BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI


Autore Topic: analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)  (Letto 87150 volte)

Luca Orlando, GIANKY e 3 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Bortan

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 565
  • Age: 44
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1452
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #300 il: Ottobre 31, 2018, 05:01:30 pm »
Le stesse sensazioni che ha avuto Filippo erano anche le mie nella prima parte autunnale e molti indizi ormai portano a questa prova .....                                                    .                                                                                                                                                                                Se si è sbilanciato pesantemente Filippo ..... io che devo fa... mi butto ... ;D
Un giorno riuscirò a scavare un cunicolo nella neve ...

Offline Alchimista

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 370
  • Località: Milano
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 42
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #301 il: Ottobre 31, 2018, 05:04:55 pm »
L'MMW più precoce qual'è?

http://www.geo.fu-berlin.de/en/met/ag/strat/produkte/northpole/index.html

https://www.esrl.noaa.gov/csd/groups/csd8/sswcompendium/majorevents.html


In base a queste tabelle gli MMW più precoci sono stati:


8 dicembre 1987




15 dicembre 1998




30-31 dicembre 2001


winter is coming

Offline Nix ci vede lungo

  • Membro Junior
  • ***
  • Post: 85
  • Località: Briona (NO)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 12
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #302 il: Ottobre 31, 2018, 05:21:26 pm »
o a dicembre 2018 come nel Canadian Warming del novembre 1996 o ....quello del novembre 1962  ;D

Sì, come no... credici  ;D

Se anche tornasse un pattern uguale a quello del gennaio 1963, arriverebbe una -10 e durerebbe al massimo una decina di giorni.
Del resto, la dimostrazione sta nello scorso anno...è servito lo split del secolo per avere gelo per una settimana.
Un po' come dover sborsare diecimila euro per una sveltina con una escort che non è nemmeno un granchè
Gli ultimi anni sanciscono la definitiva sconfitta dei negazionisti del global warming, e di chi sosteneva che le T sarebbero scese (uahuahuah).
IPCC win, Nix win

Offline Porano444

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 327
  • Località: Porano ( TR )
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 65
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #303 il: Ottobre 31, 2018, 05:29:26 pm »
Nix "che vede tutto"……
Ma il 2012 non è esistito?
Parliamo della 2^ o 3^ irruzione degli ultimi 60 anni per magnitudo e durata….
Della serie, infinita, i serbatoi freddi non esistono più..... 8) 8)


meglio star zitti e dar l'impressione di essere stupidi...che parlare e darne la conferma!!!( by la prof. d'Italiano al liceo....)

Offline luca_mo

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 542
  • Località: Modena
  • Modena
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 271
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #304 il: Ottobre 31, 2018, 05:50:48 pm »
Nix "che vede tutto"……
Ma il 2012 non è esistito?
Parliamo della 2^ o 3^ irruzione degli ultimi 60 anni per magnitudo e durata….
Della serie, infinita, i serbatoi freddi non esistono più..... 8) 8)
No ma ha detto che prende in esame solo dal 2013, ben 5 anni di campionamenti ;D
Località: Modena(MO) 34 m s.l.m
UNIVERSITA' DI SCIENZE GEOLOGICHE - MODENA

Offline esenaiof

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3737
  • Località: Foiano della Chiana (Arezzo)
    • Mostra profilo
    • dati meteo Foiano della Chiana
  • Likes:
  • Likes Concessi: 774
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #305 il: Ottobre 31, 2018, 05:54:13 pm »
Sì, come no... credici  ;D

Se anche tornasse un pattern uguale a quello del gennaio 1963, arriverebbe una -10 e durerebbe al massimo una decina di giorni.
Del resto, la dimostrazione sta nello scorso anno...è servito lo split del secolo per avere gelo per una settimana.
Un po' come dover sborsare diecimila euro per una sveltina con una escort che non è nemmeno un granchè
Nix abbiamo una Stratosfera molto più fredda del 1962/63, quindi un pattern stratosferico come quello bisognerebbe invece pregare di non averlo basta andare a vedersi l'emisferica a 10 hPa.. ;D



sei te Nix che ci insegni quanto calore ci sia in troposfera, basterebbe un upper warming senza scomodare grandi eventi stratosferici per fare freddo uguale al 1962/63..hai perso n'altra occasione per... :-X

No ma ha detto che prende in esame solo dal 2013, ben 5 anni di campionamenti ;D
si sa che è uno che va a fondo nello sviscerare gli argomenti.

Offline esenaiof

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3737
  • Località: Foiano della Chiana (Arezzo)
    • Mostra profilo
    • dati meteo Foiano della Chiana
  • Likes:
  • Likes Concessi: 774
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #306 il: Ottobre 31, 2018, 06:04:39 pm »
sono proprio le anomalie contrarie a quelle da te postate ad essere buone per discese fredde sull'Europa meridionale, Canada Orientale + è sinonimo di Rossby poleward in arrivo per l'Europa:






direi che sarà fotunato chi schiverà un'onda lunga adesso, in Italia in questi casi lo siamo..

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13166
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2831
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #307 il: Ottobre 31, 2018, 06:09:29 pm »
Le stesse sensazioni che ha avuto Filippo erano anche le mie nella prima parte autunnale e molti indizi ormai portano a questa prova .....                                                    .                                                                                                                                                                                Se si è sbilanciato pesantemente Filippo ..... io che devo fa... mi butto ... ;D

Io non so se ho avuto sensazioni... :) quelle sono molto suscettibili, ma seguendo il suo ragionamento spiegato egregiamente, lo sconquasso strato-troposferico avvenuto lo scorso fine Inverno ha spostato gli equilibri con asse più favorevole, dovuto alla modulazione delle sst e all'attività d'onda, che l'anno scorso avevamo solo in parte assaporato, ma qualcosa si scorgeva. Ora quest'anno sembra davvero diverso.
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline Bortan

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 565
  • Age: 44
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1452
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #308 il: Ottobre 31, 2018, 06:42:00 pm »
Io non so se ho avuto sensazioni... :) quelle sono molto suscettibili, ma seguendo il suo ragionamento spiegato egregiamente, lo sconquasso strato-troposferico avvenuto lo scorso fine Inverno ha spostato gli equilibri con asse più favorevole, dovuto alla modulazione delle sst e all'attività d'onda, che l'anno scorso avevamo solo in parte assaporato, ma qualcosa si scorgeva. Ora quest'anno sembra davvero diverso.
si certo le sensazioni che avevo e ho esternato nei primi interventi a fine estate erano più i meno gli stessi che Filippo in modo molto più dettagliato  ha documentato ma convergevano su anomalie che si erano soppesate durate la stagione estiva come AO + , anomalia negativa ghiacci mar di kara , formazione del vp in media storica e nn disturbata e nn ritardata come gli ultimi anni ... questo ha portato ad inquadrare il tutto al feedback lasciato in eredità dal potente MMW dello scorso febbraio e dal reversal pattern troposferico come diretta conseguenza ..quindi con il passare dei giorni e analizzando la disposizione dei centri di vorticita , anomalie di gpt e sst ha prodotto i primi risultati tangibili sulle carte anche se molto fumosi , ma questo sicuramente da una certa soddisfazione in quanto le " sensazioni " di inizio autunno nn erano complietamente campate in aria .. ma altresì bisogna anche seguire il ragionamento di nonno Rodano che fa bene a mettere tutti sulla difesa perché una stratosfera con un grado di approfondimento come dal grafico postato lascia ancora la prognosi riservata per di più con l'esperienze vussute negli anni precedenti .. quindi giustamente siamo ancora nella fase o tutto male male o tutto bene bene .. monitoriamo ma la fiducia aumenta .. barra a dritta ... ;)
Un giorno riuscirò a scavare un cunicolo nella neve ...

