BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI


Autore Topic: Global Warming e cambiamenti climatic  (Letto 45391 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #451 il: Agosto 23, 2019, 09:30:12 am »
Ecco come la Noaa cambia a proprio piacimento le fasi cromatiche dei colori per far rendere al meglio l'idea del luglio più caldo "di sempre" .. :o :-\ >:( >:(

prima mappa ad uso pubblico:



la seconda invece a loro uso interno, ricordo che le aree grigie sono quelle prive di dati per via del scarso monitoraggio e che rappresenta la realtà dei dati analizzati in origine:



noti differenze?...beh  ;D    il blu perde tonalità, il rosso l'acquista e si prende quasi tutte le aree grigie disponibili(che non sono poche) .   ::)..forse avevano finito i colori per la stampa.. ::) :) :)
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #452 il: Agosto 26, 2019, 03:50:07 pm »
Potente eruzione in Kamchatka, Russia nella notte tra sab 24 e dom 25 agosto del vulcano Shiveluch, con cenere vulcanica e gas a 21,3 Km  slm

https://www.volcanodiscovery.com/shiveluch/news/85985/Shiveluch-Volcano-Volcanic-Ash-Advisory-VA-SHEVELUCH-ERUPTION-AUG-24TH-to-70000-ft-21300-m.html

1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Online Giaguaro

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 6971
  • Age: 36
  • Località: Pistoia (PT)
  • Pistoia
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 625
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #453 il: Agosto 26, 2019, 04:49:37 pm »
Potente e qualcosa. Hanno detto vei forse addirittura 6 sicuramente 5
Il lavoro nobilita l'uomo, ma anche stare a casa ogni tanto non è delle peggio

Offline stefanocarneval

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 604
  • Località: Firenze - Novoli
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 9
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #454 il: Agosto 26, 2019, 04:53:19 pm »
Per rispondere all'amico Cumulonembo devo dire che probabilmente avevo sbagliato nel segnalare che l'innalzamento termico previsto dai modelli non era quello su scala quarantennale ma dall'inizio della rivoluzione industriale..
Diciamo quindi che la performance è piuttosto valida.
I modelli climatici di previsione non meritano davvero di essere ridicolizzati, perché sono davvero quanto di meglio abbiamo oggi per lo studio del clima della Terra e sono un concentrato di matematica, analisi, fisica e termodinamica che con un lavoro eccelso degli elaboratori oggi in nostro possesso ci danno delle informazioni preziose, in un periodo storico delicato, in cui dovranno essere prese delle decisioni importanti..oppure madre terra le prenderà per noi.

Inviato dal mio Redmi 6A utilizzando Tapatalk


Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #455 il: Agosto 26, 2019, 05:37:22 pm »
Potente e qualcosa. Hanno detto vei forse addirittura 6 sicuramente 5

Si potente ad alto impatto, con gas in piena stratosfera(ricordo che la stratosfera a quelle latitudini nei pressi del ciroclo polare inizia ad una quota compresa tra i 9 e i 11 Km)

vediamo se sarà VEI 5 oppure qualcosa di più..
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline maurino

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 229
  • Age: 59
  • Località: savignano sul panaro(MO) 135 slm
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0

Offline stefanocarneval

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 604
  • Località: Firenze - Novoli
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 9
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #457 il: Agosto 26, 2019, 07:14:23 pm »
https://skepticalscience.com/translation.php?a=15&l=17

Inviato dal mio Redmi 6A utilizzando Tapatalk


Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #458 il: Agosto 26, 2019, 11:06:09 pm »
http://www.climatemonitor.it/?p=51441


Si interessante, mi pare l'avessi già postato....eheheh..furbetti ...ma lo fanno in maniera d'insinteressata ..si   ;)
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline maurino

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 229
  • Age: 59
  • Località: savignano sul panaro(MO) 135 slm
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #459 il: Agosto 27, 2019, 09:28:27 am »
Si interessante, mi pare l'avessi già postato....eheheh..furbetti ...ma lo fanno in maniera d'insinteressata ..si   ;)
l' ho ripostato, perché non si vedeva +, almeno io non lo vedevo +

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #460 il: Agosto 27, 2019, 03:15:49 pm »
l' ho ripostato, perché non si vedeva +, almeno io non lo vedevo +

Ci mancherebbe,  ;) il mio poi era di un'altra fonte, meglio così..  :)
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #461 il: Agosto 27, 2019, 05:21:29 pm »
Climatologia e Paleoclimatologia

ILOPANGO: UN’ERUZIONE VULCANICA DIETRO AL CROLLO DI UNA DELLE PIU’ GRANDI CIVILTA’ PRECOLOMBIANE...

