BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI


Autore Topic: analisi stratosferica stagione 2016/17  (Letto 311873 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Andreaneve

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3319
  • Pistoia
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 24
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #150 il: Novembre 05, 2016, 01:20:24 pm »
Sicche godiamoci questo squilibrio finché dura perché poi non si sa a cosa si andrà in contro

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14763
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3595
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #151 il: Novembre 05, 2016, 02:35:16 pm »
Sicche godiamoci questo squilibrio finché dura perché poi non si sa a cosa si andrà in contro

è una situazione nuova, c'è entusiasmo, ma non possiamo far finta che non esistano determinate condizioni di partenza...
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Giaguaro

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 6632
  • Age: 35
  • Località: Pistoia (PT)
  • Pistoia
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 571
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #152 il: Novembre 05, 2016, 02:56:11 pm »
è una situazione nuova, c'è entusiasmo, ma non possiamo far finta che non esistano determinate condizioni di partenza...
Tu lo sai di già anche te che sarà un invernone non fare lo gnorry tanto se doveva pigliare un andazzo poo bono l'aveva belle fatto 😂
Il lavoro nobilita l'uomo, ma anche stare a casa ogni tanto non è delle peggio

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13416
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3054
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #153 il: Novembre 05, 2016, 03:14:41 pm »
Stamani voglio puntare il dito su di un fattore che non possiamo non considerare.
Abbiamo già detto come a livello di indici teleconnettivi tale disposizione non sia entusiasmante, ed in particolare è doveroso sottolineare l'andamento della PDO che, a prescindere da una fase negativa che ha iniziato a manifestarsi nel corso del mese di Agosto e che perdura, debolmente, pure nel mese di Ottobre con un valore di -0.87, in realtà le anomalie oceaniche stanno ricalcando una fase positiva dell'indice.

Soprattutto in questi ultimi giorni siamo andati incontro ad un repentino ed evidente riassetto termico.
Tale fattore, anche se può sembrare che non c'entri niente con l'oggetto del topic, è  una delle principali chiavi di lettura invernali, perchè va a modulare la tensione zonale emisferica, la posizione della W1 e della W2(evidente l'impatto sulla NAO), con effetto a cascata sulle dinamiche stratosferiche (non scordiamo mai che la colonna d'aria è una soltanto):




Per chi non l'avesse fatto consiglio la lettura di questo topic:
http://www.meteodue.it/forum/index.php?topic=9337.0

Quindi l'ottimismo che si legge in queste fasi iniziali è riconducibile per l'appunto allo squilibrio termico che stiamo riscontrando tra area Polare ed area Siberiana, con notevoli ripercussioni sulla circolazione emisferica. La questione come si capisce è molto delicata.

Tornando all'argomentazione del topic, notiamo che la spinta della W1 andrà ancora a  partorire un displacement del VPS sull'Eurasia, con netto calo delle velocità zonali. La disposizione in AD+ potrebbe innescare una pulsazione dell'onda atlantica, grazie alla vorticità presente sulla Penisola del Labrador, favorendo una reiterazione del pattern anche nella 2^ parte del mese:




Sempre in campana dunque Cloover...ma mi vien da dire, che problema c'è la tensione zonale se la si riduce ai minimi termini magari uinfluisce il meno che si può pergiunta su tale fattore, legato alla pdo (c'andrebbe la pialla pure per per la pdo   ;D)
Sempre un piacere leggere le tue analisi!  ;)
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14763
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3595
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #154 il: Novembre 05, 2016, 03:16:42 pm »
Tu lo sai di già anche te che sarà un invernone non fare lo gnorry tanto se doveva pigliare un andazzo poo bono l'aveva belle fatto 😂

  :-X :-X :-X :-X  ;D  Il 25 Sciogliamo la prognosi, cmq ricordatevi che niente è come sembra   
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Giaguaro

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 6632
  • Age: 35
  • Località: Pistoia (PT)
  • Pistoia
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 571
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #155 il: Novembre 05, 2016, 03:17:57 pm »
  :-X :-X :-X :-X  ;D  Il 25 Sciogliamo la prognosi, cmq ricordatevi che niente è come sembra
Tornando seri un attimo ci sono 3000 cose che son partite al contrario di come dovevano vediamo un po' e difficile per tutti immagino

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk

Il lavoro nobilita l'uomo, ma anche stare a casa ogni tanto non è delle peggio

Offline mat69

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 311
  • Age: 49
  • Località: Genova
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 47
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #156 il: Novembre 05, 2016, 03:43:31 pm »
Buongiorno a tutti e 2 veloci considerazioni.

