BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - oldstylewinter

Pagine: [1] 2
1
Via,ci riprovo io. Vediamo se Ghigo apre definitivamente il banchino o smonta tutto e spazza per terra.
 ;D

2
Mi raccomando niente mirfe,cinghialone,cosce,tette,lingue ecc... Solo figure clericali e santi.

3
Via,non dobbiamo far diacciare le nostre implorazioni. Apro subito il livello e lo tengo qui in caldo per dopo. :)

4
Oggi appare! Chi,cosa. Fate voi.
La santa,la neve,la Madonna? No,la dinamica dovuta allo split. Oggi i modelli cominceranno a mostrarci una mega discesa artica con lobo siberiano sulle nostre teste.   :o :o :o
Va bene....come volete.....vado a posare il fiasco. :-X


5
Tanto un c'ho 'na s**a da fa',vediamo se riesco anch'io a portare rogna con un live.
 ;D

6
4 chiacchiere al bar / Nuova Savana Versilia. (Ci mancano le giraffe).
« il: Agosto 21, 2017, 05:51:01 pm »
Approfitto di questa stanza,dove spero di non essere attaccato, per mostrare la situazione ambientale nei miei dintorni. In molte fine estati il giallo è stato protagonista ma presentando sempre delle nuance verdognole. Ed erano presenti anche aree più verdi per svariati motivi. Quest'anno le colorazioni dei campi non le ho mai,e ripeto mai,viste in vita mia. Al giallo siamo oltre; c'è l'ambra,il rossiccio,il marrone. E anche gli alberi soffrono più di altre torride estati.
Quindi non penso che serva essere botanici,agronomi o altro per notare questo,ma un sano spirito di osservazione.
[mmg]1248[/mmg][mmg]1249[/mmg][mmg]1250[/mmg][mmg]1252[/mmg][mmg]1251[/mmg][mmg]1253[/mmg][mmg]1254[/mmg][mmg]1255[/mmg][mmg]1256[/mmg][mmg]1257[/mmg][mmg]1259[/mmg]


7
Siamo alla fine di aprile e nessuno ha aperto il nuovo mese. Lo faccio io,sperando che almeno un po'di soddisfazione ce la dia. Inoltre è il mio mese.
Mese importante anche per l'assetto estivo. Speriamo bene,incrociano le dita e ....vamossssss !
 :)

8
4 chiacchiere al bar / Addio Marco e...forza Juve.
« il: Marzo 06, 2017, 09:38:03 am »
Mi è sembrato doveroso rendere noto che stanotte ci ha lasciato un appassionato meteo che molti hanno conosciuto su ML e altri forum col nick Mescal 28 e cioè Marco Merendino. Ha lottato come un leone contro un insidioso linfoma ma non ce l'ha fatta. Amante della vita,del buon mangiare e sfegatato juventino ci lascia ma rimane vivo il suo spirito combattivo indomito ad esempio per tutti.
R.I.P.

9
Via. Archiviato l'ennesimo non inverno e senza l'ansia che ci crea tale stagione,affrontiamo l'ormai affermata primavera con la sua prima parte che è marzo. Ce  la faremo a vedere almeno un po di pioggia o il VP ormai si è incancrenito su questi schemi .
Vediamo.   :)

10
Credo sia il momento di ricominciare,anche perché molti hanno visto un po'di pioggia tra ieri e stanotte.

Da me gennaio comincia con 19 mm
 :)

11
Allora forza: concentrazione. GFS si deve piegare a Reading e mandarci la botta continentale balcanica.
Questo ora possiamo sperare e a cui dobbiamo puntare.
 :)

12
Su suggerimento di Firenze3 apro questo topic dove potrete e potremo sfogarsi con le disquisizioni sulla fascia di Hadley.
Il dilemma è : la fascia o cella di Hadley si alza all' alzarsi di latitudine dell'ITCZ? O è la jet stream delle medie latitudini a plasmare e richiamare gli anticicloni subtropicali?   Come mai,pur con un flusso portante mediamente occidentale,la 20 gradi sale così a nord nel Mediterraneo.
Di queste ed altre domande possiamo parlarne qui se agli amministratori va bene.
 :)

13
4 chiacchiere al bar / Addio "Bambino"
« il: Giugno 27, 2016, 10:45:28 pm »
Oggi se n'è andato un attore,un uomo con cui quelli della mia generazione sono cresciuti;un attore che,insieme al suo compagno di set ci ha intrattenuto con le sue storiche scazzottate.con il suo barbone sempre ingrugnato ma sempre pronto ad aiutare i deboli.
Addio Bud resterai un mito.

https://youtu.be/5wejabL0QqQ

14
Di quelle vampate ne avremo diverse. Quello che conta è che non siano troppo stabili e vengano seguite da una ripresa del flusso atlantico;magari non troppo alto di latitudine.
 :)

15
Era la notte del 5 marzo 2015 quando la Toscana fu spazzata da un vento furioso;ma in particolar modo la Versilia settentrionale e zone come il pratese,il crinale appenninico o l'aretino.
Venti fino a 130-160 km/h con punte oltre i 200 sui crinali.
I danni furono ingenti: migliaia di alberi abbattuti e tetti scoperchiati. Paesaggi cambiati irrimediabilmente e zone che sono sembrate colpite da asteroidi.
Ecco alcune foto(diverse scattate da me l'indomani o i giorni successivi)

16
Siccome, e con sommo rammarico,non avrò occasione nei prossimi 2 giorni di aprire e stare molto dietro ai live,apro questo come fosse il definitivo,quello della vittoria finale.

Proprio cosi gente: stasera alzeremo il minimo,lo faremo entrare all'ora giusta,creeremo per tutti la giusta colonna d'aria e ottimi DP.  Sarà il colpo del KO per i modelli ballerini,il colpo che li assesterà definitivamente.   >:( :D

Se non ci riuscirò io so che potrò contare su ottimi laivisti (nel senso di professionisti dei live e quindi non "l'hai visti?" )  ;D


 E allora intraprendiamo questo ennesimo viaggio tutti insieme al grido di
 
                                       DAI CAXXOOOOO!!!!!!

