BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Giulio097

Pagine: [1] 2 3 4
1
Buongiorno bella neve stanotte e' molto ventata ma approssimativamente siamo tra i 15 ed i 20 cm. Continua ancora bene con vento forte...
Temperatura che regge stabile a -1,5. Sull'Amiata ancora -6

http://95.253.51.18:86/control/userimage.html

2
Sta nevicando anche a Siena, t. 1.3°, d.p. - 0.6°...attacca un po' su tetti, prati e auto  ;D

3
Buongiorno, qui è nevicato e sta nevicando che una bellezza

Inviato dal mio MAR-LX1B utilizzando Tapatalk


4
Hai visto Giulio?  Bene sonon contento.. qui  rispescia uka situazione particolare.. dal cfr siamo sotto di due gradi rispetto a tutte le stazioni limitrofe.. ora 2 gradi e pioggia

5
Temperatura adesso a 0.1 inizia ad attaccare sulle macchine.. nevica forte e fino.. un vento fortissimo!
Te lo dicevo Giulio!! Sono contento per te, grandissimo

6
Fiocca, sicuramente perlopiù portata dal vento, ma qualcosa almeno si vede!!!
temperatura 2.2°C, Ur 64%, DP -3.62°C.

Qui nevica debolmente da un'oretta ora moderata... Tutto biaco

7

La media Ensemble alza decisamente il minimo rispetto a GFS...dai basta poco!

10
Esatto ,lo 06 mostra una entrata sopra le alpi .. se entra piu stretta...

11
Le ens con lo split sono diventate 3  8)

L irruzione tosta sulla Russia non fa altro che preparare il terreno
...e te lo dissi che crescono: 50% circa Antò... ;)

12
Le ens con lo split sono diventate 3  8)



L irruzione tosta sulla Russia non fa altro che preparare il terreno

13
Tutto questo silenzio la dice tutta....niente di buono per il proseguo di questo inverno anonimo... >:(
Mi godo la tramontana...
Cosa rara di questi tempi.

14
OT: Nel mentre a Saint John in Canada in 24hrs  :o


15
un bei pokarbrekke a Napoli con 2 creste d'onda...e via andare

16
Purtroppo non ci sono buoni aggiornamenti per i prossimi 10 giorni. Troposfericamente stiamo messi male, manca un serbatoio gelido ad est che parzialmente si verrà a creare nelle prossime due settimane. Confido soltanto in quel riscaldamento sulla Russia in rotazione sulla Groenlandia che disporrebbe il vp in AD+ con possibili intrusioni artico-marittime per la prima decade di febbraio. Uno split è improbabile dato che questo disturbo ad una onda non fa altro che rinforzare il core del vp. In questo inverno l'unico momento in cui è stato possibile lo split è stato a fine dicembre quando il vp si era notevolmente ellitticizzato con asse Canada-Siberia, ma è mancata la wave 2 (tanto per cambiare) a non permettere lo split ma un rinforzo del vp con la sua successiva rotazione. Inoltre non mi sarei mai aspettato di trascorrere un altro inverno anticiclonico, in quanto mi aspettavo nel peggiore dei casi una zonalità tesa con pioggia e neve sui monti. L'andazzo che sta prendendo piede è quello di inverni contraddistinti da una solida base azzoriana e un vp compatto in area islandese-groenlandese con l'instaurazione dell'hp sull'Europa al posto delle classiche perturbazioni. Delle minime sotto lo zero me ne faccio poco se poi ho aria inquinata e monti brulli. L'obiettivo per i prossimi inverni è di riuscire ad abbassare la Nao così da regalare in periodi di magra almeno la neve sui monti invece dell'hp.

17

"Stratosfera/Troposfera.. situazione ed analisi Autunno/Inverno 2019/20" magari mi sbaglio eh, ma non mi sembra che nel titolo del topic ci sia scritto "prese di posizioni"  ::)

Va be ragazzi avete sempre ragione voi qua dentro, ho bell'e capito.

Chiedevo solo di dire in soldoni che cosa si aspettano al di fuori di mjo e indici descrittivi, la discussione riguarda pure la troposfera e qualche indicazione in tal senso sarebbe gradita.

