BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - polo52

Pagine: [1] 2 3
1
Il movimento di fine mese è relativo ad una rotazione dell'asse del VPS forzato dalla 1^ cresta d'onda:




Nel frattempo nascerà un Siberian warming, dinamica che andrà a ricollocare i nuclei di vorticità con una disposizione favorevole all'attivazione della 2^ cresta d'onda.
L'impatto sulla NAO, in questo nuovo giro di giostra, potrebbe essere ben più incisivo


2
stai calmo fabry, che la guerra è lunga  :D :D....intanto da quel grafico bisognerebbe notare che si arriva a un warming del genere senza grandi eventi di heat-flux  ;) ;) ;)

Proprio così grande Batstef  :) .... Coreggimi se sbaglio, ma dipenderebbe dall'attrito sul settore Siberiano generato dal displacement del VPS?


3
Inoltre come discutevamo Batstef ed io una settimana fa, sta cambiando anche il segnale sul Pacifico, assumendo quella disposizione che ci aspettavamo.

Sarà una guerra.

4
Mancava lui   :D

Cmq visto che gli piace tanto il CFS, rispolveriamo quello che prevedeva per Novembre:



E le anomalie al 17 Novembre:






6
Intanto facciamo presente l’ottima presenza di ozono totale e la sua ottima distribuzione su entrambi i lati di nostro interesse.  :D :D


7
Clover..quindi la stratosfera puo modificare o modulare la atmosfera...mi ricordo che lo split dell anno scorso ha iniziato a modificare la tropo se non altro nel comportamento...

Bè certo, si chiamano TST per questo (Troposphere-Stratosphere-Troposphere)




8
Il riscaldamento che vediamo adesso nei forecast, fa parte di un processo fisico che è iniziato nei mesi autunnali.
Un "TST event" , che avrà ripercussioni sulla circolazione Troposferica nel corso del mese di Dicembre.
Ed è normale adesso non vedere la 2^ cresta d'onda, questo perchè si presenterà eventualmente in un secondo momento e dipenderà dal setting del VP.
Come ho sottolineato sull'Outlook, il grado di forza del VP dipende dalla particolare disposizione dei nuclei di vorticità e, quindi, dal loro impatto su Oceani e Continenti.
Non è sufficiente calcolare il grado di ellitticizzazione, ma è necessario anche l'angolo rispetto ad un asse di riferimento.
La divergenza/convergenza del momentum flux dipende sostanzialmente da questo, la Stratosfera va a "copiare" una dinamica già settata in Troposfera.




9
Scusate se intervengo, ma è doveroso chiarire un punto.

Un canadian warming non può mai essere di tipo maggiore, in quanto manca una condizione fondamentale citata nella letteratura scientifica: l’inversione della circolazione zonale.

Inoltre il gradiente termico è maggiore ai 30 hpa e questo non è di certo il caso


10
E facciamola partire la prima onda prima di volere la seconda  :D  Vi mettete prima le scarpe o i calzini?


11
Come fa ad essere un CW se è un Siberian Warming?  ;)  Rafforzerà l'Anticiclone Stratosferico Aleutinico e andrà a produrre una ellitticizzazione del VPS nel corso del mese di Dicembre.

Ma le cose più interessanti avverranno sotto, con un'Aleutian Low, AD+ e la tendenza ad impulsi Nord atlantici (Atlantic Ridge) e poi artici sull'Europa (Polar Break).
volevo vedere se eri preparato ;D :D

12
Il Canadian Warming ha la peculiarità di essere caratterizzato da wave break in alta Stratosfera, con i livelli isobarici al di sopra dei 30hPa che assistono ad un raffreddamento ed un incremento delle EPV e zonal wind.
Questo di CW non c'ha nemmeno una virgola, è un SSW (Riscaldamento su tutti i livelli della Stratosfera con aumento termico di  30°C o superiore alla quota dei 10hPa).........



