BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Stevesylvester

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 26
1
no, però si è fatto intendere che piove più agevolmente con una sinottica anzichè un'altra...secondo me se entriamo in un fase dove nelle sinottiche sono più frequenti i blocchi atlantici tra uk e Islanda avremo precipitazioni più frequenti con questa sinottica..

P.s. UKMO si dovrebbe allineare a GFS:

Mi pareva ovvio che certe sinottiche maggiorino la probabilità di piogge cosi come altre la diminuiscono . Se tutte le sinottiche dessero la stessa probabilità a tutti i fenomeni, o anche solo la pioggia, perderebbe di senso qualunque previsione.
Tu stesso sostieni che una fase in cui i blocchi tra UK e Islanda sono più frequenti porterebbero precipitazioni più frequenti....evidentemente lo dici rispetto ad altre sinottiche che ne vedono meno.
Comunque per spazzare via dubbi : la sinottica che in questo scorcio di stagione secondo me è la più fruttuosa per le precipitazioni toscane è quella che ho postato prendendola in prestito da Cloover con Atlantico spalancato, magari con un bel corridoio depressionario che si instaura in Mediterraneo  al suolo da nw con sistemi frontali veicolati da bei rami ascendenti del getto,graditi strappi nel medesimo.
Da questa situazione siamo lontanissimi e in più col crearsi di un blocco atlantico nella modalità prevista, per l' Atlantico, sempre secondo me per carità, si chiude bottega specie per atlantico basso, con limite collocabile al 25.
Puo piovere comunque? Ovviamente si ma stante la situazione (secondo sempre il qui presente) ci restano solo avvezioni polari marittime ritornanti o del tutto continentali con rami al massimo solo secondari del getto polare su di noi. Che sono nettamente meno favorevoli alle piogge toscane. Ammetto che è una previsione di massima, un po' scolastica e forse banalotta ma fino grossomodo al 25 credo andrà cosi. Dopo...boh si starà a vedere. Cio detto per me il mezzo OT è chiuso, ciascuno si farà la sua idea.

2
Prendo a prestito l'immagine di la postata da Cloover per far capire cosa intendo per  rimozione del blocco altopressorio su UK e ingresso atlantico.
Giungere alle anomalie ideali visibili nell'immagine con inizio dell'ingresso deciso a latitudini nordafricane del getto polare principale, atlantico tra islanda e Inghilterra ciclonico. Il blocco anticiclonico trasla col centro di massa lontano ad E.

3
...................... La presenza di una vasta area di bassi geopotenziali ormai quasi semi-permanente sulla penisola iberica verrà disturbata nella giornata di Mercoledì da una graduale distensione e rafforzamento dell'anticiclone azzorriano (dovrebbe esser lui se non erro)............Uno sblocco della situazione con l'avvio delle grandi piogge atlantiche autunnali si potrebbe vedere se tale mia piccola teoria (senza troppe pretese) fosse esatta nel corso di Novembre verso la fine della prima cinquina (seguendo il ragionamento del 2017).............
Buonanotte sul serio ora  :)
E vediamo se si vede un po' d'acqua. Per ora l'alta delle Azzorre (è proprio lei  ;D) si sta comportando come spesso negli ultimi mesi: elevazioni sghembe a formare specie di Weikoff con e senza Scand+ efficacissime nello strangolare in cutoff qualsiasi saccatura abbia tentato di entrare da ovest.
Ma, come hai detto, sembrano finalmente alle porte modifiche e non più miraggi.

4
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana domenica 14 ottobre 2018
« il: Ottobre 14, 2018, 05:34:59 pm »
La famosa instabilita' pomeridiana OttobrinaAnche qui nuvoloni ma pare innoqui.

Presto trovata la causa (carta sotto) , la risalita da sud della vecchia pozza di aria fredda in quota. Non c'e' verso, puoi avere tutta l'energia potenziale che ti pare nei primi due terzi della colonna ma se in quota manca supporto , succede poco o nulla. Viceversa anche una piccola cosa in quota, nonostante il nulla sotto, puo dar luogo a sorprese. Oggi comunque l'irraggiamento simil estivo ha dato grossa mano, il grosso dei temporali si e' sviluppato solo dopo le 16:30 nonostante il cutoff in quota fosse gia da qualche ora sopra la regione.
Ieri ho seguito pochissimo previsioni e modelli e devo dire che ogni tanto l'imprevisto fa piacere.