Offline Grecale

  • Membro Junior
  • ***
  • Bannato!
  • Post: 65
  • Age: 32
  • Località: Periferia di Parma
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 4
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #309 il: Ottobre 31, 2018, 07:02:18 pm »
Per ora situazione nn preoccupante , anzi le previsioni dei gm in troposfera remano a favore dell'instaurazione dell'anomalia dei gpt per novembre come indicato da Filippo .. il nostro caro nam è previsto stabile . così come i flussi di calore i operati dalla troposfera sono previsti molto assopiti , cosa deleteria in questo periodo di approfondimento radioattivo del vps ...  anche il gradiente meridionale di gpt  sembra in previsione stabile


Mi sapresti indicare dove posso trovare una descrizione di sti indici (ammetto che non ho cercato) ?
Così non ne riesco a comprendere la valenza..

Offline Grecale

  • Membro Junior
  • ***
  • Bannato!
  • Post: 65
  • Age: 32
  • Località: Periferia di Parma
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 4
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #310 il: Ottobre 31, 2018, 07:13:50 pm »
Comunque dal pattern d'ottobre delle anomalie è davvero difficile dire qualcosa.
Ovvero... Se un sottofondo di verità vi può essere, beh secondo me si può tranquillamente dire che "l'errore è superiore alla misura". Come si è visto sia il SAI che l'IZE (che dovrebbe esser figlio di colui che ha fatto i grafici mostrati da Bortan) hanno ampiamente dato prova di fallacia.
Figuriamoci andando "ad occhio"



Offline mat69

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 311
  • Age: 49
  • Località: Genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 47
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #311 il: Novembre 01, 2018, 07:36:37 am »
Il vps,come visto precedentemente, è partito molto forte dall'inizio.

L'andamento resterebbe favorevole all'insorgenza di un precoce S.C. se non interagissero da ultimo flussi di calore distribuiti su due creste d'onda che rappresentano il modo canonico per disturbare la progressione del vps.



Teniamo peraltro conto che oltre i fattori quali il raffreddamento progressivo e costante ed il calo dei geopotenziali è necessario che vi sia un rinforzo delle Epv quindi dei massimi di vorticità potenziale per consentire una trasmissione del moto verso i piani inferiori della stratosfera fino in troposfera senza che questo si disperda per strada, un pò come era avvenuto lo scorso anno quando il condizionamento, dopo l'ESE cold, tendeva a disperdersi ai piani medi della stratosfera nonostante un indice NAM abbondantemente sopra i +2:



Altro elemento da considerare è la presenza di un livello di ozono stratosferico anche superiore al momento rispetto quello dello scorso inverno nonostante che i presupposti potessero lasciare presagire il contrario



 ;)

Offline Bortan

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 565
  • Age: 44
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1452
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #312 il: Novembre 01, 2018, 08:27:32 am »
Grazie mat , con questo tuo intervento e i tuoi grafici hai contribuito in maniera decisa a fugare gli ultimi dubbi in merito alla dinamica che molto probabilmente andremo a vivere ...  ;)
Un giorno riuscirò a scavare un cunicolo nella neve ...

Offline Frasnow

  • Novizio
  • **
  • Post: 47
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 51
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #313 il: Novembre 01, 2018, 11:07:55 am »
 ::)


Offline Bortan

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 565
  • Age: 44
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1452
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #314 il: Novembre 01, 2018, 11:55:33 am »
Quel grafico nn mi preoccupa .. credo che Filippo , Matteo , e altri utenti abbiano spiegato abbastanza bene che la dinamica che a noi deve interessare di più è il grafico e le carte  del pattern a 2 wave in strato ... mai come in questo inizio di stagione è presente con buon asse della wave mother e seconda wave ben presente  ...e anche  l'assetto della troposfera è determinante come del resto abbiamo avuto riprova l'anno scorso .... E voglio ancora mettere in risalto le due prove fornite stamattina da Matteo sull'accumulo di ozono al polo e il grafico riferito all'epv che  l'anno scorso ha chiarito bene l'importanza di questo fattore per il condizionamento dei piani alti stratosferici nei confronti dei piani bassi e della troposfera .. come diceva un'altro utente di sicuro in questo  mondo nn c'è niente ,  a parte la morte , ancor di più in meteorologia dove la "facciata " è dietro l'angolo ma ci sono tanti indizi  e alcune prove ( non tutte ) che mi portano a pensare che ci siano ottime chance di vivere quest'anno un inverno  serio in Europa .... barra a dritta .. ;)
« Ultima modifica: Novembre 02, 2018, 01:30:37 pm da Bortan » »
Un giorno riuscirò a scavare un cunicolo nella neve ...

Offline Bortan

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 565
  • Age: 44
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1452
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #315 il: Novembre 01, 2018, 07:07:46 pm »
E per il momento direi di mettere il fieno in cascina e constatare positivamente la continua riproposizione da parte dei gm a medio termine  del pattern troposferico riferito alle anomalie di gpt  della carta postata dal buon Filippo ormai un mese fa ... . ... che come sappiamo ha un buon riscontro statistico per avere successivamente un'indebolimento del vp ...  ;)
Un giorno riuscirò a scavare un cunicolo nella neve ...

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14650
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3502
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #316 il: Novembre 02, 2018, 08:39:49 am »



La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Porano444

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 327
  • Località: Porano ( TR )
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 65
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #317 il: Novembre 02, 2018, 09:20:25 am »
L'andamento circolatorio attuale sta modulando rapidamente le SSTA del NH.
Interessanti poi due cose:
-  la pesante e stazionaria vorticità negativa in azione sull'Eurasia (alle spalle dell'alta pressione su Est Europa)
- il disturbo stazionario in area pacifica che è partito, presumibilmente, proprio dalla modulazione del getto in uscita da Eurasia.
meglio star zitti e dar l'impressione di essere stupidi...che parlare e darne la conferma!!!( by la prof. d'Italiano al liceo....)

