BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - 980 hPa

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 25
1
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana giovedì 23 naggio 2019
« il: Maggio 23, 2019, 07:03:28 pm »
Che si esce in felpa anche a Giugno? :o

Magari...giubbino  ;D

2
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Mercoledi 15 Maggio 2019
« il: Maggio 15, 2019, 10:14:39 am »
alla doganaccia è bufera!!! gia tutto bianco e accumula alla grande!!!

https://doganaccia2000.it/doganaccia_webcam_real_time/

3
Volevate il Reversal Pattern?

Eccolo servito:




 ;)
bene , molto bene ... era proprio quello che volevo vedere anzi forse nei tempi anche meglio delle mie più rosee aspettative ... sempre meno probabile , a questo punto , la fase calda per la fase iniziale della stagione estiva o comunque sempre meno probabile che saremo noi l'obbiettivo principale delle eventuali risalite calde sub- tropicali .... rimane uguale invece il mio pensiero per la stagione estiva .... fresca ed instabile ...  ;)

4
 Prendo spunto dal grafico di Quadrelli e Wallace del Paper 2004, dove si nota il cambio di SLP e SAT nordemisferiche al variare del PNA, AO e NAO..:



8. SLP and SAT trends
SLP trends over different periods and regions have been documented in several recent studies. Trenberth and Hurrell (1994) noted a decrease of the Aleutian low pressure in the decade from 1976 to 1988; Walsh et al. (1996) reported a decrease in SLP over the Arctic from 1979 to 1994, and Gillett et al. (2003) documented the global 1948–98 SLP trend. SAT trends have been documented in numerous studies, including Houghton et al. (2001).

This section documents the relation between the observed hemispheric SLP and SAT trends and the trends detected in the time series of the two SLP leading PCs. Averaged over the Northern Hemisphere, the mean-square amplitude of the observed SLP trend since 1958 (estimated by summing over all grid points, weighting by the cosine of latitude) is larger than any of the 1000 synthetic trends generated by randomly scrambling the chronological order of the winters. Based on a conventional t test, the trends in PCs1 and 2 of SLP are significant at the 99% and 95% levels, respectively. The linear combination of PCs1 and 2 that exhibits the largest trend is significant at the 99.9% level.

To project the SLP trend pattern upon the two-dimensional phase space, the SLP data were linearly detrended before computing the EOFs in order to ensure that the phase space is not in any way influenced by the existence of the trend.4 The result is shown in Fig. 15.

In agreement with previous studies of Hurrell (1995) and Thompson et al. (2000) the pattern of SLP trends projects strongly upon the NAO and upon PC1, the index of the NAM. The angle in this two-dimensional phase space coincides almost perfectly with that of the NAO.

The spatial patterns of the observed trends in SLP and SAT, their projection upon the least squares best-fit linear combination of the two leading PCs of the SLP detrended dataset, and the residual trend are shown in Fig. 16. The resemblance between the spatial pattern of the SLP trend and its projection upon the PCs is quite striking. The residual trend does not exhibit a coherent, planetary-scale structure, and its hemispherically averaged mean-square amplitude is typical of those in trend patterns derived from the temporally scrambled data.

The bottom row of Fig. 16 show corresponding results for SAT. A very large fraction of the regional SAT trends can be accounted for on the basis of the trends in the SLP PCs, and the pattern of residual trend is patchy, with warming in some areas and cooling in others.


8. Tendenze SLP e SAT
Le tendenze SLP su diversi periodi e regioni sono state documentate in diversi studi recenti. Trenberth e Hurrell (1994) notarono una diminuzione della bassa pressione delle Aleutine nel decennio dal 1976 al 1988; Walsh et al. (1996) riportarono una diminuzione della SLP sull'Artico dal 1979 al 1994, e Gillett et al. (2003) hanno documentato la tendenza globale SLP 1948-98. Le tendenze SAT sono state documentate in numerosi studi, tra cui Houghton et al. (2001) .

Questa sezione documenta la relazione tra le tendenze emisferiche SLP e SAT e le tendenze rilevate nelle serie temporali dei due PC leader di SLP. Mediata sull'emisfero settentrionale, l'ampiezza quadratica media della tendenza SLP osservata dal 1958 (stimata sommando su tutti i punti della griglia, la ponderazione per il coseno della latitudine) è maggiore di qualsiasi delle 1000 tendenze sintetiche generate dal mescolare casualmente l'ordine cronologico degli inverni. Sulla base di un test t convenzionale , le tendenze nei PC1 e 2 di SLP sono significative rispettivamente ai livelli del 99% e del 95%. La combinazione lineare di PC1 e 2 che presenta la tendenza maggiore è significativa al livello del 99,9%.

