BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Stevesylvester

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 60
1
Chiappe strette  :-X

Ciao Filippo e a tutti!
scrivo pochissimo, ma vi seguo con attenzione: io ho proprio l'impressione che ci sia di fondo quest'anno una ricorrente tendenza all'accelerazione zonale che scongiuri pattern particolarmente incancreniti e infuocati, almeno per le nostre lande toscane (vedi  un  franco WR3), nonostante permanga quella ormai conclamata tendenza ad EA+ che ovviamente non aiuta l'arrivo di masse d'aria fresca e secca dal nord Europa sui nostri territori.
Alla luce di questo penso che il declino stagionale prima al nord e poi anche sulla Toscana si comincerà ad avvertire bene verso l'ultima decade e poi a inizio settembre, verso poi una nuova fase francamente improntata verso NAO+ durante i mesi autunnali; altro discorso chiaramente per il sud, dove con configurazioni di questo tipo la vicinanza africana si fa sentire parecchio e l'estate potrà preseguire imperterrita ancora per molte settimane.
Un caro saluto!

2
Il GW sta portando ad un nuovo modo di fare meteorologia, un modo che vede ormai obsoleti i concetti legati alle teleconnessioni.
Basti vedere come sia saltato il banco in relazione alle recenti stagioni, dove pur con indici buoni abbiamo avuto tutto il contrario di tutto.
Quindi quello che dobbiamo fare è mettere al primo posto situazioni legate al GW che riescono a modulare la forza del VP andando a controbilanciare altri indici.
La stratosfera diventa la protagonista indiscussa durante la stagione invernale a causa dell'elevato numero di onde di scarsa ampiezza che caratterizzano la troposfera.
Il filo sottile dell'equilibrio è sempre più fragile,  ed è nostro compito  cercare di trovare una direzione, una direzione che non per forza sarà sempre e solo caldo, ma dove però proprio il caldo, sarà sempre più spesso il protagonista.
Ci sono tre importantissimi punti da verificare nei prossimi anni.
Uno è la relazione tra GW , raffreddamento della Stratosfera, intensificazione del VP.
L'altro è la relazione tra PDO e GW.
Ed infine l'impatto dell'attività solare sull'oscillazione nord atlantica e del Pacifico.
Quest'ultimo che secondo me potrebbe già essere saltato lo scorso anno, sarà appurato quest'Inverno.
Il Blob Pacifico infatti non sembra arretrare ed è probabile condizionerà anche il WR dell.autunno/inverno

3
Ragazzi
Non vi sembra di esagerare.
Io più che un utente sono un ospite un lettore.
Mi piaceva molto leggervi e cercare spesso vanamente le più volte vagamentw di imparare qualcosa . In più un poco di sana  ironia tiscana che facevano di questo forum un punto di riferimento.
Ora veramente sembra di essere all'asilo a prescindere dei dati tecnici ma proprio sul lato umano.
Mi rendo conto del fatto che il mio pensiero vale meno di zero ma avevo piacere di esternarlo.
Resettiamo il tutto e ricominciamo con più leggerezza e con un pizzico di sana ironia.
Anzi resettate io non ho le conoscenze per intervenire.
Buona giornata e se gli amministratori lo ritengono opportuno lo cancellino pure.


Inviato dal campanile di pellicce utilizzando piccioni


4
Comunque rimango soddisfatto di questa primissima parte di agosto se devo analizzare le mie ipotesi espresse alcuni giorni e post fa ... per ora agosto ha visto un’altalena termica nei suoi primi 10 gg con un’incisivo break temporalesco che ha interessato tutto lo stivale .., penso che fino a ferragosto la stabilità e il caldo moderato la farà da padrone sulla nostra penisola a causa della nuova predisposizione dell’hp africano a spingersi sui meridiani centro europei ... dovrebbe essere la fase più calda della stagione , dopo , come già accennato la smania altopressoria di conquistare terre vichinghe  porterà la stessa a lasciare sguarniti i fianchi consentendo la penetrazione di gocce fredde da est/ ovest abbassando i gpt in area mediterranea e consentendo fasi instabili anche incisive per la grossa energia termica in gioco ... quindi riassumendo direi che fino a ferragosto sarà protagonista l’omega africano mentre nella fase successiva comincerà a consolidarsi il pattern scand + che , penso , caratterizzerà almeno il primo mese autunnale .. :D

