BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - marcoan

Pagine: [1]
1
Personalmente vedo tanta normalità nel periodo che stiamo vivendo, un periodo contraddistinto da fisiologiche oscillazioni di indici in alta e bassa frequenza.
In Toscana ad esempio è sempre nevicato pochissimo anche nel passato, a volte mi sembra che si tenda a mitizzare il passato come fosse sempre migliore, senza tra l'altro riportare dati.
La NAO è influenzata non solo dall'attività solare. La circolazione euro-atlantica presenta sia dei feedbak, sia una forzante interna al sistema, derivante dai cicli oceanici.

Ricordate che il concetto di "normalità" in Meteorologia non esiste, nel senso che la normalità è fatta di oscillazioni in cui abbiamo eccessi in un senso e nell'altro, alternati a fasi che possono sembrare più "normali" soltanto perchè rispecchiano l'idealizzazione che un individuo ha in testa sul "proprio" clima per quell'infinitesimale periodo della propria vita.

Detto questo ho molta fiducia sul periodo che andremo a vivere nei prossimi anni come già dico da tempo, questo perchè la compattezza del VP è fortemente condizionata dall'asse che questo assume e, quindi, dalla posizione delle onde planetarie.
L'asse ha un impatto sulla forza/debolezza della depressione delle Aleutine.

Vi consiglio di monitorare questo quadro termico nei prossimi mesi  ;)




Bah, io di normale dal 2013 ci vedo ben poco, la NAO è sempre stato un indice ad alta frequenza e che, una volta, andava a braccetto con la AO, ovvero quasi sempre ad AO negativa corrispondeva un segno negativo anche della NAO...dal 2013 è tutto totalmente cambiato e sono 6 anni che in europa viviamo inverni prevalentemente contraddistinti da NAO + /AO - e questo a causa dell'incacrenimento del pattern anticiclonico sulla west coast americana: questo NON è normale a mio avviso, in primisi perchè il legame fra AO e NAO è di fatto praticamente sparito e, secondo, perchè la NAO che era un indice molto varibile comunque nell'arco degli anni, è diventato praticamente fisso sul segno positivo e difatti ciò ha comportato , da 6 anni a questa parte, inverni orribili su europa centro occidentale e west coast USA ed inverni molto freddi su centro est USA ed europa orientale. Ora è evidente , a mio avviso, che questo è un cambiamento importante  e non dettato da "idealizzazioni individuali" del concetto di normalità ,ma proprio perchè questo è un dato di fatto: voglio augurarmi che la tua conclusione si avveri ma a questo punto ritengo dirimente al fine di rimuovere quel pattern incacrenito sul Pacifico orientale, una NINA possibilmente est in modo da rimuovere questo pattern che ci sta martoriando gli inverni da 6 anni.

3
ma quando??

Una prima risposta dal run gfs 06 appena uscito: completamente stravolto l'over 168 h e differenze enormi sul medio termine ( direi anche breve perchè cominciano dalle 72 h) con ecmwf laddove gfs insiste nel vedere una circolazione secondaria fredda; secondo me gfs comincia a leggere la MJO in fase 8.

4
Questo inverno ha segnato un punto esclamativo sulle previsioni e le tendenze meteo di medio e lungo termine .. dovremmo imparare tutti a non spingerci mai troppo oltre ma non per non bravura.. spero non venga vista come una critica ma un modo di analizzare le dinamiche in maniera diversa senza ansia da prestazione nel cercare per forza qualcosa che non c’è

Nessun punto esclamativo, per me le linee generali sono state ben individuate, i particolari meno per una serie di motivi... Il vero "cancro" resta questo maledetto pattern NAO +

5
Per cosa una strappata artica? Inquadriamo la dinamica anche se al momento l’ipotesi è di uno strappo più a est rispetto il mediterraneo.

Ma le ens ecmwf le hai almeno viste ?

