BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI


Autore Topic: Groenlandia stagione accumulo (1°settembre 2019-31 maggio 2020)  (Letto 1116 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 7070
  • Age: 38
  • Località: Rimini
  • La vita è una grande delusione.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 824
Buona giornata  a tutti.
Di seguito il grafico relativo al bilancio di massa riscontrato nel  giorno 08/10/2019 (in mm di acqua equivalente) in confronto alla media giornaliera del periodo 1981-2010.
 Il grafico sotto la mappa mostra il contributo giornaliero totale derivante da tutti i punti  presenti sulla calotta glaciale.
Il bilancio di massa serve a misurare  le variazioni di massa della calotta glaciale sulla base della differenza tra la massa accumulata con le precipitazioni nevose invernali e primaverili e la massa persa per la fusione di neve e ghiaccio (ablazione) nella stagione estiva.

La curva blu mostra il bilancio di massa superficiale della stagione in corso misurato in gigatonnellate (1 Gt è di 1 miliardo di tonnellate e corrisponde a 1 chilometro cubo d'acqua).

La curva grigio scuro mostra il valore medio del periodo 1981-2010 mentre la banda grigio chiaro mostra la deviazione standard di 30 anni basata sulla media trentennale ( 1981-2010).












Il grafico  mostrato di seguito, illustra l'entità dei guadagni e delle perdite totali di massa della calotta glaciale avvenute a  partire dal 1° settembre dell'anno in corso  rispetto al periodo climatologico 1981-2010 . Non è inclusa la massa che viene persa quando dai ghiacciai si staccano gli iceberg e si sciolgono quando entrano in contatto con l'acqua del mare più calda.
Il bilancio di massa serve a misurare  le variazioni di massa che avvengono sulla calotta glaciale sulla base della differenza tra la massa accumulata con le precipitazioni nevose invernali e primaverili e la massa persa per la fusione di neve e ghiaccio (ablazione) nella stagione estiva.
La curva blu mostra la stagione in corso, mentre la curva rossa mostra l'andamento corrispondente per la stagione 2011-12, quando il livello di fusione risultò estremamente elevato.

La curva grigio scuro mostra la media del periodo 1981-2010.

La banda grigio chiaro mostra le differenze da un anno all'altro. Per ogni giorno di calendario la banda mostra la deviazione standard di 30 anni basata sulla media trentennale ( 1981-2010),  ma con il valore minimo e massimo per ogni giorno mancante.










La mappa mostra dove è avvenuta la fusione dello strato superficiale della calotta glaciale  nel giorno   08 ottobre 2019.Questo è definito come punto di fusione di almeno 1 mm sulla superficie.

La curva sotto la mappa mostra quanto grande è stata  la percentuale della superficie totale della calotta glaciale che è stata interessata dallo scioglimento. La curva blu mostra l'entità della fusione di quest'anno, mentre la curva grigio scuro mostra il valore medio nel periodo 1981-2010 . La banda grigio chiaro mostra le differenze da un anno all'altro. Per ogni giorno di calendario, la banda mostra la deviazione standard di 30 anni basata sulla media trentennale ( 1981-2010), ma con il valore minimo e massimo per ogni giorno mancante.

Da notare che, confrontando il bilancio di massa superficiale con il bilancio di massa superficiale giornaliero,  la fusione  può avvenire  anche senza perdita di massa superficiale, poiché l'acqua di fusione può ricongelare nella neve sottostante. Allo stesso modo, la perdita di massa superficiale può verificarsi senza fusione a causa della sublimazione.





Di seguito il grafico relativo alle anomalie delle temperature in relazione ai valori medi del periodo 2004-2013, oltre alle attuali condizioni del vento riscontrate nel periodo :04 ottobre - 08 ottobre 2019


















 




Le condizioni della calotta glaciale e del ghiaccio marino nella regione artica sono influenzate dalle condizioni meteorologiche. La direzione e la forza del vento determinano come e in che misura il ghiaccio marino si muove. La temperatura determina, tra l'altro, la quantità di ghiaccio che si scioglie.Di seguito il grafico che illustra le temperature oltre che alle condizioni attuali del vento: 04 ottobre - 08 ottobre 2019






Anomalia delle precipitazioni - mostra la quantità di precipitazioni giornaliere in rapporto ai valori medi nel periodo 2004-2013.  Le precipitazioni favoriscono un aumento della massa della calotta glaciale della groenlandia .  Periodo di riferimento: 04 ottobre - 08 ottobre 2019. In aggiunta, viene mostrato l'indice NAO. Si tratta di una misura della forza dei venti occidentali nell'Atlantico settentrionale. Quando l'indice è negativo, il flusso è più intenso, aumentando la probabilità che il flusso d'aria più temperata sia trasportato verso la Groenlandia meridionale.





http://polarportal.dk/en/greenland/
Capiamo di essere soli solo quando siamo di fronte a persone sbagliate, perché queste persone sono peggio della solitudine, non ti comprendono, non ascoltano i tuoi bisogni, sono vicine con il corpo ma lontane con l'anima.

