BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Bortan

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 15
1
Questo repentino ribaltamento delle anomalie oceaniche atlantiche e del pattern NAO ( che mi ha sorpreso come tempistiche , lo immaginavo più graduale ) spinge in direzione di un'estate fresca ed instabile . Eloquenti le carte precedentemente postate da Filippo ... ragazzi si cambia registro ... e nn solo per questa estate ...  ;D

2
Volevate il Reversal Pattern?

Eccolo servito:




 ;)
bene , molto bene ... era proprio quello che volevo vedere anzi forse nei tempi anche meglio delle mie più rosee aspettative ... sempre meno probabile , a questo punto , la fase calda per la fase iniziale della stagione estiva o comunque sempre meno probabile che saremo noi l'obbiettivo principale delle eventuali risalite calde sub- tropicali .... rimane uguale invece il mio pensiero per la stagione estiva .... fresca ed instabile ...  ;)

3
E come previsto nei gm spuntano le prime fiammate sub- tropicali di matrice africana , al momento nn sembriamo essere il loro obiettivo ....  ;)

4
Verso un'estate fresca ed instabile ??? Beh le possibilità ci sono .. penso sempre che il rischiio maggiore per le ondate di calore siano per il mese corrente con la maggiore propensione a scambi meridiani per l'effetto che avrà il FW sulle correnti zonali , ma anche perché., come ben specificato da Filippo , le ssta sono in fase di modifica ma nn ancora ribaltate   :)

5
Buongiorno , direi di fare un resoconto dei mesi di marzo ed aprile ( ormai giunto al termine) in fatto di precipitazioni e temperature secondo previsione ... beh posso ritenermi soddisfatto ... il mese di marzo ha registrato temperature grossomodo leggermente al di sopra della media con lunghe fasi di tempo stabile interrotte da fugaci sciabolate artiche che hanno consentito alle temperature di toccare punte di sottomedia , dal punto di vista pluviometrico la previsione è stata azzeccata con un regime previsto abbastanza avaro di precipitazioni limitate a occasionali momenti instabili e freschi con distribuzione delle stesse mal organizzate .Il mese di aprile invece ha confermato in pieno quanto da me previsto di mese più propenso a precipitazioni e quindi il più umido di tutta la primavera , anche le temperature hanno avuto un andamento più vicino al sottomedia complice la perdurante fase perturbata che ha coinvolto tutta la penisola con un buon apporto pluviometrico . Ora che si sta conclamando il previsto FW , la situazione barica sullo scacchiere europeo va modificandosi riproponendo uno schema molto più vicino allo scorso febbraio con alta pressione sempre presente sulle coste occidentali europee con la tendenza a deviazione delle eventuali incursioni da nord ad interessare principalmente le regioni adriatiche e i Balcani . In questa fase , temporalmente coincidente con il mese di maggio , si potranno avere le prime ondate di caldo per la nostra penisola per la tendenza dello stesso anticiclone presente ad occidente ad occupare la parte centrale del meditterraneo ( un po' come successe per febbraio scorso ) . Questa fase però nn avrà le stesse caratteristiche di persistenza ma avrà caratteristiche di onde mobili , questo perché l'ormai definitiva virata della qbo in positivo manterrà una buona tensione zonale e un'atlantico sempre presente . La fase successiva e cioè l'estate meteorologica , visto le caratteristiche che assumerà il mese di maggio , avrà uno schema circolatorio assimilabile come media di anomalie di gpt alla carta postata tempo fa da Filippo ( cloover) e cioè un'estate si calda ( come normale che sia ) ma con situazioni instabili e fresche sempre presenti con tendenza al prevalere di quest'ultime nella seconda parte stagionale .. questo il mio pensiero , sperando di avere gli stessi buoni risultati dei mesi di marzo ed aprile .. :)

7
Come dicevo da aprile gli scambi meridiani saranno incentivati per l'avanzamento stagionale ( e nn per la fine degli effetti dello SC) ma il pattern PDO + like è sempre presente e la nostra hp avrà molta voglia di mantenere le posizioni .. quindi ci vorrà fortuna per avere delle saccature far breccia nel mediterraneo ... gli angoli d'ingresso faranno la differenza poi in fatto di mm di pioggia , un po' come successo durante tutto l'inverno .. ma sono fiducioso che possa presentarsi qualche ottima occasione umida e molto probabilmente anche fredda per la stagione .. incrociamo l'incrociabile .. :D

