BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI


Autore Topic: Come sarà l'autunno e prima parte invernale?  (Letto 13344 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Luca Orlando

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1354
  • Age: 44
  • Località: Merlo(Pedemontana Vicentina)
  • Ogni momento è buono per viverlo..
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2104
 Direi che già da questi giorni, si può confabulare qualche chiacchierata di Pre-Analisi autunnale/invernale(prima parte..).
 Partendo di fatto, che la stagione meteorologica prossima, inizia con l'iniziare del mese di Settembre, potremmo dare già un'occhiata a qualche indice teleconnettivo e predittivo di supporto.
 
 Cominciamo in base all'andamento dei principali predictor connessi all'attività della BDC(Brewer-Dobson circulation): ENSO , QBO, PDO, AMO, Attivita' Solare, etc.
 
 La BDC è una circolazione a livello planetario(sia emisferico nord, che sud..), dove le masse d’aria equatoriali salgono di altitudine, a tal punto da sfondare la tropopausa(una stretta zona che separa la troposfera dallo strato successivo, la stratosfera..), e che giungendo in stratosfera divergono verso i poli.
 Questa particolare circolazione ha la funzione di svolgere più attività.. La prima è quella di trasportare e riequilibrare il surplus di calore dell’equatore e il deficit di calore dei poli.
 La seconda invece permette di trasportare l’Ozono (prodotto principalmente all’equatore per effetto della fotolisi dell’ossigeno..) dall’equatore fino ai poli, dove si registrano le concentrazioni maggiori.

 A livello previsionale questa è utilizzata in accoppiata alla Quasi Biennal Oscillation (QBO) e all’attività del ciclo solare. Nello specifico durante QBO+ e Massimo Solare o QBO – e minimo solare, si ha un rafforzamento della BDC, con conseguente maggior trasporto di ozono ai poli. L’opposto accade con le altre due combinazioni, quando si ha un indebolimento della BDC e di conseguenza un minor trasporto di ozono verso le latitudini polari.
 Ovviamente una menzione, di non meno importanza, va data nel contesto di attività solare, alla Radiazione Cosmica in funzione della più o meno reazione con presenza di Ozono in Atmosfera Stratosferica.
 Consci del fatto che l'Ozono è importante nel filtrare i raggi UV, di per se viene in interazione anche per la produzione di particelle molecolari di vapore acqueo con l'aumento della Radiazione Cosmica, dove una modulazione dell'intensità di assorbimento dei Raggi Cosmici va ad innescare un processo di ionizzazione atmosferica terrestre che stando ad alcuni studi e ricerche in corso(vedi progetto Cloud del CERN e teoria sulla formazione dell'aumento di copertura nuvolosa di Jasper Kirkby.. http://press.cern/press-releases/2011/08/cerns-cloud-experiment-provides-unprecedented-insight-cloud-formation
http://science.orf.at/stories/1717291/) va ad interagire con la la produzione di nuclei di condensazione nelle goccioline delle nubi. “Particolare quelli che sono formate da gas, o di conversione del gas-particelle” Essi rappresentano circa la metà dei nuclei di condensazione nell’atmosfera.(cit.)

 Dunque, avendo più di un ingrediente nel congetturare alcune ipotesi di analisi stagionale Autunnale e primissima parte iniziale invernale.. Direi che diversi Predictor a partir dal principale indagato riferibile all'accoppiata Attività Solare e Qbo.. Vanno a confluire su una tipica situazione di dinamica evoluztiva a carattere principalmente perturbato e fresco.
 Avendo un maggiore trasporto di Ozono verso il polo, dato da una BDC Strong in complicità dell'accoppiata Attività Solare Low/QBO-(come specificato sopra..) e un coincidente e plausibile aumento della Radiazione Cosmica in funzione del minimo solare.. Si può ipotizzare una più facile e veloce perturbabilita' atmosferica grazie al maggior processo di condensazione, generando accumuli di vapor acqueo più persistenti e semipermanenti negli strati più bassi a livello troposferico.
 Dunque l'incidenza di questi primi fattori, con la peculiarità dei predictor di maggior rilevanza.. pone un importante base di partenza al primo approccio analitico previsionale stagionale.

 Assodato questo primo step predittivo, con alcuni dei principali indici a disposizione per un buon periodo evolutivo stagionale, che molto probabilmente(o meglio sicuramente..) ci accompagnerà fino alla fine della stagione invernale, andiamo a prendere in esame, e immediatamente a seguire e non meno importante, l'indice ENSO che si sta assestando su una debole positività, ma con inclinazione ad un andamento pressappoco neutrale.. scandito da un Nino debole e tutt'al più neutrale:








..e relative SSTA di supporto al monitoraggio:



Previsionale Autunno/Inverno secondo il modella CFSv2 con Nino Moderato..:






 Considerando l'andamento dell'ENSO, tra neutrale e il moderato, si può ipotizzare un significativo contributo all'accoppiata solare e QBO, di non poco conto. Andando ad enfatizzare una probabile situazione di perturbabilita' atmosferica di cui sopra, con diversi episodi di Surplus pluviometrico ed Isotermico, durante il proseguimento stagionale preso in esame.
 Ponendo un principale precursore ad un sottomedia stagionale dal lato delle temperature ed un deciso aumento pluviometrico, attraverso un'escalation di configurazioni bariche di facile assetto ad EUL Pattern, indicativamente prodotte da un'oscillazione Artica(AO) mediamente negativa a tratti neutrale.. ed una Oscillazione Nord Atlantica(NAO) con evoluzione negativa ereditata dal Reversal Pattern dell'intero WR emisferico, verificatosi nella seconda metà invernale scorsa.

 Comunque, per ciò che riguarda gli indici AO e NAO ci riaggiorneremo al più presto con le prime indicazioni dettate dalla nuova formazione del VP tra settembre ed ottobre.

 ;)


« Ultima modifica: Agosto 25, 2018, 08:21:01 am da Luca Orlando » »


Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere.

Offline barione

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 463
  • Age: 45
  • Località: Firenze - zona Castello
  • Firenze - Aeroporto
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 8
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #1 il: Agosto 16, 2018, 05:14:40 pm »
Oh!!! Ora si che si comincia a parlare di cose interessanti!! Bravo luca bella iniziativa  :D...si sente già profumk d'autunno  :-[
Ps un saluto a tutti vi seguo sempre con grande interesse!!
FPM73

Offline Orso russo

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 332
  • Age: 31
  • Località: Sermide (MN)
  • Burian.....atlantico basso....Burian...
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 406
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #2 il: Agosto 16, 2018, 07:16:58 pm »
Per quel poco che ho imparato in questi anni, mi sembra che ci siano diversi Indici che sono disposti come non succedeva da anni, certo che oramai si conoscono talmente tanti indici che ne esce sempre uno nuovo a scardinare tutto.....a parte gli scherzi un'accoppiata Solar Flux Low e Minimo solare (in discesa) con QBO - non si vedeva da una decina di anni......poi se l'Enso rimane neutrale o appena positivo, non partiamo male......bisognerebbe vedere la BDC a fine agosto, ricordo che Cloover dava molta importanza a questo aspetto.....le SSTA non mi sembrano malaccio......

Offline 980 hPa

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1293
  • Age: 19
  • Località: Tavarnelle Val di Pesa (FI) - 378 m s.l.m.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 119
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #3 il: Agosto 16, 2018, 08:58:16 pm »
Complimenti Luca bellissimo intervento!