6
Filippo, perdonami, ma, premettendo che:
a) nessuno ( perlomeno io) sta facendo le pulci a te o a nessun'altro
b) nessuno mette in discussione il grandissimo lavoro e outlook da te elaborato
c) nessuno mette in discussione l'amatorietà del tuo lavoro piuttosto che di altri bravi amatori che, peraltro, ha ottenuto risultati di gran lunga migliori di enti previsionali ufficiali

Detto tutto questo, però possiamo anche discutere che certe proiezioni non siano andate a buon fine oppure no ?...se tu parlavi di chiusura continentale per inizi di febbraio e questa non si realizza possiamo dirlo, credo: o no ? Possiamo dire che il determinismo a oggi, non sta mostrando nulla in merito a freddo continentale? Dobbiamo continuare a procastinare fino a quando ? L'equilibrio è sottile, questo lo sappiamo e lo vediamo, perchè abbiamo un termico russo molto esteso ma dall'altra parte continuiamo ad avere un NON rallentamento delle velocità zonali e un canadese che continua a sparare vorticità in NATL, possiamo dirlo ? Poi che uno dica "per me non c'è più molto da dire per l'Europa" e debba venire appellato come "fenomeno" , invece si può dire ?...dopodichè personalmente, mi dovresti conoscere, sono un'ottimista di natura, ma ad un certo punto bisognerà pure tirare le somme: che poi il sottoscritto o altri possano sbagliare a ritenere una cosa del genere, ci sta assolutamente, non ci sta ad essere perculeggiato solo per aver scritto un pensiero "non politicamente corretto". Dopodichè ben felice di sbagliare come non mai in questa occasione.

7
Io sono in attesa della Risoluzione dell'ESE.. quindi vado in linea con Filippo..  ;)
Per cui mi aspetto una ripresa del VP che in fase di chiusura, porta ad una rapida e risolutiva Onda Lunga a causa della rotazione del VP in via di ricomposizione, con classico movimento di compensazione per il mantenimento di conservazione del momento angolare.
 Ovviamente la Compressione Adiabatica esercitata dall'alto, sta arrivando alle sue battute finali, per cui farà quadrare il cerchio in ambito di risoluzione del Pattern post MMW, con ripresa di vorticità dei maggiori centri di massa, che si appresteranno a riconquistare la posizione geografica del polo.. tuttavia, questa dinamica di risoluzione, daranno moto alle velocità zonali, con una prima fase di risonanza troposferica per riattivazione d'onda, e dove molto probabilmente.. avremo una buona chance di pescare un'ottima ondulazione lunga e divergente, che faccia chiudere la risoluzione in ambito di forte fase continentale, con classica manovra di chiusura del Vortice Polare.
 Ma in tutto questo, dovremmo comunque passare per un netto ripristino dei valori positivi di GPT in area Scand, ed un'oscillazione dell'indice NAO in veloce fase lievemente negativa, con una media sempre più neutrale.. e a tal proposito la Madden sta iniziando a dare buone linee di tendenza(vedi MJO ECMF.. ;)).. in più, ci aggiungiamo un redivivo Orso che darà la zampata finale, affinché il motore Retrogrado possa imprimere la giusta direttrice NE/SO all'eventuale chiusura continentale. ;)

 Per il resto, il contesto relativo alla fase di condizionamento NAM, mi sembra ben consolidato in quanto al Pattern  mediamente negativo dell'indice AO.. che nonostante la ripresa del VP conserverà quel disturbo latente, per cui si trascinerà molto probabilmente almeno fino agli albori di un probabile Final Warming Early..(presumibilmente entro  Marzo.. seconda quindicina.. ::)).

 Inutile ribadire, che in modi diversi, ma con gli stessi fini.. si arriverà a medesimi risultati, che collimano con le Eccellenti Reanalisi e risultati del gran lavoro del Nonno. ;)

Luca con tutto il rispetto per le tue eccellenti analisi, ma è un mese che leggo bellissime analisi e finora il raccolto è stato mediocre.... E poi continuiamo a procrastinare, vogliamo arrivare a Marzo??... Perdonami ma sinceramente comincio a pensare che ormai quasta stagione in Europa avrà ancora ben poco da dire.

8
Infatti sussisteva la possibilità se ci fosse stata maggior frenata zonale ..le dinamiche sicuramente verrano riviste ma difficilmente ecmwf sbaglia nel range 144-168 ore e sono i dati a dirlo non io

Si, ma stiamo parlando di dinamiche ben oltre le 144/168 h.

9
Io vi consiglio di tenere i piedi saldi a terra e non andare oltre le 144 ore al momento ... ecmwf mostra per il momento dalle sue ENS un nuovo calo del fronte polare è possibile 3waves pattern ... al momento solo questo si può dire
Probabilmente l'ultimo con temporanea risalita della NAO e poi break down del VPT

10
Se ti riferisci al 12z di Reading ci andrei cauto, mi sembra un run estremo ;)

Veramente proprio no, non è affatto estremo.