5
Mentre s'aspetta il cambio di passo, i centri per l'assistenza ai bisognosi ci spediscono un altra manciata di elemosine per i prossimi tre-quattro giorni.
Il cutoff in entrata oggi da ovest si pianta contro l'anticiclone-Schwarzenegger che ci protegge ,indesiderato ,da giorni e se ne va verso le Baleari seguendo pari la strada del precedente e generando in loco un robusto sistema frontale.
Incapace di procedere verso E ma favorito da una piccola dislocazione dei centri motori orientali, prima di esaurirsi il vortice riesce a mandare in blanda depressione anche parte del mediterraneo centrale entrando in fase al suolo con la bassa termica africana
Tra domani pomeriggio e mercoledi mattina con l'attivazione di correnti meridionali, riceveremo quindi la visita caritatevole dei resti dell'avvezione calda davanti al sistema frontale in formazione in queste ore e destinato a rapida lisi. Cieli spesso nuvolosi col passaggio a tratti di banchi piu' compatti associati a fenomeni da settore caldo.
Trattandosi di sistemi frontali residuali in balia di circolazioni blande, e' difficile dire quando esattamente e quanto potranno interessarci (comunque in modo tuttalpiu' modesto ) , la sinottica al suolo aggiornata (sotto) indicherebbe i fenomeni piu' probabili per martedi pomeriggio-mercoledi notte.
Poi fino a venerdi di nuovo circolazione orientale ma ciclonica e quindi piu' calda , leggermente piu' umida e con cieli sporchi. E' poco, molto poco, ma mala tempora...ecc.


6
Praticamente siamo rimasti l'unica regione ad oggi senza contributi precipitativi almeno normali

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
Di questa avvezione caldoumida s'e' beccato le uniche due cose garantite: il caldo e l'umido…………..me cojones…..

7
Mah, la meteogiornata è ancora lunga ma vivrà di episodi. Se in quota non c'è supporto è inutile arrabattarsi a scavare nelle pieghe. Possiamo contare solo su: orografia, convergenze, eddies e poco altro. Elenco che puo rivelarsi nefasto come visto nel cagliaritano, dato che la persistenza c'era, ma difficilmente si va oltre la scala locale. E gli anticicloni dinamici continuano ad avere il pessimo vizio di interessare tutta la colonna, senza azioni di pari livello li solletichi ma non li schiodi, eh no che non li schiodi.

8
Lo capiva anche un embrione………………..
;D ;D ;D questa m'ha fatto piegà!

9
Intanto alle Baleari ci sono morti per le piogge torrenziali..
...e sto sentendo notizie di problemi nel cagliaritano. Nelle prossime ore il ligure sara' sotto convergenza al suolo a lungo. Per fortuna non si individuano eddy vortex entro la corrente avvettiva, talmente veloce in alcuni punti da formare sorte di strappi. Il getto principale lontano, mitiga gli effetti della sinottica.

10
La tendenza per noi va appunto verso un incremento della subsidenza da E a partire da domani pomeriggio che però dovrebbe quantomeno aiutare a demolire prima del previsto l'occlusione facendo si che insista un po' meno sulle stesse zone. Questa avvezione calda si presenta cosi repentina e potente da raggiungere la Gran Bretagna nel momento più intenso, richiamata dai cicloni in Atlantico con valori al suolo non distanti dall'uragano. Nella prima pare della sua azione, tende a far cedere leggermente l'alta su di noi, grossomodo tra stasera e domani primo pomeriggio, in padana poi stagna un cuscino freddo che farà da "trampolino". In sostanza: in Toscana è ormai conclamato il decremento delle precipitazioni in intensità e durata a partire dalla costa verso l'interno ma sulle coste specie centro settentrionali e nei lati esposti allo stau - quindi lunigiana e garfagnana in particolare- potrebbero insistere i fenomeni per diverso tempo, da stasera. Nell'interno fenomeni più occasionali e sparsi ma possibili.

11
.....Magari sognassi di trom... la Belen ;D
Capitasse a me sarebbe il mio primo sogno piu' corto di 10 secondi  ;D ;D ;D

12
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana domenica 7 ottobre 2018
« il: Ottobre 07, 2018, 04:00:41 pm »
Barriera invisibile dopata: ON ;D
Non posso controllare ma a ricordo , la componente verso E dell'aria fredda in ingresso era poca. Vale a dire che piu' a oriente del dito corso non ci si aspettava nulla.

13
Grazie Roberto troppo buono  :-* ;)
Cmq piedi per terra, non c'è certo la perfezione teleconnettiva ed i rischi relativi ad un forte approfondimento del VPS rimangono reali.

Intanto dopo un mese di Ottobre con tempo perturbato al Sud e più secco al Centro-Nord,  per Novembre sarei propenso verso una progressiva mutazione del pattern Euro-Atlantico, con le piogge che tenderebbero a colpire in maniera copiosa proprio il Nord e la Toscana(quindi quasi un reversal EA pattern), e con freddo ancora lontano dal Mediterraneo.
Questa sarebbe un'evoluzione in linea a quanto discusso e andrebbe a condizionare pure la fase successiva:


AAAhhhh! Questa mi garba! Da pluviofilo accanito spendero' i miei scongiuri perché si avveri.