Se non si è neanche più padroni di fare questa semplice richiesta, inizio a preoccuparmi....

18
Spiegaci il tuo, che non ho capito granché... senza polemica  ;)

Perché dovrei spiegare il mio? Io non ce l'ho e anche se c'è l'avessi non fa testo visto che ne so 1/10 di tutti voi altri.
Chiedo a chi da pagine e pagine spiega in maniera mirabile ed esauriente ed è decisamente più esperto di me, ma che ancora non si è sbilanciato...

Probabilmente o hai frainteso questo concetto, o hai voluto fare lo "splendido" inutilmente  ;)

19
stasera ti sbilanci alla grande

No caro figurati...
Percepisco un certo caos modellistico, sembra il gioco delle 3 carte, tutti i GM annusano, a distanze non troppo impossibili, scenari diversi che si interscambiano come al gioco del baratto...ripetendo chi più chi meno, chi nella corsa ufficiale, chi nelle proprie ensamble, chi in un run, chi nel successivo, il quasi COMPLETO svuotamento del Vortice Canadese...negli ultimi anni siamo purtroppo abituati alla sua invadenza, sarei curioso di provare la situazione opposta coma una sorta di reset barico e vedere cosa potrebbe succedere dopo, considerando che l’intero VPT non potrebbe durare a lungo in quel comparto di Emisfero Boreale...tutto qui... ;)

20
In relazione a quanto detto ieri, c'è una breve parentesi temporale in cui la prima cresta d'onda andrà a ruotare sul Canada generando una compressione della struttura del VPS, che tenderà ad ellitticizzarsi sull'Eurasia.
Se dovesse esserci una buona risonanza con i piani inferiori, e vista l'attuale dinamica di ESE in atto potrebbe anche verificarsi, non sarebbe da escludere una "coltellata Artica" tipica di un pattern AD+ intorno al 24/26 Gennaio.
Tale movimento sembra transitorio e seguito da un veloce ricompattamento.
Possibilità effimera ma non da escludere a priori:



Questo comporterà un deciso raffreddamento lungo tutto il settore orientale dai Balcani alla Siberia.
Spuntano valori di-50 ai 500 hpa sarà dunque da valutare L opposizione termica. Per questo mi riservo di sciogliere la prognosi ancora

21
Dopo quasi un mese io una perturbazione la prendo parecchio parecchio volentieri. Domani dovrebbe riaffacciarsi anche Steve...gli arriva l'alert under 72 h sul cellulare.

muoio  :D

reading stasera completamente impasticcato...non regge la cura  ;D

22
Ahhhh, chi dile neve gialla?

23
Reading segue gfs
Qualcosa c’era nell’aria..il Gadda così ispirato è un indice!!
Indice gadda

24
Forse non e' chiaro  per noi vince sempre i modello peggiore ...se Reading e ottimo gfs idem .. e gem fa schifo 😄 chi avrà ragione ?? He he FNM come sempre

25
 Bravo Alchimista.. ;)
 Mai osservazione è stata così semplice, palese e oggettiva, in quanto alla logica linearità dell'evoluzione in corso e di tali dinamiche da TST event, come lo possono essere solo gli ESE.. in questo nefasto e sfortunato caso, purtroppo di tipo Cold per SC e NAM>/=1,5.. i grafici e i dati sono eloquenti e lineari con una disarmante coerenza.
 Il miracolo poteva e forse potrebbe ancora arrivare da una risposta di reattività Troposferica similare ai casi sopra citati e soprattutto dal caso 2009.. oppure una risoluzione dinamica con reattività Troposferica per via di una trasmissione del Condizionamento con risonanza non del tutto canonica alla linearità dell'evoluzione da manuale dell'ESE rispetto alla regola B&D.
 Una reattività assimilabile all'evoluzione del 2005 così come esaurientemente e dettagliatamente esposta ed avanzata come ipotesi da Batstef e altri.. partendo soprattutto dal comportamento dei moti convettivi equatoriale e tropicale degli Oceani Indo-Pacifico.. con uno sviluppo della Madden riferibile a tal periodo preso in reanalisi(2005).