8
Ecco che i gm per il long cominciano a fare vedere quella tendenza a maggiori scambi meridiani per la mensilità di aprile come da previsione ... sarà il mese dove dovremmo raccattare il più possibile come mm in fatto di precipitazioni .. come dicevo in altra stanza il mese più umido in una primavera secca .. speriamo di sfruttare bene le occasioni ...  :)

9
Come già spiegato negli interventi precedent indicavo come la primavera si prospettava avara di precipitazioni continue ed uniformi sulla nostra penisola causa una coriacea spalla anticiclonica sulla penisola iberica con la difficoltà da parte dei fronti perturbati a  penetrare nel bacino del mediterraneo  e di conseguenza sarebbe stata caratterizzata da un tipo di tempo prevalentemente secco con al massimo fugaci fasi di tempo instabile sulla nostra penisola specialmente su nord e Toscana . Il mese di marzo ormai giunto quasi al termine ha confermato le mie previsioni apportando  un deficit  precipitativo abbastanza preoccupante su tutto il nord e Toscana . Ora con l'arrivo di aprile ci sara' una tendenza a maggiori scambi meridiani  con un'incentivo all'attività  instabile e agli sbalzi termici ma sempre con le precipitazioni che avranno un carattere sparso e disomogeneo , ma sarà molto probabilmente il mese più piovoso della primavera . Rilancio sul mese di maggio e iniziò estate meteorologica dov'è in concomitanza dei flebili effetti del FW late avremo la fase più propensa a risalite calde dal nord Africa con le prime ondate calde intervallate da  brevi sbuffi di aria fresca da est nord-est a mitigare la calura . Altro registro , invece , penso avrà la stagione estiva vera e propria che ricollocamdomi allo schema di Filippo porterà un tempo si caldo ( saremo in estate ) ma frequentemente interrotto sia da azioni fresche da nord est che da un flusso Atlantico sempre presente che sfiorerà le regioni centro settentrionali . Un'estate capricciosa dove le fasi instabili potranno portare localmente episodi di forte intensità sia come venti che come precipitazioni ...  :)

10
Ma si .. infatti Filippo condivido in pieno la tua analisi per la stagione estiva e propendo per un'estate con pochi eccessi . Il mio discorso sul FW era solo relativo alla sua ristretta e debole fase di condizionamento che con il wave train dettato dalla PDO possa portare ad ondate di caldo precoci nel mese di maggio io comunque nella fase tardo primaverile o iniziò estate . Ma come detto nn la vedo come condizione predominante per la futura stagione estiva anzi penso come te che la qbo , le ssta e il regime  snao + possa portarci fasi di caldo ma alternate a contributi di aria fresca ed instabile . Penso che nel cuore dell'estate ci saranno tanti caldofili che si lamenteranno ...  ;)

11
Infatti i miei timori per il mese di maggio sono proprio per la locazione dei nuclei di vorticita e del posizionamento del heat wave ( pattern PDO ) ... una nota positiva per un pattern SNAO ++ estivo potrebbe essere dapprima una debole ablazione della superficie di ghiaccio sul mare artico e se si estendesse alle soglie dell'autunno una ripartenza del vp nei tempi consoni un po' come successo l'anno passato ... vedremo .. per ora si vede solo una prima parte della primavera abbastanza secca con solo occasionali fenomeni di instabilità accompagnati da aria fresca ...  :)

13
Ciao, non credi possa attenuarsi l'area di alta pressione sulle coste occ. in maniera graduale tra fine mese e quello prossimo, con ingessi maggiormente coinvolgenti il nostro settore alto-tirrenico?
penso che la fase caratterizzata dallo SC  con il pattern PDO + Like abbia buone possibilità di realizzazione , bisognerà vedere se questo porterà cambiamenti sulle anomalie di temperatura oceaniche specie in ambito Pacifico . Se il quadro nn dovesse mutare penso che la fase successiva post SC ( FW late ) abbia anch'essa buone probabilità di realizzazione secondo lo schema di massima che ho già descritto .