11
Buongiorno a tutti,
io penso che gli effetti molto interessanti cominceranno già in terza decade di questo mese ( vedasi ad esempio le ens gfs 06) e proseguiranno per tutto Febbraio...la diluizione si avrà anche negli effetti in troposfera, secondo me, mi aspetterei ( tanto per fare un parallelo) un 2005 MAJOR quindi con temperature medie ben più basse ed eventi pluvio nevosi ben più diffusi e frequenti....d'altro canto lo stesso MetOffice si aspetta effetti molto molto lunghi in troposfera.

12
si apre come le cozze




La risonanza dalla strato si coglie bene dalle 288/300 h in poi nel run 12 di gfs...direi che il target sarà la terza decade...e potrebbe anche essere roba molto grossa e lunga ( come quelle che te piacciono a te,  :D :D :D)

...ovviamente sto a scherzà... :D

13
Ok, quindi abbiamo avuto un primo effetto di propagazione i giorni scorsi , ma il "botto" più cospicuo dovrebbe verificarsi in terza decade con propagazione del momento easterlies assai più cospicuo...ed in effetti i gm a 500 hpa cominciano ad inquadrare ciò in terza decade ( parallelo gfs 06 ad esempio , over 288 h).

14
ECMWF oscene dopo le 120h, se proprio vogliamo commentare.

15
Il discorso di oggi di Vin-78 sulla PDO non fa una piega ed è uno dei tasselli fondamentali per avere un'ultima decade di gennaio spettacolare. Oggi siamo al 3, probabilmente nei prossimi 4 aggiornamenti inizieremo a vedere i primi numeri da circo anche se non credo si possano concretizzare, sull'Italia, prima del 22-23.

Io invece penso che già dal 15/16 del mese vedremo i primi seri effetti.

16
E se vedo Nonno ottimista allora sarà tutta una Fissa  :-* 8)

Mi sembra molto interessante la NOTA che evidenzia come il prossimo evento molto freddo non centri nulla con l'SSW... Come ho sempre pensato e scritto.

17
C'azzecca perchè è l'innesco, il MMW split si verifica subito su tutta la colonna, e che bisogna aspettare Pasqua  per vedere gli effetti?  Quindi quel blocco del 6 Gennaio avrebbe dovuto amplificarsi e reiterarsi.  Ma come detto il problema è che se in Stratosfera c'è un piatto di pasta in brodo , non si può pretendere che scendano giù tagliolini al tartufo, quindi quello che fa è in linea con quello che c'è.
A me i  MMW che si propagano nel secondo tempo non convincono, ma sono qui apposta per imparare e capire  ;)

Ho capito Filippo ma normalmente a me risultano 3/5 gg di lag per gli effetti in tropo.

18
Scusate e chiedo anche a Filippo :ma che c'azzecca quanto accadrà fra il 4 e il 6 gennaio con lo split??....cioè lo split è centrato per il 4 gennaio ormai da tutti i Gm,  quanto accadrà fra il 4 e il 6 con la strato, per me, non c'entra proprio nulla.

19
Mi permetto : ma qualcuno ha ancora dubbi sullo split??.... Basta vedere le vorticità potenziali a tutti i livelli per rendersi conto che il 4 Gennaio sarà certamente split:

http://www.centrometeo.com/modelli-numerici/modelli-globali/4695-stratosfera-ecmwf-geopotenziale-temperatura

Dopodiché c'è anche la ripartenza a 1 hpa a 192/216 h.... E poi vi ricordo ancora il recente studio di Van Galen per cui si potrebbe trattare proprio di un DSW con effetti propagativi un po' più lento ma molto più prolungati.

20
Mi permetto di dire che la fretta è cattiva consigliera.... In questo momento bisogna avere pazienza, personalmente penso che una non propagazione sia quasi impossible... In merito alla MJO vi faccio notare che lo split vede preminente il lobo siberiano motivo per cui ritengo che non possa esserci una fase esplosiva della MJO, cosa che accade quando il lobo canadese è prevalente e più esteso e profondo rispetto a quello siberiano.

21
Mi viene in mente un post del Nonno di un mese fa circa, in cui si faceva riferimento al presunto/mancato Stratcooling di quest’anno: allora mi era sembrata una sorta di macumba anacronistica e lo scrissi in risposta al Nonno stesso.

