BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Stevesylvester

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 26
1
stratosfera che nel periodo 1-15 ottobre è stata quasi da manuale per anni con VP debole e NAO negativa..probabilmente nella seconda metà del mese le cose peggioreranno leggermente ma la media finale dovrebbe chiudere comunque ben messa in ottica invernale..

in troposfera invece ancora non ci siamo, semplifico le anomalie di GPT con le anomalie dello SC, al 17 ottobre lo SC (a sud dei 60N) è estremamente scarso, ma questo potrebbe non essere un problema come si può notare dal confronto con lo stesso giorno del 2009:



nel 2009 in soli 4 giorni dal 22 al 26 Ottobre vi fu una vera e propria "esplosione" nell'estensione nevosa siberiana sotto i 60N:



cosa che attualmente non mi pare possa realizzarsi guardando le carte degli ultimi runs con VP disposto in modo non ottimale per l'innevamento siberiano:



E' comunque sempre difficile prevedere l'avanzata dello SC basandosi sulle uscite dei GM, quindi potrebbe anche andare diversamente ::)

Altro discorso per gli ultimissimi giorni del mese:



carta quasi perfetta per quanto possa valere a questa distanza..tuttavia un'impennata negli ultimi 3-4 giorni di Ottobre anche se molto intensa, solitamente si associa ad inverni con VP forte tra autunno e prima parte invernale, con seconda parte di stagione interessante, vedi 2011-12 e prima ancora 2004-05.. ::)


2
 Ciao Jack  :)  ( E un salutone al grande Matteo  ;)  )

A 30mb ecco la situazione:



Sostanzialmente il VPS ha questo imprinting:




3
Non c'è da meravigliarsi in fondo, sta andando tutto come da iter previsionale  ;)
Quasi 4 anni fa questo periodo era stato correttamente previsto qui: http://meteodue.it/index.php?topic=9337.0

IL 2017/'18 era l'anno che avrebbe dovuto dare avvisaglie di un cambio di pattern e così è stato, con un potente MMW ed il reversal pattern del segno NAO, che tra Febbraio e Marzo è crollato in negativo, con il ragguardevole valore di -1.38!  Valore che per ritrovare così basso bisogna tornare al Marzo 2013.

Chiaramente bisogna considerare l'estrema variabilità interna al sistema dipendente dalle oscillazioni in bassa frequenza dei vari indici, che vanno a rinforzare o indebolire la Brewer e Dobson circulation con impatto sul gradiente meridionale della temperatura e  sulla tensione zonale.

L'attuale rappresenta quindi un pò l'anno "di mezzo", è normale sia così.

Analizzerei con tranquillità i vari passaggi attuali, siamo perfettamente in linea con i tempi  ;)






4
L'avvio del clima tardo-autunnale sull'Italia ??

Buonasera a tutti,
Anzi direi buonanotte visto l'orario  :P, scrivo a quest'ora perché si iniziano finalmente ad intravedere segnali un po' più chiari con chiavi a '' mio avviso '' importanti per l'andamento della seconda parte di Ottobre.
La presenza di una vasta area di bassi geopotenziali ormai quasi semi-permanente sulla penisola iberica verrà disturbata nella giornata di Mercoledì da una graduale distensione e rafforzamento dell'anticiclone azzorriano (dovrebbe esser lui se non erro), il quale andrà proprio a tagliare l'alimentazione della saccatura nord-atlantica/iberica facendola cut-offare (termine mio), isolandola sullo stretto di Gibilterra.
Fin qui arriviamo già al prossimo weekend e direi che tale proiezione sembra piuttosto attendibile in quanto concordata sia dal modello americano Gfs che da quello europeo Ecmwf.



Successivamente sembra molto probabile un ricollocamento dell'anticiclone delle Azzorre sul nord-Atlantico che dovrebbe andare a formare una cosidetta '' elevazione azzorriana '', quest'ultima ipotesi è concordata da Ecmwf e Gfs.
Arrivati qui, siamo a Domenica, direi giorno cruciale per vedere un po' la dinamica successiva, potremo avere a che fare con il primo vero raffreddamento modesto della stagione sull'Est Europa, la prima colata fredda artica della stagione, per noi abitanti dello stivale molto probabilmente potrebbe trattarsi della prima sventagliata fredda orientale dal carattere tardo autunnale.
Quest'ultima dinamica potrebbe prender vita proprio nella prima parte della prossima settimana ma vista la grande distanza temporale ci limiteremo ad osservare questa di settimana.
Anche se ritengo molto probabile che vada come quanto esposto sopra.
Tra l'altro non è nemmeno un'ipotesi così campata in aria in quanto parlando degli indici teleconnettivi sia l'Ao che la Nao sono previsti in calo proprio per quel periodo (20-25 Ottobre) ciò a testimonianza del primo disturbo in troposfera ai danni del Vortice Polare (anomalie positive).



E sempre parlando di questo la situazione a livello del piano isobarico del VP non mi sembra molto dissimile a quella dell'Autunno 2017 anche a livello configurativo.
Uno sblocco della situazione con l'avvio delle grandi piogge atlantiche autunnali si potrebbe vedere se tale mia piccola teoria (senza troppe pretese) fosse esatta nel corso di Novembre verso la fine della prima cinquina (seguendo il ragionamento del 2017).

• Per farla breve a chi ci capisce un po' meno...