L'osservazione del comportamento della stratosfera decontestualizzata e basata su mere risultanze di natura statistica è non di rado fonte di abbagli o di interpretazioni "forzate".
Ho letto la precedente digressione su CW si o CW no. Mi sto convincendo da un lato che Filippo abbia ragione in quanto la deriva del riscaldamento aleutinico verso l'artico canadese dovrebbe presupporre velocità zonali attualmente inesistenti e dall'altro che il discorso a prescindere dalla risposta abbia scarsa rilevanza.
Nel nostro attuale caso abbiamo precedentemente seguito con una certa attenzione l'evoluzione di un importante quanto inconsueto disturbo operato nei confronti del vps a carico di entrambe le onde di Rossby.
Questa dinamica ha fortemente rallentato anzi, fatto regredire, un rapido processo di raffreddamento radiativo al quale ormai siamo abituati da alcuni anni e che fino a quel momento pareva avviato in tal senso ( se non in modo anche più repentino) anche in questo autunno.
Si è fatto altrove un buon discorrere circa le cause che, a mio avviso, ormai sono state individuate prevalentemente nel ritardo dell'assonanza (coupling) del vortice troposferico rispetto i piani della stratosfera e principalmente a ragione dell'immaturita del vpt rispetto la stagione il quale trova molti ostacoli nel ripristinare la circolazione zonale e il jet stream polare i quali sono alla base della formazione delle onde di Rossby, necessari per creare un flusso di calore verticale.
Ebbene invece i postumi di un forte riscaldamento attribuibile al Nino ormai decontestualizzato dalla fonte ha in qualche modo inciso su queste dinamiche attenuando il gradiente orizzontale creatosi nel Pacifico e permettendo una buona comunicazione fra i vari piani dell'atmosfera.
Si può quindi ipotizzare che l'attuale situazione sia in qualche modo "figlia" del pregresso e ormai cessato Nino strong? forse
Il fatto è che, come dicevo all'inizio, l'azione a 2 onde ha decisamente fatto regredire il raffreddamento e la maturazione della struttura di un vps e delle relative vorticità potenziali che, benché la successiva evoluzione ad una sola onda ne stia comportando la compressione della massa, appaiono decisamente deboli e le stesse velocità zonali sono previste in prospettiva molto più deboli rispetto la norma:





Nelle attuali condizioni è ben difficile creare una risonanza delle dinamiche stratosferiche rispetto la troposfera e pertanto al momento e in prospettiva pare difficile poter ritenere che la stratosfera possa giocare un qualche ruolo attivo nei piani sottostanti.
Deboli EPV e debole indice zonale:



ovvero U (indice medio zonale) rispetto ad EPV (vorticità potenziali di Ertel).

Ecco un grafico in prospettiva delle velocità zonali misurabili a 10 hpa:



La "parola" va decisamente alla troposfera anche se, è bene ricordarlo, il monitoraggio della stratosfera è importante a prescindere dato il momento stagionale delicato.
 ;)

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 5313
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • La vita è una grande delusione.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 778
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #157 il: Novembre 05, 2016, 05:04:14 pm »
buon pomeriggio a tutti e complimenti a mat69 per le sue disamini  facilmente comprensibili anche da persone come me  non molto preparate nella materia di cui stiamo parlando. ora io non ho le possibilità per formulare una tendenza o previsione, tuttavia di seguito espongo la  rappresentazione dell’ozono totale espresso in DU. L’Unità Dobson (DU) è l’unità di misura dell’ozono presente nella stratosfera. dal grafico si nota chiaramente un notevole "accumulo"di ozono  tra l'artico siberiano e il nord Pacifico centro occidentale. situazione che mette chiaramente in evidenza  l attività ondulatoria presente in quella zona
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13416
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3054
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #158 il: Novembre 06, 2016, 01:31:05 am »
Vps a 10 hPa molto sbilanciato sull'Eurasia, con buon grado di ellitticizzazione...



1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 5313
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • La vita è una grande delusione.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 778
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #159 il: Novembre 06, 2016, 08:44:27 am »
buona domenica a tutto il forum di meteodue. nell attesa dell uscita delle elaborazioni meteorologiche redatte dal comitato scientifico del CSMT, di seguito espongo dei grafici relativi alle anomalie di geopotenziale in sede polare. da notare come l estremo di anomalia relativa ai geopotenziali gpt   abbia interessato buona parte delle superfici isobariche  e quindi un vortice polare molto "disturbato". per quanto riguarda le dinamiche nella media stratosfera,ancora una volta la situazione è dominata alla quota di 10 hpa da  vortice polare stratosferico dislocato dal polo per il forcing indotto  dalla wave1. situazione che DATA   la disposizione della wave1, è tale da non permettere al vortice polare stratosferico di “uscire”IN TEMPI brevi  dal forcing indotto dal disturbo aleutinico. a questo proposito riporto dei grafici ecmwfil quale   utilizza dati della media  climatologia ERA-Interim (1981-2010) . i grafici sono riferiti alla superficie isobarica di 10 hpa quindi alla  media stratosfera .                                                                                     solo a fine corsa si vede il disturbo traslare sull comparto settentrionale canadese andando ad interessare buona parte del  comparto artico e provocando un ulteriore spostamento del vortice polare stratosferico fuori dal polo in direzione del comparto euro-asiatico.
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Online roberto7382