 La mia idea verteva e per qualche giorno verterà ancora, sull'ipotesi 2009.. o 2012(a fine condizionamento.. ma con effetti relativi al periodo marzolino, quindi meno estremo e più dinamico visto l'incedere a quel punto della stagione primaverile in ingresso..).
 Ma è bene sottolineare e ricordare appunto, che l'evoluzione in atto è canonica alla letteratura di un classico e lineare ESE Cold a tutti gli effetti e soprattutto riscontrabile al 100% sia dai dati del FuB che da quelli del NAM.. ed evoluzione Stratosferica con chiusura da TST a pulsazioni in previsione del Lag di trasmissione e risonananza.

 Oggi dovrebbe conclamarsi il punto di non ritorno del raggiungimento soglia massimo positivo del NAM.. e da qui la palla passa solo alla Troposfera ed alla sua concretezza di reazione immediata ed esplosiva.. e il settore convettivo su descritto avrà il suo ruolo più importante e determinate nel modulare l'attività d'onda necessaria a spezzare gli equilibri di propagazione ed accoppiamento risolutivo del TST con ESE.

 Il margine di percentuale non è mai stato così ridotto e soprattutto rischioso.. e pensare ad un inversione netta di tendenza è come ammettere che il fuoco non brucia.. ::)

 Ma purtroppo non ci resta che aggrapparci a quest'ultima possibilità riposta nella dinamica convettiva.. e nel mantenimento delle anomalie negative crescenti nel settore Nord-Est Pacifico e nell'accumulo crescente di concentrazione dell'ozono.. per cui Solar Low e QBO nettamente orientale potrebbero essere le mosse vincenti per lo scacco matto tra fine mese e inizi di Febbraio.

 Ma invito a non illudersi troppo a questa soluzione. ;)

26
Quindi tra un mesetto o qualcosa di più !  ;D
Naa come gli ese warm anche i cold Hanno momenti migliori e peggiori, una volta ogni 10 giorni un po' meglio va  ;D

27
GEM, dando il giusto peso, non è x niente male nemmeno nel lungo....

28
Mah... a me conforta vedere Gfs e reading sulla stessa lungezza d'onda circa l'evoluzione delle prossime 240h.
Mi sembra già un bel avere.. Poi vedremo più in là l'evoluzione per i dettagli...

La vera differenza è che Gfs vede hp spingere bene fino in Islanda, reading la vede piegare troppo ad est ma potrebbe pure uscirci uno scand+ da quell evoluzione.
In ogni caso, in questo momento ci giochiamo qualcosa in entrambi i casi, quindi...

29
Ma come troiaio?!  ;D

Nn vorrei portare sf. iga ma quella goccia lì è destinata ad entrare sappiamo bene da dove..
Isoterme di - 6...

Va be non diciamo nulla  ;D

30
Io invece vedo reading andare verso gfs

31
Buona serata  a tutti .Di seguito il grafico relativo al bilancio di massa riscontrato nel  giorno 06/01/2020 (in mm di acqua equivalente) in confronto alla media giornaliera del periodo 1981-2010.
 Il grafico sotto la mappa mostra il contributo totale giornaliero  derivante da tutte le stazioni meteorologiche   presenti sulla calotta glaciale.
Il bilancio di massa serve a misurare  le variazioni di massa della calotta glaciale sulla base della differenza tra la massa accumulata con le precipitazioni nevose invernali e primaverili e la massa persa per la fusione di neve e ghiaccio (ablazione) nella stagione estiva.

La curva blu mostra il bilancio di massa superficiale della stagione in corso misurato in gigatonnellate (1 Gt è di 1 miliardo di tonnellate e corrisponde a 1 chilometro cubo d'acqua).

La curva grigio scuro mostra il valore medio del periodo 1981-2010 mentre la banda grigio chiaro mostra la deviazione standard di 30 anni basata sulla media trentennale ( 1981-2010).