L'eruzione dell’Ilopango, un vulcano oggi dormiente nella Repubblica centroamericana di El Salvador, potrebbe aver devastato gli insediamenti della antica civiltà Maya e decimato i raccolti in tutto il mondo

Nei ghiacci della Groenlandia e dell’Antartide c’è ancora l’impronta di un avvenimento dirompente: una gigantesca eruzione vulcanica avvenuta nel 539 o nel 540 dopo Cristo, che uccise decine di migliaia di persone e contribuì a scatenare una delle più intense epoche di raffreddamento globale degli ultimi 2000 anni. Le carote di ghiaccio in tali luoghi mostrano picchi di solfato, un prodotto secondario di vaste eruzioni vulcaniche.
Ora, dopo anni di ricerche, pare che un’equipe di scienziati sia finalmente riuscita a risalire all’origine del fenomeno, stimando che in quell’eruzione del Sesto secolo l’Ilopango abbia espulso l’equivalente di oltre 40 chilometri cubici di prodotti eruttivi, dando alla luce uno dei maggiori eventi vulcanici sulla Terra degli ultimi 7000 anni.
Le coltivazioni, sia in nord Europa che altrove, non crebbero, e questo provocò, molto probabilmente, fame e malattie. Anche se il suo legame con le eruzioni vulcaniche è piuttosto flebile, la famigerata peste di Giustiniano, che uccise decine di milioni di persone, iniziò nel 541, durante la fase più acuta del raffreddamento mondiale.
Secondo le stime dei ricercatori l’eruzione uccise tra le 40.000 e le 80.000.
La crisi di rifugiati causata dall’Ilopango potrebbe aver alterato il corso degli eventi della civiltà Maya. L’eruzione dell’Ilopango, infatti, precede di poco l’inizio del declino della civiltà maya del Periodo Classico, da sempre imputata a un grande cambiamento climatico…

Credit: NatGeo



http://aldopiombino.blogspot.com/2014/02/un-nuovo-vulcano-candidato-per-levento.html
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Online Giaguaro

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 6971
  • Age: 36
  • Località: Pistoia (PT)
  • Pistoia
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 625
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #462 il: Agosto 28, 2019, 10:02:13 am »
Lo shiveluc non ha fatto nessuna eruzione vei5 6 hanno fatto casino a tradurre i piedi con i km viva gli americani  ;D
Il lavoro nobilita l'uomo, ma anche stare a casa ogni tanto non è delle peggio

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #463 il: Agosto 28, 2019, 10:15:21 am »
Lo shiveluc non ha fatto nessuna eruzione vei5 6 hanno fatto casino a tradurre i piedi con i km viva gli americani  ;D

Si letto ora... ;)   c'è stata un'eruzione con altezza pennacchio a 7 Km ...roba abbatsanza usuale e che sta accadendo spesso in questo periodo sul Shiveluch
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #464 il: Agosto 29, 2019, 04:59:36 pm »
Vi segnalo anche che...se in Italia fà caldo, in Agosto nelle prime 3 settimane in Europa è andata un po' diversamente, anche in zone dove non te lo aspetteresti..ovvero penisola Iberica...e che il trend globale mostra un raffreddamento generalizzato di molte aree.
 :)

https://notrickszone.com/2019/08/24/global-cooling-trend-continues/
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #465 il: Agosto 29, 2019, 06:32:26 pm »
Gran Zebrù  3851 Mt  Alpi lombarde, Valtellina



Ritrovamento di 4 anni fà  di una "casupola"  tedesca risalente alla 1 guerra mondiale

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/69097250_2554372211251768_7366634164142997504_n.jpg?_nc_cat=102&_nc_oc=AQn0t7QEv9LWr2N2xzjtkno3Yiv3VsWSI6-CeU3wbWHiQUJjSVuTF4Ib3pIWqhOTWiw&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=62c136e770064414cbb87eb8d1879961&oe=5DCAEBEA

di sicuro nel 1917 a quelle quote doveva esserci un altro tipo di clima..perforza.. ;) :)
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #466 il: Agosto 30, 2019, 10:15:55 am »
Eruzione in corso da un paio di giorni sul Shiveluch con pennacchio a 10,4 Km slm

https://www.volcanodiscovery.com/shiveluch/news.html

1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #467 il: Agosto 30, 2019, 06:42:16 pm »
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline magiogighen76

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1179
  • Age: 43
  • Località: Molino del piano , Pontassieve 120 mt. s.l.m.- Gualdo , pratovecchio 896 mt. s.l.m.
  • costanter et no trepide
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 122
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #468 il: Agosto 31, 2019, 12:10:20 pm »
Gran Zebrù  3851 Mt  Alpi lombarde, Valtellina



Ritrovamento di 4 anni fà  di una "casupola"  tedesca risalente alla 1 guerra mondiale