14
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana domenica 7 ottobre 2018
« il: Ottobre 07, 2018, 01:54:27 pm »
Qua s'e' riempito nell'ultima ora di cumuli dal congesto in giu' , cielo quasi coperto. Ma sembra manchi l'energia per l'ultimo sforzo che possa dare il via a qualche rovescio.

15
Sono stato io ad averla sopravvalutata ;D
Ieri sembrava un bell’affare ma poi si è spompato di brutto questo ciclone...
Comunque ancora non ci siamo con le sinottiche
Fallimentari sono soprattutto i lam che in particolare alla prova- Mediterraneo vanno in crisi. Nel caso della depressione di oggi tutto stava nel vedere quanto durava il filo di corrente atlantica che la alimentava da SW. Finito quello sarebbe sparita nel tempo dell'abbaio d'un cane.
A fine mattina il vortice era gia completamente isolato ed e' sparito in un amen. E' durato quanto bastava per ostacolare col contributo delle Alpi , l'ingresso del nuovo cutoff, che se ne andra' verso le Baleari.
Questo secondo cutoff è sicuramente abbastanza intenso da dare frontogenesi mediterranea ma non fara' progressi veso E, mancando l'apporto del getto. Per quanto si vede al momento, bisognera' aspettare la prossima ondulazione che lo faccia fuori , sganci i fronti e ce li porti versi casa . In pratica dobbiamo aspettare l'arrivo di un vecchio fronte freddo o una occlusione abbandonati e vaganti tra giovedi e venerdi. Roba da Caritas meteorologica... Vediamo.

16
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting toscana sabato 6 ottobre 2018
« il: Ottobre 06, 2018, 04:48:42 pm »
Quando dico che siamo messi male non lo dico per il gusto di lamentarsi.  :(
Qui sembra gia finito con un accumulo di 2,6 mm. Ieri dicevo che gran parte della regione da Siena in su avrebbe visto piogge intermittenti con accumuli migliori al massimo attorno ai 10 mm. La distribuzione delle piogge e' stata rispettata ma i 10 mm li ha fatti da Siena esclusa in giù, sopra ne ha fatti uno o due  :( . Di qui a stasera dovrebbe riuscire a fare qualche altra passatella , probabilmente anche dalle tue parti. Auguriamocelo. Anche perché il cutoff in arrivo dall'Atlantico non e' affatto detto che ci coinvolga. Quando e' abbandonato dal getto, un vortice perde gran parte delle componenti di moto e se trova sulla strada un altro vortice anche morente , ci sbatte sopra come su un muro.
Il vortice tirrenico, anche residuo,  puo fare tranquillamente da muro cambiando la direzione d'inerzia della nuova depressione.
Abbiamo a favore solo il rapido declino, piu' del previsto,  del vortice tirrenico che potrebbe levarsi di c..o .

17
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting toscana sabato 6 ottobre 2018
« il: Ottobre 06, 2018, 02:34:55 pm »
Che arrivasse sfiatata la depressione, si sapeva da ieri. Ma così è una lérnia , piove da banchi di nembostrati relitto di nuvole convettive. L'unico vantaggio di questa roba e' che invece di piovere 20 mm qua e 10 la lasciando vaste porzioni asciutte, fa 1 mm dappertutto.
Se la gode solo il gatto che dorme da stamani nella scatola in giardino, ogni tanto alza il capo, vede piovigginare, si rigira e si ributta a diacere.

18
Ovvia, la sinottica per domattina mostra le due tracce al suolo attese: modesta linea instabile a carattere caldo domani sull'Adriatico e oggi che sta dando pioggerelle da noi e poi la pseudoocclusione a carattere freddo che sara' responsabile di convezione sparsa gia dalle prossime ore sull'arcipelago e coste centrali  e meridionali dove tendera' ad insistere coi fenomeni maggiori. Poi nel corso del giorno i fenomeni si estenderanno grossomodo con direttrice da SSW un po' a tutta la regione. La depressione arrivera' dalle nostre parti gia in fase di senescenza , non piu' alimentata e in colmamento con veloce progressione. Zone meridionali costiere avvantaggiate per tempi e minor distanza dal centro di azione assieme ai rilievi per stau.
Secondo il mio parere, le precipitazioni saranno a carattere sparso e in alcune aree settentrionali probabilmente solo  intermittenti.
Nella maggior parte della regione a nord di Siena, cumulati mediamente modesti ( diciamo sui 10 mm) fatte salve le zone indicate prima e le aree interessate da qualche rovescio piu' intenso. Vediamo e speriamo .