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 563
  • Località: Forli(FC)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 796
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #160 il: Novembre 06, 2016, 09:08:43 am »
buona domenica a tutto il forum di meteodue. nell attesa dell uscita delle elaborazioni meteorologiche redatte dal comitato scientifico del CSMT, di seguito espongo dei grafici relativi alle anomalie di geopotenziale in sede polare. da notare come l estremo di anomalia relativa ai geopotenziali gpt   abbia interessato buona parte delle superfici isobariche  e quindi un vortice polare molto "disturbato". per quanto riguarda le dinamiche nella media stratosfera,ancora una volta la situazione è dominata alla quota di 10 hpa da  vortice polare stratosferico dislocato dal polo per il forcing indotto  dalla wave1. situazione che DATA   la disposizione della wave1, è tale da non permettere al vortice polare stratosferico di “uscire”IN TEMPI brevi  dal forcing indotto dal disturbo aleutinico. a questo proposito riporto dei grafici ecmwfil quale   utilizza dati della media  climatologia ERA-Interim (1981-2010) . i grafici sono riferiti alla superficie isobarica di 10 hpa quindi alla  media stratosfera .                                                                                     solo a fine corsa si vede il disturbo traslare sull comparto settentrionale canadese andando ad interessare buona parte del  comparto artico e provocando un ulteriore spostamento del vortice polare stratosferico fuori dal polo in direzione del comparto euro-asiatico.


Ciao Ale 81. Grazie per il tuo contributo sempre utilissimo. Puoi mettere il link di quelle mappe?

Grazie!

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 5313
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • La vita è una grande delusione.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 778
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #161 il: Novembre 06, 2016, 12:26:37 pm »
buona giornata e una buona domenica a tutto il forum di meteodue.ringrazio anticipatamente roberto7382 anche se non merito tanta attenzione. cerco nel mio piccolo di tenere aggiornato il più possibile le varie tematiche esposte in questo forum. tuttavia mi scuso in anticipo se tali messaggi possono risultare superficiali e con scarsa valenza tecnica date le mie esigue conoscenze in ambito scientifico-meteorologico.per quanto riguarda le carte sopra postate provengono da WeatherBELL Analyticse sono carte a pagamento . se vuoi puoi consultare il loro sito e sottoscrivere un abbonamento annuale.grazie ancora augurando a tutti una buona domenica.
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 5313
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • La vita è una grande delusione.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 778
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #162 il: Novembre 06, 2016, 12:54:19 pm »
tendenzialmente e statisticamente  il vortice polare stratosferico  si dovrebbe intensificare quando inizia il raffreddamento radiativo ovvero nei mesi di settembre e ottobre. quest anno invece durante il mese di ottobre è successo l esatto contrario.di seguito una carta relativa alle anomalie di geopotenziale registrate nel mese di ottobre 2016 nella superficie isobarica di 10 mb..
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 5313
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • La vita è una grande delusione.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 778
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #163 il: Novembre 07, 2016, 08:52:16 pm »
buona serata a tutto il forum di meteodue. riprendendo il discorso relativo alla debolezza del vortice polare riscontrata negli ultimi anni durante il mese di ottobre, di seguito posto le reanalisi NCEP relative alla pressione media superficiale registrata sul polo nel periodo 2007/2015 compreso l ottobre 2016. come descritto sopra , nell ultimo decennio il vortice polare durante il mese di ottobre ha presentato una struttura molto destabilizzata con la presenza in zona polare di pressioni più alte della norma. situazione che in un certo qual modo ha favorito una struttura  ciclonica polare collassata  verso le medie e basse latitudini. situazione che nel contempo ha favorito un considerevole aumento delle precipitazioni nelle medie latitudini ed un  incremento  piuttosto  esteso dell'innevamento sul  continente asiatico  durante il mese di ottobre.  un   incremento della copertura nevosa invernale  che secondo alcuni studi è in grado di influire sugli indici AO e NAO durante la stagione invernale  boreale. anomalie che vanno poi a creare i presupposti per avere una struttura polare troposferica molto indebolita . indebolimento derivante  da un  aumento dei flussi (wave activity) dalla troposfera verso la regione stratosferica  ed una wave activity flux  molto intensa.tutto ciò  tramite il meccanismo della  propagazione di onde planetarie dalla troposfera verso la stratosfera. meccanismo che riesce a creare i presupposti per avere geopotenziali più alti della media in sede polare e nello stesso tempo un vortice polare molto debole.    .tornando al discorso inerente l estensione nevosa invernale del continente euroasiatico, quet ultima nell ultimo decennio ha fatto registrare un graduale aumento, ma nello stesso tempo un altrettanta rapida diminuzione durante il periodo primaverile.(FONTE gsl, Rutgers University). difficile stabilire se si tratta di un principio di cambiamento ed inversione di tendenza, tuttavia secondo me il cambiamento piuttosto rapido che sta avvenendo sull artico per quanto concerne l estensione, concentrazione e volume dei ghiacci artici , sta producendo un cambiamento piuttosto accentuato nei riguardi della   situazione criosferica dell'Artico la quale tende poi a ripercuotersi sulla circolazione a livello globale.
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14763
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3595
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #164 il: Novembre 07, 2016, 09:04:45 pm »
In questi giorni sostanzialmente non ci sono state novità.
Si procede con un VPS modulato dalla forte attività d'onda troposferica, con una significativa anomalia nell'H dei GPT su tutta la colonna isobarica:



Ma le anomalie non sono riferite soltanto al suo dislocamento, ma riguardano anche altezze dei GPT immature a causa dei reiterati e precoci disturbi arrivati dal basso.
A 10hPa siamo intorno a 2940dam nel core del VPS, senza segnali di energici approfondimenti nelle prossime settimane.
Nei prossimi giorni avremo oltretutto un nuovo disturbo a carico della W1, con un displacement di tutta la struttura che finirà per dislocare il VPS di nuovo sull'Eurasia.
Si riparte di qui, con un nuovo crollo delle velocità zonali per la seconda parte del mese:




Come sappiamo il mese di Novembre è il periodo in cui la Stratosfera segue un iter determinato dal raffreddamento radiativo ed attività dell'E-P flux, senza per questo poter provocare forcings a causa di basse vorticità potenziali, ma alcune dinamiche ci lasciano cmq percepire qualche indizio riguardo il trimestre invernale.

