BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - firenze3

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 191
1
Lasciate perdere il FW, essendo di tipo "Late" sarà ininfluente sul WR.
La cosa interessante è il pattern dominante, un VP che si mantiene tonico tende ad alzare la corda zonale con l'avanzamento stagionale.

Configurazioni del genere in Estate non sarebbero certamente fiorirere di stabilità, nemmeno al centro-nord, con temporali pomeridiani che interesserebbero gran parte del paese e soprattutto si terrebbe a "cuccia"  il cammello, relegando le fiammate ad onde mobili:




Questa linea di tendenza al momento si sposa abbastanza bene con l'evoluzione delle SSTA e della QBO, tuttavia è necessario attendere il mese di Maggio per avere  qualche conferma in tal senso....


2
Che in Toscana sia sempre nevicato poco, dovremmo specificare dove. Forse ti riferisci alle piane. Perche' come ti ho scritto in un messaggio privato dove non ho avuto risposta, negli anni 30-40-50 e 60 sulle metallifere nevicava moltissimo! E non e' che lo dicono le carte o qualcuno fuori di testa ma tutti coloro che hanno vissuto quegli anni. Da quando sono piccolo gli anziani hanno sempre raccontato questo e di come gli inverni adesso siano irriconoscibili. Il motivo non lo so' lo avevo chiesto a te.......

Scusami ma in questi giorni ho poco tempo.... Cmq in quel periodo era presente un anomalo abbassamento della storm track atlantica (NAO--) ed un generale indebolimento della tensione zonale.
Gli inverni erano  umidi e quindi più nevosi, specie in collina e montagna.
Ecco perchè in quegli anni nevicava molto di più di adesso sulle colline metallifere, era un periodo fortemente anomalo.

 La Toscana non è una terra nevosa, può diventarlo in particolari occasioni o periodi, che sono comunque fortemente anomali è bene ricordarlo.
Fisicamente parlando tale configurazione porta caldo e secco in Groelandia e, essendo terra sopra i 60°N e quindi in piena area Polare, direi che è più normale che invece lì ci sia freddo mentre il caldo occupi l' Europa occidentale, che da sempre si contraddistingue per un clima mite e favorevole all'insediamento umano  ;)

Non scordiamo che l'Italia ha un clima Mediterraneo, mite, quasi sub-tropicale.  Il nostro Paese è uno dei meno nevosi in assoluto di tutto il Globo a parità di latitudine.

Per avere freddo e neve in Toscana servono una serie di fattori favorevoli di cui ho molto parlato in questi anni. La "settimina" che ho in firma può esserne una valida espressione nelle linee generali.....




3
Come vedete tutto si rifà al concetto di tensione zonale, ed è proprio la PDO quella che meglio riassume questo concetto per diversi motivi fisici:


4
La versilia era affogata di pioggia, ma era "normale"?

5
Magari in Groelandia qualche "freddofilo" avrà pensato che non fosse normale in quegli anni che una terra sopra i 60°N non vedesse nè pioggia nè neve per gran parte degli Inverni, ma soltanto Anticicloni....  C'avete mai pensato?

7
Personalmente vedo tanta normalità nel periodo che stiamo vivendo, un periodo contraddistinto da fisiologiche oscillazioni di indici in alta e bassa frequenza.
In Toscana ad esempio è sempre nevicato pochissimo anche nel passato, a volte mi sembra che si tenda a mitizzare il passato come fosse sempre migliore, senza tra l'altro riportare dati.
La NAO è influenzata non solo dall'attività solare. La circolazione euro-atlantica presenta sia dei feedbak, sia una forzante interna al sistema, derivante dai cicli oceanici.

Ricordate che il concetto di "normalità" in Meteorologia non esiste, nel senso che la normalità è fatta di oscillazioni in cui abbiamo eccessi in un senso e nell'altro, alternati a fasi che possono sembrare più "normali" soltanto perchè rispecchiano l'idealizzazione che un individuo ha in testa sul "proprio" clima per quell'infinitesimale periodo della propria vita.

Detto questo ho molta fiducia sul periodo che andremo a vivere nei prossimi anni come già dico da tempo, questo perchè la compattezza del VP è fortemente condizionata dall'asse che questo assume e, quindi, dalla posizione delle onde planetarie.
L'asse ha un impatto sulla forza/debolezza della depressione delle Aleutine.

