BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI


Autore Topic: "Inverno" 2018-19: il "big one" del secco e della mitezza?  (Letto 3503 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Konrad66

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 219
  • Località: MILANO e periferia nord est
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 26
Nix ti ho visto in passato su altri forum come c.. e m...

Non ti ho mai visto sbagliare una previsione che fosse una... dallo shift climatico, alla nao+, alla sparizione della neve

Penso che quello che scrivi è corretto perché siamo si in un forum
a predominanza Toscana ma la sezione è "Stanza nazionale"

Quindi non va in contrasto ma addirittura è pro regolamento
TIFIAMO PER LA NEVE IN PIANURA. NON PUO' FARLA? ALLORA TIFIAMO PIOGGIA A OLTRANZA, TUTTI I MESI, TUTTI I GIORNI, TUTTI I MINUTI, PER SCONGIURARE LE DEVASTANTI SICCITA' COME QUELLE DEL 2017

Offline Nix ci vede lungo

  • Membro Junior
  • ***
  • Post: 85
  • Località: Briona (NO)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 12
Grazie per la stima, konrad. Anche io ti apprezzo tantissimo. E so che in passato è stato fatto di tutto per censurarti (non mi riferisco a questo forum).
Beh meno male che, anche se in netta minoranza, ci sono quelli come noi che ragionano senza fette sugli occhi. In mezzo alla caldofilia dilagante, si trovano ancora appassionati veraci eheheh ;)
Gli ultimi anni sanciscono la definitiva sconfitta dei negazionisti del global warming, e di chi sosteneva che le T sarebbero scese (uahuahuah).
IPCC win, Nix win

Offline cialda

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 130
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Alla fine, riassumendo, il prossimo inverno sarà termicamente sotto media rispetto al periodo 2018-2038

ale


Offline Konrad66

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 219
  • Località: MILANO e periferia nord est
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 26
Alla fine, riassumendo, il prossimo inverno sarà termicamente sotto media rispetto al periodo 2018-2038

ale

Purtroppo invece sarà sopramedia su tutte le medie , futuro compreso   >:(
TIFIAMO PER LA NEVE IN PIANURA. NON PUO' FARLA? ALLORA TIFIAMO PIOGGIA A OLTRANZA, TUTTI I MESI, TUTTI I GIORNI, TUTTI I MINUTI, PER SCONGIURARE LE DEVASTANTI SICCITA' COME QUELLE DEL 2017

Offline Nix ci vede lungo

  • Membro Junior
  • ***
  • Post: 85
  • Località: Briona (NO)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 12
Alla fine, riassumendo, il prossimo inverno sarà termicamente sotto media rispetto al periodo 2018-2038

ale

E anche di parecchio ;)
Gli ultimi anni sanciscono la definitiva sconfitta dei negazionisti del global warming, e di chi sosteneva che le T sarebbero scese (uahuahuah).
IPCC win, Nix win

Offline andi

  • Novizio
  • **
  • Post: 28
  • Località: Mestre
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Mi piacerebbe capire cosa c'entra scientificamente la prima metà di ottobre calda con il resto dell'inverno; o si parla seriamente di indici teleconnettivi oppure è la solita sparata di chi vede sempre caldo, desertificazione dell'Italia , sparizione della neve e solite buffonate pro GW. Anzi se non ricordo male statisticamente per quello che conta ad autunni precocemente freddi sono spesso segiuiti inverni anonimi
Andrea

Offline luca_mo

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 542
  • Località: Modena
  • Modena
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 271
Mi piacerebbe capire cosa c'entra scientificamente la prima metà di ottobre calda con il resto dell'inverno; o si parla seriamente di indici teleconnettivi oppure è la solita sparata di chi vede sempre caldo, desertificazione dell'Italia , sparizione della neve e solite buffonate pro GW. Anzi se non ricordo male statisticamente per quello che conta ad autunni precocemente freddi sono spesso segiuiti inverni anonimi
Piacerebbe capirlo anche a me, dato che negli ultimi anni è capitato di avere anche ottobre con AO-- e VP molte debole e non è che i risultati siano stati poi così esaltanti ;D
Non capisco come alcuni utenti non sistanchino di parlare sempre delle stesse cose da anni, evidentemente non hanno altri problemi che pensare a questo, beati loro ;D. Mi associo invece a chi dice che purtroppo così facendo passa solo la passione di seguire la meteo.
Località: Modena(MO) 34 m s.l.m
UNIVERSITA' DI SCIENZE GEOLOGICHE - MODENA

Offline Davide1987

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 266
  • Age: 31
  • Località: Trecate (NO)
    • Mostra profilo
    • www.meteoservice.net
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
stessa sensazione che ho pure io, ormai siamo costantemente e paurosamente sopra la media, ormai è già un miracolo chiudere sotto i +2 di anomalia.
Un dato senza essere paragonato alla media 71/2000 non ha senso.