14
Il passaggio stagionale inverno/primavera.. porta, per dinamica fisiologica meteo-climatica, ad un aumento di scambi termodinamici per il conseguente aumento di irraggiamento solare, dovuto alla maggior fase diurna da soleggiamento con l'aumento delle ore di luce del giorno e viceversa minor ore di buio notturne.
 I raggi solari, divengono man mano che passano i giorni di transizione stagionale tra inverno, primavera ed inizio estate, sempre più perpendicolari, e il VP incontra maggior dinamicità da scambi meridiani per maggior influenza da scambio termodinamico, dovuto appunto, dall'aumento da irraggiamento solare in termini di calore alle basse latitudini e un maggior contrasto con il FP(Fronte Polare) in via di fase d'arretramento per il passaggio stagionale e l'avanzare delle stagioni più calde.
 Ovviamente, si ha come risultato, una maggiore perturbabilita' atmosferica, con più frequenza di instabilità di pressione.. e non per caso, la primavera apre un periodo mediamente più dinamico in termini pluviometrici e frequenti eccessi estremizzanti in termini isotermici. ;)
 Dunque, è lecito attendersi maggior dinamicità e quindi maggior probabilità di avere ingressi perturbati atlantici e nord-atlantici, tra marzo ed aprile, nonostante il VP subisca anche una chiusura da SC con ESE..(a cui collego il riferimento delle mie analisi scorse, sul discorso di VP in quasi Prima Armonica..).. e quindi, la corda zonale resta comunque più elastica e meno tesa, come potrebbe esserlo con le stesse situazioni in pieno inverno o addirittura tra il finale autunnale e inizio inverno..(dove un ESE da SC mostra più tensione zonale durante il condizionamento con chiusura in Prima Armonica nei canoni classici da letteratura meteo..), e con maggior waves number da onde corte per ovvie ragioni legate al discorso di termodinamicita', dovuto all'avanzare stagionale primaverile, con più irraggiamento solare e maggior periodo di luce diurna, con aumento di calore.
 Da cui aumento di scambi meridiani e di conseguenza scambi termodinamici, con più estremizzazione isotermica. ;)
giusto ed è proprio per questo motivo che credo che questo pattern troposferico dettato da onde corte nord atlantiche ci accompagnerà per tutto il periodo di condizionamento da SC con una tendenza a passare da aria polare marittima nella prima parte ( mese di marzo ) ad aria artica marittima nel mese di aprile .Nella prima fase  riguardante il c.m. ci sarà sempre una spalla anticiclonica sulla penisola iberica che nn consentirà un'ingresso deciso dei fronti perturbati atlantici ( aria polare marittima ) nel cuore del meditterraneo con ingressi sbilenchi  e veloci con le maggiori precipitazioni per le zone adriatiche e centro sud , più a secco nord ( specie NW) e Toscana . Tutto per il quadro troposferico improntato al pattern arcinoto PDO + like  . Tra la fine di marzo e aprile invece , con l'avanzamento stagionale , penso che gli scambi di calore saranno molto di più incentivati e quindi la direttrice delle masse saranno più meridiani con maggiori sbalzi termici ma anche qui la presenza di una zona di hp sulle coste europee occidentali e penisola iberica nn consentiranno un'ingresso franco e più occidentale delle incursioni artiche con , quindi , poche precipitazioni per le zone tirreniche e nord peninsulare spesso sottovento e qualche chance per instabilità da contrasto che comunque porterà un regime precipitativo discontinuo e male organizzato . In questa fase ci potranno essere le prime giornate calde e probabilmente secche ( effetto favonico ) per le regioni occidentali . Ancora più calda e secca penso sia  la fase successiva ( tra maggio e giugno ) con le prime ondate di caldo africano per la nostra penisola in concomitanza del FW , dovuto ancora una volta dal pattern PDO + like . In questa fase forse potremo sperare in qualche refolo di aria fresca da E-NE per stemperare la calura ...

15
Nel Long.. circa metà mese, si prospetta un Pattern AD+.. seppur in regime di AO e NAO positiva, con fase da condizionamento NAM positivo causa ESE da SC..
Un Pattern che potrebbe regalarci qualche ondulazione Artica interessante.. ::)
Staremo a vedere.. anche se..
per ora tutto secondo copione ... :D ;)

16
Nonno riguardo all'errore in merito alla previsione di febbraio credo di aver dato una buona giustificazione in merito nel mio intervento precedente , alle volte un piccolo errore previsionale può portare a situazioni diametralmente opposte a lunga distanza . Credo che il tuo modello abbia avuto una proiezione così fallace proprio per i motivi esposti ...  :)