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/69097250_2554372211251768_7366634164142997504_n.jpg?_nc_cat=102&_nc_oc=AQn0t7QEv9LWr2N2xzjtkno3Yiv3VsWSI6-CeU3wbWHiQUJjSVuTF4Ib3pIWqhOTWiw&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=62c136e770064414cbb87eb8d1879961&oe=5DCAEBEA

di sicuro nel 1917 a quelle quote doveva esserci un altro tipo di clima..perforza.. ;) :)
No Ponente ; quella casupola è chiamato il "nido d'aquila" , Costruita nel 1917 dagli Austriaci che vi posero una vedetta.Il gran Zebrù in verità  fu scalato a fine 800.  Quella casupola fu anche  teatro di una delle più rinomate imprese degli alpini Italiani, che scalarono la vetta non dalla via est ( fino ad allora l'unica via per scalarlo), ma in una epica scalata fatta nell'ultimo tratto addirittura in notturna  , dal lato ovest ( aprendo di fatto un'altra via ).
La casupola detta il "  Nido d'aquila  " è stata "ripulita dal ghiaccio e neve " e ristruttura nel 2014 per l'avvento del centenario della Grande Guerra dallo stato Italiano in collaborazione con quello Austriaco ( come anche altre moltissime postazioni) dagli Alpini.
Mio Suocero, che ancora scala ( è stata l'ultima scalata importante che ha fatto), vi è stato nel 2016 con una comitiva del CAI di Ancona , che ha toccato i "Luoghi della memoria ", escursioni in cordata sulle postazioni della grande Guerra nelle Alpi del Trentino. Dovevo andarci anch'io ma ho declinato l'invito  per un più " comodo " viaggio a Lisbona . ;D
Credo che il clima sia stato quello odierno se non peggio a sentire i racconti che mio suocero ni ha riportato, oltre un bellissimo report fotografico.

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #469 il: Agosto 31, 2019, 03:21:48 pm »
E come è stata costruita secondo te nel 1917?
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline magiogighen76

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1179
  • Age: 43
  • Località: Molino del piano , Pontassieve 120 mt. s.l.m.- Gualdo , pratovecchio 896 mt. s.l.m.
  • costanter et no trepide
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 122
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #470 il: Agosto 31, 2019, 06:16:53 pm »
E come è stata costruita secondo te nel 1917?
Come la maggior parte delle vedette sulle Alpi costruite nella prima guerra mondiale. Si portavano i fasciami legati sulla schiena e costruivano le casupole in legno nei rientri della roccia ; un lavoro immane ma molto ben documentato nei resoconti, diari e missive del periodo. Mi ricordo che per il centenario furono  fatti dei bellissimi documentari ed uno in particolare proprio sulle costruzioni militari in alta montagna . Se hai il piacere di andarci ti consiglio il Pal Piccolo oppure le postazioni sotto le tre cime di Lavaredo. Lì ci sono anche delle guide e dei musei su cui vi sono delle spiegazioni molto dettagliate sulla costruzione di postazioni, bivacchi, vedette . braccamenti , gallerie e trincee in alta montagna. Ti consiglio anche il Pasubio.

Offline magiogighen76

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1179
  • Age: 43
  • Località: Molino del piano , Pontassieve 120 mt. s.l.m.- Gualdo , pratovecchio 896 mt. s.l.m.
  • costanter et no trepide
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 122
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #471 il: Ottobre 05, 2019, 10:16:17 am »
scrivo qua sul ghiacciaio Planpincieux :
le notizie di ieri danno che lo scivolamento del fronte franoso si attesta su circa un metro al giorno, nonostante l'abbassamento delle temperature degli ultimi 2 giorni.

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #472 il: Ottobre 08, 2019, 12:40:40 am »
La storia insegna...

https://www.facebook.com/groups/248129525296/permalink/10162272281885297/

 :)

Passi alpini un tempo percorribili, culture in altitudine ora impensabili, storie e climi differenti con dati oggettivi alla mano, non nefandezze speculative
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #473 il: Ottobre 08, 2019, 05:50:12 pm »


Ecco..anche la storiella che dal 2020 la neve doveva diventare un ricordo mi sà che non si avveri   ;D :D ;D
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline magiogighen76

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1179
  • Age: 43
  • Località: Molino del piano , Pontassieve 120 mt. s.l.m.- Gualdo , pratovecchio 896 mt. s.l.m.
  • costanter et no trepide
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 122
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #474 il: Ottobre 10, 2019, 09:32:02 pm »
La storia insegna...

https://www.facebook.com/groups/248129525296/permalink/10162272281885297/

 :)

