BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI


Autore Topic: Global Warming e cambiamenti climatic  (Letto 29720 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #50 il: Marzo 20, 2017, 11:53:02 pm »
Aggiungo... sto ancora aspettando gli effetti sulle T globali del minimo solare del 2006-2011... posso fare una pausa caffè o devo continuare ad aspettare?  :D

non ci saranno molti lustri da aspettare... :)
ma occhio con i caffè, non vorrei ti innervosissero troppo... ;D
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Online Sniek

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 5803
  • Age: 45
  • Località: Treggiaia - I Fabbri (Pi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1191

Offline luca_mo

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 557
  • Località: Modena
  • Modena
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 295
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #52 il: Marzo 23, 2017, 10:14:59 am »
Mie riflessioni:
- Nel vero concetto del termine "glaciazione" si intende la presenza di calotte glaciali ai poli, ergo, siamo tutt'ora in una fase glaciale.
- E' noto che l'uomo ha paura dei cambiamenti, basta vedere come si comporta nei confronti del GW quando dovrebbe benissimo sapere che il GW non è pericoloso per la Terra dato che lo sanno anche i muri dei cicli climatici terrestri e non mi sembra che la Terra abbia mai smesso di esistere.. (forse per l'uomo?)
- Ricollegandomi all'ultimo punto, io non credo affatto che il GW sia una cosa dannosa o almeno non totalmente come viene fatto passare. E' ovvio come in passato siano state soprattutto ere glaciali a provocare morti e carestie e assenza di cibo, cosa contraria nei periodi caldi più favorevoli allo sviluppo. Oggi si parla tanto della mancanza di risorse per soddisfare tutti, immaginiamo se il GW portasse vaste aree ora non coltivabili a causa di T troppo fredde in aree coltivabili? Mi vengono in mente le immense aree siberiane o quelle canadesi.
- A supporto del secondo punto, attualmente la T media dei fondali oceanici si aggira attorno ai 2 gradi, nel Cretacico si era attorno agli 11 gradi. Poi mi si verrà a dire si, ma non era causa dell'uomo o presunta. e allora? Cambia qualcosa nel risultato? I dati sempre quelli sono.
Studiare un po' di Geologia a quanto pare non fa proprio male..
Poi se uno è contrario al GW perchè nevicherà meno nel suo giardino pazienza se ne farà una ragione...
Località: Modena(MO) 34 m s.l.m
UNIVERSITA' DI SCIENZE GEOLOGICHE - MODENA

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #53 il: Marzo 23, 2017, 06:57:45 pm »
Mie riflessioni:
- Nel vero concetto del termine "glaciazione" si intende la presenza di calotte glaciali ai poli, ergo, siamo tutt'ora in una fase glaciale.
- E' noto che l'uomo ha paura dei cambiamenti, basta vedere come si comporta nei confronti del GW quando dovrebbe benissimo sapere che il GW non è pericoloso per la Terra dato che lo sanno anche i muri dei cicli climatici terrestri e non mi sembra che la Terra abbia mai smesso di esistere.. (forse per l'uomo?)
- Ricollegandomi all'ultimo punto, io non credo affatto che il GW sia una cosa dannosa o almeno non totalmente come viene fatto passare. E' ovvio come in passato siano state soprattutto ere glaciali a provocare morti e carestie e assenza di cibo, cosa contraria nei periodi caldi più favorevoli allo sviluppo. Oggi si parla tanto della mancanza di risorse per soddisfare tutti, immaginiamo se il GW portasse vaste aree ora non coltivabili a causa di T troppo fredde in aree coltivabili? Mi vengono in mente le immense aree siberiane o quelle canadesi.
- A supporto del secondo punto, attualmente la T media dei fondali oceanici si aggira attorno ai 2 gradi, nel Cretacico si era attorno agli 11 gradi. Poi mi si verrà a dire si, ma non era causa dell'uomo o presunta. e allora? Cambia qualcosa nel risultato? I dati sempre quelli sono.
Studiare un po' di Geologia a quanto pare non fa proprio male..
Poi se uno è contrario al GW perchè nevicherà meno nel suo giardino pazienza se ne farà una ragione...