Il grafico  mostrato di seguito, illustra l'entità dei guadagni e delle perdite totali di massa della calotta glaciale avvenute a  partire dal 1° settembre dell'anno in corso  rispetto al periodo climatologico 1981-2010 . Non è inclusa la massa che viene persa quando dai ghiacciai si staccano gli iceberg e si sciolgono quando entrano in contatto con l'acqua del mare più calda.
Il bilancio di massa serve a misurare  le variazioni di massa che avvengono sulla calotta glaciale sulla base della differenza tra la massa accumulata con le precipitazioni nevose invernali e primaverili e la massa persa per la fusione di neve e ghiaccio (ablazione) nella stagione estiva.
La curva blu mostra la stagione in corso, mentre la curva rossa mostra l'andamento corrispondente per la stagione 2011-12, quando il livello di fusione risultò estremamente elevato.

La linea grigio scuro mostra la media del periodo 1981-2010.

La fascia grigio chiaro mostra le variazioni che avvengono da un anno all'altro. Per ogni giorno  la fascia mostra la deviazione standard di 30 anni basata sulla media trentennale ( 1981-2010),  ma con il valore giornaliero minimo e massimo  mancante.















Di seguito il grafico relativo alle anomalie della temperatura rispetto ai valori medi del periodo 2004-2013, oltre alle attuali condizioni del vento riscontrate nel periodo :02 gennaio - 06 gennaio 2020


















 




Le condizioni della calotta glaciale e del ghiaccio marino nella regione artica sono influenzate dalle condizioni meteorologiche. La direzione e la forza del vento determinano come e in che misura il ghiaccio marino si muove. La temperatura determina, tra l'altro, la quantità di ghiaccio che si scioglie.Di seguito il grafico che illustra le temperature oltre che alle condizioni attuali del vento: 02 gennaio - 06 gennaio 2020
 






Anomalia delle precipitazioni - Il grafico mostra quanto le precipitazioni giornaliere siano diminuite rispetto ai valori medi  registrati nel periodo 2004-2013. Le precipitazioni favoriscono un aumento di massa della calotta glaciale della groenlandia .  Periodo di riferimento:02 gennaio - 06 gennaio 2020. In aggiunta, viene mostrato l'indice NAO. Si tratta di una misura della forza dei venti occidentali nell'Atlantico settentrionale. Quando l'indice è negativo, il flusso è più intenso, aumentando la probabilità che il flusso d'aria più temperata sia trasportato verso la Groenlandia meridionale.





http://polarportal.dk/en/greenland/

32
Buona serata  a tutti. Di seguito l aggiornamento relativo all estensione della banchisa artica.dati e grafici  gentilmente concessi dal Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA)



05/01/2020 :12,602,251 km2 , + 24,929 km2 rispetto alla precedente estensione


2018(12,169,409 km2)-432,842        km2 rispetto al 2020
2016(12,331,357 km2)-270,894        km2 rispetto al 2020
2017(12,423,574 km2)-178,677        km2 rispetto al 2020
2013(12,487,178 km2)-115,073        km2 rispetto al 2020
2014(12,529,679 km2)-72,572          km2 rispetto al 2020
2011(12,564,657 km2)-37,594          km2 rispetto al 2020
2015(12,583,928 km2)-18,323          km2 rispetto al 2020
2020(12,602,251 km2)
2019(12,625,578 km2)+23,327         km2 rispetto al 2020
2010(12,693,917 km2)+91,666         km2 rispetto al 2020
2012(12,761,430 km2)+159,179       km2 rispetto al 2020
2008(12,781,769 km2)+179,518       km2 rispetto al 2020
2009(12,794,572 km2)+192,321       km2 rispetto al 2020
2007(12,830,948 km2)+228,697       km2 rispetto al 2020
2006(12,855,238 km2)+252,987       km2 rispetto al 2020


media anni 2000 (13,073,337 km2)+471,086      km2 rispetto al 2020
media anni 2010(12,517,071  km2)+85,180        km2 rispetto al 2020
media anni 1990(13,641,693 km2)+1,039,442    km2 rispetto al 2020
media anni 1980(14,083,638 km2)+1,481,387    km2 rispetto al 2019




