BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Stevesylvester

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 47
1
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana 15 Luglio
« il: Ieri alle 06:48:10 pm »
Quel che colpisce è il gradiente termico orizzontale tra ripostiglio a 29° e il soggiorno a 24 . Ho provato a tracciare sul pavimento le isoterme e ne ho 5 in una mattonella  8)

2
Caldo apocalittico in arrivo?  Agosto infuocato? 

I titoli si sprecano non appena si vede nel lungo un'onda calda di matrice Africana prendere la strada del Mediterraneo, una dinamica che a fine Luglio sarebbe anche comunque piuttosto normale.

La realtà dei fatti è che però non sarà così semplice, anzi, forse sarà difficilissimo che si verifichi un'ondata di caldo forte e persistente come lo è stato per la 3^ decade di Giugno, quando particolari condizioni fisiche hanno permesso una rara risalita di calde correnti dal cuore del continente Africano.

Giunti a questo punto le SSTA sono tornate a riassumere quanto detto nel mese di Maggio, vale a dire una netta predominanza del settore RM rispetto a quello AM riguardo i nuclei di vorticità potenziale.
In questa fase c'è poca forza in gioco per cambiare le carte in tavola, cosicchè l'evoluzione fisicamente  più naturale è che il caldo Africano non riesca ad occupare in maniera persistente il Mediterraneo.

In linea di massima molti predictors evidenziano la possibilità che l'Anticiclone Oceanico possa sbilanciarsi su UK e regione Scandinava, rimarcando la dinamicità del WR e la scarsa propensione alla persistenza configurativa tipica delle "Super Estati", ma piuttosto una certa instabilità che potrebbe caratterizzare anche il mese di AGOSTO.








Cloover






3
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana 15 Luglio
« il: Ieri alle 10:10:28 am »
ci siamo iniziano i temporali seri in mare

4
La situazione piu' avanti nella giornata domani,mostra la struttura della depressione ormai avanzata , l'aria umida sparata in quota in rotazione ciclonica con l'aria secca portata dal getto. Nella carta delta-theta si puo' apprezzare lo shear e vedere come l'instabilità condizionale coinvolga solo la parte occidentale della regione nel momento piu' favorevole.
A quanto scritto da Aralbedo si puo' aggiungere che lo stau potrebbe in piu' occasioni interessare tutto l'appennino regionale mentre dopo l'aggiornamento 12z che ha leggermente occidentalizzato la struttura, buona parte della regione a est della linea Lucca -Grosseto rischia  ampie aree senza fenomeni. Appennini esclusi per quel che dicevo.
Ma vale l'osservazione di Supermillax : la concentrazione della struttura favorisce i fenomeni in un'area piuttosto ristretta, variazioni piccole della traiettoria (imprevedibili) possono fare differenze molto grandi.
Due cose possiamo direi dare per molto molto probabili: l'interessamento diretto dell'arcipelago e  che avremo un bel crollo termico.
Ormai non dovrebbe mancar molto a vedere i primi temporali sul mar ligure.




Io mantengo speranze di una fase di pioggie sparse e di debole/moderata intensità anche sulle zone interne, ma il flop potrebbe essere dietro l'angolo ::)

5
Per me rischiano grosso anche all'Elba ::)

Assolutamente, ma forse più nel corso mattinata quando il minimo sarà messo più verso la Corsica.

Comunque, per riaasumere: il grosso in mare aperto, ma occhio all'arcipelago e a tutta la costa da Pisa verso sud.

Nell'interno a parer mio le precipitazioni, meno intense e più sparse arriveranno comunque grazie alle correnti occidentali in media troposfera, anche se saranno tutt'altro che uniformi.

6
Alcuni lam sono davvero allarmanti per il braccio di mare di fronte alla medio bassa costa toscana.

La caduta di pressione sul ligure richiamerà venti di caduta dall' appennino e la risalita di aria umida lungo le coste tirreniche che convergeranno sul ligure. Contemporaneamente si verificheranno le prime infiltrazioni di aria fredda in media troposfera. Il mare caldo farà il resto.

