BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Bortan

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 7
1
Da parte mia vivo il tutto credendo che sia molto rischioso parlare di "inizio" di un ciclo. Abbiamo una casistica di anni davvero irrisoria ed arrivare a conclusioni che abbiano una valenza scientifica inequivocabile al momento è impossibile.
Troppe sono le variabili che vanno ad incidere sul decorso stagionale e se c'è una cosa che è avvenuta in questi ultimi anni è proprio la mancanza di linearità del sistema.

Sono molto curioso quest'anno,  curioso per questo raffreddamento stratosferico così veloce ed anticipato, che pur se previsto in seno ad un indebolimento della BDC ed un'attività d'onda che si è mantenuta su livelli piuttosto bassi (AO+) e che prossimamente l'elevato waves number pattern vedrà ancora latitare, vede cmq un assetto del VPS che mi stuzzica la fantasia da un pò di settimane  ::)

Come detto il raffreddamento c'è, ed è prorompente. A 10hPa stiamo per sfondare il valore dei -70°C, praticamente la T di Dicembre:



Mentre a quote più elevate una gelida 1^ armonica vede la possibilità che si registrino i primi fuori scala tra soli 10gg:



Un raffreddamento che molto velocemente pare propagarsi verso il basso:




È maledettamente presto per dinamiche del genere, un' evoluzione  che paradossalmente potrebbe preparare il terreno per una configurazione "illegale"  già nella 3^ decade di Novembre. 

Attendo sviluppi.









2
Da quando siamo entrat in questo loop... ammanco di ghiacci, aumento delle T globali, nuovo ammanco di ghiacci ecc.
Io sto vedendo tutto  meno che un aumento di intensità delle irruzioni fredde.
Prima che qualcuno nomini il dicembre 2009 e il febbraio 2012, sappia già che io sto parlando del periodo successivo al 2012, ovvero all'anno che ha innescato, con il suo minimo artico, una sorta di "infarto" del sistema climatico.

Da quando è stato detto che gli eventi freddi sarebbero aumentati "grazie" all'Artico in forte deficit, mi è parsa subito una panzanata. Mi pare così evidente che, se diminuisci le riserve di freddo globali, hai più difficoltà di far arrivare il freddo, che  negli anni scorsi non avremmo nemmeno dovuto diventar matti a discuterne. Ma c'era chi ci credeva... e qualcuno c'è ancora, sono pronto a scommettere.
In tal caso, la sveglia suona alle 7 (per alcuni anche prima)... non alle 18  ;D


la diminuzione delle temperature e dei GPT nella stratosfera autunnale inizia (in modo più netto) più o meno a partire dagli anni 2000 di conseguenza anni come 2004-05, 2005-06, 2009-10, 2010-11 sono ampiamente dentro al gruppo..

anche volendo restringere il campo ad anni più recenti segnati da ESE si parte dal 2011-12 (quindi il Febbraio 2012 è dentro), si continua con il Gennaio 2017 (il più freddo degli ultimi anni) e ci troviamo dentro il Febbraio-Marzo 2018 con un episodio medio sui 5 giorni di t a 850hpa tra i più importanti post 1980..e questo per parlare solo del mediterraneo..

oltretutto io non parlavo di frequenza ma di intensità, va da se che in un contesto di VP più forte la freqeunza cala..ma non si possono fare valutazioni sulla base dei propri gusti personali o scegliendosi gli intervalli temporali più comodi..

l'unico altro periodo con NAO positiva invernale paragonabile a questo sono stati gli anni 1987-88/1994-95..se paragoni questi due periodi di VP forte (1987-95 vs 2011-2018) ti apparirà abbastanza chiaro come il deficit di ghiacci in zona kara barents possa fare la differenza a parità di condizioni sfavorevoli:

la t media a 850 per il nord Italia (DJFM) passa da +1,12 del 1987/95 a + 0,58 del 2011/18..3 volte abbiamo una media sotto i -2 negli anni recenti contro 2 negli anni 90 e 3 volte sott i -3 contro 0 negli anni 90..con il Gennaio 2017 6 anno più freddo di sempre, il febbraio 2012 terzo anno e il febbraio 2018 sesto.. ;) [44_46N 8_14E] http://climexp.knmi.nl/get_index.cgi

3
Grazie Roberto, sempre gentilissimo!

I forecast stanno annusando il cambio di pattern, ma ormai per questo post si tratta già di "passato".
 Doveroso analizzare nei prossimi giorni, nelle apposite sezioni , la possibilità di eventi alluvionali che al momento non si possono purtroppo escludere.

Quest'oggi  voglio invece riportare la "curiosa" proiezione by NASA, che in anni passati ha evidenziato alti e bassi marcati nelle proprie performance, ma che rimane pur sempre un modello di riferimento.