Offline Stevesylvester

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 4275
  • Age: 53
  • Località: San Giovanni V.no (AR) (ma Grossetano)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 834
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #4 il: Agosto 17, 2018, 12:23:23 am »
Grazie, grazie! Intervento dettagliatissimo e graditissimo nelle prospettive.

Offline Burian.84

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 147
  • Località: Roma
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 91
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #5 il: Agosto 17, 2018, 05:15:00 am »
Grande,è un piacere rileggere le tue analisi.

Offline Nucleo89

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3689
  • Age: 29
  • Località: Campopiano (Pistoia) - 350 m s.l.m
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 437
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #6 il: Agosto 17, 2018, 09:37:44 am »
Bell’intervento come al solito, incrociamo le dita allora  ;)

Offline esenaiof

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3698
  • Località: Foiano della Chiana (Arezzo)
    • Mostra profilo
    • dati meteo Foiano della Chiana
  • Likes:
  • Likes Concessi: 760
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #7 il: Agosto 17, 2018, 10:27:49 am »
Ponendo un principale precursore ad un sottomedia stagionale dal lato delle temperature ed un deciso aumento pluviometrico, attraverso un'escalation di configurazioni bariche di facile assetto ad EUL Pattern, indicativamente prodotte da un'oscillazione Artica(AO) mediamente negativa a tratti neutrale.. ed una Oscillazione Nord Atlantica(NAO) con evoluzione negativa ereditata dal Reversal Pattern dell'intero WR emisferico, verificatosi nella seconda metà invernale scorsa.
in 90 gg autunnali dovremmo vedere questa anomalia di GPT a 500 hPa?


L'ultima volta è successo nell'autunno 2010.
« Ultima modifica: Agosto 17, 2018, 10:43:38 am da esenaiof » »

Offline Luca Orlando

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1354
  • Age: 44
  • Località: Merlo(Pedemontana Vicentina)
  • Ogni momento è buono per viverlo..
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2104
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #8 il: Agosto 17, 2018, 12:04:25 pm »
in 90 gg autunnali dovremmo vedere questa anomalia di GPT a 500 hPa?


L'ultima volta è successo nell'autunno 2010.
Ovviamente non tutti e 90.. :D
Ma probabilmente il Pattern che si strutturera' durante il periodo autunnale, sarà quello dominante nella stagione invernale.
 Sappiamo tutti che l'autunno è un passaggio di consegne tra il finale estivo e la nuova elaborazione barica che caratterizzerà l'inverno seguente.
 Tra l'altro il VP nascerebbe dalle ceneri di ciò che è stato durante la sua fase morente nel finire invernale e prima parte primaverile Marzolino scorso.

 Dunque un VP a trazione posteriore che avrà poca forza di fortificarsi e restare compatto come negli anni 2011/17 con l'impronta appunto degli anni 2005-2010.. tra l'altro in quegli anni si trascorse il minimo solare del SC 23 con caratteristiche similari all'attuale in corso.
 La QBO proprio tra gli anni 2005-2006, 2007-2008 e 2009-2010 visse la sua oscillazione negativa a 30 hpa in concomitanza del minimo solare scorso..:

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/data/indices/qbo.u30.index

..e a 50 hpa tra gli anni 2005-2006, 2007-2008 e 2010-2011:

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/data/indices/qbo.u50.index



Tra l'altro si viaggiava con una PDO negativa ed un ENSO mediamente tra il debole positivo e negativo e neutralità, senza eccessi di moderazione o forte intensità..:



Un indice NAO mediamente negativo..:



Indice AO tra debole e neutralità..:



 ;)
Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere.

Offline Dan996Nav

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1911
  • Località: montevarchi
  • nevofilo
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #9 il: Agosto 17, 2018, 12:58:09 pm »
MICA MALE ..un 2010 non mi farebbe schifo  :D

Offline esenaiof

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3698
  • Località: Foiano della Chiana (Arezzo)
    • Mostra profilo
    • dati meteo Foiano della Chiana
  • Likes:
  • Likes Concessi: 760
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #10 il: Agosto 17, 2018, 02:49:39 pm »
Ovviamente non tutti e 90.. :D
tutti e 90 li metto in reanalisys e dovrebbe uscire quell'anomalia media...in quel senso

Offline Luca Orlando

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1354
  • Age: 44
  • Località: Merlo(Pedemontana Vicentina)
  • Ogni momento è buono per viverlo..
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2104
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #11 il: Agosto 17, 2018, 03:54:07 pm »
tutti e 90 li metto in reanalisys e dovrebbe uscire quell'anomalia media...in quel senso
;)
Magari! Vien fuori sul serio.. :D

Comunque si parte sicuramente bene e anche meglio rispetto agli ultimi anni.. soprattutto allo scorso anno, che già di per se è davvero notevole. ::) ;)
Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere.

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13054
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2758
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #12 il: Agosto 17, 2018, 03:57:58 pm »
;)
Magari! Vien fuori sul serio.. :D

Comunque si parte sicuramente bene e anche meglio rispetto agli ultimi anni.. soprattutto allo scorso anno, che già di per se è davvero notevole. ::) ;)

Ciao Luca bentornato un piacere rileggerti! Eh si grazie allo sconquasso dello scorso semestre invernale abbiamo sistermato gli ultimi tassselli disponibili ..e anzi chissà che non possa intervenire ancora la ciliegina sulla torta... ::)

Offline Frasnow

  • Novizio
  • **
  • Post: 37
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 40
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #13 il: Agosto 18, 2018, 12:12:50 pm »
Questo 3d l'ho aspettato come un bambino aspetta babbo natale il 24 sera  ;D ;D ;D

Offline Bortan

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 523
  • Age: 44
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1346
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #14 il: Agosto 21, 2018, 09:39:59 pm »
Ben ritrovati a tutti dopo il letargo estivo .. siamo pronti per ripartire sulla giostra invernale ... grande luca bella analisi .... gli indici ci danno belle speranze ... barra a dritta  ;D
Un giorno riuscirò a scavare un cunicolo nella neve ...

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1054
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 103
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #15 il: Agosto 22, 2018, 06:59:50 pm »
mi ci vorrà un po' per studiarmi tutta la situazione..l'ultima volta che ho controllato non c'erano segnali molto positivi, o almeno non di netto cambiamento con gli ultimi inverni (VP generalmente forte con rapide ma intense botte da nord-est in un regime generalmente poco favorevole a grandi nevicate al centro nord, in altre parole NAO++)..

Proprio allo scopo di anticipare sempre più la previsione di indice NAO ho messo a punto un nuovo modellino che usa come input dati di Marzo, Aprile, Maggio, Giugno e Settembre per prevdere la NAO di Dicembre e Gennaio..la correlazione post 1998 è buona (0,65) anche se ovviamente inferiore al modello che utilizza i dati di Ottobre (modello che anche lo scorso inverno è stato quasi perfetto)..l'ultima volta che ho controllato (avevo solo i dati di Marzo Aprile e prima parte di Maggio) usciva fuori di nuovo una NAO++..poi ho spento tutto, quindi non ho proprio idea di come si siano messe le cose..ci risentiamo tra qualche giorno.. ;)

ciao a tutti e buon studio di predictors :P ;D ;D
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline matteino78

  • .
  • Novizio
  • *
  • Post: 17
  • Località: Verona di nascita, New York per lavoro
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #16 il: Agosto 23, 2018, 10:20:28 am »
mi ci vorrà un po' per studiarmi tutta la situazione..l'ultima volta che ho controllato non c'erano segnali molto positivi, o almeno non di netto cambiamento con gli ultimi inverni (VP generalmente forte con rapide ma intense botte da nord-est in un regime generalmente poco favorevole a grandi nevicate al centro nord, in altre parole NAO++)..