Per proiettare lo schema di tendenza SLP sullo spazio di fase bidimensionale, i dati SLP sono stati detratti linearmente prima di calcolare gli EOF al fine di garantire che lo spazio delle fasi non sia in alcun modo influenzato dall'esistenza della tendenza. 4 Il risultato è mostrato in Fig. 15.

In accordo con precedenti studi di Hurrell (1995) e Thompson et al. (2000) il modello delle tendenze SLP proietta fortemente la NAO e il PC1, l'indice del NAM. L'angolo in questo spazio di fase bidimensionale coincide quasi perfettamente con quello del NAO.

I pattern spaziali delle tendenze osservate in SLP e SAT, la loro proiezione sulla combinazione lineare best-fit dei minimi quadrati dei due principali PC della serie SLP hanno penalizzato il set di dati, e la tendenza residua è mostrata in Fig. 16. La somiglianza tra lo schema spaziale della tendenza SLP e la sua proiezione sui PC è piuttosto sorprendente. La tendenza residua non presenta una struttura coerente, a scala planetaria, e la sua ampiezza media-quadratica mediamente emisferica è tipica di quelli nei modelli di tendenza derivati ​​dai dati temporalmente codificati.

La riga inferiore di Fig. 16mostra i risultati corrispondenti per SAT. Una parte molto ampia delle tendenze regionali SAT può essere spiegata sulla base delle tendenze dei PC SLP, e il modello di tendenza residua è frammentario, con il riscaldamento in alcune aree e il raffreddamento in altre.


https://journals.ametsoc.org/doi/full/10.1175/1520-0442%282004%29017%3C3728%3AASLFFI%3E2.0.CO%3B2




 E di fatti gli indici si predispongono rispettivamente in NAO- AO- e PNA debolmente positivo, con effetto sea-saw, ossia quell'effetto altalenante tra i due centri pressori(Aleutinica e Nord-Pacifica).. e di conseguenza, quando la bassa Aleutinica è fortemente positiva, con il North Pacific index negativo (NPI-), ossia quei pattern caratterizzati sempre da PNA+, l'Artic Oscillation Index si dissocia dalla correlazione, e quindi sfocia in regime AO-.
 Il Pattern assume l'oscillazione PNA+ AO- e viceversa.

 Nello stesso paper si fa riferimento anche alle alterazioni e alle correlazioni delle slp delle Aleutine a quelle della NAO, ovvero uno dei principali Indici di riferimento circolatorio Nord-Emisferico, che ci accomuna nelle varie vicende di importanti modifiche della circolazione Atmosferica, soprattutto durante le stagioni Autunnali ed Invernali, sia nell'ambito Europeo che in quello Nord-Americano.
 Di fatti la correlazione prende forma anche con l'Accoppiata NAO- AO- vs PNA+(debolmente) e dunque viceversa. Dove le dicotomia del Reversal Pattern(suddivisione rigida delle condizioni di circolazione emisferica, in 2 grandi sistemi Atmosferici predominanti..) va in combinazione col regime del WR emisferico.
 Ricordando, senza erroneamente escludere, il principale ed importante ruolo della PDO durante il passaggio dal ciclo positivo a quello negativo e viceversa.. ma che assume appunto, un ruolo ben e più definito durante i cicli Multidecadali, come d'altronde lo è anche con l'AMO.
 Ma questo è un discorso legato ai grandi cicli Meteo-Climatici ed Atmosferici Oceanici.
 Il contesto di cui sopra, prende vita dalle combinazioni da trend stagionali, derivanti dall'alternanza di Indici di più breve modulazione, come lo sono appunto gli indici o predictor Troposferci.. e a cui il range temporale ciclico si racchiude in una decade annua di alternanza. Mentre quelli di pertinenza Oceanici, ovviamente si osservano in trend multidecadali, o trentennali di Long Range.

 Concludendo, tutto ciò ovviamente verrà a riflettersi nel proseguo, sia Estivo che futuro Autunno/Inverno, in condizioni di Feedback positivo.. per cui la correlazione del cambio circolatorio, o Reversal Pattern, durante questa fase primaverile inoltrata, va a modificarne l'intero WR emisferico nel corso delle prossime stagioni.
 Andando a ripercuotersi, con anomalie e ferite tangibili nelle SSTA, modificandone la struttura degli assetti circolatori e di conseguenza la vulnerabilità degli schemi Atmosferici del recente passato.
 Insomma, si sta avviando finalmente quel cambio di regime, che per anni ha caratterizzato il Clima Nord-Emisferico, portando una sequenza di blocco della NAO+ compresa nel trend, tra l'altro.. legata anche alla fase del ciclo solare in regime positivo(da cui il Feedback positivo si correla con le vicende stesse..). Ma questa è un'altra storia.. (Nonno Rodano potrebbe spiegarla bene.. ;)).

