BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - firenze3

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 231
1
ciao Filippo
lo dico da chi, come sai, aveva puntato al pari tuo su una stagione molto dinamica

Ciao, con me su questo sfondi una porta aperta  ;) 
Lo dissi subito a Novembre che quest'anno partiva con premesse poco buone, ma che tuttavia era necessario spingere sul cambio di WR, almeno da parte mia che avevo portato avanti un certo tipo di ragionamento dal 2014.

In realtà nemmeno la W.Mother era ben posizionata e la BDC  forte soltanto nell'emisfero meridionale con la QBO+ , promettevano un rinforzo del VPS che infatti era sotto l'occhio di tutti (ecco spiegata l'ottima performance dei Centri di Calcolo, costruita su un qualcosa di chiaro e tangibile, nonostante lo sbaglio di Novembre).




Da parte mia non è un mistero che puntassi su un Ap index sceso sotto 5, che insieme ad un buon grado di ellitticizzazione del VP, ad un abbassamento della storm tracks e ad uno schema efficace all'espansione del SH nel mese di Novembre (EA/WR) , mi hanno fatto fare la puntata della vita
sull' ALL IN  ;D

Cmq è bello sbagliare clamorosamente, perchè tutto diviene più chiaro.... Non credi? Un salutone  ;)






2
altro record in arrivo! :o

2019-2020 che può a tutti gli effetti essere considerato un outlier, il che dovrebbe suggerire maggior indulgenza nel valutare la performance delle stagionali.. ;)



Invece secondo me è preoccupante e drammatica la situazione, questo perchè abbiamo anomalie pesantissime con indici teleconnettivi non estremi. Ricordiamo che veniamo da un'Estate con picchi di caldo eccezionali senza niente di estremo (nada, qbo, pdo...)

Lo stesso questo Inverno, un raffreddamento stratosferico eccezionale senza nessun indice estremo.
Ecco che i paragoni con il passato non hanno valenza, ad esempio l'88-->90 potevano essere spiegati dall'impatto della Nina strong sul WR e dalla forte attività solare, ma quest'anno?
Occhio  :-X


3
Non preoccupatevi.....da Aprile/Maggio.... grazie al riscaldamento radiativo....crollo dell'IZ e....   TAC!
 Nao negativa  a  Maggio-Giugno-Luglio-Agosto-Settembre-Ottobre-Novembre   ;D

4
Ora il prossimo che riguardo lo sfondamento del NAM afferma che c'è stato adesso e non a Gennaio, si banna  :D

6
si vede che non state al mare  ;D
e vi garban l'estati brutte!

;D ;D

L'Estate mi piace e anche parecchio, ma se fa 28 di minima e 38 di massima più che Estate diventa un forno crematorio..... Senza considerare che con queste temperature bisogna anche lavorare

7
Non per la smania di cercare per forza scenari epocali, per altro a lentissimo sviluppo, ma questa non fu una delle condizioni indicate come scatenanti dell'ultima peg? Cioè il riversamento di acque fredde dovuto allo scioglimento dei ghiacci artici e il conseguente influsso sulla circolazione termoalina, con deviazione della corrente del golfo?

Si, ci sono svariate ipotesi....  Cmq sicuramente il sistema è instabile, questa situazione è destinata a subire un netto peggioramento se non interverranno nuove forzanti, amplificando schemi ormai ricorrenti e che hanno generato un trend termico al rialzo costante.
Del resto è quello di cui siamo spettatori.
Non si sa quale sia il punto di rottura, quanti anni ci vorranno affinchè lo scioglimento dei ghiacci possa in qualche modo modificare la circolazione termoalina fino a comportare conseguenze tangibili sulla stessa.... Ma prima di allora dovremo adattarci e prepararci al peggio? E poi siamo sicuri che lo scioglimento possa invertire la situazione? O sarà sempre peggio?Oppure la bassa attività solare smusserà questo catastrofico quadro futuro?
Sinceramente non so rispondere, forse nessuno lo sa veramente.
Il mio consiglio è di mantenere una mente aperta senza "schierarsi" nè pro nè contro GW, ma documentarsi mantenendo lucidità


8
Rimango convinto che la finestra meteo più interessante potrebbe realizzarsi dal 15/20 Marzo, quando avremo la fine dell'ESE e forse uno Stratwarming. Le proiezioni iniziano a vedere il crollo delle velocità zonali per quel periodo, ma per adesso sono solo supposizioni , non c'è niente di certo o automatico:



9
Riguardo alla Nao, un continuo sbilanciamento del vp sul Canada con wave2 così debole, a meno di nuove forzanti sarà dura veder compiersi un Final warming di tipo split e di conseguenza evitare una Nao negativa reiterata come lo scorso anno, condizionata anche dal segnale Iod fuori scala.

