BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Cumolonembo

Pagine: [1] 2 3 4 5 6
1
Quello che fa paura! ..caro Ponente.. non è la singola e sporadica realtà locale, di mezza estate.. racchiusa in un fazzoletto di terra di un quarto o mezza Italia.. ma il resto del Mondo a livello Globale.. quindi, non rifugiamoci sempre dietro ad un ramosciello nel bel mezzo di una tempesta.
 Ma cerchiamo di vedere con una visione più allargata a livello di Macroscala.. perché è  questo che si fa soprattutto in questa sezione. ;)
Sono d'accordo con Aralbedo quando dice che negli anni 2000 le fiammate sono divenute piu' facili a guadagnare terreno verso nord. E' altresi vero che sempre su queste stanze lo scorso anno a previsione di estate fresca risultata poi molto calda, si diceva che in fondo il nostro clima e' questo che siamo vicino all'Africa cosa dovremmo aspettarci. E questo nessuno puo' negarlo e riesco a comprendere poco questo cambio di rotta cosi repentino ma sara' un limite mio e di pochi altri presumo. Credo anche sia sbagliato dare sentenze catastrofiche basandosi su alcune decine di anni su un pianeta che di anni ne vanta ormai miliardi

2
Sono d'accordo, l'attuale disposizione delle ssta atlantiche depongono a favore di risalite anticicloniche sul Mediterraneo, e il getto cade spesso in atlantico pur rimanendo ancora abbastanza e a mio modo di vedere straordinariamente teso, tale da garantirci dei passaggi instabili, questo secondo me ci ha salvato da un estate che poteva essere veramente pesante sotto il profilo del caldo, ora partirà una nuova fase calda forse abbastanza lunga anche se non estrema, ma nn vedo nulla che mi fa pensare a guasti seri o rotture anticipate, magari qualche breve passaggio instabile ma nulla più...😊
Assolutamente non estrema, anzi la definirei piuttosto normale a vedere le termiche dell'aggiornamento serale di reading, con possibile vista su un break

3
più che altro perchè sono aumentati gli effetti delle isole di calore
In effetti da queste parti non essendoci isole di calore le nebbie continuano a fare cio' che vogliono ;)

4
Leggo di nebbie ormai quasi del tutto assenti anche nel mese di ottobre. Io un po' di nebbia nella val di merse me la sono beccata anche la settimana scorsa. Basta ci siano condizioni di umidita' e cielo sereno senza scomodare il GW anche qua'

5
una osservazione: abbiamo avuto la prima ondata di caldo a fine luglio, nuovo forte break al 3 di agosto, e a sentire una parte degli ultimi commenti sembra che sia un'estate infuocata secca ecc (manca la più calda degli ultimi 200 anni!).. sembra inoltre che 30 anni fa le estati italiane fossero con temperature intorno ai 20 gradi e piogge abbondanti. poiché un po di anni li ho no ricordo estati senza ondate calde!
Secondo me e' il Nix che ha hackerato qualche account  ;D

6
Finalmente, forse , abbiamo capito tutti che le regole statistiche , le correlazioni hanno una valenza solo quando abbiamo a che fare con un periodo climatico  abbastanza lungo immune da drastici cambiamenti , il nostro tempo nn è immune ma sotto una modifica sostanziale del quadro climatico quindi ... oggi la statistica scientifica umana ha poca valenza nel stilare una previsione a lungo termine . Capito questo concetto si possono giustificare gli ultimi errori previsionali fatti qui da qualificati esperti come anche da centri di calcolo supportati da calcolatori matematici sofisticati . Ora abbiamo solo una strada per capire la natura , quella dell’umiltà nell’osservazione degli eventi e la pazienza nel saperli di nuovo catalogare , guardiamo al futuro previsionale a breve termine senza fasciarci  troppo la testa su quello che sarà o potrà essere... step by step ... tutto può succedere e le sensazioni come le intuizioni saranno anche quelle importanti anzi ancora più importanti di qualche tempo fa ..
Mah sai anche molti anni fa' quando l'artico era messo meglio di ora risultava sempre difficilissimo stilare previsioni a lungo termine, forse c'erano anche meno mezzi di oggi o probabilmente e' solo una scienza tanto stupenda quanto imprecisa. C'e' sempre qualcosa che fa' saltare il banco quindi proprio per questo non darei mai niente per certo. La statistica a questo punto credo conti tantissimo come anche in questo settore conti molto la storia, i decenni passati i millenni passati, da quello che ovviamente si puo' raccogliere. Il Nonno ogni anno ci dimostra come la statistica forse sia la strada migliore da intraprendere, senza chiaramente tralasciare le conoscenze che qua' dentro ci sono e di importanti. Questo il mio umile pensiero

