BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI


Autore Topic: analisi stratosferica stagione 2016/17  (Letto 298373 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1001
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 99
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #50 il: Ottobre 21, 2016, 10:41:23 am »
azz  Nonno_Rodano ...in conflitto con lo studio sulla bbc e le correlazioni postate sopra da Cloover.. ::)

può darsi che siano diversi i criteri con qui sono stati selezionati gli anni..in particolare io come dicevo non ho considerato anni in cui si è avuto sia uno SC (NAM>+1,5) che uno sfondamento della soglia negativa..questo perchè se si verificano entrambi gli eventi in un anno come va considerato l'anno?..con VP debole o VP forte?..ci sarebbe troppa soggettività.. 8)
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #51 il: Ottobre 21, 2016, 01:24:03 pm »
C'è da dire che lo studio che avevo svolto sulla BDC prende in esame sia il VPS che il VP e quindi  i casi di SSW di tipo Warm  ;)
Cmq vediamo, al momento stiamo mettendo le pedine in campo, non c'è niente di deciso chiaramente  ;)
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #52 il: Ottobre 21, 2016, 01:48:50 pm »
La posizione dei nuclei di vorticità e dell'asse del VPS in Stratosfera, è propedeutico circa l'equilibrio termodinamico troposferico che viene raggiunto nel corso del mese:


Citazione
   [.............] Viceversa, i mesi di NOVEMBRE che anticipano trimestri invernali contraddistinti da VP debole, trascorrono con temperature SOPRA LA MEDIA sul mediterraneo ed est Europa, a causa di un pattern contrapposto (EA/WR-).
Per quanto riguarda la nostra Penisola, si registra un tempo di stampo oceanico con precipitazioni sopra la norma  al Nord e Toscana e venti dominanti dai quadranti occidentali o sud/occidentali.
Forte incremento dello Snow cover sulla Siberia specie sotto i 60°N con netto raffreddamento.




La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #53 il: Ottobre 21, 2016, 02:03:35 pm »
Se andiamo a monitorare il B.I , notiamo proprio quanto detto.... Non ho fatto mistero che a mio avviso, in quello che è il mio "bagaglino" di esperienza,  i segnali non siano confortanti in questa prima fase.
Tuttavia , non mi stancherò di ripeterlo,  siamo un pò tutti in piena fase di osservazione e non ci sono concrete prese di posizione in nessun senso  ;)

La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline teo86

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 200
  • Località: acqualagna (pu)
  • acqualagna (pu)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 55
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #54 il: Ottobre 21, 2016, 04:33:02 pm »
bellissimo post e interessanti discussioni che seguo ogni volta appassionatamente, una domanda a cloover e a tutti gli altri esperti, come ho letto anche da altre parti, secondo voi l'insorgenza di una eventuale nina la quale magnitudo ancora non si sa, non pensate possa cambiare un po le carte in tavola a favore di maggiori ingerenze fredde? prima le quotazioni della nina nel periodo autunnale invernale erano calate, ora sembra invece che ne avremo... so che un solo parametro non basta a stabilire un quadro generale ma secondo alcuni studi le correlazioni tra nina modoki e ondate di freddo nel mediterraneo sono buone anche se non sempre predittive, cosi come accaduto se non erro nell inverno 2012, anche se li era nina strong con qbo- e altri indici diversi, ma non pensate possa attuarsi un pattern come nell'inverno 2011-2012 con anticiclone delle azzorre saldo e sbilanciato tra spagna e inghilterra? quell'inverno era stato il pattern prevalente di tutto l'inverno.. e ci ha favorito da fine gennaio in poi... :)

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 12473
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2639
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #55 il: Ottobre 21, 2016, 06:37:00 pm »
Buoni gli aggiornamenti strato ..wave1 in forma e calo dell'AO a 10hPa con venti zonali in netta diminuzione, l'anno scorso di sto periodo si volava già, con NAM che era visto in rapida salita  ;D...ai prox aggiornamenti (nn riesco a postare mappe server out)

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #56 il: Ottobre 21, 2016, 07:54:31 pm »
bellissimo post e interessanti discussioni che seguo ogni volta appassionatamente, una domanda a cloover e a tutti gli altri esperti, come ho letto anche da altre parti, secondo voi l'insorgenza di una eventuale nina la quale magnitudo ancora non si sa, non pensate possa cambiare un po le carte in tavola a favore di maggiori ingerenze fredde? prima le quotazioni della nina nel periodo autunnale invernale erano calate, ora sembra invece che ne avremo... so che un solo parametro non basta a stabilire un quadro generale ma secondo alcuni studi le correlazioni tra nina modoki e ondate di freddo nel mediterraneo sono buone anche se non sempre predittive, cosi come accaduto se non erro nell inverno 2012, anche se li era nina strong con qbo- e altri indici diversi, ma non pensate possa attuarsi un pattern come nell'inverno 2011-2012 con anticiclone delle azzorre saldo e sbilanciato tra spagna e inghilterra? quell'inverno era stato il pattern prevalente di tutto l'inverno.. e ci ha favorito da fine gennaio in poi... :)