In questo caso la diretta conseguenza è che la troposfera continuerà ad agire indisturbata, con il forte raffreddamento del settore Siberiano che favorirà la stazionarietà d'onda:



Ed ecco che si inizia a vedere l'auspicato calo della AO e della NAO, con una pulsazione della MJO in fase 8 ad opera della W1:





Tuttavia il trasferimento di vorticità al settore Euroasiatico questa volta sarà più difficoltoso. Il forte raffreddamento che si è manifestato in quel settore ha ormai favorito un innevamento sensibilmente oltre la media, contribuendo ad inasprire lo squilibrio termico con l'area Polare priva di ghiacci:



Al di là del "piattume" che vediamo negli spaghi ENS sul lungo termine, siamo dinanzi ad un movimento serio che potrebbe caratterizzare proprio l'ultima parte del mese e, in maniera consequenziale, il mese di Dicembre.
Il break down del getto nell'area critica andrà a disegnare qualche novità nelle prossime uscite modellistiche? Non lo escluderei assolutamente.

La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 5313
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • La vita è una grande delusione.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 778
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #165 il: Novembre 07, 2016, 09:18:48 pm »
l ipotesi descritta da filippo(cloover) trova riscontri in alcune tendenze nel lunghissimo termine. di seguito il grafico relativo alle anomalie di temperature a 2 m nel periodo 5-12 dicembre(EPS 46-DAYS Cycle 43r1 Parallel 2016110300)2016110300) 

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline Vin-78

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 660
  • Località: Guidonia, Roma
  • La Passione nella Meteo prima di tutto
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 385
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #166 il: Novembre 07, 2016, 10:50:02 pm »
Buonasera a tutti e ancora complimenti a tutti per le analisi esposte in maniera chiara e ben raffigurata.
Una domanda o dubbio personale mi sorge che ora vado ad esporre analizzando lo stato sei ghiacci negli ultimi anni. Il deficit polare ovvimente è sintomo di maggior calore, di conseguenza a mio avviso le vorticità a livello barico seppur dislocate tendono ad essere sempre più profonde. Questo aspetto a mio avviso sfavorisce da una parte eventi freddi dall'altra in condizioni di indici favorevoli amplifica le possibilità di eventi storici. Non riesco a collocare situazioni normali di questi tempi. Insomma o bianco o nero o meglio o troppo caldo o troppo freddo cosa ne pensate a riguardo?
PS BDC QBO SOLE- in virtù dei tempi d trasporto (3/4 mesi) dell'ozono equatore/polo  coincidono con dei disturbi moderati al Vp proprio nel mese di Novembre (vedi valori QBO nel trimestre estivo leggermente positivi), considerando anche il vecchio evento NINO Strong convengo che Dicembre potrebbe essere il mese invernale con maggiore potenziale... per il resto non riesco a vedere elementi positivi a nostro favore.
Buonaserata a tutti e scusate per questa piccola considerazione/domanda
ADOTTA ANCHE TE UN TEMPORALE NEVOSO

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14763
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3595
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #167 il: Novembre 08, 2016, 12:21:30 am »
Mah, io non metterei paletti.

Intanto vi mostro l'equilibrio termodinamico al 5 del mese (lo so,lo so è ancora presto..).
Ma notate la specularità rispetto allo scorso anno.
 Altresì è  evidente la scarsa attività della BDC(ma non scarsissima nonostante la QBO+), i mesi di Novembre che precedono il break down del VPS sono  diversi, tuttavia il gradiente indebolito è lampante(ed andrà mantenuto sino a fine mese).

Non mi aspetto grandi cose dalla Stratosfera, anzi a mio avviso nel corso della stagione permane il rischio  di un raffreddamento, tuttavia , come forse nemmeno pensavo fino ad un paio di mesi fa, la partita mi sembra equilibrata, sembra che l'Inverno possa dire la sua anche in questa piccola fetta d'Europa, grazie ad alcune pedine che si stanno muovendo nel modo giusto.

Su Gennaio e Febbraio è inutile andare a fare congetture, attendiamo di aver chiaro questo movimento visto che potrebbe tirarsi dietro tutta una serie di conseguenze al momento difficilmente intuibili....

EQUILIBRIO TERMODINAMICO PLANETARIO AL 5 DI NOVEMBRE: 2016 vs 2015


La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1170
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 114
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #168 il: Novembre 08, 2016, 09:54:41 am »
Posto qui visto che mi pare sia il td utilizzato in questo periodo,sebbene non si tratti di un'analisi prettamente stratosferica..