 Ovviamente mi fermo qui, perché se no, il discorso assumerebbe proporzioni molto più ampie, e dovremmo aprire un 3D separato per discuterne dettagliatamente le varie dinamiche e correlazioni, con tutte le ipotesi e soluzioni in gioco.. portando a riferimento diversi studi e paper, con impliciti dilungamenti davvero sconfinanti e di ampio raggio.

 ;)

5
Volevate il Reversal Pattern?

Eccolo servito:




 ;)

6
Aprile e soprattutto Maggio mi stanno riconciliandocon il tempo.

Chiedendo venia a tutti quelli che col bel tempo ci lavorano o che semplicemente amano il caldo, per me può continuare così fino a settembre :D

Non c'è niente di più godurioso che rubare giorni, settimane e mesi al caldo, anche solo per vendicarsi dei sopramedia in inverno e dei mesi senza precipitazioni in stagioni piovose.

7
Oggi davvero storia per l’Appennino. Doganaccia vicina ai -4 e ci saranno fra i 40 e i 50cm di neve se non di più con gli accumuli eolici.
Qui il pomeriggio per adesso mi sembra un flop totale come precipitazioni, e le temperature restano infatti più alte.
Si tratta di sinottiche a evoluzione rapida, ieri avevo messo due carte dove si vedeva il fronte di irruzione fredda che sulle nostre coste alle 06z di stamattina, a mezzanotte aveva gia attraversato l'Adriatico ed era nell'entroterra ex jugoslavo. E infatti torna col sat attuale e i temporali in atto verso le coste croate.
La parte "organizzata" dei fenomeni e' passata colla linea temporalesca di stamani, da li in poi rovesci e qualche temporale residuo " 'ndo cojo, cojo" con frequenza e intensita' a calare da W verso E col passare delle ore in fase con il cutoff in quota.
Fanno eccezione gli appenini appunto.

8
Auguroni a 980!
Domenica tutti sul Serra a fa' a pallate! ;D

9
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting toscana Domenica 28 aprile 2019
« il: Aprile 28, 2019, 11:41:39 am »
Buondì, bello scrocio di pioggia in this moment....  Gli ultimi aggiornamenti vedono l'aria fredda arrivare come un missile nel corso del pomeriggio con netto calo dei GPT.... Ci sta faccia anche qualche grandinata


10
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting toscana venerdi 26 aprile 2019
« il: Aprile 26, 2019, 02:44:28 pm »
La convezione è prevista prevalentemente nelle zone dette. Se però riesce a formarsi sul mare una linea temporalesca  organizzata, potrebbe aiutare a bagnare anche le coste. Non posso vedere carte in questo momento purtroppo.

11
Da salvare e ripostare in tempi di magra a luglio/agosto  ;D

12
La depressione libica parte bene , comincia ad approfondirsi gia domani sul nordafrica attivando l'avvezione calda umida, risale poi verso nord il 22 e appena sul mare dove dovrebbe invorticarsi bene, improvvisamente perde energia per il rapido esaurimento del cutoff invecchiato troppo. La stagione non aiuta queste configurazioni purtroppo.
In 8-10 h tra la sera del 22 e la tarda mattina del 23 il vortice  scompare.
La saccatura in arrivo da nord, lo aggancia tardi ma riesce a mantenere in piedi l'avvezione calda e umida ancora per alcune ore e per una volta ci viene in favore il corridoio anticiclonico che la "mura" ad E  consentendo a piu' pseudofronti avvettivi di incagliarsi letteralmente sulla barriera anticiclonica (nell'immagine sotto  la situazione alle 24 di martedì) e buono anche il getto che sebbene tramite un ramo secondario, è divergente in particolare per il 22. Piogge da avvezione calda non dovrebbero quindi mancare e, tanto per guastare i piani, inizieranno gia nel pomeriggio di Pasquetta.
Dato che si tratta di linee avvettive calde sottoforma di saccatura di massa d'aria e quindi più attive alle quote medioalte, e' piu' facile che la direttrice delle correnti che le veicola sia quella ai 700 hPa e quindi da Ostro il 22 e libeccio il 23 garantendo una migliore distribuzione delle piogge in regione.
Due sembrano le fasi principali: la prima per lunedi' pomeriggio-sera per l'azione diretta della avvezione calda ,la seconda per meta' giornata del 23 dovuta alla traslazione verso NE del minimo in colmamento.
Mi trasferisco per Pasqua in Maremma , per un paio di giorni mi terro' alla larga, incrociamo i diti e Buona Pasqua a tutti.