Sono 20anni che il segnale medio Estivo vede una NAO- per la traslazione del dipolo, lo IOD purtroppo c'entra ben poco:





10
si,quello al momento non è discutibile..oltretutto se l'obiettivo sono i prossimi 20-30 anni, che il gw sia antropico o meno poco conta a mio avviso, anche se premessimo un interruttore ora difficilmente se ne vedrebbero gli effetti prima di 10-20 anni.. :-X

sono tuttavia più preoccupato per le estati che per gli inverni..temo che riguardo le stagioni calde la situazione sia molto più compromessa.. ::)

Concordo con tutto.... E quello che più mi preoccupa è proprio la caduta di tensione in Atlantico, quella caduta che va a raffreddare sensibilmente i settore centrali dell'Oceano, una delle più chiare espressioni di questo nuovo clima ormai da 20anni.
Uno sfasamento della NAO che proprio l'Europa paga a caro prezzo, dove soprattutto d'Estate è sinonimo di queste assurde rimonte di aria sub-tropicale che ci tengono sotto un'inossidabile campana di aria Africana, dalla quale difendersi è praticamente impossibile, a meno che non si inizi a pensare ad una diversa struttura delle città, creando dei punti d'ombra, secondo me al momento l'arma più immediata per arginare il fenomeno


11
Ci vorrebbe un Nina forte e persistente, che riesca a cambiare in maniera chiara il segno della PDO come fece nel '98.

Ad ogni modo le Estati sono diventate caldissime sia con con PDO+ che con PDO- e gli Inverni per essere accettabili e non "eccelsi" devono avere una una serie di parametri allineati che nemmeno il 6 al Superenalotto. E non dico per avere neve in pianura, ma almeno per un decente innevamento appenninico.

Insomma ok le teleconnessioni, però il segnale di fondo è quello del riscaldamento purtroppo ed ogni anno ne appuriamo la consistenza ritoccando record su record



12
Non sarei del tutto pessimista, 2004-05, 2005-06, 2009-10 (record NAO negativa), 2010-11, 2011-12 (mi pare sia nella top 5 di sempre per alcuni aspetti), 2012-13 son tutti inverni degni verificatisi già in pieno deficit di ghiacci e con raffreddamento della stratosfera a pieno regime (iniziato nella sua fase esponenziale ad inizio 2000).. ::)



Sono tutti inverni con PDO-


13
Aspetto gli aggiornamenti dell'estensione dei ghiacci artici cloover, come ho già scritto in altro post, da un inverno cosi negativo potrebbero nasceere cose positive, la speranza è quella di recuperare lassù un pò del grosso deficit e poi partire in autunno con condizioni diverse....ottimismo  ;) :) :)!!!

Impossibile essere ottimisti credimi.... Mai così male , c'è poco più che una brinata lassù sul mare Artico, una brinata che si scioglierà ai primi raggi di sole. Non si recupera un deficit figlio del trend con un'oscillazione in bassa frequenza come può essere un NAM molto positivo:




14
Ecco le  prime impressioni sulla prossima stagione Estiva.
Vorrei in particolare porre l'attenzione sulla differenza con il periodo 1990/99, quando il segnale della NAO+ veniva mantenuto anche durante il trimestre Estivo, mentre dagli anni 2000 progressivamente viene abbandonato già dal mese di Maggio, con un cedimento dell'Indice Zonale che persiste sino a Settembre/Ottobre e spesso anche Novembre:



Quindi ci aspetta un'Estate di caldo eccezionale e persistente?
Diciamo che il trend in cui siamo rende questa possibilità concreta, inoltre pure la disposizione delle pedine teleconnettive spinge in questa direzione:




15
Aggiornamenti mattutini che confermano , se c’è n’era bisogno , il rinforzo e raffreddamento del vps con conseguente doppio touchdown troposferico , un proseguo del ese cold che comincia ad essere di proporzioni da record per il periodo stagionale ..... altro che ese cold , come si diceva , con condizionamento nn classico ... questo è un super ese cold ... chiedo ai  più esperti e con maggiore memoria di dati storici se è già capitata una cosa simile e se come ritengo io quando lo stesso avrà esaurito la sua azione nn comporterà un’altrettanto azione opposta di uguale forza ..

è un ESE che sta facendo il suo mestiere, non c'è niente di così eccezionale.... Se poteva accadere qualcosa doveva farlo entro la fine di Gennaio con uno SCAND+, come ripetetti più volte, questo perchè una volta che si innesca il processo di approfondimento non lo fermi più.

Adesso avremo una "finestra meteo" in cui il VP mollerà la presa, e la collocherei tra il 15 Marzo e la prima parte di Aprile. Se l'Inverno darà una zampata (convulsiva o epilettica), lo farà probabilmente in quel frangente.  Ma non c'è niente di certo ancora, fisicamente non si può escludere nemmeno che non accada nulla





16
è interessante comparare le anomalie oceaniche sulle medie 81-10 tra il periodo 1990/99 ed il periodo 2014/19.

