BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - barione

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 10
1
quando il NAM ritratta ma te sei tranquillo perchè per te ha sfondato il 13 Novembre.. :o :o :o ;D ;D:



Possiamo chiedere lo stop delle emissioni GFS e, comunque, se poi non dichiarano lo sfondamento, richiediamo il conteggio manuale delle rilevazioni pervenute dopo il 13 novembre. :D

2
Insomma per il nostro orticello si passa dal caldo secco, al caldo piovoso, al freddo secco e al freddo nevoso.... Ottimo!!
Poi sparliamo dei virologi.....
Naturalmente la mia battuta vuole essere in monito a tutti quelli che hanno la verità in tasca!!

Inviato dal mio Redmi S2 utilizzando Tapatalk


3
Stamani ho sentito l’aria frizzante sul viso,era sotto zero  :o...un sarà mica l’inizio dell’inverno? Un saluto a tutti voi,mi siete mancati!!!!!  :'( e ora già dal 12z di oggi scateniamo l’inferno,che sento odore di fine mese/inizio dicembre decisamente scoppiettante!!! Ah dimenticavo w la mirfeeeeeeee  :P

4
Abstract.

Ma perché ogni anno arriviamo, prima o dopo, all’esigenza di scrivere dei post “motivazionali”, quando si prospetta l’ipotesi di un ESE cold? Lo dico a me stesso. Magari si batte un altro record, dovremmo essere euforici!!! ;)

Introduction.

La mia parte “emo” apre tutte i santi giorni le pagine di questo forum nella speranza di leggere la fatidica frase “mi sbilancio pesantemente…”, perché per me la neve nel mio orticello è una promessa fatta tanti anni fa alle mie figlie, e perché so che in ogni fiocco che vedrò cadere ci sarà dentro un ricordo o una scommessa per il futuro. E’ così che vivo la neve.
Ma non posso perdere interesse per una stagione apparentemente più consueta, e che in realtà si porta dietro, come ogni anno, infinite incognite da comprendere prima ancora di riuscire a prevederne le conseguenze.

Data, indices and diagnostic tools.

Quest’anno per esempio c’è una sfida lanciata da un deficit di ghiaccio artico da record ancora da smaltire, una nina strong in divenire, un ruolo del solar flux tutto da rimettere in discussione, una rianalisi di Cloover che pone l’attenzione sull’osservazione della BDC, il COBA di Nonno Rodano da seguire e verificare, le schermate di SCRAMBLE dell’Ammiraglio (scusa, ti prendo in giro, ma c’è un infinito di più, ovviamente, da parte tua :) ), e tanto altro di tanti altri che non cito solo per esigenza di sintesi.

Conclusions.

A me basterebbe avere un livello di preparazione sufficiente per comprendere pienamente le dinamiche degli anni passati, figuriamoci se posso perdere interesse per l’analisi di quello in corso, fatta con la competenza di questo gruppo.

References

Vi confesso che, quest’anno, ogni volta che vi vedo scrivere un nuovo post tiro un piccolo sospiro di sollievo, ma anche questo è un problema dell’alter ego sdolcinato che ha scritto questa sviolinata. ;)

5
Analizzando tutti i run modellistici disponibili sono dell'avviso che il punto nodale per gli sviluppi della stagione invernale entrante si colloca tra le 150-180 ore.
Se la corrente zonale, figlia di un VPT in rinforzo e accorpamento (come alcuni forecast vorrebbero lasciare intendere), non dovesse accelerare, l'alta pressione potrebbe riuscire nell'impresa (non semplice) di elevarsi verso le alte latitudini in direzione del Polo geografico dove viene confermato un aumento dei GPT (con addirittura abbozzi di HP polare). Se la dinamica troposferica dovesse riuscire si avrebbe un riassetto di tutte le pedine bariche, una specie di reset barico, che potrebbe spalancare le porte al Generale.
[mmg]5539[/mmg]
[mmg]5540[/mmg]
Intanto sul comparto russo le termiche, complice una termicizzazione graduale dell'alta pressione ivi presente da molti giorni, si fanno di giorno in giorno più severe...
Molti segnali positivi non mancano in tal senso, tuttavia molti incastri devono riuscire in un arco spazio-temporale ristretto per poter sperare di portare il bottino a casa.
Qualora il jet stream dovesse davvero averla vinta resta in piedi l'ipotesi di una temporanea configurazione Scand+ con rientro di aria fredda (anche molto fredda per il periodo) dai quadranti orientali prima di una completa chiusura del VPT con tutte le conseguenze del caso...
Il nostro Inverno si gioca una fetta importante entro fine mese.