Vi consiglio di monitorare questo quadro termico nei prossimi mesi  ;)









8
sale sale ma non fa male  ;D   Interessante se rimaniamo sul limbo, grandi forze in gioco ed assetto ancora invernale  ;)




E questa, per quel che vale  ::)


9
Maestro Cloover torna in queste lande e dicci la tua, non lasciare che fiorellini, caldo e uccellini ti offuschino la via, ho bisogno di un tuo pensiero sincero...

Vi invidio nella vostra voglia di parlare già del prossimo inverno  ;D
Cmq qualcosa l'avevo già detto al proposito, soprattutto in riferimento al calo dell'attività Geomagnetica solare la quale ha ripercussioni sul campo magnetico terrestre e sull'attività del VP, quindi anche sulla locazione delle onde planetarie.
Fin'adesso è accaduto esattamente quello che mi attendevo, vale a dire un VP forte fino al 2017 ma che dall'anno scorso ha subito un'importante battuta d'arresto, consegnandoci il 1^ MMW dal 2012.
Quest'anno abbiamo avuto il 2^ segnale , con un nuovo MMW.
La NAO sta calando in maniera linearedal 2015:



Gli ultimi 2 inverni hanno visto il ritorno della neve anche al centro-nord, a quote di pianura.
Il tutto continua ad essere modulato da indici in alta frequenza, ma gli indizi ci sono e sono reali.

Ora cosa mi aspetto per il prossimo Inverno?

Ve lo dico a fine Agosto/Settembre, in base all'intensità della BDC, Enso, e qualche altro importante input. Il WR a mio avviso inizia a spingere in direzione di una NAO-, vedremo tra qualche mese se ci saranno indici favorevoli o meno ad un'amplificazione di tale imprinting atmosferico....




10
Quest'Inverno ha dato quel segnale sulla NAO che ci aspettavamo, limando ulteriormente la positività dell'indice rispetto allo scorso anno.
Non direi che c'è stata una brutta performance delle varie proiezioni, con il forte grado di ellitticizzazione del VP che era stato ben interpretato durante l'Autunno e con gli indici AO e NAO che alla fine saranno prossimi alla neutralità.

Soltanto Febbraio per adesso non sta rispettando le attese (anche a fronte di movimenti sul Pacifico che continuano a spingere nella giusta direzione), ma i segnali che abbiamo avuto quest'Inverno sono in linea con un cambio di pattern Euro-Atlantico che sta rispettando l'iter prestabilito .

Ricordo a tutti che finchè la NAO non cambia segno, anche la AO non potrà mai essere fortemente negativa, visto che l'oscillazione Nord Atlantica è strettamente collegata al break down del VP.




Non possiamo che ritenerci soddisfatti e fiduciosi


11
Manteniamo la lucidità almeno su questa sezione ....

Non è ancora tempo di "processi", mi concentrerei su questa parte finale di stagione visto che come detto più volte abbiamo ancora qualche buona carta da giocare.

Poi per quanto mi riguarda, quest'Inverno ha dato segnali inequivocabili di cui parleremo diffusamente nei prossimi mesi  ;)

12
Il mio appunto era riferito più che altro all'errore di valutazione fatto dal LAMMA (niente di grave per carità), riguardo una propagazione tardiva del MMW.
La propagazione di un MMW non si certifica soltanto con la carta delle anomalie di GPT, ma da tutta una serie di fattori che vanno dal quadro termico alla modifica circolatoria(AO/NAO):



Non sempre un MMW ha un forte impatto sulla circolazione, la propagazione si attua ma poi è la risposta troposferica che innesca l'anomalia di GPT in basso.
Generalmente in Stratosfera è tutto amplificato, poi  qui dobbiamo fare i conti con un equilibrio termodinamico molto più complesso.
Questo MMW è stato molto borderline, con la 2^ onda sempre molto debole e poco intrusiva. La particolare modulazione dell'asse del VP ha sfavorito azioni più incisive.
Quindi direi un evento un pò displacement ed un pò split, che alla resa dei conti si è comportato un pò in tutti e due i modi, condizionando parzialmente l'assetto configurativo Troposferico pur senza clamorosi effetti circolatori.

