Forum MeteoDue.it

Uno sguardo al cielo e alle carte... => Center for Study on Climate and Teleconnections (CSCT) => Topic aperto da: Cloover - Gennaio 01, 2015, 02:46:31 pm

Titolo: VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 01, 2015, 02:46:31 pm

Sono estremamente convinto che le cause del rinforzo del VP di questi ultimi anni , vadano ricercate nell'interazione tropo-oceanica e nel progressivo incremento dell'attività solare ( tali elementi sono interconnessi).

Ai più "anziani" , non sarà sfuggita in questi giorni la forte analogia con dinamiche similari a quanto avveniva negli anni '90, quando la costante divergenza dell'onda atlantica portava le discese fredde in direzione del Mediterraneo Orientale, regalando inverni piuttosto secchi sul centro-nord della nostra penisola, contrapposti a forti ondate di gelo sul medio-basso adriatico.

Cos'è cambiato veramente rispetto a pochi anni fa? Qual è l'elemento che sta forzando in maniera invisibile la diposizione delle pedine sullo scacchiere emisferico? La  PDO.

Questo indice è fondamentale per quanto riguarda anche l'ondulazione Euro-atlantica, perchè modulando l'onda planetaria pacifica, va a provocare un effetto domino sul waves train , modificando nel particolare il segno della ........ NAO .



Ma cos'è che influisce sul segno della PDO o , meglio , sull'attività della Bassa pressione Aleutinica?  L'attività solare:



L'attività solare è quella che va a modulare la tensione zonale, andando ad innescare una serie di forcings a cascata che si ripecuotono sulla circolazione emisferica.
Il rinforzo delle basse pressioni semipermanenti (esplicative circa la tensione della corda zonale), vanno a modulare il segno degli indici oceanici, con altri effetti di feedback circolatiorio.

Ecco qui la variazione delle anomalie dell'oceani Pacifico rispetto al periodo 2000-->2013 , la chiave che spiega la relazione tra la posizione della cella di Walker, la fasi della MJO e la locazione dell'onda stazionaria sul Pacifico:



(O;N ) 2014:




Quando torneranno inverni favorevoli ad un VP molto disturbato? probabilmente dovremo attendere il 2020 per tornare a vedere configurazioni simili al 2009/'10 o 2010/11 , ma è possibile che già nel 2017/'18 si verifichino le prime avvisaglie:



Poi se le proiezioni saranno rispettate, dal 2020 potremmo abituarci ad inverni con tensione zonale molto bassa, a caratterizzare lunghi inverni contraddistinti da una forte componente Siberiana con gelo intenso e nevicate diffuse che tornerebbero gradualmente ad interessare l'Europa centro-occidentale:



Questo meccanismo spiega non soltanto la teoria relativa alla forza/debolezza del VP, ma l'importanza primaria che ha il pattern NAO- nel provocare il break down del VP stratosferico..........

Credo si sia fatta luce su un bel pò di cose adesso....















 
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: firenze3 - Gennaio 01, 2015, 02:54:46 pm
Si riapre nel 2020...1 saluto a tutti... :-\ :-\ :-\ :-\
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Giaguaro - Gennaio 01, 2015, 02:59:51 pm
L'attività solare è indubbiamente ripartita da un annetto, pero' a livello di ap index i valori son sempre molto bassi come media, viene da domandarsi se sia cosi decisiva, e soprattutto i modelli attuali dovrebbero comunque basarsi su queste interazioni nel fare le loro previsioni, non è che sia ripartita da 15 giorni, tutto il 2014 ha viaggiato su un flux prossimo ai 130/150 di media, nulla di eccezionale se si paragona al 22-23 ma certo superiore alla moria dei 70-80 del 2009/10/11, è indubbio questo sia il canto del cigno dell'infinito ciclo 24 (o 23 sempre il 24 sia mai iniziato davvero)...
Verrebbe da domandarsi come mai se gli indici dicevano X e cmq tornano indietro a ben oltre gli anni 90 del ciclo 22-23 ma fino ai primi rilevamenti dei satelliti (metà anni 50,60 o quando era) come mai non torni nulla, roba come il sai e l'opi nelle simulazioni ce l'avevan dentro questa roba, il sole non è che se l'erano scordato spento fino a settembre e poi uno ha riattaccato la spina ed è ripartito.
Al momento in effetti d'altro canto non abbiamo niente in mano di diverso per capire come mai si sia in questa situazione.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: rodanosnow - Gennaio 01, 2015, 03:09:37 pm
Me li ricordo bene gli anni 90, sono stati tremendamente noiosi ricordo solo il febbraio 91 e dicembre 96 e poi quasi sempre anticiclone pochissime piogge e monti senza neve
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 01, 2015, 03:21:30 pm
L'attività solare è indubbiamente ripartita da un annetto, pero' a livello di ap index i valori son sempre molto bassi come media, viene da domandarsi se sia cosi decisiva, e soprattutto i modelli attuali dovrebbero comunque basarsi su queste interazioni nel fare le loro previsioni, non è che sia ripartita da 15 giorni, tutto il 2014 ha viaggiato su un flux prossimo ai 130/150 di media, nulla di eccezionale se si paragona al 22-23 ma certo superiore alla moria dei 70-80 del 2009/10/11, è indubbio questo sia il canto del cigno dell'infinito ciclo 24 (o 23 sempre il 24 sia mai iniziato davvero)...
Verrebbe da domandarsi come mai se gli indici dicevano X e cmq tornano indietro a ben oltre gli anni 90 del ciclo 22-23 ma fino ai primi rilevamenti dei satelliti (metà anni 50,60 o quando era) come mai non torni nulla, roba come il sai e l'opi nelle simulazioni ce l'avevan dentro questa roba, il sole non è che se l'erano scordato spento fino a settembre e poi uno ha riattaccato la spina ed è ripartito.
Al momento in effetti d'altro canto non abbiamo niente in mano di diverso per capire come mai si sia in questa situazione.


Il SAI e l'OPI sono indici giovanissimi e  non hanno dimostrato quello che credevamo potessero dimostrare. Che abbiano funzionato in sede di reanalisi non è indicativo purtroppo.
   Secondo me le cose tornano anche troppo, già sull'Outlook avevo manifestato dubbi circa una forte negatività degli indici AO e NAO :

Citazione
Proprio l'attività Solare e l'attività Geomagnetica in moderata ripresa rispetto a qualche anno fa, lasciano credere che quest'anno i valori di AO e NAO possano essere negativi ma in maniera meno estrema rispetto a quanto abbiamo visto in tempi recenti.
Il Dott. Theodor Landsheidt ,aveva sviluppato un' interessante correlazione proprio tra l'attività Geomagnetica ed il segno della NAO, presentando una correlazione r>0.90 nel periodo 1970/'00:

([url]http://oi60.tinypic.com/14xdsg2.jpg[/url])

In conclusione possiamo dedurre che la nostra penisola potrebbe essere colpita da retrogressioni fredde anche in maniera diretta in qualche occasione durante il trimestre , favorendo degli episodi nevosi a quote basse anche al Centro-Sud.




Come vedete c'erano già delle avvisaglie.......L'attività solare opera a lag 0.....









Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Giaguaro - Gennaio 01, 2015, 04:20:33 pm
Il SAI e l'OPI sono indici giovanissimi e  non hanno dimostrato quello che credevamo potessero dimostrare. Che abbiano funzionato in sede di reanalisi non è indicativo purtroppo.
   Secondo me le cose tornano anche troppo, già sull'Outlook avevo manifestato dubbi circa una forte negatività degli indici AO e NAO :


Come vedete c'erano già delle avvisaglie.......L'attività solare opera a lag 0.....
Che opera a lag zero l'avevamo già notato in effetti.quello che impressiona cmq è che si sputi sangue con tlc di segni addirittura opposti a prescindere.uno direbbe cazzo siamo stronzi noi
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: roberto7382 - Gennaio 01, 2015, 04:22:00 pm
Ed eccoci al post che non avremmo mai voluto aprire  ;D

Sono estremamente convinto che le cause del rinforzo del VP di questi ultimi anni , vadano ricercate nell'interazione tropo-oceanica e nel progressivo incremento dell'attività solare ( tali elementi sono interconnessi).

Ai più "anziani" , non sarà sfuggita in questi giorni la forte analogia con dinamiche similari a quanto avveniva negli anni '90, quando la costante divergenza dell'onda atlantica portava le discese fredde in direzione del Mediterraneo Orientale, regalando inverni piuttosto secchi sul centro-nord della nostra penisola, contrapposti a forti ondate di gelo sul medio-basso adriatico.

Cos'è cambiato veramente rispetto a pochi anni fa? Qual è l'elemento che sta forzando in maniera invisibile la diposizione delle pedine sullo scacchiere emisferico?

Signori miei, è la ........  PDO.

Ebbene si, questo indice è fondamentale per quanto riguarda anche l'ondulazione Euro-atlantica, perchè modulando l'onda planetaria pacifica, va a provocare un effetto domino sul waves train , modificando nel particolare il segno della ........ NAO .

<img src="[url]http://4.bp.blogspot.com/-HnH1T6EUP8w/TrOlCS2LxwI/AAAAAAAAAEY/xiCv9Gt4fZA/s1600/image042.jpg[/url] ">

Ma cos'è che influisce sul segno della PDO o , meglio , sull'attività della Bassa pressione Aleutinica?  L'attività solare:

<img src="[url]http://climatereview.net/ChewTheFat/wp-content/uploads/2011/03/Solar-vs-PDO-vs-Temp.jpg[/url] ">

L'attività solare è quella che va a modulare la tensione zonale, andando ad innescare una serie di forcings a cascata che si ripecuotono sulla circolazione emisferica.
Il rinforzo delle basse pressioni semipermanenti (esplicative circa la tensione della corda zonale), vanno a modulare il segno degli indici oceanici, con altri effetti di feedback circolatiorio.

Ecco qui la variazione delle anomalie dell'oceani Pacifico rispetto al periodo 2000-->2013 , la chiave che spiega la relazione tra la posizione della cella di Walker, la fasi della MJO e la locazione della wave1:

<img src="[url]http://oi61.tinypic.com/2us7vra.jpg[/url] ">

(O;N ) 2014:

<img src="[url]http://oi61.tinypic.com/2d0xgux.jpg[/url]">


Quando torneranno inverni favorevoli ad un VP molto disturbato? probabilmente dovremo attendere il 2020 per tornare a vedere configurazioni simili al 2009/'10 o 2010/11 , ma è possibile che già nel 2017/'18 si verifichino le prime avvisaglie:

<img src="[url]http://oi57.tinypic.com/3508f1k.jpg[/url] ">

Poi se le proiezioni saranno rispettate, dal 2020 potremmo abituarci ad inverni con tensione zonale molto bassa, a caratterizzare lunghi inverni contraddistinti da una forte componente Siberiana con gelo intenso e nevicate diffuse che tornerebbero gradualmente ad interessare l'Europa centro-occidentale:


<img src="[url]http://kasimsweatherwatcher.com/wp-content/uploads/2013/08/TCNew35.png[/url]">

Questo meccanismo spiega non soltanto la teoria relativa alla forza/debolezza del VP, ma l'importanza primaria che ha il pattern NAO nel provocare il wave break del VP stratosferico..........  ;) 

Credo si sia fatta luce su un bel pò di cose adesso....


Ciao a Tutti,

ho riportato qui sopra gli ultimi 3 interventi che ho fatto nel post stratosfera e per i quali non avevo ottenuto una risposta veramente definitiva.

Ciao Cloover,
volevo chiederti se pensi che la dinamica che tu hai disegnato e che hai preso al 90% con 3/4 mesi di anticipo (e quindi un milione di complimenti) non si sia realizzata sul più bello per un'attività solare più forte del previsto che in qualche modo sia riuscita ad inficiare tutta la dinamica, nonostante un vortice polare debole e BDC STRONG. Infatti la correlazione episodi freddi è buona con QBO- e solar flux debole e con QBO+ e solar flux elevato. In questo inverno purtroppo (nonostante la debolezza del ciclo 24 rispetto ai cicli precedenti di questo secolo) il solar flux è piuttosto elevato 140/160 ed anche il numero di macchie oscilla tra 90 e170 che secondo me sono valori piuttosto altini per QBO-. Al contrario sono quasi certo che se avessimo avuto l'attività solare del 2009 il VP sarebbe esploso da un pezzo perché ci sarebbe stato un wejkof più alto o uno SCAND+ che avrebbe portato a compimento al 100% la dinamica da te illustrata. Con questo non dico che non accada ma i tempi si allungano e per noi è un peccato perché ci saremo giocati altri 30 gg.
Come te credo che non vedremo assolutamente il MMW a breve perché la resistenza dell'alta su centro Europa e Scandinavia a 160 ore sarà troppo debole per cui flussi di calore insufficienti e non convergenti e quindi altro Displacement.
Io per il discorso fatto sopra credo che un ottimo inverno sarà fra 2 anni. A quel punto il ciclo solare sarà in discesa e quindi oltre ad avere flusso solare debole e QBO- penso che sempre per effetto del sole debole avremo anche NINA EST BASED. Con questo quadro anche l'alta pacifica si allontanerebbe dalle coste occidentali USA e per noi sarebbe meglio.
Infatti altra nota non positiva di quest'anno è sempre a mio parere la temperatura troppo elevata del pacifico in zona 1-2 e 3. La MJO infatti non entra in fase 6,7,8 da un bel pezzo e quando ci va ha sempre bassa magnitudo. Ora che il MMW è dato per spacciato anche i modelli che la vedevano progredire e salire di magnitudo da zona 5 a zona 6 stanno ritrattando.

Ciao Nonno Rodano,
vorrei che tu mi spiegassi il tuo ottimismo che io non capisco a cosa sia dovuto e ti spiego come la vedo io così possiamo disquisire un po' e tu spiegarmi il tuo punto di vista.
Ora che questi warming avranno finito di sballonzolare il VPS in qua e in là senza alcun risultato concreto, avremo finalmente il vps che ritorna sulla verticale del polo in un regime di AO+ che dovrebbe portare ad un ricompattamento anche in tropo. A questo punto avremo 7-10 gg almeno di zonalità sparata e quindi saremo al 25 Gennaio circa. A quel punti i flussi di calore probabilmente ripartiranno e occorreranno 7/10 gg. circa per rendere ellittico di nuovo il VP e forse altri 5gg per ruotarlo di 60/70 rispetto al suo asse medio (in senso orario) in modo che sia in posizione favorevole per il freddo, perché se non ruota chi raffredderà le pianure russe ed i balcani che nel frattempo per effetto della piallata si saranno riscaldati di brutto così come la scandinavia ed il nord della russia......ma se aggiungiamo altri 15 gg siamo al 10 Febbraio circa.....per questo io non sono ottimista......paradossalmente siccome non do alcuna chance al MMW di realizzarsi preferirei che i flussi si azzerassero prima in modo da resettare la situazione in anticipo e ripartire di nuovo prima che finisca l'inverno.

A supporto di ciò vorrei far notare che la MJO è arrivata a fine ciclo, perché viste le proiezioni, in 45 gg. (01/12/2014-15/01/2015) da zona 5 ritornerà in zona 5, quindi per avere onde di grande ampiezza abbiamo bisogno delle fasi 7 e 8 che sono imprescindibili. Questo significa avere la MJO in fase 7 e 8 non prima di 15/20 giorni dal 15 Gennaio anche perché durante la piallata probabilmente scenderà in fase neutra e poi bisogna sperare che si alzi di magnitudo e porti a compimento tutta la dinamica che aspettiamo da inizio inverno, La tropo da sola quest'anno non ci tira fuori dalle secche....l'ENSO a mio avviso ci rema contro e non poco (pacifico come ho già detto troppo caldo in zona 1-2 e in zona 3).....un altro punto a sfavore è l'assenza di alta pressione su Barents ed anche saltuariamente su Scandinavia per cui il getto scorre libero sul Nord Europa ed infatti abbiamo mediamente AO+ e NAO++ e HP azzorriano in letargo ed anche di brutto....

Grazie Nonno Rodano delle tue risposte. Avrei comunque un paio di domande perché alcune cose che hai detto non mi sono troppo chiare:

1) Sono d'accordo che il VPS sembra messo male fino a data da destinarsi, ma mi spieghi perché credi nel MMW dopo il 15 Gennaio. Quale sarebbe secondo te l'innesco visto che in troposfera non si vedono blocking in grado di generarlo?

2) Tutti ad Ottobre credevamo confortati dalla circolazione atmosferica palesatasi in quel mese e con l'ausilio dei vari indici (OPI, SAI, ecc., BDC STRONG) di avere un Inverno in AO- e NAO perlomeno neutro Negativa ma al momento non è così. Tu dici che ad Ottobre o ci siamo bevuti tutti il cervello od un reset barico deve essere alle porte, non cè alternativa. Allora io ti chiedo: perché ci sia un reset barico occorre un cambiamento in tropo, perchè la strato non fa grande resistenza in queste condizioni; qual è secondo te la causa primaria che genererà il cambio in tropo? Un'idea ce l'hai altrimenti non diresti "Continuo a pensare che non possiamo esserci bevuti il cervello ad ottobre e che sia solo questione di tempo..però almeno l'innesco del cambio di pattern non può piu tardare molto", perché fino a prova contraria la natura potrebbe mantenere questo pattern fino a fine inverno con ripetuti minor warming che non muteranno il quadro. Qual è la forzante che ti aspetti provochi un reset barico emisferico?

3) Io ieri ho fatto l'ipotesi che il sole fosse troppo forte ed in qualche modo, che non conosco, condizionasse il pattern emisferico in modo per noi negativo ed anche che la situazione dell'ENSO caldo in zona 1-2 e 3 fosse un'altra concausa di questo pattern sfortunato e del fatto che la MJO non andasse in fase 7 e 8 a noi storicamente favorevoli per i blocchi in Atlantico (Alta Aleutinica troppo spostata sulla costa Occidentale statunitense), ma tu mi hai risposta che la MJO non è la causa del pattern instauratosi ma solo la conseguenza: "riguardo la MJO dipende dalle dinamiche troposferiche, se cambiano cambia la MJO". Allora se l'ENSO non è la causa, la MJO non è la causa, la BDC è strong, l'ozono in stratosfera è tanto, il VPS è debole, l'asse del VPS ad Ottobre era molto buono perché quasi perpendicolare alla linea congiungente Aleutine e Islanda, tutti gli indici OPI, SAI ecc. erano orientati ad AO-- e NAO neutro Negativa, allora perché abbiamo questo schema circolatorio. Vorrei sapere qual è il fattore che ha scatenato tutto questo. Ma soprattutto quale sarà il fattore che lo modificherà?

Ti ringrazio molto Cloover perché hai risposto con semplicità, come fai sempre d'altronde, a tutti i miei interrogativi/intuizioni che non supportate da un'adeguata preparazione scientifica mi erano saltati in mente solo con l'osservazione e a cui non riuscivo a dare forma. Finalmente qualcuno ha individuato la causa primaria.....quella che io avevo ricercato e appena intuito ma senza alcun supporto o studio a favore .....Grazie davvero.....

Purtroppo le tue conferme però vanno a consolidare la mia view di un Gennaio praticamente da buttare.....ma soprattutto di inverni futuri in tono minore......
la cosa che più mi stupisce del tuo intervento però è la tua visione non troppo positiva dei prossimi 4/5 anni.....io credevo che l'attività solare tra 2 anni sarebbe stata sufficientemente bassa da regalarci un inverno severo.....credi che dunque il sole si mantenga sui livelli attuali per i prossimi 4/5 anni? Non ti sembra troppo? io credo che già da Febbraio 2014 l'attività scenda perché l'attuale allineamento planetario si sarà esaurito e poi credo che il ciclo comincerà un indebolimento progressivo che risentirà di nuovo di picchi, altri allineamenti planetari nel corso dei prossimi anni, ma che ci traghetterà comunque verso una progressiva riduzione dell'attività solare.

Disamina straordinaria la tua. Ancora Complimenti.

Saluti a tutto il forum!

Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 01, 2015, 04:33:51 pm
Che opera a lag zero l'avevamo già notato in effetti.quello che impressiona cmq è che si sputi sangue con tlc di segni addirittura opposti a prescindere.uno direbbe cazzo siamo stronzi noi

A mio avviso c'è una concausa di indici....Uno su tutti è proprio la PDO+( di per se  già sinonimo di una rinnovata tensione zonale), che va a forzare un pattern NAO+ .
Il fatto che non arriveremo ad un MMW in questo frangente, nonostante una dinamica molto favorevole, è proprio riconducibile al segno della PDO e l'impatto sulla circolazione Nord atlantica ( La reiterazione del pattern NAO- è quello che facilita  il break down del VPS grazie alla propagazione d'onda).

In pratica abbiamo un impianto teleconnettivo che è effettivamente favorevole ad un collassamento del VPS, ma altre forzanti(a forte impatto circolatorio), che ne ostacolano il compimento  ::)  Gli effetti sono sotto i nostri occhi...

PS( sempre ottime le tue intuizioni Roberto  ;)  )









Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: maxwinter - Gennaio 01, 2015, 04:50:43 pm
Non ho parole, dall' alto della mia ignoranza posso solo dire che come in tutti i campi ma specialmente nella meteo, non si finisce mai di imparare e scoprire nuovi orizzonti  ;)

Non mi resta che farvi i complimenti per tutto quello che state facendo  :)

piccola nota ot,  prevedo, come  già scritto da altri giorni fa: suicidi di massa  ;D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: sheva78 - Gennaio 01, 2015, 04:57:36 pm
Premetto due cose:
1) ho immensa stima in filippo e lo reputo un grande x quello dice e come spiega sempre le cose
2) sono totalmente sprovvisto in materia stratosferica..quindi parlero'semplicemente su quello che vedo.

Fatte queste lecite premesse,credo che il post x come e'messo,sia un po'troppo catastrofista :P
Negli stessi anni 90', abbiamo avuto episodi invernali con la E maiuscola...vedi il febbraio 91' o la stessa super burianata del 96' :o
Allo stesso modo,ricordo bene come anche nelle ultime nevicate,i nostri destini siano stati segnati favorevolmente da fenomeni troposferici anche dell'ultima ora...con discese fredde che con 100km piu'ad est o ovest,avrebbero avuto effetti ben diversi..

Di conseguenza,x dirla in breve..se il post intende dire che nei prox anni sara'piu'difficile avere situazioni favorevoli x eventi storici sul mediterraneo..ok,posso comprendere il messaggio...ma se si vuol dire che avremo inverni senza neve sulla nostra zona,beh non sono affatto convinto :-*

Anzi..credo che troppo spesso ultimamente ci si basi su cose tutt'altro che sicure x elaborare l'idea sulla tendenza meteo delle settimane successive. Rimango convinto che la meteorologia sia una scienza molto giovane x tutti...con poche certezze matematiche e troppe variabili x essere catalogata in questo modo.

X come la vedo io,un episodio invernale puo'sempre farlo sia a gennaio  o febbraio2015  che a maggior ragione,il prossimo inverno ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 01, 2015, 04:59:56 pm
Non ho parole, dall' alto della mia ignoranza posso solo dire che come in tutti i campi ma specialmente nella meteo, non si finisce mai di imparare e scoprire nuovi orizzonti  ;)

Non mi resta che farvi i complimenti per tutto quello che state facendo  :)

piccola nota ot,  prevedo, come  già scritto da altri giorni fa: suicidi di massa  ;D

Grazie Max  ;)



Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 01, 2015, 05:01:49 pm
Premetto due cose:
1) ho immensa stima in filippo e lo reputo un grande x quello dice e come spiega sempre le cose
2) sono totalmente sprovvisto in materia stratosferica..quindi parlero'semplicemente su quello che vedo.

Fatte queste lecite premesse,credo che il post x come e'messo,sia un po'troppo catastrofista :P
Negli stessi anni 90', abbiamo avuto episodi invernali con la E maiuscola...vedi il febbraio 91' o la stessa super burianata del 96' :o
Allo stesso modo,ricordo bene come anche nelle ultime nevicate,i nostri destini siano stati segnati favorevolmente da fenomeni troposferici anche dell'ultima ora...con discese fredde che con 100km piu'ad est o ovest,avrebbero avuto effetti ben diversi..

Di conseguenza,x dirla in breve..se il post intende dire che nei prox anni sara'piu'difficile avere situazioni favorevoli x eventi storici sul mediterraneo..ok,posso comprendere il messaggio...ma se si vuol dire che avremo inverni senza neve sulla nostra zona,beh non sono affatto convinto :-*

Anzi..credo che troppo spesso ultimamente ci si basi su cose tutt'altro che sicure x elaborare l'idea sulla tendenza meteo delle settimane successive. Rimango convinto che la meteorologia sia una scienza molto giovane x tutti...con poche certezze matematiche e troppe variabili x essere catalogata in questo modo.

X come la vedo io,un episodio invernale puo'sempre farlo sia a gennaio  o febbraio2015  che a maggior ragione,il prossimo inverno ;)


Si , questo pensavo fosse chiaro....  Il discorso è riferito alla macroscala ed all'impatto sulla circolazione emisferica  :)



Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: gelosnow - Gennaio 01, 2015, 05:04:53 pm
Premetto due cose:
1) ho immensa stima in filippo e lo reputo un grande x quello dice e come spiega sempre le cose
2) sono totalmente sprovvisto in materia stratosferica..quindi parlero'semplicemente su quello che vedo.

Fatte queste lecite premesse,credo che il post x come e'messo,sia un po'troppo catastrofista
Negli stessi anni 90', abbiamo avuto episodi invernali con la E maiuscola...vedi il febbraio 91' o la stessa super burianata del 96' :o
Allo stesso modo,ricordo bene come anche nelle ultime nevicate,i nostri destini siano stati segnati favorevolmente da fenomeni troposferici anche dell'ultima ora...con discese fredde che con 100km piu'ad est o ovest,avrebbero avuto effetti ben diversi..

Di conseguenza,x dirla in breve..se il post intende dire che nei prox anni sara'piu'difficile avere situazioni favorevoli x eventi storici sul mediterraneo..ok,posso comprendere il messaggio...ma se si vuol dire che avremo inverni senza neve sulla nostra zona,beh non sono affatto convinto :-*

Anzi..credo che troppo spesso ultimamente ci si basi su cose tutt'altro che sicure x elaborare l'idea sulla tendenza meteo delle settimane successive. Rimango convinto che la meteorologia sia una scienza molto giovane x tutti...con poche certezze matematiche e troppe variabili x essere catalogata in questo modo.

X come la vedo io,un episodio invernale puo'sempre farlo sia a gennaio  o febbraio2015  che a maggior ragione,il prossimo inverno ;)
Condivido!!!
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: i_fiorentino - Gennaio 01, 2015, 05:17:09 pm
Mah, ho molti dubbi a tal proposito.
Se andiamo a rileggerci alcuni post... post 2012 (scusate la doppia parola!) si parlava di ciclo freddo ed inverni futuri caratterizzati da temperature rigide.
Si snocciolava anche qlc data proprio a partire da questo inverno (se ho tempo vado a ripescarli).
Ora si paventano inverni al contrario, ovvero caratterizzati da una scarsa attivita' d'onda ed una zonalita' marcata.

Io invece rimango della mia idea (e lo dimostrano i fallimenti di qualsiasi indice predittivo nato da studi piu' o meno validi negli anni) ovvero che la dinamicita' del clima sulla terra e' talmente complicata che nessuno al mondo oggi ha non solo le capacita' intellettive per riuscirvi ma nemmeno i mezzi adatti per riuscire ad interpretarle.
Nutro profondo rispetto per coloro i quali cercano ogni giorno di trovare una via, una correlazione, un modus operandi per sbrogliare questa complicatissima matassa ma al momento constato che e' praticamente impossibile.

Si parla di uno stop invernale (non mi si fraintenda per stop invernale parlo di inverni caratterizzati da scambi termici debli o addirittura assenti per gran parte del periodo DJF) lungo circa 5 anni basato sulla PDO, la cui strada e' dettata dal ciclo solare.
Bene, abbiamo oggi gli strumenti adatti per prevedere un ciclo solare in ascesa nei prossimi 5 anni?
Abbiamo la certezza, o perlomeno le capacita', che nei prossimi 5 anni il ciclo solare sia costantemente in salita?
Chi puo' dircelo? Che ne sappiamo noi se tra 6/10 mesi, un anno, cinque anni, il ciclo solare subisca un crollo o quantomeno ricominci a calcare la strada della discesa?
Su quali studi ci basiamo per affermare questo?
Se non sappiano niente sulle future intenzioni della nostra stella come possiamo affermare o quantomeno supporre un weather regime caratterizzato da inverni con VP forte e scambi termici azzerati?

L'outlook stilato da Filippo durante il mese di Novembre, basato principalmente sulla B&D circulation estiva, spiegava proprio come weather regime caratterizzati da una forte convettivita' in zona pacifico-equatoriale "garantivano" un forte disturbo del VPS con conseguenze gelide su buona parte del continente europeo.
Ebbene, possiamo al momento affermare che anche in questo caso fattori esterni a noi ancora sconosciuti hanno potuto modificare in parte il quadro delineato.
Questo non per bacchetare Filippo (lungi da me, ho profondo rispetto per lui e ce l'avro' sempre per tutto quello che ha fatto, che fa e che fara') ma per sottolineare ancora una volta che le variabili a noi ancora sconosciute possono in qualsiasi momento andare a stravolgere una tendenza.

Tutto questo, e concludo, per dire .....puo' nei prossimi cinque anni intervenire una forzante (sconosciuta) che vada ancora una volta a stravolgere il quadro che sembra delinearsi, ovvero un WR invernale stile anni '90??!?
Io dico si' ed e' per questo che tornero' a guardare le carte con occhi diversi, come facevamo qlc anno fa', con gli occhi di una persona che ancora non sa' quello che madre natura ha in serbo per il futuro meteorologico del proprio paese.
Scusate il sermone.
Ancora buon anno a tutti!


Alessandro
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 01, 2015, 05:22:38 pm
Invece questo post rimarca proprio in maniera limpida quanto fossero giuste tali intuizioni....ma forse non sono stato abbastanza chiaro  :-*   Buon anno anche a voi  :)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Stevesylvester - Gennaio 01, 2015, 05:24:26 pm
Premetto due cose:
1) ho immensa stima in filippo e lo reputo un grande x quello dice e come spiega sempre le cose
2) sono totalmente sprovvisto in materia stratosferica..quindi parlero'semplicemente su quello che vedo.

Fatte queste lecite premesse,credo che il post x come e'messo,sia un po'troppo catastrofista :P
Negli stessi anni 90', abbiamo avuto episodi invernali con la E maiuscola...vedi il febbraio 91' o la stessa super burianata del 96' :o
Allo stesso modo,ricordo bene come anche nelle ultime nevicate,i nostri destini siano stati segnati favorevolmente da fenomeni troposferici anche dell'ultima ora...con discese fredde che con 100km piu'ad est o ovest,avrebbero avuto effetti ben diversi..

Di conseguenza,x dirla in breve..se il post intende dire che nei prox anni sara'piu'difficile avere situazioni favorevoli x eventi storici sul mediterraneo..ok,posso comprendere il messaggio...ma se si vuol dire che avremo inverni senza neve sulla nostra zona,beh non sono affatto convinto :-*

Anzi..credo che troppo spesso ultimamente ci si basi su cose tutt'altro che sicure x elaborare l'idea sulla tendenza meteo delle settimane successive. Rimango convinto che la meteorologia sia una scienza molto giovane x tutti...con poche certezze matematiche e troppe variabili x essere catalogata in questo modo.

X come la vedo io,un episodio invernale puo'sempre farlo sia a gennaio  o febbraio2015  che a maggior ragione,il prossimo inverno ;)
Bravo, condivido anch'io, abbiamo perso un possibile mmw ( che anche ci fosse stato non era affatto detto desse vita a eventi clamorosi per noi, Cloover lo aveva piu' volte premesso per altro) ma non abbiamo perso l'inverno (e anche questo Cloover lo ha sempre detto), gli episodi citati relativi ai '90 sono esemplari.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Lorenzo76 - Gennaio 01, 2015, 05:26:25 pm
Chi parla di inverno finito mente sapendo di mentire...
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nonno_rodano - Gennaio 01, 2015, 05:29:25 pm
Ciao a Tutti,

ho riportato qui sopra gli ultimi 3 interventi che ho fatto nel post stratosfera e per i quali non avevo ottenuto una risposta veramente definitiva.

