remains, confirmation by Mirova.

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Stevesylvester - Gennaio 08, 2019, 06:16:04 pm
Continua la fase eruttiva sul Vulcano Anak Krakatau, dove l'attività vulcanica già moderata da mesi, è andata intensificandosi con eruzioni più intense. Ieri 4 Gennaio,  forte  esplosione con importante pennacchio eruttivo fino a 17 km  +/- 0,5
……………………………………...

Anche nella giornata di oggi proseguono le esplosioni  di cenere, magma e vapore acqueo, con esplosioni di tipo surtesiano, perchè generate sotto il livello del mare.

Ecco un video con questo tipo di esplosione vulcanica, sempre dell' Anak Krakatau
………………………………………...
Tremendo ma superspettacolare!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 09, 2019, 02:26:32 pm
Altri vulcani in eruzione attualmente e in questi giorni:

Vulcano Shiveluch, Kamchtka(Russia)  9 Gennaio, continue esplosioni, colonna di cenere a 6,1 Km slm, ma in allerta per possibili esplosioni improvvise oltre i 12 km

Vulcano Sakurajima, Kyushu,( Japan)

Vulcano Dukono (Indonesia)

Vulocano Popocatepetl (Mexico) 9 Gennaio, pennacchio di cenere a 6,5 km

Vulcano Reventador (Equador)

Vulcano Fuego (Guatemala)

Vulocano Sabancaya  (Perù)

Vulcano Sinabung (Indonesia)  allerta livello 4 su 5 per forti esplosioni e colate piroclastiche

Volcano Ambryn (Vanuatu)

Volcano Veniaminof (Alaska)

Volcano Merapi (indonesia)   formazione di duomi di lava con roccia riolitica molto viscosa, degassificazioni in corso, evoluzione improvvisa

Volcano Mayon (Filippine)

Volcano Agung (Indonesia)

Volcano Semeru (Indonesia)

Volcano Turrialba (Costa Rica)

Volcano Ambae (Vanuatu)

.questi tra i più attivi, poi ci sono molti altri tipo lo Stromboli con attività minore


Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 11, 2019, 09:49:02 am
Continua la fase eruttiva importante del Vulcano Manam (Papua Nuova Guinea)

Colonna eruttiva a 15,2 Km (11 Gen 18)

https://www.volcanodiscovery.com/manam/news/73311/Manam-Volcano-Volcanic-Ash-Advisory-VA-TO-FL500-OBS-VA-DTG-110425Z-to-50000-ft-15200-m.html (https://www.volcanodiscovery.com/manam/news/73311/Manam-Volcano-Volcanic-Ash-Advisory-VA-TO-FL500-OBS-VA-DTG-110425Z-to-50000-ft-15200-m.html)

L'isola vulcanica di Manam

(https://images.volcanodiscovery.com/uploads/pics/manam_volcano.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 12, 2019, 11:46:30 am
Anak Krakatau (Ex Krakatoa, eruzione 1883)

oggi

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20190112/ob_b9f694_2019-01-11-anak-krakatau-j-reynolds.jpg)

prima della forte eruzione di fine Dicembre

(https://i.postimg.cc/sg8W6XLb/Anak-Krakatau-Nov-2010.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 13, 2019, 06:56:16 pm
Ridiamo un po'...

<<Per i nostri figli, la neve e gli sci saranno entro il 2020 solo un vecchio ricordo nelle cartoline>>, Conferenza Mondiale sul Clima di Kyoto, 11 dicembre 1997

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/49896686_1974302459284932_1655090236201369600_n.jpg?_nc_cat=100&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=4e7a0777f1a9d72ae37a1b4cfd34bf4c&oe=5CCBA481)

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/50026247_1974302452618266_1760336597313650688_n.jpg?_nc_cat=106&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=bf26dc8d67220f3716c7b89b7f649bb6&oe=5CB88715)

Reit im Winkl - Winklmoosalm
A: 07.08.2018
B: 11.01.2019

 8)

;D ;D ;D ...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Gennaio 18, 2019, 11:34:58 am
Buona giornata a tutti. Gli ultimi dati del noaa evidenziano come la temperatura della superficie del mare continui ad aumentare .Aumento maggiormente visibile negli strati al di sotto della superficie e in modo particolare nell area polare.
(https://i.imgur.com/fGTzsJx.jpg)
(https://i.imgur.com/E9tx57Z.jpg)(https://i.imgur.com/Pw8W7sC.jpg)(https://i.imgur.com/ZsVRJxY.jpg)

http://polar.ncep.noaa.gov/global/nc/?-global-temp_anom-000-small-rundate=latest
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 18, 2019, 06:14:29 pm
La massa totale di neve per l’emisfero settentrionale attualmente supera i 30 anni di media (1982-2012)

(https://pbs.twimg.com/media/DxMSuSBVYAAOLHD.jpg:large)

Finnish meteorological institute
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 21, 2019, 02:44:04 pm
Forte esplosione il giorno 20 gennaio sul Vulcano Benzimianny in kamchatka, Russia

https://www.youtube.com/watch?time_continue=20&v=Pop8J5OZ_EE (https://www.youtube.com/watch?time_continue=20&v=Pop8J5OZ_EE)

video ripreso da webcam posta a circa 50 Km ad ovest del cratere. Colonna eruttiva di gas e vapore, contenente poca cenere, si è innalzata fino a 10 Km slm
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 22, 2019, 05:58:13 pm
https://www.iceagenow.info/geologist-the-sun-not-co2-drives-earths-climate/ (https://www.iceagenow.info/geologist-the-sun-not-co2-drives-earths-climate/)

 :-X
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 23, 2019, 06:24:05 pm
Una potente eruzione(ancora in corso) è iniziata oggi 23 Gennaio sull'isola vulcanica di Manam(Papua N. Guinea)
Alle ore 7:32(utc) il pennacchio di cenere ha raggiunto un'altezza di 15,2 Km slm decretando lo stato del codice di aviazione a colore rosso.

Questo vulcano sta vivendo simili eruzioni ad alto impatto negli ultimi due mesi. L’ultimo ha avuto luogo l’11 gennaio 2019, con pennacchio di cenere che si è alzato fino a 15,2 km slm. Un’eruzione ancora più forte ha avuto luogo il 7 gennaio, fino a 16,7 km slm. È il pennacchio più alto prodotto dal vulcano dal 2015 quando la cenere è salita a 19,8 km slm.

https://twitter.com/i/status/1071445159039053825

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 24, 2019, 02:48:56 pm
(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20190124/ob_4fdcf3_2019-01-23-manam-so2-15h59-16h05.jpg)

Rilevamento del biossido di zolfo by Nasa
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 25, 2019, 12:18:26 am
Una nuova potente eruzione di grande impatto ha avuto luogo presso il vulcano Manam, in Papua Nuova Guinea verso le 16:20 UTC del 24 gennaio 2019. Il vulcano continua a eruttare da oltre 24 ore
Cenere a 16,7 km (55.000 piedi) slm, Papua Nuova Guinea


(https://watchers.news/data/thumbs/798_296/2019/01/manam-eruption-january-23-2019.jpg)

(https://images.volcanodiscovery.com/uploads/pics/Manam-satellite-2019-1-24.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 25, 2019, 12:27:05 am
Sempre oggi in eruzione il vulcano Klyuchevskoy, Kamchatka , Russia
ecco il report by Volcano Discovery:

Explosive activity continues. Volcanic Ash Advisory Center (VAAC) Tokyo warned about a volcanic ash plume that rose up to estimated 33000 ft (10100 m) altitude or flight level 330 and is moving at 50 kts in NW direction.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 30, 2019, 12:12:24 am
Copertura nevosa dell'emisfero nord sopra la norma

(https://pbs.twimg.com/media/DyGuCFXV4AEiei2.jpg:large)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: GiaccaLustra - Gennaio 30, 2019, 10:06:10 am
Molto bene sembra the day after tomorrow
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 07, 2019, 11:10:49 pm
In Canada nuovi record di temperatura ...ovviamente al ribasso, che resistevano da 112 anni!!

https://electroverse.net/saskatoon-shatters-112-year-old-cold-record/


https://pbs.twimg.com/ext_tw_video_thumb/1093377649475432448/pu/img/cIuUGbkSLPKMfgB1?format=jpg&name=small
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 09, 2019, 03:21:04 pm
Nel mese di Gennaio la crescita del volume del ghiaccio marino artico è risultato il più alto nel record della DMI, dopo il 2008 e il 2013.

(https://realclimatescience.com/wp-content/uploads/2019/02/JanuaryArcticSeaIceVolumeGain_shadow.jpg)

la crescita di novembre è risultato il più alto mai registrato.

(https://realclimatescience.com/wp-content/uploads/2019/02/NovemberArcticSeaIceVolumeGain_shadow.jpg)

Tempi duri per la "scienza" del AGW  riguardo ai ghiacci del pianeta..
ma sicuramente i media diranno, come spesso succede, che le anomalie di freddo fanno parte del tempo, mentre le fasi di caldo sono parte del clima... :D ;D  :-*

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Febbraio 11, 2019, 02:19:04 pm
http://vocidallestero.it/2019/02/06/in-mezzo-allisteria-da-riscaldamento-globale-la-nasa-si-attende-un-raffreddamento-globale/ (http://vocidallestero.it/2019/02/06/in-mezzo-allisteria-da-riscaldamento-globale-la-nasa-si-attende-un-raffreddamento-globale/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 15, 2019, 06:39:38 pm
Attività solare che prosegue anche in questo pefriodo con bassissima attività e una serie prolungata di giorni spotless, quindi basso magnetismo. Di conseguenza l' AA index risulta da più giorni molto basso e il solar-flux ben sotto i valori standard.
Prepararsi al peggio...

Intanto in giro per il globo continuano una serie di eruzioni vulcaniche esplosive con tendenza all'aumento della stessa, rispetto agli ultimi decenni. Dopo le forti eruzioni degli ultimi mesi, con impatto stratosferico seppur modesto, ad opera del vulcano Fuego, Manam e Anak Krakatau, questi i vulcani in eruzione oggi, 15 feb 2019

Vulcano Shilevuch, Russia  cenere e gas a 5,7 Km
Vulcano Popocatepetl, Mexico  cenere e gas a 7,6 km
Vulcano Reventador, Equador  cenere e gas  a  4,9 km
Vulcano Planchon Peteroa, Cile  cenere e gas  a 5,5 km
Vulcano Fuego, Guatemala cenere e gas a 4,4 Km
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 19, 2019, 06:19:41 pm
Prosegue il trend al rialzo dell'accumulo nevoso, escluse le montagne, sull'emisfero boreale

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/52713856_1400286953447377_2516988639481692160_n.png?_nc_cat=104&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=689a3747b4d529459d10a4f281d11e3a&oe=5CDA18CD)

Intanto anche oggi il nostro sole è spotless, assenza di macchie solari, atttività solare e magnetica ridotta al lumicino ..
e in giro per il pianeta, Vulcano Sabancaya (Perù)  eruzione a 7,6 Km
Vulcano Popocatepetl (Messico) eruzione a 6,4 km  Vulcano karymnsky (Russia) eruzione a 4,6 km
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 07, 2019, 06:06:44 pm
https://principia-scientific.org/understanding-the-climategate-scandal/

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 16, 2019, 12:05:31 am
Forte eruzione del Vulcano Bezymianny in Kamchatka, Russia

https://www.volcanodiscovery.com/bezymianny/news/76924/Bezymianny-Volcano-Volcanic-Ash-Advisory-VA-EMISSIONS-CONTINUING-OBS-VA-DTG-152020Z-to-50000-ft-1520.html (https://www.volcanodiscovery.com/bezymianny/news/76924/Bezymianny-Volcano-Volcanic-Ash-Advisory-VA-EMISSIONS-CONTINUING-OBS-VA-DTG-152020Z-to-50000-ft-1520.html)

cenere e gas vulcanici stimati ad un'altitudine di 15,2 Km

(https://pbs.twimg.com/media/D1uoRxiXcAAx9rq.jpg:large)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 18, 2019, 11:41:52 pm
(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20190318/ob_bb6af4_2019-03-16-01h20-tu-bezymianny-er.jpg)

So2 (biossido di zolfo) Volcano Bezymianny

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20190318/ob_2b3a2c_2019-03-16-shiveluch-bezymianny-and.jpg)

Cenere e gas  ben visibile nel vulcano centrale in Kamchatka, gli altri due sono il Sheveluch e il  Karymsky
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 30, 2019, 10:21:24 am
http://www.climatemonitor.it/?p=50589 (http://www.climatemonitor.it/?p=50589)

 8) :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nicse - Aprile 01, 2019, 03:22:29 pm
Ponente, dicevi che il grafico sulle temperature della bassa troposfera mostrasse un plateau.
Falso, mostra un aumento di +0.3 gradi in soli 20 anni.

Poi hai ripiegato dicendo che +0.3 in 20 anni é poco.
Altrettanto falso... ghiacciai alpini, banchisa artica e ricorrenza/magnitudine degli eventi caldi smentiscono anche questo.
+0.3 in 20 anni è tanto... Altro che plateau. Poi come se noi non vivessimo in una zona sensibile (trend doppio)

Ritenta ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 01, 2019, 05:27:33 pm
Ponente, dicevi che il grafico sulle temperature della bassa troposfera mostrasse un plateau.
Falso, mostra un aumento di +0.3 gradi in soli 20 anni.

Poi hai ripiegato dicendo che +0.3 in 20 anni é poco.
Altrettanto falso... ghiacciai alpini, banchisa artica e ricorrenza/magnitudine degli eventi caldi smentiscono anche questo.
+0.3 in 20 anni è tanto... Altro che plateau. Poi come se noi non vivessimo in una zona sensibile (trend doppio)

Ritenta ;)

ah beh  .se per te è tanto, ;D che poi se la matematica non è un opinione dal 1979 sono 40, allora abdico subito la discussione ...tanto gira e rigira te la suoni come vuoi. Ti ricordo che il tuo mito Al Gore prevedeva che fossero almno +2 entro questi anni..
l'uomo si arroga di poter modificare il clima terrestre che muta e varia in maniera naturale da millenni tra oscillazioni verso il caldo e poi verso il freddo con le sue emissioni ..ma per fortuna c'è gente che ragiona e non crede a tutte ste speculazioni dettate da interessi che sono sotto gli occhi di tutti. I ghiacci artici seguono tren di doscuillazione che cambia ogni 20-30 anni..così come il resto...te confondi la meteorologia con la climatologia.Studia!  Ma ritenta te ..vai..
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nicse - Aprile 01, 2019, 05:51:52 pm
ah beh  .se per te è tanto, ;D che poi se la matematica non è un opinione dal 1979 sono 40, allora abdico subito la discussione ...tanto gira e rigira te la suoni come vuoi. Ti ricordo che il tuo mito Al Gore prevedeva che fossero almno +2 entro questi anni..
l'uomo si arroga di poter modificare il clima terrestre che muta e varia da millenni tra oscillazioni verso il caldo e poi verso il freddo con le sue emissioni ..ma per fortuna c'è gente che ragiona e non crede a tutte ste speculazioni dettate da interessi che sono sotto gli occhi di tutti. Ma ritenta te ..vai..

I +0.3 sono da 20 anni non dal 1979

Al Gore non c'entra nulla

Le proiezioni modellistiche che ci vedono finire dritti sui +4/secolo sono tutte rispettate
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 01, 2019, 05:56:37 pm
oh si certo...come no.. ;D ;D ;D
proiezioni modellistiche di che? 
quali modelli osservi che si spingono nel prevedere tali oscenita è baggianat così lontano nel tempo??!??!  hai un'iea di cosa sia il clima di un pianeta? sai cosa sono i feedback? quali sono le fonti primarie da cui la Terra attinge la sua energia?
 per me uno che fà un'uscita del genere e crede che entre 70 -80 anni andremo a + 4 è solo uno che non ha una minima idea di quello che sta dicendo.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nicse - Aprile 01, 2019, 07:44:30 pm
oh si certo...come no.. ;D ;D ;D
proiezioni modellistiche di che? 
quali modelli osservi che si spingono nel prevedere tali oscenita è baggianat così lontano nel tempo??!??!  hai un'iea di cosa sia il clima di un pianeta? sai cosa sono i feedback? quali sono le fonti primarie da cui la Terra attinge la sua energia?
 per me uno che fà un'uscita del genere e crede che entre 70 -80 anni andremo a + 4 è solo uno che non ha una minima idea di quello che sta dicendo.

Ascolta ponente, te lo dico per evitarti figuracce in seguito.
- io seguo le fonti autorevoli, tu no
- seguo ogni giorno da anni l'evolversi dell' hc, che é il vero termostato del clima, tu no
- ho a casa innumerevoli fonti bibliografiche sul paleoclima, nonché fonti storiche, tu no
- so discernere una ricerca attendibile, perché proveniente da professionisti del settore, da una boutade alla climatemonitor, tu no.

Corollario?
io sì,  ho idea di ciò di cui stiamo parlando. Tu no :-)
E lo dimostri infarcendo ogni post di notizie inesatte, luoghi comuni, libere interpretazioni, errori.

Quindi come la mettiamo?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Aprile 01, 2019, 09:35:41 pm
Ascolta ponente, te lo dico per evitarti figuracce in seguito.
- io seguo le fonti autorevoli, tu no
- seguo ogni giorno da anni l'evolversi dell' hc, che é il vero termostato del clima, tu no
- ho a casa innumerevoli fonti bibliografiche sul paleoclima, nonché fonti storiche, tu no
- so discernere una ricerca attendibile, perché proveniente da professionisti del settore, da una boutade alla climatemonitor, tu no.

Corollario?
io sì,  ho idea di ciò di cui stiamo parlando. Tu no :-)
E lo dimostri infarcendo ogni post di notizie inesatte, luoghi comuni, libere interpretazioni, errori.

Quindi come la mettiamo?
ecco uno che è sicuro di se, e sa tutto, sei un grande
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 01, 2019, 11:06:45 pm
ecco uno che è sicuro di se, e sa tutto, sei un grande

 ;D ;D

evito di rispondergli al professore paleoclimatico...  ..  però non sà nemmeno leggere e interpretare un grafico.. ;D :D
luoghi comuni.. ::) .4 gradi...   :o ;D  ;D ;D..un genio..

ps cmq  evita tu semmai di infangare e riempire con i tuoi post qst thread, se non hai dati, fonti, studi di analisi da postare ..grazie!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 01, 2019, 11:33:22 pm
https://electroverse.net/greenland-has-gained-510-billion-tons-of-ice-over-the-last-year/?fbclid=IwAR3a3iL-DyflO3dgo2FGv8MT8mDCjPw8_2Z7vsVUYmK7AiDIqaD828u1rfk

Il saldo di massa di superficie della Groenlandia da settembre 2017 ad agosto 2018 è stato il più alto degli ultimi 20 anni.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nicse - Aprile 02, 2019, 08:53:57 am
;D ;D

evito di rispondergli al professore paleoclimatico...  ..  però non sà nemmeno leggere e interpretare un grafico.. ;D :D
luoghi comuni.. ::) .4 gradi...   :o ;D  ;D ;D..un genio..

ps cmq  evita tu semmai di infangare e riempire con i tuoi post qst thread, se non hai dati, fonti, studi di analisi da postare ..grazie!


Visto che la posizione ufficiale ormai assoda l'agw, sei tu che devi fare la fatica di postare le tue fonti.
Certo, mi aspetterei qualcosa di più significativo del record di estensione glaciale delle ultime 30 settimane. Un po' deboluccio, non trovi? ::)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 14, 2019, 10:41:21 am
la neve a metà Aprile non è roba che non si è mai vista, così come i 10° a mezzogiorno in pianura o sul mare, ma di questi tempi si dice che sia parte del meteo, mentre quando fà e c'è aria di Primavera è solo questione del clima ..vero? ..
un saluto ai lamentoni. :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 14, 2019, 06:56:41 pm
https://www.facebook.com/ItaliaLiveMeteo/videos/2313317745611227/?t=2 (https://www.facebook.com/ItaliaLiveMeteo/videos/2313317745611227/?t=2)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nicse - Aprile 15, 2019, 11:35:34 am
la neve a metà Aprile non è roba che non si è mai vista, così come i 10° a mezzogiorno in pianura o sul mare, ma di questi tempi si dice che sia parte del meteo, mentre quando fà e c'è aria di Primavera è solo questione del clima ..vero? ..
un saluto ai lamentoni. :)

Tutto è meteo, compreso il caldo... ma la ricorrenza e l'intensità delle fasi calde che viviano poggiano su un trend di fondo al riscaldamento.
Idem la rarefazione degli episodi  freddi che pure non sono scomparsi.

Ad ogni modo, hai detto bene... non è roba che non si è mai vista... anzi...  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 15, 2019, 05:49:52 pm
Tutto è meteo, compreso il caldo... ma la ricorrenza e l'intensità delle fasi calde che viviano poggiano su un trend di fondo al riscaldamento.
Idem la rarefazione degli episodi  freddi che pure non sono scomparsi.

Ad ogni modo, hai detto bene... non è roba che non si è mai vista... anzi...  ;)

trend di fondo basato su cosa? se negli ultimi 4-5 anni sono state maggiori(cioè dal 2014-15) le fasi di sopramedia non vuol dire molto, se non quasi nulla, se si parla di clima.  ;) Anni precedenti a queli invece ci sono stati inverni alcuni molto nevosi ed anche estati più fresche o dinamiche..percui..se pi invece prendiamo come riferimento i secoli passati per es nel 1200  ci sono scritti storici dove si narra che durante gli ultimi secoli dell'impero romano molti passi alpini erano percorribili d'estate in zone parecchio impensabili al giorno d'oggi farlo comodamente.Forse evidentemente faceva un bel pò più caldo.  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nicse - Aprile 17, 2019, 09:23:09 am
trend di fondo basato su cosa? se negli ultimi 4-5 anni sono state maggiori(cioè dal 2014-15) le fasi di sopramedia non vuol dire molto, se non quasi nulla, se si parla di clima.  ;) Anni precedenti a queli invece ci sono stati inverni alcuni molto nevosi ed anche estati più fresche o dinamiche..percui..se pi invece prendiamo come riferimento i secoli passati per es nel 1200  ci sono scritti storici dove si narra che durante gli ultimi secoli dell'impero romano molti passi alpini erano percorribili d'estate in zone parecchio impensabili al giorno d'oggi farlo comodamente.Forse evidentemente faceva un bel pò più caldo.  :)

Di evidente sul 1200 non c'è nulla, mi spiace.
Luoghi comuni smentiti in tutte le salse
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 19, 2019, 10:54:26 am
Di evidente sul 1200 non c'è nulla, mi spiace.
Luoghi comuni smentiti in tutte le salse


 ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 19, 2019, 10:58:29 am
Eruzione in Russia, vulcano Opala con emissione di cenere a 13,7 Km
i giorni scorsi era stato invece sempre in kamchatka il Shiveluch ad eruttare oltre i 10,5 Km  ...questo vulcano attivissimo conta nella sua storia molte eruzione VEI 5 anche di recente documentazione.

Occhio, tempi duri per i millantanti scienziati da 4 soldi dell'elite oligarchica
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nicse - Aprile 20, 2019, 05:13:58 pm
Eruzione in Russia, vulcano Opala con emissione di cenere a 13,7 Km
i giorni scorsi era stato invece sempre in kamchatka il Shiveluch ad eruttare oltre i 10,5 Km  ...questo vulcano attivissimo conta nella sua storia molte eruzione VEI 5 anche di recente documentazione.

Occhio, tempi duri per i millantanti scienziati da 4 soldi dell'elite oligarchica


Interessante... Sto già facendo la legna per i prossimi 20 anni, guarda  ::)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 23, 2019, 11:29:04 pm
https://electroverse.net/russias-brutal-arctic-blast-takes-out-many-all-time-temperature-records/

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 24, 2019, 10:57:10 am
(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/58373087_1604462383031201_3165413810802524160_n.jpg?_nc_cat=106&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=b35ec723edd3db7be4fff11f53011830&oe=5D778122)

 :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 05, 2019, 03:43:23 pm
Trend degli oceani settentrionali per decade

(https://1.bp.blogspot.com/-qWquHFoyFO8/XMsCqIvuHcI/AAAAAAAA9nU/ajrdMxSvXr0Zum1PBpAozNFmTKhS13UoACLcBGAs/s640/Northern-Hemisphere-1990-2015-Cooling-Regional-Kretschmer-2017.jpg)

Anche i mari attorno all'Antartide registrano una tendenza progressiva al raffreddamento da qualche decennio..

(https://1.bp.blogspot.com/-24CqjRvZYTQ/XMsCRMdLoAI/AAAAAAAA9nM/fXaLTcllnJElcLF96bdK8iQPPnnB5A9uQCLcBGAs/s640/Southern-Ocean-Cooling-1979-to-2013-Purich-2018.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 25, 2019, 12:49:24 am
Attività solare

Altra serie di giorni spotless, salvo apparizioni di piccole regioni di modesta entità
Solar flux 66  :o
Solar wind 337 km/s

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 25, 2019, 12:57:52 am
Forte eruzione in Indonesia sul vulcano Sinabung, con cenere e gas a 15,2 Km slm nella tarda serata di ieri(24 maggio 2019)
fonte: Volcano Discovery

https://www.volcanodiscovery.com/volcanoes/today.html (https://www.volcanodiscovery.com/volcanoes/today.html)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 28, 2019, 05:23:01 pm
Sinabung (Indonesia) 27/5/2019
continua l'attività eruttiva esplosiva

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20190528/ob_35e38d_2019-05-27-6h29-sinabung-teger-tiga.jpg)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 09, 2019, 05:46:45 pm
Altra forte eruzione stamani (10:05 ora locale) del vulcano Sinabung(Indonesia)
Cenere e gas oltre i 16 Km slm

https://watchers.news/2019/06/09/sinabung-volcano-eruption-june-9-2019/?fbclid=IwAR1dAquDKVnpcwZqY-_ZNJquedvk1ATLz4dgbVOk7v8-gS9bEGUUGRtR_VM


video
https://volcanic-eruption.com/sinabung-eruption-7000m-high-june-9-2019/?fbclid=IwAR1wGXrf-ES_dBfrGxQoGAerAqlUG_nwT7ZFQpZl2qn5WBy2kjApj3IgPDE
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 09, 2019, 11:29:57 pm
Sinabung foto di oggi 9/6/2019
Eruzione esplosiva e flussi piroclastici
(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/62319913_2538215949734824_7419998862212857856_n.png?_nc_cat=1&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=7093ddb8ea87e6efacb7c7475faeef13&oe=5D9ADCE0)

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/62202327_2538149256408160_7467594560210731008_n.jpg?_nc_cat=1&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=b6a522495a02228f2f44e44dfbc5446b&oe=5D86D46F)

Continua la fase di large eruption con colonna di cenere alta 9 Km slm (utlimo agg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 15, 2019, 10:33:41 am
Eruzione esplosiva ieri (14 Giu) sul vulcano Popocatepetl in Messico
la colonna di cenere ha raggiunto un'altitudine di 9,8 Km slm

(https://img.volcanodiscovery.com/uploads/pics/popo14june19.jpg)

fase eruttiva ancora in corso
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 17, 2019, 05:18:46 pm
(https://i.postimg.cc/sD5b4KFZ/64650811-2350907784987942-5278065879622352896-n.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 22, 2019, 02:51:08 pm
Vulcano Raikoke (Kamchatka, Russia)  eruzione esplosiva insapettata,  21/06/2019
cenere e materiale vulcanico a 13,1 Km di altitudine.

Image by Esa della So2 in direzione del Pacifico, spinta da forti venti

(https://img.volcanodiscovery.com/uploads/pics/20190622_103558_111_hgt_lr.gif)

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/64741398_2359736717438382_3277665370948763648_n.jpg?_nc_cat=100&_nc_oc=AQl5U7JfEYXOIIAvQHQ3NpZSgm2QUL3rNNKeG8kXsnXh1UdbYkPTV7gUtLEBbZzQgFs&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=9a0fde576fe3c587e3a1963feb62addb&oe=5DBC1DA3)

https://watchers.news/2019/06/22/raikoke-volcano-eruption-june-2019/
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 22, 2019, 07:05:36 pm
Image by nasa

(https://www.volcanodiscovery.com/satellite-images/Raikoke-sat2-3-latest.jpg)

Eruzione major ancora in corso
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 23, 2019, 04:00:26 pm
Colonna di So2  dopo l'eruzione del Raikoke

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20190623/ob_6059c6_2019-06-22-02h21-23-so2-rich-plume-fro.jpg)

ecco l'isolotto vulcanico Raikoke nelle kuriles Island(Russia)

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20190623/ob_d8ae9a_raikoke-island-as-seen-from-the-golovn.jpg)

eruzione ancora in corso, pennacchio a 10,5 Km
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 26, 2019, 01:10:58 pm
Eruzione al vulcano Ulawun (Papua Nuova Guinea)
pennacchio di cenere e gas ea 19 Km slm

https://www.volcanodiscovery.com/ulawun/news/82291/Ulawun-volcano-New-Britain-Papua-New-Guinea-activity-update-Major-subplinian-eruption-ash-to-at-leas.html (https://www.volcanodiscovery.com/ulawun/news/82291/Ulawun-volcano-New-Britain-Papua-New-Guinea-activity-update-Major-subplinian-eruption-ash-to-at-leas.html)

l'attività solare molto bassa sta risvegliando parecchi vulcani attivi
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 26, 2019, 06:25:37 pm
Foto dell'eruzione del Ulawun

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/65060513_10157619882785229_7699372607778324480_n.jpg?_nc_cat=107&_nc_oc=AQmnqRi_WOgyrWFsGMntI2IMFxrJ7HvmMg81KNWfhJ19r6NGXaU0oHfSJkVLL0tSF-A&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=d900f75a9b7400f9877caa5341609898&oe=5DC5FF31)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 26, 2019, 11:55:14 pm
Continua l'eruzione sul vulcano Ulawan con cenere vulcanica suddivisa in due tronconi dai forti venti in quota, uno con base larga a 17 Km con direzione sud e l'altro in direzione est, con movimento più rapido, ad un altezza di 20 Km (63000 ft)
Forti flussi piroclastici, evacuate in tempo ieri le persone nelle vicinanze.

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 27, 2019, 11:31:30 pm
Ecco l'immagine di oggi della So2 (biossido di zolfo) dopo l'eruzione del vulcabno Raikoke(Kuriles Islands, Kamchatka, Russia) del 21 Giugno scorso

Significativa immissione ad un altitudine compresa tra 9 e 13 Km, nella bassa stratosfera

(https://img.volcanodiscovery.com/uploads/pics/raikoke-so2-27june19.jpg)

Intanto nella giornata odierna l'attività del  vulcano Ulawun(New Britain, Papua Nuova Guinea) ha ridotto seppur non del tutto la sua attività esplosiva
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 30, 2019, 12:45:52 am
Intanto  nella giornata di venerdì 28 Giugno anche il vulcano Manam in Papua N. Guinea è tornato ad eruttare con cenere e gas a 15 Km di altitudine, non molto distante dal vulcano Ulawun
ecco l'immagine presa da Sentinel5 della so2(biossido di zolfo)

(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20190629/ob_9d0b14_2019-06-28-04h-utc-so2-manam-ulawun.jpg)

Manam 28 Giugno

(https://img.volcanodiscovery.com/uploads/pics/manam-28june19.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 01, 2019, 10:42:46 pm
Ulawun eruzione 26/06/2019

https://twitter.com/i/status/1143795457627267072
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 03, 2019, 11:24:50 pm
Vulcano Sabancaya (Perù)   in corso fase eruttiva da Nov 2016  oggi ha registratola giornata con maggiori eslosioni intermittenti, con colonna eruttiva che ha superato i 9 Km di altitudine slm. sopra le Ande meridionali.

La fase è in corso ma è già stata confermata come VEI 3, secondo volcano.si.edu.

https://electroverse.net/sabancaya-volcano-tongue-of-fire-blows-to-at-least-30000-feet-9-1-km/


Esplosioni vulcaniche esplosive innescate dai raggi cosmici: vulcano come camera a bolle
Astratto:

Vulcani con magma ricco di silice e altamente viscoso tendono a produrre violente esplosioni esplosive che provocano disastri nelle comunità locali e che influenzano fortemente l'ambiente globale. Abbiamo esaminato i tempi di 11 eventi eruttivi che hanno prodotto magma ricco di silice da quattro vulcani in Giappone (Monte Fuji, Monte Usu, Myojinsho e Satsuma-Iwo-jima) negli ultimi 306 anni (dal 1700 dC all'ANNUNCIO 2005). . Nove degli 11 eventi si sono verificati durante le fasi inattive dell'attività solare magnetica (minimo solare), che è ben indicizzata dal numero di macchie solari del gruppo. Questa forte associazione tra i tempi di eruzione e il minimo solare è statisticamente significativa per un livello di confidenza del 96,7%. Questa relazione non è osservata per le eruzioni da vulcani con magma relativamente povero di silice, come Izu-Ohshima. È noto che il flusso dei raggi cosmici è correlato negativamente con l'attività del sole, poiché il forte campo magnetico nel vento solare respinge le particelle cariche come i raggi cosmici galattici che provengono dall'esterno del sistema solare. La forte correlazione negativa osservata tra i tempi di eruzioni di silice e l'attività solare può essere spiegata dalle variazioni nel flusso dei raggi cosmici derivanti dalla modulazione solare. Poiché il magma ricco di silice ha una tensione superficiale relativamente elevata (simile a 0,1 Nm (-1)), la velocità di nucleazione omogenea è talmente bassa che tale magma esiste in uno stato altamente supersaturo senza notevole risoluzione, anche quando si trova relativamente vicino alla superficie, all'interno del raggio di penetrazione dei muoni dei raggi cosmici (1-10 GeV). Questi muoni possono contribuire alla nucleazione nel magma supersaturo, come documentato da molti autori che studiano una camera a bolle, attraverso la perdita di ionizzazione. Questa nucleazione indotta da radiazioni può portare all'estrazione pre-eruttiva di H2O nel magma ricco di silice. Notiamo la possibilità che il Monte del 1991 L'eruzione di Pinatubo è stata innescata dallo stesso meccanismo: un aumento del flusso dei raggi cosmici innescato dal Typhoon Yunya, in quanto una diminuzione della pressione atmosferica determina un aumento del flusso dei raggi cosmici. Inoltre ipotizziamo che l'evento Terra delle palle di neve sia stato innescato da successive eruzioni vulcaniche su larga scala innescate dall'aumento del flusso dei raggi cosmici a causa delle vicine esplosioni di supernova. (C) 2010 International Association for Gondwana Research. Pubblicato da Elsevier BV Tutti i diritti riservati.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 07, 2019, 11:35:44 pm
https://electroverse.net/multiple-all-time-low-temperature-records-set-across-germany/

ma nessuno, al contrario dei 3 giorni della settimana precedente,  l'ha sillabato...  ::) :) :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 09, 2019, 02:44:34 pm
Ecco la So2 (anidride solforica o biossido di zolfo) in giro per il globo in stratosfera, dopo le ultime eruzioni dei vulcani asiatici Raikoke(Kamchatka) e Ulawun (New Britain)  nel mese scorso

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/66331522_2389141717831215_347632509749559296_n.jpg?_nc_cat=108&_nc_oc=AQnUx2GjoYim0U7J5Wlh6eTi9gaEqkbPLz5T7BVzHWW6nlO2Biq4UXoewIJu0ALkI0E&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=7c26add9867e23ff6d9cb7e31792efba&oe=5D7A686F)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Luglio 10, 2019, 04:42:37 pm
Di seguito viene  pubblicata la lettera aperta, iniziata da Roberto Buizza(https://www.santannapisa.it/it/roberto-buizza) il 3 luglio 2019, e al 7 luglio firmata da 205 persone di scienza e cultura, tra cui moltissimi esperti di fisica del sistema Terra e del clima, e supportata e firmata da SISC, la Società Italiana Scienze del Clima.(http://www.sisclima.it/?lang=en)



Al Presidente della Repubblica

Al Presidente del Senato

Al Presidente della Camera dei Deputati Al Presidente del Consiglio dei Ministri

7 luglio 2019

IL RISCALDAMENTO GLOBALE È DI ORIGINE ANTROPICA

È urgente e fondamentale affrontare e risolvere il problema dei cambiamenti climatici. Chiediamo che l’Italia segua l’esempio di molti paesi Europei, e decida di agire sui processi produttivi ed il trasporto, trasformando l’economia cosi da raggiungere il traguardo di ‘zero emissioni nette di gas serra’ entro il 2050.

Tale risultato deve essere raggiunto per i seguenti motivi:

Dati osservati provenienti da una pluralità di fonti dicono che il sistema Terra è oggi sottoposto a variazioni climatiche molto marcate che stanno avvenendo su scale di tempo estremamente brevi;
Le osservazioni indicano chiaramente che le concentrazioni di gas serra in atmosfera, quali l’anidride carbonica e il metano, sono in continua crescita, soprattutto a partire dagli anni successivi alla seconda guerra mondiale, in seguito ad un utilizzo sempre più massiccio di combustibili fossili e al crescente diffondersi di alcune pratiche agricole, quali gli allevamenti intensivi;
Le misure dell’aumento dei gas-serra e delle variazioni del clima terrestre, primaria fonte di informazioni quantitative sulla realtà, confermano ciò che la fisica di base ci dice e quanto i modelli del sistema Terra indicano: le attività antropiche sono la causa principale dei cambiamenti climatici a scala globale cui stiamo assistendo;
Migliaia di scienziati che studiano il clima del sistema Terra e la sua evoluzione, e le attività umane concordano sul fatto che ci sia una relazione di causa ed effetto tra l’aumento dei gas serra di origine antropica e l’aumento della temperatura globale terrestre, come confermato dai rapporti dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), che riassumono i risultati pubblicati dalla comunità scientifica globale;
I modelli numerici del sistema Terra basati sulle leggi della fisica sono gli strumenti più realistici che abbiamo a disposizione per studiare il clima, per analizzare le cause dei cambiamenti climatici osservati e per stimare possibili scenari di clima futuro; questi modelli sono sempre più affidabili grazie all’accrescimento della rete di osservazioni utilizzate per validare la loro qualità, al miglioramento della nostra conoscenza dei fenomeni che influenzano il clima e alla disponibilità di risorse computazionali ad alte prestazioni;
L’esistenza di una variabilità climatica di origine naturale non può essere addotta come argomento per negare o sminuire l’esistenza di un riscaldamento globale dovuto alle emissioni di gas serra; la variabilità naturale si sovrappone a quella di origine antropica, e la comunità scientifica possiede gli strumenti per analizzare entrambe le componenti e studiare le loro interazioni;
Gli scenari futuri “business as usual” (cioè in assenza di politiche di riduzione di emissioni di gas serra) prodotti dai tutti i modelli del sistema Terra scientificamente accreditati, indicano che gli effetti dei cambiamenti climatici su innumerevoli settori della società e sugli ecosistemi naturali sono tali da mettere in pericolo lo sviluppo sostenibile della società come oggi la conosciamo, e quindi il futuro delle prossime generazioni
Devono essere pertanto intraprese misure efficaci e urgenti per limitare le emissioni di gas serra e mantenere il riscaldamento globale ed i cambiamenti climatici ad esso associati al di sotto del livello di pericolo indicato dall’accordo di Parigi del 2015 (mantenere l’aumento della temperatura media globale ben al di sotto di 2 °C rispetto ai livelli pre-industriali, e perseguire sforzi volti a limitare l’aumento di temperatura a 1,5 °C);
 

Queste conclusioni sono basate su decine di migliaia di studi condotti in tutti i paesi del mondo dagli scienziati più accreditati che lavorano sul tema dei cambiamenti climatici. È su queste conclusioni che vanno prese decisioni importanti per la lotta ai cambiamenti climatici piuttosto che su documenti, come la lettera datata 17 giugno e firmata da un gruppo formato quasi esclusivamente da non-esperti sulla scienza dei cambiamenti climatici (come comprovato dai loro curricula di pubblicazioni scientifiche in riviste internazionali), in cui è stato messo in discussione con argomentazioni superficiali ed erronee il legame tra il riscaldamento globale dell’era post-industriale e le emissioni di gas serra di origine antropica.

Concludiamo riaffermando con forza che il problema dei cambiamenti climatici è estremamente importante ed urgente, per l’Italia come per tutti i paesi del mondo. Politiche tese alla mitigazione e all’adattamento a questi cambiamenti climatici dovrebbero essere una priorità importante del dibattito politico nazionale per assicurare un futuro migliore alle prossime generazioni.

 

Comitato promotore:

Buizza, Roberto (Fisico/matematico, Prof. Ordinario di Fisica, Scuola Superiore Sant’Anna Pisa) – Iniziatore
Abelli, Simone (Fisico/Meteorologo, Centro Meteo Expert, Milano)
Adamo, Claudia (Fisico dell’Atmosfera; RAI)
Ambrosio, Luigi (Professore ordinario di Analisi Matematica, Scuola Normale Superiore, Pisa)
Andreani, Lucio (Prof. Ordinario di Fisica, Università degli Studi di Pavia)
Artale, Vincenzo (Fisico, ENEA Frascati, Roma)
Bacaro, Giovanni (Biologo, Università di Trieste)
Baldi, Marina (Fisico/Climatologo CNR, Roma)
Balzani, Vincenzo (Professore Emerito di Chimica, Università di Bologna)
Barbante, Carlo (Chimico, paleoclimatologo, Prof Ordinario Università Ca’Foscari Venezia)
Barbone, Luigi (Meteorologo, Generale dell’Aeronautica Militare)
Bardi, Ugo (Chimico Fisico, Docente Università di Firenze)
Brattich, Erika (isico dell’atmosfera, ricercatore, Dipartimento di Fisica e Astronomia, Università di Bologna, Bologna)
Bellucci, Alessio (Climatologo, Ricercatore, Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici)
Bernardini, Livio (Fisico, CETEMPS, L’Aquila)
Bigano, Andrea (Economista, Euro-Mediterranean Center on Climate Change | Ca’ Foscari University of Venice RFF-CMCC European Institute on Economics and the Environment EIEE, Milano)
Bindi, Marco (Agroclimatologo, Prof. Ordinario di Agronomia e coltivazioni erbacee, Università degli Studi di Firenze)
Bollini, Gabriele (Urbanista, Dip. di Ingegneria, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia)
Bonasoni, Paolo (Fisico, Istituto Scienze dell’Atmosfera e del Clima CNR/ISAC, Bologna
Bonaventura, Luca (Matematico, Professore associato di Analisi Numerica, Politecnico di Milano)
Boscolo, Roberta (Fisico/oceanografo, science officer, World Meteorological Organizatio, Svizzera)
Bozzo, Alessio (Fisico, Euroepan Organisation for the Exploitation of Meteorological Satellites EUMETSAT, Darmstadt, Germania)
Brunetti, Michele (Fisico/climatologo, CNR/ISAC, Bologna)
Budillon, Giorgio (Ordinario di Oceanografia e Fisica dell’Atmosfera. Università degli Studi di Napoli “Parthenope”)
Buontempo, Carlo (Fisico, European Centre for Medium-Range Weather Forecasts ECMWF, Reading UK)
Buzzi, Andrea (Fisico dell’Atmosfera, Associate senior scientist, Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima – CNR-ISAC)
Cacciamani, Carlo (Fisico, Dipartimento Protezione Civile, Roma)
Cafaro, Carlo (Matematico/Meteorologo, Ricercatore, University of Reading)
Cagnazzo, Chiara (Fisico, CNR/ISMAR Roma)
Camerlenghi, Angelo (Dirigente di ricerca, Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale OGS Trieste)
Canu, Donata (Oceanografa/Scienziata Ambientale, Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale OGS Trieste)
Capecchi, Valerio (Matematico, ricercatore Consorzio LaMMA – Laboratorio di Monitoraggio e Modellistica Ambientale per lo sviluppo sostenibile, Firenze)
Capolongo, Domenico (Geologo, professore associato di Geografia Fisica e Geomorfologia, Università degli studi di Bari – Aldo Moro)
Cappa, Stefano F. (Medico, professore di neurologia IUSS Pavia)
di Carlo, Piero (Fisico dell’Atmosfera, Associato di Fisica, Università ‘G. d’Annunzio’ di Chieti-Pescara)
Carrosio, Giovanni (Sociologo dell’Ambiente, Università di Trieste)
Caserini, Stefano (Prof. a contratto, docente di Mitigazione dei Cambiamenti climatici al Politecnico di Milano)
Cassardo, Claudio (Fisico/meteorologo/scienziato del clima, Prof. Di Fisica dell’atmosfera, Università di Torino “Alma Universitas Taurinorum”)
Castellari, Sergio (Fisico, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia; ora distaccato alla European Environment Agency, EEA Copenaghen)
Castelletti, Andrea (Prof. Associato di Gestione delle Risorse Naturali, Politecnico di Milano)
Cherchi, Annalisa (Fisico/climatologo, INGV, Bologna)
Ciarlo, James (Fisico del clima, International Centre for theoretical Physics, Trieste)
Cimini, Domenico (Fisico, Istituto di Metodologie per l’Analisi Ambientale, CNR, Potenza)
Cioffi, Francesco (Docente di Meccanica dei fluidi e Idroclimatologia, Prof. Associato, DICEA, Università di Roma ‘ La Sapienza)
Colleoni, Florence (Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale, Trieste)
Colucci, Renato (Glaciologo e geomorfologo, CNR-ISMAR Trieste, Docente di glaciologia presso Università di Trieste)
Comoretto, Gianni (Astronomo associato – INAF-Osservatorio Astrofisico di Arcetri)
Coppola, Erika (Fisico, International Center for Theoretical Physics, Trieste)
Corti, Susanna (Fisico, Istituto Scienze dell’Atmosfera e del Clima CNR/ISAC, Bologna)
Curci, Gabriele (Ricercatore, Dipartimento di Scienze Fisiche e Chimiche – CETEMPS, L’Aquila)
Dalmonte, Barbara (Paleoclimatologa Polare, Ricercatrice Universitaria, Università degli Studi di Milano-Bicocca)
Danieli, Lorenzo (Fisico, meteorologo Centro Epson Meteo – Meteo Expert)
Davini, Paolo (Fisico, Istituto Scienze dell’Atmosfera e del Clima/CNR, Torino)
Decesari, Stefano (chimico dell’atmosfera, Istituto Scienze dell’Atmosfera e del Clima CNR/ISAC, Bologna)
Dell’Acqua, Matteo (Genetista, Ricercatore in Genetica Agraria, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa)
De Guttry, Andrea (Giurista, Ordinario di Diritto Internazionale e Direttore dell’Istituto DIRPOLIS, Scuola Superiore Sant’Anna, Pisa)
Della Volpe, Claudio (Chimico-Fisico, prof. Associato di Chimica fisica Applicata, Università di Trento)
Di Francesco, Michele (Prof. Ordinario di Logica e Filosofia della scienza, Scuola Universitaria Superiore IUSS Pavia)
Di Girolamo, Paolo (Fisico; Prof. Associato, Univ. degli Studi della Basilicata, Potenza)
Di Liberto, Luca (Fisico, ricercatore ISAC CNR)
Dipierro, Giovanni (Fisico/Meteorologo, Meteo Expert)
Di Sante, Fabio (Fisico ambientale, International Centre for Theoretical Physics, Trieste)
Dosio, Alessandro (Fisico, autore IPCC, European Commission Joint Research Centre (partecipa alla petizione a titolo personale e non in rappresentanza della sua istituzione)
Dragani, Rossana (Fisico, European Centre for Medium-Range Weather Forecasts ECMWF, Reading UK)
Emdin, Michele (Professore Associato, Malattie dell’Apparato Cardiovascolare, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa)
Facchini, Maria Cristina (Chimico, Direttore CNR/ISAC Bologna)
Falsini, Sara (Biologo, Dipartimento di Chimica “Ugo Schiff” & INSTM, University of Florence)
Fantini, Maurizio (Fisico, ISAC-CNR, Bologna)
Fermeglia, Maurizio (Ingegnere, Rettore uscente, Università di Trieste)
Farneti, Riccardo (Fisico, International Center for Theoretical Physics, Trieste)
Ferranti, Laura (Fisico, European Centre for Medium-Range Weather Forecasts ECMWF, Reading UK)
Ferrarese, Silvia (Fisico, Università di Torino)
Ferrero, Enrico (Fisico dell’Atmosfera , Università del Piemonte Orientale e ISAC/CNR)
Ferretti, Rossella (Fisico, Università dell’Aquila)
Ferri, Massimo (Fisico, già dirigente del Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare)
Flandoli, Franco (Pofessore ordinario di Probabilità e Statistica, Scuola Normale Superiore Pisa)
Fua, Daniele (Fisico già Professore Associato di Fisica dell’Atmosfera Università ‘la Sapienza’ Roma)
Fuzzi, Sandro (Chimico, Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima, CNR, Bologna)
Gaetani, Marco (Fisico, Scuola Universitaria Superiore IUSS Pavia, Italia)
Galatolo, Stefano (Matematico, Università di Pisa)
Galbiati, Flavio (Fisico Meteorologo, Meteo Expert)
Gallina, Valentina (Climatologa, OSMER ARPA-FVG)
Gatto, Marino (Professore ordinario di Ecologia, Politecnico di Milano)
Gentile, Sabrina (Fisico, Istituto di Metodologie per l’Analisi Ambientale, CNR, Potenza)
Gerosa, Giacomo Alessandro (Micrometeorologo ed ecofisiologo, professore associato di Fisica dell’atmosfera, Università Cattolica del Sacro Cuore, Brescia)
Ghelli, Anna (Fisica, European Centre for Medium-Range Weather Forecasts, UK)
Ghemardi, Grazia (Prof. Ordinario di Ingegneria sanitaria-ambientale, Università di Modena e Reggio Emilia)
Ghezzi, Gioia (Fisico, European Institute for Innovation and Technology)
Giacomin, Serena (Fisica, meteorologa e climatologa Meteo Expert)
Giannini, Gianrossano (Fisico, Università di Trieste)
Giorgi, Filippo (Fisico del Clima, International Center for Theoretical Physics, Trieste)
Giovannini, Lorenzo (Ricercatore di Fisica dell’Atmosfera, Università di Trento)
Giuliani, Graziano (Fisico, Software Engineer, International Center for Theoretical Physics, Trieste)
Gozzini, Bernardo (Climatologo, IBE/CNR, Amministratore Unico Consorzio LaMMA, Firenze)
Giacomo Grassi (senior scientist, Joint Research Centre, European Commission, Ispra, Varese; autore IPCC; partecipa alla petizione a titolo personale e non in rappresentanza della sua istituzione)
Giuliacci, Andrea (Fisico/Meteorologo; Prof a contratto, docente di Fisica dell’Atmosfera presso Università Milano-Bicocca)
Grasso, Marco (Professore Associato, Politiche dei cambiamenti climatici, Università degli Studi di Milano-Bicocca)
Grazzini, Federico (Ricercatore/meteorologo, LMU- München/ARPAE-SIMC Bologna)
Grossi, Giovanna (ingegnere, Prof. Associato di costruzioni idrauliche, Università degli studi di Brescia)
Grosso, Mario (Mario Grosso (Ingegnere, Professore Associato di Gestione e Trattamento dei Rifiuti Solidi, Politecnico di Milano)
Gualdi, Silvio (Fisico; Centro Mediterraneo Cambiamenti Climatici CMCC, Bologna)
von Hardenberg, Jost (Fisico, Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima, Consiglio Nazionale delle Ricerche CNR/ISAC, Torino)
Iannuccilli, Maurizio (Geografo, Istituto di Bioeconomia CNR-IBE, Firenze – ex Istituto di Biometeorologia CNR-IBIMET)
Iocca, Francesco (Matematico/meteorologo – Centro Funzionale Regione Marche)
Kucharski, Fred (Fisico, International Center for Theoretical Physics, Trieste)
Laio, Francesco (Ingegnere Ambientale, Prof. Ordinario di Idrologia, Politecnico di Torino)
Leonesi, Stefano (Meteorologo, Centro Operativo di Agrometeorologia, ASSAM)
Levizzani, Vincenzo (Fisico, Dirigente di Ricerca, Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima CNR/ISAC, Bologna)
Libralato, Simone (Scienziato ambientale, Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale OGS, Trieste)
Lionello, Piero (Professore Ordinario di Oceanografia e Fisica dell’Atmosfera Università del Salento, Lecce)
Lolli, Simone (Fisico, CNR-IMAA e Univ. Di Baltimore Maryland County)
Lombroso, Luca (Meteorologo AMPRO e divulgatore ambientale, Presidente Emilia Romagna Meteo aps)
Lussana, Cristian (ricercatore, Norwegian Meteorological Institute – Division for climate services)
Maione, Michela (Docente di Chimica dell’Ambiente, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo e associato ISAC-CNR)
Maggi, Valter (Geologo, Docente di Geografia Fisica – Università di Milano-Bicocca)
Manzato, Agostino (Meteorologo, OSMER, ARPA-FVG)
Maiello, Ida (Meteorologo/ricercatore CETEMPS Università degli Studi dell’Aquila
Mari, Lorenzo (Ricercatore in Ecologia Politecnico di Milano)
Marletto, Vittorio (Fisico/agrometeorologo resp. Osservatorio clima di Arpae Emilia- Romagna)
Marmi, Stefano (Professore ordinario di sistemi dinamici, Scuola Normale Superiore Pisa)
Martelloni, Gianluca (Ingegnere per l’ambiente e il territorio, attualmente ricercatore a tempo determinato presso l’INSTM)
Martellos, Stefano (Biologo, Università di Trieste)
Martina, Mario (Ingegnere, Professore Associato di Idrologia, Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia)
Marzano, Frank (Radarmeteorologo, docente di Osservazione della Terra, Sapienza Università di Roma & CETEMPS)
Masiello, Guido (Prof. Associato Fisica della Terra e del Mezzo circumterrestre, Università degli studi della Basilicata, Potenza)
Masina, Simona (Fisica/Oceanografa Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici)
Maugeri, Maurizio (Fisico-climatologi – Professore associato – Università degli Studi di Milano, Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali)
Mazzotti, Marco (Professore di Ingegneria di Processo, ETH Politecnico Federale di Zurigo, Svizzera)
Meccia, Virna (Oceanografa, Istituto Scienze dell’Atmosfera e del Clima CNR/ISAC, Bologna)
Menenti, Franco (Esperto sicurezza trasporto aereo, rappresentante Rete Meteo Amatori)
Melia, Paco (Ecologo, Politecnico di Milano)
Mercalli, Luca (Climatologo, Presidente Società Meteorologica Italiana e consigliere scientifico ISPRA)
Miglietta, Mario Marcello (Fisico dell’Atmosfera, Ricercatore, ISAC/CNR)
Molteni, Franco (Fisico, European Centre for Medium-Range Weather Forecasts, Reading UK)
Monegato, Giovanni (Geologo del quaternario, ricercatore confermato presso IGG- CNR)
Nogherotto, Rita (Fisico, International Center for Theoretical Physics, Trieste)
Nuti, Sabina (Rettrice, Scuola Superiore Sant’Anna, Pisa; Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese)
Ortolani, Alberto (Fisico, primo ricercatore CNR IBE e Consorzio LaMMA)
Orusa, Tommaso (Scienziato forestale e ambientale, nivologo, borsista di ricerca presso UniTO Green Office Climate Change Group)
Osti, Giorgio (Sociologo dell’Ambiente, Università di Trieste)
Padoa-Schioppa, Emilio (professore associato di Ecologia, Università degli Studi di Milano-Bicocca)
Palazzi, Elisa (Fisico/climatologo, Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima del CNR, Torino)
Panegrossi, Gulia (Fisica dell’Atmosfera, Ricercatrice ISAC-CNR)
Panziera, Luca (Meteorologo, MeteoSvizzera)
Pappalardo, Gelsomina (Fisico, Istituto di Metodologie per l’Analisi Ambientale, CNR, Potenza)
Pasini, Antonello (Fisico del clima, CNR, Roma)
Pasquero, Claudia (Fisico, Prof. Associato di Fisica dell’Atmosfera ed Oceanografia, Università di Milano – Bicocca)
Pavan, Alessandro (Ingegnere, Università di Trieste)
Pavan, Valentina (Fisica/climatologa, Arpae-Simc Emilia-Romagna)
Pecci, Massimo (Geologo, Roma, afferente al Comitato Glaciologico Italiano, Torino)
Perissi, Ilaria (Chimico, INSTM-Università degli Studi di Firenze, Dipartimento di Chimica)
Pernigotti, Daniele (UNI/Coordinatore GL15 Cambiamento Climatico)
Pettinelli, Elena (Professore di Fisica Terrestre, Dipartimento di Matematica e Fisica, Università degli studi Roma Tre)
Piani, Lucia (Economista Agrario, Università di Udine)
Pichelli, Emanuela (Fisico, International Center for Theoretical Physics, Trieste)
Pirani, Anna (Oceanografa, International Center for Theoretical Physics, Trieste)
Pirni, Alberto (ricercatore, Filosofia morale, Istituto di Diritto, Politica e Sviluppo – Scuola Superiore Sant’Anna – Pisa)
Pisani, Sergio (Meteorologo – Segretario AISAM)
Pitari, Giovanni (Fisico, Prof. Associato, Università dell’Aquila)
Pozzi, Carlo (Agronomo, Prof. Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali, Università degli Studi di Milano)
Proietti, Serena (Fisico, Meteorologo Aeronautico, Meteorologic Forecast Unit/ENAV, Roma)
Provenzale, Antonello (Fisico, Istituto di Geoscienze e Georisorse del CNR, Pisa)
Raffaele, Francesca (Fisico in Scienze Ambientali, International Center for Theoretical Physics, Trieste)
Raicich, Fabio (Fisico, Istituto di Scienze Marine, CNR-ISMAR, Trieste)
Ranzi, Roberto (Idrologo, Prof. Ordinario di Costruzioni Idrauliche e marittime e Idrologia, Università degli Studi di Brescia)
Ravaioli, Mariangela (Biogeochimica Marina- Associata di Ricerca CNR-Ismar- Bologna – Dirigente di Ricerca CNR)
Reale, Marco (Oceanografo, Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale OGS, Trieste)
Ricciardelli, Elisabetta (Fisico, Istituto di Metodologie per l’Analisi Ambientale, CNR, Potenza)
Riccio, Angelo (Chimico-fisico, Associato in Fisica per il Sistema Terra e il Mezzo Circumterrestre, Università Parthenope di Napoli)
Riva, Isabella, (Meteorologa, Enav)
Rizi, Vincenzo (Fisico, Università dell’Aquila)
Roberti, Giorgio (Ingegnere, Accountable Manager div. GAWS, Meteo Operations Italia, Sesto San Giovanni)
Romano, Filomena (Fisico, Istituto di Metodologie per l’Analisi Ambientale, CNR, Potenza)
Rossetto, Rudy (Water Scientist, Ricercatore, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa)
Rosso, Renzo (Ingegnere Idraulico, Politecnico di Milano)
Rotondi, Alberto (Professore Ordinario di Fisica Nucleare, Università di Pavia)
Roventini, Andrea (Economista, Prof. Della Scuola Superiore Sant’Anna Pisa)
Ruggieri, Paolo (Fisico, Ricercatore Centro Mediterraneo Cambiamenti Climatici Bologna)
Salerno, Raffaele (Fisico/Meteorologo, Direttore METEO EXPERT)
Salon, Stefano (Fisico, Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale OGS Trieste)
Sangeloni, Lorenzo (Ricercatore CETEMPS, L’Aquila)
Sannella, Alessandra (Università di Cassino)
di Sarra, Alcide (Fisico dell’atmosfera ENEA)
Serafin, Stefano (Ricercatore, Dipartimento di Scienze dell’Atmosfera e della Criosfera, Università di Innsbruck, Austria)
Sannino, Gianmaria (oceanografo/climatologo, Responsabile del Laboratorio di Modellistica Climatica e Impatti, ENEA C.R Casaccia, Roma)
Saroli, Michele (Geologo, professore associato di Geologia Applicata, DICeM Università di Cassino e del Lazio Meridionale)
Schroeder, Katrin (Oceanografa, Istituto Scienze Marine CNR/ISMAR, Venezia)
Senese, Antonella (Glaciologa, Professore a contratto di Alpine Glaciology and Climatology, Università degli Studi di Milano, Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali)
Serio, Carmine (Fisico Sperimentale, Prof. Ordinario di Fisica, Università della Basilicata)
Siani, Anna Maria (Fisico, Prof. Associato, Sapienza, Università di Roma)
Solidoro, Cosimo (Dirigente di Ricerca, Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale OGS Trieste)
Soncini Sessa, Rodolfo (Professore Ordinario di Gestione delle Risorse Naturali in quiescenza, Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria, Politecnico di Milano)
Teggi, Sergio (Prof. Associato di Ingegneria Sanitaria e Ambientale, Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari, Università di Modena e Reggio Emilia)
Terzago, Silvia (Fisica e climatologa, Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Torino)
Tesi, Tommaso (Geochimico, Ricercatore CNR – Istituto di Scienze Marine)
Tibaldi, Stefano (Fisico, Meteoclimatologo, Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici Bologna)
Tomassetti, Barbara (Fisico, CETEMPS Centro di eccellenza Università degli studi dell’Aquila)
Trini Castelli, Silvia (Fisico, Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima CNR/ISAC, Torino)
Troccoli, Alberto (Fisico/climatologo, visiting professor University of East Anglia, Direttore, World Energy & Meteorology Council, UK)
Vacchiano, Giorgio (Scienze forestali, Ricercatore, Università Statale di Milano)
Verdecchia, Marco (Fisico, Università dell’Aquila)
Viola, Angelo (Fisico, Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima, ISAC/CNR)
Zampieri, Dario (Geologo, Dipartimento di Geoscienze, Università di Padova)
Zanini, Gabriele (Responsabile Divisione Modelli e Tecnologie per la Riduzione degli Impatti Antropici e dei Rischi Naturali, ENEA Roma)
Zardi, Dino (Fisico, Università di Trento)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 10, 2019, 04:50:35 pm
Record di freddo in Brasile  in questi giorni..il 7 Luglio le temperature più basse MAI registrate!!

https://www.iceagenow.info/record-cold-in-brazil/ (https://www.iceagenow.info/record-cold-in-brazil/)

ovviamente tutto ciò non fà notizia...e la mega truffa eco-ballista continua, mischiando clima e inquinamento come non ci fosse un domani. ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 10, 2019, 05:02:22 pm
queste balle invece fanno notizia ...ehh si.. :D

https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/06/30/news/monte_rosa_da_cinque_giorni_il_termometro_non_va_sottozero_neanche_nel_rifugio_piu_alto_d_europa-229961489/?fbclid=IwAR20AyVKOCyVChVwFFk-GyneC-MypZ8t482OnBVfqi3QK-u11Y5_ReVEWXw&refresh_ce


(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/66059873_2227479950633847_2468208080265936896_n.jpg?_nc_cat=110&_nc_oc=AQkF95TpEj2r1IORLbCl7sxBAklVmrly43H9Z-Sl3W2QsT-OtttJYYmsjzrKSBsfLgg&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=1a01d72b963dc39cbaab582304465046&oe=5DBD3527)


(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/66068394_2238490342866141_1564757693757915136_n.jpg?_nc_cat=104&_nc_oc=AQmv_UsoSsuKv8Mc9XGZs79T1lQdzJ_r3LgKUZx9Vz0Sj6zIs7G2pgpCvv5f6CZR2Ys&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=2ac0f7e8665fd7e9aecbe19f91ac5f37&oe=5DB41A90)


Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Valerio75 - Luglio 10, 2019, 05:12:43 pm
queste balle invece fanno notizia ...ehh si.. :D

https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/06/30/news/monte_rosa_da_cinque_giorni_il_termometro_non_va_sottozero_neanche_nel_rifugio_piu_alto_d_europa-229961489/?fbclid=IwAR20AyVKOCyVChVwFFk-GyneC-MypZ8t482OnBVfqi3QK-u11Y5_ReVEWXw&refresh_ce


(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/66059873_2227479950633847_2468208080265936896_n.jpg?_nc_cat=110&_nc_oc=AQkF95TpEj2r1IORLbCl7sxBAklVmrly43H9Z-Sl3W2QsT-OtttJYYmsjzrKSBsfLgg&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=1a01d72b963dc39cbaab582304465046&oe=5DBD3527)


(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/66068394_2238490342866141_1564757693757915136_n.jpg?_nc_cat=104&_nc_oc=AQmv_UsoSsuKv8Mc9XGZs79T1lQdzJ_r3LgKUZx9Vz0Sj6zIs7G2pgpCvv5f6CZR2Ys&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=2ac0f7e8665fd7e9aecbe19f91ac5f37&oe=5DB41A90)

Scusami ma perché non credi a questa notizia, sulla prima del record di freddo in Brasile è vero infatti le isoterme dei giorni scorsi lo facevano prevedere su quelle zone, ma è altrettanto vero che tra Piemonte e Francia si è toccata una +26 +28 a850hp quindi è verosimile che a 4500m la temperatura non sia scesa sotto zero, a quant'ho visto dalle carte e radiosondaggi, lo zero termico a sfiorato tra il 26 e 28 giugno  i 5200m di quota su Piemonte Valle D'Aosta e Savoia.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 10, 2019, 05:30:10 pm
fatti con dati REALI, non parole al vento...