Offline Konrad66

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 219
  • Località: MILANO e periferia nord est
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 26
Mi piacerebbe capire cosa c'entra scientificamente la prima metà di ottobre calda con il resto dell'inverno; o si parla seriamente di indici teleconnettivi oppure è la solita sparata di chi vede sempre caldo, desertificazione dell'Italia , sparizione della neve e solite buffonate pro GW. Anzi se non ricordo male statisticamente per quello che conta ad autunni precocemente freddi sono spesso segiuiti inverni anonimi

Vale anche il discorso opposto e sopratutto per gli indici teleconnettivi.

E Nix comunque non ha per nulla fatto la sua minuziosa analisi basandosi sul meteo nel nostro orticello di Ottobre,
ha solo elencato i fatti : fronte polare altissimo rispetto la stagione, indietro di uno-due mesi, e tanti altri RITARDI
nella configurazione, e quelli sono fatti.

E quindi se le condizioni di partenza sono da fine agosto-inizio settembre, a livello configurativo,
e anche termico, con anomalie sull artico anche di 10-20°sopramedia, è lapalissiano pensare
a un inverno piu simile a un freddo autunno di una volta, che a un inverno.

Un conto era un Ottobre 77 mite a cui segui un grande inverno al nord, la configurazione su larga scala
era molto diversa da ora.

Quello che dice Nix è corretto, ed è su macroscala non solo sull'orticello, non è il solito topic a cui si può rispondere
"eh ma a Ottobre puo essere bello e l'inverno l'opposto", che comunque a sua volta , quella frase, scredita già alla base i long range e i longer...

TIFIAMO PER LA NEVE IN PIANURA. NON PUO' FARLA? ALLORA TIFIAMO PIOGGIA A OLTRANZA, TUTTI I MESI, TUTTI I GIORNI, TUTTI I MINUTI, PER SCONGIURARE LE DEVASTANTI SICCITA' COME QUELLE DEL 2017

Offline Davide1987

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 266
  • Age: 31
  • Località: Trecate (NO)
    • Mostra profilo
    • www.meteoservice.net
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Vale anche il discorso opposto e sopratutto per gli indici teleconnettivi.

E Nix comunque non ha per nulla fatto la sua minuziosa analisi basandosi sul meteo nel nostro orticello di Ottobre,
ha solo elencato i fatti : fronte polare altissimo rispetto la stagione, indietro di uno-due mesi, e tanti altri RITARDI
nella configurazione, e quelli sono fatti.

E quindi se le condizioni di partenza sono da fine agosto-inizio settembre, a livello configurativo,
e anche termico, con anomalie sull artico anche di 10-20°sopramedia, è lapalissiano pensare
a un inverno piu simile a un freddo autunno di una volta, che a un inverno.

Un conto era un Ottobre 77 mite a cui segui un grande inverno al nord, la configurazione su larga scala
era molto diversa da ora.

Quello che dice Nix è corretto, ed è su macroscala non solo sull'orticello, non è il solito topic a cui si può rispondere
"eh ma a Ottobre puo essere bello e l'inverno l'opposto", che comunque a sua volta , quella frase, scredita già alla base i long range e i longer...

mi trovo pienamente d'accordo
Un dato senza essere paragonato alla media 71/2000 non ha senso.

Offline Davide1987

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 266
  • Age: 31
  • Località: Trecate (NO)
    • Mostra profilo
    • www.meteoservice.net
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
tra l'altro stiamo avendo una reiterazione di questa situazione eccezionale ormai da metà aprile.
Un dato senza essere paragonato alla media 71/2000 non ha senso.

Offline Pyntakx

  • Novizio
  • **
  • Post: 17
  • Age: 29
  • Località: Cadorago (CO)
  • scrivo da Cadorago (CO)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Buonasera a tutti. Proseguendo il discorso avviato ieri, mi sento di affermare che siano in ascesa le quotazioni per una parte finale di ottobre/inizio di novembre contrassegnata da stabilità sulla parte occidentale dell'Europa e da tempo spesso freddo e perturbato su quella orientale come mostra questo forecast sperimentale del NOAA con focus a 8-14 giorni di distanza:



Fonte dell'immagine: https://www.esrl.noaa.gov/psd/forecasts/reforecast2/probabilities/index.html

Tipica situazione da NAO neutra (anche negativa volendo) ed EA negativo.

Offline riccardo

  • Membro Junior
  • ***
  • Post: 81
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 14
Nics, il tuo alter ego sul meteo.it mette "sciabolata artica", tranquillo, il freddo arriva

Offline Pyntakx

  • Novizio
  • **
  • Post: 17
  • Age: 29
  • Località: Cadorago (CO)
  • scrivo da Cadorago (CO)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Ecco che nelle "code" dei principali global models inizia a materializzarsi con forza il pattern di tipo ATH di cui parlavo ieri e che potrebbe caratterizzare gran parte del mese di novembre:



Una parentesi simil-invernale, insomma, sembrerebbe alle porte, almeno sui versanti orientali della Penisola.

