BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI


Autore Topic: *ANALISI STRATOSFERA INVERNO 2015-'16*  (Letto 273164 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Buriano84

  • MD GROUP
  • ******
  • Bannato!
  • Post: 9869
  • 7 km a NE della citta' di Siena..Chianti ridente
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 774
Re:*ANALISI STRATOSFERA INVERNO 2015-'16*
« Risposta #1300 il: Marzo 07, 2016, 04:51:44 pm »
Come promesso ecco il plot delle anomalie della seconda parte d'inverno.
La proiezione del dipolo artico di cloover della seconda parte d'inverno non si é rivelata corretta. Infatti vi é sì un'anomalia negativa sul nord Europa, tuttavia questa assume un asse sbagliato con invadenza in atlantico, la conseguenza sono effetti totalmente opposti di quelli attesi da cloover, con presenza anticiclonica sul Mediterraneo. Asse delle anomalie negative che é ovest-est invece che l'atteso nord-sud. Sarebbe interessante capire non solo perchè (quello lo vediamo nel plot dell'anomalia) ma la causa che sta dietro a tali differenze (MJO? anomalie oceaniche? VP stratosferico?).

Ecco la realtà

Silla proiezione per la seconda parte invernale sbagliata...concordo pienamente ma sulla presenza anticiclonica sul Mediterraneo proprio no.... 8)
Febbraio è stato a dir poco alluvionale su tutto il Centro Nord...c'è stato ma tanto atlantico nel mese scorso altro che anticiclone.... ::)

Infine un breve commento su questo marzo, mi sembra osservando le proiezioni che in questo mese possa verificarsi quanto previsto da cloover per la seconda parte dell'inverno. Potrebbe quindi stato un errore di tempistica. Personalmente credo che l'errore di cloover sia stato quello di aver previsto una stratosfera in netto riscaldamento, cosa poi non avvenuta. Sta avvenendo ora ed ecco che marzo assume caratteristiche simili a quello che si aspettava lui per febbraio e parte di gennaio.
IL FEBBRAIO 2012????SICURAMENTE IL PIU' GRANDE EVENTO DAL 1985!!!!!!

Offline Stratwarming

  • Novizio
  • **
  • Post: 24
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Re:*ANALISI STRATOSFERA INVERNO 2015-'16*
« Risposta #1301 il: Marzo 07, 2016, 05:32:12 pm »
per mediterraneo intendevo tutto il settore. È vero che verso il nord del mediterraneo più volte sono passate perturbazioni atlantiche anche discretamente intense. Sarebbe stato meglio se avessi detto "presenza di correnti miti", anzichè "presenza anticiclonica".

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14800
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3629
Re:*ANALISI STRATOSFERA INVERNO 2015-'16*
« Risposta #1302 il: Marzo 07, 2016, 06:17:00 pm »
Si, come ha detto Buriano c'è un errore di tempistica riconducibile al fatto che l'attività d'onda di metà Gennaio non è stata sufficientemente forte da scardinare il VPS, come invece sta accadendo adesso a Marzo, col pattern AD- che si riaffaccia sullo scenario emisferico:



Cmq tale pattern è normale che non sia visibile su un plot di 2 mesi, visto che si instaura soltanto durante l'attività d'onda, modulata nella fattispecie dalla PDO+ e Nino. Gli altri periodi il VP tende ad avere un assetto più concentrico.
Il pattern AD- è pur sempre figlio di una forte attività d'onda con vettori degli eddies moderatamente intrusivi, aver ritrovato tale configurazione su un plot di 1 mese e mezzo vorrebbe dire aver avuto un Inverno monstre, che per la verità non era previsto(in accordo anche alla QBO/attività solare), ma si è sempre parlato di episodi brevi.... Febbraio ha dato qualche discreta indicazione con abbassamento del flusso zonale ben interpretato, sempre nei limiti di quella che è una proiezione così a lungo termine:



 Un caro saluto a tutti  :)
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +

Offline Marca Fermana

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 501
  • Località: direttamente dalla Marca Fermana
  • IL CLIMA DEL FUTURO? LA CHIAVE E' NEL PASSATO
    • Mostra profilo
    • mfmeteo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 900
Re:*ANALISI STRATOSFERA INVERNO 2015-'16*
« Risposta #1303 il: Marzo 10, 2016, 12:33:38 pm »
Secondo un mio personale punto di vista, prendiamo atto che a partire dal 6 di marzo scorso, con la conclamazione del FMW, peraltro cosà da tempo anticipata da Filippo,  abbiamo il segnale evidente della rottura improvvisa e definitiva, di un meccanismo vizioso iniziato naturalmente in troposfera addirittura dall'estate scorsa, se non oltre, in primavera, negli indici oceanici. E' come se avessimo subito un RESET e d'ora in avanti, la memoria è cancellata in atmosfera e quindi le nuove dinamiche e relativi indici oceanici/tropo/strato, daranno inizio ad un nuovo ciclo che risponderà ad un nuovo pattern generale....questo è il mio punto di vista!