Alcuni lam vedono proprio la formazione don cicloncino davanti alla costa pisana e livornese.

Ecco le carte in questione:

[mmg]4059[/mmg]

[mmg]4061[/mmg]

[mmg]4064[/mmg]

[mmg]4063[/mmg]

Occhio quindi in questa fase alla costa pisana e livornese, anche se il gorsso sembra rimanere in mare.


7
Buona giornata a tutti. Direi che ormai non ci sono più dubbi su cosa ci aspetterà durante la terza decade del mese

Lasciatelo qualche dubbio che non fa mai male  ;D

9
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana Venerdi 12 luglio
« il: Luglio 12, 2019, 03:40:37 pm »
Urge una previsione dai maestri steve e araldbedo per domenica monte FalteronaSiamo in 21io gia' glielo fatta prendere male a tutti dicendo che si becca il rovescione!

Ma dopo l'ultima toppata vi fidate??  ;D ;D

Comunque, al momento e sottolineo al momento, in un quadro che sembra variare apparentemente poco in questi 3 giorni, il giorno peggiore dovrebbe essere domani e il migliore domenica (per come direbbero i tg,per me è il contrario  ;D) . Questo perchè domani, aria più fresca in quota che scorrerà con direttrice NO-SE interesserà maggiormente le regioni adriatiche lambendo anche la Toscana dove in bassa atmosfera sarà presente aria piuttosto umida , con uno shear verticale positivo e quindi formazione di rovesci e temporali sparsi sulle zone interne, specie centro meridionali nel corso delle ore più calde.

Domenica invece, a parte un lieve rialzo pressorio e di gpt le correnti dovrebbero disporsi anche nei bassi strati da NE risultando più secche e contribuendo a stabilizzare maggiormente la colonna sia per uno wind shear verticale che sarà certamente meno favorevole agli spunti temporaleschi, sia per un profilo verticale igrometrico anch'esso meno predisposto all'instabilità.

In sostanza, ad oggi, i rovesci sono tutt'altro che probabili, anche se ciò non vuol dire che sarà una giornata soleggiata e splendente.

Urge ovviamente riaggiornarsi a domani ;)

10
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting toscana giovedi 11 luglio
« il: Luglio 11, 2019, 12:15:07 pm »
Da me resiste una sacca d'aria calda nel ripostiglio. La tengo lì e tutte le volte che mi pare sia caldo in casa ci faccio un giretto ;D

Bravo arcibaldo perchè....è dell'uomo previdente non mancare mai di niente (cit. mister Fogg ne il giro del mondo in 80 giorni).

11
La nota saliente questa mattina, è che Reading persevera nel vedere una reiterazione anche per la prossima settimana:








12
Diciamolo sottovoce....la seconda decade è quasi in cassaforte :-*

13
Si amplifica il gradiente termico orizzontale in Oceano Atlantico.




 Le aree AM(che ricordo non trovate in letteratura perchè l'ho nominata io così nel 2013 in seguito all'osservazione del periodo 1990-2013)  ed RM, sono zone oceaniche indicative circa il percorso della corrente a getto.
Questa specifica disposizione, in un punto della stagione in cui si instaura una certa persistenza configurativa, è sfavorevole ad Heat wave stazionarie e WR bloccati.
La situazione fu ad esempio speculare nel 2003.





14
stiamo per entrare in un giro di schiaffi


15
Grazie albareto, adalberto, insomma come ti chiami
Stasera la scarico e speriamo in una notte elettrica


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Fino ad ieri si chiamava arcibaldo d'ora in avanti lo chiameremo olivierotoscani......

17
24 di minima col 90%. Attorno alle 5 temporale che mi è sfilato più a nord, bagnando i le zone nord della città. Da qua solo molti fulmini ( beccati col cell dalla finestra, senza alcuna pretesa fotografica)

[mmg]4056[/mmg]

18
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana Domenica 7 luglio 2019
« il: Luglio 07, 2019, 11:03:01 am »
Pioggia in Pratomagno. Nulla di straordinario, giusto per rovinare la passeggiata...