Passi alpini un tempo percorribili, culture in altitudine ora impensabili, storie e climi differenti con dati oggettivi alla mano, non nefandezze speculative
Onde evitare Falsità date dalla polarizzazione di posizioni differenti, scrivo questo , carissimo Ponente :

nell'optimus climatico del basso medioevo ,specialmente tra l 1200 ed il 1500 (fatto salvo un periodo di circa 50 anni tra la fine del 1200 e la prima metà del 1300) , si considera il limite arboreo di piante ad alto fusto ( abetaie e pinete ) l'intervallo altimetrico che varia a seconda delle zone ( orografia, esposizione ) fra i 2200 metri ed i 2400 metri di quota. Negli archivi storici della val d'aosta si può sicuramente vedere come alcuni passi oggi in disuso fossero usati come attraversamenti vallivi tra lo spartiacque alpino, certamente non come vie di grande comunicazione che sono state e restate fino all'avvento delle infrastrutture moderne il Passo del Piccolo S. Bernardo e del Gran san Bernardo.
Sicuramente ad oggi , la linea di tali culture arboree si trova di media  300 metri più in basso d'altitudine .
Il passo del colle di Teudulo o Teudula , per esempio, fu usato nel periodo storico come scambio di merci fra gli abitanti vallivi delle valli contigue nei periodi estivi , essendo a seconda degli anni , libero del tutto o quasi da nevi e ghiacci, facendo la fortuna dei signori di Challant, proprietari del castello di Graines, che ne regolavano i commerci.
Si deve però anche addurre che con la "piccola era Glaciale", i traffici su questa via , furono sicuramente moto ridotti, ma non cessarono mai del tutto: noto è un documento , ne il " Vallis augustanae compendaria descriptio" della metà del XVII sec. ( dove la copertura glaciale raggiungerà uno dei suoi massimi storici dell'età moderna ), che cita " Attraverso la valle detta Tornenchia si passa nell'alto Vallese in un luogo detto Praborna ( l'attuale Zermatt), per otto miglia attraverso i ghiacci eterni ....di qui in estate i Vallesani vengono nel luogo detto valtornenchia per comprare vino che poi vendono fino ai Grigioni".

Certamente va considerato che , i traffici su queste vie, anche nel clima favorevole erano perlopiù fatti su piste tracciate o nei casi migliori su mulattiere selciate , percorse da animali da soma e quasi esclusivamente a piedi.
I traffici con Carriaggi ed a cavallo erano  solitamente ed esclusivamente il Piccolo ed il Gran San Bernardo, come sono continuati, anche se in maniera minore nella piccola era Glaciale, e come sono stati usati sia nel primo periodo Romano ( altro optimus climatico anche se minore per entità a quello basso medievale) sia nel periodo freddo che intercorreva fra il IV ed il VII secolo D.C..
Ciao

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #475 il: Ottobre 10, 2019, 11:24:31 pm »
Prego...tutto ciò avvalora quello postato sopra..   ;)
saluti   :)
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline magiogighen76

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1179
  • Age: 43
  • Località: Molino del piano , Pontassieve 120 mt. s.l.m.- Gualdo , pratovecchio 896 mt. s.l.m.
  • costanter et no trepide
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 122
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #476 il: Ottobre 11, 2019, 09:07:49 am »
Prego...tutto ciò avvalora quello postato sopra..   ;)
saluti   :)
caro Ponente, di niente.
ma difficilmente avevano vitigni a produzione vinicola a 2200 metri.
semmai altre culture, magari più a fonte cereali e frumento, che arrivano ad altitudini e fasce climatiche più elevate, e maggiore fruizione degli alpeggi d'altura.
Quindi, non avvalora affatto ciò che è stato postato da te con fonte Facebook, ma credo, scusami, che sia un discorso interessante lo studio del clima nel passato legato storicamente alla trasformazione del territorio, sia nelle culture sia nelle tradizioni, ma come ogni fatto storico , legato a fonti,documenti e ricerca. Come hai detto tu ,la storia è storia ; cerchiamo di non tirarla per i capelli per avvalorare quella o quell'altra tesi odierna. 
Che vi siano stati periodi più caldi è indubbio; credo che all'interno del forum nessuno possa dire che non vi siano stati ( specialmente nel basso medioevo), come nessuno può dire che non vi siano stati periodi più freddi ( specialmente la cosi detta PEG); penso che il senso della stanza in oggetto sia : quanto incide l'attività antropica nell'era industriale, sul clima e sull'ambiente tutto, al netto delle normali fluttuazioni naturali climatiche e quindi anche ambientali di flora e fauna?
Domanda difficile e risposta ardua, penso!!!
« Ultima modifica: Ottobre 11, 2019, 09:30:07 am da magiogighen76 » »