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 7070
  • Age: 38
  • Località: Rimini
  • La vita è una grande delusione.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 824
Buona giornata  a tutti.
Di seguito il grafico relativo al bilancio di massa riscontrato nel  giorno 09/10/2019 (in mm di acqua equivalente) in confronto alla media giornaliera del periodo 1981-2010.
 Il grafico sotto la mappa mostra il contributo giornaliero totale derivante da tutti i punti  presenti sulla calotta glaciale.
Il bilancio di massa serve a misurare  le variazioni di massa della calotta glaciale sulla base della differenza tra la massa accumulata con le precipitazioni nevose invernali e primaverili e la massa persa per la fusione di neve e ghiaccio (ablazione) nella stagione estiva.

La curva blu mostra il bilancio di massa superficiale della stagione in corso misurato in gigatonnellate (1 Gt è di 1 miliardo di tonnellate e corrisponde a 1 chilometro cubo d'acqua).

La curva grigio scuro mostra il valore medio del periodo 1981-2010 mentre la banda grigio chiaro mostra la deviazione standard di 30 anni basata sulla media trentennale ( 1981-2010).












Il grafico  mostrato di seguito, illustra l'entità dei guadagni e delle perdite totali di massa della calotta glaciale avvenute a  partire dal 1° settembre dell'anno in corso  rispetto al periodo climatologico 1981-2010 . Non è inclusa la massa che viene persa quando dai ghiacciai si staccano gli iceberg e si sciolgono quando entrano in contatto con l'acqua del mare più calda.
Il bilancio di massa serve a misurare  le variazioni di massa che avvengono sulla calotta glaciale sulla base della differenza tra la massa accumulata con le precipitazioni nevose invernali e primaverili e la massa persa per la fusione di neve e ghiaccio (ablazione) nella stagione estiva.
La curva blu mostra la stagione in corso, mentre la curva rossa mostra l'andamento corrispondente per la stagione 2011-12, quando il livello di fusione risultò estremamente elevato.

La curva grigio scuro mostra la media del periodo 1981-2010.

La banda grigio chiaro mostra le differenze da un anno all'altro. Per ogni giorno di calendario la banda mostra la deviazione standard di 30 anni basata sulla media trentennale ( 1981-2010),  ma con il valore minimo e massimo per ogni giorno mancante.










La mappa mostra dove è avvenuta la fusione dello strato superficiale della calotta glaciale  nel giorno   09 ottobre 2019.Questo è definito come punto di fusione di almeno 1 mm sulla superficie.

La curva sotto la mappa mostra quanto grande è stata  la percentuale della superficie totale della calotta glaciale che è stata interessata dallo scioglimento. La curva blu mostra l'entità della fusione di quest'anno, mentre la curva grigio scuro mostra il valore medio nel periodo 1981-2010 . La banda grigio chiaro mostra le differenze da un anno all'altro. Per ogni giorno di calendario, la banda mostra la deviazione standard di 30 anni basata sulla media trentennale ( 1981-2010), ma con il valore minimo e massimo per ogni giorno mancante.

Da notare che, confrontando il bilancio di massa superficiale con il bilancio di massa superficiale giornaliero,  la fusione  può avvenire  anche senza perdita di massa superficiale, poiché l'acqua di fusione può ricongelare nella neve sottostante. Allo stesso modo, la perdita di massa superficiale può verificarsi senza fusione a causa della sublimazione.





Di seguito il grafico relativo alle anomalie delle temperature in relazione ai valori medi del periodo 2004-2013, oltre alle attuali condizioni del vento riscontrate nel periodo :05 ottobre - 09 ottobre 2019


















 




Le condizioni della calotta glaciale e del ghiaccio marino nella regione artica sono influenzate dalle condizioni meteorologiche. La direzione e la forza del vento determinano come e in che misura il ghiaccio marino si muove. La temperatura determina, tra l'altro, la quantità di ghiaccio che si scioglie.Di seguito il grafico che illustra le temperature oltre che alle condizioni attuali del vento: 05 ottobre - 09 ottobre 2019






Anomalia delle precipitazioni - mostra la quantità di precipitazioni giornaliere in rapporto ai valori medi nel periodo 2004-2013.  Le precipitazioni favoriscono un aumento della massa della calotta glaciale della groenlandia .  Periodo di riferimento: 05 ottobre - 09 ottobre 2019. In aggiunta, viene mostrato l'indice NAO. Si tratta di una misura della forza dei venti occidentali nell'Atlantico settentrionale. Quando l'indice è negativo, il flusso è più intenso, aumentando la probabilità che il flusso d'aria più temperata sia trasportato verso la Groenlandia meridionale.





http://polarportal.dk/en/greenland/
Capiamo di essere soli solo quando siamo di fronte a persone sbagliate, perché queste persone sono peggio della solitudine, non ti comprendono, non ascoltano i tuoi bisogni, sono vicine con il corpo ma lontane con l'anima.