Ciao Cloover,
volevo chiederti se pensi che la dinamica che tu hai disegnato e che hai preso al 90% con 3/4 mesi di anticipo (e quindi un milione di complimenti) non si sia realizzata sul più bello per un'attività solare più forte del previsto che in qualche modo sia riuscita ad inficiare tutta la dinamica, nonostante un vortice polare debole e BDC STRONG. Infatti la correlazione episodi freddi è buona con QBO- e solar flux debole e con QBO+ e solar flux elevato. In questo inverno purtroppo (nonostante la debolezza del ciclo 24 rispetto ai cicli precedenti di questo secolo) il solar flux è piuttosto elevato 140/160 ed anche il numero di macchie oscilla tra 90 e170 che secondo me sono valori piuttosto altini per QBO-. Al contrario sono quasi certo che se avessimo avuto l'attività solare del 2009 il VP sarebbe esploso da un pezzo perché ci sarebbe stato un wejkof più alto o uno SCAND+ che avrebbe portato a compimento al 100% la dinamica da te illustrata. Con questo non dico che non accada ma i tempi si allungano e per noi è un peccato perché ci saremo giocati altri 30 gg.
Come te credo che non vedremo assolutamente il MMW a breve perché la resistenza dell'alta su centro Europa e Scandinavia a 160 ore sarà troppo debole per cui flussi di calore insufficienti e non convergenti e quindi altro Displacement.
Io per il discorso fatto sopra credo che un ottimo inverno sarà fra 2 anni. A quel punto il ciclo solare sarà in discesa e quindi oltre ad avere flusso solare debole e QBO- penso che sempre per effetto del sole debole avremo anche NINA EST BASED. Con questo quadro anche l'alta pacifica si allontanerebbe dalle coste occidentali USA e per noi sarebbe meglio.
Infatti altra nota non positiva di quest'anno è sempre a mio parere la temperatura troppo elevata del pacifico in zona 1-2 e 3. La MJO infatti non entra in fase 6,7,8 da un bel pezzo e quando ci va ha sempre bassa magnitudo. Ora che il MMW è dato per spacciato anche i modelli che la vedevano progredire e salire di magnitudo da zona 5 a zona 6 stanno ritrattando.

Ciao Nonno Rodano,
vorrei che tu mi spiegassi il tuo ottimismo che io non capisco a cosa sia dovuto e ti spiego come la vedo io così possiamo disquisire un po' e tu spiegarmi il tuo punto di vista.
Ora che questi warming avranno finito di sballonzolare il VPS in qua e in là senza alcun risultato concreto, avremo finalmente il vps che ritorna sulla verticale del polo in un regime di AO+ che dovrebbe portare ad un ricompattamento anche in tropo. A questo punto avremo 7-10 gg almeno di zonalità sparata e quindi saremo al 25 Gennaio circa. A quel punti i flussi di calore probabilmente ripartiranno e occorreranno 7/10 gg. circa per rendere ellittico di nuovo il VP e forse altri 5gg per ruotarlo di 60/70 rispetto al suo asse medio (in senso orario) in modo che sia in posizione favorevole per il freddo, perché se non ruota chi raffredderà le pianure russe ed i balcani che nel frattempo per effetto della piallata si saranno riscaldati di brutto così come la scandinavia ed il nord della russia......ma se aggiungiamo altri 15 gg siamo al 10 Febbraio circa.....per questo io non sono ottimista......paradossalmente siccome non do alcuna chance al MMW di realizzarsi preferirei che i flussi si azzerassero prima in modo da resettare la situazione in anticipo e ripartire di nuovo prima che finisca l'inverno.

A supporto di ciò vorrei far notare che la MJO è arrivata a fine ciclo, perché viste le proiezioni, in 45 gg. (01/12/2014-15/01/2015) da zona 5 ritornerà in zona 5, quindi per avere onde di grande ampiezza abbiamo bisogno delle fasi 7 e 8 che sono imprescindibili. Questo significa avere la MJO in fase 7 e 8 non prima di 15/20 giorni dal 15 Gennaio anche perché durante la piallata probabilmente scenderà in fase neutra e poi bisogna sperare che si alzi di magnitudo e porti a compimento tutta la dinamica che aspettiamo da inizio inverno, La tropo da sola quest'anno non ci tira fuori dalle secche....l'ENSO a mio avviso ci rema contro e non poco (pacifico come ho già detto troppo caldo in zona 1-2 e in zona 3).....un altro punto a sfavore è l'assenza di alta pressione su Barents ed anche saltuariamente su Scandinavia per cui il getto scorre libero sul Nord Europa ed infatti abbiamo mediamente AO+ e NAO++ e HP azzorriano in letargo ed anche di brutto....

Grazie Nonno Rodano delle tue risposte. Avrei comunque un paio di domande perché alcune cose che hai detto non mi sono troppo chiare:

1) Sono d'accordo che il VPS sembra messo male fino a data da destinarsi, ma mi spieghi perché credi nel MMW dopo il 15 Gennaio. Quale sarebbe secondo te l'innesco visto che in troposfera non si vedono blocking in grado di generarlo?

2) Tutti ad Ottobre credevamo confortati dalla circolazione atmosferica palesatasi in quel mese e con l'ausilio dei vari indici (OPI, SAI, ecc., BDC STRONG) di avere un Inverno in AO- e NAO perlomeno neutro Negativa ma al momento non è così. Tu dici che ad Ottobre o ci siamo bevuti tutti il cervello od un reset barico deve essere alle porte, non cè alternativa. Allora io ti chiedo: perché ci sia un reset barico occorre un cambiamento in tropo, perchè la strato non fa grande resistenza in queste condizioni; qual è secondo te la causa primaria che genererà il cambio in tropo? Un'idea ce l'hai altrimenti non diresti "Continuo a pensare che non possiamo esserci bevuti il cervello ad ottobre e che sia solo questione di tempo..però almeno l'innesco del cambio di pattern non può piu tardare molto", perché fino a prova contraria la natura potrebbe mantenere questo pattern fino a fine inverno con ripetuti minor warming che non muteranno il quadro. Qual è la forzante che ti aspetti provochi un reset barico emisferico?

3) Io ieri ho fatto l'ipotesi che il sole fosse troppo forte ed in qualche modo, che non conosco, condizionasse il pattern emisferico in modo per noi negativo ed anche che la situazione dell'ENSO caldo in zona 1-2 e 3 fosse un'altra concausa di questo pattern sfortunato e del fatto che la MJO non andasse in fase 7 e 8 a noi storicamente favorevoli per i blocchi in Atlantico (Alta Aleutinica troppo spostata sulla costa Occidentale statunitense), ma tu mi hai risposta che la MJO non è la causa del pattern instauratosi ma solo la conseguenza: "riguardo la MJO dipende dalle dinamiche troposferiche, se cambiano cambia la MJO". Allora se l'ENSO non è la causa, la MJO non è la causa, la BDC è strong, l'ozono in stratosfera è tanto, il VPS è debole, l'asse del VPS ad Ottobre era molto buono perché quasi perpendicolare alla linea congiungente Aleutine e Islanda, tutti gli indici OPI, SAI ecc. erano orientati ad AO-- e NAO neutro Negativa, allora perché abbiamo questo schema circolatorio. Vorrei sapere qual è il fattore che ha scatenato tutto questo. Ma soprattutto quale sarà il fattore che lo modificherà?

Ti ringrazio molto Cloover perché hai risposto con semplicità, come fai sempre d'altronde, a tutti i miei interrogativi/intuizioni che non supportate da un'adeguata preparazione scientifica mi erano saltati in mente solo con l'osservazione e a cui non riuscivo a dare forma. Finalmente qualcuno ha individuato la causa primaria.....quella che io avevo ricercato e appena intuito ma senza alcun supporto o studio a favore .....Grazie davvero.....

Purtroppo le tue conferme però vanno a consolidare la mia view di un Gennaio praticamente da buttare.....ma soprattutto di inverni futuri in tono minore......
la cosa che più mi stupisce del tuo intervento però è la tua visione non troppo positiva dei prossimi 4/5 anni.....io credevo che l'attività solare tra 2 anni sarebbe stata sufficientemente bassa da regalarci un inverno severo.....credi che dunque il sole si mantenga sui livelli attuali per i prossimi 4/5 anni? Non ti sembra troppo? io credo che già da Febbraio 2014 l'attività scenda perché l'attuale allineamento planetario si sarà esaurito e poi credo che il ciclo comincerà un indebolimento progressivo che risentirà di nuovo di picchi, altri allineamenti planetari nel corso dei prossimi anni, ma che ci traghetterà comunque verso una progressiva riduzione dell'attività solare.

Disamina straordinaria la tua. Ancora Complimenti.

Saluti a tutto il forum!

Purtroppo non posso postare niente fino a lunedì e posso vedere solo i GM..questo mi limita un po' nelle risposte..

Confido in un cambio di rotta (anche se ritardato) per gli stessi motivi che mi facevano pensare ad un inverno con VP disturbato un paio di mesi fa..in sostanza mi va bene che vi sia un forte ridimensionamento delle attese,ma sinceramente passare da AO-- prevista ad un inverno con AO++ non lo ritengo credibile..oltretutto ribadisco che questo non è un VPS da inverno con VP strong,gli assetti stratosferici di inverno con AO e NAO++ sono solitamente diversi..

Penso che alla lunga il VP andrà in crisi,penso ancora che un MMW sia probabile grazie all'accoppiata VPS debole e AO+++ ipotizzata dai GM a 240 ore ad esempio..una pompata di calore ad una stratosfera già in assetto NAM-..

Riguardo quello che diceva cloover ecco un paio di numeri circa l'AA medio su novembre-dicembre:

1984: 31
2014: 22

Altri esempi dicembre 62: 24,5..gennaio 2005: 37,8..e così via..

Questo per dire che pur non essendo ovviamente su livelli di 2009 e 2010 l'attività solare spinge ancora verso NAO-,anche confrontando gli indici solari con altri anni con VP debole..

Riguardo l'aleutinico e la PDO vorrei prima poter vedere qualche reanalisi per esprimermi..

Che ne pensate,soprattutto riguardo l'AA index.. ::)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 01, 2015, 05:38:15 pm
Purtroppo non posso postare niente fino a lunedì e posso vedere solo i GM..questo mi limita un po' nelle risposte..

Confido in un cambio di rotta (anche se ritardato) per gli stessi motivi che mi facevano pensare ad un inverno con VP disturbato un paio di mesi fa..in sostanza mi va bene che vi sia un forte ridimensionamento delle attese,ma sinceramente passare da AO-- prevista ad un inverno con AO++ non lo ritengo credibile..oltretutto ribadisco che questo non è un VPS da inverno con VP strong,gli assetti stratosferici di inverno con AO e NAO++ sono solitamente diversi..

Penso che alla lunga il VP andrà in crisi,penso ancora che un MMW sia probabile grazie all'accoppiata VPS debole e AO+++ ipotizzata dai GM a 240 ore ad esempio..una pompata di calore ad una stratosfera già in assetto NAM-..

Riguardo quello che diceva cloover ecco un paio di numeri circa l'AA medio su novembre-dicembre:

1984: 31
2014: 22

Altri esempi dicembre 62: 24,5..gennaio 2005: 37,8..e così via..

Questo per dire che pur non essendo ovviamente su livelli di 2009 e 2010 l'attività solare spinge ancora verso NAO-,anche confrontando gli indici solari con altri anni con VP debole..

Riguardo l'aleutinico e la PDO vorrei prima poter vedere qualche reanalisi per esprimermi..

Che ne pensate,soprattutto riguardo l'AA index.. ::)

1984 solar flux = 750

2014 solar flux = 1600

Siamo in massimo solare  ;)   Come erano in minimo solare gli anni da te citati , 1984, 1962, 2005  ;)

Rispetto al 2009/10 poi c'è un abisso, visto che eravamo a 690   :o :o

 ;)







Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: leo81 - Gennaio 01, 2015, 05:40:16 pm
Mah, ho molti dubbi a tal proposito.
Se andiamo a rileggerci alcuni post... post 2012 (scusate la doppia parola!) si parlava di ciclo freddo ed inverni futuri caratterizzati da temperature rigide.
Si snocciolava anche qlc data proprio a partire da questo inverno (se ho tempo vado a ripescarli).
Ora si paventano inverni al contrario, ovvero caratterizzati da una scarsa attivita' d'onda ed una zonalita' marcata.

Io invece rimango della mia idea (e lo dimostrano i fallimenti di qualsiasi indice predittivo nato da studi piu' o meno validi negli anni) ovvero che la dinamicita' del clima sulla terra e' talmente complicata che nessuno al mondo oggi ha non solo le capacita' intellettive per riuscirvi ma nemmeno i mezzi adatti per riuscire ad interpretarle.
Nutro profondo rispetto per coloro i quali cercano ogni giorno di trovare una via, una correlazione, un modus operandi per sbrogliare questa complicatissima matassa ma al momento constato che e' praticamente impossibile.

Si parla di uno stop invernale (non mi si fraintenda per stop invernale parlo di inverni caratterizzati da scambi termici debli o addirittura assenti per gran parte del periodo DJF) lungo circa 5 anni basato sulla PDO, la cui strada e' dettata dal ciclo solare.
Bene, abbiamo oggi gli strumenti adatti per prevedere un ciclo solare in ascesa nei prossimi 5 anni?
Abbiamo la certezza, o perlomeno le capacita', che nei prossimi 5 anni il ciclo solare sia costantemente in salita?
Chi puo' dircelo? Che ne sappiamo noi se tra 6/10 mesi, un anno, cinque anni, il ciclo solare subisca un crollo o quantomeno ricominci a calcare la strada della discesa?
Su quali studi ci basiamo per affermare questo?
Se non sappiano niente sulle future intenzioni della nostra stella come possiamo affermare o quantomeno supporre un weather regime caratterizzato da inverni con VP forte e scambi termici azzerati?

L'outlook stilato da Filippo durante il mese di Novembre, basato principalmente sulla B&D circulation estiva, spiegava proprio come weather regime caratterizzati da una forte convettivita' in zona pacifico-equatoriale "garantivano" un forte disturbo del VPS con conseguenze gelide su buona parte del continente europeo.
Ebbene, possiamo al momento affermare che anche in questo caso fattori esterni a noi ancora sconosciuti hanno potuto modificare in parte il quadro delineato.
Questo non per bacchetare Filippo (lungi da me, ho profondo rispetto per lui e ce l'avro' sempre per tutto quello che ha fatto, che fa e che fara') ma per sottolineare ancora una volta che le variabili a noi ancora sconosciute possono in qualsiasi momento andare a stravolgere una tendenza.

Tutto questo, e concludo, per dire .....puo' nei prossimi cinque anni intervenire una forzante (sconosciuta) che vada ancora una volta a stravolgere il quadro che sembra delinearsi, ovvero un WR invernale stile anni '90??!?
Io dico si' ed e' per questo che tornero' a guardare le carte con occhi diversi, come facevamo qlc anno fa', con gli occhi di una persona che ancora non sa' quello che madre natura ha in serbo per il futuro meteorologico del proprio paese.
Scusate il sermone.
Ancora buon anno a tutti!


Alessandro
Bel discorso Ale
Tra l'altro, e correggetemi se sbaglio, se diamo un'occhiata al grafico dell'attività solare salta subito all'occhio come anche  in un ciclo molto forte come il n°22 siamo riusciti a portarci a casa un episodio nevoso rilevante come il 1991
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 01, 2015, 05:53:48 pm
Bravissimo leo, hai fatto bene a tirare fuori l'evento del '91  ;)

Ecco le anomalie termiche dell'inverno 1990/'91:

(http://oi60.tinypic.com/on050.jpg)

Ecco le anomalie termiche dell'inverno 2009/'10:

(http://oi58.tinypic.com/2vlpr1z.jpg)


Notate la specularità del pattern  emisferico , già con 2 carte così davanti potremmo fare una disamina di 10 pagine  ;D ;D   ;)






Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Fabri93 - Gennaio 01, 2015, 05:56:49 pm
Ho letto con molto interesse l'analisi,le correlazioni tra PDO e attività solare ci sono e non lo si può negare.

Venendo al discorso della correlazione tra attività solare e Inverno freddo (quindi parliamo del VP sull'emisfero N) direi che qualche correlazione c'è ma non sempre e ora vi dico di più,ditemi poi se sbaglio.

(http://oi57.tinypic.com/3508f1k.jpg)

Sotto metto il grafico di Giuseppe riguardo gli Inverni italiani:

(http://s13.imagestime.com/out.php/i942695_INVERNIITALIANI.png)

Confrontando i due grafici,nei periodi bassa attività solare,chiamiamoli (cambi di Ciclo) si può notare come vi corrispondano Inverni per lo più freddi,vedere ad esempio il periodo 1985-1987,quel famoso Inverno freddo (85'/86') si verificò proprio in quel periodo di bassissima attività solare.
Però il discorso relativo al successivo periodo di bassa SA (Solar Activity) ovvero 1995-1999 vi corrispondono Inverno per lo più caldi e sopra la media,però ricordo che nel 1996 e nel 1999 vi furono delle notevoli ondate di gelo sul centro-sud penisola.
Parlando poi del periodo 2005-2010,guarda caso che l'Inverno più freddo per ora del 2000,il 2005-2006 avvenne proprio in caso di bassa SA,però a contrasto il 2006-2007 è stato il più caldo di sempre  :o
Però guarda caso che il 2011-2012 si è verificato in un'altro periodo di bassa attività.

Quindi verrebbe da dire che la correlazione non è sempre esatta,però per adesso mostra un moderato grado di affidabilità.

Evidenziabile anche con l'esempio dell'Inverno 1962/1963,guardare poi la congruenza tra il periodo del 1961 e il 1973,proprio nel periodo di un ciclo solare piuttosto basso.

(http://users.telenet.be/j.janssens/Extremeall.png)

(http://s13.imagestime.com/out.php/i942695_INVERNIITALIANI.png)

Seguendo lo stesso ragionamento verrebbe da dire che l'attuale ciclo solare che al momento è simile a quelli del 1795 - 1810 oppure 1815 - 1825,verrebbe da dire che gli Inverni futuri che ci attendono potrebbero esser contraddistinti da Inverni molto freddi misti ad altri sopra la media,periodo 2010 - 2020 con possibili Inverni molto freddi nel periodo 2020 - 2025.


Una correlazione e studio che voglio approfondire sempre di più,in quanto a periodi di bassa attività solare (nei canbi di ciclo) potrebbero corrispondere periodi con un VP weak nel NH piuttosto disturbato e conseguenti Inverni dinamici (alcuni molto freddi altri sopra la media).
Mentre nei periodo di forte attività solare si risentirebbe di un VP strong.


Era da tempo che volevo trovare queste correlazioni,inoltre ti prometto Filippo che approfondirò la cosa con le correlazioni sul grafico dei GPH anomaly del NOAA con comparazioni con l'attività solare.



Fabri93
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nonno_rodano - Gennaio 01, 2015, 05:58:22 pm
1984 solar flux = 750

2014 solar flux = 1600

Siamo in massimo solare  ;)   Come erano in minimo solare gli anni da te citati , 1984, 1962, 2005  ;)

Rispetto al 2009/10 poi c'è un abisso, visto che eravamo a 690   :o :o

 ;)

Senza alcun dubbio..ma allora la correlazione è con il solar flux o con AP/AA index?..

Probabilmente le due cose dovrebbero coincidere a grandi linee,ma a fronte di un solar flux medio-alto gli indici geomagnetici restano bassi,dunque altra correlazione (NAO-AA) che cade in favore di quella con il solar flux?
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: zagor - Gennaio 01, 2015, 05:59:25 pm
Vorrei aggiungere un paio di cose per chiarezza a cio che ha gia scritto Filippo.Il solar flux e previsto in calo entro il 2020 perche per tale data dovrebbe terminare il ciclo 24.Quello che Clooevet cerca di dirvi e che in base a tale prospettiva il solar flux sara via via piu debole (il max del ciclo 24 mi pare sia stato raggiunto a novembre 2013....poi con il pc controllo ora vado di cell.)....quindi il solar flux sara sempre meno una forzante.E gia che ci siamo aggiungo un altrp paio di coae: il ciclo 25nessuno sa come sara.....potrebbe essere molto debole o riparyire dopo 10 anni con un nuovo minimo (dopo dalton,mauder,wolf...chissa...tutto puo essere).....ma potrebbero subentrare altre variabilo....che so una eruzione vulcanica.....ad esempio.Io ammiro molto il lavoro di clooever e dei longer.....ma sara sempre difficile trovare la quadra di una stagione perche il diavolo sta nei dettagli.....Detto questo...l'inverno non e ancora a meta e non diamolo per morto.Avremo ancora delle occassooni
....Speriamo che siano sulla direttrice giusta.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 01, 2015, 06:13:43 pm
Senza alcun dubbio..ma allora la correlazione è con il solar flux o con AP/AA index?..

Probabilmente le due cose dovrebbero coincidere a grandi linee,ma a fronte di un solar flux medio-alto gli indici geomagnetici restano bassi,dunque altra correlazione (NAO-AA) che cade in favore di quella con il solar flux?


Esiste un certo lag tra i massimi e i minimi di solar flux ed Ap index  ::)

(http://www.lightinthestorm.com/wp-content/uploads/2010/11/solar-cycle2.bmp)

La correlazione sembrava più evidente con l'Ap index, ma in realtà si parla di monitorare anche il solar flux.....Della serie è sconsigliabile separare i 2 indici  ed in un caso al limite come questo (Ap index in aumento e attività solare alta) , direi che prevedere NAO+ era la cosa migliore da fare considerata anche la PDO+  ;)






Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: sheva78 - Gennaio 01, 2015, 06:25:33 pm
Vorrei aggiungere un paio di cose per chiarezza a cio che ha gia scritto Filippo.Il solar flux e previsto in calo entro il 2020 perche per tale data dovrebbe terminare il ciclo 24.Quello che Clooevet cerca di dirvi e che in base a tale prospettiva il solar flux sara via via piu debole (il max del ciclo 24 mi pare sia stato raggiunto a novembre 2013....poi con il pc controllo ora vado di cell.)....quindi il solar flux sara sempre meno una forzante.E gia che ci siamo aggiungo un altrp paio di coae: il ciclo 25nessuno sa come sara.....potrebbe essere molto debole o riparyire dopo 10 anni con un nuovo minimo (dopo dalton,mauder,wolf...chissa...tutto puo essere).....ma potrebbero subentrare altre variabilo....che so una eruzione vulcanica.....ad esempio.Io ammiro molto il lavoro di clooever e dei longer.....ma sara sempre difficile trovare la quadra di una stagione perche il diavolo sta nei dettagli.....Detto questo...l'inverno non e ancora a meta e non diamolo per morto.Avremo ancora delle occassooni
....Speriamo che siano sulla direttrice giusta.

Il diavolo sta'nei dettagli e'esemplare...
Certo poi se si vuol cercare solo l'evento storico del GELO,allora tutto deve andare x il verso giusto,ma x inverni dignitosi,credo basti molto meno ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Lorenzo76 - Gennaio 01, 2015, 06:28:07 pm


Detto questo...l'inverno non e ancora a meta e non diamolo per morto.Avremo ancora delle occassooni
....Speriamo che siano sulla direttrice giusta.

Quotissimo..
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Fabri93 - Gennaio 01, 2015, 06:51:21 pm
Sono stato un'po frettoloso nello scrivere,però credo che il senso si sia capito,domani visto che ho il giorno libero,voglio buttarmi su questo lavoro veramente molto interessante.
Sono sicuro che mi ci vorranno almeno 10 ore ma i risultati poi dovrebbero essere piuttosto soddisfacenti,perché 10 ore ??
Beh tra reanalisi del passato,noaa,ncep e compagnia bella ci vogliono tutte,poi ridimensionamento immagini,cercare i grafici sui cicli solari passati,correlazioni tra attività solare e attività geomagnetica,direi che è un lavoro immenso.

Quasi quasi poi lo mando pure al NOAA e al LAMMA,era tempo che volevo farlo (ne parlai su FB pure con Matteo Milluzio (laureato in astronomia).

Via,domani mi getto nell'impresa,cosi vediamo se viene fuori un lavoro come si deve :)

Poi allego le correlazioni con la PDO inserite qui dal buon Filippo.


Fabri93
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nonno_rodano - Gennaio 01, 2015, 06:58:54 pm
Esiste un certo lag tra i massimi e i minimi di solar flux ed Ap index  ::)

([url]http://www.lightinthestorm.com/wp-content/uploads/2010/11/solar-cycle2.bmp[/url])

La correlazione sembrava più evidente con l'Ap index, ma in realtà si parla di monitorare anche il solar flux.....Della serie è sconsigliabile separare i 2 indici  ed in un caso al limite come questo (Ap index in aumento e attività solare alta) , direi che prevedere NAO+ era la cosa migliore da fare considerata anche la PDO+  ;)


mi affascina moltissimo l'argomento Sole,personalmente non credo che l'attività solare in corso possa indurre un VP forte in questo contesto,anche se certamente mi sarei aspettato una NAO non così negativa..tanto è che nella mia idea di previsione stagionale il freddo sarebbe stato di natura continentale proprio a causa di una zonalità (antizonalitá) non così azzerata (esasperata) rispetto ad altri inverni con VP debole..

Lunedì Appena rientro e torno in possesso del PC posto qualcosa di interessante
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: leo81 - Gennaio 01, 2015, 07:11:17 pm
Bravissimo leo, hai fatto bene a tirare fuori l'evento del '91  ;)

Ecco le anomalie termiche dell'inverno 1990/'91:

([url]http://oi60.tinypic.com/on050.jpg[/url])

Ecco le anomalie termiche dell'inverno 2009/'10:

([url]http://oi58.tinypic.com/2vlpr1z.jpg[/url])


Notate la specularità del pattern  emisferico , già con 2 carte così davanti potremmo fare una disamina di 10 pagine  ;D ;D   ;)

Grazie Filippo
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 01, 2015, 07:17:26 pm
mi affascina moltissimo l'argomento Sole,personalmente non credo che l'attività solare in corso possa indurre un VP forte in questo contesto,anche se certamente mi sarei aspettato una NAO non così negativa..tanto è che nella mia idea di previsione stagionale il freddo sarebbe stato di natura continentale proprio a causa di una zonalità (antizonalitá) non così azzerata (esasperata) rispetto ad altri inverni con VP debole..

Lunedì Appena rientro e torno in possesso del PC posto qualcosa di interessante

Non solo Sole, ma anche PDO, essendo correlati  ..... Controlla bene la PDO degli anni 2000 quando tornerai, poi mi saprai ridire  .... Mi sono dato una spiegazione molto convincente a tal proposito  ::)  :) 









Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Vin78 - Gennaio 01, 2015, 07:26:13 pm
Ogni anno baso principalmente le mie tendenze invernali sull'Attività Solare.. a parte la PDO... quest'anno si prospettava e specie dal periodo autunnale in poi un'attività molto bassa e invece abbiamo assistito a un andamento altalenante con periodi con emisfero Nord spotless e SF badate bene e non Ap, con valori sotto quota 100 e altri sopra 200. Ovviamente questo ha influito in maniera importante sulla correlazione Sole QBO- inibendo in parte la circolazione BDC. Tanto Ozono tanto calore trasportato in maniera più dilazionata nel tempo e quindi in sostanza Warming e disturbi al VPS sempre attivi ma in maniera non devastante a riprova l'ultimo warming atlantico in atto. Avremo probabilmente uno split parziale del VP da metà mese con uno scambio meridiano netto e freddo intenso sull'Italia(probabile rodanata). il Ricompattamento presunto sarà di modesta entità in un contesto sempre di forcing ad opera delle waves. Per i prossimi anni vado per logica seguendo sempre l'imput Attività Solare e QBO con correlazione un inverno freddo ogni 2 anni. In prospettiva mi aspetto molto dal 2016/2017 e via dicendo... Se da una parte il deficit della calotta polare porterà maggiore forza al Vortice Polare in sede dall'altra in virtù di quanto detto gli episodi in cui avremo riscaldamenti in loco saranno più forti con effetti freddi maggiori a latitudini meridionali. Prima poi l'attività solare  crollerà e li ci giocheremo grandi Inverni. Ripeto se quest'anno il VPS-VPT non salta in aria è proprio a causa di un valore medio di SF tra Agosto e Novembre superiore  145. Ultima considerazione il paragone con il 2012 dove almeno personalmente ho sempre pensato a un grosso evento proprio in virtù di SF medio Settembre-Novembre intorno a quota 100 e QBO negativa.
P.S il picco di bassa attività si ebbe a Ottobre i tempi di trasporto della BDC varia tra 3/4 mesi.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nonno_rodano - Gennaio 01, 2015, 07:32:59 pm
Non solo Sole, ma anche PDO, essendo correlati  ..... Controlla bene la PDO degli anni 2000 quando tornerai, poi mi saprai ridire  .... Mi sono dato una spiegazione molto convincente a tal proposito  ::)  :)

Sará fatto.. :D ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nonno_rodano - Gennaio 02, 2015, 09:13:28 am
Che fatica cercare dati con l'iPhone.. ;D

Piccolo aggiornamento,se cerchiamo anni con Novembre-Dicembre-Gennaio con solar flux comparabile a quello attuale e con QBO negativa troviamo i seguenti inverni:


                nov          dic           genn

1960-61   1489   1381   1220
1967-68   1453   1630   1891
1968-69   1385   1484   1527
1970-71   1620   1538   1626

se poi affiniamo la reanalisi comparando gli AA index del mese di Dicembre abbiamo:

2014: 23,54

67/68: 24,6

68/69: 20,4

mentre 60/61 mostra un AA molto più alto e il 70/71 molto più basso..

capitolo PDO: tutti ad eccezione del 60/61 mostrano PDO (NOV-DIC-GENN) tra il neutro ed il negativo,mentre attualmente siamo in positivo..

ricapitolando continuo a non essere convinto che sia la ripresa dell'attività solare ad indurre AO e NAO++ per il gennaio 2015..per quanto riguarda la PDO invece qualche indizio in più c'è,ma come visto sopra non appare legato all'attività solare,perchè se ci rifacciamo alla PDO+ come causa non troviamo nessuna accoppiata con attività solari comparabili all'attuale..

Se consideriamo invece inverni con PDO uguale o maggiore a 1 (novembre 2014= 1,72) senza considerare l'attività solare (visto che sono tutti con solar flux sotto a 1100) esce fuori un po' di tutto,sia inverni gelidi,sia inverni con VP a pezzi,sia inverni con VP forte..se affiniamo per il segno della QBO ecco cosa esce..

(http://s10.postimg.org/4qv2iirvd/aaa.png)

anche in questo caso abbiamo: un inverno con VP a pezzi senza grandi conseguenze su di noi (1976-77) due freddi (1984-85 e 1986-87) e uno con VP forte (1993-94)..tra l'altro sono tutti inverni che rientrano nel periodo di correlazione del SAI (SAI che avendo inglobato anche Marzo ha mostrato una buona affidabilità anche l'anno scorso,quindi molto meglio del fratello OPI)..

sono onesto,per me la fase NAO+++ in arrivo rimane ancora un rebus..


Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: leo81 - Gennaio 02, 2015, 09:47:21 am
Bel lavoro
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: mat69 - Gennaio 02, 2015, 10:40:05 am
Analisi di Filippo molto interessante e condivisibile sotto diversi aspetti.
Mi preme tuttavia tranquillizzare su quella che credo che Filippo abbia operato come termine di paragone estremo per far comprendere il problema relativo all'accostamento con gli anni '90.
Il periodo che ci accingeremo a trascorrere da qui fino ai prossimi 15 gg. non è certamente dei più esaltanti dal punto di vista invernale per l'Europa centrale e per le ns. lande.
Tuttavia credo che possano rendersi palesi alcune fragilità del sistema legate alla scarsa coerenza del vpt/vps in merito alla ripartizione verticale degli isospessori delle masse artiche.
Le fasi di rinforzo zonale in troposfera in quegli anni era prevalentemente ascrivibile ad una debolissima B&D e di conseguenza ad un gradiente esasperato polo-equatore  (certamente ascrivibili a cicli solari molto intensi).
La stratosfera era molto fredda e gli eventi cold molto frequenti.
La stratosfera attuale continua ad essere, nonostante il deciso rinforzo zonale previsto (AO e NAO fortemente positivi) contraddistinta da un vps che al contrario tenderà ad indebolirsi ulteriormente.
Il disturbo d'onda visibile attravetso la forte convergenza dell'e.p. flux a carico della wave 1 in grado di sbilanciare le masse sull'artico groenlandese, costituisce la principale ragione di un incremento di gradiente nel comparto atlantico e della fase di rinforzo del jet stream.
Vorrei tuttavia far notare la scarsa coerenza degli isospessori verticali delle masse artiche ove si contrappone, per l'appunto ad un'Arctic Oscillation molto positiva al contrario una debole resistenza da parte del vps.
Il passaggio di testimone dall'heat flux 1 al 2 con tendenziale iniziale divergenza dell'e.p. flux rappresenta il cambio di forcing dalla prima alla seconda onda la quale dovrà fino ai limiti della tropopausa spingere contro velocità zonali notevoli ma che al di sopra non trovano altrettanto resistenza.
Si tratterebbe un pò come  bucare un duro strato di ghiaccio ma estremamente sottile.

(http://ds.data.jma.go.jp/tcc/tcc/products/clisys/STRAT/gif/zu_nh.gif)

(http://ds.data.jma.go.jp/tcc/tcc/products/clisys/STRAT/gif/pole10_nh.gif)

Giusto per operare un'analisi integrata tropo/strato, ritengo che il passaggio ventilato da una fase 5 della Mjo ad una fase 6 (e verosimilmente 7) possa essere predictor di un evento al momento non inquadrabile dai GM ma che potrebbe esordire in tempistiche inquadrabili attorno alla metà del mese di gennaio...

Vedremo  ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: ghigo1969 - Gennaio 02, 2015, 10:51:15 am
Un altro grande della meteo...complimenti Mat... ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: caporosso - Gennaio 02, 2015, 10:55:12 am
Emhhh..... ho letto tutto....

qualcuno ha per caso un moment?  ;D ;D ;D ;D

(come non ci capisco una cippalippa!!!)

caporosso
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 02, 2015, 10:57:12 am
Che fatica cercare dati con l'iPhone.. ;D

Piccolo aggiornamento,se cerchiamo anni con Novembre-Dicembre-Gennaio con solar flux comparabile a quello attuale e con QBO negativa troviamo i seguenti inverni:


                nov          dic           genn

1960-61   1489   1381   1220
1967-68   1453   1630   1891
1968-69   1385   1484   1527
1970-71   1620   1538   1626

se poi affiniamo la reanalisi comparando gli AA index del mese di Dicembre abbiamo:

2014: 23,54

67/68: 24,6

68/69: 20,4

mentre 60/61 mostra un AA molto più alto e il 70/71 molto più basso..

capitolo PDO: tutti ad eccezione del 60/61 mostrano PDO (NOV-DIC-GENN) tra il neutro ed il negativo,mentre attualmente siamo in positivo..

ricapitolando continuo a non essere convinto che sia la ripresa dell'attività solare ad indurre AO e NAO++ per il gennaio 2015..per quanto riguarda la PDO invece qualche indizio in più c'è,ma come visto sopra non appare legato all'attività solare,perchè se ci rifacciamo alla PDO+ come causa non troviamo nessuna accoppiata con attività solari comparabili all'attuale..

Se consideriamo invece inverni con PDO uguale o maggiore a 1 (novembre 2014= 1,72) senza considerare l'attività solare (visto che sono tutti con solar flux sotto a 1100) esce fuori un po' di tutto,sia inverni gelidi,sia inverni con VP a pezzi,sia inverni con VP forte..se affiniamo per il segno della QBO ecco cosa esce..

([url]http://s10.postimg.org/4qv2iirvd/aaa.png[/url])

anche in questo caso abbiamo: un inverno con VP a pezzi senza grandi conseguenze su di noi (1976-77) due freddi (1984-85 e 1986-87) e uno con VP forte (1993-94)..tra l'altro sono tutti inverni che rientrano nel periodo di correlazione del SAI (SAI che avendo inglobato anche Marzo ha mostrato una buona affidabilità anche l'anno scorso,quindi molto meglio del fratello OPI)..

sono onesto,per me la fase NAO+++ in arrivo rimane ancora un rebus..



Aspetta aspetta.... La PDO è difficile estrapolarla dal valore "secco"(può essere falsato, è come se cerchi di estrapolare l'RM dall'AMO) , meglio plottarsi gli anni di interesse(tardo autunnali)... Più che la PDO in generale,  mi interessa l'area NAMIAS (50°N/140°W) , lo IOD e la posizione dei riscaldamenti in area ENSO nei vari settori.
Vedrai che se filtri un minimo , ti comparirà la namias neg, nino modoki, iod neg. (ma qui la situazione è più controversa per alcuni motivi) , Tripolo atl neg. e/o area RM-   ;)





Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: caporosso - Gennaio 02, 2015, 11:01:28 am

nino modoki


 :o :o :o

Caro Filippo, ma da dove l'hai tirato fuori, nino modoki, cos'è un cugino giapponese, un nuovo tipo di sushi....

Caporosso
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 02, 2015, 11:12:38 am
Ottima analisi Matteo e piacere di ritrovarti su questi lidi  ;)

In effetti il mio vuole essere soltanto un pensiero ad alta voce , per quello che è stato il giro di boa degli inverni anni 2000, quando da un paio d'anni la principale caratteristica (NAO-) è andata progressivamente scemando, a favore di un pattern che quest'anno si sta rivelando opposto.

Dall'autunno 2013 il Pacifico ha visto un notevole cambio di assetto, cambiamento che adesso, col senno di poi, è stato purtroppo sottovalutato.
La risposta e la modifica del Waves train Euro-atlantico a lag 0 , ha fortemente modificato il quadro circolatorio.
Questo perchè è proprio la reiterazione di un pattern  NAO-   che grazie alla propagazione d'onda, favorisce il wave break del VP/VPS (AO--).

Riguardo all'attuale fase, il MMW ci scapperà per un soffio proprio a causa di questo fattore  ::)

Concordo con te per il prosieguo del mese di Gennaio (soprattutto 3^ decade) , quando una convezione equatoriale in settori più congeniali potrebbe metterci sul piatto il tassello mancante....  Un salutone ;)








Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: branda - Gennaio 02, 2015, 11:22:19 am
Impallidisco a leggere i ragionamenti di Filippo Mat etc... vi invidio tantissimo.
Sublimi. non c'è che dire. a prescindere dai risultati sul campo.
 ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: biagiorobur - Gennaio 02, 2015, 11:26:42 am
Sono veramente sbalordito. E dico in positivo. Francamente faccio fatica a starvi dietro ;D

Qui si osa, forse fin troppo ma sono ipotesi sicuramente interessanti.

I miei complimenti vanno a colui che in sede di outlook aveva in sostanza previsto quasi al millimetro quello che si stava per realizzare. Una previsione che si reggeva sull' idea di fondo di un VP disturbato fino ad un collasso del medesimo nel mese di gennaio.

Voglio fare un BILANCIO.

Le resistenze, ai piani bassi, sono state più forti del previsto. Stiamo tornando in regime di AO ++ dopo una fase neutra-debolmente positiva.

Si parlava di un dicembre prevalentemente anticiclonico sull' Italia e sull' Europa centrale. Un dominio che doveva venir meno solo ad opera di fugaci onde corte. Direi che la previsione è andata veramente vicina dall' essere centrata. Già qui, però si poteva intuire "resistenze" più forti del previsto. Giacché le suddette onde corte più volte ripresentate nel medio lungo termine, poi puntualmente venivano spianate avvicinandosi al momento.

Centrata la previsione per la terza decade.
Si parlava di sblocco, ad opera di una pulsazione azzorriana in concomitanza del primo forte warming stagionale. E in seguito tentativo di ricompattamento del VP e "chiusura" continentale con ondata di aria fredda verso Mediterraneo e Europa centrale. I tempi sono solo stati più rapidi, perchè la pulsazione è arrivata ma è stata inferiore alle attese, mentre la risposta del vortice polare è stata più intensa del previsto. E qui arriva il secondo "campanello d'allarme". Altro segnale che le resistenze fossero più forti del previsto.


L' azione intrusiva delle onde troposferiche non è stata quindi sufficiente a realizzare il TERZO STEP dell' outlook, che prevedeva lo split del VPT con forte articata diretta verso l' Europa centrale e mediterranea. Sarebbe seguito un MMW e avremmo avuto un VP disturbato per i prossimi due mesi. Nei modelli è ben visibile l' "aborto" di questa dinamica che si realizza solo in minima parte regalando all' Europa nordorientale una pesante irruzione artica, in prossimità della Befana.


Rimane, a mio modo di vedere, la grande soddisfazione di riuscire a leggere con grande anticipo tali dinamiche. Una sicurezza, che al 25 di dicembre faceva già anticipare cosa sarebbe successo nella prima decade di gennaio. Ero molto dubbioso, francamente e devo dire che fino a 2-3 giorni fa ritenevo altre strade percorribili. Intanto ci si becca la piallata. 

Per me è solo tutto rimandato e sinceramente, vedo ancora delle potenzialità monstre per la seconda parte dell' inverno, anche e a maggior ragione senza spettacoli pirotecnici in stratosfera.
 
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 02, 2015, 11:38:26 am
è andata proprio così, ottimo resoconto Biagiorobur  ;)  E puoi capire lo scoramento avuto il giorno di Natale, quando i modelli ci fecero capire che il MMW sarebbe stato quasi impossibile, altrimenti sarebbe stato un Outlook con precisione quasi chiururgica  ;D .... Tutto digerito adesso (insieme ai vari panettoni  ;D ) , l'importante era capire i perchè , ed essere pronti per l'anno prossimo con un briciolo d'esperienza in più  ;)





 





Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Valerio75 - Gennaio 02, 2015, 11:55:11 am
è andata proprio così, ottimo resoconto Biagiorobur  ;)  E puoi capire lo scoramento avuto il giorno di Natale, quando i modelli ci fecero capire che il MMW sarebbe stato quasi impossibile, altrimenti sarebbe stato un Outlook con precisione quasi chiururgica  ;D .... Tutto digerito adesso (insieme ai vari panettoni  ;D ) , l'importante era capire i perchè , ed essere pronti per l'anno prossimo con un briciolo d'esperienza in più  ;)

Filippo per anno prossimo intendi il 2016 vero? Perchè mi pare di capire che ormai non ci sono più speranze, hp fino a marzo.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: luca_mo - Gennaio 02, 2015, 01:10:31 pm
Filippo per anno prossimo intendi il 2016 vero? Perchè mi pare di capire che ormai non ci sono più speranze, hp fino a marzo.
Non è stato assolutamente detto questo, leggi i post sopra ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: aralbedo - Gennaio 02, 2015, 01:23:59 pm
Avendo poco tempo negli ultimi anni ho preferito dedicarmi al breve periodo e quindi ho nozioni di TLC e strato un po' datate che non mi consentono di sbilanciarmi a favore di una teoria, piuttosto che di un'altra. Questo non mi impedisce, però, di rimarcare che il modus operandi di Filippo è assolutamente corretto e condivisibile: quando qualcosa non va come da previsione, l'esercizio di andare a ricercare la variabile non considerata o mal interpretata è assolutamente fondamentale.

Il fatto che un'ipotesi simile, venga poi immediatamente condivisa, è altro fattore assolutamente apprezzabile: per cui un immenso BRAVO a Cloover.

Nel pacifico c'è stato un cambio di regime innegabile: mio cognato , che abita a San Francisco, per fare un esempio terra terra, mi diceva appunto che da un anno e mezzo piove veramente con il contagocce e ha notato , da persona comune , un netto cambio climatico rispetto ai 3-4 anni precedenti.

Io ho sempre considerato la NAO come un regista fondamentale per il nostro clima, per effetti immediati , ma anche per i disturbi che in una sua fase negativa inducono wave break al VP ( a qualcuno che mi conosce fischieranno le orecchie  ;D )

Lo spettro di inverni con NAO positiva è quanto di peggio si potesse palesare: spero vivamente che non sia così, perchè a parte gli episodi nevosi/invernali andati in porto, è propio la frequenza degli scambi meridiani a rendere la stagione invernale movimentata e quindi potenzialmente nevosa (opinione personale ovviamente)

Ciao

Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 02, 2015, 01:51:49 pm
Avendo poco tempo negli ultimi anni ho preferito dedicarmi al breve periodo e quindi ho nozioni di TLC e strato un po' datate che non mi consentono di sbilanciarmi a favore di una teoria, piuttosto che di un'altra. Questo non mi impedisce, però, di rimarcare che il modus operandi di Filippo è assolutamente corretto e condivisibile: quando qualcosa non va come da previsione, l'esercizio di andare a ricercare la variabile non considerata o mal interpretata è assolutamente fondamentale.

Il fatto che un'ipotesi simile, venga poi immediatamente condivisa, è altro fattore assolutamente apprezzabile: per cui un immenso BRAVO a Cloover.

Nel pacifico c'è stato un cambio di regime innegabile: mio cognato , che abita a San Francisco, per fare un esempio terra terra, mi diceva appunto che da un anno e mezzo piove veramente con il contagocce e ha notato , da persona comune , un netto cambio climatico rispetto ai 3-4 anni precedenti.

Io ho sempre considerato la NAO come un regista fondamentale per il nostro clima, per effetti immediati , ma anche per i disturbi che in una sua fase negativa inducono wave break al VP ( a qualcuno che mi conosce fischieranno le orecchie  ;D )

Lo spettro di inverni con NAO positiva è quanto di peggio si potesse palesare: spero vivamente che non sia così, perchè a parte gli episodi nevosi/invernali andati in porto, è propio la frequenza degli scambi meridiani a rendere la stagione invernale movimentata e quindi potenzialmente nevosa (opinione personale ovviamente)

Ciao

Grazie Andrea  ;D   ;)   Anche se lo spettro di Inverni in NAO+ in realtà potrebbe caratterizzare un periodo piuttosto breve ....

 Tra l'altro nessuno mi ha mai chiesto perchè sull'Outlook, per il mese di Gennaio, avessi visualizzato l'anomalia termica anzichè quella di geopotenziale........ Come mai?  ::)








Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: aralbedo - Gennaio 02, 2015, 01:58:45 pm
Ah dimenticavo, perchè sull'Outlook, per il mese di Gennaio, avevi visualizzato l'anomalia termica anzichè quella di geopotenziale?  ;D :P
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 02, 2015, 02:11:45 pm
Ah dimenticavo, perchè sull'Outlook, per il mese di Gennaio, avevi visualizzato l'anomalia termica anzichè quella di geopotenziale?  ;D :P


 ;D ;D

Quando feci l'Outlook mi sembrava strano poter avere bassi GPT sulla Grecia ed una chiusura atlantica così netta, questo perchè tendevo a privilegiare la forzante relativa alla BDC anzichè l'interazione tropo-oceanica....Per questo ho preferito inserire l'anomalia termica e rimanere più sul vago (anche se il fatto che avessi dubbi sul segno negativo della NAO , si notano rileggendo l'outlook.....)   ::) 





Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: ponente - Gennaio 02, 2015, 02:16:49 pm
;D ;D

Quando feci l'Outlook mi sembrava strano poter avere bassi GPT sulla Grecia ed una chiusura atlantica così netta, questo perchè tendevo a privilegiare la forzante relativa alla BDC anzichè l'interazione tropo-oceanica....Per questo ho preferito inserire l'anomalia termica e rimanere più sul vago (anche se il fatto che avessi dubbi sul segno negativo della NAO , si notano rileggendo l'outlook.....)   ::) 

<img src="[url]http://oi59.tinypic.com/11j0v0o.jpg[/url] ">


Cloover sempre esaustivo...dunque possiamo dire che la nao è strettamente correlata alla pdo? ma ...la pdo non è un segno che oscilla o almeno ha oscillazioni significative ogni decade?
Complimenti ancora ...  anche se il mmw è saltato(per ora??) ..secondo me avremo ugualmente ottime occasioni da poter sfruttare!
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: rodanosnow - Gennaio 02, 2015, 02:16:51 pm
Cosa dobbiamo aspettarci per febbraio e poi marzo? Marzo più primaverile o invernale?
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: tito2 - Gennaio 02, 2015, 02:26:11 pm
Intanto si conferma una progressiva riduzione degli indici AO e NAO, in particolare dal 10 gennaio prossimo.

(http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/precip/CWlink/daily_ao_index/ao.sprd2.gif)

(http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/precip/CWlink/pna/nao.sprd2.gif)

Che sia finalmente un primo segnale importante di cambiamento della circolazione?
Speriamo.

Buon anno a tutti.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Porano444 - Gennaio 02, 2015, 02:46:07 pm
Riporto anche qui questa idea.....
Ipotizzare che il pattern AD (- o +) autunnale lasci in eredità qualcosa in inverno non è poi cosa utopica.
Insomma fatichiamo a lavorare ( quest'anno e anche l'anno passato) con 2 onde troposferiche ben definite.
Ora capire come l'AD possa influenzare la location dell'onda troposferica pacifica sarebbe cosa buona.....Certo è che negli ultimi 2 anni con AD conclamato in autunno abbiamo avuto un'onda pacifica troppo adossata agli states....
Un caso???
E se l'AD condizionasse temporaneamente l'andamento medio della PDO???  ;D ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Konrad,The - Gennaio 02, 2015, 02:47:56 pm
Brutti gli aggiornamenti dei modelli, niente inverno

Quest'anno è andata così, una settimana di "inverno" simile a quella del novembre 2013 almeno in lombardia, una spolveratina e qualche minimuccia sottozero

Penso che Cloover abbia ragione sul prosieguo e i prossimi anni, anche se per quest'inverno mi aspetto altre 4 ondate pro centro sud

p.s. vorrei ricordare che sia le medie termiche trimestrali invernali a Milano, che le medie nevose, dimostrano che la neve è normalissima e frequente, quindi non è normale quest'inverno senza neve in pianura, e ancor di piu sulle Alpi, e la colpa è di questa NAO+++
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 02, 2015, 03:11:52 pm
Cloover sempre esaustivo...dunque possiamo dire che la nao è strettamente correlata alla pdo? ma ...la pdo non è un segno che oscilla o almeno ha oscillazioni significative ogni decade?
Complimenti ancora ...  anche se il mmw è saltato(per ora??) ..secondo me avremo ugualmente ottime occasioni da poter sfruttare!

La Nao è correlata con 1 milione e mezzo di indici, se si stanno a sentire tutte le campane c'è da diventare pazzi  ;D 
Però mi conoscete, a me piace etichettarmi un pò come il "meccanico" della meteorologia, quando vi si rompe l'auto la portate da un meccanico o da un ingegnere?  :D Quindi approfondisco quello che funziona e lascio perdere ciò che non funziona.

Senza troppi giri di parole è chiaro che la PDO influenza la circolazione euro-atlantica, se varia la posizione della wave1 per effetto di risonanza si hanno effetti anche sulla 2.
La PDO ha un'oscillazione in bassa e alta frequenza (correlazione col sunspot number) e solar flux.
La NAO è correlata con l'Ap index, la PDO con il solar Flux, La NAO è correlata con la PDO , l'enso con la PDO, lo IOD con l'enso, l'enso con la MJO, la NAO col tripolo, il tripolo con le SSTA pacifiche, le Ssta pacifiche con....  ??? ??? ??? ??? ??? ??? ??? ??? ??? ???  :D :D :D :D :D :D :D


Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 02, 2015, 03:17:16 pm
Riporto anche qui questa idea.....
Ipotizzare che il pattern AD (- o +) autunnale lasci in eredità qualcosa in inverno non è poi cosa utopica.
Insomma fatichiamo a lavorare ( quest'anno e anche l'anno passato) con 2 onde troposferiche ben definite.
Ora capire come l'AD possa influenzare la location dell'onda troposferica pacifica sarebbe cosa buona.....Certo è che negli ultimi 2 anni con AD conclamato in autunno abbiamo avuto un'onda pacifica troppo adossata agli states....
Un caso???
E se l'AD condizionasse temporaneamente l'andamento medio della PDO???  ;D ;)

Uhmmm....No non mi sembra che l'AD condizioni la PDO, anche perchè abbiamo avuto tale pattern molto più estremizzato negli inverni passati. Io continuo a puntare il dito contro il sole e le fasi in cui l'attività aumenta/diminuisce   ::)  ;)


Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: ponente - Gennaio 02, 2015, 03:24:27 pm
La Nao è correlata con 1 milione e mezzo di indici, se si stanno a sentire tutte le campane c'è da diventare pazzi  ;D 
Però mi conoscete, a me piace etichettarmi un pò come il "meccanico" della meteorologia, quando vi si rompe l'auto la portate da un meccanico o da un ingegnere?  :D Quindi approfondisco quello che funziona e lascio perdere ciò che non funziona.

Senza troppi giri di parole è chiaro che la PDO influenza la circolazione euro-atlantica, se varia la posizione della wave1 per effetto di risonanza si hanno effetti anche sulla 2.
La PDO ha un'oscillazione in bassa e alta frequenza (correlazione col sunspot number) e solar flux.
La NAO è correlata con l'Ap index, la PDO con il solar Flux, La NAO è correlata con la PDO , l'enso con la PDO, lo IOD con l'enso, l'enso con la MJO, la NAO col tripolo, il tripolo con le SSTA pacifiche, le Ssta pacifiche con....  ??? ??? ??? ??? ??? ??? ??? ??? ??? ???  :D :D :D :D :D :D :D

con la pdo???  ::) :)...ok... in effetti il solar flux da fine estate è andato crescendo, modulando la pdo e la posizione dell'onda pacifica che ha fatto da risonanza con la 2  andando a forzare la circolazione sul comparto atlantico
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: andycer - Gennaio 02, 2015, 03:39:33 pm
La Nao è correlata con 1 milione e mezzo di indici, se si stanno a sentire tutte le campane c'è da diventare pazzi  ;D 
Però mi conoscete, a me piace etichettarmi un pò come il "meccanico" della meteorologia, quando vi si rompe l'auto la portate da un meccanico o da un ingegnere?  :D Quindi approfondisco quello che funziona e lascio perdere ciò che non funziona.

Senza troppi giri di parole è chiaro che la PDO influenza la circolazione euro-atlantica, se varia la posizione della wave1 per effetto di risonanza si hanno effetti anche sulla 2.
La PDO ha un'oscillazione in bassa e alta frequenza (correlazione col sunspot number) e solar flux.
La NAO è correlata con l'Ap index, la PDO con il solar Flux, La NAO è correlata con la PDO , l'enso con la PDO, lo IOD con l'enso, l'enso con la MJO, la NAO col tripolo, il tripolo con le SSTA pacifiche, le Ssta pacifiche con....  ??? ??? ??? ??? ??? ??? ??? ??? ??? ???  :D :D :D :D :D :D :D


 ;D ;D..mi gira la testa Fili..fermati :D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 02, 2015, 03:41:06 pm
con la pdo???  ::) :)...ok... in effetti il solar flux da fine estate è andato crescendo, modulando la pdo e la posizione dell'onda pacifica che ha fatto da risonanza con la 2  andando a forzare la circolazione sul comparto atlantico

L'attività solare è iniziata ad aumentare dal 2012, le SSTA pacifiche (parlare di PDO è troppo restrittivo, lo faccio per fare prima, ma con il valore secco mensile rischiate di crearvi confusione) hanno iniziato a modificarsi  nell'autunno 2013  ...... ;)  Per il resto è proprio così
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Bucine - Gennaio 02, 2015, 04:44:03 pm
Ragazzi fino a che non finisce questo libro di che non so cosa che gli hanno regalato a Natale...siamo del gatto  ;D
MB
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: gima69 - Gennaio 02, 2015, 05:02:29 pm
Cloover va bene tutto ma l'attovita solare intesa come ciclo non e' certo a livelli di quelli passati come del resto hai ben fatto vedere tu....cioe mi spiego meglio saremo anche al massimo del ciclo ma ha un ' intesita che e' la meta dello scorso per non parlare dei precedenti allora la forzante della pdo e annessi come puo incidere in maniera cosi netta quest'anno? Grazie per l'eventuale risposta....con rispetto e stima Gima
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Maxsin72 - Gennaio 02, 2015, 05:18:17 pm
Non se se sia una coincidenza o meno ma provate a guardare i dati dell'attività solare di (seguito riportati) all'incirca tra il 5 e il 25 dicembre:
:Product: Daily Solar Data            DSD.txt
:Issued: 1425 UT 02 Jan 2015
#
#  Prepared by the U.S. Dept. of Commerce, NOAA, Space Weather Prediction Center
#  Please send comments and suggestions to SWPC.Webmaster@noaa.gov
#
#                Last 30 Days Daily Solar Data
#
#                         Sunspot       Stanford GOES15
#           Radio  SESC     Area          Solar  X-Ray  ------ Flares ------
#           Flux  Sunspot  10E-6   New     Mean  Bkgd    X-Ray      Optical
#  Date     10.7cm Number  Hemis. Regions Field  Flux   C  M  X  S  1  2  3
#---------------------------------------------------------------------------
2014 12 03  154    128     1090      0    -999   B7.6   7  0  0 15  0  0  0
2014 12 04  158    137     1090      1    -999   B7.1   4  3  0  8  1  1  0
2014 12 05  137     97      820      0    -999   B5.2   8  1  0  9  1  0  0
2014 12 06  129     73      880      2    -999   B6.9   8  0  0 11  1  0  0
2014 12 07  132     58      860      2    -999   B5.6   6  0  0  5  0  0  0
2014 12 08  133     77      860      0    -999   B5.7   3  0  0  2  0  0  0
2014 12 09  140     80      510      1    -999   B8.3  12  0  0 14  3  0  0
2014 12 10  150     97      670      2    -999   B7.2   4  0  0  5  0  0  0
2014 12 11  148    115      780      1    -999   B7.2   7  0  0  7  0  0  0
2014 12 12  154    132      850      2    -999   B7.3   6  0  0  7  0  0  0
2014 12 13  160    121      890      0    -999      *   7  1  0 11  2  0  0
2014 12 14  166    175     1020      4    -999   B8.3  16  1  0 26  2  0  0
2014 12 15  169    152     1230      0    -999   B8.9   2  0  0 16  0  0  0
2014 12 16  185    169     1530      0    -999   B9.2  12  0  0 18  1  0  0
2014 12 17  192    154     1560      0    -999   C1.2   5  4  0 17  2  1  0
2014 12 18  213    168     1870      0    -999   C1.4   7  1  0 28  1  1  0
2014 12 19  216    156     2080      1    -999   C1.2  10  1  0 31  2  0  0
2014 12 20  203    120     1750      1    -999   C1.3   5  0  1 12  1  0  1
2014 12 21  206    159     1590      2    -999   C1.3   6  2  0  7  3  0  0
2014 12 22  179    113     1330      0    -999   C1.1   3  1  0 10  2  0  0
2014 12 23  166    128     1030      2    -999   B9.7   9  0  0  5  1  0  0
2014 12 24  151     86      480      0    -999   C1.0   5  0  0  7  0  1  0
2014 12 25  145    100      460      1    -999   C1.1   3  0  0  2  0  0  0
2014 12 26  137     92      280      1    -999   B6.9  10  0  0 11  0  0  0
2014 12 27  134    111      580      2    -999   B5.2   2  1  0  3  1  1  0
2014 12 28  133    108      520      0    -999   B4.3   5  0  0 10  1  0  0
2014 12 29  132    113      560      0    -999   B4.8   3  0  0 27  0  0  0
2014 12 30  130    102      510      1    -999   B4.4   4  0  0 23  0  0  0
2014 12 31  134     94      710      1    -999   B5.8   6  0  0 13  3  0  0
2015 01 01  138    101      870      1    -999   B4.9   3  0  0  9  0  0  0

se non si dovesse leggere bene il link al sito èhttp://www.solarham.net/wwv.htm (http://www.solarham.net/wwv.htm)

In pratica nel giro di pochissimo il sun spot number  e il flusso solare sono raddoppiati, chissà se, mi auguro solo momentaneamente, è stato questo repentino e massiccio incremento dell'attività solare a rovinarci la possibile "festa"? Ora sembra tutto tornato a livelli molto più in linea con questo ciclo solare abbastanza debole e chissà che per la continuazione di questo inverno ci possano essere novità positive :)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 02, 2015, 05:25:48 pm
Ragazzi fino a che non finisce questo libro di che non so cosa che gli hanno regalato a Natale...siamo del gatto  ;D
MB

 ;D  son sempre a pag 54  ;D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Bucine - Gennaio 02, 2015, 05:31:38 pm
;D  son sempre a pag 54  ;D
:D :D :D ;)
MB
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 02, 2015, 05:44:04 pm
Non se se sia una coincidenza o meno ma provate a guardare i dati dell'attività solare di (seguito riportati) all'incirca tra il 5 e il 25 dicembre:

In pratica nel giro di pochissimo il sun spot number  e il flusso solare sono raddoppiati, chissà se, mi auguro solo momentaneamente, è stato questo repentino e massiccio incremento dell'attività solare a rovinarci la possibile "festa"? Ora sembra tutto tornato a livelli molto più in linea con questo ciclo solare abbastanza debole e chissà che per la continuazione di questo inverno ci possano essere novità positive :)

Cloover va bene tutto ma l'attovita solare intesa come ciclo non e' certo a livelli di quelli passati come del resto hai ben fatto vedere tu....cioe mi spiego meglio saremo anche al massimo del ciclo ma ha un ' intesita che e' la meta dello scorso per non parlare dei precedenti allora la forzante della pdo e annessi come puo incidere in maniera cosi netta quest'anno? Grazie per l'eventuale risposta....con rispetto e stima Gima


Ovviamente non è che il sole incide nel giro di pochi giorni, si parla di un sistema che ha un'inerzia notevole.
L'attività solare ha iniziato ad incrementarsi già a fine 2011, Le SSTA del Pacifico hanno iniziato a variare in maniera eloquente già nell'autunno 2013, dopo quasi 10anni di staticità.
Ed ecco che improvvisamente escono fuori 2 inverni come il 2013/'14 e il 2014/'15 , che converrete con me si discostano in modo netto dalla circolazione caratterizzante degli anni 2000(forte abbassamento delle storm tracks atlantiche).
Ora senza mettermi a disquisire  su un tutt'altro che  impossibile cambio di rotta nel corso di questo gennaio, mi attengo semplicemente alla realtà dei fatti : AO+ e NAO+ da 1^ di Dicembre.













Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: roberto7382 - Gennaio 02, 2015, 07:02:37 pm
Ciao a tutti,

Vorrei aggiungere un altro tassello riguardo l'attività solare debole o forte che scaturisce dall'osservazione dei fenomeni avvenuti dal 2008 in poi qui a Forlì. In coincidenza con l'indebolimento del ciclo solare sono aumentate notevolmente le nevicate nella nostra zona, dopo circa una ventina d'anni dove erano diventate davvero episodiche se si escludono pochi casi Febbraio 91, Dicembre 96 (dove peraltro l'accumulo al suolo fu grandemente sotto i 10 cm.), Febbraio 98, Dicembre 2001 (accumulo sotto i 10 cm.) e Febbraio 2005. Ma stiamo parlando di 5 anni su 20. Ho notato che ultimamente la colonna d'aria mantiene l'omotermia molto più facilmente e nevica in condizioni che fino agli ultimi 7/8 anni avrei ritenuto impossibili. Ho visto nevicare con rispettivamente una -2,una -1 e Sabato scorso addirittura con una 0° ad 850 HPa alle 18,20 circa dopo che alle 15 la temperatura era stata di +10° quindi senza alcun cuscino freddo e senza copertura nuvolosa seguita ad una notte serena con gelata. L'accumulo su terreno fradicio d'acqua è stato di 1 cm. con una temperatura al suolo di +1°. Con questo voglio dire che oltre ad effetti su macroscala e sulla circolazione emisferica il sole credo abbia altri effetti come quelli appena descritti. Forlì non è Cuneo dove la colonna d'aria, visto la pianura chiusa e lontana dal mare riesce ad avere omotermie inimmaginabili, qui è difficile avere la neve a volte anche con una -5 ad 850 HPa perché l'ingresso della bora, anche se fredda, umidifica la colonna d'aria e la porta sopra 0° a 925 HPa che è il nostro tallone d'Achille (cosa ad esempio che non accade in Pianura Padana). Comunque tutto questo per dire che in coincidenza col minimo solare del ciclo 23/24 e poi durante lo stesso ciclo 24 non appena i venti si orientano da NordOvest (cioè dalla Pianura Padana) la colonna d'aria raggiunge l'omotermia con velocità impressionante  e per me dalle cause sconosciute. Fino a prima del 2008 non accadeva. Ricordo tantissimi episodi in cui ho atteso invano la neve per l'ingresso di isoterme fino a -5 ad 850 HPa ed essere rimasto a bocca asciutta. Adesso nevica anche quando lo ritengo impossibile e rimango sorpreso....(in positivo naturalmente). Infatti la neve a Forlì di sabato pomeriggio non l'aveva prevista nessuno. Proprio qui sul CMT un ragazzo di Faenza aveva scritto domenica mattina di essersi stupito di aver raccolto Sabato pomeriggio 6 cm. se non erro.
E' come se la terra perdesse il calore più facilmente...