Risentiremo ancora di residua instabilità sopratutto in Sardegna e Meridione italiano (ad eccezione di domani dove le piogge risaliranno un po') fino alla giornata di Venerdì altrove tempo nuvoloso e un po' ventoso ma senza piogge, dopo temporanea rimonta anticiclonica in attesa della prima e ripeto '' probabile '' sventagliata fredda della stagione la prossima settimana tutto per le cause citate sopra.

••• La mia vuole essere solo una piccola analisi della situazione con piccola previsione sul futuro senza troppe pretese, ne riparleremo nel prossimo aggiornamento.
Buonanotte sul serio ora  :)

5
Indubbio Filippo.
Ed è quello che era interessante notare sin dalla stagione estiva.
Il Pattern da NAO+ accoppiato alla A0+ non ha permesso alle intrusione calde dalle medie latitudini di andare ad inficiare sulla dinamica di sviluppo della struttura del VP tutto.
Già ogni anno il Vp deve "smaltire" il surplus termico dell'ammanco di ghiacci poi ci si aggiungeva spesso una NAO-- estiva ecco che il VP ripartiva sempre ad Ottobre.
E dunque si partirà forte.
Bene.
Da tenere in grossa considerazione il geomagnetismo che sulla scorta dell'azione solare è decisamente votato a NAO--.

6
Purtroppo rispetto allo scorso anno la disposizione teleconnettiva è peggiore, leggi la mia firma e vedrai che su 7 pedine soltanto una è ben posizionata.
Quindi è logico attendersi un VP forte e la tendenza alla divergenza delle onde planetarie.
Quello che personalmente sto monitorando è il decorso del VPS, per appurare la possibilità che raggiunga un elevato grado di approfondimento in maniera fisiologica.....  Vediamo, non c'è fretta per adesso  ;)

PS(intanto sarebbe ottimale se si realizzasse quanto avevo ipotizzato per il mese di Novembre...)

7

ps ma il thread non è dei modelli?


Sì... di ottobre... e da qui a fine mese, mi sa che è meno palloso guardare le anomalie su base paleolitica piuttosto che le carte

 :)   ;)

8
Toh... beccatevi questo

Aprile


Maggio


Giugno


Luglio


Agosto


Settembre


...e se continua questo cupolone di hp, a ottobre vi calo il settebello!
 :)
Devono essere dei visionari anche gli svizzeri.  ;D

9
Capisco bene l'intervento di Nonno Rodano, Ottobre sta evidenziando un VP piuttosto forte, in linea con il WR estivo.

Tuttavia la situazione rimane molto interessante, con un asse del VPS che continua ad evidenziare il forte imprinting dello scorso mese di Febbraio, uno schema relativo, in prospettiva,  ad un suo forte indebolimento:



Ed ecco che iniziano a comparire  warmings in area critica anche a quote più basse, segno di un probabile cambio di assetto ormai imminente:




Inoltre, a differenza degli anni passati, è evidente un buon coupling tropo-stratosferico, sappiamo quanto sia deleterio un forte scollegamento in tal senso per i risvolti che ben conosciamo.

Attendo sviluppi







10
Sempre delle belle analisi da leggere qua  :)
Complimenti a Fabri93  :)

Per il peggioramento di giovedì però, a mio modesto parere quel LAM è parecchio ottimistico.
Mi pare la classica situazione "da Liguri", la Toscana presa (forse) nella parte estrema NO e sfiorata lungo le coste, col grosso che rimane in mare

11
Buongiorno a tutti,
Ebbene siamo a Martedì e la situazione inizia a delinearsi per quanto riguarda questa settimana ma mostra forse anche interessanti chiavi per l'immediato futuro in ottica del proseguo meteorologico ottobrino italiano.
Nello scorso aggiornamento parlavo del blocco altopressorio russo-baltico (chiamiamolo così) che rallenterà la traslazione verso est della grande saccatura iberica, queste due configurazioni le vedremo formarsi dalla giornata di domani.



Rallentando la traslazione della saccatura verso est, verso la parte della nostra penisola settentrionale e centrale, la stessa (lo stivale) si verrà a trovare per Giovedì e in misura minore Venerdì sulla linea di contrasto tra l'aria più fresca atlantica e quella mite in arrivo dal nord-Africa sotto forma di venti di caldi di Ostro e Scirocco.
Con assieme il mare ancora caldo ci sarà una notevole dose di alimentazione per le eventuali precipitazioni che date le correnti meridionali e la lenta traslazione del sistema verranno a crearsi ottimi presupposti per una notevole intensità e persistenza delle stesse che potrebbero interessare maggiormente (stau) il NW italiano e la Toscana...



Quando si parla di precipitazioni persistenti ed intense e visto il mare caldo, le correnti meridionali i rischi di ritrovarsi nel mezzo qualche temporale autorigenerante, i v-shaped sono concreti, a questi temporali bastano poche ore per buttar giù quantitativi di pioggia notevoli.
Perché un conto è che piova in maniera regolare distribuita nel tempo un altro è invece che venga giù tutto insieme.
• Il wrf postato sopra mostra qualcosa e dovete tener presente che quando entreremo in un range previsionale più stretto visibile ai ben più precisi wrf a 3 km di risoluzione o 2.5 vedremo le precipitazioni attese in maniera migliore ma sopratutto potremo valutare l'eventualità scusatemi il termine che potrebbero risultare '' alluvionali '' perché il passato insegna che queste configurazioni (saccatura rallentata e richiamo mite che l'accompagna) anche se non molto durature lo possono diventare rapidamente.

• Parlando delle chiavi sul prossimo immediato futuro (Long range analisi) ??