6
Grazie mille per le vostre gentili risposte, esaustive anche per un cialtrone come me  ;D Comunque volevo dirvi che Frate Indovino ha messo un gennaio e febbraio da urlo  ;D ;D ;D ormai mi aggrappo anche a quello

7
Tutte osservazioni pertinenti.
Se il condizionamento da ESE Cold (con dinamica e tempistiche, tuttavia, ancora tutte da definire) ai piani isoentropici inferiori dovesse diventare realtà, le speranze di vivere una stagione invernale "Old Style" saranno, effettivamente, remote con tutte le conseguenze/opzioni da te prospettate.
Intanto nel medio termine GFS 06z rilancia con forza la sua tesi e la possibilità di vivere almeno qualche scampolo invernale entro fine mese...
[mmg]5513[/mmg]
[mmg]5514[/mmg]
[mmg]5515[/mmg]
Anche il modello della NASA parrebbe allineato a 180 ore
[mmg]5516[/mmg]
Con effetti sul lungo termine (siamo nella fantameteo, è chiaro...) che potrebbero portare a questo
[mmg]5517[/mmg]
Margini per inseguire una stagione invernale un pò diversa dalle precedenti non mancano... (condizionamento da ESE Cold, permettendo...)  ;)
Qualora poi quest'ultimo l'avesse vinta c'è da sperare almeno in un provvidenziale abbassamento del jet stream, così da garantire preziose nevicate quantomeno al comparto alpino...  :D
In questi ultimi anni anche la noia meteo ha subito in qualche modo una accelerazione come se avesse superato perfino le aspettative dei piu pessimisti che in realtà definirli tali è stato ( col senno di poi possiamo dirlo  :D ) un errore percettivo.
Quindi se la meteo ieri era imprevedibile , oggi forse lo è di più. Qui in questo ambiente inteso come ambiente di discussione, vari interventi di forumisti molto preparati , lo hanno fatto notare a noi come loro appassionati alla materia. Cloover diverse volte ha cercato di spiegarci come le correlazioni fra indici, non hanno avuto risposte troposferiche alla stessa maniera di come la letteratura ci ha sempre insegnato. Sia Cloover che altri bravi qua dentro si sono accorti che è cambiato qualcosa di importante che sembra non trovare riscontro nel passato recente. Ese cold da record inaspettati, ESE warm di risposta con valori e tempistiche mai misurate prima , cicli che snobbano il passaggio in negativo ecc.
Tutto questo potrebbe aprire possibili scenari di sorprese anche quando sembrerebbe tutto finito in partenza. Non voglio illudermi di avere un buon riscatto dell'inverno, ma se qualcosa sta cambiando, non penso che debba per forza girare sempre a sfavore.
La porta aperta ai dubbi , lascia oggi maggiore incertezza e riduce paradossalmente la validità di una previsione, senza ridurre però la curiosità che muove il motore umano per ricercare una risposta o tentare di avvicinarsi a quella piu plausibile.

8
Limitando l'analisi alle 180 ore (oltre non ha senso spingersi) anche questa mattina le mappe emisferiche ci consegnano un VPT in pezzi (o quasi).
Come ieri sono due gli elementi di spicco che varrebbero la pena di essere approfonditi:
1) il possente blocco anticiclonico semi-stazionario sul comparto russo con valori al suo interno superiori a 1045 hPa. Una figura di stabilità al momento di tipo dinamico, con pescaggio sub-tropicale dal Medio-oriente, ma che, con il passare dei giorni, dovrebbe termicizzarsi. Le basi per la strutturazione del famoso "orso russo"...
2) Aumento importante dei GPT in sede polare con abbozzi di HP polare, con tutte le ripercussioni che una figura di questo tipo potrebbe avere nel modellare la circolazione generale.
Configurazione barica che, con un buon allineamento modellistico, è confermato sia dal centro di calcolo americano (corsa ufficiale e di controllo)
[mmg]5509[/mmg]
[mmg]5510[/mmg]
Sia da quello europeo
[mmg]5511[/mmg]
Sia, seppure evidentemente in maniera più edulcorata, nelle ENS dello stesso modello
[mmg]5512[/mmg]

Infine un parere del tutto personale: seppure le attuali dinamiche stratosferiche non promettano un avvio e sviluppo emozionante della stagione invernale, non solo di indice NAM vive il nostro inverno (peraltro ancora da nascere) ma di una qualsiasi fonte di aria fredda che, opportunamente messa in moto da specifiche configurazioni sinottiche, potrebbe regalare emozioni anche all'Italia...  ;)

9
faccio capolino dal letargo estivo esponendo una tesi tutta mia e priva di qualunque nesso scientifico,(al limite statistico)magari serve a qualcuno x restare ottimisti....
gli ultimi anni s'è visto diversi mesi di novembre con carte anche promettenti. anticicloni messi benino..con effetti marginali spesso x noi (a parte le piogge oceaniche),ma c'era counque quel dinamismo sulla carta tipico autunnale che faceva sempre ben sperare con verso fine novembre anche qualche occasione "buona"  SEMPRE troppo precoce però....finchè non arrivavano i mesi proficui puntualmente diventati "non inverni" consecutivi..dominati dal nulla + assoluto x tutti e 3 i mesi e oltre...un po' come ora o almeno così dà l'impressione dalla piega che ha preso...
se tanto mi da tanto meglio ora che tra 1 mese o 2,dato l'andazzo degli ultimi anni che c'ha abituato a avere fasi simili proprio durante la stagione fredda...magari con un anticipo simile, non so,stavolta la sblocchiamo in pieno inverno!! la butto là eh!!
personalmente mi sta bene,ringrazio di non avermi fatto cuocere quest'anno a grandi linee d'estate(almeno nel mio orticello) e mi prendo il piattume anticipato..ma speranzoso...