17
Su febbraio anche se i risultati come anomalie di gpt sono risultati diametralmente opposti nn vedo un errore così grossolano , oddio l'errore c'è stato indubbiamente ma è stato solo sulla posizione di partenza della kelvin wave che ha prodotto una BH invece che un blocco più occidentale in pieno Atlantico è da qui nasce la frittata . Anche i gm in un primo momento hanno tentennato sulle due opzioni segno che erano probabili entrambe poi  chiaro che se la kalvin wave partiva in posizione più occidentale era una normale conseguenza avere una circolazione secondaria gelida e secca con evoluzione successiva in scand + e Atlantico basso . Ovvio che nn avendo preso questa piega la circolazione abbia poi portato a conseguenze diametralmente opposte ... :)

18
A questa in effetti siamo stati molto lontani, direi quasi opposti come disposizioni bariche
non molto lontani , almeno tanto lontani quanto la disposizione delle figure bariche di gennaio . Tutta colpa del pattern PDO + like che ha condizionato il wave train troposferico sfasando tutta la previsione sia di gennaio che di febbraio come del resto ha limitato gli effetti del MMW in troposfera con il mancato break down del vp . Per il momento il pattern è ancora in auge e ci aiuterà ad avere un marzo abbastanza dinamico evitando , nel lag temporale tra il superamento soglia NAM positiva e successivo condizionamento troposferico , deleteri affondi in area Atlantico orientale / coste occidentali penisola iberica ( NAO - ) con risalite sub tropicali sulla penisola ma con questa disposizione potremmo beneficiare di una spalla anticiclonica sulle stesse zone ( penisola iberica ) e conseguenti affondi depressionari di aria polare marittima dal golfo del leone / Biscaglia con alcune fasi di tempo perturbato per la nostra penisola . Questo il quadro per la prima metà di marzo , sarà poi da valutare la lunga fase di condizionamento da SC che effetti avrà sul tempo italico ... per ora mi fermerei qui , situazione poco definibile e fumosa percil proseguo ..  ;)

19
Tutti i gm stamattina fanno vedere a breve la fine delle circolazioni secondarie e della BH , e questa è una grande notizia perché queste figure altopressoria in passato hanno " mangiato " intere stagioni . Come da mie previsioni ora dovrebbe entrare in scena un tipo di tempo più dinamico caratteristico della primavera . Aria polare / artico marittima entreranno in scena nel meditterraneo portando le prime precipitazioni sullo stivale anche se ormai con un profilo termico primaverile . Questo quadro dovrebbe caratterizzare buona parte di marzo ...  ;)

20
Quindi, secondo te ed il Nonno.. probabilmente andremo incontro ad un Final Warming di tipo late.. ci potrebbe anche stare se le condizioni di partenza, sia Tropisferiche di ordine d'assetto barico, che di SSTA oceaniche, in un contesto di rimodulazione termodinamica.. sono grossomodo legate ancora al vecchio imprinting dell'ultimo quinquennio.. ma di fatti, la situazione teleconnettiva è, come detto nel post di sopra.. in via di trasferimento delle condizioni cicliche di segno medio.. e dunque, propenderei tutt'al più per un più classico FW nei tempi medi d'innesco, entro e non oltre la prima quindicina di Aprile.. proprio per i motivi legati a condizionamenti ESE più deboli e blandi negli ultimi 2 Autunno/Inverno(vedi SC inverno scorso ed MMW scorso..). ::)

 Ma parafrasando Cloover, ad ogni modo.. tuttavia le stagioni Primaverili ed Autunnali, sono sempre un Tabù e di difficile previsione.. ;)
si penso che sara un FMW late... se dovessi giocarmi un euro punterei su questa opzione e quindi su un canonico condizionamento tra i 45/60 gg ( più 60 che 45 ) ma resta comunque tutta l'evoluzione molto incerta ... più definita , penso sia la prima parte della nuova stagione per i motivi ben descritti da te . In controtendenza sarà , secondo il mio pensiero , il condizionamento del FMW sia late che early sulle sorti del tempo italico . Infatti credo che in simile contesto da pattern PDO + like saremo molto più a rischio di una BH e quindi ondata di caldo africano rispetto ad un periodo caratterizzato da aria fredda ed instabile di matrice artica marittima proprio per la disposizione del wave train troposferico che poi nn sarebbe altro che la riproposizione degli assetti e sviluppi di onda che abbiamo avuto nell'ormai padsato inverno ogni qualvolta si sono create le condizioni di incremento di attività d'onda ...  :)

