BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI


Autore Topic: qbo( Quasi-Biennial Oscillation)  (Letto 16587 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« il: Settembre 30, 2015, 01:14:39 pm »
buona giornata a tutto il forum del centro meteo toscana. dato che ci avviciniamo sempre più all avvio della nuova stagione invernale 2015/2016, risulta alquanto importante analizzare l andamento della qbo( Quasi-Biennial Oscillation) per capire i suoi possibili impatti sulla nuova stagione invernale in procinto di partire. ovviamente la qbo non può spiegare da sola l andamento circolatorio di un intera stagione, ma può comunque indicarci alcuni elementi che potrebbero giocare a favore oppure a sfavore durante la stagione invernale.inizio subito con dire che la qbo, sia a 30 che 50 hpa è tornata a livelli positivi. di seguito posto un grafico che va a rappresentare una una sezione dell’atmosfera tra l’equatore ed il polo.  sul lato in basso  del grafico compare la latitudine, mentre a sinistra del grafico i valori delle superfici isobariche
.da notare come  la media dei venti stratosferici che spirano da ovest a 30 hPa e 50 hpa sono tornati nuovamente in territorio positivo e dunque una Quasi-Biennal Oscillation (QBO) occidentale.dal punto di vista prettamente statistico gli intervalli di valori negativi della qbo a 50 hpa hanno una durata media compresa tra 7 e 17 mesi , mentre per quel che concerne la qbo a 30 hpa gli intervalli di valori negativi hanno una durata compresa tra gli 11 ed i 19 mesi. di seguito posto i link dove poter visionare i relativi valori.30hpa( http://www.cpc.ncep.noaa.gov/data/indices/qbo.u30.index) qbo 50 hpa(http://www.cpc.ncep.noaa.gov/data/indices/qbo.u50.index). come detto sopra la qbo da sola non può descrivere tutta la variabiltà circolatoria invernale per quel che concerne l emisfero boreale, ma può assumere un certo peso se abbinata all intensità dell attività solare, la quale riesce a modulare a seconda dell intensità il grado di compattezza o debolezza del vps.infatti bisogna innanzitutto dire che la qbo a differenza degli altri indici descrittivi ha una valenza predittiva e dunque riveste una maggiore importanza. importanza derivante dalla propensione ad avere correnti zonali oppure antizonali che dalla stratosfera in alcuni frangenti possono arrecare situazioni con movimenti retrogradi a livelli troposferici.nel contempo , come detto sopra l attività solare riesce a modulare l intensità del vortice polare. tuttavia come ampiamente descritto in apposita sede da cloover, quest anno abbiamo una condizione di enso+ e qbo+, condizione che va ad indebolire la BDC E DUNQUE UN VPS  maggiormente propenso ad avere maggiore forza e poco incline a possibili forti destabilizzazioni derivanti da riscaldamenti stratosferici. secondo me gli effetti di tale combinazione dovrebbero cominciare a portare degli effetti con qualche mese di ritardo. dunque se la qbo a 50 hpa è passata positiva ad agosto 2015, gli effetti incominceranno a materializzarsi verso novembre o dicembre.questo ovviamente non vuol indicare un inverno sottotono dato che si potrebbero avere maggiori disturbi  a livello troposferico senza bisogno di particolari manovre stratosferiche. ovviamente nel prossimo mese bisognerà valutare la relativa estensione della sniow cover in ambito euro asiatico, dato che se a livelli elevati può comportare un disturbo della corrente a getto polaree quindi possibili movimenti in grado di apportare disturbi alla struttura polare. con questo mi fermo qui, e come sempre attendiamo fiduciosi i nuovi possibili sviluppi derivanti dalla situazione sopra descritta. per finire posto il grafico relativo all attività solare.. attività che sta gradualmente volgendo verso un nuovo minimo atteso nei prossimi anni.


Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline Moderatore 4

  • Moderatore Utenti
  • Membro Onorario
  • *
  • Post: 102
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #1 il: Settembre 30, 2015, 01:46:54 pm »
Nel ringraziare ale81 per il prezioso contributo, ho spostato il td in questione nella sezione corretta

Grazie

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #2 il: Settembre 30, 2015, 01:51:47 pm »
buona giornata a tutti.mi scuso in anticipo per aver postato male il mio messaggio.ringrazio anticipatamente la moderazione e scusatemi nuovamente :-\
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14591
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3449
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #3 il: Settembre 30, 2015, 02:07:57 pm »
Ottimo contributo  ;)

Concordo in larga parte con quanto hai analizzato, anche se in linea di massima è già possibile adesso apprezzare l'impatto della QBO+ e dell'attività solare sull'attività della BDC(che si presenta indebolita):



Quindi a  livello statistico (ma soprattutto fisico) , il VPS dovrebbe presentarsi piuttosto forte a NOVEMBRE.

Tuttavia come ben hai fatto notare, dobbiamo considerare anche l'attuale disposizione troposferica ma soprattutto tropo-oceanica.
La dislocazione dei nuclei di Vorticità , la fase Enso ed altre aree critiche (Snowcover, RM, PDO,AM ecc ecc) , andranno a controbilanciare o ad avvalorare un possibile stratcooling?

Nelle prossime settimane potremo sicuramente iniziare a fare qualche congettura più "concreta"...  Un salutone e complimenti  ;)


La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline firenze3

  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 34791
  • Age: 36
  • Località: Fi Sodo (Abit) - Casellina Scandicci(FI) Lav
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #4 il: Settembre 30, 2015, 02:14:24 pm »
Complimenti Ale81, ottimo post...;)

Offline Marca Fermana

  • CSCT Team
  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 462
  • Località: direttamente dalla Marca Fermana
  • IL CLIMA DEL FUTURO? LA CHIAVE E' NEL PASSATO
    • Mostra profilo
    • mfmeteo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 802
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #5 il: Settembre 30, 2015, 02:21:30 pm »
Complimenti Ale!  ;)

Offline Stevesylvester

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 4275
  • Age: 53
  • Località: San Giovanni V.no (AR) (ma Grossetano)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 834
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #6 il: Settembre 30, 2015, 04:02:31 pm »
Grazie. Sono i post come questi che aiutano quelli come me a tenersi attaccati coi denti e le unghie alla evoluzione delle teleconnessioni per cercare di seguire come possibile, quanto possibile.