17
E no,proprio no!!!  Noi non ci stiamo che vada tutto alle boe,in Tunisia,in Culonia o fate voi dove.

Noi diciamo  NO a questo epilogo e faremo di tutto perchè l'hp venga bucato da una bella e produttiva fetecchia.

  E allora tutti qui,uniti,con le nostre forze a combattere ancora una volta contro il fato meschino che vuole privarci di una evento che per noi ha un significato importantissimo. In fondo cosa chiediamo mai.

                                         Let's fight men!!!!

18
Vai Andrea,io te l'ho aperto ora addrizza le cose
 ;D

19
Non ci siamo ancora,ma la resa dei conti è vicina.
Noi vogliamo il padre di tutti i minimi,quello che entra all'ora giusta,che si invortica bene senza troppi richiami miti,che dispensa neve democraticamente.....insomma che ci faccia sognare.
E allora sogniamo insieme e facciamo che il  sogno diventi realtà.


                                                    VAMOSSSSSSSS!

20
Allora mi prendo anche questa responsabilità enorme e vi invito a raccolta per strappare ai modelli quel maledetto minimo che ci serve.

ALLORA AVANTI PERDIO!!!!

Che comincino i preparativi!!!!   :) :) :P :P :-* :-*

21
Via,apro io in extremis.
Andiamo che c'è da portare a casa la vittoria finale!!!

 :D :D :D :P :P :P

22
Allora stasera apro io cosi mi linciate una volta per tutte e non ci si pensa più.
Lo scopo è di west shiftare la discesa artica,si deve formare il minimo ligure.

ALLORA TRUPPA,PRONTI???

                                                VAMOSSSSS!!!!

 :P :P :P

23
Buondi.
Cielo sereno e temperatura 11 gradi.
 :)

24
Via,questo lo apro io così avrò la conferma se porto me**a o no.
Se non vi garba potete eliminarlo.
 ;D

25
Io direi di cominciare a mettere qua le previsioni modellistiche di aprile,visto che ormai Marzo è andato e sappiamo come finisce.
Le NCEP ci danno un prossimo mese secco.vedremo quindi se potremo darci al dolce dormire o riusciremo a riempire il famoso barile.
 ;D

26
Allora,con questo live,oltre ai minimi,minimi ad occhiale,fetecchie e rospi vari dobbiamo portare a casa l'evento che ci regalerebbe la stagione. L'evento che il run di mezzanotte ci ha levato: il MMW

RIFACCIAMOLO NOSTRO!!!!! DEVE RICOMPARIRE,MAREMMA VIGLIACCA !!!!
FORZA RAGAZZI,E' NATALE E QUESTO SARA' IL NOSTRO REGALO.
 :P :P :P

27
4 chiacchiere al bar / Buone feste.
« il: Dicembre 24, 2014, 10:08:32 am »
Desidero fare un sentito augurio di buon Natale e buone feste a questo squinternato gruppo di meteoappassionati e alle loro famiglie.
Che Babbo Natale ci porti tanta felicità,tanto freddo e tanta neve (bella pregna)
 :) :) :) :) :) :)

28
Gran confusione stamani,modelli in palla con sparate multiple,risultati diametralmente opposti ,giocate da totocalcio ecc..
Ma noi della squadra CMT non abbiamo perso la speranza e dobbiamo lottare per avere,dopo l'irruzioncina di S.Stefano,la nostra bella colata artica fatta bene.

AVANTI ALLORA,COMPATTI E DECISI !!!!



29
SIORE E SIORI !!!
la "Oldstylewinter team" con gentile concessione del CMT,presenta l'operazione dell'inverno 2014-2015.
La mitica squadra è tornata più forte che mai avvalendosi di nuove e valorose leve.
Dobbiamo riscattare l'inverno dalle nefaste performances del 2013-2014 e dobbiamo farlo con grande impegno perchè non c'è inverno senza freddo e neve.
Scaldate i muscoli e con la protezione del grande santo di Montecatini arriveremo dritti al traguardo portandoci il trofeo direttamente ognuno a casa nostra.

Partiamo dunque con l'operazione "Arctic time" e giorno più giorno meno,settimana più settimana meno,l'importante sarà la vittoria.
Capitan Bucine questa sera ti tolgo lo scettro serale,a sorpresa,per presentare la squadra ma da domani torneremo ognuno ai suoi orari : io,quando potrò col GFS '12 e te col '18.
Per l'elevata presenza di partecipanti ho dovuto dividere schema e nomi coi relativi compiti in due pannelli. Basta guardare dove si è e vedere il numero corrispondente sulla cartina,disegnata con lo stile tradizionale di sempre.

PS: come tutti gli anni invito,chi involontariamente escluso,a farlo presente.




30
Via apro questo live giusto per vedere se ho il dito fortunato.
Per il momento niente formazione,solo una perlustrazione conoscitiva  ;D in compenso una bella sgrollata alle biglie quella si.
Signori,combattenti del CMT,capitani coraggiosi AVANTI,ACCORRETE NUMEROSI !!!!!!!!
O si fa la storia o tutti a zappa' la terra.  Vaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaamos !!!!!