21
Infatti è mia opinione pensare che la disposizione del wave train con il pattern PDO ancora in auge possa venirci incontro per avere correnti zonali ma ondulate con  una spalla altipressoria piu sulla penisola iberica che centrata sulla penisola . Questo potrebbe regalarci una primavera , specialmente tra marzo ed aprile , nn propriamente  piovosa ma con frequenti  incursioni di aria fredda e instabile oceanica per il meditterraneo centrale a discapito delle organizzate perturbazioni atlantiche . Le piogge saranno per questo motivo mal distribuite e a macchia di leopardo su tutto lo stivale . Le temperature penso che rispetteranno la media ma con continui alti e bassi , questo dovuto all'alternanza tra situazioni instabili e successive espansioni dell'anticiclone delle Azzorre verso est . La fase più calda forse potrà verificarsi tra la fine di aprile e maggio in concomitanza con FMW con la riproposizione dello schema vissuto nel mese corrente con una struttura altopressoria BH  ,...  ;)
ieri ero di fretta ... riveduto e corretto.. ;)

22
Intanto come da me previsto entro fine mese avrà termine la fase delle circolazioni secondarie con BH centrata sull'Italia e Europa occidentale , ci aspetta con l'inizio del nuovo mese e della primavera meteorologica un tempo più variabile e dinamico ....  :)

23
Mentre il NAM salirà spedito , obbiettivo superamento soglia + 1,5...

24
Qualche segnale più convincente e che porta un filo di ottimismo per la fine febbraio e prima decade di marzo oggi arriva dai modelli , sembra che ci siano possibilità di veder meno le circolazioni secondarie a vantaggio di azioni più meridiane con contributi di aria artica marittima o polare marittima per il meditterraneo centrale e penisola italiana . Situazione favorita dallo  spostamento verso ovest della radice del l'hp delle Azzorre . Se si realizzasse il progetto previsionale ( che tutti noi ci auspichiamo ) potremo assistere ad un periodo meteorologico più vivace e dinamico con temperature in rientro nelle medie stagionali . Dovremo comunque sempre tenere a mente che si viaggerà in un pattern PDO + like .....  :)

25
Freddo serio verso il week end prossimo. Non perdetevi dietro le camaleontiche uscite modellistiche. Lo ribadisco, tutta la troposfera, quindi lasciate stare anche le vicende strato, predispone per la fase forse la piu' fredda e invernale della stagione nella prossima  ultima settimana di febbraio e altre occasioni in marzo.
in quel periodo che tu facevi notare nn penso che avremo affatto la fase più fredda dell'inverno ma una fase decisamente dinamica ma comunque sempre caratterizzata da incursioni di aria artica marittima che prenderanno come sponda l'elevazione azzorriana più ad ovest con radice in Atlantico ma comunque sempre un po' invadente sull'Europa occidentale ( PDO ) e con un valore della NAO intorno alla neutralità . Qualcosa in più in fatto di negatività potrà puntare l'AO ...  :)

26
Le chance di freddo il sud se le gioca ora con la circolazione secondaria , per fine mese ed iniziò marzo penso che ci sarà una maggiore propensione a traslazione verso ovest della radice del l'hp azzoriana con incursioni di aria artica marittima verso il mediterraneo centrale , fase coincidente con il maggior sviluppo di attività d'onda precursore ( lag  temporale ) della propagazione dello SC in troposfera . Dopo la prima decade bisognerà invece valutare come l'impulso dello stratcooling condizionerà la troposfera  :)

27
Notavo proprio questa mattina l'interessante decentramento delle PV nei piani isentropici più alti, segno inconfondibile che dall'attività d'onda troposferica continuerà ad arrivare un segnale via via più intenso con trend della NAO in calo verso territori neutro-negativi..  ;)


questa è una carta che ci potrebbe favorire per avere un marzo interessante almeno la prima parte poi sarà da vedere se il NAM  supererà la soglia e se si in che modo condizionerà la troposfera ...  ;)

28
Ripongo tutte le mie speranze in marzo e dalle carte che avete postato le chance di avere un mese movimentato ci sono tutte ... un'inizo primavera interessante , per quanto riguarda invece l'inverno ( febbraio ) ho già dato il de profundis e il deterministico troposferico lo sta certificando ... :)

29
Il mio ottimismo è finito ieri sull'aurelia .. speriamo solo che entri l'Atlantico al più presto perché sta BH è dura a morire ... confido in marzo per un po' di dinamicità Atlantica ...