Offline andi

  • Membro Junior
  • ***
  • Post: 86
  • Località: Mestre
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #477 il: Ottobre 11, 2019, 09:27:32 am »
resta il fatto che: nessun atollo è stato sommerso dall'acqua, Venezia non è sommersa, anzi le acque alte, salvo eventi eccezionali sono notevolmente diminuite rispetto agli anni 80 (ricordi personali di quando andavo alle superiori un giorno si e l'altro no non si passava); la neve è sempre presente (anche in maggio quest'anno). Allora questi climatologi che negli anni 90 profetizzavano questo e che adesso sparano ca..te sul 2030 costringendo questa massa di buffoni politici  e gretini vari a  pagare un conto salatissimo per ridurre la famigerata CO2 responsabile del "surriscaldamento!!!". Non sento nessuno che controbatte in tv con questi semplici argomenti
Andrea

Offline magiogighen76

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1179
  • Age: 43
  • Località: Molino del piano , Pontassieve 120 mt. s.l.m.- Gualdo , pratovecchio 896 mt. s.l.m.
  • costanter et no trepide
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 122
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #478 il: Ottobre 11, 2019, 09:41:22 am »
resta il fatto che: nessun atollo è stato sommerso dall'acqua, Venezia non è sommersa, anzi le acque alte, salvo eventi eccezionali sono notevolmente diminuite rispetto agli anni 80 (ricordi personali di quando andavo alle superiori un giorno si e l'altro no non si passava); la neve è sempre presente (anche in maggio quest'anno). Allora questi climatologi che negli anni 90 profetizzavano questo e che adesso sparano ca..te sul 2030 costringendo questa massa di buffoni politici  e gretini vari a  pagare un conto salatissimo per ridurre la famigerata CO2 responsabile del "surriscaldamento!!!". Non sento nessuno che controbatte in tv con questi semplici argomenti

Mi spiace Andi, ma gli effetti dell'innalzamento marino si cominciano a sentire nel mondo; ti cito zone del delta del Gange in Bangladesh ,ove alcuni villaggi costieri sono stati abbandonati; 2 paesi negli Stati Uniti , stato del Mississipi , delta del fiume stesso, fondati come colonie dai francesi nel 1600 e andati verso l'abbandono per evidente accrescimento del livello marino negli ultimi 30 anni; alcune isolette delle everglades in florida;
 si tratta certamente delle zone più sensibili del pianeta, situate tutte su mari a bacino aperto con influssi oceanici. Il mediterraneo per ora rimane abbastanza stabile,essendo un bacino semi chiuso ( con differenza altimetrica di livello d'acqua diversa dall'oceano) e risentendo meno di questo fenomeno.

rimando alla domanda che ho posto sopra , in risposta a Ponente.
Ciao

Offline andi

  • Membro Junior
  • ***
  • Post: 86
  • Località: Mestre
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #479 il: Ottobre 11, 2019, 09:50:09 am »
Mi spiace Andi, ma gli effetti dell'innalzamento marino si cominciano a sentire nel mondo; ti cito zone del delta del Gange in Bangladesh ,ove alcuni villaggi costieri sono stati abbandonati; 2 paesi negli Stati Uniti , stato del Mississipi , delta del fiume stesso, fondati come colonie dai francesi nel 1600 e andati verso l'abbandono per evidente accrescimento del livello marino negli ultimi 30 anni; alcune isolette delle everglades in florida;
 si tratta certamente delle zone più sensibili del pianeta, situate tutte su mari a bacino aperto con influssi oceanici. Il mediterraneo per ora rimane abbastanza stabile,essendo un bacino semi chiuso ( con differenza altimetrica di livello d'acqua diversa dall'oceano) e risentendo meno di questo fenomeno.

rimando alla domanda che ho posto sopra , in risposta a Ponente.
Ciao
nel caso degli Stati Uniti il problema è la subsidenza e non l'innalzamento del livello dei mari, appena letto
Andrea

Offline magiogighen76

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1179
  • Age: 43
  • Località: Molino del piano , Pontassieve 120 mt. s.l.m.- Gualdo , pratovecchio 896 mt. s.l.m.
  • costanter et no trepide
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 122
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #480 il: Ottobre 11, 2019, 11:38:23 am »
nel caso degli Stati Uniti il problema è la subsidenza e non l'innalzamento del livello dei mari, appena letto
In che caso?.....ne ho scritti 2 .

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk


Offline andi

  • Membro Junior
  • ***
  • Post: 86
  • Località: Mestre
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #481 il: Ottobre 11, 2019, 11:43:43 am »
In che caso?.....ne ho scritti 2 .