Lo ritenete possibile?

Avete una spiegazione plausibile?

Saluti a tutti!
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: tito2 - Gennaio 02, 2015, 07:46:52 pm

Ovviamente non è che il sole incide nel giro di pochi giorni, si parla di un sistema che ha un'inerzia notevole.
L'attività solare ha iniziato ad incrementarsi già a fine 2011, Le SSTA del Pacifico hanno iniziato a variare in maniera eloquente già nell'autunno 2013, dopo quasi 10anni di staticità.
Ed ecco che improvvisamente escono fuori 2 inverni come il 2013/'14 e il 2014/'15 , che converrete con me si discostano in modo netto dalla circolazione caratterizzante degli anni 2000(forte abbassamento delle storm tracks atlantiche).
Ora senza mettermi a disquisire  su un tutt'altro che  impossibile cambio di rotta nel corso di questo gennaio, mi attengo semplicemente alla realtà dei fatti : AO+ e NAO+ da 1^ di Dicembre.


Scusa Cloover ma non ci potrebbe essere anche una certa incidenza dovuta alla bassa estensione della calotta artica di questi ultimi anni, che ha favorito un certo accorpamento del VP?
Vedi qui: http://www.attivitasolare.com/vortici-polari-canadesi-anullano-gli-inverni-europa-fino-quando-puo-durare-questa-situazione/ (http://www.attivitasolare.com/vortici-polari-canadesi-anullano-gli-inverni-europa-fino-quando-puo-durare-questa-situazione/)

Grazie di tutto e complimenti per le spiegazioni e per gli studi che condividi.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Maxsin72 - Gennaio 02, 2015, 07:56:22 pm

Ovviamente non è che il sole incide nel giro di pochi giorni, si parla di un sistema che ha un'inerzia notevole.
L'attività solare ha iniziato ad incrementarsi già a fine 2011, Le SSTA del Pacifico hanno iniziato a variare in maniera eloquente già nell'autunno 2013, dopo quasi 10anni di staticità.
Ed ecco che improvvisamente escono fuori 2 inverni come il 2013/'14 e il 2014/'15 , che converrete con me si discostano in modo netto dalla circolazione caratterizzante degli anni 2000(forte abbassamento delle storm tracks atlantiche).
Ora senza mettermi a disquisire  su un tutt'altro che  impossibile cambio di rotta nel corso di questo gennaio, mi attengo semplicemente alla realtà dei fatti : AO+ e NAO+ da 1^ di Dicembre.


C'è chi ipotizza che consistenti variazioni dell'attività solare possano dare dei feedback in periodi relativamente brevi http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0273117714005195 (http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0273117714005195)
Con questo non intendo dire che ci sia necessariamente un nesso tra la fiammata del sole a dicembre e il pattern circolatorio in essere, il dubbio però che qualche possibilità ci possa essere mi rimane. Credo che ci sia ancora molto da scoprire e per il lavoro che hai fatto e continui a svolgere e la passione che ci metti posso farti solo i complimenti :)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Fabri93 - Gennaio 02, 2015, 10:11:40 pm
Su idea di Filippo,come promesso ho terminato il lungo lavoro di correlazione tra attività solare - attività vortici polari e andamento delle temperature globali.

La posto in questa stanza.



Fabri93
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 03, 2015, 12:29:14 am
Ciao a tutti,

Vorrei aggiungere un altro tassello riguardo l'attività solare debole o forte che scaturisce dall'osservazione dei fenomeni avvenuti dal 2008 in poi qui a Forlì. In coincidenza con l'indebolimento del ciclo solare sono aumentate notevolmente le nevicate nella nostra zona, dopo circa una ventina d'anni dove erano diventate davvero episodiche se si escludono pochi casi Febbraio 91, Dicembre 96 (dove peraltro l'accumulo al suolo fu grandemente sotto i 10 cm.), Febbraio 98, Dicembre 2001 (accumulo sotto i 10 cm.) e Febbraio 2005. Ma stiamo parlando di 5 anni su 20. Ho notato che ultimamente la colonna d'aria mantiene l'omotermia molto più facilmente e nevica in condizioni che fino agli ultimi 7/8 anni avrei ritenuto impossibili. Ho visto nevicare con rispettivamente una -2,una -1 e Sabato scorso addirittura con una 0° ad 850 HPa alle 18,20 circa dopo che alle 15 la temperatura era stata di +10° quindi senza alcun cuscino freddo e senza copertura nuvolosa seguita ad una notte serena con gelata. L'accumulo su terreno fradicio d'acqua è stato di 1 cm. con una temperatura al suolo di +1°. Con questo voglio dire che oltre ad effetti su macroscala e sulla circolazione emisferica il sole credo abbia altri effetti come quelli appena descritti. Forlì non è Cuneo dove la colonna d'aria, visto la pianura chiusa e lontana dal mare riesce ad avere omotermie inimmaginabili, qui è difficile avere la neve a volte anche con una -5 ad 850 HPa perché l'ingresso della bora, anche se fredda, umidifica la colonna d'aria e la porta sopra 0° a 925 HPa che è il nostro tallone d'Achille (cosa ad esempio che non accade in Pianura Padana). Comunque tutto questo per dire che in coincidenza col minimo solare del ciclo 23/24 e poi durante lo stesso ciclo 24 non appena i venti si orientano da NordOvest (cioè dalla Pianura Padana) la colonna d'aria raggiunge l'omotermia con velocità impressionante  e per me dalle cause sconosciute. Fino a prima del 2008 non accadeva. Ricordo tantissimi episodi in cui ho atteso invano la neve per l'ingresso di isoterme fino a -5 ad 850 HPa ed essere rimasto a bocca asciutta. Adesso nevica anche quando lo ritengo impossibile e rimango sorpreso....(in positivo naturalmente). Infatti la neve a Forlì di sabato pomeriggio non l'aveva prevista nessuno. Proprio qui sul CMT un ragazzo di Faenza aveva scritto domenica mattina di essersi stupito di aver raccolto Sabato pomeriggio 6 cm. se non erro.
E' come se la terra perdesse il calore più facilmente...

Lo ritenete possibile?

Avete una spiegazione plausibile?

Saluti a tutti!


Non saprei risponderti , non so se ci sono studi a tal proposito ...   ;)


Scusa Cloover ma non ci potrebbe essere anche una certa incidenza dovuta alla bassa estensione della calotta artica di questi ultimi anni, che ha favorito un certo accorpamento del VP?
Vedi qui: [url]http://www.attivitasolare.com/vortici-polari-canadesi-anullano-gli-inverni-europa-fino-quando-puo-durare-questa-situazione/[/url] ([url]http://www.attivitasolare.com/vortici-polari-canadesi-anullano-gli-inverni-europa-fino-quando-puo-durare-questa-situazione/[/url])

Grazie di tutto e complimenti per le spiegazioni e per gli studi che condividi.


Tenderei ad escluderlo , se mai è il contrario. Abbiamo monitorato in questi anni il condizionamento dovuto alla perdita dei ghiacci ed al calore latente, soprattutto nel ritardato accoppiamento tropo-stratosferico tardo-autunnale(raffreddamento stratosferico causa bassa attività dell'e-p flux)....Non è proprio il caso di quest'anno, anzi....


C'è chi ipotizza che consistenti variazioni dell'attività solare possano dare dei feedback in periodi relativamente brevi [url]http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0273117714005195[/url] ([url]http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0273117714005195[/url])
Con questo non intendo dire che ci sia necessariamente un nesso tra la fiammata del sole a dicembre e il pattern circolatorio in essere, il dubbio però che qualche possibilità ci possa essere mi rimane. Credo che ci sia ancora molto da scoprire e per il lavoro che hai fatto e continui a svolgere e la passione che ci metti posso farti solo i complimenti :)


Diversi anni fa fummo testimoni in diretta di un potente flare solare, ma non notammo particolari condizionamenti nel VP e in stratosfera.... Cmq non posso escluderlo visto che non ho mai approfondito l'argomento sotto questo punto di vista..  Grazie a voi , un salutone  ;)


Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: gima69 - Gennaio 03, 2015, 11:34:59 am
Scusate l'OT.....Filippo se non fossi straordinario per quello che dici lo saresti almeno per quanto sei disponibile a rispondere a tutti proprio a tutti persino a me ;D ciao e buona giornata al CMT ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: nessuno - Gennaio 03, 2015, 11:36:02 am
ciao Filippo e complimenti per l argomento che hai aperto veramente molto utile e interessante per capire e analizzare sempre al meglio le novità e le varibili continue che sub entrano anche quando non ce lo saremo aspettati...volevo chiederti...ma siamo sicuri che invece tra 20 giorni la colonna atmosferica non ci riservi qualche sorpresa con botti e fuochi e questa volta con effetti "tosti" per l europa e il mediterraneo?o lo escludi a priori dopo quello che è successo e che sta succedento?grazie buona giornata
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 03, 2015, 01:06:40 pm
ciao Filippo e complimenti per l argomento che hai aperto veramente molto utile e interessante per capire e analizzare sempre al meglio le novità e le varibili continue che sub entrano anche quando non ce lo saremo aspettati...volevo chiederti...ma siamo sicuri che invece tra 20 giorni la colonna atmosferica non ci riservi qualche sorpresa con botti e fuochi e questa volta con effetti "tosti" per l europa e il mediterraneo?o lo escludi a priori dopo quello che è successo e che sta succedento?grazie buona giornata


Qui rappresento le anomalie GPT trimestre DJF del periodo   2000--->2013 :



Come vediamo, nonostante le oscillazioni in alta frequenza della disposizione teleconnettiva(ENSO, QBO,SSTA.....), il pattern dominante è stato AO-/NAO-  e quindi la configurazione euro-atlantica vede durante l'inverno elevazioni dell'anticiclone azzorriano sin verso il Polo, con la radice che viene velocemente recisa (atlantico basso), grazie alla bassa tensione zonale.
Questa barica favorisce interazioni basso atlantiche ed impedisce alle masse gelide di spingersi molto a sud , favorendo copiose nevicate nelle aree di confluenza (Centro Europa ed anche alcuni settori della nostra penisola, specie del centro-nord).


Qui invece rappresento la configurazione di questo Dicembre

Dicembre 2014 anomalie GPT 500hPa:



Come vedete la dinamica è speculare, evidenziando una NAO molto positiva. Questo di per se  potrebbe non voler dire niente, se non che tale dinamica arriva in concomitanza con la variazione della PDO e con l'aumento dell'attività solare(che ricordo già dal 2011 aver iniziato questo trend), nonchè con alcune  medesime correlazioni rispetto al 2013, nonostante una disposizione teleconnettiva opposta.

L'aumento della tensione zonale non è di per se sinonimo di inverni pessimi sul Mediterraneo , questa associazione l'hanno fatta alcuni di voi, non certo io  ;)  Io ho solo voluto farvi partecipi di questa notevole variazione del WR , cercando di trovare la possibile causa  ::)

In linea di massima le ondulazioni in presenza di un WR caratterizzato da AO+/NAO+ (che quindi si verificano con AO e NAO deb-) , sono favorevoli ad un ingresso freddo(ma spesso più secco specie al centro/nord) più diretto sul Mediterraneo...Un pò quello che avevo lasciato trasparire anche sull'Outlook.

Un salutone  ;)









Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: gima69 - Gennaio 03, 2015, 02:00:59 pm
Fili a sto punto alla tua ormai famosa ma ormai un po datata quaterna vincente ci aggiungerei la BDC strong e fai cinquina e in ultumo la PDO- cosi facciamo tombola ;D ;D ;D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: nessuno - Gennaio 03, 2015, 02:09:02 pm
Grazie mille Filippo sei stato chiarissimo...ciò non toglie però la possibilità di episodi in stile febbraio 91 anche se son più probabili configurazioni favorevoli per il centro-sud versante adriatico...
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Teowrc - Gennaio 03, 2015, 02:16:31 pm
Dalla mia misera conoscenza....posso dire che non è affatto escluso pur in un contesto trimestrale da AO ++ e NAO ++...periodi con AO- e NAO -......sia mai..che dal 20 gennaio a fine febbraio sia proprio così la situazione....
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 03, 2015, 02:21:20 pm
Grazie mille Filippo sei stato chiarissimo...ciò non toglie però la possibilità di episodi in stile febbraio 91 anche se son più probabili configurazioni favorevoli per il centro-sud versante adriatico...

Certamente, pensa che qui nella mia zona nemmeno nel 2009 e 2010 abbiamo superato come intensità e nevicate l'ondata fredda del febbraio '91.

Magari possiamo dibattere sul complessivo andamento invernale, visto che una bassa tensione zonale è spesso sinonimo di una reiterazione del pattern(AO-/NAO-), e quindi favorevole ad un moltiplicarsi di occasioni per freddo e nevicate durante il trimestre (VPS weak, con probabili ESEs).

Viceversa con forte tensione zonale la reiterazione è per una NAO+ e AO+, con le fasi fredde e nevose che si ricollocano più come veloci episodi a risoluzione più rapida(mancata intrusività d'onda, ripresa del VP canadese).
Ciò non può escludere forti episodi freddi e/o nevosi.

La fase che stiamo attraversando pare essere una via di mezzo tra la fortissima tensione zonale degli anni '90 e la debolissima tensione zonale degli anni 2003-->2013  , ma ricordo che siamo in piena verification















Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: biagiorobur - Gennaio 03, 2015, 03:28:17 pm
Certamente, pensa che qui nella mia zona nemmeno nel 2009 e 2010 abbiamo superato come intensità e nevicate l'ondata fredda del febbraio '91.

Magari possiamo dibattere sul complessivo andamento invernale, visto che una bassa tensione zonale è spesso sinonimo di una reiterazione del pattern(AO-/NAO-), e quindi favorevole ad un moltiplicarsi di occasioni per freddo e nevicate durante il trimestre (VPS weak, con probabili ESEs).

Viceversa con forte tensione zonale la reiterazione è per una NAO+ e AO+, con le fasi fredde e nevose che si ricollocano più come veloci episodi a risoluzione più rapida(mancata intrusività d'onda, ripresa del VP canadese).
Ciò non può escludere forti episodi freddi e/o nevosi.

La fase che stiamo attraversando pare essere una via di mezzo tra la fortissima tensione zonale degli anni '90 e la debolissima tensione zonale degli anni 2003-->2013  , ma ricordo che siamo in piena verification

La cosa che mi lascia ben sperare è che anche nel periodo 2003-2013 abbiamo, come è ovvio, avuto tante via di mezzo. Lo stesso 2003-2004 o 2004-2005 o 2011-2012 possono essere inseriti in queste vie di mezzo.

E anche l' attuale disposizione mi rende fiducioso su evoluzioni simili a quelle. Non sto parlando di effetti, ovviamente né di dinamiche identiche.

Ma la mia idea è che potrebbe bastare il primo segno di cedimento stagionale del VP(seconda metà di Gennaio) per iniziare a vedere scenari completamente diversi sul comparto europeo, dopo la fase di piallata attuale
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: andycer - Gennaio 03, 2015, 03:33:21 pm
La cosa che mi lascia ben sperare è che anche nel periodo 2003-2013 abbiamo, come è ovvio, avuto tante via di mezzo. Lo stesso 2003-2004 o 2004-2005 o 2011-2012 possono essere inseriti in queste vie di mezzo.

E anche l' attuale disposizione mi rende fiducioso su evoluzioni simili a quelle. Non sto parlando di effetti, ovviamente né di dinamiche identiche.

Ma la mia idea è che potrebbe bastare il primo segno di cedimento stagionale del VP(seconda metà di Gennaio) per iniziare a vedere scenari completamente diversi sul comparto europeo, dopo la fase di piallata attuale

concordo...non necessariamente abbiamo bisogno dell'eventone per divertirci...basta una bella botta e via... ;D

anche se per la durata, visto le condizioni instaurata è pressochè impossibile attenderci episodi prolungati....

ma in fin dei conti potrebbe andare più che bene...basta voltare pagina, come sembrerebbe ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 03, 2015, 04:05:09 pm
La cosa che mi lascia ben sperare è che anche nel periodo 2003-2013 abbiamo, come è ovvio, avuto tante via di mezzo. Lo stesso 2003-2004 o 2004-2005 o 2011-2012 possono essere inseriti in queste vie di mezzo.

E anche l' attuale disposizione mi rende fiducioso su evoluzioni simili a quelle. Non sto parlando di effetti, ovviamente né di dinamiche identiche.

Ma la mia idea è che potrebbe bastare il primo segno di cedimento stagionale del VP(seconda metà di Gennaio) per iniziare a vedere scenari completamente diversi sul comparto europeo, dopo la fase di piallata attuale


Citazione
Lo stesso 2003-2004 o 2004-2005 o 2011-2012 possono essere inseriti in queste vie di mezzo.


Anche in questi anni che hai citato la situazione nel Pacifico era opposta all'attuale (anche in atlantico a dire il vero  ::)  )   ,a testimonianza di quanto analizzato.

Ci risentiamo tra qualche giorno, un saluto a tutti





Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Maxsin72 - Gennaio 03, 2015, 05:03:45 pm


Diversi anni fa fummo testimoni in diretta di un potente flare solare, ma non notammo particolari condizionamenti nel VP e in stratosfera.... Cmq non posso escluderlo visto che non ho mai approfondito l'argomento sotto questo punto di vista..  Grazie a voi , un salutone  ;)

Grazie a te per la tua grandissima disponibilità e per il fatto che condividi i tuoi studi, è sempre un grande piacere poterti leggere  :)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: biagiorobur - Gennaio 03, 2015, 06:05:40 pm


Anche in questi anni che hai citato la situazione nel Pacifico era opposta all'attuale (anche in atlantico a dire il vero  ::)  )   ,a testimonianza di quanto analizzato.

Ci risentiamo tra qualche giorno, un saluto a tutti

 ;)

Su questo non posso darti torto, andandomi a rivedere i dati mese per mese. E la forte positività attuale della PDO è SICURAMENTE una forzante.

Anche se, a dirla tutta, nel 2005 la PDO era positiva(debole positività) e anche durante tutto il famigerato 2009/2010. Possiamo dire, quindi, che in questi due casi, essa non giocò un ruolo forzante, permettendo ad altri fattori di essere più incisivi :)


Le ipotesi tirate in ballo sembrano attualmente essere plausibili, poi ovvio, stiamo parlando di un singolo indice, la PDO(e il legame che essa ha con l' attività solare), e secondo me altre sono le variabili da tenere a mente e anche i due casi sopra lo dimostrano. Sono numerosi gli indici che entrano in gioco e che per questo inverno continuano a farmi credere che l' epilogo, sarà ben diverso da quello dell' anno scorso, che invece vedeva un quadro quasi totalmente negativo(per le speranze fredde di noialtri) :D



Fermi però.

Mi viene in mente un' altra riflessione. Non so se sia già stata toccata precedentemente.

Gli indici OPI e SAI dati, forse anche esageratamente e frettolosamente per pattume, dopo 1 anno e mezzo di risultati negativi, avevano dimostrato un' alta performance di correlazione con lo stato di salute del VP proprio nella lunga fase di PDO MEDIAMENTE NEGATIVA del decennio 2003-2013.

E occhio, dirò di più, se andiamo a vedere lo stato del VPS in medio-alta stratosfera negli inverni 2013/2014 e 2014/2015 vediamo che i suddetti indici, tanto vituperati, hanno inquadrato bene la situazione ai piani alti. E' la correlazione con l' AO(indice troposferico) che è fondamentalmente saltata.

E qui torniamo al punto iniziale, ecco perchè condivido questa ipotesi della tesi della forzante oceanica(correlata al sole) come responsabile nell' aver fatto "saltare il banco" dall' autunno del 2013.


Non so se mi seguite..

Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Vin78 - Gennaio 04, 2015, 02:27:34 pm
Assolutamente in disaccordo con la disamina in base "ATTIVITA' SOLARE IN AUMENTO" non è così... siamo in fase di massimo solare con valori SF medi di certo non da solar max.. è una fase di stallo con alti e bassi e continuo a correlare questo parametro solo con la QBO. Quest'anno abbiamo avuto contro le premesse iniziali di bassa attività solare un valore medio Agosto/Ottobre superiore ai 140. Valore medio direi... nel 2013 il solar flux è stato molto debole con solo picco da metà Ottobre/fine mese ma la QBO era positiva... quindi QBO+ SOLE- Vp forte. Quest'anno Abbiamo un'ottima QBO- ma Solar Flux su valori medi..VP disturbato ma non destrutturato in todos.... ultimo esempio il 2012 bassa attività solare e QBO- Inverno molto freddo in Europa e con l'evento storico in Italia. Pertanto dire buoni inverni dal 2020 in poi mi lascia perplesso... vedremo l'andamento di attività attesa progressivo calo nei prossimi anni correlata con la QBO. Il resto è tutta una conseguenza e non certo la forzante predominante... vedi PDO AMO SSTA ENSO MJO etc etc etc
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 05, 2015, 10:30:35 pm
;)

Su questo non posso darti torto, andandomi a rivedere i dati mese per mese. E la forte positività attuale della PDO è SICURAMENTE una forzante.

Anche se, a dirla tutta, nel 2005 la PDO era positiva(debole positività) e anche durante tutto il famigerato 2009/2010. Possiamo dire, quindi, che in questi due casi, essa non giocò un ruolo forzante, permettendo ad altri fattori di essere più incisivi :)


Le ipotesi tirate in ballo sembrano attualmente essere plausibili, poi ovvio, stiamo parlando di un singolo indice, la PDO(e il legame che essa ha con l' attività solare), e secondo me altre sono le variabili da tenere a mente e anche i due casi sopra lo dimostrano. Sono numerosi gli indici che entrano in gioco e che per questo inverno continuano a farmi credere che l' epilogo, sarà ben diverso da quello dell' anno scorso, che invece vedeva un quadro quasi totalmente negativo(per le speranze fredde di noialtri) :D



Fermi però.

Mi viene in mente un' altra riflessione. Non so se sia già stata toccata precedentemente.

Gli indici OPI e SAI dati, forse anche esageratamente e frettolosamente per pattume, dopo 1 anno e mezzo di risultati negativi, avevano dimostrato un' alta performance di correlazione con lo stato di salute del VP proprio nella lunga fase di PDO MEDIAMENTE NEGATIVA del decennio 2003-2013.

E occhio, dirò di più, se andiamo a vedere lo stato del VPS in medio-alta stratosfera negli inverni 2013/2014 e 2014/2015 vediamo che i suddetti indici, tanto vituperati, hanno inquadrato bene la situazione ai piani alti. E' la correlazione con l' AO(indice troposferico) che è fondamentalmente saltata.

E qui torniamo al punto iniziale, ecco perchè condivido questa ipotesi della tesi della forzante oceanica(correlata al sole) come responsabile nell' aver fatto "saltare il banco" dall' autunno del 2013.


Non so se mi seguite..





Citazione
Anche se, a dirla tutta, nel 2005 la PDO era positiva(debole positività) e anche durante tutto il famigerato 2009/2010. Possiamo dire, quindi, che in questi due casi, essa non giocò un ruolo forzante, permettendo ad altri fattori di essere più incisivi :)


bè.....insomma  ;D









 

PS( Cmq il tuo ragionamento è ampiamente condivisibile, si tratta di soppesare bene le forzanti caratterizzanti il pattern NAO sia nei casi venga prevista AO- che AO+.....i perchè credo siano chiari ....Ma ricordo che io non parlo di  inverni "cattivi" o "buoni" , ma soltanto di ondulazioni  ::)   )    ;)












Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Teowrc - Gennaio 06, 2015, 10:48:31 am
http://www.freddofili.it/2015/01/05/torneranno-gli-anni-del-tamigi-congelato/

Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: sheva78 - Gennaio 06, 2015, 11:21:23 am
[url]http://www.freddofili.it/2015/01/05/torneranno-gli-anni-del-tamigi-congelato/[/url] ([url]http://www.freddofili.it/2015/01/05/torneranno-gli-anni-del-tamigi-congelato/[/url])




Se era su un forum di caldofili ero più contento :D :D :D comunque sia, interessante ugualmente...specie quando dice che non vi è stato nessun aumento termico negli ultimi anni 8)

E'un pò e via che lo dico ;D ;D ;D ;D

Ciao
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: cavallo pazzo - Gennaio 06, 2015, 11:54:01 am
Si solita teoria riproposta da qualche anno, ma si sa che i cambiamenti
non avvengono in 2 giorni e nemmeno in 2 anni , ma ci vogliono decenni e piu
per vedere qualche dinamica diversa.Io per ora non gli do'tanto affidamento
vedremo nel tempo
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: luca_mo - Gennaio 06, 2015, 12:06:51 pm
Intanto farei notare il calo dell'AMO, vediamo se è il preludio alla fase calante che ci traghetterà alla negatività dopo 20 anni..chiaro che quando la fase negativa coinciderà con il minimo solare ne vedremo delle belle
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Teowrc - Gennaio 06, 2015, 12:07:15 pm
Se era su un forum di caldofili ero più contento :D :D :D comunque sia, interessante ugualmente...specie quando dice che non vi è stato nessun aumento termico negli ultimi anni 8)

E'un pò e via che lo dico ;D ;D ;D ;D

Ciao
Esatto sheva.....ma alcune frasi dell articolo sono molto interessanti....e su internet se ne trovano moltissimi...fatti da studiosi....naturalmente ci sono i soliti catastrofici di turno....
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 06, 2015, 02:40:10 pm








 ::)


Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 06, 2015, 05:28:46 pm











Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Giaguaro - Gennaio 06, 2015, 05:44:20 pm
Per la serie non venivano le freddate serie con la nina insomma  ;D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 06, 2015, 06:03:56 pm
Per la serie non venivano le freddate serie con la nina insomma  ;D

La correlazione con i mesi di Febbraio storicamente freddi e nevosi è notevole, sia per quanto riguarda la Nina che la........ PDO.
La PDO è variata nel corso del 2013 ed improvvisamente la AO è tornata a valori umani, i pur recenti  -5/-6 sembrano soltanto lontani ricordi.... In fin dei conti pure nel 2009, quando eravamo alle prese con un Nino (Modoki), la PDO rimaneva  in assetto negativo (Namias ed RM neg. ), illustrando un pattern pacifico particolare (Nino/PDO-)   ....  ::)

Interessante approfondire l'inizio(?) di questa (breve) fase "interciclica" ,durante la quale stiamo sperimentando la variazione di un importantissimo indice come la PDO  , con la modulazione della depressione Aleutinica e della mother wave  e con effetti ben visibili pure in ambito euro-atlantico....(NAO+) , nonchè la correlazione con l'attività solare e l'intensità del Vortice Polare....












Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: gima69 - Gennaio 06, 2015, 07:41:04 pm
E beh caro Filippo vedo che stai aprendo un'altra riflessione interessantissima...anche se con conclusione pesante da digerire come i menu delle feste....  :-\
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: andmartin - Gennaio 06, 2015, 11:47:38 pm
Qualcuno mi traduce la mappa di giugno 2015...e perchè sia stato tirato in ballo?  :o
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 07, 2015, 12:14:04 am
Qualcuno mi traduce la mappa di giugno 2015...e perchè sia stato tirato in ballo?  :o

Si riferisce al fatto che CFS vede perduranti condizioni di PDO+ ....   ;)




Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: andmartin - Gennaio 07, 2015, 09:47:34 am
Si riferisce al fatto che CFS vede perduranti condizioni di PDO+ ....   ;)

Grazie Clo... :)
e questo, allargando le vedute al "dopo inverno", cosa comporta in media per le nostre lande? estati stile 2014?  :-X
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 07, 2015, 01:47:51 pm
Grazie Clo... :)
e questo, allargando le vedute al "dopo inverno", cosa comporta in media per le nostre lande? estati stile 2014?  :-X


La situazione è controversa, questo perchè il valore "secco" della PDO può in realtà voler dire molte cose, a seconda della posizione delle anomalie, soprattutto in riferimento all'area Namias.
Inoltre ci sarà da monitorare anche l'Enso e l'area RM.
Ne riparleremo a tempo debito  ;)


Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nonno_rodano - Gennaio 07, 2015, 02:12:41 pm
anche perchè l'inverno più simile rischia di essere quello del 2002-2003,con tutto quello che ne consegue,o segue se pensiamo all'estate.. ;D ;D

comunque mi sono guardato un po' le anomalie in zona PDO (a 500hpa) e le ho correlate con il solar-flux,la QBO e l'ENSO..ne esce fuori appunto soltanto il 2002-03 (la QBO è un po' tirata per le orecchie visto che girò a Dicembre mentre quest'anno a Maggio),in qualche modo simile ma con un VP molto meno pimpante (AO e NAO chiusero in negativo anche se attorno al -0,5)..inoltre la media Agosto-Dicembre del solar flux risulta essere 1671 contro i 1520 di quest'anno..

riassumendo è senza dubbio vero che l'accoppiata sole/PDO ha avuto un ruolo nel determinare fin qui un VP più forte del previsto,ma secondo me abbiamo pescato un anno storto,in quanto AO e NAO sono su livelli troppo elevati anche alla luce di queste considerazioni..oltretutto il 2002-03 rientrava già negli anni "d'oro" di OPI e SAI (massima correlazione negli anni 2000) e nonostante un'evoluzione dello snowcover in qualche modo simile questi due indici hanno dato valori molto diversi rispetto a quanto visto sin qui,cosa che non mi pare si verificò nell'ottobre 2002..

Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: esenaiof - Gennaio 08, 2015, 01:42:03 pm
anche perchè l'inverno più simile rischia di essere quello del 2002-2003,con tutto quello che ne consegue,o segue se pensiamo all'estate.. ;D ;D

sopratutto se pensiamo a quella primavera. ??? d'estate uno se l'aspetta almeno, in primavera no..
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 11, 2015, 03:56:25 pm
Con questi plot vediamo quanto sia predittivo il mese di Novembre e quanto sia importante la modulazione dell'attività d'onda Pacifica . 
Inoltre è evidente come proprio il mese di Novembre sia più predittivo di quello di Ottobre per ovvie ragioni fisiche:

Questo plot del mese di Novembre 2014, evidenzia la forte anomalia GPT negativa nell'artico Siberiano, a Nord dei 60°N, nonchè la fase positiva della PDO.
La risonanza ondulatoria va a modulare il pattern NAO ed ovviamente il tutto si ripercuote sull'indice AO:



Se plottiamo gli anni con VP forte nel periodo 2000/2014, vediamo come il quadro ondulatorio sia molto simile, anticipando trimestri invernali caratterizzati da AO+/NAO+



Si nota l'importante presenza di un'anomalia negativa di GPT sull'artico Siberiano sopra i 60°N, che va a provocare un forcing sulla circolazione emisferica, questo indipendentemente da quanto accaduto nel mese di Ottobre (Novembre ha un peso predittivo maggiore).
La PDO+ ed il riaccorpamento del VP sul canada orientale. Questo determina una tensione zonale piuttosto forte sul comparto euro-atlantico (NAO+), impedendo il break down del VPS, se non brevi inversione dello zonal wind a carico della sola wave1.