Di fronte alla martellante propaganda ambientalista, diverse decine di scienziati, molti dei quali geologi, geofisici, astrofisici – cioè competenti nel settore della climatologia – hanno sentito il dovere civico d'inviare ai responsabili politici una Petizione con la quale si smentisce la comune vulgata, diffusa da chi controlla i mezzi di comunicazione, secondo cui la comunità scientifica sarebbe concorde nell'attribuire all'uomo la causa del riscaldamento globale. In realtà, osservano i firmatari, la congettura dell'origine antropica del riscaldamento globale è fondata su modelli matematici che si sono rivelati incapaci di riprodurre il clima del passato e hanno fallito nel predire il clima degli ultimi vent'anni. Da qui l'appello a evitare politiche illusorie di controllo del clima, che avrebbero solo l'effetto di impedire l'approvvigionamento energetico dell'umanità.

Al Presidente della Repubblica

Al Presidente del Senato

Al Presidente della Camera dei Deputati

Al Presidente del Consiglio

 

PETIZIONE SUL RISCALDAMENTO GLOBALE ANTROPICO

I sottoscritti, cittadini e uomini di scienza, rivolgono un caloroso invito ai responsabili politici affinché siano adottate politiche di protezione dell’ambiente coerenti con le conoscenze scientifiche. In particolare, è urgente combattere l’inquinamento ove esso si presenti, secondo le indicazioni della scienza migliore. A tale proposito è deplorevole il ritardo con cui viene utilizzato il patrimonio di conoscenze messe a disposizione dal mondo della ricerca e destinate alla riduzione delle emissioni antropiche inquinanti diffusamente presenti nei sistemi ambientali sia continentali che marini.

Bisogna però essere consapevoli che l’anidride carbonica di per sé non è un agente inquinante. Al contrario essa è indispensabile per la vita sul nostro pianeta.

Negli ultimi decenni si è diffusa una tesi secondo la quale il riscaldamento della superficie terrestre di circa 0.9°C osservato a partire dal 1850 sarebbe anomalo e causato esclusivamente dalle attività antropiche, in particolare dalle immissioni in atmosfera di CO2 proveniente dall’utilizzo dei combustibili fossili. Questa è la tesi del riscaldamento globale antropico promossa dall’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) delle Nazione Unite, le cui conseguenze sarebbero modificazioni ambientali così gravi da paventare enormi danni in un imminente futuro, a meno che drastiche e costose misure di mitigazione non vengano immediatamente adottate. A tale proposito, numerose nazioni del mondo hanno aderito a programmi di riduzione delle emissioni di anidride carbonica e sono pressate, anche da una martellante propaganda, ad adottare programmi sempre più esigenti dalla cui attuazione, che comporta pesanti oneri sulle economie dei singoli Stati aderenti, dipenderebbe il controllo del clima e, quindi, la “salvezza” del pianeta.

L’origine antropica del riscaldamento globale è però una congettura non dimostrata, dedotta solo da alcuni modelli climatici, cioè complessi programmi al computer, chiamati General Circulation Models. Al contrario, la letteratura scientifica ha messo sempre più in evidenza l’esistenza di una variabilità climatica naturale che i modelli non sono in grado di riprodurre. Tale variabilità naturale spiega una parte consistente del riscaldamento globale osservato dal 1850. La responsabilità antropica del cambiamento climatico osservato nell’ultimo secolo è quindi ingiustificatamente esagerata e le previsioni catastrofiche non sono realistiche.

Il clima è il sistema più complesso presente sul nostro pianeta, per cui occorre affrontarlo con metodi adeguati e coerenti al suo livello di complessità. I modelli di simulazione climatica non riproducono la variabilità naturale osservata del clima e, in modo particolare, non ricostruiscono i periodi caldi degli ultimi 10.000 anni. Questi si sono ripetuti ogni mille anni circa e includono il ben noto Periodo Caldo Medioevale, il Periodo Caldo Romano, ed in genere ampi periodi caldi durante l’Ottimo dell’Olocene. Questi periodi del passato sono stati anche più caldi del periodo presente, nonostante la concentrazione di CO2 fosse più bassa dell’attuale, mentre sono correlati ai cicli millenari dell’attività solare. Questi effetti non sono riprodotti dai modelli.

Va ricordato che il riscaldamento osservato dal 1900 ad oggi è in realtà iniziato nel 1700, cioè al minimo della Piccola Era Glaciale, il periodo più freddo degli ultimi 10.000 anni (corrispondente a quel minimo millenario di attività solare che gli astrofisici chiamano Minimo Solare di Maunder). Da allora a oggi l’attività solare, seguendo il suo ciclo millenario, è aumentata riscaldando la superficie terrestre. Inoltre, i modelli falliscono nel riprodurre le note oscillazioni climatiche di circa 60 anni. Queste sono state responsabili, ad esempio, di un periodo di riscaldamento (1850-1880) seguito da un periodo di raffreddamento (1880-1910), da un riscaldamento (1910-40), ancora da un raffreddamento (1940-70) e da un nuovo periodo di riscaldamento (1970-2000) simile a quello osservato 60 anni prima. Gli anni successivi (2000-2019) hanno visto non l’aumento previsto dai modelli di circa 0.2°C per decennio, ma una sostanziale stabilità climatica che è stata sporadicamente interrotta dalle rapide oscillazioni naturali dell’oceano Pacifico equatoriale, conosciute come l’El Nino Southern Oscillations, come quella che ha indotto il riscaldamento momentaneo tra il 2015 e il 2016.

Gli organi d’informazione affermano anche che gli eventi estremi, come ad esempio uragani e cicloni, sono aumentati in modo preoccupante. Viceversa, questi eventi, come molti sistemi climatici, sono modulati dal suddetto ciclo di 60 anni. Se ad esempio si considerano i dati ufficiali dal 1880 riguardo i cicloni atlantici tropicali abbattutisi sul Nord America, in essi appare una forte oscillazione di 60 anni, correlata con l’oscillazione termica dell’Oceano Atlantico chiamata Atlantic Multidecadal Oscillation. I picchi osservati per decade sono tra loro compatibili negli anni 1880-90, 1940-50 e 1995-2005. Dal 2005 al 2015 il numero dei cicloni è diminuito seguendo appunto il suddetto ciclo. Quindi, nel periodo 1880-2015, tra numero di cicloni (che oscilla) e CO2 (che aumenta monotonicamente) non vi è alcuna correlazione.

Il sistema climatico non è ancora sufficientemente compreso. Anche se è vero che la CO2 è un gas serra, secondo lo stesso IPCC la sensibilità climatica ad un suo aumento nell’atmosfera è ancora estremamente incerta. Si stima che un raddoppio della concentrazione di CO2 atmosferica, dai circa 300 ppm preindustriali a 600 ppm, possa innalzare la temperatura media del pianeta da un minimo di 1°C fino a un massimo di 5°C. Questa incertezza è enorme. In ogni caso, molti studi recenti basati su dati sperimentali stimano che la sensibilità climatica alla CO2 sia notevolmente più bassa di quella stimata dai modelli IPCC.

Allora, è scientificamente non realistico attribuire all'uomo la responsabilità del riscaldamento osservato dal secolo passato ad oggi. Le previsioni allarmistiche avanzate, pertanto, non sono credibili, essendo esse fondate su modelli i cui risultati sono in contraddizione coi dati sperimentali. Tutte le evidenze suggeriscono che questi modelli sovrastimano il contributo antropico e sottostimano la variabilità climatica naturale, soprattutto quella indotta dal sole, dalla luna, e dalle oscillazioni oceaniche.

Infine, gli organi d’informazione diffondono il messaggio secondo cui, in ordine alla causa antropica dell’attuale cambiamento climatico, vi sarebbe un quasi unanime consenso tra gli scienziati e che quindi il dibattito scientifico sarebbe chiuso. Tuttavia, innanzitutto bisogna essere consapevoli che il metodo scientifico impone che siano i fatti, e non il numero di aderenti, che fanno di una congettura una teoria scientifica consolidata.

In ogni caso, lo stesso preteso consenso non sussiste. Infatti, c’è una notevole variabilità di opinioni tra gli specialisti – climatologi, meteorologi, geologi, geofisici, astrofisici – molti dei quali riconoscono un contributo naturale importante al riscaldamento globale osservato dal periodo preindustriale ed anche dal dopoguerra ad oggi. Ci sono state anche petizioni sottoscritte da migliaia di scienziati che hanno espresso dissenso con la congettura del riscaldamento globale antropico. Tra queste si ricordano quella promossa nel 2007 dal fisico F. Seitz, già presidente della National Academy of Sciences americana, e quella promossa dal Non-governmental International Panel on Climate Change (NIPCC) il cui rapporto del 2009 conclude che «La natura, non l’attività dell’Uomo governa il clima».

In conclusione, posta la cruciale importanza che hanno i combustibili fossili per l’approvvigionamento energetico dell’umanità, suggeriamo che non si aderisca a politiche di riduzione acritica della immissione di anidride carbonica in atmosfera con l’illusoria pretesa di governare il clima.

 

Roma, 17 Giugno 2019

 

COMITATO PROMOTORE

     Uberto Crescenti, Professore Emerito di Geologia Applicata, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara, già Magnifico Rettore e Presidente della Società Geologica Italiana.
    Giuliano Panza, Professore di Sismologia, Università di Trieste, Accademico dei Lincei e dell’Accademia Nazionale delle Scienze, detta dei XL, Premio Internazionale 2018 dell’American Geophysical Union.
    Alberto Prestininzi, Professore di Geologia Applicata, Università La Sapienza, Roma, già Scientific Editor in Chief della rivista internazionale IJEGE e Direttore del Centro di Ricerca Previsione e Controllo Rischi Geologici.
    Franco Prodi, Professore di Fisica dell’Atmosfera, Università di Ferrara.
    Franco Battaglia, Professore di Chimica Fisica, Università di Modena; Movimento Galileo 2001.
    Mario Giaccio, Professore di Tecnologia ed Economia delle Fonti di Energia, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara, già Preside della Facoltà di Economia.
    Enrico Miccadei, Professore di Geografia Fisica e Geomorfologia, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara
    Nicola Scafetta, Professore di Fisica dell’Atmosfera e Oceanografia, Università Federico II, Napoli.

FIRMATARI

        9. Antonino Zichichi, Professore Emerito di Fisica, Università di Bologna, Fondatore e                Presidente del Centro di Cultura Scientifica Ettore Majorana di Erice.

      10. Renato Angelo Ricci, Professore Emerito di Fisica, Università di Padova, già                          Presidente della Società Italiana di Fisica e della Società Europea di Fisica;     Movimento Galileo 2001
      11. Aurelio Misiti, Professore di Ingegneria sanitaria-Ambientale, Università La      Sapienza di Roma, già Preside della Facoltà di Ingegneria, già Presidente del Consiglio Superiore ai Lavori Pubblici.
      12. Antonio Brambati, Professore di Sedimentologia, Università di Trieste, Responsabile Progetto Paleoclima-mare del PNRA, già Presidente Commissione Nazionale di Oceanografia.
      13. Cesare Barbieri, Professore Emerito di Astronomia, Università di Padova.
      14. Sergio Bartalucci, Fisico, Presidente Associazione Scienziati e Tecnolgi per la Ricerca Italiana.
      15. Antonio Bianchini, Professore di Astronomia, Università di Padova.
      16. Paolo Bonifazi, già Direttore Istituto di Fisica dello Spazio Interplanetario, Istituto Nazionale Astrofisica.
       17. Francesca Bozzano, Professore di Geologia Applicata, Università Sapienza di Roma, Direttore del Centro di Ricerca CERI.
       18. Marcello Buccolini, Professore di Geomorfologia, Università Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
       19. Paolo Budetta, Professore di Geologia Applicata, Università di Napoli.
       20. Monia Calista, Ricercatore di Geologia Applicata, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
       21. Giovanni Carboni, Professore di Fisica, Università Tor Vergata, Roma; Movimento Galileo 2001.
       22. Franco Casali, Professore di Fisica, Università di Bologna e Accademia delle Scienze di Bologna.
       23. Giuliano Ceradelli, Ingegnere e climatologo, ALDAI.
       24. Domenico Corradini, Professore di Geologia Storica, Università di Modena.
       25. Fulvio Crisciani, Professore di Fluidodinamica Geofisica, Università di Trieste e Istituto Scienze Marine, Cnr, Trieste.
       26. Carlo Esposito, Professore di Telerilevamento, Università La Sapienza, Roma.
       27. Mario Floris, Professore di Telerilevamento, Università di Padova.
       28. Gianni Fochi, Chimico, Scuola Normale Superiore di Pisa; giornalista scientifico.
       29. Mario Gaeta, Professore di Vulcanologia, Università La Sapienza, Roma.
       30. Giuseppe Gambolati, Fellow della American Geophysica Union, Professore di Metodi Numerici, Università di Padova.
       31. Rinaldo Genevois, Professore di Geologia Applicata, Università di Padova.
       32. Carlo Lombardi, Professore di Impianti nucleari, Politecnico di Milano.
       33. Luigi Marino, Geologo, Centro Ricerca Previsione e Controllo Rischi Geologici, Università La Sapienza, Roma.
      34. Salvatore Martino, Professore di Microzonazione sismica, Università La Sapienza, Roma.
      35. Paolo Mazzanti, Professore di Interferometria satellitare, Università La Sapienza, Roma.
      36. Adriano Mazzarella, Professore di Meteorologia e Climatologia, Università di Napoli.
      37. Carlo Merli, Professore di Tecnologie Ambientali, Università La Sapienza, Roma.
      38. Alberto Mirandola, Professore di Energetica Applicata e Presidente Dottorato di Ricerca in Energetica, Università di Padova.
       39. Renzo Mosetti, Professore di Oceanografia, Università di Trieste, già Direttore del Dipartimento di Oceanografia, Istituto OGS, Trieste.
        40. Daniela Novembre, Ricercatore in Georisorse Minerarie e Applicazioni Mineralogiche-petrografiche, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
        41. Sergio Ortolani, Professore di Astronomia e Astrofisica, Università di Padova
        42. Antonio Pasculli, Ricercatore di Geologia Applicata, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
        43. Ernesto Pedrocchi, Professore Emerito di Energetica, Politecnico di Milano.
        44. Tommaso Piacentini, Professore di Geografia Fisica e Geomorfologia, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
       45. Guido Possa, Ingegnere nucleare, già Vice Ministro Miur.
       46. Mario Luigi Rainone, Professore di Geologia Applicata, Università di Chieti-Pescara.
       47. Francesca Quercia, Geologo, Dirigente di ricerca, Ispra.
       48. Giancarlo Ruocco, Professore di Struttura della Materia, Università La Sapienza, Roma.
       49. Sergio Rusi, Professore di Idrogeologia, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
       50. Massimo Salleolini, Professore di Idrogeologia Applicata e Idrologia Ambientale, Università di Siena.
       51. Emanuele Scalcione, Responsabile Servizio Agrometeorologico Regionale Alsia, Basilicata.
       52. Nicola Sciarra, Professore di Geologia Applicata, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
        53. Leonello Serva, Geologo, Direttore Servizi Geologici d’Italia; Movimento Galileo 2001.
        54. Luigi Stedile, Geologo, Centro Ricerca Revisione e Controllo Rischi Geologici, Università La Sapienza, Roma.
        55. Giorgio Trenta, Fisico e Medico, Presidente Emerito dell’Associazione Italiana di Radioprotezione Medica; Movimento Galileo 2001.

        56. Gianluca Valenzise, Dirigente di Ricerca, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Roma.
         57. Corrado Venturini, Professore di Geologia Strutturale, Università di Bologna.
         58. Franco Zavatti, Ricercatore di Astronomia, Univesità di Bologna.
         59. Achille Balduzzi, Geologo, Agip-Eni.
         60. Claudio Borri, Professore di Scienze delle Costruzioni, Università di Firenze, Coordinatore del Dottorato Internazionale in Ingegneria Civile.
         61. Pino Cippitelli, Geologo Agip-Eni.
         62. Franco Di Cesare, Dirigente, Agip-Eni.
         63. Serena Doria, Ricercatore di Probabilità e Statistica Matematica, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
         64. Enzo Siviero, Professore di Ponti, Università di Venezia, Rettore dell’Università e- Campus.
         65. Pietro Agostini, Ingegnere, Associazione Scienziati e Tecnolgi per la Ricerca Italiana.
         66. Donato Barone, Ingegnere.
         67. Roberto Bonucchi, Insegnante.
         68. Gianfranco Brignoli, Geologo.
         69. Alessandro Chiaudani, Ph.D. agronomo, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
         70. Antonio Clemente, Ricercatore di Urbanistica, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
          71. Luigi Fressoia, Architetto urbanista, Perugia.
          72. Sabino Gallo, Ingegnere nucleare.
          73. Daniela Giannessi, Primo Ricercatore, Ipcf-Cnr, Pisa.
          74. Roberto Grassi, Ingegnere, Amministratore G&G, Roma.
          75. Alberto Lagi, Ingegnere, Presidente di Società Ripristino Impianti Complessi Danneggiati.
           76. Luciano Lepori, Ricercatore Ipcf-Cnr, Pisa.
           77. Roberto Madrigali, Metereologo.
           78. Ludovica Manusardi, Fisico nucleare e Giornalista scientifico, Ugis.
           79. Maria Massullo, Tecnologa, Enea-Casaccia, Roma.
           80. Enrico Matteoli, Primo Ricercatore, Ipcf-Cnr, Pisa.
           81. Gabriella Mincione, Professore di Scienze e Tecniche di Medicina di Laboratorio, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
           82. Massimo Pallotta, Primo Tecnologo, Istituto Nazionale Fisica Nucleare.
           83. Enzo Pennetta, Professore di Scienze naturali e divulgatore scientifico.
           84. Franco Puglia, Ingegnere, Presidente CCC, Milano.
           85. Nunzia Radatti, Chimico, Sogin.
           86. Vincenzo Romanello, Ingegnere nucleare, Centro Ricerca, Rez, Repubblica Ceca.
           87. Alberto Rota, Ingegnere, Ricercatore presso Cise e Enel.
           88. Massimo Sepielli, Direttore di Ricerca, Enea, Roma.
           89. Ugo Spezia, Ingegnere, Responsabile Sicurezza Industriale, Sogin; Movimento Galileo 2001.
           90. Emilio Stefani, Professore di Patologia vegetale, Università di Modena.
           91. Umberto Tirelli, Visiting Senior Scientist, Istituto Tumori d’Aviano; Movimento Galileo 2001.
            92. Roberto Vacca, Ingegnere e scrittore scientifico.

     
     
     

 




Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Luglio 10, 2019, 08:49:04 pm
Vince  chi ne mette di più. ? ;D

e se la verità fosse lì, nel mezzo?
chi può dirlo, visto che la comunità scientifica è divisa?
Non penso che taluno di noi possa prendere una posizione in maniera leggera, denigrandone l'altra per partito preso!
Non ne abbiamo ne le competenze ne le informazioni per definire un assoluto. Questo ad oggi è!
Di sicuro inquinare meno non fa mai male, sia che abbiano ragione gli uni o gli altri; d'importanza principale c'è un fatto: una eventuale trasformazione dei sistemi produttivi con minore fonte da idrocarburi è un processo di lunga scadenza; circa 25/40 anni per far pendere l'economia di produzione industriale ad altre fonti energetiche. Quindi mi sembra che qualsiasi proclama venga fatto, e su dove sta la ragione, poco peserà almeno fino a quando non sarà la POLITICA globale a prendere decisioni, giuste o sbagliate che siano. Vorrei solo che gli anni che rimangono oppure sui miei discendenti non venga indorata la pillola del " lo dicevo io "; ricordo poi per chi vuole intendere che " interessi" sia su una oppure altra posizione ci sono, ci sono stati e ci saranno sempre; per cambiare ciò l'umanità dovrebbe regredire allo stato animale non senziente, e forse non basterebbe; così detta tanto per non cadere in false ipocrisie di sorta. ;) ;)




Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Andre161197 - Luglio 11, 2019, 12:04:39 am
Vince  chi ne mette di più. ? ;D

e se la verità fosse lì, nel mezzo?
chi può dirlo, visto che la comunità scientifica è divisa?
Non penso che taluno di noi possa prendere una posizione in maniera leggera, denigrandone l'altra per partito preso!
Non ne abbiamo ne le competenze ne le informazioni per definire un assoluto. Questo ad oggi è!
Di sicuro inquinare meno non fa mai male, sia che abbiano ragione gli uni o gli altri; d'importanza principale c'è un fatto: una eventuale trasformazione dei sistemi produttivi con minore fonte da idrocarburi è un processo di lunga scadenza; circa 25/40 anni per far pendere l'economia di produzione industriale ad altre fonti energetiche. Quindi mi sembra che qualsiasi proclama venga fatto, e su dove sta la ragione, poco peserà almeno fino a quando non sarà la POLITICA globale a prendere decisioni, giuste o sbagliate che siano. Vorrei solo che gli anni che rimangono oppure sui miei discendenti non venga indorata la pillola del " lo dicevo io "; ricordo poi per chi vuole intendere che " interessi" sia su una oppure altra posizione ci sono, ci sono stati e ci saranno sempre; per cambiare ciò l'umanità dovrebbe regredire allo stato animale non senziente, e forse non basterebbe; così detta tanto per non cadere in false ipocrisie di sorta. ;) ;)
Ottima disamina, sono d’accordo, anche se i titoloni di alcune testate giornalistiche e non fanno più notizia e click di una lettera firmata da 90 professori.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 15, 2019, 04:21:47 pm
https://electroverse.net/rare-july-snow-falls-in-poland-hungarys-historic-summer-chills/

 :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Luglio 15, 2019, 05:28:36 pm
https://www.meteogiornale.it/notizia/59840-1-ruolo-co2-nel-riscaldamento-climatico-globale-teoria-controcorrente (https://www.meteogiornale.it/notizia/59840-1-ruolo-co2-nel-riscaldamento-climatico-globale-teoria-controcorrente)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Luglio 18, 2019, 12:56:22 pm
La temperatura marina superficiale del nord Adriatico è sempre aumentata nell’ultimo secolo, lo dice la serie di dati ricostruita da #Cnr-Ismar. La serie temporale tra le più lunghe del Mediterraneo.

La temperatura marina superficiale del nord Adriatico è sempre aumentata nell’ultimo secolo, così dice una serie di dati ricostruita dai ricercatori dell’Istituto di scienze marine del Consiglio nazionale delle ricerche. La serie temporale, tra le più lunghe del mediterraneo, è stata pubblicata su Earth System Science Data ed è liberamente consultabile su una piattaforma open

 

La temperatura marina superficiale del nord Adriatico nell’ultimo secolo è in aumento crescente. Ad attestarlo, un lavoro dell’Istituto di scienze marine del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ismar), con sede in Area Science Park, condotto attraverso una serie di osservazioni effettuate nel porto di Trieste, e pubblicato di recente sulla rivista scientifica internazionale Earth System Science Data. Le misurazioni abbracciano un intervallo di tempo di 117 anni e costituiscono una tra le più lunghe serie temporali esistenti relative alla temperatura del Mediterraneo.

“Avere serie temporali lunghe e per quanto possibile omogenee è fondamentale per comprendere se e come l’evoluzione recente del clima possa aver influito sui parametri fisici del mare, in questo caso sulla temperatura”, spiega Renato R. Colucci del Cnr-Ismar, coautore della ricerca “il problema è che, rispetto alle osservazioni meteorologiche, la complessità strumentale e logistica chiamata in causa dalle osservazioni marine ha per lungo tempo impedito la rilevazione di dati caratterizzati da sufficiente continuità e qualità.  Per questo, andando indietro nel tempo, c’è carenza di dati e non risulta semplice costruire una serie come questa” conclude Colucci.

Per elaborare la serie di misurazioni sono state usate due differenti serie storiche: un primo gruppo di dati analogici, ottenuti mediante misure di termometri nei periodi 1899-1923 e 1934-2008 e conservati negli archivi storici dell’Istituto, e un secondo gruppo di dati ottenuti tramite termistori, che non sono altro che termometri digitali, impiegati nel periodo tra il 1986 e il 2015. Il primo gruppo di dati è stato selezionato, digitalizzato e organizzato in serie con il nuovo gruppo di dati.

“Quello che emerge è un aumento della temperatura del mare alla velocità media di 1.1°C per secolo, se si guarda la prima delle due serie. Se invece si studia la serie di dati raccolti tra il 1946 e il 2015, caratterizzati da una maggiore continuità, l’aumento risulta di 1.3°C per secolo. Inoltre si osserva che negli ultimi 20 anni è diventato molto più frequente rispetto al passato il raggiungimento o superamento dei 28°C di temperatura durante l'estate”, conclude Fabio Raicich del Cnr-Ismar, coautore della ricerca.

Il risultato di questo lavoro è a disposizione su una piattaforma open  https://www.seanoe.org/data/00476/58728/ a cui la comunità scientifica, ma anche i policy maker e i cittadini, potranno liberamente accedere per usare i dati e avere un quadro dell’evoluzione delle temperature nell’ultimo secolo, anche al fine di elaborare analisi ulteriori.


https://www.cnr.it/it/comunicato-stampa/8864
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 18, 2019, 04:19:48 pm
https://tallbloke.wordpress.com/2019/07/14/cei-files-formal-complaint-regarding-nasas-claim-of-97-climate-scientist-agreement-on-global-warming/

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 19, 2019, 06:31:00 pm
Forte eruzione esplosiva oggi sul vulcano Ubinas, in Perù,  con molta cenere ad un'altitudine stimata sui 12,2 Km slm

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/67083068_125085202080375_7438949563592867840_n.jpg?_nc_cat=100&_nc_oc=AQncb3kXhvnRip1-xzGUKWNvDxJ8Dt10cAtjqKJIFlanFjaSfv7kJkDQb6-Ez18ZuLY&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=7fb6e8adcfe58db8c704c575a377267f&oe=5DA8909B)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 28, 2019, 07:01:27 pm
Il clima non è la meteo..il clima della Terra và ricercato nella storia:

da facebook
I truffatori di professione sono costretti ad utilizzare il “giro di parole”, studiato a tavolino dai migliori esperti di marketing delle masse, “velocità di incremento della temperatura”, per non essere smentiti da qualche migliaio di studi di paleoclimatologia sulla velocità di decremento della temperatura dal basso medio evo alla PEG, quando le T diminuirono di un grado ogni 20-25 anni su quasi tutte le Alpi. “spazzando via” vie di comunicazione che rimasero aperte nel periodo dall’ottimo climatico romanico a quello medioevale, come la strada del Teodulo (o come le vie del Colle del Felik e del colle del Lys, nel XIII secolo transitabili tutto l’anno, a parte temporanee, brevissime chiusure invernali per nevicate, oggi coperti entrambi da ghiacciai di decine di metri di spessore).

Questo veloce decremento, che ridicolizza il molto più lento incremento post-PEG, ha portato le T ad un valore assoluto talmente “più in basso” del periodo precedente, da rendere l’attuale “global warming da CO2” un più che previsto e prevedibile “lentissimo rientro alla normalità”, sul quale i truffatori di professione si sono inseriti per invertire il business opposto, da loro stessi “propagandato (pentitevi e pagate)” degli anni ’70.

Quando al Colle del Teodulo i truffatori di professione riusciranno a costruire una strada dove oggi regna lo sci estivo migliore d’europa, inizieremo a contare gli anni: dopo 15 secoli, potremmo iniziare a fare un confronto, prima ANDATE A RACCOGLIERE POMODORI, CHE VI FA BENE
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 02, 2019, 04:15:19 pm
Anomalie temperatura bassa troposfera luglio 2019

(https://pbs.twimg.com/media/EA9YXYyXsAAKclK?format=jpg&name=medium)

-0,09° rispetto a  giugno


GIUGNO 2019
Global+0.47   N-emisfero+0.42  S-emisfero+0.52  Artico +0,90

LUGLIO 2019
Global+0.38   N-emisfero+0.33  S-emisfero+0.44  Artico +0,33


eh niente..non ce la fà a salire sto global warming
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 03, 2019, 03:22:26 pm
Altra eruzione ad alto impatto del vulcano Ulawun (New Britain)  dopo quella di fine Giugno.
Cenere e gas ad un'altezza di 19 km slm

https://www.volcanodiscovery.com/ulawun/news.html (https://www.volcanodiscovery.com/ulawun/news.html)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 04, 2019, 10:30:24 am
So2 Ulawun


(https://satepsanone.nesdis.noaa.gov/pub/OMI/OMISO2/PNGuinea/PNGuinea_OMI_AI_20190804_0249.gif)

Oggi altre veloci eruzioni con pennacchio di gas e cenere a 13,7 Km slm  senza alto impatto stratosferico, ma l'attività è sempre costante.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Agosto 04, 2019, 08:18:06 pm
Disponibile il Rapporto Speciale sul Riscaldamento Globale di 1,5 °C redatto dal Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (IPCC).Per  IPCC si intende l’Intergovernmental Panel on Climate Change, una organizzazione istituita nel 1988 dal World Meteorological Organization (WMO) e dall’United Nations Environment Programme (UNEP) https://www.ipcc.ch/.Questa organizzazione ha lo scopo di valutare, sulla base di dati ed evidenze scientifiche, tecniche e socioeconomiche, il rischio dei cambiamenti climatici indotti dall’umanità, le possibili conseguenze e ha la possibilità di suggerire le eventuali soluzioni per la riduzione di tali mutamenti.
l Rapporto Speciale sul Riscaldamento Globale di 1,5 °C redatto dal Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (IPCC) è disponibile dal 2018. Si tratta di uno dei lavori più importanti a disposizione dei decisori politici per conoscere gli scenari futuri del cambiamento climatico in atto. Il rapporto si basa sulle valutazioni della letteratura scientifica, tecnica e socio-economica disponibile e rilevante per il riscaldamento globale di 1,5°C.

La Sintesi per Decisori Politici (English) presenta i risultati chiave del rapporto Speciale.  La Società italiana di scienze del clima ha curato nel 2019 la traduzione in italiano della Sintesi. http://www.sisclima.it/wall/rapporto-ipcc-riscaldamento-globale-di-15c-sommario-per-i-decisori-politici-edizione-italiana/?lang=en

Con questo rapporto speciale gli scienziati lanciano un messaggio chiaro: è necessario limitare il riscaldamento globale a 1,5°C attraverso un cambiamento rapido di rotta, in tutti gli aspetti della società. Un obiettivo importante che richiede però azioni urgenti e "rapide e lungimiranti" transizioni in diversi settori quali suolo, energia, industria, edilizia, trasporti e pianificazione urbana. Invertire la tendenza è ancora possibile ma occorre agire subito.

Le emissioni di CO2 nette globali prodotte dall´attività umana dovrebbero, entro il 2030, diminuire di circa il 45% rispetto ai livelli del 2010, raggiungendo lo zero intorno al 2050. Questo vuol dire che ogni emissione rimanente dovrebbe essere bilanciata dalla rimozione di CO2 dall´atmosfera.

Il Rapporto Speciale sul Riscaldamento Globale di 1,5°C è stato approvato dall´IPCC ad Incheon, in Corea del Sud e ha costituito un riferimento scientifico di grande importanza nella Conferenza sui Cambiamenti Climatici tenutasi a Katowice in Polonia a dicembre 2018, quando i governi hanno riesaminato L´Accordo di Parigi sul clima.

I materiali a disposizione sul sito del Focal Point IPCC per l´Italia https://ipccitalia.cmcc.it/
Infografica sul Report a cura del CMCC
La sintesi per i decisori politici https://www.ipcc.ch/sr15/
Con le citazioni di oltre 6.000 riferimenti scientifici e il contributo di migliaia di esperti e di revisioni da parte dei governi di tutto il mondo, questo importante rapporto è una testimonianza della portata e della rilevanza politica dell´IPCC", ha affermato Hoesung Lee, Presidente dell´IPCC.

Novantuno autori e revisori provenienti da 40 paesi hanno redatto il rapporto IPCC in risposta ad un invito avanzato dalla Convenzione Quadro per i Cambiamenti Climatici (United Nations Framework Convention on Climate Change, UNFCCC) nel 2015 quando fu adottato il Trattato di Parigi.

Il titolo completo del rapporto è: “Riscaldamento globale di 1,5°C, un rapporto speciale dell´IPCC sugli impatti del riscaldamento globale di 1,5°C rispetto ai livelli del periodo pre-industriale e i relativi percorsi di emissioni di gas serra, in un contesto mirato a rafforzare la risposta globale alla minaccia dei cambiamenti climatici, allo sviluppo sostenibile e agli sforzi per sconfiggere la povertà”.



 

IL RAPPORTO IPCC
Il rapporto mette in evidenza un numero di impatti dei cambiamenti climatici che potrebbero essere evitati limitando il riscaldamento globale a 1,5°C anziché 2°C o più. Per esempio, entro il 2100 l´innalzamento del livello del mare su scala globale sarebbe più basso di 10 cm con un riscaldamento globale di 1,5°C, rispetto a 2°C. La probabilità che il Mar Glaciale Artico rimanga in estate senza ghiaccio marino sarebbe una in un secolo con un riscaldamento globale di 1,5°C, mentre sarebbe di almeno una ogni decennio con un riscaldamento globale di 2°C. Le barriere coralline diminuirebbero del 70-90% con un riscaldamento globale di 1,5°C, mentre con 2°C se ne perderebbe praticamente la totalità (>99%).

Ipcc è l´organo leader mondiale per la valutazione della scienza dei cambiamenti climatici, i relativi impatti e potenziali rischi futuri, e le possibili risposte.

Il rapporto è stato redatto sotto la leadership scientifica dei tre gruppi di lavoro (working group) di Ipcc. Working Group I valuta le basi fisico-scientifiche dei cambiamenti climatici; Working Group II affronta il tema degli impatti, dell´adattamento e delle vulnerabilità; Working Group III si occupa della mitigazione dei cambiamenti climatici.

L´Accordo di Parigi, adottato da 195 nazioni alla 21 Conferenza delle Parti dell´UNFCCC nel dicembre 2015, conteneva l´obiettivo di rafforzare la risposta globale alla minaccia dei cambiamenti climatici "mantenendo l´aumento della temperatura media globale ben al di sotto dei 2°C rispetto al periodo pre-industriale e perseguendo sforzi per limitare l´aumento della temperatura a 1,5°C sopra i livelli del periodo pre-industriale.

In quanto parte della decisione di adottare il Trattato di Parigi, Ipcc è stato invitato a produrre nel 2018 un Rapporto Speciale sul Riscaldamento Globale. Ipcc ha accettato l´invito, aggiungendo che il Rapporto Speciale avrebbe guardato a questi temi nel contesto di rafforzare la risposta globale alla minaccia dei cambiamenti climatici, allo sviluppo sostenibile e agli sforzi per sconfiggere la povertà.

Questo rapporto è il primo di una serie di Rapporti Speciali che saranno prodotti durante il ciclo che porterà al Sesto rapporto di Valutazione. Nel 2019 Ipcc pubblicherà il Rapporto Speciale sull´Oceano e la Criosfera in un Clima che Cambia, e il Rapporto Speciale Cambiamenti Climatici e Territorio, che ha per oggetto il modo in cui i cambiamenti climatici influiscono sull´uso del suolo.


Numeri chiave del Report Speciale Riscaldamento globale di 1,5°C
91 autori, di 44 nazionalità e 40 paesi di residenza

14 Coordinating Lead Authors (CLAs)
60 Lead authors (LAs)
17 Review Editors (REs)
133 Contributing authors (CAs)
Oltre 6.000 
riferimenti scientifici. Un totale di 42.001 commenti nelle revisioni di esperti e governi
(First Order Draft 12.895; Second Order Draft 25.476; Final Government Draft: 3.630).


Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 04, 2019, 11:08:31 pm
si si..soprattutto sviluppo sostenibile... ;D ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 05, 2019, 03:49:04 pm
Groenlandia stagione estiva nel massimo annuale dello scioglimento dei ghiacciai

trova le differenze: 

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/67838660_2285817638133411_645078120486928384_n.jpg?_nc_cat=111&_nc_eui2=AeHDc5stVph45lZfyTZPr2WH9BiWVxT3muPMXPvKlBxm0NDchttz1ttSfIcXpyHvaMemDRWiO1k5TTBZicS7-dGnz4cTVwMLZsoW2mtevtT2-A&_nc_oc=AQlqfYu_P2yd3ofrwQHmrG6esckOZoEw-OySQiWmE2GjsqU4hOz3OJN4wdpgyV86pMU&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=53d706093529daddb68fd43141435944&oe=5DDECB64)

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/67814169_2285818121466696_3928636912415277056_n.jpg?_nc_cat=111&_nc_eui2=AeFNh7Ix9Zs71mwoHft_qgiWuWFEFDUI6YZ2hG2x7XgVNASC2ER1Lay_rH2HpHqz0YNLFC3_-qTRfzyxN9OCtux_f9lZ--MB0JYSQC8JIWT_hg&_nc_oc=AQlXsmjjx0PXMc8PWKbvgbxYTYW5exXx1zVlQ20YFhV8inzva7rViYPA9Sqg2nwKEd0&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=1965dc478f6b89b3aeb37235c0fb0c3a&oe=5DE94F07)

 ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Agosto 07, 2019, 08:15:04 pm
il raffronto ha tre giorni di differenza.   Se poi devo dirtela tutta era leggermente meglio nel 2016, di poco ma meglio, visto l'uniformità maggiore dello strato superiore del ghiacciaio  e le lingue di ghiaccio in quota maggiore nei calanchi , segno di una maggiore coesione del ghiaccio in zone di precario stazionamento del manto.   Si parla di indizi ma non vi sono dubbi.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 07, 2019, 11:01:51 pm
il raffronto ha tre giorni di differenza.   Se poi devo dirtela tutta era leggermente meglio nel 2016, di poco ma meglio, visto l'uniformità maggiore dello strato superiore del ghiacciaio  e le lingue di ghiaccio in quota maggiore nei calanchi , segno di una maggiore coesione del ghiaccio in zone di precario stazionamento del manto.   Si parla di indizi ma non vi sono dubbi.

Mah...appunto perchè quella di quest'ano ha 3 giorni in avanti a me pare che non vi siano molte differenze e anzi, nel 2016 era ben visibile la pozza sul centro-destra dell'immagine.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Agosto 08, 2019, 08:52:34 pm
Mah...appunto perchè quella di quest'ano ha 3 giorni in avanti a me pare che non vi siano molte differenze e anzi, nel 2016 era ben visibile la pozza sul centro-destra dell'immagine.
nell'immagine 2019 da te postata si evince molto chiaramente specchi d'acqua superficiale nel  centro a sx; una striscia nel centro immagine e pure a dx in lontananza . Nell'immagine  2016 vi sono 2 zone che sembrano aree dove vi era uno specchio d'acqua superficiale congelatosi. Semmai le differenze tra le 2 immagini per cui ho detto nel messaggio precedente che di poco ma meglio nel 2016 stanno nello scivolamento per gravità leggermente maggiore nel 2019, sinonimo di ghiaccio meno consistente nei calanchi e le spaccature molto più visibili ( crepacci ) che si vedono in basso a sx ma anche verso il centro ghiacciaio. Di solito le spaccature del ghiacciaio a monte della lingua avvengono in fase di aumento dello scioglimento
( stagione di fusione ) mentre si trovano più facilmente verso la lingua del ghiacciaio nella stagione di aumento del volume del ghiaccio.
Da notare anche la lingua del ghiacciaio leggermente più " convessa " rispetto al 2016.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Agosto 08, 2019, 08:54:15 pm
Comunque per fare un raffronto più preciso almeno a livello visivo bisognerebbe avere la foto nello stesso giorno dell'anno.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 14, 2019, 11:40:50 am
https://www.youtube.com/watch?v=3sb6VBF6W5s&feature=share (https://www.youtube.com/watch?v=3sb6VBF6W5s&feature=share)

(https://i.postimg.cc/sXzX9yLg/ANOM2m-f06-equir.png)

ma quanto blu... ah no fà caldo sempre caldo feroce ovunque  :)
ps In sud America l'Inverno sta picchiando duro..
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 14, 2019, 12:04:41 pm
Comunque per fare un raffronto più preciso almeno a livello visivo bisognerebbe avere la foto nello stesso giorno dell'anno.

https://www.foto-webcam.eu/webcam/freya1/ (https://www.foto-webcam.eu/webcam/freya1/)

1° ore 12   il 13 agosto

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Agosto 14, 2019, 01:23:21 pm
https://www.youtube.com/watch?v=3sb6VBF6W5s&feature=share (https://www.youtube.com/watch?v=3sb6VBF6W5s&feature=share)

(https://i.postimg.cc/sXzX9yLg/ANOM2m-f06-equir.png)

ma quanto blu... ah no fà caldo sempre caldo feroce ovunque  :)
ps In sud America l'Inverno sta picchiando duro..
Potrei postare il contrario. Non credo sia corretto però farlo. Perché in questo forum vi possono e devono esserci idee diverse. Però negare la realtà dei fatti mi sembra incredibile. Se poi la ragione è antropica oppure ciclo naturale dell' andamento climatico del mondo allora ascolto volentieri qualsiasi teoria. Non vi è il bisogno di dimostrare ogni volta che la propria idea oppure credo sia quello giusto, rimarcandolo con qualsiasi mezzo o notizia a disposizione ( pure quelle più assurde e non comprovate) . La scienza si basa su dati e teorie, che possono rivelarsi giuste oppure errate, e che solo il tempo potrà derimere. E tutto questo senza denigrare e trattare come idioti gli altri.

Inviato dal mio HARRY utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 14, 2019, 03:35:19 pm
Potrei postare il contrario. Non credo sia corretto però farlo. Perché in questo forum vi possono e devono esserci idee diverse. Però negare la realtà dei fatti mi sembra incredibile. Se poi la ragione è antropica oppure ciclo naturale dell' andamento climatico del mondo allora ascolto volentieri qualsiasi teoria. Non vi è il bisogno di dimostrare ogni volta che la propria idea oppure credo sia quello giusto, rimarcandolo con qualsiasi mezzo o notizia a disposizione ( pure quelle più assurde e non comprovate) . La scienza si basa su dati e teorie, che possono rivelarsi giuste oppure errate, e che solo il tempo potrà derimere. E tutto questo senza denigrare e trattare come idioti gli altri.

Inviato dal mio HARRY utilizzando Tapatalk

Infatti...ci sono idee diverse, nessuno vuol negare nulla, quello che si vede è sotto gli occhi di tutti se si parla di clima(bada bene) e sta succedendo da più di un secolo e mezzo, ma visto che mi pare che quando si tratti di divulagare quello che succede anno dopo anno,  si vada solo in un senso, io ironizzo se permetti e posto (visto che non lo fà quasi nessuno) quando ci sono anomalie al contrario del pro gw
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 14, 2019, 05:54:38 pm
Raffronti groenlandesi agosto:

https://ripleysuisse.forumfree.it/?t=76886039&fbclid=IwAR2p9JwA11fv_eLFiNepH_2XlMVM6aXSV6ihrDbbN2sWVAa2H-n9SDR2Gxo#lastpost (https://ripleysuisse.forumfree.it/?t=76886039&fbclid=IwAR2p9JwA11fv_eLFiNepH_2XlMVM6aXSV6ihrDbbN2sWVAa2H-n9SDR2Gxo#lastpost)

https://www.google.it/maps/place/Sermeq+Kujalleq/@69.1689352,-49.9065443,12z/data= (https://www.google.it/maps/place/Sermeq+Kujalleq/@69.1689352,-49.9065443,12z/data=)!4m5!3m4!1s0x4eed4373b95c840d:0x1eb36c8c05051a22!8m2!3d69.1666667!4d-49.9166666

 ::) :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 14, 2019, 06:45:27 pm
Un po' lungehtto, ma merita ..molto interessante.

https://www.attivitasolare.com/effetti-climatici-del-biossido-di-carbonio-antropogenico/ (https://www.attivitasolare.com/effetti-climatici-del-biossido-di-carbonio-antropogenico/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Oceano - Agosto 15, 2019, 06:27:44 pm
Ciao Ponente, articolo interessante che evidenzia quanto gli oceani siano i principali responsabili nel generare CO2 ma anche metano che poi a sua volta produce CO2. Spostando l'attenzione dagli oceani alla terraferma sono curioso di verificare quanto incida l'effetto delle precipitazioni atmosferiche nel creare calore "indotto". Non ho i dati delle precipitazioni ad esempio nell'emisfero boreale e al riguardo sarebbe utile che qualcuno li postasse, ma ho la sensazione che i fenomeni atmosferici stiano privilegiando sempre più frequentemente aree marine e non i continenti. Ebbene, terreni e vegetazione che diventano sempre più aridi e secchi non possono contrastare in nessuna forma il calore dei raggi solari per cui calore si depositerà su calore preesistente.Qualcuno può postare mappe delle precipitazioni dell'emisfero nord relative a questi ultimi anni da contrapporre a quelle del periodo 1971/2000? 
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 22, 2019, 03:30:06 pm
https://www.sott.net/article/418927-Its-Snowing-in-August-all-over-the-world (https://www.sott.net/article/418927-Its-Snowing-in-August-all-over-the-world)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 23, 2019, 09:30:12 am
Ecco come la Noaa cambia a proprio piacimento le fasi cromatiche dei colori per far rendere al meglio l'idea del luglio più caldo "di sempre" .. :o :-\ >:( >:(

prima mappa ad uso pubblico:

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/69818922_10220146947494198_4612944555514265600_n.jpg?_nc_cat=100&_nc_oc=AQmDBTkxVDN_fK923qzprSqsYOSp-ud-69oY8GoiLo1OOGPAJNn0699Oru9a0Jd3krw&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=435364d75f3483a27ed107f73c66cc58&oe=5DC820DC)

la seconda invece a loro uso interno, ricordo che le aree grigie sono quelle prive di dati per via del scarso monitoraggio e che rappresenta la realtà dei dati analizzati in origine:

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/69232550_10220146948214216_3921794715980136448_n.jpg?_nc_cat=102&_nc_oc=AQkJW5EqZ6nCAchaedYoc80LPBd3GCpeA0eYNQbhc7kT4uh_LgMjl2w-K2rpE71v9Dg&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=ab566fc3fdb86c6b0361047bbcf616d1&oe=5E10E7BA)

noti differenze?...beh  ;D    il blu perde tonalità, il rosso l'acquista e si prende quasi tutte le aree grigie disponibili(che non sono poche) .   ::)..forse avevano finito i colori per la stampa.. ::) :) :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 26, 2019, 03:50:07 pm
Potente eruzione in Kamchatka, Russia nella notte tra sab 24 e dom 25 agosto del vulcano Shiveluch, con cenere vulcanica e gas a 21,3 Km  slm

https://www.volcanodiscovery.com/shiveluch/news/85985/Shiveluch-Volcano-Volcanic-Ash-Advisory-VA-SHEVELUCH-ERUPTION-AUG-24TH-to-70000-ft-21300-m.html (https://www.volcanodiscovery.com/shiveluch/news/85985/Shiveluch-Volcano-Volcanic-Ash-Advisory-VA-SHEVELUCH-ERUPTION-AUG-24TH-to-70000-ft-21300-m.html)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Giaguaro - Agosto 26, 2019, 04:49:37 pm
Potente e qualcosa. Hanno detto vei forse addirittura 6 sicuramente 5
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: stefanocarneval - Agosto 26, 2019, 04:53:19 pm
Per rispondere all'amico Cumulonembo devo dire che probabilmente avevo sbagliato nel segnalare che l'innalzamento termico previsto dai modelli non era quello su scala quarantennale ma dall'inizio della rivoluzione industriale..
Diciamo quindi che la performance è piuttosto valida.
I modelli climatici di previsione non meritano davvero di essere ridicolizzati, perché sono davvero quanto di meglio abbiamo oggi per lo studio del clima della Terra e sono un concentrato di matematica, analisi, fisica e termodinamica che con un lavoro eccelso degli elaboratori oggi in nostro possesso ci danno delle informazioni preziose, in un periodo storico delicato, in cui dovranno essere prese delle decisioni importanti..oppure madre terra le prenderà per noi.

Inviato dal mio Redmi 6A utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 26, 2019, 05:37:22 pm
Potente e qualcosa. Hanno detto vei forse addirittura 6 sicuramente 5

Si potente ad alto impatto, con gas in piena stratosfera(ricordo che la stratosfera a quelle latitudini nei pressi del ciroclo polare inizia ad una quota compresa tra i 9 e i 11 Km)

vediamo se sarà VEI 5 oppure qualcosa di più..
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Agosto 26, 2019, 06:32:06 pm
http://www.climatemonitor.it/?p=51441 (http://www.climatemonitor.it/?p=51441)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: stefanocarneval - Agosto 26, 2019, 07:14:23 pm
https://skepticalscience.com/translation.php?a=15&l=17

Inviato dal mio Redmi 6A utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 26, 2019, 11:06:09 pm
[url]http://www.climatemonitor.it/?p=51441[/url] ([url]http://www.climatemonitor.it/?p=51441[/url])


Si interessante, mi pare l'avessi già postato....eheheh..furbetti ...ma lo fanno in maniera d'insinteressata ..si   ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Agosto 27, 2019, 09:28:27 am
Si interessante, mi pare l'avessi già postato....eheheh..furbetti ...ma lo fanno in maniera d'insinteressata ..si   ;)
l' ho ripostato, perché non si vedeva +, almeno io non lo vedevo +
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 27, 2019, 03:15:49 pm
l' ho ripostato, perché non si vedeva +, almeno io non lo vedevo +

Ci mancherebbe,  ;) il mio poi era di un'altra fonte, meglio così..  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 27, 2019, 05:21:29 pm
Climatologia e Paleoclimatologia

ILOPANGO: UN’ERUZIONE VULCANICA DIETRO AL CROLLO DI UNA DELLE PIU’ GRANDI CIVILTA’ PRECOLOMBIANE...

L'eruzione dell’Ilopango, un vulcano oggi dormiente nella Repubblica centroamericana di El Salvador, potrebbe aver devastato gli insediamenti della antica civiltà Maya e decimato i raccolti in tutto il mondo

Nei ghiacci della Groenlandia e dell’Antartide c’è ancora l’impronta di un avvenimento dirompente: una gigantesca eruzione vulcanica avvenuta nel 539 o nel 540 dopo Cristo, che uccise decine di migliaia di persone e contribuì a scatenare una delle più intense epoche di raffreddamento globale degli ultimi 2000 anni. Le carote di ghiaccio in tali luoghi mostrano picchi di solfato, un prodotto secondario di vaste eruzioni vulcaniche.
Ora, dopo anni di ricerche, pare che un’equipe di scienziati sia finalmente riuscita a risalire all’origine del fenomeno, stimando che in quell’eruzione del Sesto secolo l’Ilopango abbia espulso l’equivalente di oltre 40 chilometri cubici di prodotti eruttivi, dando alla luce uno dei maggiori eventi vulcanici sulla Terra degli ultimi 7000 anni.
Le coltivazioni, sia in nord Europa che altrove, non crebbero, e questo provocò, molto probabilmente, fame e malattie. Anche se il suo legame con le eruzioni vulcaniche è piuttosto flebile, la famigerata peste di Giustiniano, che uccise decine di milioni di persone, iniziò nel 541, durante la fase più acuta del raffreddamento mondiale.
Secondo le stime dei ricercatori l’eruzione uccise tra le 40.000 e le 80.000.
La crisi di rifugiati causata dall’Ilopango potrebbe aver alterato il corso degli eventi della civiltà Maya. L’eruzione dell’Ilopango, infatti, precede di poco l’inizio del declino della civiltà maya del Periodo Classico, da sempre imputata a un grande cambiamento climatico…

Credit: NatGeo

(https://images.fineartamerica.com/images/artworkimages/mediumlarge/1/lago-de-ilopango-volcan-de-san-vicente-san-salvador-xv-totto-ponce.jpg)

http://aldopiombino.blogspot.com/2014/02/un-nuovo-vulcano-candidato-per-levento.html (http://aldopiombino.blogspot.com/2014/02/un-nuovo-vulcano-candidato-per-levento.html)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Giaguaro - Agosto 28, 2019, 10:02:13 am
Lo shiveluc non ha fatto nessuna eruzione vei5 6 hanno fatto casino a tradurre i piedi con i km viva gli americani  ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 28, 2019, 10:15:21 am
Lo shiveluc non ha fatto nessuna eruzione vei5 6 hanno fatto casino a tradurre i piedi con i km viva gli americani  ;D

Si letto ora... ;)   c'è stata un'eruzione con altezza pennacchio a 7 Km ...roba abbatsanza usuale e che sta accadendo spesso in questo periodo sul Shiveluch
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 29, 2019, 04:59:36 pm
Vi segnalo anche che...se in Italia fà caldo, in Agosto nelle prime 3 settimane in Europa è andata un po' diversamente, anche in zone dove non te lo aspetteresti..ovvero penisola Iberica...e che il trend globale mostra un raffreddamento generalizzato di molte aree.
 :)

https://notrickszone.com/2019/08/24/global-cooling-trend-continues/
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 29, 2019, 06:32:26 pm
Gran Zebrù  3851 Mt  Alpi lombarde, Valtellina

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/69097250_2554372211251768_7366634164142997504_n.jpg?_nc_cat=102&_nc_oc=AQn0t7QEv9LWr2N2xzjtkno3Yiv3VsWSI6-CeU3wbWHiQUJjSVuTF4Ib3pIWqhOTWiw&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=62c136e770064414cbb87eb8d1879961&oe=5DCAEBEA)

Ritrovamento di 4 anni fà  di una "casupola"  tedesca risalente alla 1 guerra mondiale

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/69097250_2554372211251768_7366634164142997504_n.jpg?_nc_cat=102&_nc_oc=AQn0t7QEv9LWr2N2xzjtkno3Yiv3VsWSI6-CeU3wbWHiQUJjSVuTF4Ib3pIWqhOTWiw&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=62c136e770064414cbb87eb8d1879961&oe=5DCAEBEA

di sicuro nel 1917 a quelle quote doveva esserci un altro tipo di clima..perforza.. ;) :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 30, 2019, 10:15:55 am
Eruzione in corso da un paio di giorni sul Shiveluch con pennacchio a 10,4 Km slm

https://www.volcanodiscovery.com/shiveluch/news.html (https://www.volcanodiscovery.com/shiveluch/news.html)

(https://i.postimg.cc/sxd7XDj0/bandicam-2019-08-30-10-14-24-571.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 30, 2019, 06:42:16 pm
(http://img.over-blog-kiwi.com/0/93/55/25/20190830/ob_8ed4ae_2019-08-29-sheveluch-himawari-8-v.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Agosto 31, 2019, 12:10:20 pm
Gran Zebrù  3851 Mt  Alpi lombarde, Valtellina

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/69097250_2554372211251768_7366634164142997504_n.jpg?_nc_cat=102&_nc_oc=AQn0t7QEv9LWr2N2xzjtkno3Yiv3VsWSI6-CeU3wbWHiQUJjSVuTF4Ib3pIWqhOTWiw&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=62c136e770064414cbb87eb8d1879961&oe=5DCAEBEA)

Ritrovamento di 4 anni fà  di una "casupola"  tedesca risalente alla 1 guerra mondiale

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/69097250_2554372211251768_7366634164142997504_n.jpg?_nc_cat=102&_nc_oc=AQn0t7QEv9LWr2N2xzjtkno3Yiv3VsWSI6-CeU3wbWHiQUJjSVuTF4Ib3pIWqhOTWiw&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=62c136e770064414cbb87eb8d1879961&oe=5DCAEBEA

di sicuro nel 1917 a quelle quote doveva esserci un altro tipo di clima..perforza.. ;) :)
No Ponente ; quella casupola è chiamato il "nido d'aquila" , Costruita nel 1917 dagli Austriaci che vi posero una vedetta.Il gran Zebrù in verità  fu scalato a fine 800.  Quella casupola fu anche  teatro di una delle più rinomate imprese degli alpini Italiani, che scalarono la vetta non dalla via est ( fino ad allora l'unica via per scalarlo), ma in una epica scalata fatta nell'ultimo tratto addirittura in notturna  , dal lato ovest ( aprendo di fatto un'altra via ).
La casupola detta il "  Nido d'aquila  " è stata "ripulita dal ghiaccio e neve " e ristruttura nel 2014 per l'avvento del centenario della Grande Guerra dallo stato Italiano in collaborazione con quello Austriaco ( come anche altre moltissime postazioni) dagli Alpini.
Mio Suocero, che ancora scala ( è stata l'ultima scalata importante che ha fatto), vi è stato nel 2016 con una comitiva del CAI di Ancona , che ha toccato i "Luoghi della memoria ", escursioni in cordata sulle postazioni della grande Guerra nelle Alpi del Trentino. Dovevo andarci anch'io ma ho declinato l'invito  per un più " comodo " viaggio a Lisbona . ;D
Credo che il clima sia stato quello odierno se non peggio a sentire i racconti che mio suocero ni ha riportato, oltre un bellissimo report fotografico.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 31, 2019, 03:21:48 pm
E come è stata costruita secondo te nel 1917?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Agosto 31, 2019, 06:16:53 pm
E come è stata costruita secondo te nel 1917?
Come la maggior parte delle vedette sulle Alpi costruite nella prima guerra mondiale. Si portavano i fasciami legati sulla schiena e costruivano le casupole in legno nei rientri della roccia ; un lavoro immane ma molto ben documentato nei resoconti, diari e missive del periodo. Mi ricordo che per il centenario furono  fatti dei bellissimi documentari ed uno in particolare proprio sulle costruzioni militari in alta montagna . Se hai il piacere di andarci ti consiglio il Pal Piccolo oppure le postazioni sotto le tre cime di Lavaredo. Lì ci sono anche delle guide e dei musei su cui vi sono delle spiegazioni molto dettagliate sulla costruzione di postazioni, bivacchi, vedette . braccamenti , gallerie e trincee in alta montagna. Ti consiglio anche il Pasubio.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Ottobre 05, 2019, 10:16:17 am
scrivo qua sul ghiacciaio Planpincieux :
le notizie di ieri danno che lo scivolamento del fronte franoso si attesta su circa un metro al giorno, nonostante l'abbassamento delle temperature degli ultimi 2 giorni.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 08, 2019, 12:40:40 am
La storia insegna...

https://www.facebook.com/groups/248129525296/permalink/10162272281885297/ (https://www.facebook.com/groups/248129525296/permalink/10162272281885297/)

 :)

Passi alpini un tempo percorribili, culture in altitudine ora impensabili, storie e climi differenti con dati oggettivi alla mano, non nefandezze speculative
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 08, 2019, 05:50:12 pm
(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/71679209_2400369550011552_1161220858891468800_n.jpg?_nc_cat=101&_nc_oc=AQnCTHGHNvunag75nMhLuA9FSTNSweRG7kH0oqTVUYGQQ37qDwJho3Tnbv4c_fBfa-Q&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=d9563929eddb009d9a93321ddcca0bd2&oe=5DF1AF36)

Ecco..anche la storiella che dal 2020 la neve doveva diventare un ricordo mi sà che non si avveri   ;D :D ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Ottobre 10, 2019, 09:32:02 pm
La storia insegna...

https://www.facebook.com/groups/248129525296/permalink/10162272281885297/ (https://www.facebook.com/groups/248129525296/permalink/10162272281885297/)

 :)

Passi alpini un tempo percorribili, culture in altitudine ora impensabili, storie e climi differenti con dati oggettivi alla mano, non nefandezze speculative
Onde evitare Falsità date dalla polarizzazione di posizioni differenti, scrivo questo , carissimo Ponente :

nell'optimus climatico del basso medioevo ,specialmente tra l 1200 ed il 1500 (fatto salvo un periodo di circa 50 anni tra la fine del 1200 e la prima metà del 1300) , si considera il limite arboreo di piante ad alto fusto ( abetaie e pinete ) l'intervallo altimetrico che varia a seconda delle zone ( orografia, esposizione ) fra i 2200 metri ed i 2400 metri di quota. Negli archivi storici della val d'aosta si può sicuramente vedere come alcuni passi oggi in disuso fossero usati come attraversamenti vallivi tra lo spartiacque alpino, certamente non come vie di grande comunicazione che sono state e restate fino all'avvento delle infrastrutture moderne il Passo del Piccolo S. Bernardo e del Gran san Bernardo.
Sicuramente ad oggi , la linea di tali culture arboree si trova di media  300 metri più in basso d'altitudine .
Il passo del colle di Teudulo o Teudula , per esempio, fu usato nel periodo storico come scambio di merci fra gli abitanti vallivi delle valli contigue nei periodi estivi , essendo a seconda degli anni , libero del tutto o quasi da nevi e ghiacci, facendo la fortuna dei signori di Challant, proprietari del castello di Graines, che ne regolavano i commerci.
Si deve però anche addurre che con la "piccola era Glaciale", i traffici su questa via , furono sicuramente moto ridotti, ma non cessarono mai del tutto: noto è un documento , ne il " Vallis augustanae compendaria descriptio" della metà del XVII sec. ( dove la copertura glaciale raggiungerà uno dei suoi massimi storici dell'età moderna ), che cita " Attraverso la valle detta Tornenchia si passa nell'alto Vallese in un luogo detto Praborna ( l'attuale Zermatt), per otto miglia attraverso i ghiacci eterni ....di qui in estate i Vallesani vengono nel luogo detto valtornenchia per comprare vino che poi vendono fino ai Grigioni".