13
Io aspetterei a dire che non sara' un peggiormento a modinoSiamo ancora lontani in un modo o nell'altro nel definire l'esatta traiettoria della saccatura in arrivo da sud ovest e quindi potrebbe anche entrare e stazionare nel mediterraneo in modo piu' deciso.E comunque nella peggiore delle ipotesi una bella passata dovrebbe farla lo stesso.Consideriamo che stiamo entrando in ultima decade di Aprile.........l'anomalia c'e' stata prima non adesso.

14
Confermo nel long
Se nel frattempo facesse solicello con vento fresco ed instabilità pomeridiana sarebbe ottimo
Instabilita' pomeridiana intesa come classica termoconvezione per riscaldamento del suolo in aria subsidente e gradienti orizzontali laschi, per adesso e' da escludere. In mancanza di sinottiche favorevoli a larga scala ,dobbiamo sperare in situazioni a scala ridotta in cui il riscaldamento diurno non sia ne necessario ne sufficiente , quindi quelle che avevi indicato un paio di post fa come pozza fredda o lacuna ciclonica.
In pratica definite "fetecchine".
La prima potrebbe essere martedi' pomeriggio quando una vecchia occlusione da ovest inserita in un debole canale depressionario in quota, passa oltrealpe e un po' d'aria fresca pare in grado di "sguillare" verso il Tirreno con formazione di mulinello ciclonico alle quote medie .
Al momento non ci sono altro che le condizioni per la formazione di un tappeto di altocumuli da cui con estrema fortuna potrebbe arrivare qualche sgocciolata occasionale da stau, (l'alimentazione fresca si esaurisce veloce , la colonna e' secca, il sole non aiuta dato che dovrebbe velarsi gia dalla mattina e in quota le isoipse sul mediterraneo occidentale e centrale sono a curvatura anticiclonica). Vediamo se cambia qualcosa.

15
Sono di corsa, due cose rapide: oggi progressivo incremento di rovesci sparsi e qualche temporale piu' che altro nell'interno e appennini per l'arrivo in quota di quel che resta della pozza fredda occidentale dei giorni scorsi che instabilizza.
Domani di organizzato non vedo pressoche' nulla, sembra andremo con instabilita' piu' accentuata a tratti. Spero di avere il tempo e il modo di essere un po' più preciso.

16
Gfs parallelo mostruoso
Davvero bello
la neve del parallelo resiste ancora nelle zone d'ombra del mio giardino ;D

17
Mi paiano un po' tanti..

Inviato dal mio Mi A2 Lite utilizzando Tapatalk
Inizieranno gia da domani sera , vale a dire quando le prime folate avvettive fredde da nord travalicheranno velocissime le alpi occidentali e centrali e subito dopo l'appennino ligure invorticandosi poi sul mare e cosi' inasprendo rapidamente i gradienti barici orizzontali.
Il richiamo freddo piu' consistente dalla porta di bora sara' secondario alla azione descritta e sara' quello che portera' l'aria fredda in regione in nottata ma col minimo gia in transito a palla di cannone sul tirreno centromeridionale in fase col cutoff.

Scompaiono quei segni che sembravano vedere una avvezione meno violenta e con qualche difficolta' a procedere verso i quadranti meridionali , sostituita dalla solita strigliata fredda e sguaiata che avra' come effetti piu' evidenti il ripristino temporaneo di temperature fine invernali , il ritorno di un po' di neve sugli appennini e -appunto- il ventaccio di tramontana.
La stagione in avanzamento e le temperature fuori luogo più l'aria secca di questi giorni, contribuiranno comunque ad instabilizzare un po' l'aria e l'avvezione fredda si portera' dietro una fascia di piovaschi e rovesci con un effetto simile ad una dry-line che in tarda sera- nottata e mattina attraverseranno  irregolarmente  la regione da nord.
Il ripristino repentino di GPT subsidenti dopo la burrasca, non lascia molto spazio alla fantasia, saranno - per chi le avrà- le ultime acquate di Marzo.