Adesso, come detto, quello che accade è relativo al tentativo di risoluzione dell'ESE, vale a dire una progressiva diminuzione del grado di ellitticizzazione del VP e la tendenza ad un riaccentramento.
Le velocità zonali rimangono cmq  basse, mentre la partenza di una Kelvin wave andrà a provocare una spinta dinamica sul Pacifico innescando una risonanza sul settore Euro-Atlantico con un'ondulazione ed un impatto sul setting del VP ancora da decifrare nelle sue potenzialità.




13
Mah il tanto sospirato reversal c'e' stato? Io non c'ho capito nulla ;D

No  :D  C'è stato il 2^ segnale, come da profezia....Poi  prossimo anno siamo in corsa per il giro di boa


14
Quasi un 1mese fa evidenziai il passaggio dell'area convettiva equatoriale sul Pacifico occidentale per il mese di Febbraio, sottolineando come a Febbraio l'attività d'onda sarebbe arrivata alla risoluzione del MMW, con innesco di vorticità grazie al riaccentramento di tutta la struttura (breve fase in AO+).

Sui social devo dire che è davvero presente la più totale ignoranza su questi argomenti (ho voluto testare la risposta della gente in questi giorni), si tende soltanto a denigrare le ipotesi e ad offendere le persone che le fanno, pur non conoscendo i meccanismi che sono dietro tali movimenti.
Mi dispiace molto di questa deriva meteorologica(e sociale),  meteodue è e rimarrà una piccola isola felice, salvanguardando chi conduce questo tipo di studi in maniera seria, oltre chiaramente chi si pone con rispetto ed educazione.

Devo dire che però la colpa non è soltanto della gente, ma di tutti quelli che in questi anni hanno approfittato della totale anarchia meteorologica, improvvisandosi esperti e sparando irruzioni siberiane a raffica, prostituendosi al dio denaro (un sito commerciale su tutti), facendo crollare ogni forma di rispetto anche per chi con serietà porta avanti questa difficile scienza.
Secondo me la situazione, escudendo i forum specialistici, è totalmente fuori controllo.....Speriamo bene.

Intanto ecco gli ottimi aggiornamenti della MJO:





15
Volevo concludere con questa comparazione tra il MMW del 2018 e quello attuale:




Notare la differenza nell'input del warming, anno scorso tutto a carico della 2^ onda e quest'anno tutto a carico della 1^.
Quindi quest'anno non abbiamo mai avuto una buona strutturazione della 2^ onda, dovuto all'angolo dell'asse maggiore del VPS, che sappiamo essere forzato dalla particolare disposizione Troposferica.

La propagazione ad inizio Gennaio c'è stata, grazie alla compressione adiabatica che ha portato il warming ad interessare tutta la colonna del VP:







Il riscaldamento ha provocato la frenata zonale e la risonanza sulla 2^ cresta d'onda, dando il via ad un MMW split. Ma la 1^ onda è stata troppo addossata al Canada, favorendo la persistente ingenerenza del lobo canadese nel settore Euro-Atlantico.

Come si vede siamo nettamente più vicini allo schema 1:




Importantissimo nel determinare l'evoluzione di un MMW, rimane la particolare distribuzione delle anomalie nel settore Pacifico, sia per quanto riguarda l'Enso che la PDO. La 2^ onda si comporta sempre di conseguenza, come risonanza della 1^.

Finisco dicendo che nonostante tutto abbiamo avuto due ESE consecutivi in questi ultimi 2 anni, avvalorando le tesi relative al forte disturbo alla circolazione zonale che avevamo ipotizzato in conseguenza all'attività solare, ma anche sottolineando ancora una volta l'importanza della PDO, teleconnessione chiave del WR emisferico, a cui aggiungo anche il peso della BDC sia essa forte o debole.




16
Siete proprio sicuri che stiano dicendo questa cosa per giustificare un errore? Io non lo credo. Perché parlare di freddo fino ad Aprile rischia di esporli ad una seconda brutta figura e ben più grossa. Errare humanum est, perseverare diabolicum est. Io penso ci credano per davvero, poi magari sbagliano lo stesso come dite voi, ma non credo alla strategia di occultare errori. Penso all'errore in buona fede. Vedremo a chi il tempo darà ragione.

Personalmente anch'io credo stiano soltanto facendo confusione.
Il MMW ormai si è verificato ed ha fatto quello che poteva. Abbiamo avuto il freddo ed al centro-sud è anche nevicato in abbondanza, ma forse questo non fa notizia?
Adesso è prevista una graduale risoluzione del disturbo, ma le velocità zonali rimangono basse e lasciano spazio all'attività d'onda Troposferica, condizionando gran parte del mese di Febbraio come da letteratura.