Le potremo avere qui, il modello inglese Ecmwf vede la formazione dal prossimo weekend di un ponte di alta pressione tra quella russo-baltica e l'azzorriano in atlantico (dovrebbe esser lui se non erro).



Sapete perché è importante questo ponte altopressorio ??



Perché qualora lo stesso si venisse a rompere ci lascerebbe piombare sopratutto l'Europa centrale e meridionale in una configurazione ad Omega Rovesciata Blocking che come sappiamo porta a treni di precipitazioni che possono protrarsi per svariati giorni per la presenta agli estremi di due anticicloni che insaccano e bloccano i peggioramenti atlantici facendoli '' stagnare '' al centro.
La famosa porta ''Atlantica''.
Però qui parliamo di una cosa che potrebbe avvenire tra questo weekend e tutta la prossima settimana, al momento di difficile realizzazione.

• Avremo modo di parlarne prossimamente a riguardo ma prima meglio pensare all'immediato peggioramento atteso per Giovedì e Venerdì che potrebbe risultare un po' '' rischioso ''.

Un salutone a tutti, è un analisi un po' generalizzata ma comprende anche la nostra regione...

12
Ma certo che no ;D
Però rivedere l’atlantico Adesso fa piacere
Diciamo che vedere solo i modelli provarci e ipotizzarlo ci distoglie da questo girone dantesco.

13
Gfs nel long commovente davvero :o ;)
Non vi fate commuovere da un run.  ;D

14
Ciao a tutti .... allacciandomi all'intervento fatto precedentemente da Filippo in merito alla possibilità di un reversal pattern in zona euro- atlantica secondo la cartina riferita alle anomalie di gpt nel mese di novembre , penso che la situazione possa anticipare di una quindicina di giorni e quindi avvenire nella seconda parte di ottobre , in effetti alcune avvisaglie sui long run dei principali gm comincia a vedersi ... lo spartiacque tra la vecchia situazione settembrina con una pes prolungata e il reversal pattern sia stata la sciabolata artica che abbiamo vissuto ai primi giorni del mese corrente che per noi ha rappresentato la vera tempesta equinoziale nel mediterraneo .. in ambito invernale e sulla disposizione delle pedine sul campo di battaglia agli inizi di ottobre confermo le mie positive sensazioni che avevo già annusato nel mese di settembre .. buona maturazione del vp nei tempi prestabiliti e quindi in media temporale , interessante disposizione della massa glaciale sul polo con anomalie su mar di kara , e come detto da Filippo asse del della wave 1 ottimo con predisposizione a successivo pattern a due onde con vp weak nei mesi invernali ... siamo sempre nell'ottica di supposizioni e congetture ma il quadro nn sembra malaccio per il futuro .. pazientiamo ancora un po' ( fine ottobre ) e poi potremmo , come ben detto da Filippo , le idee più chiare .. barra a dritta ... ;)

15
Buona serata a tutti gli utenti del forum di meteodue.Gli ultimi aggiornamenti evidenziano ancora un trasporto verticale d onda decisamente elevato andando in tal modo a rallentare il fisiologico rafforzamento stagionale del vps. Situazione che andrà a favorire altezze geopotenziali relativamente elevate in media -alta troposfera.
disturbi anche in media stratosfera  provenienti  dal settore atlantico





Buona domenica a tutto il forum di meteodue.Riprendo un vecchio post scritto giorni fa in cui veniva evidenziata la possibilità di avere anomalie positive  di geopotenziale in media stratosfera. Ora a distanza di giorni . i grafici pongono in evidenza l intensità del disturbo

16
Il vortice polare è ruotato come l’anno scorso prima del MMW. Il surriscaldamento seguente ha lasciato una profonda ferita. E l’asse è perfetto. È questo che ci sta dicendo Filippo. Se mantiene quest’asse non ci può far paura niente, anzi..... MMW in arrivo? Ricordate anche quando Filippo scrisse che un buon predictor di inverni freddi e nevosi è una bella alta posizionata in autunno su Europa orientale e Russia e come invece irruzioni fredde precoci sui Balcani portino ad inverni ciofeca ? Bene abbiamo pure quella....l’alta sulla Russia.... probabilmente il tutto è una conseguenza del buon asse del VP. Quindi voglio il VP disposto da Hudson verso California come ci disse il mitico Filippo... e andiamo...
Filippo sei sempre un genio anche se impegni meno del tuo tempo....non perderai mai la tua bravura innata...Fuoriclasse!

Grazie Roberto troppo buono  :-* ;)
Cmq piedi per terra, non c'è certo la perfezione teleconnettiva ed i rischi relativi ad un forte approfondimento del VPS rimangono reali.

Intanto dopo un mese di Ottobre con tempo perturbato al Sud e più secco al Centro-Nord,  per Novembre sarei propenso verso una progressiva mutazione del pattern Euro-Atlantico, con le piogge che tenderebbero a colpire in maniera copiosa proprio il Nord e la Toscana(quindi quasi un reversal EA pattern), e con freddo ancora lontano dal Mediterraneo.
Questa sarebbe un'evoluzione in linea a quanto discusso e andrebbe a condizionare pure la fase successiva:










17
Buongiorno,
Già buono il fatto di aver abbandonato quei fastidiosi venti di Grecale e Tramontana che per giorni ci tenevano compagnia.
Ora si dovrebbe andare per gran parte di questa settimana verso un clima anticiclonico sì ma stagnante interrotto dal break in entrata occidentale atteso per Giovedì e forse Venerdì, in ottica funghi il fatto di aver abbandonato i venti secchi nord-orientali vuol dire tanto ;D



Per il proseguo bisognerà vedere come si muoverà quel blocco anticiclonico su Russia europea e repubbliche baltiche, le grandi piogge atlantiche per adesso sembra che non vogliano sfondare, l'omega rovesciata blocking potrebbe risolvere la situazione. ::)
Un Autunno che non mi dispiace per adesso.
Felicissimo di avervi ritrovato e buon Autunno a tutti, dai che si entra nella '' bella stagione ''...

