BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Post recenti

Pagine: 1 2 3 4 [5] 6 7 8 9 10
41
Lo vedo esaurirsi subito, anche se l'importante è che vada a convergere verso il Polo, questo si..

 Se segui la dinamica dello scorso febbraio potrai coglierne l'evoluzione quasi sovrapponibile.. ;)
E da li capirai come il primo disturbo vada ad innescare, a cascata, il secondo più forte.. una volta che il VPS abbia subito la massima compressione del primo. e da li la ripartenza della seconda onda. con annesso Warming Major, generato dai forti attriti del VPS compresso e in forte stato di eccentricità ed ellitticizzazione, con dinamica T-S successiva per cui il disturbo ulteriore e decisivo riparte dal basso, a carico della seconda onda troposferica.. mentre il primo disturbo che vediamo esaurirsi sul finale del run è in dinamica S-T e dunque generato dall'Alto a livello Stratosferico..
 Quindi se segui il discorso proposto oggi nel post in cit. capirai come l'evoluzione in gioco sia simile e la dinamica seguente è una conseguenza del primo disturbo con SSW inizialmente di tipo Displacement.. ;)

Il forte Disturbo inizialmente a solo carico della Wave Mother, con Warming dapprima minor e con evoluzione successiva Major.. dovrebbe innescare, sulla massima compressione del VPS verso la Groenlandia(con estremizzazione del moto eccentrico e dello stazionario grado di ellitticizzazione esasperato..), e durante il suo esaurimento d'azione.. l'attivazione della seconda Onda(Atlantica..) con aumento del gradiente termico meridionale, ad instaurare un conseguente secondo Warming in area Groenlandese(che partirebbe questa volta dal basso.. e quindi un'azione Troposferica di risposta a quella Stratosferica innescata dal primo forte Warming Siberiano..), e dunque da area Atlantica, per cui alimenterebbe un secondo Warming sempre forte(questa volta Major dalla Siberia..) e avviare la manovra a tenaglia della Bilobazione iniziale e dello Split in fase risolutiva.. similmente a quanto avvenuto lo scorso fine inverno.. ;)

Inserisco l'archivio delle Temp. a 10 hpa del VPS.. giusto per restare in tema di riscaldamenti Upper Warming con Minor e Warming Major..







 Noi tutti ci auguriamo che la dinamica proposta e prevista prenda la stessa piega dello scorso febbraio.. ma più similarmente e quasi sovrapponibile a quella del Dicembre 1984.. per cui ci siamo oramai sbilanciati tutti.. ;) compreso Filippone ;D
42
Non disdegno le moyenne di Reading fino alle 96 ore ;)
Il dado non è ancora del tutto tratto per il 13 dicembre... ;) :-*
43
ma niente di che in realtà e temo che si vada parecchio ot
eventualmente posso chiedere chiedere se è possibile spostarlo
in sintesi:

è qualche anno che osservo un contesto che mi stimola rispetto ai '40 per quanto riguarda alcuni aspetti circolatori
quello che manca è appunto conoscere lo status strato
possiamo fare considerazioni circa la condizione attuale che va verso un pesante raffreddamento legato ad alcuni aspetti tra cui:
ciclo solare sul lungo periodo di segno opposto rispetto ad allora
modifiche alla composizione atmosferica
incidenza sulla formazione dell'ozono
vulcani defunti
il punto è:
quanta incidenza ha la condizione della bassa troposfera che conosciamo oggi sul vp che poi si riverbera a tutte le quote
quanto è difficile che si strutturi una rossby potente e duratura verso il polo in presenza di tali differenze a prescindere dalle condizioni di base che conosciamo
un esempio


Un aspetto che si nota con una certa costanza nelle reanalisi è che nelle azioni più potenti si parte quasi sempre da una situazione con canadese molto forte, a differenza di anni recenti come il 2009/2010. Non a caso quegli anni sono caratterizzati da NAO tendenzialmente positiva con qualche annata che spara valori assurdi verso il basso, non mi sorprenderebbe che negli anni 40 le SSTA atlantiche fossero relativamente simili a quelle attuali.
si vedono spesso fasi AD seguite da ricomposizione delle vorticità con un profondissimo lobo canadese rossby poleward estremamente potenti e vp che a seguire spesso si frantuma in mille pezzi

ora rispetto agli utimi anni quello che potrebbe aver impattato in relazione alle differenze che invece riscontriamo potrebbe essere proprio la permeabilità dei flussi di calore in virtù di una struttura più forte e profonda ed eventualmente una riduzione del gradiente meridionale nelle fasi enso+ ma direi più il primo punto
questo in via preliminare e molto a grandi linee
è un ragionamento comunque ancora in corso d'opera con un altro forumista e che verrà meglio sistematizzato anche sulla base dei dati puntuali che abbiamo a disposizione
scusate e chiuso ot

Alessandro sei un mostro...applausi :D
44
Buona domenica tutti gli utenti del forum di meteodue. Di seguito i grafici aggiornati relativi all estensione della copertura nevosa nell’ Emisfero Nord registrata il giorno 08 dicembre 2018.  https://www.star.nesdis.noaa.gov/smcd/emb/snow/HTML/snow.htm

Altezza del geopotenziale alla quota di 500 hpa /Anomalie-geopotenziale-500-hPa registrate nell emisfero settentrionale nel periodo :29 novembre-5 dicembre  https://www.esrl.noaa.gov/psd/map/clim/glbcir_rnl.shtml



Le stavo vedendo l'altro giorno e la domanda è: come mai in Eurasia è sparito il giallo del ghiaccio? ::) ::)
45
Come mai? Io penso che ancora è troppo lontano per capire la possibile evoluzione del warming, per ora limitiamoci a constatare che avverrà

Lo vedo esaurirsi subito, anche se l'importante è che vada a convergere verso il Polo, questo si..
46
Anche se la successiva evoluzione del warming non mi piace moltissimo eh :-[ :-[

Aspetta aspetta, siamo all'inizio della dinamica, questo è solo il primo warming, un warming bello grosso che dà una botta notevole al vp, tra qualche giorno vedrai il sequel...
47
L'ultima del pilastro è carina
48
Anche se la successiva evoluzione del warming non mi piace moltissimo eh :-[ :-[

Come mai? Io penso che ancora è troppo lontano per capire la possibile evoluzione del warming, per ora limitiamoci a constatare che avverrà
49
Natale in infradito ai piedi e mojito in mano in quel della stratosfera.




Anche se la successiva evoluzione del warming non mi piace moltissimo eh :-[ :-[
50
È da mercoledi che dico di aspettare  domenica sera,stai a vedere è....vi dico solo che quest anno a febbraio non mi ricordo il giorno dopo un pochetto di giornate di aria continentale circa una -2/-3 decisi di salire al Pinone nel pomeriggio...ecco quel pomeriggio nevicava senza attecchire già da 250 metri con una  -2 scarsa,tornando a casa sotto un bel diluvio gli ultimi fiocconi sfatti arrivano alle porte di limite sull’arno Si e no a 50 metri di altitudine....ocio  8) ora sono tornato in assetto battaglia

Ricordo benissimo Chuck, era la terza decade di febbraio, io ero fisso davanti la stazione meteo a vedere la temperatura che scendeva velocemente, scese da 6° a 2.9° in concomitanza della precipitazioni nel giro di 20 minuti... iniziò a soffiare tramontana scura e arrivò qualche fiocco spappolato nell’acqua. Dopo poco apparì il classico nuvolone bianco su pinone e montalbano, che spettacolo... anche pomeriggi in quel modo sono ben accetti
Pagine: 1 2 3 4 [5] 6 7 8 9 10