BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Post recenti

Pagine: 1 ... 6 7 8 9 [10]
91
buona serata a tutto il forum di meteodue. di seguito l aggiornamento relativo alla  Zona di Convergenza Intertropicale (ITCZ).Periodo preso in esame:2  decade  del mese di ottobre 2018.
i grafici  e i dati sono gentilmente concessi dal:NOAA Center for Weather and Climate Predictione e  sono reperibili al seguente link:http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/international/itf/itcz.shtml
Tra il  10 e il 20 ottobre 2018, l'ITF (Intertropical Front)ha  continuato il suo normale arretramento verso sud, pur risultando leggermente più a nord  rispetto alla sua posizione media del periodo  nell'Africa occidentale e ben al di sotto della sua posizione media nell africa orientale.
La posizione media della porzione occidentale dell'ITF (10W-10E) è stata posizionata approssimativamente a 15,0 N risultando di 0,7 gradi   più a nord rispetto alla posizione media climatologica per il periodo.Situazione che ha comportato diverse precipitazioni nel Senegal, Mali e Burkina Faso.
La posizione media della porzione orientale dell'ITF (20E - 35E) è stata posizionata approssimativamente a 11,7 N risultando sensibilmente  più a sud rispetto alla posizione media registrata nella prima decade del mese di ottobre di 1,9 gradi e di 1,2 gradi più a sud rispetto alla posizione media del periodo facendo  segnare la 4 ° decade consecutiva in cui la porzione orientale dell itf è risultata più a sud rispetto alla posizione normale.





http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/international/itf/itcz.shtml
92
Ancora, normali differenze, tra gfs e reading
Il primo vede una ondulazione più orientale con maggiori pause precipitative ma comunque sempre presenti e intense , il secondo uno sprofondamento più occidentale con risvolti alluvionali al nord ovest e precipitazioni meno consistenti in toscana...la soluzione perfetra starebbe in una via di mezzo staremo a vedere  ::)
93

È maledettamente presto per dinamiche del genere, un' evoluzione  che paradossalmente potrebbe preparare il terreno per una configurazione "illegale"  già nella 3^ decade di Novembre. 

Attendo sviluppi.

 8)
94
Buona sera ragazzi, la meteorologia e la climatologia perchè si definisce sistema non lineare? ci sarà un motivo no? il fattore del deficit di ghiacci come ha sottolineato Nix, a dire il vero fino a qualche anno fa anche io facendo un ragionamento mi sono sempre detto la stessa cosa: se cè meno ghiaccio ovviamente ci sono meno riserve di freddo e quindi il freddo in arrivo sarà minore. Mi sto però rendendo conto come ci siano molte più variabili e molte meno linearità di quello che pensavo, non a caso anche in passato seppur avevamo più ghiacci non per forza tutti gli inverni erano rigidi e nevosi 3 mesi su 3, ma anche allora avevamo ugualmente inverni miti e secchi, come in questi anni paradossalmente con meno ghiacci abbiamo avuto inverni più generosi in termini di gelo e neve, soprattutto dal 2007 l'anno della crisi artica abbiamo avuto dal 2008 fino al 2013 un trend invernali più generosi, specie il 09 10; il 12 seppur in 15 giorni concentrati in febbraio, e 2013. Quello che conta molto sono le dinamiche configurative, soprattutto l'asse del vp che rimango sempre più convinto che sia il punto cardine che muove tutti gli ingranaggi successivi, e da li molte teleconessioni e relative ssta vengono forzate a cambiare in positivo, più che le ssta o le teleconessioni è l'asse motorio del vp che fa il tutto!!! La wawe 1 è sempre stata deleteria per noi creando disturbi sbagliati e precoci stuzzicando il vp rendendo appunto l'approfondimento ancora più cazzuto a causa della conservazione angolare che ha fatto girare ancora di più la trottola canadese. Anche il fatto che la stratosfera si sia raffreddata cosi tanto negli ultimi anni creando decoupling dove spesse volte abbiamo assistito a cooling stratosferici e troposfera disturbata, secondo il mio parere è la faccia della stessa medaglia e molto semplicemente si può spiegare per il fatto che questi disturbi troposferici precoci abbiamo isolato per cosi dire i piani più alti rendendoli indipendenti l'un con l'altro, non consentendo una maturazione lineare del vp dal basso verso l'alto, consentendo quindi un unico colpo ben assestato. Volendo fare un paragone molto infantile quanto banale ma potenzialmente logico, facciamo finta che un mio amico mi punzecchi con un ago di continuo mentre dormo, una volta gli dico smettila, la seconda volta gli dico adesso basta, la terza mi incavolo sul serio col rischio di dargli uno sberlone ed arrabbiarmi ulteriormente, mentre se lo stesso mio amico mi lascia riposare tranquillamente e di colpo mi tira un mega pugno in faccia in quel caso mi ribalterei per terra senza reagire dal gran male che mi farebbe. Detto questo vi saluto e spero che abbiate capito  ;) ;)
95
Da parte mia vivo il tutto credendo che sia molto rischioso parlare di "inizio" di un ciclo. Abbiamo una casistica di anni davvero irrisoria ed arrivare a conclusioni che abbiano una valenza scientifica inequivocabile al momento è impossibile.
Troppe sono le variabili che vanno ad incidere sul decorso stagionale e se c'è una cosa che è avvenuta in questi ultimi anni è proprio la mancanza di linearità del sistema.