7
grazie di questi studi che ovviamente sono taciuti da tutti gli organi di informazione: perchè qualche fautore senza se e ma del riscaldamento globale causato dalla CO2 prodotta dall'uomo tra i molti presenti anche qui non commentano?
Ottima domanda Andi. Mi faccio la stessa domanda. Eppure questa stanza creata da Ale e' interessantissima

8
mi associo...   ;D

 cmq la linea rossa degli spaghi  in questo mese ha iniziato a finir nella parte sotto..  ed è un bene  ;)
e se escludiamo qualche annata eccezzionale nn penso che nele estati normali di una volta,  la sera accendessero la stufa in alta collina..
E manco il piumino credo mettessero ;D

9
In linea generale l'alta pressione delle Azzorre che si protrae con il suo lembo orientale verso il Mediterraneo centrale ci espone ad infiltrazioni di correnti fresche in quota dai quadranti occidentali o settentrionali ( a seconda della disposizione dei massimi di pressione), predisponendo la medio alta troposfera a condizioni di instabilità. Il presupposto fondamentale, però, che è mancato in queste ultime 3 settimane, è la presenza di aria calda e umida nei bassi strati e un regime di brezze convinto. I temporali termoconvettivi che si sviluppano durante il pomeriggio in appennino, infatti, sono generati da una convergenza di crinale delle brezze, le quali si muovono verso i rilievi proprio perchè su queste aree il forte riscaldamento produce un calo della pressione che richiama masse d'aria dalle aree da dove la pressione è più elevata (sul mare). La salita dell'aria calda e umida lungo i pendii e la presenza di aria più fredda e secca in quota permettono la genesi del cumulonembo.

Se ci fai caso, spesso nelle ultime settimane più che una palude barica al suolo con regime prevalente di brezze, siamo stati interessati da brevi onde mobili calde con correnti dai quadranti sud occidentali ( ecco il perchè dei temporali al nord o comunque sui versanti emiliani dell'appennino) o da gocce fredde in scivolamento sui Balcani con successsiva rotazione delle correnti a grecale nei bassi strati e crollo dell'u.r. (la fase che stiamo vivendo è frutto proprio di questa dinamica)

Quindi, sì, è l'anticiclone delle Azzorre che rispetto al cuneo stabilizzante di matrice sub tropicale puo' consentire l'instabilità termoconvettiva pomeridiana sui rilievi e le aree interne, ma sono fondamentali alcuni "ingredienti" che nello specifico, in questo scorcio di Estate, sono mancati ;)
Grazie mille per la stupenda spiegazione. E grazie anche a Steve naturalmente. Speriamo tra giovedi e venerdi in qualche bussata innaffia orto :D

10
Riletto adesso e parla di ghiaccio piu' sottile nel 1955 sopra le Svalbard. Comunque Cloover prova a leggere la stanza aperta da Ale81 e' molto interessante e concordo con lui che si faccia troppo allarmismo

11
La calotta Artica era messa peggio negli anni '50??  :o  E chi l'avrebbe detto?  A parte che la serie storica è monitorata soltanto dal 1979, anno in cui sono stati resi operativi i satelliti intorno alla Terra, ma cmq la serie storica ci dice che la calotta Artica non è MAI stata in deficit come in questi ultimi anni.

Le ripercussioni sull'Inverno ma anche sulle Estati sono notevoli, anche questa Estate non è certo un ritorno al "passato" ma piuttosto la drammatica espressione di un fenomeno che pure io avevo sottovalutato:


Anomalie del volume totale di ghiaccio relative a 1950–2000 (espresse in km cubi x 10.000). La linea blu è la media di 12 mesi delle anomalie mensili. I punti rossi segnano luglio per ogni anno. I periodi di tendenza sono selezionati per corrispondere al periodo di riscaldamento dei primi del XX secolo (linea nera) e al periodo dei dati satellitari (linea rossa). Pan-Arctic Ice Ocean Modeling and Assimilation System (PIOMAS)
Forse non hai letto nell'altra stanza tutti i dati inseriti da Ale 81 l'ho anche scritto  :)

