BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Gg84

Pagine: [1]
1
Visto aggiornamenti NAO e AO  :o 8) :o.....qui le TLC stanno prendendo una piega da....meglio non dirlo





 8)

2
 Sta precipitando tutto subito e troppo in fretta.. mi sa che si anticiperanno i tempi e che assisteremo a scenari davvero inconsueti e situazioni di una precocità disarmante.. il bello è, che il gran raffreddamento, sia del comparto Russo-Siberiano ed Asiatico, che di quello Europeo di conseguenza.. determineranno assetti barici, e Pattern reiterati e persistenti, che credo non ci siano eguali nella Storia Meteo recente e moderna.. e forse nemmeno nel passato più remoto.. ::)
Vi sto parlando di situazioni Strato-Troposferiche, che vivono, in concomitanza, andamenti climatici e repentini escursioni isotermiche, con importanti squilibri termodinamici dettati appunto dalle forte anomalie in gioco, e prima di tutto da quella Artica..
 Il fattore Solare(minimo del ciclo, e probabilmente di un lungo trend di cicli a bassa attività..) tuttavia, resta l'indiziato primario a tale riassetto dei Pattern Atmosferici, con il dovuto Feedback di cui stiamo vivendo a partir dallo scorso fine inverno.. una situazione pressoché paragonabile agli anni a cavallo tra la fine del XIX° secolo e l'inizio del XX° secolo, quando a far da traino al periodo climatico di quei decenni, ci fu indiscutibilmente l'andamento di bassa attività solare associata.. che dir si voglia, hanno una sovrapposizione con il Ciclo ancora in corso e in via di esaurimento. ;)

 Direi che siamo arrivati sicuramente alla soglia di un grande mutamento o cambiamento climatico legato agli andamenti stagionali in se.. si assistono estremizzazioni, proprio dovute a questo riassetto dei Pattern legati principalmente alle dinamiche solari, che non a caso modulano la nostra atmosfera attraverso le radiazioni cosmiche e l'irraggiamento diretto sugli oceani e mari Artici.

 Il fattore più aggressivo, in questo periodo legato appunto a questi anni di transizione verso un nuovo ciclo climatico.. è certamente la correlazione ascritta al recente periodo di GW, sostanzialmente conseguenza dell'Optimum Moderno, trascorso in seno ai forti Cilci di Massima Attività solare del XX° secolo.., ed il processo di cambio repentino delle anomalie associate all'ondulazione verso il periodo, appunto, delle fasi cicliche solari di minima attività a cui stiamo iniziando ad assistere.
 Un quadro Cosmico-Solare-Planetario, che va a modulare tutta una serie di circolazioni termodinamiche degli Oceani, e Atmosferiche dei centri Barici, con una sorta di gamma di Feedback in risposta ai processi di ondulazione ciclica che creano una Mix Esplosivo proprio durante gli anni di cambio climatico.

 Molto probabilmente le conseguenze sono appunto ciò che assistiamo nei fenomeni estremi meteorologici sia locali circoscritte, che su più larga scala.. e non immagino cosa possa esserci a breve, e nel prossimo futuro, con tutto il riposizionamento delle anomalie e le risultanti dei Pattern che ne conseguiranno.. certo che il riequilibrio termodinamico ci sarà e non vi è alcun dubbio, ma prima di allora, lo scossone a tale riequilibrio sarà davvero notevole e traumatico per molti.. per cui si assisterà a situazioni meteorologiche con un certo dinamismo(nulla a che vedere con il passato degli anni recenti..) fuori dalle righe, e spesso i contrasti maggiori avrann conseguenze tutt'altro che scontate e prevedibili. ::)

 Direi che la situazione si sta facendo seria ed importante.. un certo allarmismo mi sta pervadendo da un po di tempo. :-X ???

3
Visto aggiornamenti NAO e AO  :o 8) :o.....qui le TLC stanno prendendo una piega da....meglio non dirlo

4
Mi sono già sbilanciato pesantemente, ora mi resta solo da smutandarmi  :)

A parte gli scherzi , per quello che ho esaminato in questi due mesi, devo dire che tecnicamente ci sono le premesse per un disturbo forte e persistente alla struttura del Vortice Polare nel trimestre invernale.
In 3 parole una decisa dinamicità del getto, con ondate di gelo, nevicate, ma anche piogge, temporali e sbalzi termici importanti. Con Mediterraneo area di convergenza, ed un' Europa che potrebbe entrare nel freezer a più riprese.
Il ruolo della stratosfera in questo folle gioco atmosferico potrebbe riguardare  un' amplificazione del pattern, anzichè un suo smorzamento.