In questo plot ecco invece gli anni caratterizzati da VP disturbato sempre negli anni 2000:





Notiamo la forte anomalia negativa di GPT sulla Siberia centrale, sotto i 60°N , contrapposta a quella positiva sull'artico siberiano. La PDO è negativa, con un'ondulazione speculare che va a ripecuotersi sul comparto Euro-atlantico, gettando le basi per una forte attività della wave2 invernale e per  eventi stratosferici di tipo estremo (ESE).









Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: firenze3 - Gennaio 11, 2015, 04:02:58 pm
Filippo:

COMPLIMENTI davvero... ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 11, 2015, 04:05:24 pm
Filippo:

COMPLIMENTI davvero... ;)

Adesso ci siamo davvero  ;)   C'è ancora da capire quanto abbia influito l'attività solare in questa dinamica, in particolare per quanto riguarda il ray cosmic  ::)  ;)




Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: gima69 - Gennaio 11, 2015, 04:20:50 pm
Bravo brqvo bravo e ancora bravo....quinfi per l'anno prossimo analisi perfette senza appello ;D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: oldstylewinter - Gennaio 11, 2015, 04:24:08 pm
Un altro passo avanti verso la chiarezza; complimenti.
 :)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 11, 2015, 04:26:58 pm
Bravo brqvo bravo e ancora bravo....quinfi per l'anno prossimo analisi perfette senza appello ;D

è un bel passo in avanti  ;)  La comprensione delle dinamiche ci porta sicuramente anche ad un miglioramento in chiave predittiva.




Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: oldstylewinter - Gennaio 11, 2015, 04:29:09 pm
è un bel passo in avanti  ;)  La comprensione delle dinamiche ci porta sicuramente anche ad un miglioramento in chiave predittiva.

certamente; poi magari salterà fuori qualche altra variabile non capita e la sestina diventerà una settina o un ottavina,ma non importa perchè quando si ha lo spirito del ricercatore come te,si arriva sempre al dunque.
 :)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: andycer - Gennaio 11, 2015, 05:13:09 pm
certamente; poi magari salterà fuori qualche altra variabile non capita e la sestina diventerà una settina o un ottavina,ma non importa perchè quando si ha lo spirito del ricercatore come te,si arriva sempre al dunque.
 :)
Quoto alla grande
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: maxwinter - Gennaio 11, 2015, 05:29:56 pm
è un bel passo in avanti  ;)  La comprensione delle dinamiche ci porta sicuramente anche ad un miglioramento in chiave predittiva.

ma io non voglio sapere a novembre che dovrò passare un inverno in compagnia dell' azzorriano  o del cammello  :D Non ce la farei psicologicamente  :-X

uscendo dall' OT mi sembra che quest'anno si siano aggiunti tasselli importanti per le
previsioni nel long range,  non posso non farti i miei complimenti per il tuo impegno e la
tua profonda conoscenza della meteo, comunque vada : bravo  :)

grazie,

massimo
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: roberto7382 - Gennaio 11, 2015, 05:48:06 pm
è un bel passo in avanti  ;)  La comprensione delle dinamiche ci porta sicuramente anche ad un miglioramento in chiave predittiva.

Io mi ero accorto che senza  HP su barents gli inverni europei sono blandi. Adesso la tua spiegazione da un senso più profondo alla mia osservazione.

Per quest'anno resto dell'idea come avevo già scritto 2 settimane fa che quel poco vhe avremo lo raccoglieremo dopo la prima decade di Febbraio.....purtroppo la tua considerazione dellAO+ in arrivo conferma la mia vecchia ipotesi.

Sempre complimenti cloover. Sei un grandissimo.

Vista la circolazione me la sto già facendo sotto per primavera ed estate caldissime...... Oltre che per l'inverno già bello che andato....

Ciao a tutti!!!
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: nessuno - Gennaio 11, 2015, 08:52:40 pm
complimenti Filippo ottimo lavoro grande analisi
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Andreaneve - Gennaio 12, 2015, 12:53:24 am

Io mi ero accorto che senza  HP su barents gli inverni europei sono blandi. Adesso la tua spiegazione da un senso più profondo alla mia osservazione.

Per quest'anno resto dell'idea come avevo già scritto 2 settimane fa che quel poco vhe avremo lo raccoglieremo dopo la prima decade di Febbraio.....purtroppo la tua considerazione dellAO+ in arrivo conferma la mia vecchia ipotesi.

Sempre complimenti cloover. Sei un grandissimo.

Vista la circolazione me la sto già facendo sotto per primavera ed estate caldissime...... Oltre che per l'inverno già bello che andato....

Ciao a tutti!!!
Meglio non pensarci ... Già agonizzo all idea di sudare da aprile a ottobre ... Almeno c avesse fatto 30 cm di neve in inverno...
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: valvenegia - Gennaio 12, 2015, 08:44:10 am
Davvero complimenti Cloover :D

leggere ed imparare dai tuoi post rende meno forte la delusione per una prima parte invernale

non andata come previsto ;) :D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 12, 2015, 01:12:39 pm
Grazie a tutti per l'attenzione :)

Intanto ecco l'area RM e la WHWP in netta anomalia positiva, testimonianza della reiterazione del pattern NAO+  ::) :















Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: aliante2 - Gennaio 13, 2015, 02:02:47 pm
Grazie a tutti per l'attenzione :)

Intanto ecco l'area RM e la WHWP in netta anomalia positiva, testimonianza della reiterazione del pattern NAO+  ::) :

<img src="[url]http://oi58.tinypic.com/f5a6ok.jpg[/url] ">


<img src="[url]http://addins.wrex.com/blogs/weather/wp-content/uploads/2009/12/positive2.gif[/url]">


Ciao Filippo, attualmente, e da mesi l'attività solare è di moderata intensità, flare di classe c e rari di classe m, con solar flux che varia tra i 140-150 di media, un massimo solare di moderata intensità, ok..ma quanto basta per disturbare l'accoppiata con la QBO-, tutto ciò si traduce in inverni mediocri per l'Europa, ma non è così per il resto del mondo dove si vedono gli U.S.A. alle prese con ripetute ondate di gelo, e l'estremo oriente dove lo snow-cover è a valori record, Giappone settentrionale ripetutamente colpito da tempeste di stampo invernale con metri di neve. In soldoni la vera anomalia è l'Europa che è penalizzata da questo pattern in AO++, ti volevo far osservare che più di qualche fisico solare prevede il crollo progressivo dell'attività solare già dall'inizio di febbraio, allora in quel caso il matrimonio con la QBO-  diverrebbe interessante;  la situazione potrebbe subire un ribaltone con un tardo Inverno e una fredda Primavera, sta tutto nelle mani del nostro astro. Io la vedo così, poi chiaramente posso anche sbagliare ;-)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Andre89 - Gennaio 14, 2015, 10:42:19 am
Scusate l'ignoranza. Anomalie positive degli oceani corrispondono a zone con prevalenza anticiclonica o l'opposto?
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 15, 2015, 08:58:38 pm
Scusate l'ignoranza. Anomalie positive degli oceani corrispondono a zone con prevalenza anticiclonica o l'opposto?

la prima che hai detto  ;)

Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Andre89 - Gennaio 16, 2015, 12:40:24 am
la prima che hai detto  ;)
Ok allora pensavo giusto. Perchè per questa cosa ne ho lette di tutte.  ???
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: MauiStorm - Gennaio 20, 2015, 11:41:45 am
Ed eccoci al post che non avremmo mai voluto aprire  ;D

Sono estremamente convinto che le cause del rinforzo del VP di questi ultimi anni , vadano ricercate nell'interazione tropo-oceanica e nel progressivo incremento dell'attività solare ( tali elementi sono interconnessi).

Ai più "anziani" , non sarà sfuggita in questi giorni la forte analogia con dinamiche similari a quanto avveniva negli anni '90, quando la costante divergenza dell'onda atlantica portava le discese fredde in direzione del Mediterraneo Orientale, regalando inverni piuttosto secchi sul centro-nord della nostra penisola, contrapposti a forti ondate di gelo sul medio-basso adriatico.

Cos'è cambiato veramente rispetto a pochi anni fa? Qual è l'elemento che sta forzando in maniera invisibile la diposizione delle pedine sullo scacchiere emisferico?

Signori miei, è la ........  PDO.

Ebbene si, questo indice è fondamentale per quanto riguarda anche l'ondulazione Euro-atlantica, perchè modulando l'onda planetaria pacifica, va a provocare un effetto domino sul waves train , modificando nel particolare il segno della ........ NAO .

<img src="[url]http://4.bp.blogspot.com/-HnH1T6EUP8w/TrOlCS2LxwI/AAAAAAAAAEY/xiCv9Gt4fZA/s1600/image042.jpg[/url] ">

Ma cos'è che influisce sul segno della PDO o , meglio , sull'attività della Bassa pressione Aleutinica?  L'attività solare:

<img src="[url]http://climatereview.net/ChewTheFat/wp-content/uploads/2011/03/Solar-vs-PDO-vs-Temp.jpg[/url] ">

L'attività solare è quella che va a modulare la tensione zonale, andando ad innescare una serie di forcings a cascata che si ripecuotono sulla circolazione emisferica.
Il rinforzo delle basse pressioni semipermanenti (esplicative circa la tensione della corda zonale), vanno a modulare il segno degli indici oceanici, con altri effetti di feedback circolatiorio.

Ecco qui la variazione delle anomalie dell'oceani Pacifico rispetto al periodo 2000-->2013 , la chiave che spiega la relazione tra la posizione della cella di Walker, la fasi della MJO e la locazione della wave1:

<img src="[url]http://oi61.tinypic.com/2us7vra.jpg[/url] ">

(O;N ) 2014:

<img src="[url]http://oi61.tinypic.com/2d0xgux.jpg[/url]">


Quando torneranno inverni favorevoli ad un VP molto disturbato? probabilmente dovremo attendere il 2020 per tornare a vedere configurazioni simili al 2009/'10 o 2010/11 , ma è possibile che già nel 2017/'18 si verifichino le prime avvisaglie:

<img src="[url]http://oi57.tinypic.com/3508f1k.jpg[/url] ">

Poi se le proiezioni saranno rispettate, dal 2020 potremmo abituarci ad inverni con tensione zonale molto bassa, a caratterizzare lunghi inverni contraddistinti da una forte componente Siberiana con gelo intenso e nevicate diffuse che tornerebbero gradualmente ad interessare l'Europa centro-occidentale:


<img src="[url]http://kasimsweatherwatcher.com/wp-content/uploads/2013/08/TCNew35.png[/url]">

Questo meccanismo spiega non soltanto la teoria relativa alla forza/debolezza del VP, ma l'importanza primaria che ha il pattern NAO nel provocare il wave break del VP stratosferico..........  ;) 

Credo si sia fatta luce su un bel pò di cose adesso....

Ciao Cloover, tutto vero e molto ben argomentato, l'unico mio dubbio è sul fatto che nel 1985 e 1986 abbiamo avuto PDO+, come mai? La carte in tavola le cambio la stratosfera?
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: gima69 - Gennaio 20, 2015, 03:56:16 pm
Ciao Cloover, tutto vero e molto ben argomentato, l'unico mio dubbio è sul fatto che nel 1985 e 1986 abbiamo avuto PDO+, come mai? La carte in tavola le cambio la stratosfera?

Provo a risponderti io se me lo permetti....e se me lo permette Cloover....cosi vedo se ho capito qualcosa....Direi che la tua supposizione rispetto all'influenza della stratosfera negli anni a cui hai fatto riferimento sia pertinente....Del resto lo stesso Cloover ha modificato la quaterna in sestina per la configurazione perfetta ciao
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: andycer - Gennaio 20, 2015, 04:45:01 pm
Provo a risponderti io se me lo permetti....e se me lo permette Cloover....cosi vedo se ho capito qualcosa....Direi che la tua supposizione rispetto all'influenza della stratosfera negli anni a cui hai fatto riferimento sia pertinente....Del resto lo stesso Cloover ha modificato la quaterna in sestina per la configurazione perfetta ciao

il prossimo anno chi si aggiungerà? ;D ;D

La sestina vincente? QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO- e/o Namias area - , IOD+
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: sheva78 - Gennaio 20, 2015, 06:13:17 pm
il prossimo anno chi si aggiungerà? ;D ;D

La sestina vincente? QBO-,Solar Flux Low,Nina east/Nino Modoki,Tripolo Atl- , PDO- e/o Namias area - , IOD+

Mi sà che è più facile far 6 al superenalotto con una schedina da un euro  ;D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: MauiStorm - Gennaio 20, 2015, 10:28:51 pm
Provo a risponderti io se me lo permetti....e se me lo permette Cloover....cosi vedo se ho capito qualcosa....Direi che la tua supposizione rispetto all'influenza della stratosfera negli anni a cui hai fatto riferimento sia pertinente....Del resto lo stesso Cloover ha modificato la quaterna in sestina per la configurazione perfetta ciao
grazie per la risposta gima, la mia domanda però nasceva proprio dal fatto che in quei 2 anni eravamo stranamente in PDO+...
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: esenaiof - Febbraio 01, 2015, 02:16:18 pm
A me sembra un VP forte come da titolo, anche se leggendo qua e là si legge il contrario.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Febbraio 01, 2015, 07:31:25 pm
Sul fatto che sia forte ci sono pochi dubbi  ;) ....  Anche se il percorso tropo-stratosferico è stato piuttosto controverso.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Febbraio 08, 2015, 02:57:33 pm
Dopo un Dicembre che ha visto una AO=+ 0.413  ed un  Gennaio=+1.092   , ci apprestiamo a vivere un Febbraio che al momento continua a farci vedere un VP ancora tonico, lavorato ai fianchi da onde divergenti o scarsamente intrusive, favorendo sull'Europa un tipo di tempo anticiclonico alternato a fasi contraddistinte da discese di aria artica e/o possibili circolazioni secondarie sul Mediterraneo:

(http://oi61.tinypic.com/vy4cxt.jpg)

(http://oi60.tinypic.com/169hils.jpg)

Anche sul lunghissimo termine(3^ decade di Febbraio), non si scorge al momento un repentino cambio di marcia, ne significativi stratwarming.

Come vedete, contrariamente alla maggior parte delle proiezioni, il VP continua a rivelarsi veramente forte.

Oltre a quanto già esposto, vorrei dare risalto alla correlazione tra PDO ed indice NAO:

(http://www.nwfsc.noaa.gov/research/divisions/fe/estuarine/oeip/EcInFigs/Figure%2002_PDO_116.jpg)
(http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/precip/CWlink/pna/season.JFM.nao.gif)

Come vedete , fasi negative della PDO tendono a favorire fasi negative della NAO e viceversa.

Ci sono diversi studi che associano fasi più o meno forti della fase ENSO all'attività solare. Quello che però ritengo molto interessante e che ho avuto modo di approfondire in questi ultimi mesi, è la stretta relazione tra Ray cosmic e le fasi della PDO e , di riflesso, sul pattern NAO.

I Raggi cosmici sono radiazioni ed elevata energia che provengono dallo spazio e che generano una pioggia di particelle secondarie impattando con l'atmosfera terrestre.
La loro origine deriva dall'attività solare ma anche da quella di altre stelle:

(http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/7/7a/Crshower2_nasa.jpg)


L'Università  di Oulu (Finlandia), ha una stazione di monitoraggio:

(http://cosmicrays.oulu.fi/webform/monitor.gif)

Ovviamente l'attività solare è strettamente correlata con tale fenomeno, ma sembra che le particelle a più alta energia provengano dall'esplosione di Supernove al di fuori del nostro sistema Solare.
Quando un raggio cosmico impatta con la nostra atmosfera abbiamo una pioggia di particelle. Queste particelle sembrano in qualche modo implicate nella formazione di nubi nella nostra atmosfera.
Ci sono varie teorie circa l'incremento di raggi cosmici e raffreddamento terrestre, ma quello che interessa  a me è piuttosto una modulazione della tensione zonale e quindi del weather regime planetario.

C'è chi, osservando l'andamento del ray cosmic, ha ipotizzato una correlazione con l'indice PDO. Uno di questi è il Fisico Dr. Nir Shaviv, che in una sua pubblicazione ha evidenziato come la temperatura degli oceani e la quantità di nubi nell'atmosfera terrestre, sia influenzata  dal ray cosmic.

Vediamo ad esempio come i raggi cosmici sembra che abbiano una certa influenza nel caratterizzare il segno della PDO:

(http://oi62.tinypic.com/2583ts1.jpg)
(http://oi57.tinypic.com/2m4tanp.jpg)


Da parte mia posso dire che è anche esplicativo come ci sia una certa correlazione tra  i picchi dell'attività del ray cosmic   , la forza del VP e la modulazione della NAO:

(http://oi61.tinypic.com/50qssi.jpg)

Da questa immagine(tralasciando l'ancora fumosa correlazione con la copertura nuvolosa), vediamo come il picco più alto del ray cosmic , sia coinciso con i più forti stratwarming ed i più spettacolari collassamenti del VPS/VP( 2009/10 ; 2010/11)....... MAI VISTI (da quando prendiamo i dati)!!!!! (AO----; NAO----) :

(http://images.iop.org/objects/ccr/cern/50/2/12/CCcos1_02_10.jpg)


(http://www.srh.noaa.gov/images/lzk/images2/aoindex012411a.gif)


L'argomento  verrà ampiamente discusso nella nostra Conferenza primaverile.








Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: leo81 - Febbraio 08, 2015, 03:05:39 pm
Applausi a Filippo
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Iron Maiden - Febbraio 08, 2015, 03:18:08 pm
Addirittura i raggi cosmici?!
Il quadro é infinitamente complicato  :-\
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: luca_mo - Febbraio 08, 2015, 09:49:41 pm
Esatto Filippo.. i raggi cosmici sinceramente ho sempre pensato che c'entrassero con le nubi..soprattutto da quando li ho studiati a scuola.. Non a caso sono definiti anche come particelle ionizzanti(assieme a raggi X e Gamma)ma l'energia dei raggi cosmici è piu elevata degli altri due e quindi capaci di ionizzare l'atmosfera. Infatti se se le particelle gamma(che non sono altro che molecole di He-4)si possono fermare con una lamina di Piombo, bhe, i raggi cosmici hanno una energia cosi elevata da riuscire ad attraversare tutta la Terra senza esserne ostacolati, questo dovuto anche dalla loro alta frequenza e bassa lunghezza d'onda.. (Legge di Planck E= hv dove E energia, h costante di Planck 6,62 x 10 alla -34, e v che è la frequenza data dal rapporto tra velocità della luce e lunghezza d'onda che infatti nei raggi cosmici è la piu bassa e da questo deriva un'alta v e alta E). Mi sono divertito a riemergere questi ricordi scolastici ;D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: firenze3 - Febbraio 09, 2015, 11:11:35 am
BELLA ROBA  :o  ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Febbraio 19, 2015, 02:53:53 pm
Pur mancando la  2^ metà del mese di Febbraio , possiamo già anticipare una piccola reanalisi su questo Inverno,  confermando l'intuizione di fine Dicembre circa un trimestre che sarebbe trascorso con onde scarsamente intrusive e con un VP decisamente forte :

(http://oi62.tinypic.com/1z52141.jpg)

Le proiezioni vedono addirittura un incremento dell'indice nel corso del mese in corso, nonchè un'anomalia stratosferica (ESE) di tipo maggiore, con stratcooling (NAM>+1.5):

(http://oi57.tinypic.com/2zp85ub.jpg)
Il grafico evidenzia il forte grado di approfondimento del VP nel corso dell'Inverno

Il tutto associato ad una NAO+ strong:

(http://oi57.tinypic.com/2gvrhh3.jpg)
Il grafico rappresenta il percorso invernale dell'oscillazione Nord atlantica, con l'unica fase negativa collocabile nella 3^ decade di Dicembre


VALORI AO e NAO:

AO Dicembre   = + 0.413

AO Gennaio     = +1.092

NAO Dicembre = +1.86

NAO Gennaio   = +1.79






Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: firenze3 - Febbraio 19, 2015, 03:39:07 pm
Pur mancando la  2^ metà del mese di Febbraio , possiamo già anticipare una piccola reanalisi su questo Inverno,  confermando l'intuizione di fine Dicembre circa un trimestre che sarebbe trascorso con onde scarsamente intrusive e con un VP decisamente forte :

([url]http://oi62.tinypic.com/1z52141.jpg[/url])

Le proiezioni vedono addirittura un incremento dell'indice nel corso del mese in corso, nonchè un'anomalia stratosferica (ESE) di tipo maggiore, con stratcooling (NAM>+1.5):

([url]http://oi57.tinypic.com/2zp85ub.jpg[/url])
Il grafico evidenzia il forte grado di approfondimento del VP nel corso dell'Inverno

Il tutto associato ad una NAO+ strong:

([url]http://oi57.tinypic.com/2gvrhh3.jpg[/url])
Il grafico rappresenta il percorso invernale dell'oscillazione Nord atlantica, con l'unica fase negativa collocabile nella 3^ decade di Dicembre


VALORI AO e NAO:

AO Dicembre   = + 0.413

AO Gennaio     = +1.092

NAO Dicembre = +1.86

NAO Gennaio   = +1.79



 ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Valerio75 - Febbraio 19, 2015, 03:39:38 pm
chiedo agli esperti, come mai nonostante un periodo di AO+ e NAO+ e un VP forte, i ghiacciai artici faticano sempre ad incrementate e a rimanere sempre sotto la soglia degli ultimi anni?  Possibile non ne va mai bene una.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Buriano84 - Febbraio 19, 2015, 04:58:04 pm
chiedo agli esperti, come mai nonostante un periodo di AO+ e NAO+ e un VP forte, i ghiacciai artici faticano sempre ad incrementate e a rimanere sempre sotto la soglia degli ultimi anni?  Possibile non ne va mai bene una.
A quel poco che ho letto a giro..non mi pare che sia come dici te...cmq mi informerò meglio...
Per il resto non ti sò rispondere.... ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Paolo79 - Febbraio 19, 2015, 06:21:25 pm
chiedo agli esperti, come mai nonostante un periodo di AO+ e NAO+ e un VP forte, i ghiacciai artici faticano sempre ad incrementate e a rimanere sempre sotto la soglia degli ultimi anni?  Possibile non ne va mai bene una.


Me lo domando anch'io...... ad oggi la situazione è questa:

(http://i62.tinypic.com/ae76kl.png)

Quale potrebbe essere la spiegazione...... se naturalmente le cose sono collegate! ::)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: leo81 - Febbraio 19, 2015, 11:49:31 pm
Domanda molto interessante ragazzi
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Marzo 25, 2016, 05:53:51 pm
http://www.meteodue.it/index.php?option=com_content&view=article&id=325:la-pacific-decadal-oscillation-e-l-impatto-in-zona-euro-atlantica-articolo-scientifico-di-filippo-casciani&catid=20:previsioni-lungo-termine&Itemid=134 (http://www.meteodue.it/index.php?option=com_content&view=article&id=325:la-pacific-decadal-oscillation-e-l-impatto-in-zona-euro-atlantica-articolo-scientifico-di-filippo-casciani&catid=20:previsioni-lungo-termine&Itemid=134)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: ponente - Marzo 26, 2016, 12:02:58 pm
[url]http://www.meteodue.it/index.php?option=com_content&view=article&id=325:la-pacific-decadal-oscillation-e-l-impatto-in-zona-euro-atlantica-articolo-scientifico-di-filippo-casciani&catid=20:previsioni-lungo-termine&Itemid=134[/url] ([url]http://www.meteodue.it/index.php?option=com_content&view=article&id=325:la-pacific-decadal-oscillation-e-l-impatto-in-zona-euro-atlantica-articolo-scientifico-di-filippo-casciani&catid=20:previsioni-lungo-termine&Itemid=134[/url])


Grande Cloover..ottimo articolo, semplice e chiarissimo!
al contrario complesso e affascinante il clima terrestre, regolato dagli equilibri e da questo importante indice che viene calcolato prendendo dati sulla zona maggiormente "responsabile" ad influenzare il clima su scala globale, con effetti diversi su ogni microscala...
no ma..ora lo chiamano GW  ;D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: barione - Marzo 27, 2016, 11:40:24 pm
[url]http://www.meteodue.it/index.php?option=com_content&view=article&id=325:la-pacific-decadal-oscillation-e-l-impatto-in-zona-euro-atlantica-articolo-scientifico-di-filippo-casciani&catid=20:previsioni-lungo-termine&Itemid=134[/url] ([url]http://www.meteodue.it/index.php?option=com_content&view=article&id=325:la-pacific-decadal-oscillation-e-l-impatto-in-zona-euro-atlantica-articolo-scientifico-di-filippo-casciani&catid=20:previsioni-lungo-termine&Itemid=134[/url])


Ciao cloover, innanzitutto tanti auguri di buona pasqua a te ai tuoi cari! poi volevo farti due domande veloci:
1 - quando è previsto il passaggio da PDO+ a PDO-? sempre se c'è una previsione di massima..
2 - volevo chiederti cosa ne pensavi del forte raffreddamento che sembrerebbe in corso nelle acque pacifiche, per l'esattezza nella zona dell'Indo Pacific Warm Pool, cosi come evidenziato dai dati del progetto Argo...potrebbe influenzare il clima futuro?

Grazie in anticipo della pazienza che avrai nel rispondermi e complimenti per il bellissimo lavoro che fai in questo forum e sul sito...
Francesco
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Marzo 28, 2016, 02:10:55 pm
Ciao cloover, innanzitutto tanti auguri di buona pasqua a te ai tuoi cari! poi volevo farti due domande veloci:
1 - quando è previsto il passaggio da PDO+ a PDO-? sempre se c'è una previsione di massima..
2 - volevo chiederti cosa ne pensavi del forte raffreddamento che sembrerebbe in corso nelle acque pacifiche, per l'esattezza nella zona dell'Indo Pacific Warm Pool, cosi come evidenziato dai dati del progetto Argo...potrebbe influenzare il clima futuro?

Grazie in anticipo della pazienza che avrai nel rispondermi e complimenti per il bellissimo lavoro che fai in questo forum e sul sito...
Francesco


Grazie Francesco e tanti auguri anche a voi!

Il forte raffreddamento delle acque del Pacifico occidentale sono causa ed effetto dell'approfondimento della Depressione Aleutinica, riconducibile alla fase positiva della PDO:

(http://s30.postimg.org/ugtfw0hqp/strong.png)

Quindi non è un'anomalia quel raffreddamento, ma riassume bene la persistenza configurativa di questi ultimi anni.
Il passaggio a PDO- non è prevedibile, ma potrebbe esserci una certa "smussatura" della fase positiva nel corso del prossimo Autunno, con l'indebolimento del fenomeno del Nino.... Ci riaggiorniamo  ;)


Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nonno_rodano - Marzo 29, 2016, 03:00:31 pm
Grazie Francesco e tanti auguri anche a voi!

Il forte raffreddamento delle acque del Pacifico occidentale sono causa ed effetto dell'approfondimento della Depressione Aleutinica, riconducibile alla fase positiva della PDO:

([url]http://s30.postimg.org/ugtfw0hqp/strong.png[/url])

Quindi non è un'anomalia quel raffreddamento, ma riassume bene la persistenza configurativa di questi ultimi anni.
Il passaggio a PDO- non è prevedibile, ma potrebbe esserci una certa "smussatura" della fase positiva nel corso del prossimo Autunno, con l'indebolimento del fenomeno del Nino.... Ci riaggiorniamo  ;)


(http://www.john-daly.com/theodor/pdo2.gif)

"The next regime shift from cold to warm (PDO) is to be expected around 2016"

se non sbaglio era il 2001.. ::)

http://www.john-daly.com/theodor/pdotrend.htm (http://www.john-daly.com/theodor/pdotrend.htm)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: esenaiof - Marzo 29, 2016, 05:45:10 pm
chiedo agli esperti, come mai nonostante un periodo di AO+ e NAO+ e un VP forte, i ghiacciai artici faticano sempre ad incrementate e a rimanere sempre sotto la soglia degli ultimi anni?  Possibile non ne va mai bene una.
tutti dovremmo tenere a mente che ancora il meccanismo climatico e i suoi effetti siano ignoti.
Un occhio lo darei comunque al Sole visto che ancora a mio parere sappiamo poco anche relativamente all'evoluzione della nostra stella.
Abbiamo capito che la chiave è nel passato, ma i tempi di evoluzione astronomici sono ancora troppo lunghi rispetto alle osservazioni "moderne" o se volete qualunque osservazione del passato è difficilmente rapportabile a quelle "moderne". In definitiva è inutile al momento  porsi una domanda come la tua visto che la tua domanda è fondata solo su ipotesi che hanno sempre mancato di verifica.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Marzo 29, 2016, 05:46:13 pm
([url]http://www.john-daly.com/theodor/pdo2.gif[/url])

"The next regime shift from cold to warm (PDO) is to be expected around 2016"

se non sbaglio era il 2001.. ::)

[url]http://www.john-daly.com/theodor/pdotrend.htm[/url] ([url]http://www.john-daly.com/theodor/pdotrend.htm[/url])


Ha cmq sbagliato di 3 anni  ;D  Il passaggio di fase da - a + si è verificato nel 2013, e adesso stiamo aspettando il contrario, cioè che torni da + a - .  Teniamo d'occhio il SF , perchè con la QBO- potrebbe esserci una prima inversione del trend da questo Inverno  ::)  ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nonno_rodano - Marzo 31, 2016, 11:14:18 am
Ha cmq sbagliato di 3 anni  ;D  Il passaggio di fase da - a + si è verificato nel 2013, e adesso stiamo aspettando il contrario, cioè che torni da + a - .  Teniamo d'occhio il SF , perchè con la QBO- potrebbe esserci una prima inversione del trend da questo Inverno  ::)  ;)

QBO che a 10hpa ha girato a Novembre 2015, a 30hpa dovrebbe girare tra fine primavera ed inizio estate e a 50hpa verso fine autunno (questo se dovesse rispettare la tabella di marcia del 2013,anche allora girò a Novembre a 10hpa)..
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: esenaiof - Marzo 31, 2016, 05:16:33 pm
Mi dispiace che Valerio si sia offeso, ma ho voluto solo rispondere al suo quesito. Se lo ritenete offensivo cancellatelo pure.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Febbraio 03, 2017, 09:26:41 am
Ed eccoci al post che non avremmo mai voluto aprire  ;D

Sono estremamente convinto che le cause del rinforzo del VP di questi ultimi anni , vadano ricercate nell'interazione tropo-oceanica e nel progressivo incremento dell'attività solare ( tali elementi sono interconnessi).

Ai più "anziani" , non sarà sfuggita in questi giorni la forte analogia con dinamiche similari a quanto avveniva negli anni '90, quando la costante divergenza dell'onda atlantica portava le discese fredde in direzione del Mediterraneo Orientale, regalando inverni piuttosto secchi sul centro-nord della nostra penisola, contrapposti a forti ondate di gelo sul medio-basso adriatico.

Cos'è cambiato veramente rispetto a pochi anni fa? Qual è l'elemento che sta forzando in maniera invisibile la diposizione delle pedine sullo scacchiere emisferico?

Signori miei, è la ........  PDO.

Ebbene si, questo indice è fondamentale per quanto riguarda anche l'ondulazione Euro-atlantica, perchè modulando l'onda planetaria pacifica, va a provocare un effetto domino sul waves train , modificando nel particolare il segno della ........ NAO .



Ma cos'è che influisce sul segno della PDO o , meglio , sull'attività della Bassa pressione Aleutinica?  L'attività solare:



L'attività solare è quella che va a modulare la tensione zonale, andando ad innescare una serie di forcings a cascata che si ripecuotono sulla circolazione emisferica.
Il rinforzo delle basse pressioni semipermanenti (esplicative circa la tensione della corda zonale), vanno a modulare il segno degli indici oceanici, con altri effetti di feedback circolatiorio.