19
La tristezza del periodo che ci aspetta si vede dalla frequentazione del thread  ;D

Comunque ennesimo ciclone mediterraneo in formazione per Arome, ma non sono un po' troppo frequenti?  ::)
Non e' uno nuovo. E' il vortice che porto' le piogge lunedi' e che, spostatosi sul basso tirreno, ha continuato a frullare semistazionario  bloccato a ovest dalla radice e a nord ed est dal centro di massa dell' anticiclone nordeuropeo che in cambio lo alimentava al suolo con le solite correnti fresche e secche retrograde. A sud era murato dal getto subtropicale che contribuiva a tenerlo in vita. Sono giorni che produce temporali tra basso Tirreno, canale di Sicilia e lo Ionio. Era previsto che rimanesse ad ovest della penisola.
Succedera' gia da domani che un affondo del getto in Atlantico - senza entrare in troppi particolari - lascera' un cutoff nei pressi delle Azzorre. La contemporanea dislocazione delle figure principali  e lo sgancio dal getto ,favoriranno la risalita verso l'alto Tirreno della depressione mediterranea che, ed e' qui l'asso da giocare, iniziera' ad essere alimentata nella prima meta' della colonna da correnti sudoccidentali umide provenienti dal cutoff atlantico che la ringalluzziranno con la probabile generazione di un paio di linee instabili, una a carattere caldo se riuscira' a richiamare avvezione da SE e una a carattere pseudooccluso fredda .
Sara' l' ultima botta di vita, l'alimentazione atlantica verra' meno alla svelta e il vortice si colmera' velocemente.
Le incognite per la regione restano parecchie, la principale e' relativa alla durata della sua alimentazione da SW. Se dura abbastanza in regione potremmo ritrovarci un sabato , specie di pomeriggio, con convezione diffusa. Altrimenti solo nuvole. Seguiamola.


20
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting Toscana martedì 2 ottobre 2018
« il: Ottobre 02, 2018, 05:51:20 pm »
Qui alla fine abbiam fatto circa 16 mm. Non so se avete notato che tutto il vento anticipato non s'e' visto. Era probabile, oltreche' il gradiente barico orizzontale , vanno osservaate le sue tendenze. E in questo caso le tendenze contrarie in atto gia ieri in tarda sera erano due: una dovuta all'allontanamento verso sud del minimo al suolo non compensato da un parallelo incremento barico a nord e l'altra la sua veloce tendenza a colmarsi. Salvo una finestra di poche ore a cavallo della nottata con intensita' media da brezza tesa, il vento poi e' andato rapidamente calando.

21
Domani finalmente nuvole e piogge, inizialmente " prefrontali" anche se fronti conclamati non se ne formano, gia domattina.
E poi per il resto della giornata piogge convettive a seguire in serata la probabile entrata di una pseudo occlusione generata dalla chiusura dell'ingresso freddo mediterraneo con quello facente parte della stessa massa d'aria ma in ritorno dalla porta di bora e dalle valli alpine.Il tutto accompagnato dall'asse di saccatura in quota. La distribuzione delle precipitazioni a fine evento dovrebbe coprire buona parte della regione . E' la prima entrata "franca" di aria fredda dal golfo del Leone (immagine a 850hPa) e questo e' segno autunnale, il primo, in questa dinamica che presenta invece altri segni ancora legati alla sinottica estiva passata, vedi l'entrata sguincia della saccatura in quota. Altro segno non piu' estivo e' l'accompagnamento del ramo principale del getto anche se lo stesso abbandonera' velocemente la saccatura in cutoff per riportarsi oltre il 50° parallelo, chiuso rapidamente da ovest dalla rimonta anticiclonica.
In pratica stiamo assistendo al lento abbassamento di latitudine stagionale delle strutture principali con l'aria fredda in arrivo o da nord ( come in questo caso) o da ovest che non sbatte piu' sopra le alpi schizzando via tipo flipper ma , affondando un po' di piu' le aggira riuscendo ad entrare in Mediterraneo.
Stante la cella di Ferrel ancora ampia ,altro segno di persistenza della sinottica trascorsa, una entrata siffatta sul Mediterraneo centrale con cutoff in quota lascera' a ballare una lacuna fredda dura a colmarsi alimentata dal solito rientro continentale favorito dal solito anticiclone in arrivo con centro di massa alto.
Il vortice - questo invece e' un altro piccolo buon segno - non trovera'piu' anticicloni con radice subtropicale abbastanza forti da scalzarlo verso est come successo fin'ora e tendera' a stazionare abbastanza indisturbato ad ovest della penisola. Si spera possa calamitare qualche altra discesa fredda successivamente.
Tutto fa brodo, stiamo uccidendo il cattivo a colpi di cottonfioc ma per ora questo e'.