Che l'analisi del Lamma non combaci con la realtà lo vediamo anche dall'esame del profilo termico del VPS, con il graduale ripristino del gradiente meridionale della temperatura.
In pratica il MMW sta gradualmente andando in risoluzione e nel corso del mese di Febbraio perderà importanza, mentre saranno le forzanti troposferiche quelle che andranno monitorate.... Questa è la realtà dei fatti, poi se ad un'eventuale ondata di freddo ad Aprile volete dare il merito al MMW di fine Dicembre no problem, ma le cose non stanno esattamente così ;)






17
Per completezza d'informazione leggete un po' cosa dice il LAMMA ... http://www.lamma.rete.toscana.it/news/stratwarming-cosa-succede


Un'analisi che non condivido, avevo già spiegato i motivi.

Come dissi ad inizio mese se il MMW non forza da subito una dinamica di forte attività d'onda Troposferica, va a finire che poi aspettiamo il 2^ tempo, poi il 3^ tempo, il 4^ tempo o addirittura la partita non finisce mai come in questo caso, visto che si tira fuori anche Aprile....  e perchè non anche Maggio o Giugno allora, che alla fine qualsiasi cosa faccia da qui all'Estate sarà merito o demerito di questo MMW  ;D

Quindi io la penso in maniera diametralmente opposta al Lamma, vale a dire che questo MMW è stato una ciofeca e va detto senza tanti giri di parole, visto che lo split anche in alta quota non è stato efficace nel produrre moto antizonale dei lobi del VPS.  Se abbiamo frittelle si propagano frittelle, poco da fare. 
Siamo stati bravi ad averlo previsto, meno bravi ad aver sottovalutato il WR troposferico (il MMW amplifica il pattern, non crea cose che non esistono).
Questo succede nel pensare la colonna del VP come un qualcosa di separato tra Stratosfera e Troposfera...

Adesso quello che succede, è relativo ad una anomalia nell'altezza dei GPT che persiste come accade per tutti gli ESE, unitamente ad un rinforzo progressivo dello stesso  e la tendenza ad un riaccorpamento delle vorticità.
Il forte squilibrio termodinamico innescato dal MMW stesso in troposfera, renderà molto difficoltoso un riaccorpamento senza passare prima da una serie di ondulazioni anche pronunciate e magari un nuovo aumento del wave number pattern.
Quindi si, ci attende una fase di instabilità del getto, ma i motivi sono altri.
Se non si è attivata la 2^ onda non è  perchè non si è propagato il MMW, ma perchè anche in Stratosfera la 2^ onda ha avuto un ruolo molto marginale nello split.

Come possiamo vedere anche a  30hPa il MMW è in risoluzione, con la tendenza ad un riaccorpamento della massa:




Ma le vorticità rimangono cmq molto ridotte ed il quadro termico ancora compromesso pur se con tendenza al raffreddamento.
Ma questo innesco di vorticità, come già discusso, potrebbe cmq tornare comodo.....


18
Per quanto mi riguarda fin'adesso siamo sotto le attese di quanto da me previsto, un Inverno che certamente non mi ha entusiasmato, dato che scommettevo su un maggior contributo del MMW.
I buoni movimenti autunnali , soprattutto per ciò che concerne il grado di ellitticizzazione del VP, ci hanno regalato una 2^ decade  di Dicembre ottima, forse una delle fasi più interessanti della stagione, con interazione oceanica-continentale che ha prodotto l'unica nevicata degna di nota in pianura al Nord e parte della Toscana:



Ben individuata anche la forte attività d'onda di fine Dicemebre/inizio Gennaio, unica finestra temporale che ha visto il più marcato calo della NAO come mi attendevo, dando poi vita al MMW split (anche questo correttamente previsto) e producendo quella che è stata l'unica ondata di freddo degna di nota fin'adesso:




Per i motivi discussi relativi al WR PDO+ like, a cui aggiungo una BDC weak, il break down del VP non si è potuto realizzare.

Quindi buona performance  per quanto riguarda la dinamica fisica che è stata ben interpretata,  meno per ciò che concerne la parte previsionale "orticellistica", con east-shift della anomalia prevista( adriatico e meridione ringraziano   ;) ).