Offline gima69

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1468
  • Age: 49
  • Località: San Terenzo (SP) 0 m slm
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 377
Re:*ANALISI STRATOSFERA INVERNO 2015-'16*
« Risposta #1304 il: Marzo 10, 2016, 06:03:33 pm »
Secondo un mio personale punto di vista, prendiamo atto che a partire dal 6 di marzo scorso, con la conclamazione del FMW, peraltro cosà da tempo anticipata da Filippo,  abbiamo il segnale evidente della rottura improvvisa e definitiva, di un meccanismo vizioso iniziato naturalmente in troposfera addirittura dall'estate scorsa, se non oltre, in primavera, negli indici oceanici. E' come se avessimo subito un RESET e d'ora in avanti, la memoria è cancellata in atmosfera e quindi le nuove dinamiche e relativi indici oceanici/tropo/strato, daranno inizio ad un nuovo ciclo che risponderà ad un nuovo pattern generale....questo è il mio punto di vista!




E quindi quali potrebbero essere i risvolti prossimi futuri?
il ricordo piu bello 9 gennaio 1985

Offline ale81

  • ..
  • MD GROUP
  • *
  • Post: 5338
  • Age: 37
  • Località: Rimini
  • La vita è una grande delusione.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 778
Re:*ANALISI STRATOSFERA INVERNO 2015-'16*
« Risposta #1305 il: Marzo 10, 2016, 08:17:32 pm »
buona serata a tutto il forum  ed un grande saluto a marca fermana,  grande persona sotto ogni punto di vista.tornando in tema, visionando gli ultimi aggiornamenti  dello Stratospheric Research Group della Free University di Berlino , possiamo identificare l attuale situazione come  il riscaldamento finale ovvero il  final warming , che segna la transizione tra il vortice ciclonico freddo invernale e l alta pressione centrata sul polo nel periodo estivo.alta pressione ovviamente a livelli stratosferici.questa situazione comporta la sostituzione delle westerlies  con le esterlies estive.Il Final Warming (FW) può essere di tipo Minor o Major e può venire ulteriormente suddiviso in precoce o tardivo . nello stesso tempo la presenza di correnti antizonali impone l’impossibilita’ della propagazione verticale d’onda e del flusso meridionale di temperatura per cui la stratosfera, partendo dai piani piu’ elevati, procede verso un nuovo  riequilibrio  radiativo come dimostrato dal grafico di seguito riportato relativo alle temperature per il periodo novembre-aprile delle superfici isobariche di 1, 5, 10 e 30 hPa, in tre zone differenti: sopra il Polo Nord; come media zonale sopra i 60° di latitudine nord ed infine; come media zonale sopra il circolo polare artico tra 60°N e 90°N.grafico gentilmente concesso dallo Stratospheric Research Group della FU di Berlino..ulteriori studi al riguardo hanno evidenziato come un fattore importante che influenza le caratteristiche estive in ambito europeo è il cambio precoce o tardivo della circolazione stratosferica . un cambio precoce può comportare una maggior predisposizione a forti ondate di calore, mentre un cambio tardivo una minore ingerenza anticiclonica in ambito europeo.tuttavia trattasi di studi che andrebbero approfonditi ulteriormente. al momento i grafici relativi ai flussi dimostrano ciò. di seguito il grafico..secondo la statistica  redatta  dalla FU di Berlino nel periodo temporale comprendente   gli ultimi 60 anni  si sono avuti  14 eventi di *FW (2 in febbraio, 10 in marzo, 2 in aprile). ulteriori dati al riguardo li potete consultare al seguente link(http://www.geo.fu-berlin.de/en/met/ag/strat/produkte/northpole/) solo a scopo di fare un pò di didattica riporto il grafico relativo all ozono nelle 120 ore(NCEP/GFS Analyses and Forecasts). da notare come all avvicinarsi della stagione primaverile le quantità di ozono in ambito polare aumentano sensibilmente e ciò comporta grazie alla maggiore incidenza della radiazione solare lo sfaldamento del vps. infatti la maggiore quantità di ozono comporta un  riscaldamento della stratosfera artica,che unita alla  decelerazione zonale dei venti stratosferici, fa si che si sviluppi un anticiclone stratosferico e quindi  la sostituzione del vortice polare stratosferico(vps)  e quindi le  westerlies invernali, con le esterlies estive(anticiclone polare stratosferico). nel frattempo una buona serata a tutti.