Provo a rispondere punto per punto:
- una glaciazione è un periodo... non è mai stabile nel corso della storia del pianeta terra, ma si è sempre manifestato con un forte avanzamento della calotta, fino a latitudini nordamericane e nordeuropee, e un abbassamento della T media di circa 10 gradi medi. Non è riducibile alla semplice "presenza" di ghiaccio, foss'anche un cubetto stile mohito

- che la Terra continuerà ad esistere è verissimo... che possa continuare ad esistere anche senza di noi è altrettanto vero. Mi sembra però stupido autocostruire con le nostre mani un contesto che rischia di portarci verso un'estinzione di massa. Ok che l'universo non ruota attorno all'uomo, ma un po' di autoconservazione della specie mi pare quantomeno auspicabile  ;)

- purtroppo è MOLTO dannoso un riscaldamento. Se è vero che l'uscita dall'era glaciale ha consentito un forte sviluppo dell'umanità, è altrettanto vero che un ulteriore riscaldamento porterebbe gravissimi problemi: pensa solo a cosa succederebbe in caso di aumento del livello dei mari (aumenterebbero vertiginosamente i danni causati da tsunami-inondazioni ecc., verrebbero inquinate le falde di acqua dolce nell'entroterra). I 4 miliardi di persone che vivono ora sulle coste sarebbero costretti a migrare... già facciamo fatica a sopportare qualche milione che arriva dal nord-Africa... se moltiplichiamo il tutto non per due o per tre, ma PER MILLE, pensa tu cosa potrebbe saltar fuori

Ma restiamo pure nel nostro "piccolo"...  I ghiacciai restano la principale riserva idrica del nostro territorio, perchè in passato restavano intatti anche quando le falde acquifere erano basse a causa di siccità (ovviamente già accadute in passato più volte). Senza ghiacciai alpini come irrighiamo i campi, grazie ai quali possiamo nutrirci? Con l'acqua minerale?

- nel Cretaceo mancava un piccolo dettaglio... l'uomo. E l'uomo ha il difetto di essere una specie estremamente esigente e allo stesso tempo estremamente poco adattabile. Quindi metti pure la mano sul fuoco che chi vive in una condizione di relativo benessere, col cavolo sarà disposto a dividere la fetta di torta con chi non avrà più risorse per vivere

Credo che la neve, destinata a diminuire fortemente da noi, sia proprio il minore dei problemi. Fosse SOLO quello, ci farei pure la firma, sai?

Il tutto pur di negare che sarebbe utile mantenere il riscaldamento entro i 2 gradi entro fine secolo

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #54 il: Marzo 23, 2017, 10:29:21 pm »
si certo..stai tranquillo che ci penseranno"loro" all'autoconservazione della spece..
infatti si fà di tutto per fare l'incontrario, invece di basare politiche mirate con le tecnologie a disposizione, si fà solo grande speculazione e si sprecano milioni di euro per manterenere tutto ciò...
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #55 il: Marzo 23, 2017, 10:44:12 pm »
Il bello dei convinti serristi dell'ipotetico gw anzi agw e l'obbligo morale, scientifico, astrale e cognitivo  ;D di mantenere entro fine secolo
il riscaldamento climatico del pianeta Terra, è  che è proprio la base della sua teoria a vacillare...  condita con la presunzione di conoscere e saper prevedere tutte le variabili che influiscono sul clima di un pianeta di qui a quasi un secolo di distanza :o...
beata ignoranza!  ;D
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #56 il: Marzo 23, 2017, 11:19:46 pm »
E le "tecnologie" come le mantieni? Con la criptonite? Con la polvere lunare?
No, ma continuiamo pure a violentare le risorse... vedrai quante faccine  ;D ti verrà voglia di mettere tra 20 anni o giù di lì

Offline luca_mo

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 557
  • Località: Modena
  • Modena
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 295
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #57 il: Marzo 24, 2017, 08:56:05 am »
Provo a rispondere punto per punto:
- una glaciazione è un periodo... non è mai stabile nel corso della storia del pianeta terra, ma si è sempre manifestato con un forte avanzamento della calotta, fino a latitudini nordamericane e nordeuropee, e un abbassamento della T media di circa 10 gradi medi. Non è riducibile alla semplice "presenza" di ghiaccio, foss'anche un cubetto stile mohito

- che la Terra continuerà ad esistere è verissimo... che possa continuare ad esistere anche senza di noi è altrettanto vero. Mi sembra però stupido autocostruire con le nostre mani un contesto che rischia di portarci verso un'estinzione di massa. Ok che l'universo non ruota attorno all'uomo, ma un po' di autoconservazione della specie mi pare quantomeno auspicabile  ;)

- purtroppo è MOLTO dannoso un riscaldamento. Se è vero che l'uscita dall'era glaciale ha consentito un forte sviluppo dell'umanità, è altrettanto vero che un ulteriore riscaldamento porterebbe gravissimi problemi: pensa solo a cosa succederebbe in caso di aumento del livello dei mari (aumenterebbero vertiginosamente i danni causati da tsunami-inondazioni ecc., verrebbero inquinate le falde di acqua dolce nell'entroterra). I 4 miliardi di persone che vivono ora sulle coste sarebbero costretti a migrare... già facciamo fatica a sopportare qualche milione che arriva dal nord-Africa... se moltiplichiamo il tutto non per due o per tre, ma PER MILLE, pensa tu cosa potrebbe saltar fuori

Ma restiamo pure nel nostro "piccolo"...  I ghiacciai restano la principale riserva idrica del nostro territorio, perchè in passato restavano intatti anche quando le falde acquifere erano basse a causa di siccità (ovviamente già accadute in passato più volte). Senza ghiacciai alpini come irrighiamo i campi, grazie ai quali possiamo nutrirci? Con l'acqua minerale?