 :P :P :P :P :P :P :P :P :P :P

31
4 chiacchiere al bar / Sfogo personale
« il: Settembre 17, 2014, 10:42:26 am »
Scusate se pubblico questo post di sfogo personale ma,visto che siamo come una grande famiglia,voglio raccontarvi questo spiacevole fatto accaduto lunedi sera a mio figlio ,che molti di voi hanno conosciuto al meteopranzo. Verso le 7.00 di sera ha dato l'acqua alle piante e qualche goccina è caduta giù; il vicino di pianerottolo,noto intrallazzone (per usare un eufemismo) di zona ha cominciato ,da giù (noi siamo al 3° piano) ad offenderlo con parole molto pesanti. (da aggiungere che a lui le goccette d'acqua non influiscono). Poi ha salito lescale e ha cominciato nuovamente ad offenderlo da dietro la porta ,minacciandolo di spaccargli la testa ed invitandolo ad uscire. Mio figlio ,ingenuamente,ha aperto la porta e ha invitato il vicino a calmarsi;nel frattempo è arrivata anche la compagna che ha preso per il collo Andrea e nel fare questo hanno anche varcato la soglia di casa.
Mio figlio sentendosi minacciato seriamente e spaventato a morte e riuscito a divincolarsi e non avendo più vie di fuga ha preso in cucina l'accettina da macellaio invitandoli ad andarsene di casa w a non aggredirlo  altrimenti si sarebbe difeso. I vicini a quel punto se ne sono andati dicendo che gliel'avrebbero fatta vedere. Sia mio figlio che i carabinieri hanno chiamato i carabinieri che sono venuti e hanno verbalizzato. Quei delinquenti dei vicini hanno fatto passare che Andrea li ha inseguiti nel pianerottolo con la mannaia,minacciando di morte loro e i loro figli.
Ovviamente hanno fatto querela e noi faremo la nostra.
Vi potete immaginare come mi sento in questi giorni e avrete infatti notato che partecipo poco o nulla.
Quando ti toccano un figlio e ne mettono a repentaglio la reputazione nonostante sia stato vittima di una provocazione e aggressione, è mille volte peggiore che se succedesse a noi stessi e la rabbia che ti pervade ti spingerebbe a cose inconsulte,ma bisogna mantenere la calma e fare i passi previsti dall'iter giuridico,sapendo,purtroppo che la giustizia italiana non premia mai gli onesti.
Saluti e scusate lo sfogo.

32
Via,la responsabilità me la piglio io.
Almeno la prima decade si prospetta secchina e grecalosa e probabilmente una buona fetta di settembre potrebbe vedere scarse precipitazioni e clima mite.
Vedaimo cosa succederà.
Forza con le vostre impressioni/previsioni.
 :)

33
Guardate questo video di Bernacca e la sua spiegazione.

Small | Large

34
4 chiacchiere al bar / 10.000 messaggi
« il: Maggio 06, 2014, 02:27:37 am »
Oggi per caso mi sono accorto di aver raggiunti i 10.000 messaggi inviati.
So che vuol dire poco,ma mi ha fatto riflettere su quanto tempo è passato da quel 11 settembre 2011 in cui mi sono iscritto e quanto veloce è passato questo tempo.
E' volato via liscio senza accorgermene perchè tutto il tempo passato in compagnia di tutti i forumisti è stato piacevole,ben speso perchè servito a condividere una passione, a scambiare idee con persone diverse dalla solita massa che ci circonda ogni giorno; persone che hanno cultura o interessi e soprattutto che amano la natura e le meraviglia che essa offre.
Se abitassimo tutti nello stesso paese potremmo raccontarci le cose faccia a faccia e sarebbe anche più bello,ma cosi non è e va bene anche il dialogo on line.
Spero che tutto continui come fino ad ora e che un giorno potrò aprire un topic per i 100.000,ma che dico,1 milione di messaggi.
 ;D :)

35
Lawine Pill Moos Passeier Beibach Pillerstrasse

36
4 chiacchiere al bar / ilm eteo terrorismo di "Misteri".
« il: Febbraio 07, 2014, 09:34:10 am »
Ieri sera,per caso perchè come ho già ripetuto altre volte evito di guardare la TV da oltre un anno,ho visto l'inizio della trasmissione "Misteri" di Adam Kadmon,su Italia 1.
Ebbene parlavano dei cambiamenti climatici,dell'estremizzazione degli eventi meteorologici,ma lo hanno fatto in maniera terroristica e strumentalizzata.
Hanno parlato di clima come una bomba ad orologeria pronta a scoppiare a livello globale da un minuto all'altro,di rischio estinzione della razza umana ecc.
Hanno portato l'esempio dei tifoni,come se questi non ci fossero mai stati,hanno preso ad esempio il gelo negli states (tralasciando di dire che lo scorso hanno l'inverno è stato complessivamente mite oltreoceano) e giù una serie di luoghi comuni,di argomentazioni ormai trite e ritrite dai gas serra alle teorie del complotto ecc.
Ne ho visto un pezzo ma mi è bastato ed avanzato.
Chi di voi l'ha visto dica la sua; io non ho parole. E' chiaro che dietro a questi programmi c'è la mano di chi vuole strumentalizzare certi cicli del clima a fini politici ed economici per giustificare poi certi provvedimenti su scala globale.
Continuo sempre più a convincermi di tenere spento il televisore,svuotarlo e farci un bell'acquario per pesci rossi.
 :-X

37
4 chiacchiere al bar / 11 COSE CHE CI HANNO ROVINATI DA PICCOLI.
« il: Febbraio 03, 2014, 05:30:08 pm »
Ahahah,dietro l'ironia di quest'articolo si cela un fondo di verità: quello del condizionamento.

11 cose che ci hanno rovinato da piccoli
Di Paolo Flamigni (Gigi), AnnaRitaP e Anselmo in settembre 2012, Società16
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (14 voti, media: 4,71 su 5)
il dolce forno
 
Se siamo dei disadattati, se non sappiamo vivere come si deve l’amore, il sesso, la religione e il tempo libero; se abbiamo un’idea distorda dell’Europa; se siamo schiavi del mutuo per la casa; se esistono squali della finanza;  se non siamo capaci di tenere in mano un cacciavite … non è colpa nostra, è che ci sono state delle cose che ci hanno rovinato da piccoli. Per esempio queste Undici.

Barbie_Pink_Tour_Roma
Barbie e macchinine infestano le nostre città

1. Le macchinine per lui e la Barbie per lei

Si accumulavano macchinine, il gioco era averle, non servivano come mezzo di trasporto. E così ci siamo convinti che accumulare auotomobili fosse necessario indipendentemente dal loro utilizzo. E bisognava comprarne sempre di nuove anche se potevamo giocare benissimo con quelle che già avevamo. Se le nostre città sono intasate dal traffico, se è impossibile trovare parcheggio, se ancora oggi ci sembra normale pagare le tasse per dare soldi alla FIAT … il peccato originale sta proprio in quegli armadi pieni di macchinine.
Mentre i bimbi maschi ammassavano piccole quattroruote,  le bimbe femmine riempivano scatoloni con Barbie, vestiti per le Barbie, gadget inutili per le Barbie. L’unica fantasia che le Barbie potevano generare nelle bambine è stata quella di desiderare vestiti su vestiti, la maggior parte dei quali più adatti a meretrici che non a bambine delle elementari. Si incolpano veline  e TV commerciale, ma le Barbie sono venute prima.
Una generazione cresciuta con macchinine e Barbie non sarà mai pronta al downgrade che la crisi ci impone.