Offline Pyntakx

  • Novizio
  • **
  • Post: 17
  • Age: 29
  • Località: Cadorago (CO)
  • scrivo da Cadorago (CO)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Vale la pena, anche alla luce dell'emissione serale del modello europeo ecmwf, di porre l'accento sulla pur breve ma intensa fase mite che potrà caratterizzare la metà della prossima settimana gran parte del NW con temperature che soprattutto sul Piemonte potrebbero superare localmente in scioltezza la soglia dei +25°C nelle ore centrali della giornata:





Presterò molta attenzione, nel caso, alle segnalazioni del signor Nix ci vede lungo perché la situazione appare comunque curiosa.

Offline Pyntakx

  • Novizio
  • **
  • Post: 17
  • Age: 29
  • Località: Cadorago (CO)
  • scrivo da Cadorago (CO)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Evoluzione successiva del modello europeo che personalmente non mi convince in quanto, sic stantibus rebus, mostrerebbe un ritorno a condizioni di NAO neutro/positiva troppo rapido se confrontato con il quadro delle ensemble del modello americano gfs che invece mostrano una NAO costantemente neutro/negativa:



Fonte dell'immagine: http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/precip/CWlink/daily_ao_index/teleconnections.shtml

In pratica "a questo giro" dovrebbe prevalere gfs su ecmwf  ;)

Offline Konrad66

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 219
  • Località: MILANO e periferia nord est
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 26
Nics, il tuo alter ego sul meteo.it mette "sciabolata artica", tranquillo, il freddo arriva

Quelli sono dei Gufi sapendo di Esserlo

Comunque qualunque sciabolata artica al NW non fa una mazza ne come neve ne come temperature
per colpa del Fohn, che trasforma una massa fredda in una calda e secca
TIFIAMO PER LA NEVE IN PIANURA. NON PUO' FARLA? ALLORA TIFIAMO PIOGGIA A OLTRANZA, TUTTI I MESI, TUTTI I GIORNI, TUTTI I MINUTI, PER SCONGIURARE LE DEVASTANTI SICCITA' COME QUELLE DEL 2017

Offline Napo

  • Novizio
  • **
  • Post: 22
  • Age: 54
  • Località: Milano / Trento (nei weekend)
  • Excelsior
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 20

The possibility of a link between Arctic change and mid-latitude weather has spurred research activities that reveal three potential dynamical pathways linking Arctic amplification to mid-latitude weather: changes in storm tracks, the jet stream, and planetary waves and their associated energy propagation.



"possibly"
"potential"

MI pare tutto tranne che una certezza
Di solito gli studi scientifici dovrebbero dimostrare una ipotesi, non riferire potenzialità e possibilità


Offline luca_mo

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 542
  • Località: Modena
  • Modena
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 271
Quelli sono dei Gufi sapendo di Esserlo

Comunque qualunque sciabolata artica al NW non fa una mazza ne come neve ne come temperature
per colpa del Fohn, che trasforma una massa fredda in una calda e secca
Si ma non esiste solo il NW..
Località: Modena(MO) 34 m s.l.m
UNIVERSITA' DI SCIENZE GEOLOGICHE - MODENA

Offline Pyntakx

  • Novizio
  • **
  • Post: 17
  • Age: 29
  • Località: Cadorago (CO)
  • scrivo da Cadorago (CO)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Re:"Inverno" 2018-19: il "big one" del secco e della mitezza?
« Risposta #69 il: Novembre 03, 2018, 04:47:10 pm »
Buonasera a tutti. Alla fine la mia previsione di ATH come pattern caratterizzante della parte finale di ottobre e del mese di novembre è fallita ma al momento, piuttosto di indagare sulle cause di questo fallimento, vorrei volgere lo sguardo sul futuro prossimo venturo per vedere come uscire fuori da questa situazione da incubo che ha iniziato a colpire il nostro Paese il 27 ottobre e che finora ha causato più di 20 morti nonché miliardi di € di danni, che ci saremmo volentieri risparmiati se avesse continuato a fare bel tempo senza queste perturbazioni "killer". L'aggiornamento odierno dei principali indici descrittivi del NOAA ci mostra due segnali incoraggianti: il primo è la risalita della NAO in territorio positivo:



Il secondo è la risalita dopo un'iniziale calo dell'AAO, condizione questa favorevole nel mese di novembre al manifestarsi di blocchi sull'Europa Occidentale che porterebbero periodi duraturi di stabilità anche sui versanti occidentali del nostro Paese, ormai devastati dalle recenti perturbazioni "killer":





Vediamo adesso se nei prossimi giorni tornerà a gonfiarsi l'alta pressione laddove proprio ora servirebbe come il pane.