Stupisce la forte discrepanza con CFS e Accuweather:





La proiezione lascia pochi dubbi, NAO negativa:



Un tipo di circolazione che favorirebbe occasioni per nevicate anche importanti specie  al centro-nord, Toscana inclusa, nel mese di Dicembre.

Prima di mettersi a sognare ad occhi aperti, sottolineo come ancora permanga una netta difficoltà nell'inquadrare l'evoluzione del grado di approfondimento del VPS, questione che manda in confusione i modelli.

I forecast vedono un NAM sfiorare addirittura i +1 ad inizio Novembre:



Ma per adesso non abbiamo in stratosfera una dinamica da superamento soglia, mancando quelle contrazioni e ri-accelerazioni che vanno a raffreddare in maniera rapida la colonna.
Ripeto che un forte approfondimento in questo step non lo vedo come una cosa negativa, ma la faccenda rimane cmq delicata, a causa di segnali contrastanti.
Ha poco senso dire di più per adesso, passo la palla a chi vorrà approfondire meglio questi spunti





4
Si, dovrebbero prevalere correnti sud-occidentali sull'Europa e Mediterraneo. Questo sarebbe prodromico di un indebolimento progressivo del VP

Filippo vai a Reading, fagli uno schizzo a mano con un mese d’anticipo, poi gli facciamo buttare tutti i PC e risparmiano un mucchio di soldi. Non c’è niente da fare, tu stai alla meteorologia come Ramanujan stava alla matematica. Non credo che la tua sia solo conoscenza della fisica dell’atmosfera, credo che tu abbia la “luccicanza”. Sono davvero basito di quanto riesci a prevedere lontano. Non ci abbandonare......

5
In troposfera scenari simili al cloover pensiero verso fine corsa.

Sent from my ONEPLUS A6003 using Tapatalk


6
Notevole l'approfondimento del VPS:


AO+ e VPS forte, tutto come da aspettative.

Tuttavia si scorgono segnali di un progressivo indebolimento ad inizio Novembre, tra l'altro ancora col solito schema strategico per quanto riguarda l'incisività dei disturbi.
In pratica non scorgo contrazioni ma ellitticizzazioni, e sappiamo bene come quest'ultime rendano molto difficile il raggiungimento di un approfondimento critico ma spingano invece in direzione di un destrutturamento.

Per quanto riguarda lo snow cover invece le notizie non sono buone, ultimi aggiornamenti che evidenziano una probabile heat wave proprio a fine mese.... Nonno Rodano sarà sicuramente più preciso.

Insomma spunti buoni e spunti meno buoni,  una situazione che quindi invita alla cautela ed a prendere le distanze da proclami invernali che in questo momento valgono zero.

quoto tutto..circa lo SC aspetterei perchè come dicevo è davvero difficile fare una previsione circa la sua avanzata basandosi sui GM..al momento le anomalie mostrate non sono esaltanti per fine mese, ma potrebbero cambiare visto che si tratta pur sempre di una zona vastissima (la siberia) e anche piccoli aggiustamenti possono dare risultati diversi..

In zona Terranova invece, sempre con la dovuta cautela, parrebbero affacciarsi anomalie medie su ottobre più favorevoli a NAO negativa invernale (1-19 ottobre osservati + 19-30 previsti)..

Un segnale davvero incerto al momento.. ::)

ricordo che a Novembre il focus si sposta da terranova alla zona GB  ed europa-centrooccidentale, la quale mostra una forte correlazione positiva tra 500hpa novembrini e NAO invernale..sarebbe preferibile avere questa zona sede di numerosi affondi piuttosto che alto-pressoria.. ;)

7
Notevole l'approfondimento del VPS:



AO+ e VPS forte, tutto come da aspettative.

Tuttavia si scorgono segnali di un progressivo indebolimento ad inizio Novembre, tra l'altro ancora col solito schema strategico per quanto riguarda l'incisività dei disturbi.
In pratica non scorgo contrazioni ma ellitticizzazioni, e sappiamo bene come quest'ultime rendano molto difficile il raggiungimento di un approfondimento critico ma spingano invece in direzione di un destrutturamento.

Per quanto riguarda lo snow cover invece le notizie non sono buone, ultimi aggiornamenti che evidenziano una probabile heat wave proprio a fine mese.... Nonno Rodano sarà sicuramente più preciso.

Insomma spunti buoni e spunti meno buoni,  una situazione che quindi invita alla cautela ed a prendere le distanze da proclami invernali che in questo momento valgono zero.


8
 Ciao Jack  :)  ( E un salutone al grande Matteo  ;)  )

A 30mb ecco la situazione:



Sostanzialmente il VPS ha questo imprinting:




9
È un pourparler eh, ma questa previsione della stratosfera by ECMWF mette le basi per un potenziale SSW major. Specificatamente, non interessano i dettagli. Ma la disposizione delle anomalie di HGT è interessante. E dice anche che la troposfera, secondo il modello, potrebbe essere ben posizionata per influenzare i piani alti.