30
Il mio ottimismo è durato come un gatto in Aurelia ...  :'(

31
Attenzione dal dopo il 20. L' AO visto in picchiata negativa, la NAO neutra o leggermente meno, il PNA verso Neutro.. L'opportunità continetale seria solo sfiorata o con piccolo assaggio a questo giro, parlo di questi giorni, potrebbe ripresentarsi dopo il 20 del mese. Ultima settimana di Febbraio, secondo me, con possibii risvolti interessanti e magari in prosieguo anche nella prima di marzo.. Occhio perchè i GM vedono una interazione basso atlantica-continentale e HP con massmi verso Scand, come giustamente è stato già detto..
qualche segnale che mi da un po' di ottimismo questa sera dopo il 20 i gm lo danno ... speriamo che quello che avevo previsto per seconda decade si realizzi con una decade di ritardo .. sarebbe un bel colpo in extremis... stasera sono un po' più ottimista .. confido in conferme ...  ;)

32
Per me ormai l'importante è che la NAO rimanga neutra, che permanga questo segnale di fondo.
Siamo vicini al giro di boa sul pattern Euro-Atlantico, confermiamo l'Ap index<10 per il 3^ anno consecutivo ed il calo della NAO costante dal 2015, poi prossimo anno se ci troveremo con BDC strong e magari una Nina east la portiamo in negativo.
Accontentiamoci dei buoni segnali che abbiamo avuto in questo trimestre, visto che in chiave teleconnettiva doveva essere un pessimo inverno ed invece così pessimo alla fine non è stato  ;)
su questo Filippo concordo pienamente .... sul proseguo dell'inverno invece ho molti dubbi orticellistcamente parlando ... beninteso che il mio pessimismo è sull'evento o forte irruzione non su episodi invernali o colpi di coda per i rilievi e Appennino .. penso che quest'inverno il suo ( poco per noi ) l'abbia già dato .. come dicevi te questo e lo scorso anno sono stati importanti per dare quei segnali che ci aspettavamo per il cambio di pattern che tutti ci auspichiamo e che dal 2020 .....  ;)

33
Come dicevo in altra stanza c'è da sperare che questa fase BH si mangi solo la seconda decade di febbraio e che dalla terza ci sia di nuovo spazio per una certa  dinamicità atlantica ma l'inverno è finito in questi giorni con la mancanta partenza della kelvin wave in zona a noi congeniale ( Atlantico e nn Europa occidentale ) , il jolly era da giocarselo adesso ...

34
Esattamente il nodo principale è proprio quello lì.
Più che sull'effettivo condizionamento troposferico che se anche qualora ci fosse (AO + o ++), qui saremo verso i primi di Marzo 1-7 diciamo, non è detta che il VP risponda subito con zonalità alta, anzi, è proprio in quell'occasione lì che secondo me potrebbero  verificarsi le condizioni migliori per i movimenti retrogradi continentali più corposi ma il tutto potrebbe già partire prima.
Domani guardo se riesco a spiegarlo meglio che stasera forse l'ho fatto in maniera un po' troppo confusionaria...
tanti auguri e condivido ...  ;)

35
Importante segnale arriva da reading stasera ... ;)

36
Esatto giorni decisivi i prossimi per decretare le sorti della seconda decade : 1 BH 2 retrogressione ...  :)

37
Ragazzi c'è da chiarire una cosa , in queste condizioni PDO + like nel momento che le velocità zonali riprenderanno vigore con il riaccorpamento delle masse del vpt con indice AO + , le soluzioni sono due o una bartlett high o una retrogressione , i modelli su queste due opzioni ancora nn hanno deciso , c'è da pazientare anche perché le retrogressione sono sempre di difficile digestione , per loro è più facile l'hp su di noi . La retrogressione c'è la giochiamo entro le fine prima decade , poi tornerà a scendere l'indice AO e torneranno a farci visita le articate ...  :)

39
...tra i soliti papabili, per me ragazzi, chi più chi meno, in questo forum si viaggia sempre su alti livelli e mi riferisco alle specifiche analisi. Per quanto concerne gli Outlook, quest'anno poi, quando il ns capitano ha deciso di non fare le stagionali, ebbene, alcuni di noi, tra cui membri del CSCT,  ci siamo cimentati in questa ardua, ma DIVERTENTE impresa. Ognuno, poi guarderà il proprio risultato, ricordando che l'errore è parte della materia e che a mesi di distanza resta "impossibile" centrare nei particolari le dinamiche e le tempistiche, magari si centra in linea di "massima" e la cosa non è di poco conto!!