10
Ognuno valuta le proprie zone... però dai plot generali, mi pare che il secondo mese autunnale non sia da lamenti in tutta l'Europa occidentale.
Quantomeno dal punto di vista termico

e neanche dal punto di vista pluvio


11
Ognuno valuta le proprie zone... però dai plot generali, mi pare che il secondo mese autunnale non sia da lamenti in tutta l'Europa occidentale.
Quantomeno dal punto di vista termico

12
Certo che ci vuol coraggio uscire con autunno più caldo dopo l'ottobre appena concluso. Per la prima decade di Novembre tra nebbie e nubi base non penso a tanto sopramedia, nessuna novembrata nessun gw, nessun caldo .. ormai è solo narrazione mediatica come per altro succede per molti altri ambiti.

13
Prima decade molto calda al suolo, specie sulla pianura Padana , previste massime di 15-18° contro una media old style di +12 e GW +13.5 , quindi supernovembrata anche rispetto al gw stesso

Sconfortanti le proieizioni di reading e noaa su dicembre, hp subtropicale dominante non solo sull'italia ma tutta europa

D altronde le premesse per l'inverno piu caldo di sempre, o fra i top ten, ci sono tutte, autunno molto sopramedia come temperature

ora, dove l'hai visto tutto questo caldo, me lo devi spiegare.
per lo meno da noi, "l'autunno" quest'anno, è autunno.


14
Quasi un milione di kmq in meno rispetto allo scorso anno ad oggi..  :-\ :(
Notevole!
Siamo preoccupati per il riscaldamento e la narrazione che va per la maggiore vuole accostare questo ai veri problemi che sono anch'essi ambientali ma che riguardano poco l'aumento termico.
Se dovessimo un giorno rivedere l'Artico rientrare nella media della estensione del pack e leggere la notizia di un aumento del ghiaccio di quel quasi 1 mln di Km 2 , praticamente l'opposto eguale della differenza 2019/2020, dovremmo  preoccuparci di piu.
Il freddo oltre la media è sicuramente piu preoccupante ma se parliamo di 2° C, oltre o sotto la media del periodo moderno,  forse sarebbe ancora gestibile . Andare oltre quei due gradi , le problematiche saranno maggiori e avvertibili molto prima nella scala verso il freddo. Il caldo dovrebbe essere meno nemico della vita ma qualcuno lo vuole dipingere come un incubo addirittura per l vita del pianeta
dimenticando che quando il pianeta era ben piu caldo di oggi, fiorivano le attività umane e l'ambiente in generale era piu ospitale per la maggior parte delle specie vegetali dalle quali dipendono tutte le classi della biologia animale.
Tornando sulla Terra però, vedere l'Artico perdere quasi 1 mln di km 2 di ghiaccio, rimanda agli incubi degli ESE di tipo cold, VP a palla e questo non fa bene a noi che vorremmo vivere ogni tanto con qualche grado sotto la media sopratutto in inverno che non ci farebbe certo piombare in una PEG. Comunque visto che sembra siamo entrati in un periodo dove le correlazioni fra gli indici non ritrovano riscontri , vedremo dove ci porteranno questi continui record e stranezze troposferiche e anche stratosferiche  ::)

15
Vedo che tutti ormai ...date per morto l inverno prima di iniziare...e continuate a ragionare per schemi fissi . e giustamente vista la situazione..andrà sicuramente cosi...visto l enorme esperienza che avete...pero poeticamente mi auguro che la natura ci possa stupire ancora una volta...e magari anche solo per  un singolo evento che sfugga alla logica ....anche per dire ci hai fregato ancora Madre Natura

16
attenzione  quest'anno all'ottimismo del nonno  ;)

ottimismo poco con il quadro che abbiamo, direi piuttosto che sono più disposto a considerare possibili colpi di scena che in passato..tuttavia ricordiamoci sempre che i colpi di scena rimangono merce estremamente rara.. ;)

17
attenzione  quest'anno all'ottimismo del nonno  ;)

18
Esattamente: ad oggi il freeze up non è partito, con un ritardo che supera il mese, in una fase cruciale per le sorti del VP... ::)


La forzante è già in essere, con maggiore ingerenza delle “calde” acque Nord Atlantiche in Artico, feedback su SC Euro Siberiano, riassetto termodinamico di tutta quell’area sterminata, etc etc...e ne riparleremo ancora in primavera ;)

L’esteso blocco altopressorio che parte dagli Urali inquadrato dai GM è il risultato nell’immediato e potrebbe caratterizzare anche la prima parte invernale: concordo con il Nonno, l’Ural Blocking sarà una figura barica ricorrente dei prossimi inverni.


Admiral Ackbar

esatto, e non è detto che questo assetto favorisca sempre un VP strong ed una NAO++..probabilmente ci sono dei punti di non ritorno che se raggiunti possono determinare effetti opposti..Ad esempio sarà interessante vedere cosa succederà nei prossimi giorni quando il VPS accelererà, la NAO salirà temporaneamente, ma il tutto avverrà con quelle condizioni di mostruoso sopramedia sull'artico siberiano e con uno Snowcover asiatico che al momento risulta comunque sopra media..

negli ultimi runs il VP appare sempre più in grado di piallare sul continente euroasiatico rispetto a qualche giorno fa, tuttavia per quanto detto sopra mantengo qualche dubbio circa una forte ripartenza del VP stesso, potrebbe trattarsi di un fuoco di paglia, e per la prima volta negli ultimi anni non sono nemmeno troppo sicuro che ci aspetti il solito inverno..le indicazioni settembrine in ottica NAO per dicembre-gennaio ad esempio sono tanto interessanti quanto sorprendenti.. ::)

19
Difficile inserire anche discorsi su circolazioni termoaline in questo contesto, anche se è indubbio che hanno un peso non indifferente.