Di nuovo, sono mappe speculative, ma danno almeno da ragionare...

Sent from my ONEPLUS A6003 using Tapatalk


11
Alchimista nel 2015/16 l'approfondimento si è concretizzato nella 1^ parte di Novembre, visto che il tentativo ottobrino è stato abortito da un heat flux che ha resettato e velocizzato il secondo approfondimento per la conservazione del momento angolare ( ma questo è accaduto in tutti gli anni da te postati).

Adesso noi te lo stiamo mettendo nel piatto a metà Ottobre e non sembrano esserci grosse ripercussioni su questo processo neppure col calo della AO previsto a fine mese, visto che dovrebbe trattarsi di un elevato wave numbers pattern.

20/25gg di differenza.....Ti sembrano pochi? Guarda cosa è successo a Gennaio 2016  e prova ad anticiparlo ::) ;)




12
mio primo post su questo forum non poteva non partire da un tuo msg: ho notato anch'io alcune differenze a pari periodo rispetto agli altri anni: potrebbero esserci i presupposti per delle fasi invernali precoci in novembre nel nostro continente? a guardare la virata di NAO e AO dopo mesi e mesi in positivo…….

Ciao! :)
Novembre lo vedrei più in linea con un reversal pattern sull'East Atlantic , con abbassamento del flusso zonale  ...  ::) ;)






13
Che bello tornare a leggervi...
Caro Cloover ho letto il Tuo ultimo post e quello precedente del 2015..a parte il fatto che emerge chiaramente che possiedi una macchina del tempo...mi pare di capire, permettimi se semplifico, ma non possiedo certo le basi, che per Te come per Nonno Rodano l'inverno vero sarà il prossimo, e poi a seguire, e questo sarà di transizione..Lui ritiene fondamentale arrivare ad un cambio di segno della Nao legandolo al Sole..Tu già anni fa, aggiungendo un passaggio, individuavi l'influenza del Sole  sulla PDO che a sua volta incide sulla Nao..Ma il risultato è analogo..Quest'anno guerra di posizione e l'anno prossimo all'attacco?
Scusa se banalizzo.. :D

Questo Inverno lo considero un "Jolly" , nel senso che la bassa attività solare potrebbe avere un impatto circolatorio piuttosto pesante a fronte di un trimestre che sulla carta non promette granchè.
A tal proposito faccio riferimento all'asse del VPS improntato da un 2 waves number pattern, anzichè dalla classica propagazione verticale dell'anticiclone Aleutinico sul Canada con 1 wave number pattern, argomento già discusso giorni fa, già un primo indizio circa un possibile improvviso cambio di segno della NAO nonchè di un forcing impresso dal basso geomagnetismo.

Io credo che il cambio di WR sarà improvviso, non c'è anomalia oceanica che tenga in tal caso, e gli anni passati l'abbiamo ampiamente constatato.
Le anomalie oceaniche (PDO/Tripolo) varieranno poi in funzione del feedback che verrà rilasciato in atmosfera, e lo faranno anch'esse piuttosto rapidamente.

Insomma a mio avviso è il momento di riporre fiducia nei prossimi inverni, osservando anche questo con la dovuta attenzione per i motivi discussi.... ;)




14
Buongiorno a tutti,

mi permetto di sintetizzare quanto già discusso negli anni precedenti.

In merito all'attività solare, attualmente dovremmo trovarci nel periodo di transizione tra il ciclo 24 e 25, in condizioni di minima/nulla attività solare, situazione che dovrebbe perdurare per tutto il 2019: il precedente massimo è stato registrato nell'inverno 13/14, per la precisione il monthly sunspot max è databile Feb 2014.



Detto ciò, come già analizzato nel post del 2015, l'inverno di massimo solare 13/14 può inizializzare il grafico dell'interessante studio americano come Lag 0, per cui l'inverno scorso (Lag +4) è stato quello con correlazione 0, dal prossimo inverno 18/19 (Lag +5) e successivi si tornerà in zona grigio/grigio scuro con più alti valori di correlazione, la quale dovrebbe essere massima a Lag -4 dal massimo solare del ciclo 25, ipotizzabile tra il 2023 ed il 2024.
Ecco perchè l'inverno 2019/2020 ricorre come un mantra da anni come possibile anno di riferimento, con un NAO Index che dovrebbe essere più negativo rispetto ai successivi, almeno secondo il menzionato studio.