Oggi, nel Nonno’s Glory Day (si scherza ovviamente ), trovo questo piccolo aneddoto dannatamente calzante, anche perché è uno dei due risultati certi che i reiterati Warming di quest’anno hanno comunque ottenuto: senza la progressiva destrutturazione del primo Warming di fine novembre ed uno split annullato al VAR in pratica, al secondo di dicembre a singola cresta d’onda anch’esso, fino al possente ed ultimo visibile nelle carte attuali...bene, senza questa forte attività convettiva descritta e predetta con larghissimo anticipo qui dentro, quasi sicuramente saremmo all’incirca a “metà del guado” di uno Stratcooling da record.

La prognosi degli eventi che stiamo analizzando nel deterministico è stata sciolta due mesi fa, con un VPS in forte approfondimento ed indice NAM che sfiorava quota +1.

Appurato che abbiamo avuto poco “Cooling”, qualcosa non si sta incastrando perfettamente, da qui i tentennamenti di una dinamica che per eventi Strong richiede dinamiche Razor.

Abbiamo fatto da giorni varie ipotesi:

- un semplice ma determinante problema di time sync tra Warming Strato e fase MJO: da qui le abissali differenze nei plot MJO tra i due principali GM, con ECMWF già in configurazione da rientro nel cerchio post azzeramento flussi e Wave Breaking e GFS con magnitudo pimpanti in configurazione pre split potenziale

- una W2 che sostanzialmente viene vista limitare il suo apporto all’alta Stratosfera, dove in effetti la destrutturazione è e sarà importante, mancando l’appuntamento con la media stratosfera proprio in questi giorni cruciali

- una Wave Mother W1 scatenata ma anche e sempre troppo invadente, aspetto determinante per le sorti della sorella atlantica W2 che per tale ragione risulta spesso e volentieri divergente a causa di coriacee vorticità canadesi

- una cronica e dannata sfiga pazzesca

Scartando l’ultima ipotesi che ha già intrinsecamente altissimi indici di correlazione , sarebbe serio qui dentro raccogliere il non troppo velato invito nel post di Filippo a fare un’analisi seria sull’innesco, quindi in fase T-S, piuttosto che valutare sempre e solo la portata della fase S-T.

Ricordo inoltre che, come hanno già scritto autorevoli penne, la dinamica non la conosce nessuno, nemmeno i due principali Centri di Calcolo mondiali, per tanto e assodato che di dinamica split si tratta, che i segnali per una sostanziale propagazione ci sono, che il NAM punta i -4 ed oltre e che per tanto trattasi di ESE Warm, non dimenticando che i forecast “incriminati” sono a lag temporali importanti, che GFS sbarella di brutto e che nessuno con un po’ di buon senso poteva ritenere che la prossima dinamica del 3/4 Gennaio fosse già  figlia di condizionamenti in risposta troposferica a propagazione dei disturbi dalla stratosfera...detto ciò, mi sembra opportuno continuare a seguire con attenzione ed analisi critica nei prossimi giorni, perché saranno comunque runs determinanti per le sorti dei restanti 2/3 d’inverno 2019, consapevoli che l’ipotesi di rapida risoluzione dello split ha una percentuale e allo stato attuale non può essere scartata.

Da non trascurare infine che il secondo risultato certo del supposto fail dell’evento storico è che forse il thread si svuoterà un po’, causa post sbronza... ;)

 Buonanotte

Quoto tutto e ribadisco: una propagazione meno esplosiva e più diluita, a mio avviso può comportare effetti in troposfera comunque molto tosti ma non limitati ad UN evento "storico" della durata di 13/15 gg , ma bensì ripetuti nell'arco di tutta la stagione.

22
Sinceramente con tutta la stima, non concordo per nulla con le considerazioni di Filippo e quoto in toto quelle di Pubblico: di certo non mi aspettavo nessun effetto entro le 144 h visto che lo split si conclamera proprio fra 144/168 h, non capisco questa fretta e frettolose conclusioni.

24
letto! condivisibile ;)

Van Galen... Non Van Der Galen, avevo scritto male.

25
Buonasera a tutti, a mio avviso gli effetti in tropo inizieranno a palesarsi da fine prima decade di Gennaio: da tenere in considerazione secondo un recente studio di un fisico olandese, Van Galen, la probabilità sempre più concreta che possa trattarsi di un DEEP STRATOSFERIC WARMING con effetti molto prolungati e intensi in troposfera.