22
La storia del Medicane e' probabilmente la solita esagerazione. Si tratta di un vortice esattamente fotocopia di quello che ha stazionato per giorni tra Sardegna e coste tirreniche, piu' cattivo causa mare piu' caldo tra Ionio e coste greche ma appunto, in grado di sopravvivere solo in mare. Il fatto poi di portarsi in un arcipelago fitto di isole non fara' mancare dei danni ma secondo me siamo lontano dagli estremi del medicane e il traslare verso terra e verso l'Egeo piu' fresco dovrebbe smontarlo rapidamente.
Le carte mostrano valori e ordini di grandezza del tutto paragonabili al precedente cicloncino tirrenico. La stagione trascorsa con la cella di Ferrel molto gonfiata, si è visto che ha lasciato il Mediterraneo orfano di scambi meridiani potenti, solo secondari. E ora , in mancanza di scambi orizzontali sufficienti, il mare ha reso la troposfera un calderone che tenta di smaltire con violenti scambi verticali il surplus.
Piuttosto, e' raro e' che due vortici dello stesso tipo ad alta energia abbiano raggiunto la scala sinottica a poca distanza temporale uno dall'altro e scollegati completamente dal getto principale.

23
tu sei quasi da bannare a leggere i che tu hai scritto sopra  ;D

cmq auguri Nucleo
;D ;D suvvia! Gli è scappato e per forza, a furia di sentire che anche quest'anno pe' vedere qualcosa ci s'ha bisogno di c..o.

24
Boh, proviamo a credere almeno in una passatina piovosa, anche se è dura  ::)
Auguri anche da parte mia. E proviamo a crederci.

25
Le cose si stanno disponendo per avere tre giorni di tramontana bella tesa tra lunedì e mercoledi'. E ci va ancora bene perché mi ma' era solita dire che " la tramontana dura cosi': tre, sei o nove dì " , siamo quindi al minimo  ;D e in Maremma quando batte, batte bella forte non trovando ostacoli per chilometri.

26
Il cicloncino bassotirrenico non e' evoluto in nulla di drammatico ma continua da tre giorni imperterrito a dissipare energia accumulatasi in mare ( ed a aumentarlo di livello…). In pratica sta raffreddando il medio e basso tirreno.


27
Meglio di questo strazio di sicuro, ma io dopo l'Estate avrei preferito l'autunno e non l'inverno. Ma sono precipitofilo e quindi il giudizio è influenzato dai gusti personali. Se non cambia registro per i moccoli seri c'è tempo in inverno ;D
Idem. Ma non disdegno una raffrescata degna di quel nome, è da Marzo che aspetto  ;D.
Va detto che e' una botta singolare, un vero cazzotto che sembra dare il de profundis istantaneo e definitivo alle temperature di quest'ultimo periodo.

28
Dice il 12z faccia schifo...io mi cheto sono un ignorante e pertanto leggo e cerco di imparare

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
Continua a mostrare un calo repentino della temperatura per colata fredda con direzione Balcani. Piogge " a latere".
In fondo e' una configurazione vista non di rado ultimamente, solo abbassata di latitudine...

29
ecco l'aggancio col ciclone tirrenico...

Ovviamente nella emissione 12z perde forza il cicloncino lungi dall'evolvere in qualunque direzione se non quella piu' probabile in fondo: abbondanti piogge marine, temporali forti ma localizzati, piuttosto rapida perdita di forza sul posto con tendenza a modesta componente di moto verso SW quindi regione Toscana interessata solo in modo sporadico domani nel quadrante SW. E soprattutto , mancando energia , manca anche l'aggancio con l'aria fredda europea sparito rapidamente dalle sinottiche.
Torna l'estate  ;D

30
ecco l'aggancio col ciclone tirrenico





Bene, vediamo se ne va dritta una. Le cose da mettere a posto sono ancora parecchie a cominciare dalla necessità che il cicloncino mantenga sufficiente energia e tenga la posizione e questo vorrebbe dire evolvere piu' verso un vortice ciclonico a dissipazione piu' lenta che sarebbe meglio per tutti. Sono ancora in treno, sono curioso di vedere il 12z.

31
Il wrf europe mette un 1007 hpa ,più stretto  di altri modelli


Visto. Interessante nell'immagine anche il potente fronte freddo oltralpe. Il cicloncino sardo potrebbe fare da gancio per trascinare finalmente aria fredda sul mediterraneo e dare via a frontogenesi. Sono al lavoro, appena a casa guardo tutto.

32
Lo vedo comunque organizzato,piuttosto statico tra sardegna e medio tirreno.venti molto forti e temporali violenti si muoveranno tra corsica e sardegna.è possibile un TLC? non è molto profondo ma si muove in un regime di alta pressione.ricordo che qielle zone sono ancora in stagione top e abbastanza affollate
TLC non credo. È un sistema di convergenze che sfrutta, è vero, il mare caldo. Ma per evolvere in TLC secondo me mancano i gradienti orizzontali e  anche verticali sufficienti, il cuore caldo è di pochissimi gradi superiore all'aria circostante e soprattutto il getto è altrove, non sembra infatti di vedere alcun settore caldo. E anche le piogge previste superano si i 200 mm ma in 24h, un TLC riesce a scarica in un'ora. Comunque interessante e, speriamo, non dannoso.