13
Come fa ad essere un CW se è un Siberian Warming?  ;)  Rafforzerà l'Anticiclone Stratosferico Aleutinico e andrà a produrre una ellitticizzazione del VPS nel corso del mese di Dicembre.

Ma le cose più interessanti avverranno sotto, con un'Aleutian Low, AD+ e la tendenza ad impulsi Nord atlantici (Atlantic Ridge) e poi artici sull'Europa (Polar Break).
in effetti se è siberian nn è canadian... ;D ;D

14
Ed è proprio quello che evolverà in Canadian.. ;) ;D

Come fa ad essere un CW se è un Siberian Warming?  ;)  Rafforzerà l'Anticiclone Stratosferico Aleutinico e andrà a produrre una ellitticizzazione del VPS nel corso del mese di Dicembre.

Ma le cose più interessanti avverranno sotto, con un'Aleutian Low, AD+ e la tendenza ad impulsi Nord atlantici (Atlantic Ridge) e poi artici sull'Europa (Polar Break).

 

15
 Flussi ancora troppo divergenti, nonostante il forte Warming in corso.. per poter creare i presupposti ad un efficace allentamento delle isobare del VPS a 10 hpa e permetterne una più adeguata intrusività d'onda e possibile attivazione della W2, in seguito all'incremento del grado di ellitticizzazione del VPS, così da innescare il processo del Break Down definitivo, purtroppo con una convezione equatoriale non ancora congeniale.
 Il reparto SSTA della PDO, non consente ancora questa dinamica, per cui le anomalie restano ancora deboli per dare freno alla W1, in traslazione verso il comparto Aleutinico lato Canadese.. e dunque il rischio è più rivolto verso un tentativo di Canadian Warming ad opera della sola azione ad 1 Wave Pattern..  ::)

 Il comparto Atlantico, nonostante il buon periodo per una situazione da NAO neutra/debolmante negativa? nel prossimo futuro.. ed una disposizione delle SSTA nuovamente in rimodulazione con imprinting da ATL+, nonostante abbia avuto un buon processo di assorbimento fin qui a direzione ATL- e Pattern più tipico da NAO-... non favorisce a sua volta una giusta ed efficace ripartenza della W2, ad innescare conseguentemente la reazione d'intrusività d'onda, per cui il Pattern si rimodula a 2 Waves e sopperire al processo appunto di Breakdown.. questo io me lo aspetto dalla seconda metà di Dicembre in poi, fin la prima metà di Gennaio. ::)
 Il problema resta sempre lo stesso al momento.. una PDO ancora incline alla positività, che dà l'allocamento semipermanente alla Wave Mother.. e un tripolo atlantico che favorisce più il ritorno del Pattern NAO+ che il contrario.

 Bisogna che queste anomalie vengano adeguatamente rivolte verso una più efficace disposizione da valori mediamente negativi, da permetterne una stazionarieta' d'onda pacifica nel comparto Aleutinico, verso il lato Siberiano e non verso il lato Canadese(tra l'altro un leitmotive dell'ultimo decennio circa..).

 Ecco perché ancora non sono convinto, del tutto, ad una vera e decisiva debacle del VP... per ora.. ;)

16
Comunque vada ragazzi anche se ovviamente spero nell'ipotesi Lambretta  :D
Sarà un successo perché per un altro anno ancora vivremo insieme una nuova emozionante stagione invernale, questa è per me la più bella e grande vittoria.
In mondo dove la vita reale purtroppo è tanto dura, cruda, a volte si fa fatica ad andare avanti rimangono luoghi dove sai che lì sei a casa, lì puoi far finta che vada tutto ma sopratutto dedicarti a quello che più ami.
Ve lo dice una persona che per anni ha lottato per trovare la felicità e che solo ultimamente sta riscoprendo insieme a tante splendide cose dopo essersi disfatta completamente di un passato che più gli apparteneva.
Grazie e anche se scrivo poco, mi scuso, sento questo piccolo forum come quasi una casa, chiudo l'OT...


