BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI


Autore Topic: Rigenerazione sopravento: quando il ts sembra "tornare indietro"  (Letto 2856 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline aralbedo

  • Coordinatore Stormchaser Team Toscana
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 4956
  • Age: 44
  • Località: Ab. Prato s/o - Lav. Capalle (Fi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 928
Espressione che si sente spesso tra la gente comune ma anche tra noi appasionati. Banalizzando un po', teniamo conto che nella stragrande maggioranza di casi, i temporali che ci interessano sono multicellulari, ossia dei cluster in cui convivono più celle, solitamente tre, che hanno una vita media di 15 minuti ciascuna. La direzione di spostamento del cluster è dettata dalle correnti in media troposfera, la cosiddetta level guide. Appena una delle celle ha raggiunto il grado di maturità ed inizia la sua fase di decadenza , il suo posto verrà preso da una nuova cella e cosi via. Ma dove si genereranno le nuove celle?

Anche qui, semplificando, la rigenerazione puo' avvenire sottovento, ossia nella direzione di avanzamento del cluster, situazione tipica, ad esempio , del passaggio di un fronte freddo o sopravento.

E' proprio quest'ultima fattispecie che da l'impressione al cluster temporalesco di "tornare indietro", proprio perchè nei casi più esasperati la rigenerazione delle nuove celle è addirittura retroattiva, ed è tipico di una goccia fredda in quota in assenza di passaggio frontali e di correnti che non variano di direzione salendo di quota. Configurazione, quest'ultima, presente nella giornata di ieri  ;)

In pratica, in assenza di correnti impetuose in medio alta troposfera, le celle che si formano insistono sulla stessa zona e le correnti discendenti in seno alle precipitazioni dilagano anche nella direzione opposta di spostamento del cluster dando origine a nuove celle nella parte retrostante secondo uno schema del genere:



Nella giornata di ieri, infatti, le correnti in media troposfera erano da ovest- nord ovest.



...ma, il temporale che ha interessato le province di pt-po-fi si è rigenerato in direzione ovest , quindi sopravento.

A testimonianza di ciò basta osservare attentamente il picco di precipitazioni di alcune località tra le più colpite ieri pomeriggio.

Ponte a Signa: picco poco dopo le 16

....verso ovest...

Cerreto Guidi: picco poco dopo le 17

....ancora ad ovest....

Montopoli V.no : picco poco dopo le 18

...ancora ad ovest....

Pontedera: picco attorno alle 18.30

A testimonianza dello schema rigenerativo illustrato nella prima immagine vi posto una foto, di pessima qualità perchè scattata controsole e  in macchina, proprio attorno alle 18 da Prato proprio in direzione sud ovest ( con direzione del cluster , quindi da destra verso sinistra, visto quindi dalla parte opposta rispetto allo schema della immagine 1) in cui si vede in alto l'incudine del temporale, sulla sinstra la cella principale e sulla destra la linea di congesti in procinto di maturare in celle (cosa proabilmente non più avvenuta da quell'ora in poi causa mancanza di energìa)



Ciao




Non è vero che nelle ultime Estati fa più caldo e ci sono meno temporali rispetto alla media 1981-2010. Anzi.

Offline rodanosnow

  • MD GROUP
  • ******
  • Bannato!
  • Post: 9109
  • Località: stabbia padule 18 slm(cerreto guidi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 76
Bella spiegazione:)
Stazione meteo davis vantage pro 2

gelosnow

  • Visitatore
Re:Rigenerazione sopravento: quando il ts sembra "tornare indietro"
« Risposta #2 il: Agosto 06, 2014, 01:20:15 pm »
Grande Aralbedo! ;)

Offline Teowrc

  • Uscente
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 13295
  • Age: 37
  • Località: Campo tizzoro montagna pistoiese 718 m slm (pt)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 10
inverno 2008-2009: 136 cm
inverno 2009-2010: 227 cm
inverno 2010-2011: 148 cm
inverno 2011-2012: 108 cm
inverno 2012-2013: 316 cm
inverno 2013-2014:   33 cm
18 DICEMBRE 2010 -16,8°
20 DICEMBRE 2009 -18,2°

record -30,8° gennaio 1985

Offline fabbro76

  • .
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 1122
  • Age: 42
  • Località: Faella - Pian di Scò (AR)...MA Aretino de nascita...de core e d'anima!
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2
Bella spiegazione bella foto......dark cone piace a me

Offline Sauro

  • Stormchaser Team Toscana
  • .
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4020
  • Age: 34
  • Località: Montecarlo (LU) 162 mt. s.l.m.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 628
Mitico Andre!!!!!!!!  ;)

Meteorologia applicata  8) con foto illustrativa.........Complimenti!!!!!!! Tecnico e chiaro!!  ;)
Altopascio (Lucca) 19 mt. s.l.m.