Sono molto curioso quest'anno,  curioso per questo raffreddamento stratosferico così veloce ed anticipato, che pur se previsto in seno ad un indebolimento della BDC ed un'attività d'onda che si è mantenuta su livelli piuttosto bassi (AO+) e che prossimamente l'elevato waves number pattern vedrà ancora latitare, vede cmq un assetto del VPS che mi stuzzica la fantasia da un pò di settimane  ::)

Come detto il raffreddamento c'è, ed è prorompente. A 10hPa stiamo per sfondare il valore dei -70°C, praticamente la T di Dicembre:



Mentre a quote più elevate una gelida 1^ armonica vede la possibilità che si registrino i primi fuori scala tra soli 10gg:



Un raffreddamento che molto velocemente pare propagarsi verso il basso:




È maledettamente presto per dinamiche del genere, un' evoluzione  che paradossalmente potrebbe preparare il terreno per una configurazione "illegale"  già nella 3^ decade di Novembre. 

Attendo sviluppi.








96
Buona serata a tutti gli utenti del forum di meteodue.Di seguito i grafici relativi alle precipitazioni totali,temperature massime,temperature minime e anomalie temperature registrate in europa nel periodo 14-20 ottobre 2018




http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/analysis_monitoring/regional_monitoring/europe.shtml
97
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting lunedì 22 ottobre 2018
« Ultimo post da Matraino il Ottobre 22, 2018, 07:33:34 pm »
qui a 20 ci siamo arrivati , massima 20.4°C , minima 10.3°C , naturalmente cielo sereno
98
Da quando siamo entrat in questo loop... ammanco di ghiacci, aumento delle T globali, nuovo ammanco di ghiacci ecc.
Io sto vedendo tutto  meno che un aumento di intensità delle irruzioni fredde.
Prima che qualcuno nomini il dicembre 2009 e il febbraio 2012, sappia già che io sto parlando del periodo successivo al 2012, ovvero all'anno che ha innescato, con il suo minimo artico, una sorta di "infarto" del sistema climatico.

Da quando è stato detto che gli eventi freddi sarebbero aumentati "grazie" all'Artico in forte deficit, mi è parsa subito una panzanata. Mi pare così evidente che, se diminuisci le riserve di freddo globali, hai più difficoltà di far arrivare il freddo, che  negli anni scorsi non avremmo nemmeno dovuto diventar matti a discuterne. Ma c'era chi ci credeva... e qualcuno c'è ancora, sono pronto a scommettere.
In tal caso, la sveglia suona alle 7 (per alcuni anche prima)... non alle 18  ;D


la diminuzione delle temperature e dei GPT nella stratosfera autunnale inizia (in modo più netto) più o meno a partire dagli anni 2000 di conseguenza anni come 2004-05, 2005-06, 2009-10, 2010-11 sono ampiamente dentro al gruppo..

anche volendo restringere il campo ad anni più recenti segnati da ESE si parte dal 2011-12 (quindi il Febbraio 2012 è dentro), si continua con il Gennaio 2017 (il più freddo degli ultimi anni) e ci troviamo dentro il Febbraio-Marzo 2018 con un episodio medio sui 5 giorni di t a 850hpa tra i più importanti post 1980..e questo per parlare solo del mediterraneo..

oltretutto io non parlavo di frequenza ma di intensità, va da se che in un contesto di VP più forte la freqeunza cala..ma non si possono fare valutazioni sulla base dei propri gusti personali o scegliendosi gli intervalli temporali più comodi..