Ciao! ;)
Totalmente diversa la situazione del 2011-'12, sia come indici che come quadro termico oceanico del Pacifico.
Inoltre al momento abbiamo una Nina West che non ci è molto  favorevole sul quadro ondulatorio(riguardo la NAO soprattutto):



 ;)
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline teo86

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 200
  • Località: acqualagna (pu)
  • acqualagna (pu)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 55
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #57 il: Ottobre 22, 2016, 01:11:18 am »
concordo... pensi possa divenire favorevole magari in futuro? forse per noi piu' favorevole una nina est... ::)

Offline Marca Fermana

  • CSCT Team
  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 454
  • Località: direttamente dalla Marca Fermana
  • IL CLIMA DEL FUTURO? LA CHIAVE E' NEL PASSATO
    • Mostra profilo
    • mfmeteo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 779
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #58 il: Ottobre 22, 2016, 08:23:17 am »
comunque sembrerebbe, dal forecast di ECMWF, una bella sberla al VPS su tutte le quote in stratosfera:
media

alta

e quota di riferimento dei 10mb

ma credo che oltre ad una temporanea bilobazione non si va, in questo turno  anticipato di intrusività parziale da Minor Warmin (vedo qualcosina di più un  Upper, visto lo scarto termico previsto oltre i 40 C.), per il momento va bene così e non vedo in questo caso dinamiche da CW, sempre restando a quanto tendenzialmente visto oggi.

Aggiungo, inoltre l'immagine sottostante relativa alla variazione termica in cm delle SST sul nord Pacifico (coste occidentali del continente Nord Americano)

so che non è inerente con l'argomento trattato da questo topic, se non indirettamente potrebbe esserlo  fondamentale per la modulazione in partenza della corrente a getto sub-polare, un anno fà prima del monster stratcooling dei 100gg avevamo SST in questo modo (mi riferisco nello specifico area nord Pacifica), così:

oggi così:

e da cui potrebbe scaturirne questa disposizione de JS e relative figure bariche di massima

e quella H Aleutinica avrà un ruolo importante anche per la trasmissione dei flussi intrusivi in area polare sino alla strato, un bel palloncino!...naturalmente tutto è opinabile, ma io la penso così.

« Ultima modifica: Ottobre 22, 2016, 10:26:39 am da Marca Fermana » »

Offline batstef

  • CSCT Team
  • ...
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 7208
  • Località: Firenze-Isolotto
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3797
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #59 il: Ottobre 22, 2016, 01:31:50 pm »
la previsione ( previsione, sottolineo ) di un potente heat-flux event per fine mese,forse a livelli record per il periodo, credo che vada ulteriormente a sostenere la tesi di Cloover su un Novembre potenzialmente freddo/molto freddo per gran parte d' Europa ( Italia compresa ) ma con poca/scarsa rilevanza per la successiva stagione invernale.
Una delle similitudini è il 1998 ( anno con QBO- e uscita da minimo solare, quindi poco attendibile per il prosieguo invernale ::) ) , che però si estese in alta stratosfera solo verso metà novembre. Questo pare più anticipato nelle sue capacità di "sfondamento" e potrebbe generare addirittura un evento storico per il prossimo mese ( siamo sempre nei SE e nei MA, ovviamente  ;) ;) ).
Ad ulteriore conferma della cautela di Cloover giunge anche uno studio che correla abbastanza bene la copertura glaciale artica di Novembre con l' andamento della AO/NAO nei mesi successivi :

http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/2014JD022848/full

vedremo l'evoluzione delle prossime settimane

"La passione, la voglia di veder mia figlia ributolarsi nella neve con mia moglie....la voglia di veder tutti voi euforici, la giornata che scorre con cazzate eclatanti di alcuni di voi che, porca miseria vi considero amici e non mi verra' mai in mente una sola volta di scrivere, andate in c..o. vero dovrei stare zitto e bon o a leggervi..non ci riesco chiedo scusa"...Marco da Bucine

Offline Artix

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 2485
  • Age: 29
  • Località: Capannori (LU)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1230
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #60 il: Ottobre 22, 2016, 02:01:57 pm »
Se non ho capito male anche Cohen vede un possibile novembre freddo per gran parte dell'Europa.
Riporto qui un articolo scritto due giorni fa in cui c'è anche una parte un po' più tecnica che capisco poco o nulla  ;D

http://www.aer.com/science-research/climate-weather/arctic-oscillation

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #61 il: Ottobre 22, 2016, 02:05:20 pm »
Perfetto Batstef , interessante anche lo studio che hai postato ;)

L'Heat Flux in questione nasce dal pattern AD+ troposferico:



In alta stratosfera come è stato già postato è visibile una bilobazione del VPS, che sappiamo essere poco indicativa visto il periodo. Semmai può esserlo in riferimento allo studio di Waugh e Polvani....  Un salutone!  ;)