17
Veramente siamo io e Batstef ad essere soli contro tutti   ;D  tu sei in buona compagnia col Nonno Rodano e tutti i centri di calcolo Internazionali  ;)
...se tu e Stefano avete bisogno di un portaborse, mi candido umilmente  ;D

18
Ed ecco che Reading inquadra la discussa dinamica con potente Heat flux e netto calo delle velocità zonali.
Aumenta il grado di eccentricità del VPS in seno alla spinta dell'onda planetaria, processo che manterrà attivi i flussi di calore.
Il VP si mantiene disturbato e la AO su valori negativi, così come si conferma il WR Euro-Atlantico.
 ;)
Esatto Filippo, già da ieri s'intravedeva qualcosa con prima impennata delle EPV, disturbo che evolverà in rotazione e displacement Euro-Asiatico del core VP, dimezzando o quasi le velocità zonali e riportando l'intera colonna in linea con le medie stagionali.

Plot 10 hPa


Plot 1 hPa: notevole il Lag240, prima della successiva contrazione


Infine GFS ENS Xlong: da notare l'abbondanza di membri sotto i 15 m/s e addirittura sotto i 10 m/s  :o

19
È quasi imbarazzante essere da solo contro tutti.. ??? :-[ ;D

 È il mio nuovo mantra da rito scaramantico.. ::) :D

Veramente siamo io e Batstef ad essere soli contro tutti   ;D  tu sei in buona compagnia col Nonno Rodano e tutti i centri di calcolo Internazionali  ;)


20
Ed ecco che Reading inquadra la discussa dinamica con potente Heat flux e netto calo delle velocità zonali.
Aumenta il grado di eccentricità del VPS in seno alla spinta dell'onda planetaria, processo che manterrà attivi i flussi di calore.
Il VP si mantiene disturbato e la AO su valori negativi, così come si conferma il WR Euro-Atlantico.

 ;)




21

Filippo, se questa è la strada, non ti basta più la lambretta!

 ;D

Eh si caro Marco  :)  I Modelli stagionali iniziano ad annusare qualcosa di diverso rispetto agli input Ottobrini, andando a modificare il quadro generale anche in maniera sostanziale.
Il momento della verità è vicino.
Intanto anche CFS da qualche run sta cambiando scenari:









22
Capitano, barra a dritta?  ;D


Admiral Ackbar

Bè, per ora direi  ;D ;)

Scusa cloover giusto per capire: il pattern da te individuato anche per l'inverno è quello e ok, però a fine mese circa c'è il rinforzo del VP e dovrebbe cambiare temporaneamente lo scenario, ma per quanto tempo prima di tornare al "tuo" pattern? Cosa che cmq non sembra scontata mi pare di capire.......

Grazie e scusa se la domanda è stupida :D

Citazione
però a fine mese circa c'è il rinforzo del VP

??



 ;)


23
Situazione che per adesso sta seguendo quanto auspicato, con l'abbassamento della storm tracks a condizionare pesantemente le condizioni meteorologiche sull'Europa, anche sul lungo termine.
Naturale disturbo ad un 1 onda in Stratosfera per il progressivo dislocamento del VP sul settore Euroasiatico, un movimento che era stato ipotizzato già nella stesura dell'Outlook.
Il forte raffreddamento Siberiano favorirà infatti l'affondamento del getto innescando nuovi heat flux via via più convergenti sino ad un nuovo aumento del grado di ellitticizzazione del VPS.
Nuclei di vorticità che si mantengono così frammentati sul settore canadese inibendo ricompattamenti del VP nell'area critica Canado-Groelandese:
Capitano, barra a dritta?  ;D