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #7 il: Settembre 30, 2015, 08:46:19 pm »
buona serata a tutti e grazie per l attenzione che in molti hanno dimostrato nei confronti del mio post ;)con questo nuovo post, cerco di andare a  sottolineare , dato che nel precedente post non lo fatto oppure credo di averlo fatto in maniera erronea, che l attività solare riesce a modulare la forza della struttura polare attraverso la bdc, che  altro non è che una lenta circolazione a livello emisferico agente a quote stratosferiche e che si occupa di trasportare l ozono prodotto nella fascia equatoriale grazie all intensa attività energetica prodotta dal sole verso le latitudini polari. proprio la debole attività solare riesce a rinforzare detta circolazione con tutte le conseguenze del caso. un esempio lampante è risultato l inverno 2009/2010, nel quale a causa dell accoppiata bassa attività solare, qbo- , enso + la struttura polare ha subito in maniera sistemica durante il trimestre invernale imponenti afflussi di ozono, i quali hanno continuamente "devastato "la struttura polare. di seguito la mappa dei quantitativi di ozono in sede polare nel dicembre 2010. 15 dicembre . mentre di seguito una mappa riferita alla superficie isobarica di 850 hpa sempre riferita al 15 dicembre 2010.. appare sicuramente lampante come la struttura del vp, risultasse facilmente plasmabile e quindi incline a favorire discese gelide alle medie latitudini. questo per il semplice fatto che ad un maggiore quantitativo di ozono corrisponde anche un netto cambiamento termico e fisico all interno della struttura polare e quindi una stratosfera più calda. al contrario quest anno a causa della situazione sopra descritta e vale a dire qbo+ e attività solare in procinto di scendere, i livelli di ozono dovrebbero risultare maggiormente più fiacchi rispetto alla precedente situazione, anche se, secondo me ottobre e novembre dovrebbero ancora risentire in un certo qual modo della vecchia situazione derivante dalla qbo-. concludendo, almeno da ricerche fatte personalmente, la nostra stella riveste una grande importanza sulle vicende terrestri, anche se ancora non propriamente comprensibili al 100%. giusto per dare un esempio riporto il grafico dell indice ao riferito al periodo 1990, anno in cui il precedente ciclo solare 22 ha dato un notevole imput  alla struttura polare grazie all intensa attività generata in quel periodo. non a caso proprio in quegli anni il valore dell indice ao ha subito uno dei maggiori picchi positivi.. mentre di seguito l attività solare registrata in quel periodo.. ora ho notato che proprio negli anni 90 l ao ha fatto registrare la maggiore propensione a picchi positivi e dunque un vortice polare che in molti casi è risultata molto compatta e con frequenti distensioni sui paralleli dell anticiclone atlantico.ora a partire dalla fine del ciclo 23 grazie ad una attività solare progressivamente più debole anche la forza della struttura polare ha cominciato a subire dei cambiamenti.cambiamenti che nel 2010 hanno fatto registrare valori eccezionalmente bassi dell indice, ciò proprio in concomitanza del minimo dell attività solare.. un semplice caso oppure qualcosa di più? molte domande rimangono ancora senza una plausibile ed articolata risposta, ma molti segnali mi ritengono a credere che nei prossimi decenni grazie anche a cicli solari sempre più deboli, tali situazioni si verranno a creare con un numero crescente di episodi.con questo auguro una serena e felice serata a tutto il forum ;)
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline nessuno

  • Membro Senior
  • *****
  • Post: 351
  • Age: 38
  • Località: Lendinara (RO)
  • Lendinara (RO)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 23
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #8 il: Settembre 30, 2015, 09:03:08 pm »
Complimenti Ale...gran bel lavoro!

Offline Davide

  • CSCT Team
  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 109
  • Age: 31
  • Località: Monti Lessini (VR) 650 m.s.l.m.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 68
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #9 il: Settembre 30, 2015, 09:36:29 pm »
Tutti sanno che l'ozono colpito dai raggi solari ( con lunghezza d’onda compresa fra 240 e 340 nm ) si scinde in una molecola di ossigeno e un atomo di ossigeno, questo processo rilascia calore. Ma come fa a scindersi l'ozono e quindi a produrre calore se le radiazioni solari sopra polo non ci sono?
L'ozono a mio modo di vedere è una conseguenza degli eddies e quindi dell'attività d'onda che trasportano l'ozono dalle basse latitudini fino al polo. Se è vero che l'ozono si accumula in grandi quantità sopra il polo nord ad una quota di 20/30hpa significa che non viene distrutto dalle radiazioni solari e quindi la stratosfera non si scalda per merito dell'ozono, bensi dall'attività delle rossby waves che salendo dalla troposfera arrivano ad un altezza massima dove l'onda viene dissipata. Tale onda deposita un momento esterly che provoca attrito sulla circolazione westerly e quindi calore. Ripeto, l'ozono sopra il polo è una conseguenza dell'attività d'onda. Piu attività piu ozono e viceversa.

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14591
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3449
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #10 il: Settembre 30, 2015, 10:25:31 pm »
Tutti sanno che l'ozono colpito dai raggi solari ( con lunghezza d’onda compresa fra 240 e 340 nm ) si scinde in una molecola di ossigeno e un atomo di ossigeno, questo processo rilascia calore. Ma come fa a scindersi l'ozono e quindi a produrre calore se le radiazioni solari sopra polo non ci sono?
L'ozono a mio modo di vedere è una conseguenza degli eddies e quindi dell'attività d'onda che trasportano l'ozono dalle basse latitudini fino al polo. Se è vero che l'ozono si accumula in grandi quantità sopra il polo nord ad una quota di 20/30hpa significa che non viene distrutto dalle radiazioni solari e quindi la stratosfera non si scalda per merito dell'ozono, bensi dall'attività delle rossby waves che salendo dalla troposfera arrivano ad un altezza massima dove l'onda viene dissipata. Tale onda deposita un momento esterly che provoca attrito sulla circolazione westerly e quindi calore. Ripeto, l'ozono sopra il polo è una conseguenza dell'attività d'onda. Piu attività piu ozono e viceversa.


Esatto...L'accumulo di ozono in determinate zone dell'area polare si rifà al fenomeno di propagazione d'onda ed al breaking wave. Da tutto ciò si capisce l'importanza della BDC activity ....  Complimenti, è un piacere vedere gente così preparata .