Direi che è ipotizzabile una buona occasione nel mese di Dicembre,e che a grandi linee potrebbe avere le seguenti caratteristiche:



in un contesto di NAO non troppo negativa con conseguente azione prevalentemente continentale..in effetti mi sembra ci siano segnali che da un lato spingano per un VP debole almeno fino a fine anno (situazione stratosfera,anomalie di GPT troposfera,deficit di ghiacci ed esteso Snowcover),ma dall'altro non favoriscono grandi crolli della NAO (si veda l'assetto SSTA-fase del ciclo solare,i quali parrebbero correlati ad un inverno in NAO debolmente positiva dopo i 3 in NAO++ post massimo)..a tal proposito nutro forti dubbi anche sul mio modellino che propone una NAO media quasi a -1.. ::)

la giusta sintesi potrebbe essere una configurazione come quella sopra.. 8)
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1170
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 114
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #169 il: Novembre 08, 2016, 05:20:34 pm »
"muro" invalicabile sull'eurasia.. :o



in arrivo batosta per il VP?..e probabile altro forte calo del NAM.. ::)
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 5313
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • La vita è una grande delusione.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 778
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #170 il: Novembre 08, 2016, 05:42:54 pm »
buona serata a tutto il forum. di seguito espongo due grafici  in tempo reale relativi all’andamento del NAM a 10hPa (365 giorni) . grafici molto utili in quanto ci permettono  di  valutare la propagazione delle anomalie stratosferiche  e nello stesso tempo descrive lungo il profilo verticale  dell atmosfera  l’andamento  della struttura ciclonica polare (VP).     (grafici consultabili al seguente link       http://p-martineau.com/vortex/                      grafici gentilmente concessi da:Patrick Martineau della McGill University di Montreal
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline Orso russo

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 339
  • Age: 31
  • Località: Sermide (MN)
  • Burian.....atlantico basso....Burian...
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 500
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #171 il: Novembre 08, 2016, 05:53:46 pm »
"muro" invalicabile sull'eurasia.. :o



in arrivo batosta per il VP?..e probabile altro forte calo del NAM.. ::)


Guarda qui che razza di hp termico........io direi che quest'anno, complice un vp polare non in forma, potrebbe tenere botta tutto novembre e alla prima occasione espandersi verso SW  :P :o

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 5313
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • La vita è una grande delusione.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 778
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #172 il: Novembre 09, 2016, 12:32:33 pm »
buona giornata a tutto il forum di meteodue.di seguito il grafico delle  temperature di alcune superfici isobariche come media zonale per il
periodo novembre-aprile su differenti aree emisferiche boreali.
sopra il Polo Nord;  come media zonale sopra i 60° di latitudine nord ed infine come media zonale sopra il circolo polare artico tra 60°N e 90°N (grafico gentilmente concesso  dallo Stratospheric Research Group della Free University di Berlino su base ecmwf  (http://www.geo.fu-berlin.de/en/met/ag/strat/produkte/winterdiagnostics/)
 
grafico secondo me molto didattico, in quanto ci va a mostrare una tendenza alla diminuzione delle temperature in alta stratosfera(1-5 hPa)E nella media stratosfera (10-30hpa). sinonimo di una possibile diminuzione dei disturbi a carico del vps .
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14763
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3595
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #173 il: Novembre 09, 2016, 12:59:20 pm »
Esatto Ale  ;)  Alla fine forse sta portando male non nominarlo più  , ma un CW con abbattimento della W2 sta diventando l'ipotesi più probabile, almeno in queste ultime 4 uscite modellistiche.
La W1 infatti non si sta rivelando intrusiva come sembrava e non abbiamo una signifativa deformazione del VP, ma soltando un suo dislocamento.
Anche le velocità zonali sono in crescita, sia GFS che Reading vedono un riaccorpamento :



La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Online Artix

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 2658
  • Age: 29
  • Località: Capannori (LU)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1392
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #174 il: Novembre 09, 2016, 01:06:00 pm »
Esatto Ale  ;)  Alla fine forse sta portando male non nominarlo più  , ma un CW con abbattimento della W2 sta diventando l'ipotesi più probabile, almeno in queste ultime 4 uscite modellistiche.
La W1 infatti non si sta rivelando intrusiva come sembrava e non abbiamo una signifativa deformazione del VP, ma soltando un suo dislocamento.
Anche le velocità zonali sono in crescita, sia GFS che Reading vedono un riaccorpamento :






Ciao Filippo, pensi che il riaccorpamento sia solo temporaneo oppure il VP riuscirà a respingere ogni nuovo attacco? Sarebbe praticamente quel riaccorpamento che avevi previsto  e che avrebbe poi anticipato una nuova partenza dei disturbi?

Offline ghigo1969

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 6690
  • Age: 49
  • Località: san casciano in val di pesa
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1653
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #175 il: Novembre 09, 2016, 01:17:20 pm »
...della serie si torna coi piedi per terra  :-X :-\
c'ho i'banchino apparecchiato e mirfe pronte...