Volevo anche dire due parole in merito alla QBO: anomalie già positive sopra i 30 hPa, ancora negative ma in probabile fase ascendente già dal mese in corso a 50 hPa
Da qui possiamo ipotizzare una nuova inversione in alta stratosfera già dalla seconda metà del 2019 e possibile/auspicabile nuova fase QBO- a partire dai 30hPa tra il 2019/2020...   ;)

Bye

15
Non c'è da meravigliarsi in fondo, sta andando tutto come da iter previsionale  ;)
Quasi 4 anni fa questo periodo era stato correttamente previsto qui: http://meteodue.it/index.php?topic=9337.0

IL 2017/'18 era l'anno che avrebbe dovuto dare avvisaglie di un cambio di pattern e così è stato, con un potente MMW ed il reversal pattern del segno NAO, che tra Febbraio e Marzo è crollato in negativo, con il ragguardevole valore di -1.38!  Valore che per ritrovare così basso bisogna tornare al Marzo 2013.

Chiaramente bisogna considerare l'estrema variabilità interna al sistema dipendente dalle oscillazioni in bassa frequenza dei vari indici, che vanno a rinforzare o indebolire la Brewer e Dobson circulation con impatto sul gradiente meridionale della temperatura e  sulla tensione zonale.

L'attuale rappresenta quindi un pò l'anno "di mezzo", è normale sia così.

Analizzerei con tranquillità i vari passaggi attuali, siamo perfettamente in linea con i tempi  ;)






16
Beh, 'nsomma, recentemente abbiamo avuto spesso un approfondimento del vps ad ottobre / novembre.

Poi per un motivo o per l'altro è sempre andata a finire male.










Per ovvie ragioni non metto il 2011/2012, anche se pure quell'anno ha avuto un precoce approfondimento.


Quel che mi è parso di capire è che in realtà è accaduto l'opposto. Un approfondimento precoce è segno di una struttura del VP già avanzata, in tal caso, il condizionamento termina "prima", a volte con eventi di segno opposto già in fine novembre-dicembre.
Un approfondimento tardivo, cioè un tardivo superamento della soglia del NAM, troppo pericolosamente vicino alla stagione invernale, ci prolunga il condizionamento fino a inverno inoltrato ;)

Gli ultimi anni hanno avuto tutti questo problema. AO--- troppo presto, stratcooling S-T troppo tardivo e AO+++ pressoché sempre nella prima parte dell'inverno (spesso anche nella seconda).

Detto questo, io resto della mia personale convinzione che ormai gli indici teleconnettivi noti sono molto meno predittivi che in passato. Inutile dire perché, in quanto finirei sempre sullo stesso argomento

17
cosa intendi di preciso?
Buonasera a tutti!

Decisamente bello rileggervi: siete già tutti belli in palla, Filippo e Lorenzo in ottima forma, come sempre

Provo a risponderti semplicisticamente io Luca, anche se in effetti Cloover e il buon Bortan hanno già chiaramente esplicitato tale concetto: l’approfondimento in propagazione nato in alta stratosfera è fisiologico e con l’attuale fase di VP coupling, potrebbe successivamente innescare importanti riscaldamenti che se veicolati da un’attività d’onda con buona radice, essere la futura base per eventi Warm.

Stiamo entrando nella fase cruciale, quanto espresso dal Nonno è reale: le medie AO decennali si stanno alzando, per cui la fatidica soglia NAM è tristemente più vicina.

Bye



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

18
Indubbio Filippo.
Ed è quello che era interessante notare sin dalla stagione estiva.
Il Pattern da NAO+ accoppiato alla A0+ non ha permesso alle intrusione calde dalle medie latitudini di andare ad inficiare sulla dinamica di sviluppo della struttura del VP tutto.
Già ogni anno il Vp deve "smaltire" il surplus termico dell'ammanco di ghiacci poi ci si aggiungeva spesso una NAO-- estiva ecco che il VP ripartiva sempre ad Ottobre.
E dunque si partirà forte.
Bene.
Da tenere in grossa considerazione il geomagnetismo che sulla scorta dell'azione solare è decisamente votato a NAO--.

19
Intanto inizierei a tenere d'occhio il grado di approfondimento del VPS   ::)  Non è detta che un approfondimento così anticipato sia negativo  ::)











20
Purtroppo rispetto allo scorso anno la disposizione teleconnettiva è peggiore, leggi la mia firma e vedrai che su 7 pedine soltanto una è ben posizionata.
Quindi è logico attendersi un VP forte e la tendenza alla divergenza delle onde planetarie.
Quello che personalmente sto monitorando è il decorso del VPS, per appurare la possibilità che raggiunga un elevato grado di approfondimento in maniera fisiologica.....  Vediamo, non c'è fretta per adesso  ;)

PS(intanto sarebbe ottimale se si realizzasse quanto avevo ipotizzato per il mese di Novembre...)

21
Grazie Giuseppe, un caro saluto anche a te  :)

Non deve stupire questa forte attività del VP che avevo anche discusso qualche intervento fa in seno all'analisi della BDC.