5
Grandi differenze tra i 2 GM, sintomo che come sempre l'evoluzione è di difficilissima individuazione. Reading ovviamente sarebbe la perfezione per noi.
Seguo tutti voi con grandissimo interesse e ammirazione, incrociamo tutto :D

6
Intanto stamani gfs getta le basi per un ottimo dicembre. Hp sul uk e azione del lobo siberiano sull est europa molto.vicino a noi


a me GFS sinceramente fa abbastanza pena in ottica invernale per tutto quello discusso in precedenza..invece ECMWf.. :o

poesia pura.. ;)


7
Bella la carta degli spread in area Scandinava... :o ..e anche per la direzione dei bombolotti in arrivo da nord-est..
il primo pare poca roba, ma sarà una sorta d'apri pista, il secondo pro-centro-nord  ::)
animo gente! che il valore nam sta bene così com'è..dimostrazio e di una troposfera super reattiva!


8
Scusate l'OT e l'ignoranza sull'argomento, ma avere account multipli significa che la stessa persona si registra con nomi diversi? E quale sarebbe lo scopo? Anche in altri forum ho letto queste cose ma mi chiedo a cosa serva? Qualcuno può spiegarmelo? Grazie

Gentile Roberto, lo scopo in molti casi è quello che hai appena avuto modo di vedere in queste pagine.
Persone che con il loro nick "ufficiale" si comportano in maniera ineccepibile e rispettosa, come in effetti faceva l'utente "Grecale" con l'altro account, mentre usano un diverso nick per offendere o denigrare senza subirne le conseguenze(all'utente "Grecale" erano già stati cancellati altri messaggi offensivi verso altre persone).
Perchè lo facciano non ne abbiamo idea, la mente umana è un campo minato ancor più della Stratosfera.

Buon proseguimento,

Meteodue.it



9
Ti vedo più ottimista anche a te oggi! ;)
Oppure è una mia impressione?
:-X

10
Perfetto luca .. come sempre .. la dinamica si sta sviluppando come te hai descritto e terminerà nella terza decade dicembre/ prima di gennaio ... tutto come ipotizzato giorni fa ... quando giungeremo nel periodo d'innesco del MMW bisognerà aggrapparsi bene alla sedia ..  ;D .... nel periodo del rimbalzo T-S-T ( mese di dicembre ) come ipotizzato da cloover potremo vivere situazioni invernali  anche se penso che in questa fase il centro sud lato Adriatico sarà favorito ...  :)

11
;)

Ti vedo più ottimista anche a te oggi! ;)
Oppure è una mia impressione?

12
Tutto ciò si chiama Reversal Pattern.. con l'imprinting nato dallo scorso fine inverno.. ;)

 Direi che da ora in poi, assisteremo a ciò che in modo generale e quasi univoco, un po da tutti i più esperti presenti in questo Forum.., accadrà a partir dalla Tropo fino alla Strato e viceversa.. una classica condizione di Condizionamento da Soglia Nam, ma con dei limiti legati ad una stazionarietà d'onda pacifica, o Wave 1, o Wave Mothere che andranno a modulare un andamento della struttura del VP a tutte le quote, con un certo grado di ellitticizzazione(allungamento stazionario..) determinando comunque, visto il rafforzo e l'approfondimento del VPS, con forte raffreddamento e aumento delle velocità zonali e del VPT tramite una comunicazione d'accoppiamento in stile T-S-T event Cold post SC.. ed ovviamente con interazione Strato-Troposferica ad asse allungato, con aumento delle Vorticità Potenziali(forti iniezioni di PV) a carico dell'Onda Altantica Troposferica, e successivamente a quella dell'Onda Russo-Asiatica, dovuta al forte raffreddamento in area Siberiana, con l'instaurazione di un potente HP termico, a coadiuvare il Forcing finale non appena ripartiranno i flussi di calore, e che porteranno al collasso della struttura con Warming sempre più forti..
 Nel frattempo, dalla rotazione del VP, che avremo dopo l'azione di riposizionamento a causa dell'onda Atlantica Troposferica in forte intrusività d'onda, dapprima convergente in seno alle anomalie Artiche e Scandinave positive, si genererà appunto quella classica manovra di chiusura del VP da manuale e azione retrograda secondaria del ramo siberiano, per il mantenimento del momento angolare.. ma sempre con un certo grado di ellitticizzazione stazionaria, predisponendo un iniziale Pattern a Dipolo Artico positivo(AD+), e disponendosi alla fine come nelle più tipiche situazioni da Grandi Eventi, per cui beneficiare di un asse del VP consono alle nostre aspettative di terza decade di Dicembre. ;)
Mi hai letto nel pensiero Caro Luca :D