Proprio allo scopo di anticipare sempre più la previsione di indice NAO ho messo a punto un nuovo modellino che usa come input dati di Marzo, Aprile, Maggio, Giugno e Settembre per prevdere la NAO di Dicembre e Gennaio..la correlazione post 1998 è buona (0,65) anche se ovviamente inferiore al modello che utilizza i dati di Ottobre (modello che anche lo scorso inverno è stato quasi perfetto)..l'ultima volta che ho controllato (avevo solo i dati di Marzo Aprile e prima parte di Maggio) usciva fuori di nuovo una NAO++..poi ho spento tutto, quindi non ho proprio idea di come si siano messe le cose..ci risentiamo tra qualche giorno.. ;)

ciao a tutti e buon studio di predictors :P ;D ;D
Grazie per le informazioni nonno rodano. Fatti vivo più spesso se puoi. È mancata la tua idea estiva qui o almeno io me la sono persa

Offline andi

  • Novizio
  • **
  • Post: 28
  • Località: Mestre
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #17 il: Agosto 23, 2018, 10:36:01 am »
mi ci vorrà un po' per studiarmi tutta la situazione..l'ultima volta che ho controllato non c'erano segnali molto positivi, o almeno non di netto cambiamento con gli ultimi inverni (VP generalmente forte con rapide ma intense botte da nord-est in un regime generalmente poco favorevole a grandi nevicate al centro nord, in altre parole NAO++)..

Proprio allo scopo di anticipare sempre più la previsione di indice NAO ho messo a punto un nuovo modellino che usa come input dati di Marzo, Aprile, Maggio, Giugno e Settembre per prevdere la NAO di Dicembre e Gennaio..la correlazione post 1998 è buona (0,65) anche se ovviamente inferiore al modello che utilizza i dati di Ottobre (modello che anche lo scorso inverno è stato quasi perfetto)..l'ultima volta che ho controllato (avevo solo i dati di Marzo Aprile e prima parte di Maggio) usciva fuori di nuovo una NAO++..poi ho spento tutto, quindi non ho proprio idea di come si siano messe le cose..ci risentiamo tra qualche giorno.. ;)

ciao a tutti e buon studio di predictors :P ;D ;D
Anche in situazione con QBO-, minimo solare e Nino neutro/debole ci dai questa possibile prospettiva di NAO++? :'(
Andrea

Offline Bortan

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 523
  • Age: 44
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1346
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #18 il: Agosto 23, 2018, 12:24:19 pm »
free photo hosting  Queste intanto le anomalie superficiali oceani .. nn sembrano malaccio  ;)
Un giorno riuscirò a scavare un cunicolo nella neve ...

Offline maurino

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 178
  • Age: 58
  • Località: savignano sul panaro(MO) 135 slm
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #19 il: Agosto 23, 2018, 01:56:25 pm »
Anche in situazione con QBO-, minimo solare e Nino neutro/debole ci dai questa possibile prospettiva di NAO++? :'(
allora non hai letto bene, ha detto che era cosi fino a metà maggio, poi ha spento tutto ::)

Offline firenze3

  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 34792
  • Age: 36
  • Località: Fi Sodo (Abit) - Casellina Scandicci(FI) Lav
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #20 il: Agosto 23, 2018, 03:05:36 pm »
allora non hai letto bene, ha detto che era cosi fino a metà maggio, poi ha spento tutto ::)

Non proprio,

se leggi ha detto che aveva i dati di Marzo, Aprile e prima parte di Maggio...ma non lo ha fatto a Maggio....penso sia roba più recente  ;)

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13054
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2758
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #21 il: Agosto 23, 2018, 03:52:09 pm »
Non proprio,

se leggi ha detto che aveva i dati di Marzo, Aprile e prima parte di Maggio...ma non lo ha fatto a Maggio....penso sia roba più recente  ;)

Bah..io ho capito il contrario, ovvero che da maggio non ha più agguiornatyo e seguito l'andamento del suo nuovo indice....vedremo,
per me contano sempre il giusto queste correlazioni, o meglio sono sempre su base probabilistica e non teorica. ::)
cmq ben vengano, chapeaux a il Nonno, che ha tanta passione e un approccio molto scientifico su una mteria così complessa come è quello dello studio dell'atmosfera.

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1054
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 103
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #22 il: Agosto 23, 2018, 04:14:18 pm »
non ho fatto tendenze estive per il semplice fatto che non sono mai riuscito a trovare un approccio tale da ottenere risultati accettabili..in altre parole, in qualsiasi modo io studiassi la tendenza estiva, non ci sono mai andato nemmeno vicino ad indovinarla salvo successi casuali..SE mai un giorno troverò un metodo anche solo accettabile, mi riavvicinerò alle previsioni estive..

detto questo, senza ancora avere in mano alcun dato o analisi, registro solo un valore NAO a Luglio di +1,42, il più alto degli ultimi 40 anni (bisogna tornare al 1975) ed una media di tale indice su Aprile-Maggio-Giugno-Luglio di +1.51, roba mai vista in archivio :o :o

sommando il tutto al fatto che gli ultimi 5 inverni di fila hanno visto una media NAO dicembre-marzo positiva, si capisce come il sistema sia orientato in un certo modo, e che tale orientamento sia abbastanza ostinato..un caso simile fu il periodo dicembre 1987- marzo 1995 quando gli inverni in NAO+ furono 8 di fila..

il quadro quindi non è certamente dei migliori, servirà un colpo di scena per ribaltare la situazione (anche il super MMW appena passato non è stato in grado di imporre effetti a lunga durata) o più probabilmente molto tempo (qualche inverno)..aggiungo anche la situazione dei ghiacci, che in prossimità del minimo sembra segnare un valore sopramedia rispetto agli ultimi anni, anche questo non depone proprio a favore di un crollo della NAO autunnale/invernale.. ;)

quanto sopra ovviamente è una minima parte di tutta l'analisi che va fatta per potersi sbilanciare, prima di Ottobre sono discorsi da sagra dell'uva, ad ottobre diventano discorsi da bar serio.. :D

però ecco io non mi monterei troppo la testa circa QBO attività solare bassa e super inverni per il momento, oltretutto l'AA index rimane basso ma non bassissimo, attualmente attorno a 14, nel 2009 mi pare fosse a 7-8..ed è lui ad essere correlato alla NAO negativa più che il SF..direi di procedere cauti 8)
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Giaguaro

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 6456
  • Age: 35
  • Località: Pistoia (PT)
  • Pistoia
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 547
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #23 il: Agosto 23, 2018, 05:19:41 pm »
Cmq l'attività solare sta andando definitivamente a morire, abbiamo una quantità di giorni spotless ormai quasi da record, pure adesso il flux viaggia sotto i 70 di media, ieri di nuovo spotless, a prescindere da cosa fa in relazione a noi il sole è definitivamente cadavere e credo ormai si vada a grandi passi verso il nuovo maunder o chi per esso.
Il lavoro nobilita l'uomo, ma anche stare a casa ogni tanto non è delle peggio