Certamente va considerato che , i traffici su queste vie, anche nel clima favorevole erano perlopiù fatti su piste tracciate o nei casi migliori su mulattiere selciate , percorse da animali da soma e quasi esclusivamente a piedi.
I traffici con Carriaggi ed a cavallo erano  solitamente ed esclusivamente il Piccolo ed il Gran San Bernardo, come sono continuati, anche se in maniera minore nella piccola era Glaciale, e come sono stati usati sia nel primo periodo Romano ( altro optimus climatico anche se minore per entità a quello basso medievale) sia nel periodo freddo che intercorreva fra il IV ed il VII secolo D.C..
Ciao
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 10, 2019, 11:24:31 pm
Prego...tutto ciò avvalora quello postato sopra..   ;)
saluti   :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Ottobre 11, 2019, 09:07:49 am
Prego...tutto ciò avvalora quello postato sopra..   ;)
saluti   :)
caro Ponente, di niente.
ma difficilmente avevano vitigni a produzione vinicola a 2200 metri.
semmai altre culture, magari più a fonte cereali e frumento, che arrivano ad altitudini e fasce climatiche più elevate, e maggiore fruizione degli alpeggi d'altura.
Quindi, non avvalora affatto ciò che è stato postato da te con fonte Facebook, ma credo, scusami, che sia un discorso interessante lo studio del clima nel passato legato storicamente alla trasformazione del territorio, sia nelle culture sia nelle tradizioni, ma come ogni fatto storico , legato a fonti,documenti e ricerca. Come hai detto tu ,la storia è storia ; cerchiamo di non tirarla per i capelli per avvalorare quella o quell'altra tesi odierna. 
Che vi siano stati periodi più caldi è indubbio; credo che all'interno del forum nessuno possa dire che non vi siano stati ( specialmente nel basso medioevo), come nessuno può dire che non vi siano stati periodi più freddi ( specialmente la cosi detta PEG); penso che il senso della stanza in oggetto sia : quanto incide l'attività antropica nell'era industriale, sul clima e sull'ambiente tutto, al netto delle normali fluttuazioni naturali climatiche e quindi anche ambientali di flora e fauna?
Domanda difficile e risposta ardua, penso!!!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Ottobre 11, 2019, 09:27:32 am
resta il fatto che: nessun atollo è stato sommerso dall'acqua, Venezia non è sommersa, anzi le acque alte, salvo eventi eccezionali sono notevolmente diminuite rispetto agli anni 80 (ricordi personali di quando andavo alle superiori un giorno si e l'altro no non si passava); la neve è sempre presente (anche in maggio quest'anno). Allora questi climatologi che negli anni 90 profetizzavano questo e che adesso sparano ca..te sul 2030 costringendo questa massa di buffoni politici  e gretini vari a  pagare un conto salatissimo per ridurre la famigerata CO2 responsabile del "surriscaldamento!!!". Non sento nessuno che controbatte in tv con questi semplici argomenti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Ottobre 11, 2019, 09:41:22 am
resta il fatto che: nessun atollo è stato sommerso dall'acqua, Venezia non è sommersa, anzi le acque alte, salvo eventi eccezionali sono notevolmente diminuite rispetto agli anni 80 (ricordi personali di quando andavo alle superiori un giorno si e l'altro no non si passava); la neve è sempre presente (anche in maggio quest'anno). Allora questi climatologi che negli anni 90 profetizzavano questo e che adesso sparano ca..te sul 2030 costringendo questa massa di buffoni politici  e gretini vari a  pagare un conto salatissimo per ridurre la famigerata CO2 responsabile del "surriscaldamento!!!". Non sento nessuno che controbatte in tv con questi semplici argomenti

Mi spiace Andi, ma gli effetti dell'innalzamento marino si cominciano a sentire nel mondo; ti cito zone del delta del Gange in Bangladesh ,ove alcuni villaggi costieri sono stati abbandonati; 2 paesi negli Stati Uniti , stato del Mississipi , delta del fiume stesso, fondati come colonie dai francesi nel 1600 e andati verso l'abbandono per evidente accrescimento del livello marino negli ultimi 30 anni; alcune isolette delle everglades in florida;
 si tratta certamente delle zone più sensibili del pianeta, situate tutte su mari a bacino aperto con influssi oceanici. Il mediterraneo per ora rimane abbastanza stabile,essendo un bacino semi chiuso ( con differenza altimetrica di livello d'acqua diversa dall'oceano) e risentendo meno di questo fenomeno.

rimando alla domanda che ho posto sopra , in risposta a Ponente.
Ciao
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Ottobre 11, 2019, 09:50:09 am
Mi spiace Andi, ma gli effetti dell'innalzamento marino si cominciano a sentire nel mondo; ti cito zone del delta del Gange in Bangladesh ,ove alcuni villaggi costieri sono stati abbandonati; 2 paesi negli Stati Uniti , stato del Mississipi , delta del fiume stesso, fondati come colonie dai francesi nel 1600 e andati verso l'abbandono per evidente accrescimento del livello marino negli ultimi 30 anni; alcune isolette delle everglades in florida;
 si tratta certamente delle zone più sensibili del pianeta, situate tutte su mari a bacino aperto con influssi oceanici. Il mediterraneo per ora rimane abbastanza stabile,essendo un bacino semi chiuso ( con differenza altimetrica di livello d'acqua diversa dall'oceano) e risentendo meno di questo fenomeno.

rimando alla domanda che ho posto sopra , in risposta a Ponente.
Ciao
nel caso degli Stati Uniti il problema è la subsidenza e non l'innalzamento del livello dei mari, appena letto
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Ottobre 11, 2019, 11:38:23 am
nel caso degli Stati Uniti il problema è la subsidenza e non l'innalzamento del livello dei mari, appena letto
In che caso?.....ne ho scritti 2 .

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Ottobre 11, 2019, 11:43:43 am
In che caso?.....ne ho scritti 2 .

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk
Delta del Missisipi
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Ottobre 11, 2019, 01:37:43 pm
Metto questo. Devo vedere gli studi, e la loro comprovazione.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Ottobre 11, 2019, 01:38:05 pm
Non mi copia il link

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Ottobre 11, 2019, 02:10:30 pm
http://www.scienze-naturali.it/ambiente-natura/scoperta-una-lenta-subsidenza-della-crosta-terrestre-sotto-il-delta-del-mississippi (http://www.scienze-naturali.it/ambiente-natura/scoperta-una-lenta-subsidenza-della-crosta-terrestre-sotto-il-delta-del-mississippi)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 11, 2019, 05:43:19 pm
caro Ponente, di niente.
ma difficilmente avevano vitigni a produzione vinicola a 2200 metri.
semmai altre culture, magari più a fonte cereali e frumento, che arrivano ad altitudini e fasce climatiche più elevate, e maggiore fruizione degli alpeggi d'altura.
Quindi, non avvalora affatto ciò che è stato postato da te con fonte Facebook, ma credo, scusami, che sia un discorso interessante lo studio del clima nel passato legato storicamente alla trasformazione del territorio, sia nelle culture sia nelle tradizioni, ma come ogni fatto storico , legato a fonti,documenti e ricerca. Come hai detto tu ,la storia è storia ; cerchiamo di non tirarla per i capelli per avvalorare quella o quell'altra tesi odierna. 
Che vi siano stati periodi più caldi è indubbio; credo che all'interno del forum nessuno possa dire che non vi siano stati ( specialmente nel basso medioevo), come nessuno può dire che non vi siano stati periodi più freddi ( specialmente la cosi detta PEG); penso che il senso della stanza in oggetto sia : quanto incide l'attività antropica nell'era industriale, sul clima e sull'ambiente tutto, al netto delle normali fluttuazioni naturali climatiche e quindi anche ambientali di flora e fauna?
Domanda difficile e risposta ardua, penso!!!

ciao, perchè scusa pensi che non possano essere stati coltivati certi tipi di culture?? da cosa lo deduci...hai delle fonti in merito? se si grazie postale pure  ;)

per la domanda finale io ho la mia idea/pensiero come molti altri...   ma semmai te ne pongo un'altra, appurato che visto il ritiro dei ghiacciai da oltre un secolo prima dell'era industriale, siamo così sicuri di riuscire a stabilire con precisione di quanto sia stato l'aumento termico globale rispetto al 1850 ?? e se si, quanto era più caldo nel medio-evo rispetto ad oggi?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 11, 2019, 05:47:08 pm
resta il fatto che: nessun atollo è stato sommerso dall'acqua, Venezia non è sommersa, anzi le acque alte, salvo eventi eccezionali sono notevolmente diminuite rispetto agli anni 80 (ricordi personali di quando andavo alle superiori un giorno si e l'altro no non si passava); la neve è sempre presente (anche in maggio quest'anno). Allora questi climatologi che negli anni 90 profetizzavano questo e che adesso sparano ca..te sul 2030 costringendo questa massa di buffoni politici  e gretini vari a  pagare un conto salatissimo per ridurre la famigerata CO2 responsabile del "surriscaldamento!!!". Non sento nessuno che controbatte in tv con questi semplici argomenti

Perforza perchè ci sono interessi superiori alla verità e quindi demonizzano un gas presente in atmosfera in bassissime percentuali rispetto ad altri che invece è fonte di vita, prosperità ecc
La teoria agw è stata smontata in mille modi, non c'è cazzi e mazzi...  finchè esisterà il riciclo di questo gas tramite la flora e gli oceani e seguirà sempre l'andamento termico globale e non viceversa.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Ottobre 11, 2019, 11:41:47 pm
Buonasera.  Rispondo al primo quesito mossomi da Ponente.
Perché certi tipi di culture non potevano esserci a 2200 metri.?
Semplice; come ho scritto precedentemente sul limite arboreo di certe culture e sull'inalzamento in quota di circa 300 metri (rispetto ad oggi) , così lo era il limite della vite; considera che ad oggi i vitigni più  alti della val d'Aosta ( con versante esposto verso sud) per vinificazione si stimano verso i 1200 metri.
Ne puoi dedurre pure tu la quota che al massimo potevano raggiungere nel basso  medioevo, considerando anche la "specializzazione " che abbiamo oggidì raggiunto in Italia.
Ergo quindi che la notizia presa da Facebook, pur non essendo  tu la fonte,sia quantomeno e molto probabilmente una incongruenza, mettiamola così.
Precisazione sulla temperatura dell'optimus climatico del basso  medioevo: penso che le temperature medie del periodo siano abbastanza risapute in ambito scientifico, sia da coloro che credono nel cambiamento climatico antropico e sia gli scettici;  le temperature erano pressappoco quelle che sono adesso, da fine secolo scorso ( anni 90) fino al 2010. I grafici li puoi trovare su qualsiasi fonte scientifica seria che tratta del tema. E sono molte.
Sulla mia domanda:
Ti dico che anch'io ho un pensiero, dettato più dalla logica che altro. Ma una "idea" , ed una risposta assolutamente no; non credo di averne ne le competenze ne le conoscenze, e vedendo la disfida dell'hockey che matura tra le comunità scientifiche , nemmeno lontanamente potrò averla.
E questo,  mi avvia alla seguente richiesta e conclusione:
La richiesta è quella di rimanere un po' con il beneficio del dubbio su quello che vai scrivendo; con analisi della tua ultima esternazione, in specialmodo, che è  un un'intervento assoluto, e qui di assoluti non può vivere nessuno, specialmente su questo  tema. Gli interessi, che tu dici, ci sono, ci sono stati e ci saranno sempre, che sia green economy petrolio,carbone o qualsiasi forma energetica "da vendere ", così va il mondo da come storia insegna.
Concludo con questo augurio per questa stanza; cerchiamo anche di discutere ma con garbo e con rispetto delle altrui posizioni ; le posizioni da Pasdaran fondamentalista lasciamole per altri lidi. Si può far valere le proprie posizioni anche senza per forza radicalizzare la dialettica.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 11, 2019, 11:49:42 pm
nessun assolutismo...ma ho la mia idea e non la cambio, perchè segue una logica(mia)  :) ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 12, 2019, 03:04:58 pm
(https://www.star.nesdis.noaa.gov/smcd/emb/snow/plots/daily_snow_extent/multisensor_4km_nh_snow_extent_by_year_graph.png)

https://www.volcanodiscovery.com/shiveluch/news.html (https://www.volcanodiscovery.com/shiveluch/news.html)

(http://www.solarham.net/regions/regions_oct12.jpg)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 20, 2019, 10:20:07 am
Di Vincenzo Zamboni – Fisico – 14 Ottobre 2019


L’H2O è di gran lunga il principale gas serra del pianeta.
La sua presenza in atmosfera è 100 volte maggiore del CO2 (mediamente il 5% contro 400 ppm).
Ma non basta.
La banda di assorbimento infrarosso dell’H2O è piena, cioè assorbe tutti gli infrarossi.
La CO2 lo fa solo per tre lunghezze d’onda.
Ma non basta.
La tesi dell’ “hockey stick” (stazionarietà termica plurimillenaria seguita da riscaldamento odierno) di Michael Mann è risultata falsa persino in tribunale: ha voluto lui una causa, contro Tim Ball, e il tribunale ha dovuto dargli torto, per motivi squisitamente scientifici: Mann si è rifiutato di presentare i suoi calcoli.
Con i quali intendeva sbugiardare il tradizionale grafico degli andamenti termici terrestri nel corso dei millenni, che include riscaldamenti e raffreddamenti non solo misurati con i carotaggi nei ghiacci eterni (e conseguente analisi delle arie intrappolate), ma anche testimoniati da documentazioni storiche: sappiamo con certezza da fonti storiche precise che nell’alto medioevo faceva più caldo di oggi e nel ‘600 più freddo (nell’ultimo caso ora sappiamo anche il perché, basta vedere i lavori delle università di Gerusalemme e di Copenaghen).
Ma non basta: nel XXI secolo assistiamo al riscaldamento di Marte e Giove, dopo avere assistito (via misure spettrometriche) al loro raffreddamento (ne discusse la rivista Nature, non solo Repubblica).
Del resto, gli articoli (scientifici e divulgativi) degli anni ’70 annunciavano la psicosi da congelamento proprio come oggi annunciano quella da riscaldamento: ma il bello è che in entrambi i casi vengono imputate, senza prove, le stesse sostanze, cioè le emissioni industriali.
Che secondo i propagandisti di psicosi cinquant’anni fa raffreddavano mentre ora riscalderebbero.
Tutte queste cose sono ben note a chi è del mestiere, essendo la fisica fondata sulle misure, non sulla invenzione di modelli matematici costruiti a piacere.
Creando un modello matematico a modo mio sono capace anch’io di far dire qualunque cosa a qualunque fenomeno.
Qualunque scienziato dotato di un minimo di abilità matematica lo sa fare.
Ma la fisica è una scienza galileiana, ovvero fondata sulla misurazione della realtà, e le misure non sono il contaballismo antropico dei modelli matematici costruiti e manipolati ad hoc.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Ottobre 20, 2019, 09:04:51 pm
Di Vincenzo Zamboni – Fisico – 14 Ottobre 2019


L’H2O è di gran lunga il principale gas serra del pianeta.
La sua presenza in atmosfera è 100 volte maggiore del CO2 (mediamente il 5% contro 400 ppm).
Ma non basta.
La banda di assorbimento infrarosso dell’H2O è piena, cioè assorbe tutti gli infrarossi.
La CO2 lo fa solo per tre lunghezze d’onda.
Ma non basta.
La tesi dell’ “hockey stick” (stazionarietà termica plurimillenaria seguita da riscaldamento odierno) di Michael Mann è risultata falsa persino in tribunale: ha voluto lui una causa, contro Tim Ball, e il tribunale ha dovuto dargli torto, per motivi squisitamente scientifici: Mann si è rifiutato di presentare i suoi calcoli.
Con i quali intendeva sbugiardare il tradizionale grafico degli andamenti termici terrestri nel corso dei millenni, che include riscaldamenti e raffreddamenti non solo misurati con i carotaggi nei ghiacci eterni (e conseguente analisi delle arie intrappolate), ma anche testimoniati da documentazioni storiche: sappiamo con certezza da fonti storiche precise che nell’alto medioevo faceva più caldo di oggi e nel ‘600 più freddo (nell’ultimo caso ora sappiamo anche il perché, basta vedere i lavori delle università di Gerusalemme e di Copenaghen).
Ma non basta: nel XXI secolo assistiamo al riscaldamento di Marte e Giove, dopo avere assistito (via misure spettrometriche) al loro raffreddamento (ne discusse la rivista Nature, non solo Repubblica).
Del resto, gli articoli (scientifici e divulgativi) degli anni ’70 annunciavano la psicosi da congelamento proprio come oggi annunciano quella da riscaldamento: ma il bello è che in entrambi i casi vengono imputate, senza prove, le stesse sostanze, cioè le emissioni industriali.
Che secondo i propagandisti di psicosi cinquant’anni fa raffreddavano mentre ora riscalderebbero.
Tutte queste cose sono ben note a chi è del mestiere, essendo la fisica fondata sulle misure, non sulla invenzione di modelli matematici costruiti a piacere.
Creando un modello matematico a modo mio sono capace anch’io di far dire qualunque cosa a qualunque fenomeno.
Qualunque scienziato dotato di un minimo di abilità matematica lo sa fare.
Ma la fisica è una scienza galileiana, ovvero fondata sulla misurazione della realtà, e le misure non sono il contaballismo antropico dei modelli matematici costruiti e manipolati ad hoc.
Lo quoto. Ho letto pure io : C'è un errore che credo di stampa. é Il basso medioevo il periodo caldo, mentre l'alto medioevo è freddo come periodo ( storicamente il periodo Alto medioevale è dal 476 D.C al 1000 D.C., anche se il periodo freddo in verità comincia verso il 200/ 250 D.C e comincia ad invertire la tendenza verso l'850 D.C ). Vi è anche da dire che le "dissonanze " scientifiche sono pure andate avanti nel frattempo con studi molto più approfonditi da ambo le parti. Ad oggi nella comunità scientifica nessuno oblia le fluttuazioni termiche periodiche del pianeta Terra; sono dati ! Semmai sono lo stesso dati anche l'aumento della CO2 in atmosfera; quanta è causa delle attività umane e quanta quella normalmente in natura nell'aumento dal 1950 ad oggi ? è vero che il vapore acqueo è più "isolante " (diciamo così) e fa più spettro rispetto alla CO2 , ma è vapore acqueo! Cosa succede chimicamente in atmosfera se la CO2 supera le 1000 unità di parte per milione ( siamo ancora lontani)?
 La Co2 invero è un gas inerte , che ha una permanenza anche breve nell'atmosfera nei normali cicli globali : 5 anni.
 E' vero quindi che la CO2 non è da criminalizzare come gas serra in se per se : Ma cosa succede quando il surplus di questa non viene assorbito dagli oceani? nell'arco di anni ( molti secondo studi approfonditi, nell'ordine dei 100 anni fino ai 500 anni  ) può creare problemi ? vi è uno studio dell' IPCC  su questo :See IPCC 4th Assessment Report Section 2.10).
Di sicuro non è solo l'aumento della CO2 il problema , ed almeno nel mio modesto parere perso che si debba parlare sempre di "Cambiamenti ambientali" più che climatici, perchè è in ambito ambientale che i problemi sono molti.
Buonasera
Buonasera
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 25, 2019, 12:30:32 am
Si credo anche io, errore, invertito alto con basso medioevo
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 25, 2019, 12:30:44 am
(https://pbs.twimg.com/media/EHp3dRRXUAEpS0m?format=png&name=900x900)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 27, 2019, 04:00:57 pm
https://www.attivitasolare.com/senza-precedenti-quello-che-potrebbe-accadere-dalla-giornata-di-halloween-negli-stati-uniti-tutti-e-50-gli-stati-potrebbero-scendere-sotto-lo-zero-e-in-modo-prolungato/ (https://www.attivitasolare.com/senza-precedenti-quello-che-potrebbe-accadere-dalla-giornata-di-halloween-negli-stati-uniti-tutti-e-50-gli-stati-potrebbero-scendere-sotto-lo-zero-e-in-modo-prolungato/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: firenze3 - Ottobre 27, 2019, 04:31:50 pm
Vai, rispondo con questa..

Scempio in Artico, MAI COSÌ  MALE...PEGGIO ANCHE DEL 2012 e non di poco.....Ma dove si vole andare

(https://i.postimg.cc/qM5krx2L/Full-Size-CICE-combine-thick-SM-EN-20191026.png) (https://postimg.cc/7fSvM7sG)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 27, 2019, 05:26:48 pm
Si ma se noti bene ci sono anni che in questo periodo erano peggio del 2012 ...quello che si guarda è nel punto di  maggior fusione durante l'anno, cioè il mese di settembre, dove il 2012 è, ed è rimasto, quello con l'anomalia maggiore. Saluti  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: firenze3 - Ottobre 27, 2019, 06:01:58 pm
Si ma se noti bene ci sono anni che in questo periodo erano peggio del 2012 ...quello che si guarda è nel punto di  maggior fusione durante l'anno, cioè il mese di settembre, dove il 2012 è, ed è rimasto, quello con l'anomalia maggiore. Saluti  :)

Nel grafico non si evincono anni peggio di questo...purtroppo  :-\

Io guardo la linea e vedo che siamo a fare peggio di sempre....speriamo di recuperare  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 27, 2019, 11:18:14 pm
Nel grafico non si evincono anni peggio di questo...purtroppo  :-\

Io guardo la linea e vedo che siamo a fare peggio di sempre....speriamo di recuperare  ;)

si perchè c'è la media e non il 2012 preso singolarmente.. ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 05, 2019, 02:54:04 pm
(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2019/11/Norway_snow.jpg)

Neve: 56 cm (quasi 2 piedi) di neve a Tromsø la scorsa domenica, 3 novembre.
Nei prossimi giorni prevista altra neve mentre le temperature sono scese fino a meno 29 gradi.
Soltanto due volte negli ultimi 97 anni si è avuta più neve il 3 novembre a Tromsø, afferma il  meteorologo di stato Sjur Wergeland.

La quantità di neve è storica per novembre. Nel 2006 sono stati misurati 67 cm di neve il 3 novembre.
Nel 1922 furono misurati 59 il 3 novembre.


https://www.sott.net/article/423252-Historical-amounts-of-snow-fall-in-Norway-with-more-on-the-way?utm_source=rss&utm_medium=Mint+Social&utm_campaign=RSS (https://www.sott.net/article/423252-Historical-amounts-of-snow-fall-in-Norway-with-more-on-the-way?utm_source=rss&utm_medium=Mint+Social&utm_campaign=RSS)



Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: barione - Novembre 05, 2019, 03:56:35 pm
(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2019/11/Norway_snow.jpg)

Neve: 56 cm (quasi 2 piedi) di neve a Tromsø la scorsa domenica, 3 novembre.
Nei prossimi giorni prevista altra neve mentre le temperature sono scese fino a meno 29 gradi.
Soltanto due volte negli ultimi 97 anni si è avuta più neve il 3 novembre a Tromsø, afferma il  meteorologo di stato Sjur Wergeland.

La quantità di neve è storica per novembre. Nel 2006 sono stati misurati 67 cm di neve il 3 novembre.
Nel 1922 furono misurati 59 il 3 novembre.


https://www.sott.net/article/423252-Historical-amounts-of-snow-fall-in-Norway-with-more-on-the-way?utm_source=rss&utm_medium=Mint+Social&utm_campaign=RSS (https://www.sott.net/article/423252-Historical-amounts-of-snow-fall-in-Norway-with-more-on-the-way?utm_source=rss&utm_medium=Mint+Social&utm_campaign=RSS)
Pour parler...leggevo sul noto forum di tromso che li sono un pò preoccupati per quest'inverno anticipato in quanto statisticamente preludio ad una stagione nei mesi clou sotto il dominio di anticicloni e gelo. Configuarazione che per noi sarebbe invece preludio di un'inverno niente male.... ;) ;) 
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 06, 2019, 03:01:54 pm
(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2019/11/nov5_2019_disk-05.11.2019-800x800.jpg)

232 Spotless days (75%) in questo 2019
nel 2018 furono 208 giorni senza macchie solari

Vento solare sotto i 400 Km /s
Solar Flux 69 (Alle ore 20.00 UTC del 21.10.2019 il SFU con un valore di 64.0 ha eguagliato e superato il record di 64.2 che risaliva al ciclo di transizione 23/24 avvenuto alle ore 17:00 del 16.07.2008.)
Media mensile Ap index  2,3

Attività solare molto bassa, con cicli deboli o molto deboli, andando ad incrementare questa fase da questo ciclo in avanti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: barione - Novembre 08, 2019, 12:33:24 pm
Alpi completamente imbiancate agli inizi di novembre da est a ovest, accumuli sopra i 1200 mt che superano il mezzo metro e stagione sciistica che partirà alla grande...per essere in era GW niente male potrei pure starci.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 13, 2019, 12:47:01 am
Altra forte eruzione esplosiva sul vulcano Shiveluch in Kamchatka,  il 12 Novembre, con cenere e particolato vulcanico ad un altezza di 10,1 Km  slm

https://www.volcanodiscovery.com/shiveluch/news/91686/Shiveluch-Volcano-Volcanic-Ash-Advisory-RESIDUAL-VA-FM-201911111710Z-ERUPTION-to-33000-ft-10100-m.html (https://www.volcanodiscovery.com/shiveluch/news/91686/Shiveluch-Volcano-Volcanic-Ash-Advisory-RESIDUAL-VA-FM-201911111710Z-ERUPTION-to-33000-ft-10100-m.html)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 14, 2019, 12:36:22 am
Ieri 12 Dicembre stabilito record STORICO per quanto riguarda l'attività solare, con 266 giorni spotless annuali,  battendo il precedente record del 2008 con  265 giorni senza macchie solari sulla fotosfera solare(zone a forte campo elettromagnetico)
Era 300 anni, ovvero durante l'ultima piccola glaciazione nel profondo minimo solare di Maunder, che ciò non avveniva.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 16, 2019, 03:38:06 pm
Ecco il trend rilevato dai satelliti dopo il gran clamore mediatico sugli incendi di quest'estate, soprattutto in Amazzonia e Australia..

(https://pbs.twimg.com/media/EL2quj_U4AA6y0N?format=jpg&name=small)


Ma quando la finiranno di fare catastrofismo spicciolo di fronte alle evidenze???
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Dicembre 20, 2019, 11:37:08 am
Ecco il trend rilevato dai satelliti dopo il gran clamore mediatico sugli incendi di quest'estate, soprattutto in Amazzonia e Australia..

(https://pbs.twimg.com/media/EL2quj_U4AA6y0N?format=jpg&name=small)


Ma quando la finiranno di fare catastrofismo spicciolo di fronte alle evidenze???

Il vero catastrofismo da fare è quello sulla distruzione sistematica di un ecosistema unico al Mondo, non sulla CO2 in questi casi!
La riduzione della foresta amazzonica ha raggiunto, negli ultimi dieci anni, dimensioni davvero preoccupanti; senza considerare anche la perdita di vite umane (documentate) di chi sta solamente difendendo la propria casa e la propria terra.
Su questo si dovrebbero interrogare le comunità scientifiche, e chiedere a gran voce un intervento politico importante , non su studi terzi legati a singoli indirizzi di studio.
Si rischia di cercare la pagliuzza mentre va a fuoco il granaio.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 21, 2019, 11:39:42 am
Dal 1990 ad oggi, la maggior parte della deforestazione ha avuto luogo nelle aree tropicali. Al contrario, nei paesi temperati l’area netta di foreste è aumentata.
Il rapporto della FAO evidenzia che il tasso di deforestazione globale netto negli ultimi 25 anni si sia ridotto di oltre il 50% (passando dallo 0,18% dei primi anni 90 allo 0,08% nel periodo 2010-2015)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Dicembre 21, 2019, 12:09:24 pm
Dal 1990 ad oggi, la maggior parte della deforestazione ha avuto luogo nelle aree tropicali. Al contrario, nei paesi temperati l’area netta di foreste è aumentata.
Il rapporto della FAO evidenzia che il tasso di deforestazione globale netto negli ultimi 25 anni si sia ridotto di oltre il 50% (passando dallo 0,18% dei primi anni 90 allo 0,08% nel periodo 2010-2015)
verissimo, leggo anch'io i vari report.
Però se si parla di statistica , ampliamo il raggio.
 Io parlavo della foresta amazzonica! Al momento è un ecosistema vergine, con antropizzazione minima, simile alle foreste del Borneo . del Madadascar, del Congo.
 Da noi sono anni che la tendenza è positiva, anche più di 25 anni; ma l'estensione di queste foreste non è assolutamente comparabile alla forestazione che sta avvenendo nei paesi temperati, per 2 motivi , che sono sicuro tu sappia benissimo.
1 :Estensione in Km 2 di zona forestabile;
2: Antropizzazione e presenza dell'uomo in densità abitativa.
Al netto dei Km2 di foresta che ogni anno vengono distrutti e quelli di nuova forestazione siamo sempre in negativo; ed è innegabile proprio per dimostrazione di dati, nonostante l passi in avanti fatti solamente in certi paesi , purtroppo.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 21, 2019, 01:59:23 pm
Beh ovvio, ma in generale globalmente la deforestazione è in netta diminuzione, quindi  tornado a bomba direi che il catastrofismo è ingiustificato e far passare che stia sparendo l'Amazzonia è profondamente errato
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Dicembre 22, 2019, 07:51:32 am
Beh ovvio, ma in generale globalmente la deforestazione è in netta diminuzione, quindi  tornado a bomba direi che il catastrofismo è ingiustificato e far passare che stia sparendo l'Amazzonia è profondamente errato
Allora hai letto male sopra  . Ovvio.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 22, 2019, 10:50:09 am
Allora hai letto male sopra  . Ovvio.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Ovvio, sei tu che interpreti a tuo piacimento quello che scrivo, ripeto: La deforestazione HA negli ultimi 25 anni subito una drastica diminuzione,  foresta amazzonica compresa, così come  gli incendi (grafico postato poco sopra) si evidenzia la netta diminuzione.
E' sbagliato il discorso che fai, perchè la densità abitativa è NETTAMENTE aumentata nelle città e nelle metropoli a discapito delle campagne, negli ultimi 3/4 del secolo. Saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Dicembre 23, 2019, 08:25:56 am
ah. Sono io quello che interpreta?
 Vabbè , allora mettiamola così!
Diciamo che il tasso di deforestazione è preso dalla stima totale dei Km2 forestali mondiali ,
 Diciamo che nei paesi "temperati", soprattutto occidentali è da molti anni che la "forestazione è in aumento"(scritto sopra ) e che " il taglio" dei boschi avviene in maniera diversa, ovvero mai abbattendo i boschi per intero ma " sfoltendo"( tra l'altro anche per legge in Europa intesa come EU).
Diciamo che la densità abitativa dell' Europa( per dire) è tra le più alte al mondo e per niente comparabile alla zona Amazzonica, borneo o Madadascar che avevo prima citato e su questo era il mio discorso.
Diciamo che esistono dati sulla diminuzione della foresta amazzonica negli ultimi 20 anni dati dallo stesso ente che hai citato, con immagini satellitari e quant'altro.
Diciamo che se dallo 0,18% si è passati allo 0,08% , non è che sia per tutte le zone uguale a livello Mondiale.

Dal 1990 ad oggi, la maggior parte della deforestazione ha avuto luogo nelle aree tropicali. Al contrario, nei paesi temperati l’area netta di foreste è aumentata.
Il rapporto della FAO evidenzia che il tasso di deforestazione globale netto negli ultimi 25 anni si sia ridotto di oltre il 50% (passando dallo 0,18% dei primi anni 90 allo 0,08% nel periodo 2010-2015) :D

Questo hai scritto: e la foresta amazzonica  è nelle aree tropicali.
quindi sono io che interpreto a mio piacimento? Accidenti !  :o
Sei quantomeno fantasioso,non vi è che dire.


Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 23, 2019, 11:15:22 am
 ;D ..ci lascio perdere che è meglio..
se mi dici che non ho capito il msg e poi ti fai un pippone galattico sull'Amazzonia o Borneo non è colpa mia. :D
Tu hai scritto anche : Antropizzazione e presenza dell'uomo in densità abitativa.
Non corretto del tutto...perchè le aree densamente popolate sono quelle delle metropoli, che sono aumentate a discapito delle aree di campagna e boschive. Ma capisco che vuoi far passare il messaggio che le foreste stiano piano piano sparendo con l'uomo che si mangia tutto.
Il tasso di deforestazione è in netta dimunuzione negli ultimi 25 anni di oltre il 50% come anche tu hai citato.
punto, saluti.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Dicembre 23, 2019, 01:44:10 pm
;D ..ci lascio perdere che è meglio..
se mi dici che non ho capito il msg e poi ti fai un pippone galattico sull'Amazzonia o Borneo non è colpa mia. :D
Tu hai scritto anche : Antropizzazione e presenza dell'uomo in densità abitativa.
Non corretto del tutto...perchè le aree densamente popolate sono quelle delle metropoli, che sono aumentate a discapito delle aree di campagna e boschive. Ma capisco che vuoi far passare il messaggio che le foreste stiano piano piano sparendo con l'uomo che si mangia tutto.
Il tasso di deforestazione è in netta dimunuzione negli ultimi 25 anni di oltre il 50% come anche tu hai citato.
punto, saluti.
Se cito ciò come ti viene in mente che io voglia far passare il messaggio che le foreste di tutto il mondo stanno sparendo?
Spiegamelo!
Ci sono i dati della riduzione della foresta amazzonica,  come ci sono i dati della maggior forestazione nelle zone temperate e non solo. Hai scritto pure te che la maggior deforestazione è  nelle zone tropicali.
Senza pipponi o contropipponi a quanto pare  leggi solamente ciò che ti aggrada e che è nel tuo "enorme  sapere".
Ovvio che è impensabile fare alcun minimo di discussione costruttiva; io la verità in tasca non la ho, ma a quanto pare te si,  quindi cosa si ragiona a fare. Va ia va ia
Chiudiamola qui che è meglio.
I miei migliori saluti per Natale.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 23, 2019, 02:48:01 pm
Guarda che sei tu che hai fatto un pippone..io ho postato un grafico con dei dati, ho risposto al tuo commento, manon mi sono permesso di dirti o darti titoli offensivi. Rileggi i post...forse ti è sfuggito qualcosa, nessuno ha detto il contrario di quello che dici tu.
Ricambio i saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 24, 2019, 01:31:09 am
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/81171785_913721452357156_8208343352093966336_o.jpg?_nc_cat=111&_nc_ohc=v8yn6NTHEpIAQm0ZKv1J1HUhV-1mreRvYoxtCRNr-6keyvRcSpD2LfX3Q&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=d27452fcbe531a5c04ce69fb20623569&oe=5E78D3B5)

Grafico relativo alla frequenza degli uragani nel mondo dal 1980 ad oggi: si nota la diminuzione rispetto agli anni 90, con un trend di decrescita. Conclusioni: la storia della teoria secondo cui l'Agw o il gw amplifica la frequenza e la potenza degli uragani sul pianeta è sbagliata(anche questa)  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 24, 2019, 12:02:32 pm
BOLLETTINO DEL GELO NELL'EMISFERO SETTENTRIONALE.

Le temperature più basse raggiunte nelle ultime 24 ore fino alle 4,00 ora italiana .

RUSSIA ASIATICA ☆

Delyankir. - 54,3°

ALASKA ☆

Fort Yukon - 46,1°

CANADA ☆

Thomsen River - 45,7°

GROENLANDIA ☆

Summit - 45,6°

CINA ☆

Tulihe - 41,8°

MONGOLIA ☆

Baitag -30,6°

KAZAKISTAN ☆

Zhezkazgan -26,1°

NORVEGIA ☆

Folldal -Fredheim - 24,6°

RUSSIA EUROPEA ☆

Nizhnyaya Pesha -21,2° .

Dati di stazioni meteorologiche a norma.
Fonte Ogimet.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: barione - Dicembre 24, 2019, 12:13:26 pm
BOLLETTINO DEL GELO NELL'EMISFERO SETTENTRIONALE.

Le temperature più basse raggiunte nelle ultime 24 ore fino alle 4,00 ora italiana .

RUSSIA ASIATICA ☆

Delyankir. - 54,3°

ALASKA ☆

Fort Yukon - 46,1°

CANADA ☆

Thomsen River - 45,7°

GROENLANDIA ☆

Summit - 45,6°

CINA ☆

Tulihe - 41,8°

MONGOLIA ☆

Baitag -30,6°

KAZAKISTAN ☆

Zhezkazgan -26,1°

NORVEGIA ☆

Folldal -Fredheim - 24,6°

RUSSIA EUROPEA ☆

Nizhnyaya Pesha -21,2° .

Dati di stazioni meteorologiche a norma.
Fonte Ogimet.
Buongiorno ponente, ho letto su altri siti di un record di temperatura raggiunto in un distretto della cina settentrionale di -53,2....
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 24, 2019, 03:51:26 pm
Buongiorno ponente, ho letto su altri siti di un record di temperatura raggiunto in un distretto della cina settentrionale di -53,2....

Ciao...bel record, però è difficile per ora che qualcuno ne parli..  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Dicembre 24, 2019, 03:56:38 pm
Ciao...bel record, però è difficile per ora che qualcuno ne parli..  ;)
non fa notizia, solo il caldo, hanno forse parlato dei record di freddo ,avutosi a novembre in molti stati americani del nord…., con annesso record di accumulo nevoso.?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 24, 2019, 04:08:07 pm
non fa notizia, solo il caldo, hanno forse parlato dei record di freddo ,avutosi a novembre in molti stati americani del nord…., con annesso record di accumulo nevoso.?

Figurati..questi argomenti non vengono trattati, esclusi dal regime mediatico principale che poi gestisce tutte le varie testate a livello nazionale. Ma non diciamolo forte se no poi verremmo attaccati da quelli che dicono che si dà troppo risalto a queste fasi che sono normali, mentre all'opposto sono anormali...sai gente abituata a grandi freddi.. :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 25, 2019, 01:39:32 am
Dolomiti due giorni fà

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-0/p180x540/80802598_2566872733361232_5346760896519602176_o.jpg?_nc_cat=110&_nc_ohc=iG4UPTyZmbcAQnCR3lc5hVDZieeChFcntUvi_oQ_diWtQP2E3voio63Jw&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=66e598e46dd6cfdc1308307ec78603ae&oe=5EA31883)

c'era una volta..tanto tempo fà, la neve su queste montagne...


 ;D ;D ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Casalino - Dicembre 25, 2019, 09:28:25 am
Doganaccia.... Stamattina..
Anche qui c'era la neve.... Una volta.... (https://uploads.tapatalk-cdn.com/20191225/c6ddce8089c97a1697101e72e1f91007.jpg)

Inviato dal mio LLD-L31 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 26, 2019, 12:29:11 am
Alpi oggi:

Zermatt

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/80450916_161554761796266_3669477932939608064_n.jpg?_nc_cat=109&_nc_ohc=rfSno6UhCCMAQkbT-nY0PrZgK_3EQOdCiSyYuMF_9hOYMLJWZi0cnDEAQ&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=a856f8326bacbe139663ebb3d2b87a31&oe=5EA14E1C)

Alpi svizzere

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-0/p180x540/80417097_3156807271012945_7721209776289349632_o.jpg?_nc_cat=104&_nc_ohc=L-1BKAflzOkAQmRWou_MzgrMxahcQJjBio17WuecNgxEXBYup7n6_mnMw&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=3824622676c0743cdea0a6dc9b1fda5d&oe=5E71A709)

versanti italiani

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/80637489_2537250256531223_2648118608118415360_o.jpg?_nc_cat=110&_nc_ohc=AT6CkEiEmcIAQny2s4s-NWHJ3uuDAmZnShDZLwY_zsK8FLZohEaLBIpdg&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=21af3962e4fc24ab7695acfea3e012e4&oe=5EA5ACD0)

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/80369138_2714194388803645_5707351996911058944_o.jpg?_nc_cat=1&_nc_ohc=AQzZSff4T68AQm-HCVkhnqgFf5PJw2kgeV-FABH-rt66sdE_cxbgASung&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=7aa98219035ec56be406417d126d90a0&oe=5EA0533F)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: filinwmeteo - Gennaio 07, 2020, 02:55:17 pm
Salve a tutti! Stavo consultando la mappa Nasa degli incendi mondiali, di cui vi allego il link: https://firms.modaps.eosdis.nasa.gov/map .
Volevo vedere in che stato fossero i roghi in Australia e in Sud America, ma ho visto che vengono rilevati numerosissimi incendi nelle foreste pluviali africane (lungo tutta la fascia equatoriale!) e anche in tutta la Thailandia. Ho provato a cercare notizie a riguardo ma non ho trovato assolutamente niente. So che in certe aree del pianeta gli incendi fanno parte della normalità e che sono usati anche come pratica agricola per fertilizzare, ma il fenomeno mi sembra particolarmente intenso e diffuso. Qualcuno sa qualcosa in più? :o

[p.s. scusate se dovessi aver sbagliato sezione del forum!]
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 07, 2020, 04:25:24 pm
La mappa della Nasa mi pare di aver capito che mostra gli incendi rilevati sul pianeta nell'arco dell'ultimo mese, non del singolo giorno.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Gennaio 07, 2020, 04:58:55 pm
Belle le Alpi innevate ma siamo sui 3000 metriVediamo come siamo messi sotto i 1500
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: filinwmeteo - Gennaio 07, 2020, 05:23:36 pm
La mappa della Nasa mi pare di aver capito che mostra gli incendi rilevati sul pianeta nell'arco dell'ultimo mese, non del singolo giorno.
Ho controllato, ma si riferisce agli incendi rilevati nel corso delle ultime ventiquattro ore
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Ema Avenza - Gennaio 07, 2020, 05:35:48 pm
Belle le Alpi innevate ma siamo sui 3000 metriVediamo come siamo messi sotto i 1500
Basta guardare le webcam, le gare dei mondiali di sci, i video su Facebook di pagine di sci...

Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 07, 2020, 06:21:41 pm
Belle le Alpi innevate ma siamo sui 3000 metriVediamo come siamo messi sotto i 1500

Bah..Valgerola (SO) 1450 Mt, la prima che ho trovato senza tante menate..  :)

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/p720x720/82210787_2456211397980924_1474637820915089408_o.jpg?_nc_cat=105&_nc_ohc=vUS-n67zkcEAQlS561cMW_dfSCsjTAFTwsKmYSD0Reg9QNkxyOdO3MxKw&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=32204bb124c678243718631f1c406fea&oe=5EB42C64)

Versanti svizzeri sempre a 1400 Mt loc. Malghe Sinegga

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/p720x720/81755274_2592402450808260_8966936457486794752_o.jpg?_nc_cat=102&_nc_ohc=0tPykeDU0iwAQnJnHBxDR87coR69HQ4t6CT62UGB9sNZA2QAS_XJwYJ-Q&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=623a3878b2c09de7003c583294b5ae61&oe=5E94E1B4)

ma tranquillo la neve sparirà tra qualche decennio sarà un ricordo anche lì.. ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Gennaio 07, 2020, 08:53:18 pm
Sei un top playerSai benissimo che la Alpi occidentali risentono meno dello scirocco e dei venti da sud ovest e la quota neve è stata più bassa.Poi comunque 1450 e 1400, vorrei vedere solo 100-200 metri più in bassoQuesta è la Valgardena Santa Cristina 1450.....(https://uploads.tapatalk-cdn.com/20200107/349c3b463b35e0886ccf71f11414e3de.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 07, 2020, 10:58:29 pm
Sondrio è Alpi occidentali? Non Sandalo eh.. ;D ..Sondrio!
top!  :D
100 o 50 mt più in basso..come la fai difficile. Ho ripreso il tuo post che sei venuto a commentare dopo parecchi giorni dove dice: bella la neve ma solo sui 3000 Mt ... e visto che è una cacata immonda quello che scrivi, ho solo precisato.  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Gennaio 08, 2020, 07:16:52 am
Sondrio è Alpi occidentali? Non Sandalo eh.. ;D ..Sondrio!
top!  :D
100 o 50 mt più in basso..come la fai difficile. Ho ripreso il tuo post che sei venuto a commentare dopo parecchi giorni dove dice: bella la neve ma solo sui 3000 Mt ... e visto che è una cacata immonda quello che scrivi, ho solo precisato.  ;)
Evito di risponderti per non sporcare questo meraviglioso post
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 10, 2020, 12:21:00 am
 9/1/2020  Alpe Fontane Devero(VB)  1910 Mt

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/81796140_576374659811738_3161027042875539456_n.jpg?_nc_cat=102&_nc_ohc=hS4Trwy7tqYAQlBcJKEZsNdNwv3fF8MKwgtB2OvlZfXFmA_4-mRQLOSIA&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=5ebc76e02e83a0987012823c01494ddb&oe=5E8FCD58)

piste Devero

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/82558749_2604808782900960_2931481712581935104_n.jpg?_nc_cat=109&_nc_ohc=C84_mvJuHmYAQlIb6GyJurM3rRY6RUqlG0Bc2tdOhfMaynWYP02W8w0fw&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=a6bcaa08d0b79c76dc60b6cddcf56c58&oe=5EA8C273)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Tony UD - Gennaio 10, 2020, 07:30:27 am
Alpi orientali da giorni con valori tardo primaverili con zero termico oltre i 2500/3000m, sotto i 1500m non serve molta immaginazione per capire che siamo nel "dramma"…..
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 11, 2020, 01:23:13 am
Grafico della temperatura media della citta di Roma, ricavato da un noto sito meteo che recupera dati di stazioni ufficiali
Media annuale 15,5°

La scienza dell’atmosfera, la meteorologia, è lo studio dei parametri fondamentali e delle leggi fisiche che regolano il clima sulla terra: temperatura dell’aria, umidità e pressione atmosferica, radiazione solare e vento. Questo studio si avvale di osservazioni e misurazioni dirette e indirette a mezzo di stazioni meteorologiche, sonde e satelliti meteorologici.

Questi parametri fondamentali, che servono a descrivere il clima di una regione, a loro volta, dipendono (per poter ricavare dati oggettivi) dai fattori del clima , che comprendono la latitudine, l’altitudine, la distanza dal mare, l’influenza delle correnti marine, la presenza di catene montuose,
l’esposizione al Sole e ai venti.

(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/01/Temp_Roma-800x472.png)

Netto il trend al ribasso degli ultimi decenni, tra l'altro, se è pur vero che 50 anni siano un lasso di tempo limitato, è pur vero anche che sta avvenendo in epoca industriale, al contrario di quanto i mass-media propinano come realtà, per queste latitudini.

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 11, 2020, 01:31:15 am
Forte esplosione vulcanica del Vulcano Shishaldin in Alaska il giorno 8 Gennaio 2020, con cenere e materiale vulcanico a 10.300 Mt slm e considerando le latitudini, giunte sino in stratosfera

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/81510724_1677397465736323_3040157360266936320_n.jpg?_nc_cat=102&_nc_ohc=QgHyCUOHaWIAQk3tR2hzdIHHgnciRAPQ3QM67LaBt2xtO0gwFgRSinESg&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=c373fe8ca42a8be13e79512c0011c491&oe=5EA44FF7)

fonte Volcano Discovery
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Gennaio 11, 2020, 08:45:32 am
Per quanto riguarda la i dati ricavati dalla stazione di Molino del Piano attiva dal 2006 si stima un aumento della temperatura media in 10 anni di +0,64 C° che è un valore assurdo in un trend di soli 14 anni di rilevazioni. Appena sarà disponibile posterò tutti i dati. Intanto bilancio annuale:

Stazione meteo di Molino del Piano (12 km a nord-est di Firenze, 120 m slm, stazione attiva da marzo 2006): bilancio climatologico anno solare 2019

Tredicesimo anno solare completo per la stazione meteo di Molino del Piano (FI), inaugurata il 1 marzo 2006. Ecco il bilancio meteo dell'anno solare 2019.



TEMPERATURA MEDIA ANNO 2019, MESI PIÙ CALDI E PIÙ FREDDI E NOTE SULLE DECADI

La temperatura media del 2019 è stata di +14.71 °C, da confrontarsi con una media 2006-18 di +14.27 °C, per cui l'anomalia risultante è di +0.44 °C. Includendo anche le temperature registrate nel 2019, la nuova temperatura media annuale è pari a +14.30 °C.
Luglio, con +24.80 °C di temperatura media, è stato il mese più caldo dell'anno, mentre gennaio, con +3.25 °C, quello più freddo.

La temperatura minima media del 2019 è stata di +8.58 °C, mentre la media 2006-18 è di +8.37 °C, per un'anomalia di +0.21 °C.
In agosto si è registrata la temperatura minima media mensile più alta, +16.75 °C, mentre la temperatura minima media mensile più bassa c'è stata a gennaio, con -1.49 °C.

La temperatura massima media del 2019 è stata di +21.50 °C, mentre la media 2006-18 è di +20.86 °C, per cui l'anomalia è stata di +0.64 °C.
Agosto è stato il mese con la temperatura massima media mensile più alta, +33.56 °C. In gennaio la temperatura massima media mensile più bassa: +9.29 °C.

Per quanto riguarda le decadi, da segnalare la prima decade del 2019 caratterizzata da una temperatura minima media di -4.40 °C, nuovo record assoluto. Il precedente primato, appartenente alla prima decade di gennaio del 2017, era di -4.03 °C.
Sempre nella prima decade di gennaio, degna di nota anche la temperatura media (+0.83 °C), in terza posizione tra quelle più fredde di sempre, essendo superiore soltanto ai -0.38 °C della prima decade di febbraio 2012 e ai +0.64 °C della seconda decade di dicembre 2010.

ESTREMI DI TEMPERATURA DEL 2019

Gli estremi di temperatura del 2019 sono stati i -8.3 °C di minima del 4 gennaio e i +39.8 °C di massima del 25 luglio. Il primo dato è in 4° posizione tra le temperature minime più basse finora monitorate (il record assoluto è del 20 dicembre 2009 con -11.2 °C), mentre il secondo è in 5° posizione (il record assoluto è del 1 agosto 2017 con +41.1 °C).
L'escursione termica annuale del 2019 è stata dunque di 48.1 °C.
La massima escursione termica giornaliera c'è stata il 27 giugno con 23.7 °C (+15.4 °C / +39.1 °C), ben distante dal record assoluto di 26.4 °C del 27 settembre 2018, mentre la più bassa escursione termica, 3.1 °C (+13.1 °C / +16.2 °C) il 2 novembre (il record è di 1.2 °C del 10 gennaio 2015).

Da segnalare i +22.6 °C di temperatura minima dell'8 luglio, che eguaglia il record assoluto di temperatura massima più alta del 19 luglio 2010.

Il giorno più freddo è stato il 4 gennaio con -2.4 °C di temperatura media (9° valore più basso di sempre, il record è -6.5 °C del 20 dicembre 2009), mentre quello più caldo è stato il 25 luglio con +29.8 °C, secondo valore più alto di sempre a soli 0.1 °C dal record assoluto del 1 agosto 2017.


GIORNI DI GELO E GIORNI CON TEMPERATURE ≥30 °C E ≥35 °C

Nel 2019 ci sono stati 47 giorni con temperature minime inferiori a 0 °C (giorni di gelo), da confrontarsi con una media 2006-19 di 41 giorni.
Sono 85 i giorni con temperature massime uguali o superiori a +30 °C, nuovo record assoluto ben distante dalla media 2006-19 di 67 giorni. Da far notare che negli ultimi 3 anni il record è stato continuamente battuto, un dato su cui poter riflettere. In 23 giorni le temperature massime hanno avuto valori uguali o superiori a +35 °C (media 2006-19: 16 giorni). Il record assoluto è del 2012 con 31 giorni.


BILANCIO PLUVIOMETRICO DEL 2019

Nel 2019 ci sono stati 94 giorni di pioggia (giorni con accumulo superiore o uguale a 1 mm), da confrontarsi con una media 2006-19 di 95 giorni di pioggia annui.
Il 2019 si è concluso con un totale di 923.6 mm di pioggia, pari a 44.4 mm in meno rispetto alla media 2006-18 di 968.0 mm di pioggia annui. Da un confronto con la media precipitativa annuale di Firenze 1960-2000 (854.9 mm), l'anomalia risultante è di +68.7 mm, mentre con la media annuale 1992-2006 (840.3 mm) della vicina stazione "Remole" di Sieci del Centro Funzionale Regionale l'anomalia è pari a +83.3.

Con i dati del 2019 la nuova pluviometria media annuale della stazione meteo di Molino del Piano è di 964.2 mm.

Il mese più piovoso è stato novembre con 289.4 mm (superato il precedente record assoluto di novembre 2010 che primeggiava con 273.2 mm), quello più secco giugno con 0.6 mm.

La decade con il maggior cumulo di pioggia è stata la seconda di novembre con 125.0 mm (2° decade più piovosa di sempre, il record assoluto appartiene alla terza decade di novembre 2012 con 134.6 mm).

Il giorno con l'accumulo di pioggia maggiore è stato il 17 novembre con 46.2 mm, 20° valore più alto di sempre (il record assoluto è dell'8 agosto 2007 con 74.9 mm).

La massima pioggia oraria è stata registrata il 5 novembre con 19.2 mm, 32° valore più alto di sempre (il record assoluto è del 7 settembre 2017 con 40.7 mm).

Il massimo rain-rate (valore monitorato soltanto dal 1 marzo 2012) è stato di 147.6 mm/h, 28° valore più alto di sempre (il record assoluto è di 1645.8 mm/h, stabilito il 30 agosto 2018).


NEVE

Nel 2019 ci sono stati 2 eventi con precipitazioni nevose, il primo il 22 gennaio con tetti e prati leggermente imbiancati, mentre il secondo il 31 gennaio con 1 cm di accumulo su tetti e prati (a Firenze nevicata molto coreografica ma accumuli scarsi su tetti e parapetti). Per ulteriori dettagli consultare la nostra pagina web dedicata alle nevicate osservate a Firenze e dintorni: https://www.firenzemeteo.it/bollettini-meteo/elenco-nevicate-firenze.php


PRESSIONE

La pressione più alta è stata di 1035.7 hPa il 14 febbraio (25° valore più alto di sempre; il record è di 1041.7 hPa del 17 febbraio 2008), mentre quella più bassa è stata di 981.0 hPa il 13 dicembre, 4° valore più basso di sempre (il record assoluto, risalente al 30 gennaio 2015 è di 975.3 hPa).

La pressione media giornaliera più alta è del 30 dicembre con 1034.4 hPa (15° valore più alto di sempre; il record è del 17 febbraio 2008 con 1039.2 hPa), quella più bassa il 22 dicembre con 991.0 hPa (12° valore più basso di sempre; il record è del 30 gennaio 2015 con 981.5 hPa).

La più alta variazione di pressione giornaliera è stata registrata il 13 dicembre con 18.5 hPa, valore che si colloca in 22° posizione nella classifica assoluta. Il record di sempre è stato stabilito il 16 dicembre 2011 con 25.9 hPa.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: firenze3 - Gennaio 11, 2020, 09:08:55 am
Pour parler...leggevo sul noto forum di tromso che li sono un pò preoccupati per quest'inverno anticipato in quanto statisticamente preludio ad una stagione nei mesi clou sotto il dominio di anticicloni e gelo. Configuarazione che per noi sarebbe invece preludio di un'inverno niente male.... ;) ;)

Ragazzi x tromso e in particolare l'utente Fenrir, andate nel forum di Meteonetwork dove c'è un post apposito che seguo da anni. Quest'anno hanno avuto un bel sopramedia....Andate e leggete  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 12, 2020, 11:58:52 am
Attività solare ridotto al lumicino, il sole non riesce più a produrre una piccola spot e mantenerla tale, da mesi.  Minimo profondo, deep-modern solar minimum, dopo un secolo e mezzo di modern solar maximum...

https://watchers.news/2020/01/12/powerful-eruption-taal-volcano-philippines-january-2020/?fbclid=IwAR0SkHKPku5ZHj5w0K0TqIo8ZR3PVb-aWHlUZW-jNSnbe2rvLBDgZG-ZAkU
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 12, 2020, 02:06:00 pm
Vulcano Taal (Luzon, Filippine)

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/82210771_2763473663731350_2011987647538397184_o.jpg?_nc_cat=110&_nc_ohc=-hX3P4rSKHAAQkwBlLBzcsfpQpXjia7NZ_XmDqxQe3rZZvyaDlR_gqIvg&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&_nc_tp=1&oh=707ad674f7db63b746e43f427f959307&oe=5E9C4DBC)

https://twitter.com/seokjanekook/status/1216274159010869249?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1216274159010869249&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.attivitasolare.com%2Fbreaking-news-potente-eruzione-al-vulcano-taal-cenere-vulcanica-a-167-km-55-000-piedi-slm-filippine%2F (https://twitter.com/seokjanekook/status/1216274159010869249?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1216274159010869249&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.attivitasolare.com%2Fbreaking-news-potente-eruzione-al-vulcano-taal-cenere-vulcanica-a-167-km-55-000-piedi-slm-filippine%2F)


(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/01/82441190_10157212753482734_365993383270809600_o.jpg)

https://watchers.news/2020/01/12/powerful-eruption-taal-volcano-philippines-january-2020/ (https://watchers.news/2020/01/12/powerful-eruption-taal-volcano-philippines-january-2020/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 14, 2020, 11:10:03 am
Webcam Vulcano Taal (live)

https://www.youtube.com/watch?v=sXPCYPO5i5M&feature=youtu.be&fbclid=IwAR1f1Gi8IrVS9U5-d0hAp8JY2g_ThNn-q9U6qjIaYAfYtIENNYQXadRLx-Q (https://www.youtube.com/watch?v=sXPCYPO5i5M&feature=youtu.be&fbclid=IwAR1f1Gi8IrVS9U5-d0hAp8JY2g_ThNn-q9U6qjIaYAfYtIENNYQXadRLx-Q)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 16, 2020, 06:18:40 pm
dati dalle Alpi su altezza neve, dopo questo mese di super caldo e anticiclone spazzaneve  :) :D

Alpe Veglia, zona Sempione, quota 1700 Mt

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/82520519_2619037758144729_4560781241401475072_n.jpg?_nc_cat=111&_nc_ohc=JpBN7BO8dZYAX-6brFq&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=ac06591a05987b1934c64732fe0f08b1&oe=5E8D5D99)


Val Formazza, 2000 Mt
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/82414323_2619061691475669_7620992770341076992_n.jpg?_nc_cat=105&_nc_ohc=SZcJYXCyhWEAX8fW5F4&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=d9fb8b818ddf45881b795f951ef83ab8&oe=5ED9BA7D)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 18, 2020, 11:38:08 am
 l'agw non esiste, è solo una fantasia mediatica commerciale, le fasi climatiche si, ricordandoci sempre che il clima si valuta a scala globale e temporale

https://urbancoldspots.blogspot.com/2019/10/la-grande-recessione-solare.html
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Gennaio 18, 2020, 04:49:49 pm
l'agw non esiste, è solo una fantasia mediatica commerciale, le fasi climatiche si, ricordandoci sempre che il clima si valuta a scala globale e temporale

https://urbancoldspots.blogspot.com/2019/10/la-grande-recessione-solare.html
questa è la tua idea! Meglio specificare.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 18, 2020, 04:56:19 pm
questa è la tua idea! Meglio specificare.

Certamente  :)..se vogliamo essere pignoli allora diciamo che è la MIA di altri e, specificatamente, di quella di MOLTISSIMI studiosi
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Gennaio 18, 2020, 05:46:13 pm
idem ,possono rispondere coloro che sono fautori assoluti del Gw antropico e basta. D'altra parte studi ci sono pure lì , e con moltissimi ricercatori.
Io che sono nel "mezzo" preferirei si specificasse le proprie posizioni come "proprie", senza assoluti, visto che per adesso nessuna posizione e certa.
So di chiedere molto nel tempo delle posizioni duali ( il bianco e nero, il bene ed il male) dove chi cerca di vedere ad ampio raggio ,senza riconoscersi ed arroccarsi in posizioni prestabilite, viene visto come una pecora nera dalle 2  "partes". Però poi di solito , le sfumature di grigio, sono il vero colore della vita.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Gennaio 18, 2020, 07:01:47 pm
Molto affascinante l'articolo postato da Ponente.Ma almeno per quanto mi risulta non è possibile ad oggi negare il GW.... non ho detto AGW😜
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 19, 2020, 10:50:18 am
Molto affascinante l'articolo postato da Ponente.Ma almeno per quanto mi risulta non è possibile ad oggi negare il GW.... non ho detto AGW😜

Infatti ho parlato di agw   :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 22, 2020, 12:07:13 am
Eruzione in corso sul Vulcano Shishaldin  (Alaska) il giorno 19 Gennaio 2020
con pennacchio vulcanico ad una quota di 7 km  slm

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/82502235_171609400912654_8290467395990978560_n.jpg?_nc_cat=103&_nc_ohc=hXsZ_zSViNwAX__GG8v&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=a261762f88402b9e6418f78dc741382a&oe=5E995344)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 24, 2020, 04:27:16 pm
Nelle prime due decadi di questo secolo, il trend dello squilibrio del bilancio radiativo è negativo, nonostante la persistenza delle forzanti antropiche. Questo conferma il rallentamento del global warming ma, soprattutto, conduce a bassi valori di sensibilità climatica, nota come la reazione del sistema all’aumento della concentrazione di gas serra. Molto, molto più bassi di quanto stimato, per un problema clima molto, ma molto meno grave di quanto prospettato

(https://www.mdpi.com/remotesensing/remotesensing-11-00663/article_deploy/html/images/remotesensing-11-00663-ag.png)

https://www.mdpi.com/2072-4292/11/6/663 (https://www.mdpi.com/2072-4292/11/6/663)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 25, 2020, 10:37:33 am
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/p960x960/83524937_1405326906328606_6811338422263742464_o.jpg?_nc_cat=102&_nc_ohc=kCcpbhYhoT0AX_ejbBx&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&_nc_tp=6&oh=89a1956269da0e86a113d093aee46fe8&oe=5ECC90CD)

E dimostrato, che nel 2019 il numero di morti per disastri legati al clima (temperature estreme, tempeste, uragani, inondazioni, incendi, frane, carestie e siccità) siano in netta diminuzione.  E non è un solo anno il 2019, ma  continua la tendenza in cui le morti per meteo estremo sono incredibilmente in calo del 99% rispetto ad un secolo fa.
Mentre i profeti del destino piangono, '' la gente sta morendo'' sperando di spaventare i bambini, i creduloni ed ingenui ad unirsi al loro culto

Chissà se i media ci diranno questa bella notizia  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 25, 2020, 11:33:13 am
La neve resterà un lontano ricordo e guai a pensarla diversamente....
In tv propinano questo e altre catastrofi da fine del mondo, tipo maya ecc...ogni giorno un tam tam martellante, senza nessuna voce che possa aver possibilità di controbattere...ormai è peggio dell'inquisizione,quando chi giustamente pensava che la Terra non era al centro dell'universo veniva tacciato di eretico.
Il lavaggio del cervello è assicurato..generazioni di ecologisti puritani allo sbaraglio... ormai essere green è il nuovo mod..
ma poi gli stessi sono succubi del consumismo più sfrenato, credendo che sia possibile conciliare l'una e l'altra cosa in un mondo ipertecnologico con una richiesta di energia sempre in costante aumento.

Neve agli sgoccioli..chissà se la rivedremo presto..

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-0/p180x540/82902107_2636391539742684_369317855461638144_o.jpg?_nc_cat=108&_nc_ohc=QwjZv-z3dRoAX-ZXnzr&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&_nc_tp=6&oh=25af76c946534631fb4c2e48de1c047c&oe=5E9BFD3B)

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/83250111_2636402893074882_6250563006489427968_n.jpg?_nc_cat=101&_nc_ohc=S6LRW-1D700AX90GBec&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=4aeb92ec75a8a14bf65f8ea0cb747909&oe=5E9029C4)

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/83490278_2636402976408207_6230592181657141248_n.jpg?_nc_cat=105&_nc_ohc=eLCU-iNceREAX85Nso0&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=31f583f1607f7951ed038b5d0cba3824&oe=5E9D2D1E)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Securityman74 - Gennaio 25, 2020, 12:31:31 pm
Da qualche parte ho la media (in Europa) della differenza di T tra prima e dopo la rivoluzione industriale..... non è altissima mi ricordo che Roma aveva avuto un aumento di 0,11°.


Inviato dal mio Redmi S2 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Cloover - Gennaio 25, 2020, 02:15:01 pm
Un articolo dell'amico Luca Angelini  ;)  In pratica l'aumento dei Gas Serra di origine antropica starebbe ostacolando il segnale di una PEG :

http://meteobook.it/lo-sprint-delle-temperature-negli-ultimi-100-anni-ci-sta-catapultando-fuori-dallolocene/?fbclid=IwAR3gdEyvn4ZWEYIoj6u8V0YRZZJpgzN3yMDnNBr5C8LBEUWb8JJo5OrOQfE (http://meteobook.it/lo-sprint-delle-temperature-negli-ultimi-100-anni-ci-sta-catapultando-fuori-dallolocene/?fbclid=IwAR3gdEyvn4ZWEYIoj6u8V0YRZZJpgzN3yMDnNBr5C8LBEUWb8JJo5OrOQfE)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Gennaio 25, 2020, 05:12:59 pm
 io metto questo articolo di Novembre ; intervista al Direttore per la protezione idrogeologica del CNR:

"Con l'aumento dell'intensità delle piogge il nostro paese è ancora più a rischio idrogeologico". Lo sostiene Fausto Guzzetti, direttore dell'Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica del Cnr-Irpi. Si stima che dal 2000 a oggi in Italia abbiano perso la vita in totale 438 persone a causa del dissesto idrogeologico.

"Gli eventi a maggior impatto, quelli con un indice di mortalità molto alto, sono diminuiti. Mentre gli eventi a minor impatto, quelli che causano pochi morti, sono rimasti costanti nel tempo. Questa la dice lunga su quanto il nostro paese abbia fatto poco per mettere in sicurezza il territorio e per informare la popolazione".

"Il triste primato delle vittime - aggiunge l'esperto - è del 2000 (54 morti e 7 dispersi), seguono il 2009 (50 morti e 6 dispersi), il 2011 (44 morti) e il 2018 (38 morti e 2 dispersi)".  L'ultimo rapporto del Cnr-Irpi rileva che i dati del 2018 sono i più gravi registrati negli ultimi cinque anni. Lo scorso anno, infatti, frane e inondazioni hanno causato in Italia 38 morti, 2 dispersi, 38 feriti e oltre 4.500 tra sfollati e senzatetto in 134 comuni, distribuiti in 19 regioni.