13
Se permettete vorrei dare un contributo statistico in riferimento a cio che potremo
avere nei prossimi mesi, da alcuni grafici ho notato che per almeno 6-7 mesi
abbiamo avuto un AO positiva e come si vede in quello postato, la media dal 2000 fino ad oggi
ci dice che dopo lunghi periodi di AO positiva possono aversi periodi con Ao piu o meno negativa
e viceversa dopo periodi lunghi di AO- possono seguire periodi anche lunghi di AO+.

Salta all'occhio il periodo 2009-2010 contraddistinto da molti mesi con Ao-.

Da qui posso prevedere che nei prossimi mesi possiamo passare ad avere tendenzialmente un oscillazione artica
negativa, non so se magari Nonno Rodano o altri, possono dire qualcosa in merito

Ecco l'immagine dove ho segnato i periodi con AO in media positivi in rosso e in negativi in blu..

https://imageshack.com/i/pmVNG7jmp
Tutto ciò si chiama Reversal Pattern.. con l'imprinting nato dallo scorso fine inverno.. ;)

 Direi che da ora in poi, assisteremo a ciò che in modo generale e quasi univoco, un po da tutti i più esperti presenti in questo Forum.., accadrà a partir dalla Tropo fino alla Strato e viceversa.. una classica condizione di Condizionamento da Soglia Nam, ma con dei limiti legati ad una stazionarietà d'onda pacifica, o Wave 1, o Wave Mothere che andranno a modulare un andamento della struttura del VP a tutte le quote, con un certo grado di ellitticizzazione(allungamento stazionario..) determinando comunque, visto il rafforzo e l'approfondimento del VPS, con forte raffreddamento e aumento delle velocità zonali e del VPT tramite una comunicazione d'accoppiamento in stile T-S-T event Cold post SC.. ed ovviamente con interazione Strato-Troposferica ad asse allungato, con aumento delle Vorticità Potenziali(forti iniezioni di PV) a carico dell'Onda Altantica Troposferica, e successivamente a quella dell'Onda Russo-Asiatica, dovuta al forte raffreddamento in area Siberiana, con l'instaurazione di un potente HP termico, a coadiuvare il Forcing finale non appena ripartiranno i flussi di calore, e che porteranno al collasso della struttura con Warming sempre più forti..
 Nel frattempo, dalla rotazione del VP, che avremo dopo l'azione di riposizionamento a causa dell'onda Atlantica Troposferica in forte intrusività d'onda, dapprima convergente in seno alle anomalie Artiche e Scandinave positive, si genererà appunto quella classica manovra di chiusura del VP da manuale e azione retrograda secondaria del ramo siberiano, per il mantenimento del momento angolare.. ma sempre con un certo grado di ellitticizzazione stazionaria, predisponendo un iniziale Pattern a Dipolo Artico positivo(AD+), e disponendosi alla fine come nelle più tipiche situazioni da Grandi Eventi, per cui beneficiare di un asse del VP consono alle nostre aspettative di terza decade di Dicembre. ;)

14
Questa stanza sarà sempre più affollata nei prossimi 10 giorni di monotonia troposferica :D  nel lungo termine si scorge lo scand+, sembra la quiete prima della tempesta :)

Ed è bene che quieti  ;D

15
Questa stanza sarà sempre più affollata nei prossimi 10 giorni di monotonia troposferica :D  nel lungo termine si scorge lo scand+, sembra la quiete prima della tempesta :)