19
Ed il CFS cambia le carte in tavola per Luglio. Chi ha voglia rilegga quanto scritto a fine Maggio, tanto per capire che forse forse qualcosina di meteo ne capisco.
L'imprinting del predictor AM si rileva per l'ennesima volta una grande sicurezza per me (e per chi ha intenzione di usarlo), dandomi soddisfazione nell'averlo battezzato ormai ben 6 anni fa....

http://meteodue.it/index.php?topic=14586.msg744702&fbclid=IwAR33FdV2xm8Ln827ncRnv_vmgvhwfLFyTrPf1QvB-6dj9WrFwldpxrQMeHs#msg744702





20
sono le situazioni in cui penso:fancucci l'inverno e la neve :D
d'estate la sofferenza è puramente fisica d'inverno solo psicologica ;)

E verissimo, infatti invecchiando sto apprezzando di più le belle giornata da fine autunno a inizio primavera. Comunque diciamo che il clima è godibile per 10 mesi l'anno più o meno ;) . Io in questi periodi vado giù ogni giorno di più  :'(

21
Si intensifica l'anomalia evidenziata nel mese di Maggio  8)      In base a quanto analizzato,  l'ondata di caldo appena passata potrebbe rimanere l'unica forte e persistente di tutta la stagione 





22
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana sabato 29 luglio
« il: Giugno 29, 2019, 12:08:23 pm »
Dopo essere partiti male con temperatura superiore di un grado rispetto ad ieri, attualmente siamo ad oltre due sotto (31,7) ma, soprattutto, è partito il vento in modo vivace, tanto che, invece di pranzare in taverna, opto per il giardino dietro casa all'ombra (ovviamente) e allo sbocco di tramontano, vediamo.

23
Addirittura??!?  ;D...sei già allo stremo per una settimana..anzi 3 giorni davvero estremi con over 35/36° come se non li avessi mai provati? tra l'altro i primi due giorni con ventilazione secca e caldo ma più sopportabile. C'è da pazientare..mi sembrate alcuni che abbiano vissuto finora ben altre estati..ma io fin da quando ero ragazzino ho sempre sentito parlare di 35 gradi al nord e 40 al centro-sud..ora si enfatizza sempre tutto...
io lavoro fuori con 36° e umidità al 40% ...non ho più la cervicale, la sciatica ecc ecc.. ;D ..oggi invece ora siamo a  29° con 70% e dp a quasi 22° ..questo è caldo merdoso per me.

Cmq ho solo detto che dal 5 la emdia degli scenari si apre, quindi è presto per trarre conclusioni.  :)

Ma scherzi, con le minime che s'è fatto io ti giuro che dal 2004 30° la mattina in casa non li ho mai avuti ( tantomeno a Giugno) e me lo ricordo bene.....e ti garantisco che non ho cambiato di nulla nelle mie abitudini. Qui è una delle ondate di caldo peggiori dal 2004 ( parlo per gli effetti domestici)

24
Non pretendevo di sentenziare su una materia nella quale , peraltro, non ho possibilità alcuna di poterlo fare. Volevo solo scuotere.
Mi era parso che ai primi mezzi segni di qualche cambiamento in negativo lo scoramento totale si fosse impadronito di tutti come se la diga fosse crollata (e quindi una sentenza calata) e amen.

Era riferito a noi tutti.... Purtroppo il momento è delicato, se va a ramengo anche un'Estate in cui non ci sono delle grosse potenzialità di caldo estremo...... siamo del gatto  ;D  :-X
Tutti i centri di calcolo con gli ultimi aggiornamenti sono concordi nel vedere un prosieguo estivo normale, l'impianto teleconnettivo di per se non è malvagio, anche se a mio avviso questa ondata di caldo qualche scombussolamento lo sta portando nella circolazione generale.

Se dovesse persistere invece il caldo estremo bè..... per ora è meglio non pensarci   ;)

25


Facciamo una colletta e paghiamo soldi veri per questa

26
E speriamo anche che cosi come in dieci giorni si è intaccato uno schema SSTA che era favorevole, le cose possano poi rientrare nei ranghi, in fondo l'anomalia evidenziata va a collocarsi in uno schema consolidato da tempo. Parlo da totale ignorante della materia.
La meteorologia è il migliore dei regni di Murphy ma che debba sempre vincere lui va contro la sua stessa legge marianna gane.