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Gennaio 25, 2020, 05:20:53 pm
metto anche questo, senza però aggiungere commenti o riflessioni personali:

Italia sesta negli ultimi 20 anni per numero di vittime
Secondo il quale anche l’Italia risulta tra le nazioni più colpite, con 51 decessi e 4,18 miliardi di dollari di perdite. Ma prendendo in considerazione gli ultimi due decenni, il nostro paese risulta sesto in termini di numero di vittime. E diciottesimo per quanto riguarda le perdite economiche.

Climate risk index eventi meteorologici estremi
Le nazioni più colpite dagli eventi meteorologici estremi nel periodo 1999-2018 © Germanwatch

Guardando al 2018, il rapporto di Germanwatch indica invece il Giappone come la nazione più vulnerabile di fronte agli eventi climatici estremi. Con 1.282 morti e quasi 36 miliardi di dollari di perdite, pari allo 0,64 per cento del prodotto interno lordo. A trascinare la nazione asiatica al primo posto è stata la successione quasi ininterrotta di tre eventi estremi nel corso dei mesi estivi.


Dapprima le piogge torrenziali che si sono abbattute sull’isola tra il 6 e l’8 luglio, con più di 200 millimetri caduti ogni giorno. Quindi un’intensa ondata di caldo durata dalla metà di luglio fino alla fine di agosto, che ha comportato il ricovero di più di 70mila persone. Infine, a settembre, il passaggio del tifone Jebi, il più potente degli ultimi 25 anni.

Nel 2018 gli eventi meteorologici estremi hanno colpito soprattutto il Giappone
Al secondo posto, sempre nel 2018, figurano le Filippine. Mentre tra le nazioni europee Germania risulta terza, con 1.256 morti e danni per 5 miliardi di dollari. La prima economia del Vecchio Continente ha vissuto il secondo semestre più caldo della storia, da quando le temperature vengono registrate con regolarità. Il termometro è arrivato nelle regioni occidentali a superare i 40 gradi.

Climate risk index eventi meteorologici estremi
La classifica delle nazioni più colpite dagli eventi meteorologici estremi nel corso del 2018, secondo il Climate risk index 2020 © Germanwatch

La classifica stilata da Germanwatch indica poi al quarto posto il Madagascar, quindi India, Sri Lanka, Kenya, Ruanda, Canada e Isole Fiji. Il Climate risk index prende in considerazione ondate di caldo, inondazioni, uragani, tifoni, episodi di siccità. Nel documento si sottolinea come non sempre sia semplice stabilire un legame tra un dato evento e i cambiamenti climatici provocati dall’uomo. Tuttavia, gli esperti che hanno redatto il testo si sono basati su numerosi studi scientifici che mostrano come il clima rappresenti un fattore in grado di aggravare gli episodi estremi presi in considerazione.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Gennaio 25, 2020, 06:36:03 pm
Un articolo dell'amico Luca Angelini  ;)  In pratica l'aumento dei Gas Serra di origine antropica starebbe ostacolando il segnale di una PEG :

[url]http://meteobook.it/lo-sprint-delle-temperature-negli-ultimi-100-anni-ci-sta-catapultando-fuori-dallolocene/?fbclid=IwAR3gdEyvn4ZWEYIoj6u8V0YRZZJpgzN3yMDnNBr5C8LBEUWb8JJo5OrOQfE[/url] ([url]http://meteobook.it/lo-sprint-delle-temperature-negli-ultimi-100-anni-ci-sta-catapultando-fuori-dallolocene/?fbclid=IwAR3gdEyvn4ZWEYIoj6u8V0YRZZJpgzN3yMDnNBr5C8LBEUWb8JJo5OrOQfE[/url])

ho visto e letto Filippo ; interessante opinione .
ti copio link del report climatico anno 2016 fatto dall'ISPRA, ho notato 2 cosette che secondo la mia modestissima opinione, fanno propendere per una maggiore variazione di umidità relativa generalizzata in Italia, dovuta dall'andamento delle temperature del mare . Che ne pensi, Filippo ?
http://www.isprambiente.gov.it/files2017/pubblicazioni/manuali-linee-guida/statoamb72.pdf (http://www.isprambiente.gov.it/files2017/pubblicazioni/manuali-linee-guida/statoamb72.pdf)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 26, 2020, 11:43:34 am
metto anche questo, senza però aggiungere commenti o riflessioni personali:

Italia sesta negli ultimi 20 anni per numero di vittime
Secondo il quale anche l’Italia risulta tra le nazioni più colpite, con 51 decessi e 4,18 miliardi di dollari di perdite. Ma prendendo in considerazione gli ultimi due decenni, il nostro paese risulta sesto in termini di numero di vittime. E diciottesimo per quanto riguarda le perdite economiche.

Climate risk index eventi meteorologici estremi
Le nazioni più colpite dagli eventi meteorologici estremi nel periodo 1999-2018 © Germanwatch

Guardando al 2018, il rapporto di Germanwatch indica invece il Giappone come la nazione più vulnerabile di fronte agli eventi climatici estremi. Con 1.282 morti e quasi 36 miliardi di dollari di perdite, pari allo 0,64 per cento del prodotto interno lordo. A trascinare la nazione asiatica al primo posto è stata la successione quasi ininterrotta di tre eventi estremi nel corso dei mesi estivi.


Dapprima le piogge torrenziali che si sono abbattute sull’isola tra il 6 e l’8 luglio, con più di 200 millimetri caduti ogni giorno. Quindi un’intensa ondata di caldo durata dalla metà di luglio fino alla fine di agosto, che ha comportato il ricovero di più di 70mila persone. Infine, a settembre, il passaggio del tifone Jebi, il più potente degli ultimi 25 anni.

Nel 2018 gli eventi meteorologici estremi hanno colpito soprattutto il Giappone
Al secondo posto, sempre nel 2018, figurano le Filippine. Mentre tra le nazioni europee Germania risulta terza, con 1.256 morti e danni per 5 miliardi di dollari. La prima economia del Vecchio Continente ha vissuto il secondo semestre più caldo della storia, da quando le temperature vengono registrate con regolarità. Il termometro è arrivato nelle regioni occidentali a superare i 40 gradi.

Climate risk index eventi meteorologici estremi
La classifica delle nazioni più colpite dagli eventi meteorologici estremi nel corso del 2018, secondo il Climate risk index 2020 © Germanwatch

La classifica stilata da Germanwatch indica poi al quarto posto il Madagascar, quindi India, Sri Lanka, Kenya, Ruanda, Canada e Isole Fiji. Il Climate risk index prende in considerazione ondate di caldo, inondazioni, uragani, tifoni, episodi di siccità. Nel documento si sottolinea come non sempre sia semplice stabilire un legame tra un dato evento e i cambiamenti climatici provocati dall’uomo. Tuttavia, gli esperti che hanno redatto il testo si sono basati su numerosi studi scientifici che mostrano come il clima rappresenti un fattore in grado di aggravare gli episodi estremi presi in considerazione.

Da sempre non dai giorni nostri il clima e le avversità meteorologiche comportano rischi per l'uomo, che nei secoli ha dovuto lottare per difendersi, sia a volte con buoni risultati sia a volte con scarsi.
Ciò non toglie che nel globo sia più bassa l'incidenza di morti al giorno d'oggi rispetto ad un secolo fà e non di poco. Questa non è una mia personale opinione, sono dati, poi che l'Italia sia  tra i paesi più colpiti è un altro discorso, e questo non rientra solo nella casistica,  essendo l'Italia un paese ad alto rischio idro-geologico, ma non dai giorni nostri, ma da sempre,ma anche dalle politiche di salvaguardia del territorio e l'urbanizzazione edlizia scellerata con  migliaia di casi di abusivismo.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Gennaio 26, 2020, 04:50:44 pm
Giusta riflessione Ponente. Bisogna anche però sottintendere come , rispetto agli inizi del secolo scorso ( mettiamoci pure i primi 50 anni) oggi giorno esistono strutture di soccorso ed enti preposti a questi che fanno si che le morti date dagli eventi meteo avversi, e non solo, siano altamente mitigate, per fortuna, da essi.  Semmai , se proprio ci deve essere una riflessione , non deve essere solamente sulle strutture di soccorso. che ci sono ed in linea di massima funzionano bene, ma anche su di una prevenzione di tali eventi a tutto campo. ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Gennaio 26, 2020, 05:08:18 pm
https://www.istat.it/it/files/2018/06/Report_Meteoclima.pdf (https://www.istat.it/it/files/2018/06/Report_Meteoclima.pdf)

Sui dati ISTAT 2016 delle principali città italiane :   range 1971-2000 e 2002-2016

su questo grafico la città di Roma vede aumentate le temperature medie nel range temporale preso in misurazione.Specialmente nel range 2002-2016 rispetto al 1971-2000. Il grafico delle città italiane nel link.
Saluti.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 28, 2020, 11:28:24 am
Giusta riflessione Ponente. Bisogna anche però sottintendere come , rispetto agli inizi del secolo scorso ( mettiamoci pure i primi 50 anni) oggi giorno esistono strutture di soccorso ed enti preposti a questi che fanno si che le morti date dagli eventi meteo avversi, e non solo, siano altamente mitigate, per fortuna, da essi.  Semmai , se proprio ci deve essere una riflessione , non deve essere solamente sulle strutture di soccorso. che ci sono ed in linea di massima funzionano bene, ma anche su di una prevenzione di tali eventi a tutto campo. ;)

Certamente, giusta osservazione, ma precisiamo allora pure che agli inizi del 1900 la popolazione mondiale era di gran lunga inferiore e che al giorno d'oggi alcune zone che sono meta di turismo  e di fissa dimora non esistevano
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 28, 2020, 06:11:35 pm
https://www.attivitasolare.com/gli-scienziati-si-ribellano-ai-catastrofisti-del-clima/ (https://www.attivitasolare.com/gli-scienziati-si-ribellano-ai-catastrofisti-del-clima/)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Gennaio 30, 2020, 01:02:57 pm
https://www.agi.it/data-journalism/numeri_40_anni_disastri_irma_uragani-2138435/news/2017-09-10/ (https://www.agi.it/data-journalism/numeri_40_anni_disastri_irma_uragani-2138435/news/2017-09-10/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Gennaio 31, 2020, 07:15:33 am
https://www.firenzemeteo.it/stazione-meteo-molino-del-piano-archivio/database/molino-del-piano-temperature-medie-annuali.php
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: bebix - Gennaio 31, 2020, 01:07:58 pm
0,064º C di aumento all’anno, con i metodi di rilevazioni a disposizione secondo me non ha nessun valore scientifico.
Sono poco più di mezzo decimo di grado all’anno, ma di cosa parliamo?
Basta che un piccione si piazzi per un paio d’ore vicino al sensore e salta la media annuale!!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Gennaio 31, 2020, 06:15:43 pm
0,064º C di aumento all’anno, con i metodi di rilevazioni a disposizione secondo me non ha nessun valore scientifico.
Sono poco più di mezzo decimo di grado all’anno, ma di cosa parliamo?
Basta che un piccione si piazzi per un paio d’ore vicino al sensore e salta la media annuale!!

Scusami ma questo è un Pensiero tuo! Allora tutte le stazioni avrebbero questo problema! Incudine ha solo postato l'andamento della Stazione di Molino del Piano, che poi visto la "giovane età" non può essere presa come riferimento climatico se non per gli anni dal 2006 al 2019 che come ben sai sono pochi per un trend di andamento, e questo è l'andamento dei 13 anni ,punto. Poi non è una stazioncina così così ; la Stazione l' ha messa un nostro amico che lavorava proprio su questo campo come ricercatore  al polo scientifico a Sesto Fiorentino, creando di fatto poi un portale che mi sembra anche ben fatto. Se vuoi il link è: www.firenzemeteo.it (http://www.firenzemeteo.it), così vedi i dettagli anche della stazione meteo.
Titolo: Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: bebix - Gennaio 31, 2020, 06:19:59 pm
Ma non discuto sulla stazione, non critico chi raccoglie i dati e gestisce tutto, sono proprio gli 0,064 gradi all’anno che non significano niente dal punto di vista scientifico. Neanche quando ti misuri la febbre apprezzi una variazione di temperatura così piccola!

Comunque, esatto è un mio pensiero e non voglio alimentare nessuna polemica: ho scritto quello che pensavo giusto o sbagliato che sia!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: sanverano144 - Gennaio 31, 2020, 11:46:28 pm


Ma non discuto sulla stazione, non critico chi raccoglie i dati e gestisce tutto, sono proprio gli 0,064 gradi all’anno che non significano niente dal punto di vista scientifico. Neanche quando ti misuri la febbre apprezzi una variazione di temperatura così piccola!

Comunque, esatto è un mio pensiero e non voglio alimentare nessuna polemica: ho scritto quello che pensavo giusto o sbagliato che sia!

Lo puoi pensare ma non lo puoi dire


Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 01, 2020, 10:33:37 am

Lo puoi pensare ma non lo puoi dire


Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

Eccerto...altri invece dicono senza bisogno di specificare o che qualcuno gli vada a dire che è un pensiero suo...
per me è una forma di totalitarismo..come nel medioevo  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 01, 2020, 10:34:01 am
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/84680933_1700267950115941_1237266282819092480_n.jpg?_nc_cat=111&_nc_ohc=RIOhx0GlCB4AX-hj8nc&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=00ce6757cfb9b08d858359dd45fd55e3&oe=5EC9690D)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Febbraio 01, 2020, 10:46:01 am
Scusami ma questo è un Pensiero tuo! Allora tutte le stazioni avrebbero questo problema! Incudine ha solo postato l'andamento della Stazione di Molino del Piano, che poi visto la "giovane età" non può essere presa come riferimento climatico se non per gli anni dal 2006 al 2019 che come ben sai sono pochi per un trend di andamento, e questo è l'andamento dei 13 anni ,punto. Poi non è una stazioncina così così ; la Stazione l' ha messa un nostro amico che lavorava proprio su questo campo come ricercatore  al polo scientifico a Sesto Fiorentino, creando di fatto poi un portale che mi sembra anche ben fatto. Se vuoi il link è: [url=http://www.firenzemeteo.it]www.firenzemeteo.it[/url] ([url]http://www.firenzemeteo.it[/url]), così vedi i dettagli anche della stazione meteo.
Si rimane basiti nel sentire certi commenti, credo che nemmeno abbia letto il report sull'andamento climatico e che è riferito a soli 13 anni e che il valore che ne esce è assurdo per quanto alto.Poi valore scientifico che vuol dire? Quei grafici sono ottenuti da dati reali secondo leggi matematiche non castonerie. E comunque si parla di statistica. Passo e chiudo.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: sanverano144 - Febbraio 01, 2020, 10:47:59 am
Eccerto...altri invece dicono senza bisogno di specificare o che qualcuno gli vada a dire che è un pensiero suo...
per me è una forma di totalitarismo..come nel medioevo  ;)
È così in tutte le discussioni sia politiche sportive o altro
Se c'è una corrente remarci contro è difficile ed io a peggiorare il tutto  non ho mai pensato che queste correnti siano spontanee o naturali

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

Titolo: Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: bebix - Febbraio 01, 2020, 10:51:22 am
@ Incudine
Te non mi conosci, ma ti chiarisco che non mi permetto di fare affermazioni senza leggere il contesto: quanto alla statistica ho avuto occasione di studiarla per ben due volte durante i miei studi post laurea nei corsi di specializzazione: sono passati trent’anni ma qualcosa mi ricordo.
Per me passo e chiudo, buon weekend!!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Febbraio 01, 2020, 11:00:01 am
@ Incudine
Te non mi conosci, ma ti chiarisco che non mi permetto di fare affermazioni senza leggere il contesto: quanto alla statistica ho avuto occasione di studiarla per ben due volte durante i miei studi post laurea nei corsi di specializzazione: sono passati trent’anni ma qualcosa mi ricordo.
Per me passo e chiudo, buon weekend!!
Ok, scusami. Ma allora te che hai studiato la materia quanto dovrebbe essere l'aumento annuo per essere significativo???Un paio di gradi?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: bebix - Febbraio 01, 2020, 11:04:20 am
Un conto è la significatività del dato, che può essere anche corretta, un conto è l’esiguità della variazione che in un sistema complicato come quello che controlliamo può dipendere da fattori anche diversi rispetto allo scopp della ricerca. Hai ragione se fosse variata di 2 gradi non avrei detto niente, ma ripeto una variazione di 65 centesimi di grado in un anno a mio modesto avviso non significa niente (torno all’esempio del piccione).
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Febbraio 01, 2020, 11:13:33 am
Un conto è la significatività del dato, che può essere anche corretta, un conto è l’esiguità della variazione che in un sistema complicato come quello che controlliamo può dipendere da fattori anche diversi rispetto allo scopp della ricerca. Hai ragione se fosse variata di 2 gradi non avrei detto niente, ma ripeto una variazione di 65 centesimi di grado in un anno a mio modesto avviso non significa niente (torno all’esempio del piccione).
Il valore diventa significativo se diventa un trend.
Come detto 13 anni sono pochi per giungere a conclusioni ma il dato che ne esce fa riflettere eccome. Ci si aspetterebbe come minimo anni sottomedia per abbassare il trend ma questo non sta accadendo.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 01, 2020, 11:37:35 am
Quindi io sarei un totalitarista medioevale inquisitore . Bene a sapersi . Vedo che chi mi accusa di aver detto " è un tuo pensiero " , è un campione di democrazia di pensiero, un luminare dei diritti costituzionali e della molteplicità delle idee, che rispetta soprattutto su questo forum, il pensiero degli altri, mai scimmiottando le altrui idee, ne forzando le proprie postando dati presi da enti competentissimi come facebook.
Quindi se in matematica uno aumenta 5 kg in dieci anni, che sono 1/2 chilo l'anno, che vuoi che sia, sono un inezia. Solamente che il trend di crescita è  quello, dai dati della stazione, che è  un enormità rispetto al trend generale, e visto il poco range temporale preso in visione, come già detto anche da me, non è alcunché specifico per dimostrare alcuna cosa; anzi personalmente mi aspetto nei prossimi anni un ridimensionamento del trend di questi 13 anni su la stazione presa in essere.
Chiedo ad Incudine di riservarsi a postare altre statistiche della stazione, onde evitare polemiche inutili.
Chiudo qua il discorso su questa cosa, sennò vengo tacciato di essere un dittatore ultranazionalista.
Da chi poi........


Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 01, 2020, 11:47:38 am
Quindi io sarei un totalitarista medioevale inquisitore . Bene a sapersi . Vedo che chi mi accusa di aver detto " è un tuo pensiero " , è un campione di democrazia di pensiero, un luminare dei diritti costituzionali e della molteplicità delle idee, che rispetta soprattutto su questo forum, il pensiero degli altri, mai scimmiottando le altrui idee, ne forzando le proprie postando dati presi da enti competentissimi come facebook.
Quindi se in matematica uno aumenta 5 kg in dieci anni, che sono 1/2 chilo l'anno, che vuoi che sia, sono un inezia. Solamente che il trend di crescita è  quello, dai dati della stazione, che è  un enormità rispetto al trend generale, e visto il poco range temporale preso in visione, come già detto anche da me, non è alcunché specifico per dimostrare alcuna cosa; anzi personalmente mi aspetto nei prossimi anni un ridimensionamento del trend di questi 13 anni su la stazione presa in essere.
Chiedo ad Incudine di riservarsi a postare altre statistiche della stazione, onde evitare polemiche inutili.
Chiudo qua il discorso su questa cosa, sennò vengo tacciato di essere un dittatore ultranazionalista.
Da chi poi........


Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Se c'è uno che qui fà polemica quello sei tu...sei tu che punta il dito contro a chi scrive, come ti ho fatto notare.
Pura demagogia quello che scrivi dopo.. ;D  come l'esempio delle persona che prende peso o pura falsità degli articoli presi su fb...ci sono link autorevoli di siti stranieri che fanno divulgazione scientifica. ;D
Invece ben vengano i dati come quelli postati da incudine, che mostra dati reali, seppur di una zona/area del globo e molto limitati nel tempo.

La chiudo qui per non sporcare questo thread
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 01, 2020, 11:50:58 am
È così in tutte le discussioni sia politiche sportive o altro
Se c'è una corrente remarci contro è difficile ed io a peggiorare il tutto  non ho mai pensato che queste correnti siano spontanee o naturali

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk
Ah ....un P.S per il caro utente Sanverano 144 e per il Mitico Ponente.
Le mie constatazioni ed il mio pensiero sono mie, libere ed indipendenti, e difficilmente,anzi mai, mi faccio tirare per la giacchetta da qualcuna "partes" , sia politica sia sportiva o quant'altro. Posso sbagliare o fare bene, ma sono sempre io. Metto sempre il beneficio del dubbio su ogni materia che studio o che affronto.
Quindi, se non ti e vi dispiace, certi commenti di constatazione ed attacco personale,lasciateli nel cassetto del vs pensiero, prima di sbrodolarli a getto sul Forum......anche solo per la vs virtù democratica ed il rispetto a tutto il forum, dove si può anche discutere ed avere idee diverse, come del resto ha l'utente Bebix, rispetto a me, ci mancherebbe. Scambiare una discussione, pacata e senza offese, per una presa oscurantista .....non è  certo da voi.
Chiudo l'OT e vi saluto augurandovi un buon week- end.


Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: furmine - Febbraio 01, 2020, 11:52:43 am
Beh, un aumento medio di 0.064 gradi l'anno nel giro di meno di un secolo stravolgerebbe le mappe mondiali che usiamo da migliaia di anni
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 01, 2020, 11:56:00 am
Se c'è uno che qui fà polemica quello sei tu...sei tu che punta il dito contro a chi scrive, come ti ho fatto notare.
Pura demagogia quello che scrivi dopo.. ;D  come l'esempio delle persona che prende peso o pura falsità degli articoli presi su fb...ci sono link autorevoli di siti stranieri che fanno divulgazione scientifica. ;D
Invece ben vengano i dati come quelli postati da incudine, che mostra dati reali, seppur di una zona/area del globo e molto limitati nel tempo.

La chiudo qui per non sporcare questo thread
Scrivere" è un tuo pensiero" è puntare il dito contro.
Allora mi scuso con l'utente Bebix , se sono stato troppo indelicato oppure ho usato parole non consone.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 01, 2020, 12:00:09 pm
Beh, un aumento medio di 0.064 gradi l'anno nel giro di meno di un secolo stravolgerebbe le mappe mondiali che usiamo da migliaia di anni

Certo, ma parlando di situazione globale, che è quello che ci interessa e di clima, ovvero trend da seguire nel tempo, quindi almeno decenni, ad oggi la situazione è così...
ci sono oscillazioni come si nota anche tra un emisfero e l'altro e in poco tempo, se allarghiamo lo sguardo invece si parla di +0,8/0,9° di aumento globale dal 1850 ad oggi. Un aumento che c'è ed è evidente, ma non è così esponenziale, nonostante si predichi alle cause antropiche e che esse siano invece in un trend di costante aumento con le emissioni fossili.
 :)

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/83058954_946496322413002_1079943915689213952_o.jpg?_nc_cat=111&_nc_ohc=K6Fu6MGfkQMAX8-NYNU&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=f5bd56ec91d8c6a3d4da95fa727b4c1a&oe=5EC68503)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: sanverano144 - Febbraio 01, 2020, 01:19:41 pm


Ah ....un P.S per il caro utente Sanverano 144 e per il Mitico Ponente.
Le mie constatazioni ed il mio pensiero sono mie, libere ed indipendenti, e difficilmente,anzi mai, mi faccio tirare per la giacchetta da qualcuna "partes" , sia politica sia sportiva o quant'altro. Posso sbagliare o fare bene, ma sono sempre io. Metto sempre il beneficio del dubbio su ogni materia che studio o che affronto.
Quindi, se non ti e vi dispiace, certi commenti di constatazione ed attacco personale,lasciateli nel cassetto del vs pensiero, prima di sbrodolarli a getto sul Forum......anche solo per la vs virtù democratica ed il rispetto a tutto il forum, dove si può anche discutere ed avere idee diverse, come del resto ha l'utente Bebix, rispetto a me, ci mancherebbe. Scambiare una discussione, pacata e senza offese, per una presa oscurantista .....non è  certo da voi.
Chiudo l'OT e vi saluto augurandovi un buon week- end.


Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Scusa
Forse ho sbagliato se ho dato la sensazione di attacco personale perché non lo voleva essere è mi dispiace
Era un discorso generale per cui ci sono sempre delle correnti trascinanti a torto o a ragione tutto qui
Buon uichende

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 01, 2020, 02:17:00 pm

Scusa
Forse ho sbagliato se ho dato la sensazione di attacco personale perché non lo voleva essere è mi dispiace
Era un discorso generale per cui ci sono sempre delle correnti trascinanti a torto o a ragione tutto qui
Buon uichende

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk
Di niente. Contraccambio vivamente.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 01, 2020, 03:30:31 pm
Scrivere" è un tuo pensiero" è puntare il dito contro.
Allora mi scuso con l'utente Bebix , se sono stato troppo indelicato oppure ho usato parole non consone.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Beh se lo rimarchi così e più volte, visto che era già successo, può sembrare ..
voler far notare che potresti essere in errore...credo dipenda anche da quelo la risposta preced. di sanverano144
cmq nulla di offensivo. saluti e buon weekend
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 01, 2020, 06:13:57 pm
Beh se lo rimarchi così e più volte, visto che era già successo, può sembrare ..
voler far notare che potresti essere in errore...credo dipenda anche da quelo la risposta preced. di sanverano144
cmq nulla di offensivo. saluti e buon weekend
Vabbè. Vorrà dire che userò altre parole più consone alla discussione tipo :" la mia opinione è diversa..." oppure " secondo il mio parere..." ecc.ecc. nel pieno rispetto delle altrui idee; pretendo altresì , risposte e commenti coerenti allo stessa maniera.
Voglio vedere se poi la cosa sarà rispettata anche da altri  . Vedremo,  e chiudo  l'OT.
intanto vado a dar la pappa e buona domenica.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 01, 2020, 11:46:22 pm
Immagini Nasa dell' Islanda prese alla stessa data nel mese di Gennaio del 2002 -2004 e 2020

2002
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/83906448_1742858215856482_7992774541166247936_o.jpg?_nc_cat=101&_nc_ohc=17g43ngb34MAX9nWpaH&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=4264f4773ed8a5abfa4490601e61fbbe&oe=5ECB7B3E)

2004
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/84174256_1742859715856332_6607016885143732224_o.jpg?_nc_cat=101&_nc_ohc=tZlgNoq2wz8AX8fSCqJ&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=8870cff4684249d83c3975f845134e64&oe=5ED162EB)

2020
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/84358473_1742862002522770_9051511957047214080_o.jpg?_nc_cat=111&_nc_ohc=I3AT_Ezli80AX_WY4h_&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=cd932b59eada80fd9470b4f69c4c5184&oe=5E926290)

..a voi le conclusioni   ;)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 02, 2020, 12:07:45 am
Comparazione  estensione ghiaccio marino artcio 1994/2020

(https://i.postimg.cc/y8YBZZ5B/ice-extent-map.png)

Non così male in epoche di gw ...emhh...agw    ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 02, 2020, 07:15:17 am
Immagini Nasa dell' Islanda prese alla stessa data nel mese di Gennaio del 2002 -2004 e 2020

2002
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/83906448_1742858215856482_7992774541166247936_o.jpg?_nc_cat=101&_nc_ohc=17g43ngb34MAX9nWpaH&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=4264f4773ed8a5abfa4490601e61fbbe&oe=5ECB7B3E)

2004
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/84174256_1742859715856332_6607016885143732224_o.jpg?_nc_cat=101&_nc_ohc=tZlgNoq2wz8AX8fSCqJ&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=8870cff4684249d83c3975f845134e64&oe=5ED162EB)

2020
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/84358473_1742862002522770_9051511957047214080_o.jpg?_nc_cat=111&_nc_ohc=I3AT_Ezli80AX_WY4h_&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=cd932b59eada80fd9470b4f69c4c5184&oe=5E926290)

..a voi le conclusioni   ;)
Ci è nevicato molto di più in Islanda questo anno, complice la situazione attuale di questo inverno che in Europa, a latitudini più  basse è mancato.  L'Islanda poi è stata sempre sotto depressioni anche di un certo spessore nell' ultimo mese.
Sull' estensione ti invito, cordialmente, a scrivere nell'apposita stanza, di certo questo 2020 come estensione supera i 10 anni precedenti , superando addirittura i peggiori del decennio 2000, e ci sarebbe da stappare le spumante ma, a livello volumetrico di ghiaccio siamo al peggiore anno misurato, ancora.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Febbraio 02, 2020, 09:01:27 am
Buona giornata e buona domenica a tutti.Un nuovo studio  evidenza come il pacifico risultasse più caldo nei secoli precedenti rispetto ad oggi.


Centennial‐Scale SE Pacific Sea Surface Temperature Variability Over the Past 2,300 Years
James A. Collins  Frank Lamy  Jérôme Kaiser  Nicoletta Ruggieri  Susann Henkel  Ricardo De Pol‐Holz  René Garreaud  Helge W. Arz
First published:16 February 2019                        https://doi.org/10.1029/2018PA003465
ePDFPDF


(https://i.imgur.com/MRWCS6T.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 02, 2020, 10:37:37 am
Ci è nevicato molto di più in Islanda questo anno, complice la situazione attuale di questo inverno che in Europa, a latitudini più  basse è mancato.  L'Islanda poi è stata sempre sotto depressioni anche di un certo spessore nell' ultimo mese.
Sull' estensione ti invito, cordialmente, a scrivere nell'apposita stanza, di certo questo 2020 come estensione supera i 10 anni precedenti , superando addirittura i peggiori del decennio 2000, e ci sarebbe da stappare le spumante ma, a livello volumetrico di ghiaccio siamo al peggiore anno misurato, ancora.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Ciao, sò bene che c'è un altro th ma anche qui mi pare si possa trattare benissimo l'argomento e sia inerente alla discussione.
Per quanto riguarda il volume è sicuramente più basso rispetto alla media 2004/13 perchè c'è più ghiaccio giovane e quindi ha bisogno, se il trend continuerà verso una maggior estensione, di inspessirsi e aumntare la sua concentrazione e molto dipenderà dall'andamento stagionale estivo. Se negli ultimi anni hai svariate migliaia di km2 in più, si calcola  il volume su una superfice marina maggiore e più fredda quindi, ma non con un volume ancora elevato di concentrazione, infatti il minor volume si trova ai bordi della calotta
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 02, 2020, 11:12:27 am
40 anni  QUARANTA ...e situazione estensione attuale...non molto dissimili

(https://pbs.twimg.com/media/EPt7DAnX0AAaV0F?format=png&name=900x900)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 02, 2020, 05:46:22 pm
Sinceramente mi auguro che tu abbia ragione Ponente. Speriamo che da qui a Maggio il volume cresca considerevolmente; al contrario sarebbe difficile affrontare con il minor volume un netto ridimensionamento della calotta nella fase di "soleggiamento" estivo senza rischiare un nuovo 2012 in termini di estensione.
In quanto all'estensione è maggiore di tutto il decennio 2010-2019 più 2005 e 2006 come fanno ben vedere i grafici postati da Ale 81 nell'altra stanza, però il ghiaccio mancante rispetto a quarantanni fa è di 1.300.000 km 2 circa, quanto 2 volte la Francia;nella visione emisferica forse si denota poco questo gap, essendo su macroscala.
Dai, speriamo che il volume aumenti come è aumentata l'estensione, in tal caso ne potremmo godere anche nei ns inverni mediterranei, se il serbatoio di freddo ne  è meno vuoto.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 03, 2020, 06:38:22 pm
troppa co2 troppa...

(https://pbs.twimg.com/media/EPzIGYEWkAAJOl7?format=jpg&name=900x900)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: EPV96 - Febbraio 03, 2020, 08:29:58 pm
troppa co2 troppa...

(https://pbs.twimg.com/media/EPzIGYEWkAAJOl7?format=jpg&name=900x900)
Scusa ponente, intervengo poco, ma qui vorrei dirti di contestualizzare i grafici ed i dati da loro riportati. Bisognerebbe citare le fonti, i vari studi ed vari articoli, che spiegano le variazioni e le differenze tra i vari Periodi ed Ere. Non puoi paragonare la situazione nel Cambriano a quella attuale. Questo grafici, senza nessuna spiegazione o riferimenti a fonti affidabili, possono essere interpretati in qualsiasi modo.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 03, 2020, 08:37:41 pm
Non a caso la vita sulla terraferma in pianta stabile inizia nel basso devoniano, nella famiglia degli insetti, come la proliferazione delle prime foreste, i periodi presi in considerazione con l'elevata Co2 hanno tutti una stima di temperatura sulla terraferma di circa 30 gradi e la mancanza di ghiacciai; tuttaltra cosa la vita marina invece ai suoi massimi. Alla fine del Devoniano gli scienziati ed i paleontologi  suppongono  sia avvenuta la prima estinzione di massa , forse causata da un impatto di asteroide come alla fine del cretaceo.
Saluti  ;)
fonti :
Berner R.A., 1999, Atmospheric oxygen over the Phanerozoic time, Proceedings of the National Academy of Science, 96, 10955-10957
Felix Gradstein, Jim Ogg and Alan Smith: A Geologic timescale. Cambridge University Press, 2004
Van der Voo, R. 1988. Paleozoic paleogeography of North America, Gondwana and intervening displaced terranes: Comparisons of paleomagnetism with paleoclimatology and biogeographical pattern.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 03, 2020, 11:30:45 pm
si avete ragione lo so... ;D ho messo veloce di fretta solo il grafico senza link e senza nessuna citazione,
non si possono certo paragonare ere geologiche così differenti..ma a parte quello va bene così qst thread mi piacerebbe fosse anche un po' così, diciamo più soft ..ma anche con spunti seri e interessanti con link cmq autorevoli,. come è avvenuto finora.



Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 06, 2020, 12:01:30 pm
https://www.youtube.com/watch?v=Nj-yIWOvsSU&feature=youtu.be&fbclid=IwAR3Pp_seN5GMf4QNt8aFFcGOmjhz07_622cUwCOsz4YkChIVfJxVzTM2orQ (https://www.youtube.com/watch?v=Nj-yIWOvsSU&feature=youtu.be&fbclid=IwAR3Pp_seN5GMf4QNt8aFFcGOmjhz07_622cUwCOsz4YkChIVfJxVzTM2orQ)

mai così tanta neve in Canada n un solo giorno dal 1942!
gw imperante..anche questi sono gli effetti?  ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Febbraio 06, 2020, 03:07:49 pm
Ultima perla sentita ieri al tg: secondo gli esperti l'invasione di cavallette in Africa di questo periodo è dovuta ai cambiamenti climatici!! Questo è il tenore ormai dell'inquisizione pro AGW. Ma se le invasioni di cavallette erano riportate anche nella Bibbia, per favore!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 06, 2020, 03:46:12 pm
https://www.huffingtonpost.it/entry/con-greta-siamo-di-fronte-a-un-abbaglio-mondiale-intervista-a-franco-prodi_it_5d99aaf5e4b03b475f9aad19?fbclid=IwAR14pf9zDGEI8uObgY0XliNK5QS7nebx4cfjITvF0MsmN5SutRQBh_fnJLs (https://www.huffingtonpost.it/entry/con-greta-siamo-di-fronte-a-un-abbaglio-mondiale-intervista-a-franco-prodi_it_5d99aaf5e4b03b475f9aad19?fbclid=IwAR14pf9zDGEI8uObgY0XliNK5QS7nebx4cfjITvF0MsmN5SutRQBh_fnJLs)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: barione - Febbraio 06, 2020, 04:17:59 pm
https://www.huffingtonpost.it/entry/con-greta-siamo-di-fronte-a-un-abbaglio-mondiale-intervista-a-franco-prodi_it_5d99aaf5e4b03b475f9aad19?fbclid=IwAR14pf9zDGEI8uObgY0XliNK5QS7nebx4cfjITvF0MsmN5SutRQBh_fnJLs (https://www.huffingtonpost.it/entry/con-greta-siamo-di-fronte-a-un-abbaglio-mondiale-intervista-a-franco-prodi_it_5d99aaf5e4b03b475f9aad19?fbclid=IwAR14pf9zDGEI8uObgY0XliNK5QS7nebx4cfjITvF0MsmN5SutRQBh_fnJLs)
Personalmente, per quello che può valere il mio giudizio, mi trovo molto vicino a questo modo di pensare, stiamo concentrando i nostri sforzi sul demonizzare e contrastare il GW (e tra l'altro lo si fa male perchè alcuni paesi che sono i maggiori colpevoli ed indiziati se ne fregano con tuto rispetto di quelo che dice Greta) ma invece è una sana consapevolezza ecologista che andrebbe fatta crescere sopratutto nei giovani, rivolta ai piccoli grandi inquinamenti di ogni tipo che stanno avvelenando il pianeta dalla plastica ai pesticidi passando per l'uso intensivo di inquinanti di ogni tipo per garantire il benessere della nostra civiltà...credo che ognuno di noi nel proprio piccolo può far qualcosa in tal senso (ridurre l'uso di plastica, camminare di più, utilizzare ove possibile mezzi pubblici elettrici...ecc.ecc.ecc), se la temperatura della terra aumenterà nei prossimi 3/4 secoli di 2/3 gradi sarà sicuramente un qualcosa che creerà disagio per una parte della popolazione mondiale, ma molto probabilmente tra 1 secolo la quasi totalità dei trasporti sarà elettrico o ad energie alternative e questo compenserà in parte l'impatto umano sul clima, se è ripeto se, questo impatto sia reale. Scusate se esprimo un pensiero molto personale ma mi sento di condividerlo con voi giusto o sbagliato che sia.
Francesco
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 06, 2020, 04:22:43 pm
https://www.researchgate.net/profile/Tommaso_Anfodillo/publication/236970662_Visita_ai_siti_sperimentali_stazioni_di_Col_de_la_Roa_e_Cinque_Torri/links/0046353480117a7746000000.pdf#page=145 (https://www.researchgate.net/profile/Tommaso_Anfodillo/publication/236970662_Visita_ai_siti_sperimentali_stazioni_di_Col_de_la_Roa_e_Cinque_Torri/links/0046353480117a7746000000.pdf#page=145)

 ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 06, 2020, 04:35:35 pm
http://sipsinfo.it/452aprile%202008.pdf (http://sipsinfo.it/452aprile%202008.pdf)

Riflessioni interessanti, per molti già conosciute, che sono scienza vera e storia del clima del nostro pianeta.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 06, 2020, 07:34:57 pm
Ultima perla sentita ieri al tg: secondo gli esperti l'invasione di cavallette in Africa di questo periodo è dovuta ai cambiamenti climatici!! Questo è il tenore ormai dell'inquisizione pro AGW. Ma se le invasioni di cavallette erano riportate anche nella Bibbia, per favore!
Effettivamente questa è una cavolata epocale! Vorrei sapere di quali "esperti" , se non quelli mediatici senza preparazione alcuna, si parla.
Senza scomodare la Bibbia, sulla quale non si possono basare nozioni storiche precise se non quelle di "..è successo!", vi sono documenti storici molto ben esplicativi e datati, sulle invasioni di "Locuste del Deserto", chiamate comunemente Cavallette, in diversi anni storici , sia nei periodi di "Optimus climatico " sia nei periodi freddi come la "PEG". Queste invasioni, in verità, sono cicliche e si formano con il concatenarsi di determinate condizioni climatiche particolari . Si può anche dire che il centro geografico per eccellenza di tali invasioni nasce nella zona compresa tra Sud Sudan, Etiopia, nord Kenya, in particolar modo nelle paludi del Nilo. Ma per avvenire ciò bisogna che vi sia di solito un surplus precipitativo con condizioni di caldo Umido.
Tanto per citare alcuni fatti storici, basti pensare ad una "circolare" per le consegne legionarie nel 2° secolo D.C verso le legioni stanziate lungo il confine Nubiano , dove tra le mansioni vi era la lotta alle invasioni di Locuste; oppure i documenti storici di Paolo Diacono ( storico latino-longobardo) dei primi anni di dominio longobardo in Italia , riferendosi alle invasioni di locuste e pestilenza del 590 e 591 D.C.( e qui siamo in un periodo con clima più freddo); passando poi per i documenti papali del nono secolo ed intorno al 1750 in Europa.
 La più recente documentata anche nel nostro Paese risale al 1945 e riguarda , sardegna, agro laziale, campania e la maremma laziale e toscana.
Quindi, ergo, questi sono esperti di una cippa, che vi sia o non vi sia il GW, che come detto da alcuni,e traslato in maniera inappropriata da una certa massa mediatica verso la gente, invece di essere materia di studio, per i competenti nel campo.

Saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 07, 2020, 12:39:13 am
(https://i1.wp.com/electroverse.net/wp-content/uploads/2018/11/GSM-and-Sunspots.png?ssl=1)

(https://i2.wp.com/electroverse.net/wp-content/uploads/2018/08/gisp2-projection.jpg?ssl=1)

https://electroverse.net/harvard-study-shows-deep-oceans-are-actually-getting-colder/
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Febbraio 07, 2020, 09:53:05 am
Effettivamente questa è una cavolata epocale! Vorrei sapere di quali "esperti" , se non quelli mediatici senza preparazione alcuna, si parla.
Senza scomodare la Bibbia, sulla quale non si possono basare nozioni storiche precise se non quelle di "..è successo!", vi sono documenti storici molto ben esplicativi e datati, sulle invasioni di "Locuste del Deserto", chiamate comunemente Cavallette, in diversi anni storici , sia nei periodi di "Optimus climatico " sia nei periodi freddi come la "PEG". Queste invasioni, in verità, sono cicliche e si formano con il concatenarsi di determinate condizioni climatiche particolari . Si può anche dire che il centro geografico per eccellenza di tali invasioni nasce nella zona compresa tra Sud Sudan, Etiopia, nord Kenya, in particolar modo nelle paludi del Nilo. Ma per avvenire ciò bisogna che vi sia di solito un surplus precipitativo con condizioni di caldo Umido.
Tanto per citare alcuni fatti storici, basti pensare ad una "circolare" per le consegne legionarie nel 2° secolo D.C verso le legioni stanziate lungo il confine Nubiano , dove tra le mansioni vi era la lotta alle invasioni di Locuste; oppure i documenti storici di Paolo Diacono ( storico latino-longobardo) dei primi anni di dominio longobardo in Italia , riferendosi alle invasioni di locuste e pestilenza del 590 e 591 D.C.( e qui siamo in un periodo con clima più freddo); passando poi per i documenti papali del nono secolo ed intorno al 1750 in Europa.
 La più recente documentata anche nel nostro Paese risale al 1945 e riguarda , sardegna, agro laziale, campania e la maremma laziale e toscana.
Quindi, ergo, questi sono esperti di una cippa, che vi sia o non vi sia il GW, che come detto da alcuni,e traslato in maniera inappropriata da una certa massa mediatica verso la gente, invece di essere materia di studio, per i competenti nel campo.

Saluti
Gli stessi scienziati che avevano previsto la sparizione della neve anche in montagna alle nostre latitudini e la crescita del livello del mare da far sparire Venezia. Ricordo bene di aver letto questi lavori negli anni 90 e non su giornalino
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 07, 2020, 12:42:24 pm
Gli stessi scienziati che avevano previsto la sparizione della neve anche in montagna alle nostre latitudini e la crescita del livello del mare da far sparire Venezia. Ricordo bene di aver letto questi lavori negli anni 90 e non su giornalino
Citami le fonti. i  Relatori di questi studi o di queste previsioni.  Perché se un giornale scrive " secondo gli esperti " e poi non ne cita la fonte, almeno per me è aria fritta. Potrebbe essere l'ennesimo articolo scritto per vendere 2 copie in più. 
Se sono gli stessi scienziati ( cosa che non credo ) dovranno avvalorare le loro tesi con studi. Sull'argomento delle invasioni di locuste, nessuna persona che studia un po'  di storia potrebbe mai dire una sciocchezza simili.
Non penso si possa generalizzare su tali argomenti, sennò diventano discorsi da bar.
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Iwoblu - Febbraio 07, 2020, 01:50:24 pm
Personalmente, per quello che può valere il mio giudizio, mi trovo molto vicino a questo modo di pensare, stiamo concentrando i nostri sforzi sul demonizzare e contrastare il GW (e tra l'altro lo si fa male perchè alcuni paesi che sono i maggiori colpevoli ed indiziati se ne fregano con tuto rispetto di quelo che dice Greta) ma invece è una sana consapevolezza ecologista che andrebbe fatta crescere sopratutto nei giovani, rivolta ai piccoli grandi inquinamenti di ogni tipo che stanno avvelenando il pianeta dalla plastica ai pesticidi passando per l'uso intensivo di inquinanti di ogni tipo per garantire il benessere della nostra civiltà...credo che ognuno di noi nel proprio piccolo può far qualcosa in tal senso (ridurre l'uso di plastica, camminare di più, utilizzare ove possibile mezzi pubblici elettrici...ecc.ecc.ecc), se la temperatura della terra aumenterà nei prossimi 3/4 secoli di 2/3 gradi sarà sicuramente un qualcosa che creerà disagio per una parte della popolazione mondiale, ma molto probabilmente tra 1 secolo la quasi totalità dei trasporti sarà elettrico o ad energie alternative e questo compenserà in parte l'impatto umano sul clima, se è ripeto se, questo impatto sia reale. Scusate se esprimo un pensiero molto personale ma mi sento di condividerlo con voi giusto o sbagliato che sia.
Francesco

Non intervengo praticamente mai, ma ti quoto non solo per dire che sono d'accordo con te, ma anche per dirti che un passo avanti va fatto, Greta e tutto ciò che ne consegue (decisamente più vasto e corposo di quel che viene detto o circoscritto) ha scelto il cambiamento climatico come clickbait, discutibile ma legittimo e a mio avviso è davvero riduttiva una critica a questa scelta.
Quello che si evince dall'intervista huffingtonpos al professor Prodi, sono cose tanto condivisibili quanto inutili, ergo solo altro clickbait, è così che funziona, e quel giornale non è certo un eccezione, se servirà a creare (rigenerare a dire il vero) una ovviamente lenta ma progressiva attenzione a ciò che ci circonda e ad un ambientalismo meno chiaccherato ma più reale, tanto meglio.
Pensare che il movimento di Greta o chi per lei si riduca all'AGW, probabilmente solo leggendo qualche titolo o pargrafo qua e la, con citazioni presunte o estrapolate, non solo non porta a nulla, ma sarà controproducente, non ci vuole un genio della comunicazione per capirlo, ma viviamo in un periodo in cui pure chi ci lavora "ad alti livelli".. fatica a capire cosa sta facendo  :D

In questo articolo, si presente il professore con un incipit che definirla una "leccata di deretano" è un vero eufemismo  :P  che cementa il lettore in ginocchio reverenziale davanti alla mistica apparizione, poi concentra un obiezione legittima in pochi scambi iniziali, sull'opinione (che condivido pure io eh) che l'AGW non dovrebbe essere il male numero uno, per poi spiccare il volo sull'astrattismo scientifico che per quanto magnifico è già una roba che noon c'azzecca più nulla con le richieste squisitamente pragmatiche dei TANTI giovanissimi di mezzo mondo in piazza il venerdi.

Ora, senza dover farsi ogni volta un analisi sulla retorica del giornalismo, specialmente (ma non solo) italiano per ogni trafiletto o articolino sul clima, o su Greta, o su qualsiasi altro tema che in quel momento fa monetizzare i click e le letture sulle testate web  :P
Sarebbe davvero magnifico, se piuttosto che limitarsi solo (non escluderlo intendiamoci eh) a leggere roba davanti allo schermo, tutti noi, compreso quest'altro Prodi e in primis proprio il giornalista, spegnessero lo schermo e andassero e farsi un giro in campagna, in un qualcunque bosco italiano, vedrete quanto irrilevante diventerà l'opione di Prodi su cosa sarebbe meglio che Greta dicesse, di fronte a copertoni, lavandini, taniche di fitofarmaci e batterie di auto che potete trovare in quantità vi assicuro SMODATE in ogni bosco delle bucoliche campagne italiane, non da meno le nostre in Toscana, dove basta andar a funghi, o fare un abbattimento di legna programmato e trovarsi anche di peggio a una ventina di cm sotto terra che spuntano fuori stile scavi archeologici con il solo passare dei mezzi, i bordo strada non sono da meno... non occore neanche fare piu di 50 metri dalle provinciali o anche solo dai viottoli interpoderali.

Non mi preoccuperei molto delle nuove generazioni che , vedono questo e che vogliono il cambiamento, mi preoccuperei dei genitori che"han sempre fatto cosi" e continueranno a buttar batterie di auto nel bosco.
Ci sono molte iniziative PRIVATE per pulire strade, boschi etc, e guarda un pò almeno in Toscana sono quasi tutte fatte e pure coordinate tra giovanissimi, ma diciamolo... i "boomer" sono ancora troppi di numero per arginare un abitudine di 50 e passa anni.

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 09, 2020, 06:54:14 pm
Estensione ghiacci artici con raffronto per i due anni precedenti:

(https://i.postimg.cc/xTy3QYgY/bandicam-2020-02-09-18-51-47-849.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 09, 2020, 11:30:56 pm
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/85165304_667378630740239_1737512827570094080_n.jpg?_nc_cat=104&_nc_ohc=zdwqIvDYq6EAX9g-XI1&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=3e7b4071d757c91b4c7d678f944b707f&oe=5ED1AA54)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Cloover - Febbraio 09, 2020, 11:49:15 pm
Febbraio vede un'estensione dei ghiacci Artici con una progressione che rispecchia il trend degli anni precedenti anche se c'è un lieve recupero che dipende dal pattern di questi ultimi mesi che ha concentrato il freddo nell'area Polare, tuttavia il volume è ai minimi storici.
Questo vuol dire che non appena i raggi del sole torneranno a rischiarare la notte polare, questo sottile strato di ghiaccio si scioglierà  e l'estensione crollerà velocemente.

(https://i.postimg.cc/65YkDBx4/CICE-curve-thick-LA-EN-20200208.png)
(https://i.postimg.cc/bvQ3fRSV/Screenshot-2020-02-09-Ch-Arctic.png)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Cloover - Febbraio 10, 2020, 12:02:35 am
(https://i.postimg.cc/PryBDT6r/ncep-cfsr-t2m-anom-ytd.png)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Cloover - Febbraio 10, 2020, 12:04:30 am
AO ad oltre +6!!

(https://i.postimg.cc/sgZ4rJZd/ao-sprd2.gif)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 10, 2020, 11:40:01 am
Interessante articolo dove si spiega come i cicli solari debole possano interevenire con le sue forzanti naturali sul sitema clima, ma che questo necessita di decenni, non certo di 15 anni di attività solare mediamente bassa dopo circa un secolo e mezzo di cicli solari forti, forse come non si erano mai verificati, denominati appunto Modern Solar maximun.
Occhio che questa fase solare appena iniziata potrebbe essere l'opposto della precedente.....

https://www.attivitasolare.com/clima-che-cambia-o-troppo-lento-o-troppo-rapido/ (https://www.attivitasolare.com/clima-che-cambia-o-troppo-lento-o-troppo-rapido/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: barione - Febbraio 10, 2020, 12:45:31 pm
Interessante articolo dove si spiega come i cicli solari debole possano interevenire con le sue forzanti naturali sul sitema clima, ma che questo necessita di decenni, non certo di 15 anni di attività solare mediamente bassa dopo circa un secolo e mezzo di cicli solari forti, forse come non si erano mai verificati, denominati appunto Modern Solar maximun.
Occhio che questa fase solare appena iniziata potrebbe essere l'opposto della precedente.....

https://www.attivitasolare.com/clima-che-cambia-o-troppo-lento-o-troppo-rapido/ (https://www.attivitasolare.com/clima-che-cambia-o-troppo-lento-o-troppo-rapido/)
Articolo davvero molto interessante.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 11, 2020, 10:37:09 am
Articolo di qualche anno fà, ma sempre attuale, da riproporre e instillare dentro a chi ancora non vuole capire..

 ;)


https://www.liberoquotidiano.it/news/home/25583/surriscaldamento-globale-la-grande-truffa.html (https://www.liberoquotidiano.it/news/home/25583/surriscaldamento-globale-la-grande-truffa.html)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: EPV96 - Febbraio 11, 2020, 11:17:16 am
Articolo di qualche anno fà, ma sempre attuale, da riproporre e instillare dentro a chi ancora non vuole capire..

 ;)


https://www.liberoquotidiano.it/news/home/25583/surriscaldamento-globale-la-grande-truffa.html (https://www.liberoquotidiano.it/news/home/25583/surriscaldamento-globale-la-grande-truffa.html)
Ti stimo per la tua determinazione, un po' meno per la fonte da cui hai preso l'articolo giornalistico e sottolineo "giornalistico". Ognuno è libero di avere le sue idee, ma credo che davanti ad evidenze scientifiche come quelle di cui abbiamo conferma praticamente ogni giorno, mese ed anno, sia difficile dire il contrario. Io non sono nessuno per confermare o negare il GW o l'AGW, ma cerco di essere obbiettivo e di optare sulla sua esistenza ed anche del suo inasprimento con il passare degli anni. Poi, se sarà una periodo momentaneo o una fase climatica permanente per un lungo periodo di tempo, sarà compito dei posteri confermarlo. Un saluto
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: jack92 - Febbraio 11, 2020, 11:19:18 am
Articolo di qualche anno fà, ma sempre attuale, da riproporre e instillare dentro a chi ancora non vuole capire..

 ;)


https://www.liberoquotidiano.it/news/home/25583/surriscaldamento-globale-la-grande-truffa.html (https://www.liberoquotidiano.it/news/home/25583/surriscaldamento-globale-la-grande-truffa.html)
wow che fonte ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 11, 2020, 11:26:43 am
Ti stimo per la tua determinazione, un po' meno per la fonte da cui hai preso l'articolo giornalistico e sottolineo "giornalistico". Ognuno è libero di avere le sue idee, ma credo che davanti ad evidenze scientifiche come quelle di cui abbiamo conferma praticamente ogni giorno, mese ed anno, sia difficile dire il contrario. Io non sono nessuno per confermare o negare il GW o l'AGW, ma cerco di essere obbiettivo e di optare sulla sua esistenza ed anche del suo inasprimento con il passare degli anni. Poi, se sarà una periodo momentaneo o una fase climatica permanente per un lungo periodo di tempo, sarà compito dei posteri confermarlo. Un saluto

Beh ma se parliamo di clima saprai benissimo come possa variare  e farlo in un lasso di tempo anche più esteso e quanto sia difficile stabilirne le cause. Io invece di constatare mese dopo mese, in un lasso di tempo effimero, preferisco constatare quello che è già avvenuto in passato in maniera oggettiva e senza discussione, perchè documentato e non fantasticare sul fatto che visto che ora siamo in regime di riscaldamento( di quanto è ancora da valutare e capirlo) ogni altra sorta di inchiesta sia solo aria fritta. Saluti. ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 11, 2020, 11:30:23 am
wow che fonte ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D

fattela una ricerca..invece di farti ste risate..
c'ho messo meno di quanto ci impiega google a trovarti l'indicizzazione  :D ;D

https://skepticalscience.com/translation.php?a=190&l=17

Il Climate gate è una realtà del fatti avvenuti...se poi nn ne parlano è perchè ...insomma è già spiegato nell'articolo per chi vuole leggere e capire, ma capisco che per alcuni sia difficile ragionare da soli.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 11, 2020, 08:06:01 pm
fattela una ricerca..invece di farti ste risate..
c'ho messo meno di quanto ci impiega google a trovarti l'indicizzazione  :D ;D

https://skepticalscience.com/translation.php?a=190&l=17

Il Climate gate è una realtà del fatti avvenuti...se poi nn ne parlano è perchè ...insomma è già spiegato nell'articolo per chi vuole leggere e capire, ma capisco che per alcuni sia difficile ragionare da soli.
Letto tutto.
 A quanto pare Li..o ne ha letto solo la prima parte per i suoi fini giornalistici. Come del resto fa sempre (e non solo lui).
e come sempre siamo di fronte alla " debolezza" umana; c'è sempre chi approfitta delle situazioni per un profitto personale, quali esse siano non importa.
saluti, da uno che tenta di ragionare da solo ;D ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Febbraio 11, 2020, 09:30:51 pm
https://www.meteogiornale.it/notizia/meteo-rovente-un-nuovo-studio-conferma-era-climatica-in-corso (https://www.meteogiornale.it/notizia/meteo-rovente-un-nuovo-studio-conferma-era-climatica-in-corso)
avevo letto di studi identici, che dicevano il contrario, cioè c' erano stati periodi + caldi,ma  non  affidabili ,perchè non si potevano ricostruire in modo veritiero le temperature del passato, mentre ora va tutto bene, fantastico
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: filinwmeteo - Febbraio 11, 2020, 09:59:43 pm
Neanche gli studiosi sono ancora riusciti a stabilire il peso dei diversi fattori che stanno causando il riscaldamento globale, il dibattito in merito è sempre aperto.

La grande maggioranza degli scienziati sostiene che il più delle responsabilità vadano all'uomo, ma può pure effettivamente darsi che il grande burattiniere sia il Sole (cosa che secondo me conviene augurarsi). In ogni caso l'atteggiamento dell'uomo deve comunque cambiare totalmente e essere sempre più sostenibile.

Piero Angela ha riassunto bene la questione, secondo me. Disse qualche mese fa: "Chi supererebbe un camion in curva? Magari non succede niente, ma è sempre meglio non prendersi il rischio"...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 11, 2020, 10:12:36 pm
https://www.meteogiornale.it/notizia/meteo-rovente-un-nuovo-studio-conferma-era-climatica-in-corso (https://www.meteogiornale.it/notizia/meteo-rovente-un-nuovo-studio-conferma-era-climatica-in-corso)
avevo letto di studi identici, che dicevano il contrario, cioè c' erano stati periodi + caldi,ma  non  affidabili ,perchè non si potevano ricostruire in modo veritiero le temperature del passato, mentre ora va tutto bene, fantastico
veritiero al 100% no, ma ci andiamo abbastanza vicino sulle ricostruzioni storiche, specialmente dell'epoca storica, poichè oltre alle rilevazioni scientifiche date da vari elementi  geologici e di studio delle carote abbiamo anche documenti storici che fanno "capire" il clima nel passato.
Saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 11, 2020, 11:48:31 pm
Letto tutto.
 A quanto pare Li..o ne ha letto solo la prima parte per i suoi fini giornalistici. Come del resto fa sempre (e non solo lui).
e come sempre siamo di fronte alla " debolezza" umana; c'è sempre chi approfitta delle situazioni per un profitto personale, quali esse siano non importa.
saluti, da uno che tenta di ragionare da solo ;D ;)

La parte sotto è a dir poco .-..  come dire...emh...  ridicola   ;) :D

se ti pare roba da poco quei contenuti delle mail, a me non pare..
riscaldamento ? si ok, quanto ? bo  cause?? ..............

 :D  ..è palese l'inghippo...conviene far credere che sia l'homo $apiens $apiens

per la sostenibilià il  più possibile siamo daccordisssimo, iniziamo quindi a mangiare meno carne per ridurrre gli allevamenti intensivi, a coltivare in serre alte una trentina di piani...ma per le emissioni o si passa alla fusione nucleare a freddo, o se no si torna ai tempi di fine 1700, il resto fuffaaa !!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 12, 2020, 12:12:03 am
https://www.meteogiornale.it/notizia/meteo-rovente-un-nuovo-studio-conferma-era-climatica-in-corso (https://www.meteogiornale.it/notizia/meteo-rovente-un-nuovo-studio-conferma-era-climatica-in-corso)
avevo letto di studi identici, che dicevano il contrario, cioè c' erano stati periodi + caldi,ma  non  affidabili ,perchè non si potevano ricostruire in modo veritiero le temperature del passato, mentre ora va tutto bene, fantastico


STORIA DEL CLIMA

STORIA DELLA NEVE A BAGHDAD .

La nevicata caduta la scorsa notte a Baghdad, capitale dell' Iraq, è la più importante degli ultimi 111 anni, se nel centro cittadino l' accumulo è stato leggermente inferiore, nelle campagne circostanti e all' aeroporto la neve ha raggiunto quattro centimetri.
Le nevicate a Baghdad sono molto rare, ma non impossibili, e nel passato la neve cadeva più spesso e più abbondante.
Le informazioni sulle nevicate nella capitale dell' Iraq coprono un periodo di quasi 1200 anni, grazie sopratutto alle ricerche del professor Fernando Dominguez Castro dell' Università dell' Estremadura, in Spagna, che grazie al suo lavoro su antichi manoscritti medioevali ha trovato notizie su nevicate molto lontane, anche risalenti a prima dell' anno 1000.
La prima notizia meteorologica ci riporta al lontanissimo 2 Aprile 847 quando Baghdad fu colpita da un ondata di freddo tardiva di notevole intensità, ma sembra che non si siano verificate nevicate.
La prima nevicata della quale si ha notizia risale al 24 Gennaio 903 quando la neve incominciò a cadere la mattina continuando tutto il giorno fino al tardo pomeriggio, fu una nevicata importante, la neve sarebbe caduta anche un anno dopo nel Gennaio del 904.
Ma la più grande nevicata del X° secolo sembra quella del 23 Dicembre 908 quando la neve cadde in grandissima quantità.
Altre nevicate segnalate in quel secolo sono quella del Gennaio 920, del Gennaio 926 quando la neve fu seguita da un forte gelo che uccise le palme da dattero, gli agrumi e i fichi, e fece congelare il fiume Tigri, del 7 Dicembre 926, e dei 21 Marzo 944.
Con l' arrivo del secolo XI° arriva per Baghdad quella che forse è la più grande nevicata della sua storia, o comunque una delle maggiori.
La data è quella del 25 Novembre 1007, l' inverno non è ancora iniziato, ma Baghdad viene letteralmente sommersa dalla neve, una nevicata abbondantissima di oltre 30 centimetri, la neve rimase al suolo quasi fino al 15 Dicembre, fu un fenomeno impensabile ai nostri giorni, probabilmente in quell' occasione tutto l' attuale Iraq fu coperto dalla neve, che si spinse tanto a sud da raggiungere il Golfo Persico, secondo il climatologo Maximiliano Herrera la neve cadde anche nella città meridionale di Bassora, accumulando un centimetro al suolo.
Un altra nevicata si verificò nell' inverno del 1064 e fu accompagnata da una notevole ondata di freddo, tanto che il fiume Tigri fu coperto da uno strato di ghiaccio.
Altra nevicata nell' anno 1268, poi le notizie si diradano, e con un salto di oltre 500 anni arriviamo al 1779 quando nevica addirittura in Aprile.
L' inverno 1778/1779 fu un inverno particolare per l' Europa, fu in gran parte dominato dalle alte pressioni, dopo le ultime piogge a metà Dicembre , l' alta pressione avanzò sull ' Europa e sul Mediterraneo centroccidentale dominando per mesi, salvo brevi pause, nei giorni subito dopo Natale la pressione raggiunse valori vicini a 1050 hPa sull' Inghilterra, oltre 1035 hpa sul nord Italia e fino a 1032 hPa a Pisa.
Non piovve quasi mai, Febbraio fu asciuttissimo, ma sul bordo orientale di questa alta pressione furono frequenti le discese molto fredde che dalla Russia, allora molto più fredda, raggiunsero la Turchia, la Siria e l' attuale Iraq portando ondate di freddo e neve, la nevicata più importante si verificò in primavera, nei primi giorni di Aprile, e fu una nevicata notevole, sia in quantità, sia perchè molto tardiva, sia perchè probabilmente in questa occasione tutto l' Iraq fu coperto di neve fino a Bassora, nell' estremo sud vicino al Golfo Persico.
Altre nevicate si verificarono ne XIX° secolo, in particolare nel Gennaio 1834, e nel mese di Dicembre del 1860.
Un altra nevicata importante si verificò nel Gennaio 1909, da quella data fino a oggi 11 Febbraio 2020 si verificarono brevi nevicate di poco conto con debolissimo o quasi nullo accumulo al suolo, o semplici sfiocchettate come nel Gennaio 1942, o in quello del 1947, segnalate da stazioni meteorologiche miltari tedesche e inglesi, altri fiocchi di neve furono segnalati nel Gennaio 1964.
Durante questa ondata di freddo del Gennaio 1964 la temperatura scesa a Baghdad a - 8,5° il giorno 20, sempre il 20 furono misurati - 10,1° nella città di Rutbah, e quasi -5° a Bassora, nel sud del paese , il giorno 22 Gennaio .
L' ultima segnalazione risale al Gennaio 2008 quando caddero fiocchi misti a nevischio senza nessun accumulo particolare al suolo.
La nevicata di oggi 11 Febbraio 2020 , come scritto all' inizio, è la più importante da 111 anni, ed è l' unica nevicata dal 1909 che ha registrato un apprezzabile accumulo nevoso al suolo.
Gran parte delle informazioni provengono dal sito del climatologo Maximiliano Herrera sulle nevicate nel mondo.