Admiral Ackbar

24
Situazione che per adesso sta seguendo quanto auspicato, con l'abbassamento della storm tracks a condizionare pesantemente le condizioni meteorologiche sull'Europa, anche sul lungo termine.
Naturale disturbo ad un 1 onda in Stratosfera per il progressivo dislocamento del VP sul settore Euroasiatico, un movimento che era stato ipotizzato già nella stesura dell'Outlook.
Il forte raffreddamento Siberiano favorirà infatti l'affondamento del getto innescando nuovi heat flux via via più convergenti sino ad un nuovo aumento del grado di ellitticizzazione del VPS.
Nuclei di vorticità che si mantengono così frammentati sul settore canadese inibendo ricompattamenti del VP nell'area critica Canado-Groelandese:






25
Quindi possiamo dire che ci giochiamo tanto se non tutto da cosa accadrà a fine mese (o ultima decade)?
Della serie tutto o niente :D

Non la farei così precipitosa la situazione.... La contrazione si verifica nelle code modellistiche e va sempre inquadrata bene, inoltre è un periodo nel quale è normale questo movimento ad 1 onda, soprattutto nel caso sia presente un forte raffreddamento del settore Siberiano.
Ad esempio accadde anche nel 2009 nello stesso periodo tanto x dirne uno a caso:






26
;) ( z700 come la loro )



vediamo, anche se partiamo con l' handicap...va detto  :D



;)
Infatti per adesso vince il CFS a mani basse  :D   Ma la strada è lunga e scommetto che tanto tranquilli non sono....Cmq le previsioni come le fanno loro si possono fare anche noi, si mette un plot degli ultimi 7gg ed ecco il prossimo mese   :D




27
Da 20anni guardo questo e non mi ha mai fregato  :D
è scattato a 1, ma come evidenziava anche Alessandro, non è una dinamica da ESE.
Inoltre siamo appena a 2900dam nel core,  mentre è prossima una forte ellitticizzazione(non possibile in caso di ESE) con momentum flux semi convergente.
Avremo un nuovo calo del NAM anche piuttosto importante.
In seguito sembra possibile la 1^ vera contrazione a fine mese.... Ecco, questa sulla carta potrebbe anche essere una dinamica da sfondamento NAM nel periodo di risoluzione se i flussi di momento avessero componente meridionale o si interrompessero



28

Questo avvalorerebbe ancora di più le parole di Filippo che afferma che la disposizione dei nuclei di vorticità è più importante del mero dato numerico. Il numero in sè estrapolato dal contesto non spiega pienamente le dinamiche in atto.

Pare quasi che io debba passare ogni anno da difensore del NAM, cosa che non mi interessa e che oltretutto per me ha meno valore di quello che può trasparire da ciò che scrivo..

però dire che il numero in sè non spiega le dinamiche è in parte errato..ogniqualvolta il NAM ha superato il valore di +1,5 dal inizio anni 90 al 2019 la NAO media sui 60 giorni seguenti è stata positiva..negli ultimi anni non solo il valore medio positivo è aumentato, ma il numero di giorni in NAO negativa (chiamiamole eccezioni) all'interno della media positiva sono diminuiti, testimoniando un rafforzamento della relazione NAM/NAO..

di conseguenza se si parla di indice NAO, il numero del NAM ha una rilevanza certa..se invece si parla di altro ovviamente il discorso cambia.. ;)

da qui l'importanza di poter leggere un valore che sia certo su un grafico, o almeno che sia uguale a quelli letti gli scorsi anni, per poter avere una indicazione importante..purtroppo non posso più calcolare il valore del NAM personalmente causa mancanza dati giornalieri, quello era l'unico certo,non perchè sono un fenomeno io, ma perchè sapevo con certezza come veniva calcolato ed aveva una correlazione di 0,99 con quello "ufficiale" di Baldwin consultabile qui: https://people.nwra.com/resumes/baldwin/nam_index_1958-2006.txt

e comunque ribadisco che volevo solo porre l'attenzione sulla discordanza di fonti diverse,anche se personalmente mi rifarei al grafico NOAA da 1 a 1000hpa, in quanto la sezione verticale dell'AO probabilmente non è normalizzata sulla media 81-2010 (i valori giornalieri di AO e NAO non restituiscono il valore mensile in archivio a causa di una diversa standardizzazione,probabilmente i valori giornalieri vengono standardizzati su una media più recente)..