Online Luca Orlando

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1390
  • Age: 44
  • Località: Merlo(Pedemontana Vicentina)
  • Ogni momento è buono per viverlo..
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2237
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #318 il: Novembre 02, 2018, 12:56:56 pm »
 Scusatemi la latitanza.. :-X Quest'autunno/inverno sarò un po più limitato e conciso nel mio contributo, non ho purtroppo molte occasioni per connettermi e partecipare attivamente come lo scorso autunno/inverno.. :-\
 Avendo incombenze personali di prioritaria importanza, mi ostacolano ovviamente nel poter ritagliare sufficientemente spazio per questa nostra passione.. ma di tanto in tanto spero di poter contribuire nel miglior modo possibile e vi chiedo venia se non sarà sufficientemente abbastanza per la nostra causa invernale. ??? ::)

 Comunque eccomi qui per dire la mia in maniera rapida e velatamente criptica.. :o
 Innanzitutto Complimenti a tutti! per l'ottimo lavoro svolto fin qui egregiamente.. e per la grande e sempre crescente competenza e professionalità che questo Forum acquisisce di anno in anno, oltre all'Ammirevole Filippo che come ogni anno ci sciorina le sue importantissime e mirabili indicazioni ed intuizioni.. e non da meno dal Nonno Rodano come sempre in gran spolvero.. per cui ci getta la giusta base di partenza, per un quadro Stagionale già al quanto pronto, alle iniziali analisi e previsioni che ci traghetteranno da oggi in poi al prossimo Inverno.. probabilmente con la "I" Maiuscola? ::) ;)

 Mi Congratulo, come già avevo paventato nel Topic aperto da me ad inizio Settembre.. sulla potenziale partecipazione di ulteriori Utenti, emergenti già dallo scorso anno, che hanno dato segnali di ottima competenza e passione in merito.. per cui ne  avremmo e avremo letto con passione e interesse, a ciò che sarebbe stato il proprio contributo aggiunto e crescita costante nella professionalità individuale acquisita durante questi ultimi anni.. Davvero Complimenti a tutti!
;) :)

 Bene, adesso bando alle ciance e alle sviolinate.. ;D e andiamo a vedere cosa è accaduto e sta iniziando ad accadere in Stratosfera prima di tutto, grazie ad una partenza inizialmente blanda(settembre e prima parte di Ottobre..) e poi in 5° marcia con curvatura ad onda, dell'Autunno a livello Troposferico, per cui gettano una decisa azione di disturbi di calore ad ondulazione meridiana e onde lunghe e convergenti, grazie ad un VP che ha ceduto nella seconda parte di Ottobre regalando un finale esplosivo e importantissimo per le cronache sia Stratosferiche future, che nel mantenere l'impronta del Cambio di Pattern attivato con il Reversal dello scorso fine Inverno.., dando così la nascita ai primi Upper Warming Siberiani(che andrò ad analizzare successivamente in questo post..), che come da copione non potevano che mancare ad una così sfrenata partenza della Stratosfera, in regime di Raffreddamento ed Approfondimento in ordine di prima armonica.. palesando un evidente accelerata zonale da record, per il periodo e stabilendo il primo Stratcooling precoce.. un SC che è al limite di un nuovo ed ennesimo sfondamento dell'indice NAM(anch'esso probabilmente precoce..) alla pari di un cedimento totale e strutturale dell'intera colonna isobarica del VP ad effetto di un probabile ESE da T-S-T event, modulato appunto dalla Troposfera in crisi nelle ultime 2 settimane, per cui la partenza dei flussi di calore ad opera della persistente Ondulazione di una Wave 2(Onda Atlantica in regime di un sensibile ed evidente calo dell'indice NAO ad impronta dello scorso Reversal di cui prima..) in combinazione ad una Wave 3(Onda Euro-Asiatica) defilata verso il comparto Europeo.. ed una crescita esponenziale dello Snowcover Siberiano ed Euro-Asiatico, per conseguenza della costante e sempre più pesante crisi dei ghiacci Artici a livello marino e costiero delle aree a partir dal Mardi Barents e Kara.. prodromici ad anomalie di persistenza, per cui si associano Ondulazioni Anticicloniche che modulano il getto in senso meridiano nelle aree Euro-Asiatiche di pertinenza dando vita ad un'accelerata repentina ed intensa dello Snowcover di cui prima, e flessione dell'Oscillazione Artica(AO) in un contesto di calo repentino e strutturale, nel dare vita ad un VP destrutturato e disturbato alla base, ed allungato e disassato a 10hpa nei prossimi giorni(come mostrerò nelle immagini che seguiranno..).

 Queste condizioni, sono atipiche per il periodo fortemente precoce.. ma in un contesto di azione da manuale, per un quadro evolutivo con sfociamento ad ESE(Warm o Cold?).. mi preme dire che effettivamente la dinamica nasce come figlia di un assetto evolutivo messo in fase dallo scorso fine inverno, ad effetto del doppio MMW, con cambio del Pattern e dell'intero WR emisferico(così detto e noto Reversal Pattern).. e di cui già Cloover ci ha ben mostrato ed esposto anticipatamente in questa discussione con larga ed esaustiva disamina.. ;)
Questo contesto ha le stesse potenzialità e dinamiche, per cui un'evidente e molto probabile ESE event si verifichi in entrambe le direzioni.. che siano di tipo Warm o di Tipo Cold.. tutto con una progressiva azione di disturbo generato dall'attivazione dell'Onda Pacifica(Wave 1 o Wave Mother) ad opera dei primi Upper Warming Siberiani che iniziano già a farsi strada a partire dalle 72h(periodo altamente attendibile per confermare la dinamica evolutiva della prima Onda in azione e disturbo verso i piano Stratosferici..)..:



 
.. di fatti, da ciò che si evince.. il disturbo parte appunto lì dove le anomalie sono persistenti, come nello scorso autunno.. e quindi dando vita ad una azione siberiana di disturbo progressivo, che genera l'attivazione e modulazione della Wave Mother, che nello specifico si palesa con gli stessi movimenti isobarici per cui ha dato vita, lo scorso autunno/inverno, alla persistente spina nel fianco del VPS ed intera trasmissione destrutturata della colonna ai vari piani isentropici.
Abbiamo visto una quasi classica azione da CW(Canadian Warming ) che in pratica non lo è stato a tutti gli effetti(argomento molto discusso e messo in contrasto dai più..).. per ragioni legate alla natura della stessa azione, con riferimento e partenza dal lato Siberiano e trasmissione dell'Onda Pacifica in inclinazione molto retrograda, rispetto alla classica e da manuale azione da CW come da letteratura.
 E di fatti, gli ultimi aggiornamenti recano la stessa ed identica azione in evoluzione nei prossimi giorni..:

..a 120h




..a 180h





..a 240h




..e calo delle velocità del Zonal Wind dopo l'accelerata dell'improvvisa partenza a mille del VPS..:



..evidente flessione del decorso dello Zonal Wind ad opera di iniziali disturbi siberiani, con i primi flussi di calore generati dall'attrito dovuto alle forti vorticità assunte dal VPS in partenza e tentennamento associato ad una svanita progressione del SC in fase di punto di non ritorno ad un NAM in superamento..:


 
 Messo in chiaro il fatto, che simile azione è anche prodromica di ulteriori accelerate zonali improvvise e forti, per mantenimento del momento angolare, e per cui un VPS a 10hpa possa generare un classico movimento di riconquista del polo geografico e riposizionamento nel suo core di origine, con ulteriore approfondimento e raffreddamento dello stesso andando pericolosamente a far sfiorare, o addirittura, sfondare la sensibile soglia del NAM.. come comunque accaduto d'altronde lo scorso anno(anche se in maniera molto sofferta, per via della costante Onda Pacifica in progressiva e continua azione di disturbo, mantenendo un VPS allungato e decentrato per tutto il periodo noto..).. ma a dinamiche molto simili al Canadian Warming di cui sopra.