5
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana Martedì 4 Agosto 2020
« il: Agosto 04, 2020, 08:26:16 pm »
Piovuto bene su Certaldo una mezz'ora con buona intensità ora 16 gradi aaahhhhhhh che goduria

Inviato dal mio Mi A2 Lite utilizzando Tapatalk


6
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana Martedì 4 Agosto 2020
« il: Agosto 04, 2020, 08:14:57 pm »
Stanotte ritornante instabile sulle provincie orientali? Speriamo

7
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana Martedì 4 Agosto 2020
« il: Agosto 04, 2020, 07:33:54 pm »
Il "rovescione" di oggi fra Pistoia e Agliana-Montemurlo!!][url=https://postimages.org/][/url]

8
A dimostrazione che nella Meteo “on the job” non esistono formalismi: una nevicata a novembre o marzolina come la cataloghiamo?

In questa stanza si fa un minimo di analisi su dati concreti e da quanto analizzato fin dalla primavera, l’estate italica mostrava una matrice Severe Hot.

Come detto, varie congiunture si sono rivelate a noi favorevoli, regalandoci due mesi estivi dal sapore antico, molto godibili.

Ora c’è fretta nel chiudere l’estate, in modo da poter archiviare la stagione con il bollino “cooler than Outlooks” ed il termine del 31 agosto viene visto da molti come il meritato traguardo.

E Filippo la vittima sacrificale.


Admiral Ackbar

Mah... credo che nessuno qui voglia mettere alla gogna Filippo, che fino a prova contraria è una delle colonne portanti di questo forum e uno dei principali motivi per cui molti utenti leggono o partecipano a questo forum.

Credo inoltre che dopo tanti anni di onorata carriera su molti forum meteo sia anche in grado di difendersi da solo  ;)

9
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana Lunedi 3 Agosto 2020
« il: Agosto 03, 2020, 06:47:33 pm »
Occhio al sat... anche se quei temporali sembrano colpire le stesse zone..

Continua a martellare la zona del pontremolese...163mm dalle 11 e sembra arrivi un pesante peggioramento

10
Adesso arezzo 40.6

S.i.r. Arezzo 37°C aeronautica militare Arezzo 37°C

12
Il Verdone nella sua comicità unisce sapientemente note drammatiche


13
4 chiacchiere al bar / Re:Cometa Neowise.
« il: Luglio 29, 2020, 11:34:01 am »


So che non sarà una splendida foto però questo è il massimo che sono riuscito a tirare fuori con l'attrezzatura che ho a disposizione.
Avrei voluto far di meglio ma alla fine un ricordo della Cometa Neowise ce l'ho.
Piccola foto mia, spero vi piaccia, un caro saluto a tutti

14
Prima vera ondata di calore estiva in Toscana che si realizza nei giorni a cavallo tra luglio ed agosto?
Non me ne volete, ma secondo me è roba da accendere un cero per grazia ricevuta !

15
Ens Readinghe



Ricordo che il 4 Agosto avremo già perso 1 ora di giorno rispetto al 21 Giugno...tutto fa brodo  ;D ;D

16
Spaghi 06, meglio degli 00 sul medio lungo: speriamo possa essere confermato.


17
Estate che prosegue senza clamori bollenti ... passata la temporanea sbuffata africana , come supponevo l’hp pagherà a caro prezzo le velleità di conquistare il nord Europa lasciando scoperti i fianchi e sarà qui che avrà vita facile , in concomitanza di una ripresa del flusso Atlantico , l’ingresso di una saccatura proveniente da ovest che con il caldo presente nei bassi strati darà luogo ad accesi contrasti . Questo presumibilmente sarà il primo accenno di quello che potrà avvenire nel mese di agosto , ondate di caldo con spinta meridiana nei momenti di minor forza delle correnti atlantiche e repentini cali di pressione in ambito mediterraneo nei momenti di maggior forza del flusso da ovest . Un mese caratterizzato da altalene termiche e accesi contrasti che diverranno sempre più intensi nella seconda parte del mese . Potrebbe essere un classico mese d’agosto con rottura stagionale ... tutto questo in base all’analisi delle sst euro atlantiche che vedono un tripolo positivo con anomalia positiva sul comparto a nord della Scandinavia e mar di kara... image storage azzardo un settembre / ottobre con predominanza del pattern scand + ...