La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #62 il: Ottobre 22, 2016, 02:22:23 pm »
Se non ho capito male anche Cohen vede un possibile novembre freddo per gran parte dell'Europa.
Riporto qui un articolo scritto due giorni fa in cui c'è anche una parte un po' più tecnica che capisco poco o nulla  ;D

http://www.aer.com/science-research/climate-weather/arctic-oscillation


Mi sembra si stia facendo prendere un pò troppo la mano, sotto certi aspetti mi ricorda addirittura Joe Bastardi  ;D  Riguardo lo Snow Cover Ottobrino ,si è dimostrato poco attendibile. Il consiglio che mi sento di dare  è di attendere la reale portata di questo Heat Flux e di osservare successivamente cosa accadrà al profilo termico/nevoso Siberiano (metà Novembre direi....) . Poi andare a monitorare il ricompattamento del VPS, lì si faranno i giochi di quest'Inverno....
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 12473
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2639
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #63 il: Ottobre 22, 2016, 02:27:10 pm »
speriamo si riprenda(del tutto) a Marzo...    ;D

Offline batstef

  • CSCT Team
  • ...
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 7208
  • Località: Firenze-Isolotto
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3797
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #64 il: Ottobre 22, 2016, 02:28:16 pm »
Perfetto Batstef , interessante anche lo studio che hai postato ;)

L'Heat Flux in questione nasce dal pattern AD+ troposferico:



In alta stratosfera come è stato già postato è visibile una bilobazione del VPS, che sappiamo essere poco indicativa visto il periodo. Semmai può esserlo in riferimento allo studio di Waugh e Polvani....  Un salutone!  ;)

certo, ho voluto rimarcare soltanto come il raggiungimento del coupling con l' alta stratosfera possa essere ulteriore elemento scatenante di una possibile forte ( e duratura ) irruzione artica nella prima decade di novembre...riagganciandomi in questo alla previsione di Cohen postata poco sopra.
Infatti quello che mi torna meno di Cohen è proprio il fatto di legare questo disturbo alla prossima stagione invernale, confidando un pò troppo nell' accoppiata SAI/anomalia Barents&Kara.
"La passione, la voglia di veder mia figlia ributolarsi nella neve con mia moglie....la voglia di veder tutti voi euforici, la giornata che scorre con cazzate eclatanti di alcuni di voi che, porca miseria vi considero amici e non mi verra' mai in mente una sola volta di scrivere, andate in c..o. vero dovrei stare zitto e bon o a leggervi..non ci riesco chiedo scusa"...Marco da Bucine

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #65 il: Ottobre 22, 2016, 02:34:26 pm »
certo, ho voluto rimarcare soltanto come il raggiungimento del coupling con l' alta stratosfera possa essere ulteriore elemento scatenante di una possibile forte ( e duratura ) irruzione artica nella prima decade di novembre...riagganciandomi in questo alla previsione di Cohen postata poco sopra.
Infatti quello che mi torna meno di Cohen è proprio il fatto di legare questo disturbo alla prossima stagione invernale, confidando un pò troppo nell' accoppiata SAI/anomalia Barents&Kara.

Si, infatti Novembre alla luce di queste carte è compromesso (nel senso buono  ;D )
Sul secondo punto c'è da capirlo, non scordiamo che è il SUO predictor  :P  ;)
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 3824
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • La vita è il trattino tra materia e spirito.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 706
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #66 il: Ottobre 23, 2016, 12:52:02 pm »
buona domenica a tutto il forum. Dinanzi alle varie analisi lette sopra non posso fare altro che ringraziare tutti coloro che si adoperano nella stesura di codeste analisi e che ogni qual volta mi fanno imparare nuovi concetti che altrimenti per uno come me un pò  incompetente nella materia sarebbero piuttosto ostici da capire.riguardo alla situazione in ambito stratosferico, secondo me al momento la situazione o meglio la circolazione stratosferica  risulta facilmente plasmabile dalle condizioni sottostanti ovvero troposferiche.e nello stesso tempo date le esigue vorticità potenziali (ovvero il rapporto tra vorticità assoluta e stabilità dell’aria), qualsiasi movimento della struttura polare in ambito stratosferico risulta poco influente nelle dinamiche riguardanti il vps. tuttavia il discorso sopra fatto vale per la situazione riguardante la stratosfera, mentre tutt altro discorso per i piani isobarici più bassi ovvero quelli ai livelli troposferici. tornando a livelli prossimi alla troposfera , dalle carte che andrò a postare si nota un considerevole  aumento del wavenumebr zonale,e quindi un  VP molto disturbato nel medio e lungo termine e possibile formazione nella prima settimana di novembre di un HP termico in Asia .   sperando di non aver detto od espresso concetti sbagliati auguro a tutti una buona domenica e se in qualche parte del testo ho sbagliato correggetemi pure ;)
« Ultima modifica: Ottobre 23, 2016, 01:28:36 pm da ale81 » »
tanti  si chiederanno se in questo mio riflettere, studiare, e impegnarmi per molte cause ho travato il senso della vita.la mia risposta è  che forse la vita non ha alcun senso. ma proprio per questo passiamo la vita a cercarne uno. l importante non è sapere, ma cercare.