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk
Delta del Missisipi
Andrea

Offline magiogighen76

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1179
  • Age: 43
  • Località: Molino del piano , Pontassieve 120 mt. s.l.m.- Gualdo , pratovecchio 896 mt. s.l.m.
  • costanter et no trepide
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 122
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #482 il: Ottobre 11, 2019, 01:37:43 pm »
Metto questo. Devo vedere gli studi, e la loro comprovazione.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk


Offline magiogighen76

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1179
  • Age: 43
  • Località: Molino del piano , Pontassieve 120 mt. s.l.m.- Gualdo , pratovecchio 896 mt. s.l.m.
  • costanter et no trepide
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 122
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #483 il: Ottobre 11, 2019, 01:38:05 pm »
Non mi copia il link

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk


Offline magiogighen76

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1179
  • Age: 43
  • Località: Molino del piano , Pontassieve 120 mt. s.l.m.- Gualdo , pratovecchio 896 mt. s.l.m.
  • costanter et no trepide
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 122

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #485 il: Ottobre 11, 2019, 05:43:19 pm »
caro Ponente, di niente.
ma difficilmente avevano vitigni a produzione vinicola a 2200 metri.
semmai altre culture, magari più a fonte cereali e frumento, che arrivano ad altitudini e fasce climatiche più elevate, e maggiore fruizione degli alpeggi d'altura.
Quindi, non avvalora affatto ciò che è stato postato da te con fonte Facebook, ma credo, scusami, che sia un discorso interessante lo studio del clima nel passato legato storicamente alla trasformazione del territorio, sia nelle culture sia nelle tradizioni, ma come ogni fatto storico , legato a fonti,documenti e ricerca. Come hai detto tu ,la storia è storia ; cerchiamo di non tirarla per i capelli per avvalorare quella o quell'altra tesi odierna. 
Che vi siano stati periodi più caldi è indubbio; credo che all'interno del forum nessuno possa dire che non vi siano stati ( specialmente nel basso medioevo), come nessuno può dire che non vi siano stati periodi più freddi ( specialmente la cosi detta PEG); penso che il senso della stanza in oggetto sia : quanto incide l'attività antropica nell'era industriale, sul clima e sull'ambiente tutto, al netto delle normali fluttuazioni naturali climatiche e quindi anche ambientali di flora e fauna?
Domanda difficile e risposta ardua, penso!!!

ciao, perchè scusa pensi che non possano essere stati coltivati certi tipi di culture?? da cosa lo deduci...hai delle fonti in merito? se si grazie postale pure  ;)

per la domanda finale io ho la mia idea/pensiero come molti altri...   ma semmai te ne pongo un'altra, appurato che visto il ritiro dei ghiacciai da oltre un secolo prima dell'era industriale, siamo così sicuri di riuscire a stabilire con precisione di quanto sia stato l'aumento termico globale rispetto al 1850 ?? e se si, quanto era più caldo nel medio-evo rispetto ad oggi?
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #486 il: Ottobre 11, 2019, 05:47:08 pm »
resta il fatto che: nessun atollo è stato sommerso dall'acqua, Venezia non è sommersa, anzi le acque alte, salvo eventi eccezionali sono notevolmente diminuite rispetto agli anni 80 (ricordi personali di quando andavo alle superiori un giorno si e l'altro no non si passava); la neve è sempre presente (anche in maggio quest'anno). Allora questi climatologi che negli anni 90 profetizzavano questo e che adesso sparano ca..te sul 2030 costringendo questa massa di buffoni politici  e gretini vari a  pagare un conto salatissimo per ridurre la famigerata CO2 responsabile del "surriscaldamento!!!". Non sento nessuno che controbatte in tv con questi semplici argomenti

Perforza perchè ci sono interessi superiori alla verità e quindi demonizzano un gas presente in atmosfera in bassissime percentuali rispetto ad altri che invece è fonte di vita, prosperità ecc
La teoria agw è stata smontata in mille modi, non c'è cazzi e mazzi...  finchè esisterà il riciclo di questo gas tramite la flora e gli oceani e seguirà sempre l'andamento termico globale e non viceversa.
« Ultima modifica: Ottobre 11, 2019, 06:22:39 pm da ponente » »
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline magiogighen76