12
Incredibile davvero...anche il dottore sfodera con grande scioltezza una settimana con termiche inferiori alla + 15 o giù di lì...poi ci riprova con la solita fiammata sul lungo già proposta un paio di run or sono. Azzorre che si conferma il regista indiscusso della stagione, resuscitato dopo decenni ;D
Perche' secondo te con l'azzorre protagonista, scarseggiano i temporali pomeridiani? Forse e' una domanda sciocca ma ho sempre letto che con l'azzorriano le precipitazioni convettive erano piuttosto frequenti

13
Prossima settimana ricambio d'aria...vediamo che succede dopo.
A me pare che si voglia additare a fenomeni violenti la storia del riscaldamento e scioglimento di tutto l'impossibile, ma non potrebbe essere invece che i fenomeni più intensi, i quali si sono sempre verificati nei secoli e millenni addietro, non coincidano proprio con un estremizzazione del clima che passa da periodo più caldo(quello che stamo vivendo da 150 circa e ora ormai giunto al suo apice) a clima tendente al raffreddamento globaleo viceversa?? Il punto è..sicuri si vada verso il caldo?
Sul libro che ho letto io vengono riportati dati dove si nota che gli eventi di precipitazioni estreme fossero piu' elevati durante periodi piu' freddi. Purtroppo non riesco a postare le foto dei grafici che sono riportati sul libro. Negli anni 40-50 erano piu' frequenti di adesso ma l'apice pare sia stato raggiunto nel periodo della peg. Non sono nemmeno poi cosi sicuro che gli inverni di nulla e le ultime estati roventi dipendano dallo scioglimento della calotta artica, in quanto (come riportato dall'ottimo Ale nell'altra stanza), negli anni 50 era messa peggio ma le estati e gli inverni erano diversi

14
Il Nonno con il suo coba mi par di ricordare che aveva previsto luglio ed agosto caldi ma aveva visto parecchio di peggio anche se per l'estate disse di essere in fase sperimentale. Per l'inverno boh

15
Non ci capisco niente di niente ma l'unico affondo che vedo e' quello che piazza reading tra 9-10 giorni nella penisola iberica e non in atlantico dove l'hp per adesso sembra salda. mentre gfs mi pare piazzi l'azzorriano. Chiedo venia se dico castronerie. Per quello capisco poco le termiche alte sulla Spagna a 192h dell'Americano non vedendo affondi

16
;D ;D ;D bada di non esagerare , questi cavetti comprati al Lidl se restano 50 km piu' a est lasciano tutto in adriatico. Al momento i tre temporali in croce attivi sono molto limitati.


Nel mi orticello c'ha chioccato quasi 30millimetrozzi ;D e pensare che zone vicinissime come pentolina Montalcinello, Gerfalco viaggiano tra 6 e 9mm

17
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana domenica 21 giugno 2020
« il: Giugno 21, 2020, 11:55:52 pm »
Oggi temporali ripetuti hanno portato a quasi 30mm. Ma a pochissimi km di distanza non ha superato 10mm

18
certo, il gw, c'è, io tra qualche mese ne faccio 60, non nego il gw , ma potrebbe, dico potrebbe essere naturale, o con scarsa aggiunta antropogenica, comunque qui in pedemontana emiliana gli anni 2000, sono stati i + nevosi da quando vivo, appena dietro di pochi  cm agli anni 60, se questo inverno avesse fatto il suo dovere, cioè stare solo in media cm 55/60 avrei superato gli anni 60
Ma infatti nessuna nega il gw, anche dei dati che ho letto riportano negli ultimi 50 anni un aumento dello 0,8. Poi almeno dalle mie parti gli inverni 80-90 facevano abbastanza schifo con annate 85 91 bellissime e poco altro un po' come 2005 2009-10 2012

19
l’informazione può essere molte volte tendenziosa, offrendo allo spettatore un messaggio totalmente asservito alla narrazione dominante.Purtroppo , nella stragrande maggioranza dei casi, gli studi che vado a postare in questo forum, non verranno mai e dico mai divulgati in tv o in qualche organo informativo per il semplice fatto che ciò va a contrastare con la narrativa dominante che ci viene detta ogni giorno dagli organi di informazione.
Un esempio è il seguente.