 Questa invece, ha tutta l'aria di una partenza davvero in 5° marcia come detto prima.. per via principalmente legata agli assetti Troposferici, con in primis le SST di riferimento, come mostrato da Filippo.. dunque, aree sensibili alla disposizione del Pattern più esplosivo nella nostra area, in termini Invernali.. che vedono il raggiungimento della negatività nelle anomalie adeguatamente assimilabili all'Imprinting dello scorso Reversal.
 Di fatti si confermano le anomalie negative ricomparse sia in area Pacifica lungo le coste statunitensi occidentali, che quelle in Area RM a largo di Terranova, ove l'uscita del getto canadese viene mantenuto più contratto e non disteso verso il Nord Atlantico dando più possibilità d'ondulazione convergente tramite una modulazione dell'Indice NAO in chiaro cambio di segno costante.. poi abbiamo appunto l'area Euro Asiatica sotto il 40° parallelo in netta anomalia negativa per una considerevole accelerata dello Snowcover a garanzia del fatto occorso tramite la costante Ondulazione Atlantica in senso meridiano verso i Comparti Euro-Scandinavi e convergenza verso le Aree sensibili Artiche dove si riscontrano appunto le forti anomalie positive tra Mar di Barents e Kara.. e in ultimo, ma non di meno importanza, la forte anomalia positiva ricomparsa in estremo oriente settore Russo-Asiatico a ridosso dell'Area Namias di pertinenza Pacifica Est-Settentrionale..:



 Insomma che dire di più? ;)

 Abbiamo una situazione davvero ghiotta che si sta profilando pian piano, tanto quanto quella di un ennesimo ESE Cold da NAM superato.. che in questo caso potrebbe arrivarci così di anticipo, che a partir dalla seconda decade di Gennaio, ci terrebbe fuori dai giochi del VP forte eventualmente scaturitosi.. e che comunque ci può riservare una seconda parte invernale di tutto rispetto con un probabile MMW nella prima metà di gennaio. ::)

Conclusioni.. direi che le ottime e potenziali sensazioni di fine Estate siano ancora valide e in atto! :o ;)
Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere.

Offline Frasnow

  • Novizio
  • **
  • Post: 47
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 51
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #319 il: Novembre 02, 2018, 01:24:35 pm »
Scusatemi la latitanza.. :-X Quest'autunno/inverno sarò un po più limitato e conciso nel mio contributo, non ho purtroppo molte occasioni per connettermi e partecipare attivamente come lo scorso autunno/inverno.. :-\
 Avendo incombenze personali di prioritaria importanza, mi ostacolano ovviamente nel poter ritagliare sufficientemente spazio per questa nostra passione.. ma di tanto in tanto spero di poter contribuire nel miglior modo possibile e vi chiedo venia se non sarà sufficientemente abbastanza per la nostra causa invernale. ??? ::)

 Comunque eccomi qui per dire la mia in maniera rapida e velatamente criptica.. :o
 Innanzitutto Complimenti a tutti! per l'ottimo lavoro svolto fin qui egregiamente.. e per la grande e sempre crescente competenza e professionalità che questo Forum acquisisce di anno in anno, oltre all'Ammirevole Filippo che come ogni anno ci sciorina le sue importantissime e mirabili indicazioni ed intuizioni.. e non da meno dal Nonno Rodano come sempre in gran spolvero.. per cui ci getta la giusta base di partenza, per un quadro Stagionale già al quanto pronto, alle iniziali analisi e previsioni che ci traghetteranno da oggi in poi al prossimo Inverno.. probabilmente con la "I" Maiuscola? ::) ;)

 Mi Congratulo, come già avevo paventato nel Topic aperto da me ad inizio Settembre.. sulla potenziale partecipazione di ulteriori Utenti, emergenti già dallo scorso anno, che hanno dato segnali di ottima competenza e passione in merito.. per cui ne  avremmo e avremo letto con passione e interesse, a ciò che sarebbe stato il proprio contributo aggiunto e crescita costante nella professionalità individuale acquisita durante questi ultimi anni.. Davvero Complimenti a tutti!
;) :)

 Bene, adesso bando alle ciance e alle sviolinate.. ;D e andiamo a vedere cosa è accaduto e sta iniziando ad accadere in Stratosfera prima di tutto, grazie ad una partenza inizialmente blanda(settembre e prima parte di Ottobre..) e poi in 5° marcia con curvatura ad onda, dell'Autunno a livello Troposferico, per cui gettano una decisa azione di disturbi di calore ad ondulazione meridiana e onde lunghe e convergenti, grazie ad un VP che ha ceduto nella seconda parte di Ottobre regalando un finale esplosivo e importantissimo per le cronache sia Stratosferiche future, che nel mantenere l'impronta del Cambio di Pattern attivato con il Reversal dello scorso fine Inverno.., dando così la nascita ai primi Upper Warming Siberiani(che andrò ad analizzare successivamente in questo post..), che come da copione non potevano che mancare ad una così sfrenata partenza della Stratosfera, in regime di Raffreddamento ed Approfondimento in ordine di prima armonica.. palesando un evidente accelerata zonale da record, per il periodo e stabilendo il primo Stratcooling precoce.. un SC che è al limite di un nuovo ed ennesimo sfondamento dell'indice NAM(anch'esso probabilmente precoce..) alla pari di un cedimento totale e strutturale dell'intera colonna isobarica del VP ad effetto di un probabile ESE da T-S-T event, modulato appunto dalla Troposfera in crisi nelle ultime 2 settimane, per cui la partenza dei flussi di calore ad opera della persistente Ondulazione di una Wave 2(Onda Atlantica in regime di un sensibile ed evidente calo dell'indice NAO ad impronta dello scorso Reversal di cui prima..) in combinazione ad una Wave 3(Onda Euro-Asiatica) defilata verso il comparto Europeo.. ed una crescita esponenziale dello Snowcover Siberiano ed Euro-Asiatico, per conseguenza della costante e sempre più pesante crisi dei ghiacci Artici a livello marino e costiero delle aree a partir dal Mardi Barents e Kara.. prodromici ad anomalie di persistenza, per cui si associano Ondulazioni Anticicloniche che modulano il getto in senso meridiano nelle aree Euro-Asiatiche di pertinenza dando vita ad un'accelerata repentina ed intensa dello Snowcover di cui prima, e flessione dell'Oscillazione Artica(AO) in un contesto di calo repentino e strutturale, nel dare vita ad un VP destrutturato e disturbato alla base, ed allungato e disassato a 10hpa nei prossimi giorni(come mostrerò nelle immagini che seguiranno..).

