BACHECA ANNUNCI

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Sono riaperte le iscrizioni al forum! Per registrarsi gratuitamente cliccare QUI

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - esenaiof

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 29
1
Sei matto se pensi che mi metta a leggere 4 paper in inglese
Estrapola come ho fatto io  :D
Il problema è che il paper da cui hai estrapolato ha un titolo in cui si parla di "proiezioni" di "persistent extreme summer weather events": il che vuol dire che c'è una tesi e poi successivamente si cercano prove per confutarla, tra l'altro modelli che mostrano un output futuro con input che non sappiamo se saranno reali anche in futuro. Un bell'esempio di cherry picking.

L'estrapolazione che hai effettuato parla di riscaldamento globale? No nix, si discute dell'Arctic Amplified Warming e delle proiezioni fatte dai modelli, io invece sto parlando del passato e del presente in cui tutti sanno che lo strato di ozono è più o meno spesso secondo il tipo di radiazione solare (la concentrazione di elettroni è variabile).


2
Mi metteresti le fonti a cui ti ricolleghi?
Soprattutto il passo in cui dici che il riscaldamento  della troposfera è causato dagli elettroni in mesosfera che mangiano l'ozono
non c'è da fare nessun collegamento a fonti...è noto alla scienza che la presenza di ozono dipende dal tipo di radiazione solare

3
Anche con NAO/AO negativa se il getto atlantico tende comunque ad interessare l'interno dell'Eurasia, difficilmente avremo grandi eventi invernali sia a Dicembre che a Gennaio:



Attendiamo fine mese, ma non dovrebbero esserci clamorosi sviluppi, al momento molto simile al 1957/58 con AO/NAO negativa a partire da Gennaio ed episodi invernali rilevanti solo a fine stagione invernale:



I prodromi di un MMW di febbraio spesso portano in Italia un dicembre/gennaio abbastanza mite



4
Viene spiegato ben poco come hanno fatto notare alcuni utenti.

Aggiungo che se si discute di impotenza delle Rossby si dovrebbe parlare solo della circolazione a 300 hPa che non è cambiata, circolazione tra l'altro che determina la formazione di anticicloni e cicloni.
Invece si parla come al solito di temperature -5 -10 vicino alle Alpi, Pianura Padana, in un ventennio in cui il riscaldamento globale è riconosciuto da tutti come una realtà, in cui gli oceani sono superficialmente più caldi e in cui la Pianura Padana dovrebbe essere maggiormente colpita dal riscaldamento con la presenza dello scudo alpino nei confronti delle correnti setttentrionali e con la presenza a sud di un più caldo Mar Mediterraneo.
Le Rossby stanno disegnando a 300 hPa qualche tipo di andamento differente dal passato?
A me sembrano più potenti che in passato, difatti tutte le volte che faccio la reanalisi Noaa l'intensità del vector wind è più intenso che in passato: tenendo conto che la bassa stratosfera è in continuo raffreddamento, mentre la bassa troposfera subisce un riscaldamento, quindi in teoria diminuiscono gli scambi tra i due strati atmosferici.
Ergo l'aumento di intensità delle Rossby è un aumento dovuto ad una velocità aumentata di riequilibrio termico dell'atmosfera che ha subito un trend di aumento di temperatura superficiale.
Il riscaldamento globale troposferico è dovuto al depauperamento dell'ozono che è provocato probabilmente dall'aumento della concentrazione di elettroni in mesosfera.
Infatti una concentrazione più alta di elettroni causa una maggiore ossidazione da parte dell’ozono o dell’ossigeno degli ioni meteorici ablati.



5
Ma se anche negli Usa la 2018 non fosse la quarta estate più calda di sempre? Cambia qualcosa nel bilancio del GW?
Non credo
Il GW è calcolato sui valori stimati, cosa c'entra con questa notizia che discute dei valori misurati dalle stazioni meteo?

6
fatto sta che per una strage del genere(milioni di alberi, si parla del 25% dei boschi trentini distrutto) non penso che si debba andare a ricercare scritti o racconti dei nostri avi. Come ben dice zagor sono gli alberi più vecchi a parlare.
è una rara strage di alberi, lo diciamo tutti, ma non ci si va a ricercare chissà cosa, perchè (come già ho scritto) nel passato non c'era il monitoraggio attuale..non è proprio paragonabile il monitoraggio di oggi con quello passato.