Nell'avvio di questa stagione però ci sono alcune differenze.
Non classificherei questo VP come  molto disturbato, tanto che a parte una moderata amplificazione dei disturbi in media Stratosfera ad inizio Ottobre, a 1000mb presentiamo un VP decisamente forte, con valori di AO costantemente positivi:



Il NAM si è sempre mantenuto su valori positivi:



Un rinforzo del VPS a fine Ottobre non lo vedo proprio come una "brutta cosa", siamo nei limite di un fisiologico approfondimento, ben diverso da una contrazione genereta da un Heat Flux event come in questo caso:



Poi che questo prossimo Inverno sulla carta parta teleconnettivamente svantaggiato è appurato. Le indicazioni indirizzano verso un forte grado di approfondimento.
Tuttavia vediamo se riusciamo a portare avanti  una condizione di VP non decentrato dalla verticale del Polo Geografico come in effetti stiamo riscontrando,  senza nemmeno quelle fameliche heat wave sull'Alaska. ;)



22
Come sempre per avere un quadro più chiaro della situazione bisogna aspettare metà/fine novembre. Gli indici sono in continua evoluzione, ci sono delle indicazioni alcune favorevoli a un buon inverno,e altre contrarie. Io personalmente sono ottimista, e concordo con chi dice che la maturazione del vortice polare sta procedendo bene, il vortice polare non deve essere disturbato adesso. Se si parla di statistiche un autunno freddo poche volte è stato seguito da un inverno freddo. Con questo non vuol dire che il prossimo non possa essere mite, ma è più difficile. Qualche idea sul prossimo inverno ce l'ho, alcuni indici al momento sono simili al alcuni buoni inverni di 10/15 anni fa.

23
Bentrovati.
In particolare un caro saluto a Filippo.
Sono contento del suo ritorno.
Detto questo le dinamiche strato -troposferiche sono abbastanza chiare in questi ultimi anni con elementi che favoriscono o meno il raffreddamento della colonna del VP.
Quest'anno, a mio avviso, il vp ha fatto il suo decorso in modo più "old style" al netto della tendenza ben assodata a raffreddamento della stratosfera.
Vediamo quello che succederà tenendo in considerazione comunque il "setting" troposferico del VP.

Del resto se è pur vero che molti studi non sono riusciti a "sintetizzare" alcuni segnali troposferici (SAI- OPI) è pur vero che le intuizioni che erano alla base di quegli studi non erano "i fondi di caffè" ma bensì delle osservazioni empiriche che una qualche valenza la avevano…..
un saluto, Giuseppe

24
Ottimo Cloover, da un lato anche se questa NAO + ci fa penare non poco, d'altro canto ci fa ben sperare per una maturazione regolare del vp senza troppi disturbi da rischiare appunto di farlo precondizionare in un secondo tempo.

25
Capisco bene l'intervento di Nonno Rodano, Ottobre sta evidenziando un VP piuttosto forte, in linea con il WR estivo.

Tuttavia la situazione rimane molto interessante, con un asse del VPS che continua ad evidenziare il forte imprinting dello scorso mese di Febbraio, uno schema relativo, in prospettiva,  ad un suo forte indebolimento:



Ed ecco che iniziano a comparire  warmings in area critica anche a quote più basse, segno di un probabile cambio di assetto ormai imminente:




Inoltre, a differenza degli anni passati, è evidente un buon coupling tropo-stratosferico, sappiamo quanto sia deleterio un forte scollegamento in tal senso per i risvolti che ben conosciamo.

Attendo sviluppi







26
Rieccovi, che bellezza! :D
Pronti per un altro inverno, si spera più prolifico degli ultimi (ogni anno lo diciamo ma tant'è)... certo che fa strano scrivere di inverno quando siamo a metà ottobre e ancora si prevedono massime a 24-25 gradi   :-\

Cmq... l'ottimo Cloover aveva detto che questo sarebbe potuto essere l'inverno della svolta, onestamente non ho letto tutte le pagine ma spero abbia portato buone nuove, perchè questa volta rivoglio la NEVE! :D

Un saluto a tutti e ancora grazie del lavoro che fate!

27
Buongiorno a tutti, finalmente questo 3d decolla.

Sarebbe bello poter limitare, se non eliminare del tutto, i soliti interventi da piagnisteo.

C'è la sezione lamenti meteo per quello.

Scusate l'OT ma vedere un 3d così bello ed interessante "sporcato" è un vero peccato.

28
Il vortice polare è ruotato come l’anno scorso prima del MMW. Il surriscaldamento seguente ha lasciato una profonda ferita. E l’asse è perfetto. È questo che ci sta dicendo Filippo. Se mantiene quest’asse non ci può far paura niente, anzi..... MMW in arrivo? Ricordate anche quando Filippo scrisse che un buon predictor di inverni freddi e nevosi è una bella alta posizionata in autunno su Europa orientale e Russia e come invece irruzioni fredde precoci sui Balcani portino ad inverni ciofeca ? Bene abbiamo pure quella....l’alta sulla Russia.... probabilmente il tutto è una conseguenza del buon asse del VP. Quindi voglio il VP disposto da Hudson verso California come ci disse il mitico Filippo... e andiamo...
Filippo sei sempre un genio anche se impegni meno del tuo tempo....non perderai mai la tua bravura innata...Fuoriclasse!