18
IMBARAZZANTE.......definirei la tenacia con cui le pioggie stiano schivando il nostro territorio e continueranno a farlo nel prossimo futuro

Ultimo esempio il satellite di questa mattina.
Ho seguito la perturbazione partita dal lontano Atlantico percorrendo indisturbata migliaia di Kms
Notare bene che sino ad ieri eravamo nel centro di una depressione “spompata” risalita a fatica dall’Africa dove sappiamo bene cosa abbia provocato nel suo cammino
Bene, cosa fa? come perfettamente spiegato dal buon Steve si dissolve nel NULLA COSMICO giusto in tempo per rinforzare l’alta pressione
Poteva fungere da esca per la perturbazione atlantica??? o matttiiiiiii ;D
Spaventata, povera lei, impattando col le Alpi ed il nostro grande protettore anticiclonico,  ha visto bene di scivolare verso sud dove sta provocando dei bei temporali

The joke still ON GOING

bye
Max

19
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting toscana sabato 6 ottobre 2018
« il: Ottobre 06, 2018, 03:27:38 pm »
Che arrivasse sfiatata la depressione, si sapeva da ieri. Ma così è una lérnia , piove da banchi di nembostrati relitto di nuvole convettive. L'unico vantaggio di questa roba e' che invece di piovere 20 mm qua e 10 la lasciando vaste porzioni asciutte, fa 1 mm dappertutto.
Se la gode solo il gatto che dorme da stamani nella scatola in giardino, ogni tanto alza il capo, vede piovigginare, si rigira e si ributta a diacere.
Quando dico che siamo messi male non lo dico per il gusto di lamentarsi.  :(

20
Discrete anomalie settembrine.... ma per curiosità: come mai San Gimignano è una "isola in media" circondata da sopramedia di 3°/4° C ?!



 ::)

Addensamenti pomeridiani frequenti/temporali...probabilmente hanno tenuto più basse le massime  ::)

21
Nessuno morirà e non è certo stato il mese più secco e caldo dal paleolitico ad oggi, ma per favore non andiamo a cercare dati astrusi su siti spagnoli, pakistani, quando ne abbiamo di più attendibili. Le medie esistono e o si decide di non considerarle, oppure, visto che non abbiamo grandi alternative, si cerca di farlo in modo più corretto possibile.






A Prato, per capirsi, è stato il 5° mese più caldo dal 1942 , battuto dal 1942,1946,1961,1985,2011.....ergo direi che è più vicino ad avere caratteristiche di eccezionalità che di normalità.

Poi fortuna di chi abita in posti dove è sempre tutto in media, ma, come spesso viene raccomandato a parti inverse, guardate anche a livello regionale (senza andare oltre) e noterete che per molti non è così.

Per fortuna l'ultimo peggioramento, almeno qua, ha portato una ventina di mm dopo che Agosto e Settembre messi assieme facevano il 50% della media di Agosto per queste zone.

Se poi volete divertirvi a guardare le anomalie del Noaa fatelo pure, vi accorgerete che la Toscana in Settembre è tutta con l'acqua alle ginocchia ;D

22
Domanda ...la bdc potrebbe a sua volta essere forzata  dalla disposizione delle onde favorevoli e diventare forte nel corso dei mesi tipo a fine dicembre o gennaio?

Nel corso degli anni abbiamo appurato che in presenza di BDC forte ma  1 wave number patter è impossibile arrivare al collassamento del VP:



Quindi la condizione primaria è la disposizione, poi ovviamente ci vuole la "benzina". Ad ogni modo chi sta al Nord e Centro Italia stia in campana, stiamo lavorando per voi   :o

PS( riguardo alla tua domanda attendiamo di vedere come si presenterà a fine Ottobre  ;) )




23
Ancora conferme circa la posizione della Wave Mother in tipico assetto "VPS weak", con 2waves number pattern persistente in tutta la 1^ parte del mese di Ottobre a vedere i forecast, che seguono la medesima strada da ormai diversi runs:




Situazione molto interessante davvero,  l'imprinting è quello giusto, anche se una BDC piuttosto debole potrebbe limitare l'attività d'onda e smussare il quadro, un quadro che sta virando in direzione di una NAO- invernale.
Ad ogni modo  un cambio di passo già ben visibile, segno che il basso Ap index sta ormai già forzando il WR



24
Grazie Filippo della risposta .... allora è colpa di quel maledetto blob del Pacifico che ci ha scassato gli zebedei da alcuni anni ...  >:(. In merito alla carta da te postata sull'asse del vps combacia con una mia idea che avevo buttato lì un po' di tempo fa .....  potrebbe essere uno schema da considerare da qui a a dicembre nelle fasi di temporaneo calo del pattern NAO + ? .. tenendo presente che per statistica la parte terminale dell'autunno e prima parte invernale rispecchia la disposizione delle pedine lasciate sul campo dall'ultima parte dell'inverno precedente ...  :)

Quello più che uno schema di fase temporanea in NAO-, rappresenta un vero e proprio cambio di pattern in NAO-- e AO--.
Infatti con tale asse le onde planetarie divengono intrusive, provocando il break down del VP/VPS.  Non dimentichiamo però che attualmente la BDC è debole( e già predittiva in questa fase) e stiamo ancora parlando di forecast....  Però però.... Un segnale buono sembra esserci  ::) ;)



"-----------" e anche le SSTA atlantiche sono "migliorate" dal 1 settembre ad oggi:




Si, mi trovi d'accordo su molti punti  ;)
 Delle SSTA guarderei anche al settore Pacifico,  "Californiano", area Namias ed Enso.. Ed effettivamente pure lì si notano movimenti "sospetti".