7
Chi è in cerca di record(non di velocità o raffica, ma danni) può considerarsi accontentato: una strage del genere credo fosse nemmeno pensabile da mente umana.
i record "forestali"relativi ad foreste secolai solitamente si attestano avendo informazioni più che secolari.
Immagino che le tecnologie di monitoraggio oggi siano più presenti rispetto al passato e che in passato l'informazione di oggi in merito ad un abbattimento di foreste da parte del vento era pressochè inesistente in assenza delle attuali possibilità di monitoraggio.
Oggi le associazioni ambientaliste sono davvero in cerca di queste notizie, in passato un abbattimento di questo genere passava come un fenomeno naturale,d'altra parte nel mondo vegetale è mai esistita l'immortalità.
Scusate l'OT ma era doveroso.

8
Vero... Ormai non ci faccio più caso...  ;)
è fondamentale farci caso per andà a funghi. ;)

10
Sì, come no... credici  ;D

Se anche tornasse un pattern uguale a quello del gennaio 1963, arriverebbe una -10 e durerebbe al massimo una decina di giorni.
Del resto, la dimostrazione sta nello scorso anno...è servito lo split del secolo per avere gelo per una settimana.
Un po' come dover sborsare diecimila euro per una sveltina con una escort che non è nemmeno un granchè
Nix abbiamo una Stratosfera molto più fredda del 1962/63, quindi un pattern stratosferico come quello bisognerebbe invece pregare di non averlo basta andare a vedersi l'emisferica a 10 hPa.. ;D



sei te Nix che ci insegni quanto calore ci sia in troposfera, basterebbe un upper warming senza scomodare grandi eventi stratosferici per fare freddo uguale al 1962/63..hai perso n'altra occasione per... :-X

No ma ha detto che prende in esame solo dal 2013, ben 5 anni di campionamenti ;D
si sa che è uno che va a fondo nello sviscerare gli argomenti.

11
Sembra che per noi l'inverno inizi verso il 16 novembre, Rossby Poleward in carica sul comparto canadese:



12
CANADIAN WARNING???????? --->>>> DISPLACEMENT --->> SFONDAMENTO NAM ---->>> CI RIVEDIAMO CON DINAMICHE INVERNALI AI PRIMI DI GENNAIO 2019  ;D :o
o a dicembre 2018 come nel Canadian Warming del novembre 1996 o ....quello del novembre 1962  ;D 

13
Link al comunicato NOAA:
https://www.noaa.gov/news/summer-2018-ranked-4th-hottest-on-record-for-us

Noaa scrive che la 2018 è la 4a estate più calda, invece spulciando i dati della serie presenti nel database USHCN:
ftp://ftp.ncdc.noaa.gov/pub/data/ushcn/v2.5/ushcn.tavg.latest.raw.tar.gz
Tutti possono ottenere questo grafico:


Invece il NOAA elabora a suo modo i dati e ottiene questa serie e questo grafico:

ftp://ftp.ncdc.noaa.gov/pub/data/ushcn/v2.5/ushcn.tavg.latest.FLs.52j.tar.gz



Chiaramente tutte le maggiori testate giornalistiche statunitensi hanno riportato la notizia del NOAA e sui dati rielaborati/stimati o come si voglian chiamare..WashingtonPost, New York Times, USA TODAY, ecc..


14
ricorda vagamente questa
sì anche qui per la Valdichiana la pioggia tra 11-13 novembre 2012 è stata l'ultima recente pioggia che sia riuscita a creare disagi:
   

ecco la sinottica prevista preoccupante per talune zone, Roma in primis:


15
Ooooh,finalmente: tutto questo freddo aveva stufato.
 ;D
i fungaioli e gli agricoltori ringraziano, meno male che c'è il sopramedia in prospettiva...

16
ECMWF 00z evidenzia la possibilità per la prossima settimana di avere un intensa anomalia termica positiva  sull'Europa.
meno male, come ai vecchi tempi:



17
La strutturazione di un anticiclone russo siberiano nella stagione invernale deve essere descritta bene, più orientale, più occidentale più meridionale o più settentrionale, la sua estensione ecc...un anticiclone russo siberiano che fa capolino bisogna vedere come lo fa, se non lo si sa dettagliare difficilmente si possono dare indicazioni dettagliate del tempo in Italia..nè tantomeno partendo da un analisi stratosferica.