16
Scusate l'ot ma lo devo dire: Filippo sei spaventoso!! Hai veramente tutta la mia ammirazione... :D

17
Il segno della NAO è in realtà una  conseguenza. Il geomagnetismo probabilmente interviene primariamente sulla conformazione del Vortice Polare, provocandone una destrutturazione/variazione dell'asse, ed operando una serie di effetti domino sulla MJO(che non è altro che l'espressione dell'attività convettiva in seno alla wave activity pacifica), sullo SC, sulla PDO, sul Tripolo ATL, area RM...ecc ecc., tutte TLC che anni fa credevamo forzanti e che invece fanno parte di un quadro molto più ampio, dove i processi di feedback sono mischiati alla forzante primaria.
Da parte mia posso dire che è la quadratura del cerchio dell'intervento che avevo fatto 4 anni fa:
http://meteodue.it/index.php?topic=9337.0

Tornando al momento attuale, mi sembra ci sia la tendenza a sottovalutare un pò troppo quello che può accadere nel mese di Dicembre.
Ricordate che finchè c'è tensione zonale, c'è la vorticità per favorire la stazionarietà d'onda, che è la caratteristica necessaria a dirottare importanti quantità di gelo in direzione delle latitudini meridionali.


Infatti il long di GFS 6 per quanto poco realistico è spaventoso.....
Io Filippo invece non guardo Gennaio, ma Dicembre.... ho letto subito tra le righe delle tue parole..... ti ascolto sempre con attenzione.... e so che quando parli sai sempre bene quello che dici.... ribadisco che sei un mostro.... 👏 👏👏

18
Attività solare vs NAO passando attraverso SSTA atlantiche e stratosfera:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4579852/

ecco perchè conterebbe più l'anno del ciclo in cui ci si trova piuttosto che il valore secco di AA/AP index.. ;)

19
ma diciamo che ci sono studi, che non ricordo che correlano l'AP index ad un nao negativa.
Quindi ne consegue alte pressioni su NATL e Scand andrebbe in accordo con un NAO negativa.

Anche qui la correlazione secca AP index - NAO dice poco come causa-effetto.
Evidentemente AP index basso incide sull'andamento del jet stream e generando fasi più propense a NAO nagative.
Capire bene dove impatta non è facile sta di fatto che quella correlazione sussiste

Mi pare ci sia uno studio di Giuliacci nel 2010


Il segno della NAO è in realtà una  conseguenza. Il geomagnetismo probabilmente interviene primariamente sulla conformazione del Vortice Polare, provocandone una destrutturazione/variazione dell'asse, ed operando una serie di effetti domino sulla MJO(che non è altro che l'espressione dell'attività convettiva in seno alla wave activity pacifica), sullo SC, sulla PDO, sul Tripolo ATL, area RM...ecc ecc., tutte TLC che anni fa credevamo forzanti e che invece fanno parte di un quadro molto più ampio, dove i processi di feedback sono mischiati alla forzante primaria.
Da parte mia posso dire che è la quadratura del cerchio dell'intervento che avevo fatto 4 anni fa:
http://meteodue.it/index.php?topic=9337.0

Tornando al momento attuale, mi sembra ci sia la tendenza a sottovalutare un pò troppo quello che può accadere nel mese di Dicembre.
Ricordate che finchè c'è tensione zonale, c'è la vorticità per favorire la stazionarietà d'onda, che è la caratteristica necessaria a dirottare importanti quantità di gelo in direzione delle latitudini meridionali.


20
ma diciamo che ci sono studi, che non ricordo che correlano l'AP index ad un nao negativa.
Quindi ne consegue alte pressioni su NATL e Scand andrebbe in accordo con un NAO negativa.

Anche qui la correlazione secca AP index - NAO dice poco come causa-effetto.
Evidentemente AP index basso incide sull'andamento del jet stream e generando fasi più propense a NAO nagative.
Capire bene dove impatta non è facile sta di fatto che quella correlazione sussiste

Mi pare ci sia uno studio di Giuliacci nel 2010

21
Ecco la mia previsione delle Anomalie dell'altezza dei Geopotenziali a tutte le quote isobariche.. tra SC - Condizionamento da T-S-T Cold event ed MMW Split molto potente.. preceduto da una serie di disturbi da Warming Siberiani sempre più forti..  ;)




Ciao Luca, mi par di capire che Gennaio potrebbe fare la voce grossa come da anni che non accade..