La Groenlandia recentemente si è raffreddata e ha guadagnato ghiaccio nel periodo compreso tra il 1961 e il 2002.
Attualmente c'è più ghiaccio marino nell'Artico di quanto non ce ne sia mai stato negli ultimi 10.000 anni. Nulla di insolito è in atto.










Grande Ale, ma sei un negazionista ;D. Scherzi a parte, anche io ho letto un libro molto interessante dal titolo, la falsa teoria del clima impazzito e fa' capire in maniera chiara ed eloquente che niente e' cambiato. Fa' anche notare come l'ipcc abbia prima confermato l'esistenza nel secolo scorso di un optimum medievale e di una piccola eta' glaciale, per poi dopo alcuni anni (proprio nel momento che questa organizzazione e' stata chiamata ipcc Istituo per i CAMBIAMENTI climatici. Quando e' nata aveva un altro nome), farle scomparire creando il grafico a mazza da hockey e cioe' dagli anni 1000 fino a circa 40 anni fa' tutto piatto per poi innalzarsi a mo' di muro. Da riflettere. Consiglio a tutti la lettura del libro che come il nostro Ale si basa su dati e fatti realmente accaduti

20
Qui si fungheggia

Inviato dal mio Mi A2 Lite utilizzando Tapatalk
Beati voi, qui si bestemmia  ;D

21
Mi sembrava che l’analisi era comunque partenza calda già da subito..
il caldo arriverà ma arrivare già al 20 di Giugno senza ondate di caldo e’ già una grossa cosa ..
Infatti mi pareva di aver letto anche a me cosi. Speriamo stia cambiando qualcosa

22
Dalla 2^ decade del mese inizieremo a cambiare registro....    Una partenza al rallentatore come era nelle premesse, ma la stagione conferma i bollenti colpi in canna  :-X
Intanto godiamoci le piogge e il fresco  8)
Perche' secondo te giugno non e' partito caldo come te lo attendevi?

23
IL nuovo peggioramento per noi bassi Toscani portera' qualcosa a sto giro? Ieri solo 8 mm. A Siena e' vero ne ha fatti di piu' ma le metallifere piangono da un bel po'

24
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana giovedì 4 giugno 2020
« il: Giugno 04, 2020, 11:21:59 pm »
Niente di niente per adesso e manco ho annaffiato l'orto :(

25
Per ora il modellame propone qualche breve spauracchio da "falla iberica" ma con una tendenza a possibili blocking e circolazione depressionaria verso l'Europa centro orientale con l'Italia coinvolta nella prima metà di giugno. Se così fosse ci dimenticheremmo di possibili fiammate su gran parte del territorio nazionale specie nord e centro ancora per molto tempo, già ottimo risultato. Rubare giorni, anzi settimane al caldo già fattore positivo per poi beneficiare di eventuali ferite e reiterazioni bariche. Giugno a mio avviso, pur non essendo un longer potrebbe essere finalmente uno dei primi mesi normali, quindi non eccessivi mediamente e piovosi, come purtroppo non accade da anni. La media dell'ultimo trentennio è inoltre inaudita e non credo sarà un problema, nel caso, riuscire a rimanere entro la stessa o star sotto, pur di poco. Bisogna assolutamente rubare più giorni possibili al caldo!
Qua da me ad onor del vero la prima parte di giugno degli ultimi anni non e' mai stata cosi malaccio. Lo scorso anno invece tendente all'orrendo

26
Una bellissima analisi Steve!
Vero, carta non comune..
Era una carta invece abbastanza ricorrente  fino ai febbraio/marzo di metà anni '90 (direi un'era climatica fa..)..
Famosa quella del febbraio '91 con neve in Toscana (da nord!) e temperature massime negative fino alla costa..
Vortice in quota dall'Austria e cielo che si copre da N/NE, tramontana furiosa e neve stile siberiano in accumulo..
Si narrano T negative a due cifre in collina, appena passata la prima parte della bolognese pochi km dopo Firenze..
Sarebbe poi stata scartata da aria più "mite" con le famose nevicate da addolcimento che ci furono dopo pochi gg..
Mi ricordo ancora il febbraio 91, ci fu' una grossa nevicata che porto' diversi cm ed appena la precipitazione fu cessata la colonnina del termometro scese oltre i -10. Comunque per quello che ricordo anche gli anni 90 non erano poi cosi forieri di freddo e neve