18
Questa settimana farà caldo, umido o secco vedremo, anche se una mezza idea ce l'ho ;D.  Sulla temperatura percepita all'esterno il ragionamento di Cloover non fa una grinza. Se mai si può ragionare sugli effetti all'interno delle mura domestiche...qua, ad esempio, quando il grecale non molla nemmeno la notte, il raffreddamento notturno è compromesso, perché le minime rimangono abbondantemente sopra i 20°, la prima mattinata è già infuocata, la sera molto calda e poco importa se nel pomeriggio all'ombra ci sono 3 o 4° rispetto a una giornata senza vento.

Qualche dubbio che si risolva con quei 4 giorni però mi prende. È la prima volta , per fortuna, che in questa stagione una massa d'aria molto calda si impossessa del Mediterraneo centro occidentale e solitamente, quando questo avviene nel periodo più caldo e stabile dell'anno, non è facile scalzare il caldo dai bassi strati. Se non avviene un ricambio d'aria deciso, anche un calo termico di 2-3° in quota può essere poco avvertibile al suolo,  senza un vero e proprio rimescolamento degli strati d'aria.

19
In realtà il ' benessere' dei temporali di calore si estende in un'area più ampia di quella molto limitata coperta dalle precipitazioni e riguarda il contenimento delle  temperature massime per via della copertura del cielo e il rovesciamento al suolo di aria più fresca e secca dall'alta troposfera di solito verso le ore del tramonto il che migliora la vivibilità notturna.

Aggiungo a quanto gia detto da Aralbedo che è la stessa subsidenza che, prolungandosi nel tempo, arricchisce via via i bassi strati di umidità dal basso per assenza di rimescolamento e questo puo fornire benzina anche in aree con rilievi modesti e comunque ove il fronte di brezza marina sia lontano. Basta che l' irraggiamento sia sufficiente a far staccare bolle calde e il profilo termodinamico sia favorevole. E qui torna in auge l'alta delle Azzorre che, come  stato detto da Aralbedo, da noi  è propensa a portare aria secca in quota con densità maggiore ed avere, sempre in quota, struttura non troppo solida. Il contrario esatto dei cammelli.

Grazie Steve per l'integrazione....infatti mentre scrivevo da lavoro ho pensato...stai a vedere che ora passa il concetto che i temporali termoconvettivi si originano solo sui rilievi.. ;D

Adesso il quadro è completo ;)

20
Perche' secondo te con l'azzorre protagonista, scarseggiano i temporali pomeridiani? Forse e' una domanda sciocca ma ho sempre letto che con l'azzorriano le precipitazioni convettive erano piuttosto frequenti

In linea generale l'alta pressione delle Azzorre che si protrae con il suo lembo orientale verso il Mediterraneo centrale ci espone ad infiltrazioni di correnti fresche in quota dai quadranti occidentali o settentrionali ( a seconda della disposizione dei massimi di pressione), predisponendo la medio alta troposfera a condizioni di instabilità. Il presupposto fondamentale, però, che è mancato in queste ultime 3 settimane, è la presenza di aria calda e umida nei bassi strati e un regime di brezze convinto. I temporali termoconvettivi che si sviluppano durante il pomeriggio in appennino, infatti, sono generati da una convergenza di crinale delle brezze, le quali si muovono verso i rilievi proprio perchè su queste aree il forte riscaldamento produce un calo della pressione che richiama masse d'aria dalle aree da dove la pressione è più elevata (sul mare). La salita dell'aria calda e umida lungo i pendii e la presenza di aria più fredda e secca in quota permettono la genesi del cumulonembo.