Riguardo il VPS è evidente come ci sia una forza esterna che ne sta modulando l'asse. Penso proprio che sia il basso Geomagnetismo/solar activity low, un forcing che ha un evidente impatto sul motore circolatorio primario(depressione Aleutinica e wave mother)
Vediamo la risultante sulla PDO tra una quindicina di giorni, dato che l'indice è ancora molto "indeciso" e potrebbe rivelarsi la chiusura del cerchio.... ;)


25
Aspetto di avere i dati freddi e sterili del mio modello circa la NAO (aggiornamento con i dati di Settembre) ma soprattutto quelli di Ottobre..ho smesso di fare delle previsioni "a naso" su tali proiezioni basandomi sulle anomalie intermedie nel corso del mese in esame perchè non ci azzeccavo mai.. :P

nel frattempo noto alcuni punti interessanti sia nelle anomalie osservate fin qui, sia in quelle (ovviamente da prendere con le pinze) previste. ::)

che le cose dal 2007 in poi (e forse prima) siano cambiate moltissimo è innegabile, il tutto dovuto al crollo dei ghiacci artici estivi e (probabilmente) al conseguente mostruoso raffreddamento della stratosfera autunnale con NAM medio di Ottobre-Novembre-Dicembre degli ultimi anni non solo nettamente più alto, ma addirittura spesso nemmeno confrontabile con il periodo 1950-2000..

abbiamo assistito alla perdita di performance del SAI, il quale da correlato è diventato anticorrelato alla salute del VP invernale, questo ci dice che gli autunni non sono più gli stessi e che, anche ammesso che il sistema ritorni verso la normalità a partire da oggi (per assurdo) serviranno verosimilmente anni per tornare da dove si era partiti..

inutile quindi cercare confronti con anni troppo distanti, meglio considerare quelli post 2007, ed in tal senso l'unico vero inverno in NAO-- con VP distrutto è stato il 2009-2010, lo stesso 2010-2011 ha vissuto più sulle anomalie impresse dal "collega precedente" che su quelle proprie, ed infatti da Gennaio 2011 in poi si è assistito all'ennesimo ESE con sfondamento del NAM etc..





e anche le SSTA atlantiche sono "migliorate" dal 1 settembre ad oggi:






aggiungo a tutto ciò anche le "ottime" carte che si vedono in stratosfera come fatto notare da Cloover..

Riassumendo: "un tempo" un VP/VPS in crisi ad Ottobre erano sinonimo di un buon inverno passando attraverso l'innevamento siberiano etc..negli ultimi anni invece (2014-15-16-17) invece tale correlazione è venuta meno, con la veloce avanzata dello snowcover siberiano dovuta all'eredità dei ghiacci artici più che ai sintomi di un VP debole nella successiva stagione..

quest'anno mi pare di scorgere alcuni elementi più simili al 2009 che al 2014-17, ciò non significa che avremo un inverno del genere, ma probabilmente che la situazione non sarà così nettamente orientata verso NAO+.. ::)

un grande dubbio rimane l'assetto delle anomalie dei ghiacci che si verrà a creare tra 7-10 giorni, a noi servirebbe un deficit localizzato in zona Kara-barents, mentre probabilmente il "grosso" si troverà in zona bering.. ::)

26
Filippo scusa una domanda ma quella anomalia strong nel nord Atlantico c'entra qualcosa con la diminuzione della salinità causa scioglimento ghiaccio della calotta artica e di conseguenza indebolimento corrente del golfo ????

No, direi che è dipendente strettamente dal pattern persistente  ;)

Intanto i forecast della 1^ decade di Ottobre ci fanno vedere cose molto interessanti circa il predictor relativo all'asse del VPS (studio che avevo integrato l'anno scorso alla BDC):




In pratica la tendenza al 2 waves number pattern, con un asse che si mantiene per tutto il run. Vediamo se ci riesce di portare a casa questa tendenza......



27
Anche la 2^ parte del mese di Settembre vede affermarsi una BDC con anomalie positive anche nel campo termico, a sottolineare il rallentamento di tutto il meccanismo relativo al profilo termodinamico planetario.
Situazione speculare rispetto a quella dello scorso anno:





Evoluzione già piuttosto chiara per i prossimi mesi, caratterizzati con tutta probabilità da una tensione zonale sostenuta, dove dovremo approfittare di situazioni piovose grazie a fortuiti cut-off e  strappi del getto.

28
non capisco chi si lamenta...stiamo vivendo un caldo e afa schifosi in questo periodo...ben venga un cambio e un pò di fresco...per le piogge si vedrà.
bisognerebbe commentare quello che dicono le carte e non quello che si vorrebbe...mi sembra una cosa eccezzionale quella che sembra arrivi...avanti così!!