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #67 il: Ottobre 23, 2016, 02:18:52 pm »
Bella botta.... Novembre inizia con un VPS in forte crisi e uno zonal wind <15m/s :


La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #68 il: Ottobre 23, 2016, 02:43:18 pm »
Correlazione  QBO+ anni 2000-->2016:

La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Lecco77

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 141
  • Lecco
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #69 il: Ottobre 23, 2016, 03:09:22 pm »
Ciao Filippo.
Io non vedo però ancora valori positivi cosí trascendentali per quanto riguarda la qbo. Sicuro possa avere una così forte influenza quantomeno nel primo dei 3 mesi invernali?

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #70 il: Ottobre 23, 2016, 04:19:49 pm »
Ciao Filippo.
Io non vedo però ancora valori positivi cosí trascendentali per quanto riguarda la qbo. Sicuro possa avere una così forte influenza quantomeno nel primo dei 3 mesi invernali?

no no aspetta, non sono sicuro di niente. Sto mettendo le pedine in campo ;)  Riguardo la QBO è però già ben positiva ::)  Su Dicembre vediamo cosa accadrà alla risoluzione di questo movimento  ;)
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Porano444

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 296
  • Località: Porano ( TR )
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 53
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #71 il: Ottobre 23, 2016, 04:29:06 pm »
Un saluto a tutti.
Ovviamente vi seguo nelle vostre analisi.
Silenziosamente per mancanza di tempo.
Volevo condividere un pensiero che trascende la mera analisi strato (anzi tropo strato).
Il grosso calo di correlazioni nell'ultimo periodo di molti indici, a mio avviso, è da ricercarsi non tanto nella "non- bontà" degli studi ma in quanto il campione su cui gli stessi si sono basati non comprendeva gli anni molto vicino a noi.
Vuoi il GW e le sue forme di manifestazione (qbo che è uscita fuori ciclo), vuoi il sole, stiamo vivendo un periodo mai vissuto nella storia moderna della meteorologia.
Insomma sono le carte in tavola che sono cambiate non il gioco.
E il gioco plasmandosi su altri tasselli cambia.
Perciò non mi sorprenderei se il prossimo semestre freddo ci sorprendesse ( il che non vuol dire caldo-freddo-gelo-neve- pioggia-secco)
meglio star zitti e dar l'impressione di essere stupidi...che parlare e darne la conferma!!!( by la prof. d'Italiano al liceo....)

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #72 il: Ottobre 23, 2016, 06:19:51 pm »
Un saluto a tutti.
Ovviamente vi seguo nelle vostre analisi.
Silenziosamente per mancanza di tempo.
Volevo condividere un pensiero che trascende la mera analisi strato (anzi tropo strato).
Il grosso calo di correlazioni nell'ultimo periodo di molti indici, a mio avviso, è da ricercarsi non tanto nella "non- bontà" degli studi ma in quanto il campione su cui gli stessi si sono basati non comprendeva gli anni molto vicino a noi.
Vuoi il GW e le sue forme di manifestazione (qbo che è uscita fuori ciclo), vuoi il sole, stiamo vivendo un periodo mai vissuto nella storia moderna della meteorologia.
Insomma sono le carte in tavola che sono cambiate non il gioco.
E il gioco plasmandosi su altri tasselli cambia.
Perciò non mi sorprenderei se il prossimo semestre freddo ci sorprendesse ( il che non vuol dire caldo-freddo-gelo-neve- pioggia-secco)

Ciao mitico!  ;)
Concordo in toto, infatti da parte mia c'è un cauto e doveroso pessimismo ....  ;D  ;)
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #73 il: Ottobre 23, 2016, 11:52:56 pm »
Considerariamo tutte le possibilità:




La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 12473
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2639
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #74 il: Ottobre 24, 2016, 11:43:04 am »
OK.


Offline luca_mo

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 508
  • Località: Modena
  • Modena
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 230
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #75 il: Ottobre 24, 2016, 01:31:37 pm »





 ::)
Località: Modena(MO) 34 m s.l.m
UNIVERSITA' DI SCIENZE GEOLOGICHE - MODENA

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #76 il: Ottobre 24, 2016, 02:16:04 pm »
Una precisazione: Questo non è un TST event, dato che la Stratosfera(come sottolineava anche Ale81), non ha in questo periodo dell'anno una vorticità tale da provocare forcing alla troposfera.
Si evidenzia piuttosto un buon coupling, derivato da ondulazioni di significativa ampiezza che vanno ad attivare l'E-P flux, favorendo la propagazione d'onda.
Quello che sto dicendo è che in questo momento è  la Troposfera a dirigere i giochi e  che quello che avverrà in Stratosfera è il semplice riflesso di uno squilibrio termodinamico che nasce a livello del suolo.....
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Lecco77

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 141
  • Lecco
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #77 il: Ottobre 24, 2016, 02:41:09 pm »
Si tratta comunque di un evento piuttosto raro per il periodo o sbaglio?