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1179
  • Age: 43
  • Località: Molino del piano , Pontassieve 120 mt. s.l.m.- Gualdo , pratovecchio 896 mt. s.l.m.
  • costanter et no trepide
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 122
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #487 il: Ottobre 11, 2019, 11:41:47 pm »
Buonasera.  Rispondo al primo quesito mossomi da Ponente.
Perché certi tipi di culture non potevano esserci a 2200 metri.?
Semplice; come ho scritto precedentemente sul limite arboreo di certe culture e sull'inalzamento in quota di circa 300 metri (rispetto ad oggi) , così lo era il limite della vite; considera che ad oggi i vitigni più  alti della val d'Aosta ( con versante esposto verso sud) per vinificazione si stimano verso i 1200 metri.
Ne puoi dedurre pure tu la quota che al massimo potevano raggiungere nel basso  medioevo, considerando anche la "specializzazione " che abbiamo oggidì raggiunto in Italia.
Ergo quindi che la notizia presa da Facebook, pur non essendo  tu la fonte,sia quantomeno e molto probabilmente una incongruenza, mettiamola così.
Precisazione sulla temperatura dell'optimus climatico del basso  medioevo: penso che le temperature medie del periodo siano abbastanza risapute in ambito scientifico, sia da coloro che credono nel cambiamento climatico antropico e sia gli scettici;  le temperature erano pressappoco quelle che sono adesso, da fine secolo scorso ( anni 90) fino al 2010. I grafici li puoi trovare su qualsiasi fonte scientifica seria che tratta del tema. E sono molte.
Sulla mia domanda:
Ti dico che anch'io ho un pensiero, dettato più dalla logica che altro. Ma una "idea" , ed una risposta assolutamente no; non credo di averne ne le competenze ne le conoscenze, e vedendo la disfida dell'hockey che matura tra le comunità scientifiche , nemmeno lontanamente potrò averla.
E questo,  mi avvia alla seguente richiesta e conclusione:
La richiesta è quella di rimanere un po' con il beneficio del dubbio su quello che vai scrivendo; con analisi della tua ultima esternazione, in specialmodo, che è  un un'intervento assoluto, e qui di assoluti non può vivere nessuno, specialmente su questo  tema. Gli interessi, che tu dici, ci sono, ci sono stati e ci saranno sempre, che sia green economy petrolio,carbone o qualsiasi forma energetica "da vendere ", così va il mondo da come storia insegna.
Concludo con questo augurio per questa stanza; cerchiamo anche di discutere ma con garbo e con rispetto delle altrui posizioni ; le posizioni da Pasdaran fondamentalista lasciamole per altri lidi. Si può far valere le proprie posizioni anche senza per forza radicalizzare la dialettica.

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk


Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #488 il: Ottobre 11, 2019, 11:49:42 pm »
nessun assolutismo...ma ho la mia idea e non la cambio, perchè segue una logica(mia)  :) ;)
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 15753
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
  • vortice polare disturbato ma non troppo..(per noi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3885
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #490 il: Ottobre 20, 2019, 10:20:07 am »
Di Vincenzo Zamboni – Fisico – 14 Ottobre 2019


L’H2O è di gran lunga il principale gas serra del pianeta.
La sua presenza in atmosfera è 100 volte maggiore del CO2 (mediamente il 5% contro 400 ppm).
Ma non basta.
La banda di assorbimento infrarosso dell’H2O è piena, cioè assorbe tutti gli infrarossi.
La CO2 lo fa solo per tre lunghezze d’onda.
Ma non basta.
La tesi dell’ “hockey stick” (stazionarietà termica plurimillenaria seguita da riscaldamento odierno) di Michael Mann è risultata falsa persino in tribunale: ha voluto lui una causa, contro Tim Ball, e il tribunale ha dovuto dargli torto, per motivi squisitamente scientifici: Mann si è rifiutato di presentare i suoi calcoli.
Con i quali intendeva sbugiardare il tradizionale grafico degli andamenti termici terrestri nel corso dei millenni, che include riscaldamenti e raffreddamenti non solo misurati con i carotaggi nei ghiacci eterni (e conseguente analisi delle arie intrappolate), ma anche testimoniati da documentazioni storiche: sappiamo con certezza da fonti storiche precise che nell’alto medioevo faceva più caldo di oggi e nel ‘600 più freddo (nell’ultimo caso ora sappiamo anche il perché, basta vedere i lavori delle università di Gerusalemme e di Copenaghen).
Ma non basta: nel XXI secolo assistiamo al riscaldamento di Marte e Giove, dopo avere assistito (via misure spettrometriche) al loro raffreddamento (ne discusse la rivista Nature, non solo Repubblica).
Del resto, gli articoli (scientifici e divulgativi) degli anni ’70 annunciavano la psicosi da congelamento proprio come oggi annunciano quella da riscaldamento: ma il bello è che in entrambi i casi vengono imputate, senza prove, le stesse sostanze, cioè le emissioni industriali.
Che secondo i propagandisti di psicosi cinquant’anni fa raffreddavano mentre ora riscalderebbero.
Tutte queste cose sono ben note a chi è del mestiere, essendo la fisica fondata sulle misure, non sulla invenzione di modelli matematici costruiti a piacere.
Creando un modello matematico a modo mio sono capace anch’io di far dire qualunque cosa a qualunque fenomeno.
Qualunque scienziato dotato di un minimo di abilità matematica lo sa fare.
Ma la fisica è una scienza galileiana, ovvero fondata sulla misurazione della realtà, e le misure non sono il contaballismo antropico dei modelli matematici costruiti e manipolati ad hoc.
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline magiogighen76