Offline Bortan

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 523
  • Age: 44
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1346
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #24 il: Agosto 23, 2018, 07:34:00 pm »
non ho fatto tendenze estive per il semplice fatto che non sono mai riuscito a trovare un approccio tale da ottenere risultati accettabili..in altre parole, in qualsiasi modo io studiassi la tendenza estiva, non ci sono mai andato nemmeno vicino ad indovinarla salvo successi casuali..SE mai un giorno troverò un metodo anche solo accettabile, mi riavvicinerò alle previsioni estive..

detto questo, senza ancora avere in mano alcun dato o analisi, registro solo un valore NAO a Luglio di +1,42, il più alto degli ultimi 40 anni (bisogna tornare al 1975) ed una media di tale indice su Aprile-Maggio-Giugno-Luglio di +1.51, roba mai vista in archivio :o :o

sommando il tutto al fatto che gli ultimi 5 inverni di fila hanno visto una media NAO dicembre-marzo positiva, si capisce come il sistema sia orientato in un certo modo, e che tale orientamento sia abbastanza ostinato..un caso simile fu il periodo dicembre 1987- marzo 1995 quando gli inverni in NAO+ furono 8 di fila..

il quadro quindi non è certamente dei migliori, servirà un colpo di scena per ribaltare la situazione (anche il super MMW appena passato non è stato in grado di imporre effetti a lunga durata) o più probabilmente molto tempo (qualche inverno)..aggiungo anche la situazione dei ghiacci, che in prossimità del minimo sembra segnare un valore sopramedia rispetto agli ultimi anni, anche questo non depone proprio a favore di un crollo della NAO autunnale/invernale.. ;)

quanto sopra ovviamente è una minima parte di tutta l'analisi che va fatta per potersi sbilanciare, prima di Ottobre sono discorsi da sagra dell'uva, ad ottobre diventano discorsi da bar serio.. :D

però ecco io non mi monterei troppo la testa circa QBO attività solare bassa e super inverni per il momento, oltretutto l'AA index rimane basso ma non bassissimo, attualmente attorno a 14, nel 2009 mi pare fosse a 7-8..ed è lui ad essere correlato alla NAO negativa più che il SF..direi di procedere cauti 8)
ciao nonno .. sul discorso della NAO positiva nei mesi primaverili/ estivi come fattore predominante sul valore di NAO anche per il semestre freddo ci andrei abbastanza cauto ma come del resto anche tu hai sottolineato , parliamo di aria fritta per adesso . Ma la mia idea dissente dalla tua nel senso che penso che a differenza degli anni precedenti estivi il segno della NAO così positivo per me sta a significare un vp abbastanza pimpante e nn cadaverico con , come hai ricordato tu , una positiva tenuta della superficie ghiacciata su polo nord . Secondo me un vp polare più in forma adesso farà sì che il suo naturale approfondimento nei mesi autunnali si verificherà secondo i termini temporali in media e nn c come successo negli scorsi nefasti autunni in ritardo con soglia nam superata sotto Natale .. solo ipotesi chiaramente visto il periodo .. ciao nonno
Un giorno riuscirò a scavare un cunicolo nella neve ...

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1054
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 103
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #25 il: Agosto 23, 2018, 07:47:26 pm »
ciao nonno .. sul discorso della NAO positiva nei mesi primaverili/ estivi come fattore predominante sul valore di NAO anche per il semestre freddo ci andrei abbastanza cauto ma come del resto anche tu hai sottolineato , parliamo di aria fritta per adesso . Ma la mia idea dissente dalla tua nel senso che penso che a differenza degli anni precedenti estivi il segno della NAO così positivo per me sta a significare un vp abbastanza pimpante e nn cadaverico con , come hai ricordato tu , una positiva tenuta della superficie ghiacciata su polo nord . Secondo me un vp polare più in forma adesso farà sì che il suo naturale approfondimento nei mesi autunnali si verificherà secondo i termini temporali in media e nn c come successo negli scorsi nefasti autunni in ritardo con soglia nam superata sotto Natale .. solo ipotesi chiaramente visto il periodo .. ciao nonno

il VP adesso non esiste, quindi non ha molto senso parlare di VP pimpante.. ;)

il discorso sulla NAO non significa che siccome siamo in NAO++ a luglio allora l'inverno è andato, quanto piuttosto che il sistema è ben posizionato da alcuni anni su NAO+, una situazione appunto simile agli anni 87-95 anche se con alcune ovvie differenze..non dimentichiamo che avere una media NAO da record nella stagione calda è ancora più clamoroso visto che ci troviamo in una fase climatica in cui le estati tendevano più ad una bassa tensione zonale.. ::)

QBO negativa e attività solare bassa sono favorevoli ad un cambiamento, ma non è detto che sia così rapido..oltretutto l'attività solare è senza dubbio bassa..molto molto bassa se misurata sulla media degli ultimi anni, ma come valore assoluto non siamo ancora a fondo scala, d'altronde mancano ancora 1-2 anni al minimo..

detto questo aspetto di avere qualcosa in mano, e lo avrei già avuto oggi se non fosse offline il sito del NOAA per le reanalisi.. ;D
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1054
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 103
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #26 il: Agosto 24, 2018, 05:40:05 pm »
intanto ricordo le prestazioni del mio modellino (su base ottobre) per la previsione della NAO di dicembre 2017 e gennaio 2018:

"Tuttavia rimangono alcuni segnali contrastanti, i quali sono già stati ampiamente discussi, e ai quali vorrei aggiungere il valore della NAO media Dicembre-Gennaio previsto dal mio modellino sulla base dei dati di Ottobre:
0,973"

0,973 era la previsione, 0,95 la NAO osservata.. :o :o :o

in questa stagione ho aggiornato ulteriormente il modello che attualmente si attesta su una correlazione di 0,77 in aumento (2000-2018):



questi i clamorosi risultati dei primi 3 anni di test (a sinistra la NAO prevista ad ottobre, a destra quella osservata nei successivi dicembre-gennaio)



0,73   0,81
0,23   0,2
0,97   0,95


come dico sempre un tale correlazione è troppo alta per essere reale, ed è imminente un'annata in cui avremo una toppata o comunque un ridimensionamento..oltretutto è da capire come si comporterà in caso di NAO negativa (se mai torneremo ad osservarla ;D)..

purtroppo il modellino che utilizza i dati di settembre ha invece fallito dopo un ottimo esordio al primo anno, nei due successivi proponeva una NAO negativa cosa che ovviamente non si è verificata..

vediamo cosa saprà dirci il modello che utilizza i dati primaverili-estivi.. 8)



"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline esenaiof

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3698
  • Località: Foiano della Chiana (Arezzo)
    • Mostra profilo
    • dati meteo Foiano della Chiana
  • Likes:
  • Likes Concessi: 760
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #27 il: Agosto 24, 2018, 11:08:55 pm »
e lo avrei già avuto oggi se non fosse offline il sito del NOAA per le reanalisi.. ;D
adesso è online  8)

Offline Luca Orlando

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1354
  • Age: 44
  • Località: Merlo(Pedemontana Vicentina)
  • Ogni momento è buono per viverlo..
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2104
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #28 il: Agosto 25, 2018, 10:26:39 am »
 Bene! Anzi.. Ottimo! :) Un grande Grazie al caro e ritrovato Nonno Rodano! ;) (Sempre un piacere leggerti! :) ).
 E un caldo benvenuto a tutti gli altri ed in particolar modo ad "esanoif" con i suoi Ottimi e sempre preziosi contributi tecnici! ;)

 Penso, prima di tutto, che questo semestre Autunno/Inverno prossimo.. non mancherà di Stupirci, e certamente il modo di darci una costante e continua opportunità di discussione molto accesa in termini tecnici e scientifici, con apporti notevoli di improvvisi e straordinari interventi da parte dei più esperti a noi più vicini ed attivi, come da parte di New Entry che sicuramente non mancheranno anche quest'anno.

