BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI


Autore Topic: VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........  (Letto 53364 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Valerio75

  • ...
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4584
  • Age: 43
  • Località: Sarzana(sp)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 370
La NAO segue criteri ben precisi, essendo correlata con la PDO  il SF ed Ap index.
In mancanza di una NAO- è ben difficile arrivare al break down del VPS, ed infatti vediamo come negli ultimi anni la Stratosfera sia stata sempre piuttosto fredda e modulata dalla sola W1.
Tornerà la NAO-  caro Nix, ed anche Inverni freddi e nevosi al Centro-Nord, ti dò la mia parola.
Tornerà anche la neve a VIAREGGIO, è un pò la mia missione portare la neve lì, perchè lì è nata la mia passione, a fine Dicembre '84 vidi la mia prima neve sul mare.

Però a me, quello che più affascina, è il vedere come la nostra piccola Penisola abbia bisogno di pattern inversi a livello emisferico per renderci partecipi di realtà climatiche così eterogenee a livello orticellistico.... Questo è per me davvero grandioso, perchè la nostra Penisola è struttura in maniera perfetta per esplicare tale funzione.
Filippo, tanto per parlare però c'è da considerare una nuova fase enso+ dal prossimo autunno, insomma le prospettive non sembrano rosee, un altro nino strong sarebbe deletereo in tutti i sensi, speriamo che nei prossimi mesi ci sia un cambiamento  ::)

Offline Sniek

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 5914
  • Age: 45
  • Località: Treggiaia - I Fabbri (Pi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1234
Secondo te bisogna attendere il prossimo picco massimo di attività solare. Giusto?!?

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 15636
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 4031
Filippo, tanto per parlare però c'è da considerare una nuova fase enso+ dal prossimo autunno, insomma le prospettive non sembrano rosee, un altro nino strong sarebbe deletereo in tutti i sensi, speriamo che nei prossimi mesi ci sia un cambiamento  ::)

Bè anche nel 2009-'10 ci fu un Nino piuttosto forte....Andranno viste un pò di cose strada facendo, ma avverto un fremito  ;D

Secondo te bisogna attendere il prossimo picco massimo di attività solare. Giusto?!?

L'attività solare è già molto bassa e dovrebbe rimanere tale per diversi anni, con probabile ulteriore calo. Sotto questo aspetto siamo già entrati in piena fase "cold".
C'è da attendere la risoluzione di alcuni feedback tropo-oceanici,relativi alla PDO e Tripolo ATL.... Siamo all'alba di un nuovo importante cambiamento circolatorio su scala emisferica... :-X  ;)
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline maurino

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 218
  • Age: 58
  • Località: savignano sul panaro(MO) 135 slm
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Filippo, tanto per parlare però c'è da considerare una nuova fase enso+ dal prossimo autunno, insomma le prospettive non sembrano rosee, un altro nino strong sarebbe deletereo in tutti i sensi, speriamo che nei prossimi mesi ci sia un cambiamento  ::)
ci sono delle avvisaglie di nino vicino le coste del Perù, ma da qui a dire che sarà nino ce ne passa, prima deve superare la primavera , poi vedremo

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
« Risposta #154 il: Febbraio 03, 2017, 05:27:34 pm »
La NAO segue criteri ben precisi, essendo correlata con la PDO  il SF ed Ap index.
In mancanza di una NAO- è ben difficile arrivare al break down del VPS, ed infatti vediamo come negli ultimi anni la Stratosfera sia stata sempre piuttosto fredda e modulata dalla sola W1.
Tornerà la NAO-  caro Nix, ed anche Inverni freddi e nevosi al Centro-Nord, ti dò la mia parola.
Tornerà anche la neve a VIAREGGIO, è un pò la mia missione portare la neve lì, perchè lì è nata la mia passione, a fine Dicembre '84 vidi la mia prima neve sul mare.

Però a me, quello che più affascina, è il vedere come la nostra piccola Penisola abbia bisogno di pattern inversi a livello emisferico per renderci partecipi di realtà climatiche così eterogenee a livello orticellistico.... Questo è per me davvero grandioso, perchè la nostra Penisola è struttura in maniera perfetta per esplicare tale funzione.

E' ciò che mi auguro.   ;)
La stessa neve a Viareggio dovrebbe cadere con molta più facilità rispetto agli ultimi anni, anche se ovviamente non stiamo parlando di un posto nevoso.

Ciò che non mi piace è che in Atlantico siamo di fronte a una situazione mai sperimentata dai modelli. La presenza della pozza fredda n Atlantica legata alla fusione artica. Io temo che vada a rafforzare o comunque a mantenere un pattern NAO+ anche qualora il VP dovesse essere disturbato a carico delle altre onde emisferiche (spero di essermi spiegato, anche se a parole "mie")
Non dico che nella maniera più assoluta e totale non ci saranno inverni in NAO-, ma che sarà molto più difficile che in passato vederli.
Certo, se a naso dovessi puntare su un inverno in NAO-, punterei sul 2017-18. Potevamo già averlo quest'anno in realtà... nessuno mi toglierà dalla testa che se la QBO non avesse delirato, quelle colate avrebbero avuto un maggior moto antizonale, colpendo 500-1000 km più a NW.
Perchè, oltre alle già mille difficoltà, abbiamo pure la sfiga di Fantozzi


PS Vi prego... fate che non si verifichi un altro Nino strong. già abbiamo preso quasi mezzo grado di GW in 10 anni e 2-3 decimi rispetto al 2015. Cos'è, ne prendiamo un'altro mezzo? Un grado intero in 15 anni? Sarebbe un qualcosa di spaventoso... che resti una Nina, una Nada, un Nino debole al massimo, ma un Nino strong sarebbe deleterio per le sorti del GW :(

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15443
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3835
E' ciò che mi auguro.   ;)
La stessa neve a Viareggio dovrebbe cadere con molta più facilità rispetto agli ultimi anni, anche se ovviamente non stiamo parlando di un posto nevoso.