Se ci fai caso, spesso nelle ultime settimane più che una palude barica al suolo con regime prevalente di brezze, siamo stati interessati da brevi onde mobili calde con correnti dai quadranti sud occidentali ( ecco il perchè dei temporali al nord o comunque sui versanti emiliani dell'appennino) o da gocce fredde in scivolamento sui Balcani con successsiva rotazione delle correnti a grecale nei bassi strati e crollo dell'u.r. (la fase che stiamo vivendo è frutto proprio di questa dinamica)

Quindi, sì, è l'anticiclone delle Azzorre che rispetto al cuneo stabilizzante di matrice sub tropicale puo' consentire l'instabilità termoconvettiva pomeridiana sui rilievi e le aree interne, ma sono fondamentali alcuni "ingredienti" che nello specifico, in questo scorcio di Estate, sono mancati ;)

21
comunque Cloover una volta mi ricordo che dicesti che proprio l'enorme calore al polo e quindi il pack molto ridotto portava si a inverni miti a causa del VP STRONG e a estati bollenti per la caduta del getto zonale, ma ultimamente mi è parso di capire che la causa di questa tenuta zonale più invadente del previsto è il pack ridotto, mi sembra un pò un controsenso oppure ho capito male io ::)

Si è corretto  ;)  Riguardo l'indebolimento dell'indice zonale Estivo è la stessa cosa che ha scritto anche Judah Cohen qualche giorno fa, anche se lui ha inquadrato anche un rafforzamento del JetStream ai bordi della calotta polare e devo dire che è un osservazione assolutamente condivisibile.
Al tempo stesso rischiamo "Blocchi Configurativi" , con depressioni o alte pressioni persistenti.

Quest'anno, il forte ESE che si è verificato tra Ottobre e Maggio, potrebbe aver innescato talmente tanta vorticità da favorire un FEEDBACK anche in questa prima parte Estiva, mascherando gli effetti di un assetto teleconnettivo tutt'altro che favorevoli ad un'Estate fresca.
Si parla di forze in gioco enormi, forze che possono ribaltare quadri teleconnettivi che si rifanno ad un'epoca in cui gli equilibri erano molto più stabili.

Sto analizzando un bel pò di cose in questi giorni, ma sembra che ormai il principale forcing sia a carico del VP e della sua interazione tra ghiaccio e Stratosfera.
È un tipo di approccio molto diverso, ma dopo tutti questi errori previsionali non mi abbatto e conto di poter tracciare una linea di tendenza per il futuro.
Il mio obiettivo rimane quello di trovare una linearità nell'evoluzione per poter dire dove stiamo andando....


22
Stanza nazionale: Analisi e previsioni meteo / Re:Nuovo sito lamma
« il: Luglio 07, 2020, 03:01:12 pm »
Grazie! Sembra funzioni piuttosto bene anche con i limiti colossali della mia rete. Confesso che mi ero un pò scoraggiato.

felice di averti aiutato,magari non è il top ma a carte è messo benino :)

23
Stanza nazionale: Analisi e previsioni meteo / Re:Nuovo sito lamma
« il: Luglio 07, 2020, 10:53:04 am »
Nulla, ho provato a installare la app Lamma, mai usata prima, ma è ancora più lenta : all'avvio hanno preso a ruzzolare delle iconcine, dopo un quarto d'ora di attesa inutile hanno cominciato a girare anche le mie e ho disinstallato tutto.
Devo trovare qualche alternativa.


Prova questo Steve:
http://meteomania.altervista.org/index.html

24
Anche reading conferma la dinamicità dal punto di vista termico, calo domani, poi graduale rialzo termico fino al w.e., poi di nuovo calo termico con massimi di pressione che si spostano sul nord Europa con rientro fresco sul centro nord Italia.