 Ho il sospetto, che molto probabilmente, potremmo leggere di utenti inconsueti, con spiccata propensione alla materia di cui tutti noi siamo appassionati.
 D'altronde ogni anno questo Splendido Forum ha vantato e vanta, di interventi e di continua e costante nuova utenza, che riesce ad essere capace di sorprendere ed eccellere nelle discussioni di più alto contenuto tecnico.
 
 Sappiamo tutti oramai degli Ottimi Record raggiunti lo scorso anno, grazie ai contenuti d'importanza scientifica e dalla partecipazione costante di utenza qualificata e professionale oltre ogni aspettative.
 Abbiamo avuto il contributo prezioso ed importante della continua partecipazione di alcuni Utenti(tra i più attivi e qualificati di altri siti e lidi di nostra conoscenza..) che spero vivamente di ritrovare e ritornare a leggere anche quest'anno qui da noi. ;)

 Noto con molto piacere, come l'ingresso del Nonno, ed altri come detto sopra.. abbia già dato alcuni ed importanti spunti per cui iniziare ad intavolare qualche chiacchierata(perché è appunto, proprio quello che al momento si può definire questo primo approccio di discussione verso le prossime 2 stagioni, a noi più affezionate.. e che quindi, con ancora pochi dati a nostra disposizione, si può definire di fatti una "Chiacchierata introduttiva", seppur con un pacato livello di una certa importanza tecnica..).
 
 Sono dunque, felice e fiero di ritrovarvi tutti, pian piano uno alla volta, con ingressi in punta di piedi senza tante pretese, perché è ciò che al momento questo 3D richiede visto il particolare momento Meteo-Climatico che si approssima proprio in queste ore. Attraverso un'escalation di eventi, che ci porteranno dritti alle dovute consegne stagionali che di consueto si vivono durante la fine di Agosto e prima parte di Settembre.. con appunto il passaggio Meteorologico, tra la Stagione più Calda e quella di transizione verso la Stagione Fredda.

 Quindi parleremo principalmente dell'Autunno e di ciò che ci portiamo in eredità da parte del periodo Estivo e soprattutto finale Invernale scorso e Primaverile.
 Una consegna di dati ed indici che andremo a valutare giorno per giorno, in base ad una determinata classificazione di rilevanza ed importanza, nel determinare eventi ed evoluzioni a carattere influente verso le stagioni più Fredde successive.

 Si parlerà in primis di Predictor e di evoluzione del nuovo VP, in formazione e nascita a breve con i primi riscontri già a partire da metà Settembre. Avremo l'occasione di valutarne la performance di partenza, proprio a partire dallo stato stesso di salute dei Ghiacci marini Artici ereditato da questa Estate in via di risoluzione, come specificato e sottinteso dall'intervento del Nonno Rodano.

 Valuteremo, come ogni anno, gli effetti del (comunque) costante e permanente Deficit Artico che ci accompagna da circa un ventennio a questa parte, affinché ci possa dare ulteriori apporti scientifici nell'individuare i meccanismi più influenti, a determinare sia l'Oscillazione Artica(AO), che quella Nord-Atlantica(NAO), attraverso la nascita e crescita del nucleo principale del Vortice Polare, per cui valutare Assetto e posizione di fulcro del Core Principale e con quale misura e potenza di evoluzione.

 Di fatti, il dover girare la discussione sui 2 indici teleconnettivi più importanti, a livello Autunno/Inverno, per cui molti approcci di statistica e casistica, tra accoppiate e Predictor di reanalisi che ne classificano un tal proseguimento stagionale nella sua media evolutiva.. a nostro parere non è poi così tanto approssimativo e riduttivo.
 
 Come ogni anno, abbiamo avuto modo di vedere le analisi evolutive a confronto, dei vari indici proprio con maggior importanza e definizione per i 2 indici di cui sopra. E come questi, con il periodo di lungo termine, dal finire Invernale precedente al finire Autunnale successivo.. siano capaci di dettare con molta precisione ed influenza, la Stagione Invernale successiva. Al punto di trovare correlazioni (addirittura quasi decennali) nel dover studiare probabili Oscillazioni delle stesse nell'arco di più anni consecutivi.
 E quasi certamente(magari togliendo anche il "Quasi"), le cause sono proprio riscontrabili/rintracciabili nello Status del Clima Artico, con un interconnessione di causa ed effetto, rilevabili nelle anomalie di pertinenza marina ed oceanica, tra Oscillazioni di Temperature Superficiali(SSTA) e Anomalie dei Geopotenziali conseguenti.
 Una combinazione, tra l'altro, di fattori che trova ulteriori interconnessioni, con le dinamiche Solari tra cicli undecennali di Massima Attività e minima della stessa.
 Un complicato e delicato equilibrio, che da decenni la Scienza, nello specifico, cerca di trovare le combinazioni, per ogni tipo di evoluzione del Clima, a seconda della Stagione che si sussegue sia negli anni che nei decenni etc.

 E noi, cercheremo insieme, di trovare più risposte possibili e plausibili, attraverso il contributo di tutti sia esso appassionati che esperti professionisti, con le varie ipotesi e teorie in gioco.
 Ovviamente rispettandone l'etica stessa, dell'approccio alla materia, nella più conforme misura di discussione, aperta ad una Utenza favorevole e congrua a simile livello, dai toni scientifici e tecnici pacati e più adeguati possibili.

 Non mancheranno gli innumerevoli dibattiti, sulle varie combinazioni tra gli indici e fattori climatici, che potrebbero dare ulteriori apporti alle correlazioni e alle reanalisi, e valutarne le effettive predicita', in base a campioni di statistica osservati in anni e decenni precedenti/passati, attraverso le classiche similitudini in termini di evoluzione dei fattori equiparati.

 Una sorta di apporto documentabile con altri e tanti eventi/evoluzioni osservati nel passato, giusto da considerare una regolarità, nel dover ricercare la più idonea chiave di lettura, con l'osservazione a posteriori del comportamento Meteo-Climatico.

 Dunque fare dei confronti e delle sovrapposizioni a 360 gradi di ogni singolo dato, sia in accoppiata che in correlazione attraverso l'andamento generale del Clima(vedi per esempio l'era GW e PEG..).
 Una valutazione più ampia e aperta a più ipotesi, con largo spettro. Affinché si possa inquadrare una linea guida madre, dove poter costruire le varie congetture di più rilevanza, alla causa di un Affidabile Outlook Stagionale.

 Vi Ringrazio tutti! fin da questo momento.. e nella speranza e voglia di superarci ancora, con nuovi Record di Utenza e Contributi sempre nuovi e di Alto Valore!
 Vi auguro a Tutti un buon e produttivo dibattito!  ;)
« Ultima modifica: Agosto 28, 2018, 12:13:18 am da Luca Orlando » »
Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere.

Offline Avril

  • ..
  • Novizio
  • *
  • Post: 43
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 123
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #29 il: Agosto 27, 2018, 06:29:52 pm »
Finalmente si inizia a ragionare.

Avremo qualche indicazione dal vate Cloover?