 Queste condizioni, sono atipiche per il periodo fortemente precoce.. ma in un contesto di azione da manuale, per un quadro evolutivo con sfociamento ad ESE(Warm o Cold?).. mi preme dire che effettivamente la dinamica nasce come figlia di un assetto evolutivo messo in fase dallo scorso fine inverno, ad effetto del doppio MMW, con cambio del Pattern e dell'intero WR emisferico(così detto e noto Reversal Pattern).. e di cui già Cloover ci ha ben mostrato ed esposto anticipatamente in questa discussione con larga ed esaustiva disamina.. ;)
Questo contesto ha le stesse potenzialità e dinamiche, per cui un'evidente e molto probabile ESE event si verifichi in entrambe le direzioni.. che siano di tipo Warm o di Tipo Cold.. tutto con una progressiva azione di disturbo generato dall'attivazione dell'Onda Pacifica(Wave 1 o Wave Mother) ad opera dei primi Upper Warming Siberiani che iniziano già a farsi strada a partire dalle 72h(periodo altamente attendibile per confermare la dinamica evolutiva della prima Onda in azione e disturbo verso i piano Stratosferici..)..:


 
.. di fatti, da ciò che si evince.. il disturbo parte appunto lì dove le anomalie sono persistenti, come nello scorso autunno.. e quindi dando vita ad una azione siberiana di disturbo progressivo, che genera l'attivazione e modulazione della Wave Mother, che nello specifico si palesa con gli stessi movimenti isobarici per cui ha dato vita, lo scorso autunno/inverno, alla persistente spina nel fianco del VPS ed intera trasmissione destrutturata della colonna ai vari piani isentropici.
Abbiamo visto una quasi classica azione da CW(Canadian Warming ) che in pratica non lo è stato a tutti gli effetti(argomento molto discusso e messo in contrasto dai più..).. per ragioni legate alla natura della stessa azione, con riferimento e partenza dal lato Siberiano e trasmissione dell'Onda Pacifica in inclinazione molto retrograda, rispetto alla classica e da manuale azione da CW come da letteratura.
 E di fatti, gli ultimi aggiornamenti recano la stessa ed identica azione in evoluzione nei prossimi giorni..:

..a 120h



..a 180h



..a 240h

..e calo delle velocità del Zonal Wind dopo l'accelerata dell'improvvisa partenza a mille del VPS..:



..evidente flessione del decorso dello Zonal Wind ad opera di iniziali disturbi siberiani, con i primi flussi di calore generati dall'attrito dovuto alle forti vorticità assunte dal VPS in partenza e tentennamento associato ad una svanita progressione del SC in fase di punto di non ritorno ad un NAM in superamento..:


 
 Messo in chiaro il fatto, che simile azione è anche prodromica di ulteriori accelerate zonali improvvise e forti, per mantenimento del momento angolare, e per cui un VPS a 10hpa possa generare un classico movimento di riconquista del polo geografico e riposizionamento nel suo core di origine, con ulteriore approfondimento e raffreddamento dello stesso andando pericolosamente a far sfiorare, o addirittura, sfondare la sensibile soglia del NAM.. come comunque accaduto d'altronde lo scorso anno(anche se in maniera molto sofferta, per via della costante Onda Pacifica in progressiva e continua azione di disturbo, mantenendo un VPS allungato e decentrato per tutto il periodo noto..).. ma a dinamiche molto simili al Canadian Warming di cui sopra.

 Questa invece, ha tutta l'aria di una partenza davvero in 5° marcia come detto prima.. per via principalmente legata agli assetti Troposferici, con in primis le SST di riferimento, come mostrato da Filippo.. dunque, aree sensibili alla disposizione del Pattern più esplosivo nella nostra area, in termini Invernali.. che vedono il raggiungimento della negatività nelle anomalie adeguatamente assimilabili all'Imprinting dello scorso Reversal.
 Di fatti si confermano le anomalie negative ricomparse sia in area Pacifica lungo le coste statunitensi occidentali, che quelle in Area RM a largo di Terranova, ove l'uscita del getto canadese viene mantenuto più contratto e non disteso verso il Nord Atlantico dando più possibilità d'ondulazione convergente tramite una modulazione dell'Indice NAO in chiaro cambio di segno costante.. poi abbiamo appunto l'area Euro Asiatica sotto il 40° parallelo in netta anomalia negativa per una considerevole accelerata dello Snowcover a garanzia del fatto occorso tramite la costante Ondulazione Atlantica in senso meridiano verso i Comparti Euro-Scandinavi e convergenza verso le Aree sensibili Artiche dove si riscontrano appunto le forti anomalie positive tra Mar di Barents e Kara.. e in ultimo, ma non di meno importanza, la forte anomalia positiva ricomparsa in estremo oriente settore Russo-Asiatico a ridosso dell'Area Namias di pertinenza Pacifica Est-Settentrionale..:



 Insomma che dire di più? ;)

 Abbiamo una situazione davvero ghiotta che si sta profilando pian piano, tanto quanto quella di un ennesimo ESE Cold da NAM superato.. che in questo caso potrebbe arrivarci così di anticipo, che a partir dalla seconda decade di Gennaio, ci terrebbe fuori dai giochi del VP forte eventualmente scaturitosi.. e che comunque ci può riservare una seconda parte invernale di tutto rispetto con un probabile MMW nella prima metà di gennaio. ::)

Conclusioni.. direi che le ottime e potenziali sensazioni di fine Estate siano ancora valide e in atto! :o ;)
Sei mancato, finalmente qualcuno che spiega in maniera più comprensibile anche per i più "scemi" come me :)

Offline Snowfull

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 545
  • Località: Le botteghe(Fucecchio)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 403
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #320 il: Novembre 02, 2018, 01:26:45 pm »
Luca Orlando sei un mostro di bravura :o 

Offline Bortan

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 565
  • Age: 44
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1452
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #321 il: Novembre 02, 2018, 01:59:29 pm »
Luca orlando complimenti , bella disamina del quadro d'insieme .. sulle tue due opzioni proposte a fine intervento , io punto sulla prima e cioè niente ese cold con superamento soglia nam ma mmw dicembrino con vp weak per il resto della stagione ...   :o
Un giorno riuscirò a scavare un cunicolo nella neve ...

Offline Aperol Split

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 140
  • Località: Sassoguidano(Mo)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 61
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #322 il: Novembre 02, 2018, 02:16:47 pm »
Luca sei un grande.