Rispetto alle premesse e agli ultimi anni direi che possiamo accendere un cero :D

25
Il break attuale si è risolto a poco più di un rientro attorno alla +15. Il prossimo break sembra proprio farà la stessa fine e non è una lamentela eh, prima che mi venga dato dell'ingrato, sembra un dato acquisito.
Era per dire che da ora in poi, più che ai break all'ingiù, gnognerà puntare che non ne arrivino all insù.
E qui avrebbe fatto tanto comodo il Norris a pesticciare gli spaghi appena si rizzano  ;D

Io nel pieno dell'estate li chiamo " break termici" ;D

26
Finalmente potete rileggermi  ;D 
Sono ancora un pò stranito per il mio ban , ma siamo tra amici e  sono certo che metteremo una pietra sopra davanti a queste incomprensioni, ancor più quando potremo vederci di persona  :)

Riprendo il filo del discorso dal famoso cambio di pattern che ha fatto sclerare qualcuno, senza voler innescare nuove polemiche riporto soltanto il plot del periodo 1-15 Giugno e quello del 20-27 Giugno.
Con questo plot non voglio dimostrare nulla, solo riprendere il filo del discorso da quel cambio di WR che era stato pronosticato per la 2^ parte del mese.
Credo che tutti abbiano notato la presenza di un  clima più stabile ed anche più caldo in questa settimana. Questo dipende appunto da una variazione dell'equilibrio termodinamico Euro-Atlantico:




A questi plot aggiungo il progressivo raffreddamento dell'area critica AM del settore Atlantico:



È una situazione da tenere d'occhio  ::)  Pur non essendo ancora visibili sui modelli precoccupanti risalite di aria calda Africana, questa disposizione è favorevole all'innesco di un WR3 ed all'ingerenza di un Anticiclone Afro-Azzorriano sul Mediterraneo.
Ripeto, per adesso niente di tutto questo, quindi bene così  ;)  Anzi ci sono in cantiere alcuni break, dei quali però personalmente ancora mi fido poco ed è prematuro parlarne.
   
Stiamo a vedere, Buona serata  :)








27
Francamente vedendo i modelli stamani si vede di nuovo l'anticiclone delle Azzorre ritornare ben saldo nella sua posizione. Sembra stata più una parentesi l'arretramento attuale che non un cambio continuativo di circolazione. Anche la scaldata prevista per la prossima settimana sarebbe il frutto della nuova spinta dell'aria oceanica verso il continente europeo. Poi mi pare fisiologico che questa avvenga a latitudini più elevate rispetto a un mese fa. D'ora in poi è importante il ricambio d'aria dalle nostre parti e la circolazione sui paralleli avrebbe proprio lo scopo di scongiurare un continuo pompaggio di aria subtropicale ad alimentare la bolla calda mediterranea.

28
ahahaha ...lo so era una battuta.  Io da me sono ancora in casa a 22,7° e fuori sono 30° ..
anche qui oggi è caldo asciutto con punte sui 32° ..che sono sempre meglio dei 26° umidi, per me, ma forse perchè lavoro all'aperto, per il rientro in house è diverso meglio sia umido fuori e meno caldo, ed è ovvio che in condominio e con appartamento esposto a molte ore di sole è diversa.  ;)

Pensavo tu fossi serio....qua, appartamenti moderno, piano intermedio sono tra i 23 e i 24, ma sono bastati i 33 esterni di oggi per toccare i 25 ( nonostante le chiusure diurne ).

Questa settimana se la notte scende bene ce la caviamo bene anche senza condizionatore ;)

Intanto reading visto di sfuggita conferma i prossimi 4-5 giorni tra la +15 e la + 16, mentre pare confermato il lieve incremento tra domenica e l'inizio della prossima settimana. Mi paiono leggermente meno pesanti le ens sul lungo.