Volume  del ghiaccio marino registrato nel giorno:  05/01/2020
La copertura del ghiaccio marino  nella regione artica aumenta di estensione durante   l'inverno boreale per poi raggiungere la sua massima estensione nel mese di marzo. Lo scioglimento dei ghiacci comincia a manifestarsi in primavera con l'aumento della radiazione solare, e nel mese di  settembre la copertura di ghiaccio si estende mediamente solo per circa un terzo  rispetto al suo massimo  raggiunto nel periodo invernale.
Lo spessore del ghiaccio visualizzato nel grafico, viene calcolato utilizzando il modello HYCOM CICE per il ghiaccio marino alla DMI. Il modello calcola vari valori oceanografici, incluso il ghiaccio marino, in una griglia di 10 x 10 km² celle. Il modello si basa sui dati meteorologici dell'ECMWF (European Centre for Medium-Range Weather Forecasts). In ogni cella della griglia il ghiaccio è diviso in 5 categorie di spessore, dove spessore, concentrazione, movimento ed equilibrio termico del ghiaccio sono calcolati per ogni categoria. La mappa dello spessore del ghiaccio mostra lo spessore medio del ghiaccio in ogni cella della griglia.

Il grafico a fianco mostra la variazione annuale del volume di ghiaccio marino nell'emisfero settentrionale, esclusi il Mar Baltico e il Pacifico. Il volume di ghiaccio è calcolato sulla base dello spessore del ghiaccio del modello HYCOM CICE. In ogni cella della griglia, il volume viene calcolato come spessore moltiplicato per la concentrazione e l'area, e tutte le celle della griglia contribuiscono al volume totale. La banda grigia intorno alla media climatologica corrisponde a più/meno una deviazione standard basata sulla media decennale 2004-2013.



http://polarportal.dk/en/sea-ice-and-icebergs/sea-ice-thickness-and-volume/

33
Gfs 12z che ci va con l'asso nella manica?  :o


34
Comunque oggi per me c è una visione diversa rispetto a ieri dove si vede meno accorpamento delle eccentricità principali del VP intorno al Polo geografico... ed un abbozzo di frenata intorno alle 220/240 ore


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

35

from jpeg to html

Sull'Amiata quest'anno sciano sul breccino tra pochino...ricordo da piccolo che le festività natalizie la neve era sempre presente fin da quota rifugi...oggi invece...ci so le mirfe nude sotto i faggi che ballano!!! :P :P

36
Considerando che la realtà ha sempre i colori al contrario delle stagionali di prevede un inverno storico da rivaleggiare il 1709  ;D

Se fosse così, avremmo trovato una regola da seguire  :D.
 
Ora non mi riferisco al tuo messaggio, ma Io penso sia fondamentale avere il coraggio di formulare ipotesi e condividerle, quando si ha il pieno controllo della formulazione e dell'orientamento. E portarle avanti fino alla verifica. E poi sbagliare, sbagliare più volte, ricordando ogni volta da dove si era partiti per provare a correggersi. Se ti limiti a inseguire l'evoluzione della realtà per evitare "musate", vinci sempre e la realtà la "prendi" pure, ma forse non la "comprendi" mai. Predire il "tempo" è una delle attitudini più antiche dell'uomo, ma come scienza in senso stretto questa è da considerarsi una delle più giovani, per le continue rivoluzioni tecnologiche a cui è soggetta (dall'introduzione dei satelliti all'evoluzione dei modelli deterministici) e per la complessità del sistema caotico che analizza. E in una scienza "giovane" il termine "errore" dovrebbe essere al tempo stesso bandito come etichetta, e benedetto come esperienza. Si è preso per il culo anche il motto "barra a dritta", ma il suo senso più profondo, per me, non è tanto "dritti alla vittoria", quanto "barra a dritta" per non girarsi intorno e ritrovarsi sempre nello stesso punto, per la paura di non raggiungere la riva.

Non so perché m'è uscito 'sto sermone. E' pure un po' OT, ma non ho trovato la sezione dedicata ai predicatori. Comunque "Barra a dritta!" più che mai  ;D   

37
continuano le mostruose, quasi imbarazzanti, differenze tra reading e gfs....a partire dalle 96h, neanche stessimo parlando di 300...

38
che poi fosse ese cold mica significa inverno finito...1956 docet  :-*
forse per restare così nel limbo e nn riuscire a propagarsi ne uno ne l'altro sarerbbe meglio si sbrigasse...