Ecco qui la variazione delle anomalie dell'oceani Pacifico rispetto al periodo 2000-->2013 , la chiave che spiega la relazione tra la posizione della cella di Walker, la fasi della MJO e la locazione della wave1:



(O;N ) 2014:




Quando torneranno inverni favorevoli ad un VP molto disturbato? probabilmente dovremo attendere il 2020 per tornare a vedere configurazioni simili al 2009/'10 o 2010/11 , ma è possibile che già nel 2017/'18 si verifichino le prime avvisaglie:



Poi se le proiezioni saranno rispettate, dal 2020 potremmo abituarci ad inverni con tensione zonale molto bassa, a caratterizzare lunghi inverni contraddistinti da una forte componente Siberiana con gelo intenso e nevicate diffuse che tornerebbero gradualmente ad interessare l'Europa centro-occidentale:



Questo meccanismo spiega non soltanto la teoria relativa alla forza/debolezza del VP, ma l'importanza primaria che ha il pattern NAO- nel provocare il break down del VP stratosferico..........  ;) 

Credo si sia fatta luce su un bel pò di cose adesso....


Citazione
Quando torneranno inverni favorevoli ad un VP molto disturbato? probabilmente dovremo attendere il 2020 per tornare a vedere configurazioni simili al 2009/'10 o 2010/11 , ma è possibile che già nel 2017/'18 si verifichino le prime avvisaglie:


Vedremo se prenderò questa proiezione a 3anni  ;D   Intanto anche quest'anno pattern in linea con quanto era stato analizzato:

(https://s28.postimg.org/8iheh0sr1/compday_Pjlr_Ej9o_KD.gif)

(https://s28.postimg.org/7p4soemq5/ao_2017_1.gif)

Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: firenze3 - Febbraio 03, 2017, 10:06:40 am
Ricordavo questo post e attendevo...in silenzio... ;D ;D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nix novariensis - Febbraio 03, 2017, 11:00:44 am
Cloover ha perfettamente inquadrato la dinamica del vortice polare già due anni fa
Il nostro problema è che anche con AO-, la NAO resta sempre in territori spaventosamente positivi. Come dicevo ieri in un post che forse si è perso in nowcasting, temo che la NAO non segua più un criterio di periodicità (o comunque di variabilità) ma abbia subito un cambiamento di segno definitivo. I segnali per pensare ciò, ahimè, ci sono tutti

Temo che nei prossimi anni, nonostante si possa anche imbeccare una tendenza ad avere un VP più disturbato, di soddisfazioni per l'orticello nord e ovest italico ne vedremo ben ben poche. Vuoi per la solita cosa là che non voglio nominare, vuoi per la NAO che non ne vuole sapere di essere favorevole a noi, manco per sbaglio
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Febbraio 03, 2017, 12:49:36 pm
Cloover ha perfettamente inquadrato la dinamica del vortice polare già due anni fa
Il nostro problema è che anche con AO-, la NAO resta sempre in territori spaventosamente positivi. Come dicevo ieri in un post che forse si è perso in nowcasting, temo che la NAO non segua più un criterio di periodicità (o comunque di variabilità) ma abbia subito un cambiamento di segno definitivo. I segnali per pensare ciò, ahimè, ci sono tutti

Temo che nei prossimi anni, nonostante si possa anche imbeccare una tendenza ad avere un VP più disturbato, di soddisfazioni per l'orticello nord e ovest italico ne vedremo ben ben poche. Vuoi per la solita cosa là che non voglio nominare, vuoi per la NAO che non ne vuole sapere di essere favorevole a noi, manco per sbaglio

La NAO segue criteri ben precisi, essendo correlata con la PDO  il SF ed Ap index.
In mancanza di una NAO- è ben difficile arrivare al break down del VPS, ed infatti vediamo come negli ultimi anni la Stratosfera sia stata sempre piuttosto fredda e modulata dalla sola W1.
Tornerà la NAO-  caro Nix, ed anche Inverni freddi e nevosi al Centro-Nord, ti dò la mia parola.
Tornerà anche la neve a VIAREGGIO, è un pò la mia missione portare la neve lì, perchè lì è nata la mia passione, a fine Dicembre '84 vidi la mia prima neve sul mare.

Però a me, quello che più affascina, è il vedere come la nostra piccola Penisola abbia bisogno di pattern inversi a livello emisferico per renderci partecipi di realtà climatiche così eterogenee a livello orticellistico.... Questo è per me davvero grandioso, perchè la nostra Penisola è struttura in maniera perfetta per esplicare tale funzione.


Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Valerio75 - Febbraio 03, 2017, 01:24:50 pm
La NAO segue criteri ben precisi, essendo correlata con la PDO  il SF ed Ap index.
In mancanza di una NAO- è ben difficile arrivare al break down del VPS, ed infatti vediamo come negli ultimi anni la Stratosfera sia stata sempre piuttosto fredda e modulata dalla sola W1.
Tornerà la NAO-  caro Nix, ed anche Inverni freddi e nevosi al Centro-Nord, ti dò la mia parola.
Tornerà anche la neve a VIAREGGIO, è un pò la mia missione portare la neve lì, perchè lì è nata la mia passione, a fine Dicembre '84 vidi la mia prima neve sul mare.

Però a me, quello che più affascina, è il vedere come la nostra piccola Penisola abbia bisogno di pattern inversi a livello emisferico per renderci partecipi di realtà climatiche così eterogenee a livello orticellistico.... Questo è per me davvero grandioso, perchè la nostra Penisola è struttura in maniera perfetta per esplicare tale funzione.
Filippo, tanto per parlare però c'è da considerare una nuova fase enso+ dal prossimo autunno, insomma le prospettive non sembrano rosee, un altro nino strong sarebbe deletereo in tutti i sensi, speriamo che nei prossimi mesi ci sia un cambiamento  ::)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Sniek - Febbraio 03, 2017, 01:34:49 pm
Secondo te bisogna attendere il prossimo picco massimo di attività solare. Giusto?!?
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Febbraio 03, 2017, 01:54:19 pm
Filippo, tanto per parlare però c'è da considerare una nuova fase enso+ dal prossimo autunno, insomma le prospettive non sembrano rosee, un altro nino strong sarebbe deletereo in tutti i sensi, speriamo che nei prossimi mesi ci sia un cambiamento  ::)

Bè anche nel 2009-'10 ci fu un Nino piuttosto forte....Andranno viste un pò di cose strada facendo, ma avverto un fremito  ;D

Secondo te bisogna attendere il prossimo picco massimo di attività solare. Giusto?!?

L'attività solare è già molto bassa e dovrebbe rimanere tale per diversi anni, con probabile ulteriore calo. Sotto questo aspetto siamo già entrati in piena fase "cold".
C'è da attendere la risoluzione di alcuni feedback tropo-oceanici,relativi alla PDO e Tripolo ATL.... Siamo all'alba di un nuovo importante cambiamento circolatorio su scala emisferica... :-X  ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: maurino - Febbraio 03, 2017, 02:21:07 pm
Filippo, tanto per parlare però c'è da considerare una nuova fase enso+ dal prossimo autunno, insomma le prospettive non sembrano rosee, un altro nino strong sarebbe deletereo in tutti i sensi, speriamo che nei prossimi mesi ci sia un cambiamento  ::)
ci sono delle avvisaglie di nino vicino le coste del Perù, ma da qui a dire che sarà nino ce ne passa, prima deve superare la primavera , poi vedremo
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nix novariensis - Febbraio 03, 2017, 05:27:34 pm
La NAO segue criteri ben precisi, essendo correlata con la PDO  il SF ed Ap index.
In mancanza di una NAO- è ben difficile arrivare al break down del VPS, ed infatti vediamo come negli ultimi anni la Stratosfera sia stata sempre piuttosto fredda e modulata dalla sola W1.
Tornerà la NAO-  caro Nix, ed anche Inverni freddi e nevosi al Centro-Nord, ti dò la mia parola.
Tornerà anche la neve a VIAREGGIO, è un pò la mia missione portare la neve lì, perchè lì è nata la mia passione, a fine Dicembre '84 vidi la mia prima neve sul mare.

Però a me, quello che più affascina, è il vedere come la nostra piccola Penisola abbia bisogno di pattern inversi a livello emisferico per renderci partecipi di realtà climatiche così eterogenee a livello orticellistico.... Questo è per me davvero grandioso, perchè la nostra Penisola è struttura in maniera perfetta per esplicare tale funzione.

E' ciò che mi auguro.   ;)
La stessa neve a Viareggio dovrebbe cadere con molta più facilità rispetto agli ultimi anni, anche se ovviamente non stiamo parlando di un posto nevoso.

Ciò che non mi piace è che in Atlantico siamo di fronte a una situazione mai sperimentata dai modelli. La presenza della pozza fredda n Atlantica legata alla fusione artica. Io temo che vada a rafforzare o comunque a mantenere un pattern NAO+ anche qualora il VP dovesse essere disturbato a carico delle altre onde emisferiche (spero di essermi spiegato, anche se a parole "mie")
Non dico che nella maniera più assoluta e totale non ci saranno inverni in NAO-, ma che sarà molto più difficile che in passato vederli.
Certo, se a naso dovessi puntare su un inverno in NAO-, punterei sul 2017-18. Potevamo già averlo quest'anno in realtà... nessuno mi toglierà dalla testa che se la QBO non avesse delirato, quelle colate avrebbero avuto un maggior moto antizonale, colpendo 500-1000 km più a NW.
Perchè, oltre alle già mille difficoltà, abbiamo pure la sfiga di Fantozzi


PS Vi prego... fate che non si verifichi un altro Nino strong. già abbiamo preso quasi mezzo grado di GW in 10 anni e 2-3 decimi rispetto al 2015. Cos'è, ne prendiamo un'altro mezzo? Un grado intero in 15 anni? Sarebbe un qualcosa di spaventoso... che resti una Nina, una Nada, un Nino debole al massimo, ma un Nino strong sarebbe deleterio per le sorti del GW :(
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: ponente - Febbraio 03, 2017, 06:45:45 pm
E' ciò che mi auguro.   ;)
La stessa neve a Viareggio dovrebbe cadere con molta più facilità rispetto agli ultimi anni, anche se ovviamente non stiamo parlando di un posto nevoso.

Ciò che non mi piace è che in Atlantico siamo di fronte a una situazione mai sperimentata dai modelli. La presenza della pozza fredda n Atlantica legata alla fusione artica. Io temo che vada a rafforzare o comunque a mantenere un pattern NAO+ anche qualora il VP dovesse essere disturbato a carico delle altre onde emisferiche (spero di essermi spiegato, anche se a parole "mie")
Non dico che nella maniera più assoluta e totale non ci saranno inverni in NAO-, ma che sarà molto più difficile che in passato vederli.
Certo, se a naso dovessi puntare su un inverno in NAO-, punterei sul 2017-18. Potevamo già averlo quest'anno in realtà... nessuno mi toglierà dalla testa che se la QBO non avesse delirato, quelle colate avrebbero avuto un maggior moto antizonale, colpendo 500-1000 km più a NW.
Perchè, oltre alle già mille difficoltà, abbiamo pure la sfiga di Fantozzi


PS Vi prego... fate che non si verifichi un altro Nino strong. già abbiamo preso quasi mezzo grado di GW in 10 anni e 2-3 decimi rispetto al 2015. Cos'è, ne prendiamo un'altro mezzo? Un grado intero in 15 anni? Sarebbe un qualcosa di spaventoso... che resti una Nina, una Nada, un Nino debole al massimo, ma un Nino strong sarebbe deleterio per le sorti del GW :(

Mah..non sono daccordo...
in primis sulle cause della pozza fredda atlantica, e su quasi tutta la linea  ;D
ricordo che ora si è entrati in fase Nina tyra l'altro ..solo che Nix ormai è famoso per vedere tutto con segno + davanti.. ;D
complimenti doverosi, anche se ormai inutile farli a il Cloover nazionale!  :) ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nix novariensis - Febbraio 03, 2017, 07:10:03 pm
Mah..non sono daccordo...
in primis sulle cause della pozza fredda atlantica, e su quasi tutta la linea  ;D
ricordo che ora si è entrati in fase Nina tyra l'altro ..solo che Nix ormai è famoso per vedere tutto con segno + davanti.. ;D
complimenti doverosi, anche se ormai inutile farli a il Cloover nazionale!  :) ;)


Se siamo entrati in Nina non me ne sono accorto  :P
Culmine de Nino: +0.6 sulla 81-10
Ora febbraio è iniziato a... +0.6
http://models.weatherbell.com/climate/ncep_cfsr_t2m_anom.png (http://models.weatherbell.com/climate/ncep_cfsr_t2m_anom.png)

E se questi sono i forecast, ci becchiamo un altro Nino tra pochi mesi  :-[
http://iri.columbia.edu/our-expertise/climate/forecasts/enso/current/?enso_tab=enso-cpc_plume (http://iri.columbia.edu/our-expertise/climate/forecasts/enso/current/?enso_tab=enso-cpc_plume)

E qualcosa mi dice che li effetti del Nino si sentiranno a differenza di quelli di questa Nina ridicola... chissà cosa me lo dice  ::)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: oldstylewinter - Febbraio 03, 2017, 08:12:57 pm
La NAO segue criteri ben precisi, essendo correlata con la PDO  il SF ed Ap index.
In mancanza di una NAO- è ben difficile arrivare al break down del VPS, ed infatti vediamo come negli ultimi anni la Stratosfera sia stata sempre piuttosto fredda e modulata dalla sola W1.
Tornerà la NAO-  caro Nix, ed anche Inverni freddi e nevosi al Centro-Nord, ti dò la mia parola.
Tornerà anche la neve a VIAREGGIO, è un pò la mia missione portare la neve lì, perchè lì è nata la mia passione, a fine Dicembre '84 vidi la mia prima neve sul mare.

Però a me, quello che più affascina, è il vedere come la nostra piccola Penisola abbia bisogno di pattern inversi a livello emisferico per renderci partecipi di realtà climatiche così eterogenee a livello orticellistico.... Questo è per me davvero grandioso, perchè la nostra Penisola è struttura in maniera perfetta per esplicare tale funzione.

La perfezione la raggiungerai quando riuscirai a portare la neve con accumulo nella zona di Pietrasanta/Querceta
 ;D ;D ;D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nonno_rodano - Febbraio 08, 2017, 02:50:13 pm
sempre sul discorso attività solare-inverni freddi vi propongo questo grafico..

per prima cosa ho cercato di ordinare gli inverni dal 1950 ad oggi in base ai loro effetti sul centro-nord Italia..ovviamente qui si entra in un terreno minato,è quasi impossibile "valutare" un inverno in termini non soggettivi..io ho fatto così:

1) ho considerato la temperatura giornaliera ad 850hpa dal 1 Dicembre al 28 Febbraio di ogni inverno (quella al suolo potrebbe essere falsata,ad esempio il Dicembre 2013 con una serie di giornate con nebbia e massime vicine allo zero nonostante una +10 in quota)

2) ho sommato:

- giorni con temperatura inferiore a -5
- giorni con temperatura inferiore a -10
- giorni con temperatura inferiore a -15


- giorni con temperatura superiore a 0
- giorni con temperatura superiore a +5
- giorni con temperatura superiore a +8

ho moltiplicato il numero di giorni con temperatura inferiore a -5 per 1, quello di giorni con temperatura inferiore a -10 per 1,5 e quello di giorni con temperatura inferiore a -15 per 2..stessa cosa per i giorni "caldi" ( moltiplicato per 1 quelli sopra a 0, per 1,5 quelli sopra a +5 e per 2 quelli sopra a +8)..

ho fatto la somma dei giorni "freddi" e vi ho sottratto quella dei giorni "caldi" ottenendo un punteggio tanto più alto quanto più è stato "efficace" l'inverno sul centro-nord..

la classifica è la seguente (ovviamente dic-62 sta per inverno 62-63 etc..)

dic-62   53,5
dic-53   38
dic-02   28
dic-69   26
dic-68   24,5
dic-84   24,5
dic-05   24
dic-64   21
dic-80   19,5
dic-90   14
dic-11   13,5
dic-04   12
dic-09   10,5
dic-52   8,5
dic-86   8
dic-83   7
dic-08   6,5
dic-66   6
dic-67   5,5
dic-55   4
dic-63   3,5
dic-78   2
dic-95   2
dic-85   0,5
dic-81   -0,5
dic-98   -1,5
dic-99   -2
dic-12   -2,5
dic-51   -5
dic-03   -5,5
dic-58   -6
dic-77   -9
dic-61   -10
dic-70   -10
dic-72   -12
dic-91   -13,5
dic-10   -18
dic-65   -19,5
dic-79   -19,5
dic-59   -21,5
dic-93   -22,5
dic-76   -23,5
dic-60   -24
dic-73   -24
dic-01   -24,5
dic-74   -25
dic-57   -27,5
dic-75   -28
dic-82   -28
dic-92   -31
dic-50   -32
dic-94   -32
dic-56   -33,5
dic-97   -33,5
dic-07   -33,5
dic-96   -37,5
dic-00   -39,5
dic-87   -44,5
dic-71   -47
dic-88   -48,5
dic-54   -49
dic-89   -59,5
dic-06   -61,5
dic-13   -70

a questo punto ho collocato i "migliori" (cerchio viola) e peggior (cerchio nero) inverni sul grafico dell' AA index mensile:

(https://s27.postimg.org/bngbdq88j/Immagine1.jpg)

su 15 inverni "interessanti" ben 13 si trovano nella fase discendente dopo un massimo dell'AA index,ma potremmo dire anche 14 visto che il 2011-12 si trova si in una fase ascendente ma pur sempre su livelli di AA index più basso di qualsiasi altro minimo dal 1940 al 2006..

il grafico dell'AA index arriva fino a Gennaio 2017 e possiamo vedere come attualmente si sia in una fase di massimo (tra l'altro un massimo al momento bassino,ma non da record visto che anche il massimo tra il 68 e il 70 ha visto valori simili), la quale potrebbe anche essere arrivata al culmine..

Se l'AA index (come sembra) dovesse iniziare la sua discesa nei prossimi mesi, già dal prossimo anno e più probabilmente dal 2018-19 potrebbe aprirsi la finestra per un nuovo inverno "freddo" sul nostro orticello.. ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Febbraio 08, 2017, 05:24:23 pm
Grande lavoro Nonno Rodano!  8)  L'AA index essendo correlato con la NAO favorisce il break down del VP durante le fasi di calo....Ci sono ovviamente altri fattori che vanno a caratterizzare un Inverno, ma questa rimane una pedina fondamentale... Ottima analisi ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Vin-78 - Febbraio 08, 2017, 11:50:04 pm
Il deficit del pack artico va a diminuire l'effetto albedo e di conseguenza anche l'attività dell'anticiclone russo siberiano ed eventuale alta termica polare. Altro tassello da tenere in considerazione nei prossimi anni va ricercato nelle vorticità delle figure bariche che saranno sicuramente maggiori per maggiore contrasto termico a latitudini settentrionali. Chiudo il concetto nel dire che in caso di eventi freddi avremo un'estremizzazione degli stessi con split anche importanti.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nonno_rodano - Febbraio 09, 2017, 10:21:37 am
Grande lavoro Nonno Rodano!  8)  L'AA index essendo correlato con la NAO favorisce il break down del VP durante le fasi di calo....Ci sono ovviamente altri fattori che vanno a caratterizzare un Inverno, ma questa rimane una pedina fondamentale... Ottima analisi ;)

vero che vi sono altri fattori..ma se ordiniamo gli inverni secondo il "coefficiente orticello" dal migliore al peggiore per il centro-nord italia ed assegniamo -1 agli inverni in fase discendente dell'AA index e +1 agli inverni in fase ascendente, otteniamo che i migliori si sono verificati in 20 casi su 26 in fase calante: il 77% dei casi.. ;)

oltretutto parliamo di una casistica di 66 anni.. 8)

perdonatemi il grafico un po' terra terra.. :D

(https://s23.postimg.org/4xr2njh4b/Immagine1.png)

Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Valerio75 - Febbraio 09, 2017, 10:30:01 am
vero che vi sono altri fattori..ma se ordiniamo gli inverni secondo il "coefficiente orticello" dal migliore al peggiore per il centro-nord italia ed assegniamo -1 agli inverni in fase discendente dell'AA index e +1 agli inverni in fase ascendente, otteniamo che i migliori si sono verificati in 20 casi su 26 in fase calante: il 77% dei casi.. ;)

oltretutto parliamo di una casistica di 66 anni.. 8)

perdonatemi il grafico un po' terra terra.. :D

(https://s23.postimg.org/4xr2njh4b/Immagine1.png)

ma in sintesi, secondo il tuo grafico, nei prossimi anni si dovrebbe assistere ad un miglioramento dei nostri inverni?
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nonno_rodano - Febbraio 09, 2017, 11:10:51 am
ma in sintesi, secondo il tuo grafico, nei prossimi anni si dovrebbe assistere ad un miglioramento dei nostri inverni?

diciamo che questo grafico ti dice quando è altamente probabile che si verifichi un inverno molto interessante sulle nostre zone e quando invece è molto improbabile..

non appena inizierà la discesa dal massimo attuale dell'AA index si aprirà la finestra giusta per un nuovo super-inverno, tale finestra comprenderà probabilmente 4-5 anni, ma non possiamo dire già da oggi quale sarà quello giusto,perchè appunto servono altre informazioni, prima tra tutte la QBO etc..

(https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4579852/bin/ncomms9268-f2.jpg)


come si può vedere da questo importante lavoro (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4579852/ (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4579852/)), la NAO ha correlazione positiva massima con LAG +1,+2,+3 anni e negativa minima con LAG -4 anni...

ciò significa che se poniamo l'anno 0 come quello del massimo solare (2013) la NAO dovrebbe risultare positiva negli inverni:

2013-14 (LAG 0)
2014-15 (LAG +1)
2015-16 (LAG +2)
2016-17 (LAG +3)

nel 2017-18 saremo a LAG +4 e come si vede dal grafico la correlazione va a 0,di conseguenza non possiamo fare previsioni sulla NAO basandosi sul SF..

viceversa la correlazione negativa più elevata la si ottiene a -4 anni dal massimo (guarda caso 2013-4= 2009 8))..dunque se fossimo in grado di prevedere l'anno del prossimo massimo, potremmo ipotizzare l'inverno con NAO più negativa dei prossimi..attenendosi ad un banalissimo 2013+11= 2024..se così fosse il 2020 sarebbe l'anno con NAO molto negativa, con un calo della NAO già dal 2017-18..tuttavia è difficile fare previsioni sul prossimo ciclo.. ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Valerio75 - Febbraio 09, 2017, 11:20:17 am
diciamo che questo grafico ti dice quando è altamente probabile che si verifichi un inverno molto interessante sulle nostre zone e quando invece è molto improbabile..

non appena inizierà la discesa dal massimo attuale dell'AA index si aprirà la finestra giusta per un nuovo super-inverno, tale finestra comprenderà probabilmente 4-5 anni, ma non possiamo dire già da oggi quale sarà quello giusto,perchè appunto servono altre informazioni, prima tra tutte la QBO etc..

(https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4579852/bin/ncomms9268-f2.jpg)


come si può vedere da questo importante lavoro (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4579852/ (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4579852/)), la NAO ha correlazione positiva massima con LAG +1,+2,+3 anni e negativa minima con LAG -4 anni...

ciò significa che se poniamo l'anno 0 come quello del massimo solare (2013) la NAO dovrebbe risultare positiva negli inverni:

2013-14 (LAG 0)
2014-15 (LAG +1)
2015-16 (LAG +2)
2016-17 (LAG +3)

nel 2017-18 saremo a LAG +4 e come si vede dal grafico la correlazione va a 0,di conseguenza non possiamo fare previsioni sulla NAO basandosi sul SF..

viceversa la correlazione negativa più elevata la si ottiene a -4 anni dal massimo (guarda caso 2013-4= 2009 8))..dunque se fossimo in grado di prevedere l'anno del prossimo massimo, potremmo ipotizzare l'inverno con NAO più negativa dei prossimi..attenendosi ad un banalissimo 2013+11= 2024..se così fosse il 2020 sarebbe l'anno con NAO molto negativa, con un calo della NAO già dal 2017-18..tuttavia è difficile fare previsioni sul prossimo ciclo.. ;)

bè staremo a vedere, se succederà qualcosa di buono sarà già un buon incentivo per sperare.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Febbraio 09, 2017, 11:34:57 am
Grandi contributi  Nonno Rodano!  8)   Le date sono quelle, nel 2017-18 primi segnali (da interpretare nel contesto che si creerà a livello teleconnettivo nei prossimi mesi), poi il Centro-Nord Italia e l'Europa Centro-Occidentale torneranno a comandare da lì a 2-3 anni.
W2 che tornerà in grande spolvero, MMW che diverranno la regola, VP sbriciolato.....
 Per adesso le dinamiche ricalcano quanto avevamo analizzato, la strada è questa   ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nix novariensis - Febbraio 09, 2017, 11:01:55 pm
Grandi contributi  Nonno Rodano!  8)   Le date sono quelle, nel 2017-18 primi segnali (da interpretare nel contesto che si creerà a livello teleconnettivo nei prossimi mesi), poi il Centro-Nord Italia e l'Europa Centro-Occidentale torneranno a comandare da lì a 2-3 anni.
W2 che tornerà in grande spolvero, MMW che diverranno la regola, VP sbriciolato.....
 Per adesso le dinamiche ricalcano quanto avevamo analizzato, la strada è questa   ;)

La mia preoccupazione: GW che aumenterà
Per il resto, sarebbe tutto molto bello... non ne posso più di colate che vanno in luoghi assurdi
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Aprile 29, 2017, 12:53:13 pm
Ci siamo, sono passati i fatidici 3 anni.

Maggio 2017 sarà il primo tassello circa la strategia teleconnettiva della prossima stagione invernale..
E si iniziano a notare interessanti movimenti a livello di SSTA, sia sui forecast che in real time.
E se ci trovassimo con una RM negativa?
E se le proiezioni fossero esatte riguardo un possibile Nino Modoki?
L'incastro Strato-Troposferico è fondamentale circa il percorso della Jet-Stream e l'organizzazione dei nuclei di vorticità.... E qualcosa sta cambiando come era nelle premesse.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: roberto7382 - Aprile 30, 2017, 08:09:50 am
Ci siamo, sono passati i fatidici 3 anni.

Maggio 2017 sarà il primo tassello circa la strategia teleconnettiva della prossima stagione invernale..
E si iniziano a notare interessanti movimenti a livello di SSTA, sia sui forecast che in real time.
E se ci trovassimo con una RM negativa?
E se le proiezioni fossero esatte riguardo un possibile Nino Modoki?
L'incastro Strato-Troposferico è fondamentale circa il percorso della Jet-Stream e l'organizzazione dei nuclei di vorticità.... E qualcosa sta cambiando come era nelle premesse.

Il mio commento tecnico è " E andiamo!!!!"

Scusate ma non ne posso più di questo clima infame.....
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nix novariensis - Maggio 01, 2017, 03:07:50 pm
Se non portiamo a casa un inverno buono nel 2017-18, facciamo prima a prendere le nostre Davis e regalarle a qualcuno che vive in Svezia
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: luca_mo - Maggio 01, 2017, 10:43:38 pm
Se non portiamo a casa un inverno buono nel 2017-18, facciamo prima a prendere le nostre Davis e regalarle a qualcuno che vive in Svezia
Ho paura del tuo "buono" ;D ;D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Orso russo - Luglio 14, 2017, 09:46:24 pm
Ci sono novità sull'avvicinamento alla nuova stagione???? Direi che AA in forte calo e QBO che ha virato in negativo a 30hp e lo sta per fare a 50hp sono incoraggianti........ 8)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nix novariensis - Luglio 14, 2017, 11:03:48 pm
Per me indici buonissimi che però non ce la faranno a contrastare gli effetti del GW e dell'AA. Fino a dieci anni fa saremmo stati alle soglie di un ottimo inverno

Ora invece...
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Luglio 15, 2017, 12:08:35 am
Ci sono alcuni aspetti molto interessanti, anche se la PDO non dà ancora segnali di una svolta decisa.
Sappiamo che la PDO è fortemente correlata con il segno della NAO, e che la PDO- significa un abbassamento della storm tracks con virata in negativo del tripolo ATL, dinamica che produce Inverni umidi e freddi al Centro-Nord.
Sarà l'anno della svolta oppure no? Tra un paio di mesi si torna sul pezzo....
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Paul - Settembre 22, 2017, 05:05:30 pm
Ci sono alcuni aspetti molto interessanti, anche se la PDO non dà ancora segnali di una svolta decisa.
Sappiamo che la PDO è fortemente correlata con il segno della NAO, e che la PDO- significa un abbassamento della storm tracks con virata in negativo del tripolo ATL, dinamica che produce Inverni umidi e freddi al Centro-Nord.
Sarà l'anno della svolta oppure no? Tra un paio di mesi si torna sul pezzo....

Novità in merito?
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Ottobre 05, 2017, 12:49:30 pm
Novità in merito?

Non ci siamo ancora
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Orso russo - Ottobre 05, 2017, 07:02:11 pm
Che palle però, quanto dobbiamo aspettare per un'altro inverno stile 2009-10  :-[
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Vin-78 - Ottobre 05, 2017, 07:37:34 pm
Non ci siamo ancora

Eppur si muove.... vedo grossi miglioramenti sulle SSTA seppur come hai sottolineato ancora non ci siamo.... ma la strada presa considerando mi porta a essere fiducioso.... e poi spero in un passaggio della QBO a 50 HPa nel mese di Novembre
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Aperol Split - Marzo 02, 2018, 12:16:34 pm
Non ci siamo ancora

Ora ci siamo quasi
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Orso russo - Luglio 23, 2018, 02:01:31 pm
Ci sono alcuni aspetti molto interessanti, anche se la PDO non dà ancora segnali di una svolta decisa.
Sappiamo che la PDO è fortemente correlata con il segno della NAO, e che la PDO- significa un abbassamento della storm tracks con virata in negativo del tripolo ATL, dinamica che produce Inverni umidi e freddi al Centro-Nord.
Sarà l'anno della svolta oppure no? Tra un paio di mesi si torna sul pezzo....
Come siamo messi, sembra che quest'anno (autunno/inverno) avremo l'accoppiata QBO-- e Attività solare in fase calante, con valori molto simili a quelli di un minimo, se anche la PDO dovesse dare segnali positivi potremmo iniziare a fare qualche pensierino su un cambio di pattern dal prossimo Inverno, cosa ne dite???
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Febbraio 06, 2019, 01:28:34 pm



Quando torneranno inverni favorevoli ad un VP molto disturbato? probabilmente dovremo attendere il 2020 per tornare a vedere configurazioni simili al 2009/'10 o 2010/11 , ma è possibile che già nel 2017/'18 si verifichino le prime avvisaglie:



Poi se le proiezioni saranno rispettate, dal 2020 potremmo abituarci ad inverni con tensione zonale molto bassa, a caratterizzare lunghi inverni contraddistinti da una forte componente Siberiana con gelo intenso e nevicate diffuse che tornerebbero gradualmente ad interessare l'Europa centro-occidentale:




Prendo un estratto di questo post per confermare i segnali che si sono avuti in questi ultimi 2 anni, con un MMW nel 2017-18 ed un MMW nel 2018-19:

(https://i.postimg.cc/sDSGC9KG/gfs-nam-web-1.png)

E adesso vi chiedo: Cosa meglio di ben 2 MMW ravvicinati con impianti teleconnettivi differenti vanno a confermare l'ipotesi di un graduale aumento del grado di ellitticizzazione del VP?

Dal 2013 al 2017 la Stratosfera è andata in direzione di un deciso raffreddamento ed il VPS è stato molto forte. Adesso siamo testimoni di un deciso cambio di passo, già ben delineato dallo scorso Inverno:

(https://i.postimg.cc/C5RPx6dg/strat2016.png)
(https://i.postimg.cc/2SZsw3kD/strat2019.png)

Se nel Febbraio 2018 siamo arrivati al break down del VP (MMW split/NAO-) , quest'Inverno ci sono state difficoltà maggiori (MMW ibrido/ NAO neutra) , ma questo lo ritengo lineare alla variazione in alta frequenza di indici di contorno, in questo caso una menzione particolare alla Brewer Dobson circulation debole ed alla QBO in fase ascendente.

L'Inverno 2019/20 sarà l'anno del BIG EVENT?