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14763
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3595
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #176 il: Novembre 09, 2016, 01:18:11 pm »
Ciao Filippo, pensi che il riaccorpamento sia solo temporaneo oppure il VP riuscirà a respingere ogni nuovo attacco? Sarebbe praticamente quel riaccorpamento che avevi previsto  e che avrebbe poi anticipato una nuova partenza dei disturbi?

In realtà non era previsto un riaccorpamento, bensì un'esasperazione dell'AD+ grazie alla W1 convergente.
Sembra invece prevalere l'imprintig degli scorsi Inverni, vale a dire lo sfasamento della wave mother coadiuvata dalla PDO+. Lo squilibrio termico innescato dal deficit di ghiacci artici e dall'innevamento precoce dell'area Russo-Siberiana non sembra in grado di far saltare il banco (sempre alla luce di questi ultimi aggiornamenti,  mi riserbo ancora una minima percentuale di successo vista la lontananza del periodo in esame).   ;)



La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline luca_mo

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 557
  • Località: Modena
  • Modena
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 294
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #177 il: Novembre 09, 2016, 02:51:19 pm »
Ho notato anche io un certo ridimensionato nel calo dei venti zonali, ma allo stesso tempo mi sento di dire che la situazione non è al momento preoccupante circa pericolosi approfondimenti e non escludo affatto l'insorgere di nuovi distrubi soprattutto dal settore siberiano in grande spolvero. La ripartenza del VP potrebbe appunto favorire questa evoluzione in un contesto comunque di VP debolmente disturbato o comunque non strong come l'anno scorso.
Località: Modena(MO) 34 m s.l.m
UNIVERSITA' DI SCIENZE GEOLOGICHE - MODENA

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13416
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3054
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #178 il: Novembre 09, 2016, 03:31:09 pm »
Ho notato anche io un certo ridimensionato nel calo dei venti zonali, ma allo stesso tempo mi sento di dire che la situazione non è al momento preoccupante circa pericolosi approfondimenti e non escludo affatto l'insorgere di nuovi distrubi soprattutto dal settore siberiano in grande spolvero. La ripartenza del VP potrebbe appunto favorire questa evoluzione in un contesto comunque di VP debolmente disturbato o comunque non strong come l'anno scorso.

E una troposfera bella rediviva potrebbe far il resto, con frequenti puntate in AO -- e dinamicità continua.
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline marco

  • Novizio
  • **
  • Post: 43
  • Orvieto 325 mt slm
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #179 il: Novembre 09, 2016, 03:36:07 pm »
Buonasera a tutti, ma a questo punto Clover, le previsioni sperimentali lungo termine di Novembre e dicembre in Home dovranno essere variate o pensi che dicembre possa essere rispettato?
Scusate tutti se questa mia domanda è stata posta sulle analisi della stratosfera.

buona serata

Offline mai

  • MD GROUP
  • ******
  • Bannato!
  • Post: 3594
  • Age: 34
  • San Giovanni Alla Vena - e - Ponte a Egola (PI)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #180 il: Novembre 09, 2016, 06:23:30 pm »
 Il break down diventa break dance!!!


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
voglio vivere un'inverno storico...

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14763
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3595
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #181 il: Novembre 09, 2016, 07:30:43 pm »
Buonasera a tutti, ma a questo punto Clover, le previsioni sperimentali lungo termine di Novembre e dicembre in Home dovranno essere variate o pensi che dicembre possa essere rispettato?
Scusate tutti se questa mia domanda è stata posta sulle analisi della stratosfera.

buona serata

Ciao  ;)
Non credo che ci saranno correzioni per ora, la situazione rimane delicata  e con la Redazione abbiamo comunque una linea previsionale, che non può variare dinanzi alle volubilità modellistiche.
Nel caso le prossime uscite prendano una chiara direzione, provvederemo a correggere la proiezione.
Buona serata anche a te  ;)
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Montalbano

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3756
  • Age: 21
  • Località: Comeana (PO)-Ansa Ombrone 38m
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2714
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #182 il: Novembre 09, 2016, 08:42:32 pm »
secondo il mio umile parere per quel che può contare, penso che per far saltare il banco, serva un vero e proprio terremoto modellistico....la palla passa dalla troposfera,  una troposera ben più reattiva rispetto agli anni scorsi
Non resta che aspettare e vedere cosa accadrà al prossimo tentativo di riaccorpamento da parte del VP...
Fatico a pensare ad un vp che entro Dicembre riparta a mille senza problemi
"A PARITÀ DI LATITUDINE SIAMO I PIÙ SFIGATI C'È POCO DA FARE..."

Offline mai

  • MD GROUP
  • ******
  • Bannato!
  • Post: 3594
  • Age: 34
  • San Giovanni Alla Vena - e - Ponte a Egola (PI)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #183 il: Novembre 09, 2016, 09:32:08 pm »
secondo il mio umile parere per quel che può contare, penso che per far saltare il banco, serva un vero e proprio terremoto modellistico....la palla passa dalla troposfera,  una troposera ben più reattiva rispetto agli anni scorsi
Non resta che aspettare e vedere cosa accadrà al prossimo tentativo di riaccorpamento da parte del VP...
Fatico a pensare ad un vp che entro Dicembre riparta a mille senza problemi

Spiega questa tua "fatica" a pensare ad un vp che riparta a mille.. sensazioni personali? Stregonerie o cos'altro.. grazie


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
voglio vivere un'inverno storico...