29
intanto noto un po' di confusione in orbita NAM..secondo le anomalie 65-90N (che da letteratura sostituiscono il classico NAM calcolato u base EOF:"Given this similarity, the NAM index is defined by the polar‐cap geopotential height anomaly integrated north of 65°N then multiplied by −1" Martineau&Son confermato tramite mail da Baldwin) a 10hpa siamo tra +1,5 e +2:


secondo questa siamo tra +1 e +1,5:

mentre secondo questa non siamo nemmeno a +1:

scegliete pure il vostro valore di riferimento preferito.. :D

L'unica cosa che possiamo dire è che si viaggia su valori record degli zonal wind da due giorni e sarà cosi per altri tre:

Siamo o meno già in presenza di un ESE?

anche gli heat flux medi su 45 giorni a 100hpa confermerebbero il low heat flux event (si noti come lo scorso anno nonostante un VPS molto forte in autunno gli heat flux medi non scesero mai sotto media se non per brevissimi periodi):

Personalmente credo che si stia camminando sulla linea tra ESE e non ESE e ritengo valide sia le ipotesi ESE si che quelle ESE no..è possibile che nei prossimi giorni la situazione diventi più netta,come anche che si prosegua su un'evoluzione borderline.. ::)


Questo avvalorerebbe ancora di più le parole di Filippo che afferma che la disposizione dei nuclei di vorticità è più importante del mero dato numerico. Il numero in sè estrapolato dal contesto non spiega pienamente le dinamiche in atto.

30
Pensa che per me siamo messi benissimo. Da tanto non vedevo potenzialità del genere...... bellissimo sapere che tutti i modelli ci remano contro; soprattutto pensando che già di Novembre non ci hanno capito nulla.....

è cmq sempre bene non sottovalutare l'unanimità modellistica.... Mi piacerebbe solo sapere quanto peserà sui modelli l'attuale dinamica che riscontriamo in Stratosfera...   ::)


31
Un caro saluto a tutti.


PREMESSA

Siamo al nodo cruciale di un'avventura iniziata quasi 5 anni fa, quando quel Natale del 2014 ebbi un'intuizione riguardo l'evoluzione dei futuri Inverni, parlando di VP mediamente forte fino all'anno 2020:

Citazione
Quando torneranno inverni favorevoli ad un VP molto disturbato? probabilmente dovremo attendere il 2020 per tornare a vedere configurazioni simili al 2009/'10 o 2010/11 , ma è possibile che già nel 2017/'18 si verifichino le prime avvisaglie.
Poi se le proiezioni saranno rispettate, dal 2020 potremmo abituarci ad inverni con tensione zonale molto bassa, contraddistinti da una forte componente Siberiana con gelo intenso e nevicate diffuse che tornerebbero gradualmente ad interessare l'Europa centro-occidentale

In pratica, lo studio sulla Brewer e Dobson circulation completato nel 2013, andava integrato con un qualcosa che riuscisse a decifrare non solo l'attività d'onda, ma anche la locazione della stessa.

In tal senso l'Inverno 2014-'15 è stato molto esaustivo, evidenziando come pur in presenza di BDC strong e flussi di calore molto attivi, arrivavamo inaspettatamente ad un ESE che di fatto uccideva l'Inverno appena ai nastri di partenza, confermando l'indistruttibilità del VP.