La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14591
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3449
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #11 il: Settembre 30, 2015, 10:26:38 pm »
buona serata a tutti e grazie per l attenzione che in molti hanno dimostrato nei confronti del mio post ;)con questo nuovo post, cerco di andare a  sottolineare , dato che nel precedente post non lo fatto oppure credo di averlo fatto in maniera erronea, che l attività solare riesce a modulare la forza della struttura polare attraverso la bdc, che  altro non è che una lenta circolazione a livello emisferico agente a quote stratosferiche e che si occupa di trasportare l ozono prodotto nella fascia equatoriale grazie all intensa attività energetica prodotta dal sole verso le latitudini polari. proprio la debole attività solare riesce a rinforzare detta circolazione con tutte le conseguenze del caso. un esempio lampante è risultato l inverno 2009/2010, nel quale a causa dell accoppiata bassa attività solare, qbo- , enso + la struttura polare ha subito in maniera sistemica durante il trimestre invernale imponenti afflussi di ozono, i quali hanno continuamente "devastato "la struttura polare. di seguito la mappa dei quantitativi di ozono in sede polare nel dicembre 2010. 15 dicembre . mentre di seguito una mappa riferita alla superficie isobarica di 850 hpa sempre riferita al 15 dicembre 2010.. appare sicuramente lampante come la struttura del vp, risultasse facilmente plasmabile e quindi incline a favorire discese gelide alle medie latitudini. questo per il semplice fatto che ad un maggiore quantitativo di ozono corrisponde anche un netto cambiamento termico e fisico all interno della struttura polare e quindi una stratosfera più calda. al contrario quest anno a causa della situazione sopra descritta e vale a dire qbo+ e attività solare in procinto di scendere, i livelli di ozono dovrebbero risultare maggiormente più fiacchi rispetto alla precedente situazione, anche se, secondo me ottobre e novembre dovrebbero ancora risentire in un certo qual modo della vecchia situazione derivante dalla qbo-. concludendo, almeno da ricerche fatte personalmente, la nostra stella riveste una grande importanza sulle vicende terrestri, anche se ancora non propriamente comprensibili al 100%. giusto per dare un esempio riporto il grafico dell indice ao riferito al periodo 1990, anno in cui il precedente ciclo solare 22 ha dato un notevole imput  alla struttura polare grazie all intensa attività generata in quel periodo. non a caso proprio in quegli anni il valore dell indice ao ha subito uno dei maggiori picchi positivi.. mentre di seguito l attività solare registrata in quel periodo.. ora ho notato che proprio negli anni 90 l ao ha fatto registrare la maggiore propensione a picchi positivi e dunque un vortice polare che in molti casi è risultata molto compatta e con frequenti distensioni sui paralleli dell anticiclone atlantico.ora a partire dalla fine del ciclo 23 grazie ad una attività solare progressivamente più debole anche la forza della struttura polare ha cominciato a subire dei cambiamenti.cambiamenti che nel 2010 hanno fatto registrare valori eccezionalmente bassi dell indice, ciò proprio in concomitanza del minimo dell attività solare.. un semplice caso oppure qualcosa di più? molte domande rimangono ancora senza una plausibile ed articolata risposta, ma molti segnali mi ritengono a credere che nei prossimi decenni grazie anche a cicli solari sempre più deboli, tali situazioni si verranno a creare con un numero crescente di episodi.con questo auguro una serena e felice serata a tutto il forum ;)


Le noti salienti sono ampiamente condivisibili ...   Ancora complimenti Ale



La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #12 il: Ottobre 01, 2015, 01:16:53 pm »
buona giornata a tutto il forum, amministratori, mod ed utenti ;)scrivo velocemente poche righe in risposta al messaggio dell utente davide. giustissimo in ogni tuo punto ciò che da te è stato scritto. tuttavia , secondo me , la presenza di ingenti quantità di ozono non vanno ad alterare solamente il quadro termico, ma vanno a creare anche dei cambiamenti a livello circolatorio all interno del vps, cambiamenti che risultano di maggiore spessore nella seconda parte dell inverno e che possono sfociare in virulenti riscaldamenti stratosferici, capaci in alcuni casi di scaraventare il vecchio continente in epocali ondate gelide. comunque rimane senza ombra di dubbio, che il discorso va sempre a confluire nella strada percorsa da cloover, facente riferimento alla bdc.tuttavia va ricordato che affinchè un onda planetaria riesca a presentarsi stazionaria e depositare la sua circolazione antizonale a quote stratosferiche , ci devono essere i presupposti affinchè ciò vada in porto. vale a dire una minore tensione zonale dei venti stratosferici  a livello polare e per fare ciò occorre almeno credo, un vps maggiormente disturbato e lento. per avere queste due condizioni, bisogna nuovamente riagganciarsi al discorso fatto da cloover sulla bdc. come facilmente intuibile tutti i discorsi convergono sul punto iniziale detto da filippo.tuttavia va ricordato che il sole o meglio le macchie solari riescono a modulare insieme alla bdc il vps insieme a due fattori molto importanti e vale a dire qbo e ciclo enso. mi fermo qui dato che uscirei in maniera inequivocabile dal topic inerente alla qbo. ovviamente quanto scritto da me sopra riflette un mio semplice pensiero e dunque passibile di  errori . un saluto a tutto il forum e sopratutto un grazie per la possibilità che mi avete offerto di scrivere nel sito ;) 
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1052
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 103
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #13 il: Ottobre 01, 2015, 03:05:57 pm »
bhe però secondo ECMWF siamo ancora in negativo a 50hpa.. ::)

"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1052
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 103
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #14 il: Ottobre 01, 2015, 03:07:27 pm »
anche se effettivamente da questa tabella è girata anche a 50hpa:

Monthly mean zonal wind components ( 0.1 m/s)
at Singapore (48698), 1N/104E

2015
hPa  JAN  FEB  MAR  APR  MAY  JUN  JUL  AUG  SEP  OCT  NOV  DEC
 10  138  167  106  123   96  115   91   84
 12   83  149  125  124  110  129  116  100
 15  -92   58   82   87  110  125  159  155
 20 -355 -320 -151    3   97  127  170  135
 25 -317 -300 -301 -231    8   98  145  158
 30 -278 -295 -314 -311 -140   75  129  197
 35 -276 -284 -291 -291 -249   11   84  168
 40 -238 -248 -251 -258 -285 -121   35  136
 45 -191 -192 -198 -214 -251 -208  -23  117
 50 -110 -108 -141 -182 -217 -230 -116   31
 60   -9  -15  -32  -99 -152 -194 -131 -170
 70   -7    5   -9  -29 -123 -127 -158  -88
 80  -21  -23  -22  -36 -100  -78 -144  -18
 90  -18  -43  -45  -52  -87  -64 -156  -54
100  -24  -16  -54  -68  -83  -94 -157 -165

"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline Davide

  • CSCT Team
  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 109
  • Age: 31
  • Località: Monti Lessini (VR) 650 m.s.l.m.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 68
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #15 il: Ottobre 01, 2015, 04:18:04 pm »
bhe però secondo ECMWF siamo ancora in negativo a 50hpa.. ::)




Per forza, quelli del FuB sono fermi al 30 giugno.   ;D Sono aggiornate solo le carte dei geopotenziali.

Offline Nonno_rodano

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1052
  • Age: 33
  • Località: Prato
  • Prato
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 103
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #16 il: Ottobre 01, 2015, 05:29:27 pm »
Beh sulla carta c'è scritto 30 giugno ma sul sito quando vai sul link agli zonal Wind c'è scritto 30 settembre..evidentemente mi sono fidato della prima data riportata che però non coincide..