Grazie Roberto troppo buono  :-* ;)
Cmq piedi per terra, non c'è certo la perfezione teleconnettiva ed i rischi relativi ad un forte approfondimento del VPS rimangono reali.

Intanto dopo un mese di Ottobre con tempo perturbato al Sud e più secco al Centro-Nord,  per Novembre sarei propenso verso una progressiva mutazione del pattern Euro-Atlantico, con le piogge che tenderebbero a colpire in maniera copiosa proprio il Nord e la Toscana(quindi quasi un reversal EA pattern), e con freddo ancora lontano dal Mediterraneo.
Questa sarebbe un'evoluzione in linea a quanto discusso e andrebbe a condizionare pure la fase successiva:










29
Ottimi segnali.. ed ottimi movimenti.. occhio! ;)

Scusatemi la latitanza.. :-X

Mi rifarò presto più avanti..

Intanto congratulazioni a tutti per gli ottimi contenuti e contributi.. siete davvero unici! ;)

30
Il vortice polare è ruotato come l’anno scorso prima del MMW. Il surriscaldamento seguente ha lasciato una profonda ferita. E l’asse è perfetto. È questo che ci sta dicendo Filippo. Se mantiene quest’asse non ci può far paura niente, anzi..... MMW in arrivo? Ricordate anche quando Filippo scrisse che un buon predictor di inverni freddi e nevosi è una bella alta posizionata in autunno su Europa orientale e Russia e come invece irruzioni fredde precoci sui Balcani portino ad inverni ciofeca ? Bene abbiamo pure quella....l’alta sulla Russia.... probabilmente il tutto è una conseguenza del buon asse del VP. Quindi voglio il VP disposto da Hudson verso California come ci disse il mitico Filippo... e andiamo...
Filippo sei sempre un genio anche se impegni meno del tuo tempo....non perderai mai la tua bravura innata...Fuoriclasse!

32
Il segnale al quale mi riferisco è quello discusso e  relativo alle conseguenze di una BDC weak nonchè ad una disposizione del VPS che vede lavorare un 2waves number pattern.

Dalla 2^ metà di Ottobre diventerà importante monitorare il profilo termico alle quote medio-alte:



Una debole BDC favorisce infatti un incipiente raffreddamento Stratosferico che, tuttavia, nel caso in cui la disposizione del VP veda una decisa perturbabilità del getto, potrebbe rendere difficoltosi approfondimenti oltre la soglia critica nei mesi di Novembre/Dicembre.


33
Cloover mi sa è pronto per tornare dalle milf insieme a "belstaff"  ;D

34
Buonasera. Ancora è troppo presto, tra un mesetto avremo un quadro già più chiaro, in un contesto comunque di solita incertezza.
Io per mia indole sono ottimista, quindi fiducia.

35
Per la prima parte vedi piattume? E' sempre quella che mi è piaciuta di più

è ancora troppo presto..diciamo che il segnale sulla seconda parte invernale è abbastanza netto, mentre sulla prima ancora mancano dei dati (sembra paradossale ma le anomalie di settembre hanno una correlazione più alta con la NAO di Febbraio rispetto a Dicembre-Gennaio)..oltretutto stiamo ragionando su carte emisferiche a oltre 200 ore..potrebbero cambiare anche radicalmente.. ;)

36
Per adesso non si può proprio parlare di vp destrutturato

ed infatti l'innevamento siberiano al 2 di ottobre è nettamente sotto media, segnando così una netta differenza con gli inizi di Ottobre 2013-14-15-16-17 quando risultava già particolarmente esteso (rispetto alle medie di inizio Ottobre)..



in tal senso il primo anno simile è il 2012..

con il ricompattamento ulteriore del VP intravisto da GFS potremmo avere un'impennata della curva del SAI nella seconda parte di Ottobre, altro tassello favorevole ad una seconda parte invernale  interessante.. ;) ::)

37
Per adesso non si può proprio parlare di vp destrutturato

38
per come la vedo io  e visto come scrivi che siamo in un'altra epoca climatica, in questa epoca sia che si verificherà un MMW o che non si verificherà, in entrambi i casi ritengo oggi più probabile che l'anomalia di temperatura a 30 hpa ai tropici sia positiva piuttosto che negativa visto il continuo raffreddamento della stratosfera avutosi dal 1994 ad oggi.
Inoltre è risaputo che focalizzarsi su un MMW per giudicare un inverno in Italia sia la maggior parte delle volte un approccio sbagliato...come del resto sappiamo tutti che inverni passati con indice NAO negativi siano passati senza essere ricordati come eccezionali, 2010/11 il più recente , ma anche i 3 inverni di fine anni'70.
In definitiva ritengo poco determinante ai fini del forecast meteorologico invernale in Italia, sapere se la NAO sarà negativa o se accadrà un MMW.