E qui ci va un'altra osservazione. Il VP non nasce forte o debole.
Lo studio sul grado di ellitticizzazione andava integrato con un qualcosa che ne verificasse anche l'angolo rispetto ad un asse di riferimento, perchè è proprio l'impatto sulla particolare conformazione del nostro emisfero(oceani, continenti, catene montuose) a rendere forte/debole il VP.
Che in alcuni casi, pur in presenza di un'onda planetaria particolarmente intrusiva, vede improvvise riaccelerazioni e la divergenza del momentum flux:



In tal senso l'Inverno 2017-18  ha effettivamente dato un primo assaggio di questo cambio di pattern, un evento che sorprese tutta la comunità scientifica(anche allora i modelli Internazionali puntavano su di un VP forte, correggendo poi il tiro in corsa e fuori tempo massimo ), ma che avevo invece ben previsto.
Pure lo scorso Inverno è stato caratterizzato da una forte perturbabilità del getto ed un MMW anche se con scarsa propagazione a causa di una debole BDC, ma questa serie di eventi estremi stratosferici in 2 anni, con indici in alta frequenza opposti, non fanno che confermare il quadro.


SUPER INVERNO ALLE PORTE?

L'Autunno è stato caratterizzato da un VP piuttosto debole e da un wave number pattern elevato.
Abbiamo riscontrato precoci nevicate nell'West degli States e nel Midwest, nonchè un abbassamento della storm tracks atlantica:



Una dinamica che ha favorito un netto raffreddamento della Stratosfera.

Questa evoluzione, unitamente ad altre considerazioni, mi hanno fatto propendere per un mese di Novembre a forte impronta oceanica sull'Europa e Mediterraneo, pattern precursore di una forte espansione dell'Anticiclone Russo-Siberiano:



Ma questa è già storia.


OUTLOOK INVERNO 2019-20

Mi attendo un Inverno dinamico e lungo, caratterizzato da piogge e nevicate sul nostro territorio, con pause Anticicloniche non persistenti.
Possibile un'ondata di freddo di magnitudo anche importante.


I plot di seguito vanno presi come solo carattere indicativo e non previsionale.


DICEMBRE

Mese ancora contraddistinto da aria oceanica ma con possibile Polar Break. Neve che potrebbe già fare la sua comparsa a quote molto basse specie al Centro-Nord:




GENNAIO

Nel mese di Gennaio dovrebbe manifestarsi in maniera più evidente il pattern collegato ad un "VP weak", con complicazione del quadro per il contributo di aria fredda Russo-Siberiana sull'Europa:



FEBBRAIO

Per il mese di Febbraio, a livello di potenzialità, valgono le medesime considerazioni di Gennaio:



MARZO

Inserisco anche il mese di Marzo perchè potrebbe essere caratterizzato da importanti recrudescenze invernali, inoltre mi serve per verificare l'impatto sulla NAO del trimestre J,F,M.







Chiaramente non ho la pretesa di indovinare ogni mese, questo esercizio serve solamente per verificare la bontà di alcune deduzioni ed evidenziare le potenzialità di una stagione che, secondo me, sono piuttosto elevate.
Sottolineo che tale proiezione è l'unica attualmente a vedere un Inverno degno di tale nome sull'Europa.
I centri di calcolo Internazionali sono all'unanimità di tutt'altro avviso, raffigurando un Inverno mite e secco condizionato probabilmente da un episodio di forte raffreddamento stratosferico.

Grazie per la Vostra attenzione ed un caro saluto a tutti.


Filippo Casciani (Cloover)








32
Intanto valori del NAM ancora significativi ma non altissimi, siamo sempre tra 0.5<=NAM< 1

Il profilo termodinamico era e rimane di altissimo interesse.