29
Averne di spaghi così tra giugno e luglio..

30
Aggiornamento di giugno  dei dati CopernicusECMWF riguardanti le previsioni stagionali per luglio-settembre 2020

I dati sono disponibili al seguente link previa registrazione   https://cds.climate.copernicus.eu/cdsapp#!/dataset/seasonal-postprocessed-pressure-levels?tab=overview



   

31
Buona domenica a tutti. Estate in grande spolvero? Molti dubbi ancora sussistono.




http://wxmaps.org/subx_custom.php

32
Mia "patria" , ricordo negli anni 70 e 80 estati di tutte le gradazioni di caldo. Le due cose che rimpiango di quel periodo sono le alternanze di tempo all' interno di ogni estate in cui eri sicuro che salvo rare eccezioni il caldo eccessivo non sarebbe mai durato tanto (e queste alternanze le rimpiangiamo tutti cancellate dalla fissità lunga e bollita degli ultimi 10 anni). La seconda cosa che rimpiango è la scomparsa dei temporali. Quelli spaventosi che arrivavano dal mare tra metà agosto e ottobre e quelli di calore praticamente costanti tra maggio e settembre nel semicerchio tra l'Amiata e Campagnatico. Questi ultimi scoprì poi, collegati alla presenza dell'alta delle Azzorre e infatti timidamente riapparsi dal 2017.


Io ricordo bene (anche se ero piccino) la terribile canicola della seconda metà di luglio del 1983.
Ma ad agosto arrivarono dei temporali tra i più belli che ricordi. Rovesci intensissimi, si passava dai 30 ai 20 gradi in mezz'ora in un pomeriggio d'agosto con l'asfalto che poi ribolliva e, sì, l'umidità era alta, ma comunque avevi perso quasi 10 gradi in fondo. Come ricordo di quell'estate oltre alla canicola ho l'odore della pioggia che ribolle su asfalto e palazzi.  ;D

Comunque gli spaghi oggi son da incorniciare, date retta...metto la versione old vista la sbandata nostalgica.


33
Prossimo appuntamento,ma distanza sideraleprima però rovesci o temporali nel pomeriggio sempre possibili

34
Quando l'unico aggiustamento termico da fare è limare un prefrontalino segalitico a 10 giorni vuol dire che è tutto sotto controllo.


35
Gfs si mette a 90° ( non di temperatura)

12z di ieri vs 12z di oggi

[mmg]5384[/mmg]

[mmg]5385[/mmg]

36
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Giovedì 11 Giugno 2020
« il: Giugno 11, 2020, 10:47:09 am »
si...diciamo che siamo sotto allerta arancione e per quanto mi riguarda era pure giustificata

io credo che quando il minimo andrà in cut off lascerà entrare i fenomeni verso l'interno

37
Reading sempre ottime, certamente contesto più estivo, ma la +15 si vede in un pannello su 10....e siamo nella seconda quindicina di Giugno. Ovvio che arriveranno i trentelli,  ma davvero anche in prospettiva la zonalità sembra ancora attingere a forze inaspettate, veicolando aria mite oceanica che va a sostituire o a stemperare quella affluita per merito del promontorio subtropicale mobile. Vorrei anche sottolineare che l'anticiclone delle Azzorre sembra poter ritornare a proteggere quella zona atlantico che sarebbe la sua sede naturale e che molto spesso è invece diventata l'obbiettivo numero uno della caduta del getto in Estate. Certamente urgono conferme in merito vista la distanza temporale.

38
Verissimo! Mi sono rincoglionito e siccome i lam non li guardo mai salvo per i temporali di calore , ho dato scontato che discutevate di lam relativi ad oggi senza controllare!
Ecchè ci vuoi fare? L'età esige i suoi tributi sottoforma di deficit di attenzione e conseguenti cappelle che fa fare .

...a chi lo dici... :'(

40
Buona serata a tutto.Blocco anticiclonico nelle alte latitudini durante il trimestre estivo? Per il modello CFSV2 sembrerebbe proprio di sì.




Precipitazioni che non dovrebbero mancare durante il trimestre estivo



42
Ukmo ha aggiornato la carta per la mezzanotte di domani, si conferma quel che sembrava: un fronte freddo veloce.



Ma infatti, proprio senza se e senza ma...a volte tocca pagare oro anche per vederlo in periodi più consoni...in Estate non ha prezzo. A parte le grandinate, che fanno parte dei fenomeni estivi, non vedo grandi problemi per gli accumuli. Godiamocela ;)

43
È interessante notare che nel 1955 a nord delle Svalbard, il ghiaccio marino risultava essere più sottile (0,94 metri) rispetto al 2015 o al 2017 in cui il ghiaccio risultava essere spesso rispettivamente  (1,56 e 1,65 metri).Nel 1596, le acque a nord delle Svalbard erano prive di ghiaccio marino nel mese di giugno.

https://agupubs.onlinelibrary.wiley.com/doi/full/10.1002/2017JC012865




Acque prive di ghiaccio a nord di Spitsbergen, apparvero già nel maggio del 1930 e del 1933.