 Per quanto riguarda l'andamento meteorologico invernale in Italia personalmente mi baso sulla migrazione delle cicogne che in questi ultimi anni mi ha datto eccellenti risultati


39
cosa potrebbe comportare l'assetto giusto ma poca benzina?

In linea di massima la "poca benzina" intesa come scarsa attività della BDC, è legata principalmente ad un rallentamento della suddetta circolazione, con conseguenze immediate sull'incremento del gradiente meridionale della temperatura a livello stratosferico:






Una temperatura sempre più fredda in maniera sin troppo rapida, che potrebbe influenzare il grado di approfondimento del VPS a partire dalle quote isobariche più elevate, aumentando drasticamente i valori di vorticità potenziale e calando l'altezza dei gpt:



Con ripercussioni sul Nam, sulle fasi della MJO e sulla classificazione della fase Enso.

La buona notizia in tutto questo riguarda una possibile azione di disturbo in posizione critica, che nel corso della stagione potrebbe innescare uno spettacolare collassamento del Vortice Polare, soprattutto se i livelli di approfondimento rimanessero in un range limite(tutt'altro che improbabile per vari motivi).

RIMARCO  cmq per l'ennesima volta che per adesso sono soltanto elucubrazioni su cui fare poco affidamento, visto che ancora non si conoscono con esattezza le effettive anomalie circolatorie.





40
scusami Filippo, ma anche in questo caso ti stai riferendo solo al settembre 2009, tutti gli altri anni con NAO- con cui avrai fatto il plot dal 1970 avevano anomalie contrarie a quelle del settembre 2009 a 30 mb:
il settembre 1977 per esempio è simile al 2018 per le anomalie termiche a 30 mb....

Anziché guardare il passato, che fornisce sempre visioni piuttisto fuorvianti, sarebbe meglio capire i perché

42
Un certo ricompattamento del VPS che però mantiene l'imprinting discusso, che è quello relativo ad un efficace azione di disturbo a 2 onde:









43
Certo non è da tutti i giorni vedere il modello europeo esporsi così.

Sent from my ONEPLUS A6003 using Tapatalk
la California depressa mi piace assai..

44
Certo non è da tutti i giorni vedere il modello europeo esporsi così.

Sent from my ONEPLUS A6003 using Tapatalk


45
Ancora conferme circa la posizione della Wave Mother in tipico assetto "VPS weak", con 2waves number pattern persistente in tutta la 1^ parte del mese di Ottobre a vedere i forecast, che seguono la medesima strada da ormai diversi runs:




Situazione molto interessante davvero,  l'imprinting è quello giusto, anche se una BDC piuttosto debole potrebbe limitare l'attività d'onda e smussare il quadro, un quadro che sta virando in direzione di una NAO- invernale.
Ad ogni modo  un cambio di passo già ben visibile, segno che il basso Ap index sta ormai già forzando il WR



46
Evoluzione già piuttosto chiara per i prossimi mesi, caratterizzati con tutta probabilità da una tensione zonale sostenuta.
D'accordissimo con te Filippo, tra l'altro la corrente a getto a 300 hPa nè è l'indicatore:



Se si va a fare reanalisi del getto questa intensità in questo periodo non la si trova mai nel passato e quindi mi ricollego a ciò che ha scritto nonno rodano:

, ma addirittura spesso nemmeno confrontabile con il periodo 1950-2000..

direi che possiamo estendere al 2017 il periodo non confrontabile.

La NAO di ottobre e novembre è probabile che con un getto così rimanga neutra, nè positiva nè negativa.

47
Grazie Filippo della risposta .... allora è colpa di quel maledetto blob del Pacifico che ci ha scassato gli zebedei da alcuni anni ...  >:(. In merito alla carta da te postata sull'asse del vps combacia con una mia idea che avevo buttato lì un po' di tempo fa .....  potrebbe essere uno schema da considerare da qui a a dicembre nelle fasi di temporaneo calo del pattern NAO + ? .. tenendo presente che per statistica la parte terminale dell'autunno e prima parte invernale rispecchia la disposizione delle pedine lasciate sul campo dall'ultima parte dell'inverno precedente ...  :)

Quello più che uno schema di fase temporanea in NAO-, rappresenta un vero e proprio cambio di pattern in NAO-- e AO--.
Infatti con tale asse le onde planetarie divengono intrusive, provocando il break down del VP/VPS.  Non dimentichiamo però che attualmente la BDC è debole( e già predittiva in questa fase) e stiamo ancora parlando di forecast....  Però però.... Un segnale buono sembra esserci  ::) ;)



"-----------" e anche le SSTA atlantiche sono "migliorate" dal 1 settembre ad oggi:




Si, mi trovi d'accordo su molti punti  ;)
 Delle SSTA guarderei anche al settore Pacifico,  "Californiano", area Namias ed Enso.. Ed effettivamente pure lì si notano movimenti "sospetti".