Ben ritrovati e voi siete a conoscenza  del mio proverbiale ottimismo.
Ma ci vado più cauto degli illustri predecessori che hanno scritto qui.
Vedo una situazione ancora non definitiva e cristallina che potrebbe portare ad un evento storico( non Mi riferisco ora al fazzoletto italiano o alle conseguenze che porterebbe bensì alla particolare precocità dello stesso), ovvero un MMW anticipatissimo.   :o
Tuttavia segnali opposti ancora vi sono e porterebbero al classico superamento della soglia Nam, soglia che spererei venisse superata nel più breve tempo possibile, nel caso, in modo tale da avere un gennaio-febbraio scoppiettante.
Purtroppo alcuni disturbi potrebbero semplicemente prolungare il termine entro il quale la soglia venga superata, danneggiandoci in chiave futura invernale.

Una cosa è certa... MMW anticipato o soglia subito superata e probabile MMW rimandato a Gennaio, cascheremmo sempre in piedi.
Unico pericolo da scongiurare un superamento soglia tardivo, ma per ora la vedo come opzione secondaria.

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1092
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 109
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #323 il: Novembre 02, 2018, 02:39:10 pm »
al momento, almeno da parte mia, l'unica perplessità rimane la situazione in alta-stratosfera, sia osservata fin qui che prevista dai GM..Rimarrebbero infatti inalterate le anomalie negative di GPT, il che difficilmente (per non dire mai) si osserva nei 15-20 giorni precedenti a disturbi efficaci.. ::)

per il resto le anomalie che ci propongono i GM nei prossimi 10-15 giorni sembrerebbero ottime, non tanto per quanto riguarda la situazione siberiana, la quale a Novembre dice poco o niente sul futuro inverno (spesso elevati valori di SLP in zona "orso" nel mese di Novembre hanno preceduto inverni deludenti), quanto piuttosto per le anomalie da terranova fino alla francia passando per la GB, queste si correlate alla NAO invernale.. ::)

ricordo anche l'alta correlazione (0,403 su 1990-2017) tra la NAO di Novembre e quella di Dicembre, può sembrare banale, ma aiuta a capire se il mese in corso prometta bene riguardo la prima parte invernale.. ;)
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline alessandro1985

  • Novizio
  • **
  • Post: 24
  • Age: 33
  • Località: milano
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 17
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #324 il: Novembre 02, 2018, 03:38:17 pm »
discussione veramente di grande qualità
complimenti a tutti!

Offline Frasnow

  • Novizio
  • **
  • Post: 47
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 51
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #325 il: Novembre 02, 2018, 03:48:24 pm »
discussione veramente di grande qualità
complimenti a tutti!
Concordo, livelli altissimi!  8)

Offline alessandro1985

  • Novizio
  • **
  • Post: 24
  • Age: 33
  • Località: milano
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 17
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #326 il: Novembre 02, 2018, 04:26:48 pm »
comunque potremmo davvero essere prossimi al ricambio del persistente ciclo nao che quest'anno ha fatto segnare valori da record (per altro sarebbe stata l'unica annata della serie storica a presentare non solo valori assoluti elevatissimi nei primi nove mesi ma nemmeno un segno meno senza il potente warming che comunque è stato prontamente riassorbito in questo senso)
2018   1.44   1.58  -0.93   1.24   2.12   1.09   1.39   1.97   1.67

sin'ora segnali molto significativi





ghiacci nettamente sbilanciati





le ssta che andranno a modularsi nel nord del pacifico secondo il segnale enso, cominciano i raffreddamenti al largo degli states e la dispersione del calore accumulato alle medie latitudini in atl durante la persistente fase + anche in estate

la fase discendete del ciclo solare che è ben correlata ad una nao+ ormai al termine
valori da pieno minimo che non avevamo 12 mesi fa sia nel solar flux che soprattutto per l'indice elettromagnetico



la correlazione con la fase solare è buona anche in relazione al ciclo qbo che ormai si sta avviando al ricambio ma come già avvenuto per il ciclo 12-13 presenta una sfasatura tra i piani isobarici laddove mentre dovremmo essere all'inversione per i 30 i 50 hanno avuto il picco negativo proprio il mese scorso

2018  -0.06  -0.19  -0.13  -0.49  -1.24  -1.75  -1.97  -2.07  -2.24


Offline alessandro1985

  • Novizio
  • **
  • Post: 24
  • Age: 33
  • Località: milano
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 17
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #327 il: Novembre 02, 2018, 05:42:57 pm »
tra parentesi un occhio anche alla progressione della mjo lo butterei








Offline Frasnow

  • Novizio
  • **
  • Post: 47
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 51
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #328 il: Novembre 02, 2018, 05:47:06 pm »
La MJO in quale magnitudo e in che modo può influenzare il VP e/o la sua circolazione?

Offline alessandro1985

  • Novizio
  • **
  • Post: 24
  • Age: 33
  • Località: milano
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 17
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #329 il: Novembre 02, 2018, 06:31:49 pm »
La MJO in quale magnitudo e in che modo può influenzare il VP e/o la sua circolazione?


ovviamente più la magnitudo è intensa più saranno incisivi gli impatti sulla circolazione alle medie latitudini
in particolare la associamo alla capacità dell'intensa ventilazione (componente occidentale nei bassi strati e orientale alle medie quote) che alimenta i sistemi temporaleschi legati all'attività convettiva di impattare sull'andamento del getto
influenzare l'andamento e l'incisività delle rossby ed eventualmente incentivare i flussi di calore verso le latitudini polari
senza andare troppo lontano a fine gennaio/inizio febbraio la mjo raggiunse valori di magnitudo eccezionali in fase 6-7

http://www.bom.gov.au/climate/mjo/graphics/rmm.74toRealtime.txt






non so se ti ho risposto ma ci ho provato  :)

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14650
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3502
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #330 il: Novembre 02, 2018, 06:39:31 pm »
al momento, almeno da parte mia, l'unica perplessità rimane la situazione in alta-stratosfera, sia osservata fin qui che prevista dai GM..Rimarrebbero infatti inalterate le anomalie negative di GPT, il che difficilmente (per non dire mai) si osserva nei 15-20 giorni precedenti a disturbi efficaci.. ::)

per il resto le anomalie che ci propongono i GM nei prossimi 10-15 giorni sembrerebbero ottime, non tanto per quanto riguarda la situazione siberiana, la quale a Novembre dice poco o niente sul futuro inverno (spesso elevati valori di SLP in zona "orso" nel mese di Novembre hanno preceduto inverni deludenti), quanto piuttosto per le anomalie da terranova fino alla francia passando per la GB, queste si correlate alla NAO invernale.. ::)

ricordo anche l'alta correlazione (0,403 su 1990-2017) tra la NAO di Novembre e quella di Dicembre, può sembrare banale, ma aiuta a capire se il mese in corso prometta bene riguardo la prima parte invernale.. ;)



Bè insomma, a Novembre la situazione in Siberia ci  dice cmq molto, senza stare a guardare troppo il passato ma semplicemente seguendo i processi fisici dipendenti.
Osservando i valori termici, perchè sappiamo bene che la temperatura influenza anche quelli dinamici .Venti, pressione e quindi ondulazioni. E che raffreddi la Siberia è uno dei punti cardine del mese di Novembre.