2. I Lego e il Meccano

la scatola del meccano
Voi che giocavate al meccano, venite a montarmi la scarpiera se ne siete capaci

Avete grosse difficoltà a montare un cassettone IKEA? Non riuscite a trovare un uomo che sappia tenere in mano un cacciavite? Eppure tutti noi da piccoli abbiamo trascorso lunghi pomeriggi ad incastrare mattoncini colorati dando alla luce le più fantasiose costruzioni. Erano i mitici Lego che ancora oggi imperversano nelle camere di tutti i bambini.
I figli dei genitori più sadici avevano addirittura il Meccano. Il Meccano, meno popolare del Lego, era una scatola che conteneva numerose sbarrette di metallo traforato che potevano essere assemblate per costruire qualsiasi cosa. O almeno così ci faceva credere il libretto di istruzioni perché i bambini normali al massimo costruivano un carretto illudendosi di essere abili manovali.

I bambini si divertivano un sacco (almeno con i Lego, se un bimbo si divertiva con il Meccano era già la manifestazione di un disagio che prima o poi sarebbe esploso)  e i lunghi pomeriggi invernali trascorrevano tranquillamente in casa. I nostri genitori ci dicevano che questi giochi avrebbero stimolato la fantasia, la manualità, la capacità di costruire cose. Oggi quando apriamo lo scatolone dell’Ikea o dobbiamo montare le ruotine nella bici del bambino sappiamo finalmente che era sono una fregatura. Pomeriggi spesi a fare costruzioni non ci hanno lasciato niente. Purtroppo abbiamo imparato di più quando giocavamo con le macchinine.

monopoli
In una società più libera chi chede il mutuo per comprare la casa dovrebbe fare tre passi indietro con tanti auguri

 3. Il Monopoli

L’impulso che abbiamo oggi a comprare case, ad ambire a 4 case a Parco Della Vittoria quando stiamo già benissimo nel nostro appartamentino in Vicolo Stretto ha chiare origini nel gioco del Monopoli. Se oggi la gente si indebita per accumulare mattoni e lavora per pagare il mutuo di una casa che non può permettersi è perché ce lo ha insegnato il Monopoli e non riusciamo ad emanciparci dal suo infausto influsso culturale.

Nel Monopoli poi esistevano imprevisti tipo la tassa patrimoniale e imprevisti che potevano portare in prigione il palazzinaro (facendo tre passi indietro con tanti auguri), ma questo è servito solo a illuderci che esistesse una giustizia sociale che al di fuori dei giochi per bambini non c’è. L’influsso del Monopoli ci ha lasciato solo debiti e grigie periferie tirate su in tutta fretta.

4. Il dolce forno

il dolce forno
Senza il dolceforno avremmo avuto un’alimentazione più serena. E migliori palinsesti in TV

Sfornava focaccine dalla controcopertina di Topolino, circondato da affaccendate minidonnine sorridenti. Ennesimo strumento di propaganda presso le bambine dei tradizionali compiti donneschi di cura e assistenza, il Dolce Forno instillava nelle giovani menti l’idea che con gli arnesi adatti all’uopo e seguendo precise istruzioni creare manicaretti prelibati sarebbe stato facile quanto  fabbricare formine con la sabbia. Magari lo negheranno, ma di sicuro anche Benedetta Parodi e Antonella Clerici hanno iniziato col Dolce Forno: e anche sul ricordo di quegli esperimenti infantili si fonda la menata del genio gastronomico e della creatività in cucina – che attualmente dà nefandi esiti come la naturalezza con cui si pagano venti euro per una pasta e fagioli in un ristorante semibuio e gestito con supponenza, le dolorose produzioni casalinghe di immangiabili associazioni insalatiere di ananas, cumino e manzo bollito freddo, l’utilizzo insensato di locuzioni come “su un letto di” e l’abbinamento dell’aggettivo “simpatico” a verdure nauseabonde, nonché l’occupazione armata dei palinsesti televisivi da parte di programmi in cui si guarda preparare un piatto buonissimo mentre sul divano ci si ingozza di schifoso passato di verdura. Ammettetelo: cucinare non è divertente, cucinare bene non è affatto facile e, soprattutto, non è obbligatorio essere bravi in cucina. Si campa meravigliosamente anche di panini, mele non sbucciate e riso col burro. Vi sentite frustrati dalla scarsa sapidità della vostra amatriciana? A tarda sera piangete sul lievito madre che si ammoscia? Tutta colpa del Dolce Forno. Rifugiatevi in rosticceria.

nascondino
Ore e ore a giocare a nascondino. Il passo successivo sono la nostalgia o le droghe chimiche e gli after hour per condensare un’estate in una notte sola

5. I tre mesi di vacanze estive

Siamo stati segnati per sempre dai tre mesi interi di vacanze estive. Vacanze vere: nel senso che vacava tutto, non c’era niente, forse un po’ di colonia per qualcuno, e poco di più. Niente di organizzato, no obblighi, no orari. Novanta mattine (circa) di seguito ad alzarsi tardi e non fare niente se non giocare e divertirsi. No campi solari, no educatori, no animatori, no perditempo in canzoncine e balli; no corso di tennis, di nuoto. Molti nonni, ma anche mamme, cortili roventi, infinite partite di pallone su strade disertate dalle auto fino a ben dopo il tramonto, eterne sessioni di nascondino. Coi sandaletti in tela e in canottiera per tre mesi interi. Ci si annoiava di divertirsi. Un mondo meraviglioso che per tutta la vita inseguiamo incessantemente, ogni volta che giochiamo un euro al Superenalotto, che progettiamo di aprire un chiosco di piadina su una spiaggia messicana o di arrosticini a Goa: un mondo senza scadenze e senza responsabilità, a piedi nudi e in canottiera.