33
:o

massima attenzione tra sardegna e sicilia ,possibile ciclone  nelle prossime ore,con apice della bassa pressione venerdì.





Sembra si tratti dello scontro tra una rimonta calda e umida da occidente deviata in parte dai Pirenei che converge in pieno mediterraneo centrale con aria secca e piu' fresca ritornante dal centro anticiclonico consolidatosi sull'europa orientale . Processo in avvio gia da domani sera (e che avra' il culmine secondo le ultime emissioni nella sera di giovedì)  . Si genera un cicloncino a cuore caldo (visibile nella carta a 500 hPa) che per diverse ore scorrazza tendenzialmente retrogrado nei pressi della Sardegna con tanto di linea instabile a carattere caldo e debole saccatura in quota.
Le masse d'aria in gioco hanno caratteristiche non troppo differenti e si muove in campo di gpt alti , non ha infatti evidenti caratteristiche barocline se non per poco all'inizio del processo. Per cui il ciclone non sembra in grado di autoalimentarsi troppo a lungo ne che abbia grandi margini di sviluppo. Ma nell'intorno del centro per un po' potrebbe sviluppare temporali violenti anche a mesoscala in particolare marini. Da seguire, suscettibile di parecchie variazioni di posizione, rotta e intensita'.


34
ma ci son stati o no sti fochi ?
Quattro raudi in croce e poco piu'. Si vede ormai l'avevano gia pagati.

35
10 minuti di rovescio x togliere un po di polvere intorno alle 15..30 poi afa come da copione .ora x fortuna si è alzato un po di vento e si respira
Anche qua spiovazzata e ora freschetto da aria post temporalesca. Ormai quando analizzo il giorno dopo in presenza di prevista termoconvezione in situazione di dominante subsidenza, non mi metto piu' a cercare di capire in quali zone potrebbero essere maggiori le probabilita', e' esercizio superfluo.

1- inutile guardare i varii LAM del giorno prima. Sono postelaborazioni di GM e se imbroccano una previsione a scala locale o mesoscala e' totalmente per caso, i LAM sono utili collegandoli ai microclimi e soprattutto all'orografia, solo per avere un'idea del momento di picco della convezione, se precoce o spostata in avanti e avere una idea della direzione prevalente di sviluppo , null'altro.

2-a questo punto della stagione, dopo una estate in cui i temporali hanno reiteratamente privilegiato appennini dal Pratomagno verso sud, amiatino e piu' in generale la meta' meridionale della regione e "godendo" ancora dello stesso tipo di troposfera estiva, nulla di piu' probabile che il trend continui fino ad un cambio sinottico serio.
La mappa della pluviometria odierna conferma.

3- l'unica cosa veramente utile per avere uno straccio di attendibilità nel prevedere termoconvezione pomeridiana almeno per i propri dintorni, e'l'osservazione diretta del cielo un paio di volte tra meta' e fine mattina per chi e' in grado di leggerlo. Li non si scappa.

4- so che puo sembrare ovvio ma non ci si pensa mai: potendo, guardarsi il sat, di solito gia verso le 10-11 le zone che vedranno convezione nel pomeriggio sono individuabili.

36
Mi dicono che domani piove...

Temoconvezione diurna che torna a farci visita per tre o quattro giorni per l'indebolimento prima del lato occidentale della campana di alta pressione presente e poi del cedimento dei gpt anche sul mediterraneo meridionale per il previsto trasferimento del centro di azione anticiclonico sul Mar Nero.
Si formerà anche una bolla di aria fresca alle quote medie sull'italia centrosettentrionale che verra' mantenuta appunto per qualche giorno.
Se abbiamo fortuna e si associasse qualche ondulazione anche modesta in quota, potremmo avere la formazione di linee temporalesche organizzate.
In linea generale, convezione pomeridiana con sviluppo dei temporali sull'interno in movimento domani verso oriente e da dopodomani probabilmente verso le coste.

37
Direi non se incastrano  ;D
Il paziente reagisce male ma non e' ancora spacciato, il dottore stesso consiglia di aspettare la fine di Ottobre.
Basta non sia accanimento terapeutico.

38
Cloover di la ha cominciato a mettere assieme il puzzle dello scenario del semestre invernale. A quanto pare i primi pezzi si incastrano peggio del previsto.