Allora tutto ok.: ;D
"siamo buoni a nulla ma capaci di tutto"

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #17 il: Ottobre 01, 2015, 08:26:26 pm »
buona serata a tutto il cmt  ;)questa sera leggendo tra gli innumerevoli articoli scritti da numerosi studiosi al riguardo della qbo e solar flux,  il mio sguardo si è soffermato su uno studio condotto dalla Prof. Dr. Karin Labitzke dello Stratospheric Research Group FU Berlin, Germany.
questa ricerca mette in  relazione la QBO e il ciclo solare .tale ricerca viene articolata  mettendo i valori della QBO  calcolati sommando tra di loro i dati derivanti dalle quote di  40hPa e 50hPa Gennaio+Febbraio)/2 e di ciclo solare dove il valore viene dal flusso misurato sulla lunghezza d’onda dei 10,7cm. In  tale frangente il Solar Flux invernale viene calcolato in base ai dati mensili di (Gennaio+Febbraio)/2 dove  un valore al di sotto dei 110 si può definire minimo solare  , mentre un valore  al di sopra dei 150 un massimo solare .
posto il grafico per fare capire meglio tale studio..per ulteriori info, posto i link della ricerca (http://lasp.colorado.edu/sorce/news/2011ScienceMeeting/docs/presentations/2f_Labitzke_KEY_SORCE_2011.pdf)http://www.atm.damtp.cam.ac.uk/shuckburgh/AGU/pdf/labitzke.pdf. ovviamente sono ricerche molto articolate, e non di facile interpretazione  , ma il cmt è nato proprio per questo. arrivare dove gli altri non arrivano ;)un grande saluto e sopratutto buona serata a tutti. ;)
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14591
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3449
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #18 il: Ottobre 01, 2015, 11:13:23 pm »
buona giornata a tutto il forum, amministratori, mod ed utenti ;)scrivo velocemente poche righe in risposta al messaggio dell utente davide. giustissimo in ogni tuo punto ciò che da te è stato scritto. tuttavia , secondo me , la presenza di ingenti quantità di ozono non vanno ad alterare solamente il quadro termico, ma vanno a creare anche dei cambiamenti a livello circolatorio all interno del vps, cambiamenti che risultano di maggiore spessore nella seconda parte dell inverno e che possono sfociare in virulenti riscaldamenti stratosferici, capaci in alcuni casi di scaraventare il vecchio continente in epocali ondate gelide. comunque rimane senza ombra di dubbio, che il discorso va sempre a confluire nella strada percorsa da cloover, facente riferimento alla bdc.tuttavia va ricordato che affinchè un onda planetaria riesca a presentarsi stazionaria e depositare la sua circolazione antizonale a quote stratosferiche , ci devono essere i presupposti affinchè ciò vada in porto. vale a dire una minore tensione zonale dei venti stratosferici  a livello polare e per fare ciò occorre almeno credo, un vps maggiormente disturbato e lento. per avere queste due condizioni, bisogna nuovamente riagganciarsi al discorso fatto da cloover sulla bdc. come facilmente intuibile tutti i discorsi convergono sul punto iniziale detto da filippo.tuttavia va ricordato che il sole o meglio le macchie solari riescono a modulare insieme alla bdc il vps insieme a due fattori molto importanti e vale a dire qbo e ciclo enso. mi fermo qui dato che uscirei in maniera inequivocabile dal topic inerente alla qbo. ovviamente quanto scritto da me sopra riflette un mio semplice pensiero e dunque passibile di  errori . un saluto a tutto il forum e sopratutto un grazie per la possibilità che mi avete offerto di scrivere nel sito ;) 

Per spiegare la condizione fondamentale relativa alla stazionarietà dell'onda planetaria, dobbiamo introdurre il concetto di  zonal wind(U) e velocità  critica di Rossby(Uc).

0<U<Uc

Da questa formula si capisce che  la propagazione d'onda per essere efficace , deve vedere un flusso zonale  maggiore di 0  e minore della velocità critica di Rossby (quindi chiaramente deve essere presente una circolazione ciclonica......ma non troppo intensa).

Inoltre tali valori sono strettamente legati al wavenumber , dove più sarà elevato tale valore, più si verificherà una dissipazione energetica con breaking wave al limite della tropopausa (AO- ed E-P flux divergente con VPS tendente al raffreddamento radiativo).

Si capisce quindi come gli stratwarming siano strettamente legati al wavenumber (che deve essere basso) ed a U (velocità zonale). Nonchè il ruolo della BDC activity .




La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14591
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3449
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #19 il: Ottobre 01, 2015, 11:20:09 pm »
buona serata a tutto il cmt  ;)questa sera leggendo tra gli innumerevoli articoli scritti da numerosi studiosi al riguardo della qbo e solar flux,  il mio sguardo si è soffermato su uno studio condotto dalla Prof. Dr. Karin Labitzke dello Stratospheric Research Group FU Berlin, Germany.
questa ricerca mette in  relazione la QBO e il ciclo solare .tale ricerca viene articolata  mettendo i valori della QBO  calcolati sommando tra di loro i dati derivanti dalle quote di  40hPa e 50hPa Gennaio+Febbraio)/2 e di ciclo solare dove il valore viene dal flusso misurato sulla lunghezza d’onda dei 10,7cm. In  tale frangente il Solar Flux invernale viene calcolato in base ai dati mensili di (Gennaio+Febbraio)/2 dove  un valore al di sotto dei 110 si può definire minimo solare  , mentre un valore  al di sopra dei 150 un massimo solare .
posto il grafico per fare capire meglio tale studio..per ulteriori info, posto i link della ricerca (http://lasp.colorado.edu/sorce/news/2011ScienceMeeting/docs/presentations/2f_Labitzke_KEY_SORCE_2011.pdf)http://www.atm.damtp.cam.ac.uk/shuckburgh/AGU/pdf/labitzke.pdf. ovviamente sono ricerche molto articolate, e non di facile interpretazione  , ma il cmt è nato proprio per questo. arrivare dove gli altri non arrivano ;)un grande saluto e sopratutto buona serata a tutti. ;)


Bella spiegazione  ;)  Quest'anno la situazione è ancora difficilmente classificabile, con solar flux debole ma non troppo, QBO west.... A mio avviso sussistono delle condizioni favorevoli ad un CW nella prima parte stagionale, con possibile evento stratosferico ad 1 sola onda (displacement). Ma dovremo seguire bene l'evoluzione che seguirà l'Ap index ed il solar flux

La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #20 il: Gennaio 13, 2016, 05:04:51 pm »
buona giornata a tutti. di seguito un aggiornamento relativo alla qbo. per eseguirlo mi avvalgo del grafico gentilmente concesso dallo dallo Stratospheric Research Group della Free University di Berlino su base ECMWF , tramite il run 12 della stessa data.grafico che va ad indicare
 