6. Lo scambio di figurine

figurine scudeddo
Probabilmente Soros avviò il suo impero scambiando uno scudetto del Taranto con una quantità di BTP pari a un terzo del debito dello stato

Gioia delle ricreazioni dei nostri giorni alle elementari e medie, lo scambio di figurine è una delle principali palestre di vita del giovine nell’età della formazione: sviluppa il fiuto, l’astuzia, la capacità di negoziare, si diceva. Mio fratello, negli anni 70 della rigida pianificazione centrale non sfuggiva alla regola: ogni figurina si scambia 1:1 con le altre, tranne gli scudetti che si scambiano 2:1. Appena cinque anni dopo, negli anni ’80 dello yuppismo, scambiai un misero scudetto del Taranto prima per 10, poi per 15 e due settimane dopo per 30 figurine (lo pescai tre volte). Ma è così che poi si creano i mostri: i più fortunati diventeranno bagarini; i più sfigati – quelli che si convinceranno di essere veramente bravi – faranno i promotori finanziari. Anche il Madoff dei Parioli, si dice, iniziò facendo trading allo scoperto su Pruzzo e De Nadai.

7. La bella e la bestia

Tutti conoscono la storia della bella e la bestia: una fanciulla dolce e carina in nome di valori improbabili si sacrifica ad una bestia, ma con la forza del suo amore riesce a trasformare la bestia in un docile e premuroso principe. Questa storia ve l’hanno raccontata da piccole ed hanno fatto malissimo perché ci avete creduto. E sono piene le case di donne accompagnate con grevi figuri, volgari puttanieri, uomini ignoranti e violenti. Sì loro pensavano che il loro amore avrebbe trasformato quelle affascinanti bestie in docili compagni, ma non poteva andare così perché la magia che trasforma una bestia in un principe esiste solo nelle favole. Nelle peggiori.

7.bis Candy Candy

candy e terence
Il messaggio di Candy è: l’amore è sofferenza, privazione, solitudine. Sapevatelo!

Chi è scampata alla sindrome di La bella e la bestia difficilmente è riuscita a scampare ad un altro insidioso tranello: Candy Candy. L’amore per Candy Candy è rinuncia, sacrificio, solitudine: io rinuncio a lui perché lo amo. Anche lui mi ama, ma l’altra ha più bisogno. E via ad una vita da crocerossina. Maledetta Candy, per essere un buon esempio avresti dovuto prenderti Terence e mandare al diavolo tutto il resto.

giochi senza frontiere
Giochi senza frontiere avrebbe dovuto farci capire a quale Europa saremmo andati incontro

8. Giochi senza frontiere

Trois, deux, un, fiìììì. La prima Eurovisione della storia della RAI non era per le partite di Coppa (che fino al 1982 le dirette coprivano a malapena la finale di Coppadeicampioni), ma per il mitico, meraviglioso, inarrivabile Giochi senza frontiere, con i suoi improbabili arbitri svizzero-italiani, per non parlare dei presentatori italiani, prima Marchetti-Vaudetti, poi Ettore Andenna e una (notevole) Milly Carlucci che si presentava in pattini a rotelle (pare che avesse trascorsi in una non meglio precisata nazionale). Era meraviglioso vedere questi bei ragazzoni biondi, alti e nerboruti del nord Europa fare a fette noi italiani piccoli e neri (e un po’ anche i franzosi, il che ci consolava). E mentre si era lì a tifare, che i nostri non sprecassero il jolly e non facessero la immancabile cagata nel fil rouge, ci si convinceva che ormai l’Europa era fatta e con un paio di puntate sarebbero stati fatti anche gli europei. E invece, tutto quello che è arrivato fino a noi dai JSF sono lo spirito da villaggio turistico e il senso di superiorità dei Paesi del nord: come puoi sperare di parlare alla pari alla Merkel, quando la Germania su 16 edizioni ne ha vinte 6, mentre noi su 30 solo 4 (3 delle quali quando i crucconi si sono finalmente levati dai coglioni)?

PS: per i nostalgici, quelli che si vogliono fare del male ad ogni costo, c’è la possibilità di firmare la petizione per il ritorno di JSF (http://www.gopetition.com/petitions/per-il-ritorno-di-giochi-senza-frontiere-jsf.html). Io ho già firmato.

9.  Coloranti, edulcoranti, conservanti e tutta la chimica nel cibo

gomme coloranti
Siamo cresciuti con cibi finti e colorati, e adesso smettete di menarcela con lo slow food e i corsi da sommelier

L’alimentazione del bimbo italiano tra anni Sessanta, Settanta e Ottanta era ampiamente dominata dalla chimica: i suoi colori e sapori hanno costruito il nostro senso del gusto, hanno condizionato il nostro olfatto e le nostre abitudini alimentari. Nessuno ci darà più le merendine colorate, le caramellone sgargianti, i ghiaccioli verdi e rossi, le chiassose spume, le patatine migliorate con chissà quale aroma, le farciture di panna finta nei dolcetti colorati di rosa! Bambini! Se i vostri genitori sono nati in quel trentennio, non credete loro quando vi raccontano della genuinità dei manicaretti della loro infanzia! Mentono: la chimica era già ovunque! Hanno scordato le farciture di improbabili creme nelle merendine tempestate di palline colorate, le gelatine ridipinte quasi a mano!
E poi come siamo finiti? Nei decenni seguenti, ci siamo divisi in due grandi correnti di pensiero e di alimentazione, che ogni giorno incrociano le spade nelle cucine e nei mercati: i consapevoli dell’infanzia chimica che hanno sposato il “naturale” e “biologico”, che vivono sproloquiando sui veri sapori di frutta e verdura (che non hanno MAI conosciuto perché sono scomparsi con gli anni Cinquanta, insieme al bucato fatto con la cenere) e si sono subaffittati in nero da un furbo settantenne un lurido orto ai bordi della tangenziale, e i fanatici dell’aromatizzato a tutti i costi, che hanno trascorso gli anni Ottanta sulle panche in finto frassino delle Paninoteche a farsi di tabasco e salsa rosa e poi (schivata la rucola e il risotto alle fragole) si sono buttati sul Vino, alla ricerca del sapore forte perduto nelle nebbie dell’infanzia, impazzendo per stanarlo nel sentore di frutti rossi, cuoio e ‘staceppa dentro un qualunque rosso corposo. Smarriti tutti, martirizzati dall’aromatizzante.