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 12473
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2639
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #78 il: Ottobre 24, 2016, 04:35:08 pm »
Sempre un piacere seguire e leggere tali dinamiche, imparando a conoscere come si comporta l'atmosfera e di conseguenza il clima, partendo dai piani alti stratosferici  :)

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #79 il: Ottobre 24, 2016, 07:31:54 pm »
Si tratta comunque di un evento piuttosto raro per il periodo o sbaglio?


Questo sicuramente. Heat flux importanti si sono avuti negli Autunni del 2006 e 2009 ad esempio, anche se non di questa portata.
Tuttavia non è indicativo circa la forza del VP invernale, non possiamo fare una previsione in base a questa dinamica. Potrebbe esserci una notevole dispersione di energia accumulata in questo Novembre, a cui potrebbe seguire un forte ricompattamento nei mesi Invernali....Oppure no...Stiamo cercando di capirlo.
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline maurino

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 176
  • Age: 57
  • Località: savignano sul panaro(MO) 135 slm
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #80 il: Ottobre 24, 2016, 09:15:59 pm »
però, mai visto ad inizio novembre
host immagini

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 12473
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2639
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #81 il: Ottobre 25, 2016, 10:47:41 am »
Venti zonali che scendono parecchio!  :o



 ;D

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #82 il: Ottobre 25, 2016, 09:17:56 pm »
L'Arctic Dipole positive By Reading:





La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #83 il: Ottobre 26, 2016, 01:09:50 pm »
Stamani si nota un ulteriore incremento di potenzialità della dinamica discussa, con il VPS che sembra poter rimanere bilobato per quasi tutta la 1^ decade di Novembre(e forse senza nemmeno il "quasi").

Questa situazione nasce dalla particolare evoluzione troposferica , un pattern AD+ che si sta manifestando in maniera esplosiva e che favorirà l'attivazione di onde planetarie di buona ampiezza con trasporto verticale del disturbo. Lo squilibrio termico è  il principale indagato, dove per questo intendo il relativo lento raffreddamento dell'artico dovuto al deficit di ghiaccio che riscontriamo soprattutto in prossimità del settore Siberiano.
Il calore immagazzinato dal Mar glaciale artico durante il periodo estivo , viene infatti immesso in atmosfera durante il periodo autunnale, rallentando il fisiologico processo di raffreddamento dell'area Polare.
Viceversa, tale squilibrio termico, innesca venti anomali a livello del suolo , che vanno a favorire un incremento di nevosità sulla Siberia centrale.




La vera novità sta però nel tipo di pattern. Non abbiamo in pratica la classica AO-- con antizonalità alta, breaking wave al limite della tropopausa e "decoupling" tropo-stratosferico, ma ondulazioni con alto grado di ampiezza ed intrusività, che vanno a sincronizzare il VPS con quanto avviene più in basso.
Tutto questo ricorda sempre più  quanto avvenuto nel Novembre 2009.

In linea di massima quello che comporta questo tipo di circolazione, è un ulteriore ritardo nei processi di raffreddamento dell'area Polare nonchè un ritardo pure nel fisiologico approfondimento del VPS:



La questione assume dei connotati più ampi, non si riduce soltanto ad una fase, ma rischia di divenire una caratteristica, un imprinting, con il quale dover fare i conti nel corso della Stagione.




La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Giaguaro

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 6441
  • Age: 35
  • Località: Pistoia (PT)
  • Pistoia
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 547
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #84 il: Ottobre 26, 2016, 01:13:57 pm »
Oh io dicembre 2009 lo piglio eh, magari diciamo prima a quelli che stanno a lucca di puntellare il serchio stavolta  ;D
Il lavoro nobilita l'uomo, ma anche stare a casa ogni tanto non è delle peggio

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1001
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 99
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #85 il: Ottobre 26, 2016, 01:24:55 pm »
Stamani si nota un ulteriore incremento di potenzialità della dinamica discussa, con il VPS che sembra poter rimanere bilobato per quasi tutta la 1^ decade di Novembre(e forse senza nemmeno il "quasi").

Questa situazione nasce dalla particolare evoluzione troposferica , un pattern AD+ che si sta manifestando in maniera esplosiva e che favorirà l'attivazione di onde planetarie di buona ampiezza con trasporto verticale del disturbo. Lo squilibrio termico è  il principale indagato, dove per questo intendo il relativo lento raffreddamento dell'artico dovuto al deficit di ghiaccio che riscontriamo soprattutto in prossimità del settore Siberiano.
Il calore immagazzinato dal Mar glaciale artico durante il periodo estivo , viene infatti immesso in atmosfera durante il periodo autunnale, rallentando il fisiologico processo di raffreddamento dell'area Polare.
Viceversa, tale squilibrio termico, innesca venti anomali a livello del suolo , che vanno a favorire un incremento di nevosità sulla Siberia centrale.




La vera novità sta però nel tipo di pattern. Non abbiamo in pratica la classica AO-- con antizonalità alta, breaking wave al limite della tropopausa e "decoupling" tropo-stratosferico, ma ondulazioni con alto grado di ampiezza ed intrusività, che vanno a sincronizzare il VPS con quanto avviene più in basso.
Tutto questo ricorda sempre più  quanto avvenuto nel Novembre 2009.