Quello che accomuna questi 2 periodi sono infatti valori della NAO piuttosto simili tuttavia, quello che balza agli occhi a parte un evidente e progressivo riscaldamento globale, è che il dipolo è sfasato, con l'anomalia che non si colloca più nell'area polare (60/90), ma al di sotto sui 50°N:





Questo particolare sfasamento del dipolo ha pesantissime ripercussioni sull'Europa in primis, ma anche su scala globale.





17
Cloover per un cialtrone come me cosa vuol dire in soldoni? Il famoso reversal pattern sta andando in porto oppure anche quello e' andato a farsi benedire? Per quanto riguarda il trend verso il caldo mi sembra palese che da decenni sia in atto e magari tra un po' invertira' la rotta improvvisamente come detto dal buon Nonno :). Ma il domandone e': sto caldo si puo' provare che sia antropico come affermasti in un altro post e di conseguenza irreversibile?

Nel 2014 ipotizzai una correlazione tra attività solare e PDO, questo in seguito a quanto avvenuto a fine anni '90 inizio anni 2000, dove il calo dell'attività solare fu seguita a lag zero da un forte episodio di Nina e dal cambio di segno della PDO.
Ad oggi possiamo invece dire che la breve fase in PDO negativa degli anni 2000 ha avuto cause diverse dipendenti da una variabilità interna al sistema.
La breve fase in PDO negativa  durata circa 13 anni, ha innescato condizioni di forte instabilità del sistema, con VP molto disturbato ed un WR caratterizzato dal pattern ATH/EUL.

L'ipotesi era che questa nuova fase in PDO+ insorta nel 2013, durasse poco tempo a causa della diminuzione dell'attività solare, supponendo ci fosse così una ripercussione sull'indice zonale.
Infatti la PDO non è altro che l'espressione della forza della depressione Aleutinica:



Considerato quanto avvenne nel '98 e quanto avvenuto adesso, emerge che invece PDO e Solar Activity sono piuttosto scollegati.

Tuttavia, anche nel periodo 99/13 nonostante la fase negativa della PDO, abbiamo avuto un incremento globale delle temperature, tanto che il ghiacco artico ha raggiunto il minimo storico nel 2012.

Perciò nemmeno la PDO è così determinante nel favorire un'inversione di tendenza per questo processo.

Tuttavia un "reversal pattern" nel settore Pacifico sarebbe auspicabile, ma al momento non prevedibile(Vengono ipotizzati cicli di 20/30anni)



18
Ciao, ci mancherebbe, non ho convinzioni, ma tutto quel negativismo mi pare eccessivo..non credi? Cerco di essere obiettivo e realista...tu sembra che descrivi l'inferno dantesco con l'altro giorno che parlavi di gas serra ..oggi con la convinzione che il sole nn regola un bel nulla ecc..bah..
la storia insegna eppure.. ;)

Perchè discutere di gas serra vuol dire parlare a sproposito? Attingere da intuizioni figlie della comunità scientifica Internazionale vuol dire essere dei poveri sciocchi?
Io sono abituato a sentire tutte le campane e, quella relativa all'attività solare inizia a fare acqua da tutte le parti, io stesso che l'avevo sposata manifesto molti dubbi,  ma è commovente come venga difesa strenuamente da molti di voi, tra l'altro con basi scientifiche praticamente nulle.
L'evidenza è che la Temperatura sta aumentando nonostante un'attività solare in deciso calo da almeno 20anni, il resto è gossip. Da cosa dipende quest'aumento termico? Io devo ancora capirlo contrariamente a molti di voi, ma quel che so è che se la curva di incremento non si smorza il destino è questo.
Poi possiamo stare qui a parlare di era glaciale imminente ed altre possibilità fino all'infinito, ma ci vogliono teorie ben supportate, come cerco di fare io, altrimenti son chiacchiere da bar:




19
Il periodo che abbiamo vissuto nella 1^ decina degli anni 2000 è stato fortemente caratterizzato dalla PDO-.
Tale disposizione delle anomalie è esplicativa di una determinata posizione dell'asse del VP, posizione che è fortemente instabilizzante e che tende facilmente a disturbi del vortice molto efficaci:


Le Estati invece erano molto calde anche in quegli anni.
Adesso, pur variando fortemente il pattern sul Pacifico e tornando ad una NAO positiva ai livelli del periodo 1990/1999, la cosa strana è che d'Estate perdiamo il segnale, mentre emerge quello di una NAO-, con gran caldo un pò ovunque:


Questo significa che, pur con pattern diversi, durante la stagione Estiva abbiamo un persistente abbassamento della tensione zonale in Oceano Atlantico, o una specie di Amplificazione Artica (che io leggo come diminuzione dell'Indice Zonale).