18
Sie se la facesse vengo a corsa a Guerceta con un masso legato alla vita ;D
Impossibile

 ;D ;D ;D stavolta la vedo dura per te. Pero' mi sarebbe garbato vedetti ariva' tutto sudato e paonazzo col masso attaccato.  ;D

19
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting toscana sabato 23 marzo 2019
« il: Marzo 23, 2019, 06:05:25 pm »
Metti la piscina che arrivo :o
Qui +22.3 pazzesco

A proposito mi hai dato una buona idea la piscina potrebbe essere una buona alternativa al fognone 🤔😱

20
Non ci credo nemmeno se scende la Madonna per dirmelo

Io gli accendo un cero alla Madonna se si avverasse Reading 12z . Al di là di quello che potrebbe accadere tra martedì e mercoledì..... l'evoluzione farebbe riaprire la porta atlantica..che oggi è più difficile da aprire di quella del carcere di Guantanamo.

21
Uno scatto che rappresenta in tutta la sua totalità l anomalia pluviometrica e termometrica che ha e che sta attanagliando le nostre montagne, pare il 16 Maggio, dai speriamo che a inizio settimana 2 o 3mm diffusi () li faccia, magra consolazione che potrà rimanere tale per tempo

Inviato dal mio EML-L09 utilizzando Tapatalk
Una delle stagioni peggiori degli ultimi 50 anni come caduta neve all abetone .  Da ottobre ad ora 164 cm. Al passo .

88/89 fece oltre 200 a fine stagione con 80 cm in aprile.
2016/17 imbattibile... 109 cm da ottobre ad aprile.

22
Inutile girare intorno al piro; situazione scoraggiante per il proseguo.
Speriamo che un santo ci conceda una fase con almeno tre passate piovose discrete prima di maggio/giugno. :)
Mamma mia, bisogna davvero attaccarsi ai santi. La saccatura di lunedì passa altissima con la parte più fredda ritirata sull'Europa settentrionale. Da noi gradienti termici in tutte le direzioni deboli , anticicloni ovunque a est e a ovest impediranno che la saccatura avanzi e quindi finirà in tearoff  subito ritirandosi a nord.
La colonna e' invasa per 4/5 da aria talmente secca che fa i cretti perché siamo da giorni sul lato discendente continentalizzato dall'anticiclone.
Successivamente pare che il centro di massa anticiclonico si porti ancora piu' a nordest andando a invadere Francia e Germania in posizione perfetta  per far si che la retrogressione sul suo bordo meridionale vada a far piovere sul Sahara schivandoci del tutto. Alle 168 h - e qui mi fermo come sempre- la 1020 hPa va da poco a est di Terranova fino a oltre il mar nero.
Abbiamo rimpianto l'alta delle Azzorre per anni e ora non sappiamo come levarcela di torno  ;D

23
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting lunedì 11 marzo 2019
« il: Marzo 11, 2019, 11:21:49 pm »
e vai 980 goditela  ;D

24
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting lunedì 11 marzo 2019
« il: Marzo 11, 2019, 11:13:53 pm »
tra la vedi anche te stai tranquillo qui è impressionante
980 stai tranquillo che abbassa di quota

25
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting lunedì 11 marzo 2019
« il: Marzo 11, 2019, 11:12:52 pm »
Passati dal caldo di oggi alla neve di stasera, roba da matti; nevica con un vento fortissimo, spettacolo   ;)

26
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting lunedì 11 marzo 2019
« il: Marzo 11, 2019, 05:48:20 pm »
Qua si va per l'accumulo  ;D ;D!!


27
Lamenti e pianti meteo / Re:schifo ignobile!!!
« il: Marzo 10, 2019, 07:51:29 pm »
La situazione comincia a preoccuparmi non poco. Qua manca la pioggia, quella vera, quella delle giornate uggiose, che ti fanno 100/120 mm in una settimana, ma che il terreno assorbe tutta.
I corsi minori sono ai minimi. Quelli che non hanno avuto un certo innevamento alle sorgenti innanzitutto, ma comunque in generale. Speriamo che non si arrivi a maggio così, sennò sarà dura.