Inviato dal mio Redmi 6A utilizzando Tapatalk

27
Gran bel lavoro Ale, complimenti e grazie!

28
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Martedi 19 Maggio 2020
« il: Maggio 19, 2020, 11:32:06 pm »
7mm da ieri, manco l'orto ha innaffiato

29
Boh di estate piena nei prossimi giorni io non riesco a vederla. Guardavo reading e come termica maggiore ho visto se non erro la +12 poi prossima settimana addirittura la +7 +8. Credo che saranno se confermate 10 giorni ottimi termicamente e speriamo anche pluviometricamente, perche' qua' maggio e' a 0

30
qui non si arriva a 2!!  :'(

http://www.lamma.rete.toscana.it/news/primavera-con-poche-piogge-rischio-siccit%C3%A0
(giusto la macchiolina rosso scuro in figura 6)

Qui zero e con prospettive di altri zero  :(

31
La forte nevicata di fine marzo per albicocco e pesco e' stata deleteria. Adesso ci prendiamo questi 42 mm di pioggia caduta in modo da non perderne nemmeno una goccia. E' stata manna

32
Bene, a questo punto, oltre a esprimere il tuo punto di vista, potresti, gentilmente, condividere con tutti gli appassionati questa pubblicazione di cui parli...? Sarei davvero molto interessato a leggere queste teorie scientifiche supportate da "dati alla mano" che sconfesserebbero quelle che ritieni soltanto "false teorie"...
Il libro si chiama La falsa teoria del clima impazzito ed e' scritto da Sergio Pinna. Tra le varie letture di tutti i "punti di vista" questa e' quella che piu' mi ha convinto e l'ho fatta mia tutto qua' :) Non sono un esperto, non voglio assolutamente convincerti di nulla, puoi restare delle tue idee senza problemi con le tue "vere teorie".... ;)

33
A supporto di quanto detto avevo postato questo link che, forse, non hai letto:
http://www.nimbus.it/clima/2020/200305InvernoNordItalia.htm
Dati alla mano (purtroppo) non ne mancano...  ???
Pur essendo un freddofilo convinto non si può negare l'evidenza e che, dati alla mano, è ahimè sotto gli occhi di tutti...

Certo che l'ho letto ma io vedo solo titoli, non mi riportano le temperature medie degli inverni dal 1800 ad oggi e quelle reali non quelle che mostra spesso l'ipcc. Come ti dicevo sto leggendo un libro dove  si parla di queste false teorie (non si nega che le temperature siano aumentate, ma bensi si dimostra come periodi cosi e peggiori ci sono sempre stati), con numeri alla mano e non con titoli

34
Non c'è più da stupirsi di un regime che, ormai da tempo, seguita a inanellare primati di segno positivo (non solo a livello nazionale ma anche a scala planetaria)...
I dati parlano da soli: l'inverno 2019-20 dalle Alpi, alla Scandinavia, alla Russia, si è chiuso in molte località come il più caldo mai registrato nelle lunghe serie di osservazioni meteorologiche, cominciate tra Settecento e Ottocento (con anomalie termiche medie da +2 °C a oltre +6 °C).
A livello italiano si è trattato del secondo inverno più caldo dal 1800 dopo quello del 2006-07, secondo il CNR-ISAC...
http://www.nimbus.it/clima/2020/200305InvernoNordItalia.htm
Anomalie termo-bariche che si fanno ancora più pressanti (e preoccupanti) in una fase stagionale che, invece, dovrebbe deporre per un tempo molto più dinamico e caratterizzato da frequenti scambi meridiani (tanto più considerato il fatto che il bimestre aprile-maggio, almeno statisticamente, risulta tra i periodi più piovosi dell'anno, quantomeno al settentrione).
Per almeno i prossimi 10 giorni l'Italia resterà ancora sotto la solita campana protettiva altopressoria (vera grande anomalia dell'ultimo trentennio) in attesa che il paventato evento conclusivo in stratosfera (FW) possa in qualche modo sovvertire questi equilibri. FW dagli esiti tutt'altro che certi, la cui  risonanza ai piani isobarici inferiori resta ancora da dimostrare...  ::)