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13416
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3054
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #184 il: Novembre 09, 2016, 10:19:08 pm »
il 12z propone per la terza decade un altro warming stavolta siberiano, che potrebbe condizionare tutto il mese di Dicembre..
vps messo di nuovo a dura prova e a parte un fisiologico ricompattamento( nn è che stai fuori fase senza subire un raffreddamento radiativo per 3 mesi) ...cmq in campana !
 :)


1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline Montalbano

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3756
  • Age: 21
  • Località: Comeana (PO)-Ansa Ombrone 38m
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2714
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #185 il: Novembre 09, 2016, 10:45:46 pm »
Spiega questa tua "fatica" a pensare ad un vp che riparta a mille.. sensazioni personali? Stregonerie o cos'altro.. grazie


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Provo a dirlo in due parole,  premettendo che non sono estremamente ferrato in quest ambito della materia;

secondo me è importantissimo lo squilibrio termodinamico che si è andato a creare (vedi anomalie ecc) nel comparto siberiano eurasiatico (grazie anche ai precoci disturbi autunnali ai danni del VP),  proprio perché questo potrà permettere una maggiore e più facile dislocazione delle vorticità polari dal polo verso la zona siberiana e con conseguente formazione di un bel serbatoio freddo nella zona suddetta (proprio dove serve a noi); e quindi anche i margini del VP tenderebbero ad esser più soggetti ad eventuali attacchi causati dalle wave, grazie al medesimo dislocamento e grazie anche al deficit dei ghiacci artici appena avuto, il quale inciderà e contribuirà per quanto riguarda la possibile formazione di aree con geopotenziali più alti soprattutto nell'artico russo, e queste zone con GPT più alti potrebbero rilevarsi davvero dannose per il VP...deficit che secondo me contribuirà anche a rafforzare eventuali disturbi ai danni del VPS e non del solo VPT...

Se ho detto qualche cavolata, perdonami ma ho provato a dirlo a parole mie
"A PARITÀ DI LATITUDINE SIAMO I PIÙ SFIGATI C'È POCO DA FARE..."

Offline simmenivis

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 5636
  • Age: 41
  • Località: Certaldo (FI)
  • Sviluppatore e studioso del modello Moccoloch.2
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 50
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #186 il: Novembre 10, 2016, 07:43:34 am »
Mai nna ggioiaa

inviato dal Simme


Offline batstef

  • CSCT Team
  • ...
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 7257
  • Località: Firenze-Isolotto
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3820
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #187 il: Novembre 10, 2016, 09:50:43 am »
come suggerisco ( inutilmente  :D ) da qualche giorno anche nella stanza dell' analisi modellistica, è un periodaccio per i modelli previsionali ( anche in politica, a quanto pare  ;D ;D ) :

"La passione, la voglia di veder mia figlia ributolarsi nella neve con mia moglie....la voglia di veder tutti voi euforici, la giornata che scorre con cazzate eclatanti di alcuni di voi che, porca miseria vi considero amici e non mi verra' mai in mente una sola volta di scrivere, andate in c..o. vero dovrei stare zitto e bon o a leggervi..non ci riesco chiedo scusa"...Marco da Bucine

Offline Marca Fermana

  • CSCT Team
  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 499
  • Località: direttamente dalla Marca Fermana
  • IL CLIMA DEL FUTURO? LA CHIAVE E' NEL PASSATO
    • Mostra profilo
    • mfmeteo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 886
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #188 il: Novembre 10, 2016, 10:23:18 am »
come suggerisco ( inutilmente  :D ) da qualche giorno anche nella stanza dell' analisi modellistica, è un periodaccio per i modelli previsionali ( anche in politica, a quanto pare  ;D ;D ) :




 :) :)
Bastef mi hai appena anticipato, diamo tempo al tempo!...nel lungo si ripropone un AD+ pattern con un buona ripartenza della W2

e ai piani alti della strato, le velocità zonali credo che verranno condizionate da una possibile intrusività di GPT positivi che si verrebbero a generarsi per attrito da Displacement e per il SENSIBILE e soprattutto PREMATURO raffreddamento sul comparto Siberiano centro Orientale al suolo
 
che in riverbero si specchia appunto alle alte quote

....tempo al tempo, ma non fidatevi di noi sondaggisti  ;D
« Ultima modifica: Novembre 10, 2016, 10:40:36 am da Marca Fermana » »

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1170
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 114
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #189 il: Novembre 10, 2016, 12:29:42 pm »
non so se avete dato un occhio alle anomalie di GPT e di t sull'eurasia del periodo 1-15 Novembre (1-10 osservate e 10-15 previste che possiamo ormai dare per certe trattandosi di carte a 120 ore)..

sappiamo bene come la prima metà del mese di Novembre sia diventata sempre più negli ultimi anni il "banco di prova" per il successivo inverno..

io onestamente guardando sia la situazione in stratosfera che (soprattutto) quella in troposfera credo che per non avere un dicembre scoppiettante servirebbe ormai un ribaltone di quelli mai visti prima..tutto è possibile,ma secondo me molto poco probabile.. :P :P :P
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Alexsnow76