- nel Cretaceo mancava un piccolo dettaglio... l'uomo. E l'uomo ha il difetto di essere una specie estremamente esigente e allo stesso tempo estremamente poco adattabile. Quindi metti pure la mano sul fuoco che chi vive in una condizione di relativo benessere, col cavolo sarà disposto a dividere la fetta di torta con chi non avrà più risorse per vivere

Credo che la neve, destinata a diminuire fortemente da noi, sia proprio il minore dei problemi. Fosse SOLO quello, ci farei pure la firma, sai?

Il tutto pur di negare che sarebbe utile mantenere il riscaldamento entro i 2 gradi entro fine secolo
Allora.. certo che la glaciazione e' un periodo, infatti siamo ancora in un periodo glaciale in senso stretto, ma qhesto non lo dico io, lo dicono prof universitari che forse ne sanno un tantinello sia piu di me che di te..
Estinzioni di massa? Evito di rispondere a questi proclami allarmistici alla studio aperto.
Che e' molto dannoso lo dici tu, determinate aree verranno penalizzate ma altrettante potrebbero trarne beneficio come già ho scritto nel post precedente
Non credo di avere una visione orticellistica, dato che sono laureato in geologia penso che nessuna scienza come questa fornisca una visione globale della Terra e forse studiarne un po' anche tu non ti farebbe male eviteresti certe uscite tristi..
Con questo chiudo dicendo che ad oggi il mondo non può che andare ad idrocarburi è inevitabile, smettiamola di fare i finti perbenisti perchè ad oggi nessuna risorsa si è dimostrata all'altezza nonostante i progressi delle rinnovabili.
Località: Modena(MO) 34 m s.l.m
UNIVERSITA' DI SCIENZE GEOLOGICHE - MODENA

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #58 il: Marzo 24, 2017, 09:57:50 am »
E le "tecnologie" come le mantieni? Con la criptonite? Con la polvere lunare?
No, ma continuiamo pure a violentare le risorse... vedrai quante faccine  ;D ti verrà voglia di mettere tra 20 anni o giù di lì
se sapessi lo spreco di denaro pubblico(soldini anche tuoi)  che ruota attorno al carozzone del gw...altrochè faccine metteresti  ;)
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #59 il: Marzo 24, 2017, 10:41:13 am »
Allora.. certo che la glaciazione e' un periodo, infatti siamo ancora in un periodo glaciale in senso stretto, ma qhesto non lo dico io, lo dicono prof universitari che forse ne sanno un tantinello sia piu di me che di te..
Estinzioni di massa? Evito di rispondere a questi proclami allarmistici alla studio aperto.
Che e' molto dannoso lo dici tu, determinate aree verranno penalizzate ma altrettante potrebbero trarne beneficio come già ho scritto nel post precedente
Non credo di avere una visione orticellistica, dato che sono laureato in geologia penso che nessuna scienza come questa fornisca una visione globale della Terra e forse studiarne un po' anche tu non ti farebbe male eviteresti certe uscite tristi..
Con questo chiudo dicendo che ad oggi il mondo non può che andare ad idrocarburi è inevitabile, smettiamola di fare i finti perbenisti perchè ad oggi nessuna risorsa si è dimostrata all'altezza nonostante i progressi delle rinnovabili.


Sì, come no... se tutte le tue riflessioni si poggiano già su un'errata premessa sui periodi glaciali, figuriamoci il resto. Con il tuo concetto di glaciazione, basta la presenza di ghiaccio ai Poli per dire che siamo in un'era glaciale. Quindi la Terra vive un'eterna glaciazione più o meno da quando si è raffreddata la crosta terrestre 4-5 miliardi di anni fa. Curiosissima definizione.
Purtroppo per te non è così
Le glaciazioni hanno caratteristiche PERIODICHE e ben definite.
Cicli di forte espansione e di forte regresso delle calotte polari... ora noi siamo in un periodo INTERglaciale postwurmiano da circa 11-12000 anni, denominato olocene (ma molti iniziano a chiamarlo antropocene)