Fausto Pagnini .
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 12, 2020, 12:19:32 am
E parliamo un po' di nuovo dell'Australia no??

https://amp.theaustralian.com.au/nation/nsw-facing-biggest-rainfall-since-1990s/news-story/128626db2c32e7b82e08c18b57fc2033?fbclid=IwAR3NsAoA-c1MGq33FpjL3ySsVRua34quVeN8ATiUZrY0Vc0hfOQY4l36x7I

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 12, 2020, 08:31:15 am
La parte sotto è a dir poco .-..  come dire...emh...  ridicola   ;) :D

se ti pare roba da poco quei contenuti delle mail, a me non pare..
riscaldamento ? si ok, quanto ? bo  cause?? ..............

 :D  ..è palese l'inghippo...conviene far credere che sia l'homo $apiens $apiens

per la sostenibilià il  più possibile siamo daccordisssimo, iniziamo quindi a mangiare meno carne per ridurrre gli allevamenti intensivi, a coltivare in serre alte una trentina di piani...ma per le emissioni o si passa alla fusione nucleare a freddo, o se no si torna ai tempi di fine 1700, il resto fuffaaa !!
Mah. Se posti un link ,io lo leggo tutto. Dire che una parte va bene e quella dopo no, mi sembra inappropriato. Non postarlo se non ti aggrada nella sua completezza. Mi sembrava che il tuo discorso fosse impostato su chi "lucra" sul fatto del GW ( sul quale sono completamente d'accordo) non sul fatto che il GW non esista. Dopo, nel link da te postato, vi sono menzionati studi molto interessanti, che a parte le idee di chi ha scritto il "pezzo"( giornalisticamente parlando), sono studi con una certa dimostrazione scientifica.
Sennò si fa come quel giornaletto che scrive solo quel che gli aggrada in base alle proprie idee, senza leggere ed informarsi con mente aperta.
 Tra scegliere chi " lucra" sul GW e chi sull' anti-GW , io non scelgo nessuno dei due, perché da ambo le parti vi sono interessi.
Cerchiamo solo di capire senza per questo dover fare gli "ultras" di quella o quell'altra posizione, senza dover per forza rinunciare ad un proprio pensiero,  ma rispettando ed ascoltando anche le idee altrui.
Mi sembra sia questo lo spirito giusto su questo forum; credo che concorderai su ciò.
I miei saluti.



Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 12, 2020, 08:33:58 am

STORIA DEL CLIMA

STORIA DELLA NEVE A BAGHDAD .

La nevicata caduta la scorsa notte a Baghdad, capitale dell' Iraq, è la più importante degli ultimi 111 anni, se nel centro cittadino l' accumulo è stato leggermente inferiore, nelle campagne circostanti e all' aeroporto la neve ha raggiunto quattro centimetri.
Le nevicate a Baghdad sono molto rare, ma non impossibili, e nel passato la neve cadeva più spesso e più abbondante.
Le informazioni sulle nevicate nella capitale dell' Iraq coprono un periodo di quasi 1200 anni, grazie sopratutto alle ricerche del professor Fernando Dominguez Castro dell' Università dell' Estremadura, in Spagna, che grazie al suo lavoro su antichi manoscritti medioevali ha trovato notizie su nevicate molto lontane, anche risalenti a prima dell' anno 1000.
La prima notizia meteorologica ci riporta al lontanissimo 2 Aprile 847 quando Baghdad fu colpita da un ondata di freddo tardiva di notevole intensità, ma sembra che non si siano verificate nevicate.
La prima nevicata della quale si ha notizia risale al 24 Gennaio 903 quando la neve incominciò a cadere la mattina continuando tutto il giorno fino al tardo pomeriggio, fu una nevicata importante, la neve sarebbe caduta anche un anno dopo nel Gennaio del 904.
Ma la più grande nevicata del X° secolo sembra quella del 23 Dicembre 908 quando la neve cadde in grandissima quantità.
Altre nevicate segnalate in quel secolo sono quella del Gennaio 920, del Gennaio 926 quando la neve fu seguita da un forte gelo che uccise le palme da dattero, gli agrumi e i fichi, e fece congelare il fiume Tigri, del 7 Dicembre 926, e dei 21 Marzo 944.
Con l' arrivo del secolo XI° arriva per Baghdad quella che forse è la più grande nevicata della sua storia, o comunque una delle maggiori.
La data è quella del 25 Novembre 1007, l' inverno non è ancora iniziato, ma Baghdad viene letteralmente sommersa dalla neve, una nevicata abbondantissima di oltre 30 centimetri, la neve rimase al suolo quasi fino al 15 Dicembre, fu un fenomeno impensabile ai nostri giorni, probabilmente in quell' occasione tutto l' attuale Iraq fu coperto dalla neve, che si spinse tanto a sud da raggiungere il Golfo Persico, secondo il climatologo Maximiliano Herrera la neve cadde anche nella città meridionale di Bassora, accumulando un centimetro al suolo.
Un altra nevicata si verificò nell' inverno del 1064 e fu accompagnata da una notevole ondata di freddo, tanto che il fiume Tigri fu coperto da uno strato di ghiaccio.
Altra nevicata nell' anno 1268, poi le notizie si diradano, e con un salto di oltre 500 anni arriviamo al 1779 quando nevica addirittura in Aprile.
L' inverno 1778/1779 fu un inverno particolare per l' Europa, fu in gran parte dominato dalle alte pressioni, dopo le ultime piogge a metà Dicembre , l' alta pressione avanzò sull ' Europa e sul Mediterraneo centroccidentale dominando per mesi, salvo brevi pause, nei giorni subito dopo Natale la pressione raggiunse valori vicini a 1050 hPa sull' Inghilterra, oltre 1035 hpa sul nord Italia e fino a 1032 hPa a Pisa.
Non piovve quasi mai, Febbraio fu asciuttissimo, ma sul bordo orientale di questa alta pressione furono frequenti le discese molto fredde che dalla Russia, allora molto più fredda, raggiunsero la Turchia, la Siria e l' attuale Iraq portando ondate di freddo e neve, la nevicata più importante si verificò in primavera, nei primi giorni di Aprile, e fu una nevicata notevole, sia in quantità, sia perchè molto tardiva, sia perchè probabilmente in questa occasione tutto l' Iraq fu coperto di neve fino a Bassora, nell' estremo sud vicino al Golfo Persico.
Altre nevicate si verificarono ne XIX° secolo, in particolare nel Gennaio 1834, e nel mese di Dicembre del 1860.
Un altra nevicata importante si verificò nel Gennaio 1909, da quella data fino a oggi 11 Febbraio 2020 si verificarono brevi nevicate di poco conto con debolissimo o quasi nullo accumulo al suolo, o semplici sfiocchettate come nel Gennaio 1942, o in quello del 1947, segnalate da stazioni meteorologiche miltari tedesche e inglesi, altri fiocchi di neve furono segnalati nel Gennaio 1964.
Durante questa ondata di freddo del Gennaio 1964 la temperatura scesa a Baghdad a - 8,5° il giorno 20, sempre il 20 furono misurati - 10,1° nella città di Rutbah, e quasi -5° a Bassora, nel sud del paese , il giorno 22 Gennaio .
L' ultima segnalazione risale al Gennaio 2008 quando caddero fiocchi misti a nevischio senza nessun accumulo particolare al suolo.
La nevicata di oggi 11 Febbraio 2020 , come scritto all' inizio, è la più importante da 111 anni, ed è l' unica nevicata dal 1909 che ha registrato un apprezzabile accumulo nevoso al suolo.
Gran parte delle informazioni provengono dal sito del climatologo Maximiliano Herrera sulle nevicate nel mondo.


Fausto Pagnini .
Bell'articolo.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 12, 2020, 08:58:51 am
Sarebbe da ricordare anche la nevicata ad Il Cairo del 2013 dopo oltre un secolo, immagini bellissime . E lì è  ancora più rara .
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 12, 2020, 10:10:49 am
Bell'articolo.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Si, hai ragione, non avrei dovuto postare l'art. precedente perchè da metà in poi finisce per dire le solite cose già conosciute e che ogni giorno vengono più o meno propinate a senso unico, senza un raffronto con chi autorevolmente con tanto di nozioni e dati la pensa diversamente sulle cause. Quest'ultimo report invece era per dimostrare a chi si ostina a credere che per epoche passate i dati e le notizie non siano così precise o  siano frammentate..mentre invece ci sono scritti e reperti storici molto esaustivi di periodi molto distanti a ritroso nel tempo. Concordo sul discorso del lucrare, ma a me pare che l'interesse ecologico e climatico messo assieme porti maggiori interessi che non il contrario, ovvero di sminuirlo
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Old Style - Febbraio 12, 2020, 09:54:05 pm
https://www.huffingtonpost.it/entry/con-greta-siamo-di-fronte-a-un-abbaglio-mondiale-intervista-a-franco-prodi_it_5d99aaf5e4b03b475f9aad19?fbclid=IwAR14pf9zDGEI8uObgY0XliNK5QS7nebx4cfjITvF0MsmN5SutRQBh_fnJLs (https://www.huffingtonpost.it/entry/con-greta-siamo-di-fronte-a-un-abbaglio-mondiale-intervista-a-franco-prodi_it_5d99aaf5e4b03b475f9aad19?fbclid=IwAR14pf9zDGEI8uObgY0XliNK5QS7nebx4cfjITvF0MsmN5SutRQBh_fnJLs)
Questo l'ho trovato interessante : https://www.byoblu.com/2019/12/17/tgtalk-32-cambiamenti-climatici-greta-ha-ragione/ (https://www.byoblu.com/2019/12/17/tgtalk-32-cambiamenti-climatici-greta-ha-ragione/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Febbraio 13, 2020, 09:20:07 am
Se invece di di proporre soluzioni folli e dannose per combattere un problema inesistente (la CO2), l'aumento di temperatura di qualche decimo di grado o l'innalzamento dei mari di qualche millimetro dedicassimo le energie a combattere le possibili epidemie da virus, cosa di cui non abbiamo ancora la possibilità di difenderci, forse sarebbe più utile per tutti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Febbraio 13, 2020, 09:39:17 am
http://www.climatemonitor.it/?p=52337 (http://www.climatemonitor.it/?p=52337)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 13, 2020, 10:42:03 am
Se invece di di proporre soluzioni folli e dannose per combattere un problema inesistente (la CO2), l'aumento di temperatura di qualche decimo di grado o l'innalzamento dei mari di qualche millimetro dedicassimo le energie a combattere le possibili epidemie da virus, cosa di cui non abbiamo ancora la possibilità di difenderci, forse sarebbe più utile per tutti

Vedrai che ci stanno pensando...lobby farmaceutiche, energetiche e a breve anche agroalimentari quando non ci saranno più contadini che piantano il proprio orticello magari anche per camparci lui e famiglia, imporranno semi modificati che non possono auto-riprodurre se non una sola volta, impianteranno in grandi strutture verticali sotto apposite luci artificiali e in 3 settimane faranno maturare i pomodori! Così saremo sempre meno liberi...soggiogati dalle nostre paure inculcate ...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 13, 2020, 11:10:38 am
Nessuna correlazione diretta tra CO2 e Temperatura, anzi la correlazione è inversa.

La solubilità della CO2 in acqua è 1,688 g/L a 20°C.
 Questo valore, tenuto conto che i pesi molari di CO2 ed H2O sono 44,01 g/mol e 18,15 g/mol, corrisponde a circa 703 ppm, che supera ampiamente, del 75%, la concentrazione attuale di CO2 in atmosfera.
Considerato che le acque coprono 2/3 della superficie terrestre, e che emettono CO2 quando si riscaldano (perché la solubilità del gas disciolto diminuisce, a 25°C già si riduce ad 1,48 g/L) risulta evidente che le emissioni e assorbimenti oceanici influenzano enormemente la concentrazione di anidride carbonica atmosferica.
    Sicché le 100 ppm di incremento stimato negli ultimi 150 anni per la CO2 atmosferica, in corrispondenza ad un aumento termico di 0,8°K, non può in alcun modo essere attribuito tutto all’azione umana. (Vincenzo Zamboni – Fisico)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Febbraio 13, 2020, 12:54:48 pm
Nessuna correlazione diretta tra CO2 e Temperatura, anzi la correlazione è inversa.

La solubilità della CO2 in acqua è 1,688 g/L a 20°C.
 Questo valore, tenuto conto che i pesi molari di CO2 ed H2O sono 44,01 g/mol e 18,15 g/mol, corrisponde a circa 703 ppm, che supera ampiamente, del 75%, la concentrazione attuale di CO2 in atmosfera.
Considerato che le acque coprono 2/3 della superficie terrestre, e che emettono CO2 quando si riscaldano (perché la solubilità del gas disciolto diminuisce, a 25°C già si riduce ad 1,48 g/L) risulta evidente che le emissioni e assorbimenti oceanici influenzano enormemente la concentrazione di anidride carbonica atmosferica.
    Sicché le 100 ppm di incremento stimato negli ultimi 150 anni per la CO2 atmosferica, in corrispondenza ad un aumento termico di 0,8°K, non può in alcun modo essere attribuito tutto all’azione umana. (Vincenzo Zamboni – Fisico)

Però stanno distruggendo migliaia di posti di lavoro legati in qualche modo ai combustibili fossili, impongono ridicole limitazioni delle emissioni di CO2 all'automotive costringendo a costruire elettrodomestici elettrici a 4 ruote, per teorie che si basano su estrapolazioni teoriche che mai si avvereranno; quando la gente si sveglierà e capirà che la CO2 non estste come problema dell'umanità, ma sono ben altri e più importanti i problemi
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 13, 2020, 07:36:46 pm
https://www.sisclima.it/wall/rapporto-ipcc-riscaldamento-globale-di-15c-sommario-per-i-decisori-politici-edizione-italiana/ (https://www.sisclima.it/wall/rapporto-ipcc-riscaldamento-globale-di-15c-sommario-per-i-decisori-politici-edizione-italiana/)

io una letturina veloce gliela darei, tanto per leggere.
Anche per vedere che non è solo di CO2 , che si parla. Io ne so qualcosa sui gas refrigeranti e sul loro impatto che a voglia a CO2 , a tonnellate.
Saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 13, 2020, 07:49:28 pm
Nessuna correlazione diretta tra CO2 e Temperatura, anzi la correlazione è inversa.

La solubilità della CO2 in acqua è 1,688 g/L a 20°C.
 Questo valore, tenuto conto che i pesi molari di CO2 ed H2O sono 44,01 g/mol e 18,15 g/mol, corrisponde a circa 703 ppm, che supera ampiamente, del 75%, la concentrazione attuale di CO2 in atmosfera.
Considerato che le acque coprono 2/3 della superficie terrestre, e che emettono CO2 quando si riscaldano (perché la solubilità del gas disciolto diminuisce, a 25°C già si riduce ad 1,48 g/L) risulta evidente che le emissioni e assorbimenti oceanici influenzano enormemente la concentrazione di anidride carbonica atmosferica.
    Sicché le 100 ppm di incremento stimato negli ultimi 150 anni per la CO2 atmosferica, in corrispondenza ad un aumento termico di 0,8°K, non può in alcun modo essere attribuito tutto all’azione umana. (Vincenzo Zamboni – Fisico)

Celsius , non Kelvin. :D
Susa Ponente, non è colpa tua , tu hai trascritto o copiato da un articolo dove vi era un refuso;
 sennò io e te qua saremmo a parlare di come fare a scaldare il pianeta ;D ;D ;)
Saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Febbraio 13, 2020, 09:42:36 pm
Intento record assoluto in Antartide 20, 75°  sull'isola di Seymour.......
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: sanverano144 - Febbraio 13, 2020, 11:18:02 pm
Vedrai che ci stanno pensando...lobby farmaceutiche, energetiche e a breve anche agroalimentari quando non ci saranno più contadini che piantano il proprio orticello magari anche per camparci lui e famiglia, imporranno semi modificati che non possono auto-riprodurre se non una sola volta, impianteranno in grandi strutture verticali sotto apposite luci artificiali e in 3 settimane faranno maturare i pomodori! Così saremo sempre meno liberi...soggiogati dalle nostre paure inculcate ...
Hai colto il problema
Chi vorrà mangiare i propri pomodori verrà processato

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Old Style - Febbraio 13, 2020, 11:23:43 pm
Se invece di di proporre soluzioni folli e dannose per combattere un problema inesistente (la CO2), l'aumento di temperatura di qualche decimo di grado o l'innalzamento dei mari di qualche millimetro dedicassimo le energie a combattere le possibili epidemie da virus, cosa di cui non abbiamo ancora la possibilità di difenderci, forse sarebbe più utile per tutti
Si pensa sempre a combattere e mai ad evitare il problema magari cercando di difenderci da esso rafforzandoci o proteggendoci nel caso degli eventi atmosferici, attraverso un approccio diverso di costruire e sulle scelte delle aree di edificazione. Abbiamo conoscenze ingegneristiche, geologiche che 100 anni fa non le avevamo, eppure non sappiamo usarle al meglio. Il problema non è il cambiamento climatico, ma è da inquadrare fra le scelte obbligate cui tutti siamo sottoposti, trascinati dalla follia di un sistema sociale che negli ultimi 30 anni è degenerato in maniera preoccupante nel nome del LIBEROMERCATO che ha completamente svuotato il mondo di umanità. Un sistema piu pericoloso della peggiore dittatura che spesso ha usato e usa la scienza non per scopi nobili , ma per interessi effimeri della pochezza etica sulla quale si regge, finendo per complicarci l'esistenza. Combattere! Questa parola si usava solo in guerra , ora dobbiamo combattere la pioggia , la neve, il vento... e poi? La si usa anche nello Sport che non è altro che la manifestazione ludica dello stesso sistema che fagocita tutto e tutti, trasformandoci in merce anche noi .
Chiedo scusa per l'OT  :-X
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 13, 2020, 11:47:09 pm
il problema è che più che combattere usa mezzi effimeri, ma redditizi,  combattendo male sapendo di non poter combattere contro un bel nulla.. ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Febbraio 14, 2020, 07:10:08 am
http://www.climatemonitor.it/?p=52342 (http://www.climatemonitor.it/?p=52342)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Febbraio 14, 2020, 09:43:01 am
E oggi come quasi tutte le mattine in tv il solito "pseudoesperto del CNR" a raccontare che siamo in fase di disastro climatico e che  "tutti" (non il solito 98%) gli scienziati imputano il riscaldamento "devastante" esclusivamente alla CO2 prodotta dalle attività umane!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 14, 2020, 10:13:43 am
E oggi come quasi tutte le mattine in tv il solito "pseudoesperto del CNR" a raccontare che siamo in fase di disastro climatico e che  "tutti" (non il solito 98%) gli scienziati imputano il riscaldamento "devastante" esclusivamente alla CO2 prodotta dalle attività umane!

La solita salsa trita e ritrita..   aggiungerei che di devastante c'è solo il basso livello scentifico che si mette davanti a questa materia e alla grande speculazione  ;)  Obbiettivo: inculcare paure nelle masse, soggiogarle con le imposizioni dettate dal mercato del new green deal...la più grande farsa spilla denaro creata dall'uomo $apiens
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: stipetto - Febbraio 14, 2020, 10:16:38 am
Si pensa sempre a combattere e mai ad evitare il problema magari cercando di difenderci da esso rafforzandoci o proteggendoci nel caso degli eventi atmosferici, attraverso un approccio diverso di costruire e sulle scelte delle aree di edificazione. Abbiamo conoscenze ingegneristiche, geologiche che 100 anni fa non le avevamo, eppure non sappiamo usarle al meglio. Il problema non è il cambiamento climatico, ma è da inquadrare fra le scelte obbligate cui tutti siamo sottoposti, trascinati dalla follia di un sistema sociale che negli ultimi 30 anni è degenerato in maniera preoccupante nel nome del LIBEROMERCATO che ha completamente svuotato il mondo di umanità. Un sistema piu pericoloso della peggiore dittatura che spesso ha usato e usa la scienza non per scopi nobili , ma per interessi effimeri della pochezza etica sulla quale si regge, finendo per complicarci l'esistenza. Combattere! Questa parola si usava solo in guerra , ora dobbiamo combattere la pioggia , la neve, il vento... e poi? La si usa anche nello Sport che non è altro che la manifestazione ludica dello stesso sistema che fagocita tutto e tutti, trasformandoci in merce anche noi .
Chiedo scusa per l'OT  :-X

Pensiero che trovo in parte condivisible.
Il fatto secondo me è che negli ultimi 30/40 anni la popolazione mondiale è quasi raddoppiata e lo ha fatto soprattutto in quelle aree del mondo che pongono poca attenzione (eufemismo) ad ambiente, inquinamento, ecc... ecc....
Io non conosco un microcosmo umano che, rimanendo delle medesime dimensioni ed aumentando in affollamento, rimanga immutato nella sua qualità della vita.
Insomma: se il luogo è sempre quello e siamo il doppio.... i problemi non possono che raddoppiare.
Con questo non voglio né fare discorsi apocalittici, né cercare collegamenti tra sovrappopolazione e clima, ma di sicuro stiamo spremendo troppo questo pianeta.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 14, 2020, 11:54:04 am
Se invece di di proporre soluzioni folli e dannose per combattere un problema inesistente (la CO2), l'aumento di temperatura di qualche decimo di grado o l'innalzamento dei mari di qualche millimetro dedicassimo le energie a combattere le possibili epidemie da virus, cosa di cui non abbiamo ancora la possibilità di difenderci, forse sarebbe più utile per tutti
Via su, queste son sciocchezze. Negli ultimi 150 anni la medicina ha fatto passi da giganti.  Sono state debellate ed estirpate malattie che facevano milioni di morti l'anno.Pensa solo al vaiolo , dove vi è stato il maggior impegno di sanità pubblica a livello mondiale per estirpare questa malattia che era pandemica e pericolosissima, che ha fatto milioni e milioni di morti dal 200 d.c. in poi. L'impegno dell'OMS  per l'Ebola ed Ebola  Dende, attivo a tutt'oggi dove lo metti.
Se si deve scrivere degli OT si prega di documentarsi un un'attimo ,prima di dar fiato alla tastiera. Come quella delle lobby "de pomodori "!
Ora si può avere idee diverse, ma scrivere cavolate è un'altra cosa.  Ma qualcuno di voi lo fa l'orto? No perché, siccome lo faccio, di solito ci si può fare anche le sementi per l'anno dopo. E l'Eurozona a dei regolamenti molto chiari sulle piante OGM. Sulle Lobby poi, roba da chiodi; lasciando perdere se l'indirizzo elettrico sia meglio o peggio dei motori termici, ( cosa che poi per da dimostrare, visto che le batterie al litio hanno uno smaltimento oneroso e inquinante), ma tra lobby del green economy e lobby del petrolio o carbone fossile, ma che una vale meno di un'altra. Ma dai, che discorsi sono.
Finisco l'OT , anche se di cose da dire ce ne sarebbero fin troppe, chiedendo di rimanere nel tema della stanza.
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: marchino - Febbraio 14, 2020, 02:27:52 pm
https://www.jpl.nasa.gov/news/news.php?feature=7598 (https://www.jpl.nasa.gov/news/news.php?feature=7598)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 14, 2020, 06:49:54 pm
Anomalie temperature bassa troposfera a Giu 2019

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/84929513_860844337708730_2837387392967507968_n.jpg?_nc_cat=107&_nc_ohc=dJUr4q-CcqQAX_v9qhx&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=11af23725eb65f9ee7e79415dc163093&oe=5EB6E619)



40 anni di Global balling   :D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 14, 2020, 07:16:45 pm
Di seguito il rapporto sulla temperatura globale registrata nel 2019.
Berkeley Earth,  è un'organizzazione di ricerca senza scopo di lucro con sede in California, che dal 2013 redige analisi indipendenti sulle variazioni della temperatura media globale. Di seguito è riportato il  rapporto sulla temperatura media globale riscontrata nel corso del 2019.
Il 2019 è stato il secondo anno più caldo  dal 1850.La temperatura media globale nel 2019 è stata più fredda rispetto a quella registrata nel  2016, ma più calda  rispetto ad ogni altro anno che è stato misurato direttamente. Di conseguenza, il 2016 rimane attualmente l'anno più caldo da quando sono iniziate le osservazioni storiche delle temperature globali. Le classifiche annuali  tendono a riflettere
 normalmente  la normale  variabilità naturale che avviene in periodi di tempo molto brevi, tuttavia  il modello generale rimane coerente con una tendenza  a lungo termine, che vede un progressivo riscaldamento globale.


La temperatura media globale nel 2019 è stata di  di 0,90 ± 0,05 ° C (1,62 ± 0,08 ° F) al di sopra della temperatura media del  periodo 1951/1980, 1,28 ° C (2,31 ° F) al di sopra della temperatura media di fine del XIX secolo dal 1850 al 1900. Periodo spesso utilizzato come base di riferimento pre-industriale per il calcolo della variazione della temperatura globale.Le incertezze riguardanti le temperature osservate possono essere visualizzate usando lo schema seguente, in cui la stima della temperatura di ogni anno è rappresentata da una distribuzione che riflette la sua incertezza. Nell'analisi che Berkeley Earth conduce, l'incertezza sulla temperatura media è di circa 0,05 °C (0,08 °F) per  quanto riguarda gli ultimi anni.La temperatura media globale nel 2019 è calata rispetto a quella osservata nel 2016 e nel 2017 con una modesta incertezza  a causa di incertezze  sovrapposte.
.

Gli ultimi cinque anni sono stati contraddistinti da temperature più elevate rispetto alle temperature medie osservate prima del 1850.Sebbene il 2019 sia stato  leggermente più freddo  rispetto al  2016, la tendenza delle temperature globali riflette una  tendenza in direzione  di un progressivo  riscaldamento nel lungo termine.Oltre al riscaldamento a lungo termine,  i singoli anni vengono  influenzati anche da variazioni interannuali del tempo. Sia il 2015 che il 2016 hanno visto la presenza  di un forte episodio di El Niño che ha raggiunto il picco nel  mese di novembre / dicembre 2015 ed è stato segnalato dal NOAA come il più forte El Niño mai osservato negli ultimi anni.Situazione che ha favorito un incremento delle temperature globali in tale periodo.Al contrario, il 2019 è iniziato con un debole evento di El Niño e si è concluso con condizioni neutrali , di conseguenza il suo  impatto sulle temperature globali è risultato molto limitato .
Di seguito viene mostrato il grafico in cui viene evidenziato l aumento delle temperature avvenuto nel 2019 rispetto alle temperature medie del 1951-1980.

L'aumento della temperatura globale risulta  ampiamente distribuito, interessando quasi tutte le aree terrestri e oceaniche. Nel 2019, l'88% della superficie terrestre è risultata significativamente più calda rispetto alla temperatura  media del periodo 1951-1980, il 10% aveva una temperatura simile e solo l'1,5% è risultata significativamente più fredda.Si stima che il 9,9% della superficie terrestre abbia stabilito un nuovo record locale per la media annuale.
La seguente mappa categorizza qualitativamente le temperature locali registrate nel 2019 in base a quanto si differenziano dalle medie storiche dopo aver tenuto conto della variabilità climatica tipica di ogni zona. In un clima stabile solo il 2,5% della Terra dovrebbe avere temperature "molto alte" o superiori in un dato anno. Nel 2019, il 52% della Terra ha raggiunto medie annuali considerate "Molto alte" rispetto al clima storico, comprese ampie porzioni dei tropici. Sono indicate anche le località  che hanno presentato  nuovi record di temperatura media annuale.

Le aree terrestri generalmente mostrano un riscaldamento maggiore rispetto agli oceani. Rispetto alla media del 1951-1980, la media per quanto riguarda i continenti , nel 2019 è aumentata di 1,32 ± 0,04 °C (2,38 ± 0,08 °F) risultando 2° anno più caldo, mentre la temperatura della superficie dell'oceano, escluse le regioni artiche, è aumentata di 0,59 ± 0,06 °C (1,06 ± 0,11 °F) risultando  il 3° anno più caldo.
Come  riscontrato negli ultimi anni ,  il 2019 ha dimostrato un riscaldamento molto forte sull'Artico che supera notevolmente il tasso medio di riscaldamento della Terra. Questo è coerente con il processo noto come amplificazione artica. Con lo scioglimento dei ghiacci marini, il riscaldamento nelle regioni artiche fa sì che la luce solare venga assorbita dall'oceano, il che permette un ulteriore riscaldamento. Il 2019 è stato il secondo anno più caldo dell'Artico.
La figura seguente mostra le variazioni dell temperatura dei continenti e degli oceani  rispetto alla media dal 1850 al 1900. La tendenza mostra come le temperature sui continenti tendono ad aumentare più rapidamente rispetto a quelle oceaniche


Fonte: http://berkeleyearth.org/2019-temperatures/ (http://berkeleyearth.org/2019-temperatures/)

Estrapolato da :temperature globali postato da Ale 81

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Ema Avenza - Febbraio 14, 2020, 07:28:33 pm
Pensiero che trovo in parte condivisible.
Il fatto secondo me è che negli ultimi 30/40 anni la popolazione mondiale è quasi raddoppiata e lo ha fatto soprattutto in quelle aree del mondo che pongono poca attenzione (eufemismo) ad ambiente, inquinamento, ecc... ecc....
Io non conosco un microcosmo umano che, rimanendo delle medesime dimensioni ed aumentando in affollamento, rimanga immutato nella sua qualità della vita.
Insomma: se il luogo è sempre quello e siamo il doppio.... i problemi non possono che raddoppiare.
Con questo non voglio né fare discorsi apocalittici, né cercare collegamenti tra sovrappopolazione e clima, ma di sicuro stiamo spremendo troppo questo pianeta.
Vero

Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Old Style - Febbraio 14, 2020, 10:32:54 pm
Personalmente, per quello che può valere il mio giudizio, mi trovo molto vicino a questo modo di pensare, stiamo concentrando i nostri sforzi sul demonizzare e contrastare il GW (e tra l'altro lo si fa male perchè alcuni paesi che sono i maggiori colpevoli ed indiziati se ne fregano con tuto rispetto di quelo che dice Greta) ma invece è una sana consapevolezza ecologista che andrebbe fatta crescere sopratutto nei giovani, rivolta ai piccoli grandi inquinamenti di ogni tipo che stanno avvelenando il pianeta dalla plastica ai pesticidi passando per l'uso intensivo di inquinanti di ogni tipo per garantire il benessere della nostra civiltà...credo che ognuno di noi nel proprio piccolo può far qualcosa in tal senso (ridurre l'uso di plastica, camminare di più, utilizzare ove possibile mezzi pubblici elettrici...ecc.ecc.ecc), se la temperatura della terra aumenterà nei prossimi 3/4 secoli di 2/3 gradi sarà sicuramente un qualcosa che creerà disagio per una parte della popolazione mondiale, ma molto probabilmente tra 1 secolo la quasi totalità dei trasporti sarà elettrico o ad energie alternative e questo compenserà in parte l'impatto umano sul clima, se è ripeto se, questo impatto sia reale. Scusate se esprimo un pensiero molto personale ma mi sento di condividerlo con voi giusto o sbagliato che sia.
Francesco
Apprezzo molto la genuinità che traspare dalla tua considerazione e sono d'accordo che saranno i gesti dei singoli a migliorare sia il nostro ambiente che la nostra salute anche se i singoli gesti , se isolati non potranno da soli contrastare un trend di inquinamento ambientale e non solo, che sembra aver messo il pilota automatico , così come sta facendo il  nostro VP con la sostanziale differenza che quest'ultimo frenerà senza l'ausilio di nessun intervento umano . Quello che però rischia di rimanere retorico è proprio la teoria di un gesto che dificilmente potrà prendere piede. E' stato detto da qualcuno che il problema è che siamo in troppi. E' vero solo in parte ma non è automatica la correlazione del numero ,perchè noi siamo esseri senzienti e non un ammasso di atomi soggette solo alle forze della natura fisica.
L'ostacolo piu grande di cambiare i nosrti comportamenti, quindi usare meno plastica , meno carburanti fossili ecc, funziona bene solo in teoria perchè l'inerzia che questo sistema mondo sta imprimendo a un numero sempre piu grande di persone ( e qui concordo del perchè in questo caso è anche questione di numero di abitanti planetario) impone una estrema difficoltà di modificare in maniera accettabile il nostro comportamento. Non penso che occorrano spiegazioni per comprendere questo concetto. Se la mia automobile inquina, è molto difficile che io la possa cambiare con una nuova che inquini meno, e quindi sono costretto a scegliere di continuare ad usare quella che inquina di piu, perchè una auto elettrica non me la posso permettere. Questo ammesso e non concesso che il ciclo "vitale" di un'auto elettrica abbia veramente un impatto ecologico inferiore a quello di un'auto alimentata con carburanti fossili, perchè secondo alcuni esperti del settore , questo non corrisponderebbe al vero ( se trovo il video sul dibattito in tema , potrei postarne il link). Quindi i buoni propositi è comunque meglio che covino all'interno dei nostri sentimenti, questo vuol dire che non è morta la speranza che il mondo possa cambiare . Temo però che questo non sarà possibile con un intervento dal basso , perchè dal basso partiranno sempre piu segnali deboli che perdono forza perchè è sempre piu difficile organizzarci in gruppo in un mondo che insegna invece sempre piu a dividere piuttosto che  che unire. Questa è la mia sensazione. E' piu facile che ritornino gli inverni old style , di vedere un'industria farmaceutica cedere un quinto dei suoi profitti alle buone intenzioni dei loro clienti... altrimenti diminuirebbero le malattie , calerebbe il PIL mondiale e il tutto finirebbe ancora sulle spalle di quasi tutti che morendo, farebbero finire il buissness generale   ;D ;D.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 15, 2020, 12:57:52 am
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/84178423_1421710038023626_7548342105744080896_o.png?_nc_cat=102&_nc_ohc=qykpsg_9LZwAX_br5mM&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=7cac711ab8b63ac3116a58f7f690144f&oe=5ECFF34F)

Crisi dei cambiamenti climatici nel Regno Unito: GENNAIO  2020 caldo come il 1736.

Il gennaio più caldo in Inghilterra fu il 1916, seguito dal 1921, 1796 e 1834.

Il 2020 è stato il 14° più caldo nel record di temperatura dell'Inghilterra centrale.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Febbraio 15, 2020, 08:20:52 am
https://www.greenme.it/informarsi/ambiente/antartide-senza-neve-caldo-record/
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 15, 2020, 10:27:50 am
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/84178423_1421710038023626_7548342105744080896_o.png?_nc_cat=102&_nc_ohc=qykpsg_9LZwAX_br5mM&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=7cac711ab8b63ac3116a58f7f690144f&oe=5ECFF34F)

Crisi dei cambiamenti climatici nel Regno Unito: GENNAIO  2020 caldo come il 1736.

Il gennaio più caldo in Inghilterra fu il 1916, seguito dal 1921, 1796 e 1834.

Il 2020 è stato il 14° più caldo nel record di temperatura dell'Inghilterra centrale.
E considera che invece Dicembre 1916 fu tra i più  freddi nella parte occidentale del continente come tutto l'inverno 1916- 1917 .
Poi dal grafico si vede bene l'alternanza tra anni freddi e caldi più marcata nel passato,  mentre più ci si avvicina ad i giorni nostri e più il grafico tende ad avere un trend al rialzo  di media, specialmente nei mesi di gennaio più  freddi , molto più alti del Passato. Quindi se dovessi fare una media del grafico sarebbe sicuramente al rialzo come temperatura media di Gennaio , specialmente negli ultimi venti anni.
Ma sicuramente c'è già  fatta.
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 15, 2020, 10:49:19 am
Probabile... ::)  pare esserci maggior alternanza ma è anche vero che c'è pure intorno agli anni 70 del secolo scorso...non un range così distante.
Resta il fatto che gli anni mediamente più caldi  inglesi in gennaio siano stati altri, distanti dai giorni nostri o dell'ultimo trentennio.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Febbraio 15, 2020, 10:52:43 am
https://www.greenme.it/informarsi/ambiente/antartide-senza-neve-caldo-record/ (https://www.greenme.it/informarsi/ambiente/antartide-senza-neve-caldo-record/)
Credo fortemente che sia un'altra balla anche questa; dubito che abbiamo una serie di temperature misurate seriamente in Antartide nel secolo scorso; e dubito anche che una parte dell'Antartide non sia mai senza neve nel periodo estivo
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Febbraio 15, 2020, 10:56:52 am
Via su, queste son sciocchezze. Negli ultimi 150 anni la medicina ha fatto passi da giganti.  Sono state debellate ed estirpate malattie che facevano milioni di morti l'anno.Pensa solo al vaiolo , dove vi è stato il maggior impegno di sanità pubblica a livello mondiale per estirpare questa malattia che era pandemica e pericolosissima, che ha fatto milioni e milioni di morti dal 200 d.c. in poi. L'impegno dell'OMS  per l'Ebola ed Ebola  Dende, attivo a tutt'oggi dove lo metti.
Se si deve scrivere degli OT si prega di documentarsi un un'attimo ,prima di dar fiato alla tastiera. Come quella delle lobby "de pomodori "!
Ora si può avere idee diverse, ma scrivere cavolate è un'altra cosa.  Ma qualcuno di voi lo fa l'orto? No perché, siccome lo faccio, di solito ci si può fare anche le sementi per l'anno dopo. E l'Eurozona a dei regolamenti molto chiari sulle piante OGM. Sulle Lobby poi, roba da chiodi; lasciando perdere se l'indirizzo elettrico sia meglio o peggio dei motori termici, ( cosa che poi per da dimostrare, visto che le batterie al litio hanno uno smaltimento oneroso e inquinante), ma tra lobby del green economy e lobby del petrolio o carbone fossile, ma che una vale meno di un'altra. Ma dai, che discorsi sono.
Finisco l'OT , anche se di cose da dire ce ne sarebbero fin troppe, chiedendo di rimanere nel tema della stanza.
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk
Queste non sono affatto sciocchezze, informati. Contro i virus non abbiamo attualmente nessuna arma se non l'isolamento e la quarantena (a parte dei generici antivirali dalla dubbia efficacia); qui serve ancora molto impegno e ricerca, non contro la balla del GW e CO2 verso cui si investono cifre folli

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 15, 2020, 10:59:03 am
Siamo così sicuri che l'artico sia davvero così in sofferenza?

http://psc.apl.washington.edu/research/projects/arctic-sea-ice-volume-anomaly/ (http://psc.apl.washington.edu/research/projects/arctic-sea-ice-volume-anomaly/)

(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/02/cryosat_piomas_awi_ts.2011.2020.Jan_-1.png)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 15, 2020, 11:06:38 am
(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/02/compare1.jpg)

Stranamente la griglia Cryosat,  omette di inserire proprio qull'area dove Piomas vede un notevole incremento del volume dei ghiacci, con l'effetto di rendere negativa l'ultima curva del grafico soprastante.  :D

Tra l'altro cose già viste con le fasi di temperatura media, quindi non ci si meraviglia nemmeno più!
La narrativa del “moriremo tutti” si nutre anche di queste simpatiche casualità e involontarie coincidenze che continuano a strapparci sorrisi rassegnati.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 15, 2020, 11:56:09 am
http://www.meteoit.it/la-crescita-del-numero-degli-orsi-polari-mette-in-pericolo-le-popolazioni-artiche (http://www.meteoit.it/la-crescita-del-numero-degli-orsi-polari-mette-in-pericolo-le-popolazioni-artiche)

https://scienze.fanpage.it/la-popolazione-di-orsi-polari-dellartico-sta-crescendo-scienziati-entusiasti/ (https://scienze.fanpage.it/la-popolazione-di-orsi-polari-dellartico-sta-crescendo-scienziati-entusiasti/)


(https://i.postimg.cc/QM0L8QM7/53482300-418673922277379-4184717697419837440-n.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 15, 2020, 01:03:10 pm
Queste non sono affatto sciocchezze, informati. Contro i virus non abbiamo attualmente nessuna arma se non l'isolamento e la quarantena (a parte dei generici antivirali dalla dubbia efficacia); qui serve ancora molto impegno e ricerca, non contro la balla del GW e CO2 verso cui si investono cifre folli
Ma che stai dicendo? Primo quali virus?
Il Corona virus in questione odierna? Di solito dall'isolamento del virus( di corona virus ve ne sono a bizzeffe , si parla di questa variante) passano circa 180 gg. Prima di avere degli antivirali e vaccini  da provare in laboratorio.
Il vaiolo era un virus !
L'ebola è  un virus!
La polio , altro virus.
Il morbillo,  altro virus .
Devo  continuare.........

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 15, 2020, 01:20:43 pm
Credo fortemente che sia un'altra balla anche questa; dubito che abbiamo una serie di temperature misurate seriamente in Antartide nel secolo scorso; e dubito anche che una parte dell'Antartide non sia mai senza neve nel periodo estivo
Antartide: 14.000.000 km 2 di cui 13.720.000 coperti da ghiacciai perenni , mentre 280.000 km2 stagionali.
Prime rilevazioni di temperatura 1909 ( penisola antartica , zona mt. ERebus, polo sud magnetico)

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 15, 2020, 01:25:31 pm
(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/02/compare1.jpg)

Stranamente la griglia Cryosat,  omette di inserire proprio qull'area dove Piomas vede un notevole incremento del volume dei ghiacci, con l'effetto di rendere negativa l'ultima curva del grafico soprastante.  :D

Tra l'altro cose già viste con le fasi di temperatura media, quindi non ci si meraviglia nemmeno più!
La narrativa del “moriremo tutti” si nutre anche di queste simpatiche casualità e involontarie coincidenze che continuano a strapparci sorrisi rassegnati.
I soliti complottisti globali
Magari li trovi fra una settimana.
Non è la prima volta che non sono coperte al 100% le zone su una rilevazione,  su Pon ente questo lo sai benissimo.
Non gridiamo al complotto tutte le volte. Sennò....stanca.
Saluti.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: riccardo - Febbraio 15, 2020, 03:14:37 pm
([url]https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/02/compare1.jpg[/url])

Stranamente la griglia Cryosat,  omette di inserire proprio qull'area dove Piomas vede un notevole incremento del volume dei ghiacci, con l'effetto di rendere negativa l'ultima curva del grafico soprastante.  :D

Tra l'altro cose già viste con le fasi di temperatura media, quindi non ci si meraviglia nemmeno più!
La narrativa del “moriremo tutti” si nutre anche di queste simpatiche casualità e involontarie coincidenze che continuano a strapparci sorrisi rassegnati.


sarebbe meglio citare, se si prende spunto...
http://www.climatemonitor.it/?p=52342 (http://www.climatemonitor.it/?p=52342)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 15, 2020, 06:00:32 pm
I soliti complottisti globali
Magari li trovi fra una settimana.
Non è la prima volta che non sono coperte al 100% le zone su una rilevazione,  su Pon ente questo lo sai benissimo.
Non gridiamo al complotto tutte le volte. Sennò....stanca.
Saluti.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Tutte le volte no, ma a dubitarne al giorno d'oggi a volte non ci si và lontani.. ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Febbraio 15, 2020, 06:33:50 pm
Ma che stai dicendo? Primo quali virus?
Il Corona virus in questione odierna? Di solito dall'isolamento del virus( di corona virus ve ne sono a bizzeffe , si parla di questa variante) passano circa 180 gg. Prima di avere degli antivirali e vaccini  da provare in laboratorio.
Il vaiolo era un virus !
L'ebola è  un virus!
La polio , altro virus.
Il morbillo,  altro virus .
Devo  continuare.........

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk
I vaccini sono un'altra cosa e per un nuovo virus, se si riesce a farlo, devono passare almeno 2 anni
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 15, 2020, 07:13:43 pm
I vaccini sono un'altra cosa e per un nuovo virus, se si riesce a farlo, devono passare almeno 2 anni
I Vaccini sono un'altra cosa ? Non sono forse fatti per combattere i Virus? Hanno il loro decorso di prova, come gli anti-virali del resto. Sull' epidemia di Ebola di 2 anni fa nell'Africa centro-occidentale , sono stati tirati fuori mix di anti-virali in tempi record dall'OMS, con l'avvallo ed il finanziamento dell'ONU, con risultati sorprendenti per una malattia virale tra le peggiori mai apparse sul pianeta che aveva un tasso di mortalità tra il 75 ed il 90% all'epoca della sua comparsa. si stanno già provando vaccini sperimentali sulla popolazione dove è in atto l'epidemia con il sistema " circolare" già usato con successo 50 anni fa con il vaiolo.
Sul Corona Virus ( o meglio la variante che adesso è fonte dell'epidemia partita da Wuhan) con l'isolamento del Virus ,avvenuto in Italia, sono partite subito le prove di laboratorio per rallentare il Virus con  mix di anti-virali che di solito si usano sugli altri Corona Virus, direttamente finanziate dall'OMS ( e ricorda che il corona Virus in questione ha un tasso di mortalità stimato tra il 2 ed il 4%, che è sempre tanto ma non è di certo come il vaiolo, altro Virus con trasmissione aerea, che arrivava al 75%). Certamente devono passare i tempi tecnici per le prove di genere in laboratorio.
Ora , scusami Andi, ma dire che :

Queste non sono affatto sciocchezze, informati. Contro i virus non abbiamo attualmente nessuna arma se non l'isolamento e la quarantena (a parte dei generici antivirali dalla dubbia efficacia); qui serve ancora molto impegno e ricerca, non contro la balla del GW e CO2 verso cui si investono cifre folli






Risulta una colossale "svista" della realtà dei fatti, solamente per il fatto dell'impegno profuso da biologi e medici su l'argomento "Corona Virus" !
Poi non è chi studia il clima e l'atmosfera si metta a fare il medico o l'esperto virologo. Vorrei sapere proprio cosa c'entra , con tutto il rispetto per l'opinione altrui. Secondo me , niente , mi sembrano discorsi da bar.

Saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 16, 2020, 11:00:03 am
Monte Rosa  intorno all'anno 1000  e nei secoli seguenti... 
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/86969953_2705377959510234_4361416122310852608_n.jpg?_nc_cat=102&_nc_ohc=A2jTaXrrHIYAX_umCMx&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=cdf0db7f38125ba21daccb6c7590d29d&oe=5ECA55B4)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 16, 2020, 11:05:30 am
Penisola Antartica in questi giorni soggetta a forti venti di caduta 
http://www.meteocentrale.ch/it/meteo/glossario-meteorologico.html?tx_contagged%5Bsource%5D=default&tx_contagged%5Buid%5D=326 (http://www.meteocentrale.ch/it/meteo/glossario-meteorologico.html?tx_contagged%5Bsource%5D=default&tx_contagged%5Buid%5D=326)
Si ingnorano le basi di questa scienza ...strano.. :)

Nel 1982 raggiunti i 19,8° 
Il resto tutta fuffa mediatica per voler evindenziare qualcosa, in modo da enfatizzarla a scopi speculativi,  che però avviene periodicamente e naturalmente da secoli e secoli.

https://public.wmo.int/en/media/press-release/wmo-verifies-highest-temperatures-antarctic-region?fbclid=IwAR2hqsA6Tnc3wLUiqMJ50mVdRIUh0XlYYL-D6NfzCRiaaegTkbQas8fcKYM (https://public.wmo.int/en/media/press-release/wmo-verifies-highest-temperatures-antarctic-region?fbclid=IwAR2hqsA6Tnc3wLUiqMJ50mVdRIUh0XlYYL-D6NfzCRiaaegTkbQas8fcKYM)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 16, 2020, 11:13:41 am
Passiamo al continente Artico:

(https://pbs.twimg.com/media/EQxJCH3W4AEGbr7?format=jpg&name=medium)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 16, 2020, 01:02:41 pm
Monte Rosa  intorno all'anno 1000  e nei secoli seguenti... 
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/86969953_2705377959510234_4361416122310852608_n.jpg?_nc_cat=102&_nc_ohc=A2jTaXrrHIYAX_umCMx&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=cdf0db7f38125ba21daccb6c7590d29d&oe=5ECA55B4)
Ricostruzione fatta da grafico Vallino , in arte caracoltrip e presente sul monterosa, basandosi sui racconti della migrazione dei Waiser, e sull'andamento delle temperature .

https://www.ilrosa.info/2019/01/12/territorio/ghiacciaio-monte-rosa-come-non-l-avete-mai-visto (https://www.ilrosa.info/2019/01/12/territorio/ghiacciaio-monte-rosa-come-non-l-avete-mai-visto)

mettiamole le fonti.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Febbraio 16, 2020, 02:06:51 pm
Insomma ghiacciai Alpini in gran forma negli ultimi 30 anni.Io non lo so in che mondo viviamo.....
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 16, 2020, 02:32:26 pm
Ricostruzione fatta da grafico Vallino , in arte caracoltrip e presente sul monterosa, basandosi sui racconti della migrazione dei Waiser, e sull'andamento delle temperature .

https://www.ilrosa.info/2019/01/12/territorio/ghiacciaio-monte-rosa-come-non-l-avete-mai-visto (https://www.ilrosa.info/2019/01/12/territorio/ghiacciaio-monte-rosa-come-non-l-avete-mai-visto)

mettiamole le fonti.

Vai capo..  io non avevo tempo per cercarla stamani  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 16, 2020, 07:17:04 pm
Insomma ghiacciai Alpini in gran forma negli ultimi 30 anni.Io non lo so in che mondo viviamo.....
No , non lo sono affatto. :(
Quella postata era una ricostruzione grafica di cosa poteva essere nel periodo caldo.  Quanto veritiera è impossibile stimarla, non vi sono documenti visivi, ma solo documenti frammentati e molto rari per quell'anno in questione; già meglio sarebbe stata una ricostruzione grafica datata dopo il 1200, avendo più materiale certo e più sicuro nelle sue fonti storiche. Di sicuro nel periodo più caldo dell'"optimum climatico" medievale ( europeo) , gli alpeggi estivi potevano essere al massimo su i 200/300 metri oltre la soglia attuale, da ricerche storiche fatte su documenti esistenti. C'è da dire che la temperatura pare essere stata  però come quella odierna, con un range di crescita più diluito nel tempo rispetto ad oggi. Ciò mi fa pensare che , se si mantengono queste temperature, i ghiacciai alpini continueranno la loro ritirata con un tasso di decrescita annuo e decennale molto accentuato rispetto al passato, come del resto stiamo vedendo da 30 anni a questa parte.  La cosa che a mio modo di vedere preoccupa non è tanto la fluttuazione climatica di temperatura, sempre successa, ma la velocità impressa a tali aumenti che , alle attuali conoscenze storiche che abbiamo e quelle scientifiche sulla misurazioni di ghiaccio perenne alpino, non ha uguali , almeno nel periodo storico e protostorico umano.
saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Febbraio 16, 2020, 07:59:28 pm
No , non lo sono affatto. :(
Quella postata era una ricostruzione grafica di cosa poteva essere nel periodo caldo.  Quanto veritiera è impossibile stimarla, non vi sono documenti visivi, ma solo documenti frammentati e molto rari per quell'anno in questione; già meglio sarebbe stata una ricostruzione grafica datata dopo il 1200, avendo più materiale certo e più sicuro nelle sue fonti storiche. Di sicuro nel periodo più caldo dell'"optimum climatico" medievale ( europeo) , gli alpeggi estivi potevano essere al massimo su i 200/300 metri oltre la soglia attuale, da ricerche storiche fatte su documenti esistenti. C'è da dire che la temperatura pare essere stata  però come quella odierna, con un range di crescita più diluito nel tempo rispetto ad oggi. Ciò mi fa pensare che , se si mantengono queste temperature, i ghiacciai alpini continueranno la loro ritirata con un tasso di decrescita annuo e decennale molto accentuato rispetto al passato, come del resto stiamo vedendo da 30 anni a questa parte.  La cosa che a mio modo di vedere preoccupa non è tanto la fluttuazione climatica di temperatura, sempre successa, ma la velocità impressa a tali aumenti che , alle attuali conoscenze storiche che abbiamo e quelle scientifiche sulla misurazioni di ghiaccio perenne alpino, non ha uguali , almeno nel periodo storico e protostorico umano.
saluti
È proprio questo il punto.C'e' chi dice che l'aumento termico negli ultimi anni sia iperbolico, c'è invece chi dice che è fermo. Ma il termometro del pianeta sono le calotte glaciali e i ghiacciai montani che sono tutti in ritirata a parte quei pochi che stanno a 8000 metri dove per fortuna non credo che la temperatura possa andare in positivo
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Febbraio 16, 2020, 08:49:35 pm
https://www.climaincompiuto.it/come-stanno-i-ghiacciai-alpini/ (https://www.climaincompiuto.it/come-stanno-i-ghiacciai-alpini/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 16, 2020, 09:06:28 pm
Di solito si misurano trend ultra decennali per vedere l'andamento della temperatura ed il trend è in rialzo; su questo non ci piove.
Poi può anche capitare l'anno più freddo , ma questo avviene sia nei periodi caldi che in quelli freddi, come storia insegna.
L'oscillazione su macro scala temporale viene data dai primi,l'oscillazione su micro scala temporale dai secondi.
Il ritiro dei ghiacciai oppure il guadagno si misura con macro scala temporale.
Cito l'anno storico 1010 e 1011 , periodo comunque caldo, che negli annali pervenutaci dalle civiltà più avanzate del tempo nel bacino mediterraneo ( impero Bizantino e califfati arabi) vengono  menzionati fatti di  un inverno veramente cruento con lo stretto del Bosforo interdetto alla navigazione poiché ghiacciato e nevicate e pure ghiaccio nel Nilo presso il Cairo.
Questo per dire che non è l'anno ( micro scala temporale) che determina l'andamento climatico generale di un periodo.
Saluti.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 16, 2020, 09:25:49 pm
https://www.climaincompiuto.it/come-stanno-i-ghiacciai-alpini/ (https://www.climaincompiuto.it/come-stanno-i-ghiacciai-alpini/)
Si ...vabbè . Il ghiacciaio della Marmolada, oppure quello dei Forni , oppure quello dello sforzellina per esempio, sono aumentati del 75% negli anni '70 secondo te? Oppure no ?
Io andrei a guardare anche su altri lidi , anche solo per fare un confronto.
Fai te.
Saluti.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Febbraio 16, 2020, 09:40:15 pm
Il ghiacciaio della Marmolada dal 1850 si é ridotto del 75% è passato 6 km2 a poco più di 1. Se non cambia il trend avrà vita breve come tanti ad altri sotto i 3500 metri. Estati sempre più lunghe e con anticiclone sub tropicale fisso su di noi e scarsità di precipitazioni nella stagione fredda.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 16, 2020, 11:16:53 pm
Il ghiacciaio della Marmolada dal 1850 si é ridotto del 75% è passato 6 km2 a poco più di 1. Se non cambia il trend avrà vita breve come tanti ad altri sotto i 3500 metri. Estati sempre più lunghe e con anticiclone sub tropicale fisso su di noi e scarsità di precipitazioni nella stagione fredda.

Si, scarsità come quest'anno??   :D no così per info
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 16, 2020, 11:21:08 pm
No , non lo sono affatto. :(
Quella postata era una ricostruzione grafica di cosa poteva essere nel periodo caldo.  Quanto veritiera è impossibile stimarla, non vi sono documenti visivi, ma solo documenti frammentati e molto rari per quell'anno in questione; già meglio sarebbe stata una ricostruzione grafica datata dopo il 1200, avendo più materiale certo e più sicuro nelle sue fonti storiche. Di sicuro nel periodo più caldo dell'"optimum climatico" medievale ( europeo) , gli alpeggi estivi potevano essere al massimo su i 200/300 metri oltre la soglia attuale, da ricerche storiche fatte su documenti esistenti. C'è da dire che la temperatura pare essere stata  però come quella odierna, con un range di crescita più diluito nel tempo rispetto ad oggi. Ciò mi fa pensare che , se si mantengono queste temperature, i ghiacciai alpini continueranno la loro ritirata con un tasso di decrescita annuo e decennale molto accentuato rispetto al passato, come del resto stiamo vedendo da 30 anni a questa parte.  La cosa che a mio modo di vedere preoccupa non è tanto la fluttuazione climatica di temperatura, sempre successa, ma la velocità impressa a tali aumenti che , alle attuali conoscenze storiche che abbiamo e quelle scientifiche sulla misurazioni di ghiaccio perenne alpino, non ha uguali , almeno nel periodo storico e protostorico umano.
saluti

Ovviamente nessuno può dirlo quanto precisa, di sicuro i reperti come tu citi ci sono, e  senza tante discusssioni sul fatto di come i cambiamenti avvenissero più o meno rapidamente, perchè saprai bene come queste avvengano nel giro di qualche decennio, spiegano come il clima del medioevo denominato periodo caldo medioevale dagli studiosi avesse le stesse caratteristiche di quelle attuali, se non addirittura più calde.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 16, 2020, 11:55:25 pm
https://www.attivitasolare.com/nuovo-studio-il-nord-america-si-e-raffreddato-dal-1998-senza-alcun-riscaldamento-significativo-dal-1982/ (https://www.attivitasolare.com/nuovo-studio-il-nord-america-si-e-raffreddato-dal-1998-senza-alcun-riscaldamento-significativo-dal-1982/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Febbraio 17, 2020, 05:42:16 am
Si, scarsità come quest'anno??   :D no così per info
Certo se una volta ogni 10 anni fa 2 mesi ottimi di accumuli il ghiacciaio torna in salute
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 17, 2020, 07:43:17 am
Certo se una volta ogni 10 anni fa 2 mesi ottimi di accumuli il ghiacciaio torna in salute

Guarda bene...forse sono 20   ;D  :D ;D ;D ;D ;D ;D ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Febbraio 17, 2020, 07:50:22 am
Si ...vabbè . Il ghiacciaio della Marmolada, oppure quello dei Forni , oppure quello dello sforzellina per esempio, sono aumentati del 75% negli anni '70 secondo te? Oppure no ?
Io andrei a guardare anche su altri lidi , anche solo per fare un confronto.
Fai te.
Saluti.
non c' è scritto che marmolada forni ecc è cresciuto del 75 %, ma sono cresciuti il 75%  dei ghiacciai alpini, l' altro 25% non è cresciuto o è calato
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Febbraio 17, 2020, 08:26:10 am
Guarda bene...forse sono 20   ;D  :D ;D ;D ;D ;D ;D ;D
Si hai ragione sono stato troppo ottimistico
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 17, 2020, 05:48:01 pm
Nessun riscaldamento negli Stati Uniti negli ultimi  15 anni, anzi, tendenza a raffreddamento negli ultimi 3 anni.

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/p960x960/86452361_1424875524373744_1529279326862704640_o.jpg?_nc_cat=108&_nc_eui2=AeHk24hJjjyF3I7F1N0PrfTZ1shJfbLeV4K1lVl1PTZnciod7zC9DnfIJbZwgmFCxsWHenJ0MN7O9LBrzkhpy2VU4FTTMbYb3v_45i74TIqZew&_nc_ohc=d27ybwr5fFwAX_qaQsG&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&_nc_tp=6&oh=416d8e3f95bf37359d84d007e2ef8757&oe=5EC004C7)

I dati sono rispettati da una rete di 114 stazioni in tutti gli Stati Uniti, tra cui i tropici delle Hawaii e l'Artico dell'Alaska.

Le stazioni sono situate in ambienti incontaminati che dovrebbero essere privi di sviluppo per molti decenni.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 17, 2020, 06:03:38 pm
Temperature globali bassa troposfera, copertura totale.

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/86699611_862871980839299_5444776319411814400_n.jpg?_nc_cat=103&_nc_eui2=AeE-YB199IbqSR4HrdiUBRx_csX_xt-VYhEuBRnvjXy1lEY-Qz_cfkq87mQimbFl0xr7rwxcqZXPGNuDDVZMKJ-PXgJ72Hf6S1rCZly0pofztA&_nc_ohc=npegY4KR288AX-RrPXE&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=3322611c26bf810c4cc9b7891195d6e0&oe=5EB757A0)

Altrochè il Gennaio più caldo della storia  ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: furmine - Febbraio 17, 2020, 09:49:51 pm
Interessante presa diretta su rai 3. Parlano dell'aumento della temperatura del mar mediterraneo
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 18, 2020, 05:44:23 pm
https://zbag.roundshot.com/rothorn/?fbclid=IwAR1ydLANMNvdYkBvQPB536-5UtOj1DuXdnPpIp_AkXbH2kXlzTcsK8i6HdA

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 18, 2020, 05:46:49 pm
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/86788736_2684889414892896_5492474881876426752_n.jpg?_nc_cat=110&_nc_eui2=AeGeRpS1_xbX2AL8CCiFKkMYi0hXHpJEHCuBVjyVt4ABnJ-v75Xu2jkbtZMFT8rOM__sOSec71s37ZZ1BEvUBSqKKg4qKnn1NQk4lx-IHYjiAg&_nc_ohc=B6DYR4S8CHoAX8rJ-mg&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=dce96b5d96f96b28b42d1429a3d4a2bf&oe=5EF9EE3A)

Quest’ultimo, durante l’ultima fase “tosta” di espansione, esattamente un secolo fa ha “eroso” prepotentemente le basi delle guglie laterali, facendole in parte franare sul ghiacciaio stesso: vent’anni fa una seconda maxi-frana ha troncato in due il ghiacciaio, rendendo “fossile” la parte inferiore, attualmente invisibile sotto le frane, ma che “arriva fino a due passi dal tunnel del monte bianco.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 18, 2020, 06:20:37 pm
Spessore copertura nevosa alpina+ accumuli ultimi stette giorni:

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/87146947_2684791241569380_9200867022404059136_o.jpg?_nc_cat=105&_nc_eui2=AeFoshkJUjna1VXdv2MljKbnm3ET0P3Rr_5HBpGbvCv5ASJXy4V3zq2gaOyoZBMQ_XKGoEvDNmNiGAf4GiCOmPY9vUAzaehYUy2Ghm9C_41bMg&_nc_ohc=YzSDaVTtRuUAX88FbXT&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&_nc_tp=7&oh=9b82cf461e1af416889e53674b635bff&oe=5EF76F01)

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/86701140_2684791368236034_8545491971228041216_o.jpg?_nc_cat=111&_nc_eui2=AeEOPsvdJ7M8Dk-IwB_qDyXUt1I0wXNF6N0MJbHJDpMSeWWtX-ZNIWJ63NbbQy5cHHzGPcOov2FfY1os2S_CutHSwgkKxLF5ByQkvJZLpoqiqQ&_nc_ohc=BtXTUCe_iMoAX_uUssy&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&_nc_tp=7&oh=16f4bcb4a549e157c16e2a131a644ca2&oe=5EB96219)

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/87079588_2684791388236032_3426572157684023296_o.jpg?_nc_cat=110&_nc_eui2=AeF-oyc8NysxEB59O_HUpjU-AN13B2ch8CZPAx3yqqz7lWqmMyPw-i-2q69N1mnyhum7TpLRojfazQm6URS7QaJi5XpcWccPBODftI80avEVVA&_nc_ohc=XIbiOcArbjIAX-CNpO9&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&_nc_tp=7&oh=06bb0b6d7c9f5c35cd7b693c7f18c5b1&oe=5EFB8A69)

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/86757097_2684791488236022_5319699643322335232_n.jpg?_nc_cat=108&_nc_eui2=AeF0a9CDaTjpCJKjLNK3jA3ZjfuLrjXXjHXNWjclmdsBXu7RcrLBZQiMJhQmShoL9M0GHDHtnGugQLvRJEggem0JaH9aqvw9XWuSLtLu1hJMmQ&_nc_ohc=6algzPy6-fsAX8rl1ZU&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=a0a5e95e538e3c8cfaec69dffb1992d5&oe=5EBE5477)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 19, 2020, 06:18:30 pm
Ecco un altro esempio di....sciacallaggio mediatico da servi del....del sistema!

http://www.climatemonitor.it/?p=52428 (http://www.climatemonitor.it/?p=52428)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 20, 2020, 07:40:30 am
Ecco un altro esempio di....sciacallaggio mediatico da servi del....del sistema!