ora di religione
Fate un po’ come cazzo vi pare, tanto è l’ora di religione

10. L’ora di religione

Polemiche continue sull’ora di religione a scuola evidenziano una cosa: chi ne parla non sa assolutamente di cosa si tratti. L’ora di religione serviva nel migliore dei casi a fare i compiti per l’ora dopo o a improvvisare partite a carte (nei vostri ricordi troverete senz’altro cose meno convenienti). Sacerdoti o frati svogliati nascondevano la loro impreparazione dietro la magnanimità del “fate un po’ quello che volete, ma cercate di non disturbare”. Le ore di religione sono servite a sedimentare l’idea dell’inutilità della religione  stessa facendola passare come un argomento di cui non vale la pena occuparsene. Quando è arrivata la possibilità dell’esonero abbiamo capito: l’ora alternativa non conteneva nulla, proprio come quella di religione. E poi adesso vengono a farci delle storie col relativismo…
Da grandi abbiamo imparato che l’ora di religione a scuola a qualcosa in realtà serve: permette alla Curia di piazzare soggetti a lei vicini che altrimenti non avrebbero i requisiti per svolgere alcun lavoro, tanto a guardare ragazzi che giocano a carte sono capaci tutti. I soldi li mette lo stato, ovviamente.
E così si prende la maturità non riuscendo a spiccicare una parola di inglese, non avendo mai studiato informatica, ma avendo buone probabilità di diventare dei campioni della briscola.

11. I film porno

Tutti quanti hanno visto dei film porno (a parte chi scrive naturalmente) e visto che ci si confrontava solo con chi aveva le nostre stesse esperienze la nostra idea di sesso viene inevitabilmente da lì. Da giovani fa impressione tutto quel vociare di gemiti, che poi quando fai l’amore ti senti come un po’ obbligato a emettere suoni di ogni tipo e c’è gente che farebbe meglio a coltivare un dignitoso silenzio. Questi simpatici filmati ci hanno convinto che basti sfiorare il seno ad una donna per farla gemere, che se una sale su una scala a pioli è perché ha voglia di un amplesso, che se due persone fanno all’amore non vedono l’ora che altre si aggiungano alla compagnia, che gli uomini hanno membri enormi sempre eretti e muscoli portentosi per fare roteare le loro compagne.

scelta film porno
Quando si iniziano a guardare i porno bisognerebbe sapere che un porno è come un diamante: è per sempre

Gli uomini si rovinano con la questione dimensioni e persino le donne si convincono che questa cosa delle dimensioni maschili è fondamentalissima, e nella realtà ci si rimane tutti quanti di merda per una cosa che ha un’importanza relativissima. I film porno sono in qualche modo cinema che, si sa, è bigger than life. Anche sotto le mutande.
Nei porno poi le amiche della moglie sono sempre dele gran porche e la moglie è contenta se il marito fa sesso con loro. La cellulite non esiste a meno che uno non scelga il film dallo scaffale “file under cellulite”.
Ecco se siamo stati educati così sapete cosa aspettarvi da noi: maschi insicuri e complessati e/o uomini che vivono il sesso come una competizione olimpica o come un’attività da riprodurre in serie.

38
4 chiacchiere al bar / Fenomeno della stecca.
« il: Gennaio 25, 2014, 04:13:20 pm »
Dai ,chi è di noi che non sa fare queste cose con la stecca ?!

Venom Trickshots II- Episode III: Sexy Pool Trick Shots in Germany (HD)


 :o :o :o

 :P (per la ragazza)

39
4 chiacchiere al bar / Consigli di vita !!!!
« il: Gennaio 13, 2014, 08:38:25 pm »
Dicono che tutti i giorni dobbiamo mangiare una mela per il ferro e una banana per il potassio. Anche un’arancia per la vitamina C e una tazza di the verde senza zucchero per prevenire il diabete. Tutti i giorni dobbiamo bere due litri d’acqua, anche se poi per espellerli richiede il doppio del tempo che hai perso per berli. Tutti i giorni bisogna bere un Actimel o mangiare uno yogurt per avere gli indispensabili bacilli L. Casei Defensis, che nessuno sa bene che cosa cavolo siano, però sembra che, se non ne ingoi per lo meno un milione e mezzo tutti i giorni, finisci per vedere sfocato. Ogni giorno un’aspirina per prevenire l’ictus, e un bicchiere di vino rosso contro l’infarto, più un bicchiere di bianco per il sistema nervoso, ed uno di birra che già non mi ricordo per che cosa era. Se li bevi tutti insieme, ti può provocare un’emorragia cerebrale, ma non ti preoccupare, perché non te ne renderai neppure conto. Tutti i giorni bisogna mangiare fibra. Molta, moltissima fibra, finchè riesci a cagare un maglione. Si devono fare tra i 4 e i 6 pasti quotidiani, leggeri, senza dimenticare di masticare 100 volte ogni boccone. Facendo i calcoli, solo per mangiare se ne vanno 5 ore. Ah, dimenticavo, dopo ogni pasto bisogna lavarsi i denti. Ossia, dopo l’Actimel e la fibra lavati i denti, dopo la mela i denti, dopo la banana i denti, e così via, finchè ti rimangono 3 denti in bocca. Senza dimenticarti di usare il filo interdentale, di massaggiare le gengive e di fare il risciacquo con Listerine. Bisogna dormire otto ore e lavorare altre otto, più le 5 per mangiare fa 21. Te ne rimangono 3, sempre che non ci sia traffico. Secondo le statistiche, vediamo la tele per tre ore al giorno. Già, non si può, perché tutti i giorni bisogna camminare almeno mezz’ora, facendo attenzione a tornare indietro dopo 15 minuti, se no la mezz’ora diventa una. Bisogna mantenere le amicizie, perché sono come le piante, da annaffiarsi tutti i giorni. E bisogna pure tenersi informati, leggendo almeno due giornali e un paio di articoli di rivista, per una lettura critica. Ah, importante, si deve fare l’amore tutti i giorni, però senza cadere nella routine. Bisogna essere moderni, creativi e rinnovare la seduzione. Bisogna anche avere il tempo per spazzare per terra, lavare i piatti, i panni, e non parliamo se hai un cane o magari dei figli. Insomma, per farla breve, i conti danno 29 ore al giorno. L’unica possibilità che mi viene in testa è fare varie cose contemporaneamente. Per esempio ti fai la doccia con acqua fredda e con la bocca aperta, così almeno ti bevi i due litri d’acqua. Mentre esci dal bagno con lo spazzolino in bocca fai l’amore (tantrico) col compagno/compagna che nel frattempo guarda la tele e ti racconta, mentre tu lavi per terra. Ti è rimasta una mano libera? Chiama qualche amico! O i genitori! Bevi il vino, perché, dopo aver chiamato i tuoi, ne avrai bisogno. Il Bio Puritas con la mela te lo può dare il tuo partner o la tua partner, mentre si mangia la banana con l’Actimel, e domani fate cambio. Mi è venuta la confusione mentale Adesso ti lascio, perché tra lo yogurt, la mela, la birra, il primo litro d’acqua e il terzo pasto con fibra della giornata, già non so più cosa sto facendo. So che devo andare urgentemente in bagno. E ne approfitto per lavarmi i denti. Però, se ti rimangono due minuti liberi, invia una copia ai tuoi amici, che devono essere annaffiati come una pianta. Se ti avessi già mandato questo messaggio, perdonami. E’ l’Alzheimer che, nonostante tutte le cure, non sono ancora riuscita a debellare.