Ciò che non mi piace è che in Atlantico siamo di fronte a una situazione mai sperimentata dai modelli. La presenza della pozza fredda n Atlantica legata alla fusione artica. Io temo che vada a rafforzare o comunque a mantenere un pattern NAO+ anche qualora il VP dovesse essere disturbato a carico delle altre onde emisferiche (spero di essermi spiegato, anche se a parole "mie")
Non dico che nella maniera più assoluta e totale non ci saranno inverni in NAO-, ma che sarà molto più difficile che in passato vederli.
Certo, se a naso dovessi puntare su un inverno in NAO-, punterei sul 2017-18. Potevamo già averlo quest'anno in realtà... nessuno mi toglierà dalla testa che se la QBO non avesse delirato, quelle colate avrebbero avuto un maggior moto antizonale, colpendo 500-1000 km più a NW.
Perchè, oltre alle già mille difficoltà, abbiamo pure la sfiga di Fantozzi


PS Vi prego... fate che non si verifichi un altro Nino strong. già abbiamo preso quasi mezzo grado di GW in 10 anni e 2-3 decimi rispetto al 2015. Cos'è, ne prendiamo un'altro mezzo? Un grado intero in 15 anni? Sarebbe un qualcosa di spaventoso... che resti una Nina, una Nada, un Nino debole al massimo, ma un Nino strong sarebbe deleterio per le sorti del GW :(

Mah..non sono daccordo...
in primis sulle cause della pozza fredda atlantica, e su quasi tutta la linea  ;D
ricordo che ora si è entrati in fase Nina tyra l'altro ..solo che Nix ormai è famoso per vedere tutto con segno + davanti.. ;D
complimenti doverosi, anche se ormai inutile farli a il Cloover nazionale!  :) ;)
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
« Risposta #156 il: Febbraio 03, 2017, 07:10:03 pm »
Mah..non sono daccordo...
in primis sulle cause della pozza fredda atlantica, e su quasi tutta la linea  ;D
ricordo che ora si è entrati in fase Nina tyra l'altro ..solo che Nix ormai è famoso per vedere tutto con segno + davanti.. ;D
complimenti doverosi, anche se ormai inutile farli a il Cloover nazionale!  :) ;)


Se siamo entrati in Nina non me ne sono accorto  :P
Culmine de Nino: +0.6 sulla 81-10
Ora febbraio è iniziato a... +0.6
http://models.weatherbell.com/climate/ncep_cfsr_t2m_anom.png

E se questi sono i forecast, ci becchiamo un altro Nino tra pochi mesi  :-[
http://iri.columbia.edu/our-expertise/climate/forecasts/enso/current/?enso_tab=enso-cpc_plume

E qualcosa mi dice che li effetti del Nino si sentiranno a differenza di quelli di questa Nina ridicola... chissà cosa me lo dice  ::)

Offline oldstylewinter

  • Grande Ufficiale
  • *
  • Post: 25278
  • Località: Zona Querceta, Versilia (LU)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 4895
La NAO segue criteri ben precisi, essendo correlata con la PDO  il SF ed Ap index.
In mancanza di una NAO- è ben difficile arrivare al break down del VPS, ed infatti vediamo come negli ultimi anni la Stratosfera sia stata sempre piuttosto fredda e modulata dalla sola W1.
Tornerà la NAO-  caro Nix, ed anche Inverni freddi e nevosi al Centro-Nord, ti dò la mia parola.
Tornerà anche la neve a VIAREGGIO, è un pò la mia missione portare la neve lì, perchè lì è nata la mia passione, a fine Dicembre '84 vidi la mia prima neve sul mare.

Però a me, quello che più affascina, è il vedere come la nostra piccola Penisola abbia bisogno di pattern inversi a livello emisferico per renderci partecipi di realtà climatiche così eterogenee a livello orticellistico.... Questo è per me davvero grandioso, perchè la nostra Penisola è struttura in maniera perfetta per esplicare tale funzione.

La perfezione la raggiungerai quando riuscirai a portare la neve con accumulo nella zona di Pietrasanta/Querceta
 ;D ;D ;D
PENSI DI AVER VISTO IL PEGGIO? PRIMA O POI TI RICREDERAI.

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1337
  • Age: 34
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 126
sempre sul discorso attività solare-inverni freddi vi propongo questo grafico..

per prima cosa ho cercato di ordinare gli inverni dal 1950 ad oggi in base ai loro effetti sul centro-nord Italia..ovviamente qui si entra in un terreno minato,è quasi impossibile "valutare" un inverno in termini non soggettivi..io ho fatto così:

1) ho considerato la temperatura giornaliera ad 850hpa dal 1 Dicembre al 28 Febbraio di ogni inverno (quella al suolo potrebbe essere falsata,ad esempio il Dicembre 2013 con una serie di giornate con nebbia e massime vicine allo zero nonostante una +10 in quota)

2) ho sommato:

- giorni con temperatura inferiore a -5
- giorni con temperatura inferiore a -10
- giorni con temperatura inferiore a -15


- giorni con temperatura superiore a 0
- giorni con temperatura superiore a +5
- giorni con temperatura superiore a +8

ho moltiplicato il numero di giorni con temperatura inferiore a -5 per 1, quello di giorni con temperatura inferiore a -10 per 1,5 e quello di giorni con temperatura inferiore a -15 per 2..stessa cosa per i giorni "caldi" ( moltiplicato per 1 quelli sopra a 0, per 1,5 quelli sopra a +5 e per 2 quelli sopra a +8)..