Che questo sia stato un non inverno siamo tutti d'accordo. I titoloni che affermano inverno piu' caldo dal 1700-1800 o secondo piu' caldo lasciano un po' il tempo che trovano se il CNR non li supporta con i numeri. Poi chissa' in questa grande fetta di territorio e' stato caldo ma magari in altre e' stato molto freddo. Con un VPS messo cosi c'e' poco da fare per noi: Ho letto a tal proposito un libro di Sergio Pinna a parer mio molto interessante, non fazioso e dove si parla in maniera scientifica e con numeri alla mano. Un saluto  :)

35
Questa mattina qua' pioggia e Montieri inaspettatamente ammantato nuovamente di bianco. Su queste lande l'inizio e la fine di marzo sono state tutt'altro che monotone. Marzo chiude a 144mm e con una bella nevicata :D

36
Stanotte ha fatto davvero una nevicata consistente per il periodo, non me l'aspettavo. 15 cm tutti tutti a stare bassi

37
Nevica, governo ladro

38
Anche vero questo,tutto dipende da comportamento generale ,se preso alla lettera possiamo uscire da questa situazione,ma dubito per la percentuale elevata di idioti che non fanno altro che peggiorare la situazione , grazie per la spiegazione
Buona giornata :-[
Il problema poi come nel mio caso e' che ti fanno lavorare in posti chiusi piccoli con distanze di 60-70 cm l'uno dall'altro. Viene il sindacato a controllare e dice tutto ok. Con migliaia di persone costrette a questo tutte le prevenzioni giustissime che dobbiamo attuare potrebbero non servire a niente. Chiuso ot

39
Credo la domanda si riferisse a piu' ampio raggio, quindi anche all'estate che viene data come infuocata

40
Intanto, in barba a un ESE Cold di portata storica e senza scomodare MMW e futuri eventi stratosferici parossistici, la troposfera non è così passiva come si vorrebbe far credere e promette nuovi affondi meridiani, anche spettacolari, entro la prima decade di marzo... Una dinamica che definirei quasi fisiologica considerato l'avanzamento stagionale e la maggiore incidenza radiativa. E attenzione a tutto quel gelo di portata straordinaria parcheggiato ancora in sede polare, nonostante l'avanzato periodo stagionale (termiche a 850hPa inferiori a -40 ºC non si vedono tutti gli anni quasi neanche in pieno inverno!)... :o
Allora c'e' gelo




41

Dire che l'AGW è un'invenzione, quando il 97% della comunità scientifica concorda che il riscaldamento globale sia dovuto principalmente ai gas serra emessi dalle attività umane, denota una certa supponenza od ossessione "complottista".
Quando si fanno un certo tipo di affermazioni, sarebbe utile anche elencare i titoli, le proprie referenze, gli studi  e le pubblicazioni fatte al riguardo, in modo da suffragare tali teorie.

Io faccio supposizioni, più o meno condivisibili, relative al comportamento della fisica atmosferica di questi anni e dei prossimi.
Se cambio idea è perchè possiedo un cervello pensante, non sono nè "tifoso" del GW nè un esaltato che vede la "PEG" ad ogni uscita modellistica, semplicemente uno che osserva.
Cambierò idea anche un altro miliardo di volte? è possibile.... Se avrò qualcosa di convincente che me la farà cambiare.

Da parte mia, credo che bisognerebbe farsi un bagno di umiltà, mettere da parte l'orgoglio, e cercare di osservare senza emotività ed in maniera lucida la situazione, senza avere preconcetti.
Pero' secondo me Cloover una persona che giustamente osserva in maniera lucida senza preconcetti non puo' ne' negare ne' affermare con assoluta certezza AGW. Ho letto varie teorie a favore dell'AGW e contro, ultima quella di un certo Pinna e tutte possono avere una loro validita'. Poi una cosa che faccio fatica a capire: Gn chenal ci fa' vedere con cartine alla mano quanto le termiche in sede polare siano basse (-40 a 850 hpa) e quanto scompenso termico ci sia tra nord e sud, quindi mi chiedo (tralasciando il polo siberiano ma andando un po' piu' a ovest), come fa' a non esserci freddo  con quelle termiche? Capisco che un vpt indiavolato faccia si che danoi da noi ci sia poca gloria ma in sede polare non dovrebbe essere freddissimo? Leggevo inoltre che negli ultimi decenni la temperatura globale sia aumentata di uno 0,8 come riportava anche lo scorso anno in questo forum l'ottimo Foianese. Se cosi fosse (e ribadisco se), non sarebbe cosi drammatico