26
4 chiacchiere al bar / Re: Che fine ha fatto adriano?
« il: Novembre 29, 2012, 11:31:38 pm »
Marco per me potresti averne anche 150 di anni, ciò non toglie che secondo me non vedi oltre il palmo della tua mano.
E comunque  mi sono stancato di dovermi sempre difendere da attacchi su attacchi, fate una bella cosa, non leggetemi più e vivrete felici e sereni a quanto pare.



ok ok, vai vai filippo vai , adesso hai ricevuto il sostegno dei tuoi adulatori, evvaiii.......ATTACCHI?????........tu chiami ATTACCHI i PARERI DIVERSI DAI TUOI, QUESTO è IL TUO PROBLEMA ed il problema di molti frequentatori dei forum meteo.......io non vedrò oltre il palmo della mia mano, ma te sei completamente assurdo con questo modi di porti....e ora goditi pure le pacche sulle spalle dei tuoi "amici".

27
Mah, mah, a dire il vero i GM sono veramente disarmanti anche sul long range, ecmwf in primis che vede una ripresa altopressoria ad omega sempre sull'intera europa dopo il forte passaggio perturbato prossimo....dagli stessi spaghi gfs, non si coglie alcun sussulto degno di tal nome.

28
Cloover ho sempre più timore che gran parte di dicembre possa essere condizionato da questo raffreddamento oltre ovviamente che novembre, stracciando in parte anche le aspettative tue e di even per il mese entrante! Credi che possano esserci i presupposti per eventuali sorprese in arrivo dall'alto della stratosfera???
Insomma qualcosa che possa prima o poi far precipitare l'indice AO  ???

Io credo che sia più che normale un accelerazione forte del VP in questo periodo dell'anno, nulla di preoccupante.

29
Target terza decade: fra il 10 e il 12, passaggio di un onda corta con freddo medio e buono per alpi ed appennini da quote medio basse.......dopodichè avremo una nuova distensione zonale bassa (hp oceanico) e antizonalità alta fra il 13 ed il 17/18 del mese........l'antizonalità alta favorirà il travaso di bassi gpt dalla siberia verso il canada con conseguente approfondimento del vortice canadese che favorirà poi la partenza esplosiva della wawe 2 (presa dinamica dell'hp atlantico) con tutte le conseguenze dello step 3 di filippo.....ci vuole tempo, i frutti buoni li raccoglieremo dal 20 in poi.

30
Veramente incredibili le SSTA, col tripolo negativo ancor più marcato rispetto ai mesi scorsi.......incredibile l'anomalia negativa dal golfo del messico verso l'atlantico centro-meridionale...sembrerebbe quasi un raffreddamento della corrente del golfo, sembrerebbe.

Certo che nel giro di due anni la situazione SSTA è completamente cambiata: da una forte ed estesa prevalenza di anomalie positive a quasi il contrario: potremmo essere veramente davanti agli albori di una nuova fase climatica.

31
Pewr carità per carità per carità: state scherzando vero??

Dare credito ad un personaggio del genere??

Un intervista piena di vere e proprie FALSITA' per non dire idiozie.......e si fa pure chiamare professore senza avere manco uno straccio di titolo.....PER CARITA', questo vende fumo a chi vuole farsi accecare da queste pseudo teorie assolutamente FARNETICANTI.

32
A dire il vero un MMW non è ancora scongiurato visto che si viaggerà nell'ordine dei 2-5m/s di velocità zonale media sull'area polare ::)
Non ci vedo tuttavia tutto questo pericolo in un eventuale inversione dello zonal wind dato che il lobo siberiano del VPS tenderà a splittare in direzione del centro europa nel corso del mese di febbraio con l'EA che probabilmente tornerà positivo,ma con la NAO che dovrebbe mantenersi negativa.

Il mese di febbraio nella seconda parte potrebbe vedere come pattern dominante un EUL con discese di aria fredda di origine artica in direzione dell'Europa occidentale ed accentuazione della meridianizzazione.

Il mediterraneo tornerebbe a subire un interferenza atlantica(ma più che altro discese artiche con ampio angolo) con termiche in rialzo ma neve ancora a quote medio/basse al nord e appennino settentrionale.