ho fatto la somma dei giorni "freddi" e vi ho sottratto quella dei giorni "caldi" ottenendo un punteggio tanto più alto quanto più è stato "efficace" l'inverno sul centro-nord..

la classifica è la seguente (ovviamente dic-62 sta per inverno 62-63 etc..)

dic-62   53,5
dic-53   38
dic-02   28
dic-69   26
dic-68   24,5
dic-84   24,5
dic-05   24
dic-64   21
dic-80   19,5
dic-90   14
dic-11   13,5
dic-04   12
dic-09   10,5
dic-52   8,5
dic-86   8
dic-83   7
dic-08   6,5
dic-66   6
dic-67   5,5
dic-55   4
dic-63   3,5
dic-78   2
dic-95   2
dic-85   0,5
dic-81   -0,5
dic-98   -1,5
dic-99   -2
dic-12   -2,5
dic-51   -5
dic-03   -5,5
dic-58   -6
dic-77   -9
dic-61   -10
dic-70   -10
dic-72   -12
dic-91   -13,5
dic-10   -18
dic-65   -19,5
dic-79   -19,5
dic-59   -21,5
dic-93   -22,5
dic-76   -23,5
dic-60   -24
dic-73   -24
dic-01   -24,5
dic-74   -25
dic-57   -27,5
dic-75   -28
dic-82   -28
dic-92   -31
dic-50   -32
dic-94   -32
dic-56   -33,5
dic-97   -33,5
dic-07   -33,5
dic-96   -37,5
dic-00   -39,5
dic-87   -44,5
dic-71   -47
dic-88   -48,5
dic-54   -49
dic-89   -59,5
dic-06   -61,5
dic-13   -70

a questo punto ho collocato i "migliori" (cerchio viola) e peggior (cerchio nero) inverni sul grafico dell' AA index mensile:



su 15 inverni "interessanti" ben 13 si trovano nella fase discendente dopo un massimo dell'AA index,ma potremmo dire anche 14 visto che il 2011-12 si trova si in una fase ascendente ma pur sempre su livelli di AA index più basso di qualsiasi altro minimo dal 1940 al 2006..

il grafico dell'AA index arriva fino a Gennaio 2017 e possiamo vedere come attualmente si sia in una fase di massimo (tra l'altro un massimo al momento bassino,ma non da record visto che anche il massimo tra il 68 e il 70 ha visto valori simili), la quale potrebbe anche essere arrivata al culmine..

Se l'AA index (come sembra) dovesse iniziare la sua discesa nei prossimi mesi, già dal prossimo anno e più probabilmente dal 2018-19 potrebbe aprirsi la finestra per un nuovo inverno "freddo" sul nostro orticello.. ;)
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 15636
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 4031
Grande lavoro Nonno Rodano!  8)  L'AA index essendo correlato con la NAO favorisce il break down del VP durante le fasi di calo....Ci sono ovviamente altri fattori che vanno a caratterizzare un Inverno, ma questa rimane una pedina fondamentale... Ottima analisi ;)
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Vin-78

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 689
  • Località: Guidonia, Roma
  • La Passione nella Meteo prima di tutto
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 405
Il deficit del pack artico va a diminuire l'effetto albedo e di conseguenza anche l'attività dell'anticiclone russo siberiano ed eventuale alta termica polare. Altro tassello da tenere in considerazione nei prossimi anni va ricercato nelle vorticità delle figure bariche che saranno sicuramente maggiori per maggiore contrasto termico a latitudini settentrionali. Chiudo il concetto nel dire che in caso di eventi freddi avremo un'estremizzazione degli stessi con split anche importanti.
ADOTTA ANCHE TE UN TEMPORALE NEVOSO

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1337
  • Age: 34
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 126
Grande lavoro Nonno Rodano!  8)  L'AA index essendo correlato con la NAO favorisce il break down del VP durante le fasi di calo....Ci sono ovviamente altri fattori che vanno a caratterizzare un Inverno, ma questa rimane una pedina fondamentale... Ottima analisi ;)

vero che vi sono altri fattori..ma se ordiniamo gli inverni secondo il "coefficiente orticello" dal migliore al peggiore per il centro-nord italia ed assegniamo -1 agli inverni in fase discendente dell'AA index e +1 agli inverni in fase ascendente, otteniamo che i migliori si sono verificati in 20 casi su 26 in fase calante: il 77% dei casi.. ;)

oltretutto parliamo di una casistica di 66 anni.. 8)

perdonatemi il grafico un po' terra terra.. :D



"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Valerio75

  • ...
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4584
  • Age: 43
  • Località: Sarzana(sp)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 370
vero che vi sono altri fattori..ma se ordiniamo gli inverni secondo il "coefficiente orticello" dal migliore al peggiore per il centro-nord italia ed assegniamo -1 agli inverni in fase discendente dell'AA index e +1 agli inverni in fase ascendente, otteniamo che i migliori si sono verificati in 20 casi su 26 in fase calante: il 77% dei casi.. ;)

oltretutto parliamo di una casistica di 66 anni.. 8)

perdonatemi il grafico un po' terra terra.. :D



ma in sintesi, secondo il tuo grafico, nei prossimi anni si dovrebbe assistere ad un miglioramento dei nostri inverni?