Io ti ho risposto pacatamente, ma se porti la discussione su questi toni, resta pure delle tue convinzioni. Forse il 97% dei ricercatori mondiali è costituito da emeriti deficienti...magari scriverò mail come se non ci fosse un domani a dire di dar retta a lucamo che è laureato in geologia. Cosa ti devo dire?
« Ultima modifica: Marzo 24, 2017, 11:06:40 am da Nix novariensis » »

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #60 il: Marzo 24, 2017, 10:43:27 am »
se sapessi lo spreco di denaro pubblico(soldini anche tuoi)  che ruota attorno al carozzone del gw...altrochè faccine metteresti  ;)

Certo... invece i soldi che sono stati destinati a raschiare il fondo del barile per cercare il poco petrolio che rimane (vedi decreto "sblocca-Italia") ah quelli sono pochi... e sono spesi per una cosa che ci manterrà per lungo tempo. Contento tu

Offline luca_mo

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 557
  • Località: Modena
  • Modena
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 295
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #61 il: Marzo 24, 2017, 11:04:58 am »
Sì, come no... se tutte le tue riflessioni si poggiano già su un'errata premessa sui periodi glaciali, figuriamoci il resto. Con il tuo concetto di glaciazione, basta la presenza di ghiaccio ai Poli per dire che siamo in un'era glaciale. Quindi la Terra vive un'eterna glaciazione più o meno da quando si è raffreddata la crosta terrestre 4-5 miliardi di anni fa. Curiosissima definizione.
Purtroppo per te non è così
Le glaciazioni hanno caratteristiche PERIODICHE e ben definite


Io ti ho risposto pacatamente, ma se porti la discussione su questi toni, resta pure delle tue convinzioni. Forse il 97% dei ricercatori mondiali è costituito da emeriti deficienti...magari scriverò mail come se non ci fosse un domani a dire di dar retta a lucamo che è laureato in geologia. Cosa ti devo dire?
emeriti deficienti? Io non ho negato nulla del GW ne delle risorse ho semplicemente dato una chiave di lettura differenti dai soliti noiosi proclami allarmistici, a tutti piacerebbe un mondo di 100% di energia pulita e rinnovabile ma al momento non è possibile e la strada è lunghissima ancora.
Località: Modena(MO) 34 m s.l.m
UNIVERSITA' DI SCIENZE GEOLOGICHE - MODENA

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #62 il: Marzo 24, 2017, 11:22:09 am »
Sì, come no... se tutte le tue riflessioni si poggiano già su un'errata premessa sui periodi glaciali, figuriamoci il resto. Con il tuo concetto di glaciazione, basta la presenza di ghiaccio ai Poli per dire che siamo in un'era glaciale. Quindi la Terra vive un'eterna glaciazione più o meno da quando si è raffreddata la crosta terrestre 4-5 miliardi di anni fa. Curiosissima definizione.
Purtroppo per te non è così
Le glaciazioni hanno caratteristiche PERIODICHE e ben definite.
Cicli di forte espansione e di forte regresso delle calotte polari... ora noi siamo in un periodo INTERglaciale postwurmiano da circa 11-12000 anni, denominato olocene (ma molti iniziano a chiamarlo antropocene)



Io ti ho risposto pacatamente, ma se porti la discussione su questi toni, resta pure delle tue convinzioni. Forse il 97% dei ricercatori mondiali è costituito da emeriti deficienti...magari scriverò mail come se non ci fosse un domani a dire di dar retta a lucamo che è laureato in geologia. Cosa ti devo dire?


Puoi scrivere e pensarla come vuoi, ma le ere di cui parli tu sono ere interglaciali, ovvero senza la presenza di calotte polari perenni, mentre ORA risulta essere assai diverso....fattene una ragione. ;D
Poi all'interno di ogni era glaciale o interglaciale, esistono nella storia i vari periodi di maggior o minor glaciazione, con avanzamento o arretramento delle calotte  :)
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline luca_mo

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 557
  • Località: Modena
  • Modena
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 295
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #63 il: Marzo 24, 2017, 11:34:59 am »
Sì, come no... se tutte le tue riflessioni si poggiano già su un'errata premessa sui periodi glaciali, figuriamoci il resto. Con il tuo concetto di glaciazione, basta la presenza di ghiaccio ai Poli per dire che siamo in un'era glaciale. Quindi la Terra vive un'eterna glaciazione più o meno da quando si è raffreddata la crosta terrestre 4-5 miliardi di anni fa. Curiosissima definizione.
Purtroppo per te non è così
Le glaciazioni hanno caratteristiche PERIODICHE e ben definite.
Cicli di forte espansione e di forte regresso delle calotte polari... ora noi siamo in un periodo INTERglaciale postwurmiano da circa 11-12000 anni, denominato olocene (ma molti iniziano a chiamarlo antropocene)