rispettivamente le correnti  medie zonali del 12 gennaio 2016..immediatamente possiamo notare che la qbo alle 2 quote di riferimento e vale a dire a 30 e 50 hpa è attualmente in territorio positivo .In termini empirici la situazione descritta sopra  rappresenta una Quasi-Biennal Oscillation (QBO) occidentale o positiva.Le statistiche dal 1979 ad oggi indicano una permanenza in territorio positivo compresa tra gli 11 ed i 19 mesi per quanto riguarda la qbo a 30 hpa,mentre per quanto riguarda la qbo a 50 hpa , statisticamente  gli intervalli di valori positivi hanno una durata compresa tra 12 e 20 mesi.  come ben sappiamo la qbo riveste una grande importanza in quanto   modula  gli effetti delle onde extratropicali, interagisce sulla   forza del VPS e va ad  incidere sulla quantità di ozono .i relativi valori si possono consultare ai seguenti link QBO30 (http://www.cpc.ncep.noaa.gov/data/indices/qbo.u30.index)QBO 50 (http://www.cpc.ncep.noaa.gov/data/indices/qbo.u50.index).volendo fare un pò di didattica,  la qbo fu scoperta nel 1950 da ricercatori dell'Ufficio meteorologico britannico , tuttavia la sua origine rimase  poco chiara  per un certo periodo di tempo.i sondaggi effettuati tramite radiosonda dimostrarono che la sua fase non era legata ad un ciclo annuale  come avviene per tutti gli altri modelli di circolazione stratosferici.a partire dal 1970 venne riconosciuto che il cambiamento dei venti periodici era guidato da onde atmosferiche che provenivano dalla troposfera equatoriale le quali viaggiavano verso l alto e venivano  dissipate nella stratosfera attraverso il processo di raffreddamento radiativo.la qbo è un oscillazione est-ovest con venti stratosferici caratterizzati da un lasso temporale irregolare mediamente intorno ai 28 mesi.nella regione equatoriale dove la qbo è dominante , gli easterlies sono tipicamente 30ms-1,MENTRE I WESTERLIES intorno ai 20ms-1.L ampiezza della qbo tende a diminuire rapidamente lontano dall equatore. tuttavia  le varie osservazioni e studi in merito dimostrarono come   gi effetti della qbo colpiscano  una regione ben più ampia dell atmosfera.infatti attraverso il coupling delle onde  la qbo  tende ad influenzare la stratosfera extratropicale durante l inverno boreale in modo particolare nell emisfero nord dove le ampiezze delle onde risultano molto più grandi rispetto all emisfero sud.questi effetti , come detto sopra si esplicano anche nelle quantità di ozono.ulteriori studi furono portati avanti da balwin i quali evidenziarono importanti segnali in ambito troposferico tropicale i quali potevano essere correlati alla qbo stratosferica. di seguito il grafico che va ad indicare la sezione  tempo altezza dei venti  medi zonali mensili (m / s , i venti occidentali vengono indicati tramite ombreggiatura.
« Ultima modifica: Gennaio 13, 2016, 05:42:03 pm da ale81 » »
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline Bucine

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13541
  • Age: 48
  • Località: Bucine (AR) gemellato con Molina di Quosa (PI)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 1427
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #21 il: Gennaio 14, 2016, 12:45:27 am »
Comprate quest'uomo !
Bucine (AR ) 251m     Non avere spirito provinciale. Dilata il tuo cuore fino a farlo diventare universale. Non volare come le galline quando puoi elevarti come le aquile.

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #22 il: Gennaio 16, 2016, 01:07:47 pm »
buona giornata ed un buon fine settimana a tutti :). di seguito il grafico  della Oscillazione Quasi-biennale (QBO) in termini di una sezione temporale media  della pressione  spaziale dei venti zonali equatoriali.. notare sul lato  destro del grafico , come alle quote più alte sia incominciata l inversione dei venti.situazione che lascerebbe presupporre  una qbo maggiormente  negativa per la prossima stagione invernale.
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #23 il: Febbraio 22, 2016, 05:35:39 pm »
buona giornata a tutto il forum. di seguito cerco di esporre un piccolo aggiornamento riguardante la qbo.sebbene infatti la qbo sia un fenomeno prevalentemente tropicale tende a svolgere importanti funzioni a livello globale. infatti essa è in grado di andare a modulare gli effetti delle onde extratropicali,incidere  sulla quantità di ozono alle alte latitudini, e dunque svolgere un importante azione  sulla forza del vps durante l inverno boreale.nello stesso tempo lo studio della qbo non può essere separato dallo studio inerente le waves infatti l atmosfera tropicale mostra molti moti riconducibili ad onde ed ognuno di questi moti svolge un ruolo importante nei riguardi della stratosfera. tornando alla situazione espongo di seguito un grafico IRI(’IRI (International Research Institute for Climate Prediction)  , un’agenzia cooperativa tra NOAA e Columbia University collocata presso il Lamont-Doherty Earth Observatory di Palisades, nello stato di New York).  DAL grafico si può notare come ai piani isobarici superiori sia incominciata l inversione dei venti da westerlies ad easterlies.detta inversione si propaga verso il basso con una velocità di circa un 1 km al mese. tuttavia secondo numerosi studi, la qbo occidentale si differenzia da quella orientale in quanto le westerlies tendono a propagarsi più velocemente verso il basso  ed in maniera  più regolare, mentre la fase negativa (easterlies) risulta maggiormente più breve  ma nello stesso tempo relativamente più intensa rispetto alla fase occidentale.per valutare il segno con la relativa intensità posto di seguito i relativi link.QBO30HPA(http://www.cpc.noaa.gov/data/indices/qbo.u30.index)                                                                                                           qbo 50 hpa(http://www.cpc.noaa.gov/data/indices/qbo.u50.index). secondo studi  e ricerche elaborate da dunkerton,il cambio di segno della qbo sembra che abbia una certa preferenza stagionale nella transizione tra i due regimi,vale a dire il  periodo compreso tra la tarda primavera boreale al livello isobarico di 50 hpa sembra  la fase maggiormente propensa a tale transizione..nello stesso tempo il cambio tardivo o precoce della circolazione stratosferica gioca un importante ruolo sugli scenari estivi in ambito europeo determinando in caso di cambio tardivo nella prima parte estiva una minore espansione anticiclonica sui settori ovest del continente, mentre in caso di cambio precoce la possibilità di assistere ad intensi focolai caldi in ambito europeo aumenta in maniera esponenziale. . buona serata nuovamente a tutti.
« Ultima modifica: Marzo 26, 2016, 06:16:31 pm da ale81 » »
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #24 il: Marzo 27, 2016, 08:59:36 am »
buona giornata e sopratutto una buona pasqua a tutti.  di seguito un aggiornamento relativo alla qbo( Quasi-Biennial Oscillation).aggiornamento reso possibile grazie ai grafici IRI (International Research Institute for Climate Prediction)  , un’agenzia cooperativa tra NOAA e Columbia University collocata presso il Lamont-Doherty Earth Observatory di Palisades, nello stato di New York.. dal grafico risulta facilmente individuabile come l inversione sia cominciata dai piani isobarici più alti e gradualmente nei prossimi mesi andrà ad interessare i piani isobarici inferiori.la qbo ( Quasi-Biennial Oscillation) è un fenomeno molto importante in quanto riesce ad influenzare il flusso in sede stratosferica da un polo ad un altro , incide sulla quantità di ozono alle latitudini più alte  e va ad influenzare nello stesso tempo la forza del vps. l inversione mediamente si propaga verso il basso alla velocità di circa 1 km al mese.quindi la tempistica di tale fenomeno copre il periodo che va dal mese di novembre a marzo  , quindi il periodo di attività del vps nell emisfero settentrionale. statisticamente durante il prossimo inverno dovremmo essere in qbo negativa e sicuramente è un primo tassello che dovrebbe   comportare la possibilità di avere inverni interessanti.tuttavia come detto sopra è uno dei tanti tasselli  e nello stesso tempo andranno valutati con calma tutti gli altri fattori . di seguito i relativi valori delle 2 quote di riferimento (30-50HPA)  30 HPA(http://www.cpc.noaa.gov/data/indices/qbo.u30.index) 50HPA(http://www.cpc.noaa.gov/data/indices/qbo.u50.index)  NEL FRATTEMPO UNA BUONA GIORNATA A TUTTI. ;)
« Ultima modifica: Marzo 27, 2016, 09:18:40 am da ale81 » »
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #25 il: Giugno 21, 2016, 01:08:19 pm »
buona giornata a tutto il forum di meteodue ;)di seguito cerco di esporre un piccolo aggiornamento della situazione inerente la qbo.per fare ciò prendo come riferimento i livelli isobarici di 30 e 50 hpa .il metodo maggiormente veloce par analizzare la situazione dei venti stratosferici equatoriali è quella di ricorrere al  database NOAA/NCEP al seguente link(http://www.esrl.noaa.gov/psd/data/composites/day/) le due quote prese in esame sono il livello isobarico di 30 hpa e quello di 50 hpa. lag temporale preso in esame 1-20 maggio 2016.(30hpa)                              (50hpa)    .i dati utilizzati per elaborare tali grafici vengono interposti  su un grigliato di 2,5 gradi in longitudine e latitudine. grigliato che alle  nostre latitudini equivale ad un quadrato di circa 300 x 300 km2.dalla visione dei due grafici  si nota molto chiaramente come l inversione dei venti stratosferici equatoriali stia progressivamente andando avanti anche se qualcosa non torna nella situazione. per meglio evidenziare ciò e per avvalorare il dubbio posto il grafico gentilmente concesso dall IRI (International Research Institute for Climate Prediction)  , un’agenzia cooperativa tra NOAA e Columbia University collocata presso il Lamont-Doherty Earth Observatory di Palisades, nello stato di New York. . dal grafico risulta facilmente intuibile come l inversione sia cominciata ai livelli isobarici più alti per poi avere un interruzione tra i 20 /25mb  circa per poi riprendere più in basso .situazione  visibile anche dal grafico relativo alla   sezione altezza dei venti zonali medi mensili (m / s)gentilmente concesso dallo  Stratospheric Research Group della FU di Berlino .. non resta che seguire i prossimi aggiornamenti per capire meglio come evolverà tale situazione, nel frattempo posto i link dove poter visionare i dati  relativi alle  2 quote prese in esame di 30 e 50 hpa.30 HPA(http://www.cpc.noaa.gov/data/indices/qbo.u30.index)                                           50HPA(http://www.cpc.noaa.gov/data/indices/qbo.u50.index). buona giornata nuovamente a tutti.
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline mex90