Se per assurdo si sciogliesse definitivamente l’artico, associato ad un GW sempre più spinto, quali potranno essere gli effetti su una circolazione termoalina come la Corrente del Golfo? Verrebbe da pensare ad una progressiva inibizione dovuta alle modifiche termiche e saline alle basi della corrente stessa...conseguente raffreddamento del continente europeo, in pieno stile Hollywood...ma ne siamo certi? No e la comunità scientifica è ben lontana da allinearsi verso un’idea preponderante e a larga condivisione ::)


Admiral Ackbar
Fermo restando che la certezza non è di questo mondo, penso che riguardi anche , quella che tu definisci "comunità scientifica" . La scienza è una sola ,mentre gli studi scientifici possono essere diversi e avere tutti in comune l'approccio scientifico. Inoltre va ricordato che spesso e volentieri il tempo che trascorre è rivelatore e quello che riteneva la maggioranza degli scienziati in passato, ha dovuto piegarsi aquello pensato da pochi se non da nessuno. La verità è spesso ai margini in posizioni scomode e quindi la presadi posizione delle moderne "comunità scientifiche" sono viziate da dover in qualche modo accontentare tutto quello che con la scienza ha poco a che fare. La mia non vuole essere una polemica ma solo una apertura a riflettere sempre sull'importante contesto umano e globale, dove è inserita la scienza e in che modo essa è influenzata e non è asettica alle scelte politiche prese a monte . Il nostro mondo non è un mondo molto scientifico, altrimenti non si spiegherebbe come all'aumento dello scibile umano e scientifico, sembra siamo sempre meno bravi a trovare una soluzione per risolvere problemi . Questo chiarisce quanto il ruolo della scienza venga dopo tutto il resto.
Tornando al topic, è interessante quello che hai detto sulla corrente del golfo e concordo anche sul fatto che non si può sapere oggi quanto e come verrà influenzato il clima fra anche "soli" 100 anni, solo sulla base di una proiezione che vede l'artico tendere a sciogliersi verso un ipotetico "punto di non ritorno. E' tutto da vedere. Solo che , mentre molti scienziati, mantengono la giusta umiltà e la giusta prudenza, la "comunità scientifica" si sente in dovere ( il motivo non è espletato ma è comprensibile), di prendere una posizione , perchè le forzanti non esistono solo nel campo della fisica .
Quindi mi complimento con tutti coloro che lasciano sempre una porta aperta al dubbio, e qui siete in parecchi  ;)

20
Prima fase. Domani verso le 12UTC, la depressione a occhiale in quota ruota l'asse grazie ad una accelerazione del getto dall'atlantico (prima immagine). Si trascina aria fresca in mediterraneo da Biscaglia (seconda) che viene a trovarsi sul mare piu' caldo , con attrito minore e nel punto di maggior avvezione di vorticità rispetto all'asse ciclonico.
Zac! Si forma subito un sistema frontale tra Sardegna e Baleari (terza) con partenza di avvezione calda da libeccio. Il segno che il mare è ancora caldo è evidente.







Seconda fase. 12 ore dopo il cutoff con tropopausa ben a 800 hPa si sta portando sul mediterraneo (prima immagine), avvetta notevole vorticità tra Toscana,  tirreno e sardegna grazie al getto , lo shear è positivo (prima e seconda immagine).
Il sistema frontale è ormai in piena attività collegato al suolo ad una depressione baroclina in risalita da SW, una intensa avvezione calda e instabile interessa gran parte dell'Italia centrale (terza e quarta)










In regione si cominceranno gia a sentire gli effetti domattina sull'angolo di NW per lo stau da libeccio alle quote medie. Il resto della regione sara' interessato gradualmente , dapprima con piogge sparse da avvezione calda instabile che cresceranno rapidamente di intensità e dalla sera con precipitazioni perlopù convettive e temporali che interesseranno tra sera notte e mattina di giovedi tutto il territorio. I fenomeni più insistenti e i temporali piu' intensi sembrano destinati alle coste a sud di Livorno e in generale alla parte meridionale della regione, specie nella prima parte della nottata. Il sistema frontale ci abbandona poi nella mattina di giovedi.
Instabilità residua sembra poterci interessare anche per gran parte del 15.
Si prospetta una bella risciacquata.


21
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Domenica 11 Ottobre 2020
« il: Ottobre 11, 2020, 10:09:27 pm »
Beh! Intanto si registrano le prime precipitazioni nevose in Appennino a oltre 1500 mt. e questo e' il momento in cui poi possiamo  pensare ad una stagione di...soddisfazione!!! Fa rima ma, non sempre va ...dove vanno i buoi...alla stalla...insomma il porto potrebbe essere molto diverso da quello a cui tu pensi, molto meglio concentrarsi sulle previsioni a breve termine, sono piu' utili per la comunita' e per prevedere e scongiurare , nel limite del possibile, eventi catastrofici con la possibilita' di evitare danni e salvaguardare soprattutto vite umane.

Va beh...1.6°C ai 1400 mt di Zum Zeri e 2.1°C a Pratospilla a 1350 mt nel versante Parmense, forse qui in basso ci avvicineremo alla prima brinata stagionale, non credo pero' perche' non ci sara' poi un tempo stabile, vedremo.