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1337
  • Age: 34
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 126
ma in sintesi, secondo il tuo grafico, nei prossimi anni si dovrebbe assistere ad un miglioramento dei nostri inverni?

diciamo che questo grafico ti dice quando è altamente probabile che si verifichi un inverno molto interessante sulle nostre zone e quando invece è molto improbabile..

non appena inizierà la discesa dal massimo attuale dell'AA index si aprirà la finestra giusta per un nuovo super-inverno, tale finestra comprenderà probabilmente 4-5 anni, ma non possiamo dire già da oggi quale sarà quello giusto,perchè appunto servono altre informazioni, prima tra tutte la QBO etc..




come si può vedere da questo importante lavoro (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4579852/), la NAO ha correlazione positiva massima con LAG +1,+2,+3 anni e negativa minima con LAG -4 anni...

ciò significa che se poniamo l'anno 0 come quello del massimo solare (2013) la NAO dovrebbe risultare positiva negli inverni:

2013-14 (LAG 0)
2014-15 (LAG +1)
2015-16 (LAG +2)
2016-17 (LAG +3)

nel 2017-18 saremo a LAG +4 e come si vede dal grafico la correlazione va a 0,di conseguenza non possiamo fare previsioni sulla NAO basandosi sul SF..

viceversa la correlazione negativa più elevata la si ottiene a -4 anni dal massimo (guarda caso 2013-4= 2009 8))..dunque se fossimo in grado di prevedere l'anno del prossimo massimo, potremmo ipotizzare l'inverno con NAO più negativa dei prossimi..attenendosi ad un banalissimo 2013+11= 2024..se così fosse il 2020 sarebbe l'anno con NAO molto negativa, con un calo della NAO già dal 2017-18..tuttavia è difficile fare previsioni sul prossimo ciclo.. ;)
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Valerio75

  • ...
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4584
  • Age: 43
  • Località: Sarzana(sp)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 370
diciamo che questo grafico ti dice quando è altamente probabile che si verifichi un inverno molto interessante sulle nostre zone e quando invece è molto improbabile..

non appena inizierà la discesa dal massimo attuale dell'AA index si aprirà la finestra giusta per un nuovo super-inverno, tale finestra comprenderà probabilmente 4-5 anni, ma non possiamo dire già da oggi quale sarà quello giusto,perchè appunto servono altre informazioni, prima tra tutte la QBO etc..




come si può vedere da questo importante lavoro (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4579852/), la NAO ha correlazione positiva massima con LAG +1,+2,+3 anni e negativa minima con LAG -4 anni...

ciò significa che se poniamo l'anno 0 come quello del massimo solare (2013) la NAO dovrebbe risultare positiva negli inverni:

2013-14 (LAG 0)
2014-15 (LAG +1)
2015-16 (LAG +2)
2016-17 (LAG +3)

nel 2017-18 saremo a LAG +4 e come si vede dal grafico la correlazione va a 0,di conseguenza non possiamo fare previsioni sulla NAO basandosi sul SF..

viceversa la correlazione negativa più elevata la si ottiene a -4 anni dal massimo (guarda caso 2013-4= 2009 8))..dunque se fossimo in grado di prevedere l'anno del prossimo massimo, potremmo ipotizzare l'inverno con NAO più negativa dei prossimi..attenendosi ad un banalissimo 2013+11= 2024..se così fosse il 2020 sarebbe l'anno con NAO molto negativa, con un calo della NAO già dal 2017-18..tuttavia è difficile fare previsioni sul prossimo ciclo.. ;)

bè staremo a vedere, se succederà qualcosa di buono sarà già un buon incentivo per sperare.

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 15636
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 4031
Grandi contributi  Nonno Rodano!  8)   Le date sono quelle, nel 2017-18 primi segnali (da interpretare nel contesto che si creerà a livello teleconnettivo nei prossimi mesi), poi il Centro-Nord Italia e l'Europa Centro-Occidentale torneranno a comandare da lì a 2-3 anni.
W2 che tornerà in grande spolvero, MMW che diverranno la regola, VP sbriciolato.....
 Per adesso le dinamiche ricalcano quanto avevamo analizzato, la strada è questa   ;)
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
« Risposta #166 il: Febbraio 09, 2017, 11:01:55 pm »
Grandi contributi  Nonno Rodano!  8)   Le date sono quelle, nel 2017-18 primi segnali (da interpretare nel contesto che si creerà a livello teleconnettivo nei prossimi mesi), poi il Centro-Nord Italia e l'Europa Centro-Occidentale torneranno a comandare da lì a 2-3 anni.
W2 che tornerà in grande spolvero, MMW che diverranno la regola, VP sbriciolato.....
 Per adesso le dinamiche ricalcano quanto avevamo analizzato, la strada è questa   ;)

La mia preoccupazione: GW che aumenterà
Per il resto, sarebbe tutto molto bello... non ne posso più di colate che vanno in luoghi assurdi

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 15636
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 4031
Ci siamo, sono passati i fatidici 3 anni.

Maggio 2017 sarà il primo tassello circa la strategia teleconnettiva della prossima stagione invernale..
E si iniziano a notare interessanti movimenti a livello di SSTA, sia sui forecast che in real time.
E se ci trovassimo con una RM negativa?
E se le proiezioni fossero esatte riguardo un possibile Nino Modoki?
L'incastro Strato-Troposferico è fondamentale circa il percorso della Jet-Stream e l'organizzazione dei nuclei di vorticità.... E qualcosa sta cambiando come era nelle premesse.
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline roberto7382

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 751
  • Località: Forli(FC)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1014
Ci siamo, sono passati i fatidici 3 anni.

Maggio 2017 sarà il primo tassello circa la strategia teleconnettiva della prossima stagione invernale..
E si iniziano a notare interessanti movimenti a livello di SSTA, sia sui forecast che in real time.
E se ci trovassimo con una RM negativa?
E se le proiezioni fossero esatte riguardo un possibile Nino Modoki?
L'incastro Strato-Troposferico è fondamentale circa il percorso della Jet-Stream e l'organizzazione dei nuclei di vorticità.... E qualcosa sta cambiando come era nelle premesse.