40
E titted'entratto spunta il gelo sull'est europeo e in parte i Balcani.
Sparirà tutto al prossimo run o è una novità importante da tenere d'occhio?



Uploaded with ImageShack.us

41
Forza gente ,qui ci giochiamo all'estremo uno spiffero d'aria fredda per fare buone inversioni. Forza ,lottiamo fino alla morte per raffreddare i cieli italici prima della piallata.

COME ON!!! VIVE LE DOCTEUR !



Uploaded with ImageShack.us

42
So che molti stasera saranno affacciati alla finestra in direzione lampione,ma siccome bisogna guardare oltre,presento la nuova formazione che diventerà operativa appena passata la sfuriata artico marittima dei prossimi due giorni.

Eccola e buon lavoro in anticipo.



Uploaded with ImageShack.us

43
Ok,i modelli ci ripropongono una bella grecalata fredda da nE e con magari interazioni umide basso atlantiche.
Che dite ci proviamo? Forza genteeee!
 :P

44
PRRRROOOOOOONTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII.

Portiamoci a casa questo run,maledizione !!!!!

Ragazzi ai posti di combattimento!!!!



Uploaded with ImageShack.us

E ricordatevi che lui.ha fame e...soprattutto mi ha promesso sua sorella.  ;D



Uploaded with ImageShack.us

45
Via,anche se all'ultimo minuto voglio aprire questo live con la speranza che anche gfs capitoli a reading &C.
Via allora.
Squadra: AAAAAATTENTI !!!



Uploaded with ImageShack.us

46
Via,dove siete,il live va fatto;è una questione di onore.
Facciamogli cambiare idea a questi americani.

ANDIAMO RAGAZZIIIII!!!!!!



Uploaded with ImageShack.us

 :P

47
4 chiacchiere al bar / Delusione M5S.
« il: Ottobre 10, 2013, 10:53:07 am »
Che delusione il movimento 5 stelle. Non che mi aspettassi cambiamenti epocali,ma nemmeno che calassero cosi velocemente le braghe al sistema.
Ieri ,grazie a loro,è stato approvato l'emendamento che abolisce il reato di clandestinità con tutte le conseguenze che ne deriveranno per il nostro già martoriato tessuto sociale.
Poi vengono fuori a vantarsi di aver fatto ridurre del 60% le spese per le auto blu; praticamente uno sputo nell'oceano di miliardi da versare alla UE ,sputo che sarà poi speso per tutti gli immigrati che arriveranno,quindi con nessun vantaggio effettivo per gli italiani.
Hanno dimostrato anche loro di venir fagocitati dal sistema o di esserne già in partenza una parte integrante.
Grillo diise:"Noi siamo un'alternativa alla rivoluzione armata!". Ebbene,a questo punto ci rimane solo quella.
 >:(

48
Stanza nazionale: Analisi e previsioni meteo / Che dite,sarà maccaja?
« il: Settembre 23, 2013, 10:24:45 am »
Notavo come da martedi lo spostamento della struttura altopressoria e la presenza del cut -off a largo dell'Iberia,farà ruotare i venti,se pur debolmente da una componente sudoccidentale.
L'invecchiamento dell'hp e la subsidenza potrebbero portare alla formazione di estesi banchi di stratocumuli sul Mar Ligure che,con l'aiuto delle correnti potrebbero portarsi verso le nostre coste e magari verso l'interno.
Il cielo potrebbe risultare,cosi,grigiastro per alcune ore della mattina o per molta parte del giorno specie sul settore NW della Toscana,inficiando l'effetto del soleggiamento cosi da contenere l'aumento termico.
Ricordiamoci che iniziano le inversioni.
Torno a ricordare a tal proposito l'ottobre 2001,dove il fenomeno da me fu notevole;anche se il contrasto termico tra massa d'aria e temperatura del mare era maggiore.
Che ne pensate?; è l'unica variante degna d'interesse prima del cambiamento probabile per il fine settimana.