  • Novizio
  • **
  • Post: 37
  • Località: Colline del pesarese 117mslm (PU)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 36
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #26 il: Agosto 30, 2016, 05:46:38 pm »
La condizione anomala in cui si trova la QBO mi sta appassionando e incuriosendo da quando ho letto il primo intervento nel quale la si accennava.
Ho raccolto i dati sulla QBO offerti dalla Freie Universität Berlin e ne ho estrapolato un grafico:

url immagine grande http://i.imgur.com/8sxWT2S.jpg

dal quale si osserva che non solo c'è stata un anomalia nella normale propagazione verticale, ma che addirittura il lag di propagazione tra 30 e 50 hpa è stato negativo per la prima volta (per lo meno dal 1956), ossia il calo dei venti zonali a 50hpa è iniziato prima del calo a 30hpa.
riporto inoltre la serie di dati numerici a partire dal dicembre 2015 fino a luglio 2016.




Da notare il suddetto lag time negativo con la QBO a 40 hpa che entra in negativo a gennaio e punta rapidamente a fondoscala ben prima che vada in negativo a 30hpa.

Potrei aver commesso degli errori e/o aver scritto delle castronerie, se succedesse chiedo venia non essendo un esperto ma un semplice appassionato.
Ne approfitto per complimentarmi con ale81 per gli interventi puntuali ed esaustivi su una grande varietà di argomenti interessanti che leggo sempre volentieri con attenzione. Un saluto!
« Ultima modifica: Agosto 30, 2016, 06:15:10 pm da mex90 » »

Offline firenze3

  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 34791
  • Age: 36
  • Località: Fi Sodo (Abit) - Casellina Scandicci(FI) Lav
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #27 il: Agosto 31, 2016, 09:49:20 am »
La condizione anomala in cui si trova la QBO mi sta appassionando e incuriosendo da quando ho letto il primo intervento nel quale la si accennava.
Ho raccolto i dati sulla QBO offerti dalla Freie Universität Berlin e ne ho estrapolato un grafico:

url immagine grande http://i.imgur.com/8sxWT2S.jpg

dal quale si osserva che non solo c'è stata un anomalia nella normale propagazione verticale, ma che addirittura il lag di propagazione tra 30 e 50 hpa è stato negativo per la prima volta (per lo meno dal 1956), ossia il calo dei venti zonali a 50hpa è iniziato prima del calo a 30hpa.
riporto inoltre la serie di dati numerici a partire dal dicembre 2015 fino a luglio 2016.




Da notare il suddetto lag time negativo con la QBO a 40 hpa che entra in negativo a gennaio e punta rapidamente a fondoscala ben prima che vada in negativo a 30hpa.

Potrei aver commesso degli errori e/o aver scritto delle castronerie, se succedesse chiedo venia non essendo un esperto ma un semplice appassionato.
Ne approfitto per complimentarmi con ale81 per gli interventi puntuali ed esaustivi su una grande varietà di argomenti interessanti che leggo sempre volentieri con attenzione. Un saluto!