[url]http://www.climatemonitor.it/?p=52428[/url] ([url]http://www.climatemonitor.it/?p=52428[/url])
Parliamo di clima invece di queste cavolate.
E comunque (a parte la notizia giornalistica) la comprensione adiabatica che ha investito la penisola antartica fa parte del clima, ed il valore raggiunto ha battuto il record di 30 anni fa che mi sembrava fosse di 19,8 °.
Poi in verità l'Antartide è in media con gli altri anni, come posta Ale 81 nell'apposita stanza.
Penso si sia grandi abbastanza per avere un certo discernimento delle notizie dei ns media, per la maggior parte degli utenti di questo forum. Ergo ,Ponente, non importa ricordarci tutte le volte, le macchinazioni macchiavelliche ordite dai complottisti globali dell'Agw e della green economy....ed aggiungere, a volte, commenti personali che a volte rasentano l' offesa per chi non la pensa come te anche qua dentro.
Senza ulteriori discorsi hai visto la stanza aperta da Ale 81 sui ghiacciai, visto che parlavamo qua dentro?
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 20, 2020, 07:54:46 am
Dici? sempe meglio precisare e postare più onti....anche perchè il tam tammediatico verte sempe sulle stesse cose a senso unico. Se fai riferimento all'episodio favonico o di compressione dell'aria di un singolo evento giornaliero non puoi parlare di clima ...questo è lapalissiano, ma di evento meteorologico. Questo è fuori discussione benchè tu voglia far sembrare lo sia. Saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Febbraio 20, 2020, 09:27:50 am
Parliamo di clima invece di queste cavolate.
E comunque (a parte la notizia giornalistica) la comprensione adiabatica che ha investito la penisola antartica fa parte del clima, ed il valore raggiunto ha battuto il record di 30 anni fa che mi sembrava fosse di 19,8 °.
Poi in verità l'Antartide è in media con gli altri anni, come posta Ale 81 nell'apposita stanza.
Penso si sia grandi abbastanza per avere un certo discernimento delle notizie dei ns media, per la maggior parte degli utenti di questo forum. Ergo ,Ponente, non importa ricordarci tutte le volte, le macchinazioni macchiavelliche ordite dai complottisti globali dell'Agw e della green economy....ed aggiungere, a volte, commenti personali che a volte rasentano l' offesa per chi non la pensa come te anche qua dentro.
Senza ulteriori discorsi hai visto la stanza aperta da Ale 81 sui ghiacciai, visto che parlavamo qua dentro?
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk
hai letto quello che ho scritto appena + su, ….., perché vedo che fai gli appunti a tutti, ma non leggi bene gli articoli
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Febbraio 20, 2020, 10:30:34 am
Parliamo di clima invece di queste cavolate.
E comunque (a parte la notizia giornalistica) la comprensione adiabatica che ha investito la penisola antartica fa parte del clima, ed il valore raggiunto ha battuto il record di 30 anni fa che mi sembrava fosse di 19,8 °.
Poi in verità l'Antartide è in media con gli altri anni, come posta Ale 81 nell'apposita stanza.
Penso si sia grandi abbastanza per avere un certo discernimento delle notizie dei ns media, per la maggior parte degli utenti di questo forum. Ergo ,Ponente, non importa ricordarci tutte le volte, le macchinazioni macchiavelliche ordite dai complottisti globali dell'Agw e della green economy....ed aggiungere, a volte, commenti personali che a volte rasentano l' offesa per chi non la pensa come te anche qua dentro.
Senza ulteriori discorsi hai visto la stanza aperta da Ale 81 sui ghiacciai, visto che parlavamo qua dentro?
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk
Facciamo benissimo a sottolineare le immense cavolate, sempre a senso unico dei media, dei vari "scienziati del CNR e altri enti", il 99% della gente non pensa neanche che in Antartide sia piena estate e che la compressione adiabatica può portare per un giorno a t eccezionali. Chi fa terrorismo sono i sostenitori del AGW senza possibilità di replica
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 20, 2020, 11:57:34 am
Dici? sempe meglio precisare e postare più onti....anche perchè il tam tammediatico verte sempe sulle stesse cose a senso unico. Se fai riferimento all'episodio favonico o di compressione dell'aria di un singolo evento giornaliero non puoi parlare di clima ...questo è lapalissiano, ma di evento meteorologico. Questo è fuori discussione benchè tu voglia far sembrare lo sia. Saluti
Per Dio, certo che è un evento meteorologico eccezionale, fa parte comunque di episodi climatici. Questo volevo dire, e ho anche scritto che l'Antartide è in media come estensione. Come ho anche scritto dei media. Però che sembra che io.....ho scritto quello che ho scritto.
Saluti.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 20, 2020, 12:00:24 pm
hai letto quello che ho scritto appena + su, ….., perché vedo che fai gli appunti a tutti, ma non leggi bene gli articoli
Scusami, su quale questione?
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 20, 2020, 12:21:03 pm
Facciamo benissimo a sottolineare le immense cavolate, sempre a senso unico dei media, dei vari "scienziati del CNR e altri enti", il 99% della gente non pensa neanche che in Antartide sia piena estate e che la compressione adiabatica può portare per un giorno a t eccezionali. Chi fa terrorismo sono i sostenitori del AGW senza possibilità di replica
Vedi Andi, chiariamoci bene, a parte che sui media sono d'accordo con te, sugli scienziati del CNR ed altri enti invece ho da obbiettare sulla tua disamina. Io leggo ogni studio, sia di coloro che sono scettici sul AGW , sul GW, e quelli che invece non lo sono. Mi sembra che per la condizione in cui sono io, come la stragrande maggioranza qua dentro, non abbia tali competenze, né faccia di lavoro ricercatore su tale questioni , da poter pendere in maniera assoluta su una parte o l'altra , pur certamente avendo ognuno una propria idea, come è giusto che sia.
Se postate certe argomentazioni scientifiche,  va bene, vorrei vedere ....
Ma se uno dice , o posta articoli in cui si dice, che chi ha un idea diversa è un Gretino( trovata giornalista molto scadente, che invita all'offesa), oppure altri termini diciamo non proprio "eleganti", be',  io almeno ne posso contestare "la forma"? Guarda che per me questa moda attuale di "demonizzazione " delle idee altrui, mi rimane sulle bolas fatta in ambedue i sensi.
Tutto qua, niente di più niente di meno.
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 20, 2020, 01:01:46 pm
Gli articoli postati sono articoli scentifici ..( le cavolate di cui parli, quindi vedi che l'approccio sbagliato è sempre o quasi dalla parte opposta) .non sono articoli che nascondono verità o vogliono far passare per verità cose che non lo sono, approfittando della scarsa conoscenza dei più.  Sono dati oggettivi. NOn puoi prendere un dato e farlo passare per estremo per specularci sopra  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Febbraio 20, 2020, 05:48:32 pm
Scusami, su quale questione?
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Citazione da: magiogighen76 - Febbraio 16, 2020, 09:25:49 pm

    Si ...vabbè . Il ghiacciaio della Marmolada, oppure quello dei Forni , oppure quello dello sforzellina per esempio, sono aumentati del 75% negli anni '70 secondo te? Oppure no ?
    Io andrei a guardare anche su altri lidi , anche solo per fare un confronto.
    Fai te.
    Saluti.

non c' è scritto che marmolada forni ecc è cresciuto del 75 %, ma sono cresciuti il 75%  dei ghiacciai alpini, l' altro 25% non è cresciuto o è calato
Modifica post
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 20, 2020, 06:05:54 pm
Tanto per  cercar di comprendere....

http://blog.meteogiuliacci.it/il-freddo-degli-anni-70/?fbclid=IwAR2P00Ywak9OAHCOaWvOSE8TfBTu31X7-GxGyxIz5RNIjfnX-pTPbQ5IJgU (http://blog.meteogiuliacci.it/il-freddo-degli-anni-70/?fbclid=IwAR2P00Ywak9OAHCOaWvOSE8TfBTu31X7-GxGyxIz5RNIjfnX-pTPbQ5IJgU)

Ora la salsa è opposta..ma la sostanza non cambia. la causa stavolta sarebbe la co2 antropica immessa in atmosfera dalle attività umane. La CO2 è 400ppm

Ossia 400 parti per milione

Parliamo dello 0.04%

Di questo 0.04% solo una minima parte è imputabile alle emissioni umane.

Ricapitolando semplicisticamente.

Posto che l'atmosfera terrestre sia composta da un milione di palline .

Di questo milione 400 palline sono molecole di CO2.

Ma di queste 400 palline solo il 3% sono di origine antropica.

Ossia 12 palline .

DUNQUE..
Su un milione di palline con 12 innesco il riscaldamento globale?

E con queste premesse giustifico 400 miliardi di tasse solo in Europa, mentre tutti gli altri Paesi emergenti se ne fregano, giustamente ed emettono la stessa CO2 per le nostre aziende delocalizzate, perché fuori mercato grazie a questo delirio.

Di che cosa stiamo parlando?  ::)
Non sarebbe meglio scindere clima e ambiente??

Ricorda: anni 60/70  lontano dai tempi della globalizzazione, i media annunciavano al mondo intero l'imminente glaciazione.  :D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 20, 2020, 07:02:20 pm
Gli articoli postati sono articoli scentifici ..( le cavolate di cui parli, quindi vedi che l'approccio sbagliato è sempre o quasi dalla parte opposta) .non sono articoli che nascondono verità o vogliono far passare per verità cose che non lo sono, approfittando della scarsa conoscenza dei più.  Sono dati oggettivi. NOn puoi prendere un dato e farlo passare per estremo per specularci sopra  ;)
L'articolo postato, quello in questione, accusa la stampa( giustamente) ed i catastrofisti, accusa uno studio, parla della compressione adiabatica sulla penisola antartica ( mi sembra di aver detto la stessa cosa) e poi ?  Quindi bene quando sono scientifici, ma non è il caso di questo. Per me sono cavolate giornalistiche, al pari delle altre, e ho detto e chiesto di parlare di clima. Quale dato  vorrei far passare per estremo e spercularci sopra? Mi sa che ci siamo capiti male ,Ponente.
O per caso scritto la stessa cosa , cioè "cavolate",sui grafici postati da te. Mi sembra di no!
Comunque andiamo avanti, non ho ne voglia ne tempo per polemizzare e poi non mi sembra questo il caso.
saluti.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 20, 2020, 07:13:43 pm
Citazione da: magiogighen76 - Febbraio 16, 2020, 09:25:49 pm

    Si ...vabbè . Il ghiacciaio della Marmolada, oppure quello dei Forni , oppure quello dello sforzellina per esempio, sono aumentati del 75% negli anni '70 secondo te? Oppure no ?
    Io andrei a guardare anche su altri lidi , anche solo per fare un confronto.
    Fai te.
    Saluti.

non c' è scritto che marmolada forni ecc è cresciuto del 75 %, ma sono cresciuti il 75%  dei ghiacciai alpini, l' altro 25% non è cresciuto o è calato
Modifica post

Si letto ! E chiedo venia; lo studio da te postato dice quello che hai detto tu, errore mio e chiedo scusa. Hai citato un'altra risposta! Boh!
Comunque vi sono anche i dati postati da Ale 81, che ha aperto una stanza apposita .
saluti.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 20, 2020, 07:36:25 pm
Tanto per  cercar di comprendere....

[url]http://blog.meteogiuliacci.it/il-freddo-degli-anni-70/?fbclid=IwAR2P00Ywak9OAHCOaWvOSE8TfBTu31X7-GxGyxIz5RNIjfnX-pTPbQ5IJgU[/url] ([url]http://blog.meteogiuliacci.it/il-freddo-degli-anni-70/?fbclid=IwAR2P00Ywak9OAHCOaWvOSE8TfBTu31X7-GxGyxIz5RNIjfnX-pTPbQ5IJgU[/url])

Ora la salsa è opposta..ma la sostanza non cambia. la causa stavolta sarebbe la co2 antropica immessa in atmosfera dalle attività umane. La CO2 è 400ppm

Ossia 400 parti per milione

Parliamo dello 0.04%

Di questo 0.04% solo una minima parte è imputabile alle emissioni umane.

Ricapitolando semplicisticamente.

Posto che l'atmosfera terrestre sia composta da un milione di palline .

Di questo milione 400 palline sono molecole di CO2.

Ma di queste 400 palline solo il 3% sono di origine antropica.

Ossia 12 palline .

DUNQUE..
Su un milione di palline con 12 innesco il riscaldamento globale?

E con queste premesse giustifico 400 miliardi di tasse solo in Europa, mentre tutti gli altri Paesi emergenti se ne fregano, giustamente ed emettono la stessa CO2 per le nostre aziende delocalizzate, perché fuori mercato grazie a questo delirio.

Di che cosa stiamo parlando?  ::)
Non sarebbe meglio scindere clima e ambiente??

Ricorda: anni 60/70  lontano dai tempi della globalizzazione, i media annunciavano al mondo intero l'imminente glaciazione.  :D


Diciamo anche che per gli STUDi degli assertori dell' AGW ( non dei media) le sostanze inquinanti e con effetto serra non sono solo la CO2 : specificano anche i CFC , gli HCFC ( oggi al bando nei paesi che hanno ratificato gli accordi di Montreal e Kyoto), Metano , NOx, e composti volatili compositi (AEROSOL).

Normalmente le sostanze inquinanti aerodisperse vengono misurate in ppmv (parti per milione in volume) se allo stato gassoso o in mg/dm³ se si tratta di aerosol (o di fumi), specificando anche la percentuale di ossigeno presente in essi. Per convertire dall'una all'altra unità di misura, si utilizza una formula derivante dal rapporto fisso di una mole di gas e il volume da essa occupato in condizioni normali (0 °C e 1 atm) pari a 22,41 Ndm³/mol (Ndm³ = normal decimetro cubo)

ppm = mg/Ndm³ × 1000 × 22,41 / (massa molare)
in cui la massa molare è espressa in grammi/mole (ad esempio per l'azoto molecolare è pari a 28 g/mol).

Nel caso in cui sia necessario un riferimento ad un livello di ossigeno nei fumi diverso da quello reale:

ppm = mg/Ndm³ × 1000 × 22,41 / (massa molare) × (21 - percentuale di ossigeno richiesto) / (21 - percentuale di ossigeno reale)

saluti.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 20, 2020, 11:16:51 pm
Benissimo ..ma questi non vengono mai citati contro i presunti cambiamenti climatici indotti dall'uomo, ma si parla, si specifica, sempre la co2  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Ema Avenza - Febbraio 20, 2020, 11:21:44 pm
Diciamo anche che per gli STUDi degli assertori dell' AGW ( non dei media) le sostanze inquinanti e con effetto serra non sono solo la CO2 : specificano anche i CFC , gli HCFC ( oggi al bando nei paesi che hanno ratificato gli accordi di Montreal e Kyoto), Metano , NOx, e composti volatili compositi (AEROSOL).

Normalmente le sostanze inquinanti aerodisperse vengono misurate in ppmv (parti per milione in volume) se allo stato gassoso o in mg/dm³ se si tratta di aerosol (o di fumi), specificando anche la percentuale di ossigeno presente in essi. Per convertire dall'una all'altra unità di misura, si utilizza una formula derivante dal rapporto fisso di una mole di gas e il volume da essa occupato in condizioni normali (0 °C e 1 atm) pari a 22,41 Ndm³/mol (Ndm³ = normal decimetro cubo)

ppm = mg/Ndm³ × 1000 × 22,41 / (massa molare)
in cui la massa molare è espressa in grammi/mole (ad esempio per l'azoto molecolare è pari a 28 g/mol).

Nel caso in cui sia necessario un riferimento ad un livello di ossigeno nei fumi diverso da quello reale:

ppm = mg/Ndm³ × 1000 × 22,41 / (massa molare) × (21 - percentuale di ossigeno richiesto) / (21 - percentuale di ossigeno reale)

saluti.
L'azoto non da effetto serra, lo stai usando solo come esempio giusto?

Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 20, 2020, 11:33:02 pm
Business climatico. Il  tam tam martellante di questi tempi, dei media asserviti ai poteri globali di un mondo globalizzato, è..qualcosa di lampante!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 21, 2020, 04:40:33 am
L'azoto non da effetto serra, lo stai usando solo come esempio giusto?

Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk
Diossido d'azoto è responsabile   secondo loro delle piogge acide. Specifico.
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 21, 2020, 04:42:30 am
Business climatico. Il  tam tam martellante di questi tempi, dei media asserviti ai poteri globali di un mondo globalizzato, è..qualcosa di lampante!
Dicevi a me ?

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 21, 2020, 07:50:02 am
Diossido d'azoto è responsabile   secondo loro delle piogge acide. Specifico.
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk
L'azoto scritto in fondo è come esempio per la spiegazione del valore Ppm e della massa molecolare e molare.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Ema Avenza - Febbraio 21, 2020, 09:39:03 am
Diossido d'azoto è responsabile   secondo loro delle piogge acide. Specifico.
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk
Okok, certo che è un acidificante della pioggia. Assolutamente. Chiaramente tutto dipende dalla frazione molare presente nell'aria. Nelle zone dove è più concentrato ha effetto. E comunque ha anche comportamento da gas serra, vista la sua struttura molecolare.

Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Febbraio 21, 2020, 10:00:27 am
Benissimo ..ma questi non vengono mai citati contro i presunti cambiamenti climatici indotti dall'uomo, ma si parla, si specifica, sempre la co2  :)
Infatti, questi non vengono mai citati anche dai cosidetti scienziati che passano ogni giorno nei media
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 21, 2020, 02:44:51 pm
Benissimo ..ma questi non vengono mai citati contro i presunti cambiamenti climatici indotti dall'uomo, ma si parla, si specifica, sempre la co2  :)
Mediaticamente,  a parte qualche rara eccezione in orari impossibili, o qualche trafiletto in 120^ pagina, t'hai ragione.
Saluti.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 21, 2020, 02:57:26 pm
Diciamo anche che per gli STUDi degli assertori dell' AGW ( non dei media) le sostanze inquinanti e con effetto serra non sono solo la CO2 : specificano anche i CFC , gli HCFC ( oggi al bando nei paesi che hanno ratificato gli accordi di Montreal e Kyoto), Metano , NOx, e composti volatili compositi (AEROSOL).

Normalmente le sostanze inquinanti aerodisperse vengono misurate in ppmv (parti per milione in volume) se allo stato gassoso o in mg/dm³ se si tratta di aerosol (o di fumi), specificando anche la percentuale di ossigeno presente in essi. Per convertire dall'una all'altra unità di misura, si utilizza una formula derivante dal rapporto fisso di una mole di gas e il volume da essa occupato in condizioni normali (0 °C e 1 atm) pari a 22,41 Ndm³/mol (Ndm³ = normal decimetro cubo)

ppm = mg/Ndm³ × 1000 × 22,41 / (massa molare)
in cui la massa molare è espressa in grammi/mole (ad esempio per l'azoto molecolare è pari a 28 g/mol).

Nel caso in cui sia necessario un riferimento ad un livello di ossigeno nei fumi diverso da quello reale:

ppm = mg/Ndm³ × 1000 × 22,41 / (massa molare) × (21 - percentuale di ossigeno richiesto) / (21 - percentuale di ossigeno reale)

saluti.
Negli studi postati, vi è  anche il vapore acqueo,  che ha un un'effetto "spettro " elevato( simile al metano), e tali studi tengono sotto osservazione anche le T° del mare, che, sempre secondo questi studi ( che ho riassunto brevemente e anche male, chiedo scusa) con l'aumentare delle temperature marine ,il vapore acqueo  per evaporazione rischia di diventare "elevato" in quantità emessa in atmosfera, creando insieme agli altri "agenti " quello che chiamano "effetto serra a cascata" ( o a valanga, scusate l'inaccuratezza del termine)
Saluti.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 21, 2020, 11:52:11 pm
To be continued.... ;)

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/87074246_1298883510311057_8671001279373246464_o.jpg?_nc_cat=100&_nc_eui2=AeFE9NUcNtpEGioRz4u__93U9J9j6E64PYWlNSQ71sVd5HF4Rtsr37THYjKNVwr0CYNwoA2nN788yvz--I-FlcIw6IUW94T-ID1uOuAyFrcbBw&_nc_ohc=Cy_b-Mz1SfsAX9U7VvU&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&_nc_tp=7&oh=c855506486197bdf0fcf90828f16d1a8&oe=5EF1D648)

(https://sdo.gsfc.nasa.gov/assets/img/latest/latest_1024_HMIIF.jpg)


Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 23, 2020, 11:55:44 am
https://www.gognablog.com/seguite-la-scia-dei-soldi-dietro-le-politiche-sul-clima/?fbclid=IwAR1eNiOCnMtvi0eKGoC6pWpmQQqJ_-3ccDoHjJff533QKSj8pPrXy0mBGkg (https://www.gognablog.com/seguite-la-scia-dei-soldi-dietro-le-politiche-sul-clima/?fbclid=IwAR1eNiOCnMtvi0eKGoC6pWpmQQqJ_-3ccDoHjJff533QKSj8pPrXy0mBGkg)

I controllori e i controllati...  i benefattori del disastro ambientale che fino a ieri hanno generato.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Febbraio 23, 2020, 03:00:52 pm
E aggiungo, chissà che adesso si pensi alle emergenze vere, e non alle buffonate come il contrasto al riscaldamento globale
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 23, 2020, 03:18:30 pm
E aggiungo, chissà che adesso si pensi alle emergenze vere, e non alle buffonate come il contrasto al riscaldamento globale
Ognuno penserà alle cose che deve pensare e per cui è preposto ....che discorsi!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 24, 2020, 05:50:30 pm
https://www.attivitasolare.com/ghiacci-polari-ieri-oggi-e-domani/ (https://www.attivitasolare.com/ghiacci-polari-ieri-oggi-e-domani/)

(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/02/Holocene-Cooling-North-Atlantic-Subpolar-Birkel-2018.jpg)

(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/02/73323473_2565387076911822_8512979047322484736_n-1.jpg)


Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 24, 2020, 11:29:00 pm
Estensione ghiaccio marino artico(calotta polare nord) al 23 Feb 2020 = 14.823.000.000
                                                                                      al 23 Feb 2018  = 14.118.000000

                                                          media 1981-2010 al 23 Feb         =  15.463.000.000

Dai dati emerge quanto manchi poco, circa 600.000 Km2 di area coperta da ghiaccio per avere un livello di estensione in media agli ultimi 40 anni,  constatando pure un aumento negli ultimi due anni, superiore a quanto mancherebbe alla media di riferimento.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 25, 2020, 08:03:29 pm
Estensione ghiaccio marino artico(calotta polare nord) al 23 Feb 2020 = 14.823.000.000
                                                                                      al 23 Feb 2018  = 14.118.000000

                                                          media 1981-2010 al 23 Feb         =  15.463.000.000

Dai dati emerge quanto manchi poco, circa 600.000 Km2 di area coperta da ghiaccio per avere un livello di estensione in media agli ultimi 40 anni,  constatando pure un aumento negli ultimi due anni, superiore a quanto mancherebbe alla media di riferimento.
Scusami Ponente, qual'è la fonte di questi dati, visto che nella stanza tenuta da Ale 81, su fonte Jaxa  sono al massimo arrivati a 14.182.000 km2 di estensione ?
Grazie
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 25, 2020, 11:44:26 pm
Scusami Ponente, qual'è la fonte di questi dati, visto che nella stanza tenuta da Ale 81, su fonte Jaxa  sono al massimo arrivati a 14.182.000 km2 di estensione ?
Grazie


Ciao fuigurati, i dati sono presi da qui : 

http://nsidc.org/arcticseaicenews/?fbclid=IwAR0FAQcX4poVElO3l7Swv9-AzDZB5rJwAayQU97xa58ZPi_3MPTVMFdv8PI (http://nsidc.org/arcticseaicenews/?fbclid=IwAR0FAQcX4poVElO3l7Swv9-AzDZB5rJwAayQU97xa58ZPi_3MPTVMFdv8PI)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 26, 2020, 06:57:49 am
Ciao fuigurati, i dati sono presi da qui : 

[url]http://nsidc.org/arcticseaicenews/?fbclid=IwAR0FAQcX4poVElO3l7Swv9-AzDZB5rJwAayQU97xa58ZPi_3MPTVMFdv8PI[/url] ([url]http://nsidc.org/arcticseaicenews/?fbclid=IwAR0FAQcX4poVElO3l7Swv9-AzDZB5rJwAayQU97xa58ZPi_3MPTVMFdv8PI[/url])
Grazie.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 28, 2020, 06:12:26 pm
Dal 2008 al 2016 l'Oceano Atlantico, dal nord dell'Islanda fino al sud delle coste europee si è raffreddato di 2° dalla superfice fino
ad una profondità di 800 Mt.  Questo trend è continuo per tutto l'anno nelle profondità e sta continuando.
Per farvi capire in prospettiva questi cambiamenti termici, considerate che gli oceani globali hanno impiegato 55 anni (1955-2010) per riscaldarsi di 0,18°

https://notrickszone.com/2020/02/24/new-study-a-massive-cooling-of-2c-in-8-years-2008-2016-has-jolted-large-regions-of-the-north-atlantic/
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 29, 2020, 01:14:34 am
Un po' lungo, ma davvero interessante da leggere...spiegato per bene tutto ciò che si cela dietro questa teoria.

https://www.albertodeluigi.com/2019/11/27/clima-paranoia-o-scienza/?fbclid=IwAR2CzhP69X5lOPYanMv_r-54Qr7VvZQeclbfeiQjvmaDY20gQnKfg49IypE (https://www.albertodeluigi.com/2019/11/27/clima-paranoia-o-scienza/?fbclid=IwAR2CzhP69X5lOPYanMv_r-54Qr7VvZQeclbfeiQjvmaDY20gQnKfg49IypE)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 29, 2020, 01:24:15 am
Le variazioni attuali di temperatura così rapide possono essere naturali?

http://www.climatemonitor.it/?p=51650&fbclid=IwAR3Lu1KNVpAMkW6Yys0w4KdnFQn0OMbflmnYO1fi1UdEezMEK0293TgzrjE (http://www.climatemonitor.it/?p=51650&fbclid=IwAR3Lu1KNVpAMkW6Yys0w4KdnFQn0OMbflmnYO1fi1UdEezMEK0293TgzrjE)

Certo che si, più volte dimostrato, ma meglio pubblicare per informazione.  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Febbraio 29, 2020, 09:41:06 am
Un po' lungo, ma davvero interessante da leggere...spiegato per bene tutto ciò che si cela dietro questa teoria.

https://www.albertodeluigi.com/2019/11/27/clima-paranoia-o-scienza/?fbclid=IwAR2CzhP69X5lOPYanMv_r-54Qr7VvZQeclbfeiQjvmaDY20gQnKfg49IypE (https://www.albertodeluigi.com/2019/11/27/clima-paranoia-o-scienza/?fbclid=IwAR2CzhP69X5lOPYanMv_r-54Qr7VvZQeclbfeiQjvmaDY20gQnKfg49IypE)
Molto interessante, cosa dicono anche qui dentro i sostenitori del 99 (o 97%) degli scienziati favorevoli alla causa delle emissioni antropiche di CO2 come principale causa del riscaldamento?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: stefanocarneval - Febbraio 29, 2020, 10:00:55 am
Il problema è che, tecnicamente, siamo in periodo interglaciale e tutte le simulazioni modellistiche (da quelle che studiavo ai tempi dell'università a inizi anni '90), fino a quelle di oggi, molto più fini e dettagliate, fanno vedere scarti termici, anche negativi, rispetto all'epoca pre-industriale.
In soldoni, senza lo scenario emissivo che c'è da qui a centocinquanta anni, la temperatura in media sarebbe tra -0,3 e 0,1°C (secondo alcuni modelli) sulla mediana dello zero.


Inviato dal mio Redmi 6A utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 29, 2020, 12:16:41 pm
 ;D
Le variazioni attuali di temperatura così rapide possono essere naturali?

[url]http://www.climatemonitor.it/?p=51650&fbclid=IwAR3Lu1KNVpAMkW6Yys0w4KdnFQn0OMbflmnYO1fi1UdEezMEK0293TgzrjE[/url] ([url]http://www.climatemonitor.it/?p=51650&fbclid=IwAR3Lu1KNVpAMkW6Yys0w4KdnFQn0OMbflmnYO1fi1UdEezMEK0293TgzrjE[/url])

Certo che si, più volte dimostrato, ma meglio pubblicare per informazione.  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 29, 2020, 12:39:50 pm
Molto interessante, cosa dicono anche qui dentro i sostenitori del 99 (o 97%) degli scienziati favorevoli alla causa delle emissioni antropiche di CO2 come principale causa del riscaldamento?
cosa dicono, cosa pensano .......di sicuro dicono che ascolti tanta televisione e poco quello che viene scritto qua dentro, ma  poco................perchè dire che l'emissioni antropiche " influiscono" o dire che possono essere diventati comunque un "tassello" , non vuole dire che sono "la causa principale " del Gw. Qua nessuno l'ha detto, semmai è stato detto che si guardano gli studi, non avendone nessuno le capacità , di tempo, lavorative e di ricerca , per protendere fermamente verso una posizione in maniera netta.
A quanto pare invece qualcuno ha la sicura verità in mano , nel verbo e così certa da poter asserire in maniera "univoca" la realtà dei fatti, sperculando pure , e poi rivogando le altrui idee come demagogiche e sperculanti . Se poi gli studi di chi asserisce che non ci sia causa antropica nel riscaldamento globale della temperatura globale dell'aria, terra e mari risultassero veritieri al 100%,  figurati se io non ne sono contento..................però lavorando ed avendo lavorato su HCFC,HFC e CFC , non posso certamente dire che la loro immissione nell'atmosfera non fa niente di che, anzi  ......possa essere anche lo 0,1 %, ma ci sarebbe comunque una variazione da immissione antropica !
Vediamo se ci si capisce, almeno spero!
Saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 29, 2020, 02:50:48 pm
cosa dicono, cosa pensano .......di sicuro dicono che ascolti tanta televisione e poco quello che viene scritto qua dentro, ma  poco................perchè dire che l'emissioni antropiche " influiscono" o dire che possono essere diventati comunque un "tassello" , non vuole dire che sono "la causa principale " del Gw. Qua nessuno l'ha detto, semmai è stato detto che si guardano gli studi, non avendone nessuno le capacità , di tempo, lavorative e di ricerca , per protendere fermamente verso una posizione in maniera netta.
A quanto pare invece qualcuno ha la sicura verità in mano , nel verbo e così certa da poter asserire in maniera "univoca" la realtà dei fatti, sperculando pure , e poi rivogando le altrui idee come demagogiche e sperculanti . Se poi gli studi di chi asserisce che non ci sia causa antropica nel riscaldamento globale della temperatura globale dell'aria, terra e mari risultassero veritieri al 100%,  figurati se io non ne sono contento..................però lavorando ed avendo lavorato su HCFC,HFC e CFC , non posso certamente dire che la loro immissione nell'atmosfera non fa niente di che, anzi  ......possa essere anche lo 0,1 %, ma ci sarebbe comunque una variazione da immissione antropica !
Vediamo se ci si capisce, almeno spero!
Saluti
;D

Dunque?  il problema è che invece si propaganda che l'uomo e l'immissione di co2 (gas che si trova in natura e permette la vita= no co2, no piante no ossigeno no vita) sia la sola causa di un riscaldamento che in 170 è variato di meno di 1°

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 29, 2020, 02:54:01 pm
Dal 2008 al 2016 l'Oceano Atlantico, dal nord dell'Islanda fino al sud delle coste europee si è raffreddato di 2° dalla superfice fino
ad una profondità di 800 Mt.  Questo trend è continuo per tutto l'anno nelle profondità e sta continuando.
Per farvi capire in prospettiva questi cambiamenti termici, considerate che gli oceani globali hanno impiegato 55 anni (1955-2010) per riscaldarsi di 0,18°

https://notrickszone.com/2020/02/24/new-study-a-massive-cooling-of-2c-in-8-years-2008-2016-has-jolted-large-regions-of-the-north-atlantic/

UP articolo interessante  ;)
commenti?  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 29, 2020, 06:02:20 pm
UP articolo interessante  ;)
commenti?  :)
Articolo veramente interessante; ne sto' vedendo anche altri su questi dati con vari studi al riguardo;
più che altro, il raffreddamento in quella zona  di Atlantico ,coincide con la risalita sulle coste Europee verso l'artico dell'AMOC (Atlantic meridional overturning circulation,) ; ho visto su studi di 2 università Europee ( Utrech e Gronigen) fatti sulla corrente , che dal 2008 la forza dell' AMOC si è quasi dimezzata rispetto agli anni precedenti; questi studi sono solo sulla corrente e non sugli effetti climatici che tale cambiamento può apportare. Tali studi calcolano una probabilità che nei prossimi 100 anni la corrente possa arrestarsi o diminuire il suo apporto quasi a zero.
Infatti lo studio paragonato all'articolo postato da Ponente , mette in risalto che le temperature sono calate proprio con la diminuzione dell'AMOC ( si può trovare anche su Scientific Reports lo studio delle Università citate); al contrario vi è un aumento della temperatura sulla corrente fredda in discesa su Terranova , che dovrebbe essere correlata proprio con tale diminuzione.
Saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 29, 2020, 06:11:27 pm
;D

Dunque?  il problema è che invece si propaganda che l'uomo e l'immissione di co2 (gas che si trova in natura e permette la vita= no co2, no piante no ossigeno no vita) sia la sola causa di un riscaldamento che in 170 è variato di meno di 1°
Non qua dentro Ponente dai; ho citato in articolo precedente  che per gli studiosi di ciò non è relegabile tutto all'aumento della CO2 come i media vogliono far passare. Un conto è parlare dei media e degli interessi, un conto è parlare degli studi scientifici e delle persone qua dentro; correlare le posizioni espresse nel forum, molte seguendo degli studi e mai con " la verità in tasca" con le posizioni mediatiche, come ha fatto Andi, non è ne giusto ne appropriato perché vi è una differenza sostanziale , e questo lo sai pure te!
Saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Cloover - Febbraio 29, 2020, 06:51:19 pm
UP articolo interessante  ;)
commenti?  :)

Il raffreddamento di quel settore Oceanico potrebbe dipendere dal riscaldamento globale, è la caduta della tensione zonale di cui tanto sto parlando, relativa allo sfasamento del dipolo atlantico.
In pratica abbiamo un raffreddamento in quel settore Oceanico ed un riscaldamento nei settori più a Nord, quelli Artici.
Il pattern si amplifica durante il trimestre estivo, negli utlimi 20anni è perfettamente correlato con l'aumento termico che si registra sul settore Europeo e con le Estati infuocate a causa della staticità del pattern  ;)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Febbraio 29, 2020, 07:31:58 pm
Il raffreddamento di quel settore Oceanico potrebbe dipendere dal riscaldamento globale, è la caduta della tensione zonale di cui tanto sto parlando, relativa allo sfasamento del dipolo atlantico.
In pratica abbiamo un raffreddamento in quel settore Oceanico ed un riscaldamento nei settori più a Nord, quelli Artici.
Il pattern si amplifica durante il trimestre estivo, negli utlimi 20anni è perfettamente correlato con l'aumento termico che si registra sul settore Europeo e con le Estati infuocate a causa della staticità del pattern  ;)
Quindi Filippo, secondo te ( e non solo) il raffreddamento di quel settore Altantico e quindi la variazione in negativo dell'AMOC , influirebbe negativamente sulla " Forza" della cella di Ferrel , che risulterebbe meno estesa in estate a discapito di un'invadenza superiore ( in gradi di  paralleli) della cella di Hadley, e quindi di rimonte anticicloniche più persistenti sulla zona temperata "bassa" ( quindi per l'europa penisola iberica, italia , Grecia e Balcani)?
Saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Cloover - Marzo 01, 2020, 02:17:29 pm
Quindi Filippo, secondo te ( e non solo) il raffreddamento di quel settore Altantico e quindi la variazione in negativo dell'AMOC , influirebbe negativamente sulla " Forza" della cella di Ferrel , che risulterebbe meno estesa in estate a discapito di un'invadenza superiore ( in gradi di  paralleli) della cella di Hadley, e quindi di rimonte anticicloniche più persistenti sulla zona temperata "bassa" ( quindi per l'europa penisola iberica, italia , Grecia e Balcani)?
Saluti

Esatto,fa parte dei processi relativi all'Amplificazione Artica, con scambi meridiani più accentuati ed una soppressione della cella di Ferrel  ;)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 01, 2020, 11:01:31 pm
A.  A.  Global warming  cercasi

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/88344336_10222572329924930_8089758192654876672_o.jpg?_nc_cat=103&_nc_sid=07e735&_nc_ohc=9KkpnVWpal8AX9SMpV9&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&_nc_tp=7&oh=596a38b72cfd2d86c39fc9411928ec89&oe=5F008196)

 :D

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/p720x720/88126905_10222572330084934_2934229198866219008_o.jpg?_nc_cat=110&_nc_sid=07e735&_nc_ohc=xwQM4Xf4TR0AX9buIyM&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&_nc_tp=6&oh=f65e919a7a6b819695985d159aa71d2d&oe=5EBCA147)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Old Style - Marzo 01, 2020, 11:23:08 pm
A.  A.  Global warming  cercasi

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/88344336_10222572329924930_8089758192654876672_o.jpg?_nc_cat=103&_nc_sid=07e735&_nc_ohc=9KkpnVWpal8AX9SMpV9&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&_nc_tp=7&oh=596a38b72cfd2d86c39fc9411928ec89&oe=5F008196)

 :D

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/p720x720/88126905_10222572330084934_2934229198866219008_o.jpg?_nc_cat=110&_nc_sid=07e735&_nc_ohc=xwQM4Xf4TR0AX9buIyM&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&_nc_tp=6&oh=f65e919a7a6b819695985d159aa71d2d&oe=5EBCA147)
Però Groenlandia in fiamme !  :P
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 02, 2020, 07:37:10 am
Però Groenlandia in fiamme !  :P

 :P ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 03, 2020, 09:10:12 am
Maldive sommerse, con crescita dei mari come non ci fosse un domani..  ;D

https://maldives.net.mv/35056/maldives-to-open-four-new-airports-in-2020/?fbclid=IwAR1RXrknBCZpxW-RacSs3XOHsWyxE9_KtOyWnOGLCRPtqbh15XPS-vV9Dlc
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 03, 2020, 09:34:06 am
Le analisi approfondite sul sole della Zharkova nel suo ultimo lavoro, mostrano una possibile diminuzione di 8 watt per metro quadro della TSI (total solar irradiance)verso la Terra nei prossimi anni/decenni. Un’enormità!

https://www.youtube.com/watch?time_continue=8&v=M_yqIj38UmY&feature=emb_logo (https://www.youtube.com/watch?time_continue=8&v=M_yqIj38UmY&feature=emb_logo)


Andamento Fluttuazioni Temperatura e CO2 durante le ere Geologiche

(https://i0.wp.com/www.climatemonitor.it/wp-content/uploads/2016/06/Cambriano.jpg?w=640)

Nessuna correlazione diretta tra CO2 e Temperatura, anzi la correlazione è inversa.

Prima era “Effetto Serra” (del tutto naturale, grazie al quale abbiamo un pianeta vivibile e abitabile), poi è diventato “Anthropogenic Global Warming” (AGW), causato dalle attività umane con conseguente aumento della temperatura media del pianeta. Poi è diventato “Cambiamento Climatico“, con la conseguenza, secondo loro, che le temperature possono sia aumentare che diminuire. Ora qualcuno sta usando il termine “Surriscaldamento Globale“, quando le temperature aumentano, per tornare al Cambiamento Climatico quando invece scendono. Prossimamente come sarà? “Estinzione di massa” (sempre dovuta all’Uomo) o “Evaporazione Globale“?

Posso capire Cambiamento Climatico, il Clima nella storia è sempre cambiato, non capisco il termine Antropogenico (causato dall’Uomo riferito al Clima), altro discorso da non confondere l’impatto di inquinamento e attività umane sull’ambiente.

Il problema è che si tende sempre a colpevolizzare l’Uomo, spesso con pericoli o eventi Naturali su cui non si ha la possibilità di intervenire, così da avere una leva di potere e controllo sulle masse.

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Marzo 03, 2020, 09:46:54 am
Maldive sommerse, con crescita dei mari come non ci fosse un domani..  ;D

https://maldives.net.mv/35056/maldives-to-open-four-new-airports-in-2020/?fbclid=IwAR1RXrknBCZpxW-RacSs3XOHsWyxE9_KtOyWnOGLCRPtqbh15XPS-vV9Dlc
Sono proprio convinti che l'aumento dei livelli dei mari li sommergerà evidentemente, come pronosticato dai sostenitori del AGW ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 03, 2020, 09:54:16 am
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/89257928_2637787079680082_8023051900234498048_o.jpg?_nc_cat=104&_nc_sid=ca434c&_nc_ohc=vbPDqsHZr0sAX-zz1-O&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&_nc_tp=7&oh=0c5117b956b53de7c4f9b0cdd42c4e05&oe=5E9982DE)

https://www.volcanodiscovery.com/merapi/news/99340/Merapi-Volcano-Volcanic-Ash-Advisory-HIGH-LEVEL-VA-ERUPTION-TO-FL350-AT-022222Z-to-20000-ft-6100-m.html (https://www.volcanodiscovery.com/merapi/news/99340/Merapi-Volcano-Volcanic-Ash-Advisory-HIGH-LEVEL-VA-ERUPTION-TO-FL350-AT-022222Z-to-20000-ft-6100-m.html)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 03, 2020, 06:08:04 pm
https://watchers.news/2020/03/03/merapi-eruption-indonesia-march-2020/


cenere vulcanica a 10,7 Km
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Marzo 05, 2020, 06:40:58 pm
Chissà che l'emergenza che stiamo vivendo sposti l'attenzione sul prevenire e risolvere i veri problemi, non l'aumento di zero virgola della temperatura. Forse è una speranza invano, perchè ieri i l'Europa pensava a intrattenere Greta e a programmare la lotta ai cambiamenti climatici e l'azzeramento delle emissioni! Invece di mettere soldi per combattere la recessione pesantissima che ci sarà e l'emergenza sanitaria. Pazzesco veramente
 
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Marzo 05, 2020, 08:23:11 pm
Chissà che l'emergenza che stiamo vivendo sposti l'attenzione sul prevenire e risolvere i veri problemi, non l'aumento di zero virgola della temperatura. Forse è una speranza invano, perchè ieri i l'Europa pensava a intrattenere Greta e a programmare la lotta ai cambiamenti climatici e l'azzeramento delle emissioni! Invece di mettere soldi per combattere la recessione pesantissima che ci sarà e l'emergenza sanitaria. Pazzesco veramente
TI invito a scrivere del corona virus sulla stanza apposita aperta .
Poi per il resto ti incollo questo che è in data 25 Febbraio :
La commissaria Kyriakides ha partecipato questo pomeriggio alla riunione con i ministri della Salute dell'Italia e dei Paesi confinanti (Austria, Slovenia, Francia, Svizzera e Germania). Domani la commissaria incontrerà il ministro della Salute Roberto Speranza insieme al direttore del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) e l'Oms. "Discuteranno della situazione in Italia e delle misure di pronta risposta", ha spiegato la portavoce della Commissione Ue, Dana Spinant. La portavoce ha anche precisato che "è in corso" la missione in Italia dell'Ecdc e dell'Oms annunciata ieri dalla stessa commissaria Kyriakides, che "è focalizzata sulla comprensione della trasmissione del virus nelle zone colpite. La missione guarderà alla gestione medica, alla sorveglianza e al controllo dei contagi, così come alla comunicazione dei rischi". Domani, intorno alle ore 11 è previsto un punto stampa congiunto di Kyriakides e Speranza.

Poi : Von Der Layen assicura che: “c’è un enorme lavoro di organizzazione e solidarietà, non lo vedete perché non c’è nessun problema. Certo, non tutto è allineato, ma non può esserlo perché ci sono situazioni differenti e non possono essere prese le stesse misure ovunque, dobbiamo rispettare anche il lavoro delle autorità locali” . Per ora le uniche misure concrete sono state il primo pacchetto di aiuti di 232 miliardi di euro, di cui la maggior parte consegnati all’Oms per la lotta al Covid-19, ma Lenarcic assicura che “stiamo valutando la possibilità di mobilitare altri fondi”.

Commisario U.E. Gentiloni 3 giorni fa:“la cifra proposta dall’Italia può essere considerata proporzionata” e ha assicurato che l’Unione europea prevede dei meccanismi di flessibilità nei casi di “circostanze eccezionali”, bisognerà però valutare le richieste dei vari stati membri e “coordinare le risposte sulla base di uno spirito di solidarietà”.

Nel Parlamento Europeo ( come del resto in tutti ) vi sono commissioni di lavoro che sono preposte a varie e differenti argomenti; non è che parlano solo di una cosa e basta; sul Corona virus hanno creato anche una task force all'occorrenza.
Comunque sono altamente Ot e la chiudo qua su questa stanza per tale argomento.
Per chi vuole ci scriviamo di là.
Cordiali Saluti

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Marzo 05, 2020, 08:32:19 pm
https://watchers.news/2020/03/03/merapi-eruption-indonesia-march-2020/


cenere vulcanica a 10,7 Km
Mi pare ve ne siano diversi in eruzione conclamata a vedere dall INGV....... ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Marzo 12, 2020, 10:17:21 am
http://www.climatemonitor.it/?p=52093 (http://www.climatemonitor.it/?p=52093)
trovato oggi in tema
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Marzo 12, 2020, 12:24:26 pm
Domanda un po' OT:
Ponente, te che segui costantemente il vulcanesimo attivo, hai in merito anche notizie storiche dell'anno 537 d.c.?
Sono a fare una ricerca in merito,( nei pochi ritagli di tempo disponibili e per puro mio interesse) legata alla "Peste di Giustiniano"( 540-41 D.C) e alle alterazioni climatiche che ne hanno caratterizzato la diffusione. Su molti documenti si citano più eruzioni di vulcani, solo che c'è chi parla di Islanda ,chi di nord america, chi di altro ancora.
Hai notizie in Merito, con fonti" scientifiche "abbastanza sicure ?
Saluti e grazie! ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 12, 2020, 01:15:15 pm
Domanda un po' OT:
Ponente, te che segui costantemente il vulcanesimo attivo, hai in merito anche notizie storiche dell'anno 537 d.c.?
Sono a fare una ricerca in merito,( nei pochi ritagli di tempo disponibili e per puro mio interesse) legata alla "Peste di Giustiniano"( 540-41 D.C) e alle alterazioni climatiche che ne hanno caratterizzato la diffusione. Su molti documenti si citano più eruzioni di vulcani, solo che c'è chi parla di Islanda ,chi di nord america, chi di altro ancora.
Hai notizie in Merito, con fonti" scientifiche "abbastanza sicure ?
Saluti e grazie! ;)

Ciao... interessante...ora però non ho tempo....magari più tardi o nel weekend proverò a cercare qualcosa   ;) 
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Marzo 12, 2020, 02:42:01 pm
Ciao... interessante...ora però non ho tempo....magari più tardi o nel weekend proverò a cercare qualcosa   ;)
Grazie. Alcuni paleoclimatologi  definiscono quel periodo ( circa 10-15 )  come il più freddo ( almeno dell'emisfero settentrionale) degli ultimi 2000 anni, più  freddo pure della Peg e legano tutto ad eventi di vulcanismo.
Se poi trovi il tempo per approfondire mi fai un piacere.
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Marzo 12, 2020, 08:33:45 pm
Ponente , io da par mio ti posso allegare questo, meramente in chiave storica :
"Cassiodoro, nell’epistola 25 delle Variae (datata tra il 534 e il 537), parla di un sole attenuato, bluastro, che non proietta ombre, di uva che invecchia acerba.
Procopio di cesarea, nel libro secondo della Guerra Vandalica, racconta che nel decimo anno del regno di Giustiniano (537) «il sole mandò luce senza raggi, alla maniera della luna, per l’intera durata dell’anno, e sembrò del tutto simile a un’eclisse»
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 14, 2020, 11:38:19 am
Ciao ..stamani ho fatto una veloce ricerca ed emerge che in quel periodo (V sec. dc) ci furono diverse eruzioni vulcaniche potenti...
ma tra le più indiziate di quel periodo di forti stravolgimenti climatici ci fù l'eruzione del Ilopango, lago vulcanico di El Salvador.  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Marzo 14, 2020, 12:25:21 pm
Ciao ..stamani ho fatto una veloce ricerca ed emerge che in quel periodo (V sec. dc) ci furono diverse eruzioni vulcaniche potenti...
ma tra le più indiziate di quel periodo di forti stravolgimenti climatici ci fù l'eruzione del Ilopango, lago vulcanico di El Salvador.  ;)
Grazie Ponente: se hai dei link di ricerca postali pure oppure mandameli in messaggio privato. A tua discrezione e con il tempo a tua disposizione, ovviamente.
Cordiali saluti.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 14, 2020, 05:35:59 pm
Grazie Ponente: se hai dei link di ricerca postali pure oppure mandameli in messaggio privato. A tua discrezione e con il tempo a tua disposizione, ovviamente.
Cordiali saluti.


Un piacere...figurati!   :) Intanto ti/vi lascio questo link con altri spunti su altri vulcani...

http://aldopiombino.blogspot.com/2014/02/un-nuovo-vulcano-candidato-per-levento.html (http://aldopiombino.blogspot.com/2014/02/un-nuovo-vulcano-candidato-per-levento.html)

interessante approfondire osservando anche come ci furono forzanti maggiori, come già sospettato oggi, a scataneare il vulcanismo..   con calma posterò altri spunti! Saluti!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 21, 2020, 10:09:42 am
https://www.attivitasolare.com/albedo/ (https://www.attivitasolare.com/albedo/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 27, 2020, 12:29:39 am
https://www.volcanodiscovery.com/shiveluch/news.html (https://www.volcanodiscovery.com/shiveluch/news.html)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Marzo 27, 2020, 11:09:37 am
http://www.climatemonitor.it/?p=52626 (http://www.climatemonitor.it/?p=52626)
Altro interessante articolo, c'è ancora qualche pazzo che ritiene in questo disastro che il problema dell'umanità sia il clima!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Aprile 07, 2020, 09:59:41 am
Oggi ultima perla in tv dell'"esperta": il riscaldamento globale facilita la diffusione dei virus! Ma per piacere come si fa a dire queste buffonate, i virus respiratori notoriamente sono facilitati nella diffusione dal freddo umido, non per nulla le epidemie arrivano in inverno e tendono a scomparire in estate. Certo che dopo settimane di Coronavirus ci mancava il nuovo intervento sul riscaldamento
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 07, 2020, 11:44:24 pm
 :)

https://www.attivitasolare.com/46-dichiarazioni-di-esperti-ipcc-contro-lipcc/ (https://www.attivitasolare.com/46-dichiarazioni-di-esperti-ipcc-contro-lipcc/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 07, 2020, 11:44:48 pm
(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/04/91594716_3114334071919128_9046784941811040256_o-800x593.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Aprile 08, 2020, 09:31:58 am
:)

https://www.attivitasolare.com/46-dichiarazioni-di-esperti-ipcc-contro-lipcc/ (https://www.attivitasolare.com/46-dichiarazioni-di-esperti-ipcc-contro-lipcc/)
Ovviamente sono dati che non si possono divulgare, per lesa maestà il riscaldamento globale. Mi sto chiedendo perchè dobbiamo mantenere inutili carrozzoni mangiasoldi dei contribuenti come IPCC, ONU e ci aggiungerei da ultimo anche OMS (visto le prestazioni durante la pandemia) :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Aprile 08, 2020, 01:00:49 pm
Ovviamente sono dati che non si possono divulgare, per lesa maestà il riscaldamento globale. Mi sto chiedendo perchè dobbiamo mantenere inutili carrozzoni mangiasoldi dei contribuenti come IPCC, ONU e ci aggiungerei da ultimo anche OMS (visto le prestazioni durante la pandemia) :)
Perchè sennò sarebbe peggio ; specialmente su Onu e Oms; quante crisi sono state risolte negli ultimi anni da questi due "enti"? Molte; e che non ci toccano quasi mai!
Sono perfettibili? certamente! Sono fatte da uomini e quindi inclini agli errori, come tutti del resto!
Ma non prenderli così sottogamba; l'impegno profuso dall'OMS negli ultimi 20 anni è stato molto; Ebola, MERS, SARS, SUINA, aviaria; noi europei siamo stati quasi non toccati da tali virus, e proprio per l'intervento dell'OMS, che in altre zone del pianeta ha profuso sforzi notevoli!
Saluti.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 10, 2020, 05:28:22 pm
Ghiaccio artico in ritirata...quasi scomparso  ;D

https://www.attivitasolare.com/svalbard-maggior-ghiaccio-marino-dal-1988-circondata-di-ghiaccio-lisola-dellorso-a-sud/?fbclid=IwAR0WHVRTCJSSy2K1NoEDQdX0Wj0sDm9Qfwikxfdxds9LsQKclIcjNHkwh70 (https://www.attivitasolare.com/svalbard-maggior-ghiaccio-marino-dal-1988-circondata-di-ghiaccio-lisola-dellorso-a-sud/?fbclid=IwAR0WHVRTCJSSy2K1NoEDQdX0Wj0sDm9Qfwikxfdxds9LsQKclIcjNHkwh70)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 11, 2020, 12:45:42 am
Eruzione oggi 10 Aprile del vulcano Krakatau(Indonesia) cenere a 15 Km slm
https://www.volcanodiscovery.com/krakatau/news/101587/Krakatoa-volcano-Indonesia-violent-eruption-ash-to-47000-ft-altitude.html (https://www.volcanodiscovery.com/krakatau/news/101587/Krakatoa-volcano-Indonesia-violent-eruption-ash-to-47000-ft-altitude.html)

9 Aprile vulcano Shiveluch cenere vulcanica a 11 Km

https://www.attivitasolare.com/breaking-news-ancora-una-potente-esplosione-del-vulcano-shiveluch-in-stratosfera-cenere-a-36-000-piedi-11-km-slm/ (https://www.attivitasolare.com/breaking-news-ancora-una-potente-esplosione-del-vulcano-shiveluch-in-stratosfera-cenere-a-36-000-piedi-11-km-slm/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 12, 2020, 12:47:53 am
Anak Krakatau 10 Aprile eruzione con so2 a 15 Km

https://youtu.be/6QMXWKErNvs
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Aprile 23, 2020, 01:17:07 pm
 Molti sostengono che la desertificazione sia causata dall  uomo e dalle sue attività".
È difficile concordare sul fatto che gli esseri umani stiano causando la desertificazione considerando che il Sahara pullulava di laghi, pesci e praterie 10.500-5.500 anni fa, quando la Terra era 4-6°C più calda.
Inoltre, la Terra è sempre più verde.
(https://i.imgur.com/e6mwlnm.jpg)(https://i.imgur.com/bEHKe5Q.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Aprile 23, 2020, 08:43:08 pm
Nuovo studio:

La Terra si sta rapidamente rinverdendo. L'aumento di CO2 è la ragione principale. Anche il riscaldamento aiuta.

Il rinverdimento  amplia il bacino di assorbimento del carbonio della Terra. Entro il 2100 questo compenserà 17 anni (equivalenti) delle nostre emissioni di CO2, soppiantando l'efficacia delle politiche adottate nel quadro dell'accordo di Parigi.

https://onlinelibrary.wiley.com/doi/full/10.1111/gcb.14950


 (https://i.imgur.com/iRaw0Hl.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Aprile 23, 2020, 08:50:30 pm
Nuova ricerca:

Resti di squali comuni alle acque più calde dei mari tropicali ,sono stati trovati in un lago brasiliano che si trova ora a chilometri dalla costa dell'oceano.

I fossili risalgono a 5-6K anni fa, quando il livello del mare era di 2-3 m più alto di oggi (e la CO2 era di 265 ppm).


https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0031018219309034



(https://i.imgur.com/LRMV5af.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Aprile 24, 2020, 10:10:28 am
Vivissimi complimenti Ale, chissà che si riescano a far entrare anche questi dati nella testa dei sostenitori del AGW e in chi sostiene la inutile e dannosa guerra alla CO2!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Aprile 24, 2020, 01:15:21 pm
Un nuovo studio sostiene che l'Eurasia settentrionale (Svezia, Yamal) si è riscaldata da 3 a 6 volte più lentamente nel XX secolo rispetto al IV, XV e XIX secolo.

Riscaldamento avvenuto tra il 1900 e il 2000: da 0,37°C a 0,85°C/100 anni

Riscaldamento nel periodo romano, medievale, 1800: da 1,37°C a 3,31°C/100 anni

https://link.springer.com/article/10.1007/s00382-020-05179-5

(https://i.imgur.com/jVayGml.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Kappa - Aprile 24, 2020, 01:26:38 pm
È tanta roba, si conoscono anche le cause di un riscaldamento così intenso in un intervallo di tempo relavtivamente breve?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 24, 2020, 05:03:23 pm
No ma adesso la co2  bla bla bla... :P ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Aprile 25, 2020, 01:02:54 pm
Nuovo studio:

L'Europa si è raffreddata nel periodo (1992-2015) a seguito di una maggiore copertura boschiva.Ciò evidenzia come il regime termico dell'Europa abbia risentito di una minore copertura boschiva a discapito di  terreni coltivati e urbani.
La perdita di foreste è in grado di riscaldare una località di 1°C/10 anni.

I termometri nelle aree disboscate registrano quindi un riscaldamento non-climatico.

https://www.nature.com/articles/s41467-020-14890-0
(https://i.imgur.com/9Ev2PoW.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Aprile 25, 2020, 01:10:51 pm
Di tutti gli archivi naturali di cui disponiamo per studiare i cambiamenti climatici gli alberi sono fra quelli più importanti. Lo studio degli anelli e dei parametri ad essi legati ha fornito già molte informazioni sul nostro sistema climatico.Nel 2020, una ricostruzione delle temperature della Spagna in un periodo compreso tra i  15,5 e 10,5 mila anni fa utilizzando specie arboree sensibili al clima (ad esempio, la quercia contro la betulla), ha mostrato oscillazioni di temperatura sia verso periodi caldi che periodi freddi di 3°C entro alcuni decenni e temperature più calde di adesso nonostante  la CO2 fosse scesa al di sotto di 250 ppm.
https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0277379119310595

(https://i.imgur.com/fXkb3pe.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Aprile 25, 2020, 08:51:36 pm
1-2 milioni di anni fa i livelli di CO2 variavano tra 225-275 ppm.La calotta glaciale della Groenlandia per circa 280.000 anni è risultata libera dal ghiaccio per il 95%. Dal 1961-2002, la calotta glaciale della Groenlandia ha guadagnato massa mentre la CO2 è passata da 317 a 375 ppm. La CO2 non sembra influire sulla normale variabilità riguardante la fusione della calotta glaciale della Groenlandia (GIS).
(https://i.imgur.com/yuu0s7m.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Aprile 25, 2020, 08:59:26 pm
Un'altra nuova ricostruzione mostra come dopo 400 anni , l'Himalaya (Nepal) non abbia ancora registrato un significativo riscaldamento.

Aryal et al., 2020
https://t.co/n0TyLW2tM5?amp=1

Lo studio è supportato anche dalla ricostruzione di Thapa et al. (2015)... che mostra esattamente la stessa cosa.

https://www.researchgate.net/publication/269986332_Spring_temperatures_in_the_far-western_Nepal_Himalaya_since_AD_1640_reconstructed_from_Picea_smithiana_tree-ring_widths


(https://i.imgur.com/PcQqTG0.jpg)(https://i.imgur.com/i3guPR2.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Aprile 26, 2020, 08:43:29 pm
Dal 1945-2010, lo strato oceanico compreso tra 0 e 20 m ha subito un riscaldamento di un paio di decimi di grado (~0,3°C). Dal 1900-1945, sempre nello stesso strato, il riscaldamento è stato di circa 1,2°C.

Dal 1984-2006, la temperatura della superficie del mare a livello globale è aumentata di 0,28°C. La "variabilità naturale" domina questo riscaldamento

(https://i.imgur.com/ljC9Igd.jpg)(https://i.imgur.com/Mo4zRl0.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Aprile 26, 2020, 08:50:49 pm
La teoria del riscaldamento globale afferma che l'aggiunta di acqua (vapore) nell' atmosfera provoca un maggiore riscaldamento dei gas a effetto serra (GES).
Un nuovo studio afferma che più acqua sotto forma di vapore in atmosfera, provoca un REFREDDAMENTO di -1,15°C (diurno) e addirittura -6°C in climi aridi.
https://www.researchgate.net/publication/337836655_Irrigation_cooling_effect_on_land_surface_temperature_across_China_based_on_satellite_observations


(https://i.imgur.com/DJ3xpkR.jpg)(https://i.imgur.com/4sWuIiK.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Aprile 28, 2020, 01:02:07 pm
L'Oceano Antartico si sta raffreddando dagli anni '70.

(https://i.imgur.com/Kiq5jDr.jpg)(https://i.imgur.com/mJcI0tI.jpg)(https://i.imgur.com/4tbfftp.jpg)(https://i.imgur.com/Kiu1Evz.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Aprile 29, 2020, 01:03:53 pm
L'Oceano Antartico si sta raffreddando dagli anni '70.Anche l'Antartide non ha riscontrato un riscaldamento dagli anni '60.

(https://i.imgur.com/AC4NS55.jpg)(https://i.imgur.com/D3JmNx1.jpg)(https://i.imgur.com/4wds8ze.jpg)(https://i.imgur.com/pajlb3O.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Aprile 29, 2020, 01:26:46 pm
Il pianeta terra si trova alla conclusione di un periodo di raffreddamento durato 50 milioni di anni.Sappiamo che c'è stato un periodo caldo romano, un periodo caldo medievale e ora il periodo caldo moderno.
(https://i.imgur.com/xpkWpVv.jpg)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Aprile 29, 2020, 03:20:17 pm
L'Oceano Antartico si sta raffreddando dagli anni '70.Anche l'Antartide non ha riscontrato un riscaldamento dagli anni '60.

(https://i.imgur.com/AC4NS55.jpg)(https://i.imgur.com/D3JmNx1.jpg)(https://i.imgur.com/4wds8ze.jpg)(https://i.imgur.com/pajlb3O.jpg)
ho guardato i dati da te postati sull'emisfero australe , ale, e mi è balzato subito alla vista la differenza con il nostro emisfero per il periodo freddo che invece abbiamo avuto nel periodo che va da circa il 300 d.c al  il 700/800 d.c. , anche per la concomitanza di fattori molteplici, di cui parlavamo sopra con Ponente.
Interessante.
Saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: luca_mo - Aprile 29, 2020, 04:36:34 pm
Grazie Ale per aggiornarci su questi interessantissimi studi!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Aprile 30, 2020, 01:13:56 pm
I ghiacciai stanno avanzando / aumentando nel Karakoram.È una "anomalia" naturale. L'avanzamento / ritiro del ghiacciaio è in atto da secoli.

https://www.nature.com/articles/s41598-020-61277-8
https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0169555X19304489
https://agupubs.onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1029/2019GL086170
https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0169555X19304842

(https://i.imgur.com/dzLY6NT.jpg)(https://i.imgur.com/Jho5mrt.jpg)(https://i.imgur.com/G0tqpAg.jpg)(https://i.imgur.com/v0Y4mDu.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Aprile 30, 2020, 08:51:20 pm
Il livello delle acque dell'Atlantico settentrionale è in diminuzione (-7,1 mm/anno) dalla metà degli anni 2000... in concomitanza con il drastico raffreddamento riscontrato a livello regionale (-0,78°C per decennio).

(https://i.imgur.com/Zt3r1lo.jpg)


(https://i.imgur.com/yVE3txi.jpg)


Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Maggio 01, 2020, 01:23:44 pm
Le coste delle Svalbard/Spitsbergen si sono espanse di circa 100 metri dall'inizio del 1900.