Pioggia ancora oggi pomeriggio, verso sera, raggiunti i 117.6 mm, vento da NW a 6 km/h di media, temperatura a 10.8°C.

Buona notte. :)

22
Concordo. Anche perché per rimettisi in pari col caldo degli ultimi anni ci vorrebbe freddo e maltempo continui fino almeno a marzo 2022  ;D.
Straconfermo

23
le belle carte votate al freddo e al maltempo si prendono sempre e comunque :P ;D
Concordo. Anche perché per rimettisi in pari col caldo degli ultimi anni ci vorrebbe freddo e maltempo continui fino almeno a marzo 2022  ;D.

24
le belle carte votate al freddo e al maltempo si prendono sempre e comunque :P ;D

25
Si ... C'è una modifica sostanziale del wave train rispetto alla disposizione avutasi l' autunno passato e mettiamoci anche l' inverno passato , noto una maggiore predisposizione dell' anticiclone delle Azzorre a spingersi verso le alte latitudini puntando la Groenlandia e comunque mantenersi sempre in pieno oceano atlantico , un po' come è successo nella scorsa stagione estiva , certo , con modalità diverse  ma che ha consentito al nostro paese di vivere un clima meno caldo questo favorito  dal essere molto spesso nella parte  discendente delle rimonte africane relegate sempre a ovest con obiettivo Francia Spagna e isole britanniche . Quindi se nn avverranno improvvise modifiche al wave train , la previsione di un autunno vestito da inverno diverrà realtà facendoci vivere situazioni fredde precoci ed inusuali per il periodo . Questo lo schema in attesa di cosa dirà o vorrà dire la stratosfera ...

26
Ma se questi principi termodinamici, sono imprescindibili ed inossidabili perche' nel corso dei decenni le proiezioni stagionali hanno sempre fatto cilecca? Non sto assolutamente parlando delle proiezioni fatte qui dentro ma di quelle dei vari centri di calcolo. Tutti gli anni dovrebbe essere una sorta di passeggiata. Solo un anno fa' leggevo che se la fisica ha un senso l'inverno non avrebbe potuto tradire, sappiamo come e' andata ma in qualche mese si e' capito gia' tutto. Da una parte la cosa rattristerebbe perche' andremmo verso inverni inesistenti, almeno i prossimi a media distanza ma dall'altra sarebbe una grandissima scoperta utilissima a programmare il futuro. L'autunno sta andando un po' diversamente anche se il quadro e' stato interpretato giustamente. Ma queste saccature affondano davvero tanto e facilmente per farmi pensare che qualcosa anche li non sia andata come si pensasse. Non e' assolutamente una critica per nessuno ma un pensiero ad alta voce che volevo condividere

27
Carissimo Luca non sarebbe ne la prima e ultima volta che una stagione scombini tutte le attese sia nel bene che nel male.Daltronde La meteo non è una scienza esatta lo sappiamo ,è tutto un caos E va così da milioni di anni .

28
Io toglierei il potrebbe. Sono i primi effetti della nina che si faranno via via più decisi.
Evento Niña da moderato a strong in conferma dal CPC NOAA, effetti tutti da valutare ;)


Admiral Ackbar

29
E anche la mia speranza però vedere acqua ora non è male, poi sono il primo a sperare in roba solida da dicembre in poi.
Cloover forse è meglio chiarire una volta per tutte un concetto con te, io non metto minimamente in dubbio ne la tua preparazione ne la tua professionalità ne la tua passione, sono stato sempre tra quelli che ti hanno fatto mille complimenti e se tu sbagliassi 100 previsioni a lungo termine non cambierebbe l'opinione che ho di te! Questo non significa però che io non possa sperare che tu ti possa sbagliare quando prevedi un "autunno mite e secco", ed al contrario fare il tifo per te quando prevedi un'ondata di freddo a fine ottobre fa parte del mio modo di vivere la meteo un po' da ultrà del freddo della neve o della pioggia...non faccio il tifo per il clima mite e secco!! Fatta questa precisazione io cerco un po' di informarmi e di avere un opinione leggendo qua e là (sull'AGW ne ho una sicuramente diversa dalla tua) ma non sono assolutamente all'altezza tua o di altri che frequentano questo sito perché semplicemente baso molte delle mie opinioni su quello che vivo giornalmente, nel luogo dove vivo (al massimo posso riferire anche di bari e salerno dove vive la mia famigla) quindi non ti arrabbiare troppo se per me per ora l'autunno sta facendo l'autunno e se in altri post affermo che ho la sensazione di aver trascorso un estate tutto sommato decente, non e mia intenzione prenderti in giro o sbugiadarti e scusami a questo punto se a volte può esser sembrato cosi...ma anche a me ultimamente è sembrato che alcune tue risposte sono state un tantino esagerate e un po' altezzose verso chi la pensava diversamente da te, forse mi sbaglio o forse qualcuno le meritava ma credo sinceramente non di certo io.
Con stima Francesco.