l
« Ultima modifica: Marzo 11, 2016, 08:17:55 pm da ale81 » »
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.
(Charlie Chaplin)

Offline Marca Fermana

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 501
  • Località: direttamente dalla Marca Fermana
  • IL CLIMA DEL FUTURO? LA CHIAVE E' NEL PASSATO
    • Mostra profilo
    • mfmeteo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 900
Re:*ANALISI STRATOSFERA INVERNO 2015-'16*
« Risposta #1306 il: Marzo 11, 2016, 12:42:25 am »
gima69, se la tua domanda riguarda le conseguenze sul quadro sinottico tendenziale in troposfera, l'ESE WARM, con un indice NAM che sarà prossima quasi ai -4 di picco,  dato il tardo periodo di accadimento, risentirà molto del cattiva trasmissione sui vari piani isobarici, in particolare quelli più prossimi alla troposfera, appunto per l'avanzamento stagionale (discorso didattico ben evidenziato tempo fa da ALE81), ma se nel suo periodo consono invernale, la propagazione aveva bisogno dai 5 ai 7 gg di media, ora  credo che ne abbia bisogno dalle due alle tre settimane, prima che noteremo il segnale inconfondibile del crollo dell'indice troposferico di riferimento, ossia l'AO fortemente negativa. Ad avvalorare la trasmissione della propagazione, già in data di ieri, alle quote dei 30 e poi 50 mb sino ad un accenno a 70 mb  lo verifichiamo dalla carta relativa alla concentrazione di Ozono sulla quasi verticale del polo, ben evidente in questo grafico della NOAA

ma l'osso duro sarà in bassa stratosfera dai 100 ai 250 mb, ossia sino al limite condizionante della tropopausa, limite che delinea  proprio quella fascia dove transita il nastro trasportatore  dei venti della corrente a getto, ossia il vero modulatore degli eventi troposferici e se il Warm arriva lì, si é giunti alla meta e quella sarà!
Quindi, anche se andrei fuori topic, il quadro sinottico in troposfera alle medie latitudini, per me resterà molto condizionata da questo fenomeno già a partire dai giorni festivi delle Pasqua, con molta dinamicità e con possibilità di qualche sensibile articata sino alle medie latitudini, con le conseguenze che il riversamento al suolo delle ancora basse termiche in quota, nei cut-of delle lp, potranno generare condizioni prettamente invernali, ma il dove lo vedremo più avanti quando i GM inquadreranno le dinamiche, però un altro particolare fondamentale, mi preme da dire, che bene si collega per definire su vasta scala la possibile locazione, ossia che, con il Final Warming si interrompe con le esterlines in strato la possibilità che generava il pattern per un forte zonale basso dopo la serie dei warming divergenti (ossia quelle ripetute divergenze di respingimento dei flussi, che inesorabilmente verranno a mancare proprio perché parliamo di un evento finale anticipato e quindi di un VPS in lento ed inesorabile dissolvimento) e quindi verrebbe a mancare la genesi di un PNA++ e soprattutto quello che a noi maggiormente interessa di NAO++, quindi maggiore possibilità di elevazione dell'anticiclone delle Azzorre per NAO neutra|negativa,  ma poi alla lunga pagheremo il dazio, ma credo che saremmo già in maggio inoltrato, ossia quello che comporta una NAO negativa in primavera inoltrata o peggio ancora in estate e qui mi collego al prezioso ultimo discorso didattico dell'amico Ale81 e rischio di un ITCZ invadente e le proiezioni secondo ECMWF della distribuzione delle prc sulla fascia equatoriale e sub-tropicale nord del continente Africano sono un segnale in merito
(http://www.ecmwf.int/en/forecasts/charts/seasonal/rain-public-charts-long-range-forecast?time=2016020100,2880,2016053100&area=Tropics&forecast_type_and_skill_measures=prob%20for%20middle%20third%20of%20the%20distribution),
ma la distanza è abissale quindi tutto è in discussione, come opinabile è  l'intero mio discorso generale. A Filippo e ad altri amici il giudizio. Buona notte.
« Ultima modifica: Marzo 11, 2016, 01:19:32 am da Marca Fermana » »