22
Stazionarietà dell'onda atlantica con divergenza del getto in area SCAND.
Considerando che una media carte che sono molto "forti".
Il VP sgassa ma in area scand+ slitta, non c'ha le gomme termiche :P

Media ECMWF.

[mmg]3124[/mmg]

23
Ecco la mia previsione delle Anomalie dell'altezza dei Geopotenziali a tutte le quote isobariche.. tra SC - Condizionamento da T-S-T Cold event ed MMW Split molto potente.. preceduto da una serie di disturbi da Warming Siberiani sempre più forti..  ;)


24
Aggiungiamo anche la teoria per cui con un basso geomagnetismo tendiamo ad avere blocchi su NATL/GB/SCAND.
Ovviamente NAO-.

p.s.: l'enstusiamo medio che si sta generando è che alcuni fattori positivi (descritti perfettamente da Filippo) stanno modulando rapidamente altre letture TLC.
E soprattutto il determinismo di lungo termine palesa decisamente alcune dinamiche a tinta quasi "sconce"......

25
Situazione molto affascinante perchè un NAM elevato innescando forcing sulle PV, va a favorire la stazionarietà d'onda nel caso di un elevato grado di ellitticizzazione del VP. Il gradiente termico orizzontale troposferico ne provoca ulteriori feedback, in un botta-risposta che può andare avanti per molti giorni viste le notevoli forze in gioco.

Può terminare con un MMW,con uno Stratcooling classico oppure esaurirsi in questo modo (quello che nel passato chiamavamo "decoupling", quando in realtà il coupling c'è sempre).

Un sistema macchinoso per avere ondate di gelo di portata storica come persistenza ed intensità.
Non c'è bisogno che vi porti l'esempio storico di riferimento penso.......
Bhè! Scusami Filippo.. ma lo dico io a denti stretti.. :-X senza dover finire nel banale e nel solito luogo comune delle similitudini al ritorno trentennale di certi eventi.. ::)
 Ma qui, quest'autunno si vedono scenari ed evoluzioni sia Tropo.. che Stratosferici.. (senza metterci in ballo già tutti i Predictor sovrapponibili che abbiamo a favore.. e quindi accoppiata QBO 50-/Solar Low.. anomalie Pacifiche ed Atlantiche che stanno emergendo poco a poco, vedi Area RM.. EA-(già stazionaria da diverso tempo..).. il riassorbimento del Tripolo Atl+, specie sulla fascia Nord-Atlantica, dove il netto passaggio dalle anomalie negative a quelle positive sono molto evidenti in Area Groenlandese e Islandese, che associati all'EA-, vedono un buon presupposto prodromico ad una NAO futura negativa.. e oltre tutto un Namias positivo e una PDO- e PNA-.. passando poi alla fine ad un previsto NINO Modoki.. anche se all'epoca fu una Nina est-based, ma comunque con simili effetti per le nostre vicende invernali.. che dire più.. :o).. insomma, scenari che con lassi di tempistiche sensibilmente in anticipo, portano ad una chiara rievocazione dell'Autunno/(Inverno?) del nostro caro mostro sacro più vicino.. ;)



 Io come ho già fatto notare e detto in maniera molto spicciola e lampante, vedo tutta la dinamica che porterà ad un probabile MMW di tipo Split  in 3° decade di Dicembre.. quindi con un anticipo di una decina di giorni sull'evento per eccellenza, per ciò che mi riguarda. 8)

 Attualmente, sia la Strato che il Deterministico nei prossimi giorni.. vedono un incremento strutturale del Coupling S-T dettato dal post Soglia NAM, con una classica ed atipica evoluzione da T-S-T event di tipo Cold, per SC di quasi chiara evidenza, anche se con un certo grado di ellitticizzazione stazionaria.. e tutto ciò, inevitabilmente ci portano ad un periodo più o meno lungo, appunto legato ad un condizionamento di circa 40 giorni, che di fatti darebbe credito ad una NAO prevista in forte positività ed una AO+.. ma con un VP, seppur chiuso, allungato e comunque refrattario.
 Ed il Determinismo, sia nel medio che nel long.. questo lo fa già presente.. e ricordiamoci che i migliori Inverni con Eventi di prima qualità, arrivano con un una parte iniziale stabile(seppur si tratti di Autunno inoltrato, a cavallo con il primo mese invernale..) ed oltre media isotermica(parte finale autunnale, compresa tra seconda e terza decade di novembre soprattutto..) per lunghi periodi anticiclonici.. e vedere i GM che virano per tale ipotesi, non solo ci suggerisce l'eventuale accoppiamento Strato-Troposferico a regime di AO e NAO positiva, per probabile condizionamento NAM.. ma ci anticipa la fase anonima e mite di quel tanto, da far quadrare il cerchio giusto nella migliore parte invernale, e questo accade pochissime volte nella nostra storia meteo.. e quest'anno sembrerebbe accadere anche ed ancora prima del previsto, con un largo anticipo come confido e confidavo, appunto nei giorni scorsi(ieri soprattutto..).
 