Sarebbe bello poter rispondere con certezza a questa domanda, ma qualcosa giunti a questo punto possiamo dirlo.
Avevamo infatti evidenziato il comportamento dell'Oscillazione Nord Atlantica in relazione all'attività solare ed al Geomagnetismo. In pratica un basso Ap index/ Solar Flux ( io preferisco estendere tale comportamento a tutta l'attività solare ),  ha una forte correlazione con blocchi zonali Euro-Atlantici:

(https://i.postimg.cc/Y2ZPngds/nao-geo.gif)

Il calo della NAO si sta manifestando nei tempi descritti su questo post, con ben 2 importanti segnali in questi ultimi 2 anni.

Se il prossimo mese di Marzo non vedrà forti rialzi dell'indice, dovremmo stare su un valore quasi neutro per il periodo JFM 2019:

(https://i.postimg.cc/nc0MvFFT/nao-2019.gif)

Le possibilità che l'Inverno 2019/20 veda un indice NAO puntare la negatività sono a questo punto concrete, ma dipenderanno in larga parte dalle future condizioni della fase ENSO.

Se , come penso, dovessimo andare in direzione di una Nina east ed una BDC strong, queste possibilità diverrebbero quasi certezze, avendo in saccoccia buona parte della "settimina" (non scordiamo che l'attività solare ha un grosso impatto anche sull'Enso).

Alla fine dell'Estate ne riparleremo  ;)











Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Artix - Febbraio 06, 2019, 01:42:07 pm
Chapeau Filippo  :) sono proprio curioso di vedere cosa accadrà
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Alessandro669 - Febbraio 06, 2019, 01:43:23 pm
Beh i grandi eventi ci sono gia stati credo  :D  Febbraio 2012, Gennaio 2017 e Febbraio 2018... Per il resto concordo, la mia stima non cambia al di la delle situazioni sinottiche di questo mese di Febbraio 2019.  I prossimi anni potrebbero riservare belle sorprese
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nonno_rodano - Febbraio 06, 2019, 01:53:29 pm
Prendo un estratto di questo post per confermare i segnali che si sono avuti in questi ultimi 2 anni, con un MMW nel 2017-18 ed un MMW nel 2018-19:

(https://i.postimg.cc/sDSGC9KG/gfs-nam-web-1.png)

E adesso vi chiedo: Cosa meglio di ben 2 MMW ravvicinati con impianti teleconnettivi differenti vanno a confermare l'ipotesi di un graduale aumento del grado di ellitticizzazione del VP?

Dal 2013 al 2017 la Stratosfera è andata in direzione di un deciso raffreddamento ed il VPS è stato molto forte. Adesso siamo testimoni di un deciso cambio di passo, già ben delineato dallo scorso Inverno:

(https://i.postimg.cc/C5RPx6dg/strat2016.png)
(https://i.postimg.cc/2SZsw3kD/strat2019.png)

Se nel Febbraio 2018 siamo arrivati al break down del VP (MMW split/NAO-) , quest'Inverno ci sono state difficoltà maggiori (MMW ibrido/ NAO neutra) , ma questo lo ritengo lineare alla variazione in bassa frequenza di indici di contorno, in questo caso una menzione particolare alla Brewer Dobson circulation debole ed alla QBO in fase ascendente.

L'Inverno 2019/20 sarà l'anno del BIG EVENT?

Sarebbe bello poter rispondere con certezza a questa domanda, ma qualcosa giunti a questo punto possiamo dirlo.
Avevamo infatti evidenziato il comportamento dell'Oscillazione Nord Atlantica in relazione all'attività solare ed al Geomagnetismo. In pratica un basso Ap index/ Solar Flux ( io preferisco estendere tale comportamento a tutta l'attività solare ),  ha una forte correlazione con blocchi zonali Euro-Atlantici:

(https://i.postimg.cc/Y2ZPngds/nao-geo.gif)

Il calo della NAO si sta manifestando nei tempi descritti su questo post, con ben 2 importanti segnali in questi ultimi 2 anni.

Se il prossimo mese di Marzo non vedrà forti rialzi dell'indice, dovremmo stare su un valore quasi neutro per il periodo JFM 2019:

(https://i.postimg.cc/nc0MvFFT/nao-2019.gif)

Le possibilità che l'Inverno 2019/20 veda un indice NAO puntare la negatività sono a questo punto concrete, ma dipenderanno in larga parte dalle future condizioni della fase ENSO.

Se , come penso, dovessimo andare in direzione di una Nina east ed una BDC strong, queste possibilità diverrebbero quasi certezze, avendo in saccoccia buona parte della "settimina" (non scordiamo che l'attività solare ha un grosso impatto anche sull'Enso).

Alla fine dell'Estate ne riparleremo  ;)

io ho già un primo valore COBA per la NAO media Dicembre-Gennaio 2019-2020.. :-X :D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Stevesylvester - Febbraio 06, 2019, 01:54:19 pm
.......................................................................
Se , come penso, dovessimo andare in direzione di una Nina east ed una BDC strong, queste possibilità diverrebbero quasi certezze, avendo in saccoccia buona parte della "settimina" (non scordiamo che l'attività solare ha un grosso impatto anche sull'Enso).

Alla fine dell'Estate ne riparleremo  ;)
Pur non tecnicamente in grado di interloquire, dopo il tuo imbrocco anche quest'anno di tutti i movimenti fondamentali, speravo uscisse questo post gia da qualche settimana!   :)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: cavallo pazzo - Febbraio 06, 2019, 01:57:20 pm
Filippo Be che dire è da qualche anno che punti a questo cambio dal 2020 ,io me lo auguro con tutto il cuore per il bene anche delle sorti legate alla natura .Qualcosa in questi ultimi 2 inverni si è mossa ,dal piattume siamo passati a qualcosa di più corposo ,io al tuo cospetto non sono nessuno e ti stimo tantissimo e spero vivamente di ripassare inverni decenti con tanta acqua e neve .Ma ho paura che questo cambio ci faccia ancora soffrire ,e stenti ancora a cambiare rotta ,questo inverno a parte qualche episodio di freddo e sporadiche precipitazioni,non mi ha entusiasmato e non penso che regalerà ancora qualcosa d interessante per le nostre lande ,ritornando al giro di boa del 2020  bo
Non so più cosa pensare spero e basta .Con stima Francesco
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: luca_mo - Febbraio 06, 2019, 02:10:28 pm
Prendo un estratto di questo post per confermare i segnali che si sono avuti in questi ultimi 2 anni, con un MMW nel 2017-18 ed un MMW nel 2018-19:

(https://i.postimg.cc/sDSGC9KG/gfs-nam-web-1.png)

E adesso vi chiedo: Cosa meglio di ben 2 MMW ravvicinati con impianti teleconnettivi differenti vanno a confermare l'ipotesi di un graduale aumento del grado di ellitticizzazione del VP?

Dal 2013 al 2017 la Stratosfera è andata in direzione di un deciso raffreddamento ed il VPS è stato molto forte. Adesso siamo testimoni di un deciso cambio di passo, già ben delineato dallo scorso Inverno:

(https://i.postimg.cc/C5RPx6dg/strat2016.png)
(https://i.postimg.cc/2SZsw3kD/strat2019.png)

Se nel Febbraio 2018 siamo arrivati al break down del VP (MMW split/NAO-) , quest'Inverno ci sono state difficoltà maggiori (MMW ibrido/ NAO neutra) , ma questo lo ritengo lineare alla variazione in bassa frequenza di indici di contorno, in questo caso una menzione particolare alla Brewer Dobson circulation debole ed alla QBO in fase ascendente.

L'Inverno 2019/20 sarà l'anno del BIG EVENT?

Sarebbe bello poter rispondere con certezza a questa domanda, ma qualcosa giunti a questo punto possiamo dirlo.
Avevamo infatti evidenziato il comportamento dell'Oscillazione Nord Atlantica in relazione all'attività solare ed al Geomagnetismo. In pratica un basso Ap index/ Solar Flux ( io preferisco estendere tale comportamento a tutta l'attività solare ),  ha una forte correlazione con blocchi zonali Euro-Atlantici:

(https://i.postimg.cc/Y2ZPngds/nao-geo.gif)

Il calo della NAO si sta manifestando nei tempi descritti su questo post, con ben 2 importanti segnali in questi ultimi 2 anni.

Se il prossimo mese di Marzo non vedrà forti rialzi dell'indice, dovremmo stare su un valore quasi neutro per il periodo JFM 2019:

(https://i.postimg.cc/nc0MvFFT/nao-2019.gif)

Le possibilità che l'Inverno 2019/20 veda un indice NAO puntare la negatività sono a questo punto concrete, ma dipenderanno in larga parte dalle future condizioni della fase ENSO.

Se , come penso, dovessimo andare in direzione di una Nina east ed una BDC strong, queste possibilità diverrebbero quasi certezze, avendo in saccoccia buona parte della "settimina" (non scordiamo che l'attività solare ha un grosso impatto anche sull'Enso).

Alla fine dell'Estate ne riparleremo  ;)
Non pensi che la PDO continuerà a remarci contro? O sarà la stessa solar activity low a modulare la PDO?
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Zana - Febbraio 06, 2019, 02:13:30 pm
Non pensi che la PDO continuerà a remarci contro? O sarà la stessa solar activity low a modulare la PDO?



Ti rispondo io con ciò che diceva Cloover ben 4 anni fa... ;) ;)


Sono estremamente convinto che le cause del rinforzo del VP di questi ultimi anni , vadano ricercate nell'interazione tropo-oceanica e nel progressivo incremento dell'attività solare ( tali elementi sono interconnessi).

Ai più "anziani" , non sarà sfuggita in questi giorni la forte analogia con dinamiche similari a quanto avveniva negli anni '90, quando la costante divergenza dell'onda atlantica portava le discese fredde in direzione del Mediterraneo Orientale, regalando inverni piuttosto secchi sul centro-nord della nostra penisola, contrapposti a forti ondate di gelo sul medio-basso adriatico.

Cos'è cambiato veramente rispetto a pochi anni fa? Qual è l'elemento che sta forzando in maniera invisibile la diposizione delle pedine sullo scacchiere emisferico? La  PDO.

Questo indice è fondamentale per quanto riguarda anche l'ondulazione Euro-atlantica, perchè modulando l'onda planetaria pacifica, va a provocare un effetto domino sul waves train , modificando nel particolare il segno della ........ NAO .

<img src="[url]http://4.bp.blogspot.com/-HnH1T6EUP8w/TrOlCS2LxwI/AAAAAAAAAEY/xiCv9Gt4fZA/s1600/image042.jpg[/url] ">

Ma cos'è che influisce sul segno della PDO o , meglio , sull'attività della Bassa pressione Aleutinica?  L'attività solare:

<img src="[url]http://climatereview.net/ChewTheFat/wp-content/uploads/2011/03/Solar-vs-PDO-vs-Temp.jpg[/url] ">

L'attività solare è quella che va a modulare la tensione zonale, andando ad innescare una serie di forcings a cascata che si ripecuotono sulla circolazione emisferica.
Il rinforzo delle basse pressioni semipermanenti (esplicative circa la tensione della corda zonale), vanno a modulare il segno degli indici oceanici, con altri effetti di feedback circolatiorio.

Ecco qui la variazione delle anomalie dell'oceani Pacifico rispetto al periodo 2000-->2013 , la chiave che spiega la relazione tra la posizione della cella di Walker, la fasi della MJO e la locazione della wave1:

<img src="[url]http://oi61.tinypic.com/2us7vra.jpg[/url] ">

(O;N ) 2014:

<img src="[url]http://oi61.tinypic.com/2d0xgux.jpg[/url]">


Quando torneranno inverni favorevoli ad un VP molto disturbato? probabilmente dovremo attendere il 2020 per tornare a vedere configurazioni simili al 2009/'10 o 2010/11 , ma è possibile che già nel 2017/'18 si verifichino le prime avvisaglie:

<img src="[url]http://oi57.tinypic.com/3508f1k.jpg[/url] ">

Poi se le proiezioni saranno rispettate, dal 2020 potremmo abituarci ad inverni con tensione zonale molto bassa, a caratterizzare lunghi inverni contraddistinti da una forte componente Siberiana con gelo intenso e nevicate diffuse che tornerebbero gradualmente ad interessare l'Europa centro-occidentale:


<img src="[url]http://kasimsweatherwatcher.com/wp-content/uploads/2013/08/TCNew35.png[/url]">

Questo meccanismo spiega non soltanto la teoria relativa alla forza/debolezza del VP, ma l'importanza primaria che ha il pattern NAO- nel provocare il break down del VP stratosferico..........

Credo si sia fatta luce su un bel pò di cose adesso....
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: ponente - Febbraio 06, 2019, 05:56:23 pm
Bella e chiara analisi, grazie!  beh quindi con l'attività solare ai livelli minimi di adesso,e, chissà per quanto tempo ancora, gradualmente gli effetti  come notiamo si stanno manifestando e a breve in maniera esponenziale, iniziando a plasmare gli indici oceanici e di conseguenza il clima a livello regionale/globale
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Bucine - Febbraio 06, 2019, 08:59:39 pm
Bravo...........Bravi.......
Scrivete un libro su queste cose.....non lasciate niente al caso.
Sicuramente lo farà qualcuno che prenderà e copierà qua e la spezzoni di appunti e cose sui forum.....fidatevi del Bardelli che nella professione ne ha preso più di una volta......nell'invecchiare mi sono rinfurbito.......pochino pero pochino !

saluti a tutti Da Bucine  ( manca l'emoticon abbraccio )
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Febbraio 19, 2019, 12:59:32 pm
Attenzione, altri importanti segnali sulla "diagonale"....

https://www.nbcbayarea.com/news/local/Snow-Mammoth-Mountain-Sierra-California-505942671.html (https://www.nbcbayarea.com/news/local/Snow-Mammoth-Mountain-Sierra-California-505942671.html)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: mg79 - Febbraio 19, 2019, 01:02:49 pm
Attenzione, altri importanti segnali sulla "diagonale"....

https://www.nbcbayarea.com/news/local/Snow-Mammoth-Mountain-Sierra-California-505942671.html (https://www.nbcbayarea.com/news/local/Snow-Mammoth-Mountain-Sierra-California-505942671.html)
california=leccornia? :D :D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: ponente - Febbraio 19, 2019, 06:13:55 pm
Los Angeles 12/02/19   montagne stra innevate e forti piogge al piano, dopo la siccità il rovescio della medaglia...
che strano ..ma i media lo sanno?   ;D

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/51423137_2027345650647279_1452088619840831488_n.jpg?_nc_cat=107&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=4628658f2a0991a88b58db4724cd4fd6&oe=5CF1769E)

Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Maggio 24, 2019, 07:53:04 pm

Sono estremamente convinto che le cause del rinforzo del VP di questi ultimi anni , vadano ricercate nell'interazione tropo-oceanica e nel progressivo incremento dell'attività solare ( tali elementi sono interconnessi).

Ai più "anziani" , non sarà sfuggita in questi giorni la forte analogia con dinamiche similari a quanto avveniva negli anni '90, quando la costante divergenza dell'onda atlantica portava le discese fredde in direzione del Mediterraneo Orientale, regalando inverni piuttosto secchi sul centro-nord della nostra penisola, contrapposti a forti ondate di gelo sul medio-basso adriatico.

Cos'è cambiato veramente rispetto a pochi anni fa? Qual è l'elemento che sta forzando in maniera invisibile la diposizione delle pedine sullo scacchiere emisferico? La  PDO.

Questo indice è fondamentale per quanto riguarda anche l'ondulazione Euro-atlantica, perchè modulando l'onda planetaria pacifica, va a provocare un effetto domino sul waves train , modificando nel particolare il segno della ........ NAO .



Ma cos'è che influisce sul segno della PDO o , meglio , sull'attività della Bassa pressione Aleutinica?  L'attività solare:



L'attività solare è quella che va a modulare la tensione zonale, andando ad innescare una serie di forcings a cascata che si ripecuotono sulla circolazione emisferica.
Il rinforzo delle basse pressioni semipermanenti (esplicative circa la tensione della corda zonale), vanno a modulare il segno degli indici oceanici, con altri effetti di feedback circolatiorio.

Ecco qui la variazione delle anomalie dell'oceani Pacifico rispetto al periodo 2000-->2013 , la chiave che spiega la relazione tra la posizione della cella di Walker, la fasi della MJO e la locazione della wave1:



(O;N ) 2014:




Quando torneranno inverni favorevoli ad un VP molto disturbato? probabilmente dovremo attendere il 2020 per tornare a vedere configurazioni simili al 2009/'10 o 2010/11 , ma è possibile che già nel 2017/'18 si verifichino le prime avvisaglie:



Poi se le proiezioni saranno rispettate, dal 2020 potremmo abituarci ad inverni con tensione zonale molto bassa, a caratterizzare lunghi inverni contraddistinti da una forte componente Siberiana con gelo intenso e nevicate diffuse che tornerebbero gradualmente ad interessare l'Europa centro-occidentale:



Questo meccanismo spiega non soltanto la teoria relativa alla forza/debolezza del VP, ma l'importanza primaria che ha il pattern NAO- nel provocare il break down del VP stratosferico..........

Credo si sia fatta luce su un bel pò di cose adesso....




2020 is coming................  :o

(https://i.postimg.cc/d3fvNnH9/solar.png)
(https://i.postimg.cc/0QqLQF33/2019052400-054-G6-global-I-SEASON-tm-lg-sd-000.png)
(https://i.postimg.cc/zvxMxBBZ/nao-sprd2.gif)


Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Novembre 29, 2019, 01:37:38 pm
Eccoci qua  :)


Come correttamente previsto, cambio di Weather Regime sul settore Pacifico 😉

Tanta pioggia e neve sull' West


(https://i.postimg.cc/VNpWwJkZ/algoritmo1-shutterstock1920.jpg)
(https://i.postimg.cc/jS58rwbP/POL23.png)


Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: roberto7382 - Novembre 29, 2019, 01:42:58 pm
Eccoci qua  :)

Sei un fenomeno!
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Luca Orlando - Novembre 29, 2019, 01:46:21 pm
Eccoci qua  :)


Come correttamente previsto, cambio di Weather Regime sul settore Pacifico 😉

Tanta pioggia e neve sull' West


(https://i.postimg.cc/VNpWwJkZ/algoritmo1-shutterstock1920.jpg)
(https://i.postimg.cc/jS58rwbP/POL23.png)
Si.. ;)
Ma la PDO ed il Blob positivo nord-pacifico? ::) ;)

Senza scomodare il NAMIAS? ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Novembre 29, 2019, 01:49:20 pm
Si.. ;)
Ma la PDO ed il Blob positivo nord-pacifico? ::) ;)

Senza scomodare il MAMIAS? ;)

Calma calma  ;)

Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Luca Orlando - Novembre 29, 2019, 02:11:17 pm
Calma calma  ;)
Io sono paziente e fiducioso.. perché credo nelle dinamiche solari.. ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 23, 2020, 08:28:09 pm
Attenzione perchè l'intuizione potrebbe essere stata corretta  ::)  Sul Pacifico stiamo assistendo ad un importante cambio di WR che sta ribaltando il segnale del periodo 2013-17.
A livello del suolo sono presenti ancora i feedback del Blob, ma è significativa la persistenza del pattern che sta modulando il quadro termico secondo uno schema PDO- (Namias/West Coast):

(https://www.esrl.noaa.gov/psd/tmp/composites/compday.bEA0jaEAgj.gif)
(https://www.ospo.noaa.gov/data/sst/anomaly/2014/anomnight.12.29.2014.gif)

(https://i.postimg.cc/QC96j2kN/solar-cycle-sunspot-number.gif)

(https://www.esrl.noaa.gov/psd/tmp/composites/FCBQXeXwWY.png)

è un momento chiave, riguardo il forcing solare e l'influenza su quello che chiamerei "Polo Meteorologico".

Tale schema è importantissimo perchè la particolare rotazione dell'asse va ad attivare la 2^ onda, favorendo Inverni anomalmente freddi sull'Europa:

(https://i.postimg.cc/VNTSt2Pb/spli-pdo.png)

Insomma ci sarebbero conferme rispetto a quanto detto anni fa.
Viene da chiedersi perchè allora l'Inverno 2019/20 non ha fatto quell'importante passo che ci aspettavamo, risultando anzi fin'adesso eccezionalmente caldo sull'Europa.
A mio parere, che dovrò approfondire nei prossimi mesi soprattutto nel caso la fase PDO- entrante sia confermata, ci sono parametri termodinamici cmq imprescindibili dal quadro generale, ma potremmo davvero essere al giro di boa.

(https://i.postimg.cc/d3DZTvLd/92-LTE5-FEdd.png)







Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nonno_rodano - Gennaio 23, 2020, 08:39:44 pm
Al momento questo 2019-2020 ha l'aria di essere un inverno eccezionale (non in senso positivo ovviamente)..ovvero un inverno in cui il pattern NAO++ si è esasperato, il che ha poi portato ad un ESE a metà Gennaio, cosa inusuale negli ultimi 20 anni e più tipica dei "mitici" '90..in questo modo la stratosfera sta prolungando il segnale troposferico di VP forte e lo farà a quanto sembra anche nella restante parte della stagione..

Nessuno dei predictor che hanno funzionato fino allo scorso anno (inutile quindi parlare di clima cambiato o situazioni imprevedibili) avevano inquadrato un VP così in forma (sebbene le previsioni non fossero comunque per un super inverno)..

non mi fascerei troppo la testa, secondo me si tratta di un 2009-10 al contrario, con tempi  di ritorno lunghi e che non dovrebbe essere considerato per confutare tutte le ipotesi fatte..o almeno non adesso, se poi il trend dei prossimi proseguirà simile allora ne riparleremo.. ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 23, 2020, 09:23:50 pm
Se l'ambizione è quella di tracciare un trend, sarà determinante il comportamento della PDO nei prox mesi...  ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Gennaio 24, 2020, 01:17:02 pm
Dopo 8 anni, l'Alaska torna nuovamente a sperimentare il gelo invernale più crudo che possano ricordare.
L'Inverno 2019/20 sta segnando il ritorno a condizioni di freddo e neve estremi in quel settore e questo, anche per l'Europa, è un segnale importantissimo come se volesse dirci: "Sto per arrivare anche da voi".
Prossimi mesi determinanti per capire se il cambio di WR è realtà:

(https://i.postimg.cc/ncZt4j91/GFSAVGNH06-222-34.png)
(https://i.postimg.cc/bJbKbpzM/GFSAVGNH06-384-34.png)

(https://i.imgur.com/3YwsZYa.png)
(https://i.imgur.com/yyNG3ec.gif)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Febbraio 28, 2020, 01:05:35 pm
Continua una buona persistenza del getto nell'affondare nel Pacifico orientale, evidenziando la tendenza  di una possibile  fase negativa della PDO sulla rampa di lancio:

(https://i.postimg.cc/hG15WHkC/GFSAVGNH06-294-34.png)
(https://i.postimg.cc/kgF0q68F/anomnight-2-27-2020.gif)

Se tale schema dovesse continuare e magari dovesse innescarsi una NINA all'inizio dell'Estate(le proiezioni sono ottime in tal senso), la possibilità di avere PDO- il prox Inverno a mio avviso sarebbero concrete.
Ancor più interessante sarebbe la decisa correlazione del WR Pacifico con l'attività solare, che andrebbe a suffragare le ipotesi fatte nel 2014.

Avremo tanta carne al fuoco da analizzare e reanalizzare tra la Primavera e l'Estate, ma sono fiducioso sulla risoluzione di molte problematiche legate all'affidabilità delle future proiezioni stagionali  :)





Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: gima69 - Febbraio 28, 2020, 04:21:06 pm
Continua una buona persistenza del getto nell'affondare nel Pacifico orientale, evidenziando la tendenza  di una possibile  fase negativa della PDO sulla rampa di lancio:

(https://i.postimg.cc/hG15WHkC/GFSAVGNH06-294-34.png)
(https://i.postimg.cc/kgF0q68F/anomnight-2-27-2020.gif)

Se tale schema dovesse continuare e magari dovesse innescarsi una NINA all'inizio dell'Estate(le proiezioni sono ottime in tal senso), la possibilità di avere PDO- il prox Inverno a mio avviso sarebbero concrete.
Ancor più interessante sarebbe la decisa correlazione del WR Pacifico con l'attività solare, che andrebbe a suffragare le ipotesi fatte nel 2014.

Avremo tanta carne al fuoco da analizzare e reanalizzare tra la Primavera e l'Estate, ma sono fiducioso sulla risoluzione di molte problematiche legate all'affidabilità delle future proiezioni stagionali  :)
Finalmente dopo un mese di agonia ti rivedo fiducioso caro Filippo.... Ora mi sembri più in te un po per l'atteggiamento e soprattutto per il filo logico che sottende le correlazioni da te fatte in tutti questi anni
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: barione - Febbraio 28, 2020, 05:13:17 pm
Continua una buona persistenza del getto nell'affondare nel Pacifico orientale, evidenziando la tendenza  di una possibile  fase negativa della PDO sulla rampa di lancio:

(https://i.postimg.cc/hG15WHkC/GFSAVGNH06-294-34.png)
(https://i.postimg.cc/kgF0q68F/anomnight-2-27-2020.gif)

Se tale schema dovesse continuare e magari dovesse innescarsi una NINA all'inizio dell'Estate(le proiezioni sono ottime in tal senso), la possibilità di avere PDO- il prox Inverno a mio avviso sarebbero concrete.
Ancor più interessante sarebbe la decisa correlazione del WR Pacifico con l'attività solare, che andrebbe a suffragare le ipotesi fatte nel 2014.

Avremo tanta carne al fuoco da analizzare e reanalizzare tra la Primavera e l'Estate, ma sono fiducioso sulla risoluzione di molte problematiche legate all'affidabilità delle future proiezioni stagionali  :)
Ciao Filippo, giusto per non essere mal interpretati, e tanto tempo che volevo farlo ma oggi prendo spunto da quanto hai scritto e ti voglio fare una domanda...sino ad un paio di mesi fa parlavi in maniera ancora molto fiduciosa di un cambio di pattern a livello globale che avrebbe riportato annate con inverni importanti, questa tesi la sostenevi da anni ed io ti ammiravo davvero per la costanza con cui la difendevi, all'improvviso hai cambiato rotta, hai iniziato a parlare di ineluttabilità dei cambiamenti climatici di un gw che piallava ogni velleità di modifica del pattern negativo degli ultimi tempi e in sostanza dalle tue parole uscivano considerazioni profondamente negative sul futuro climatico delle nostre lande (ovviamente non sono queste le parole esatte ma in sintesi il tuo pensiero in tanti interventi faceva pensare a me, e sottolineo a me, quello che ti ho appena riassunto), oggi ricominci all'improvviso a parlare di prospettive interessanti di possibile virata della pdo in fase negativa ecc ecc...ora io ti chiedo, ma forse sono io ad interpretare male le tue parole? sono io a non avere le giuste conoscienze scientifiche e quindi a non riuscire a capire il sottinteso che c'era nei tuoi ultimi interventi? Qual'è ad oggi la tua posizione ufficiale rispetto a quello che pensavi sino agli inizi di gennaio? Non credi che i tuoi ultimi interventi se pur suffragati da dati inconfutabili circa il cambio climatico in atto siano tutti decisamente indirizzati ad una visione totalmente opposta a quella che avevi rappresentato sino a fine 2019? Non sei ovviamente tenuto a rispondermi ma forse interpreto il pensiero di tanti nel farti questa domanda, con il massimo rispetto e con tutta l'ammirazione che ho sempre avuto per te e per chi come te dedica tanto tempo a scrivere in questa meravigliosa stanza del forum. Forse, e credo forse si tratta solo di chiarire una posizione che mi aiuterebbe a capirti meglio, sempre ripeto se tu hai voglia di farlo.
Francesco.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Febbraio 28, 2020, 09:08:34 pm
Ciao Filippo, giusto per non essere mal interpretati, e tanto tempo che volevo farlo ma oggi prendo spunto da quanto hai scritto e ti voglio fare una domanda...sino ad un paio di mesi fa parlavi in maniera ancora molto fiduciosa di un cambio di pattern a livello globale che avrebbe riportato annate con inverni importanti, questa tesi la sostenevi da anni ed io ti ammiravo davvero per la costanza con cui la difendevi, all'improvviso hai cambiato rotta, hai iniziato a parlare di ineluttabilità dei cambiamenti climatici di un gw che piallava ogni velleità di modifica del pattern negativo degli ultimi tempi e in sostanza dalle tue parole uscivano considerazioni profondamente negative sul futuro climatico delle nostre lande (ovviamente non sono queste le parole esatte ma in sintesi il tuo pensiero in tanti interventi faceva pensare a me, e sottolineo a me, quello che ti ho appena riassunto), oggi ricominci all'improvviso a parlare di prospettive interessanti di possibile virata della pdo in fase negativa ecc ecc...ora io ti chiedo, ma forse sono io ad interpretare male le tue parole? sono io a non avere le giuste conoscienze scientifiche e quindi a non riuscire a capire il sottinteso che c'era nei tuoi ultimi interventi? Qual'è ad oggi la tua posizione ufficiale rispetto a quello che pensavi sino agli inizi di gennaio? Non credi che i tuoi ultimi interventi se pur suffragati da dati inconfutabili circa il cambio climatico in atto siano tutti decisamente indirizzati ad una visione totalmente opposta a quella che avevi rappresentato sino a fine 2019? Non sei ovviamente tenuto a rispondermi ma forse interpreto il pensiero di tanti nel farti questa domanda, con il massimo rispetto e con tutta l'ammirazione che ho sempre avuto per te e per chi come te dedica tanto tempo a scrivere in questa meravigliosa stanza del forum. Forse, e credo forse si tratta solo di chiarire una posizione che mi aiuterebbe a capirti meglio, sempre ripeto se tu hai voglia di farlo.
Francesco.
Finalmente dopo un mese di agonia ti rivedo fiducioso caro Filippo.... Ora mi sembri più in te un po per l'atteggiamento e soprattutto per il filo logico che sottende le correlazioni da te fatte in tutti questi anni

Si....Innanzitutto però bisogna fare una distinzione importante, tra Previsioni Meteorologiche e Clima.
Diciamo che l'intuizione previsionale per quanto riguarda il WR emisferico, è stata giusta. La variazione della PDO è quella che ci fornisce un importante quadro sul setting del VP, dandoci preziose informazioni circa il wave number pattern che caratterizzerà la stagione invernale.
La correlazione con l'attività solare è da appurare, ma anche qui potremmo aver fatto "bingo", qualora persistesse il  mutamento del WR emisferico che si è attivato sul Pacifico.
La NAO è la risposta ad un'attività ondulatoria, ed il suo segno è dipendente da ciò che avviene  tra settore Siberiano e Pacifico.
Facendo reanalisi, sono tutte considerazioni dimostrabili ed avvenute nel passato.

CLIMA

Il clima è è lo stato medio del tempo atmosferico a varie scale spaziali (locale, regionale, nazionale, continentale, emisferico o globale) rilevato nell'arco di almeno 30 anni.

Credo che  in questo periodo di 20anni circa in cui ho analizzato ogni singola stagione, siano emersi alcuni fattori importanti e quest'anno ne abbiamo avuto un segnale limpido purtroppo.

- Global Warming:  Ci stiamo scaldando e lo stiamo facendo velocemente. Il clima Europeo è profondamente cambiato. Non voglio discutere qui le cause primarie, ma il cambiamento climatico è ben evidente.
Ad esempio sull'area Polare, dove lo scioglimento dei ghiacci sta velocizzando i processi di riscaldamento a causa della mancata rifrazione solare ed all'immagazzinamento di calore aggiuntivo, calore che viene smaltito nei mesi autunnali prolungando i processi di sincronizzazione con il VPS.
Il forte scongelamento che subiamo nei mesi Estivi, tende a favorire un VP smembrato ed una cattiva propagazione d'onda, con un E-P flux debole ed un wave number pattern sempre troppo elevato.
La risultante è un raffreddamento stratosferico notevole che favorisce l'approfondimento del VPS e condizioni di AO+++ oppure di AO---.

-Condizioni Estreme.  Il clima si sta estremizzando. Questa particolare situazione polare porta il VPS a fornire sempre un deciso contributo allla situazione Troposferica, amplificando il WR.  Ecco che possono verificarsi ESE con una cadenza molto più persistente rispetto al passato.