Sostanzialmente lo schema permane sfavorevole a quello di un'Estate estrema, c'è una deframmentazione delle anomalie fredde oceaniche che lascia ben sperare in tal senso, inoltre anche altri parametri sono sfavorevoli a WR statici.

Bisogna mantenere la lucidità, è facile lasciarsi andare a frasi come "Estate 2003 bis" nel momento in cui stiamo vivendo una anomala fase calda, ma la persistenza e la mancanza di break rimane la vera aggravante nel corso stagionale.

Personalmente rimango con cauto ottimismo forte di quanto analizzato.

 ;)


27
Dai Norris dal 2 Luglio la media si abbassa notevolmente..perchè devi pensare alle impennate...già impenna fino al 28 ..
potrebbe limare ancora
a dire il vero non ci sto pensando più  ;D odio il caldo ma fisicamente lo reggo benone, e più il pensiero poi una volta dentro me ne frego  8)

28
È la vera svolta di oggi infatti sul long. Un bell'hp sulle Isole britanniche è il primo passo per scongiurare affondi sulla penisola iberica e rimontoni su di noi

 ;)

è quanto sottolineavo sull'importanza di avere un AM+, a riassumere una certa vivacità del getto e non la sua stazionarietà perpetua (Nei casi di AM- come ad esempio 2003-2009-2012-2015) si ha infatti un incancrenimento del pattern con apice a Luglio, Agosto ed anche Settembre.

E ora a Luglio si vole anche la pioggia e i temporali! 



29
http://www.meteonetwork.it/radiosondaggi/attuale.php?dett=16144

questi sono quelli più vicini (fra Bologna e Ferrara )per stamani davano  16.2


30
infatti ragazzi..mi sembra stavolta non vada come sperato per ora..tra l altro anche nella prima parte di luglio ce la falla a ovest e smontare la bolla calda sara' arduo..aspettiamo il maestro che ci illumini speriamo con buone nuove ma qui non si vede una vera rinfrescata e temporali diffusi

Da quanto avevo analizzato, dovrebbe avvenire un bel cambio di rotta.... Vediamo


32
A livello grafico vediamo che la futura ondata di caldo si attiva grazie all'affondo di un nucleo di vorticità in prossimità dell'Europa occidentale, ma notiamo che sull'area AM c'è in realtà un'altra pulsazione dinamica, frutto della vorticità in area RM.
Nell'analisi dell'outlook avevo evidenziato come l'area RM fosse "in vantaggio" sull'area AM come imprinting circolatorio, e questo avrebbe permesso appunto una distensione del getto, evitando affondi depressionari statici e stazionarietà d'onda:



In pratica c'è una frammentazione della vorticità, ma in tempi abbastanza rapidi dovrebbe tornare a comandare la vorticità in area RM(proprio perchè il rapporto del gradiente termico orizzontale gli è favorevole da Maggio e l'avanzamento stagionale non è in grado di ribaltarlo), innescando la ripresa dell'Anticiclone delle Azzorre.

In un'Estate estrema non c'è frammentazione, la vorticità si colloca in massa totale come ramo del VP sull'area AM.


33
Senza polemica, non ho capito l'ultimo passaggio. Nel senso che la prossima fase ,se continua, configurerebbe un'estate estrema?

Più che in riferimento alla futura ondata di caldo, direi nel caso di una reiterazione di cut-off ed onde calde Africane sul Mediterraneo.
In questi ultimi 20 anni l'Estate estrema non si è mai concretizzata per dei cut-off statici, ma per affondi del FP in area AM,  eventualità che mi ha convinto a farci un "indice".

Il problema delle Estati attuali, come sottolineava anche Stevesylvster, è la rimodulazione della cella di Ferrel, ormai ridotta all'osso.
Tutto si combatte in un anarchica disposizione dei nuclei di vorticità, durante l'avanzamento stagionale sempre meno soggetti ad una riorganizzazione, a causa di una tensione zonale purtroppo allentata (gradiente meridionale della temperatura indebolito), ed una ripercorrenza del getto su schemi prefissati.