Il mio commento tecnico è " E andiamo!!!!"

Scusate ma non ne posso più di questo clima infame.....

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
« Risposta #169 il: Maggio 01, 2017, 03:07:50 pm »
Se non portiamo a casa un inverno buono nel 2017-18, facciamo prima a prendere le nostre Davis e regalarle a qualcuno che vive in Svezia

Offline luca_mo

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 566
  • Località: Modena
  • Modena
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 309
Se non portiamo a casa un inverno buono nel 2017-18, facciamo prima a prendere le nostre Davis e regalarle a qualcuno che vive in Svezia
Ho paura del tuo "buono" ;D ;D
Località: Modena(MO) 34 m s.l.m
UNIVERSITA' DI SCIENZE GEOLOGICHE - MODENA

Online Orso russo

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 355
  • Age: 32
  • Località: Sermide (MN)
  • Burian.....atlantico basso....Burian...
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 571
Ci sono novità sull'avvicinamento alla nuova stagione???? Direi che AA in forte calo e QBO che ha virato in negativo a 30hp e lo sta per fare a 50hp sono incoraggianti........ 8)

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
« Risposta #172 il: Luglio 14, 2017, 11:03:48 pm »
Per me indici buonissimi che però non ce la faranno a contrastare gli effetti del GW e dell'AA. Fino a dieci anni fa saremmo stati alle soglie di un ottimo inverno

Ora invece...

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 15636
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 4031
Ci sono alcuni aspetti molto interessanti, anche se la PDO non dà ancora segnali di una svolta decisa.
Sappiamo che la PDO è fortemente correlata con il segno della NAO, e che la PDO- significa un abbassamento della storm tracks con virata in negativo del tripolo ATL, dinamica che produce Inverni umidi e freddi al Centro-Nord.
Sarà l'anno della svolta oppure no? Tra un paio di mesi si torna sul pezzo....
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Paul

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3094
  • Age: 31
  • Località: Anghiari 429mt (AR)
  • 01/02/2012
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 4391
Ci sono alcuni aspetti molto interessanti, anche se la PDO non dà ancora segnali di una svolta decisa.
Sappiamo che la PDO è fortemente correlata con il segno della NAO, e che la PDO- significa un abbassamento della storm tracks con virata in negativo del tripolo ATL, dinamica che produce Inverni umidi e freddi al Centro-Nord.
Sarà l'anno della svolta oppure no? Tra un paio di mesi si torna sul pezzo....

Novità in merito?
9 cm

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 15636
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 4031
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Online Orso russo

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 355
  • Age: 32
  • Località: Sermide (MN)
  • Burian.....atlantico basso....Burian...
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 571
Che palle però, quanto dobbiamo aspettare per un'altro inverno stile 2009-10  :-[

Offline Vin-78

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 689
  • Località: Guidonia, Roma
  • La Passione nella Meteo prima di tutto
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 405
Non ci siamo ancora

Eppur si muove.... vedo grossi miglioramenti sulle SSTA seppur come hai sottolineato ancora non ci siamo.... ma la strada presa considerando mi porta a essere fiducioso.... e poi spero in un passaggio della QBO a 50 HPa nel mese di Novembre
ADOTTA ANCHE TE UN TEMPORALE NEVOSO

Offline Aperol Split

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 382
  • Località: Sassoguidano(Mo)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 102

Online Orso russo

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 355
  • Age: 32
  • Località: Sermide (MN)
  • Burian.....atlantico basso....Burian...
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 571
Ci sono alcuni aspetti molto interessanti, anche se la PDO non dà ancora segnali di una svolta decisa.
Sappiamo che la PDO è fortemente correlata con il segno della NAO, e che la PDO- significa un abbassamento della storm tracks con virata in negativo del tripolo ATL, dinamica che produce Inverni umidi e freddi al Centro-Nord.
Sarà l'anno della svolta oppure no? Tra un paio di mesi si torna sul pezzo....
Come siamo messi, sembra che quest'anno (autunno/inverno) avremo l'accoppiata QBO-- e Attività solare in fase calante, con valori molto simili a quelli di un minimo, se anche la PDO dovesse dare segnali positivi potremmo iniziare a fare qualche pensierino su un cambio di pattern dal prossimo Inverno, cosa ne dite???

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 15636
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 4031



Quando torneranno inverni favorevoli ad un VP molto disturbato? probabilmente dovremo attendere il 2020 per tornare a vedere configurazioni simili al 2009/'10 o 2010/11 , ma è possibile che già nel 2017/'18 si verifichino le prime avvisaglie:



Poi se le proiezioni saranno rispettate, dal 2020 potremmo abituarci ad inverni con tensione zonale molto bassa, a caratterizzare lunghi inverni contraddistinti da una forte componente Siberiana con gelo intenso e nevicate diffuse che tornerebbero gradualmente ad interessare l'Europa centro-occidentale:




Prendo un estratto di questo post per confermare i segnali che si sono avuti in questi ultimi 2 anni, con un MMW nel 2017-18 ed un MMW nel 2018-19:



E adesso vi chiedo: Cosa meglio di ben 2 MMW ravvicinati con impianti teleconnettivi differenti vanno a confermare l'ipotesi di un graduale aumento del grado di ellitticizzazione del VP?