33
Cmq secondo me, il fatto che ti escano anomalie simili ai centri di calcolo Internazionali ( che non sono la calcolatrice del mulino bianco), deve farti solo piacere.
C'è un evidente segnale di fondo che spinge in questa direzione, e l'hai inquadrato bene  ;)

Come al solito rimani il solo a vedere un buon inverno... speriamo che chi l'ha dura la vince, ma dubito  :'(

34
Occhio che già da qualche giorno sul lungo termine viene proposta AO-- e NAO+:




questa è una tipica condizione da fase continentale in Europa/Mediterraneo, sia contestualmente che , più spesso, come predictor (anticipa l'evento freddo di 5-10 giorni)..più negativo è il valore della differenza AO-NAO e più alta è la probabilità..

ovviamente basta un run e tutto può cambiare, ma se dovesse andare avanti così, tra qualche runs mi aspetterei carte interessanti sulla parte destra dello schermo.. ::)

35
Da ieri al NOAA ci "provano", ribaltando i forecast "politically correct" dei gg precedenti ::)

Prematuro Heat Flux


Flussi in progressiva convergenza


NAM in forte anomalia negativa


Il forte raffreddamento in alta strato


2-waves pattern e VPS in forte ellitticizzazione/rotazione antioraria


Reading che sembra voler confermare...





36
Si parla erroneamente di decoupling, si dissociano i piani Stratosferico e Troposferico, facendo un errore di fondo.
L'alto wave number pattern è quello che sta provocando il raffreddamento della Stratosfera ed il forte approfondimento del VPS. L'unico fattore che nel periodo invernale può produrre riscaldamenti stratosferici è legato al flusso di Eliassen Palm, che deposita momento esterlies nel flusso zonale.


Il grado di eccentricità ed ellitticizzazione del VP, la stazionarietà ed intrusività d'onda, ci comunicano che molto presto (probabilmente tra fine Novembre ed inizio Dicembre), si verificherà il primo potente Heat flux per l'incremento di vorticità potenziale, favorendo una fortissima attività d'onda, l'abbassamento del wave number pattern e l'innesco di movimento antizonale.

Un Dicembre che quindi potrebbe essere caratterizzato da una significativa perturbabilità del getto, un tempo umido e freddo sull'Europa e Mediterraneo,da un WR AO- , da un nuovo incremento del wave number pattern e da un nuovo raffreddamento Stratosferico per la tendenza all'equilibrio radiativo.

C'è sempre una "stretta collaborazione" fra Troposfera e Stratosfera, anche se ad una prima analisi i due piani possano sembrare dissociati.


37


Direi di partire subito con l'AO Index che è previsto in forte tracollo e dovrebbe attestarsi su una media di - 3 verso il 10-13 Novembre, parliamo quindi un possente disturbo in troposfera ai danni del vortice polare troposferico.



Che troviamo confermato qui sopra a partire dal 10 Novembre.



Un disturbo davvero molto possente e strutturato che andrà a compromettere notevolmente il vortice polare dapprima troposferico ma sopratutto sembra avvenire nella sua fase di quasi massimo raffreddamento attuale.
Un coltello piantato dritto quasi al cuore quando le cose (per lui) sembrava potessero andare per il meglio.



Stavolta il tutto pare messo in moto dalla seconda onda planetaria, la prima sembrerebbe rimanere meno attiva.
Dovrei comunque guardarmi anche le altre mappe per dirlo con certezza, quelle dei centri di vorticità ma mi fa fatica ora  :D

->  Mi ero dimenticato di aggiungere che il NAM index visto quanto previsto subirà una più o meno marcata battuta di arresto che valuteremo meglio per intensità i prossimi giorni.



Tra l'altro proprio verso metà mese quando sembra interrompersi il lungo periodo perturbato atlantico (chiudersi la porta) iniziato poco fa si notano i primi interessanti movimenti in troposfera, ho preso come riferimento GFS alle sue fanta 336 h ma basterebbe già l'inglese alle 240 h per notare qualcosina.
E ormai quasi lecito aspettarsi verso quel periodo non vorrei dirlo ma ormai lo faccio i primi seri raffreddamenti sull'Europa orientale anzi direi forse anche più intensi del normale.
Anche qui in Italia la situazione potrebbe sbloccarsi verso quel periodo lì e virare verso un graduale possibile raffreddamento.
 