Ciao Mex,

se ne parlava già qua a fine Luglio

http://www.meteodue.it/forum/index.php?topic=11313.msg515896#msg515896

Offline mex90

  • Novizio
  • **
  • Post: 37
  • Località: Colline del pesarese 117mslm (PU)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 36
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #28 il: Agosto 31, 2016, 01:16:25 pm »

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14591
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3449
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #29 il: Settembre 04, 2016, 10:09:52 am »
Ottimo lavoro Mex90  ;)   Ed un salutone al mitico Ale81 ;)

Aggiornamento

QBO Agosto:

30mb= +6.25

50mb= -7.83



Ma le prospettive sono per una positivizzazione dell'indice anche a 50mb sul lungo termine:






La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline esenaiof

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3697
  • Località: Foiano della Chiana (Arezzo)
    • Mostra profilo
    • dati meteo Foiano della Chiana
  • Likes:
  • Likes Concessi: 760
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #30 il: Settembre 04, 2016, 03:18:14 pm »

Ma le prospettive sono per una positivizzazione dell'indice anche a 50mb sul lungo termine:


mi sa che ti merita cambiar firma con la QBO+

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14591
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3449
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #31 il: Settembre 04, 2016, 03:36:42 pm »
mi sa che ti merita cambiar firma con la QBO+

In che senso?  ::)
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline esenaiof

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3697
  • Località: Foiano della Chiana (Arezzo)
    • Mostra profilo
    • dati meteo Foiano della Chiana
  • Likes:
  • Likes Concessi: 760
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #32 il: Settembre 04, 2016, 04:17:28 pm »
In che senso?  ::)
dipende in quale senso va interpretato la parola "vincente"

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14591
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3449
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #33 il: Settembre 04, 2016, 04:49:27 pm »
dipende in quale senso va interpretato la parola "vincente"

vincente è inteso nel senso di favorire un Inverno freddo e nevoso su questi lidi....
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline baciogelido

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1042
  • Age: 33
  • Località: Grosseto
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 191
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #34 il: Settembre 04, 2016, 06:12:32 pm »
vincente è inteso nel senso di favorire un Inverno freddo e nevoso su questi lidi....
Buonasera Cloover, ci sono stati casi, invece, di salto della fase di positivizzazione, con due fasi di QBO - in sequenza !? grazie in anticipo per l'eventuale risposta  :)

Offline maurino

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 178
  • Age: 58
  • Località: savignano sul panaro(MO) 135 slm
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #35 il: Settembre 04, 2016, 07:20:15 pm »
Buonasera Cloover, ci sono stati casi, invece, di salto della fase di positivizzazione, con due fasi di QBO - in sequenza !? grazie in anticipo per l'eventuale risposta  :)
non sono Cloover, ma guardando le carte sopra non è mai successo, solo una piccola indecisione nel 98 dopo il nino, guardiamo cosa succederà, sono curioso

Offline esenaiof

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3697
  • Località: Foiano della Chiana (Arezzo)
    • Mostra profilo
    • dati meteo Foiano della Chiana
  • Likes:
  • Likes Concessi: 760
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #36 il: Settembre 04, 2016, 07:28:57 pm »
vincente è inteso nel senso di favorire un Inverno freddo e nevoso su questi lidi....
non avevo considerato che si riferisse anche al fattore pluviometrico.
Per me sarebbe vincente anche se freddo e secco e ce ne sono molte di possibilità in questo caso con QBO west.

Offline zagor

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 678
  • Age: 50
  • Località: voghera
  • Voghera 96m slm Lombardia
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 59
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #37 il: Settembre 05, 2016, 12:57:47 pm »
non avevo considerato che si riferisse anche al fattore pluviometrico.
Per me sarebbe vincente anche se freddo e secco e ce ne sono molte di possibilità in questo caso con QBO west.
A me invece non garba affatto  un inverno freddo e secco  dopo 18 mesi sottomessa pluviometro.
Vedi Foianese  che ognuno ha i suoi gusti?!
Tutto ciò che l'uomo può inventare....la natura lo ha già fatto!!

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13052
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2757
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #38 il: Settembre 05, 2016, 02:58:49 pm »
mah scusate...non veniamo già da una fase (quella che dovrebbe essere uscente a sto punto)  con fase positiva della  QBO e appunto dovrebbe esserci il passaggio in segno -   (cosa che non sta avvenendo se non solo in alta strato?!?)

Offline Valerio75

  • ...
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4265
  • Age: 43
  • Località: sarzana (sp)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 314
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #39 il: Settembre 05, 2016, 03:47:07 pm »
mah scusate...non veniamo già da una fase (quella che dovrebbe essere uscente a sto punto)  con fase positiva della  QBO e appunto dovrebbe esserci il passaggio in segno -   (cosa che non sta avvenendo se non solo in alta strato?!?)

io so che abbiamo avuto un anomalia in giugno, dove la QBO è passata in segno negativo molto prima del previsto, poi inaspettamente è passata nuovamente positiva a tutte le quote e pare che sarà così fino almeno alla primavera prossima, la colpa è stata del nino? Sta di fatto che purtroppo non sarà negativa nel prossimo inverno.

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13052
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2757
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #40 il: Settembre 05, 2016, 03:59:07 pm »
io so che abbiamo avuto un anomalia in giugno, dove la QBO è passata in segno negativo molto prima del previsto, poi inaspettamente è passata nuovamente positiva a tutte le quote e pare che sarà così fino almeno alla primavera prossima, la colpa è stata del nino? Sta di fatto che purtroppo non sarà negativa nel prossimo inverno.

infatti...come sembrava anche a me e purtroppo resterà ancora positiva  :-\ :-X

Offline esenaiof

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 3697
  • Località: Foiano della Chiana (Arezzo)
    • Mostra profilo
    • dati meteo Foiano della Chiana
  • Likes:
  • Likes Concessi: 760
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #41 il: Settembre 05, 2016, 06:48:01 pm »
A me invece non garba affatto  un inverno freddo e secco  dopo 18 mesi sottomessa pluviometro.
Vedi Foianese  che ognuno ha i suoi gusti?!
se non ti garba freddo e secco, allora ti garba mite, freddo (sottomedia) e soprapluvio un inverno in Italia? quando c'è stato?
Comunque sia questa QBO è ballerina e mai è stata così...