Eppure non sarebbe dovuto accadere il contrario a causa dell'"innalzamento del livello dei mari e degli oceani"?

https://www.tandfonline.com/doi/abs/10.1080/01490419.2019.1674429


(https://i.imgur.com/DQSMhdr.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 02, 2020, 01:14:31 am
Neve sopra la media nell'emisfero nord per tutta la stagione

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/95657660_727672788044156_6885650405980635136_n.jpg?_nc_cat=111&_nc_sid=dbeb18&_nc_ohc=iZNPK9vxqwYAX89fQ3i&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=e75abe43aee18a1fb144cd884442d6fc&oe=5ED092D3)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 02, 2020, 02:35:23 pm
OT

intanto la soria del covid e del Agw con un mondo green stanno prendendo forma, se uno ci fà caso..
con l'elit in tesla e gli altri senza 1 euro..
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Maggio 02, 2020, 08:55:13 pm
Prima del XX secolo,la siccità risultava più grave, estesa e prolungata nelle aree terrestri dell'emisfero settentrionale.Per la maggior parte del CONUS, la frequenza della siccità sembra essere diminuita durante il periodo  compreso dal 1901 al 2014"

(https://i.imgur.com/ZaE4j1m.jpg)(https://i.imgur.com/v82gtbF.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Ema Avenza - Maggio 02, 2020, 09:57:21 pm
OT

intanto la soria del covid e del Agw con un mondo green stanno prendendo forma, se uno ci fà caso..
con l'elit in tesla e gli altri senza 1 euro..
Spiega bene

Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Maggio 03, 2020, 07:46:28 pm
Prima del XX secolo,la siccità risultava più grave, estesa e prolungata nelle aree terrestri dell'emisfero settentrionale.Per la maggior parte del CONUS, la frequenza della siccità sembra essere diminuita durante il periodo  compreso dal 1901 al 2014"

(https://i.imgur.com/ZaE4j1m.jpg)(https://i.imgur.com/v82gtbF.jpg)
Scusai le una domanda su questo studio! Ha basi anche storiche ? se si quali ?
Grazie e
Saluti.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Maggio 03, 2020, 08:38:03 pm
Per precisione di dati storici che sicuramente diminuiscono negli archivi andando indietro nel tempo ( si può avere un maggiore numero di documenti a partire dal 1150/1200 negli archivi degli stati o delle città sopratutto dell'europa occidentale, altri dell'emirato di Cordoba da dove sono pervenuti molti documenti già da prima e da l' impero bizantino oltre che ai documenti curiali ) si ricordano specialmente le siccità nel periodo della PEG più che nel periodo Caldo medioevale. Sono datati dei periodi freddi con poche e scarse precipitazioni sul nord europa: cito a memoria degli archivi riguardanti Parigi, Londra e la zona dell'alta Germania zona di Amburgo per gli anni 1550/55, 1625/27 , 1710/14 circa ( scusate la non precisione  ma vado a memoria, poi se ritrovo gli studi li posto) in cui si parla di Tamigi attraversabile a piedi nella zona di Londra, lo stesso La Senna e la Loira in Francia; una riduzione della portata del fiume Elba di circa 10 volte dal normale.
Il nord africa invece dal 1550 vide aumentare  le precipitazioni nella fascia costiera mediterranea. Qui si hanno anche documenti romani che invece parlano di " sempre più crescente aridità" ( colabella ) a partire dal 100 a.c fino al suo culmine intorno al 230 d,c, ( va ricordato che il nord africa era il granaio di roma insieme all'egitto, e proprio questa crisi climatica ,di periodo caldo meno umido nella zona , al contrario invece del nord europa,, è considerata dagli storici una delle cause della crisi del tardo impero).
Va detto che poi la PEG non è un periodo freddo continuo ma diciamo che è stato un periodo in media più freddo ma con al suo interno anni veramente caldi se non torridi come sottintende lo studio di  Le Roy
Ladurie .
Comunque sono studi molto dispendiosi di tempo e complessi che rendono la storia del clima molto avvincente!
Saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 03, 2020, 11:07:31 pm
Certo..perchè quando si parla di clima si dovrebbe sempre tenere a riflettere su almeno scale di 50 o più anni..percui la peg che iniziò circa alla fine del 1200 per poi avere il suo culmine tra il 1650 e il 1715  fù anche caratterizzata da decenni più siccitosi su buona parte del continente e zona atlantica..ma da serie di annate storiche per freddo neve e gelo costante
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Maggio 04, 2020, 08:20:36 am
Certo..perchè quando si parla di clima si dovrebbe sempre tenere a riflettere su almeno scale di 50 o più anni..percui la peg che iniziò circa alla fine del 1200 per poi avere il suo culmine tra il 1650 e il 1715  fù anche caratterizzata da decenni più siccitosi su buona parte del continente e zona atlantica..ma da serie di annate storiche per freddo neve e gelo costante
certamente ponente!! ;)
l'oscillazione a breve termine è più che giusta e documentata.
Nello studio storico , più che periodi freddi e periodi caldi, che ci sono, vengono però più  tenuti conto i periodi umidi con quelli di siccità ( che molte volte collimano ma non sempre, esempio è il periodo dal 200 al 400 d.c., ove ad una recrudescenza del clima , con serie importanti di inverni freddi,ben documentati dalle fonti romane, il periodo fu poco umido e molto siccitoso) poiché tutte le società delle epoche storiche, improntate su di una economia prettamente agricola, hanno risentito soprattutto delle variazioni di precipitazioni ( in più o in meno ad una media sufficiente per le semine  nel loro avviamento  fino alla maturazione). lunghi periodi di aridità o surplus di pioggia hanno fatto si che si ponessero le basi per migrazioni anche imponenti di interi popoli,  nella zona europea e del bacino mediterraneo, specialmente nelle zone dove la produzione agricola risultava basata su monocolture o poco più. ( zona delle steppe mongole, zone della steppa euroasiatica e bassopiani nord europei, zona del limite sahariano nord africano, per esempio). L'italia ed i paesi sud europei insieme all'attuale francia e parte dell'inghilterra, pur pagando un dazio enorme per i cambiamenti del clima , hanno sempre avuto un territorio che comunque si prestava a produzioni multiple, ed una migliore tecnologia agricola ,insieme ad uno spirito di adattamento migliore dei popoli stanziali in queste zone, almeno fino al X e XII secolo d.c.; dopo le tecnologie agricole si sono ottimizzate anche in altre zone progressivamente.
Credo siano importantissimi in fase di studio storico del clima legato alle culture e società , le oscillazioni in latitudine dei venti umici occidentali, Westerlies, almeno in europa e bacino mediterraneo, La loro salita verso nord o la loro discesa verso sud , hanno in parte scritto la storia delle nostre zone.
Saluti
P.s. : per ciò , detto tutto questo, nel campo ove sono più Ferrato, lascio alla mano dei più esperti le correlazioni climatiche che portano l'abbassamento oppure l'innalzamento di latitudine delle correnti a getto umide atlantiche. Mi piacerebbe rispondesse Filippo su questo tema, in maniera legata alla storia, se può.( europea e del bacino mediterraneo )
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Maggio 04, 2020, 04:54:56 pm
Spiega bene

Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk
Credo nel senso che cominciano a sentirsi stupidaggini tipo il riscaldamento globale e le emissioni abbiano favorito la diffusione del virus, cosa assurda perchè il virus si è diffuso di più nella zona fredda/fresca umida che non al caldo o viceversa nel clima molto freddo. Ovviamente appena migliora un po la situazione epidemica devono assolutamente ripartire le grancasse del AGW
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Maggio 05, 2020, 08:50:06 pm
la Groenlandia era quasi completamente priva di ghiaccio durante gran parte del Pleistocene

(https://i.imgur.com/uV2OJkc.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Oceano - Maggio 05, 2020, 11:50:16 pm
la Groenlandia era quasi completamente priva di ghiaccio durante gran parte del Pleistocene

(https://i.imgur.com/uV2OJkc.jpg)

Ciao Ale, ci tengo a complimentarmi con te per l'encomiabile lavoro che svolgi, arricchendo questo forum di contenuti di primissimo livello. Ti ringrazio di cuore e credo di interpretare il pensiero e le emozioni di tanti che come me ti seguono ma magari entrano poco nel forum per scrivere. Grande e prosegui. Soprattutto sei una luce in questa nuvola di nebbia del pensiero main stream che tutto avvolge ed ingloba oscurando la comprensione dei fenomeni  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: sanverano144 - Maggio 06, 2020, 02:33:16 am
Ciao Ale, ci tengo a complimentarmi con te per l'encomiabile lavoro che svolgi, arricchendo questo forum di contenuti di primissimo livello. Ti ringrazio di cuore e credo di interpretare il pensiero e le emozioni di tanti che come me ti seguono ma magari entrano poco nel forum per scrivere. Grande e prosegui. Soprattutto sei una luce in questa nuvola di nebbia del pensiero main stream che tutto avvolge ed ingloba oscurando la comprensione dei fenomeni  :)


Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 06, 2020, 07:39:23 am
https://www.attivitasolare.com/nsidc-maggiore-lestensione-dellantartico-attuale-che-nel-1980/ (https://www.attivitasolare.com/nsidc-maggiore-lestensione-dellantartico-attuale-che-nel-1980/)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 06, 2020, 07:42:24 am
Ciao Ale, ci tengo a complimentarmi con te per l'encomiabile lavoro che svolgi, arricchendo questo forum di contenuti di primissimo livello. Ti ringrazio di cuore e credo di interpretare il pensiero e le emozioni di tanti che come me ti seguono ma magari entrano poco nel forum per scrivere. Grande e prosegui. Soprattutto sei una luce in questa nuvola di nebbia del pensiero main stream che tutto avvolge ed ingloba oscurando la comprensione dei fenomeni  :)

Pensieri main stream che coinvolgono diverse tematiche e dietro questi ci sono poteri forti che comandano e determinano le nostre scelte i nostri pensieri e il nostro modo di vivere in nome della pseudo-scenza, perchè la vera scenza è al di fuori e bisogna cercarla per scoprire la realtà! Grazie ale81 per questi interventi
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Ema Avenza - Maggio 06, 2020, 11:16:36 am
Pensieri main stream che coinvolgono diverse tematiche e dietro questi ci sono poteri forti che comandano e determinano le nostre scelte i nostri pensieri e il nostro modo di vivere in nome della pseudo-scenza, perchè la vera scenza è al di fuori e bisogna cercarla per scoprire la realtà! Grazie ale81 per questi interventi
Scienza, con la i

Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Maggio 06, 2020, 08:59:52 pm
Buona serata a tutti e sopratutto un grazie per le parole di apprezzamento verso i miei post.
Non disponevano di termometri nel 1596, quando William Barentsz navigò attraverso l'Artico in acque libere in direzione di North Spitzbergen all'inizio di giugno su una barca di legno. Oggi, Spitzbergen è accessibile solo alla fine di agosto per circa 2 settimane e sono necessari dei rompighiaccio.
(https://i.imgur.com/wVksfkY.jpg)(https://i.imgur.com/BD5t2Tl.jpg)

https://en.wikipedia.org/wiki/History_of_Svalbard
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Maggio 06, 2020, 09:18:52 pm
Le temperature registrate in Antartide nel 1910 erano fino a 10°C più elevate rispetto ad oggi.

https://journals.ametsoc.org/doi/pdf/10.1175/BAMS-D-17-0013.1
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Maggio 06, 2020, 09:20:15 pm
Le temperature dell'Artico negli anni '30 erano di 4,6°C più calde rispetto ad oggi.


https://link.springer.com/article/10.1007/s00704-018-02763-y
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 06, 2020, 11:22:25 pm
Scienza, con la i

Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk

Si grazie, scienza con la "i" ovvio, lapsus mattiniero  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Maggio 07, 2020, 08:36:35 pm
Buona serata a tutti e sopratutto un grazie per le parole di apprezzamento verso i miei post.
Non disponevano di termometri nel 1596, quando William Barentsz navigò attraverso l'Artico in acque libere in direzione di North Spitzbergen all'inizio di giugno su una barca di legno. Oggi, Spitzbergen è accessibile solo alla fine di agosto per circa 2 settimane e sono necessari dei rompighiaccio.
(https://i.imgur.com/wVksfkY.jpg)(https://i.imgur.com/BD5t2Tl.jpg)

https://en.wikipedia.org/wiki/History_of_Svalbard

Su questa notizia Ale , molti storici sono in disaccordo, infatti non è proprio confermata per intero. si presume che l'arcipelago sia stato "scoperto" circa 90 anni prima dai portoghesi. Di sicuro gli olandesi con barentsz arrivarono alle svalbald , cosi come i norvegesi e russi, principalmente come base per la pesca di merluzzi e poi dopo balene. Metterò con più tempo alcune  disamine storiche sull'argomento. Comunque basti pensare che poco prima vi era stato l'abbandono da parte dei vichinghi della Groenlandia , anche per il clima che andava ricrudescendo ( anche se l'abbandono della Groenlandia fu per molte concause e non solo per quella , ad onor del vero).
Ciao e saluti.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Maggio 08, 2020, 12:50:27 pm
Secondo alcuni studi, L attuale riscaldamento sarebbe da imputare al calo della copertura nuvolosa  riscontrata dagli anni '80 .

(https://i.imgur.com/Gx7xejN.jpg)(https://i.imgur.com/RQ7BIAN.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Maggio 13, 2020, 08:29:48 pm
Nella regione delle Maldive, le coste hanno subito un aumento.I livelli del mare sono aumentati e calati naturalmente per 100, 1000 anni. Oggi non sta accadendo nulla di insolito.
Eppure negli ultimi anni ci continuano a dire che intere aree del pianeta verranno sommerse dalle acque.
(https://i.imgur.com/SeevC9f.jpg)(https://i.imgur.com/4PXggJh.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 13, 2020, 11:13:27 pm
Eh si  Ale81  ;) ..dici bene, dicono dicono.. ::) noi aspettiamo come aspettiamo di vedere la neve solo nelle vecchie cartoline... ;D ;D :D :D

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/97997928_736195050525263_5936343589956091904_n.jpg?_nc_cat=109&_nc_sid=dbeb18&_nc_ohc=mCh3fzoEacYAX9NtWVc&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=ae61a3ef273d389ea57bf720c856a130&oe=5EE11FFD)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Maggio 14, 2020, 10:55:32 am
Grazie Ale per questi interessantissimi articoli, chissà che aprano gli occhi anche a qualcuno qui dentro.. fuori sarà difficile perchè questi articoli non vengono divulgati dalla parte di comunità scientifica schierata
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Maggio 14, 2020, 08:26:05 pm
Recenti studi mostrano come la Groenlandia  sia stata più "calda" nel periodo compreso tra il 1920-1940 rispetto ad oggi  ... e recentemente si è avuto un raffreddamento..


(https://i.imgur.com/CQDoHKH.jpg)(https://i.imgur.com/BWxySpF.jpg)(https://i.imgur.com/TDkt6yH.jpg)(https://i.imgur.com/Zqp96nb.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: barione - Maggio 15, 2020, 10:24:56 am
Recenti studi mostrano come la Groenlandia  sia stata più "calda" nel periodo compreso tra il 1920-1940 rispetto ad oggi  ... e recentemente si è avuto un raffreddamento..


(https://i.imgur.com/CQDoHKH.jpg)(https://i.imgur.com/BWxySpF.jpg)(https://i.imgur.com/TDkt6yH.jpg)(https://i.imgur.com/Zqp96nb.jpg)

Buongiorno ale, in giro sul web ho trovato delle statistiche sulla copertura nevosa dell'emisfero nord che fotograferebbero ad oggi una situazione di grande surplus nevoso (1250 gt) di gran lunga superiore alle medie trentennali, tu hai dati simili? Cosa ne pensi? Ho provato a cercare sul sito del Finnish Meteorological institute ma credo che questi dati siano a pagamento.
Un saluto Francesco
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: stefanocarneval - Maggio 15, 2020, 11:53:55 am
Solo una nota.
Le precipitazioni nevose, sia pur abbondanti, rientrano sia all'interno della variabilità meteorologica e stagionale sia ovviamente al cambio circolatorio in atto.
Quello che ovviamente conta è il bilancio di massa..in soldoni quanto la massa glaciale accumula e quanto perde all'interno dell'anno astronomico.
L'anno scorso ad esempio, il bilancio di tutti i ghiacciai italiani è stato in netto deficit, nonostante un maggio assolutamente incredibile dal punto di vista precipitativo (alpi occidentali con 2, 5m di neve fresca a soli 2200m di quota..); neve che se n'è andata già con il primo rialzo termico di giugno e ghiaccio che è stato eroso dall'ennessima estate oltre media.
Questo, ad esempio, è il bilancio di massa della Groenlandia negli ultimi anni:
[mmg]5355[/mmg]
Ecco che a questo punto, per distinguere la variabilità meteo all'interno del ciclio climatico si usano i modelli: i quali, sia pur all'interno di limiti previsionali, danno una linea di tendenza climatica e non solo, riescono (specie negli ultimi anni, con potenze di calcolo enormi rispetto a quando, negli anni '90, me ne occupavo) anche ad individuare il compito e l'evoluzione dell'elemento climamterante.
Se avete la possibilità di avere di fronte un modello e togliere ad esempio, un parametro, è interessante vedere come la curva di tendenza (o la retta..a seconda del parametro) cambi direzione.
Togliere per esempio le attività umane dalla parametrizzazione ha l'effetto di far vedere una retta che, dalla rivoluzione industriale, praticamente non si muove.
Secondo molti modelli oggi saremmo a circa -0,3°C , quindi sostanzialmente sotto media di qualche decimo di grado.
s.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: barione - Maggio 15, 2020, 12:22:03 pm
Solo una nota.
Le precipitazioni nevose, sia pur abbondanti, rientrano sia all'interno della variabilità meteorologica e stagionale sia ovviamente al cambio circolatorio in atto.
Quello che ovviamente conta è il bilancio di massa..in soldoni quanto la massa glaciale accumula e quanto perde all'interno dell'anno astronomico.
L'anno scorso ad esempio, il bilancio di tutti i ghiacciai italiani è stato in netto deficit, nonostante un maggio assolutamente incredibile dal punto di vista precipitativo (alpi occidentali con 2, 5m di neve fresca a soli 2200m di quota..); neve che se n'è andata già con il primo rialzo termico di giugno e ghiaccio che è stato eroso dall'ennessima estate oltre media.
Questo, ad esempio, è il bilancio di massa della Groenlandia negli ultimi anni:
[mmg]5355[/mmg]
Ecco che a questo punto, per distinguere la variabilità meteo all'interno del ciclio climatico si usano i modelli: i quali, sia pur all'interno di limiti previsionali, danno una linea di tendenza climatica e non solo, riescono (specie negli ultimi anni, con potenze di calcolo enormi rispetto a quando, negli anni '90, me ne occupavo) anche ad individuare il compito e l'evoluzione dell'elemento climamterante.
Se avete la possibilità di avere di fronte un modello e togliere ad esempio, un parametro, è interessante vedere come la curva di tendenza (o la retta..a seconda del parametro) cambi direzione.
Togliere per esempio le attività umane dalla parametrizzazione ha l'effetto di far vedere una retta che, dalla rivoluzione industriale, praticamente non si muove.
Secondo molti modelli oggi saremmo a circa -0,3°C , quindi sostanzialmente sotto media di qualche decimo di grado.
s.
Scusami stefano ma il grafico che hai postato è relativo al periodo 2003-2010 non agli ultimi anni o lo leggo male io?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: stefanocarneval - Maggio 15, 2020, 01:10:42 pm
Si, trovi gli aggiornati sul NOAA o su nsidc dell'università di Boulder

Inviato dal mio Redmi 6A utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: barione - Maggio 15, 2020, 01:31:13 pm
Si, trovi gli aggiornati sul NOAA o su nsidc dell'università di Boulder

Inviato dal mio Redmi 6A utilizzando Tapatalk
Perdonami ma non lo trovo, se hai tempo e voglia carica almeno quello riferito agli ultimi dieci anni, riguardo al discorso della anomala copertura nevosa voleva solo essere più che altro un sottolineare un dato insolitamente fuori dalle medie anche guardando all'andamento degli ultimi anni, il grafico di cui parlo lo trovi sul sito del nsidc, purtroppo con la tecnologia sono una frana e non riesco a caricarlo... 
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 15, 2020, 05:33:23 pm
Perdonami ma non lo trovo, se hai tempo e voglia carica almeno quello riferito agli ultimi dieci anni, riguardo al discorso della anomala copertura nevosa voleva solo essere più che altro un sottolineare un dato insolitamente fuori dalle medie anche guardando all'andamento degli ultimi anni, il grafico di cui parlo lo trovi sul sito del nsidc, purtroppo con la tecnologia sono una frana e non riesco a caricarlo...

Tranquillo..ora diranno che nevica di più perchè fà più caldo.. ;D ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: stefanocarneval - Maggio 15, 2020, 08:04:28 pm
Tranquillo..ora diranno che nevica di più perchè fà più caldo.. ;D ;D
Beh, fino a 0/+1 nevica..

Inviato dal mio Redmi 6A utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: stefanocarneval - Maggio 15, 2020, 08:12:30 pm
Perdonami ma non lo trovo, se hai tempo e voglia carica almeno quello riferito agli ultimi dieci anni, riguardo al discorso della anomala copertura nevosa voleva solo essere più che altro un sottolineare un dato insolitamente fuori dalle medie anche guardando all'andamento degli ultimi anni, il grafico di cui parlo lo trovi sul sito del nsidc, purtroppo con la tecnologia sono una frana e non riesco a caricarlo...
[mmg]5356[/mmg]
eccola..dal NOOA
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 17, 2020, 12:09:21 am
Eruzione oggi in Indonesia Vulcano Semeru, cenere a 14 KM slm
attività ancora in corso continua

https://watchers.news/2020/05/16/semeru-eruption-may-2020/
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Maggio 17, 2020, 08:26:48 pm
Recenti studi mostrano come la Groenlandia si è raffreddata di circa -1,5 ° C dal 1940 agli anni '90.La CO2 è aumentata da 310 a 365 ppm durante questo periodo,mentre la CO2 non è aumentata affatto quando le temperature della Groenlandia hanno subito un riscaldamento di   ~ 2 ° C negli anni 1920-1930. Eppure ci dicono che la co2 sia la responsabile del riscaldamento climatico.

(https://i.imgur.com/E7ivC6a.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Maggio 20, 2020, 01:54:06 pm
Temperatura globale di superficie  Aprile 2020 rispetto alla media di Aprile dei 10 anni precedenti (diagramma 1-3), utilizzando i dati pubblicati dall'AIRS. Media di 10 anni... i colori blu indicano temperature inferiori alla media.


(https://i.imgur.com/dZ6tTda.jpg)(https://i.imgur.com/FTa0trI.jpg)(https://i.imgur.com/k8TFqbZ.jpg)



https://t.co/0HGY81LSKj?amp=1
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Maggio 25, 2020, 08:35:20 pm
Di seguito la registrazione strumentale delle temperature (1.407 stazioni) per il CONUS. Nessun riscaldamento viene evidenziato. Contrariamente a quanto viene detto, dal 1998, si è avuto un raffreddamento in tutto il Nord America.

(https://i.imgur.com/PPBDKIX.jpg)(https://i.imgur.com/yTCkkwu.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Maggio 25, 2020, 08:41:27 pm
Al momento risulta difficile identificare anche una sola regione del mondo nella quale lo storico delle temperature assomiglia a un bastone da hockey.
Io dico solo che ciò è impossibile  perché non ci sono regioni che presentano questo aspetto. Molte mostrano persino un RAFFREDDAMENTO negli ultimi decenni.

(https://i.imgur.com/NyeNZjy.jpg)(https://i.imgur.com/uBvKDFk.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 10, 2020, 02:40:39 pm
Potente eruzione in Indonesia sul vulcano Semeru, cenere spessa a 19,2 Km slm ad alto impatto, con iniezione stratosferica di particolato. Potrebbe essere per portata l'eruzione più potente degli ultimi dieci anni

https://www.volcanodiscovery.com/semeru/news/105084/Semeru-Volcano-Volcanic-Ash-Advisory-VA-ERUPTION-TO-FL130-MOV-SE-REPORTED-AT-092307Z-to-63000-ft-192.html (https://www.volcanodiscovery.com/semeru/news/105084/Semeru-Volcano-Volcanic-Ash-Advisory-VA-ERUPTION-TO-FL130-MOV-SE-REPORTED-AT-092307Z-to-63000-ft-192.html)

https://electroverse.net/semeru-volcano-erupts-to-63000ft-19-2km/ (https://electroverse.net/semeru-volcano-erupts-to-63000ft-19-2km/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Giugno 14, 2020, 11:11:42 am
Il Dr. Reid Bryson, fondatore del Dipartimento di Meteorologia dell'UWM e nello stesso tempo "il climatologo più quotato al mondo" ha detto (2007) che il vapore acqueo è 1000 volte più importante per il clima rispetto alla CO2.
https://t.co/wKr32E4dQX?amp=1

(https://i.imgur.com/zBXOILE.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 27, 2020, 04:55:30 pm
https://www.attivitasolare.com/fisico-le-molecole-di-co2-trattengono-il-calore-per-solo-00001-di-secondo-quindi-e-impossibile-che-il-co2-guidi-il-riscaldamento/ (https://www.attivitasolare.com/fisico-le-molecole-di-co2-trattengono-il-calore-per-solo-00001-di-secondo-quindi-e-impossibile-che-il-co2-guidi-il-riscaldamento/)

tempo al tempo.....
occhio che manca poco.  ::)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 29, 2020, 06:38:40 pm
https://www.attivitasolare.com/gli-archivi-dimostrano-che-lartico-non-e-mai-stato-esente-da-forti-ondate-di-calore-nei-secoli-passati/ (https://www.attivitasolare.com/gli-archivi-dimostrano-che-lartico-non-e-mai-stato-esente-da-forti-ondate-di-calore-nei-secoli-passati/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 03, 2020, 05:02:38 pm
#ARGENTINA | 01.07.2020
🔹 Più freddo che in Antartide. Onda polare a Rio Grande, Terra del Fuoco. Il freddo più forte dal 1995.
🔹 Ieri, 14,5 gradi sotto zero e-23 di sensazione termica.


(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/106414430_4101629463244856_2848370465257781418_n.jpg?_nc_cat=103&_nc_sid=730e14&_nc_ohc=zVgdSWQvd9MAX_aYotT&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=f93b99bf3fe0d9ba994404bcc0f6e70c&oe=5F239603)

fonte: Red climatica mundial

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Luglio 03, 2020, 08:40:59 pm
#ARGENTINA | 01.07.2020
🔹 Più freddo che in Antartide. Onda polare a Rio Grande, Terra del Fuoco. Il freddo più forte dal 1995.
🔹 Ieri, 14,5 gradi sotto zero e-23 di sensazione termica.


(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/106414430_4101629463244856_2848370465257781418_n.jpg?_nc_cat=103&_nc_sid=730e14&_nc_ohc=zVgdSWQvd9MAX_aYotT&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=f93b99bf3fe0d9ba994404bcc0f6e70c&oe=5F239603)
ma dalla  foto un sembra rio grande .....che sei sicuro ? sembra più ushuaia!!!!
fonte: Red climatica mundial
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 04, 2020, 12:15:22 am
Si esatto...la foto è una località non distante
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Luglio 04, 2020, 05:57:47 pm
Si esatto...la foto è una località non distante
ok :D...mi sembrava infatti che Rio grande non avesse quei monti sul groppone.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 08, 2020, 12:15:06 am
https://www.attivitasolare.com/stiamo-entrando-nel-grand-solar-minimum/ (https://www.attivitasolare.com/stiamo-entrando-nel-grand-solar-minimum/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 09, 2020, 11:23:08 pm
Mai vista così tanta neve a luglio, questo quanto dichiarano i norvegesi

(https://gfx.nrk.no/zTUkN0TvWyfw35dRXDLvkQs0SH1yFTt6EQzil6GUuzGA.jpg)

(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/07/1SQpAhbiB4345rKSDJ4pLwioytjcqHPViM3rykMMHN-Q.jpg)

https://www.iceagenow.info/norway-a-new-record-for-snow/ (https://www.iceagenow.info/norway-a-new-record-for-snow/)

https://www.nrk.no/vestland/frykter-flom-i-fjellet-pa-grunn-av-enorme-snomengder-1.15081735 (https://www.nrk.no/vestland/frykter-flom-i-fjellet-pa-grunn-av-enorme-snomengder-1.15081735)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Luglio 10, 2020, 03:56:57 pm
https://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/23705836/michael-shellenberger-ambientalista-pentito-pietro-senaldi-libero-teorie-rivedute.html (https://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/23705836/michael-shellenberger-ambientalista-pentito-pietro-senaldi-libero-teorie-rivedute.html)
Notizie che vengono accuratamente nascoste dai media
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 10, 2020, 04:15:36 pm
https://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/23705836/michael-shellenberger-ambientalista-pentito-pietro-senaldi-libero-teorie-rivedute.html (https://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/23705836/michael-shellenberger-ambientalista-pentito-pietro-senaldi-libero-teorie-rivedute.html)
Notizie che vengono accuratamente nascoste dai media

Logico, quello che dà fastidio non si deve sapere..nessuno deve minare il globalwarming o meglio cambiamento climatico ad opera delle scorregge di mucca antropiche.. :D ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Luglio 11, 2020, 11:17:28 pm
Logico, quello che dà fastidio non si deve sapere..nessuno deve minare il globalwarming o meglio cambiamento climatico ad opera delle scorregge di mucca antropiche.. :D ;)
Mi pare che libero sia un giornale oppure no!
Avrei qualcosa a riguardo delle notizie espresse, visto che non condivido ne l'allarmismo climatico terrorista ne però il suo contrario portato all'estremo.
E visto quello che è stato postato, anche da utenti del forum sulla lettera ed il libro sopracitato, levando la propria "tifoseria " su GW oppure no , ma l'avete letta?Vi siete fatti 2 domande prima che sulle questioni climatiche su quelle ambientali ? Benché io sono d'accordo su parte di ciò ( come su alcune posizioni degli ambientalisti), su non tutto sono d'accordo.
Scrivere che l'allevamento " ruspante e non intensivo " consuma il 20% in più! Ma ci siete mai stati in un intensivo? Avete mai visto come sono tenuti gli animali? Quanti antibiotici vengono dati? Quanto lavoro in più serve ? Vengo da una famiglia che ha tra i suoi trascorsi pastori ed allevatori,  non mi raccontate fesserie.
Guardate che io non sono assolutamente un vegetariano o vegano,  anzi, ma ho visto gli allevamenti di una volta e quelli di oggi,  e solo in Italia;  immaginate all'estero dove non hanno le regole che abbiamo noi.
Stessa cosa è scrivere che l'Amazzonia non è  il nostro polmone ! Il che è  pure vero, ma scriverlo oggi, con un presidente del Brasile che ha annullato molte  delle tutele verso la foresta amazzonica ( e le popolazioni che ci vivono più che altro, visto l'aumento di casi di "incidenti " verso gli indios negli ultimi 2 anni ) e quanto meno " politicamente ed eticamente " sbagliato , come tempi e modi, e scusatemi "puzza" come chi scrive che i motori termici ( diesel e benzina) devono essere sostituiti per forza con quelli elettrici ( senza poi spiegare il giro di soldi verso il litio, cinese e americano,  e come e dove si smaltiscono le batterie).
Ora, io, nel mio piccolo,  non ho risposte , ma almeno mi faccio domande e aborro in maniera assoluta le prese di posizione "da curva ". Almeno ragioniamo sopra ogni cosa prima di prenderla per buona " de facto " solo per un gradimento di curva.
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Ema Avenza - Luglio 12, 2020, 12:25:49 am
Mi pare che libero sia un giornale oppure no!
Avrei qualcosa a riguardo delle notizie espresse, visto che non condivido ne l'allarmismo climatico terrorista ne però il suo contrario portato all'estremo.
E visto quello che è stato postato, anche da utenti del forum sulla lettera ed il libro sopracitato, levando la propria "tifoseria " su GW oppure no , ma l'avete letta?Vi siete fatti 2 domande prima che sulle questioni climatiche su quelle ambientali ? Benché io sono d'accordo su parte di ciò ( come su alcune posizioni degli ambientalisti), su non tutto sono d'accordo.
Scrivere che l'allevamento " ruspante e non intensivo " consuma il 20% in più! Ma ci siete mai stati in un intensivo? Avete mai visto come sono tenuti gli animali? Quanti antibiotici vengono dati? Quanto lavoro in più serve ? Vengo da una famiglia che ha tra i suoi trascorsi pastori ed allevatori,  non mi raccontate fesserie.
Guardate che io non sono assolutamente un vegetariano o vegano,  anzi, ma ho visto gli allevamenti di una volta e quelli di oggi,  e solo in Italia;  immaginate all'estero dove non hanno le regole che abbiamo noi.
Stessa cosa è scrivere che l'Amazzonia non è  il nostro polmone ! Il che è  pure vero, ma scriverlo oggi, con un presidente del Brasile che ha annullato molte  delle tutele verso la foresta amazzonica ( e le popolazioni che ci vivono più che altro, visto l'aumento di casi di "incidenti " verso gli indios negli ultimi 2 anni ) e quanto meno " politicamente ed eticamente " sbagliato , come tempi e modi, e scusatemi "puzza" come chi scrive che i motori termici ( diesel e benzina) devono essere sostituiti per forza con quelli elettrici ( senza poi spiegare il giro di soldi verso il litio, cinese e americano,  e come e dove si smaltiscono le batterie).
Ora, io, nel mio piccolo,  non ho risposte , ma almeno mi faccio domande e aborro in maniera assoluta le prese di posizione "da curva ". Almeno ragioniamo sopra ogni cosa prima di prenderla per buona " de facto " solo per un gradimento di curva.
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk
È libero quotidiano. .. Direi che è sufficiente e non serve aggiungere altro

Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 12, 2020, 10:38:27 am
https://watchers.news/2020/07/06/major-noctilucent-clouds-outbreak-over-europe/

https://spaceweatherarchive.com/2020/06/09/record-cold-in-the-mesosphere/

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 12, 2020, 10:42:51 am
(https://sohowww.nascom.nasa.gov/data/realtime/c2/1024/latest.jpg)

Continua la bassissima attività solare in questi mesi, anche oggi ennesima giornata senza macchie solari(spotless) e parametri solari più importanti molto bassi. Si noti come anche la corona solare sia molto indebolita.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 13, 2020, 03:53:43 pm
Temperature Groenlandia ultimi diecimila anni

(https://www.carbonbrief.org/wp-content/uploads/2019/02/Easterbrook%E2%80%99s-version-of-the-GISP2-based-temperature-reconstruction-graph.png)

Intervallo freddo più prolungato quello attuale, degli ultimi 6-700 anni, ve ne sono altri durante gli ultimi 10mila anni ma più brevi, con risalita nel finale, ma pur sempre inferiore alla quasi totalità dei secoli degli ultimi 10 mila anni.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 13, 2020, 04:33:49 pm
https://www.attivitasolare.com/nessun-uragano-nellemisfero-nord-dal-3-giugno-al-12-luglio/ (https://www.attivitasolare.com/nessun-uragano-nellemisfero-nord-dal-3-giugno-al-12-luglio/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: andi - Luglio 14, 2020, 09:59:10 am
È libero quotidiano. .. Direi che è sufficiente e non serve aggiungere altro

Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk
Cosa c'entra libero scusa! Viene riportata l'opinione di un importante climatologo che era un sostenitore senza se e senza ma del riscaldamento globale. Ma evidentemente tu leggi solo notizie da giornali "indipendenti"
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 21, 2020, 11:26:17 pm
https://ripleysuisse.forumfree.it/?t=77795796&fbclid=IwAR1Rc2nolwDYW8dPMFxQGxtnxS2rxQNXRbLk3HEUaQuKf2g-KIcbXoPYyYU

Norvegia situazione attuale:  non sembra proprio da global warming   :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 21, 2020, 11:27:52 pm
Orsi polari bruciati da sventagliate di co2   ;D ;D

https://www.thegwpf.com/new-model-of-predicted-polar-bear-extinction-is-simply-not-scientifically-plausible/?fbclid=IwAR3qEknfTLy-Bv7-t2186PV3HOJtb_gRQpi717-Z56rnLdhG6CdyKqBxhxM (https://www.thegwpf.com/new-model-of-predicted-polar-bear-extinction-is-simply-not-scientifically-plausible/?fbclid=IwAR3qEknfTLy-Bv7-t2186PV3HOJtb_gRQpi717-Z56rnLdhG6CdyKqBxhxM)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Luglio 26, 2020, 12:28:39 pm
https://www.attivitasolare.com/nuovo-studio-il-mar-mediterraneo-era-di-36-gradi-fahrenheit-223-gradi-celsius-piu-caldo-al-tempo-dellimpero-romano/ (https://www.attivitasolare.com/nuovo-studio-il-mar-mediterraneo-era-di-36-gradi-fahrenheit-223-gradi-celsius-piu-caldo-al-tempo-dellimpero-romano/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 31, 2020, 04:45:25 pm
31-07-2020

Per ora la Groenlandia continua il suo trend al raffreddamento

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/116618643_3078519148863252_6360342175769121348_n.jpg?_nc_cat=110&_nc_sid=b9115d&_nc_ohc=lDJqCU__vrsAX_QeGfH&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=3a24b42bd000c464714ac818cf2c8246&oe=5F496639)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Agosto 01, 2020, 03:31:13 pm
https://www.attivitasolare.com/nuovo-studio-il-mar-mediterraneo-era-di-36-gradi-fahrenheit-223-gradi-celsius-piu-caldo-al-tempo-dellimpero-romano/ (https://www.attivitasolare.com/nuovo-studio-il-mar-mediterraneo-era-di-36-gradi-fahrenheit-223-gradi-celsius-piu-caldo-al-tempo-dellimpero-romano/)
Sulla caduta della repubblica romana con l'instaurazione dell'impero romano dovuta al clima hanno detto una cavolata pazzesca, poiché la storia ,che non è opinabile, è molto più complessa e con un arco narrativo di trasformazione dalla rex pubblica all'imperium molto più lungo ; si parte dalla lotta tra Silla e Gaio Mario, che avviene molto prima dei citati anni, dalla crisi del piccolo latifondo, data più dalla continua espansione della repubblica romana ( e quindi dal mancato apporto di manovalanza nei campi, più che altro pre riforma Mariana; e dalla manovalanza a basso costo nei grandi latifondi data dall'afflusso sempre maggiore di schiavi visto l'espansione ) , dalle riforme dei gracchi e le rivolte servili;  nel periodo 43 d.c-40 d.c , le guerre civili furono più che altro combattute sul vuoto di potere avvenuto dopo la morte di Cesare tra il 2° triunviato Marco Antonio - Ottaviano- Lepido contro le forze di Cesaricidi , e durò ben dieci anni , anche se con il potere diviso perlopiù da Marco Antonio ed Ottaviano, visto che Lepido fu confinato al Circeo (un confino dorato invero) con la carica di pontifex maximum !!!!!!
Dopo la sconfitta di Antonio ad Azio ( 31 a,c.) ottaviano trasformo piano piano la repubblica in un " principato " ( 28 a.c come data effettiva  ). La carica di Imperium  Proconsolae gli fu data dal senato stesso con carica decennale rinnovabile dal 25 a.c. ; nel 12 a.c. con la morte di Lepido diverrà anche Pontifex Maximum , cosa che sarà comune a molti imperatori che seguiranno, e secondo molti storici vero inizio dell'impero romano. Ergo quindi, che su tale affermazione sono caduti in fallo, estremo , visto che non è avvalorato neanche da fonti storiche certe ( e nel periodo ve ne sono moltissime ). Poi che vi sia stato un eruzione in Alaska è un'altra cosa.
Sono molto più certi e datati ( e anche con cronache romane documentate ) i cambiamenti climatici che avverranno nella seconda metà del III sec. d.c., con spostamenti e sconfinamenti di popolazioni germaniche poste sul confine renano-Germanico e sul limes danubiano, oppure la crisi agraria dell'africa preconsolaris.
Saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 01, 2020, 04:52:31 pm
Cratere vulcanico in Indonesia, Java, sull'isola di Lombok del vulcano Rinjani, ripreso dal satellite sentinelle 2 /Copernicus

(https://i.postimg.cc/htnYPmS7/bandicam-2020-08-01-16-35-38-391.jpg)

A dir poco spettacolare la natura...una caldera vulcanica con un lago al suo interno, con i segni evidenti dell'attività vulcanica sia del passato più lontano che più recente, nel 1250 causò cambiamenti climatici importanti a livello emisferico con gravi danni per le popolazioni dell'epoca.

In questi anni c'è un incremento generalizzato dell'attività vulcanica, che viene costantemente monitorata da migliaia di studiosi. Raffrontando le medie sull'incidenza annuale delle eruzioni, calcolate su scala VEI da 1 a 8 con serie storiche di decine di migliaia di anni, e, il num. di vulcani attivi contemporaneamente, si possono trarre dati interessanti.  Negli ultimi due decenni la tendenza all'aumento della frequenza è un dato di fatto, che corre di pari passo alla frequenza dei terremoti annuali sopra una certa soglia in riferimento alla scala Richter.

Vulcano Telica, Nicaragua.

(https://img.volcanodiscovery.com/uploads/pics/EeJVd7CXkAAeJ2b.jpg)


Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 02, 2020, 05:36:12 pm
Gli allarmisti del clima narrano da anni che il continuo aumento di co2 atmosferica, causerebbe un aumneto della frequenza e dell'intensità dei cicloni tropicali...

(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/08/Typhoon-July-2020-1.png)


 :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 06, 2020, 05:09:04 pm
Temperature fredde autunnali in piena Estate 2020 negli Usa centro orientali, fino a -12° sotto la media.
Il Noaa spiega come se è vero che c'è tato un aumeneto riscontrabile dal 1880 di 0,7° per decennio si noti  per il nord America un altrettanto raffreddamento dal 2015  con un tasso di 2,03° per decennio.

(https://attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/08/North-America.png)



Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Securityman74 - Agosto 06, 2020, 05:11:27 pm
Temperature fredde autunnali in piena Estate 2020 negli Usa centro orientali, fino a -12° sotto la media.
Il Noaa spiega come se è vero che c'è tato un aumeneto riscontrabile dal 1880 di 0,7° per decennio si noti  per il nord America un altrettanto raffreddamento dal 2015  con un tasso di 2,03° per decennio.

(https://attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/08/North-America.png)
Vediamo cosa ci prospetta questo nuovo minimo solare..... Per ADESSO estate normale con nevicate in alta montagna.

Inviato dal mio Redmi S2 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 06, 2020, 11:43:42 pm
https://earthobservatory.nasa.gov/images/7122/chilly-temperatures-during-the-maunder-minimum
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 07, 2020, 03:30:31 pm
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-0/s600x600/117312654_1723443904496469_2794909692270487075_n.jpg?_nc_cat=100&_nc_sid=8bfeb9&_nc_ohc=GcTvbEODO4cAX--qB72&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&_nc_tp=7&oh=e1565d1b4fadb5278c40ca63cac8094b&oe=5F5263AD)

Record precedente di -13,2° spazzato via.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 10, 2020, 04:46:36 pm
Potente eruzione del vulcano Sinabung (Indonesia) con cenere espulsa fino a 10 Km slm

https://www.attivitasolare.com/potente-eruzione-al-monte-sinabung-cenere-fino-a-10-km-32-000-piedi-slm-indonesia/ (https://www.attivitasolare.com/potente-eruzione-al-monte-sinabung-cenere-fino-a-10-km-32-000-piedi-slm-indonesia/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 11, 2020, 12:50:43 am
https://ripleysuisse.forumfree.it/?t=77795796&fbclid=IwAR1Rc2nolwDYW8dPMFxQGxtnxS2rxQNXRbLk3HEUaQuKf2g-KIcbXoPYyYU (https://ripleysuisse.forumfree.it/?t=77795796&fbclid=IwAR1Rc2nolwDYW8dPMFxQGxtnxS2rxQNXRbLk3HEUaQuKf2g-KIcbXoPYyYU)

Norvegia situazione attuale:  non sembra proprio da global warming   :)

1957 l'Artico registra temperature inusuali, lontano dalle urla del cambiamento climatico, agw  ;D ;D

https://www.attivitasolare.com/le-ricerche-di-attivita-solare-21-luglio-1957-lartico-raggiunge-i-100-gradi/ (https://www.attivitasolare.com/le-ricerche-di-attivita-solare-21-luglio-1957-lartico-raggiunge-i-100-gradi/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: barione - Agosto 13, 2020, 12:59:47 pm
Altri buoni segnali dall'artico arrivati da scienziati che li ci sono stati e li hanno visti con i propri occhi...

https://video.repubblica.it/natura/la-lunga-missione-in-artico-della-nave-alliance-il-comandante-abbiamo-trovato-le-prime-formazioni-di-ghiaccio-un-buon-segnale/365482/366034?ref=RHPPTP-BS-I253430426-C12-P14-S5.3-T1
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Luca Orlando - Agosto 17, 2020, 06:55:43 pm
Qui invece sono di tutt'altro avviso..:

https://www.greenreport.it/news/clima/calotta-glaciale-della-groenlandia-il-riscaldamento-ha-superato-il-punto-di-non-ritorno/ (https://www.greenreport.it/news/clima/calotta-glaciale-della-groenlandia-il-riscaldamento-ha-superato-il-punto-di-non-ritorno/)

 ::)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: zagor - Agosto 17, 2020, 07:39:47 pm
Ieri ha fatto caldissimo in un posto già di per sé rovente.
Toccati i 54,4 gradi centigradi nella valle della morte e potrebbe essere il record storico assoluto di caldo nel mondo da quando esistono le misurazioni meteo. :o

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Agosto 17, 2020, 08:50:38 pm
Qui invece sono di tutt'altro avviso..:

https://www.greenreport.it/news/clima/calotta-glaciale-della-groenlandia-il-riscaldamento-ha-superato-il-punto-di-non-ritorno/ (https://www.greenreport.it/news/clima/calotta-glaciale-della-groenlandia-il-riscaldamento-ha-superato-il-punto-di-non-ritorno/)

 ::)
Beh direi che è alquanto clamoroso e vergognoso che ci sia qualcuno che mente così spudoratamente
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 17, 2020, 11:42:20 pm
Qui invece sono di tutt'altro avviso..:

https://www.greenreport.it/news/clima/calotta-glaciale-della-groenlandia-il-riscaldamento-ha-superato-il-punto-di-non-ritorno/ (https://www.greenreport.it/news/clima/calotta-glaciale-della-groenlandia-il-riscaldamento-ha-superato-il-punto-di-non-ritorno/)

 ::)

Ormai la faziosità ha superato pure la vergogna con questo livello di articoli....la frase scioccante e piena di catastrofismo nelle prime righe è già sufficente per fermarsi a leggere ..
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Cumolonembo - Agosto 17, 2020, 11:50:17 pm
Ieri ha fatto caldissimo in un posto già di per sé rovente.
Toccati i 54,4 gradi centigradi nella valle della morte e potrebbe essere il record storico assoluto di caldo nel mondo da quando esistono le misurazioni meteo. :o
https://corrieredellumbria.corr.it/news/esteri/24223512/caldo-meteo-dove-previsioni-temperatura-piu-alta-del-mondo-valle-della-morte-death-valley-record.html
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Cumolonembo - Agosto 17, 2020, 11:51:26 pm
Nel 2013 la valle della morte ha raggiunto una temperatura di 2 gradi superiore a quella di questi giorni
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 18, 2020, 10:08:23 am
Nel 2013 la valle della morte ha raggiunto una temperatura di 2 gradi superiore a quella di questi giorni

Infatti, mi sembrava pure a me che la temperatura di ieri o l'altro ieri non so di quando fosse(tra l'altro ogni santo anno si superano in alcune zone di quella valle i +50°) fosse già stata raggiunta e il record fosse un altro!!
ma si sà...ormai basta dare voce alla fogna che si ritrovano!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: zagor - Agosto 18, 2020, 11:49:03 am
Nel 2013 la valle della morte ha raggiunto una temperatura di 2 gradi superiore a quella di questi giorni

Mah....io il senso dell'articolo non l'ho compreso. Ieri tg e metereologi dicevano che è il record assoluto di temperatura massima registrata sulla terra , però salta fuori che nel 2013 ha fatto anche più caldo ...quindi qual'e'il record ? E poi scrive che ha fatto record di temperatura storici anche in alcune località della California ed a Los Angeles ?
Ma Ponente dice che sono tutte balle e dato che lui sa tutto in fatto di mistificazioni meteo.... qual'e' la verità? Ha fatto il record o no? Han fatto dei record di caldo in California o è solo una messa in scena per coprire un ondata di gelo ? :o ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Bassa-Valdivara - Agosto 18, 2020, 11:58:28 am
https://www.bbc.com/news/world-us-canada-53788018 (https://www.bbc.com/news/world-us-canada-53788018)

Articolo BBC che spiega un po' la cosa. In poche parole nel 1913 si è misurata una T di 56.6°, più elevata di quella di domenica, ma molti studiosi contestano l'attendibilità di quella misurazione. Nel 2013 invece è stata rilevata una T di "soli" 54°, ben 0.4 decimi meno di quest'anno.  :D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 18, 2020, 12:00:13 pm
Mah....io il senso dell'articolo non l'ho compreso. Ieri tg e metereologi dicevano che è il record assoluto di temperatura massima registrata sulla terra , però salta fuori che nel 2013 ha fatto anche più caldo ...quindi qual'e'il record ? E poi scrive che ha fatto record di temperatura storici anche in alcune località della California ed a Los Angeles ?
Ma Ponente dice che sono tutte balle e dato che lui sa tutto in fatto di mistificazioni meteo.... qual'e' la verità? Ha fatto il record o no? Han fatto dei record di caldo in California o è solo una messa in scena per coprire un ondata di gelo ? :o ;D

Sono articoli in stile catastrofico che hanno solo uno scopo cioè quello di avvalorare le loro teorie e lo fanno in maniera subdola, giocando sull'ignoranza delle masse. Nessuno ti urlerà ai 4 venti che ci sono pure record e temperature anomale al contrario.(come negli articoli postati in precedenza qui) Libero di pensarla come vuoi, ma la realtà è ben diversa.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 18, 2020, 12:03:12 pm
https://www.bbc.com/news/world-us-canada-53788018 (https://www.bbc.com/news/world-us-canada-53788018)

Articolo BBC che spiega un po' la cosa. In poche parole nel 1913 si è misurata una T di 56.6°, più elevata di quella di domenica, ma molti studiosi contestano l'attendibilità di quella misurazione. Nel 2013 invece è stata rilevata una T di "soli" 54°, ben 0.4 decimi meno di quest'anno.  :D

Ecco...  invece dicono sia stato frantumato  ;D
tra l'altro è abbastanza grande la zona e ci sono più punti di rilevazione...ma...scherzi, quello di quest'anno è il recoooooord...e un'altr'anno sarà di certo superato, così come arriverà l autunno più caldo  e via dicendo...poerannoii!!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 18, 2020, 03:48:22 pm
Dopo l'Australia anche il Brasile, e altri stati come l'Argentina, Bolivia, devono  fare i conti con il generale Inverno australe  ..

https://www.attivitasolare.com/brasile-colpito-da-freddo-storico-in-agosto-altre-ondate-di-freddo-estremo-si-preparano-la-prossima-settimana/ (https://www.attivitasolare.com/brasile-colpito-da-freddo-storico-in-agosto-altre-ondate-di-freddo-estremo-si-preparano-la-prossima-settimana/)

e com'è andata all'opposto nel nostro emisfero??

https://electroverse.net/record-setting-summer-chill-engulfs-the-united-states/ (https://electroverse.net/record-setting-summer-chill-engulfs-the-united-states/)

https://electroverse.net/23-norwegian-weather-stations-logged-their-coldest-ever-july-temperature/ (https://electroverse.net/23-norwegian-weather-stations-logged-their-coldest-ever-july-temperature/)

https://www.attivitasolare.com/la-stagione-estiva-della-groenlandia-sembra-terminata-quasi-un-mese-prima-del-periodo/ (https://www.attivitasolare.com/la-stagione-estiva-della-groenlandia-sembra-terminata-quasi-un-mese-prima-del-periodo/)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 18, 2020, 11:27:42 pm
Freddo freddo e ancora freddo!

https://electroverse.net/southern-hemispheres-incoming-big-freeze/

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Cumolonembo - Agosto 19, 2020, 01:18:09 am
Mah....io il senso dell'articolo non l'ho compreso. Ieri tg e metereologi dicevano che è il record assoluto di temperatura massima registrata sulla terra , però salta fuori che nel 2013 ha fatto anche più caldo ...quindi qual'e'il record ? E poi scrive che ha fatto record di temperatura storici anche in alcune località della California ed a Los Angeles ?
Ma Ponente dice che sono tutte balle e dato che lui sa tutto in fatto di mistificazioni meteo.... qual'e' la verità? Ha fatto il record o no? Han fatto dei record di caldo in California o è solo una messa in scena per coprire un ondata di gelo ? :o ;D
Nel link da me postato c'e' scritto che il record lo ha fatto nel 2013 tutto qua'. Leggevo poi oggi un articolo non so' quanto veritiero dove pare che anche 100 anni or sono aveva gia' battuto questa temperatura di oltre 54 gradi. Ponente secondo me voleva solo rimarcare il fatto che grado piu' grado meno quella e' una zona di m... :D e che magari fanno titoloni acchiappa click
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Cumolonembo - Agosto 19, 2020, 01:22:15 am
https://www.bbc.com/news/world-us-canada-53788018 (https://www.bbc.com/news/world-us-canada-53788018)

Articolo BBC che spiega un po' la cosa. In poche parole nel 1913 si è misurata una T di 56.6°, più elevata di quella di domenica, ma molti studiosi contestano l'attendibilità di quella misurazione. Nel 2013 invece è stata rilevata una T di "soli" 54°, ben 0.4 decimi meno di quest'anno.  :D
Nel link che ho postato parla di una temperatura di oltre 56 gradi nel 2013. Se non ricordo male in fatto di record se non erro (e posso errare perche' non sono assolutamente sicuro), questo inverno o quello passato in California ha fatto davvero un freddo fuori dalla norma, passato pero' inosservato
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 19, 2020, 04:23:34 pm
Continua l'eruzione sull'isola indonesiana di Sumatra, del vulcano Sinabung
questo uno scatto di oggi

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/117958970_1235301383477508_6448118075026054346_o.jpg?_nc_cat=100&_nc_sid=730e14&_nc_ohc=hoyAOV0j-lcAX99iVHN&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=c1cbb26d88cb326700dcc052d6ed25f4&oe=5F616ACC)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Agosto 19, 2020, 05:38:39 pm
https://www.3bmeteo.com/giornale-meteo/meteo--mentre-il-caldo-si-fa-soffocante-nel-nord-emisfero--in-sud-africa-nevica--video-378980 (https://www.3bmeteo.com/giornale-meteo/meteo--mentre-il-caldo-si-fa-soffocante-nel-nord-emisfero--in-sud-africa-nevica--video-378980)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 24, 2020, 06:58:19 pm
Storiche ondate di gelo in tutta l'america del sud ...ma nessuno te lo racconterà, stanne certo... :D ;)

https://l.facebook.com/l.php?u=https%3A%2F%2Fmetsul.com%2Fonda-de-frio-entrara-para-a-historia-veja-o-balanco-e-recordes%2F%3Ffbclid%3DIwAR2dhQ1vTgxQSgzaR29d01Xhhg2xbDG5LgpLjPs3OX1Ty5xyV0ZZ0g_V4MY&h=AT2m29ZjiuoUQ7nscs-07uVdrDVsYyMf-hPPXAwXJHfmF7-a0xLhnkz_8SI1QOS5TQ_81OMXmtDkgvT6U0N-EgiWKfo0-5OgPmL3IzeLw_fxtb0DGx_5OC6_8BuytQ_Yhw&__tn__=-UK-R&c[0]=AT1bGYRrTQM52z3ylQdMYSw-E9d72yLip9pmO1x5GKwxkTF1gsMCP8xUHUxDE0GdYj7TsKeKJ8C0wamgB6aw73rKiibx2xFXt1Ufiec0f8PZ_V1_XxKZtRpyAxD3ImrniNmOSxVqopHhAcfCPk_rXy8qsYdvXlryIm07xvikrUnLsXFVHA7cmolbdW5ZhFkg9SVNtXIOCFYquFJHYe64
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 25, 2020, 11:04:51 am
Niente..sto GW non riesce proprio ad imporsi....

(https://attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/08/image-58.png)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Orso russo - Agosto 25, 2020, 11:49:59 am
Niente..sto GW non riesce proprio ad imporsi....

(https://attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/08/image-58.png)

Più che altro se continua tale andamento, Emisfero Boreale ed Emisfero Australe diventeranno due mondi diversi, uno continua a scaldarsi e l'altro a diventare più freddo.......mah.... :o
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Agosto 25, 2020, 05:27:36 pm
beh anche il nord dopo l' inverno è tornato a calare, ha quasi dimezzato le anomalie, vedremo
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Settembre 07, 2020, 04:02:53 pm
https://www.attivitasolare.com/noaa-conferma-un-grand-solar-minimum-in-piena-regola/ (https://www.attivitasolare.com/noaa-conferma-un-grand-solar-minimum-in-piena-regola/)

https://electroverse.net/noaa-confirms-a-full-blown-grand-solar-minimum/ (https://electroverse.net/noaa-confirms-a-full-blown-grand-solar-minimum/)

Magnetosfera terrestre che si indebolisce a causa dell'indebolimento di quella solare, l'eliosfera e i flussi dei venti/particelle solari.

Tutto lineare..come la storia insegna..
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Settembre 10, 2020, 11:20:45 pm
Oltre ai record di caldo, si registrano anche record di freddo ..

https://www.attivitasolare.com/stati-uniti-centinaia-di-record-di-freddo-caduti-nelle-ultime-24-ore/ (https://www.attivitasolare.com/stati-uniti-centinaia-di-record-di-freddo-caduti-nelle-ultime-24-ore/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: riccardo - Settembre 15, 2020, 10:17:56 am
Gavin Newsom, governatore della California, attacca Trump nel corso di una riunione governativa indetta per affrontare la crisi dovuta agli incendi che stanno colpendo lo Stato della costa ovest. "Noi ci sottoponiamo alla scienza e osserviamo le prove, è evidente che il cambiamento climatico è reale e che si stia aggravando sempre di più". La risposta del presidente americano è incredibile. "Presto, comincerà a diventare più fresco. Devi solo stare a guardare. Non credo che la scienza lo sappia, in realtà".
 :o :o :o :o :o :o :o
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Settembre 15, 2020, 06:16:50 pm
Gavin Newsom, governatore della California, attacca Trump nel corso di una riunione governativa indetta per affrontare la crisi dovuta agli incendi che stanno colpendo lo Stato della costa ovest. "Noi ci sottoponiamo alla scienza e osserviamo le prove, è evidente che il cambiamento climatico è reale e che si stia aggravando sempre di più". La risposta del presidente americano è incredibile. "Presto, comincerà a diventare più fresco. Devi solo stare a guardare. Non credo che la scienza lo sappia, in realtà".
 :o :o :o :o :o :o :o
Magari sgancia tre bombe per un un'inverno nucleare, così ci ha ragione lui, farà più  freddo!

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Settembre 16, 2020, 06:23:27 pm
No, la colpa non è ovviamente del clima ...la California e la west coast non sono di certo la costa opposta in fatto di clima da sempre.
La colpa è da imputare ai verdi e agli ecologisti radical-chic che non permettono con le loro battaglie di mantenere in un certo assetto e controllo i boschi, che sono lasciati al degrado, quindi basta poco nelle stagioni più consone per creare vasti incendi in controllabili. Il resto tutta fuffa!!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Settembre 16, 2020, 09:01:18 pm
No, la colpa non è ovviamente del clima ...la California e la west coast non sono di certo la costa opposta in fatto di clima da sempre.
La colpa è da imputare ai verdi e agli ecologisti radical-chic che non permettono con le loro battaglie di mantenere in un certo assetto e controllo i boschi, che sono lasciati al degrado, quindi basta poco nelle stagioni più consone per creare vasti incendi in controllabili. Il resto tutta fuffa!!
Ma te ti riferisci all'Italia.  Di là è un'altra cosa , quindi questi son facili parallelismi che non possiamo fare. Oltremodo l'Oregon. il nord della California e lo stato di Washington , soprattutto nella parte prossima alla costa e nella catena delle cascate è ricoperto da boschi secolari, ed è la zona con la copertura boscosa più naturalmente conservata degli States escluso l'Alaska. lì vi sono moltissimi parchi. La colpa semmai ,tralasciando gli ecologisti radical chic a cui penso tu ti riferisca, che a me personalmente non rimangono molto simpatici poichè molti sono di " città" ( non vorrei offendere nessuno, ma per la maggior parte è così) ma non mi hanno alla fine mai ostacolato nel taglio per sfoltimento dei boschi che abbiamo in famiglia ; la colpa dicevo è semmai l'abbandono ormai strutturale delle montagne e delle colline, boschi annessi, e non di qualche capro espiatorio a caso.
é così Ponente , in questo momento c'è poco da fare; io lo vivo in prima persona , ho visto paesi interi nelle montagne ad est di firenze scomparire , oppure mantenersi solo come seconde case, dove fino a trent'anni fa c'erano pastori , boscaioli, culture arboree e di boschi di marroni e castagni. E' una vita dura e nessuno più la fa , ma manteneva la montagna nei suoi equilibri.
Saluti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Settembre 16, 2020, 11:17:05 pm
infatti..  l'abbandono e l'ostacolo che fanno i radical chic americani sono una concausa agli incendi.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Settembre 17, 2020, 02:17:28 am
infatti..  l'abbandono e l'ostacolo che fanno i radical chic americani sono una concausa agli incendi.
No.
Non ci siamo.  È diverso da qui! Punto.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Settembre 17, 2020, 07:59:21 am
No.
Non ci siamo.  È diverso da qui! Punto.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Cosa no?? ma vivi là? hai informazioni a riguardo?? Mi pare  hai scritto di no, allora?
Io mi sono informato. Punto e strapunto!
Saluti .
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Settembre 17, 2020, 12:36:30 pm
Cosa no?? ma vivi là? hai informazioni a riguardo?? Mi pare  hai scritto di no, allora?
Io mi sono informato. Punto e strapunto!
Saluti .
Ho mio cognato che vive e lavora là.  Ed ho informazioni a riguardo.
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Settembre 17, 2020, 12:57:40 pm
L'abbandono delle zone rurali è meno esasperato che da noi, inoltre non è  comparabile l'estensione territoriale; o meglio per spiegarmi: mentre da noi le foreste " vergini" ( virgolettato volutamente) non esistono, essendo una zona dove l'impronta antropogenica,  vuoi per ragioni storiche e di maggior densità abitativa, è  presente anche nei " boschi", nella loro zona presa in esame e colpita dagli incendi si può  dire che ancora esistono foreste ove la mano dell' uomo e da minor tempo che opera. E questo già è  un punto di diversità tra 2 realtà ambientali. L'Oregon poi, il green state, non a caso, ha nei suoi ordinamenti statali, proprio la preservazione e la cura delle foreste esistenti, essendone una ricchezza.
Vorrei dilungarmi di più ma il lavoro impelle, saluti.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Settembre 18, 2020, 08:03:36 am
Infatti  gighen, sono realtà differenti per quell che hai detto...ma fidati che negli ultimi anni l'onda green ha avuto il suo peso su certe foreste e gli incendi programmati sono stati in parte aboliti...anche questa è o era prevenzione del territorio. Saluti.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Ottobre 04, 2020, 11:36:05 pm
https://www.attivitasolare.com/la-scoperta-delle-massicce-emissioni-di-co2-vulcanica-mette-un-freno-alla-teoria-del-riscaldamento-globale/ (https://www.attivitasolare.com/la-scoperta-delle-massicce-emissioni-di-co2-vulcanica-mette-un-freno-alla-teoria-del-riscaldamento-globale/)

Interessante  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 24, 2020, 03:52:46 pm
https://www.attivitasolare.com/2020-il-bilancio-del-ghiaccio-polare-di-gran-lunga-migliore-del-2019/ (https://www.attivitasolare.com/2020-il-bilancio-del-ghiaccio-polare-di-gran-lunga-migliore-del-2019/)

 ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Novembre 29, 2020, 04:29:14 pm
Eruzione imponente sul vulcano Lewotolo, Indonesia oggi 29 Nov
Attività iniziata ieri in tarda serata con un debole pennacchio di cenere, preavviso dell'eruzione esplosiva molto più forte di questa mattina. la colonna di cenere(ash plume) ha raggiunto un'altitudine, secondo il Darwin VAAC,era distinguibile dalle immagini satellitari acquisite dalle 03:20 UTC a 15,2 km (50.000 piedi) slm in movimento a sud-est

(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/11/lewotolo-volcano-eruption-november-29-2020-bg2.jpg)

Cenere che sale sopra il vulcano Lewotolo il 29 novembre 2020. Credit: Copernicus EU / Sentinel-2, TW
(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/11/lewotolo-eruption-november-29-2020-sentinel-2-au3.jpg)

(https://www.attivitasolare.com/wp-content/uploads/2020/11/lewotolo-volcano-november-19-2020-scale-to-map.jpg)



https://www.youtube.com/watch?v=8enPjA8m1Yk&feature=emb_logo (https://www.youtube.com/watch?v=8enPjA8m1Yk&feature=emb_logo)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 08, 2020, 01:00:53 am
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/130546157_1186286361767329_2042314745757517775_o.jpg?_nc_cat=111&ccb=2&_nc_sid=dbeb18&_nc_ohc=hFyHicrd26UAX-MI3p9&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=465577650fc3e8b63bd383eba310e6fc&oe=5FF3BAFB)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Dicembre 10, 2020, 05:42:54 pm
Un po' di neve sulle Alpi ...   la neve un lontano ricordo delle cartoline ..