Dal 2013 al 2017 la Stratosfera è andata in direzione di un deciso raffreddamento ed il VPS è stato molto forte. Adesso siamo testimoni di un deciso cambio di passo, già ben delineato dallo scorso Inverno:




Se nel Febbraio 2018 siamo arrivati al break down del VP (MMW split/NAO-) , quest'Inverno ci sono state difficoltà maggiori (MMW ibrido/ NAO neutra) , ma questo lo ritengo lineare alla variazione in alta frequenza di indici di contorno, in questo caso una menzione particolare alla Brewer Dobson circulation debole ed alla QBO in fase ascendente.

L'Inverno 2019/20 sarà l'anno del BIG EVENT?

Sarebbe bello poter rispondere con certezza a questa domanda, ma qualcosa giunti a questo punto possiamo dirlo.
Avevamo infatti evidenziato il comportamento dell'Oscillazione Nord Atlantica in relazione all'attività solare ed al Geomagnetismo. In pratica un basso Ap index/ Solar Flux ( io preferisco estendere tale comportamento a tutta l'attività solare ),  ha una forte correlazione con blocchi zonali Euro-Atlantici:



Il calo della NAO si sta manifestando nei tempi descritti su questo post, con ben 2 importanti segnali in questi ultimi 2 anni.

Se il prossimo mese di Marzo non vedrà forti rialzi dell'indice, dovremmo stare su un valore quasi neutro per il periodo JFM 2019:



Le possibilità che l'Inverno 2019/20 veda un indice NAO puntare la negatività sono a questo punto concrete, ma dipenderanno in larga parte dalle future condizioni della fase ENSO.

Se , come penso, dovessimo andare in direzione di una Nina east ed una BDC strong, queste possibilità diverrebbero quasi certezze, avendo in saccoccia buona parte della "settimina" (non scordiamo che l'attività solare ha un grosso impatto anche sull'Enso).

Alla fine dell'Estate ne riparleremo  ;)











La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Artix

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3138
  • Age: 30
  • Località: Capannori (LU)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1565
Chapeau Filippo  :) sono proprio curioso di vedere cosa accadrà

Offline Alessandro669

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 278
  • Age: 32
  • Località: ROMA (RM)
  • Roma: San Giovanni a 50 mt s.l.m
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 10
Beh i grandi eventi ci sono gia stati credo  :D  Febbraio 2012, Gennaio 2017 e Febbraio 2018... Per il resto concordo, la mia stima non cambia al di la delle situazioni sinottiche di questo mese di Febbraio 2019.  I prossimi anni potrebbero riservare belle sorprese
febbraio 2012 ♥ :) l'abbiamo toccato .. l'abbiamo vissuto ..l'abbiamo sognato e alla fine  l'abbiamo pianto !!

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1337
  • Age: 34
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 126
Prendo un estratto di questo post per confermare i segnali che si sono avuti in questi ultimi 2 anni, con un MMW nel 2017-18 ed un MMW nel 2018-19:



E adesso vi chiedo: Cosa meglio di ben 2 MMW ravvicinati con impianti teleconnettivi differenti vanno a confermare l'ipotesi di un graduale aumento del grado di ellitticizzazione del VP?

Dal 2013 al 2017 la Stratosfera è andata in direzione di un deciso raffreddamento ed il VPS è stato molto forte. Adesso siamo testimoni di un deciso cambio di passo, già ben delineato dallo scorso Inverno:




Se nel Febbraio 2018 siamo arrivati al break down del VP (MMW split/NAO-) , quest'Inverno ci sono state difficoltà maggiori (MMW ibrido/ NAO neutra) , ma questo lo ritengo lineare alla variazione in bassa frequenza di indici di contorno, in questo caso una menzione particolare alla Brewer Dobson circulation debole ed alla QBO in fase ascendente.

L'Inverno 2019/20 sarà l'anno del BIG EVENT?

Sarebbe bello poter rispondere con certezza a questa domanda, ma qualcosa giunti a questo punto possiamo dirlo.
Avevamo infatti evidenziato il comportamento dell'Oscillazione Nord Atlantica in relazione all'attività solare ed al Geomagnetismo. In pratica un basso Ap index/ Solar Flux ( io preferisco estendere tale comportamento a tutta l'attività solare ),  ha una forte correlazione con blocchi zonali Euro-Atlantici:



Il calo della NAO si sta manifestando nei tempi descritti su questo post, con ben 2 importanti segnali in questi ultimi 2 anni.

Se il prossimo mese di Marzo non vedrà forti rialzi dell'indice, dovremmo stare su un valore quasi neutro per il periodo JFM 2019:



Le possibilità che l'Inverno 2019/20 veda un indice NAO puntare la negatività sono a questo punto concrete, ma dipenderanno in larga parte dalle future condizioni della fase ENSO.

Se , come penso, dovessimo andare in direzione di una Nina east ed una BDC strong, queste possibilità diverrebbero quasi certezze, avendo in saccoccia buona parte della "settimina" (non scordiamo che l'attività solare ha un grosso impatto anche sull'Enso).

Alla fine dell'Estate ne riparleremo  ;)

io ho già un primo valore COBA per la NAO media Dicembre-Gennaio 2019-2020.. :-X :D
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Stevesylvester

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 5049
  • Age: 54
  • Località: San Giovanni V.no (AR) (ma Grossetano)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1112
.......................................................................
Se , come penso, dovessimo andare in direzione di una Nina east ed una BDC strong, queste possibilità diverrebbero quasi certezze, avendo in saccoccia buona parte della "settimina" (non scordiamo che l'attività solare ha un grosso impatto anche sull'Enso).