•• Vista la forte intensità del riscaldamento troposferico previsto per non dire violenta come risponderà il vortice polare, sopratutto quello stratosferico ??
Perché è ormai chiaro che lassù il VPS non starà a guardare e la risposta a tale sconquasso sarà immediata adesso però ci sarà da vedere e sarà di vitale importanza per il proseguo valutarne l'entità.

1 • Se il VPS dopo il parziale rallentamento rispondesse approfondendosi ulteriormente e stavolta in maniera molto intensa allora i rischi di un ESE COLD diventerebbero purtroppo concreti e a questo punto nulla potrà intervenire a fermarlo se non dopo il suo normale decorso di circa 60 giorni.
Capirete bene che ci giocheremo una buona parte di fetta invernale.

2 • Se il VPS dopo il forte sconquasso facesse fatica a riprendersi o lo facesse in maniera moderata senza passare all'estremo allora salirebbero nettamente per non dire quasi sicuramente le quotazioni di un successivo MMW che a questo punto potrebbe veder vita nel mese di Dicembre da metà in poi.
Successivamente lì per noi potrebbero aprirsi diversi scenari più o meno favorevoli ma sicuramente dinamici.

•• Quando potremo avere la risposta ??

Verso fine mese, perché è una dinamica vista la portata e l'intensità che richiede diversi giorni per la realizzazione.
Ma di una cosa sono quasi sicuro, ci darà una risposta quasi certa su parte delle chiavi del prossimo Inverno.

••• E per concludere...



Secondo il mio piccolo parere da semplice neofita amatoriale di questo campo, continuo a pensarla come l'ipotesi A qui sopra postata e messa la scorsa volta...

38
Tutto fuorché l'ansia, anzi  ;)
Ancora qualche minuto e ci sono, qui la Wi-Fi è lentissima :D

39
Secondo me potrebbe esserci spazio anche per una retrogressione a Novembre, più probabile nella seconda parte, che potrebbe regalarci un mese sottomedia come temperature ma anche come precipitazioni.. ::)

confermo, dopo la prima metà del mese atlantica vanno aumentando le possibilità di una seconda parte/inizio dicembre all'insegna di un blocco altopressorio tra nord-europa e scandinavia, con conseguente circolazione fredda verso il Mediterraneo.. ;)

40
Non posso postare ma vedo che perde colpi il peggioramento previsto per mercoledì. C'era da aspettarselo in parte, le carte di qualche giorno fa erano estreme.
c'è da cominciare a fare come con la neve..se a 6 ore confermano si può iniziare a gioire ;)

41
il segnale di fondo, che viene dal Pacifico, per l' ultima decade continua ad essere molto stabile :


42
La situazione in Stratosfera, contrariamente a quello che molti credono e contrariamente alle proiezioni stagionali dei principali centri di calcolo mondiali, sta evidenziando una possibile dinamica di "Polar Vortex Weak" invernale:





43
Facile così eh..si fa fare il lavoro al CSCT e poi si copia:



Cambiamno in corsa  ;)

44
Facile così eh..si fa fare il lavoro al CSCT e poi si copia:


45
Inizio a scrivere il CV in inglese.. 8)

48
quelli di CFS ci leggono:


49
Nonno lo sai vero.....Che se s'ha ragione noi è da ridere  ;D

Più che da ridere sarebbe l'ora di farci i soldi.. :o ;D ;D

scherzi a parte, profilo basso, deve ancora iniziare Novembre e come sempre ci sarà da patire per portare a casa un risultato dignitoso anche quest'anno.. ;)

50
:-*


Nonno lo sai vero.....Che se s'ha ragione noi è da ridere  ;D

Pagine: [1] 2 3