Sperando sempre che lo spauracchio del superamento NAM venga scongiurato.. ::)

dovrebbe essere noto ormai che il superamento del NAM manca di precludere qualsivoglia tempo meteorologico in Italia, visto che gli studi in proposito sono ormai obsoleti.

18
a 10 e 50hpa le anomalie degli ultimi giorni sono effettivamente molto simili a quelle che hanno preceduto gli sfondamenti del NAM (NAM > +1,5) presenti in archivio,più precisamente saremmo a crica 10 giorni dall'evento,secondo me un tempo troppo breve..questo probabilmente a causa della partenza "dopata" del vps ::)

mentre a 500hpa sono molto simili ai -20/-30 giorni dallo SC..

mediando direi che ci sono elementi per ipotizzare un ESE in prima decade di Novembre (o comunque entro il 15)..terrei d'occhio i prossimi runs perchè al momento, sebbene nelle ultime uscite il vps appaia più forte anche dopo le 240 ore, non ci sono segnali netti in direzione di un ESE, ma potrebbero comparire tra qualche giorno..questo ovviamente se le anomalie a 10 e 50hpa si comporteranno da predictors corretti come in passato.. ;)
passato che ci racconta anche di SC con effetti in superficie del tutto diversi da quelli che di consueto in materia ci si attende.
Nel frattempo nel settore europeo la corrente a getto è non a caso simile a due annate con QBO west e minima attività solare 2008 e 1995:





19
come detto più volte in stratosfera tutto procede come dagli anni 2000 in poi, con crollo delle temperature e dei geopotenziali, crollo che è divenuto più marcato dal 2010 in poi..da questo nascono le velocità degli zonal wind da record di questi giorni e, aggiungerei, anche i valori del NAM da 10hpa in su.. :o

a questo punto capiremo se questa tendenza ben consolidata e difficilmente reversibile in tempi brevi (come detto ci vorranno anni per tornare su valori pre-2000, anni da quando la tendenza si invertirà, ammesso che lo faccia)...
Tutta l'atmosfera si sta comportando in modo nuovo rispetto all'elevata attività solare e interazione terrestre che avevamo in passat e che ne aveva determinato indici, comportamneti consueti, studi,ecc.ecc.
Direi che entrambi gli strati atmosferici si stanno comportando diversamente dal passato e di sicuro chi si focalizzerà a studiare i comportamenti atmosferici recenti sarà favorito nel diagnosticare le future tendenze.
Come anticipato a qualche utente in privato, anche la nostra Terra si sta comportando diversamente a fronte di un attività solare mutata proprio negli ultimi anni. Le SST ci stanno mostrando una maggiore propensione al rilascio di calore e questo determina un notevole cambiamento del PBL. Dando un occhio al passato difficlmente credo che la tendenza  possa invertirsi in tempi brevi (in termini di rilascio di calore e conseguenti comportamenti/tendenze superficiali).
Ciò che è interessante che molte interazioni atmosferiche diverranno poco prevedibili se si rimane ancorati alle interazioni dell'ultimo secolo...il passato ci aiuterebbe molto, purtroppo abbiamo la sfortuna di trattare una materia ancora relativamente"molto giovane" e quindi ancora poco nota.