Offline gima69

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 1468
  • Age: 49
  • Località: San Terenzo (SP) 0 m slm
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 377
Re:*ANALISI STRATOSFERA INVERNO 2015-'16*
« Risposta #1307 il: Marzo 12, 2016, 06:20:26 pm »
Penso a mio modesto avviso che gli ultimi 2 interventi siano veramente  spettacolari grazie  Ale 81 e Marca Fermana  ;D
il ricordo piu bello 9 gennaio 1985

Offline maurino

  • Membro Onorario
  • ****
  • Post: 182
  • Age: 58
  • Località: savignano sul panaro(MO) 135 slm
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 0
Re:*ANALISI STRATOSFERA INVERNO 2015-'16*
« Risposta #1308 il: Marzo 13, 2016, 08:40:06 am »
chiedevo, se il final warming non riesce a scardinare gli assetti che abbiamo ora, non è che questi assetti possano rimanere alla nascita del prox inverno, una specie di memoria, o tutto viene resettato e si parte da capo.Grazie

Offline Marca Fermana

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 501
  • Località: direttamente dalla Marca Fermana
  • IL CLIMA DEL FUTURO? LA CHIAVE E' NEL PASSATO
    • Mostra profilo
    • mfmeteo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 900
Re:*ANALISI STRATOSFERA INVERNO 2015-'16*
« Risposta #1309 il: Marzo 13, 2016, 10:47:20 pm »
a seguito della mia precedente osservazione posso concludere con la seguente tendenza di propagazione dell'ESE Warm, se pur affievolito, sino ad arrivare in troposfera
per il periodo già evidenziato.

Offline valvenegia

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 7315
  • Age: 43
  • Località: SAN DONATO LUCCA
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 2014
stefano

Offline Marca Fermana

  • CSCT Team
  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 501
  • Località: direttamente dalla Marca Fermana
  • IL CLIMA DEL FUTURO? LA CHIAVE E' NEL PASSATO
    • Mostra profilo
    • mfmeteo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 900
Re:*ANALISI STRATOSFERA INVERNO 2015-'16*
« Risposta #1311 il: Marzo 19, 2016, 12:53:59 am »
a seguito della mia precedente osservazione posso concludere con la seguente tendenza di propagazione dell'ESE Warm, se pur affievolito, sino ad arrivare in troposfera
per il periodo già evidenziato.




che sia il superamento definitivo in bassa stratosfera?   :-\

e  il prodromo di questa relativa dinamica di tendenza in troposfera?

e quindi il grafico sopra della propagazione è arrivato al capolinea, nei tempi indicati, dividendo come una mela il VPT, vediamo nei prossimi giorni se questa dinamica verrà confermata, io credo che il FMW di tipo Split abbia ben tracciato la strada verso la FINE di questo VP che ha dato veramente tanto fino ad oggi e sicuramente è stato insieme al Nino VS, indiscutibili attori protagonisti, ma è ora di cambiare pagina!

Offline ponente

  • MD GROUP
  • ******
  • Post: 13464
  • Località: Pontedassio(IM) 80 Mt.
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3103
Re:*ANALISI STRATOSFERA INVERNO 2015-'16*
« Risposta #1312 il: Marzo 19, 2016, 11:42:33 am »


che sia il superamento definitivo in bassa stratosfera?   :-\

e  il prodromo di questa relativa dinamica di tendenza in troposfera?

e quindi il grafico sopra della propagazione è arrivato al capolinea, nei tempi indicati, dividendo come una mela il VPT, vediamo nei prossimi giorni se questa dinamica verrà confermata, io credo che il FMW di tipo Split abbia ben tracciato la strada verso la FINE di questo VP che ha dato veramente tanto fino ad oggi e sicuramente è stato insieme al Nino VS, indiscutibili attori protagonisti, ma è ora di cambiare pagina!


Oh yes!!  grande marca.fermana  ;)
prima o poi..tutto torna..
1)Meteorologia e climatologia fanno parte della stessa scienza ma sono due materie completamente differenti. 2) quelli dell'agw convinti, se la suonano e se la cantano un po' a piacimento, dice:piove di meno, no, piove di più ma in maniera diversa, fa freddo in maniera diversa, così come caldo, così come il vento, una tromba d'aria ..dice...chiamalo "climatechange"

Offline Cloover

  • Presidente del CSCT
  • Fondatore - Amministratore
  • MD GROUP
  • *****
  • Post: 14800
  • Località: Monsummano Terme(PT)
    • Mostra profilo
  • Likes:
  • Likes Concessi: 3629
La settimina vincente? BDC strong, QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO-/anomalie neg. su Pacifico orientale , Area Namias +