42
Ma con tutto sto gelo al polo com'e' che i ghiacci fanno c...are?

43
Senza nessuna nozione scientifica della quale dispongo ci andrei comunque molto cauto. Abbiamo visto come in dicembre la fisica spingesse forte (secondo i nostri bravissimi longers), verso un inverno ricco di soddisfazioni mentre di improvviso tutto e' sfumato. Purtroppo la meteo e' un campo minato pieno di imprevisti e di incognite e mai dare qualcosa anche come  per quasi certa. Il passato insegna

44
Dite ciaone a l'inverno.. almeno quello meteorologico.. per la primavera, ci potranno essere sorprese inaspettate di compensazione.
 La Nina sta riacquistando forza e soprattutto raffredda di conseguenza il settore Pacifico Nord-Orientale..
 Il FW early non è un utopia.. anzi probabilmente sarà anche FMW quindi di tipo major..
 Salgono le quotazioni per una primavera dinamica.. instabile.. e fresca. ;)
Il mi orto sta facendo salti di gioia ;D addio pesche e albicocche

45
Il periodo che abbiamo vissuto nella 1^ decina degli anni 2000 è stato fortemente caratterizzato dalla PDO-.
Tale disposizione delle anomalie è esplicativa di una determinata posizione dell'asse del VP, posizione che è fortemente instabilizzante e che tende facilmente a disturbi del vortice molto efficaci:

[

Le Estati invece erano molto calde anche in quegli anni.
Adesso, pur variando fortemente il pattern sul Pacifico e tornando ad una NAO positiva ai livelli del periodo 1990/1999, la cosa strana è che d'Estate perdiamo il segnale, mentre emerge quello di una NAO-, con gran caldo un pò ovunque:


Questo significa che, pur con pattern diversi, durante la stagione Estiva abbiamo un persistente abbassamento della tensione zonale in Oceano Atlantico, o una specie di Amplificazione Artica (che io leggo come diminuzione dell'Indice Zonale).

Ma la domanda è, come mai ad inizio anni 2000 la PDO è diventata negativa?

Tutto è stato dovuto all'insorgenza di una Nina strong, che ha iniziato ad affacciarsi nell'Estate del '98 e che ha caratterizzato anche i 2 anni successivi, favorendo il cambio di segno della PDO:



In quegli anni inziai a convincermi che il calo della PDO potesse in qualche modo essere correlato con l'attività solare...Bè, ad oggi posso dire che mi sono sbagliato clamorosamente.

C'è quindi una "variabilità" interna, con forcing ad ora  sconosciuti, probabilmente relativi alla circolazione termoalina, che favoriscono questa ciclicità.
L'impatto del sole sul clima(su larga scala) è quindi ancora da verificare (soprattutto l'errata associazione Attività solare bassa=PEG) , mentre è ben approfondito correlato con altri parametri tipo QBO e BDC.

Tuttavia il trend verso il caldo è palese, pur con l'alternanza dei pattern abbiamo un segnale di fondo che spinge verso un riscaldamento del clima e questo è ben documentato.
Cloover per un cialtrone come me cosa vuol dire in soldoni? Il famoso reversal pattern sta andando in porto oppure anche quello e' andato a farsi benedire? Per quanto riguarda il trend verso il caldo mi sembra palese che da decenni sia in atto e magari tra un po' invertira' la rotta improvvisamente come detto dal buon Nonno :). Ma il domandone e': sto caldo si puo' provare che sia antropico come affermasti in un altro post e di conseguenza irreversibile?