Offline oldstylewinter

  • Commendatore
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 22531
  • Località: Zona Querceta, Versilia (LU)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3660
Giusta precisazione e bella spiegazione che non ha bisogno di commenti.
 :)
PENSI DI AVER VISTO IL PEGGIO? PRIMA O POI TI RICREDERAI.

sheva78

  • Visitatore
Re:Rigenerazione sopravento: quando il ts sembra "tornare indietro"
« Risposta #7 il: Agosto 06, 2014, 07:18:57 pm »
Con l'esempio del temporale di ieri, rimane da capire solo una cosa:
Perchè ieri è tornato indietro? ;D Consideriamo pure che l'aria fredda in quota si spostava da NW verso SE.... segno evidente che quello di ieri è andato preciso preciso verso la zona dove l'energia nei bassi strati era maggiore, cioè la piana ;)

Offline rodanosnow

  • MD GROUP
  • ******
  • Bannato!
  • Post: 9109
  • Località: stabbia padule 18 slm(cerreto guidi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 76
Con l'esempio del temporale di ieri, rimane da capire solo una cosa:
Perchè ieri è tornato indietro? ;D Consideriamo pure che l'aria fredda in quota si spostava da NW verso SE.... segno evidente che quello di ieri è andato preciso preciso verso la zona dove l'energia nei bassi strati era maggiore, cioè la piana ;)
e colpa del padule e una piccola valpadana bollente
Stazione meteo davis vantage pro 2

sheva78

  • Visitatore
Re:Rigenerazione sopravento: quando il ts sembra "tornare indietro"
« Risposta #9 il: Agosto 06, 2014, 08:23:31 pm »
e colpa del padule e una piccola valpadana bollente
*****************************************************************************
Inizio seriamente a pensare anch'io che in queste situazioni, l'aumento di energia, sia dovuto anche all'apporto umido del padule che quest'anno è pieno zeppo di acqua in modo del tutto anomalo :o

Offline rodanosnow

  • MD GROUP
  • ******
  • Bannato!
  • Post: 9109
  • Località: stabbia padule 18 slm(cerreto guidi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 76
*****************************************************************************
Inizio seriamente a pensare anch'io che in queste situazioni, l'aumento di energia, sia dovuto anche all'apporto umido del padule che quest'anno è pieno zeppo di acqua in modo del tutto anomalo :o
qui vicino casa 500/600m ci sono i campi allagati,di solito in estate sono asciutti,l`acqua resta solo in pieno padule...
Stazione meteo davis vantage pro 2

Offline Stevesylvester

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 4127
  • Age: 53
  • Località: San Giovanni V.no (AR) (ma Grossetano)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 774
*****************************************************************************
Inizio seriamente a pensare anch'io che in queste situazioni, l'aumento di energia, sia dovuto anche all'apporto umido del padule che quest'anno è pieno zeppo di acqua in modo del tutto anomalo :o

Che il padule c'entri forse lo si puo ricavare anche da un andamento analogo capitato qui da me ma abortito in breve . Il temporale giunto ieri, quello fiorentino che procedeva verso SE, tendeva a dissolversi dal lato E ma a "figliare" alla destra della sua direzione di moto tanto che sembrava apparentemente aver cambiato corso e procedere verso SW in direzione Chianti senese. Lo avevo anche accennato in un post del nowcasting poco dopo le 17:30.
Solo che le celle figlie nate qui,  hanno prodotto sul Chianti attorno a Greve pochi fulmini (al confronto) e fenomeni poco piu' che modesti prima di dissolversi con una certa velocita'.
Eppure la ventilazione fino alle quote medie era scarsa , l'aria molto umida e riscaldata dal sole fino a mezz'ora prima dell'evento. Vale a dire grossomodo le condizioni fiorentin-empolesi.

sheva78

  • Visitatore
Re:Rigenerazione sopravento: quando il ts sembra "tornare indietro"
« Risposta #12 il: Agosto 07, 2014, 07:41:27 am »
Che il padule c'entri forse lo si puo ricavare anche da un andamento analogo capitato qui da me ma abortito in breve . Il temporale giunto ieri, quello fiorentino che procedeva verso SE, tendeva a dissolversi dal lato E ma a "figliare" alla destra della sua direzione di moto tanto che sembrava apparentemente aver cambiato corso e procedere verso SW in direzione Chianti senese. Lo avevo anche accennato in un post del nowcasting poco dopo le 17:30.
Solo che le celle figlie nate qui,  hanno prodotto sul Chianti attorno a Greve pochi fulmini (al confronto) e fenomeni poco piu' che modesti prima di dissolversi con una certa velocita'.
Eppure la ventilazione fino alle quote medie era scarsa , l'aria molto umida e riscaldata dal sole fino a mezz'ora prima dell'evento. Vale a dire grossomodo le condizioni fiorentin-empolesi.
************************************************************************************************