20
Un'altra località che riporta medie mensili e isoterme annuali che non riescono a rispondere alla domanda della discussione è Milano.
Ho preso Milano Brera e Milano Linate:
vi riporto le isoterme annuali che secondo me sono significative per analizzare la compatibilità di ciò che viene rilevato confrontato con altri dati(notate le differenze tra le due stazioni dall’anno 2008).
Isoterma annuale 1994:
Linate 14,6°C Brera 15,2°C
Isoterma annuale 1995:
Linate 13,7°C Brera 14,1°C
Isoterma annuale 1996:
Linate 14,1°C Brera 13,6°C
Isoterma annuale 1997:
Linate 14,8°C Brera 14,9°C
Isoterma annuale 1998:
Linate 14,8°C Brera 14,8°C
Isoterma annuale 1999:
Linate 14,3°C Brera 14,6°C
Isoterma annuale 2000:
Linate 15,1°C Brera 14,6°C
Isoterma annuale 2001:
Linate 14,5°C Brera ??,?°C
Isoterma annuale 2002:
Linate 14,6°C Brera 14,3°C
Isoterma annuale 2003:
Linate 15,2°C Brera 15,5°C
Isoterma annuale 2004:
Linate 14,8°C Brera 14,6°C
Isoterma annuale 2005:
Linate 14,3°C Brera 14,2°C
Isoterma annuale 2006:
Linate 14,7°C Brera 15,1°C
Isoterma annuale 2007:
Linate ??,?°C Brera 15,7°C
Isoterma annuale 2008:
Linate 14,3°C Brera 15,4°C (notate una certa stranezza?)
Isoterma annuale 2009:
Linate 14,5°C Brera 15,6°C
Isoterma annuale 2010:
Linate 13,5°C Brera ??,?°C
Isoterma annuale 2011:
Linate 14,4°C Brera 16,6°C
Isoterma annuale 2012:
Linate 14,2°C Brera 16,2°C
Isoterma annuale 2013:
Linate 13,6°C Brera 14,4°C
Isoterma annuale 2014:
Linate 14,8°C Brera ??,?°C
Isoterma annuale 2015:
Linate 14,9°C Brera 16,5°C (come è possibile che dal 2008 le rilevazioni di Brera si scostino così tanto dagli anni precedenti il 2008????)
Anche qui le medie trentennali mandano in confusione qualunque appassionato che voglia determinare lo scostamento dalla media di qualunque periodo.



21
chiedo venia! Vorrei sapere, visto che in un precedente intervento parlavo di 1992, se si trovano delle carte di quell' ottobre- novembre!!! io sto' impazzendo per trovarle!!
Grazie

http://www.wetterzentrale.de/maps/archive/1992/era/ERA_1_1992102100_1.png

22
mentre nello 06z rispetto allo 00z il minimo tirrenico è spostato verso sud ovest, felice di sbagliarmi
mi sembra semplicemente più a sud rispetto allo 00..

23
Sì, scusami, mi ha caricato due volte la stessa immagine, ho subito corretto
ma sono più ad est, vedi emissioni precedenti:

24
E' una mia impressione o GFS06 ha leggermente shiftato ad Ovest il peggioramento?
rispetto a GFS00 lo 06 ha un minimo più a sud e rispetto al GFS12 e GFS18 sia GFS00 che GF06  soo più ad EST il contrario di quello che scrivi..
Si, però di poco, staremo a vedere

00z





06z


no sono entrambi GFS00 hai sbagliato a postare e comunque anche GFS06 come GFS00 sono più ad EST di GFS12 e 18 di ieri

25
Ho.postato.una.carta ieri di Novembre 2012 ;)
per me è più pericolosa questa:

26
Qualcuno ha trovato una circolazione ciclonica molto simile nel passato?

27
Tardi per i porcini, buono per i funghi invernali
Boh, c'è tutto novembre ci sta che fanno l'exploit anche loro come le piogge autunnali...

28
Sinottica prevista da DWD 36 ore e 108 ore:






29
Qui si ha bisogno d'acqua, almeno nel mio orticello;
l'acqua sotto forma di neve va bene uguale eh...a fine ottobre, tanta roba

30
Quella di Accuewather è una previsione di massima del trimestre invernale,
non è la discussione adatta per parlarne,ma ho verificato che anche "di massima" la previsione è stata spesso sbagliata, nonostante tutto c'è chi ancora pende dalle labbra di queste mappe...

31
The strat. vortex is currently stronger than all other years in the ERA interim record!!!
The zonal mean zonal wind at 10 hPa 60N is today (GFS analysis): 24.9 m/s
Weakest zonal wind at 10 hPa 60N in ERA interim record for todays date is: 12.3 m/s 2003
Strongest zonal wind at 10 hPa 60N in ERA interim record for todays date is: 24.5 m/s 1996


il fine dicembre 1996 fu nevoso in molte zone d'Italia...voglion dire poco i valori a 10 hPa per gli effetti al suolo. Anche nell'inverno 2003/04 d cui leggo il valore più basso è stato nevoso nella parte finale.