L'abbassamento della storm tracks euro-atlantica genera quel blocco zonale coriaceo su Scand ed est Europa, favorendo il raffreddamento siberiano.
Il raffreddamento siberiano(in particolare nei settori centrali),  modula la jet-stream sul Pacifico, indebolendo la depressione aleutinica e centralizzando l'ondulazione, con vorticità anche su Alaska che rallenta il getto in uscita dagli States(PNA-) oltre naturalmente ad abbassare l'altezza della tropopausa (e quindi dei gpt) proprio sulla Siberia:



L'evoluzione è un progressivo incremento del grado di ellitticizzazione del VP( 2waves number pattern), dove il lobo canadese si ritrova  con bassi geopotenziali e molta vorticità potenziale ma con scarso apporto freddo al suolo, evidenziando l'elevata baroclinicità del sistema:




Il risultato è questo:




AO- e NAO-.
Ed il NAM non farà altro che innescare quel potente heat flux (Dicembrino?  :-X ;D)  generato dall'incremento graduale delle EPV.

PS (una salutone anche al mitico Luca Orlandi!  8) )
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Porano444

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 327
  • Località: Porano ( TR )
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 65
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #331 il: Novembre 02, 2018, 07:03:53 pm »
Dimenticavo….vi saluta GFS12 a 384 ore…..
Modula forte in area Bering…..
meglio star zitti e dar l'impressione di essere stupidi...che parlare e darne la conferma!!!( by la prof. d'Italiano al liceo....)

Offline Bortan

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 565
  • Age: 44
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1452
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #332 il: Novembre 02, 2018, 07:10:10 pm »
Che dire Filippo ...nn diciamo niente , solo
Un giorno riuscirò a scavare un cunicolo nella neve ...

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1092
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 109
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #333 il: Novembre 02, 2018, 07:11:21 pm »


Bè insomma, a Novembre la situazione in Siberia ci  dice cmq molto, senza stare a guardare troppo il passato ma semplicemente seguendo i processi fisici dipendenti.
Osservando i valori termici, perchè sappiamo bene che la temperatura influenza anche quelli dinamici .Venti, pressione e quindi ondulazioni. E che raffreddi la Siberia è uno dei punti cardine del mese di Novembre.

L'abbassamento della storm tracks euro-atlantica genera quel blocco zonale coriaceo su Scand ed est Europa, favorendo il raffreddamento siberiano.
Il raffreddamento siberiano(in particolare nei settori centrali),  modula la jet-stream sul Pacifico, indebolendo la depressione aleutinica e centralizzando l'ondulazione, con vorticità anche su Alaska che rallenta il getto in uscita dagli States(PNA-) oltre naturalmente ad abbassare l'altezza della tropopausa (e quindi dei gpt) proprio sulla Siberia:

L'evoluzione è un progressivo incremento del grado di ellitticizzazione del VP( 2waves number pattern), dove il lobo canadese si ritrova  con bassi geopotenziali e molta vorticità potenziale ma con scarso apporto freddo al suolo, evidenziando l'elevata baroclinicità del sistema:




Il risultato è questo:




AO- e NAO-.
Ed il NAM non farà altro che innescare quel potente heat flux (Dicembrino?  :-X ;D)  generato dall'incremento graduale delle EPV.

PS (una salutone anche al mitico Luca Orlandi!  8) )

si, intendevo dire che la correlazione è bassa o nulla se si considera la zona della siberia utilizzata per il calcolo delo SHI (40_65N 80_120E) e questo perchè la NAO risulta negativa quando si hanno fortissime anomalie positive di SLP a novembre, poi torna in positivo per ridiscendere in negativo di nuovo con forti anomalie negative di SLP.. ;)

diciamo che se si è sicuri di avere un super-orso a Novembre conviene puntarci forte, se invece deve essere un bell'animale ma nulla di più allora tanto vale augurarsi che non si faccia vedere proprio.. :D :D :D
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14650
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3502
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #334 il: Novembre 02, 2018, 07:48:34 pm »
Dimenticavo….vi saluta GFS12 a 384 ore…..
Modula forte in area Bering…..


Io ti saluto con questa  8) :D





La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Millibar

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 415
  • Località: Vasto
  • La natura il mare il sole e la neve nel cuore
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 319
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #335 il: Novembre 02, 2018, 08:53:20 pm »
davvero bello leggere la vostra passione , al di la di tutto condividere questi momenti sono emozione pura per chi aspetta un semplice fiocco di neve. complimenti a tutti

Offline Frasnow

  • Novizio
  • **
  • Post: 47
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 51
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #336 il: Novembre 02, 2018, 08:54:22 pm »
ovviamente più la magnitudo è intensa più saranno incisivi gli impatti sulla circolazione alle medie latitudini
in particolare la associamo alla capacità dell'intensa ventilazione (componente occidentale nei bassi strati e orientale alle medie quote) che alimenta i sistemi temporaleschi legati all'attività convettiva di impattare sull'andamento del getto
influenzare l'andamento e l'incisività delle rossby ed eventualmente incentivare i flussi di calore verso le latitudini polari
senza andare troppo lontano a fine gennaio/inizio febbraio la mjo raggiunse valori di magnitudo eccezionali in fase 6-7

http://www.bom.gov.au/climate/mjo/graphics/rmm.74toRealtime.txt






non so se ti ho risposto ma ci ho provato  :)

Sisi grazie mille

Offline 980 hPa

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1408
  • Age: 19
  • Località: Tavarnelle Val di Pesa (FI) - 378 m s.l.m.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 151
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #337 il: Novembre 03, 2018, 07:35:21 pm »
davvero bello leggere la vostra passione , al di la di tutto condividere questi momenti sono emozione pura per chi aspetta un semplice fiocco di neve. complimenti a tutti
Verissimo
Inoltre veramente notevole anche il livello didattico e la qualità della discussione... complimenti davvero  ;)

Offline Effetto_Albedo

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 759
  • Località: Pavia
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #338 il: Novembre 03, 2018, 08:13:55 pm »
I 2 principali GM nel lungo vedono un VP molto forte.. chiedo: è quello che vi aspettavate o pensate possano cambiare? O forse leggono un possibile sfondamento del NAM (e se andasse cosi arrivederci a febbraio) ??

Offline Dan996Nav

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1950
  • Località: montevarchi
  • nevofilo
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #339 il: Novembre 03, 2018, 08:49:22 pm »
perchè febbraio

Offline jeanluc

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 219
  • Age: 41
  • Località: Roma Torrevecchia Casalotti
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #340 il: Novembre 03, 2018, 09:09:53 pm »
I 2 principali GM nel lungo vedono un VP molto forte.. chiedo: è quello che vi aspettavate o pensate possano cambiare? O forse leggono un possibile sfondamento del NAM (e se andasse cosi arrivederci a febbraio) ??