Ma la domanda è, come mai ad inizio anni 2000 la PDO è diventata negativa?

Tutto è stato dovuto all'insorgenza di una Nina strong, che ha iniziato ad affacciarsi nell'Estate del '98 e che ha caratterizzato anche i 2 anni successivi, favorendo il cambio di segno della PDO:



In quegli anni inziai a convincermi che il calo della PDO potesse in qualche modo essere correlato con l'attività solare...Bè, ad oggi posso dire che mi sono sbagliato clamorosamente.

C'è quindi una "variabilità" interna, con forcing ad ora  sconosciuti, probabilmente relativi alla circolazione termoalina, che favoriscono questa ciclicità.
L'impatto del sole sul clima(su larga scala) è quindi ancora da verificare (soprattutto l'errata associazione Attività solare bassa=PEG) , mentre è ben approfondito correlato con altri parametri tipo QBO e BDC.

Tuttavia il trend verso il caldo è palese, pur con l'alternanza dei pattern abbiamo un segnale di fondo che spinge verso un riscaldamento del clima e questo è ben documentato.

Te tu sei uno scienziato, è inutile fa tanti discorsi...gli altri non se avranno a male...
A volte il carattere ti spinge “troppo” oltre, per passione e perché vorresti, da buon freddofilo, si realizzassero i sogni “bianchi” tuoi e nostri per i quali hai iniziato ad appassionarti a questa materia....è statistico ma soprattutto umano(visto che non sei un professionista...per ora😉)...🤷‍♂️😉 si permette di dirtelo un bischero che ha iniziato a seguire là meteo forse prima di te ma con esiti diversi...😂
Nonostante ciò...ti ringrazio al tempo che dedichi a questo “caos”...che Dio te ne renda merito...😉😘

20
Ad integrazione:



May 23, 2019

The above graph compares global surface temperature changes (red line) and the Sun's energy received by the Earth (yellow line) in watts (units of energy) per square meter since 1880. The lighter/thinner lines show the yearly levels while the heavier/thicker lines show the 11-year average trends. Eleven-year averages are used to reduce the year-to-year natural noise in the data, making the underlying trends more obvious.

The amount of solar energy received by the Earth has followed the Sun’s natural 11-year cycle of small ups and downs with no net increase since the 1950s. Over the same period, global temperature has risen markedly. It is therefore extremely unlikely that the Sun has caused the observed global temperature warming trend over the past half-century.


NASA-JPL/Caltech


21
Ma negli anni dal 2008 al 2012 (buoni inverni) non c'era deficit di ghiacci artici autunnali, se la più importante causa della NAO+ invernale risulterebbe  questa?
E quindi la via d'uscita quale potrebbe essere?

Il periodo che abbiamo vissuto nella 1^ decina degli anni 2000 è stato fortemente caratterizzato dalla PDO-.
Tale disposizione delle anomalie è esplicativa di una determinata posizione dell'asse del VP, posizione che è fortemente instabilizzante e che tende facilmente a disturbi del vortice molto efficaci:




Le Estati invece erano molto calde anche in quegli anni.
Adesso, pur variando fortemente il pattern sul Pacifico e tornando ad una NAO positiva ai livelli del periodo 1990/1999, la cosa strana è che d'Estate perdiamo il segnale, mentre emerge quello di una NAO-, con gran caldo un pò ovunque:




Questo significa che, pur con pattern diversi, durante la stagione Estiva abbiamo un persistente abbassamento della tensione zonale in Oceano Atlantico, o una specie di Amplificazione Artica (che io leggo come diminuzione dell'Indice Zonale).

Ma la domanda è, come mai ad inizio anni 2000 la PDO è diventata negativa?

Tutto è stato dovuto all'insorgenza di una Nina strong, che ha iniziato ad affacciarsi nell'Estate del '98 e che ha caratterizzato anche i 2 anni successivi, favorendo il cambio di segno della PDO:



In quegli anni inziai a convincermi che il calo della PDO potesse in qualche modo essere correlato con l'attività solare...Bè, ad oggi posso dire che mi sono sbagliato clamorosamente.

C'è quindi una "variabilità" interna, con forcing ad ora  sconosciuti, probabilmente relativi alla circolazione termoalina, che favoriscono questa ciclicità.
L'impatto del sole sul clima(su larga scala) è quindi ancora da verificare (soprattutto l'errata associazione Attività solare bassa=PEG) , mentre è ben approfondito correlato con altri parametri tipo QBO e BDC.

Tuttavia il trend verso il caldo è palese, pur con l'alternanza dei pattern abbiamo un segnale di fondo che spinge verso un riscaldamento del clima e questo è ben documentato.