32
Non capisco che ci sia di bello in quella carta, a parte l’ennesima entrata discount da est...e intanto l’atlantico latita  ::)
probabilmente per superficialità resti a 500 hPa senza porti la domanda di cosa possa succedere sotto?



non mi si dica che sono aggressivo, perchè la tua è una risposta aggressiva e meriteresti un'altra risposta, mi sono contenuto.

33
La partenza a livello tele connettivo è già nefasta,vediamo ora cosa farà il VP dopo il suo accentramento di fine mese. Se dovesse scaturirne un VPT a multionde allora si rischia veramente l'anno epocale della mitezza e del secco per una bella fetta d'Italia.
localmente può succedere di tutto con un all waves number

34
un jolly può tutto a scala emisferica o locale, invece spesso quando sembra facile la previsione, a livello emisferico può essere verificata, dfficilmente a livello locale(Italia)..

35
Be,il thread parla di Pietrasanta,quindi è ovvio che la lettura è relativa a tale stazione. Ma potrebbe essere estesa a molte altre,credo.
Riguardo all'evaporazione è ovvio che questa è inferiore se alla pioggia seguono due o tre giorni nuvolosi e non molto caldi pur essendo luglio o agosto. Ma non è il caso di quest'anno.
Come si può avere molta evaporazione a settembre ed ottobre se alla pioggia segue sole e vento secco,ed è il caso di quest'anno. Direi che per le nostre località si sono sommati tutti fattori sfavorevoli.
Credo che questo tipo di evaporazione possa avere una probabilità del 50% nei casi elencati, basterebbe avere una serie più lunga dei mm caduti oltre a possedere anche dati relativi alla vegetazione presente.
Inoltre ricordo che con più CO2 in atmosfera gli stomi di tutte le piante sono più sottili e riescono ad utilizzare meno acqua del suolo rispetto ai tempi in cui la CO2 era minore, quindi come ben capite il discorso è andato OT e non è così semplice come lo scrivi te.

36
Comunque riguardando i dati sul SIR degli anni che hai indicato,prevalentemente il più dei quantitativi cadevano tra settembre ed ottobre. Quest'anno tra luglio ed agosto.
E questo la dice lunga poiché tra luglio ed agosto di ha un evaporazione maggiore per il suolo più caldo,le più alte temperature ed il sole più forte,mentre la pioggia che cade più abbondante a settembre/ottobre viene maggiormente assorbita negli strati più profondi del terreno.
L'unico anno,fra quelli,che più ricalca questo fino ad oggi è l'85. Quindi abbiamo due anni in 80 anni con questa distribuzione delle piogge,ovvero un tempo FI ritorno di 40 anni. Ovviamente dobbiamo aspettare la fine del mese anche se prospettive di grandi piogge non se ne vedono.
può essere una lettura locale questa, ma non generale e nemmeno regionale, condizionata sempre dal fatto che avendo poche osservazioni e discontinue è difficile conoscere l'ampiezza della variabilità di qualunque località perchè raramente possediamo dati di località di un solo secolo(casomai la dice corta), figuriamoci se riusciamo ad avere un quadro relativo alla traspirazione del suolo...

Cmq dal 1931 (con alcuni buchi nel periodo di guerra) a Retignano (Lu) gli anni più secchi nel periodo compreso tra il 1 Giugno e il 15 Ottobre sono stati:
1) 1986: 128,0 mm
2) 1962: 133,1 mm
3) 1985: 133,8 mm
4) 2018: 151,0 mm
5) 1945: 166,4 mm
6) 2003: 169,0 mm
Direi che poteva andare meglio ;)
secondo alcuni profeti di sventura, visto che siamo nel 2018, dovrebbe andare peggio.

37
Credo che il cambiamento o le modifiche sono già evidenti in termini di geopotenziali, escludendo le evidenze in termini pluviometrici che ancora non si sono verificate sull'Italia intera:
Settembre


Ottobre

38
è utile dire il perchè:
non si conosce l'ampiezza della loro variabilità che è sempre cambiata..facendo invece cherry picking e prendendo un campione di anni opportunamente scelto la correlazione aumenta.
tenendo conto di tutto ciò che si possa vedere (di "favorevole" o "sfavorevole") in stratosfea, le speculazioni meteorologiche che si fanno sul suolo italico, rimarranno sempre tali, visto che è probabile che l'inverno in Italia possa differire anche di molto rispetto a tutto il NH o a buona parte di esso.