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #42 il: Settembre 14, 2016, 11:38:49 am »
buona giornata a tutto il forum di meteodue. di seguito un breve aggiornamento della situazione inerente  alla oscillazione quasi biennale (QBO) dei venti della media stratosfera equatoriale.il metodo più veloce  è quello di ricorrere ai dati e grafici  attraverso  il database NOAA/NCEP . materiale reperibile al seguente link  http://www.esrl.noaa.gov/psd/data/composites/day/                                                         per valutare il segno e l’intensità della QBO si prendono in considerazione come quote di riferimento i livelli isobarici di 30 e 50 hpa.
. dalla visione dei grafici relativi alle anomalie dei venti zonali a 30 e 50 hpa si potrebbe ipotizzare un rientro in territorio positivo dell'oscillazione quasi biennale (QBO) (wQBO) entro breve termine in entrambe le quote prese in esame.                                                                                                                                                                            per ultimo posto i link dove poter visionare i valori relativi alle 2 quote prese in esame(30/50 hpa)                                                                                 30 mb venti zonali  http://www.cpc.ncep.noaa.gov/data/indices/qbo.u30.index                                                                                                                        50mb venti zonali http://www.cpc.ncep.noaa.gov/data/indices/qbo.u50.index                                                                                                        entrambi i link sono gentilmente concessi dal :NOAA/ National Weather Service e sono consultabili al seguente link http://www.cpc.ncep.noaa.gov/data/indices/   per ultimo posto il grafico relativo alla qbo gentilmente concesso dall ’IRI (International Research Institute for Climate Prediction)  , un’agenzia cooperativa tra NOAA e Columbia University collocata presso il Lamont-Doherty Earth Observatory di Palisades, nello stato di New York.
« Ultima modifica: Ottobre 25, 2016, 11:42:38 am da ale81 » »
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #43 il: Ottobre 24, 2016, 08:24:29 pm »
buona SERATA a tutto il forum di meteodue. di seguito un breve aggiornamento della situazione inerente  l' oscillazione quasi biennale (QBO) dei venti della media stratosfera equatoriale.il metodo più veloce  è quello di ricorrere ai dati e grafici  attraverso  il database NOAA/NCEP . materiale reperibile al seguente link  http://www.esrl.noaa.gov/psd/data/composites/day/                                                                                     anche se la qbo non rappresenta l unico indice per andare a  valutare il decorso di un intera stagione invernale,essa svolge un ruolo chiave nell  andare ad influenzare il flusso stratosferico da un polo all’altro andando a  modulare  gli effetti delle onde extratropicali, incidendo sulla quantità di ozono alle alte latitudini e quindi sulla forza del vortice polare stratosferico.come ben sappiamo la presenza o meno di ozono nella stratosfera polare gioca un ruolo cruciale per quanto concerne la struttura polare in quanto può aumentare o diminuire la  forza del vortice polare stesso . la qbo , quindi riesce a modulare la  forza del vortice  polare attraverso  la modulazione dell intensità  della circolazione di Brewer-Dobson (BDC) .circolazione stratosferica molto importante in quanto "provvede" al trasporto di aria ricca di   ozono (O3) dalla parte superiore della stratosfera equatoriale alla bassa stratosfera polare.  in presenza di venti orientali (eQBO) si assiste ad una  accelerazione della BDC mentre in condizioni di venti occidentali (wQBO)i assiste ad una diminuzione della bdc e conseguentemente si assiste ad una diminuzione del trasporto di  ozono (O3)  verso  la bassa stratosfera polare.   per valutare il segno e l’intensità della QBO si prendono in considerazione come quote di riferimento i livelli isobarici di 30 e 50 hpa.                                             
per ultimo posto i link dove poter visionare i valori relativi alle 2 quote  di riferimento per valutare il segno e l intensità dell'oscillazione quasi biennale (QBO)dei venti nella media stratosfera in ambito equatoriale. (30/50 hpa)   http://www.cpc.ncep.noaa.gov/data/indices/qbo.u30.index                                                                                                                  http://www.cpc.ncep.noaa.gov/data/indices/qbo.u50.index per ultimo posto il grafico relativo alla qbo gentilmente concesso dall ’IRI (International Research Institute for Climate Prediction)  , un’agenzia cooperativa tra NOAA e Columbia University collocata presso il Lamont-Doherty Earth Observatory di Palisades, nello stato di New York. 
« Ultima modifica: Ottobre 25, 2016, 11:43:44 am da ale81 » »
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline VINCENZO78

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 562
  • Località: Guidonia, Roma
  • La Passione nella Meteo prima di tutto
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 339
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #44 il: Maggio 13, 2017, 08:26:13 am »
Si cambia segno a 30 hPa  8)




ADOTTA ANCHE TE UN TEMPORALE NEVOSO

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #45 il: Agosto 08, 2017, 11:26:56 am »
buona giornata a tutto il forum di meteodue. dopo mesi di inattività riguardante il tread in questione, di seguito espongo un veloce aggiornamento della situazione.situazione che sta evidenziando un inversione dei venti zonali che  dai piani isobarici più
alti  si sta gradualmente estendendo a quelli più bassi.30hpa(-10.48)   http://www.cpc.ncep.noaa.gov/data/indices/qbo.u30.index                                                                                                               50 hpa (+5.08)  http://www.cpc.ncep.noaa.gov/data/indices/qbo.u50.index                                                                                              con molta probabilità il prossimo inverno la Quasi-Biennial Oscillation dovrebbe presentarsi negativa in entrambe  le quote di riferimento le quali comprendono i livelli isobarici di 30 e 50 hPa
 

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #46 il: Settembre 12, 2017, 12:58:56 pm »
buona giornata a tutto il forum di meteodue.di seguito il grafico  che va a rappresentare una sezione altezza/latitudine
 di  vento medio zonale  di una superficie isobarica
l inversione dei venti zonali  continua a propagarsi verso i  piani isobarici più bassi .  di seguito i grafici
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline mex90

  • Novizio
  • **
  • Post: 37
  • Località: Colline del pesarese 117mslm (PU)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 36
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #47 il: Settembre 13, 2017, 06:14:47 pm »
buona giornata a tutto il forum di meteodue.di seguito il grafico  che va a rappresentare una sezione altezza/latitudine
 di  vento medio zonale  di una superficie isobarica
l inversione dei venti zonali  continua a propagarsi verso i  piani isobarici più bassi .  di seguito i grafici
Speriamo non voglia fare scherzi quest'anno  :P

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #48 il: Ottobre 27, 2017, 12:50:59 pm »
buona giornata a tutto il forum di meteodue. di seguito l aggiornamento relativo alla QBO(Quasi-Biennial Oscillation) ovvero l   oscillazione dei venti zonali che avviene  nella stratosfera equatoriale e che  interessa i piani isobarici tra 100 e 10 hpa.
qbo che nel  livello isobarico di 30 hpa ha raggiunto valori negativi(-15.28) e quindi la presenza di  easterlies (venti orientali) alla suddetta quota.nel livello isobarico di 50 hpa si viaggia ancora con valori debolmente positivi(1.89) anche se probabilmente l inversione è ormai prossima al compimento.
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 4911
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • Morire non è nulla; non vivere è spaventoso.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 719
Re:qbo( Quasi-Biennial Oscillation)
« Risposta #49 il: Novembre 11, 2017, 03:07:42 pm »
buona giornata e un buon fine settimana a tutto il forum di meteodue. di seguito l aggiornamento relativo alla QBO(Quasi-Biennial Oscillation) ovvero l   oscillazione dei venti zonali che avviene  nella stratosfera equatoriale e che  interessa i piani isobarici tra 100 e 10 hpa. il grafico che andrò a postare va a rappresentare una sezione dell’atmosfera tra l’equatore ed il polo in cui vengono evidenziate le correnti  medie zonali nel giorno 11 novembre 2017. per ultimo vado ad indicare i relativi valori registrati nei livelli isobarici di 30 e 50 hpa.                                                                                                                                  30 mb http://www.cpc.ncep.noaa.gov/data/indices/qbo.u30.index                                                                                             50mb http://www.cpc.ncep.noaa.gov/data/indices/qbo.u50.index              L’inversione dei venti zonali   nella                 stratosfera tropicale  da westerlies a  easterlies  continua a propagarsi gradualmente verso  i piani isobarici più  bassi   . molto probabilmente nel giro di pochi giorni anche al livello di 50 hpa  sarà avvenuta l inversione.       
« Ultima modifica: Novembre 11, 2017, 05:42:22 pm da ale81 » »
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)