Credimi la mia non è arroganza, cerco soltanto di far capire a tutti le difficoltà di una proiezione stagionale e lo sbaglio nel classificarne la validità in base a ciò che fa sul proprio orticello.
Capisco benissimo che la maggior parte di voi sia concentrata sulla propria città, ma le analisi da fare sono altre.
Ad esempio la mia carta del 27 Agosto ad oggi vede un deciso allineamento sia con CFSv2 ( update 5 Ottobre) che con ECMW(update 1 Ottobre):







In pratica con oltre 1 mese di anticipo su tutti i centri di calcolo ho evidenziato la possibilità di un'anomalia di GPT collocata sull'Europa occidentale per il mese di Ottobre,  ipotesi che adesso i modelli stanno seguendo e spostando lievemente a Sud/Est , grazie al fatto che ormai lavorano con dati pregressi.
Quindi si, c'è stato da parte mia uno sbaglio nel non aver visto un maggior coinvolgimento dell'Italia, ma si tratta veramente di pochi Km su macroscala.
Come posso non essere soddisfatto di un simile riscontro?  Sull'Europa  il pattern sarà centrato in pieno, ed è  questo quello di cui bisogna parlare perchè quello è quello  per cui viene fatta una proiezione stagionale che ricordo è solo a  scopo indicativo e non per pianificare attività. Non se ha piovuto a Ponsacco o c'è stato il sole a Pescara, magari sbagliando tutto il resto  ;)

Se la proiezione non è stata centrata sull'Italia è stata invece centrata su Irlanda, Uk, Francia, Spagna, Germania.... sono stati correttamente centrati i venti e la circolazione generale.
La disposizione delle anomalie GPT ricalca quella studiata in relazione all'intensità della BDC, QBO, NINA, PDO, AMO, MJO, Solar Flux.

Adesso vedremo il prosieguo, ricordando che il plot risultante era questo da fine Ottobre e Novembre, con blocco ad Ovest , discesa Artica con possibile chiusura artico-continentale e neve a bassa quota a caratterizzare la seconda parte autunnale (casistica analizzata su 24 anni in cui abbiamo avuto un quadro termodinamico simile):



30
Davvero!! Se confermato .. boia .. non vediamo piu il sole per un po

31
Comunque per Gfs 12 è un continuo passare di perturbazioni nel Mediterraneo  8)

32
sull'olocene ,Ale , hai perfettamente ragione, figuriamoci io da cultore della storia ho ben presente il modello oscillatorio del clima, infatti come scritto stamani parlavo di era moderna, o meglio di età moderna ( dalla rivoluzione industriale fino ad oggi , diciamo in soldoni 1800- oggi) dove abbiamo anche serie più o meno dettagliate ( certamente a seconda degli anni ) di rilevazioni del clima . Non sono neanche un grandissimo fautore del GW antropico, anche se tendo, per i vari dati, a dire che la componente antropica sulla variazione de clima può cominciare ad essere una piccola variabile, che presa da se vale poco o niente e non cambia i cicli climatici, ma sull'impatto "ambientale ", invece comincia ad essere importante, e può cambiare anche microclimi in zone predefinite ( le mega-città sono un piccolo esempio).
quindi, come ho sempre detto, gli allarmismi da fine del mondo non mi appartengono, come credo anche alla maggior parte degli studiosi del clima, ma tendo anche ad ascoltare anche chi monitora con attenzione i cambiamenti del clima con variabili che prima non avevano impatti sul globo; fuori certamente dai giochetti mediatici.
anzi , vorrei lanciarti un sasso , magari non su questa stanza, ma su l'altra che hai giustamente aperto:
la differenzazione tra periodo caldo e Optimum climatico:
2 aspetti che sembrano sovrapposti , ma che in verità, seppur correlati, si differenziano molto, in quanto il primo è connesso al clima a macroarea o globale ( di solito nell'ultima era si differenzia più a emisfero ) il secondo invece direttamente all'attività umana come proliferazione culturale, ricchezza e variabilità di fauna e flora, ed in epoca storica ed anche protostorica ( 12,000 -5000/3500 a.c.) di attività legate umane legate a ciò ( caccia , pesca, raccolta , pastorizia ed infine agricoltura ) che invece e più correlato a fasce climatiche :
( esmpio : si può parlare di Optimum climatico Sahariano e sub Sahariano , oltre che centro-nord europeo, nel medio olocene , circa 8000-4000 a.c., ma non per i paesi della fascia mediterranea nord africana e sud europea, il tutto legato all'altezza verso nord in latitudine del ITCZ; al contrario nel periodo dell' Optimum climatico Romano, 500 a.c-250 d.c , pur in un periodo caldo , la fascia climatica più consona era proprio quella mediterranea e europea occidentale, ma con rafforzamento ed abbassamento delle correnti occidentali ed un arretramento dellITCZ )
sarebbe un bello studio !
con stima
saluti

33
Il titolo di quest'articolo apparso sulla Repubblica on line di oggi è: "Il settembre più freddo degli ultimi 50 anni..."

https://www.repubblica.it/cronaca/2020/09/26/news/maltempo_ancora_vento_forte_allerta_meteo_al_centro-sud-268602602/

Meditate gente, questi sono gli stessi dei titoloni sulle ondate di caldo record...
PS in questi giorni di piogge autunnali e di freddo anticipato, il forum è stranamente quieto...dove sono le cassandre della siccità e del caldo da global warming antropico?
Secondo me sono solo dei trollatori, si fingono freddofili (ma poi perche', non e' un delitto che piaccia il caldo e il secco), ed appena arriva quello che piangono per giorni scompaiono. Quindi io li chiamarei troll

34
Ciao a tutti!

fase molto interessante sul comparto europeo, ma anche su scala emisferica: voglio porre l'attenzione su un paio di frustate verso il basso dell'indice PNA previste nei prossimi giorni, con i GM che stanno inquadrando delle risalite anticicloniche finalmente molto occidentali (Bering) rispetto agli ultimi mesi e anni, con golfo di Alaska che finirà spesso sotto il tiro delle depressioni polari.