39
Come si fa a vedere gli Accumuli mese x mese?
Comunque dal grafico che fa vedere tutto l'anno a San Baronto vicino casa mia da giugno ad oggi mi sembra non si superino i 50mm  :(
no, il totale da giugno 26,2+luglio 21,6+agosto 33,6+settembre 10,6+ ottobre 48 = Tot 140 mm
La tabella è sotto il grafico e basta leggerla.

40
Buongiorno,

avevo già spiegato anni addietro ad un altro utente che richiamava spesso i dati ufficiali che

1) premessa essi siano alla fine l’unica chiave di lettura per i posteri
2) andrebbero analizzati i tempi ed i modi in cui sono maturati

Io che sono di Pietrasanta posso testimoniare che dal 15 Giugno ad oggi abbiamo un accumulo di140 mm
Direte.......poco ma non “drammatico”
Se invece andiamo ad analizzare nei dettagli, quasi la meta’ di quei mm sono caduti durante un mega temporale durato meno di un’ora in una zona estremamente circoscritta ( 5kms al massimo)
Il resto del quantitativo in situazioni analoghe, 3-4 episodi
Sicuramente il pluvio è stato smosso ma i benefici per le falde e la flora sono stati pari a zero

bye
Max
Infatti bisogna considerare la distribuzione di determinate piogge,le temperature che si hanno prima e dopo i fenomeni,la presenza di venti secchi ecc.
Da me quasi la metà di tali piogge è caduta nell'episodio temporalesco di fine agosto; gli altri accumulati sono avvenuti sempre in un contesto caratterizzato da circolazione foehnizzato da est che asciugava rapidamente il terreno. Quindi bisognerebbe vedere anche in quell'anno ogni dieci la distribuzione ed il contesto termico e meteorologico. :)
anche questo è vero ;)

la stessa analisi la dovresti fare per tutte le annate e invece continuate a farla solo per il 2018.
Le vostre ipotesi dovrebbero quindi avere un margine più ampio nel totale dei mm guardando tutte le annate con giorni di pioggia di 60 mm o simili....poi se per le falde e la flora sono state pari a zero nel 2018 e invece non pari a zero in quelle passate si ritorna a parlare di percezioni...

41
Inutile dire perché, in quanto finirei sempre sullo stesso argomento
è utile dire il perchè:
non si conosce l'ampiezza della loro variabilità che è sempre cambiata..facendo invece cherry picking e prendendo un campione di anni opportunamente scelto la correlazione aumenta.

42
L'archivio SIR per Pietrasanta mostra i seguenti accumuli:

1985 da luglio a ottobre =82,0 mm
1956 da luglio a ottobre = 107,6 mm
1970 da luglio a ottobre = 117,5 mm
1957da luglio a ottobre =120,9 mm
1941 da luglio a ottobre = 123,5 mm
2018 da luglio a ottobre = 136,6 mm (rete linea meteo) in attesa del dato SIR
2017 da luglio a ottobre = 138,4 mm
1971 da luglio a ottobre = 144,6 mm
1986 da luglio a ottobre =150,9 mm

Il campione utilizzabile in cui sono presenti tutti i dati da luglio ad ottobre  comprende 80 anni ci sono 8 casi  in cui il periodo in questione del 2018 è paragonabile come mm caduti al suolo:

ciò equivale a tempi di ritorno di una volta su 10 anni, nulla di così eccezionale come potete riscontrare sul sito del SIR:
http://www.sir.toscana.it/index.php?IDS=2&IDSS=6

La stessa cosa può essere verificata al link sopra (magari analizzate tutto il campione e non solo gli anni che compaiono qui sopra) per altre località di cui alcuni utenti segnalavano invece l'eccezionalità della mancanza di mm.
Saluti