Alla fine dell'Estate ne riparleremo  ;)
Pur non tecnicamente in grado di interloquire, dopo il tuo imbrocco anche quest'anno di tutti i movimenti fondamentali, speravo uscisse questo post gia da qualche settimana!   :)

Offline cavallo pazzo

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 4230
  • Age: 51
  • Località: Villore vicchio di mugello
  • alto mugello 700 mt
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 6
Filippo Be che dire è da qualche anno che punti a questo cambio dal 2020 ,io me lo auguro con tutto il cuore per il bene anche delle sorti legate alla natura .Qualcosa in questi ultimi 2 inverni si è mossa ,dal piattume siamo passati a qualcosa di più corposo ,io al tuo cospetto non sono nessuno e ti stimo tantissimo e spero vivamente di ripassare inverni decenti con tanta acqua e neve .Ma ho paura che questo cambio ci faccia ancora soffrire ,e stenti ancora a cambiare rotta ,questo inverno a parte qualche episodio di freddo e sporadiche precipitazioni,non mi ha entusiasmato e non penso che regalerà ancora qualcosa d interessante per le nostre lande ,ritornando al giro di boa del 2020  bo
Non so più cosa pensare spero e basta .Con stima Francesco
Gf

Offline luca_mo

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 566
  • Località: Modena
  • Modena
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 309
Prendo un estratto di questo post per confermare i segnali che si sono avuti in questi ultimi 2 anni, con un MMW nel 2017-18 ed un MMW nel 2018-19:



E adesso vi chiedo: Cosa meglio di ben 2 MMW ravvicinati con impianti teleconnettivi differenti vanno a confermare l'ipotesi di un graduale aumento del grado di ellitticizzazione del VP?

Dal 2013 al 2017 la Stratosfera è andata in direzione di un deciso raffreddamento ed il VPS è stato molto forte. Adesso siamo testimoni di un deciso cambio di passo, già ben delineato dallo scorso Inverno:




Se nel Febbraio 2018 siamo arrivati al break down del VP (MMW split/NAO-) , quest'Inverno ci sono state difficoltà maggiori (MMW ibrido/ NAO neutra) , ma questo lo ritengo lineare alla variazione in bassa frequenza di indici di contorno, in questo caso una menzione particolare alla Brewer Dobson circulation debole ed alla QBO in fase ascendente.

L'Inverno 2019/20 sarà l'anno del BIG EVENT?

Sarebbe bello poter rispondere con certezza a questa domanda, ma qualcosa giunti a questo punto possiamo dirlo.
Avevamo infatti evidenziato il comportamento dell'Oscillazione Nord Atlantica in relazione all'attività solare ed al Geomagnetismo. In pratica un basso Ap index/ Solar Flux ( io preferisco estendere tale comportamento a tutta l'attività solare ),  ha una forte correlazione con blocchi zonali Euro-Atlantici:



Il calo della NAO si sta manifestando nei tempi descritti su questo post, con ben 2 importanti segnali in questi ultimi 2 anni.

Se il prossimo mese di Marzo non vedrà forti rialzi dell'indice, dovremmo stare su un valore quasi neutro per il periodo JFM 2019:



Le possibilità che l'Inverno 2019/20 veda un indice NAO puntare la negatività sono a questo punto concrete, ma dipenderanno in larga parte dalle future condizioni della fase ENSO.

Se , come penso, dovessimo andare in direzione di una Nina east ed una BDC strong, queste possibilità diverrebbero quasi certezze, avendo in saccoccia buona parte della "settimina" (non scordiamo che l'attività solare ha un grosso impatto anche sull'Enso).

Alla fine dell'Estate ne riparleremo  ;)
Non pensi che la PDO continuerà a remarci contro? O sarà la stessa solar activity low a modulare la PDO?
Località: Modena(MO) 34 m s.l.m
UNIVERSITA' DI SCIENZE GEOLOGICHE - MODENA

Offline Zana

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 2668
  • Località: Bucciano 200m - Colline Sanminiatesi (PI)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 336
Non pensi che la PDO continuerà a remarci contro? O sarà la stessa solar activity low a modulare la PDO?



Ti rispondo io con ciò che diceva Cloover ben 4 anni fa... ;) ;)


Sono estremamente convinto che le cause del rinforzo del VP di questi ultimi anni , vadano ricercate nell'interazione tropo-oceanica e nel progressivo incremento dell'attività solare ( tali elementi sono interconnessi).

Ai più "anziani" , non sarà sfuggita in questi giorni la forte analogia con dinamiche similari a quanto avveniva negli anni '90, quando la costante divergenza dell'onda atlantica portava le discese fredde in direzione del Mediterraneo Orientale, regalando inverni piuttosto secchi sul centro-nord della nostra penisola, contrapposti a forti ondate di gelo sul medio-basso adriatico.

Cos'è cambiato veramente rispetto a pochi anni fa? Qual è l'elemento che sta forzando in maniera invisibile la diposizione delle pedine sullo scacchiere emisferico? La  PDO.

Questo indice è fondamentale per quanto riguarda anche l'ondulazione Euro-atlantica, perchè modulando l'onda planetaria pacifica, va a provocare un effetto domino sul waves train , modificando nel particolare il segno della ........ NAO .

<img src="http://4.bp.blogspot.com/-HnH1T6EUP8w/TrOlCS2LxwI/AAAAAAAAAEY/xiCv9Gt4fZA/s1600/image042.jpg ">

Ma cos'è che influisce sul segno della PDO o , meglio , sull'attività della Bassa pressione Aleutinica?  L'attività solare:

<img src="http://climatereview.net/ChewTheFat/wp-content/uploads/2011/03/Solar-vs-PDO-vs-Temp.jpg ">

L'attività solare è quella che va a modulare la tensione zonale, andando ad innescare una serie di forcings a cascata che si ripecuotono sulla circolazione emisferica.
Il rinforzo delle basse pressioni semipermanenti (esplicative circa la tensione della corda zonale), vanno a modulare il segno degli indici oceanici, con altri effetti di feedback circolatiorio.