 E' inutile dire a quale similitudine ci stiamo approcciando, ma il percorso e la direzione sono quelle giuste. ;)

















 ;D

26
Chi ha seguito fin'adesso avrà capito che il superamento della soglia del Nam non solo è un passaggio obbligato, ma pure necessario.
 A meno che non vogliate un Inverno dominato da onde corte.

27




Questa non vuol essere una previsione, ma soltanto una possibile tendenza sulla base di suddetti elementi

Ora non so se é coincidenza (non credo), ma con gli ultimi input di Nov la mia previsione su Dic é la seguente. Due clusters su tre mi ritornano la tua tendenza.



28
Vps che parrebbe, secondo le proiezioni odierne, volersi avvicinare alla soglia convenzionale del NAM (+1,5 a 10 hpa) per la declaratoria di un ennesimo strat cooling.
Alcuni elementi danno tuttavia da pensare
Questi elementi risiedono nella precocità della dinamica di approfondimento e nel fatto che il rapido raffreddamento ed estensione della massa del vps si sia sostanzialmente verificata tra la fine di settembre e buona parte di ottobre quando il gradiente verticale ha maggiormente risentito (indebolendosi) delle anomalìe positive di geopotenziale e di calore risalite dal nord del Pacifico e che si sono andate a consolidare nell'artico troposferico.



Il gradiente meridionale di calore alla quota di 10 hpa è l'evidenza di una cattiva pervietà dei flussi di calore e del via libera ricevuto verso un progressivo rapido raffreddamento radiativo del vps



Una prassi ormai consolidata da una situazione nella quale tra l'alta troposfera e la bassa stratosfera si crea una sorta di "tappo" alla pervietà dei flussi di calore che ormai sempre più soventemente deve essere rimosso attraverso risonanze verso il basso della stessa stratosfera.
Per cui lo strat cooling è divenuta una sorta di forzante che opera " al contrario" ovvero per rimuovere la debolezza del gradiente in troposfera riportandovi un indice medio zonale minimo indispensabile per poter creare, attraverso le onde di Rossby, i flussi verticali fino a quel momento troppo deboli per incidere fino ai piani più alti della stratosfera.
Del resto con gli attuali presupposti teleconnettivi e comunque con un surplus di calore che può, una volta ristabilito il normale indice zonale, incidere anche negli strati superiori dell'atmosfera, non è difficile ritenere che anche il classico condizionamento strato/troposferico da letteratura possa aver subito alcune varianti nel tema.
Mi è caduto infine l'occhio sul valore di accumulo dell'ozono nella calotta polare che pare decisamente superiore anche rispetto quello dello scorso anno:




Queste sono alcune delle ragioni che oggi sono portato a condividere con voi e per le quali ritengo che il prosieguo possa essere tutt'altro che scontato  ;)

29
Si, ci avviciniamo al momento chiave.

L'accoppiamento Strato-Troposferico potrebbe avvenire già nella 3^ decade del mese,
La forte positività del NAM e l'incipiente raffreddamento del VPS , dovrebbero generare un primo forcing alla circolazione troposferica, aumentando le PV e favorendo l'innesco di onde di Rossby di maggiore ampiezza.

Si capisce che tutto si gioca sul grado di ellitticizzazione. Al momento la situazione come sottolineato più volte, sta seguendo un imprinting ben sviluppato sin dai primi mesi autunnali:



è mio parere che possa generarsi un pattern Scand+ o Weikoff in seno all'aumento di vorticità potenziale, con forte raffreddamento del settore siberiano:


 Questo movimento tenderebbe ad ellitticizzare nuovamente il VPS , impedendo la caduta dei GPT e di valori troppo elevati del NAM, un equilibrio che potrebbe caratterizzare per larga parte il mese di Dicembre....