Inviato dal mio HARRY utilizzando Tapatalk


28
E sarà meglio diventar caldofili e seccofili? Se no con queste stagioni infami finiamo a litigare tutti quanti.


Inviato dalla costa degli ananassi


29
per voi chi? In collina e in montagna è stato un inverno nettamente insufficiente. A chi abita in pianura bastano le inversioni termiche e già con quelle danno un 6 alla stagione ;D ;D ;D ;D

da collinare straquoto , inversione termica ? che roba è  :'( :'(

30
Uno strazio. Veder passare le stagioni senza un minimo di dinamicità è una cosa difficile da mandare giù per un appassionato di meteo. Buon per chi ce la fa, io non sono fra questi  :'(

31
Riguardo la dicitura amatoriale delle vostre proiezioni, sinceramente reputo, qualitativamente parlando, il lavoro di questa stanza, sicuramente maggiore, rispetto ad un contesto amatoriale. Non significa affatto sopravvalutare, ma rispettare, tenere in considerazione, ricordare, che ci sono state brillanti intuizioni di successo, che hanno reso ottimali certe previsioni. Basta citare la giusta tendenza previsionale dello scorso inverno (2018), dove la percezione del percorso evolutivo di febbraio, è stata prevista con largo, quasi imbarazzante, anticipo. Certi siti meteo, anche di un certo spessore su scala nazionale, vedevano la direttrice della colata di febbraio, al di là della barriera alpina e sappiamo perfettamente che è andata assai diversamente. In realtà, reputo più grossolani questi altri tipi di errori previsionali, in particolare se la provenienza delle previsioni, proviene da ambiti ufficiali della meteorologia italica...

32
A questa in effetti siamo stati molto lontani, direi quasi opposti come disposizioni bariche


Veramente, per una proiezione a così lungo  termine,  è stato un errore molto meno pesante di come qualcuno crede.
L'errore è stato invece notevole su Febbraio, non era facile attendersi un nulla di fatto con la più convinta propagazione del MMW, ha fregato un pò tutti questa dinamica:





FEBBRAIO 2019



Cmq voglio dire che forse molti hanno sopravvalutato quelle che sono proiezioni fatte a livello amatoriale.
Consideriamo che tali proiezioni hanno un margine di errore sempre altissimo, con i centri di calcolo come NASA, GFS, ECMWF, ecc. ecc,  che ancora hanno un successo pari allo 0.01%  su scala emisferica. Per qualsiasi altra proiezione forumistica dovete aggiungere un'altra decina di zeri. 
 ;)


33
A questa in effetti siamo stati molto lontani, direi quasi opposti come disposizioni bariche
non molto lontani , almeno tanto lontani quanto la disposizione delle figure bariche di gennaio . Tutta colpa del pattern PDO + like che ha condizionato il wave train troposferico sfasando tutta la previsione sia di gennaio che di febbraio come del resto ha limitato gli effetti del MMW in troposfera con il mancato break down del vp . Per il momento il pattern è ancora in auge e ci aiuterà ad avere un marzo abbastanza dinamico evitando , nel lag temporale tra il superamento soglia NAM positiva e successivo condizionamento troposferico , deleteri affondi in area Atlantico orientale / coste occidentali penisola iberica ( NAO - ) con risalite sub tropicali sulla penisola ma con questa disposizione potremmo beneficiare di una spalla anticiclonica sulle stesse zone ( penisola iberica ) e conseguenti affondi depressionari di aria polare marittima dal golfo del leone / Biscaglia con alcune fasi di tempo perturbato per la nostra penisola . Questo il quadro per la prima metà di marzo , sarà poi da valutare la lunga fase di condizionamento da SC che effetti avrà sul tempo italico ... per ora mi fermerei qui , situazione poco definibile e fumosa percil proseguo ..  ;)

34
Ci si farà a portarla a casa?

Inviato dal mio LLD-L31 utilizzando Tapatalk


35
Incendio dalle parti del passo del vestito. Per ora è roba sotto controllo e poco estesa per fortuna. Questo però la dice lunga sulla situazione siccitosa che c'è sulle Apuane e Toscana settentrionale in genere, alla faccia dei soloni che vedono pioggia e surplus pluviometro ovunque.