Nonostante il MMW non sia stato raggiunto,abbiamo cmq avuto un ESE (extreme stratospheric event)con un'anomalia GPT che condizionerà anche marzo sotto forma di una AO con anomalie mediamente negative..... ;)

***cloover

Speriamo che l'angolo delle possibili discese meridiane non sia troppo ampio, sennò subiamo il libeccio mite.........secondo me comunque il MMW non ci sarà.
Grazie filippo, teniamo d'occhio i GM sul long range che, comunque, fino a ieri lasciavano presagire un forte rialzo termico dopo il 18/20 del mese, oggi di moltissimo rivisto (vedasi spaghi 06)

33
Così giusto per, sembrerebbe scongiurato e non esserci il MMW, quindi la troposfera dovrebbe e potrebbe continuare a menare le danze e sempre in AO profondamente negativa;
perchè scongiurato?
Perchè un MMW , stanti le attuali SSTA oceaniche nonchè la scarsa tenuta del blocco atlantico, avrebbe potuto significare assai probabilmente un bello split di un ramo del VP in atlantico con conseguente sparata in EA++ sull'europa meridionale e mediterranea.......senza split questo pericolo sembrerebbe proprio non esserci e il VP "vagare" sempre nei pressi della mittle europa.......e gfs se ne è accorto di questo nel run 06, nonchè le stesse reading che perlomeno fino alle 192 h hanno rivisto di molto la tendenza che paventavano anch'esse di affondo del vp in atlantico......potremmo divertirci e restare ben sottomedia fino a fine mese e col nord sempre favorito.

Filippo un tuo parere??

34
ti ringrazio ed è verissimo ciò che dici sulle termiche..che manco avevo guardato..mi pare però la tendenza di Reading sia ad un allineamento a GFS..

Oggi si con ingresso molto più centrale....

35
Bella analisi per carità, chapeau.......ma le termiche caro amico non sono quelle che tu hai pensato......al nord by reading 12, entrerebbe a malapena una -4° a 850 hpa.......ce famo la birra........ingresso troppo occidentale e largo..

36


E se nun s'arriccia filì ??

Comunque anche le carte strato cambiano ogni gg sul medio-long, veramente incredibile come dinamica: non ho mai visto il determinismo sia tropo che strato, così altalenante da un giorno all'altro.


Si le carte cambiano sensibilmente,con il grande evento che sembra sempre ad un passo ::)

Il canadese dovrebbe arricciarsi,guardando le ssta si capisce anche il perchè



ma l'asse dello split non dovrà cambiare in maniera sostanziale.Credo che i modelli potrebbero proporre un anticiclone scandinavo nei prox aggiornamenti con retrogressione importante nel corso della seconda decade/metà mese.. ::)


Quindi tu pensi quello che mi sta frullando in testa da ieri:

passaggio nordatlantico prox week con neve al piano al NW e pioggia sul resto del centronord
successiva ripartenza ad asse SW/NE dell'hp azzorriano in successiva evoluzione in scand+ e retrogressione continentale....12/14 del mese........

37
Quindi tu filippo non credi all' EA++++ che propone reading e anzi rilanci.......ma a cosa imputi questa icredibile virata modellistica??........siamo ad un reset del determinismo e dopo questa prossima pausa del freddo a partire da metà settimana, torneranno a proporci scenari freddi?

Te lo chiedo perchè in più di 10 anni che seguo i modelli, io una virata del genere in 48 h non l'ho mai vista.


Se il VP canado groelandese ci farà il FAVORE   di arricciarsi,l'EA potrebbe farsi negativo ed evolvere a scand+ intorno alla seconda decade di febbraio



Tra l'altro l'asse di un eventuale split sarebbe molto buono ::)

Occhio a nuovi ribaltoni dei modelli,l'incertezza regna sovrana.... ;)


E se nun s'arriccia filì ??

Comunque anche le carte strato cambiano ogni gg sul medio-long, veramente incredibile come dinamica: non ho mai visto il determinismo sia tropo che strato, così altalenante da un giorno all'altro.

38
Quindi tu filippo non credi all' EA++++ che propone reading e anzi rilanci.......ma a cosa imputi questa icredibile virata modellistica??........siamo ad un reset del determinismo e dopo questa prossima pausa del freddo a partire da metà settimana, torneranno a proporci scenari freddi?

Te lo chiedo perchè in più di 10 anni che seguo i modelli, io una virata del genere in 48 h non l'ho mai vista.

39
Quindi freddo in incremento, notevole in terza decade del mese...?

Pagine: [1]