-Ipotesi.  La mia ipotesi è che la stagione Invernale sarà sempre più determinata dal setting del VP, regalandoci inverni molto miti e secchi, praticamente inesistenti,  oppure contraddistinto da ondate di  freddo e neve anomale. Questo perchè la Stratosfera amplificherà ogni volta il pattern a causa del mancato sincronismo.

-Estati. La stagione estiva secondo me sarà sempre più invivibile. Abbiamo visto come pur con indici teleconnettivi opposti, il fattore chiave del trimestre estivo sia l'improvvisa caduta della tensione zonale.
Questo meccanismo favorisce una anomala ripartizione del dipolo atlantico, che risulta sfasato di 10° di latitudine, andando a generare profonde depressioni nel cuore dell'Oceano.
La persistenza di questo WR è evidente ormai da molti anni e, se il riscaldamento del Pianeta proseguirà con questa curva, il Mediterraneo si ritroverà in un vero e proprio forno per lunghissimi periodi.

-Fenomeni Estremi.  Il surplus di calore alza gli indici termodinamici, quindi tornado, grandine ed alluvioni sono divenuti e diverranno sempre più frequenti, unitamente a lunghi periodi di siccità. Un clima sempre meno favorevole all'agricoltura.

-Conclusioni: Avete visto un Cloover combattuto tra "Meteo" e "Clima" , ecco spiegato l'arcano. 



Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: barione - Febbraio 29, 2020, 12:11:16 am
Si....Innanzitutto però bisogna fare una distinzione importante, tra Previsioni Meteorologiche e Clima.
Diciamo che l'intuizione previsionale per quanto riguarda il WR emisferico, è stata giusta. La variazione della PDO è quella che ci fornisce un importante quadro sul setting del VP, dandoci preziose informazioni circa il wave number pattern che caratterizzerà la stagione invernale.
La correlazione con l'attività solare è da appurare, ma anche qui potremmo aver fatto "bingo", qualora persistesse il  mutamento del WR emisferico che si è attivato sul Pacifico.
La NAO è la risposta ad un'attività ondulatoria, ed il suo segno è dipendente da ciò che avviene  tra settore Siberiano e Pacifico.
Facendo reanalisi, sono tutte considerazioni dimostrabili ed avvenute nel passato.

CLIMA

Il clima è è lo stato medio del tempo atmosferico a varie scale spaziali (locale, regionale, nazionale, continentale, emisferico o globale) rilevato nell'arco di almeno 30 anni.

Credo che  in questo periodo di 20anni circa in cui ho analizzato ogni singola stagione, siano emersi alcuni fattori importanti e quest'anno ne abbiamo avuto un segnale limpido purtroppo.

- Global Warming:  Ci stiamo scaldando e lo stiamo facendo velocemente. Il clima Europeo è profondamente cambiato. Non voglio discutere qui le cause primarie, ma il cambiamento climatico è ben evidente.
Ad esempio sull'area Polare, dove lo scioglimento dei ghiacci sta velocizzando i processi di riscaldamento a causa della mancata rifrazione solare ed all'immagazzinamento di calore aggiuntivo, calore che viene smaltito nei mesi autunnali prolungando i processi di sincronizzazione con il VPS.
Il forte scongelamento che subiamo nei mesi Estivi, tende a favorire un VP smembrato ed una cattiva propagazione d'onda, con un E-P flux debole ed un wave number pattern sempre troppo elevato.
La risultante è un raffreddamento stratosferico notevole che favorisce l'approfondimento del VPS e condizioni di AO+++ oppure di AO---.

-Condizioni Estreme.  Il clima si sta estremizzando. Questa particolare situazione polare porta il VPS a fornire sempre un deciso contributo allla situazione Troposferica, amplificando il WR.  Ecco che possono verificarsi ESE con una cadenza molto più persistente rispetto al passato.

-Ipotesi.  La mia ipotesi è che la stagione Invernale sarà sempre più determinata dal setting del VP, regalandoci inverni molto miti e secchi, praticamente inesistenti,  oppure contraddistinto da ondate di  freddo e neve anomale. Questo perchè la Stratosfera amplificherà ogni volta il pattern a causa del mancato sincronismo.

-Estati. La stagione estiva secondo me sarà sempre più invivibile. Abbiamo visto come pur con indici teleconnettivi opposti, il fattore chiave del trimestre estivo sia l'improvvisa caduta della tensione zonale.
Questo meccanismo favorisce una anomala ripartizione del dipolo atlantico, che risulta sfasato di 10° di latitudine, andando a generare profonde depressioni nel cuore dell'Oceano.
La persistenza di questo WR è evidente ormai da molti anni e, se il riscaldamento del Pianeta proseguirà con questa curva, il Mediterraneo si ritroverà in un vero e proprio forno per lunghissimi periodi.

-Fenomeni Estremi.  Il surplus di calore alza gli indici termodinamici, quindi tornado, grandine ed alluvioni sono divenuti e diverranno sempre più frequenti, unitamente a lunghi periodi di siccità. Un clima sempre meno favorevole all'agricoltura.

-Conclusioni: Avete visto un Cloover combattuto tra "Meteo" e "Clima" , ecco spiegato l'arcano.
Grazie Filippo, ora il tuo pensiero per me è più chiaro, in sintesi climaticamente non la vedi bene il gw sta cambiando tutto ed in peggio, se poi si scende sul piano  delle previsioni meteo in senso stretto e magari relative un po' più  al nostro orticello ci possono essere ancora occassioni per eventi "piacevoli" im un contesto ancora più estremo (sia in bene che in male!)...giusto?
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Febbraio 29, 2020, 11:52:40 am
Grazie Filippo, ora il tuo pensiero per me è più chiaro, in sintesi climaticamente non la vedi bene il gw sta cambiando tutto ed in peggio, se poi si scende sul piano  delle previsioni meteo in senso stretto e magari relative un po' più  al nostro orticello ci possono essere ancora occassioni per eventi "piacevoli" im un contesto ancora più estremo (sia in bene che in male!)...giusto?

Si  ;)  In linea di massima è così. Ci sono alcuni indici che spingono in direzione di una favorevole ondulazione Euro-Atlantica nelle prossime stagioni Invernali, ma rammento che rimane un segnale in alta frequenza, in bassa frequenza rimangono le condizioni analizzate. 
Bassa attività solare, PDO- e NINA, sono netti precursori di un forte raffreddamento Planetario e addirittura di una PEG , se la temperatura Globale non riesce a scendere (e nel periodo 2000-->2013 non c'è riuscita) vuol dire che ci sono motivi diversi che spingono in direzione di un riscaldamento, un riscaldamento troppo rapido e che per questo risulta strano ed inspiegabile con cause naturali, ma che per questo non nego possa invece anche esserlo. Ogni teoria fin quando non è dimostrata rimane un'ipotesi.

La mia più grande ambizione è sempre stata quella di poter prevedere un "trend" e dare un volto al futuro prossimo e lontano. In questo sono fiducioso di esserci vicino e felice di aver svolto un importante lavoro in questi 20anni per ciò che riguarda la comprensione di alcune dinamiche.

(https://3.bp.blogspot.com/-YZKII5ckggs/VPi10yOWtuI/AAAAAAAAV2g/R74VSg9l2Qw/s1600/PDO.jpg)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: ponente - Febbraio 29, 2020, 11:55:36 am
Scusa Cloover ma nel periodo che citi 200-2013 eravamo con netto segnale di pdo-- nina e  e attività solare low??!!  :D
a me pare che fino agli anni 2000 il sole ha "pompato" come non mai... per dire..  :) :)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Febbraio 29, 2020, 12:18:10 pm
Scusa Cloover ma nel periodo che citi 200-2013 eravamo con netto segnale di pdo-- nina e  e attività solare low??!!  :D
a me pare che fino agli anni 2000 il sole ha "pompato" come non mai... per dire..  :) :)

Ponente tu ormai ti sei messo in testa una certa cosa e sei quasi come quegli invasati delle sette religiose, per cui qualsiasi cosa ti si dica andrai sempre per la tua strada.
Da parte mia non posso prendere le difese di nessuno perchè ripeto, finchè una teoria non è dimostrata scientificamente rimane un'ipotesi. Poi al Bar uno può dire ciò che vuole, ma qui non siamo al Bar  ;)

Da fine anni '90 già si parlava di un calo dell'attività solare, il ciclo 23 non è stato molto forte ed il calo negli anni 2000 è avvenuto in parallelo all'insorgenza di una NINA strong e della PDO-. Questa dinamica ha riportato Inverni molto freddi sull'Europa per il particolare impatto sul waves train della PDO, ma abbiamo visto come invece la temperatura globale abbia continuato a salire.
La testimonianza è che lo scioglimento dei ghiacci è avvenuto in maniera drammatica in questo periodo e siamo stati testimoni delle più feroci Estati da quando vengono registrati i dati.
In un momento in cui la temperatura globale avrebbe dovuto scendere, è invece aumentata .
L'attività solare è poi rimasta bassa per altri 20anni ma la temperatura continua ad aumentare, è sotto i nostri occhi l'impatto sulla circolazione globale e record termici ritoccati ogni mese.

(https://qrznow.com/wp-content/uploads/2020/01/Sunspot-activity-observation-dec6-e1544118001987.jpeg)


Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Stevesylvester - Febbraio 29, 2020, 02:08:55 pm
…………………………………………….
Da fine anni '90 già si parlava di un calo dell'attività solare, il ciclo 23 non è stato molto forte ed il calo negli anni 2000 è avvenuto in parallelo all'insorgenza di una NINA strong e della PDO-. Questa dinamica ha riportato Inverni molto freddi sull'Europa per il particolare impatto sul waves train della PDO, ma abbiamo visto come invece la temperatura globale abbia continuato a salire.
La testimonianza è che lo scioglimento dei ghiacci è avvenuto in maniera drammatica in questo periodo e siamo stati testimoni delle più feroci Estati da quando vengono registrati i dati.
In un momento in cui la temperatura globale avrebbe dovuto scendere, è invece aumentata .
L'attività solare è poi rimasta bassa per altri 20anni ma la temperatura continua ad aumentare, è sotto i nostri occhi l'impatto sulla circolazione globale e record termici ritoccati ogni mese.

(https://qrznow.com/wp-content/uploads/2020/01/Sunspot-activity-observation-dec6-e1544118001987.jpeg)

A me pare la spiegazione teorica di uno stato di fatto cosi lineare e solida in 10 righe e un grafico ,che la farò mia citandola ovviamente e doverosamente . Restando altrettanto doverosamente agnostico sulla "A" che sta davanti a GW.
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: ponente - Febbraio 29, 2020, 02:42:04 pm
Io mi sono fissato di nulla. Il clima come lo hai descritto in altro post si calcola(almeno)su 30 anni di dati...
Dico solo che il calo, come mostrato dal grafico dei cicli solari che hai postato, è da fine anni 90 dopo una serie di cicli super..  non è che il sistema risponda subito e via di pdo-nina ... la climatologia è ben più complessa ...è più complessa persino della meccanica quantistica!!
Nel 2016 abbiamo avuto il più forte evento di El Nino simile o forse superiore a quello del 1998.
Cmq se qui si può solo scrivere se si è scienziati del clima ...tolgo il disturbo... è stato bello finchè è stato bello  :)
anche perchè ora c'è più poco qui da poter imparare... :D
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: andi - Febbraio 29, 2020, 06:10:43 pm
Anche a me sembra, pur nella mia scarsa conoscenza, che il ciclo 24, sia pur debole deve essere considerato un massimo e non un minimo solare, e che quindi dal 2009 ca. siamo stati in fase di solar high fino al 2018, ad aggiungerci poi il forte Nino, non vedo perchè le temp. avrebbero dovuto scendere. Poi se si vuole per forza dire qui dentro che il riscaldamento degli ultimi anni è inarrestabile e moriremo tutti cotti, e chi si oppone è uno che non capisce nulla, allora mi dispiace ma neanche io mi riconosco più in questo forum
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Febbraio 29, 2020, 06:44:43 pm
Il contributo del NINO del 2015/16 sul Global Warming è stato calcolato dalla NASA sull'8/10% e Gavin Schmidt ,  direttore del Goddard Institute for Space Studies della NASA, ha stimato che El Nino ha rappresentato il +0,07°C sul bilancio termico del 2015/16.
Sappiamo che El Nino contribuisce a modulare il bilancio termico terrestre, ma l'aumento delle temperature globali e oceaniche, a loro volta, intensifica El Nino?  Questo lo chiedo a voi, perchè gli scienziati di tutto il mondo non sanno rispondere e con gli attuali calcolatori non è ancora possibile arrivare a simulare le condizioni.

Usando 20 modelli climatici per esaminare possibili cambiamenti  nei prossimi 100 anni, gli scienziati hanno previsto che eventi estremi di El Nino potrebbero accadere all'incirca ogni 10 anni anziché ogni 20, quindi raddoppiando gli eventi.
È in corso un aumento variabile ma costante del contenuto di calore degli oceani, ma nessuno sa ancora con certezza come ciò potrebbe influenzare El Nino.

Nel periodo 2009-2010, intense siccità e ondate di calore hanno attanagliato la regione amazzonica  molto più del previsto in base al moderato El Nino dell'epoca. Inoltre, dal 2010 al 2011 gravi siccità e ondate di calore hanno colpito gli Stati Uniti meridionali, in coincidenza con un evento di La Nina.
 Altre condizioni meteorologiche estreme negli Stati Uniti, in Australia, nell'America centrale e meridionale e in Asia sono stati più forti di quanto ci si saremmo attesi dal comportamento storico di El Nino ed hanno sollevato preoccupazioni sul fatto che in questo nuovo periodo  El Nino potrebbe diventare "sovralimentato".

 Significa che se vivi in ​​una zona colpita da El Nino o La Nina, l'effetto è probabilmente amplificato dai cambiamenti climatici. Ad esempio, consideriamo la California. Lì, El Nino porta temperature fresche con piogge. La Nina porta caldo e tempo secco. In futuro El Nino renderà più probabili le inondazioni, mentre  La Nina favorirà più siccità ed intensificherà la stagione degli incendi.

 

Anche a me sembra, pur nella mia scarsa conoscenza, che il ciclo 24, sia pur debole deve essere considerato un massimo e non un minimo solare, e che quindi dal 2009 ca. siamo stati in fase di solar high fino al 2018, ad aggiungerci poi il forte Nino, non vedo perchè le temp. avrebbero dovuto scendere. Poi se si vuole per forza dire qui dentro che il riscaldamento degli ultimi anni è inarrestabile e moriremo tutti cotti, e chi si oppone è uno che non capisce nulla, allora mi dispiace ma neanche io mi riconosco più in questo forum

Questo lo pensi tu ... Qui nessuno ha preso una posizione, lo state facendo voi  ;)  Il ciclo solare è il periodo, lungo in media 11 anni, che intercorre tra un periodo di minimo (o massimo) dell'attività solare e il successivo. La lunghezza del periodo non è strettamente regolare, ma può variare tra i 10 e i 12 anni.  Quello che vedi tra il 2009 ed il 2018 è stato il ciclo 24, molto debole:

(https://i.postimg.cc/fWmvD43j/solar-cycle-sunspot-number.gif)

Negli anni 40,50 e 60 avevamo il doppio di sunspot, eppure non siamo morti carbonizzati, anzi mi risulta che facesse freddino rispetto ad adesso....Sarà stata la Nina?  ::)

Ci vuole prudenza cari ragazzi, non prese di posizioni ferree, non ce n'è bisogno  ;)


Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: ponente - Marzo 01, 2020, 12:15:21 am
per me il sistema è ad inerzia lenta anni 40-60  e poi di nuovo anni 70 80 modern solar max e anni seguenti di riscaldamento globale...gli anni 50 e 60 freddini sono conseguenza di cicli deboli fino al 1920. Che poi la correlazione tra Enso e la nostra parte di emisfero non è ancora ben delineata, si può cmq dire che gli oceani siano il più grande regolatore del clima terrestre e anche'essi hanno un lento rilascio/accumulo di calore..e a riguardo mi pare di leggere che vi sia un lento ma continuo calo delle sst e in specialmodo se dovessero persistere condizioni di bassa attività solare come in questi ultimi 15 anni
Aggiungerei anche che molto dipende dall'attività vulcanica che potrebbe accelerare verso questo processo di lento cambiamento climatico.

(https://i.postimg.cc/P52rqLWj/64650811-2350907784987942-5278065879622352896-n.jpg)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: gima69 - Marzo 01, 2020, 12:57:10 am
per me il sistema è ad inerzia lenta anni 40-60  e poi di nuovo anni 70 80 modern solar max e anni seguenti di riscaldamento globale...gli anni 50 e 60 freddini sono conseguenza di cicli deboli fino al 1920. Che poi la correlazione tra Enso e la nostra parte di emisfero non è ancora ben delineata, si può cmq dire che gli oceani siano il più grande regolatore del clima terrestre e anche'essi hanno un lento rilascio/accumulo di calore..e a riguardo mi pare di leggere che vi sia un lento ma continuo calo delle sst e in specialmodo se dovessero persistere condizioni di bassa attività solare come in questi ultimi 15 anni
Aggiungerei anche che molto dipende dall'attività vulcanica che potrebbe accelerare verso questo processo di lento cambiamento climatico.

(https://i.postimg.cc/P52rqLWj/64650811-2350907784987942-5278065879622352896-n.jpg)
Scusa Ponente per quanto io non sia esperto di certo come voi, mi sono fatto qua dentro come di dice una certa cultura o quantomeno seguo un filo logico almeno credo. Quindi, se tu mi dici e insisti in questa tua visione, che esista una sorta di effetto rebound, per cui l'attività solare intensa pregressa, terminata con il ciclo 23, stia ancora dando i suoi effetti a distanza di 15 anni circa, non comprendo come le temperature possano progressivamente aumentare. Penserei piuttosto che si  dovrebbe intravedere una sorta di stasi e poi regressione cosa che in realtà non si vede neppure lontanamente anzi... Per cui non seguo il tuo ragionamento... Se puoi spiegarlo meglio te ne sarei grato. Forse sono io di coccio. Se c'è un lag temporale dovremmo averlo riscontrato anche nei cicli precedenti (Mourder? Dalton?) Abbiamo qualche riscontro di ciò ad esempio?
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: ponente - Marzo 01, 2020, 10:01:30 am
Scusa Ponente per quanto io non sia esperto di certo come voi, mi sono fatto qua dentro come di dice una certa cultura o quantomeno seguo un filo logico almeno credo. Quindi, se tu mi dici e insisti in questa tua visione, che esista una sorta di effetto rebound, per cui l'attività solare intensa pregressa, terminata con il ciclo 23, stia ancora dando i suoi effetti a distanza di 15 anni circa, non comprendo come le temperature possano progressivamente aumentare. Penserei piuttosto che si  dovrebbe intravedere una sorta di stasi e poi regressione cosa che in realtà non si vede neppure lontanamente anzi... Per cui non seguo il tuo ragionamento... Se puoi spiegarlo meglio te ne sarei grato. Forse sono io di coccio. Se c'è un lag temporale dovremmo averlo riscontrato anche nei cicli precedenti (Mourder? Dalton?) Abbiamo qualche riscontro di ciò ad esempio?

Ciao, come detto non basta che si invertano uno o due cicli solari per aver una risposta immediata sul clima, perchè gli oceani hanno un'inerzia termica più lenta. I cicli deboli del passato tipo Maunder sono stati il culmine di una serie di cicli solari deboli avvvenuti nei secoli precedenti al 1600...così come gli anni citati da Cloover dove indica il periodo degl anni 50/60 (i più freddi mediamente del secolo scorso) anch'essi preceduti da cicli deboli di inizio 1900 a sua volta preceduto dal minimo di Dalton che è collocato tra il 1800 e il 1840
Quello che sò è questo.. di sicuro tutto và approfondito perchè vi sono altri fattori importanti, ma per me il sole resta la forzante primaria.  ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Marzo 01, 2020, 02:00:55 pm
 Ponente la fai troppo semplice, ma del resto è normale che sui forum e social non vengano mai approfondite le questioni ma piuttosto si tenda a ricercare un'informazione che penda a favore delle proprie ideologie.
Sai quanto incide l'attività solare sul riscaldamento del pianeta? Sai quantificare il feedback relativo al calore assorbito dagli Oceani? Ed a quello rilasciato? Sai quanti gas serra si sprigionano con lo scioglimento dei Ghiacci Artici? In particolare il Metano, che è un gas serra 25 volte più dannoso della Co2?

Iniziamo a parlare di Atmosfera  ;)

Se la terra fosse priva di atmosfera sarebbe praticamente una palla di ghiaccio. Non è difficile ricavare con un semplice ragionamento termodinamico che la sua temperatura superficiale media sarebbe ben al di sotto di 0°C.
 Infatti la temperatura risulterebbe dall'equilibrio tra la radiazione solare incidente e l'irraggiamento della terra.
 Il flusso di calore entrante è dovuto all'assorbimento della radiazione solare incidente che è sostanzialmente dominata da lunghezze d'onda corte (luce visibile) mentre il flusso di calore uscente è dovuto all'irraggiamento della terra ed è sostanzialmente dominato da lunghezze d'onda più lunghe (radiazione infrarossa).

Grazie alla prima legge della termodinamica, possiamo scrivere:

(http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img55.gif)

dove(http://[url=http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img56.gif]http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img56.gif[/url]) è la variazione di energia interna della terra, (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img57.gif) è la quantità di calore assorbita dalla terra e (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img58.gif) è la quantità di calore persa dalla terra, (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img59.gif) è la sua capacità termica mentre (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img60.gif) è la variazione della sua temperatura. Se consideriamo un intervallo di tempo (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img61.gif) a variazione della temperatura terrestre nell'unità di tempo sarebbe data da :

(http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img62.gif)

dove (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img63.gif) e (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img64.gif)  rappresentano i flussi di calore (ovvero calore nell'unità di tempo) entrante e uscente. Al limite, per (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img65.gif) otteniamo :

(http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img66.gif)

Il flusso di calore (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img63.gif) uò essere approssimativamente calcolato come segue. La potenza (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img39.gif) della radiazione solare incidente per unità di area è approssimativamente costante, perché l'orbita della terra è quasi circolare e quindi la distanza dal sole varia di poco, così come di poco varia la potenza emessa dal sole. Dalle misurazioni effettuate, si stima che (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img39.gif) valga in media 1,368 kW m(http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img11.gif).

L'energia totale che raggiunge la terra nell'unità di tempo è perciò (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img67.gif) , dove (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img69.gif) è il raggio della terra. Bisogna infatti tenere presente che i raggi del sole non arrivano perpendicolarmente su tutti i punti della superficie terrestre e inoltre arrivano solo su una faccia della terra: dobbiamo perciò considerare metà della superficie terrestre (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img70.gif) e proiettare la superficie di questa mezza sfera illuminata in direzione parallela ai raggi del sole, ottenendo così un cerchio di area (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img71.gif).
Tuttavia il calore assorbito dalla terra non raggiunge il valore (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img72.gif) infatti, una frazione (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img73.gif)  della radiazione solare incidente, che viene chiamata coefficiente di albedo, è riflessa. L'albedo varia nel tempo e nello spazio perché superfici diverse hanno diverso potere riflettente, ma possiamo assumere un valore medio (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img74.gif).

Ricaviamo pertanto, finalmente, la formula per il flusso di calore incidente:

(http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img75.gif)
(http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img76.gif)

Il flusso (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img64.gif)  può invece essere determinato a partire dalla legge di Stefan-Boltzmann. Secondo tale legge la radiazione di un corpo avente una certa temperatura (la cosiddetta radiazione di corpo nero) aumenta con la quarta potenza della temperatura assoluta del corpo radiante. In particolare la potenza emessa per unità di superficie da un perfetto corpo nero a temperatura T è pari a (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img78.gif) con (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img79.gif) W m(http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img80.gif) .
La terra è in realtà un corpo ``grigio'', ma in prima approssimazione possiamo usare l'espressione teorica di Stefan-Boltzmann e quindi ottenere il flusso uscente semplicemente moltiplicando per la superficie terrestre (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img81.gif)

(http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img82.gif)

In definitiva possiamo dire che le variazioni di temperatura della superficie terrestre in assenza di atmosfera sarebbero approssimativamente governate dall'equazione :

(http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img83.gif)

In condizioni di equilibrio, cioè per (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img84.gif) , il flusso di calore entrante deve uguagliare quello uscente e pertanto si ha :

(http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img85.gif)

espressione dalla quale si può ricavare quale sarebbe la temperatura di equilibrio della terra in assenza di atmosfera, ovvero :

(http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img86.gif)

Possiamo perciò concludere che se la terra fosse priva di atmosfera essa raggiungerebbe più o meno in media i -18°C.

Per fortuna la terra, a differenza della luna, ha una massa tale da garantire un'attrazione gravitazionale sufficiente a contrastare in modo efficace i movimenti casuali delle molecole di gas. In questa maniera le molecole gassose sono trattenute vicino alla crosta terrestre e formano l'atmosfera. L'atmosfera con tutti i suoi gas componenti  e le nuvole alterano il semplice quadro termodinamico tratteggiato prima. Attraverso un effetto simile a quello di una serra, la terra è in grado di catturare calore nell'atmosfera e di mantenere così la temperatura superficiale media a circa 15°C.

 Il bilancio delle radiazioni incidenti, assorbite e irraggiate dalla terra ècosì distribuita. Viene fatta pari a 100 unità la radiazione solare incidente, la quale è sostanzialmente dominata da lunghezze d'onda corte. Di queste 100 unità, 23 sono assorbite dall'atmosfera, 31 sono riflesse come onde corte dall'aria, dalle nubi e dalla superficie terrestre e 46 sono assorbite dalla superficie terrestre. Poiché la temperatura terrestre è approssimativamente in equilibrio, bisogna che il flusso uscente dalla superficie terrestre sia anch'esso pari a 46 unità. Di queste, 7 unità vanno a riscaldare direttamente l'atmosfera (calore sensibile), 24 vanno nell'evaporazione delle masse d'acqua (il cosiddetto calore latente) e infine 15 sono irraggiate dalla terra sotto forma di onde lunghe (radiazione infrarossa). Una parte di queste onde lunghe (6 unità) è catturata dalle nubi, dal vapor d'acqua, dall'ozono, dall'anidride carbonica, dal protossido d'azoto (ossido nitroso) e dal metano. Ecco perché si dice che questi sono dei gas serra: essi sono infatti in grado di trattenere il calore nell'atmosfera. È da notare che anche l'atmosfera (nubi, vapor d'acqua e vari gas componenti) è pure all'incirca in equilibrio termico: poiché essa riceve 23 unità direttamente dal sole e 37 dalla terra (6 come onde lunghe, 7 come calore sensibile e 24 come calore latente), ci deve essere necessariamente un'emissione di 60 unità dell'atmosfera verso lo spazio esterno. Infatti 20 unità sono emesse sotto forma di onde lunghe dalle nubi e 40 dal vapor d'acqua, dall'ozono e dall'anidride carbonica.

Paragonare l'atmosfera ad una serra non è del tutto appropriato: in una serra, infatti, l'aria è sostanzialmente ferma, mentre come ben sappiamo l'atmosfera terrestre è caratterizzata da forti movimenti convettivi che sono dovuti sia alla rotazione della terra sia al fatto che l'aria più calda è più leggera di quella fredda e tende quindi a muoversi verso l'alto. In primissima approssimazione, possiamo però trascurare questi movimenti e cercare di capire come variano la pressione e la temperatura con la quota in una colonna d'aria sostanzialmente immobile.

L'effetto serra è dovuto alla presenza di anidride carbonica e di altri gas (vapore d'acqua, ozono, protossido d'azoto, ecc.).

(http://olmo.elet.polimi.it/ecologia/dispensa/img111.gif)














fonti: http://olmo.elet.polimi.it/ecologia (http://olmo.elet.polimi.it/ecologia)

Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: adm.ackbar - Marzo 01, 2020, 08:01:12 pm
Filippo, ho delle reminiscenze in merito, il tuo post merita lettura approfondita.

Ho sempre pensato che su una Terra priva d’atmosfera, un po’ come accade sulla Luna, vivremmo immersi in temperature ben oltre i 100°C sotto irraggiamento diretto/vento solare e temperature ampiamente inferiori a -200°C all’ombra, in assenza di mezzo trasmissivo, per cui con gradienti termici notevoli.

Marte, pianeta considerato il più simile al nostro e quarto per distanza di rivoluzione intorno al Sole, presenta una blandissima attività geomagnetica che non favorisce adeguato scudo ai raggi gamma cosmici, ha quindi un’atmosfera molto rarefatta (circa un decimo quella terrestre, per giunta molto nociva in quanto satura di CO2): sulla superficie si registrano temperature molto basse (anche a -150°C) e proprio come avviene sulla Terra, l’alternarsi stagionale porta in determinati periodi temperature equatoriali che possono raggiungere i +30°C.

Ma a parte questi argomenti decisamente OT, benché molto interessanti (de gustibus...), il nocciolo del discorso è ben lontano dall’essere svelato: si apre un lungo periodo (in senso relativo comparato alle basi tempo umane) di learning, dove molti teoremi cadranno o verranno rivisti e che forse porterà ad ampliare anche la base scientifica e non solo la base dati.

Non voglio scomodare teorie più grandi di me e forse di noi tutti, tipo i Cicli di Milanković, ma se è vero che l’imminente ciclo 25 potrebbe essere il più basso da oltre 200 anni, il nocciolo potrebbe essere più vicino a quel o quei segnali a bassa frequenza a cui accennavi...


Admiral Ackbar
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Cloover - Marzo 02, 2020, 08:57:15 am
Filippo, ho delle reminiscenze in merito, il tuo post merita lettura approfondita.

Ho sempre pensato che su una Terra priva d’atmosfera, un po’ come accade sulla Luna, vivremmo immersi in temperature ben oltre i 100°C sotto irraggiamento diretto/vento solare e temperature ampiamente inferiori a -200°C all’ombra, in assenza di mezzo trasmissivo, per cui con gradienti termici notevoli.



Admiral Ackbar

Occhio che si parla di T media di equilibrio in assenza di atmosfera...Bisogna considerare inclinazione, rotazione e coefficiente di albedo.
La modifica nella composizione dei gas serra, in maniera naturale o artificiale, possono facilmente provocare un aumento o una diminuzione della temperatura globale....

Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: adm.ackbar - Marzo 02, 2020, 09:33:26 am
La modifica nella composizione dei gas serra, in maniera naturale o artificiale, possono facilmente provocare un aumento o una diminuzione della temperatura globale....
...e su questo dovrebbero essere d’accordo anche a @ponente


Admiral Ackbar
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: Nonno_rodano - Marzo 02, 2020, 10:55:41 am
se vi può interessare ho i forecast NAO da 2 a 10 anni..

2024-25 primo anno con media NAO dicembre gennaio negativa

2029-30 NAO dicembre-gennaio sotto -1

correlazioni buone fino a 6 anni..molto basse dopo, anche se il segno sembra reggere (il valore ovviamente molto meno).. ;D

chiaro che è più un gioco che una previsione seria..tuttavia è interessante lo studio delle correlazioni e di come certe anomalie o certi indici siano correlati in modo più netto a 12-10 anni piuttosto che a 6 mesi.. ;)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: ponente - Marzo 02, 2020, 11:28:36 am
...e su questo dovrebbero essere d’accordo anche a @ponente


Admiral Ackbar

Certamente  ;)  ogni gas a sue specifiche peculiarità... :)
Titolo: Re:VP forte Inverno 2014/15 : Le prime ipotesi e le tendenze dei prox anni........
Inserito da: roberto7382 - Marzo 02, 2020, 08:14:54 pm
se vi può interessare ho i forecast NAO da 2 a 10 anni..

2024-25 primo anno con media NAO dicembre gennaio negativa

2029-30 NAO dicembre-gennaio sotto -1

correlazioni buone fino a 6 anni..molto basse dopo, anche se il segno sembra reggere (il valore ovviamente molto meno).. ;D

chiaro che è più un gioco che una previsione seria..tuttavia è interessante lo studio delle correlazioni e di come certe anomalie o certi indici siano correlati in modo più netto a 12-10 anni piuttosto che a 6 mesi.. ;)

Nonno se le becchi a questa distanza siderale ti danno il Nobel....