Altrimenti il nonno ci deprime con la NAO++

Si scherza ovviamente, il primo giorno di rientro dalle ferie ci sta  :P

Offline Burian.84

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 147
  • Località: Roma
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 91
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #30 il: Agosto 27, 2018, 06:55:29 pm »
Si comincia,verso il periodo più bello dell’anno.

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1054
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 103
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #31 il: Agosto 28, 2018, 06:06:22 am »
sto faticosamente aggiornando il tutto..procedendo da maggio verso luglio c'è stato qualche miglioramento, attualmente la NAO Dicembre-Gennaio prevista si attesta su una lieve negatività..ho già una prima idea per questi due mesi,ma ne parleremo più avanti..

nonostante qualche passo avanti sia stato fatto, personalmente non mi aspetterei grosse rivoluzioni nemmeno in questo inverno.. ;)
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline zagor

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 678
  • Age: 50
  • Località: voghera
  • Voghera 96m slm Lombardia
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 59
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #32 il: Agosto 28, 2018, 01:03:11 pm »
sto faticosamente aggiornando il tutto..procedendo da maggio verso luglio c'è stato qualche miglioramento, attualmente la NAO Dicembre-Gennaio prevista si attesta su una lieve negatività..ho già una prima idea per questi due mesi,ma ne parleremo più avanti..

nonostante qualche passo avanti sia stato fatto, personalmente non mi aspetterei grosse rivoluzioni nemmeno in questo inverno.. ;)

Ciao nonno R. E complimenti ancora.
Beh....guarda....se facesse una settimana di vero inverno a Dicembre e 10 giorni a Gennaio con 3 o 4 nevicate al nord ed un paio in Toscana con almeno una al piano....beh...Non sarebbe granché....ma sempre meglio degli ultimi 2 anni in quei 2 mesi ed a molti di noi ci garberebbe uguale annche senza l'evento epocale...da retta.
Un doveroso saluto e ringraziamento x i contenuti che condividi con noi.
Tutto ciò che l'uomo può inventare....la natura lo ha già fatto!!

Offline Bortan

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 523
  • Age: 44
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1346
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #33 il: Agosto 28, 2018, 03:51:37 pm »
Per mancanza di tempo nn ho potuto rispondere immediatamente all'intervento di nonno Rodano cosa che faccio adesso ... mi scuso per l'imprecisione che ho detto " vp polare estivo " , e che nonno ridano ha fatto bene a sottolineare ... volevo intendere che i valori di NAO +++ record di quest'estate hanno consentito alla cintura di aria fredda presente nel nord Atlantico di nn essere intaccata da incursioni deleterie di aria calda da sud consentendo una maggiore tenuta della superficie ghiacciata artica e un maggiore gradiente di temperatura con una tensione zonale quasi sempre presente e mai assopita . Questo secondo il mio punto di vista consentirà nel momento della nascita del vp a trovare migliori condizioni favorevoli alla sua formazione e a ridurre quel surplus di calore che era stato sempre presente negli anni precedenti ( vedi anche blob Pacifico ) ... così facendo la situazione nn potrà che evolvere in una strutturazione del vp secondo tempistiche in media evitando approfondimenti tardivi e soglie nam superate nel mese di dicembre .. questo il mio pensiero .. saluti
Un giorno riuscirò a scavare un cunicolo nella neve ...

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1054
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 103
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #34 il: Agosto 28, 2018, 04:29:40 pm »
Per mancanza di tempo nn ho potuto rispondere immediatamente all'intervento di nonno Rodano cosa che faccio adesso ... mi scuso per l'imprecisione che ho detto " vp polare estivo " , e che nonno ridano ha fatto bene a sottolineare ... volevo intendere che i valori di NAO +++ record di quest'estate hanno consentito alla cintura di aria fredda presente nel nord Atlantico di nn essere intaccata da incursioni deleterie di aria calda da sud consentendo una maggiore tenuta della superficie ghiacciata artica e un maggiore gradiente di temperatura con una tensione zonale quasi sempre presente e mai assopita . Questo secondo il mio punto di vista consentirà nel momento della nascita del vp a trovare migliori condizioni favorevoli alla sua formazione e a ridurre quel surplus di calore che era stato sempre presente negli anni precedenti ( vedi anche blob Pacifico ) ... così facendo la situazione nn potrà che evolvere in una strutturazione del vp secondo tempistiche in media evitando approfondimenti tardivi e soglie nam superate nel mese di dicembre .. questo il mio pensiero .. saluti

riguardo ad eventuali SC e superamenti della soglia la mia idea (un'idea generale e non collegata all'analisi di questa o quella stagione, una sorta di tendenza per i prossimi anni) è che diventerà una consuetudine (in realtà lo è già diventata) questo perchè il VPS è nettamente più forte della media negli ultimi 15 anni (con tendenza ad aumento) fin da i suoi esordi..parliamo di un NAM che parte già pompato di 0.3/0.4 e che di conseguenza al primo fisiologico rinforzo autunnale sfonda i +1.5 generando un incremento dei venti zonali a livelli talmente alti da rendere divergenti i successivi disturbi..

in questo contesto in stratosfera o si sfrutta la fase precedente (fino a fine Dicembre, forse un po' prima) o si attende quella successiva (ad esempio l'anno scroso con MMW a Febbraio) mentre tra fine anno, tutto gennaio e almeno la prima parte di Febbraio difficilmente si possono cogliere sviluppi favorevoli in alto.. ;)

in troposfera invece tutto si complica a causa dello scontro tra NAO+ e deficit di ghiacci in zona mar di Kara che fin dall'autunno genera un fortissimo raffreddamento della siberia e favorisce azioni continentali fin sul mediterraneo..

Il risultato potrebbe dunque essere un inverno in regime di NAO++ soprattutto nella sua parte centrale, caratterizzato però da brevi azioni da NE con termiche ad 850hpa estremamente fredde (in pieno stile gennaio 2017 o febbraio/marzo 2018, più raramente febbraio 2012)..

Ribadisco che quanto sopra si riferisce ad un quadro generale per i prossimi anni, il singolo caso di NAO-- rimane sempre possibile e prima o poi si verificherà..personalmente ritengo che difficilmente le cose cambieranno in pochi anni, ma se si indovina il minimo giusto, la soddisfazione orticellistica può essere anche maggiore di anni con NAO a fondo scala.. 8)
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1054
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 103
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #35 il: Agosto 28, 2018, 05:11:58 pm »
Comunque ho già in mano i valori NAO di Dicembre e Gennaio (non solo la media anche i singoli), valori che si modificheranno (difficile che sia un ribaltone) con i dati del mese di Agosto e Settembre.. :-X

novità di quest'anno oltre a questo nuovo modello che propone la NAO di dicembre e Gennaio un mese prima (settembre anzichè ottobre) sulla base delle osservazioni primaverili ed estive e al piccolo aggiornamento di quello ormai affidabile di ottobre, anche un nuovo esperimento circa la previsione delle anomalie di GPT di Dicembre e Gennaio..

esperimento quest'ultimo faticosissimo da fare a mano e fallito più volte..ma mai arrendersi! ;D ;D
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13054
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2758
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #36 il: Agosto 28, 2018, 06:18:59 pm »
In tutto questo Nonno Rodano, tra sc, nam+ e nao ++  qualche disturbo la qbo- e ssta favorevoli all'ananonima parte centrale della stagione lo ritieni possibile? o è solo una questione di vps strong, con annesso sc conclamato..?