Riguardo il VPS è evidente come ci sia una forza esterna che ne sta modulando l'asse. Penso proprio che sia il basso Geomagnetismo/solar activity low, un forcing che ha un evidente impatto sul motore circolatorio primario(depressione Aleutinica e wave mother)
Vediamo la risultante sulla PDO tra una quindicina di giorni, dato che l'indice è ancora molto "indeciso" e potrebbe rivelarsi la chiusura del cerchio.... ;)


48
Aspetto di avere i dati freddi e sterili del mio modello circa la NAO (aggiornamento con i dati di Settembre) ma soprattutto quelli di Ottobre..ho smesso di fare delle previsioni "a naso" su tali proiezioni basandomi sulle anomalie intermedie nel corso del mese in esame perchè non ci azzeccavo mai.. :P

nel frattempo noto alcuni punti interessanti sia nelle anomalie osservate fin qui, sia in quelle (ovviamente da prendere con le pinze) previste. ::)

che le cose dal 2007 in poi (e forse prima) siano cambiate moltissimo è innegabile, il tutto dovuto al crollo dei ghiacci artici estivi e (probabilmente) al conseguente mostruoso raffreddamento della stratosfera autunnale con NAM medio di Ottobre-Novembre-Dicembre degli ultimi anni non solo nettamente più alto, ma addirittura spesso nemmeno confrontabile con il periodo 1950-2000..

abbiamo assistito alla perdita di performance del SAI, il quale da correlato è diventato anticorrelato alla salute del VP invernale, questo ci dice che gli autunni non sono più gli stessi e che, anche ammesso che il sistema ritorni verso la normalità a partire da oggi (per assurdo) serviranno verosimilmente anni per tornare da dove si era partiti..

inutile quindi cercare confronti con anni troppo distanti, meglio considerare quelli post 2007, ed in tal senso l'unico vero inverno in NAO-- con VP distrutto è stato il 2009-2010, lo stesso 2010-2011 ha vissuto più sulle anomalie impresse dal "collega precedente" che su quelle proprie, ed infatti da Gennaio 2011 in poi si è assistito all'ennesimo ESE con sfondamento del NAM etc..





e anche le SSTA atlantiche sono "migliorate" dal 1 settembre ad oggi:






aggiungo a tutto ciò anche le "ottime" carte che si vedono in stratosfera come fatto notare da Cloover..

Riassumendo: "un tempo" un VP/VPS in crisi ad Ottobre erano sinonimo di un buon inverno passando attraverso l'innevamento siberiano etc..negli ultimi anni invece (2014-15-16-17) invece tale correlazione è venuta meno, con la veloce avanzata dello snowcover siberiano dovuta all'eredità dei ghiacci artici più che ai sintomi di un VP debole nella successiva stagione..

quest'anno mi pare di scorgere alcuni elementi più simili al 2009 che al 2014-17, ciò non significa che avremo un inverno del genere, ma probabilmente che la situazione non sarà così nettamente orientata verso NAO+.. ::)

un grande dubbio rimane l'assetto delle anomalie dei ghiacci che si verrà a creare tra 7-10 giorni, a noi servirebbe un deficit localizzato in zona Kara-barents, mentre probabilmente il "grosso" si troverà in zona bering.. ::)

49
Filippo scusa una domanda ma quella anomalia strong nel nord Atlantico c'entra qualcosa con la diminuzione della salinità causa scioglimento ghiaccio della calotta artica e di conseguenza indebolimento corrente del golfo ????

No, direi che è dipendente strettamente dal pattern persistente  ;)

Intanto i forecast della 1^ decade di Ottobre ci fanno vedere cose molto interessanti circa il predictor relativo all'asse del VPS (studio che avevo integrato l'anno scorso alla BDC):




In pratica la tendenza al 2 waves number pattern, con un asse che si mantiene per tutto il run. Vediamo se ci riesce di portare a casa questa tendenza......



50
Buona serata a tutti gli utenti del forum di meteodue.Gli ultimi aggiornamenti evidenziano ancora un trasporto verticale d onda decisamente elevato andando in tal modo a rallentare il fisiologico rafforzamento stagionale del vps. Situazione che andrà a favorire altezze geopotenziali relativamente elevate in media -alta troposfera.
disturbi anche in media stratosfera  provenienti  dal settore atlantico

Oioi questo non mi piace... pensavo fosse diverso quest’anno

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 7