Potrebbero essere i primi segnali di una circolazione atmosferica più decisamente Nina-like, a modulare una PDO ancora su valori mediamente positivi, ma in potenziale calo nei prossimi mesi: se a ottobre-novembre dovesse continuare questa tendenza, mi attendo un riverbero forte anche sul VP/VPS che potrebbe avere caratteristiche ben diverse da quelle degli ultimi 3-4 anni con disturbi ben più convergenti e incisivi sul suo core.

Monitoriamo, inizia adesso la fase più interessante dell'anno, quella delle grandi manovre preparative  ;)

35
Nell'attesa che Ale possa ritornare ad informarci con i suoi preziosi e quotidiani interventi , posto solo il grafico della estensione del ghiaccio artico relativa al 25 sett 2020. La ripresa sta subendo una accelerazione importante e ieri è stata superata la quota , potremo definire psicologica dei 4 mln di Km 2.

Ciao Ale , spero di rileggerti presto.

36
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana sabato 26 settembre 2020
« il: Settembre 26, 2020, 07:50:40 pm »
Una bella giornata fresca, la mia stazione stamane si e' superata con una minima di appena 3.6°C, bassina per il periodo e solo terza a stazioni in Provincia come Zum Zeri a 2.2°C e Monte Giogo che poi vedremo.

Nel pomeriggio si e' instaurato un flusso al suolo dal mare e un richiamo di aria fredda in quota che ha stimolato il temporale di stasera con un cielo davvero minaccioso da vedere e udire ,tuoni anche ora , ma con poco prodotto, da 0.2 mm a 5 mm in valle, oltre 13 mm nelle colline a ovest di Aulla ma niente di che almeno per ora.

Minima come detto 3.6°C, massima 23.3 , ora sotto il temporale e' in atto una discesa, siamo a 12.2°C e continua a piovere in modo moderato, 0.4 mm di accumulo ma qualche rovescio molto probabilmente arrivera', vento da W a 17 km/h di media, raffiche fino a 40 km/h.

A 1500 mt minima 2.1°C, massima 9.8°C, attualmente 4.3°C, vento da SW a 5 km/h di media, massima raffica la notte scorsa a 70 km/h, niente pioggia.

Buona serata e buona nottata, stasera si va a focaccette di mais, una preparazione tipica della Lunigiana che vi consiglio vivamente di provare se avete occasione di passare da queste lande. Impasto di farina di mais ,poca di frumento, acqua e sale e cottura nei testi di terracotta. Appena tolte dai testi si mettono un secondo sulla brace viva per farle gonfiare ed ecco pronta la specialita' da riempire con salumi e formaggi molli.
Ciao, a domani!

37
Ottimi!



buon pescaggio artico...e



si resta sottotiro, lacuna barica,  7 corsie  :) ;D

38
Molto freddo accumulato sulla Groenlandia che in parte verrà rovesciato sul nostro continente.
Sull'arco alpino i ghiacciai ringraziano  :)





Apertura a 7 corsie preferenziali   ;D ;D

39
Primo break settembrino, secondo più decisivo a breve, nel mezzo instabilità concentrata e guazza mattutina in culo all'estate settembrina  ;D ;D

40
Proviamo a mettere un paletto per venerdi - sabato.
Getto fortemente divergente, avvezione di aria fredda dal Rodano a tutti i livelli della tropopausa ,proveniente da latitudini veramente elevate. Tropopausa che frana fin quasi alla isoipsa di 400 dam e Mediterraneo ancora bello caldo. E i due principali GM in sostanziale accordo.

Non quadra molto con la stagione e la sinottica in atto e questo lascia ancora più di un dubbio ma chissà...
E qui mi fermo per non portare sc.lo.






41
Boh cambieranno sicuramente si vedra', ma vedendo i modelli ad oggi a me sembrano molto ben indirizzati altroche'! Vedendo previsioni in giro tra i vari siti venerdi di acqua ne farebbe e tanta. Come del resto tra martedi e mercoledi e sabato. Poi boh continuero' a vede' cose che non esistono. Leggendo solo i commenti del forum crederei di apprestarmi ad una settimana meteo insignificante