 ::)

Offline Bortan

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 523
  • Age: 44
  • Località: Casanova di rovegno 870 mt - genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1346
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #37 il: Agosto 28, 2018, 09:00:54 pm »
Condivido in pieno il pensiero di nonno Rodano perché la statistica e i numeri degli ultimi anni nn depongono a favore a situazioni diverse da quelle già accadute .. però io , da inguaribile ottimista e romantico della meteo , inizio il nuovo semestre freddo con speranze e sensazioni diverse dalla statistica aggrappandomi ad alcuni indici favorevoli e segnalini ini ini che qualcosa di diverso il sistema caotico dell'atmosfera quest'anno ci farà vedere e stupire ... penso che il MMW dell'anno scorso sia un segnale di controtendenza e che un po' abbia rimescolato le carte in tavola rispetto al trend incancrenito delle ultime stagioni ... rimango un seguace dell'idea clooveriana e aspetto con impazienza i primi segnali tangibili di quello che penso / spero ... avendo ben chiara la legge di Murphy    >:(... e penso altresì che anche nonno Rodano , come già ribadito nelle discussioni della passata stagioni , si auguri vivamente di avere torto ... ;D... comunque discussione che si sta già animando a fine a agosto ... che dire , ci apprestiamo ad un'altra stagione da record per il forum ..  :P
Un giorno riuscirò a scavare un cunicolo nella neve ...

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1054
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 103
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #38 il: Agosto 28, 2018, 09:05:11 pm »
In tutto questo Nonno Rodano, tra sc, nam+ e nao ++  qualche disturbo la qbo- e ssta favorevoli all'ananonima parte centrale della stagione lo ritieni possibile? o è solo una questione di vps strong, con annesso sc conclamato..?

 ::)

Si, in un contesto generale non esaltante il prossimo inverno ha senza dubbio le carte in regola per essere quello “fuori dal coro”..o quantomeno il “meno peggio” della serie.. :P ;D
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Cumolonembo

  • Membro Junior
  • ***
  • Post: 82
  • Località: Chiusdino 564 m
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 88
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #39 il: Agosto 29, 2018, 02:02:45 am »
Si, in un contesto generale non esaltante il prossimo inverno ha senza dubbio le carte in regola per essere quello “fuori dal coro”..o quantomeno il “meno peggio” della serie.. :P ;D
Ciao Nonno ;)leggendo lo scorso inverno i tuoi interventi mi ricordo che solo dall'inverno 2018-19 la nao avrebbe cominciato a virare in negativo dando vita ad un periodo contraddistinto da tale segno. Inoltre Cloover ed altri longers erano convinti che il famoso ribaltone di fine febbraio avrebbe portato ad un cambiamento drastico (almeno cosi avevo capito). Perche' questa retromarcia su quanto anche te affermavi nelle passate discussioni? Un caloroso grazie per tutto quello che fai :-*
Puoi dire quello che vuoi ma sei cio' che fai

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1054
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 103
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #40 il: Agosto 29, 2018, 06:03:42 am »
Ciao Nonno ;)leggendo lo scorso inverno i tuoi interventi mi ricordo che solo dall'inverno 2018-19 la nao avrebbe cominciato a virare in negativo dando vita ad un periodo contraddistinto da tale segno. Inoltre Cloover ed altri longers erano convinti che il famoso ribaltone di fine febbraio avrebbe portato ad un cambiamento drastico (almeno cosi avevo capito). Perche' questa retromarcia su quanto anche te affermavi nelle passate discussioni? Un caloroso grazie per tutto quello che fai :-*

premesso che ancora nessuno si è sbilanciato sul prossimo inverno, il quale potrebbe benissimo essere un inverno in NAO---, questo le vedremo più avanti.. ;)

è abbastanza chiaro che quando si fa una previsione (o meglio quando si esprime un'idea in questo caso) ad anni di distanza ci si affida all'accoppiata QBO/attività solare, non potendo conoscere tutti gli altri fattori con così largo anticipo..in questo caso tutto lasciava o lascerebbe pensare ad un cambio di scenario proprio da questo inverno 2018-19..inoltre un evento particolarmente intenso come un MMW a fine inverno spesso lascia delle "tracce" in troposfera, in particolare sulle SSTA primaverili, le quali tendono a scomparire in estate per riemergere nell'inverno successivo..

per quello che ho potuto osservare invece il forte evento NAM-- di fine Febbraio/Marzo 2018, non ha impattato più di tanto sulle anomalie primaverili, le quali si sono mantenute più o meno stabili, continuando a darci un segnale da NAO neutra o leggermente positiva..questo probabilmente perchè, come dicevo, il sistema è ostinatamente orientato verso un certo tipo di configurazione, e servirà più tempo e più di una forzante (ad esempio MMW) per innescare un netto cambio di rotta..

Come dicevo, la situazione in ottica NAO è migliorata durante l'estate, seppure ancora non mi risulta esserci un cambiamento netto rispetto al passato, ma se anche agosto e settembre confermeranno tali anomalie, il prossimo inverno potrebbe essere il primo dopo alcuni anni in cui la NAO si porterà su valori negativi,anche se probabilmente si tratterebbe di una lieve negatività (il che come detto non sempre è un male).. 8)
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Cumolonembo

  • Membro Junior
  • ***
  • Post: 82
  • Località: Chiusdino 564 m
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 88
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #41 il: Agosto 30, 2018, 01:28:00 am »
premesso che ancora nessuno si è sbilanciato sul prossimo inverno, il quale potrebbe benissimo essere un inverno in NAO---, questo le vedremo più avanti.. ;)

è abbastanza chiaro che quando si fa una previsione (o meglio quando si esprime un'idea in questo caso) ad anni di distanza ci si affida all'accoppiata QBO/attività solare, non potendo conoscere tutti gli altri fattori con così largo anticipo..in questo caso tutto lasciava o lascerebbe pensare ad un cambio di scenario proprio da questo inverno 2018-19..inoltre un evento particolarmente intenso come un MMW a fine inverno spesso lascia delle "tracce" in troposfera, in particolare sulle SSTA primaverili, le quali tendono a scomparire in estate per riemergere nell'inverno successivo..

per quello che ho potuto osservare invece il forte evento NAM-- di fine Febbraio/Marzo 2018, non ha impattato più di tanto sulle anomalie primaverili, le quali si sono mantenute più o meno stabili, continuando a darci un segnale da NAO neutra o leggermente positiva..questo probabilmente perchè, come dicevo, il sistema è ostinatamente orientato verso un certo tipo di configurazione, e servirà più tempo e più di una forzante (ad esempio MMW) per innescare un netto cambio di rotta..