49
4 chiacchiere al bar / Come ci lobotomizzano.
« il: Luglio 21, 2013, 03:07:13 pm »
Leggetevi il decalogo di Chomsky,i 10 punti che spiegano come i media di massa,gestiti dalle principali lobby di potere,manipolano i nostri comportamenti facendoci accettare le cose peggiori.
Io personalmente non accendo più la TV da mesi ed evito i giornali come la peste. Le notizie le attingo da internet,filtrandole,confrontandole,vagliandole e soprattutto valutando le fonti alternative (fintanto che non le censureranno).

Noam Chomsky, “ecco 10 modi per capire tutte le menzogne che ci dicono”

Noam Chomsky, padre della creatività del linguaggio, definito dal New York Times “il più grande intellettuale vivente”, spiega attraverso dieci regole come sia possibile mistificare la realtà.

La necessaria premessa è che i più grandi mezzi di comunicazione sono nelle mani dei grandi potentati economico-finanziari, interessati a filtrare solo determinati messaggi.

1) La strategia della distrazione, fondamentale, per le grandi lobby di potere, al fine di mantenere l’attenzione del pubblico concentrata su argomenti poco importanti, così da portare il comune cittadino ad interessarsi a fatti in realtà insignificanti. Per esempio, l’esasperata concentrazione su alcuni fatti di cronaca (Bruno Vespa é un maestro).

2) Il principio del problema-soluzione-problema: si inventa a tavolino un problema, per causare una certa reazione da parte del pubblico, con lo scopo che sia questo il mandante delle misure che si desiderano far accettare. Un esempio? Mettere in ansia la popolazione dando risalto all’esistenza di epidemie, come la febbre aviaria creando ingiustificato allarmismo, con l’obiettivo di vendere farmaci che altrimenti resterebbero inutilizzati.

3) La strategia della gradualità. Per far accettare una misura inaccettabile, basta applicarla gradualmente, a contagocce, per anni consecutivi. E’ in questo modo che condizioni socio-economiche radicalmente nuove (neoliberismo) furono imposte durante i decenni degli anni 80 e 90: stato minimo, privatizzazioni, precarietà, flessibilità, disoccupazione in massa, salari che non garantivano più redditi dignitosi, tanti cambiamenti che avrebbero provocato una rivoluzione se fossero stati applicati in una sola volta.

4) La strategia del differimento. Un altro modo per far accettare una decisione impopolare è quella di presentarla come “dolorosa e necessaria”, ottenendo l’accettazione pubblica, al momento, per un’applicazione futura. Parlare continuamente dello spread per far accettare le “necessarie” misure di austerità come se non esistesse una politica economica diversa.

5) Rivolgersi al pubblico come se si parlasse ad un bambino. Più si cerca di ingannare lo spettatore, più si tende ad usare un tono infantile. Per esempio, diversi programmi delle trasmissioni generaliste. Il motivo? Se qualcuno si rivolge ad una persona come se avesse 12 anni, in base alla suggestionabilità, lei tenderà ad una risposta probabilmente sprovvista di senso critico, come un bambino di 12 anni appunto.

6) Puntare sull’aspetto emotivo molto più che sulla riflessione. L’emozione, infatti, spesso manda in tilt la parte razionale dell’individuo, rendendolo più facilmente influenzabile.

7) Mantenere il pubblico nell’ignoranza e nella mediocrità. Pochi, per esempio, conoscono cosa sia il gruppo di Bilderberg e la Commissione Trilaterale. E molti continueranno ad ignorarlo, a meno che non si rivolgano direttamente ad Internet.

8) Imporre modelli di comportamento. Controllare individui omologati é molto più facile che gestire individui pensanti. I modelli imposti dalla pubblicità sono funzionali a questo progetto.

9) L’autocolpevolizzazione. Si tende, in pratica, a far credere all’individuo che egli stesso sia l’unica causa dei propri insuccessi e della propria disgrazia. Così invece di suscitare la ribellione contro un sistema economico che l’ha ridotto ai margini, l’individuo si sottostima, si svaluta e addirittura, si autoflagella. I giovani, per esempio, che non trovano lavoro sono stati definiti di volta in volta, “sfigati”, choosy”, bamboccioni”. In pratica, é colpa loro se non trovano lavoro, non del sistema.

10) I media puntano a conoscere gli individui (mediante sondaggi, studi comportamentali, operazioni di feed back scientificamente programmate senza che l’utente-lettore-spettatore ne sappia nulla) più di quanto essi stessi si conoscano, e questo significa che, nella maggior parte dei casi, il sistema esercita un gran potere sul pubblico, maggiore di quello che lo stesso cittadino esercita su sé stesso.

Si tratta di un decalogo molto utile. Io suggerirei di tenerlo bene a mente, soprattutto in periodi difficili come questi.



Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/blogs/cavoletti-di-bruxelles/noam-chomsky-e-il-decalogo-sulla-mistificazione-della-realta#ixzz2ZgW5rrlE

50
Stanza nazionale: Analisi e previsioni meteo / Trent'anni fa.
« il: Giugno 10, 2013, 05:54:35 pm »
Vedendo tutto il fervore e la paura di molti (anche mia intendiamoci) per presunte ondate di caldo estremo,voglio riproporre il momento saliente di quella che a tutt'oggi rimane la regina delle ondate di caldo. E non tanto per la durata del caldo (il 2003 la batterebbe) ma per  le caratteristiche e soprattutto le termiche a 850 hPa (non capita tutti i giorni di vedere la +25 sfiorare le Alpi.
Tutto fu determinato da un cut off sulla Spagna che approfondendosi verso sud determinò un richiamo diretto e poderoso dal Sahara dritto verso l'Italia. A quell'epoca poi eravamo in tempi di ENSO+,l'ITCZ doveva essere alle stelle  ed il mare non era cosi freddo come oggi,la primavera era stata secchina e il terreno era già più caldo essendo fine luglio.
Ad ogni modo,se come fanno vedere i modelli stamani dovesse verificarsi una situazione barica analoga,dobbiamo tenere conto dell'enorme quantità di calore che si è accumulata sul Sahara e che ancora ha avuto poco modo di sfogarsi verso nord.
Solo le temperature più basse dei nostri mari ed i terreni ancora intrisi d'acqua potrebbero salvarci da qualcosa del genere.





Pagine: [1] 2