22
Bene dai..l'anno scorso non c'erano e ci sono stati, ::)  quast'anno che ci sono ....magari... :D
Cloover vorrei chiederti, visto che nn capisco per mio limite com eil deficit artico possa favorire la nao negativa estiva..
visto che verrebbe a diminuire il gradiente polo-equatore, non dovrebbe esser favorita la zonalità medio-alta ?
 ??? ::)  o succede in autunno? mi sfugge qualcosa..

Tutto sta al concetto di tensione zonale, dove una minor concentrazione di ghiaccio o cmq una situazione di anomalia termica positiva va ad indebolire il gradiente meridionale della temperatura, favorendo una caduta del getto negli Oceani, intorno ai 50°N:



Nel corso della stagione Estiva questo pattern si accentua, perchè gli Oceani si scaldano poco rispetto ai continenti, cosicchè assume carattere di stazionarietà, partorendo Estati infuocate e molto lunghe se ci sono particolari condizioni correlate.

Viceversa, durante l'autunno il mancato ricongelamento a causa dello scarso spessore ed calore non riflesso ma immagazzinato nell'Oceano Artico, innesca rapidi raffreddamenti della Stratosfera con un forcing sul Vortice Polare che ristabilisce condizioni di NAO+:






23
tutto vero Filippo ma sarei curioso di vedere come sarà l’eredità del fmw early visto che l anno scorso fu late e comunque il pattern NAO - condiziono tutta l’estate a discapito delle previsioni estive che si supponevano con pattern positivo ...

Il problema estivo è che il getto affonda nel centro Atlantico in maniera persistente, favorendo continue pulsazioni sub-tropicali sull'Europa. E quest'anno abbiamo anche la QBO-....  Il FW può amplificare questo quadro, ma ricordiamo che l'anno scorso non c'erano i presupposti per un'estate calda, quest'anno invece ci sarebbero

PS(cmq per adesso non c'è nessun indicatore riguardo un FW early, è stata solo una supposizione di scenario...)




24
ECMWF non tiene accesa nessuna fiammella, basta guardare le ENS. Si tratta sempre di onde corte a fronte di uno schema dominato da un elevato Indice Zonale:




25
Direi  che siamo davanti al più classico dei classici ESE (La soglia critica del NAM è stata raggiunta il 13 Gennaio):




La tensione zonale in tal caso potrebbe allentarsi intorno alla metà del mese di Marzo, ritrovando una certa dinamicità.  Quello che veramente potrebbe fare la differenza sarebbe un FW early, cioè precoce, che renderebbe almeno la Primavera molto instabile. Tuttavia anche i FW sono un rischio, perchè abbassando la tensione zonale possono lasciare una scomoda realtà estiva (NAO-), per un trimestre che già soffre di questa tendenza per lo scioglimento dei ghiacci Artici, con un WR caratterizzato da  feroci pulsazioni sub-tropicali sull'Europa....





26
Se solo la troposfera riuscisse a raffreddarsi come là strato staremmo qui a parlare di era glaciale


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Eh si, ma purtroppo la dinamica è anticorrelata, ad un raffreddamento Stratosferico corrisponde un riscaldamento Troposferico....


27
E per fortuna che doveva essere un inverno caratterizzato da un'ottima B&D Circulation !...abbiamo i livelli di ozono fra i 10 e i 30 hpa sotto i tacchi....l'errore di Filippo a mio avviso sta nel considerare il gradiente Polo/equatore a fine estate che poco dice in merito al trasporto di O3 durante il semestre freddo giacchè nel periodo estivo la strato è praticamente inerte...................

Sulla BDC bisogna precisare che già a fine Estate aveva dato segnali nebulosi, evidenziando un'accelerazione soltanto nell'Emisfero meridionale, tanto che ad Ottobre eravamo messi così:



Solitamente, con ottima correlazione per ovvi motivi fisici, le Invernate caratterizzate da un VP disturbato sono precedute da un'accelerazione della BDC sulla Linea Equatoriale ,che si riscontra già nei mesi estivi.
L'ultimo anno che abbiamo avuto una BDC strong estiva, è stato il 2017/18 ed il segnale si è mantenuto anche d'Inverno:





Quindi l'Inverno 2019/20 non partiva con buoni presupposti sotto molti aspetti, ma c'era da sdoganare l'impatto del Geomagnetismo sul WR, con un AP index che aveva raggiunto i valori degli anni 2009 e 2010 (Ap<5):



Inoltre lo studio del grado di ellitticizzazione autunnale, mi aveva convinto a perseguire la strada di un reversal pattern che si sarebbe realizzato proprio in questo anno.