29
ecco l'aggancio col ciclone tirrenico




30
Ora si ragiona...
Quoto!
Sei mesi di caldo non li reggo...
Un me ne parla', c'ho il pelo ritto come i gatti incazzati. Già sopportare un altra settimana di caldaccio mi scompensa: pensa se dovesse saltare tutto ed andare avanti cosi fino alla prima metà di ottobre. :-X

31
Meglio una +20 no, ma nemmeno il grecalaccio infame.
Chiedere libeccio con un po' di pioggia è troppo?
Che settembre faccia settembre, casso
Tanto s'è già capito che l'unico sblocco possibile al momento è da est. Quindi facciamo scendere sta temperatura,tanto è fra una settimana (se va in porto) e qualche fungo ha ancora tempo di crescere.

32
Spero vivamente che cannino alla garande questi modelli,meglio una +20 che una 0 condita da grecale :( Quei rientri freddi da est adesso non li reggo.
No,no,basta col caldo. Tanto se ha da esse' secco che almeno si respiri aria d'autunno.

33
Cloover di la ha cominciato a mettere assieme il puzzle dello scenario del semestre invernale. A quanto pare i primi pezzi si incastrano peggio del previsto.

Direi non se incastrano  ;D

34
 Con QBO negativa ed ENSO neutro confesso che mi sarei aspettato una BDC ben più attiva... Il plot mi ha un pò sorpreso🤔
A testimonianza che la BDC è influenzata un pò da tutto il bilancio termodinamico terrestre.
Questa prima pedina non è posizionata in maniera ottimale, il prossimo passo è valutare il WR planetario del  mese di Ottobre soprattutto in riferimento all'ondulazione sul Pacifico ed al comportamento della PDO, anch'essa fin'adesso piuttosto borderline....

35
Intervento da applausi di Andrea Corigliano (meteorologo) su Facebook:
"Avere in quota un'anomalia positiva di temperatura di 2-4 °C non è eccessivo se ci riferiamo a una singola giornata, ma diventa importante se si ripete per troppi giorni consecutivi perché vuol dire "persistenza della stessa massa d'aria". Quindi, in questo caso, una massa d'aria più calda del normale legata a condizioni prevalentemente anticicloniche. Persistenza è il contrario di variabilità, cioè della principale caratteristica che dovrebbe avere la dinamica atmosferica nella stagione autunnale alle nostre latitudini, man mano che l'autunno avanza. Queste previsioni di ensemble mostrano proprio questo: un'assenza della variabilità stagionale che si aggraverebbe nel caso in cui nelle settimane avvenire la situazione non dovesse sbloccarsi. Speriamo di non dover di nuovo riparlare di "maltempo anticiclonico"

37


Davvero non riesco ad immaginare come possa non fare temporale sul nord ovest toscano.
Goccia fredda posizionata alla perfezione, con correnti sud occidentali in medio bassa troposfera e addirittura una caduta di pressione a innescare moti verticali proprio davanti alla Versilia.

Il ts è molto molto probabile dalle prime ore di di domani sulla costa dalla Versilia verso nord con impatto sui contrafforti appenninici esposti. Probbaile interssamento anche di Lucca e appennino pistoiese lato Garfagnana.Trasferimento delle condizioni di instabilità in mattinata verso levante ma sempre indicativamente a nord dell'Arno con un passaggio di rovesci sparsi e/o deboli temporali anche in direzione di Pt-Po- nord fiorentino.

Fronte temporalesco che non ha molte possibilità di attraversare compatto la nostra regione, ma l'aria fredda in quota e il riscaldamento diurno dovrebbero innescare temporali sparsi pomeridiani sulle rimanenti zone interne in genere anche centro meridionali.

Nottata successiva con instabilità relegata in mare ( favorita la costa centro meridionale) e nuova instabilità diurna domenica con rovesci e brevi temporali sparsi che le correnti in quota ormai settentrionali dovrebbero agevolare sulle zone interne della regione.

Occhio che sempre di instabilità si tratta...accumuli con molta probabilità davvero poco omogenei.

38
L'autunno a mio avviso dovrebbe trascorrere con Settembre molto anticiclonico in Europa con temperature sopra media su centro nord Europa, mentre su Mediterraneo centro orientale temperature in media o sotto, Ottobre dovrebbe ricalcare in gran parte Settembre. Le precipitazioni andranno ad essere sotto media al centro, sopra media sulle regioni nord occidentali, in media o sopra nel Mezzogiorno.
Mi attendo a fine Ottobre vorticità più incisive su Mediterraneo fino a metà Novembre con quadro termico invariato, cioè temperature su Europa nord occidentale sopra media e temperature in media o sotto sul Mediterraneo. Precipitazioni sempre sopra media al nord ovest e torneranno ad essere in media sulle altre regioni. La seconda parte del mese di Novembre potrebbe vedere tornare condizioni anticicloniche su Europa centro orientale.
Questa la media dei GPT prevista da me per l'Autunno in base all'attuale situazione atmosferica(dopo una reanalisys dal 1948 al 28 agosto 2018):



Per quanto riguarda l'inizio dell'inverno se l'Autunno andrà come scritto sopra probabilmente ci dovremo attendere un dicembre molto piovoso(più piovoso dei tre mesi precedenti), tipico del clima Mediterraneo (inverno piovoso e mite)

39
Comunque io sarò alla Ascari  :P manco da Monza dal 2000, è l'anno bono, la macchina c'è. I piloti un po meno...

Io dal 95. Variante Roggia  ;)
L'ultimo V12 Ferrari. Piloti Alesi e Berger.... che tempi  :)
L'anno dopo tirarono fuori le vetture orribili con le protezioni rialzate fino al casco.