Ad ogni modo sia il 2018 che il 2019 hanno visto due MMW di tipo split pur con quadro teleconnettivo molto diverso.  Questo non accadeva dal 2008.

Le ipotesi fatte nel 2015 si rivelano giuste, i dati parlano chiaro.  L'Inverno 2019/20 ha le carte in regola per produrre una ancora più marcata estremizzazione circolatoria come era nelle attese di 4 anni fa.
Ne riparleremo a primavera.

Intanto prepariamoci all'ultima parte della stagione, dove la risoluzione del MMW in media alta-Stratosfera, spingerà in direzione di un ricompattamento del VP,  innescando una probabile ri-attivazione d'onda........


 

19
Confidiamo nella tua sicurezza perché se ad oggi stiamo dietro ai modelli versione Parkinson,si diventa matti.
GFS06 ci mostra quello che potrebbe accadere...ed è roba tosta, il problema è che ECMWF non vede nulla di simile sopra le 144h.
in altri lidi…….si parla di fine gennaio febbraio dell arrivo anche del burian(ma apparte se è lui o no  ;D)volevo capire se la dinamica ci può stare……oppure no…..grazie

La dinamica è in relazione ad  un riassetto troposferico che si innescherà al tentativo di riaccorpamento del Canadese  , tentativo che a mio avviso, con altissima probabilità, fallirà, partorendo prima un'onda lunga e poi il reversal pattern euro-atlantico...  (e come vedete, paradossalmente, proprio con l'incremento delle velocità zonali avremmo il break down del VPT)





Lo step 1 sarà una fase breve di passaggio di "consegne" tra il vecchio e nuovo pattern. Lo step 2 dovrebbe caratterizzare invece un pò tutto il mese di Febbraio.
Questo chiaramente non vuol dire che nevicherà tutti i giorni, ma che semplicemente si incrementano le possibilità in quell'area di precipitazioni e neve a bassa quota o pianura....


20
La forte attività d'onda come detto non si esaurirà con la dinamica di fine mese, ma anzi tenderà ad amplificarsi nel mese di Febbraio, quando il reversal pattern Euro-Atlantico dovrebbe completarsi.
Lo spostamento della convezione equatoriale nell'Ovest del Pacifico andrà a modificare la waves train, favorendo blocchi zonali sul settore NATL e frequenti ondate di freddo sul settore Europeo.
Il crollo delle velocità zonali dovrebbe innescare un pattern favorevole ad una una certa interazione oceanica sull'Europa meridionale, con mediterraneo area di convergenza....







21
Il segnale mi era chiaro, mi ha fregato un pò la tempistica , ma con i MMW è normale, non c'è niente di strano in questo ESE, più volte nel passato abbiamo avuto risonanze più efficaci nella parte finale anzichè in quella iniziale, dipende da svariati fattori...L'importante sono cmq le potenzialità che erano state ottimamente  inquadrate.
Buonissima la performance di tutti i longers  ;)

Occhio anche a Febbraio perchè non finisce qui, la tendenza è quella di un reversal pattern sul settore Euro-Atlantico:




22
GFS00 tira fuori un aggiornamento svergognato e fa piombare la AO a fondo scala per fine.
Dopo che i runs di ieri avevano smorzato la dinamica relativa alla forte attività d'onda inquadrata per fine mese/inizio Febbraio, stamani c'è un passo avanti notevole in questa direzione.

Pur essendo al momento un run fuori dal coro, è da evidenziare l'appoggio di Reading che pare andare nella medesima direzione.
Ancora presto per dire che la situazione si fa esplosiva, sicuramente però ci stiamo giocando una partita molto importante, che potrebbe farci piombare nel gelo e dare il via al maestoso reversal pattern ipotizzato per Febbraio:




23
è dal 4 Gennaio che abbiamo propagazione, l'avrò ripetuto 100 volte.  Purtroppo molti si concentrano sui venti zonali ma non hanno la minima idea di come funzioni un ESE.
La NAO non scenderà perchè al momento l'asse rimane PDO+ like, quindi no collassamento del VP.  L'occidentalizzazione può essere favorita anche da una NAO+, perchè l'asse del blocco zonale si piega da Sud/Ovest verso N/E....

una battaglia persa (far passare il concetto intendo).. :D

24
Ma infatti di sicuro non mi riferivo a te in prima persona, l'avevo già detto ;D


Cmq, tornando a parlare di meteo, pensi che quindi il periodo più propenso per una occidentalizzazione possa essere da fine mese in poi?
Posso chiederti come mai Gfs vede già a partire da inizio terza decade una colata in direzione Spagna? Sbaglia a leggere la cosa o può essere che la anticipa?