Come capite è stata un pò una "cabala" che tuttavia era doverosa per sciogliere questi dubbi una volta per tutte.
Aver avuto un Inverno molto sottotono mi ha fatto capire dei precisi concetti, per cui dal prossimo anno alzerò ancor più l'asticella  ;D





29
L'Inverno per quanto sia stato assente, ci sta lasciando un importante segnale sul Pacifico, quel segnale che ci auspicavamo.  Adesso ci vuole una bella Nina e nei prossimi anni rientrerà in carreggiata anche l'Europa:





30
I problemi sono diversi, una sottovalutazione (da parte mia) di alcuni parametri che tra l'altro avevo anche personalmente approfondito e che hanno anche avuto una fortissima correlazione in questi ultimi 25anni (si pensi allo studio che avevo fatto sulla BDC nel 2013 ed a quello del 2015 sulla PDO) , con un Inverno che è stato caratterizzato da un Indice Zonale molto spinto, una BDC debole ed un VP dopato(schema 1 -VP strong).

Le buone impressioni che aveva dato sulla carta  il setting del VP nei mesi autunnali (elevato grado di ellitticizzazione), sono state spazzate via da questo particolare schema dei parametri termodinamici, regalandoci un Inverno con scarsa intrusività d'onda.
L'impatto del Geomagnetismo sul WR va così ricalcolato, sono sicuro che il tutto sia legato e che il "LA" del trend sia già avvenuto nel 2017/18, ma che tuttavia i parametri termodinamici rimangano imprescindibili(Inverno 2006/07 docet, ad Es.)

Non è un dramma tutto ciò, aver sbagliato non vuol dire essere in alto mare e che tutto quanto fatto sia stato un errore se è servito a dipanare i dubbi principali.

Tralasciando un attimo quello che ci riserberà l'ultima parte Invernale ed un possibile incremento della dinamicità nei mesi primaverili, il problema sta tutto qua:







32
Giusto Chenal.
Però vedo anche una cosa che negli ultimi anni mi sono domandato spesso e quindi chiedo ai più esperti. Il continente africano in primis, ma sottolineando a livello globale sotto il 40 esimo parallelo circa fino all'equatore ( considerando per ovvie ragioni stagionali l'emisfero boreale) , negli ultimi anni d'inverno è quasi sempre , ed in particolare in alcune zone,  in linea media con anomalia negativa , cosa che avevo notato anche gli anni precedentemente passati. Può, in questo caso essere legata in parte alle anomalie positive che si riscontrano annualmente nella fascia temperata ed oltre dell' emisfero boreale ? Incide nelle anomalie della cella di Ferrel e di Hadley, e quindi a cascata onde di Rossby e quant'altro?
Scusate la domanda e l'OT.

Questo dipende dalla particolare configurazione che si instaura con questo tipo di pattern, con un rientro di aria più fredda che scende sui settori del Mediterraneo orientale ed Africa, dai quadranti settentrionali ed orientali.


33
Personalmente ho un sentore, diciamo un pensiero che ormai mi frulla in testa da un po', da dopo l'Epifania e qualche volta ho espresso scherzosamente poi ultimamente sempre in maniera più chiara.
Domani mi metto ad esporlo e ribadirlo per bene, voglio giocarmi quest'ultima carta poi se va male anche stavolta visto le mazzate prese con l'analisi invernale passata vi giuro che il prossimo Inverno mi dedicherò totalmente alla piantagione di patate, zucchine ecc... :D 
Cambio mestiere così alla fine ogni santo periodo invernale smetto di mangiarmi l'anima e la tranquillità mentale ;D

Non è colpa tua, il problema è che non capiscono.....A Dicembre avevo chiesto un Polar split mi hanno portato un Aperol spritz ....E per scusarsi mi ha detto:  Mi displacement

34
Le somiglianze col il 2006/07 sono notevoli, l'evoluzione ricalca la dinamica di quel tempo, anche se slittata in avanti di 1 mese (così come del resto il superamento della soglia del NAM).

Come ormai ripetuto più volte, le maggiori probabilità sono per una risoluzione in AD+, con compressione del VPS sull'Eurasia.
Forse alcuni si stanno facendo prendere un pò la mano dalla 1^ fase riguardante il pattern a 2 creste d'onda, ma di split onestamente non c'è traccia, questo per la mancata stazionarietà d'onda (un pò come accaduto a fine Dicembre, anche se lì  le probabilità erano state maggiori). Sul fatto che possa avvenire nella fase risolutiva dell'AD+, nutro molti dubbi ma ovviamente lascio sempre finestre aperte a possibilità che non sono in grado nè di controllare nè di calcolare.

Quindi avremo un 1^ step con moderata ellitticizzazione del VP e risalita di aria calda sull'Europa occidentale, ed un 2^ step che vedrà la rotazione dell'asse e la disposizione in AD+ con compressione della struttura ad opera della 1^ cresta d'onda.
I passaggi sono identici o quasi a quanto accaduto nella 2^ parte di Gennaio 2007(ed in parte Febbraio 2015),  con un pò di fortuna la coltellata Artica e il goal della bandiera potrebbero essere possibili.