42
Quoto,
che poi dire che è "andata bene a Giugno" è un parolone, a Milano ha chiuso in media ma la 81-2010, il che significa che è stato comunque estivo, e attenzione, per la media gia nettamente inficiata dal GW 81-2010, perchè se si prende la vera media come natura comanda, quella che è stata la piu stabile per decenni,prima del 1990, Giugno 2020 ha chiuso 1° sopra quella media , ALTRO CHE GIUGNO OLD-STYLE, o addirittura fresco. La terza decade ha chiuso 3° sopra la 61-1990, 3° dico, non un decimo... trovatemi una terza decade di Giugno come quella del 2020, dal 61 al 90... avremo un Giugno o un Estate old style, quando si andrà in media 61-90, non quando si sta sopra e non di poco... Idem Luglio è stato piu caldo della media old-style, non so proprio chi si è inventato di sana pianta, un INESISTENTE PERIODO ESTIVO OLD-STYLE fino a Luglio 2020, è come definire periodo da peg, un inverno ridicolo 2017-18 per 3 gg freddi a marzo ...
Vorrei esprimere una mia opinione e lo faccio in risposta al'ultimo intervento. Beh visto tutte le volte che hai ripetutamente scritto "old style" sia in minuscolo che in maiuscolo non potevo che rispondere da qui ... :P
Grafici che parlano di caldo e documenti che sembrano dicano che è freddo. Tutto documentato . Poi c'è il NOOA che pialla tutti gli equivoci . Chi ha ragione e chi ha torto?
La mia risposta è tutti e nessuno, dipende dal contesto di cui si fvuol fare riferimento.
Una cosa è avere un'estate sopra media a livello emisferico , e qui il NOOA non è facilmente smentibile. Un'altra invece è andare a vedere se il caldo ha imperversato maggiormente laddove vi sono la maggiorparte di insediamenti umani. Un'altra ancora è osservare e confrontare il riscaldamento o la variazione delle tempereture per macroaree. Un'altra ancora è per esempio verificare l'andamento di ogni singolo angolo misurato . A volte quando leggo alcune discussioni, è come assistere al trionfo dell'ego , che di solito sfocia nel classico dialogo fra sordi. Io per esempio è 20 anni che ogni mese di Agosto, lo passo quasi interamente a Sofia in Bulgaria.
Posso dire lamia su quello che ho visto con i miei occhi e sentito sulla mia pelle?
Questo agosto per Sofia è stato un mese con T max che raramente hanno superato i 30°C . Erano sicuramente oltre 10 anni che non mi capitava di rimanere nella stessa camera , senza un ventilatore acceso per riuscire a dormire. I prati sono rimasti verdissimi e le occasioni di pioggia non sono mancate e non solo nel mese di agosto. I Balcani in generale hanno beneficiato degli effetti di una posizione particolare dell'HP (chiamiamolo Scand+) che ha mantenuto posizioni favorevoli ad entrate di aria piu fresca dirette verso le aree balcaniche. Da noi il promontorio africano non è stato invadente come gli anni scorsi per cui se qualche utente dice che non è stato caldo laddove vive di solito, che senso ha ribattere con la frase che " l'ha detto  il NOOA"
E' evidente che il NOOA dice le cose come stanno, ma occorre contestualizzare di cosa si sta parlando. Caldo dove?
Dai grafici del NOOA che ha postato Cloover, che colgo quì l'occasione per salutare e fargli i miei complimenti per la sua dedizione alla materia, si evince che l'area , per altro molto estesa, dove si sono misurati i maggiori effetti del riscaldamento a livello nordemisferico, sono aree perlopiù disabitate oltre il circolo polare. E' logico quindi pensare che nel resto dell'emisfero, vi siano state zone dove si è avuto un riscaldamento minore, altre con un raffreddamento e altre ancora con una sostanziale stabilità termica rispetto alla media degli anni precedenti. Quindi quando Ponente posta documenti che riguardano alcune zone in controtendenza al GW, non vedo perchè non prenderne atto. Non penso che Ponente voglia portare prove "anti NOOA". Ponente non ha bisogno di me per difendere il suo pensiero ma in sincerità vorrei dire che siete tutti meravigliosi, portate un grande contributo per le persone per esempio come me che non hanno conoscenze approfondite, ed è un piacere leggervi. Però cerchiamo di ascoltarci un po di piu .
Buona serata

43
Quando c'è una viratona di tutti i modelli a nostro favore bisogna pur dirlo

44
Facciamo finta di nulla vai

Bravo,

lo metto anche con sfondo nero, sempre per la bi partisan  ;D

46


da una +16/17 di questi giorni  a una +12/13 per settimana prossima, la differenza sarà sensibile.
Animo che la stagione sta facendo il suo corso,  lo sconto che ci ha riservato in avvio si paga ora, anche se poi luglio fino al 20 sappiamo sia stato molto clemente in fatto di caldo. :)

47
Il passaggio a nord est fu fatto con successo  per la prima volta nel 1878 dalla baleniera Vega, anch'Ella con paratie rinforzate per l'impresa , e parti il 4 luglio da Göteborg; arrivo al porto di Yokohama solamente dopo un anno , essendo stata bloccata per dieci mesi dai ghiacci artici, e rischiando di non compiere l'impresa.
Tanto per dovizia di particolari,  anche se molto frettolosamente.
Saluti

Inviato dal mio SM-A105FN utilizzando Tapatalk


48
 Aggrappati alla nina ....perché la qbo+ e  lo stato gravoso dei ghiacci artici sono pronti a presentarci l'ennesimo conto salato e cold per l' inverno prossimo ... Forse le ssta pacifiche modulate dalla nina ci potrebbero consentire una disposizione della wave mother come Dio comanda ( pdo )  ...occhio al pacifico quindi ...  ;D

50
Buona serata a tutti. L estate sembra non finire mai. Situazione bloccata, anticicloni ciclopici, caldo senza fine, eventi mai accaduti.Eppure anche in passato succedevano le stesse cose.

19 settembre 1926(94 anni fa)



Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 10