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 7070
  • Age: 38
  • Località: Rimini
  • La vita è una grande delusione.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 824
Buona giornata  a tutti.
Di seguito il grafico relativo al bilancio di massa riscontrato nel  giorno 10/10/2019 (in mm di acqua equivalente) in confronto alla media giornaliera del periodo 1981-2010.
 Il grafico sotto la mappa mostra il contributo giornaliero totale derivante da tutti i punti  presenti sulla calotta glaciale.
Il bilancio di massa serve a misurare  le variazioni di massa della calotta glaciale sulla base della differenza tra la massa accumulata con le precipitazioni nevose invernali e primaverili e la massa persa per la fusione di neve e ghiaccio (ablazione) nella stagione estiva.

La curva blu mostra il bilancio di massa superficiale della stagione in corso misurato in gigatonnellate (1 Gt è di 1 miliardo di tonnellate e corrisponde a 1 chilometro cubo d'acqua).

La curva grigio scuro mostra il valore medio del periodo 1981-2010 mentre la banda grigio chiaro mostra la deviazione standard di 30 anni basata sulla media trentennale ( 1981-2010).












Il grafico  mostrato di seguito, illustra l'entità dei guadagni e delle perdite totali di massa della calotta glaciale avvenute a  partire dal 1° settembre dell'anno in corso  rispetto al periodo climatologico 1981-2010 . Non è inclusa la massa che viene persa quando dai ghiacciai si staccano gli iceberg e si sciolgono quando entrano in contatto con l'acqua del mare più calda.
Il bilancio di massa serve a misurare  le variazioni di massa che avvengono sulla calotta glaciale sulla base della differenza tra la massa accumulata con le precipitazioni nevose invernali e primaverili e la massa persa per la fusione di neve e ghiaccio (ablazione) nella stagione estiva.
La curva blu mostra la stagione in corso, mentre la curva rossa mostra l'andamento corrispondente per la stagione 2011-12, quando il livello di fusione risultò estremamente elevato.

La curva grigio scuro mostra la media del periodo 1981-2010.

La banda grigio chiaro mostra le differenze da un anno all'altro. Per ogni giorno di calendario la banda mostra la deviazione standard di 30 anni basata sulla media trentennale ( 1981-2010),  ma con il valore minimo e massimo per ogni giorno mancante.










La mappa mostra dove è avvenuta la fusione dello strato superficiale della calotta glaciale  nel giorno   10 ottobre 2019.Questo è definito come punto di fusione di almeno 1 mm sulla superficie.

La curva sotto la mappa mostra quanto grande è stata  la percentuale della superficie totale della calotta glaciale che è stata interessata dallo scioglimento. La curva blu mostra l'entità della fusione di quest'anno, mentre la curva grigio scuro mostra il valore medio nel periodo 1981-2010 . La banda grigio chiaro mostra le differenze da un anno all'altro. Per ogni giorno di calendario, la banda mostra la deviazione standard di 30 anni basata sulla media trentennale ( 1981-2010), ma con il valore minimo e massimo per ogni giorno mancante.

Da notare che, confrontando il bilancio di massa superficiale con il bilancio di massa superficiale giornaliero,  la fusione  può avvenire  anche senza perdita di massa superficiale, poiché l'acqua di fusione può ricongelare nella neve sottostante. Allo stesso modo, la perdita di massa superficiale può verificarsi senza fusione a causa della sublimazione.





Di seguito il grafico relativo alle anomalie delle temperature in relazione ai valori medi del periodo 2004-2013, oltre alle attuali condizioni del vento riscontrate nel periodo :06 ottobre - 10 ottobre 2019


















 




Le condizioni della calotta glaciale e del ghiaccio marino nella regione artica sono influenzate dalle condizioni meteorologiche. La direzione e la forza del vento determinano come e in che misura il ghiaccio marino si muove. La temperatura determina, tra l'altro, la quantità di ghiaccio che si scioglie.Di seguito il grafico che illustra le temperature oltre che alle condizioni attuali del vento: 06 ottobre - 10 ottobre 2019






Anomalia delle precipitazioni - mostra la quantità di precipitazioni giornaliere in rapporto ai valori medi nel periodo 2004-2013.  Le precipitazioni favoriscono un aumento della massa della calotta glaciale della groenlandia .  Periodo di riferimento: 06 ottobre - 10 ottobre 2019. In aggiunta, viene mostrato l'indice NAO. Si tratta di una misura della forza dei venti occidentali nell'Atlantico settentrionale. Quando l'indice è negativo, il flusso è più intenso, aumentando la probabilità che il flusso d'aria più temperata sia trasportato verso la Groenlandia meridionale.





http://polarportal.dk/en/greenland/
Capiamo di essere soli solo quando siamo di fronte a persone sbagliate, perché queste persone sono peggio della solitudine, non ti comprendono, non ascoltano i tuoi bisogni, sono vicine con il corpo ma lontane con l'anima.