Quindi l'obiettivo diventa evitare "l'estate estrema" e lo si può fare evitando di rimanere sul ramo ascendente del getto (2003 docet).

A parer mio il mese di Luglio dovrebbe evidenziare una certa vivacità delle figure bariche ed una buona presenza dell'Anticiclone delle Azzorre, evitando le pericolose onde stazionarie e quindi la genesi di un'estate estrema....



34
Dall'Outlook:

Citazione
L'Heat wave primaria dovrebbe collocarsi sui settori più occidentali dell'Europa

 ;)


35
Verdone vergognoso da quanto è di fori..spero si ravvedano in America  ;)

Se fosse così, il gfs ufficiale, è diventato un bel porcaio sul medio e lungo  :-\

[mmg]4000[/mmg]

36
Lo scioglimento della superficie della più grande massa di ghiaccio dell'emisfero settentrionale è iniziato durante la seconda settimana di aprile, con diversi significativi episodi di fusione tra la fine del mese di aprile e l'inizio di maggio.  Condizioni climatiche particolarmente calde unite a una circolazione orientale hanno caratterizzato la groenlandia negli ultimi due mesi. Sebbene la fusione sia stata piuttosto significativa e nello stesso tempo superiore alla media del periodo di riferimento 1981-2010,  quest ultima  è mediamente  paragonabile a quella  riscontrata nel periodo compreso dal 2010 al 2018.
Il numero di giorni di fusione superficiale è stato ben al di sopra della media del periodo 1981-2010 per quanto riguarda l'inizio della stagione di fusione della Groenlandia nel 2019, in particolare lungo la costa sudorientale. La fusione superficiale è stata rilevata fino a 26 dei 61 giorni tra il 1° aprile e il 31 maggio. Una stretta fascia di fusione è stata presente anche lungo la costa occidentale, dalla punta meridionale della Groenlandia alla regione intorno a Thule nel nord-ovest, superando i 20 giorni in alcune località. Si tratta di un inizio precoce,anche se non di una portata o intensità senza precedenti .
In data 6 maggio, l'estensione della fusione è stata la più alta osservata per quel giorno  almeno da quando sono iniziate le osservazioni satellitari. Tuttavia, va precisato, che anche  in passato sono stati osservati eventi di fusione maggiori - sia prima che dopo il 6 maggio -. L'evento del 6 maggio ha interessato il versante sud-orientale della calotta glaciale.
Periodi di scioglimento piuttosto estesi sono stati osservati tra la metà e la fine di aprile e di nuovo all'inizio di maggio, quando condizioni di nuvolosità diffusa accompagnate da masse di aria calda e umida hanno interessato la costa sud-orientale. La situazione è attribuibile ad una zona di bassa pressione presente nel Mare di Irminger, tra Islanda e Groenlandia, che ha favorito la diffusione di masse di aria provenienti da est e da sud sullo strato di ghiaccio in forte pendenza, con conseguenti nevicate e talvolta piogge.
Condizioni climatiche insolitamente calde hanno interessato quasi tutta la superficie della groenlandia nel periodo aprile-maggio, in particolare nella parte settentrionale del territorio , dove le temperature sono risultate di  oltre 4 gradi Celsius al di sopra della media. Se da un lato,nella maggior parte dell'isola,le condizioni erano ancora ben al di sotto del punto di congelamento,  lungo la costa occidentale e  sudorientale, le temperature hanno raggiunto frequentemente il punto di fusione.  Pressioni a livello del mare superiori alla media hanno interessato la costa nord-orientale, con una zona di bassa pressione centrata (in media per i due mesi) al largo della parte sud-orientale dell'isola e a sud-ovest dell'Islanda. Questo ha permesso di creare un modello di circolazione in cui i venti hanno soffiato da est favorendo un significativo trasporto di vapore acqueo e importanti accumuli di neve nelle aree interessate da tale circolazione.
Dopo un inverno particolarmente asciutto,le precipitazioni nevose sono tornate ad interessare i settori meridionali favorendo  un  recupero del bilancio di massa superficiale.  Questo recupero è da ricercare nel forte afflusso di masse d aria particolarmente ricche di umidità che dall oceano hanno interessato i settori sud orientali della groenlandia. Tuttavia, il recupero è stato limitato a tali settori,  mentre   il resto della Groenlandia e in modo particolare i settori settentrionali ed occidentali   hanno visto precipitazioni molto scarse.