39
Sempre in attesa dell'intervento di un qualche Divino Otelma a scatizzare la sinottica , potremmo avere un inizio settimana di nuovo con variabilita' convettiva pomeridiana. Quest'anno, come si noto' gia ad Aprile, la cella polare si e' retratta molto a nord piuttosto presto consentendo una grossa espansione di quella di Ferrel non correlata ad una altrettanto precoce elevazione del getto subtropicale , fino a quasi tutto Giugno rimasto a cuccia. Le Rossby sempre piuttosto ampie (anche se prevalenti con rami secondari) hanno favorito le risalite calde subtropicali nell'attraversare la "prateria" aperta alle medie latitudini portando con frequenza i centri di massa e di azione anticiclonici anch'essi a latitudini elevate.
Il Mediterraneo e' rimasto spesso sotto radice anticiclonica quindi in posizione sinottica debole che non ha scongiurato ne il caldo ne la subsidenza ma ha consentito periodi ricorrenti con porzioni della colonna scoperte a infiltrazioni di aria di origine diversa generalmente molto modeste e in prevalenza continentali ma sufficienti a generare termoconvezione.
Questo il quadro che ha consentito il consistente numero di giorni temporaleschi fino a fine Agosto . Sembra riproporsi anche all'inizio della settimana alla formazione del nuovo nucleo anticiclonico in prossimita' del Mar Nero.

Vediamo come evolve , il mare ancora molto caldo dovrebbe favorire il Mediterraneo centrooccidentale ma un po' di instabilita' gia forse a partire da domani dovrebbe toccare anche a noi.

40
Intanto tutti quelli che han parlato di ondata di calore durante le varie caldate avute da fine luglio in poi son stati disarcionati completamente dal report di chi la meteorologia la pratica come professione: ondate di calore 2018 ZERO.
E "numero di giorni molto caldi" SOTTOMEDIA...,................................
Non faccio testo, quando le massime superano i 25 e le minime i 16 per me è gia ondata di calore  ;D . Comunque in 63 estati presentate in quel grafico,ondata o no, è al sesto posto tra le più calde a un nulla dal quinto .

41
Uscito stamani. Se gia postato altrove , ho guardato e non mi pare ma non si sa mai  , ignoratelo.
http://www.lamma.rete.toscana.it/news/estate-2018-calda-ma-senza-eccessi

42
Buondì. Un' occhiata a GFS veloce mostra per venerdì, come anticipato da Ale81, una sinottica dominata dall'alta azzorriana  con centro di massa piuttosto a nord e piazzato in modo favorevole rispetto alla bassa termica sahariana. Potrebbe generare le condizioni favorevoli all'ingresso dal Rodano di aria di origine marittima e quindi non molto fredda ma umida e non alle quote elevate ma principalmente a quelle medie e basse, tanto che i gpt in quota non subiranno grosse variazioni. Se cosi sarà, potrebbe formarsi sul mare un nucleo compatto di precipitazioni principalmente avvettive e per ciò in grado di non fermarsi sulle coste ma attraversare buona parte della regione tra giovedì e venerdi. C'è ancora tempo, vediamo come va.

43
Buona serata. Affaccio rapido con cartina.
Gli eventuali temporali di domani si dovranno alla modestissima ciofecante ondulazione ciclonica in quota visibile nella carta che trasporta un po' di aria fresca e che passera' tra notte e mattinata sulla regione. Al suolo solito richiamo da est dalle vie alpine di aria piu' fresca in scorrimento oltralpe che comporrà quelle convergenze con accenno dinamico di rotazione ciclonica sulla parte alta della colonna sul ligure che comincera' a sfornare un po' di temporali stanotte sul mare e domattina e nel primo pomeriggio sulla terraferma. Procedure gia riviste millanta volte questa estate , stavolta meno ficcante della scorsa settimana.
Abbiamo pero' imparato che gli effetti convettivi di queste configurazioni spesso non sono proporzionali alla energia potenziale che sembrano sulle prime mettere in gioco, abbiamo avuto a volte piu' temporali dalle ciofeche che da grossi sistemi. Una pulce incazzata puo per breve tempo essere piu' pericolosa di un Godzilla addormentato.

Tornando a domani, convezione notturna marina sparsa che sembra piu' probabile possa arrivare sulle coste centromeridionali ,in trasferimento nell'interno tra fine mattina e primo pomeriggio sottoforma di convezione diurna terrestre ancora piu' sparsa con caratteristiche estive. Dovrebbe terminare tutto prima della fine del pomeriggio. Possibile qualche evento un po' piu' intenso la mattina.


44
A vedere i modelli sembrerebbe che almeno per la prima metà di settembre l'atlantico non si vedrà. Speravo in un peggioramento organizzato e non la solita instabilità produttiva per le solite zone interne  ::) ::) ::)
Che poi anche parecchie delle zone interne sopra grossomodo alla linea Cecina-Bucine hanno segnato il passo. Qui ad esempio dal 15 giugno al 31 agosto ha fatto 27,5 mm nonostante i 34930984 temporali che ci han girato nei paraggi.
Ma spesso e' stato meglio cosi', copertura e vento da e verso i temporali hanno in piu' occasioni calmierato parecchio le massime senza aumentare i tassi di umidita', fosse piovuto sarebbe stato peggio.
Probabilmente la differenza tra l'interno con tanti temporali che han girato e zone meno colpite sta piu' nella qualita' dell'aria nel periodo del solleone piuttosto che nei cumulati, questi ultimi consistenti solo molto localmente.