Io ti ho risposto pacatamente, ma se porti la discussione su questi toni, resta pure delle tue convinzioni. Forse il 97% dei ricercatori mondiali è costituito da emeriti deficienti...magari scriverò mail come se non ci fosse un domani a dire di dar retta a lucamo che è laureato in geologia. Cosa ti devo dire?
quei cicli di cui parli si chiamano cicli interstadiali..
Evidentemente vi sono stati periodi con assenza totale di calotte glaciali, tra l'altro se rileggi con attenzione quello che ho scritto ho specificato che si tratta del significato in senso stretto di glaciazione, non di come comunemente vengono concepite
Località: Modena(MO) 34 m s.l.m
UNIVERSITA' DI SCIENZE GEOLOGICHE - MODENA

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #64 il: Marzo 24, 2017, 11:41:39 am »
Puoi scrivere e pensarla come vuoi, ma le ere di cui parli tu sono ere interglaciali, ovvero senza la presenza di calotte polari perenni, mentre ORA risulta essere assai diverso....fattene una ragione. ;D
Poi all'interno di ogni era glaciale o interglaciale, esistono nella storia i vari periodi di maggior o minor glaciazione, con avanzamento o arretramento delle calotte  :)

Cioè per te se non si ha una totale scomparsa dei ghiacci, non si può definire periodo interglaciale? Ogni giorno si imparano cose nuove

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #65 il: Marzo 24, 2017, 11:45:14 am »
Cioè per te se non si ha una totale scomparsa dei ghiacci, non si può definire periodo interglaciale? Ogni giorno si imparano cose nuove

Periodo si, era no...devi imparare la 3 elemetare  ;)

manca ancora molto, ma molto alla tot scomparsa dei ghiacci polari, per passare ad un'era interglaciale che, poi durerà altri svariati milioni di anni... ;D
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #66 il: Marzo 24, 2017, 11:51:42 am »
Periodo si, era no...devi imparare la 3 elemetare  ;)

manca ancora molto, ma molto alla tot scomparsa dei ghiacci polari, per passare ad un'era interglaciale che, poi durerà altri svariati milioni di anni... ;D

Ah capisco... anche tu geologo.
Ok, periodo interglaciale  ;)

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #67 il: Marzo 24, 2017, 11:57:35 am »
Parliamo di cose serie... cavolate ne ho sentite abbastanza


Rendiamoci conto di quanto si sta aggravando la situazione... solo 2-3 anni fa avevamo anomalia, già molto calde, di +0.2 sulla 81-10. Ora siamo stabilmente non sotto i +0.5

3 decimi di GW in 3 anni... e siamo nel punto più basso perchè è appena terminata una Nina (evidentemente fallimentare)... chissà al prossimo Nino. Altri 3 decimi in 2 anni?... Ma sì, facciamo 6 gradi in 30 anni e ci togliamo il pensiero. Magari entro fine secolo vediamo le palme sul Monte Rosa e il deserto in PP

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #68 il: Marzo 24, 2017, 03:14:11 pm »
Parliamo di cose serie... cavolate ne ho sentite abbastanza


Rendiamoci conto di quanto si sta aggravando la situazione... solo 2-3 anni fa avevamo anomalia, già molto calde, di +0.2 sulla 81-10. Ora siamo stabilmente non sotto i +0.5

3 decimi di GW in 3 anni... e siamo nel punto più basso perchè è appena terminata una Nina (evidentemente fallimentare)... chissà al prossimo Nino. Altri 3 decimi in 2 anni?... Ma sì, facciamo 6 gradi in 30 anni e ci togliamo il pensiero. Magari entro fine secolo vediamo le palme sul Monte Rosa e il deserto in PP



va beh.. ;D ;D ...vediamo...prima parlavi di 2 gradi entro il secolo ora sei a 6° ...che fenomeni da circo che siete..
fate gara a chi la spara più grossa??!   ;D..ma non fatelo in meteorologia o anzi ancor meglio sul clima
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #69 il: Marzo 24, 2017, 05:10:46 pm »

va beh.. ;D ;D ...vediamo...prima parlavi di 2 gradi entro il secolo ora sei a 6° ...che fenomeni da circo che siete..
fate gara a chi la spara più grossa??!   ;D..ma non fatelo in meteorologia o anzi ancor meglio sul clima

I 2 gradi sono un traguardo quasi utopistico in caso di abbattimento di emissioni a partire da domani mattina. I 6 sono ciò che potrebbe verosimilmente succedere, visto l'andazzo, e forse anche peggio ;)