In linea di massima quello che comporta questo tipo di circolazione, è un ulteriore ritardo nei processi di raffreddamento dell'area Polare nonchè un ritardo pure nel fisiologico approfondimento del VPS:



La questione assume dei connotati più ampi, non si riduce soltanto ad una fase, ma rischia di divenire una caratteristica, un imprinting, con il quale dover fare i conti nel corso della Stagione.

difficile trovare un'analisi con cui io possa essere più d'accordo..in un contesto non favorevole ad un VPT/VPS disturbato (non dimentichiamoci che siamo in QBO+ a 10,30 e 50hpa al momento e con SF low) con SSTA avverse ad esempio a NAO negativa (da notare che nonostante l'AO negativa record di Ottobre, la NAO fatica moltissimo ad andare in negativo), stiamo osservando invece tutto il contrario..

il SAI al 25 di Ottobre propone un' AO di -1,96..

mi pare abbastanza evidente che il deficit di ghiacci sia il grande responsabile della debolezza del VP e del prossimo forte disturbo fino in stratosfera:



come vediamo, la grande differenza tra 2013-2014-2015 (autunni precedenti i tre deludenti inverni passati) e 2016 è proprio questa.. ;)

resta comunque un dubbio,le attuali anomalie riusciranno a determinare un "cambiamento stabile" e a compromettere (in senso di AO e NAO negative) il futuro inverno,oppure non appena le zone attualmente libere da ghiacci, a causa dell'avanzata stagionale, geleranno i fattori favorevoli a VP forte torneranno ad imporsi?.. ::)

alla luce di tutto questo (e dei miei modesti studi) potrei pensare ad una via di mezzo..2010-2011..dicembre con VP a pezzi,poi SC a Gennaio e NAO/AO+ nella seconda parte della stagione..giusto per citare un esempio (non è detto con le stesse conseguenze su di noi :P :P :P)
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Porano444

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 296
  • Località: Porano ( TR )
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 53
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #86 il: Ottobre 26, 2016, 01:36:10 pm »
Si il VPS ovviamente ci riproverà ma potrebbe anche essere che le pecore potrebbero essere scappate dal recinto......
meglio star zitti e dar l'impressione di essere stupidi...che parlare e darne la conferma!!!( by la prof. d'Italiano al liceo....)

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #87 il: Ottobre 26, 2016, 01:38:13 pm »
difficile trovare un'analisi con cui io possa essere più d'accordo..in un contesto non favorevole ad un VPT/VPS disturbato (non dimentichiamoci che siamo in QBO+ a 10,30 e 50hpa al momento e con SF low) con SSTA avverse ad esempio a NAO negativa (da notare che nonostante l'AO negativa record di Ottobre, la NAO fatica moltissimo ad andare in negativo), stiamo osservando invece tutto il contrario..

il SAI al 25 di Ottobre propone un' AO di -1,96..

mi pare abbastanza evidente che il deficit di ghiacci sia il grande responsabile della debolezza del VP e del prossimo forte disturbo fino in stratosfera:



come vediamo, la grande differenza tra 2013-2014-2015 (autunni precedenti i tre deludenti inverni passati) e 2016 è proprio questa.. ;)

resta comunque un dubbio,le attuali anomalie riusciranno a determinare un "cambiamento stabile" e a compromettere (in senso di AO e NAO negative) il futuro inverno,oppure non appena le zone attualmente libere da ghiacci, a causa dell'avanzata stagionale, geleranno i fattori favorevoli a VP forte torneranno ad imporsi?.. ::)

alla luce di tutto questo (e dei miei modesti studi) potrei pensare ad una via di mezzo..2010-2011..dicembre con VP a pezzi,poi SC a Gennaio e NAO/AO+ nella seconda parte della stagione..giusto per citare un esempio (non è detto con le stesse conseguenze su di noi :P :P :P)

Un piacere trovare riscontri positivi con te  ;) 
Concordo su tutto.... (Non nego addirittura di aver pensato ad un errore strumentale riguardo la QBO, dico la verità...).
Riguardo i dubbi espressi (che poi sono anche i miei), bisognerà vedere. Questa dinamica infatti diminuisce ulteriormente il gradiente meridionale della temperatura e favorisce il mantenimento dello squilibrio termico, un cane che si morde la coda.
La Stratosfera deve prepararsi ad incassare in silenzio, non vedo al momento problemi per Dicembre (E che razza di Dicembre potrebbe venir fuori in tal caso??  :o )

Concordo anche su un'evoluzione simil 2010-'11 a livello Stratosferico, questo è quello che viene più naturale credere....  ::)  ;)


La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 3824
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • La vita è il trattino tra materia e spirito.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 706
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #88 il: Ottobre 26, 2016, 08:36:14 pm »
buona serata a tutto il forum di meteodue ;). date le mie scarse conoscenze non posso entrare in merito alla discussione sopra esposta, tuttavia la situazione nei prossimi giorni vedrà un vortice polare molto disturbato. di seguito le anomalie geopotenziale 500hPa.. per ultimo  i grafici relativi  ad  una sezione altezza/latitudine di vento medio zonale calcolate dallo Stratospheric Research Group della Free University di Berlino su base ECMWF  tramite il run 12 della stessa data  168 ore .grafici da cui si nota la presenza di correnti antizonali in media stratosfera (10/30 hPa) fino alla media troposfera (500 hPa) interessando  le aree   fino alla  superficie polare.
tanti  si chiederanno se in questo mio riflettere, studiare, e impegnarmi per molte cause ho travato il senso della vita.la mia risposta è  che forse la vita non ha alcun senso. ma proprio per questo passiamo la vita a cercarne uno. l importante non è sapere, ma cercare.