Ottima considerazione che avvalora ancor di più,la tesi descritta sopra ;)

Offline aralbedo

  • Coordinatore Stormchaser Team Toscana
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 4956
  • Age: 44
  • Località: Ab. Prato s/o - Lav. Capalle (Fi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 928
Con l'esempio del temporale di ieri, rimane da capire solo una cosa:
Perchè ieri è tornato indietro? ;D Consideriamo pure che l'aria fredda in quota si spostava da NW verso SE.... segno evidente che quello di ieri è andato preciso preciso verso la zona dove l'energia nei bassi strati era maggiore, cioè la piana ;)

Assolutamente si...ovvio che le correnti fredde discendenti devono trovare aria caldo umida da sollevare per formare una nuova cella. Queste condizioni esistono in quella zona, dove i dew point sono sempre elevati e dove è presente uno specchio d'acqua poco profondo e quindi, presumibilmente caldo.

Che poi la rigenerazione sopravento non è altro che quella dei temporali autorigeneranti , in cui vi sono, però, con tre aggravanti di non poco conto: ;)

- getto forte in quota che fa assumere alla cella un asse obliquo mantenendo l'area delle precipitazioni lontano da quella delle correnti ascendenti

- superficie marina che costituisce un serbatoio di energìa infinito, ovvero una massa d'aria caldo umida da sollevare

- contrafforti montuosi vicino al mare (vedi il caso delle Apuane o dell'appennino ligure) su cui si scaricano i rovesci e che favoriscono il successivo "rotolamento" dell'aria fredda di nuovo in direzione della costa e del mare

Ciao
Non è vero che nelle ultime Estati fa più caldo e ci sono meno temporali rispetto alla media 1981-2010. Anzi.

Offline rodanosnow

  • MD GROUP
  • ******
  • Bannato!
  • Post: 9109
  • Località: stabbia padule 18 slm(cerreto guidi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 76
Assolutamente si...ovvio che le correnti fredde discendenti devono trovare aria caldo umida da sollevare per formare una nuova cella. Queste condizioni esistono in quella zona, dove i dew point sono sempre elevati e dove è presente uno specchio d'acqua poco profondo e quindi, presumibilmente caldo.

Che poi la rigenerazione sopravento non è altro che quella dei temporali autorigeneranti , in cui vi sono, però, con tre aggravanti di non poco conto: ;)

- getto forte in quota che fa assumere alla cella un asse obliquo mantenendo l'area delle precipitazioni lontano da quella delle correnti ascendenti

- superficie marina che costituisce un serbatoio di energìa infinito, ovvero una massa d'aria caldo umida da sollevare

- contrafforti montuosi vicino al mare (vedi il caso delle Apuane o dell'appennino ligure) su cui si scaricano i rovesci e che favoriscono il successivo "rotolamento" dell'aria fredda di nuovo in direzione della costa e del mare

Ciao
vero avevo il dew point a 22 e ur 75%
Stazione meteo davis vantage pro 2

Offline firenze3

  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 34519
  • Age: 36
  • Località: Fi Sodo (Abit) - Casellina Scandicci(FI) Lav
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3
Applausi... ;)

sheva78

  • Visitatore
Re:Rigenerazione sopravento: quando il ts sembra "tornare indietro"
« Risposta #16 il: Agosto 07, 2014, 03:21:05 pm »
Assolutamente si...ovvio che le correnti fredde discendenti devono trovare aria caldo umida da sollevare per formare una nuova cella. Queste condizioni esistono in quella zona, dove i dew point sono sempre elevati e dove è presente uno specchio d'acqua poco profondo e quindi, presumibilmente caldo.

Che poi la rigenerazione sopravento non è altro che quella dei temporali autorigeneranti , in cui vi sono, però, con tre aggravanti di non poco conto: ;)

- getto forte in quota che fa assumere alla cella un asse obliquo mantenendo l'area delle precipitazioni lontano da quella delle correnti ascendenti

- superficie marina che costituisce un serbatoio di energìa infinito, ovvero una massa d'aria caldo umida da sollevare

- contrafforti montuosi vicino al mare (vedi il caso delle Apuane o dell'appennino ligure) su cui si scaricano i rovesci e che favoriscono il successivo "rotolamento" dell'aria fredda di nuovo in direzione della costa e del mare

Ciao
*************************************************************************
Quotone ;) con il getto forte in quota, di solito è più difficile veder formare temporali sulla terraferma ma in questi anni ho notato che di solito, quando riescono a formarsi, sono spesso più violenti dei temporali normali ;)