Come dicevo, la situazione in ottica NAO è migliorata durante l'estate, seppure ancora non mi risulta esserci un cambiamento netto rispetto al passato, ma se anche agosto e settembre confermeranno tali anomalie, il prossimo inverno potrebbe essere il primo dopo alcuni anni in cui la NAO si porterà su valori negativi,anche se probabilmente si tratterebbe di una lieve negatività (il che come detto non sempre è un male).. 8)
Grazie mille Nonno per la disponibilita' e la gentilezza ;)
Puoi dire quello che vuoi ma sei cio' che fai

Offline esenaiof

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3698
  • Località: Foiano della Chiana (Arezzo)
    • Mostra profilo
    • dati meteo Foiano della Chiana
  • Likes:
  • Likes Concessi: 760
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #42 il: Agosto 31, 2018, 05:32:07 pm »
L'autunno a mio avviso dovrebbe trascorrere con Settembre molto anticiclonico in Europa con temperature sopra media su centro nord Europa, mentre su Mediterraneo centro orientale temperature in media o sotto, Ottobre dovrebbe ricalcare in gran parte Settembre. Le precipitazioni andranno ad essere sotto media al centro, sopra media sulle regioni nord occidentali, in media o sopra nel Mezzogiorno.
Mi attendo a fine Ottobre vorticità più incisive su Mediterraneo fino a metà Novembre con quadro termico invariato, cioè temperature su Europa nord occidentale sopra media e temperature in media o sotto sul Mediterraneo. Precipitazioni sempre sopra media al nord ovest e torneranno ad essere in media sulle altre regioni. La seconda parte del mese di Novembre potrebbe vedere tornare condizioni anticicloniche su Europa centro orientale.
Questa la media dei GPT prevista da me per l'Autunno in base all'attuale situazione atmosferica(dopo una reanalisys dal 1948 al 28 agosto 2018):



Per quanto riguarda l'inizio dell'inverno se l'Autunno andrà come scritto sopra probabilmente ci dovremo attendere un dicembre molto piovoso(più piovoso dei tre mesi precedenti), tipico del clima Mediterraneo (inverno piovoso e mite)

Offline Ice129

  • Novizio
  • **
  • Post: 8
  • Località: Parma
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 9
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #43 il: Agosto 31, 2018, 07:41:50 pm »
È possibile che la tendenza (già presente da diversi mesi)) degli anticicloni di gonfiarsi a palloncino sulle regioni nord europee persista anche in autunno e in inverno?

Offline Millibar

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 408
  • Località: Vasto
  • La natura il mare il sole e la neve nel cuore
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 313
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #44 il: Agosto 31, 2018, 09:07:05 pm »
L'autunno a mio avviso dovrebbe trascorrere con Settembre molto anticiclonico in Europa con temperature sopra media su centro nord Europa, mentre su Mediterraneo centro orientale temperature in media o sotto, Ottobre dovrebbe ricalcare in gran parte Settembre. Le precipitazioni andranno ad essere sotto media al centro, sopra media sulle regioni nord occidentali, in media o sopra nel Mezzogiorno.
Mi attendo a fine Ottobre vorticità più incisive su Mediterraneo fino a metà Novembre con quadro termico invariato, cioè temperature su Europa nord occidentale sopra media e temperature in media o sotto sul Mediterraneo. Precipitazioni sempre sopra media al nord ovest e torneranno ad essere in media sulle altre regioni. La seconda parte del mese di Novembre potrebbe vedere tornare condizioni anticicloniche su Europa centro orientale.
Questa la media dei GPT prevista da me per l'Autunno in base all'attuale situazione atmosferica(dopo una reanalisys dal 1948 al 28 agosto 2018):



Per quanto riguarda l'inizio dell'inverno se l'Autunno andrà come scritto sopra probabilmente ci dovremo attendere un dicembre molto piovoso(più piovoso dei tre mesi precedenti), tipico del clima Mediterraneo (inverno piovoso e mite)
un capolavoro "da applausi"

Offline esenaiof

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3698
  • Località: Foiano della Chiana (Arezzo)
    • Mostra profilo
    • dati meteo Foiano della Chiana
  • Likes:
  • Likes Concessi: 760
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #45 il: Agosto 31, 2018, 10:57:07 pm »
È possibile che la tendenza (già presente da diversi mesi)) degli anticicloni di gonfiarsi a palloncino sulle regioni nord europee persista anche in autunno e in inverno?
certo,magari in inverno potremmo attenderci latitudini più alte, una NAO negativa in gennaio/febbraio che porterebbe i nuclei freddi scorrere molto ad ovest e oltralpe.

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13054
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2758
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #46 il: Agosto 31, 2018, 11:00:03 pm »
È possibile che la tendenza (già presente da diversi mesi)) degli anticicloni di gonfiarsi a palloncino sulle regioni nord europee persista anche in autunno e in inverno?
Molto dipendera da questo sulle nostre sorti e sul predictor di settembre e ottobre con conseguente rinforzo del trend nei mesi di nov e dic con  anomalie cambiate rispetto a scorse satgioni, il famoso reversal pattern, mentre c'è chi crede che questo non ci sia stato o almeno non in maniera così incisiva.

Offline esenaiof

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3698
  • Località: Foiano della Chiana (Arezzo)
    • Mostra profilo
    • dati meteo Foiano della Chiana
  • Likes:
  • Likes Concessi: 760
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #47 il: Agosto 31, 2018, 11:24:00 pm »
La molto probabile persistenza di alte pressioni alle alte latitudini non vuol dire avere un autunno come lo si vuole o un inverno come lo si vuole..per esempio l'inverno 2017/18 erano state queste le anomalie dei GPT e molti nemmeno se lo ricorderanno:



tant è che probabilmente il prossimo inverno potrebbe assomigliar molto a quello scorso:


Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1054
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 103
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #48 il: Settembre 01, 2018, 04:27:16 pm »
Anche secondo me avremo un'accoppiata settembre-ottobre molto simile, con un segnale di hp abbastanza forte su GB e atlantico per settembre e un suo "avvicinamento" al Mediterraneo per Ottobre..

entrambi i mesi sul nostro paese dovrebbero vedere l'alternanza di fasi abbastanza miti con altre caratterizzate da aria fresca-fredda da EST, con Ottobre che potrebbe essere più anticiclonico di Settembre..solitamente in queste situazioni le precipitazioni sono sottomedia al centro-nord:





ci tengo a precisare che quanto sopra è frutto della sola analisi "vecchio stile" in quanto inserire i dati nel mio modellino richiede troppo tempo e ho deciso di utilizzarlo solo per i mesi "caldi" di Dicembre-Gennaio.. :P ;D
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Grecale

  • Membro Junior
  • ***
  • Post: 52
  • Age: 32
  • Località: Periferia di Parma
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 4
Re:Come sarà l'autunno e prima parte invernale?
« Risposta #49 il: Settembre 01, 2018, 04:42:31 pm »




intanto ricordo le prestazioni del mio modellino (su base ottobre) per la previsione della NAO di dicembre 2017 e gennaio 2018:

"Tuttavia rimangono alcuni segnali contrastanti, i quali sono già stati ampiamente discussi, e ai quali vorrei aggiungere il valore della NAO media Dicembre-Gennaio previsto dal mio modellino sulla base dei dati di Ottobre:
0,973"

0,973 era la previsione, 0,95 la NAO osservata.. :o :o :o

in questa stagione ho aggiornato ulteriormente il modello che attualmente si attesta su una correlazione di 0,77 in aumento (2000-2018):



questi i clamorosi risultati dei primi 3 anni di test (a sinistra la NAO prevista ad ottobre, a destra quella osservata nei successivi dicembre-gennaio)



0,73   0,81
0,23   0,2
0,97   0,95


come dico sempre un tale correlazione è troppo alta per essere reale, ed è imminente un'annata in cui avremo una toppata o comunque un ridimensionamento..oltretutto è da capire come si comporterà in caso di NAO negativa (se mai torneremo ad osservarla ;D)..

purtroppo il modellino che utilizza i dati di settembre ha invece fallito dopo un ottimo esordio al primo anno, nei due successivi proponeva una NAO negativa cosa che ovviamente non si è verificata..

vediamo cosa saprà dirci il modello che utilizza i dati primaverili-estivi.. 8)

Forse mi son perso qualcosa per strada (0ssia l'hai già scritto)...
Ma hai provato ad estendere a ritroso il calcolo ?
Se la correlazione regge li lo vedi benone...