 :)

https://www.youtube.com/watch?v=D36REF8vVQY (https://www.youtube.com/watch?v=D36REF8vVQY)

https://www.youtube.com/watch?v=b_Bdpo_At8E (https://www.youtube.com/watch?v=b_Bdpo_At8E)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 05, 2021, 03:52:58 pm
https://www.meteolive.it/news/In-primo-piano/2/clamoroso-nell-artico-canadese-aumentano-neve-e-ghiaccio-altro-che-passaggio-a-nord-ovest-aperto-/88630/?fbclid=IwAR2VPmmT5UGzbsqa-W2ii5zBf6rfOVf8foh5chJNarPApchxaTtp0ZpHOSE (https://www.meteolive.it/news/In-primo-piano/2/clamoroso-nell-artico-canadese-aumentano-neve-e-ghiaccio-altro-che-passaggio-a-nord-ovest-aperto-/88630/?fbclid=IwAR2VPmmT5UGzbsqa-W2ii5zBf6rfOVf8foh5chJNarPApchxaTtp0ZpHOSE)

Global warming galoppante..il caldo è sistemico il freddo episodico, così parlarono gli "scienziati" del clima nostrani.  ;D :) :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 06, 2021, 11:54:03 pm
Con un sorprendente +0,2° sulla media globale delle temperature in bassa troposfera,  si chiude Dicembre e il 2020 ...
proprio galoppante questo global warming  ??? ::) ::) :-X :-X :-X :-X

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/135829157_3708011055944268_8733935458477376421_n.jpg?_nc_cat=104&ccb=2&_nc_sid=dbeb18&_nc_ohc=DkekdSfoZoQAX8YoSbA&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=c99142586622a2e02409a64781ce4639&oe=601C0F91)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 07, 2021, 11:13:31 pm
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/136700303_1716319065229387_8805250517666837077_n.jpg?_nc_cat=110&ccb=2&_nc_sid=8bfeb9&_nc_ohc=LNMUYSYoE8YAX_-8QxL&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=a7c7d836de087847c5ed5a9cffe34e2a&oe=601E7E87)


STILE SPAGNOLO GLOBALE WARMING: la Spagna registra la temperatura più bassa di sempre a-34° C
E immagina quanto sarebbe stato davvero freddo senza tutto quel riscaldamento globale.  :D
https://uk.reuters.com/.../spain-records-lowest...
MADRID (Reuters) - La neve pesante e i venti ghiacciati hanno colpito la Spagna mentre le temperature sono scese a-34.1° C, la più bassa mai registrata nella penisola iberica, ha detto mercoledì l'Agenzia Meterolgica dello Stato.
La temperatura da brivido è stata registrata al Clot del Tuc de la Llanca in Aragona nei Pirenei spagnoli alle 5.19 a. m., ha detto l'agenzia.
Questo era di due gradi più basso rispetto al 1956, quando si registravano temperature di-32° C in Estany-Gento, a Lleida, nel nord-est della Spagna.


 :)

...galoppante   
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 14, 2021, 05:22:00 pm
La neve un lontano ricordo, dicevano ....il freddo è episodico, il caldo sistemico, nevica perchè fà più caldo ...pure lo stratwarming avviene perchè fà più caldo in stratosfera.. :D :D

https://www.youtube.com/watch?v=c3Rq5xkCtuk (https://www.youtube.com/watch?v=c3Rq5xkCtuk)

https://www.youtube.com/watch?v=QP6CBmtnSvg (https://www.youtube.com/watch?v=QP6CBmtnSvg)

https://www.youtube.com/watch?v=YlveMVRnEDY (https://www.youtube.com/watch?v=YlveMVRnEDY)

https://www.youtube.com/watch?v=bnpsXg6-vEg (https://www.youtube.com/watch?v=bnpsXg6-vEg)

(https://www.nnvl.noaa.gov/images/globaldata/SnowIceCover_Daily.png)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Daniele87 - Gennaio 20, 2021, 08:33:50 pm
Momento momento momento.... ho capito bene?! In questo forum il gw o agw è negato?

Inviato dal mio BURAN4EVER utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 20, 2021, 11:50:15 pm
Momento momento momento.... ho capito bene?! In questo forum il gw o agw è negato?

Inviato dal mio BURAN4EVER utilizzando Tapatalk

momento, gw e agw sono due cose differenti. Qui si postano dati e documenti, che non perforza seguono il pensiero unico, anche perchè le teorie del riscaldamento globale antropico sono abbastanza fallaci e facili da contestare. ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Daniele87 - Gennaio 21, 2021, 01:33:38 am
momento, gw e agw sono due cose differenti. Qui si postano dati e documenti, che non perforza seguono il pensiero unico, anche perchè le teorie del riscaldamento globale antropico sono abbastanza fallaci e facili da contestare. ;D
Io sono anti agw se la metti così. Non trovo possibile che l'infinitesima influenza antropica sull'atmosfera terrestre possa in qualche modo innalzare la temperatura del globo, è un'idea stupida di partenza, si da contro solo ed esclusivamente ad un gas che se non ci fosse, beh addio vegetazione e il principale responsabile dell'effetto serra (H2O) non viene mai citato. Poi che l'IPCC mi tiri fuori i dati che vuole, facili da manipolare a loro comodo.  È il chiaro esempio della superbia umana, convinti di poter controllare tutto nel bene o nel male anche il clima di un intero Pianeta!

Quindi ponente, il mio sbigottimento si trasforma in "apriti cielo" finalmente qualcuno che non ci crede.


Inviato dal mio BURAN4EVER utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Old Style - Gennaio 21, 2021, 07:00:58 am
Io sono anti agw se la metti così. Non trovo possibile che l'infinitesima influenza antropica sull'atmosfera terrestre possa in qualche modo innalzare la temperatura del globo, è un'idea stupida di partenza, si da contro solo ed esclusivamente ad un gas che se non ci fosse, beh addio vegetazione e il principale responsabile dell'effetto serra (H2O) non viene mai citato. Poi che l'IPCC mi tiri fuori i dati che vuole, facili da manipolare a loro comodo.  È il chiaro esempio della superbia umana, convinti di poter controllare tutto nel bene o nel male anche il clima di un intero Pianeta!

Quindi ponente, il mio sbigottimento si trasforma in "apriti cielo" finalmente qualcuno che non ci crede.


Inviato dal mio BURAN4EVER utilizzando Tapatalk
Stare qui a disquisire se l'AGW sia antropico o meno, si entra in una palude dove la meteo e la scienza finiscono per essere shiave entrambi della "paura di non essere nessuno" , parafrasando un passaggio di una canzone di Giorgio Gaber ( La parola io ).
Se il mondo è nato sulle fondamenta di una bugia, la scienza non lo è , per cui tutto quello che succede in atmosfera andrebbe studiato con metodi scientifici. Il fatto che la CO2 sia mossa per il 95 % da cause che esulano i comportamenti antropici è un dato di fatto oggettivo, e su questo non ci piove.Il fatto poi che quella forbice del 5% di antropico sia la goccia che ha fatto traboccare il vaso, non cambia nulla per ilm eteorologo, il quale deve limitarsi ad inserire dati e fare le sue interpretazioni.
Pensateche solo per ridurre quel 5% di antropico ci vorrebbero decenni di trattati politici , perchè i decenni precedenti quindi tutte le COP fino al 25, sono miseramente fallite.
Quindi siccome scientificamente parlando non è possibile avere una prova di veridicità su quel 5%, trovo la cosa piuttosto inutile.
Tutto il resto è solo politica, finanza e bugie e quindi il tempo rimane vincolato alle sue leggi, quelle fisiche, e non ai nostri vizi capitali  ;)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Daniele87 - Gennaio 23, 2021, 08:33:09 am
Stare qui a disquisire se l'AGW sia antropico o meno, si entra in una palude dove la meteo e la scienza finiscono per essere shiave entrambi della "paura di non essere nessuno" , parafrasando un passaggio di una canzone di Giorgio Gaber ( La parola io ).
Se il mondo è nato sulle fondamenta di una bugia, la scienza non lo è , per cui tutto quello che succede in atmosfera andrebbe studiato con metodi scientifici. Il fatto che la CO2 sia mossa per il 95 % da cause che esulano i comportamenti antropici è un dato di fatto oggettivo, e su questo non ci piove.Il fatto poi che quella forbice del 5% di antropico sia la goccia che ha fatto traboccare il vaso, non cambia nulla per ilm eteorologo, il quale deve limitarsi ad inserire dati e fare le sue interpretazioni.
Pensateche solo per ridurre quel 5% di antropico ci vorrebbero decenni di trattati politici , perchè i decenni precedenti quindi tutte le COP fino al 25, sono miseramente fallite.
Quindi siccome scientificamente parlando non è possibile avere una prova di veridicità su quel 5%, trovo la cosa piuttosto inutile.
Tutto il resto è solo politica, finanza e bugie e quindi il tempo rimane vincolato alle sue leggi, quelle fisiche, e non ai nostri vizi capitali  ;)
Adoro! Un'altra cosa che non mi torna è lo studio dei carotaggi di ghiaccio dalla base di Vostok, dai quali hanno estrapolato le temperature di 450/600k anni fa e una correlazione T°/CO2 che lo stesso Al Gore utilizzò poi per il suo docu-film "Una scomoda verità" ma quello che non dice è che la CO2 sale si...ma dopo la temperatura! Ne è una diretta conseguenza (riscaldamento degli oceani) e con un lag temporale di centinaia d'anni, non la causa! Solo questo dovrebbe far collassare l'intera teoria del riscaldamento globale antropico.


Inviato dal mio BURAN4EVER utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Old Style - Gennaio 23, 2021, 02:35:30 pm
momento, gw e agw sono due cose differenti. Qui si postano dati e documenti, che non perforza seguono il pensiero unico, anche perchè le teorie del riscaldamento globale antropico sono abbastanza fallaci e facili da contestare. ;D
Possiamo affermare che la narrativa dell' AGW , si smonta da sola a pezzettini con un lag temporale direttamente proporzionale a quello dell'annuncio epocale a lungo termine. Oggi per esempio siccome dopo 20 anni , dall'annuncio "ufficiale" di un Polo Nord privo di ghiacci, con sorpresa rinnovata ciò non è avvenuto, c'è stata la controrisposta di un nuovo annuncio molto peggiore del primo, ma posticipato a 100 anni di distanza.
E qui siamo tutti fregati perchè solo i nostri figli o nipoti, potranno osservare l'avvenuto esito dell'apocalisse antropico.climatica annunciata ai loro nonni cento anni prima  ;D ...  La PEG metterà tutti daccordo ... :o  :o ... ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Maurizio - Gennaio 23, 2021, 03:34:59 pm
Possiamo affermare che la narrativa dell' AGW , si smonta da sola a pezzettini con un lag temporale direttamente proporzionale a quello dell'annuncio epocale a lungo termine. Oggi per esempio siccome dopo 20 anni , dall'annuncio "ufficiale" di un Polo Nord privo di ghiacci, con sorpresa rinnovata ciò non è avvenuto, c'è stata la controrisposta di un nuovo annuncio molto peggiore del primo, ma posticipato a 100 anni di distanza.
E qui siamo tutti fregati perchè solo i nostri figli o nipoti, potranno osservare l'avvenuto esito dell'apocalisse antropico.climatica annunciata ai loro nonni cento anni prima  ;D ...  La PEG metterà tutti daccordo ... :o  :o ... ;D

Ciao carissimo
Concordo in pieno ,già  in passato quando ero ragazzino parlavano di scioglimento totale dei ghiacci artici ,con citta' sotto mare ,parlo di almeno 30 40 anni fa',e venezia è  ancora lì come lo era una volta ,come tante isole e coste,la teoria dell'innalzamento del mare non funziona, la scienza dice che c'è  la compensazione dell'evaporazione dell'acqua marina
Buona giornata
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Daniele87 - Gennaio 23, 2021, 08:24:13 pm
Ciao carissimo
Concordo in pieno ,già  in passato quando ero ragazzino parlavano di scioglimento totale dei ghiacci artici ,con citta' sotto mare ,parlo di almeno 30 40 anni fa',e venezia è  ancora lì come lo era una volta ,come tante isole e coste,la teoria dell'innalzamento del mare non funziona, la scienza dice che c'è  la compensazione dell'elaborazione
Buona giornata
So che ti sto per chiedere molto, ma secondo te è possibile risalire a studi in merito a questo scioglimento mai avvenuto? L'unico vero freno a questa follia del movimento contro l'AGW è il tempo e i fatti, ora nuova data: entro il 2050 Venezia Amsterdam e altre città saranno sommerse...fra 30 anni quando non sarà successo, cosa diranno? Dove sono le prove? È pesante come allarmismo no?


(https://uploads.tapatalk-cdn.com/20210123/de504e4b29c781dee3793db0c0322db3.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Maurizio - Gennaio 23, 2021, 09:07:32 pm
So che ti sto per chiedere molto, ma secondo te è possibile risalire a studi in merito a questo scioglimento mai avvenuto? L'unico vero freno a questa follia del movimento contro l'AGW è il tempo e i fatti, ora nuova data: entro il 2050 Venezia Amsterdam e altre città saranno sommerse...fra 30 anni quando non sarà successo, cosa diranno? Dove sono le prove? È pesante come allarmismo no?


(https://uploads.tapatalk-cdn.com/20210123/de504e4b29c781dee3793db0c0322db3.jpg)

Infatti quello che dico io,non so quanti anni hai ,io ne o 57 ,e di queste cose 40 anni fa ne parlavano a uffa ,alte maree isole sommerse ,venezia sott'acqua  ecc.. ecc.. ,ma nessuno di queste opzioni non è  avvenuto ,anzi c'è  solo un uso spropositato sulla comunicazione, che basta una grandinata ,uno smottamento ,pioggia per più  giorni e quant'altro  per dare la colpa al riscaldamento globale,tutto fa notizia e buon brodo

Buona serata
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Maurizio - Gennaio 23, 2021, 09:15:57 pm
So che ti sto per chiedere molto, ma secondo te è possibile risalire a studi in merito a questo scioglimento mai avvenuto? L'unico vero freno a questa follia del movimento contro l'AGW è il tempo e i fatti, ora nuova data: entro il 2050 Venezia Amsterdam e altre città saranno sommerse...fra 30 anni quando non sarà successo, cosa diranno? Dove sono le prove? È pesante come allarmismo no?


(https://uploads.tapatalk-cdn.com/20210123/de504e4b29c781dee3793db0c0322db3.jpg)
Un esempio
https://www.meteolive.it/news/In-primo-piano/2/clamoroso-nell-artico-canadese-aumentano-neve-e-ghiaccio-altro-che-passaggio-a-nord-ovest-aperto-/88630/  (https://www.meteolive.it/news/In-primo-piano/2/clamoroso-nell-artico-canadese-aumentano-neve-e-ghiaccio-altro-che-passaggio-a-nord-ovest-aperto-/88630/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Old Style - Gennaio 24, 2021, 09:17:01 am
So che ti sto per chiedere molto, ma secondo te è possibile risalire a studi in merito a questo scioglimento mai avvenuto? L'unico vero freno a questa follia del movimento contro l'AGW è il tempo e i fatti, ora nuova data: entro il 2050 Venezia Amsterdam e altre città saranno sommerse...fra 30 anni quando non sarà successo, cosa diranno? Dove sono le prove? È pesante come allarmismo no?


(https://uploads.tapatalk-cdn.com/20210123/de504e4b29c781dee3793db0c0322db3.jpg)


E'un tema molto discusso e quì  http://www.climatemonitor.it/?p=27207 (http://www.climatemonitor.it/?p=27207)  si accenna ad un aspetto importante su come veicolare "verità" che sarebbero difficili da far credere come vere forse perchè vere non lo sono.
L'autore che è anche il fondatore di quel sito meteo, è un meteorologo che lavorava per l'IPCC. Il motivo per cui scelse di uscire da questo organismo internazionale, è quando ha scoperto che il sistema era corrotto a dismisura dove  la scienza era usata dalla politica che truccava le carte a scopi precisi quindi veicolando bugie che cavalcavano l'impossibilità di dimostrare il suo contrario da parte di intere popolazioni, dove i governi delle varie nazioni che aderiscono a quel progetto, vengono istruite a seguire misure per contrastare i pericoli per l'umanità causati ( loro dicono) dai nostri comportamenti .
Ad oggi sono più di 2000 gli scienziati che come Guido Guidi hanno scelto di uscire da questa palude e che non hanno accettato di farsi vincere dalla corruzione.
In quel sito, l'argomento è stato trattato molte volte, se hai pazienza potrai trovare moltissimi interventi anche molto piu recenti di questo che è del 2012.  :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Maurizio - Gennaio 24, 2021, 12:37:20 pm
E'un tema molto discusso e quì  [url]http://www.climatemonitor.it/?p=27207[/url] ([url]http://www.climatemonitor.it/?p=27207[/url])  si accenna ad un aspetto importante su come veicolare "verità" che sarebbero difficili da far credere come vere forse perchè vere non lo sono.
L'autore che è anche il fondatore di quel sito meteo, è un meteorologo che lavorava per l'IPCC. Il motivo per cui scelse di uscire da questo organismo internazionale, è quando ha scoperto che il sistema era corrotto a dismisura dove  la scienza era usata dalla politica che truccava le carte a scopi precisi quindi veicolando bugie che cavalcavano l'impossibilità di dimostrare il suo contrario da parte di intere popolazioni, dove i governi delle varie nazioni che aderiscono a quel progetto, vengono istruite a seguire misure per contrastare i pericoli per l'umanità causati ( loro dicono) dai nostri comportamenti .
Ad oggi sono più di 2000 gli scienziati che come Guido Guidi hanno scelto di uscire da questa palude e che non hanno accettato di farsi vincere dalla corruzione.
In quel sito, l'argomento è stato trattato molte volte, se hai pazienza potrai trovare moltissimi interventi anche molto piu recenti di questo che è del 2012.  :)


Ciao carissimo, come la Greta, chissa' chi sono i mandanti
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: stefanocarneval - Gennaio 24, 2021, 01:19:23 pm
Per quanto riguarda le previsioni che non si sono avverate posso solo dire che ricordo bene fossero nel periodo in cui facevo la tesi e la questione della spariazione del ghiaccio artico e quella della sommersione delle zone al livello del mare, occupava gran parte dei media mondiali..anche nazionali..ed era già una notizia nella notizia.
Fondamentalmente erano degli studi (se non sbaglio partiti da un'università tedesca) che vedevano come 'possibile' la sparizione del ghiaccio artico nel successivo ventennio..studi parzialmente ridaditi da altre istituzioni ma con discrete frenate.
Sostanzialmente la ricerca è andata avanti (grazie anche all'esponenziale crescita della capacità elaborativa delle CPU e dei famosi 'nodi', cioè dei computer collegati in rete col 'network computing'), carotaggi e ricerche ulteriori hanno evidenziato come il ghiaccio artico (e la maggioranza della massa glaciale terrestre) non sia in 'equilibrio' col sistema climatico ma leggermente in ritardo (semplifico perchè la questione in realtà è complessa e prevede anche altre variabili, di cui la variabilità climatica è una di esse..). Ecco così che il 'collasso' del sistema glaciale è apparso molto più morbido negli anni '90, ma proprio in questo ultimo decennio ha subito un'accelerazione discreta (perchè il ritardo di cui parlavo prima ha ovviamente al suo interno un punto d'equilibrio che, giocoforza, ha un punto di rottura o di non ritorno, come ogni feedback negativo tra l'altro.).
Al di là di tali previsioni il destino delle masse glaciali è scritto e lo si può 'leggere' semplicemente negli studi (sono migliaia) destinati quasi ad ogni singolo pezzetto di ghiaccio presente sulla terra.
Per quanto riguarda il ghiaccio artico questo grafico, riguardo a dicembre, penso sia piuttosto chiaro.
(https://nsidc.org/arcticseaicenews/files/2021/01/Figure3-350x270.png)
Sulla questione dell'irrisorietà del 5% di CO2, la problematica base non è tanto la quantità assoluta di carbonio emessa (attenzione però, si parla di una porzione minima su di un quantitativo enorme..cioè decine di miliardi di tonnelate..) ma il fatto che rimane in atmosfera per centinaia di anni (si ipotizza un tempo tra i 700 e i 1100 anni in moltissimi recenti studi)..ecco perchè l'accumulo, da 200 anni a questa parte, è rilevante per l'equilibrio termico del pianeta.
Si ricorda infatti in moltissimi studi che questo, senza la 'rivoluzione industritale', sarebbe stato un classico periodo interglaciale (già visto e rivisto nei carotaggi), col sistema climatico che avrebbe portato giù la temperatura di almeno mezzo grado in circa 300 anni..Ecco perchè, in qualsiasi modello climatologico, se si toglie la forzante antropica, la temperatura terrestre appare negativa di qualche decimo di grado (oggi probabilmente saremmo a -0,3°C rispetto al 1800).
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 24, 2021, 06:02:25 pm
Mah... quindi il ciclo atmosferico naturale della co2 è regolato dalle attività umane?!
il 4/5% in più immesso antropicamente influisce sui cicli complessi climatici, che riguardano orbite,  cicli oceanici, cicli solari(ricordo che il sole ha una massa pari al 99% dell'intero sistema solare)
  :o
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 25, 2021, 10:46:25 am
E anche quest’anno la Diga di Ridracoli in Romagna tracima abbondantemente a conferma dell’imminente desertificazione causata dal Global Warming Antropico.  :D ;)

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/142100995_923819725096127_8139207782254444414_n.jpg?_nc_cat=100&ccb=2&_nc_sid=b9115d&_nc_ohc=UhYv3dUI-TMAX-bkyJZ&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=18ab033ce32ea090dce1642e91f9ca84&oe=60322BB5)

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/142228035_923830661761700_3817101762813630168_n.jpg?_nc_cat=110&ccb=2&_nc_sid=dbeb18&_nc_ohc=SfmelArN2qMAX9JDePE&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=06a790ac7c0cb3b14aa81a4d6c3238a0&oe=6033A933)

Dal 2000 ad oggi, solo in due anni non è avvenuta la tracimazione(2002-2007)


Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: bebix - Gennaio 25, 2021, 02:09:51 pm
L’avranno fatta troppo bassa?
Scusa ma non sono riuscito a trattenermi!
Titolo: Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: bebix - Gennaio 25, 2021, 02:15:33 pm
Per farmi perdonare vorrei postare un articolo interessante (purtroppo in inglese), che spiega una cosa che ho sempre pensato e cioè che la presentazione dei dati influenza la reale percezione dei dati stessi: https://wattsupwiththat.com/2020/12/08/co2-coalition-the-global-mean-temperature-anomaly-record-how-it-works-and-why-it-is-misleading/
(https://debunkhouse.files.wordpress.com/2018/05/context1.png?w=1110)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Gennaio 29, 2021, 11:42:22 pm
LA NEVE SARÀ SOLO UN LONTANO RICORDO...



(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-0/p526x296/143929321_898904320912908_6563309310442617023_n.jpg?_nc_cat=101&ccb=2&_nc_sid=8bfeb9&_nc_ohc=Rptd4Bj307IAX9JVaEQ&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&tp=6&oh=5b610ac234e3880209f4969ff20da359&oe=60384549)



Meteo Valle d'Aosta


Altri 30 cm per 160 cm freschi dal 27 gennaio, 2 metri raggiunti in paese a Cervinia, quasi 3 metri a 2500 m sulla Muraglia 😨 foto di Nello
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 21, 2021, 12:13:06 am
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/152691743_10222145273516578_7242591697777115347_o.jpg?_nc_cat=104&ccb=3&_nc_sid=825194&_nc_ohc=2FPdtEd8C70AX8k_s2_&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=d1a128a7b131807fe9c13fcc99ede45c&oe=6058C79F)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Old Style - Febbraio 21, 2021, 08:58:04 am
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/152691743_10222145273516578_7242591697777115347_o.jpg?_nc_cat=104&ccb=3&_nc_sid=825194&_nc_ohc=2FPdtEd8C70AX8k_s2_&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=d1a128a7b131807fe9c13fcc99ede45c&oe=6058C79F)
Se "per caso" la T media globale dovesse piombare fra una decina d'anni a -2 gradi rispetto ad oggi, dovremo ringraziare l'effetto antropico  altrimenti saremmo morti tutti assiderati  ;D
 
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: zagor - Febbraio 21, 2021, 10:46:22 am
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/152691743_10222145273516578_7242591697777115347_o.jpg?_nc_cat=104&ccb=3&_nc_sid=825194&_nc_ohc=2FPdtEd8C70AX8k_s2_&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=d1a128a7b131807fe9c13fcc99ede45c&oe=6058C79F)

Che siano i risultati dei vari Lookdown nel mondo con chiusure di attività produttive e limitazioni alla circolazione associati alla Nina?
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Nucleo89 - Febbraio 21, 2021, 11:28:26 am
Che siano i risultati dei vari Lookdown nel mondo con chiusure di attività produttive e limitazioni alla circolazione associati alla Nina?
Secondo me tanto fa l’incredibile quantità di neve che sta cadendo negli USA...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Febbraio 21, 2021, 05:13:51 pm
No, secondo me sono 15 anni QUINDICI che il global warming tanto decantato dai media asserviti, è semplicemnete fermo, in riferimento ai dati delle temperature.
Una delle cause per me è la bassissima attività solare che è iniziata proprio da quel periodo.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: zagor - Marzo 01, 2021, 01:20:45 pm
Oggi sul web sono apparsi alcuni articoli sul indebolimento della corrente del Golfo. E vi erano anche illustrate alcune ipotesi sulle conseguenze in Europa . Sarebbe interessante sapere il pensiero di qualche longers o csct sull' argomento.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Marzo 03, 2021, 07:07:13 am
Oggi sul web sono apparsi alcuni articoli sul indebolimento della corrente del Golfo. E vi erano anche illustrate alcune ipotesi sulle conseguenze in Europa . Sarebbe interessante sapere il pensiero di qualche longers o csct sull' argomento.
ormai sono anni che va avanti questa storia, anzi 2 decenni ne parlavano già primi anni 2000, con inverni sempre + freddi eccetera eccetera, ma al momento nulla, vedremo nei prossimi anni, per ora non pervenuto
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Tornado1991 - Marzo 21, 2021, 02:53:57 pm
Magari vi fosse "solo" l'AGW. Perchè farebbe meno caldo di adesso nel globo. Questo è un SUPER ANTROPIC GLOBAL WARMING .......................... e aggiungo che la corrente del golfo indebolita, ci farebbe friggere di più ancora in Estate.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Marzo 21, 2021, 05:51:35 pm
Magari vi fosse "solo" l'AGW. Perchè farebbe meno caldo di adesso nel globo. Questo è un SUPER ANTROPIC GLOBAL WARMING .......................... e aggiungo che la corrente del golfo indebolita, ci farebbe friggere di più ancora in Estate.
anche questo è un discorso che lascia il tempo che trova, come negli anni 90 , quando dicevano che ai primi anni 2000, sarebbe sparito in estate il pack artico.Sai cosa c' è ,con lo studio sul clima siamo ancora all' età della pietra :-\
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 21, 2021, 06:18:22 pm
anche questo è un discorso che lascia il tempo che trova, come negli anni 90 , quando dicevano che ai primi anni 2000, sarebbe sparito in estate il pack artico.Sai cosa c' è ,con lo studio sul clima siamo ancora all' età della pietra :-\

i ghiacci artici si sciolgono anche perchè c'è un surplus termico marino globale più lento a dissiparsi, ma per esempio sulla terra la Groenalndia negli ultimi anni è in controtendenza netta con accumulo costante di tonnellate di ghiaccio anno dopo anno.....    la correntedel golfo anc'essa subisce mutamenti ma lenti  e chissà se potrebbe anche fermarsi questo processo di rallentamento... ::) ...dipenderà molto dall'andamento globale di energia entrante in atmosfera .. :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Tornado1991 - Marzo 23, 2021, 01:15:28 pm
anche questo è un discorso che lascia il tempo che trova, come negli anni 90 , quando dicevano che ai primi anni 2000, sarebbe sparito in estate il pack artico.Sai cosa c' è ,con lo studio sul clima siamo ancora all' età della pietra :-\

No.

Il pack artico sta scomparendo o peggio ancora si sta riducendo, in Estate, ogni anno sempre di più. Come i ghiacciai, praticamente inesistenti ormai sulle Alpi sotto i 2500mt, ma anche a 3000 sono malmessi. Tanto che lo sci estivo sta scomparendo.

E quindi è già sufficente il forte aumento termico avuto dal 1980 in poi nel nostro emisfero. Non è che se si blocca l'aumento, torna in norma come prima... sempre AGW è... e sta andando peggio e continuamente in aumento , è SUPER-AGW , estati invivibili come il periodo 2012-2020 ..... solo la 2014 fu da metà Giugno normale,ma è stata un'eccezione.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 23, 2021, 05:12:54 pm
No.

Il pack artico sta scomparendo o peggio ancora si sta riducendo, in Estate, ogni anno sempre di più. Come i ghiacciai, praticamente inesistenti ormai sulle Alpi sotto i 2500mt, ma anche a 3000 sono malmessi. Tanto che lo sci estivo sta scomparendo.

E quindi è già sufficente il forte aumento termico avuto dal 1980 in poi nel nostro emisfero. Non è che se si blocca l'aumento, torna in norma come prima... sempre AGW è... e sta andando peggio e continuamente in aumento , è SUPER-AGW , estati invivibili come il periodo 2012-2020 ..... solo la 2014 fu da metà Giugno normale,ma è stata un'eccezione.

bah invece la scorsa fino ai primi di luglio è stata molto instabile e non di certo infuocata neppure dopo, direi che è molto vago il concetto di normalità estiva....fare 34° in Italia è normalissimo da sempre.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 23, 2021, 05:21:24 pm
Ecco l'estensione marina globale ghiacciata....non mi pare si sia sciolto tutto.. ;)

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/164239094_1166816863778141_8046866868798835693_n.jpg?_nc_cat=105&ccb=1-3&_nc_sid=825194&_nc_ohc=kBAT4m2ari8AX9ERMEF&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=6c26697cbfe660e00508d6596ffff825&oe=60815668)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Marzo 23, 2021, 05:21:28 pm
No.

Il pack artico sta scomparendo o peggio ancora si sta riducendo, in Estate, ogni anno sempre di più. Come i ghiacciai, praticamente inesistenti ormai sulle Alpi sotto i 2500mt, ma anche a 3000 sono malmessi. Tanto che lo sci estivo sta scomparendo.

E quindi è già sufficente il forte aumento termico avuto dal 1980 in poi nel nostro emisfero. Non è che se si blocca l'aumento, torna in norma come prima... sempre AGW è... e sta andando peggio e continuamente in aumento , è SUPER-AGW , estati invivibili come il periodo 2012-2020 ..... solo la 2014 fu da metà Giugno normale,ma è stata un'eccezione.
mi piaci hai delle certezze, magari scomparirà, ma questo doveva avvenire gia 20 anni fa,
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 23, 2021, 05:39:44 pm
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/164277708_1166967623763065_842362993645836423_n.jpg?_nc_cat=101&ccb=1-3&_nc_sid=dbeb18&_nc_ohc=ac9arMWPOYYAX9Taswn&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=bacc17fc0d177678a24b9fee77e15755&oe=607DF2B4)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Tornado1991 - Marzo 23, 2021, 07:20:33 pm
Ecco l'estensione marina globale ghiacciata....non mi pare si sia sciolto tutto.. ;)

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/164239094_1166816863778141_8046866868798835693_n.jpg?_nc_cat=105&ccb=1-3&_nc_sid=825194&_nc_ohc=kBAT4m2ari8AX9ERMEF&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=6c26697cbfe660e00508d6596ffff825&oe=60815668)

Ma dai ragione al Super AGW con quel grafico

Si vede netta la riduzione continua del pack, rispetto agli anni 80, poi 90 poi 2000 etc

Quindi ci stiamo surriscaldando
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Tornado1991 - Marzo 23, 2021, 07:21:59 pm
mi piaci hai delle certezze, magari scomparirà, ma questo doveva avvenire gia 20 anni fa,

 È invece ancora peggio di scomparire.

È una continua riduzione del pack, che avviene da 40 anni in maniera veloce.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Tornado1991 - Marzo 23, 2021, 07:23:00 pm
bah invece la scorsa fino ai primi di luglio è stata molto instabile e non di certo infuocata neppure dopo, direi che è molto vago il concetto di normalità estiva....fare 34° in Italia è normalissimo da sempre.

A parte che anche l'Estate 2020 è stata sopramedia pre-Gw e non di poco, specie al Nord, non è che se fa in media un mesetto scarso su 3,allora "tutto va bene". Non sono un caldofilo. Solo l'Estate 2014 è andata bene, tranne i primi 13 gg, in cui ha fatto ben 2 34° che sono PICCHI e non la normalità al Nord , a inizio giugno poi...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 23, 2021, 11:23:00 pm
A parte che anche l'Estate 2020 è stata sopramedia pre-Gw e non di poco, specie al Nord, non è che se fa in media un mesetto scarso su 3,allora "tutto va bene". Non sono un caldofilo. Solo l'Estate 2014 è andata bene, tranne i primi 13 gg, in cui ha fatto ben 2 34° che sono PICCHI e non la normalità al Nord , a inizio giugno poi...

A inizio Giugno no, ma in piena stagione si lo sono. ce ne fosse ro di estati come la 2020..con break continui ad oghni mese..anzi fuino al 20 Giugno la sera col cavolo uscivi in t-shirt  ;D   eh si le stagioni di una volta com'erano diverse... :)

Pccato che dai grafici postati poco sopra si evince come da 3000 anni a qeusta parte non siamo messi così male come ghiacchio globale, e che questo ritiro attuale è costante da oltre due secoli ormai, da ben prima delle tanto proclamate attività antropiche post industriali... 
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Kappa - Marzo 23, 2021, 11:35:45 pm
Che poi io mi sono sempre chiesto perchè il valore dell estensione dei ghiacci artici diminuisce gradualmente se paragoniamo le decadi (anni 80, 90, 00, 10) e invece il valore dell estensione dei ghiacci dell antartico è rimasto quasi invariato, anzi se paragoniamo le decadi, si nota come sia leggermente aumentato, è una casualità?
Allego grafico interattivo:
https://nsidc.org/arcticseaicenews/charctic-interactive-sea-ice-graph/
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Tornado1991 - Marzo 25, 2021, 01:39:13 pm
A inizio Giugno no, ma in piena stagione si lo sono. ce ne fosse ro di estati come la 2020..con break continui ad oghni mese..anzi fuino al 20 Giugno la sera col cavolo uscivi in t-shirt  ;D   eh si le stagioni di una volta com'erano diverse... :)

Pccato che dai grafici postati poco sopra si evince come da 3000 anni a qeusta parte non siamo messi così male come ghiacchio globale, e che questo ritiro attuale è costante da oltre due secoli ormai, da ben prima delle tanto proclamate attività antropiche post industriali...

L'Estate 2020 la firmano solo i caldofili, non è perchè se la prima parte è stata non record, allora va bene, va bene un corno, e non andava bene nemmeno il Giugno 2020, perchè ha si piovuto, ma non ha fatto ne avvicinato nessun record di fresco, visti con il binocolo............. che poi i primi 20 giorni di Giugno è normale che siano freschi, qualche finto freddofilo aveva gridato al Polo Nord, invece si era ancora in primavera sul calendario, l'estate vera inizia il 21 giugno. Che poi le balle che siamo messi bene come ghiacciai rispetto a 3mila o 3 miliardi di anni fa, mica elimina il GW , che c'è da almeno 40 anni, è da negazionisti dire che non c'è . Una cosa ridicola, è che chi nega il GW poi dice di seguire le medie nuove, quindi TRADENDOSI, ammettendo il GW, se non vi fosse stato il GW, avremo ancora avuto le media naturali pre-1990
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Marzo 25, 2021, 03:13:47 pm
il GW c'è , ma un conto è il GW un conto AGW, il clima cambia ed è sempre cambiato, perchè dovremmo avere temperature pre anni 90 , dal 1850 circa la t è sempre aumentata, da quando è finita la peg, se npn un breve calo anni 60, come mai, e prima della peg era + caldo come mai, il periodo caldo romano , come mai, quali sono le temperature normali secondo te??, non dire che cambia troppo in fretta, dato che ci sono studi di periodi freddi che si sono innescati nel giro di pochi anni, anche meno di dieci
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Marzo 25, 2021, 03:38:52 pm
https://arcjournals.org/pdfs/ijrg/v7-i1/1.pdf
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 25, 2021, 06:14:16 pm
L'Estate 2020 la firmano solo i caldofili, non è perchè se la prima parte è stata non record, allora va bene, va bene un corno, e non andava bene nemmeno il Giugno 2020, perchè ha si piovuto, ma non ha fatto ne avvicinato nessun record di fresco, visti con il binocolo............. che poi i primi 20 giorni di Giugno è normale che siano freschi, qualche finto freddofilo aveva gridato al Polo Nord, invece si era ancora in primavera sul calendario, l'estate vera inizia il 21 giugno. Che poi le balle che siamo messi bene come ghiacciai rispetto a 3mila o 3 miliardi di anni fa, mica elimina il GW , che c'è da almeno 40 anni, è da negazionisti dire che non c'è . Una cosa ridicola, è che chi nega il GW poi dice di seguire le medie nuove, quindi TRADENDOSI, ammettendo il GW, se non vi fosse stato il GW, avremo ancora avuto le media naturali pre-1990

L'estate scorsa è stata un'estate con molti break temporalesci anche nel mese di Luglio, basta cercare qui nell'archivio del forum..
poi c he abbia fatto anche caldo è fuor dubbio, di solito alle nostre latitudini in estate ne fà.  ;)

Ridicolo è chi crede che l'attuale riscaldamento sia da imputare alla co2 antropica, quando solo per fare un esempio il vulcano più attivo del mondo alle Haway immette naturalmente in un solo giorno più co2 di quella che l'uomo immette in un  anno.
ridicoli sono quelli che usano terminologie tirate fuori dall'egemonia narrativa dietro al clima e parla di esso ossevando i dati degli ultimi 50 anni, quando lo sanno anche i bambini che il clima varia e fluttua e che gli ultimi 12 mila anni sono stati da quando esiste l'uomo quelli più clementi per lo sviluppo delle civiltà.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 29, 2021, 06:06:54 pm
RISPETTO AGLI EVENTI CLIMATICI, OGGI SIAMO IL 99% “PIÙ AL SICURO” DI QUANTO NON LO FOSSIMO UN SECOLO FA.
Un secolo fa, era la primavera del 1921, iniziava una delle peggiori carestie della storia russa, (2 milioni di morti), innescata da una ondata di caldo eccezionale con relativa siccità e aggravata dagli accadimenti politici di quegli anni (URSS).
A 100 anni di distanza, con la popolazione mondiale che da allora si è circa quadruplicata, le vittime di eventi collegati al Clima, sono calate del 99%.
QUESTI SONO I NUMERI, TUTTO IL RESTO È PROPAGANDA E FANTASIA

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/166340265_963338551144244_1319282903457041579_n.jpg?_nc_cat=106&ccb=1-3&_nc_sid=825194&_nc_ohc=N-NQmqa_lEIAX_DxJjm&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=3a2b834a4e2ea786641ab619a2a5e783&oe=60868EF8)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Marzo 31, 2021, 11:28:23 am
Non credo che nessuno possa dire il contrario.
Non so con chi ce l'hai.
Poi se si analizzano i numeri,  non è che ci siano meno eventi climatici diciamo " negativi " ......è solo che è cambiata, per fortuna, la distribuzione di cibo ( quindi se hai eventi climatici minano la produzione di cibo in loco, hai comunque la possibilità di avere cibo da altre zone dove invece hai un surplus), e cambiato il modo di farlo ( sistemi agricoli e di allevamento moderni )ed è  cambiato,e di molto, l'accesso a sistemi sanitari per buona parte della popolazione, e di igiene.....
...mica poco.

Inviato dal mio SM-A207F utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 31, 2021, 01:28:26 pm
Non credo che nessuno possa dire il contrario.
Non so con chi ce l'hai.
Poi se si analizzano i numeri,  non è che ci siano meno eventi climatici diciamo " negativi " ......è solo che è cambiata, per fortuna, la distribuzione di cibo ( quindi se hai eventi climatici minano la produzione di cibo in loco, hai comunque la possibilità di avere cibo da altre zone dove invece hai un surplus), e cambiato il modo di farlo ( sistemi agricoli e di allevamento moderni )ed è  cambiato,e di molto, l'accesso a sistemi sanitari per buona parte della popolazione, e di igiene.....
...mica poco.

Inviato dal mio SM-A207F utilizzando Tapatalk

Mah..non sarei così convinto di questo. E' vero sono cambiate le tecniche, ma contro avversità climatiche su ampia scala puoi farci poco anche oggi, ed oggi ci sono molte più bocche da sfamare rispetto ad un secolo fà,questo è fuori discussione, concorderai.
Diciamo che oltre all'agricoltura essendoci più zone abitate oggi rispetto a prima l'uomo è anche più vulnerabile ...se costruisci sopra un guado o un torrente che è stato cementificato e coperto,  oppure in altri luoghi poco adatti, il rischio sarà maggiore per l'uomo...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Tornado1991 - Marzo 31, 2021, 02:59:33 pm
Intanto ultra ondatona di caldo , e siamo solo a fine Marzo, una volta a Marzo erano rari gli over 20°e dovuti a fohn, ricordiamolo, questa in atto invece è un'ondata calda africana ,da sud, senza fohn da nw... è proprio massa d'aria da mese di Giugno anche come valori igrometrici. E non è un solo giorno, che già sarebbe eccezionale un giorno solo. Se lo pensavi non solo nel 1930 o 1970, ma pure negli anni 2000 , ti davano del pazzo, invece sono realtà. Come i ghiacciai in profonda estinzione , a velocità superiori persino all'optimum climatico del medio evo. Cioè se era naturale, la riduzione in atto doveva accadere in 100 anni, non in appena 20...
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Marzo 31, 2021, 03:58:39 pm
Intanto ultra ondatona di caldo , e siamo solo a fine Marzo, una volta a Marzo erano rari gli over 20°e dovuti a fohn, ricordiamolo, questa in atto invece è un'ondata calda africana ,da sud, senza fohn da nw... è proprio massa d'aria da mese di Giugno anche come valori igrometrici. E non è un solo giorno, che già sarebbe eccezionale un giorno solo. Se lo pensavi non solo nel 1930 o 1970, ma pure negli anni 2000 , ti davano del pazzo, invece sono realtà. Come i ghiacciai in profonda estinzione , a velocità superiori persino all'optimum climatico del medio evo. Cioè se era naturale, la riduzione in atto doveva accadere in 100 anni, non in appena 20...

Si infatti, tutti spariti.  ::)  :)..
e tu c'eri nel 1930 ...e ovviamente lo sai... ;D
il sole a fine marzo è già abbastanza alto alle nostre latitudini, se c'è una rimonta altopressoria non è così assurdo come vuoi far passare andare over 23/24° a metà pomeriggio,sull'Italia nelle zone lontano dal litorale. Che sia la norma no, ma che ci possa stare si...
il clima si valuta su un periodo più ampio temporalmente, non uno due o tre pomeriggi.. :D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Aprile 03, 2021, 05:03:54 pm
Mah..non sarei così convinto di questo. E' vero sono cambiate le tecniche, ma contro avversità climatiche su ampia scala puoi farci poco anche oggi, ed oggi ci sono molte più bocche da sfamare rispetto ad un secolo fà,questo è fuori discussione, concorderai.
Diciamo che oltre all'agricoltura essendoci più zone abitate oggi rispetto a prima l'uomo è anche più vulnerabile ...se costruisci sopra un guado o un torrente che è stato cementificato e coperto,  oppure in altri luoghi poco adatti, il rischio sarà maggiore per l'uomo...
Insomma. Su ampia scala e per esempio potrei citarne mille.....un evento catastrofico su tutti , anche se non climatico.  Il Boxing day, maremoto oceano indiano del 2004 ......morti dirette circa 230.000 , morti indirette meno di un decimo; se fosse successo 100 anni fa le morti indirette avrebbero superato quelle dirette con epidemie di colera, tifo, dissenteria,  morti per mancanza di cibo, morti per infezioni,  mancanza di strutture sanitarie,  mancanza di soccorsi e strutture di soccorso.
Saluti

Inviato dal mio SM-A207F utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 04, 2021, 12:13:10 am
Insomma. Su ampia scala e per esempio potrei citarne mille.....un evento catastrofico su tutti , anche se non climatico.  Il Boxing day, maremoto oceano indiano del 2004 ......morti dirette circa 230.000 , morti indirette meno di un decimo; se fosse successo 100 anni fa le morti indirette avrebbero superato quelle dirette con epidemie di colera, tifo, dissenteria,  morti per mancanza di cibo, morti per infezioni,  mancanza di strutture sanitarie,  mancanza di soccorsi e strutture di soccorso.
Saluti

Inviato dal mio SM-A207F utilizzando Tapatalk

si ma, quello non è stato causa di un evento climatico
saluti!
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 04, 2021, 12:16:36 am
Anomalia  globale bassa troposfera con dati satellitari

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.6435-9/168277775_966407897503976_5489181287505422712_n.jpg?_nc_cat=104&ccb=1-3&_nc_sid=b9115d&_nc_ohc=soq4ZTyFKpgAX-MU9hG&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=9f848e1381bebc7379aaa0f147c80da3&oe=608F429B)

si viaggia sulla media degli ultimi 40 anni.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Aprile 04, 2021, 02:24:04 pm
si ma, quello non è stato causa di un evento climatico
saluti!
Infatti l'ho scritto,  era per esempio!
Saluti e buona Pasqua

Inviato dal mio SM-A207F utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: maurino - Aprile 05, 2021, 08:41:26 am
https://www.attivitasolare.com/lesperimento-di-laboratorio-dei-fisici-mostra-che-un-aumento-di-co2-dallo-004-al-100-porta-a-un-riscaldamento-non-osservabile/ (https://www.attivitasolare.com/lesperimento-di-laboratorio-dei-fisici-mostra-che-un-aumento-di-co2-dallo-004-al-100-porta-a-un-riscaldamento-non-osservabile/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 10, 2021, 06:39:19 pm
L'attività esplosiva iniziata ieri pomeriggio al vulcano La Soufrière ha prodotto in poche ore almeno 3 distinte esplosioni molto importanti. La terza in particolare, sembra essere al momento la più intensa, tanto da aver prodotto una colonna eruttiva che ha raggiunto i 17 km di altitudine.
Le autorità locali della NEMO (Emergency Management Organization) hanno continuato ad evacuare tutta la parte settentrionale dell'isola anche ad eruzione in corso. Tali operazioni sono state drasticamente rallentate a causa della massiccia ricaduta di cenere su gran parte dell'isola, essa non solo ha limitato la visibilità dei marinai, ma ha anche reso molto pericolosa la qualità dell'aria di tutta la zona. Per fortuna sembra che l'evacuazione sia terminata nel corso di questa mattina, quindi tutta la popolazione che viveva nelle zone a rischio dovrebbe ora trovarsi al sicuro.
Poche ore dopo il tramonto, quando in cima al cratere era ancora ben presente l'imponente colonna eruttiva prodotta dalla terza esplosione, molti abitanti della zona meridionale dell'isola hanno fotografato ed ammirato una sequenza di fulmini vulcanici davvero incredibile (foto nei commenti). Tali fulmini vengono prodotti abbastanza frequentemente dalle colonne eruttive generate dalle eruzioni vulcaniche, il tutto a causa di un mix composto da cenere, acqua e ghiaccio.
Tutte e tre le colonne eruttive prodotte dalle tre forti esplosioni comunque, si sono espanse in quota verso est/nord-est, andando ad interessare con la ricaduta di cenere e lapilli anche le Barbados, seppur con quantità non molto elevate. Inoltre, grazie alle rilevazioni satellitari, sappiamo che tali colonne hanno sprigionato nell'atmosfera modeste quantità di Anidride Solforosa, un gas per noi umani abbastanza tossico ed irritante.
Nonostante sia molto difficile dire come evolverà questa fase eruttiva, lo scenario più probabile è che questo tipo di esplosioni continueranno per giorni o settimane.

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.6435-9/171149271_910325209744590_8513949601154419330_n.jpg?_nc_cat=105&ccb=1-3&_nc_sid=730e14&_nc_ohc=C_degIFlyDQAX8aZQQi&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=1af272f8802347eda04568c0af7b6034&oe=6097BE9C)

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.6435-9/171325122_910340103076434_5114857526831092297_n.jpg?_nc_cat=104&ccb=1-3&_nc_sid=dbeb18&_nc_ohc=I8XnEaZv7F0AX8fGLzy&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=c864a1f6b4d0e106526ef732c9fe72d8&oe=6095F33A)



Bassa attività solare e grandi eruzioni vulcaniche hanno un alta correlazione, come evidenziato in diversi studi. E altrettanto si sta verificando in quest'ultimo decennio
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 12, 2021, 10:56:44 am
Cenere vulcanica sospesa in atmosfera diretta verso le Barbados e il centro Atlantico, ad un'altezza stimata intorno i 13-15 km slm.

(https://image.over-blog.com/F52rdlEoHVVyicURpFskJLWSYes=/filters:no_upscale()/image%2F0935525%2F20210412%2Fob_7dcaac_2021-04-10-16h42-utc-cendres-sur-sv.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Aprile 21, 2021, 05:26:13 pm
(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.6435-9/176193170_977779043033528_5484546913837314602_n.jpg?_nc_cat=106&ccb=1-3&_nc_sid=825194&_nc_ohc=9HnGYNsCX3oAX-k4eNK&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=93409a00d5ec643356d500d1153adae3&oe=60A431AD)

Al 19 Aprile si rilevano circa 500 miliardi di tonnellate (Gigatons) di massa nevosa totale in più rispetto alla media del periodo, vale a dire circa 2.400 rispetto alle 1.900 Gigatons della media 1982-2012

La neve diventerà  un lontano ricordo, secondo le teorie del riscaldamento globale antropico. ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 02, 2021, 11:25:47 pm
Globaluorming  ;D

(https://scontent.fgoa1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.6435-9/180117104_984983722313060_5515962463218254608_n.jpg?_nc_cat=108&ccb=1-3&_nc_sid=825194&_nc_ohc=euNnIFDKS14AX-pj8dO&_nc_ht=scontent.fgoa1-1.fna&oh=16d2841f2c405c8e88684229c38f007a&oe=60B4BC86)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Maggio 08, 2021, 11:23:57 am
Come sta l'Artico??  Interessante articolo con dati oggettivi sull'andamento dell'estensione e del volume di ghiaccio polare artico.

http://www.climatemonitor.it/?p=54901 (http://www.climatemonitor.it/?p=54901)

sembrerebbe proprio che il trend non sia costante e che il volume del pack sia in costante ripresa con massiccia produzione quest'anno durante i mesi invernali.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Gg84 - Maggio 14, 2021, 12:15:30 pm
Salve a tutti!

Ecco le anomalie di temperatura di tutto il globo (t2m) a partire dal 1 gennaio fino all'11 maggio 2021...beh il GW è messo davvero alle strette..
Da segnalare come il nord italia sia complessivamente sotto media da almeno 100 giorni...

https://psl.noaa.gov/tmp/composites/compday.MPjYBDZUem.gif
(https://psl.noaa.gov/tmp/composites/compday.MPjYBDZUem.gif)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Tornado1991 - Giugno 02, 2021, 05:39:28 pm
Intanto prosegue il Super Global Warming , specialmente nella nostra zona Euromediterranea 😓
Ed anche quello che ha confermato Cloover nella sezione di là..... ha proprio scritto che il Pacific Blob è una delle cause del GW. Altro che il Gw è cessato, se era cessato, saremmo tornati alle medie climatiche normali del pre-1990.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Giugno 08, 2021, 10:59:21 pm
Intanto prosegue il Super Global Warming , specialmente nella nostra zona Euromediterranea 😓
Ed anche quello che ha confermato Cloover nella sezione di là..... ha proprio scritto che il Pacific Blob è una delle cause del GW. Altro che il Gw è cessato, se era cessato, saremmo tornati alle medie climatiche normali del pre-1990.

 3 metri di neve  in quota, i ghiacciai godono, sono 2 mesi quasi che sei sottomedia.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 10, 2021, 03:57:29 pm
Ecco il blob pacifico  :)..
dorsali oceaniche, zone di subduzione formatesi dal distaccamento della Pangea(unico continente) e vulcanismo ..

https://www.attivitasolare.com/un-pianeta-un-clima-non-solo-co2/ (https://www.attivitasolare.com/un-pianeta-un-clima-non-solo-co2/)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Luglio 20, 2021, 11:42:21 pm
(https://scontent.fmxp5-1.fna.fbcdn.net/v/t39.30808-6/218853216_898770810717393_2435593543944102691_n.jpg?_nc_cat=106&ccb=1-3&_nc_sid=b9115d&_nc_ohc=FHnMoPfLdLkAX8IlVbm&_nc_ht=scontent.fmxp5-1.fna&oh=e53fad3d555c053ee7d7f741b77c587c&oe=60FCD6E6)

(https://scontent.fmxp5-1.fna.fbcdn.net/v/t39.30808-6/219776445_898770817384059_3779269025661456868_n.jpg?_nc_cat=109&ccb=1-3&_nc_sid=b9115d&_nc_ohc=3wo7pJZhvokAX8NsjEY&_nc_oc=AQltYyTfj5fzKSE6es_eyI_iuJroWgt3n9GyIt9hCmraIyQ6hL4JrCK-I6Hofh2LwxAW57O1glXhnovDc5nOmlIn&_nc_ht=scontent.fmxp5-1.fna&oh=eafdb4b1f16dae47cb02d5a3bcc5c2f7&oe=60FC4386)

(https://scontent.fmxp5-1.fna.fbcdn.net/v/t39.30808-6/219129605_898770827384058_936071256962829209_n.jpg?_nc_cat=105&ccb=1-3&_nc_sid=b9115d&_nc_ohc=ZvBhEsPupNQAX-OJGNR&_nc_ht=scontent.fmxp5-1.fna&oh=1dedc92453e9b1536db5b955412b4d2f&oe=60FCAE43)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: zagor - Agosto 11, 2021, 09:26:36 pm
Oggi ,48,8 gradi in zona Siracusano. Se confermato sarà il record Europeo di sempre .
Ma sicuramente qualcuno dirà che è sempre successo e che non è nulla di straordinario.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 11, 2021, 11:09:31 pm
Da quando si registrano le temperature è un record.
i record sono fatti anche per essere abbattuti. Pochi giorni fà record di bassa temperatura si sono avuti in sud america.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: zagor - Agosto 12, 2021, 01:03:54 pm
Da quando si registrano le temperature è un record.
i record sono fatti anche per essere abbattuti. Pochi giorni fà record di bassa temperatura si sono avuti in sud america.

Hai detto una cosa vera.
Però dovresti riuscire a capire anche tu che negli ultimi anni si continua a battere record ..... prevalentemente di caldo da noi e sia di caldo che di freddo in altre zone. Forse.... ma forse è...non ti è venuto in mente che davvero il clima sta cambiando e di sta estremizzando ?? Noi qui siamo in tanti che ragionano a codesta maniera.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 12, 2021, 03:39:26 pm
In tanti ragionano in codesta maniera perchè si pensa che la storia del clima sia racchiusa negli ultimi secoli, mentre non mi pare affatto sia così.. o no?  E' anche ovvio, mi pare,  che se nei secoli dal 1500 al 1800 era molto più freddo con ghiacciai in espansione, ad invertire la rotta con il graduale ritiro nei decenni della massa ghiacciata in quota, non sia stato di certo l'attività umana dell'epoca. Per i record è anche vero che molti vengano più enfatizzati rispetto ad altri, invece gli eventi atmosferici anche più intensi benchè si dica ne è piena la storia. Il clima segue la natura sua, no quella delle idee o dei desideranda.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: zagor - Agosto 12, 2021, 05:38:12 pm
In tanti ragionano in codesta maniera perchè si pensa che la storia del clima sia racchiusa negli ultimi secoli, mentre non mi pare affatto sia così.. o no?  E' anche ovvio, mi pare,  che se nei secoli dal 1500 al 1800 era molto più freddo con ghiacciai in espansione, ad invertire la rotta con il graduale ritiro nei decenni della massa ghiacciata in quota, non sia stato di certo l'attività umana dell'epoca. Per i record è anche vero che molti vengano più enfatizzati rispetto ad altri, invece gli eventi atmosferici anche più intensi benchè si dica ne è piena la storia. Il clima segue la natura sua, no quella delle idee o dei desideranda.


Interessante teoria la tua.....il clima segue la natura sua.....e quale sarebbe la natura sua ? Illuminaci..... perché a causa del riscaldamento globale oltre a dover andare in giro con auto elettriche a breve tutti i governi del mondo sono preoccupato ormai. Inoltre io parlo di eventi climatici estremi con record sia di caldo che di freddo.....
E se il clima è sempre più caldo dovremmo vedere record solo di quello......altrimenti the day After Tomorrow non era un film ma una profezia.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Giaguaro - Agosto 12, 2021, 06:50:18 pm
Il gw è tutta una montatura per convincervi a mollare l'auto a benzina perché in realtà il petrolio sta davvero finendo ma in questo modo riescono a farvi sentire in colpa per la fine dell umanità e ci rinunciate più volentieri.
Io ovviamente no non avendo figli userò il benzina per tentare di uccidervi tutti  ;D
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 12, 2021, 06:51:01 pm

Interessante teoria la tua.....il clima segue la natura sua.....e quale sarebbe la natura sua ? Illuminaci..... perché a causa del riscaldamento globale oltre a dover andare in giro con auto elettriche a breve tutti i governi del mondo sono preoccupato ormai. Inoltre io parlo di eventi climatici estremi con record sia di caldo che di freddo.....
E se il clima è sempre più caldo dovremmo vedere record solo di quello......altrimenti the day After Tomorrow non era un film ma una profezia.

la natura del clima è la variabilità e l'oscillazione tra periodi più caldi e altri meno caldi.
Saluti.
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: magiogighen76 - Agosto 12, 2021, 10:30:35 pm
Il gw è tutta una montatura per convincervi a mollare l'auto a benzina perché in realtà il petrolio sta davvero finendo ma in questo modo riescono a farvi sentire in colpa per la fine dell umanità e ci rinunciate più volentieri.
Io ovviamente no non avendo figli userò il benzina per tentare di uccidervi tutti  ;D


Inviato dal mio SM-A025G utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 16, 2021, 06:25:16 pm
Vulcano Fukutoku okanoba, Giappone 13 Ago 2021

16 km slm di materiale vulcanico.

https://www.volcanodiscovery.com/it/fukutoku_okanoba/news/138210/Fukutoku-Okanoba-volcano-Volcano-Islands-Japan-submarine-explosion-today.html (https://www.volcanodiscovery.com/it/fukutoku_okanoba/news/138210/Fukutoku-Okanoba-volcano-Volcano-Islands-Japan-submarine-explosion-today.html)


Vulcano Taal, Filippine 16 Ago 2021

(https://scontent.ffco3-1.fna.fbcdn.net/v/t1.6435-9/237735547_6277316705675611_3401879063867096826_n.jpg?_nc_cat=102&ccb=1-5&_nc_sid=8bfeb9&_nc_ohc=uCVznt-5g1sAX9AlDzA&_nc_ht=scontent.ffco3-1.fna&oh=9ce5cad6505a6eaab88e88798ad52ae9&oe=613E5189)


L'attività solare molto bassa, inizia a farsi sentire sempre più in maniera esponenziale...

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Agosto 17, 2021, 08:32:12 pm
https://www.noaa.gov/news/its-official-july-2021-was-earths-hottest-month-on-record
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: Blasco82 - Agosto 21, 2021, 01:06:35 pm
Intanto per la prima volta da quando sono iniziati i rilevamenti climatici, piove sull’ calotta polare in Groenlandia..


Qualcuno dirà che  c’è sempre una prima volta.. 8)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ale81 - Agosto 21, 2021, 08:55:21 pm
Vecchio rapporto del 1960 (aprile 1961) sugli estremi climatici sulla calotta glaciale della Groenlandia. Si può vedere che le massime hanno raggiunto il punto di congelamento sulla calotta glaciale in passato.

Stazione Centrale: +33.8°F (+1.0°C), 20 giugno, 1950
Stazione Northice: +32°F. (+0.0°C), 13 luglio 1954

(https://i.imgur.com/xMjJzzR.png)(https://i.imgur.com/kmMzo9l.png)


Interessante conferma che un evento di pioggia ha interessato  la stazione Centrale/Eismitte (Il nome "Eismitte" significa letteralmente "centro del ghiaccio" in tedesco e il sito si trovava a 402 km dalla costa ad un'altitudine stimata di 3.010 metri.) sulla calotta centrale della Groenlandia il 20 e 21 giugno 1950.

(https://i.imgur.com/D4x7T91.png)(https://i.imgur.com/RmyExx5.jpg)(https://i.imgur.com/Zy9I6DN.jpg)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 21, 2021, 11:39:43 pm
Intanto per la prima volta da quando sono iniziati i rilevamenti climatici, piove sull’ calotta polare in Groenlandia..


Qualcuno dirà che  c’è sempre una prima volta.. 8)

mah..oppure qualcuno dirà che ogni anno si superano gli 0 gradi centigradi sulla Groenlandia e sulla sua calotta

(https://scontent.ffco3-1.fna.fbcdn.net/v/t39.30808-6/240393462_1056408028503962_6610605893717695657_n.jpg?_nc_cat=110&ccb=1-5&_nc_sid=dbeb18&_nc_ohc=03-dgDugAHAAX9w2-x9&tn=TX28NDnzbKnZR6MB&_nc_ht=scontent.ffco3-1.fna&oh=7b48552556881cc14949ac5b3d0e647c&oe=612749B9)

Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: incudine - Agosto 22, 2021, 03:55:43 pm
https://meteoeradar.it/notizie-meteo/8e7e6bf7-b60c-4dce-b3c2-cc02b1481209
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 22, 2021, 11:24:41 pm
(http://polarportal.dk/fileadmin/polarportal/surface/SMB_curves_LA_EN_20210821.png)

 8) :)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: ponente - Agosto 23, 2021, 11:10:13 am
Più ghiaccio di 20 anni fà!

(https://scontent.ffco3-1.fna.fbcdn.net/v/t1.6435-9/236026605_2203916776417720_1300885826750411646_n.png?_nc_cat=100&ccb=1-5&_nc_sid=730e14&_nc_ohc=UQUhObC-qH0AX_ViT9R&tn=TX28NDnzbKnZR6MB&_nc_ht=scontent.ffco3-1.fna&oh=a14c4345bb2d5c0e80caa20712d81125&oe=614739D8)
Titolo: Re:Global Warming e cambiamenti climatic
Inserito da: zagor - Agosto 23