Buonasera, vista la situazione tendenzialmente interessante, magari potrebbe accadere, quello che abbiamo vissuto a febbraio. Da una soglia fortemente positiva, fa seguito un crollo dei valori in territorio negativo, nel giro di un tempo non propriamente lungo..

Online Luca Orlando

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1390
  • Age: 44
  • Località: Merlo(Pedemontana Vicentina)
  • Ogni momento è buono per viverlo..
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2237
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #341 il: Novembre 03, 2018, 09:17:55 pm »
I 2 principali GM nel lungo vedono un VP molto forte.. chiedo: è quello che vi aspettavate o pensate possano cambiare? O forse leggono un possibile sfondamento del NAM (e se andasse cosi arrivederci a febbraio) ??
Mi aspetterei comunque una fisiologica contrazione del VP per riposizionamento dei maggiori centri di vorticità.. ;)
 Ma un T-S-T event di tipo Cold, ha molte probabilità che avvenga.. ::) a causa di VPS dopato con rapido raffreddamento.
 E' davvero una situazione in bilico, e legata agli equilibri termodinamici che al momento sono in forte contrasto per una precoce evoluzione dell'SC.. ma comunque un approfondimento del VP lungo tutta la colonna, per Coupling dettato da un eventuale T-S-T, non preclude un altrettanto importante evento Warm a seguire.. io, come detto nel post di ieri, darei molta attenzione al lavoro predominante della Wave Mother, che impedisce una precisa azione di accentramento del core del VPS, inibendo, in un primo momento, la riconquista del polo geografico durante le manovre di conservazione del momento angolare spingendo con un sostenuto forcing persistente(tanto quanto come nello scorso anno..), dal solito fianco dello stretto di Bering/area Alaska.. imprimendo un certo grado di ellitticizzazione al VPS..:



..infatti in un primo Step mi aspetterei un VP più sbilanciato in area Siberiana, con assetto del Pattern AD+(Dipolo Positivo).. ;)

Intanto terrei sott'occhio il NINO che sta ripartendo bene con fase moderata West Based in disposizione Modoki..:








..che in situazione di QBO ancora negativa a 50hpa e Solar Low, hanno buona correlazione in ottica invernale nel trimestre JDF Europeo ed Italiano. ;)
Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere.

Offline Snowfull

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 545
  • Località: Le botteghe(Fucecchio)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 403
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #342 il: Novembre 03, 2018, 09:36:33 pm »
Mi piacerebbe un inverno a trazione anteriore con dicembre sugli scudi, se l'mmw di fine febbraio scorso fosse arrivato un mese prima sarebbe stato ancora più devastante. La nao troppo negativa però ha penalizzato l'orticello italico in termini di durata,ma il resto d'Europa ha visto un evento di portata storica.

Offline jeanluc

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 219
  • Age: 41
  • Località: Roma Torrevecchia Casalotti
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #343 il: Novembre 03, 2018, 09:44:20 pm »
Mi piacerebbe un inverno a trazione anteriore con dicembre sugli scudi, se l'mmw di fine febbraio scorso fosse arrivato un mese prima sarebbe stato ancora più devastante. La nao troppo negativa però ha penalizzato l'orticello italico in termini di durata,ma il resto d'Europa ha visto un evento di portata storica.
Penso che sia il sogno di tutti i freddofili. Immagina una partenza sprint in coincidenza delle giornate più corte dell'anno...  ;D

Offline Marca Fermana

  • CSCT Team
  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 472
  • Località: direttamente dalla Marca Fermana
  • IL CLIMA DEL FUTURO? LA CHIAVE E' NEL PASSATO
    • Mostra profilo
    • mfmeteo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 842
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #344 il: Novembre 04, 2018, 01:25:14 am »
...sembra proprio così Luca Orlando!!...



leggendo alcuni forecast, sembra riafforzarsi, via via, un Nino CP, dopo un based di queste settimane e un basso geomagnetismo dell’AS.

Offline Bortan

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 565
  • Age: 44
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1452
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #345 il: Novembre 04, 2018, 08:36:34 am »
;)
Un giorno riuscirò a scavare un cunicolo nella neve ...

Offline Marca Fermana

  • CSCT Team
  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 472
  • Località: direttamente dalla Marca Fermana
  • IL CLIMA DEL FUTURO? LA CHIAVE E' NEL PASSATO
    • Mostra profilo
    • mfmeteo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 842
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #346 il: Novembre 04, 2018, 12:03:24 pm »
;)

...ed ecco l’indizio di quella virata...

small poem on sister
...e se guardiamo la possibile tendenza media della distribuzione delle anomalie bariche troposferiche sul versante euro-atlantico, sembrerebbe prospettarsi un bel BLOCCO  in NATL

suv 0 60 times
...
  ;)

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14650
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3502
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #347 il: Novembre 04, 2018, 01:13:49 pm »
Complimenti a tutti!  :)

PS( Se qualcuno del CSCT a fine mese  se la sentisse di fare l'Outlook invernale qui su queste pagine si faccia pure avanti. Io quest'anno passo....  ;) )
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline VINCENZO78

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 582
  • Località: Guidonia, Roma
  • La Passione nella Meteo prima di tutto
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 345
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #348 il: Novembre 04, 2018, 01:34:30 pm »
Buon pomeriggio a tutti, continuo a vedere seppur a fatica un VPS troppo forte, e seppur aiutati da parametri troposferici favorevoli credo che la benzina in tropo dettata dal solito surplus termico e sofferenza dei ghiacci artici stia per finire. Nelle code di Gfs si nota quanto postato giorni fa con un Vp influenzato anche nei piani bassi in chiusura e partenza di corcolazioni secondarie da est. Anche la Madden in questo senso lancia segnali con un rientro nel cerchio dopo una buona attività nelle fasi 8-1-2-3.



Per la serie prima sfonda il Nam è meglio è questo tira e molla è deleterio vorrei vivere una seconda parte invernale con il botto.  ;D

Vedremo nei prossimi giorni ma credo che la soluzione al nodo per la stagione invernale sia molto vicina :-X
ADOTTA ANCHE TE UN TEMPORALE NEVOSO

Offline Porano444

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 327
  • Località: Porano ( TR )
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 65
Re:analisi e previsioni stratosfera( stagione 2018/2019)
« Risposta #349 il: Novembre 04, 2018, 01:34:43 pm »
http://www.atmos.albany.edu/facstaff/roundy/waves/analogs/analogs.html
Modello sperimentale.
Anomalie a 300 hpa.
Compare il blocco scandinavo a fine mese,....
meglio star zitti e dar l'impressione di essere stupidi...che parlare e darne la conferma!!!( by la prof. d'Italiano al liceo....)