45
Buonasera , avevo delle cose da dire sul tempo ma mi girano i maroni come un tornado dopo Monza, quando abbiamo i piloti mancano le macchine, quando abbiamo le macchine i piloti fanno cacare, manca sempre qualcosa. Ferrari paradigma del paese.
Vado a terminare la sbollitura in attesa di ripartire per casa…….

https://www.youtube.com/watch?v=7YCVSePryPo

46
Buongiorno, capatina veloce prima di salire in macchina per fare Ferrara-Monza.
Attesa in regione per i temporali odierni e per quelli molto probabili nell'interno nei prossimi due giorni. Nel lungo si rivede un altro CdP: Cicloncino del Presidente, l'ennesimo mini-ciclone che le coste della Guinea africana sputano in atlantico in questo periodo. L'Africa ci regala enormi anticicloni e depressioni larghe quanto un coperchio di padella.

47
Andata, tempo clemente! Anche se io credevo volessero mettere Vettel in pole e non Briakonen ma si vede avevo capito male.
Voglio pensare che abbiano usato la scia sul briaco per essere sicuri della prima fila per entrambi mettendo al rimorchio il meno "forte". Ma un paio di vaffa a Partemale glieli ho mandati comunque, e' bene mandarcelo subito.

48
Nowcasting Toscana / Re:Nowcasting sabato 01 settembre Autunno casting.
« il: Settembre 01, 2018, 02:35:18 pm »
Ulteriori comunicazioni arrivatemi da casa: temporale violento con grandinata di oltre 25 minuti che ha massacrato il melo il pero e un fico, anno non si mangio' quasi nulla per la siccita' , quest'anno per il suo contrario!
In giardino accumuli ventosi di grandine di quasi 10 cm!! Segnalato in allontanamento ora dopo quasi un'ora dalle prime gocce.

49


Davvero non riesco ad immaginare come possa non fare temporale sul nord ovest toscano.
Goccia fredda posizionata alla perfezione, con correnti sud occidentali in medio bassa troposfera e addirittura una caduta di pressione a innescare moti verticali proprio davanti alla Versilia.

Il ts è molto molto probabile dalle prime ore di di domani sulla costa dalla Versilia verso nord con impatto sui contrafforti appenninici esposti. Probbaile interssamento anche di Lucca e appennino pistoiese lato Garfagnana.Trasferimento delle condizioni di instabilità in mattinata verso levante ma sempre indicativamente a nord dell'Arno con un passaggio di rovesci sparsi e/o deboli temporali anche in direzione di Pt-Po- nord fiorentino.

Fronte temporalesco che non ha molte possibilità di attraversare compatto la nostra regione, ma l'aria fredda in quota e il riscaldamento diurno dovrebbero innescare temporali sparsi pomeridiani sulle rimanenti zone interne in genere anche centro meridionali.

Nottata successiva con instabilità relegata in mare ( favorita la costa centro meridionale) e nuova instabilità diurna domenica con rovesci e brevi temporali sparsi che le correnti in quota ormai settentrionali dovrebbero agevolare sulle zone interne della regione.

Occhio che sempre di instabilità si tratta...accumuli con molta probabilità davvero poco omogenei.

Perfetto, sono d'accordo. I temporali notturni e mattutini sono stati di tipo avvettivo e come avevi fatto notare altre volte hanno difficolta' a spostarsi sulla terraferma quando mancano organizzazione e grossi apporti energetici. Col sereno mattutino dovrebbero cominciare a svilupparsi parecchi temporali nell'interno, gia da queste ore , gli ultimi modellamenti vedono poco ma la sinottica e' ben favorevole, abbiamo uno stracazzpero di vortice piantato tra spezzino e versilia per tutto il pomeriggio, se viene poco o nulla anche a questo giro giuro che mi ritiro e aderisco a un forum sulle corse dei cani.
P.S. Parto per la trasferta monzese , saluti a tutti e Forza Frèr!!

50
Lo 00z non modifica la sostanza, il rischio di rovesci per oggi e per domani permane , non elevato ma tutt'altro che azzerato. Le temperature saranno sicuramente piu' basse e anche questo favorisce un cincino le gomme del Moro.
Questa e' l'ultima sguardata ai modelli, da ora in poi strusciamento di cabbasisi, corna , formule propiziatorie e che al Moro schianti il motore Merdeces e sul suo olio esca di pista Bottas rompendo una sospensione.
Tra poco parto per la trasferta, che San Gilles vegli sul Cavallino , ci risentiamo domani sera e FORZA FERRARIIIII!!!

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 26