Comunque fatta questa premessa, per me, non è giunto il momento di fare resoconti, la stagione è ancora aperta, siamo ANCORA in risoluzione di questo condizionamento da ESE WARM e quindi non cadiamo nelle solite conclusioni affrettate.
La dinamica a cui riferisce sopra il Nonno è da mettere in preventivo in questo mese. Il vero sintomo ci arriva da questo indice….


(evito commentare, visto che ho già tutto descritto su grafico stesso)
coadiuvato poi da questa tendenza….

Quindi mi prefiggo un periodo successivo alla metà  del mese, l’ingresso di aria continentale per l’instaurarsi di una circolazione secondaria anti-zonale nelle nostre medie latitudini europee coadiuvato dalla spinta subtropicale, che ci arriva dall'attività equatoriale della Madden nel West Pacifico, alla seconda onda per una decisa espansione verso l'artico. Poi la dinamica susseguente, di coricamento dell’onda verso la penisola scandinava sarà favorito da una parziale temporanea ripresa zonale della circolazione principale alle alte latitudini, con l'impostazione di un asse del VP Principale, area RM vs mar di Laptev e questo comporterebbe a ricalcare un tipo di Pattern come da COBA 3 (ma visto più come periodico, che come mensile), ma dove il grosso dell'anomalia resterebbe ben ancorata nel continente asiatico, ma nuclei gelidi si proietterebbero verso ovest. Successivamente, in chiusura si andrà ad amplificare una maggior ingerenza un po' su tutto il comparto del Mediterraneo Centrale e quindi, la somma di tutte le configurazioni plausibili, di questo mese, potrebbe darci questo risultato finale di "media approssimativa mensile" nella distribuzione delle anomalie ai 500hpa.

se così non sarà, porgo volentiri le chiappe!!... ;D    ma alla fine sarebbe il primo vero calcio che mi prendo da questa stagione, difficilissima da leggere fin dall'inizio, ma che mi ha dato fino ad oggi, buone soddisfazioni. ;)
condivido in pieno la tua analisi che poi è quella tendenza che ho già dichiarato insieme ad altri qui dentro ..  fase caratterizzata da incursioni di aria artica/ polare marittima da ultima decade di gennaio primi  di febbraio con tendenza ad occidentalizzazione delle stesse ( vedasi quella che stiamo vivendo in questi giorni ) , avevo anche detto che ci sarebbe stata una maggiore propensione a ricarico umido delle stesse proprio per il pescaggio di aria umida meditterranea rispetto alla prima parte di gennaio , con maggiori apporti precipitativi per lo stivale tutto con termiche più propense a nevicate in pianura per le regioni settentrionali . Mi sembra che questa fase sia stata presa in pieno compresa la fase di addolcimento per il nord da me prevista che però nn  ha avuto gli esiti previsti e comunque modesti ... si poteva fare l'evento nevoso per 1/2 C in meno . Rimango saldo sulla mia idea per l'immediato futuro ( entro prima decade di febbraio ) su un possibile instaurazione  di un pattern scand + capace di attivare un nocciolo gelido siberiano con moto retrogrado obbiettivo meditterraneo centrale . Per questa fase penso che , forse mi ripeto , che il pattern PDO + like ci possa dare una mano per nn far prendere una direttrice troppo occidentale della colata . Questa fase dall'innesco alla sua conclusione credo possa caratterizzare una decina di giorni il tempo nel meditterraneo . Dopo ci troveremo in terza decade di febbraio e penso che l'aria artica  marittima possa venirci a trovare di nuovo , ma siamo già troppo in là ..  ;)

42
Guardando questo nn ci dovrebbero essere più dubbi ... primo impulso intorno all'epifania ...  :)

43
Infatti Filippo , potevano evitare questo articolo è una chiara forzatura per cercare di giustificare un errore in chiave previsionale ...  ::)

45
Direi che finora gli step sono confermati .. fino ai primi di febbraio si andrà avanti con entrate di aria artica marittima con tendenza a prendere una via più occidentale rispetto al periodo appena passato  dove gli ingressi erano molto più meridiani e anche più veloci . Ora dovrebbe esserci un richiamo prefrontale più accentuato con migliori apporti precipitativi ma anche un quadro termico nn più favorevole alle nevicate al piano , se nn al NW . Possibile in questa fase un possibile incisivo passaggio perturbato con neve d'addolcimento sul settentrione . La fase successiva vedrà un drastico calo dell'indice AO in concomitanza dell'impulso propagativo di easternlies in troposfera con tendenza a divergenza del getto in Atlantico per il calo delle velocità zonali con formazione di zona di hp su zona scandinava / Russia settentrionale ( scand+ ) e la possibilità di retrogressione di masse gelide da est con obiettivo centro Europa meditterraneo. Mi fermerei qui . upload photo