40
Ciao Nonno ;)leggendo lo scorso inverno i tuoi interventi mi ricordo che solo dall'inverno 2018-19 la nao avrebbe cominciato a virare in negativo dando vita ad un periodo contraddistinto da tale segno. Inoltre Cloover ed altri longers erano convinti che il famoso ribaltone di fine febbraio avrebbe portato ad un cambiamento drastico (almeno cosi avevo capito). Perche' questa retromarcia su quanto anche te affermavi nelle passate discussioni? Un caloroso grazie per tutto quello che fai :-*

premesso che ancora nessuno si è sbilanciato sul prossimo inverno, il quale potrebbe benissimo essere un inverno in NAO---, questo le vedremo più avanti.. ;)

è abbastanza chiaro che quando si fa una previsione (o meglio quando si esprime un'idea in questo caso) ad anni di distanza ci si affida all'accoppiata QBO/attività solare, non potendo conoscere tutti gli altri fattori con così largo anticipo..in questo caso tutto lasciava o lascerebbe pensare ad un cambio di scenario proprio da questo inverno 2018-19..inoltre un evento particolarmente intenso come un MMW a fine inverno spesso lascia delle "tracce" in troposfera, in particolare sulle SSTA primaverili, le quali tendono a scomparire in estate per riemergere nell'inverno successivo..

per quello che ho potuto osservare invece il forte evento NAM-- di fine Febbraio/Marzo 2018, non ha impattato più di tanto sulle anomalie primaverili, le quali si sono mantenute più o meno stabili, continuando a darci un segnale da NAO neutra o leggermente positiva..questo probabilmente perchè, come dicevo, il sistema è ostinatamente orientato verso un certo tipo di configurazione, e servirà più tempo e più di una forzante (ad esempio MMW) per innescare un netto cambio di rotta..

Come dicevo, la situazione in ottica NAO è migliorata durante l'estate, seppure ancora non mi risulta esserci un cambiamento netto rispetto al passato, ma se anche agosto e settembre confermeranno tali anomalie, il prossimo inverno potrebbe essere il primo dopo alcuni anni in cui la NAO si porterà su valori negativi,anche se probabilmente si tratterebbe di una lieve negatività (il che come detto non sempre è un male).. 8)

41
Il tempo quando inquadra una strada la percorre finché non cerca altri equilibri ed anche a questo colpo la strada intrapresa sembra essere la solita degli ultimi due ,diciamo,peggioramenti. Ondulazione che si approfondisce troppo tardi e quindi va tutto più ad est.
Già di grazia se fa una Scodata temporalesca nelle zone interne.
 ::)

42
sto faticosamente aggiornando il tutto..procedendo da maggio verso luglio c'è stato qualche miglioramento, attualmente la NAO Dicembre-Gennaio prevista si attesta su una lieve negatività..ho già una prima idea per questi due mesi,ma ne parleremo più avanti..

nonostante qualche passo avanti sia stato fatto, personalmente non mi aspetterei grosse rivoluzioni nemmeno in questo inverno.. ;)

43
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana domenica 26/06
« il: Agosto 26, 2018, 12:12:45 pm »
Casa completamente spalancata con forte riscontro,operazione raffreddamento in corso  :P

A me è toccato chiudere la parte esposta a nord est, altrimenti me la vuotava la casa.

44
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana sabato 25/08
« il: Agosto 25, 2018, 12:49:43 pm »
Confermo, a Ronfano si more, ma alle 14:30 rientro x Fi  ;)
Infatti ronfano tutti da quant'è caldo.  ;D ;D ;D

45
Come ho detto di la, i modelli ogni tanto ci pigliano  ;D. Concordo in tutto pei temporali pomeridiani, per la nottata GFS e' ancora avaro dopo il ringambo di ieri. Interessante invece Reading che propone per meta' nottata la formazione di due piccole depressioni , oltre a quella adriatica anche una davanti alle nostre coste che riporta in auge l'idea di un veloce ma "vero"passaggio frontale che coinvolga un po' tutta la regione e non solo pedemontane del lato nord e interno.
Bene, via col now .

Propenderei per l'ipotesi Reading, anche tenuto conto della performance nottuena migliore dei lam su base ecmwf rispetto a quelli inizializzati con i dati americani ::)

46
Grazie Aralbedo. In effetti e' proprio codesta l'azione "secondaria" di cui parlavo. Detto un po' in corsa, l'aria fredda che si incanala tra alpi e anticiclone che fa praticamente da muro subisce due effetti: il primo e' una accelerazione il secondo e conseguente una diminuzione di pressione: non appena giunge sul mare, superficie favorevole, accelera ulteriormente e per la Coriolis tende ad invorticarsi sul ligure perdendo ulteriore pressione e ruotando dai quadranti occidentali. A questo punto in base alla turbolenza e alla densita' dell'aria e ovviamente alla sinottica generale, possono succedere varie cose , dalla formazione di vortici liguri su tutta la colonna a piu' semplici azioni di richiamo di altra aria da scavalcamento dell'appennino ligure con direttrice da nord. Fino a un run fa di GFS eravamo un po'piu' vicini al primo caso, l'ultimo run invece propone richiamo da oltrappennino . Si creano in questo caso delle convergenze che possono interessare i primi  tratti della colonna e se l'aria in scavalcamento e' piu' fredda come sembra dalle carte, arrivando sul mare e trovando la convergenza , l'innesco di temporali avvettivi e' piu' che possibile. Domattina sembra questa la dinamica. Poi la depressione sul ligure viene inglobata nella vasta solita depressione sottovento che prende tutta la padana per l'azione molto dinamica oltralpe e cambiano le carte si spera in un po' di termoconvezione. Domani sera con l'ingresso di nuovo dal Leone di aria ancora piu' fredda si ripete inizialmente la dinamica della mattina.