37
l'EA della prima parte di Giugno è positivo:





Tuttavia non è uno schema da Estate estrema perchè l'Heat wave è frammentata in 2 tronconi e l'aria fresca arriva sin sull'Europa occidentale.
 Mi attendo prima una ripresa dell'anticiclone delle Azzorre e poi la tendenza ad uno sbilanciamento alto pressorio in direzione del centro-nord Europa e Inghilterra (EA-), con Mediterraneo più scoperto.


38
Come sapete sono ormai 5 anni che punto l'Inverno 2019/'20 come quello dell'inizio di una serie votata ad un cambio della circolazione Euro-Atlantica, con l'abbassamento delle storm tracks e la graduale avanzata del gelo Russo-Siberiano in direzione del Centro-Europa e Mediterraneo, con gelo e nevicate estese.

Questo post nasce con l'intento di valutare bene questa possibilità, soprattutto per quanto riguarda il monitoraggio degli indici chiave.

Stay Tuned


39
A chi lo dici  ;D

Poi se vuol rimanere la +15/16 fino a fine mese e fare luglio perturbato io firmo eh  :o ;D

Se non ho preso cantonate, mi attendo sorprese  ;)

40
Ecco la prima decade secondo il lamma:le buone minime sulle pianure hanno controbilanciato l'anomalia positiva sulle massime. Di fatto una prima decade in media su molte zone toscane di città.

[mmg]3980[/mmg]

41
Anche la 2^ decade sembra essere calda e stabile, pur se senza eccessi accentuati.
Per passare a pieni voti questo mese, almeno da parte mia,  qui ci vorrebbe una 3^ decade contraddistinta da un primo break temporalesco ed apprezzabile calo termico.... Stiamo a vedere

42
Essenzialmente per due fattori: gran parte della Padana occidentale e parzialmente anche centrale e orientale e' sotto l'influenza diretta della avvezione di vorticita' positiva del getto che si presenta divergente in quell'area. L'aria fredda in quota riesce ad infiltrarsi piu' facilmente . Il secondo elemento e' l'irraggiamento solare massiccio che genera una bassa termica diurna in tutta la pianura e indici di instabilita' molto alti.
Ce n'e' un terzo, localizzato e cioe' l'effetto stau alpino che contribuisce.
Ecco che quando il temporale parte, il suo outflow freddo ne genera rapidamente altri che procedono verso nord portati dalle correnti alle quote medie.
Dal terzo sudorientale della pianura in giu' noi compresi, il resto della penisola e' sotto la campana subsidente di aria secca sahariana e i temporali qui non si formano, eh no che non si formano, si formano invece quelle velature stratificate molto alte che scatassano le bolas soprattutto di notte, effetto - diciamo -collaterale della sinottica .

Aggiungo al sempre impeccabile Steve, che il catino padano, specie nella sua parte centro occidentale, mantiene livelli di u.r. altissima proprio a causa degli ostacoli orografici presenti su 3 lati. Così l'aria fredda e spesso secca in quota scorre in media troposfera al di sopra di un cuscino caldo umido, elevando all'ennesima potenza l'instabilità  della colonna.

Altro fattore da tenere presente, sempre legato all'orografia, è la discesa di aria fredda dai valichi alpini, sia per naturale "trabocco" durante i passaggi frontali, sia in caso di temporali diurni che si innescano per primi sui rilievi ( in questo caso l'outflow di cui parlava Steve si comporta come un vero e proprio fronte in discesa dai rilievi verso la PP dove scalza l'aria caldo umida a contatto col suolo. In Estate , poi, c'è da tener presente che si formano temporali notturni in PP, anche in assenza di una sinottica che farebbe pensare al loro innesco, grazie alle brezze di valle, che come nell'esempio precedente si comportano come veri e propri minifronti freddi in discesa dalle vallate alpine.