44
Una bellissima analisi Steve!
Vero, carta non comune..
Era una carta invece abbastanza ricorrente  fino ai febbraio/marzo di metà anni '90 (direi un'era climatica fa..)..
Famosa quella del febbraio '91 con neve in Toscana (da nord!) e temperature massime negative fino alla costa..
Vortice in quota dall'Austria e cielo che si copre da N/NE, tramontana furiosa e neve stile siberiano in accumulo..
Si narrano T negative a due cifre in collina, appena passata la prima parte della bolognese pochi km dopo Firenze..
Sarebbe poi stata scartata da aria più "mite" con le famose nevicate da addolcimento che ci furono dopo pochi gg..


Inviato dal mio Redmi 6A utilizzando Tapatalk


45
Le precipitazioni riscontrate nei settori settentrionali dell africa evidenziano come nel periodo 20/26 maggio il fronte polare sia risultato estremamente basso  determinando lo "schiacciamento della " cella di Hadley.





https://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/international/nafrica/nafrica.shtml

46
Ohhh yess!!   






hp che vola con le ricuciture su di noi di matrice oceanica... 
leit motive... ;)

47
Bilancio primaverile abbastanza soddisfacente rifacendomi alle mie previsioni o supposizioni su come sarebbe stata ... ese cold che ha tenuto a bada l’anticiclone africano e Atlantico scongiurando fasi estremamente calde e precoci ... c’è stato solo un limitato periodo più caldo e siccitoso in accoppiamento alla fase finale di stanca dell’ese cold , individuabile a cavallo tra il mese di aprile e maggio ... per il resto primavera più o meno , a seconda delle zone , in media pluvio e termo .. FW late che sta condizionando la seconda parte di maggio e penso giugno con tempo abbastanza instabile e variabile ... quindi , tirando le somme , in epoca di GW ci è andata bene ... ;)

48
Permangono a mio avviso le possibilità di un'Estate molto calda, dove quest'anno dovrebbero in particolare essere 2 le condizioni caratterizzanti:

1) La persistenza delle ondate di caldo e della stabilità, con note instabili e caldo meno feroce su Centro-Sud peninsulare.
2)Una stagione lunghissima, che potrebbe sforare anche nei mesi Autunnali.


Praticamente bene o male la solita estate degli ultimi anni , a parte il 2014 ( quando la rifarà un'estate come quell'anno...piu di 400mm a Luglio... un sogno... )

Tanto non ci sono storie , in estate il caldo si prende...sempre...a latitare è il freddo in inverno...

49
:o

Grazie filippo per l aggiornamento, anche se spero di cuore che ciò non si realizzi ;)

50
Permangono a mio avviso le possibilità di un'Estate molto calda, dove quest'anno dovrebbero in particolare essere 2 le condizioni caratterizzanti:

1) La persistenza delle ondate di caldo e della stabilità, con note instabili e caldo meno feroce su Centro-Sud peninsulare.
2)Una stagione lunghissima, che potrebbe sforare anche nei mesi Autunnali.


Il WR primario dovrebbe ancora una volta essere contraddistinto da SNAO negativa, con un abbassamento del getto sul centro-Atlantico. Il segno dell'EA si invertirà nel corso del mese di Giugno.

L'anomala concentrazione di ghiaccio Artico con forti deficit di volume ed estensione, provocheranno un graduale allentamento del ID (indice zonale), favorendo la stagnazione di nuclei di vorticità sui settori Oceanici ed un progressivo riscaldamento del continente Europeo:







"Bolle" di aria calda troveranno lo spunto per espandersi verso Nord, spingendosi occasionalmente sin verso il Nord Europa:








Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 60