46
bene insomma ora che è stato il via al de prufundis quando fino a qualche giorno e settimana fa si continuava a vedere la possibilità di ondate di freddo e ancora non si era gettata la spugna, insomma ora che tutti han sentenziato, su mappa si vede come il vp, pur compatto e che gira a mille, non è detto che non incentivi e si trovi sbilanciato in modo tale da favorire delle ondulazioni anche marcate, che, visto la sua ingerenza sull'europa centrale, potrebbero dare il via comunque a fasi dinamiche con neve in montagna e localmente anche a quote basse. Insomma senza quasi ombra di dubbio il bimestre febbraio-marzo potrà essere ben altra cosa rispetto agli squallidi mesi di dicembre e gennaio.... ci si accontenta di poco, sia chiaro, però commenti ironici e non o diatribe toste lasciano il tempo che trovano. Ancora una volta comunque Nonno Rodano pare esser stato quello che si è avvicinato di più e adesso vediamo se ci sarà la ciliegina sulla totra anzi solo la ciliegina visto che la torta non c'è stata  :D ;)
Diciamo che il Nonno ha azzeccato dicembre ed in parte gennaio (visto che prevedeva primi sbuffi da est in attesa in un gran febbraio). Poi lui stesso ha detto che non si aspettava un NAM cosi alto ed un ese a meta' gennaio, ma bensi lo prevedeva molto prima. Come lo scorso inverno Nonno ha azzeccato dove prevedeva caldo ed ha sbagliato dove prevedeva freddo. Un po' come succede a tutti mi pare ;D A sto punto il vero guru diventera' chi riuscira' a prevedere e poi azzeccare ondate di freddo ;D

47
Il raffreddamento Stratosferico da record che stiamo riscontrando col sole non c'entra nulla, casomai è evidenza del Global Warming, dove lo scioglimento del Pack Artico inibisce la propagazione d'onda, favorendo uno scollegamento nella 1^ parte Invernale per la disorganizzazione dei nuclei di vorticità.
La Stratosfera in assenza di e-p flux tende all'equilibrio radiativo, quindi si raffredda e fortifica il VPS con NAM molto positivo.

L'aumento dei Gas Serra hanno generato un aumento costante della temperatura ed uno scioglimento dei ghiacci che ha ormai raggiunto livelli preoccupanti, con fenomeni di feedback in continua amplificazione(assorbimento anzichè rifrazione).

Anche la PDO è un indice di variabilità interno che tende a modificare il waves train, ma non modifica il bilancio energetico. Ciò è ben documentato da una linearità dell'aumento termico indipendentemente dalle fasi PDO.
Tuttavia i cicli PDO hanno un determinante impatto sul pattern Euro-Atlantico
Ciao Cloover, e' una cosa scientificamente provata che il GW attuale dipenda dai gas serra? Non possono essere normali cicli? Un'altra domanda, perche' con un VP cosi forte i ghiacci stanno perdendo ancora terreno? Grazie mille

48
Mi sembra di averlo scritto chiaramente.

Poi in confronto al Nonno sono uno scarafaggio quindi spero abbia ragione lui...
E comunque se rileggi attentamente gli ultimi post lo stesso Nonno si è detto più dubbioso circa l'evoluzione, stante appunto all ese cold ormai in rampa di lancio.
Boh io leggo solo critiche. Poi a vedere i modelli troposferici a 10 giorni siamo capaci tutti, ma un'analisi tecnica con carte postate francamente non te l'ho mai visto fare

49
Un ESE con strada spianata..serve un miracolo anche per portare a casa una sfuriata da est in NAO+.. ;D

Vediamo come va, ma credo che ogni futura analisi non potrà prescindere dalla presa d'atto che ci troviamo in una serie di inverni in cui il segnale NAO+ vince su tutto..un po' come gli anni 1987-1995..in quel caso furono 8 di fila, con questo siamo a 7..e vi ricordo che ho già dato un'occhiatina alla NAO del 2020-21.. :P :P ;D ;D
Quindi stai ritrattando fine gennaio e febbraio? Per non parlare dell'inverno 20-21 e 21-22 che davi come freddissimi in NAO-

qui poi entrano in gioco varie teorie, a mio modo di vedere un segno netto in tal senso è il costante rinforzo del VPS autunnale, rinforzo che nel momento in cui dovesse arrestarsi ed invertire marcia (i dubbi in merito sono molto grandi,soprattutto se legato al GW) lascerà comunque un feedback attivo per alcuni inverni..non è detto quindi che ci si fermi a 7 e nemmeno a 8.. ::)

50
Aspetterei a dirlo.. Nonno ha previsto una buona terza decade e un ottimo febbraio.
Per come la vedo io vedo difficile anche questa previsione, con un NAM sfondato quasi a metà gennaio  ;)
Potresti pero' per favore spiegarci in cosa differisce il tuo pensiero da quello del Nonno? Altrimenti sembri solo un moralizzatore

Pagine: [1] 2 3 4 5 6