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #70 il: Marzo 25, 2017, 09:44:29 am »
 :o   ;D
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #71 il: Marzo 25, 2017, 09:59:40 am »
Si legge di Italia, Alpi e Appennino settentrionale tosco emiliano.... :o
ma il glodo è abbastanza un'altra cosa....................

https://realclimatescience.com/2017/03/fairbanks-alaska-having-their-coldest-march-on-record/

 ;)
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #72 il: Marzo 25, 2017, 02:12:29 pm »
Si legge di Italia, Alpi e Appennino settentrionale tosco emiliano.... :o
ma il glodo è abbastanza un'altra cosa....................

https://realclimatescience.com/2017/03/fairbanks-alaska-having-their-coldest-march-on-record/

 ;)

Su questo ti do perfettamente ragione... il globo è un'altra cosa.
Nelle regioni polari e in Siberia, che sono il cuore del freddo (ma anche la testa, le braccia ecc.) ci sono anomalie oltre i 15 gradi. Alla fine cosa sono i nostri "miseri" 1.5-2 gradi in 30 anni? Inezie

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #73 il: Marzo 25, 2017, 04:27:04 pm »
 ;D..
informati meglio, perfavore..
guardati questo come antipasto...(importante dal min 30  ma bello e interessante tutto)

https://www.youtube.com/watch?v=JGbqAorEtoc
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline Daniele2

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 2687
  • Località: Bucine(AR)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 146
Bucine (ar)

Offline incudine

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 2656
  • Age: 41
  • Località: Molino del Piano-Pontassieve(fi) 120 s.l.m.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 84
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #75 il: Marzo 26, 2017, 04:38:04 pm »
C'è chi pensa che sia tutto un complotto c'è da sperare che sia un ciclo e che si possa invertire al più presto,ma negare l'evidenza sinceramente non credo sia intelligente.

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #76 il: Marzo 26, 2017, 06:27:32 pm »
Sequenza di foto incredibili, speriamo sia un ciclo e da ora in poi vada a migliorare ma la vedo dura.

https://brightside.me/article/earth-then-and-now-dramatic-changes-in-our-planet-as-shown-by-incredible-nasa-images-38655/?utm_source=fb_r69f33&utm_campaign=pub41_5&utm_medium=cpm

Impressionanti..così come lo sono le immagini(se ci fossero) del 1000-1100 dc dove la Groenalndia d'Estate era tutta verde sulle coste(ora vi risulta così?? ) ..
ora perforza ai primi del 1900 o fine 1800 i ghiacciai erano più estesi,dopo circa 400 anni di "piccola era glaciale" con clima molto più freddo...
quello è storia è realtà, il resto previsioni da cassandre per puri scopi di interesse, molto più forti di quello che ingenuamente si possa pensare o credere.... 
cioè 6 gradi in un secolo qualcuno di voi ne parla e ne è convinto..... se è intelligente credere che sia possibile questo...ahh beh...
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline Daniele2

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 2687
  • Località: Bucine(AR)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 146
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #77 il: Marzo 26, 2017, 09:53:13 pm »
Impressionanti..così come lo sono le immagini(se ci fossero) del 1000-1100 dc dove la Groenalndia d'Estate era tutta verde sulle coste(ora vi risulta così?? ) ..
ora perforza ai primi del 1900 o fine 1800 i ghiacciai erano più estesi,dopo circa 400 anni di "piccola era glaciale" con clima molto più freddo...
quello è storia è realtà, il resto previsioni da cassandre per puri scopi di interesse, molto più forti di quello che ingenuamente si possa pensare o credere.... 
cioè 6 gradi in un secolo qualcuno di voi ne parla e ne è convinto..... se è intelligente credere che sia possibile questo...ahh beh...

Va be' le foto della Groenlandia non ci sono ma potrebbe essere anche vero che in epoca passata ci sia stato un aumento di temperatura, quello che mi fa girare i cogl.oni è che la tendenza all'aumento l'abbiamo anche ora e la nostra vita non bastera' a cambiare la tendenza, specialmente la mia che sono un po' datato, purtroppo so che non possiamo farci niente.  :)
Bucine (ar)

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #78 il: Marzo 27, 2017, 12:17:09 am »
Impressionanti..così come lo sono le immagini(se ci fossero) del 1000-1100 dc dove la Groenalndia d'Estate era tutta verde sulle coste(ora vi risulta così?? ) ..
ora perforza ai primi del 1900 o fine 1800 i ghiacciai erano più estesi,dopo circa 400 anni di "piccola era glaciale" con clima molto più freddo...
quello è storia è realtà, il resto previsioni da cassandre per puri scopi di interesse, molto più forti di quello che ingenuamente si possa pensare o credere.... 
cioè 6 gradi in un secolo qualcuno di voi ne parla e ne è convinto..... se è intelligente credere che sia possibile questo...ahh beh...