GFS dop una lunga serie di run in cui aveva mostrato una tendenza, ha al solito cambiato parrocchia poco prima del traguardo , siamo tornati dalla frontogenesi fin sul ligure a piu' scacie linee temporalesche organizzate solo in padana, sparisce il cutoff e perde forza la depressione adriatica. Ma confido che possa rivedere i conti, il getto e' ancora li.

Qualcosa in nottata è successo sul nord ovest via :D

Adesso in attesa del secondo step: dew point molto elevati nelle zone interne con instabilità che dalla tarda mattinata dovrebbe accendersi un po' ovunque sulle aree centrosettentrionali, ma stante le correnti occidentali in quota punterei le fiches sul temporale pomeridiano tra est fiorentino e aretino ( lo vedo già verso est da casa mia il ts su Firenze :D )

47
Prima parte di sabato accumuli prime 12 ore:



seconda parte di sabato,qui dovrebbe piovere nel pomeriggio/sera:



Domenica prime 12 ore, accumuli previsti, Toscana settentrionale sarebbe colpita dalle piogge:



Domenica seconda parte del giorno, miglioramento in Toscana:


48
Cartina elaborata dal modello Superciuk 13,5°. Relativa alla mattina di domenica. Dal golfo del Leone è entrata aria fresca, piuttosto turbolenta  ,fortemente ostacolata a occidente dall'alta pressione che non cede di un passo e a oriente dalle Alpi, tenaglia che ha mandato in lisi la coda del fronte freddo europeo piu' alla svelta di uno starnuto.
Dopo una breve accentuazione della dinamica  ciclonica secondaria sabato sul golfo ligure dovuta all'azione orografica e al mare, l'azione della saccatura - gia in tear off- cessa con il centro motore richiamato molto velocemente verso la russia europea assieme all'aria piu' fredda e al ramo piu' attivo del fronte freddo . Questa evoluzione inneschera' nella nottata di domenica l'isolamento di una pozza di aria fredda sull' italia nordorientale e padana grazie alla generazione del cutoff in quota sull'italia centrale  e garantira' la formazione di una piccola veloce depressione baroclina sull'alto adriatico che per qualche ora entrera' in fase con la azione dinamica secondaria in esaurimento sul ligure.
Questo riattivera' l'azione sul ligure con un travaso freddo retrogrado dalla padana verso l'alto tirreno e favorira' un debole richiamo caldo sull'Adriatico. L'azione combinata dara' luogo a quello che secondo me sara' un vero e proprio piccolo cata-fronte freddo, effimero e rapido,sostenuto anche dal getto modestamente divergente che lo accompagna. Il front-ino si formera' tra triveneto e liguria di levante nella prima nottata di domenica e comincera' a procedere verso SE attraversando la regione entro la mattinata di domenica. Questa dinamica piuttosto articolata era stata vista dai modelli a partire dal 18z di mercoledi', sul 12z di ieri era data molto piu' incisiva per la regione. Si e' perso qualcosa per strada.

Riassumendo per la regione: sabato mattina instabilita' nel lato nordoccidentale per l'azione secondaria sul ligure seguita nel pomeriggio da instabilita'modesta nell'interno, sabato sera nuova accentuazione dell'instabilita' sul nord regione per la ripresa dell'azione dinamica secondaria sul ligure legata all'avvezione retrograda dalla padana per via della formazione del ciclone nordadriatico. Poi da meta' nottata di domenica col favore anche del getto divergente, rapida formazione e passaggio veloce del piccolo ramo frontale freddo "autoctono" piuttosto intenso oltrappennino ma che attraversera' velocemente anche tutta la nostra regione entro la mattina con fenomeni un po' piu' consistenti sull'interno e sul lato nordovest.

Precipitazioni molto intense e persistenti sul nordest, su Emilia e in parte Liguria. Da noi piu' irregolari e veloci ma rischiavamo lo zero assoluto e questo dovrebbe essere scongiurato.




Tra la tarda nottata e la prima mattinata il calo di calo di pressione sul mar ligure richiamerà venti da nord di caduta che dovrebbero convergere, anche se non in modo nettissimo, con il libeccio. Questo potrebbe essere l'innesco per temporali tra il levante ligure e l'angolo di nord ovest toscano grazie alla notevole energia presente sul mare. Condizioni che nei bassi strati dovrebbe mutare nella seconda parte della mattinata con la palla che potrebbe passare alle zone interne grazie al riscaldamento diurno come hai fatto giustamente notare.

Colgo l'occasione per complimentarmi con Steeve che ad ogni occasione alza veramente in modo notevole il tasso tecnico del forum ;)

49
il fronte freddo previsto da hirlam:


50
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana Giovedi 23 Agosto
« il: Agosto 23, 2018, 10:05:53 pm »
Accidenti e basta? Io sarò sui 110/120mm mensili... boh
Bah ..hai detto pio..avete superato qualsiasi localita' appenninica e amiatina..roba da maiali laidi

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk


Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 26