43
Poi che questo prossimo Inverno sulla carta parta teleconnettivamente svantaggiato è appurato. Le indicazioni indirizzano verso un forte grado di approfondimento.
Teleconnettivamente la settimina è una cosa tua teleconnettiva e credo lo rimarrà.
In verità ce ne sono stati molti di inverni con la "tesi" verificata del prossimo ed alcuni ugualmente rimasti nella storia nella seconda parte :
1955/56
1964/65
1975/76
1985/86
1995/96

Tuttavia vediamo se riusciamo a portare avanti  una condizione di VP non decentrato dalla verticale del Polo Geografico come in effetti stiamo riscontrando,  senza nemmeno quelle fameliche heat wave sull'Alaska. ;)
direi che molto probabilmente sarà decentrato dalla verticale del Polo e in approfondimento..e già questa tendenza non solo di quest'anno porta ad avere sulla carta teleconnettiva comportamenti atmosferici differenti dal passato e quindi proprio per questo difficilmente ingabbiabili da una "settimina"...

44
cosa intendi caro?
l'all-wave number (a-d in figura) è una dinamica stratosferica come da letteratura, nè a un'onda(wave1  b-e) nè a due onde(wave2  c-f)


45
ps. date le condizioni di contorno che determinano una stratosfera autunnale fredda a prescindere spesso dalle anomalie a 500hpa o al suolo, è più probabile l'ennesimo sfondamento del NAM piuttosto che il contrario..come dicevo anche l'anno scorso, negli ultimi 10 e soprattutto 5 anni, la media di GPT a 10hpa si è abbassata di quasi 0,5..il che vuol dire che si parte già molto più vicini alla soglia critica, e che perchè ciò non avvenga serve sempre più pescare un coniglio dal cilindro..non è detto che ciò non possa cambiare, ma è quasi impossibile che lo faccia in pochi anni.. ;) 8)
ma infatti si è sempre detto che quella è una soglia critica calcolata male, cioè senza contare l'ampiezza della variabilità interna, che nessuno può conoscere visto i pochi decenni in archivio...ci vorrebbero forse decine di secoli e non basterebbero ancora..

46
Mi pare si stia preparando un all-wavenumber come da letteratura, so di andare contro tutti visto che non l'ho mai letto, ma è quello che si vede in reanalisi:







Secondo me un "cold" stratosferico invernale continuo è molto probabile.

47


Fonte: Andrea Corigliano/Facebook

alimentazione dovuta al getto polare che raffredda le zone tropicali atlantiche(Azzorre), quell'aria in risalita dal Marocco passante per la Spagna non è altro che la risposta al getto in risalita sul vicino atlantico:



l'alimentazione non si genera dai tropici, ma ammetto che quella di Corigliano è una descrizione che fa clamore  perchè sembra quasi che il caldo tropicale in passato se ne sia sempre stato laggiù e invece adesso abbia un motore proprio che direziona la corrente a getto e anche la colonna stratosferica...

48
...agw ...e chi paga?
ma infatti l'obbiettivo è quello di far credere al consumatore che lui stesso essendo Umano è responsabile dell'AGW e quindi deve accettare ogni tipo di maggiore consumo che gli si pone davanti...chi paga c'è..quelli che si fanno guidare dai finanzieri/mass media al consumismo proposto...energie rinnovabili?tecnologie green?ecc..
Direi che puoi far fare tutto ad una persona basta terrorizzarla, renderla colpevole, instillare dentro sè la paura...vedrai che avrai non un consumatore, ma un robot che agisce e paga in funzione di tutto ciò che gli proponi..

Vogliono aumentare i consumi e ci obbligheranno ad acquistare il futile pur di aumentarli...chi paga..tutti (meno i finanzieri e chi lavora per loro)come sempre, ma adesso vogliono che paghiamo di più...

49
Credo che la situazione di quest'anno vanti ben pochi precedenti negli ultimi duecento anni.
Rendici partecipi della serie della tua zona dal 1818 ad oggi... se non ci sono i dati come si fa a scrivere una cosa del genere?...vedi sopra 2011...ma potrei citare a mia memoria l'autunno del 2001,del1985, del 1980,per la mia zona...sicuramente è accaduto più spesso in passato che di recente vedi anni '80 dati cnr..


50
Da me si bagana e si riasciuga subito per lo scirocco
 ;D
anche qui di solito dopo aver piovuto si riasciuga

Pagine: [1] 2 3 4 5 ... 29