Inviato dalla costa degli ananassi


36
Concordo con Filippo e Bortan.. ;)
E aggiungerei, che prima della chiusura completa del VP in "Quasi Prima Armonica" ::) passeremo attraverso un ultima ondulazione Troposferica che probabilmente porterà ad un breve treno depressionario di matrice Nord-Atlantica, con ramo discendente Artico.. e che decreterà la graduale ripresa di vorticità, con aumento successivo della zonalita' alta, a partir dalla seconda decade di marzo.
 Dunque, da qui fino a tutta la prima decade del mese seguente.. saremo in balia delle ultime blande ondulazioni, con breve treno Nord-Atlantico e depressioni in sede Europea Occidentale e Mediterranea, prima che la corda zonale si appresta a tendersi come da prospettive future annesse al Coupling del VP in sede di condizionamento ESE Cold per effetti dello SC..
 La Quasi Prima Armonica, sarà strettamente legata al fatto che ci troviamo di fronte ad una troposfera pronta al riassetto del WR emisferico per ovvie condizioni dovute alla lenta dinamica di un timido, ma ben predisposto Reversal, cominciato oramai dallo scorso Autunno/Inverno.. dove lo scacchiere delle SSTA sta assumendo pian piano la tipologia del cambio di segno a partir dalle anomalie Pacifiche(vedi PDO in chiara predisposizione all'avvio dell'ondulazione negativa multidecadale..), ma non ancora Atlantiche, per via di un classico Pattern ad imprinting da SSTA in Tripolo Positivo ancora stagnante.. anche se la predisposizione generale delle anomalie centro Atlantiche sia anch'essa(come la PDO..) rivolte verso l'avvio di cambio di rotta d'ondulazione negativa dell'AMO, dove attualmente siamo in territori tra il negativo ed il neutrale(ricordando che la multidecadalita' di questo indice, insieme alla PDO.. presentano variabilità dell'ondulazione di segno nel range temporale di 20-30 anni.. ed attualmente la fase positiva dell'AMO è incorso dal 1995 circa, e ad oggi siamo circa a cavallo al prossimo cambio di segno.. quindi 2015/2025..).
 Dunque, assodando il fatto, che per un pieno Reversal Pattern, e quindi un intero cambio del WR emisferico.. ci sia bisogno innanzitutto del cambio segno di entrambi gli indici di maggior rilevanza dell SST Nord-Emisferiche(Atlantiche e Pacifiche), e tenendo conto che il Pacifico ha già dato modo più volte di rivolgersi verso questo senso di cambio di rotta(ed il grafico relativo alla PDO ne è una conferma e testimonianza..) si può dedurre che con gli effetti prodotti ultimamente sul PNA(una sorta di NAO Nord-Est Pacifica..) dove ha, al momento, pienamente invertito la sua rotta verso un territorio mediamente negativo a partir dal primo di febbraio.. e dove i blandi fenomeni di attività d'onda Troposferica reattiva, in contrasto ad un contesto di Stratosfera Forte e Fredda, per annessa condizione di trend dovuto a risposte eventualmente associate al GW(Nonno Rodano qualcosa già ci ha accennato..), ma che invece con il decorso dell'attuale minimo solare ed il braccio di ferro instauratosi, è già visibile dall'azione doppia di risposta Troposferica, con ben 2 MMW da considerevoli riscaldamenti record, nel giro di meno di un anno.. è, quindi, da tener conto per la somma degli eventi intercorsi a dover prefigurare un Reversal ben delineato e in fase di completamento.
 Ad oggi la risoluzione del oramai vecchio MMW con ESE warm diluito e debole.. resta un fattore indicativo molto evidente per le sorti del PNA in inversione media.. e aggiungerei, seppur con molto più timido accenno.. un segno, anche se meno evidente, di una NAO rivolta alla neutralità e con segni di una sua più decisa virata media negativa nel prossimo futuro invernale degli anni a seguire.

 Di fatti, lo SC produrrà canonicamente i suoi effetti da ESE Cold, con NAM precondizionante.. ed una classica chiusura del VP per Coupling predisponente.. ma in effetti, non assisteremo ad ogni modo e in piena conformità, al  fenomeno da Pattern del VPT in Prima Armonica, nei canoni classici della letteratura meteorologica.. proprio per via delle condizioni in cui ci ritroviamo con lo squilibrio termodinamico, in atto nelle SSTA Nord-Emisferiche e annessi periodi interciclici dei maggiori indici oceanici di cui sopra.. e che mostrano già la condizione del cambio di segno, evidenziandone l'intermittenza delle fasi d'ondulazione sempre più costanti.. e ripetitive, prodromiche al definitivo cambio ciclico multidecadale.

 Dunque, la Troposfera subirà certamente il condizionamento per il Coupling che verrà a prodursi dall'ESE.. ma conserverà quella reattività ereditata dalle condizioni assoggettate al fenomeno di perturbabilita', dovute alla fase di riassorbimento e controtendenza in corso delle SSTA.
 Mantenendo così una blanda attività d'onda Troposferica, che terrà una tensione zonale non del tutto tesa e lineare come prevederebbe una classica Prima Armonica.. ma sarà il risultato di una evidente fase intercilcica, che viene a instaurarsi tra grandi trend ciclici multidecadali e che ne prefigurano, molto probabilmente, il canonico andamento degli effetti relativi al Reversal in via di completamento.