40
 Sto gufando l'ESE.. lasciatemi lavorà in pace..

41
Sembra puntare 7 e non cerchio  ;D è un mio punto di vista
eh si.. sacrosanto punto di vista.. ;D
Pensa che io lo vedo puntare ancora nel cerchio.. ;)

 Ma dai che scherzo.. sto solo dicendo che quest'inverno la MJO ha dimostrato poca stabilità e i vari forecast hanno lungamente abusato dell'incertezze modellistiche. ;)

Comunque anche prima ho detto di aspettare ECMWF e il Canadese che mi sembrano più stabili di GFS.. ;)

42
il 1956 è sempre ancora più vivo...metà mese fino a data da destinarsi..rilancio forte! :)
MJO fase 7

Californiaaaaaaaaa

43
Bravo jack mi hai letto nel pensiero  8)

La dinamica è coerente con una fase di diminuzione della MJO..

O raga io non vi stavo mica criticando dicevo solo come la penso 😀

44

Non basta che punti il cerchio. Ci deve anda è ci deve resta è L ep flux deve essere negativo. Cosa che attualmente non si vede in nessuno dei gm
Antonio.. ho solo detto ed evidenziato che al momento vedere una MJO virare verso il cerchio, con le condizioni attuali di rischio ESE.. e tutti i GM che univocamente sono al quanto concordi con questa evoluzione della MJO, che tra l'altro fin qualche giorno fa ognuno aggiornava a suo modo(vedi le passate incertezze modellistiche discordanti..).. non è sicuramente un buon segno, rispetto a vederle puntare come ieri dirette verso fase 6 e anche di buona magnitudo.
 Questo aggiornamento per me è negativo.
 Poi ovviamente ognuno ci vede ciò che meglio preferisce per il breve.. medio.. o lungo termine.. ;)

45
A me, come diceva anche Luca, pare invece che i modelli oggi siano concordi per una MJO che punta verso il cerchio dalla fase 5... Il migliore forse reading.. che semba più verso la fase 6 piuttosto che verso il cerchio..!

Si, quella di ecm mostra solo due cluster nel cerchio, con gli altri in 6 bassa di magnitudo, simile ai giorni scorsi salvo alcuni giorni con magnitudo più elevata

46
A dire il vero sono ottimi aggiornamenti. Avresti una mjo sparata dentro il cerchio in caso di ese. Invece continua la sua corsa bassa di magnitudo fino alla fase 6.

Ricordo che i forecast vanno a 15’gg di distanza ben oltre la fase di azzeramento prevista intorno al 12/15 gennaio.

Se non ci sono stravolgimenti L ese ce lo siamo levato dalle 🏐 🏐
Si.. io intendevo che la tendenza sembrerebbe appunto quella della cavalcata in direzione sparata nel cerchio e non il passaggio in fase 6 seppur debole di magnitudo.. la virata verso il rientro è più propensa alla direzione nel cerchio anziché mantenere il livello diretto in fase 6.
 Poi ovviamente uno ci vede quello che vuole.. se stiamo a guardare l'intero range della media degli spaghi.. ma la tendenza della linea verde rispetto ai vecchi aggiornamenti ha preso la strada netta verso il rientro.
 E la fase 6 parrebbe soltanto sfiorata.. ma spero in un ritorno con la media verso una magnitudo reindirizzata in fase 6.

47
Bisogna essere ottimisti per il nuovo decennio, andrà sicuramente così:
  :o

48
Ah ricordo che da inizio inverno siamo andati sotto media a 850hp per 24-36 ore

50
Eppure di carte da SC epocale ve ne avevo postate parecchie in questi giorni, qui però si ridacchiava quasi a volere esorcizzare la nefasta possibilità.

E invece non capisco il pessimismo ormai dilagante odierno, in cui è stata decretata la fine dei giochi.
Sarò pazzo io ma le carte strato non sono peggiori di quelle di ieri e dell’altro ieri, anzi sono migliorate.

Che l’ESE COLD sia una possibilità concreta non penso non si sapesse, ma rispetto a ieri c’è una possibilità in meno che ciò avvenga.

Tanto vi dovevo.

Pagine: [1] 2 3 4