43
Potresti, se hai voglia e tempo, spiegarmi come mai in PP ci sono così tanti temporali, e nella nostra benamata regione no?
Ti ringrazio in anticipo


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Buona sera, semplice, perchè le perturbazioni o saccature non entrano franche nel mediterraneo, al contrario essendo molto occidentali con il costante ramo ascendente da SW le zone dove beneficeranno dei temporali come sempre sono le zone a nord del PO, oggi c'è stata una supercella nel modenese partito dalla pedemontana, e io come sempre manco un temporale riesco mai a vedere. Comunque parlando di temporali noi siamo sfigatissimi nel senso che maggio avrebbe avuto gran belle perturbazioni ma col freddo non c'era benzina per temporali con piogge autunnali, ora che c'è calore a vendere non abbiamo le perturbazioni serie, ma che cazz :-X :-X :-X

44
GFS12 conferma le due ondate di caldo, forti ma molto brevi.
La prima sta per terminare, la seconda sarà attiva tra Giovedì e Venerdi ma avrà termine tra Domenica e Lunedì.
Poi dovrebbe essere Azzorre.

 ;)

45
La tua proiezione, al momento, è corretta. Purtoppo la differenza, in questi casi, la fanno anche 150 km in linea d'aria est-ovest, ovviamente impossibili da prevedere. Così, gli effetti al suolo possono risultare peggiori rispetto a un quadro generale che di fatto non poi così bloccato.Al momento, la nostra regione si trova troppo ad est rispetto all'aria oceanica che non riesce a sfondare bene verso levante e ha la tendenza ad incagliarsi troppo ad ovest. Vedano se si sblocca qualcosa la prossima settimana.

Andrà visto cmq nel corso del trimestre il risultato.
Negli ultimi 20 anni questa disposizione teleconnettiva non è stata efficace nel produrre stazionarietà d'onda e blocco configurativo nei 3 mesi estivi.
Per quanto le ondate di caldo possano essere feroci, la cosa veramente importante è che ci sia evoluzione delle Rossby.
Bisogna anche rassegnarsi all'idea che ormai sul Mediterraneo l'Estate è diventata molto più calda e quindi le medie contano il giusto. Quel che conta ormai è limitare i danni


46
Questo era il quadro che mi si delineava per l'Estate 2019.
Non avevo messo la carta perchè la correlazione è deboluccia, va cmq presa come una tendenza ad un trimestre piuttosto equilibrato e, come già detto, con ondate di caldo non persistenti e possibili break nell'arco dei 3 mesi:





47
Per adesso è un Giugno da firmare.
Qui si dorme ancora a finestra chiusa, la sera raffresca bene.
Il dipolo da NAO- si conferma sfasato verso Ovest e le ondate di caldo non dovrebbero avere carattere di persistenza con break probabili durante il trimestre. Vediamo se quest'estate si sbanca bene  ;)
Barra a dritta!  :D

48
[mmg]3954[/mmg]
dove si firma ??

Hanno accucciato gli spaghi  ;D

Avanti così  8)

49
Da parte mia sono super tranquillo.
Un periodo di bel tempo ci voleva ed è giusto che arrivi, ma una persistente stabilità non è nei piani:


50
Scherzi a parte, siamo di fronte certamente alla partenza della stagione estiva, inizialmente gradevole ( fine settimana )

Poi siamo davanti al primo grande bivio stagionale: la depressione che farà perno sulle isole britanniche viene vista sprofondare in senso meridiano da gfs con bolla calda sul Mediterraneo centrale, mentre per Reading la dinamica di affondo sarebbe meno esasperata e legata essenzialmente all'isolamento di un cut off sul Mediterraneo occidentale. Iniizialmente le conseguenze sulla penisola potrebbero essere del tutto simili al modello americano, ma la sensazione è quella di una dinamica meno bloccata.

Staremo a vedere....per quanto mi riguarda ha inizio la guerra  ;D

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 47