Offline maurino

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 176
  • Age: 57
  • Località: savignano sul panaro(MO) 135 slm
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #89 il: Ottobre 26, 2016, 09:15:11 pm »
questo è il 3D dello split in partenza
http://imgur.com/a/zXClw

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 3824
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • La vita è il trattino tra materia e spirito.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 706
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #90 il: Ottobre 28, 2016, 12:57:16 pm »
buona giornata a tutto il forum di meteodue.di seguito espongo alcuni grafici relativi alle  correnti  e temperature medie zonali  calcolate dallo Stratospheric Research Group della Free University di Berlino su base ECMWF , tramite il run 12 della stessa data.il link di seguito http://www.geo.fu-berlin.de/en/met/ag/strat/produkte/winterdiagnostics/                                                                           
96 ore                                                                                                                                                 120 ore                                                                                                                                                                                                                                        la situazione vede  la presenza di correnti antizonali in media e bassa stratosfera( (10/30 hPa) le zone prossime  sulla superficie polare. correnti che   impongono  l’impossibilita’ della propagazione verticale d’onda e del flusso meridionale di temperatura.  tale situazione secondo me, dovrebbe favorire a partire dai piani piu’ elevati,  un nuovo raffreddamento radiativo con ricostituzione e rafforzamento del vortice polare stratosferico(vps) nel medio e lungo termine. tale dinamica  dovrebbe essere favorita  dalla dislocazione a partire dal medio lungo termine  del  VPS sopra lo stretto di Nares a partire dalle quote più elevate  (1/5 hPa alta stratosfera) andando a "guidare"i piani isobarici più bassi , inoltre dalle carte sopra esposte si nota un  forcing della wave1 la quale potrebbe coadiuvare una ripresa(forse sostenuta) dei  venti stratosferici
occidentali e conseguentemente un certo "rinvigorimento del vps.  di seguito le carte relative all ’altezza del geopotenziale di una superficie isobarica  . . per quanto riguarda la parte bassa della stratosfera, quest ultima  rimane  totalmente condizionata dalla troposfera predisponendo quindi un vortice polare troposferico molto debole e conseguentemente una  circolazione zonale sullo scenario euroatlantico  piuttosto debole .situazione che sembra favorire la formazione di aree anticicloniche  scarsamente  solide sulle aree sopra menzionale. tutti sintomi di una circolazione zonale in ambito euroatlantico piuttosto indebolita.                                                                                                                       
« Ultima modifica: Ottobre 28, 2016, 08:09:04 pm da ale81 » »
tanti  si chiederanno se in questo mio riflettere, studiare, e impegnarmi per molte cause ho travato il senso della vita.la mia risposta è  che forse la vita non ha alcun senso. ma proprio per questo passiamo la vita a cercarne uno. l importante non è sapere, ma cercare.

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 12473
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2639
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #91 il: Ottobre 28, 2016, 04:36:05 pm »
Snowcover


Offline Montalbano

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3715
  • Age: 21
  • Località: Comeana (PO)-Ansa Ombrone 38m
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2659
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #92 il: Ottobre 28, 2016, 11:21:10 pm »
Snowcover



Aggiungo anche l'andamento dello snow cover odierno, messo a confronto con quello degli anni passati ...non è poi cosi lontano dal 2015/16 (stesso periodo) ma questa è solo una semplice osservazione, che vuol dire poco e nulla ...quest anno a parer mio, almeno per ora, diversamente dagli ultimi anni mi sembra di vedere una troposfera più vivace

"A PARITÀ DI LATITUDINE SIAMO I PIÙ SFIGATI C'È POCO DA FARE..."