Grazie ;)

Avremo due momenti distinti.
Dal 20/23 come già fatto notare, avremo la tendenza ad un pattern EUL, con fase perturbata/fredda e pioggia e neve che torneranno al centro/nord.
Poi a fine mese è prevista una maggiore attività d'onda che dovrebbe innescare lo step che ho illustrato:






25
Cloover, il primo step, ciò che abbiamo vissuto fino a ora, sai che non è derivato dalle vicende strato.. La propagazione sarà una roba dei prossimi giorni, non di quelli trascorsi.
Tu dici che dovremmo avere una occidentalizzazione, e hai ragione, ma io aggiungo: speriamo non troppa. Sai che se fosse leggermente sbilanciata su asse Francia-Iberia, noi centro sud beccheremmo poco o nulla o comunque freddo discount, si e no buono per le colline e ogni tanto pure. Solo il Nord potrebbe beneficiarne, ma saremmo lontani dagli schemi post MMW da noi tutti auspicati. Di positivo c'è, negli ultimi run, che la Nao non è vista scendere troppo e il PNA, questo è il vero dato positivo, si mantiene intorno a +1.. Insomma, potremmo centralizzare l'azione con, magari, qualche fuga veloce in Spagna, ma poi subito nuova centralizzazione dell'asse. La sacca potrebbe essere centrale verso il Mediterraneo e questo sarebbe un altro paio di maniche. Speriamo il trend continui in questo senso. L'aggiornamento degli index odierno, è incoraggiante; mi aspettavo di peggio..

è dal 4 Gennaio che abbiamo propagazione, l'avrò ripetuto 100 volte.  Purtroppo molti si concentrano sui venti zonali ma non hanno la minima idea di come funzioni un ESE.
La NAO non scenderà perchè al momento l'asse rimane PDO+ like, quindi no collassamento del VP.  L'occidentalizzazione può essere favorita anche da una NAO+, perchè l'asse del blocco zonale si piega da Sud/Ovest verso N/E....


26
Ok grazie Filipo...allora perché a novembre nutrivi speranze circa un inverno più deciso se l'onda madre non era disposta bene?  mi ricordo post dove tu ed altri longer sottolineavate  l'importanza di un buon SH che per quanto si sia visto non ha mai dato segni di imporsi sullo scacchiere europeo con valori pressati di vecchia memoria tipo 1060 per intenderci. Forse ho messo sul piatto due cose diverse tra loro ma mi premeva chiedertelo     Scusa se sono insistente ma penso possa essere utile a capire...grazie non ti disturbo più per oggi :P

Una previsione a lungo termine deve tenere conto di molti fattori, che affrontare qui in poche righe sarebbe impossibile.  Cmq i segnali ad inizio stagione erano contrastanti, visto che l'asse non era buono ma il grado di ellitticizzazione era elevato, alcune teleconnessioni non ben disposte.
 Il SH elevato è indicativo proprio di un VP poco propenso a girare in 1^ armonica, noi lo guardiamo soprattutto per questo.
Inoltre questi segnali vanno pesati in relazione al periodo che stiamo attraversando, visto che ci troviamo al giro di boa di una maestoso reversal pattern che dovrebbe concretizzarsi in questi prossimi anni (io avevo ipotizzato il 2020).
 il 1^ passo di una proiezione a lungo termine è valutare il grado di approfondimento del VP e le potenzialità, tutto il resto è pure esercizio di stile.

Per il resto vi si chiede un ulteriore briciolo  di pazienza che so ormai essere al limite per tutti, anche per noi che siamo dietro le quinte.
  Da fine mese e  soprattutto a   Febbraio potrebbero uscir fuori tutte le potenzialità inespresse di questo Inverno che, in linea di massima, ci avevano trovato tutti concordi.
Buona serata



27
Allego la media Reading perchè ad oggi i modelli si stanno ben allineando per un pattern EUL nella parte finale del mese, con piogge e nevicate anche a quote medio-basse che potrebbero colpire il nostro Appennino, vestendolo finalmente del bianco che si merita:



 Poi tra fine mese ed i primi di Febbraio la frenata zonale del canadese dovrebbe farsi più decisa andando a partorire il 1^ step discusso qualche intervento fa



 

28
Verification:






Bentornato Alessandro  ;)    Grazie per aver postato queste mie proiezioni.
Vista la distanza a cui sono state stilate mi ritengo davvero molto soddisfatto, la dinamica è stata centrata e questo è quello che conta. Per locazione e tempistiche si tratta sempre di fortuna, visto che intervengono fattori  che possono anticipare/posticipare il WR previsto.

Adesso dalla 3^ decade di Gennaio ci sarà la tendenza ad un EUL e poi ad una probabile irruzione di aria continentale che dovrebbe colpirci tra fine mese ed inizio Febbraio, prodromica di quel reversal pattern tanto discusso  ;)






29
sulla possibilità di creare un'onda lunga in atl come mostra anche questa corsa di gfs permangono dei dubbi
il punto è che contrariamente a quanto successo a febbraio non abbiamo avuto ne avremo una seconda cresta ben strutturata


al contrario la dinamica favorisce come evidente una forte iniezione di calore dal lato pacifico
questo è comunque un fattore importante per stimolare la reattività dell'onda atlantica ma...
il ma è sempre lo stesso, il pattern troposferico di questi anni che anche in questa occasione ci sta mettendo del suo
se si deve contare sul solo innesco troposferico non assecondando una chiara impostazione al blocco su tutta la colonna con evidente retrogressione del lobo canadese è più facile si generino onde al massimo di media lunghezza senza condurre verso un vero crollo della nao
quando la trasmissione non è ottimale, in troposfera quali sono gli elementi che possono fare la differenza mjo a parte
con pdo positiva i blocchi sono maggiormente addossati al continente
con un getto atlantico in uscita basso le possibilità di generare flussi convergenti da parte del lobo canadese sono maggiori (2009)
di contro con pdo negativa che favorisce blocci pacifici verso bering il tutto arretra e i flussi in uscita tendono a convergere maggiormente a prescindere dall'impostazione in atl perchè il lobo canadese è già maggiormente baroclino in partenza (che poi è quello che sottolineava anche Filippo in alcuni post recenti)


Hai centrato il punto Alessandro.
Non è un mistero che per quanto mi riguarda la PDO da sola riassuma almeno l'80% del WR emisferico.
Il collegamento con l'attività della semipermanente Aleutinica ne è chiara espressione, visto che un eventuale approfondimento/indebolimento va a variare la locazione delle onde planetarie e quindi anche la forza della depressione Islandese (NAO).
Avere una PDO così posizionata:



vuol dire avere un'anomalia di GPT negativa su Europa occidentale ad ogni attività d'onda, amplificata nel caso l'impianto teleconnettivo risulti a favore (leggasi "settimina" in firma).
Non solo. Avendo infatti un forte impatto sulla NAO, un eventuale MMW risulta devastante per il VPS, per diverse questioni fisiche.
Quindi prendiamoci l'ondulazione della 3^ decade, sperando che sia il più possibile produttiva ma considerando la possibilità che possa trattarsi di un'onda mobile.

Gli ultimi 2 Inverni ci hanno regalato i segnali che ci aspettavamo, ed il 2020 è ormai ad un passo....   ;)











30
Per la prima volta provo a muovere una critica (sperando possa essere cotruttiva) nei confronti dei più esperti e capaci (non sto qui a dire i nomi intanto si sanno).
Perché allora non segnalare fin dall'inizio questo fatto della PDO? Perché dire determinate cose e postare determinate previsioni si rischia di "illudere" i meno esperti in materia che leggono solo e spesso dipendono da voi "guru". Postando certe cose uno si fa la bocca buona come si dice, se poi se ne viene fuori col fatto della PDO che ha guastato le feste sapendo che era cosi già dall'inizio e' normale poi che nel meno esperto in astinenza si esalti un po' di delusione mista a rabbia.
Ecco, come già detto spero che questo intervento non venga frainteso ma possa essere solo elemento di utile confronto, anzi rinnovo cmq i complimenti per chi si sbatte e cerca di farci capire al meglio questa difficoltosa materia.