35
Dopo 8 anni, l'Alaska torna nuovamente a sperimentare il gelo invernale più crudo che possano ricordare.
L'Inverno 2019/20 sta segnando il ritorno a condizioni di freddo e neve estremi in quel settore e questo, anche per l'Europa, è un segnale importantissimo come se volesse dirci: "Sto per arrivare anche da voi".
Prossimi mesi determinanti per capire se il cambio di WR è realtà:






36
Attenzione perchè l'intuizione potrebbe essere stata corretta  ::)  Sul Pacifico stiamo assistendo ad un importante cambio di WR che sta ribaltando il segnale del periodo 2013-17.
A livello del suolo sono presenti ancora i feedback del Blob, ma è significativa la persistenza del pattern che sta modulando il quadro termico secondo uno schema PDO- (Namias/West Coast):








è un momento chiave, riguardo il forcing solare e l'influenza su quello che chiamerei "Polo Meteorologico".

Tale schema è importantissimo perchè la particolare rotazione dell'asse va ad attivare la 2^ onda, favorendo Inverni anomalmente freddi sull'Europa:



Insomma ci sarebbero conferme rispetto a quanto detto anni fa.
Viene da chiedersi perchè allora l'Inverno 2019/20 non ha fatto quell'importante passo che ci aspettavamo, risultando anzi fin'adesso eccezionalmente caldo sull'Europa.
A mio parere, che dovrò approfondire nei prossimi mesi soprattutto nel caso la fase PDO- entrante sia confermata, ci sono parametri termodinamici cmq imprescindibili dal quadro generale, ma potremmo davvero essere al giro di boa.










37
Il raffreddamento Stratosferico da record che stiamo riscontrando col sole non c'entra nulla, casomai è evidenza del Global Warming, dove lo scioglimento del Pack Artico inibisce la propagazione d'onda, favorendo uno scollegamento nella 1^ parte Invernale per la disorganizzazione dei nuclei di vorticità.
La Stratosfera in assenza di e-p flux tende all'equilibrio radiativo, quindi si raffredda e fortifica il VPS con NAM molto positivo.

L'aumento dei Gas Serra hanno generato un aumento costante della temperatura ed uno scioglimento dei ghiacci che ha ormai raggiunto livelli preoccupanti, con fenomeni di feedback in continua amplificazione(assorbimento anzichè rifrazione).

Anche la PDO è un indice di variabilità interno che tende a modificare il waves train, ma non modifica il bilancio energetico. Ciò è ben documentato da una linearità dell'aumento termico indipendentemente dalle fasi PDO.
Tuttavia i cicli PDO hanno un determinante impatto sul pattern Euro-Atlantico



38
Invece il fattore positivo è il possibile reset del Blob Pacifico nel corso del mese di Febbraio, anche se andrà valutato se si tratta di un'oscillazione in bassa frequenza o dell'auspicato cambio di WR....


39
La situazione era ed è critica, l'Inverno rimane non pervenuto.
Prepariamoci ad un assaggio di Primavera tra fine mese ed inizio Febbraio, si potrebbero sfiorare i 20°C.
Nel frattempo avremo ancora un persistente 1wave number pattern in Stratosfera, con VPS dislocato su Eurasia, non sono attese deformazioni importanti.

Per il lunghissimo periodo(inizio Marzo) la situazione è ancora a rischio, 16 membri su 23 vedono ancora un VPS forte,mentre 7 lo vedono debole.
Il problema è che ci sono forti possibilità che anche se debole si tratti di un MMW displacement o cmq un'inversione di zonalità dipendente dalla sola 1^ cresta d'onda, cone effetti quasi nulli in tal caso sull'Europa.
Secondo me rimane cmq la possibilità di un pattern AD+ nel lunghissimo termine, con affondi artici da Nord-Nord/Ovest.



Intanto il Ghiaccio Artico è rimasto molto sottomedia, con un volume in record negativo nonostante la compattezza del VP.
l compito dei prossimi mesi sarà valutare bene il peso del Global Warming in questo Inverno, mentre è risultata ininfluente la bassissima attività solare (siamo ai livelli del 2009/10).

Inverno molto sottotono, ma estremamente didattico








40
Sul Pacifico la situazione sarebbe anche in linea con quanto era stato pronosticato, c'è stata indubbiamente una rimodulazione del pattern PDO nonchè dei settori Enso ed aree di convezione, ma non possiamo ancora cantar vittoria, bisogna capire se si tratta di un'oscillazione in bassa frequenza oppure se veramente il particolare decentramento del VP forzato dalla bassa attività solare, sta resettando la Jet-Stream.... Qualche forecast ci crede, ad esempio i canadesi, ma anche la NASA dà spunti interessanti di persistenza del pattern e di un indebolimento della Depressione Aleutinica.