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #93 il: Ottobre 29, 2016, 12:00:45 pm »
Si nota un approfondimento poco convincente e cmq molto graduale, con una W1 stazionaria ed altezze geopotenziali che si mantengono lontane da soglie di criticità:




La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline luca_mo

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 508
  • Località: Modena
  • Modena
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 230
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #94 il: Ottobre 29, 2016, 12:09:23 pm »
Concordo, con il VPS che comunque rimane sempre decentrato dal polo geografico. Da seguire con molta attenzione il processo di raffreddamento che si attuerà sul settore russo-siberiano da ora in poi, possibili upper warming? ::)
Località: Modena(MO) 34 m s.l.m
UNIVERSITA' DI SCIENZE GEOLOGICHE - MODENA

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #95 il: Ottobre 29, 2016, 12:26:47 pm »
Si, i primi Siberian Warmings saranno probabili. Più che altro si nota però la tendenza ad uno scarso potere forzante della stratosfera nel mese di Novembre, che a mio avviso era uno dei rischi maggiori vista la disposizione teleconnettiva.
Se arriveremo ad un approfondimento graduale nel corso del mese, poi Dicembre potrebbe riservare davvero ottime ed insperate potenzialità
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 3824
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • La vita è il trattino tra materia e spirito.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 706
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #96 il: Ottobre 29, 2016, 06:08:42 pm »
buona serata a tutto il forum di meteodue e sopratutto un buon fine settimana a tutti.di seguito il grafico relativo alle temperature a 10 hpa (30.000 metri approx)(90N - 65N)                                                                                             temperature che al momento si mantengono sotto la media di riferimento 1979/2015
tanti  si chiederanno se in questo mio riflettere, studiare, e impegnarmi per molte cause ho travato il senso della vita.la mia risposta è  che forse la vita non ha alcun senso. ma proprio per questo passiamo la vita a cercarne uno. l importante non è sapere, ma cercare.

Offline mat69

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 308
  • Age: 48
  • Località: Genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 47
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #97 il: Ottobre 30, 2016, 10:15:44 am »
Un buongiorno a tutti  ;)

Porto anche agli amici in questa sede alcune considerazioni:

partendo da qui (non per spamming ma per brevità):
 http://forum.meteonetwork.it/teleconnessioni/161450-monitoraggio-analisi-stratosfera-2016-2017-a-11.html#post1060430016

aggiungo odierni spunti i quali darebbero conferma circa quanto prospettato ovvero il deciso rinforzo del disturbo stratosferico a carico di una sola onda.
Dinamica che, come consueto tende a far traslare e dislocare il vps in media alta stratosfera verso il comparto euro-atlantico.
Al momento non si vede alcuna riattivazione dei flussi convergenti a carico di un 2 waves pattern e questo significa che la seconda onda resterà per ora inibita da una decisa convergenza negativa.
Nei piani isobarici inferiori fino in troposfera questo trova in genere conferma in una forte semipermanente aleutinica nonché a sto punto coadiuvata da un precoce raffreddamento del comparto asiatico che non mancherà di produrre tutta un'ulteriore serie di upper warmings sfocianti verosimilmente in minor w.
Inoltre il dislocamento del vps laddove previsto precorre generalmente almeno in una prima fase un'azione artica robusta nei confronti dei meridiani europei e una successiva diminuzione dei geopotenziali nell'area est canadese.
Gli esiti di tutto questo a livello configurativo dipendono da tutta una serie di forze messe in gioco dalla troposfera con un'evoluzione che, qualora si sia creata nel contempo una valida opposizione termica nel continente euroasiatica, potrebbe avere come esito avvezioni di matrice continentale.

 :)

Offline mat69

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 308
  • Age: 48
  • Località: Genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 47
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #98 il: Ottobre 30, 2016, 10:17:24 am »
Si nota un approfondimento poco convincente e cmq molto graduale, con una W1 stazionaria ed altezze geopotenziali che si mantengono lontane da soglie di criticità:



Approfondimento che troverà sotto le sue belle gatte da pelare.

Un saluto Filippo!  :)
freelance

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14531
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3423
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #99 il: Ottobre 30, 2016, 02:47:39 pm »
Approfondimento che troverà sotto le sue belle gatte da pelare.

Un saluto Filippo!  :)


Ciao Matteo! ;) Si concordo, ed aggiungo che potrebbe essere un approfondimento lento e non di interesse  almeno per il primo mese invernale, quando continuerà ad essere la troposfera la vera protagonista.

Ad oggi vediamo anomalie GPT nette, che dalla troposfera si stanno propagando sino in alta stratosfera, andando prima a bilobare a poi a mantenere disturbato il VPS, con una W1 stazionaria e moderatamente intrusiva:





Andando un attimo OT, non posso non postare le anomalie termiche di questo mese di Ottobre, con un forte raffreddamento termico sul settore Euroasiatico sotto i 60°N, che prosegue anche in quest'ultima decade del mese e darà il via agli upper warming nel corso di Novembre:



Ma voglio sottolineare anche il progressivo cambio di pattern sul settore Euro-Atlantico, con una NAO che in prospettiva pare negativizzarsi in maniera convincente e con addirittura già qualche debole avvisaglia sul fronte delle SSTA:



Un progressione stagionale che lascia letteralmente spiazzati nel modus operandi, visto un impianto teleconnettivo che certamente non brilla per quanto concerne le dinamiche tropo-stratosferiche, ma dove la variabile "squilibrio termico" sta scombinando la linearità del sistema.
Se anche Novembre manterrà questa impostazione, non è difficile credere ad una prima parte Invernale pirotecnica, dove il graduale e fisiologico approfondimento del VP, potrebbe in realtà innescare la prima vera ondata di gelo stagionale.....





 
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +