BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Bortan

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 14
1
Qualche segnale più convincente e che porta un filo di ottimismo per la fine febbraio e prima decade di marzo oggi arriva dai modelli , sembra che ci siano possibilità di veder meno le circolazioni secondarie a vantaggio di azioni più meridiane con contributi di aria artica marittima o polare marittima per il meditterraneo centrale e penisola italiana . Situazione favorita dallo  spostamento verso ovest della radice del l'hp delle Azzorre . Se si realizzasse il progetto previsionale ( che tutti noi ci auspichiamo ) potremo assistere ad un periodo meteorologico più vivace e dinamico con temperature in rientro nelle medie stagionali . Dovremo comunque sempre tenere a mente che si viaggerà in un pattern PDO + like .....  :)

2
Il mio ottimismo è finito ieri sull'aurelia .. speriamo solo che entri l'Atlantico al più presto perché sta BH è dura a morire ... confido in marzo per un po' di dinamicità Atlantica ...

3
Il mio ottimismo è durato come un gatto in Aurelia ...  :'(

4
Per me ormai l'importante è che la NAO rimanga neutra, che permanga questo segnale di fondo.
Siamo vicini al giro di boa sul pattern Euro-Atlantico, confermiamo l'Ap index<10 per il 3^ anno consecutivo ed il calo della NAO costante dal 2015, poi prossimo anno se ci troveremo con BDC strong e magari una Nina east la portiamo in negativo.
Accontentiamoci dei buoni segnali che abbiamo avuto in questo trimestre, visto che in chiave teleconnettiva doveva essere un pessimo inverno ed invece così pessimo alla fine non è stato  ;)
su questo Filippo concordo pienamente .... sul proseguo dell'inverno invece ho molti dubbi orticellistcamente parlando ... beninteso che il mio pessimismo è sull'evento o forte irruzione non su episodi invernali o colpi di coda per i rilievi e Appennino .. penso che quest'inverno il suo ( poco per noi ) l'abbia già dato .. come dicevi te questo e lo scorso anno sono stati importanti per dare quei segnali che ci aspettavamo per il cambio di pattern che tutti ci auspichiamo e che dal 2020 .....  ;)

5
Come dicevo in altra stanza c'è da sperare che questa fase BH si mangi solo la seconda decade di febbraio e che dalla terza ci sia di nuovo spazio per una certa  dinamicità atlantica ma l'inverno è finito in questi giorni con la mancanta partenza della kelvin wave in zona a noi congeniale ( Atlantico e nn Europa occidentale ) , il jolly era da giocarselo adesso ...

6
Esattamente il nodo principale è proprio quello lì.
Più che sull'effettivo condizionamento troposferico che se anche qualora ci fosse (AO + o ++), qui saremo verso i primi di Marzo 1-7 diciamo, non è detta che il VP risponda subito con zonalità alta, anzi, è proprio in quell'occasione lì che secondo me potrebbero  verificarsi le condizioni migliori per i movimenti retrogradi continentali più corposi ma il tutto potrebbe già partire prima.
Domani guardo se riesco a spiegarlo meglio che stasera forse l'ho fatto in maniera un po' troppo confusionaria...
tanti auguri e condivido ...  ;)

7
Importante segnale arriva da reading stasera ... ;)

8
Esatto giorni decisivi i prossimi per decretare le sorti della seconda decade : 1 BH 2 retrogressione ...  :)

9
Ragazzi c'è da chiarire una cosa , in queste condizioni PDO + like nel momento che le velocità zonali riprenderanno vigore con il riaccorpamento delle masse del vpt con indice AO + , le soluzioni sono due o una bartlett high o una retrogressione , i modelli su queste due opzioni ancora nn hanno deciso , c'è da pazientare anche perché le retrogressione sono sempre di difficile digestione , per loro è più facile l'hp su di noi . La retrogressione c'è la giochiamo entro le fine prima decade , poi tornerà a scendere l'indice AO e torneranno a farci visita le articate ...  :)

11
...tra i soliti papabili, per me ragazzi, chi più chi meno, in questo forum si viaggia sempre su alti livelli e mi riferisco alle specifiche analisi. Per quanto concerne gli Outlook, quest'anno poi, quando il ns capitano ha deciso di non fare le stagionali, ebbene, alcuni di noi, tra cui membri del CSCT,  ci siamo cimentati in questa ardua, ma DIVERTENTE impresa. Ognuno, poi guarderà il proprio risultato, ricordando che l'errore è parte della materia e che a mesi di distanza resta "impossibile" centrare nei particolari le dinamiche e le tempistiche, magari si centra in linea di "massima" e la cosa non è di poco conto!!

Comunque fatta questa premessa, per me, non è giunto il momento di fare resoconti, la stagione è ancora aperta, siamo ANCORA in risoluzione di questo condizionamento da ESE WARM e quindi non cadiamo nelle solite conclusioni affrettate.
La dinamica a cui riferisce sopra il Nonno è da mettere in preventivo in questo mese. Il vero sintomo ci arriva da questo indice….


(evito commentare, visto che ho già tutto descritto su grafico stesso)
coadiuvato poi da questa tendenza….

Quindi mi prefiggo un periodo successivo alla metà  del mese, l’ingresso di aria continentale per l’instaurarsi di una circolazione secondaria anti-zonale nelle nostre medie latitudini europee coadiuvato dalla spinta subtropicale, che ci arriva dall'attività equatoriale della Madden nel West Pacifico, alla seconda onda per una decisa espansione verso l'artico. Poi la dinamica susseguente, di coricamento dell’onda verso la penisola scandinava sarà favorito da una parziale temporanea ripresa zonale della circolazione principale alle alte latitudini, con l'impostazione di un asse del VP Principale, area RM vs mar di Laptev e questo comporterebbe a ricalcare un tipo di Pattern come da COBA 3 (ma visto più come periodico, che come mensile), ma dove il grosso dell'anomalia resterebbe ben ancorata nel continente asiatico, ma nuclei gelidi si proietterebbero verso ovest. Successivamente, in chiusura si andrà ad amplificare una maggior ingerenza un po' su tutto il comparto del Mediterraneo Centrale e quindi, la somma di tutte le configurazioni plausibili, di questo mese, potrebbe darci questo risultato finale di "media approssimativa mensile" nella distribuzione delle anomalie ai 500hpa.

se così non sarà, porgo volentiri le chiappe!!... ;D    ma alla fine sarebbe il primo vero calcio che mi prendo da questa stagione, difficilissima da leggere fin dall'inizio, ma che mi ha dato fino ad oggi, buone soddisfazioni. ;)
condivido in pieno la tua analisi che poi è quella tendenza che ho già dichiarato insieme ad altri qui dentro ..  fase caratterizzata da incursioni di aria artica/ polare marittima da ultima decade di gennaio primi  di febbraio con tendenza ad occidentalizzazione delle stesse ( vedasi quella che stiamo vivendo in questi giorni ) , avevo anche detto che ci sarebbe stata una maggiore propensione a ricarico umido delle stesse proprio per il pescaggio di aria umida meditterranea rispetto alla prima parte di gennaio , con maggiori apporti precipitativi per lo stivale tutto con termiche più propense a nevicate in pianura per le regioni settentrionali . Mi sembra che questa fase sia stata presa in pieno compresa la fase di addolcimento per il nord da me prevista che però nn  ha avuto gli esiti previsti e comunque modesti ... si poteva fare l'evento nevoso per 1/2 C in meno . Rimango saldo sulla mia idea per l'immediato futuro ( entro prima decade di febbraio ) su un possibile instaurazione  di un pattern scand + capace di attivare un nocciolo gelido siberiano con moto retrogrado obbiettivo meditterraneo centrale . Per questa fase penso che , forse mi ripeto , che il pattern PDO + like ci possa dare una mano per nn far prendere una direttrice troppo occidentale della colata . Questa fase dall'innesco alla sua conclusione credo possa caratterizzare una decina di giorni il tempo nel meditterraneo . Dopo ci troveremo in terza decade di febbraio e penso che l'aria artica  marittima possa venirci a trovare di nuovo , ma siamo già troppo in là ..  ;)

14
Guardando questo nn ci dovrebbero essere più dubbi ... primo impulso intorno all'epifania ...  :)

15
Infatti Filippo , potevano evitare questo articolo è una chiara forzatura per cercare di giustificare un errore in chiave previsionale ...  ::)

17
Direi che finora gli step sono confermati .. fino ai primi di febbraio si andrà avanti con entrate di aria artica marittima con tendenza a prendere una via più occidentale rispetto al periodo appena passato  dove gli ingressi erano molto più meridiani e anche più veloci . Ora dovrebbe esserci un richiamo prefrontale più accentuato con migliori apporti precipitativi ma anche un quadro termico nn più favorevole alle nevicate al piano , se nn al NW . Possibile in questa fase un possibile incisivo passaggio perturbato con neve d'addolcimento sul settentrione . La fase successiva vedrà un drastico calo dell'indice AO in concomitanza dell'impulso propagativo di easternlies in troposfera con tendenza a divergenza del getto in Atlantico per il calo delle velocità zonali con formazione di zona di hp su zona scandinava / Russia settentrionale ( scand+ ) e la possibilità di retrogressione di masse gelide da est con obiettivo centro Europa meditterraneo. Mi fermerei qui . upload photo

18
I modelli oggi ancor più di ieri danno dei segnali molto incoraggianti riguardo le proiezioni che abbiamo fatto nell'altea stanza un po' di tempo fa .. il pattern scand+ comincia ad essere prevalente nelle code dei modelli con annessa retrogressione di masse gelide da est .. il pattern presente ad oggi ( EUL ) ci dovrebbe dare garanzie che l'incontro tra masse d'aria diverse ( atlantiche / continentali ) avvenga proprio sul meditterraneo evitando derive troppo occidentali , un'aiuto arriverebbe anche dal PDO + like. Intanto incassiamo i buoni segnali poi valuteremo le situazioni orticellistiche . Il quadro previsionale per il mese di febbraio sta cominciando a prendere forma e il reversal pattern auspicato sembra vicino . Penso , come detto in altra stanza , che lo stesso per i motivi detti prima si svilupperà con valori di AO marcatamente negativi ma in combinazione con valori di NAO negativi ma nn estremi . Intanto prendiamoci fino ai primi di febbraio questa reiterazione di affondi artici sperando che portino altre occasioni di neve per il centro - nord ...  ;)

19
per GFS (sia parallelo che non) saremmo a pochi giorni dall'inizio di "runs continentali"




abbiamo un'ottima occasione..vedremo se sapremo sfruttarla.. ;)
perfetto nonno .. i segnali positivi in merito cominciano ad essere sempre più evidenti nelle code  dei gm ... nn ci resta che aspettare la fine dell'azione artica marittima sull'Europa centrale e meditterraneo e poi cominciare a valutare lo scand+ e l'eventuale azione retrograda di masse di aria gelida . Ripeto per chi prendesse queste parole come sentenze che niente è certo ma si parla di possibili evoluzioni che però cominciano ad essere sempre più presenti nei disegni futuri dei modelli troposferici . Sottolineo come già altri più preparati di me che l'instaurazione del pattern EUL in questi giorni dovrebbe essere una solida garanzia di interazione est/ovest proprio sul meditterraneo centrale evitando derive troppo occidentali delle masse gelide in connubio di un reversal pattern con valori di AO negativo anche marcati e una valore NAO negativo ma nn troppo ... monitoriamo e vediamo l'evoluzione intanto prendiamoci una serie di affondi artici marittimi che fino si primi di febbraio ci terranno compagnia e se avremo un po' di fortuna potremmo ricavarne qualcosa di buono in termini di neve ...  ;)

20
be perdonami, allora trovo poco utile dire pure che si scorgono i primi segnali visto che sono carte che valgono pochissimo, non a caso da ieri ad oggi sono già cambiate e non in meglio ;)
scusa allora nn ci siamo capiti ... questa è una stanza per proiezioni a lungo termine dove le possibilità di prendere cantonate sono elevate , nn siamo nella stanza di analisi modelli . Qui si valutano carte e segnali molto volubili e quindi con poca valuenza ma ogni giorno si cerca di fare una proiezione a lungo termine rischiando figure di m..... , noi ci proviamo , se qualcuno ci vuole seguire bene altrimenti ci sono altre stanze dove scrivere . A me la proiezione a lungo termine mi affascina di più che quella a breve termine se vuoi seguire i miei ragionamenti fallo se nn vuoi sei libero qui di fare i tuoi e metterti in gioco .. chiuso OT .

21
PS . Stiamo parlando di carte riferenti ai primi di febbraio oggi è il 22 gennaio ..  ;)

22
Perdonami, dove li vedi questi segnali? Perchè io nei principali modelli non vedo neanche un accenno a scand+ e discese continentali.

Siccome non è la stanza giusta mandameli pure in privato se vuoi, grazie ;)
in alcune uscite già di ieri su alcuni gm lo scand ha cominciato ad uscire in modo raffazzonato sulle code di alcuni modelli . Stiamo sempre parlando di long quindi nessuna certezza ma si valutano segnali . Io lo sto monitorando e bisogna anche saper leggere tra i meandri del long range dei modelli .

23
Io continuerò a recitare la solita parte della "Cornacchia", ma in troposfera, fin dove arriva il range previsionale "accettabile" dei modelli, ossia attorno alle 120-144 ore, continuo a vedere la solita dinamica da displacement, perdipiù con il lobo nordamericano del VPT in una posizione tale da costringere la JS nordatlantica ad accelerare, nelle zone per noi sensibili e determinanti, ossia l'area nord-occidentale tra Labrador e Groenlandia. Quindi NAO che tende a rimanere (circa) neutra, mentre per Nord e Toscana sarebbe preferibile una negatività debole/moderata dello stesso indice. Se tanto mi da tanto continueranno ad alternarsi masse di aria polare marittima e artico marittima fino al termine dello stesso range previsionale, poi magari cambierà tutto e avremo o il collasso del VPT o la ripartenza dell'onda pacifica e lo SCAND+, ma  i global forecast sono davvero contraddittori sul lunghissimo termine... vaghi segnali, ma un po' più netti a livello troposferico, per ora li intravvedo solo nei forecast NOAA del PNA, che solitamente sono abbastanza stabili e quindi meritano un po' di fiducia... ma ora come ora mi pare che la stratosfera, in termini positivi (per alcuni) e negativi (per altri) abbia manifestato gran parte del suo potenziale e che sui segnali prevalga ancora il rumore di fondo... ergo per me si naviga a vista. Aggiungo anche che l'idea di Foianese, di una ingerenza importante di tipo nordatlantico, sulla circolazione europea, con asse WNW/ESE e target inizalmente italo peninsulare/balcanico (effetti maggiori sui versanti orientali e al Sud, alto Tirreno e Nord parzialmente protetti e/o ai margini) mi sembra per ora confermata e troposfericamente molto plausibile...
sul discorso in riferimento al pseudo condizionamento displacement sulla circolazione troposferica nn mi trovi d'accordo .. il displacement nn condiziona secondo letteratura la troposfera ma il disturbo si ferma alle soglie di essa .. questa è una dinamica di condizionamento da MMW split che per i motivi riguardanti il pattern PDO + like nn ha permesso l'immediata break down del vpt , la propagazione per questi motivi è stata balbettante e vedremo se avrà una più proficua attività in seguito . Nessuno ha certezze e valuteremo insieme quello che la natura deciderà ... come spiegato nel post di risposta ad Alessandro 669 la fase che stiamo vivendo compresa la precedente ( prima parte di gennaio ) e quella che vivremo a breve ( fino ai primi di febbraio ) riguarda essenzialmente un mancato consolidamento ad un 2 wave pattern con onda atlantica poco intrusiva e convergente per il condizionamento del pattern PDO + like che modula in modo negativo il wave train troposferico . L'unica via di uscita è quello che noi tutti possiamo augurarci che avvenga è che con la traslazione della mjo in fasi a noi congeniali consenta una attività d'onda più importante che porti al break down del vpt ...

24
Si Filippo , sei sempre ottimo e puntuale nei tuoi interventi dalla stanza dei bottoni  :P.... Stamani si vedono segnali ancora più convincenti di quello che parliamo e speriamo da un po' di tempo  .. basta guardare l'emisferica di gfs 00 z ... diciamo che il primo step di febbraio comincia a manifestarsi con sempre maggiore frequenza nel medio / lungo termine con una fase di  scand+ che faciliterà entro i primi giorni di febbraio la retrogressione di aria gelida nel cuore dell'Europa . Da lì sarà immediato il passaggio allo step 2 favorito dal pattern EUL che si sta proprio consolidando in questi giorni . I tempi sono maturi per l'auspicato reversal pattern ....  8) ;D

25
Voi siete impegnati  per mercoledì ma io è da un po' che vi sto lavorando su domenica/ lunedì .. si gioca su più fronti .. che lavori ... ;D

26
Vi piace allora l' EUL .. eh ..  ;D

27
il fanta di gfs mi pare che proponga una distribuzione delle anomalie molto coerente con la distribuzione che aveva indicato per febbraio
o sbaglio?


infstti credo che il pattern EUL sia abbastanza confermato da tutti i gm oggi è sarà garanzia di molta dinamicità in area mediterranea con precipitazioni e un discreto profilo termico per tutto lo stivale . Questo quello che traspare fino agli inizi del nuovo mese .Dopo dovrebbe aversi una migliore attività d'onda con l'instaurazione del 3 wave pattern . Qualcosa i gm in merito cominciano a mostrarlo nelle loro code .. :)

28
E' instabile Gfs e commentate Icon... io non vi capisco :D

Tra una settimana ne riparleremo è ancora ultra long, se proprio vogliamo dire due parole Gfs vede tutto in Spagna (ma ormai è un suo classicone) mentre Reading superlativo.
da retta .. meglio per noi del nord e Appennino avere la Spagna ciclonica con le colate ad ampio respiro , diverso il discorso per Toscana e medio Tirreno .. per loro il meglio è l'ingresso dal Rodano .. a noi il Rodano va bene ma anche no vedi mercoledì .. quello che va bene a noi nn può andare per forza bene anche ad altri .. ma visto che siamo in secca noi del nord ben venga la Spagna ciclonica con richiami umidi poi valuteremo con calma le termiche.. ma se nn hai le prec delle termiche te ne fai poco .. vedi prima parte di gennaio ..  ;)

29
Da presbite guardo il medio long di gfs 06 e noto che conferma insieme agli altri gm la reiterazione del pattern EUL , garanzia per i prossimi giorni di buone precipitazioni con un discreto profilo termico in attesa di un successivo sconquasso del vpt per i primi di febbraio . Diciamo subito che in questa fase il nord e l'appennino settentrionale avrebbero le maggiori possibilità di neve ..  :)

30
Dove si possono trovare i spaghi della mia zona?
Grazie 😉
in un negozio di alimentari della tua zona ..  ;D

31
Giusta analisi fabry che condivido in pieno nello specifico per le dinamiche troposferiche che ci stiamo accingendo a vivere ( prossima settimana ) e che saranno molto importanti , come già detto , per l'instaurazione del pattern EUL con coinvolgimento diretto e reiterato del mediterraneo centro - occidentale da aria artica - marittima con maggiori possibilità di coinvolgimento delle zone del nord e Toscana da basse pressioni alimentate in quota da aria fredda artica e di conseguenza maggiori possibilità di precipitazioni nevose anche al piano . La seconda fase che dovrebbe avere inizio grosso modo intorno alle 180-192 h da oggi avrà la caratteristica principale di avere un'onda depressionaria più occidentale e quindi con maggiore raggio d'azione e quindi la possibilità di accumulare molta più umidità dal mare meditterraneo occidentale con conseguenti minimi depressionari più stazionari e meno veloci a scappare verso sud come quello che avverrà con l'irruzione artica della prossima settimana . Da questo step in poi sarà possibile l'instaurazione di un blocco Atlantico in evoluzione in scand + che favorirà la retrogressiine di masse d'aria gelide dall'Europa orientale / Russia . Questo provocherà il break down del vpt con 3 wave pattern . Fermiamoci qua che siamo già andato troppo oltre .

32
Intanto comincerei a tenere d'occhio anche il periodo da domenica 27 / lunedì 28 perché con il rallentamento più deciso delle correnti zonali potrebbe favorire un'entrata meno strozzata dell'aria artica sul meditterraneo con caratteristiche di reiterazione . Tenere d'occhio il range dalle 180/192 h in poi ... già qualcosa gfs / gfs PARA / reading fanno vedere e stamani confermano .

33
La conca barica è da mo' che c'è (vedi la 552dam oltre la Tunisia). Per di più una discesa gelida @500hPa con geopotenziali bassimi + una -2/-3 @850hPa io non l'ho vista molte volte (e di anni ne ho). Non mi pare che sia da buttare il Grande Buio.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
bravo infatti il grande buio nn viene per caso ma per innesco di dinamiche future molto più propizie .. una spiegazione in merito l'ho data nell'altra stanza e i grafici o carte postato da Filippo ne sono  perfettamente la sintesi .. tempo al tempo siamo ancora al 19/1 ..  ;)

34
Ragazzi vi capisco , anch'io ho la pazienza esaurita ma voglio solo dire che quelle fantasmagoriche carte che si vedevano fino ad ieri erano un po' frutto della fantasia dei gm ed era per quel motivo che nn avevo fatto nessun commento in merito .. me lo aspettavo .. erano fatte apposta per entusiasmare per poi deprimere ma ribadisco che la mezza misura è ancora possibile anzi quasi certa è la dama qualcuno la vedrà ma nn messa in maniera epocale .. il resto è confermato .. ci sarà da divertirsi .. rideranno in tanti qua dentro .. e mi dispiace dirlo perché ci sono anche utenti del meridione e adriatiche che ci seguono , ma per loro il futuro febbraio sarà più tiepido e asciutto  ... torno in silenzio e vi continuerò a seguire dalla stanza dei bottoni  :P

35
Nn riporrei troppe aspettative sull'aziine artica della prossima settimana troppo figlia del pattern ancora in auge da iniziò gennaio . Il jet stream è ancora troppo modulato in senso negativo dalla PDO + , quindi la tendenza ad azioni veloci e minimi attratti dal basso meditterraneo è ancora troppo impressa di default nella dinamica . Ci potranno essere modifiche e miglioramenti nella posizione del minimo è nella sua stazionarietà ma le carte che fino ad ieri si vedevano con bassissimi gpt stazionarie sul ligure credo che n torneranno .. ripeto ci potranno essere limitate modifiche di un 100 km e qualche ora che potrebbero comunque regalare soddisfazioni ma credo che il nord e Toscana nn saranno l'obbiettivo principale della dama .. contentissimo di essere smentito . Molto più importante , secondo me , la creazione  di una falla barica nel mediterraneo che sarà il punto di svolta per le dinamiche che si presenteranno nel mese prossimo .. questo sarà il vero regalo della prossima settimana ..  ;)

36
e perchè mai?...lo step 1 è essenzialmente pro sud e adriatiche, il 2 con NAO negativa favorirà maggiormente il centro nord. L' episodio di mercoledì è soltanto, appunto, un episodio figlio del riassetto circolatorio in atlantico... post blocco britannico.
ed infatti io nn avevo riposto molta fiducia in questo primo impuso artico evitando di commentare le uscite modellistiche che fino a qualche giorno fa facevano vedere scenari inconsueti per il meditterraneo centrale condito da gpt da nord Europa . Era ed è una fase d'innrsco della dinamica che subisce ancora lo schema del wave train della PDO + con azioni troppo veloci e meridiane per troppa spinta del lobo canadese . Una dinamica , quella della prossima settimana , figlia del pattern configurativo di inizio gennaio con rapidi impulso da NW verso SE , ed è uno dei motivi per cui nel deterministico troposferico si è abbandonata l'idea gradualmente di minimo sul ligure con bassissimi gpt e reiterazione ma ha acquistato valore l'ipotesi di minimo basso meno estremo e più veloce . Molto più importante sarà la prossima fase per la creazione  di una falla barica nel meditterraneo secondo il pattern EUL e la successiva temporanea spinta zonale favorirebbe una fase in scand + con retrogressiine da est di aria gelida a confluire nel pozzo meditterraneo  . Questa azione sarà il preludio ad un successivo più coriaceo blocco Atlantico,  dovuto all'azione congiunta di un maggiore gradiente orizzontale di temperatura alle medie latitudini e una contemporanea riduzione o azzeramento delle velocità zonali per la più decisa  propagazione del momento easternlies sul NH individuabile per fine mese . In quel frangente , molto probabilmente , arriverà il break down del vpt e lo step 2 disegnato da Filippo avrà sfogo , con grandi potenzialità nevose per il centro nord con una reiterazione della dinamica che coprirebbe tutto il mese di febbraio ..

37
Ragazzi il circo apre settimana prossima ... per un po' ci sarà da divertirsi .. la ferita inferta dall'azione artica nel cuore del meditterraneo nn si rimarginerà in fretta come alcuni modelli fanno vedere stamattina .. l'EUL sarà la caratteristica principale del prossimo lungo periodo invernale chi prima chi dopo avrà le sue occasioni .. come già avevo accennato post fa più che l'evento incisivo ci ricorderemo della lunga fase invernale che ci terrà compagnia .. sarà un reversal pattern che scombinerà totalmente e definitivamente lo scacchiere euro - Atlantico .. la base solida per i prossimi inverni come detto da Filippo .. ripeto nn scoraggiatevi per i balletti dei modelli la giostra deve ancora cominciare si andrà di step by step .. è una fase maledettamente complicata per i gm che devono sconvolgere un'assetto che da parecchi anni ormai si era incancrenito ...  ;)

38
Nn andate oltre le 96h .. e comunque è appena iniziato il circo ..  ;)

39
prossimi run si va di metro da sarta ..  8)

42
Uno dei segni che tuttavia continua a rendere molto particolare il SSW di tipo split registrato nelle scorse settimane, è ancora una volta la lentezza con cui il VPS tenta di rafforzare nuovamente il suo momento di moto antiorario nell'alta strato: questa è un po' la cartina al tornasole di una dinamica di trasmissione molto più lenta rispetto a quella che si sviluppò lo scorso anno.

Si vede infatti abbastanza chiaramente come la ripartenza del flusso zonale resti ben definita alla quota di 1 hPa, mentre continua a rimanere piuttosto saldo il decoupling con i piani isobarici poco più bassi (10 hPa).
Questo è ben testimoniato anche dal decentramento dei principali nuclei di EPV alle medesime quote.





Le conseguenze a questa difficoltà di ripartenza potrebbero comunque suggerire una progressiva diluizione delle dinamiche trasmissive in bassa troposfera, il che renderebbe la seconda e la terza parte del nostro inverno ancora segnati da un vortice polare fortemente condizionato da tali processi.

E questo inizia a riflettersi nitidamente anche sulla circolazione nei piani più bassi verso latitudini polari.



Il fatto più evidente comunque è che la risonanza in troposfera di questo puzzle molto complesso da completare inizia ad essere letta a grandi linee anche dal determinismo intorno alle 168-192, con il dislocamento solitario di più nuclei di vorticità rispetto al Polo.

Questo con ogni probabilità può essere considerato come il secondo segno più evidente dopo il rallentamento del moto antiorario del vortice canadese e del vortice siberiano in bassa troposfera, di cui già vi avevo parlato qualche giorno fa.


complimenti .. bella analisi .. in fatti tutta la dinamica come già avevamo notato è proprio particolare per la lentezza nella propagazione molto probabilmente come già accennato da altri per il fattore PDO + che ha influito negativamente sull'ommediato break down del vp .. particolarità questa che molto probabilmente condizionerà la restante parte dell'inverno con una progressiva ma costante destrutturazione del vpt che sarà garanzia di una lunga fase invernale per le medie latitudini , Europa e meditterraneo comprese . Ci sarà da divertirsi ma anche da valutare step by step tutte le possibili evoluzioni senza andare troppo in là con le proiezioni come diceva il nonno proprio per la grande difficoltà dei gm di digerire la  particolare dinamica ... nn ci annoieremo ..  ;D

43
è dal 4 Gennaio che abbiamo propagazione, l'avrò ripetuto 100 volte.  Purtroppo molti si concentrano sui venti zonali ma non hanno la minima idea di come funzioni un ESE.
La NAO non scenderà perchè al momento l'asse rimane PDO+ like, quindi no collassamento del VP.  L'occidentalizzazione può essere favorita anche da una NAO+, perchè l'asse del blocco zonale si piega da Sud/Ovest verso N/E....
scusa Filippo ma devi amettere  che tu avevi previsto 50 cm di propagazione nel mio orticello eheheh .. ops .. volevo dire neve .. boh .. son confuso , pensavo che propagazione e neve fosse la stessa cosa ... magari 50 cm di split sono uguali a 50 cm di neve .. dovrei ripassare le unità di misura .. forse è meglio ...  ;D

44
Confermo anch'io dal 20 in poi .. e le carte lo stanno a testimoniare .. da quel target in poi finalmente avremo tante occasioni .. sarà lunga la faccenda è le similitudini con il 2013 cominciano ad essere tante ... e penso che anche marzo potrà riservare sorprese ...  ;)

45
100 pagine di FNM .... :P ;D

46
Infatti penso che secondo il quadro troposferico potremo al massimo beneficiare azioni da NW e successivamente da N .. quindi prima si inizierebbe con aria polare marittima per terminare con aria artica marittima .. nessuna dinamica da evento storico ma concrete possibilità di avere entrate dal Rodano con buoni apporti precipitativi solidi su Alpi e Appennino centro settentrionale . Sarà possibile anche il parziale coinvolgimento delle zone di pianura ma principalmente del nord . La chiusura continentale che si vociferava per febbraio penso che nn andrà oltre ad un pattern scand + con scarse chance di un remake febbraio 2012 ... questa la mia idea visto il quadro PDO .. la rimanente parte dell'inverno rimarrà credo molto dinamica con un continuo contributo di aria polare marittima / artica marittima  sul meditterraneo .. una buona fase invernale ma senza acuti clamorosi ... credo che si recupererà un quadro pluviometrico decente se nn abbondante su alcune zone ..
questo quello che avevo scritto in merito alla possibile evoluzione troposferica per la nostra penisola tra l'ultima di gennaio e febbraio ... sembra che i gm comincino a tracciare la strada del prossimo futuro su questi binari ...  ;)

48
Reading fuga ogni dubbio è propagazione ...picture hosting ;)

49
Pensavo di fumarmi una sigaretta nell'attesa ...

50
Prima che inizi gfs 18 .. mi raccomando 1 A TESTA ... che poi fate come Filippo e disegnate cartine tutt'a la notte ...

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 14