l'unico altro periodo con NAO positiva invernale paragonabile a questo sono stati gli anni 1987-88/1994-95..se paragoni questi due periodi di VP forte (1987-95 vs 2011-2018) ti apparirà abbastanza chiaro come il deficit di ghiacci in zona kara barents possa fare la differenza a parità di condizioni sfavorevoli:

la t media a 850 per il nord Italia (DJFM) passa da +1,12 del 1987/95 a + 0,58 del 2011/18..3 volte abbiamo una media sotto i -2 negli anni recenti contro 2 negli anni 90 e 3 volte sott i -3 contro 0 negli anni 90..con il Gennaio 2017 6 anno più freddo di sempre, il febbraio 2012 terzo anno e il febbraio 2018 sesto.. ;) [44_46N 8_14E] http://climexp.knmi.nl/get_index.cgi
99
credo che la grande Domanda sia:

è la classica partenza a tutta del VPS che precede inverni con MMW e NAO negativa, oppure dobbiamo rassegnarci, siamo in una nuova fase climatica e in stratosfera (autunnale) avremo zonal wind sempre più alti, gpt e temperature sempre più basse con conseguenti ESE inevitabili almeno nella prima parte stagionale?

perchè lo step verso un VPS autunnale tritatutto ormai è evidente, rimane da capire chi sia causa di cosa, e di conseguenza da dove debba partire l'inversione di tendenza.. ::)



Io (non è un mistero) non la vedo benissimo sul breve periodo (5-10 anni) in termini di NAM, e anche quest'anno al momento potrei pensare ad uno SC molto precoce (non credo se ne parli comunque prima di metà novembre, non penso si arrivi a tanto) con una seconda parte caratterizzata da un MMW stile 2017-2018 ma tutto anticipato di 30-40 giorni..

ricordiamoci comunque che se da una parte abbiamo un VPS strong, dall'altra abbiamo anomalie di ghiacci artici che proprio in caso di rinforzi del VP favoriscono botte fredde della più alta intensità possibile sul mediterraneo..con il prezzo da pagare di entrate meno favorevoli alla nostra regione.. 8)

Da quando siamo entrat in questo loop... ammanco di ghiacci, aumento delle T globali, nuovo ammanco di ghiacci ecc.
Io sto vedendo tutto  meno che un aumento di intensità delle irruzioni fredde.
Prima che qualcuno nomini il dicembre 2009 e il febbraio 2012, sappia già che io sto parlando del periodo successivo al 2012, ovvero all'anno che ha innescato, con il suo minimo artico, una sorta di "infarto" del sistema climatico.

Da quando è stato detto che gli eventi freddi sarebbero aumentati "grazie" all'Artico in forte deficit, mi è parsa subito una panzanata. Mi pare così evidente che, se diminuisci le riserve di freddo globali, hai più difficoltà di far arrivare il freddo, che  negli anni scorsi non avremmo nemmeno dovuto diventar matti a discuterne. Ma c'era chi ci credeva... e qualcuno c'è ancora, sono pronto a scommettere.
In tal caso, la sveglia suona alle 7 (per alcuni anche prima)... non alle 18  ;D
100
credo che la grande Domanda sia:

è la classica partenza a tutta del VPS che precede inverni con MMW e NAO negativa, oppure dobbiamo rassegnarci, siamo in una nuova fase climatica e in stratosfera (autunnale) avremo zonal wind sempre più alti, gpt e temperature sempre più basse con conseguenti ESE inevitabili almeno nella prima parte stagionale?

perchè lo step verso un VPS autunnale tritatutto ormai è evidente, rimane da capire chi sia causa di cosa, e di conseguenza da dove debba partire l'inversione di tendenza.. ::)


Io (non è un mistero) non la vedo benissimo sul breve periodo (5-10 anni) in termini di NAM, e anche quest'anno al momento potrei pensare ad uno SC molto precoce (non credo se ne parli comunque prima di metà novembre, non penso si arrivi a tanto) con una seconda parte caratterizzata da un MMW stile 2017-2018 ma tutto anticipato di 30-40 giorni..

ricordiamoci comunque che se da una parte abbiamo un VPS strong, dall'altra abbiamo anomalie di ghiacci artici che proprio in caso di rinforzi del VP favoriscono botte fredde della più alta intensità possibile sul mediterraneo..con il prezzo da pagare di entrate meno favorevoli alla nostra regione.. 8)
Quindi nel contesto da te descritto riavere Dicembre di stampo chiaramente invernale diventerebbe quasi utopia?  >:(
Per quanto mi riguarda se deve superare la soglia Nam che lo faccia il prima possibile..
Pagine: 1 ... 6 7 8 9 [10]