  • Novizio
  • **
  • Post: 37
  • Age: 42
  • Località: Umbertide (PG) 247mt. s.l.m.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 37
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #190 il: Novembre 10, 2016, 01:22:52 pm »
Ciao  ;)
Non credo che ci saranno correzioni per ora, la situazione rimane delicata  e con la Redazione abbiamo comunque una linea previsionale, che non può variare dinanzi alle volubilità modellistiche.
Nel caso le prossime uscite prendano una chiara direzione, provvederemo a correggere la proiezione.
Buona serata anche a te  ;)
Dai Cloover non correggere niente per adesso io spero e penso che la strada sia quella disegnata da voi...qualcosa di grosso bolle in pentola ;)

Offline Marca Fermana

  • CSCT Team
  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 499
  • Località: direttamente dalla Marca Fermana
  • IL CLIMA DEL FUTURO? LA CHIAVE E' NEL PASSATO
    • Mostra profilo
    • mfmeteo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 886
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #191 il: Novembre 10, 2016, 02:03:59 pm »
non so se avete dato un occhio alle anomalie di GPT e di t sull'eurasia del periodo 1-15 Novembre (1-10 osservate e 10-15 previste che possiamo ormai dare per certe trattandosi di carte a 120 ore)..

sappiamo bene come la prima metà del mese di Novembre sia diventata sempre più negli ultimi anni il "banco di prova" per il successivo inverno..

io onestamente guardando sia la situazione in stratosfera che (soprattutto) quella in troposfera credo che per non avere un dicembre scoppiettante servirebbe ormai un ribaltone di quelli mai visti prima..tutto è possibile,ma secondo me molto poco probabile.. :P :P :P
Come già anticipato in un social: l'imminente  fase di  ricompattamento del VPT, descritto dalla positività dell'AO e coincidente con la metà del mese, è il momento del Reset Barico con l'azzeramento dei flussi di calore (Heat Flux azzerati e EPW idem), ma da qui si riparte ad una nuova avventura, ma non ci troveremo a fine ottobre, appunto come avvenuto 10gg fà , senza vorticità e con un snowcover consolidato ma termicamente ancora acerbo, ma invece saremo in prossimità della fine di novembre con un vastissimo Snowcover Asiatico e con temperature al suolo molto rigide per il periodo e come si sa, l'effetto termodinamico,  per un positivo High Siberian Index riporta a corposi flussi di calore, in fondo  è come se ci trovassimo a gennaio/febbraio invece che a fine novembre...

Offline vito81

  • Novizio
  • **
  • Post: 35
  • Località: Altamura (BA)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #192 il: Novembre 11, 2016, 04:03:43 pm »
Ho notato che in home per dicembre potrebbe avvenire un ponte azzorre alta russa e che l Italia possa essere colpita. Dato che è una configurazione molto rara quante probabilità ci sono che possa avvenire questo e che l italia venga presa?g

Offline mex90

  • Novizio
  • **
  • Post: 47
  • Località: Colline del pesarese 117mslm (PU)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 54
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #193 il: Novembre 11, 2016, 06:26:32 pm »
siamo lontani ma... chissà.. sognare è lecito  ;D


Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13416
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3054
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #194 il: Novembre 11, 2016, 06:29:49 pm »
siamo lontani ma... chissà.. sognare è lecito  ;D




quella vorticità residua sulla Groenlandia è spettacolare..nonchè tutto il resto!!  :o :)
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline batstef

  • CSCT Team
  • ...
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 7257
  • Località: Firenze-Isolotto
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3820
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #195 il: Novembre 11, 2016, 07:41:20 pm »
 :o...se si avvera una cosa del genere a 10mb, cambio attività ludica  ;D ( e con me tanti...)

"La passione, la voglia di veder mia figlia ributolarsi nella neve con mia moglie....la voglia di veder tutti voi euforici, la giornata che scorre con cazzate eclatanti di alcuni di voi che, porca miseria vi considero amici e non mi verra' mai in mente una sola volta di scrivere, andate in c..o. vero dovrei stare zitto e bon o a leggervi..non ci riesco chiedo scusa"...Marco da Bucine

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14763
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3595
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #196 il: Novembre 11, 2016, 07:52:59 pm »
Ho notato che in home per dicembre potrebbe avvenire un ponte azzorre alta russa e che l Italia possa essere colpita. Dato che è una configurazione molto rara quante probabilità ci sono che possa avvenire questo e che l italia venga presa?g

Se si realizza le probabilità sono elevate. Un saluto
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14763
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3595
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Online Stevesylvester

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 4404
  • Age: 53
  • Località: San Giovanni V.no (AR) (ma Grossetano)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 905
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #198 il: Novembre 11, 2016, 11:34:22 pm »

Offline tommy80

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 853
  • Age: 38
  • Località: Ferrano (Pelago) (FI) 560m s.l.m.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 783
Re:analisi stratosferica stagione 2016/17
« Risposta #199 il: Novembre 12, 2016, 02:07:17 am »
Non riesco ad andare a letto... alla finestra vedo acqua e neve, la prima, in più leggo queste cose 😂😂