46
I modelli oggi ancor più di ieri danno dei segnali molto incoraggianti riguardo le proiezioni che abbiamo fatto nell'altea stanza un po' di tempo fa .. il pattern scand+ comincia ad essere prevalente nelle code dei modelli con annessa retrogressione di masse gelide da est .. il pattern presente ad oggi ( EUL ) ci dovrebbe dare garanzie che l'incontro tra masse d'aria diverse ( atlantiche / continentali ) avvenga proprio sul meditterraneo evitando derive troppo occidentali , un'aiuto arriverebbe anche dal PDO + like. Intanto incassiamo i buoni segnali poi valuteremo le situazioni orticellistiche . Il quadro previsionale per il mese di febbraio sta cominciando a prendere forma e il reversal pattern auspicato sembra vicino . Penso , come detto in altra stanza , che lo stesso per i motivi detti prima si svilupperà con valori di AO marcatamente negativi ma in combinazione con valori di NAO negativi ma nn estremi . Intanto prendiamoci fino ai primi di febbraio questa reiterazione di affondi artici sperando che portino altre occasioni di neve per il centro - nord ...  ;)

47
per GFS (sia parallelo che non) saremmo a pochi giorni dall'inizio di "runs continentali"




abbiamo un'ottima occasione..vedremo se sapremo sfruttarla.. ;)
perfetto nonno .. i segnali positivi in merito cominciano ad essere sempre più evidenti nelle code  dei gm ... nn ci resta che aspettare la fine dell'azione artica marittima sull'Europa centrale e meditterraneo e poi cominciare a valutare lo scand+ e l'eventuale azione retrograda di masse di aria gelida . Ripeto per chi prendesse queste parole come sentenze che niente è certo ma si parla di possibili evoluzioni che però cominciano ad essere sempre più presenti nei disegni futuri dei modelli troposferici . Sottolineo come già altri più preparati di me che l'instaurazione del pattern EUL in questi giorni dovrebbe essere una solida garanzia di interazione est/ovest proprio sul meditterraneo centrale evitando derive troppo occidentali delle masse gelide in connubio di un reversal pattern con valori di AO negativo anche marcati e una valore NAO negativo ma nn troppo ... monitoriamo e vediamo l'evoluzione intanto prendiamoci una serie di affondi artici marittimi che fino si primi di febbraio ci terranno compagnia e se avremo un po' di fortuna potremmo ricavarne qualcosa di buono in termini di neve ...  ;)

48
be perdonami, allora trovo poco utile dire pure che si scorgono i primi segnali visto che sono carte che valgono pochissimo, non a caso da ieri ad oggi sono già cambiate e non in meglio ;)
scusa allora nn ci siamo capiti ... questa è una stanza per proiezioni a lungo termine dove le possibilità di prendere cantonate sono elevate , nn siamo nella stanza di analisi modelli . Qui si valutano carte e segnali molto volubili e quindi con poca valuenza ma ogni giorno si cerca di fare una proiezione a lungo termine rischiando figure di m..... , noi ci proviamo , se qualcuno ci vuole seguire bene altrimenti ci sono altre stanze dove scrivere . A me la proiezione a lungo termine mi affascina di più che quella a breve termine se vuoi seguire i miei ragionamenti fallo se nn vuoi sei libero qui di fare i tuoi e metterti in gioco .. chiuso OT .

49
PS . Stiamo parlando di carte riferenti ai primi di febbraio oggi è il 22 gennaio ..  ;)

50
Perdonami, dove li vedi questi segnali? Perchè io nei principali modelli non vedo neanche un accenno a scand+ e discese continentali.

Siccome non è la stanza giusta mandameli pure in privato se vuoi, grazie ;)
in alcune uscite già di ieri su alcuni gm lo scand ha cominciato ad uscire in modo raffazzonato sulle code di alcuni modelli . Stiamo sempre parlando di long quindi nessuna certezza ma si valutano segnali . Io lo sto monitorando e bisogna anche saper leggere tra i meandri del long range dei modelli .

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 15