Ancora? Non c'era nessuna Groenlandia verde nel 1000-1100... sono teorie strasmentite in tutti i modi. Continuare a rivangarle, è fare disinformazione

Online Sniek

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 5803
  • Age: 45
  • Località: Treggiaia - I Fabbri (Pi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1191
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #79 il: Marzo 27, 2017, 07:23:10 am »
Ancora? Non c'era nessuna Groenlandia verde nel 1000-1100... sono teorie strasmentite in tutti i modi. Continuare a rivangarle, è fare disinformazione

Ciao Nix, questo articolo smentisce il tuo "pensiero"
http://www.repubblica.it/2007/07/sezioni/scienza_e_tecnologia/groenlandia-verde/groenlandia-verde/groenlandia-verde.html

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #80 il: Marzo 27, 2017, 11:30:19 am »
Ancora? Non c'era nessuna Groenlandia verde nel 1000-1100... sono teorie strasmentite in tutti i modi. Continuare a rivangarle, è fare disinformazione

si certo..anche la storia adesso è inventata...ma quali teorie??
le tue che vai dicendo qui sono teorie, per me assurde, perchè non si considera tutto il complesso sistema climatico.
Studia la storia dei popoli nordici come conquistarono Terranova e la Groenlandia, che era priva di ghiacci durante alcuni periodi dell'anno!
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #81 il: Marzo 27, 2017, 02:29:21 pm »
https://www.skepticalscience.com/greenland-used-to-be-green.htm


Una fonte un po' più seria di repubblica o dei blog del "novello scettico"
La Groenlandia non è MAI stata verde, salvo qualche fiordo tuttora coltivabile... certo, su un altipiano polare alto 2-3000 parzialmente ghiacciato anche in estate una volta proliferavano erba e piante a dismisura, come nella foresta del Casentino. Del resto è risaputo che nel Medioevo la T fosse di 15 gradi medi più alta di ora per far crescere le piante in quelle condizioni. Il tutto per un refuso storico legato a Erik il Rosso.

No, ma qui c'è una totale mancanza di conoscenze geografiche, climatiche, storiche tutto nell'insieme... viene fin da ridere  ;D

Online Sniek

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 5803
  • Age: 45
  • Località: Treggiaia - I Fabbri (Pi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1191
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #82 il: Marzo 27, 2017, 02:43:27 pm »
L'articolo inserito da me riporta nome e cognome dello scienziato, sul link postato da te si parla di scienziati in genere. Piccola ma essenziale differenza. Per non parlare del nome del sito....

Offline Nucleo89

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3814
  • Age: 29
  • Località: Campopiano (Pistoia) - 350 m s.l.m Montale (PT) - Lavoro
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 457
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #83 il: Marzo 27, 2017, 08:39:42 pm »
http://www.repubblica.it/scienze/2017/03/25/news/_la_nostra_missione_in_un_antartide_senza_piu_iceberg_-161408602/

Da Repubblica...questo mi sembra un dato di fatto, poi se sia colpa del global warming non è certo ma probabile  ::)

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #84 il: Marzo 27, 2017, 10:23:28 pm »
Ok... senza trope divagazioni che non centrano nulla...
volevo solo ricordarti che secoli e secoli fà La Groenlandia per la scienza è stata sicuramente meno ghiacciata dei giorni nostri.
Perchè il clima lo permetteva, con scostamenti di qualche unita di grado rispetto ad oggi, così come poi si ebbe un'inversione di tendenza dopo il 1200( e fù anche rapida, climaticamente parlando) sempre con gli stessi parametri di diff. ..
oh..se te sei convinto che saliremo di 6 entro poco più di mezzo secolo, pensa e credi come vuoi..evidentemente avrai le tue motivazioni(assurde) 
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #85 il: Marzo 28, 2017, 12:23:20 am »
L'articolo inserito da me riporta nome e cognome dello scienziato, sul link postato da te si parla di scienziati in genere. Piccola ma essenziale differenza. Per non parlare del nome del sito....