Questa non vuol essere una previsione, ma soltanto una possibile tendenza sulla base di suddetti elementi





30
Se la mia memoria non mi tradisce, ricordo i preliminari della stagione invernale 2016-2017 dove avevamo quella QBO+ fuori regola e dove in ogni caso arrivarono diversi disturbi al vps, cosicchè avemmo quella bella fase prettamente invernale tra fine dicembre e il 25 gennaio giu di li.

Partimmo con un vps che ricevette diversi disturbi soprattutto da novembre e dicembre nonostante alcuni parametri (soprattutto la qbo) non erano a favore, ma avemmo invece di contropartita, un ottimo indice SAI tra ottobre e novembre con un esteso innevamento, nonchè, come ora, forti anomalie positive di temperature al polo (non ricordo purtroppo BDC ed SSTA) ma anche allora si parlava di un possibile inverno sotto tono, poi le cose cambiarono e ci furono diversi episodi freddi in circa 30 giorni diciamo proprio nella parte centrale dell'inverno meteorologico.

Ecco mi chiedo ora, stando a ciò che successe in quell'inverno, e stando al trend degli ultimi 3-4 inverni, non è il caso a questo punto che si possa ripetere la stessa situazione anche il prossimo inverno (tralasciando come dice nonno rodano che c'è una situazione piu favorevole a una buona seconda parte invernale? A maggior ragione della qbo-?
scusa dove è stato un buon inverno, non certo al nord, dato che sei di Bologna , io sono a circa 30 km da te ,pedemontana modenese, se mi dici che gennaio fu freddo, quello si, poi finita li, x la neve fu ad appannaggio del centro, dove purtroppo successe  la tragedia di Rigopiano

31
...occhio perchè la condizione QBO est a 50hpa e QBO in virata a 30hpa è una delle migliori quando si colloca ad inizio stagione invernale...
...1984-1985...

32
esatto..siamo (per quanto mi riguarda) entrati nel periodo più importante degli ultimi anni..come detto più volte in stratosfera tutto procede come dagli anni 2000 in poi, con crollo delle temperature e dei geopotenziali, crollo che è divenuto più marcato dal 2010 in poi..da questo nascono le velocità degli zonal wind da record di questi giorni e, aggiungerei, anche i valori del NAM da 10hpa in su.. :o

a questo punto capiremo se questa tendenza ben consolidata e difficilmente reversibile in tempi brevi (come detto ci vorranno anni per tornare su valori pre-2000, anni da quando la tendenza si invertirà, ammesso che lo faccia) che ci regala una stratosfera autunnale con queste caratteristiche, è causa o conseguenza dell'assetto troposferico del VP..o meglio, capiremo realmente il suo potere condizionante sugli inverni europei (e non solo)..

quest'anno come diceva Cloover sono venute meno alcune delle condizioni favorevoli a NAO++ e VP forte, e le prime carte per Novembre confermano un'evoluzione tipica di inverni "interessanti"..vi sarà quindi uno scontro tra le due tendenze, quella stratosferica sempre più orientata verso un VP forte, e quella dei piani più bassi dove qualcosa è cambiato, il tutto in un contesto di QBO negativa (occhio perchè la condizione QBO est a 50hpa e QBO in virata a 30hpa è una delle migliori quando si colloca ad inizio stagione invernale) e bassa attività solare..

ogni anno fa storia a se, ma se anche questo inverno dovesse vedere l'ennesimo ESE con NAM alle stelle e NAO++, credo che la situazione stratosferica debba essere considerata come la principale forzante nella stesura delle tendenze stagionali dei prossimi anni (d'accordo non dare troppo credito a 8-9 anni in quanto intervallo troppo piccolo,ma almeno per i prossimi anni avremmo un segnale che non sarebbe più possibile ignorare)..se invece avremo un netto cambiamento, verranno confermati gli studi secondi i quali l'attività solare modula la NAO prima attraverso le SSTA, e solo "di seconda" attraverso la stratosfera, la quale sarebbe solo in grado di amplificare e prolungare le anomalie, ma non di determinarle.. ::)

Pagine: [1]