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1179
  • Age: 43
  • Località: Molino del piano , Pontassieve 120 mt. s.l.m.- Gualdo , pratovecchio 896 mt. s.l.m.
  • costanter et no trepide
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 122
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #491 il: Ottobre 20, 2019, 09:04:51 pm »
Di Vincenzo Zamboni – Fisico – 14 Ottobre 2019


L’H2O è di gran lunga il principale gas serra del pianeta.
La sua presenza in atmosfera è 100 volte maggiore del CO2 (mediamente il 5% contro 400 ppm).
Ma non basta.
La banda di assorbimento infrarosso dell’H2O è piena, cioè assorbe tutti gli infrarossi.
La CO2 lo fa solo per tre lunghezze d’onda.
Ma non basta.
La tesi dell’ “hockey stick” (stazionarietà termica plurimillenaria seguita da riscaldamento odierno) di Michael Mann è risultata falsa persino in tribunale: ha voluto lui una causa, contro Tim Ball, e il tribunale ha dovuto dargli torto, per motivi squisitamente scientifici: Mann si è rifiutato di presentare i suoi calcoli.
Con i quali intendeva sbugiardare il tradizionale grafico degli andamenti termici terrestri nel corso dei millenni, che include riscaldamenti e raffreddamenti non solo misurati con i carotaggi nei ghiacci eterni (e conseguente analisi delle arie intrappolate), ma anche testimoniati da documentazioni storiche: sappiamo con certezza da fonti storiche precise che nell’alto medioevo faceva più caldo di oggi e nel ‘600 più freddo (nell’ultimo caso ora sappiamo anche il perché, basta vedere i lavori delle università di Gerusalemme e di Copenaghen).
Ma non basta: nel XXI secolo assistiamo al riscaldamento di Marte e Giove, dopo avere assistito (via misure spettrometriche) al loro raffreddamento (ne discusse la rivista Nature, non solo Repubblica).
Del resto, gli articoli (scientifici e divulgativi) degli anni ’70 annunciavano la psicosi da congelamento proprio come oggi annunciano quella da riscaldamento: ma il bello è che in entrambi i casi vengono imputate, senza prove, le stesse sostanze, cioè le emissioni industriali.
Che secondo i propagandisti di psicosi cinquant’anni fa raffreddavano mentre ora riscalderebbero.
Tutte queste cose sono ben note a chi è del mestiere, essendo la fisica fondata sulle misure, non sulla invenzione di modelli matematici costruiti a piacere.
Creando un modello matematico a modo mio sono capace anch’io di far dire qualunque cosa a qualunque fenomeno.
Qualunque scienziato dotato di un minimo di abilità matematica lo sa fare.
Ma la fisica è una scienza galileiana, ovvero fondata sulla misurazione della realtà, e le misure non sono il contaballismo antropico dei modelli matematici costruiti e manipolati ad hoc.
Lo quoto. Ho letto pure io : C'è un errore che credo di stampa. é Il basso medioevo il periodo caldo, mentre l'alto medioevo è freddo come periodo ( storicamente il periodo Alto medioevale è dal 476 D.C al 1000 D.C., anche se il periodo freddo in verità comincia verso il 200/ 250 D.C e comincia ad invertire la tendenza verso l'850 D.C ). Vi è anche da dire che le "dissonanze " scientifiche sono pure andate avanti nel frattempo con studi molto più approfonditi da ambo le parti. Ad oggi nella comunità scientifica nessuno oblia le fluttuazioni termiche periodiche del pianeta Terra; sono dati ! Semmai sono lo stesso dati anche l'aumento della CO2 in atmosfera; quanta è causa delle attività umane e quanta quella normalmente in natura nell'aumento dal 1950 ad oggi ? è vero che il vapore acqueo è più "isolante " (diciamo così) e fa più spettro rispetto alla CO2 , ma è vapore acqueo! Cosa succede chimicamente in atmosfera se la CO2 supera le 1000 unità di parte per milione ( siamo ancora lontani)?
 La Co2 invero è un gas inerte , che ha una permanenza anche breve nell'atmosfera nei normali cicli globali : 5 anni.
 E' vero quindi che la CO2 non è da criminalizzare come gas serra in se per se : Ma cosa succede quando il surplus di questa non viene assorbito dagli oceani? nell'arco di anni ( molti secondo studi approfonditi, nell'ordine dei 100 anni fino ai 500 anni  ) può creare problemi ? vi è uno studio dell' IPCC  su questo :See IPCC 4th Assessment Report Section 2.10).
Di sicuro non è solo l'aumento della CO2 il problema , ed almeno nel mio modesto parere perso che si debba parlare sempre di "Cambiamenti ambientali" più che climatici, perchè è in ambito ambientale che i problemi sono molti.
Buonasera
Buonasera