Allora sei cieco... è chiaramente un sito che riporta una fonte originale. Si tratta dell'AR4 IPCC... cliccando sulle parole sottolineate, si apre in alto a destra l'estratto dello studio

Sai com'è... l'IPCC. Un tantino più autorevole del vattelapesca del tuo articolo  ::)

Offline luca_mo

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 557
  • Località: Modena
  • Modena
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 295
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #86 il: Marzo 28, 2017, 12:26:12 am »
C'è chi pensa che sia tutto un complotto c'è da sperare che sia un ciclo e che si possa invertire al più presto,ma negare l'evidenza sinceramente non credo sia intelligente.
Non credo che si invertirà, anzi..
Località: Modena(MO) 34 m s.l.m
UNIVERSITA' DI SCIENZE GEOLOGICHE - MODENA

Online Sniek

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 5803
  • Age: 45
  • Località: Treggiaia - I Fabbri (Pi)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1191
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #87 il: Marzo 28, 2017, 05:36:20 am »
Allora sei cieco... è chiaramente un sito che riporta una fonte originale. Si tratta dell'AR4 IPCC... cliccando sulle parole sottolineate, si apre in alto a destra l'estratto dello studio

Sai com'è... l'IPCC. Un tantino più autorevole del vattelapesca del tuo articolo  ::)
Prima di tutto: cerca di capire che io e te non ci conosciamo, per cui cerca di avere un po' più di rispetto.

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #88 il: Marzo 28, 2017, 12:32:39 pm »
Prima di tutto: cerca di capire che io e te non ci conosciamo, per cui cerca di avere un po' più di rispetto.


Ma chi ti offende? Parlo in merito all'articolo

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #89 il: Marzo 28, 2017, 05:23:48 pm »

Ma chi ti offende? Parlo in merito all'articolo
si ah beh..l'ipcc.... ;D  autorevolissimi! ..ma non erano loro quelli del casino delle mail con i dati taroccati ecc...
vien altro che da sorridere... :)
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #90 il: Marzo 28, 2017, 05:27:26 pm »
Non credo che si invertirà, anzi..


Perchè no? anzi...addirittura??  ::) ::)

http://www.express.co.uk/news/science/783520/MINI-ICE-AGE-FEARS-solar-activity-nasa-Maunder-minimum

il clima ha i suoi tempi per mutare....  seppur possa cambiare a volte velocemente, ha sempre i suoi tempi..
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #91 il: Marzo 28, 2017, 05:37:39 pm »
Emisfero S che tiene a freno la media globale della temperatura,finendo in anomalia NEG  su base 1981-2010
Emisfero N a +1



T Globale +0,5°
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #93 il: Marzo 28, 2017, 06:07:30 pm »
Emisfero S che tiene a freno la media globale della temperatura,finendo in anomalia NEG  su base 1981-2010
Emisfero N a +1



T Globale +0,5°

La globale è aumentata qualcosa come mezzo grado dal 2013... scusate se è poco

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #94 il: Marzo 28, 2017, 09:15:07 pm »
si ah beh..l'ipcc.... ;D  autorevolissimi! ..ma non erano loro quelli del casino delle mail con i dati taroccati ecc...
vien altro che da sorridere... :)

Quelli assolti? Sì erano loro

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #95 il: Marzo 28, 2017, 09:16:17 pm »
Perchè no? anzi...addirittura??  ::) ::)

http://www.express.co.uk/news/science/783520/MINI-ICE-AGE-FEARS-solar-activity-nasa-Maunder-minimum

il clima ha i suoi tempi per mutare....  seppur possa cambiare a volte velocemente, ha sempre i suoi tempi..


Uahuahuahuahuahuahuahuahuah

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13457
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3096
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #96 il: Marzo 28, 2017, 10:30:01 pm »
Quelli assolti? Sì erano loro

assolti??  :) ah..chissà come mai?!?!  ;D
te lo dico io..perchè sono un ente governativo...i veri ricercatori e studiosi del clima sono altri...

 ;D ;D
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Nix novariensis

  • Visitatore
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #97 il: Marzo 29, 2017, 12:31:00 am »
assolti??  :) ah..chissà come mai?!?!  ;D
te lo dico io..perchè sono un ente governativo...i veri ricercatori e studiosi del clima sono altri...

 ;D ;D

Sì, vabbè

Offline Buriano84

  • MD GROUP
  • ******
  • Bannato!
  • Post: 9869
  • 7 km a NE della citta' di Siena..Chianti ridente
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 774
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #98 il: Marzo 29, 2017, 02:47:14 am »
Le fonti del Nix....sono autorevoli....e certe....le altre no...ovvio..... 8) 8) 8) 8)
Una comica di ridolini...solo una comica di ridolini..... 8) 8)
IL FEBBRAIO 2012????SICURAMENTE IL PIU' GRANDE EVENTO DAL 1985!!!!!!

Offline fra55

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 414
  • Age: 33
  • Località: Lodi
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 37
Re:Global Warming e cambiamenti climatic
« Risposta #99 il: Marzo 30, 2017, 09:14:50 am »
A me non è chiaro l'obiettivo di Nix...se anche fosse come dici tu, che dovremmo fare?