37
Personalmente vedo tanta normalità nel periodo che stiamo vivendo, un periodo contraddistinto da fisiologiche oscillazioni di indici in alta e bassa frequenza.
In Toscana ad esempio è sempre nevicato pochissimo anche nel passato, a volte mi sembra che si tenda a mitizzare il passato come fosse sempre migliore, senza tra l'altro riportare dati.
La NAO è influenzata non solo dall'attività solare. La circolazione euro-atlantica presenta sia dei feedbak, sia una forzante interna al sistema, derivante dai cicli oceanici.

Ricordate che il concetto di "normalità" in Meteorologia non esiste, nel senso che la normalità è fatta di oscillazioni in cui abbiamo eccessi in un senso e nell'altro, alternati a fasi che possono sembrare più "normali" soltanto perchè rispecchiano l'idealizzazione che un individuo ha in testa sul "proprio" clima per quell'infinitesimale periodo della propria vita.

Detto questo ho molta fiducia sul periodo che andremo a vivere nei prossimi anni come già dico da tempo, questo perchè la compattezza del VP è fortemente condizionata dall'asse che questo assume e, quindi, dalla posizione delle onde planetarie.
L'asse ha un impatto sulla forza/debolezza della depressione delle Aleutine.

Vi consiglio di monitorare questo quadro termico nei prossimi mesi  ;)









38
Reading da firmare; almeno c'è possibilità di rivedere pioggia :)

39
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting toscana martedì 19 febbraio 2019
« il: Febbraio 19, 2019, 05:22:05 pm »
Credo meriti un immagine del genere, quando si dice sospesi tra bene e male  :)


40
Nowcasting Toscana / Re:Nullacasting Toscana 17 febbraio 2019
« il: Febbraio 17, 2019, 08:47:03 pm »
Rido spettacolo si ti mando du braciole pe posta incartate in una busta delle lettere 😂😂😂😂

41
Ghigo li hai comprati gli sdrai per le galline? ;D

No. Sono a perzomii e creme...Le porto al mare settimana nova  ;D

42
READING ma anche GFS 6z ora per quanto MAGARI possano essere estremi non ci mostrano niente di nuovo a livello configurativo, perché ci propongo la solita configurazione incancrenita da ormai 7 anni ovvero affondi continentali con target balcani - centro sud Italia con al contempo secco imperante nelle solite zone per via del pallone gonfiato francese

43
Ma el Nino in tutto questo che ruolo ha?

Non lo sa neanche lui ....gli han detto.." cambiati ed entra in campo assieme agli altri....." Si...ma..in che posizione? Western base...est base....modoki ??? E che nada  ne so io....te passa la palla alla mjo che ci pensa lei a far partire i flussi di calor....emh...i contropiedi.......
Vabbè disse il Nino.....io gioco ....ma se un mi garba o mi infiammò e varrostisco....o di giocare la mi sorella.... Nina...scaldati....anzi.,....raffreddati....

44
scusa il sabato e la domenica magari a giro per qualche borgo,al mare,a fare escursioni nella natura o semplicemente a rilassarsi un po’ all’aria aperta ti fa schifo? Poi caso a parte di che? Credo di essere l unico interno a non aver visto un accumulo se non una misura spolverata di 10 minuti e bianco solo dai 100 metri sopra casa per più giorni.. :-X quindi se fa bel tempo e non sudo ben venga
Sì però Chuck, al netto delle desiderata di ogni utente del forum (a chi non piace una bella scampagnata a giro nel weekend se è bel tempo?), qui si parla di un mese invernale buttato letteralmente nel wc. Se poi devo essere contento per la scampagnata primaverile, beh preferivo farla da Aprile in poi...

45
Per gli esperti: seriamente, a Febbraio si è mai vista una configurazione più penalizzante di questa per l’europa Centrale ed occidentale?
Febbraio '90, ma anche l'89

46
Non so da voi, ma qua la gente comune dice: meno male che arriva la primavera non se ne può più di questo freddo: li infilzerei giuro! >:(

47
Io spero nell’atlantico per la neve sui monti, tutto qui


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

48
[mmg]3867[/mmg]

[mmg]3868[/mmg]

 :)

49

Scusate l’OT, questi sono gli spaghi 12z :) :)

gentilmente non svacchiamo il thread ...rimaniamo IT...qui si ragiona di vombati galline e ananassi  ;D ;D

50
No e gli tocca andare in Inghilterra poeretto :D
Cavalco lo stretto della manica coi BBombato

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 25