Un saluto

In tutta onestà quest'inverno non partiva con buoni presupposti infatti, ma la bassissima attività solare ha fatto emergere da subito segnali contrastanti, dove il basso geomagnetismo ha probabilmente contribuito ad incentivare una disgregazione del VP che era visibile già nei mesi autunnali nel campo delle EPV.
La PDO è un indice che può cambiare molto velocemente in seno a movimenti che lavorano in senso contrario a monte, tra l'altro almeno personalmente mi attendo una virata proprio in questi prossimi anni.
Si capisce che gli ultimi 2 anni sono stati un pò gli "anni di mezzo" ,  dove il cambiamento del WR è percepibile (2 MMW split così ravvicinati non sono roba da tutti i giorni) ma non ancora completa....
Ovviamente una previsione a lungo termine è sempre un azzardo, ma i passi in avanti sono stati notevoli negli ultimi anni, almeno nella comprensione di determinati movimenti.

Per il resto prima di tirare le somme, attendiamo la fine dell'Inverno, che secondo me e non solo, come si può leggere dagli interventi degli aaltri esimi longer,  è tutt'altro che finito  ;)




31
Perdonatemi, ma a me questa cosa del "Deep Stratospheric Warming" mi pare una barzelletta...
Abbiamo avuto un MMW a fine Dicembre come tante altre volte dagli anni 2000,  non è che se non nevica nell'orticello bisogna per forza tirare fuori astrusi ragionamenti per giustificare magari qualche "imprudente" titolo giornalistico.

La propagazione c'è e c'è già  stata come da letteratura , soltanto che la particolare disposizione ondulatoria (il MMW amplifica il WR), non ha privilegiato l'Europa occidentale, proprio perchè lo split è stato quasi tutto a carico di una sola onda.
Come dissi giorni fa se in Stratosfera abbiamo una pastina in brodo non si può pretendere che scendano giù aragostelle grigliate, questo lo vedevamo già molti giorni fa.
Quindi adesso attendiamo i classici effetti dell'ESE (NAM-) , che permetterà di avere un VP disturbato ancora per tutto Gennaio e Febbraio, aumentando le chance di buoni episodi invernali nelle prossime settimane grazie alla dinamica evolutiva classica del MMW....


32
A te la prossima volta ti lego le mani la tastiera in telofonino l’I pad e quant’altro... ;) :-* ;D


Ho sopravvalutato i modelli  :D
 
In realtà potevamo fare subito Bingo, anche se buona parte d'Italia lo farà in effetti.
Ma mi preme sottolineare come sia la tempistica che la dinamica sia proprio quella che avevamo ben intuito.
Dopo giorni e giorni di analisi e contro-analisi  è giusto dirlo, perchè ce lo meritiamo ed i complimenti vanno anche e soprattutto a Luca Orlando e Fabri che hanno così bene didatticamente seguito e previsto la situazione.

Infatti l'ondata di freddo che sperimenteremo da domani sera, è figlia del SSW di cui inziai a parlare ad inizio Novembre, quando mi attendevo un calo di AO e NAO proprio nel periodo 3^ decade Dicembre-inizio Gennaio, visto che quanto andremo a vivere non è una retrogressione in NAO+ /AO+.

Ricordiamo sempre che un MMW split si compie sempre come passo successivo. Quindi in pratica la frenata zonale di metà Dicembre ha innescato la propagazione d'onda, il wave break in Stratosfera e la compressione adiabatica con un riscaldamento stratosferico che sta interessando progressivamente tutti i piani isobarici fino a provocare quella distorsione delle isoipse fino in bassa Stratosfera di cui parlai settimane fa :







Il riscaldamento provoca la frenata zonale e la risonanza sulla 2^ cresta d'onda:



La buona ampiezza di quest'ultima genera il MMW split:




Quindi ok la statistica, ma la fisica dell'atmosfera e la comprensione delle dinamiche sono imprescindibili da tutto il resto e quelle che riescono in maniera limpida a dare un quadro della situazione veritiero ed ineluttabile.

Questa riflessione è doverosa in virtù dell'onestà intellettuale che nutro verso tutti ma anche verso me stesso.






35
Ghigo lo conosci zeb89?

36
potrebbe comunque essere su di noi e non sarebbe aria tanto mite
 ::)
sopratutto oltralpe, dove si collocherà la parte occidentale dell'HP

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 191