La fortissima correlazione col pattern NAO, dovuta ad un riposizionamento della wave mother con effetto domino sul waves train , passa forzatamente da qui.

PS(mi sto riferendo ad un ciclo di Inverni futuri)



 


41
Si,  il goal della bandiera è nelle corde di questa dinamica  ::)

Pare che la strada sia quella di un displacement  del VPS sul settore Euroasiatico, con un pattern AD+ in progressiva estremizzazione grazie alla compressione del VPS ed all'aumento del grado di ellitticizzazione sul Continente, con flussi di calore gradualmente più convergenti.
Una evoluzione che prometterebbe qualche bella emozione, anche perchè grazie all'ESE abbiamo GPT da record, e veder venir giù una -40°C a 510dam sarebbe tutt'altro che impossibile(e già accaduto con questo tipo di dinamica) se ci fosse una buona risonanza.

Da lì bisogna poi vedere come evolverà la situazione, ci sono varie opzioni.....





42
Fotografia di un vortex displacement con azione prevalentemente ad una onda (e quindi poco o niente allungato)...


Sent from my SM-G973F using Tapatalk

La sensazione è che, persistendo il moderato grado di eccentricità ed il disturbo ad un'onda con warmings sempre più convergenti, si possa arrivare ad una forte compressione del VPS sull'Eurasia, con coltellata artica sull'Europa, breve ma intensa.... In tempi e modi per ora sconosciuti, ma potrebbe essere un passaggio chiave tra l'ESE ed un possibile MMW displacement...è l'unica cosa che mi è venuta in mente a quest'ora  ;D






43
Grazie abbiamo questa grande struttura che è il mayer e menomale che c'è a me mi hanno salvato mio figlio e prego ogni giorno per gli altri bambini che sono ancora li .

44
Un saluto e un grande abbraccio a Steve e in bocca al lupo per tutto ,anch'io ho partecipato poco in questi ultimi giorni perché avevo mio figlio i  terapia intensiva al mayer .Per fortuna ora sta bene grazie al gran lavoro del personale del mayer ,oggi rivedo il sole dopo giorni di buio totale .Volevo chiedere al grande mago con gli ultimi aggiornamenti come siamo messi in appennino Magellano.

45
Ragazzi
Steve ancora non è sbucato per il peggioramento di stanotte/domattina...
Domani avevo intenzione di fare un giro all’Abetone, ci troverò qualcosa in terra? Ho spulciato i LAM e non mi paiono così entusiasmanti... se devo fare du ore di macchina per poi vedere 5Cm mezzi sciolti allora vado a Calafuria a mangiá il fritto misto...
Se qualcuno mi delucida sul prossimo peggioramento sarei felice, comunque sia guarderò le webcam prima di partire
Buondi, mi spiace non aver potuto intervenire ma in questi giorni sono di nuovo alle prese con problemi di salute dei miei, vecchi e acciaccati, e sono fuori gioco per tutto il resto. Vi leggo quando posso. Alla prossima.

46
Non ci sono importanti deformazioni nella struttura del VPS, con un grado di ellitticizzazione che si mantiene piuttosto debole.
L'unico fattore interessante è il mantenimento di un moderato grado di eccentricità, che però al momento non si capisce bene se possa essere un bene o un male.
Cmq ripeto, io non sto sentenziando nulla, soltanto esprimendo dei pareri su quanto osservo  ;)

47
Praticamente la vedi nero...
non lo dici ma praticamente la frase THE END... la fai capire  :'(

La storia insegna che prendere posizioni assolutistiche nella meteo è sempre sbagliato, troppe variabili per mettere dei dogmi.
Tuttavia gran parte dell'Inverno se ne sta andando, ci ritroviamo a puntare su Febbraio con premesse al momento non proprio esaltanti, e su un Marzo sul quale metto un bel punto interrogativo....   ;)


48
Dopo gli insuccessi dei GM, i successi dei CM ( China model)

49
Sembra che vogliano toglierci anche le briciole  ;D   Riguardo un MMW, al momento ne siamo lontanissimi, tra l'altro quello su cui sta martellando GFS, come faceva notare anche Jack81,  è un disturbo ad una cresta d'onda che è possibile comporti anche un nuovo rinforzo, non si notano significative deformazioni nella struttura del VPS, questo almeno per adesso rispecchia le classiche dinamiche di un ESE .
Stiamo a vedere, io ormai da giorni son preparato anche al peggio, ma un canotto di salvataggio glielo voglio lasciare  ;)




50
Non vedo l'ora di battagliare con la + 20 ;D

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 231