Ecco qui la variazione delle anomalie dell'oceani Pacifico rispetto al periodo 2000-->2013 , la chiave che spiega la relazione tra la posizione della cella di Walker, la fasi della MJO e la locazione della wave1:

<img src="http://oi61.tinypic.com/2us7vra.jpg ">

(O;N ) 2014:

<img src="http://oi61.tinypic.com/2d0xgux.jpg">


Quando torneranno inverni favorevoli ad un VP molto disturbato? probabilmente dovremo attendere il 2020 per tornare a vedere configurazioni simili al 2009/'10 o 2010/11 , ma è possibile che già nel 2017/'18 si verifichino le prime avvisaglie:

<img src="http://oi57.tinypic.com/3508f1k.jpg ">

Poi se le proiezioni saranno rispettate, dal 2020 potremmo abituarci ad inverni con tensione zonale molto bassa, a caratterizzare lunghi inverni contraddistinti da una forte componente Siberiana con gelo intenso e nevicate diffuse che tornerebbero gradualmente ad interessare l'Europa centro-occidentale:


<img src="http://kasimsweatherwatcher.com/wp-content/uploads/2013/08/TCNew35.png">

Questo meccanismo spiega non soltanto la teoria relativa alla forza/debolezza del VP, ma l'importanza primaria che ha il pattern NAO- nel provocare il break down del VP stratosferico..........

Credo si sia fatta luce su un bel pò di cose adesso....
Quanto è bello il rumore dei fiocchi sul giacchetto?

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15443
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3835
Bella e chiara analisi, grazie!  beh quindi con l'attività solare ai livelli minimi di adesso,e, chissà per quanto tempo ancora, gradualmente gli effetti  come notiamo si stanno manifestando e a breve in maniera esponenziale, iniziando a plasmare gli indici oceanici e di conseguenza il clima a livello regionale/globale
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline Bucine

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 14545
  • Age: 49
  • Località: Bucine (AR) gemellato con Molina di Quosa (PI)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1669
Bravo...........Bravi.......
Scrivete un libro su queste cose.....non lasciate niente al caso.
Sicuramente lo farà qualcuno che prenderà e copierà qua e la spezzoni di appunti e cose sui forum.....fidatevi del Bardelli che nella professione ne ha preso più di una volta......nell'invecchiare mi sono rinfurbito.......pochino pero pochino !

saluti a tutti Da Bucine  ( manca l'emoticon abbraccio )
Bucine (AR ) 251m     Non avere spirito provinciale. Dilata il tuo cuore fino a farlo diventare universale. Non volare come le galline quando puoi elevarti come le aquile.

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 15636
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 4031
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline mg79

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 302
  • Località: Rispescia GR - 10 mt s.l.m.
  • Rispescia GR 10 mt slm
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 61

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15443
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3835
Los Angeles 12/02/19   montagne stra innevate e forti piogge al piano, dopo la siccità il rovescio della medaglia...
che strano ..ma i media lo sanno?   ;D



1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 15636
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 4031

Sono estremamente convinto che le cause del rinforzo del VP di questi ultimi anni , vadano ricercate nell'interazione tropo-oceanica e nel progressivo incremento dell'attività solare ( tali elementi sono interconnessi).

Ai più "anziani" , non sarà sfuggita in questi giorni la forte analogia con dinamiche similari a quanto avveniva negli anni '90, quando la costante divergenza dell'onda atlantica portava le discese fredde in direzione del Mediterraneo Orientale, regalando inverni piuttosto secchi sul centro-nord della nostra penisola, contrapposti a forti ondate di gelo sul medio-basso adriatico.

Cos'è cambiato veramente rispetto a pochi anni fa? Qual è l'elemento che sta forzando in maniera invisibile la diposizione delle pedine sullo scacchiere emisferico? La  PDO.

Questo indice è fondamentale per quanto riguarda anche l'ondulazione Euro-atlantica, perchè modulando l'onda planetaria pacifica, va a provocare un effetto domino sul waves train , modificando nel particolare il segno della ........ NAO .



Ma cos'è che influisce sul segno della PDO o , meglio , sull'attività della Bassa pressione Aleutinica?  L'attività solare:



L'attività solare è quella che va a modulare la tensione zonale, andando ad innescare una serie di forcings a cascata che si ripecuotono sulla circolazione emisferica.
Il rinforzo delle basse pressioni semipermanenti (esplicative circa la tensione della corda zonale), vanno a modulare il segno degli indici oceanici, con altri effetti di feedback circolatiorio.

Ecco qui la variazione delle anomalie dell'oceani Pacifico rispetto al periodo 2000-->2013 , la chiave che spiega la relazione tra la posizione della cella di Walker, la fasi della MJO e la locazione della wave1:



(O;N ) 2014:




Quando torneranno inverni favorevoli ad un VP molto disturbato? probabilmente dovremo attendere il 2020 per tornare a vedere configurazioni simili al 2009/'10 o 2010/11 , ma è possibile che già nel 2017/'18 si verifichino le prime avvisaglie:



Poi se le proiezioni saranno rispettate, dal 2020 potremmo abituarci ad inverni con tensione zonale molto bassa, a caratterizzare lunghi inverni contraddistinti da una forte componente Siberiana con gelo intenso e nevicate diffuse che tornerebbero gradualmente ad interessare l'Europa centro-occidentale:



Questo meccanismo spiega non soltanto la teoria relativa alla forza/debolezza del VP, ma l'importanza primaria che ha il pattern NAO- nel provocare il break down del VP stratosferico..........

Credo si sia fatta luce su un bel pò di cose adesso....




2020 is coming................  :o






La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +